Page 1

EVENTI

GASTRONOMIA

DA VEDERE

Luci al Museo

La polenta di Sermoneta Colombia, il barone della droga

Dopo il successo passato torna “La Notte dei Musei” a Sabaudia

Questo antichissimo piatto della tradizione italiana ha da sempre rappresentato un alimento basilare per l’uomo

La vita di Pablo Escobar dall’ascesa criminale all’inizio degli anni Ottanta fino alla morte nel 1993

Rotocalco di informazione telematica Giovedì 16 Maggio 2019

PLASTIC FREE BEACH QUESTIONE DI MODA? Il litorale della provincia pontina ha iniziato la sua “lotta” all’uso incondizionato della plastica. Dalla Regione finanziamenti per progetti finalizzati alla filiera del riciclo

IL CASO

Biblioteca e disservizi una storia infinita Generazione per Latina chiede risposte all’Amministrazione ma da Lbc solo silenzi. Intanto nei locali di Piazza del Popolo restano gli annosi problemi

AMBIENTE

L’Ona convoca gli Stati Generali Un confronto aperto sui temi legati ad amianto, nucleare e rifiuti

SPORT Europei Junior di canottaggio Da Sabaudia ad Essen Le due formazioni azzurre hanno scelto il Lago di Paola per gli allenamenti. Oggi la partenza per la Germania


PLASTIC FREE BEACH Comuni “armati” per la difesa delle spiagge

Tante le iniziative volte ad eliminare il consumo di materiali in plastica. Molti sindaci emettono ordinanze, altri rispondono alla chiamata della Regione Lazio che ha stanziato un milione di euro per il litorale laziale

Dall’estate 2019 Latina sarà una provincia Plastic Free, grazie al progetto promosso dalla Regione Lazio per promuovere un’economia circolare della plastica sulle spiagge libere dei Comuni costieri laziali, con l’obiettivo di limitarne il consumo e favorirne il recupero per ridurre fenomeni di inquinamento degli arenili e del litorale marino. Le adesioni dei Comuni pontini, infatti, non sono tardate ad arrivare, e seppur con qualche ritardo, nessuno si è lasciato scappare la possibilità di ottenere finanziamenti regionali per un importo globale di un milione di euro, assegnato in base all’estensione della linea di costa di competenza comunale (60%) e al numero di abitanti (40%). Fondi che verranno concessi per l’installazione di case dell’acqua, eco-compattatori di plastica, carta e alluminio e strutture dedicate alla raccolta e al recupero

di bottiglie, imballaggi e contenitori. Ma siamo così sicuri della riuscita del progetto? Sarà così semplice cambiare rotta in ottica di uno sviluppo sempre più sostenibile per l’uomo e per l’ambiente? O c’è il rischio che l’adesione al Plastic Free sia meramente una questione di tendenza? Latina e Sabaudia hanno nei giorni scorsi hanno inviato i relativi progetti Plastic Free Beach in Regione: il capoluogo ha inviata la documentazione richiesta dall’ente regionale necessaria per accedere al finanziamento di circa 73mila euro per l’acquisto di borracce da distribuire gratuitamente ai cittadini e di due moduli costituiti da un erogatore di acqua potabile ed un compattatore del PET da posizionare sul lungomare di Latina. La città delle dune invece punta su due iniziative: la prima riguarda l’installazione e la messa in funzione di 3 compattatori esterni per imballaggi di plastica da posizionare, in via sperimentale, lungo il tratto di accesso alle spiagge in prossimità del ponte Giovanni XXIII; la seconda, prevede la distribuzione gratuita da parte del comune di oltre 2 mila borracce per l’acqua riutilizzabili ai fruitori del litorale. Il Comune di Formia invece è già risultato assegnatario di un contributo di poco più di 33mila euro, necessario per finanziare una serie di iniziative ed interventi volti a promuovere il “Plastic Free” all’interno del Comune e nello specifico sui due litorali. Il progetto presentato e approvato dalla Regione Lazio, prevede non solo momenti e attività informativi formativi sul tema, ma anche veri e propri interventi mirati alla sensibilizzazione e all’azione attiva dei cittadini. Tra le iniziative, ver-


