Page 1

EVENTI

GASTRONOMIA

DA VEDERE

Ecco “I Pallonari”

Il coniglio alla ponzese

Action movie carico di adrenalina

Al Cinema Augusto ultimo giorno di programmazione

È il piatto tipico dell’Isola di Ponza. Tantissime famiglie secondo la tradizione avevano allevamenti che cucinavano per eventi importati

John Travolta, nel suo ruolo di agente fuori dagli schemi, in questo film ha una delle sue migliori interpretazioni

Rotocalco di informazione telematica Martedì 16 Aprile 2019

PRIMO PIANO

DUE DITTE PONTINE SEQUESTRATE DALLA DDA DI REGGIO CALABRIA

Igeco e Pontina Costruzioni tra le sette imprese bersaglio del provvedimento del PM Musolino nell’operazione della Direzione Distrettuale Antimafia contro la ‘ndrangheta

IL FATTO

Processo Arpalo, il comune si costituisce parte civile L’avvocato Francesco Paolo Cavalcanti incaricato di sostenere le ragioni dell’Ente nel processo scaturito dall’operazione contro il clan Di Silvio conclusa dalla Polizia di Stato nell’aprile del 2018

LA PASSIONE Sezze, ordinanza restrittiva somministrazione degli alcolici Il provvedimento del Sindaco Sergio Di Raimo vieta la somministrazione di alcol dalle 19 alle 24 del venerdì santo, ma anche di cuocere cibi negli spazi esterni

A PRIVERNO 25 Aprile al Parco di San Martino Nella giornata delle dimore storiche della Regione Lazio, il Castello apre le porte con concerti, mostre, enogastronomia e altro


Onorati Hotel ridefinisce l'esperienza dell'ospitalitĂ di lusso. Situato alle pendici dei Monti Lepini tra le provincie di Latina e Frosinone, Onorati Hotel offre un'esperienza di minimalismo moderno con le sue 14 camere + una Suites con SPA. Una semplicitĂ  elegante e una cucina con ingredienti di prima qualitĂ  lo rendono un rifugio perfetto per ogni situazione. PRIVERNO (LT) S.S. 156 Monti Lepini km 23.100 - Tel. 0773.905120 www.onoratihotel.it


DUE DITTE PONTINE SEQUESTRATE DALLA DDA DI REGGIO CALABRIA Igeco e Pontina Costruzioni tra le sette imprese bersaglio del provvedimento del PM Musolino nell’operazione della Direzione Distrettuale Antimafia contro la ‘ndrangheta

Il nome di Latina torna tristemente a riecheggiare in un’operazione dei Carabinieri volta a ridurre le infiltrazioni dei clan negli appalti. Tra le sette aziende cui hanno posto i sigilli i Militari dell’Arma di Reggio Calabria coordinati dal PM Musolino della Direzione Distrettuale Antimafia, ce ne sono infatti due di Latina. Nel mirino degli inquirenti, che hanno anche arrestato un imprenditore di Sinopoli , ci sono appalti che riguardano lavori a metropolitana di superfice e piste ciclabili entrambe in terra calabra. Le aziende sequestrare sono la Morfù di Rossano, la Decos di Reggio Calabria, la Musolino Domenico di Reggio Calabria, la Itm Electronic di Delianuova, la Gienne Costruzioni di Reggio Calabria, la Igeco e la Pontina Costruzioni di Latina. Per quanto riguarda le due ditte pontine, a far scattare il provvedimento sono due appalti di manutenzione stradale da effettuarsi a Reggio Calabria, una del valore di 1 milione 717 mila euro aggiudicato dalla Igeco e uno per la realizzazione di un circuito di piste ciclabili del valore di 570 mila euro aggiudicato dalla Pontina Costruzioni e subappaltato alla Igeco srl, entrambe riconducibi-

li all’imprenditore pontino Giulio Toppetta, finito anche lui sotto inchiesta. Sono stati inoltre documentati rapporti con la Gienne da parte di Igeco e Pontina per la fornitura di conglomerati bituminosi e i i noli a freddo e a caldo necessari negli appalti. Per favorire la Gienne, avrebbero camuffato il reale volume delle forniture dacendo apparire che l’importo delle prestazioni fosse inferiore al 2% del valore complessivo dei lavori per eludere i controlli antimafia in materia di appalti. La stessa Gienne infatti non poteva interagire direttamente con la pubblica amministrazione essendo stato il suo titolare denunciato in passato per il reato di trasferimento fraudolento di valori, reato che porta al cancellamento dell’iscrizione delle “white list” prefettizie che sono gli elenchi cui le imprese appaltatrici devono attingere per individuare le ditte cui affidare i lavori in subappalto. La Igeco, presente con una sede operativa di lavorazione di materiale bituminoso a Sonnino, nei pressi dello scalo, è stata più volte segnalata per le emissioni odorigene moleste tanto da finire sotto l’attenzione degli inquirenti locali.


CASO DESIREE: Dna lo incastra, nuova accusa di omicidio per nigeriano Nuovi guai per Alinno Chima, il 47enne in carcere con altri tre uomini per la morte della giovane minorenne di Cisterna

Torna l’accusa di omicidio per Alinno Chima, in carcere con altri tre uomini per la morte di Desiree Mariottini, la 16enne di Cisterna di Latina trovata senza vita la notte tra il 18 e il 19 ottobre in uno stabile abbandonato nel quartiere San Lorenzo a Roma. La nuova misura cautelare arriva dopo i risultati del test del Dna effettuato sul corpo della vittima e su una serie di reperti. Il Dna di Alinno è stato trovato su un flacone di metadone e su una cannuccia utilizzata anche da Desiree per fumare crack. Per il nigeriano di 47 anni, lo scorso 13 novembre il Riesame aveva fatto cadere l’accusa di omicidio, ora però a incastrarlo ci sono, oltre a diverse dichiarazioni di più persone, anche le tracce del suo Dna. Diventano dunque tre le persone in carcere con l’accusa di omicidio:

gli altri sono il 27enne Mamadou Gara, detto Paco (il cui Dna è stato trovato sul corpo, sotto le unghie e sui vestiti della ragazza) e il ghanese Yusef Salia, detenuto a Foggia. Secondo gli inquirenti, avrebbero dato vari tipi di droghe alla 16enne per stordirla e poterne abusare sessualmente. Per il 47enne nigeriano, così come per Gara, Salia e il 43enne senegalese Brian Minthe, resta l’accusa di violenza sessuale, senza però l’aggravante di averlo commesso in gruppo. Sia