rà creato un marchio Formia Plastic Free che contraddistinguerà tutti gli eventi, le manifestazioni e le attività che si svolgeranno all’interno del territorio comunale e che prevedranno l’uso di materiale biodegradabile; verranno creati ed installati pannelli volti a sensibilizzare i cittadini sugli effetti negativi dell’uso della plastica. Un’operazione di promozione culturale indispensabile, secondo l’Amministrazione, per poter radicare nelle coscienze la tutela dell’ambiente in ottica plastic free e per far sì dunque che il progetto regionale non si esaurisca con i contributi concessi o con l’estate della “prima volta”. A Sperlonga è arrivata un’ordinanza sindacale ad abolire la plastica: divieto d’uso e commercializzazione di bottiglie, piatti, bicchieri, cannucce, mescolatori di bevande monouso, posate, cotton fioc e buste in plastica e materiali non biodegradabili. Azioni importanti volte ad arginare il consumo indiscriminato del materiale sul territorio comunale. Minturno ha seguito le orme della sua vicina di casa e emana l’ordinanza con la quale si limita l’utilizzo della plastica, così come fa anche la città di Fondi che ha disposto il divieto di somministrazione di cibi e bevande in contenitori di plastica, prevedendo un arco temporale necessario al consumo delle eventuali scorte di magazzino già acquistate dagli esercenti interessati. A far data dal 3 giugno prossimo è fatto divieto a tutti gli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande (sia attività commerciali che artigianali e ricettive) presenti sul territorio comunale di somministrare ai propri clienti alimenti e bevande in materiale monouso non biodegradabile e non compostabile, come ad esempio posate, piatti, vassoi, bottiglie, bicchieri, coppe, ciotole, cannucce, mescolatori per bevande. Il divieto si estende anche ad associazioni, società, comitati, enti, in occasione di feste e manifestazioni pubbliche di qualsiasi genere. Il Comune di Terracina, invece, utilizza un approccio diverso e coinvolge istituzioni e associazioni costituendo una rete plastic free beach Terracina. Nel marzo scorso, infatti, l’Amministrazione comunale firma un protocollo di intesa che vede la partecipazione di: Capitaneria di Porto, Confcommercio Lazio sud, Ente Parco Regionale della Riviera di Ulisse, Confcommercio Ascom Terracina, Coopera-

tive dei pescatori, tutte le Scuole, De Vizia Transfer Urbaser SpA, Acqualatina SpA, Associazione albergatori e ristoratori, attività commerciali e imprese turistiche. La rete, coordinata dal Sindacato Italiano Balneari e da Legambiente, prende le mosse dal progetto internazionale di Legambiente finanziato dalla Fondazione Principato di Monaco “Plastic Free Beaches” nel prestigioso programma “Beyond Plastic Med”, iniziato a maggio del 2017 e di cui Terracina è stato il sito di attuazione per l’Italia. Basteranno progetti, fondi e ordinanze per imporre un cambio di rotta ai comuni costieri della provincia di Latina? Sicuramente questo è un primo passo verso il plastic free, ma per raggiungere completamente l’obiettivo ci vorrà ancora del tempo e lo stesso entusiasmo che amministratori locali, associazioni e cittadini stanno impiegando oggi. La scelta dei Comuni di aderire alla chiamata collettiva della Regione Lazio deve rientrare in una strategia più ampia, che deve nascere inevitabilmente dalla convinzione che il cambiamento parta dalle piccole cose e che ognuno di noi, a suo modo, è parte attiva di questo cambiamento, di rotta, di intenzioni, di approccio. Il litorale pontino, pluripremiato bandiera blu da anni oramai, ha bisogno di tutela sia per la salvaguardia della flora e fauna marina sia per il mantenimento del decoro delle spiagge. Ha bisogno di un impegno costante di tutti i cittadini. Altrimenti di questi paesaggi paradisiaci resteranno solo ricordi e cartoline e del progetto Plastic Free Beach solamente una parentesi, un attimo fuggente.


BIBLIOTECA COMUNALE Quel silenzio che nuoce alla città e ai suoi giovani Nessuna risposta alle perplessità presentate da Generazione per Latina e dal consigliere di Minoranza Matteo Coluzzi. Intanto la sede di piazza del Popolo rimane con gli annosi problemi La biblioteca comunale “Aldo Manuzio” sembra non trovare pace e soprattutto non arrivare ad essere, come dovrebbe, luogo di accoglienza e aggregazione per eccellenza. Da anni disservizi e carenze strutturali la portano sulle pagine della cronaca locale, oggetto del desiderio di politici in odor di campagna elettorale: tutti si prodigano, almeno a parole, con idee e progetti ma nessuno finora è riuscito a mettere la parola fine alle problematiche insistenti. Nemmeno la nuova Amministrazione, la cui stragrande maggioranza dei componenti emerge dal settore culturale del capoluogo, sembra riuscire a risolvere gli annosi problemi. Generazione per Latina negli ultimi mesi ha provato a riaccendere i riflettori sulla biblioteca con diverse segnalazioni ma di fronte le si è palesata unicamente una “situazione di stallo drastico nel silenzio e nel disinteresse generale”. “Nel caso qualcuno l’avesse dimenticato, a cavallo dei mesi di gennaio e febbraio l’Amministrazione comunale di Lbc si mise in posa sulle pagine della stampa locale, promettendo alla cittadinanza ‘lavori di adeguamento’ e indicando gli inizi del mese di marzo come data certa per l’inizio degli stessi – si legge in una nota diramata alla stampa – Contrariamente a tutte queste promesse decantate, il modus operandi dell’Amministrazione aveva suscitato non poche perplessità ed interrogativi. Il tutto a partire dal progetto dei lavori lasciato allo scuro e privo di un concerto riscontro da parte dell’organo competente; trascinandosi dietro tutte quelle perplessità riguardanti i posti

destinati allo studio che eventualmente sarebbero stati persi, l’indicazione dell’edificio che temporaneamente avrebbe sostituito lo stabile, le destinazioni d’uso dei locali interessati, l’eventuale ristrutturazione dei servizi igienici ed in più tutti gli altri servizi a 360° che un ambiente come la biblioteca può e dovrebbe offrire”. Purtroppo i vari quesiti sollevati sono stati lasciati ancora oggi privi di risposta. Sulla faccenda interviene Cristiano Battistella, membro di Generazione per Latina e responsabile della commissione Cultura del Forum dei Giovani del Comune di Latina: “Nel mese di maggio inoltrato infatti ci troviamo a rinnovare gli interroga-


tivi nell’interesse di una città intera, poiché quella che doveva essere ristrutturata a partire dal mese di marzo, non ha conosciuto nessuno dei lavori che le erano stati destinati, il tutto senza una motivazione o giustificazione da parte dell’amministrazione, il che ormai non é una novità. Ora, per l’ennesima volta, ci troviamo a chiedere un minimo d’attenzione, per conoscere semplicemente il perché gli studenti di Latina e la cittadinanza intera vengano ad oltranza tenuti allo scuro di ciò che avviene o non avviene nella città in cui vivono; affinché, una volta per tutte, sia fatta chiarezza sul destino che dovrà affrontare la biblioteca comunale, con la speranza che non si ricaschi nel gioco delle promesse incompiute, al quale purtroppo, ci siamo tristemente abituati”. Al riguardo torna a parlare anche il consigliere di minoranza Matteo Coluzzi, da sempre attento alle esigenze degli studenti e alle necessità di una

biblioteca frequentata assiduamente: “E’ stata già in passato presentata dal sottoscritto un’interrogazione invitando il Sindaco e la Giunta a relazionare sullo stato attuale e sulla funzionalità di tali spazi che ospitano giornalmente centinaia di ragazzi e di studenti, oltre che ad argomentare relativamente agli interventi previsti nella sede centrale ed in quelle periferiche. Ad oggi tutto tace e la maggioranza continua a pensare di poter dribblare temi fondamentali come questo. Se a partire dai prossimi giorni non verrà fatta chiarezza porteremo nuovamente il tema nelle sedi preposte nonché negli spazi frequentati dai ragazzi stessi, con la speranza che tale struttura ad oggi considerata inadeguata alle esigenze di chiunque, possa divenire un polo della cultura nella nostra città (in grado di accogliere invece di allontanare i propri giovani). Biblioteca inadeguata, cultura limitata”.


Onorati Hotel ridefinisce l'esperienza dell'ospitalitĂ di lusso. Situato alle pendici dei Monti Lepini tra le provincie di Latina e Frosinone, Onorati Hotel offre un'esperienza di minimalismo moderno con le sue 14 camere + una Suites con SPA. Una semplicitĂ  elegante e una cucina con ingredienti di prima qualitĂ  lo rendono un rifugio perfetto per ogni situazione. PRIVERNO (LT) S.S. 156 Monti Lepini km 23.100 - Tel. 0773.905120 www.onoratihotel.it


ONA CONVOCA GLI STATI GENERALI DELL’AMBIENTE Appuntamento al Circolo Cittadino di Latina il prossimo 21 maggio nell’ambito dell’evento promosso dall’Osservatorio Nazionale Amianto. Chiamate a presenziare associazioni, forze partitiche e istituzioni

Nel corso della conferenza Ona “Latina tra amianto, nucleare e rifiuti”, svoltasi a Latina lo scorso 13 aprile, sono emersi dati preoccupanti sulla presenza di amianto anche nella Centrale Nucleare di Borgo Sabotino. Rischio nucleare e rischio amianto insieme sono la ‘bomba ambientale’ resa pubblica dall’avvocato Ezio Bonanni, che è riuscito a dimostrare, anche giudiziariamente, che presso l’impianto alle porte del capoluogo è stato utilizzato amianto e che vi sono stati livelli espositivi superiori alla soglia delle 100 ff/ll, nella media delle otto ore lavorative. Dopo tali esiti emerge la necessità di un confronto aperto sui temi ambientali, di tornare a parlare di amianto, nucleare e rifiuti e della elevata incidenza di tumori e di mortalità, in particolare per alcuni cancri legati tipicamente a queste condizioni di rischio, primi fra tutti il mesotelioma e le altre patologie asbesto correlate. Ragion per cui l’Osservato-

rio Nazionale Amianto promuove gli Stati generali dell’ambiente promossi dall’Ona con il motto ‘Uniti si vince’. Un grido di mobilitazione che chiama a raccolta la collettività intera, dai cittadini alle altre associazioni, dai partiti politici a tutte le istituzioni, parimenti rappresentate nel corso dei lavori che si terranno a partire dalle ore 9.30 del prossimo 21 maggio 2019, presso il Circolo Cittadino di Latina (Piazza del Popolo). Sono stati invitati a partecipare agli Stati generali dell’ambiente gli esponenti di tutte le formazioni politiche che saranno presenti nella contesa elettorale europea del prossimo 26 maggio e per l’occasione saranno chiamate ad esporre i loro programmi politici in materia di tutela ambientale e/o di tutela della salute, nei luoghi di vita e di lavoro, tenendo conto della centralità delle istituzioni e della preminenza dell’ordinamento comunitario, anche rispetto alla legislazione interna.


DA SABAUDIA AD ESSEN L’EUROPEO DI CANOTTAGGIO DA SAPORE TUTTO PONTINO Le due formazioni azzurre, maschile e femminile, hanno scelto la città delle dune per la loro preparazione atletica. Quest’oggi la partenza per la Germania dove sabato inizierà il campionato

Sabaudia si conferma città dello sport per eccellenza e nella fattispecie del canottaggio. La città delle dune nelle scorse settimana ha ospitato gli allenamenti della nazionale juniores, protagonista in Germania, bacino del Baldeneysee di Essen, nell’Europeo Junior 2019 che si svolgerà a partire dal 18 maggio. Martedì mattina la presentazione ufficiale della formazione azzurra alla presenza del consigliere della Federazione Nazionale Canottaggio Michelangelo Crispi, del direttore tecnico Francesco Cattaneo, del sindaco Giada Gervasi e dell’assessore allo sport, nonché pluripremiato campione olimpionico, Alessio Sartori. La rosa azzurra conta 35 atleti (18 uomini e 17 donne) che daranno vita agli 11 equipaggi ufficializzati proprio nel corso dell’evento svoltosi in aula consiliare dai Capi Allenatore Valter Molea (uomini) e Massimo Casula (donne). La squadra è  alloggiata presso l’Hotel Zeffiro di Sabaudia e da quest’oggi raggiungerà Essen dove, dal 18 al 19 maggio, prenderà parte ai Campionati Europei 2019.

Negli equipaggi maschili troviamo schierati: nel singolo Gabriele Loconsole (CUS Bari); nel due senza Emilio Pappalettera, Alessandro Gardino (SC Armida); nel doppio Matteo Sartori (Fiamme Gialle) e Nicolò Carucci (Gavirate); nel quattro senza Achille Benazzo (SC Cerea), Alessandro Bonamoneta (SS  Murcarolo), Giorgio Battigaglia (CC Tevere Remo), Francesco Cella (CC Napoli); nel quattro con Simone Fasoli (Moto Guzzi), Riccardo Venturi (CUS Ferrara), Leopoldo Graf Von Rex (SC Firenze), Simone Mantegazza (Moto Guzzi), Emanuele Capponi (Fiamme Gialle)-timoniere; nel quattro di coppia Diego Paroli (Gavirate), Jacopo Mascitelli (SC Milano), Lorenzo Manigrasso (SC Tritium), Edoardo Rocchi (GS Speranza). Negli equipaggi femminili, invece, troviamo schierate: nel due senza Nadine Anna Elizabeth Agyemang-Heard, Arianna Passini (Moltrasio); nel doppio Anna Benazzo (SC Cerea), Giulia Bosio (SC Esperia); nel quattro senza Matilde Barison (Gavirate), Serena Mossi, Ilaria  Compagnoni (SC Lario), Greta Schwartz (Gavirate); nel quattro con Clara Massaria (SC Arno), Lucrezia Baudino (CUS Torino),  Beatrice Giuliani (SC Milano), Lucia Rebuffo (Rowing Club Genovese),    Giulia Clerici (Moltrasio)-timoniere; nel quattro di coppia Alice Ramella (SC Santo Stefano), Alexandra Kushnir (SC Ravenna), Laura Pagnoncelli (SC Tritium), Ilaria Corazza (SC Ausonia). Per Sabaudia aver ospitato la preparazione atletica di questi giovanissimi sportivi significa dare un colpo di reni a quella vocazione sportiva che caratterizza oramai la città, che – è bene ricordare – nell’aprile 2020 ospiterà la Prima Prova di Coppa del Mondo di Canottaggio e dunque si certificherà definitivamente quale campo di gara internazionale.


LUCI AL MUSEO... GRECO Dopo il successo della scorsa edizione, torna anche quest’anno “La notte dei musei” a Sabaudia, una serata dedicata all’arte in tutte le sue forme. L’iniziativa prevede l’apertura straordinaria di tutti i musei d’Europa programmata per sabato 18 maggio 2019 dalle ore 20:00 alle ore 2.00. Sabaudia, come lo scorso anno, parteciperà all’iniziativa accendendo i riflettori del Museo Emilio Greco. Questo evento ideato dall’associazione “Sabaudia Culturando”, con il sostegno del Comune di Sabaudia e del Settore Servizi di Promozione Territoriale e Patrocinato dal Mibact e dalla Proloco di Sabaudia, mira ad evidenziare le bellezze storico-artistiche della nostra città e ad alimentare l’interesse del pubblico per la cultura. Sarà una notte interamente dedicata alla promozione dell’arte, tra musica, poesia, scultura e fotografia. La cultura interpretata in questo caso dalle opere del celebre scultore italiano Emilio Greco al quale Sabaudia ha dedicato l’intero polo museale. In questa occasione

SCRIVI A DIARIO PONTINO

DA NON PERDERE

Unusualgraphics Ore 19.30, Sottoscala9 (Via Isonzo) – Latina La comunicazione degli spazi non convenzionali dal punk ai centri sociali. Un talk informale, orizzontale, sul punk, sulla comunicazione, sulla moda in uno dei locali più frequentati del capoluogo pontino.

Memorie urbane

la voce del direttore scientifico del Museo, Mariella Pasotto, ci condurrà in un percorso immersivo accompagnato dalle poesie del Maestro Greco, recitate da Emanuela Massaro. All’interno del Museo verrà creata una “camera oscura” per la proiezione video di alcuni scatti della città di Sabaudia a cura del fotografo Marco Mincarelli. Verrà inoltre allestito uno spettacolo dal vivo di bossa-jazz con Mel Freire & Giulia Salsone, rispettivamente voce e chitarra.

Vuoi promuovere un evento, una manifestazione o un’iniziativa? Che sia culturale o sportiva, dedicata all’enogastronomia o di mero intrattenimento, sei nel posto giusto. Inviaci una mail con tutti i dettagli a redazione@diariopontino.it e contribuisci a scrivere il “Diario” quotidiano della città di Latina e della sua provincia.

Dalle ore 16.00, Street Art Place Gaeta (Via Monte Grappa, 36) – Gaeta. Fino al 19 maggio è possibile visitare Shozy - Canvases / Tele - Solo Show, mostra d’arte di strada a cura di Davide Rossillo. Artista proveniente dalla Russia si presenta con il suo primo solo show in Europa e primo muro in Italia.

Fotografia d’Architettura Ore 20.30, Pub Scacco Matto (Viale Le Corbusier) – Latina Un Foto drink gratuito e aperto a tutti dedicato alla fotografia d’Architettura, per imparare qualcosa in più su ciò che ci circonda.

DA VEDERE STASERA

I CONSIGLI GASTRONOMICI DEL DIARIO

OROSCOPO

Alle 21,20 su Rai 3 ESCOBAR - Il fascino del male un film di Fernando Leòn de Aranoa con Javier Bardem e Penélope Cruz

La polenta di Sermoneta

Il segno del giorno

Virginia Vallejo, celebre anchorwoman colombiana ha chiesto asilo politico agli Stati Uniti. Amante appassionata di Pablo Escobar, criminale e trafficante di cocaina senza scrupoli e rimorsi, ha deciso di raccontare alla DEA gli anni della loro relazione e dell’ascesa vertiginosa del ‘patrón’ di Bogotà. Ambiziosa e decisa a saperne di più di quello che diventerà in pochi anni il più ricco e potente trafficante di sempre, Virginia si innamora di Pablo e lo sostiene nella carriera politica sorvolando su quella criminale. Ma i desideri di Pablo sono più voraci dei suoi e finiscono per trascinarla in Questo antico piatto a base di farina di mais, povero un abisso da cui le tenderà la mano l’agente Neymar ma gustosissimo e molto nutriente, diventa il re di della DEA.

Giovedì 16 Maggio TORO

Venere a breve sarà nel vostro segno, Sole e Saturno sono già nel segno e Mercurio è in ottimo aspetto avete un buon oroscopo, e tutto dipende da voi, da come volete giocare le vostre carte. Chi ha una condizione abbastanza soddisfacente possano non cercare altro. Anche i più una delle sagre più attese di inizio anno, sagra che sconfitti dall’amore devosi svolge nel mese di gennaio nel borgo di Sermone- no farsi vedere ed evitare ta. I migliori polentari del borgo, fin dalle prime ore di agitare le acque, secondo l’oroscopo di domani del mattino, iniziano i preparativi per la prelibata e delle prossime giornapietanza. La polenta viene cotta in paioli di rame su te. Anche nel lavoro non fuoco a legna, come da antica ricetta paesana. Il con- bisognerà sottrarsi alla possibilità di fare nuovi dimento è il tradizionale: ottimo ragù con salsicce e incontri o mettere in atto olio locale. delle iniziative.

Profile for diariopontino

Diario pontino quotidiano 16 maggio  

Diario pontino quotidiano 16 maggio

Diario pontino quotidiano 16 maggio  

Diario pontino quotidiano 16 maggio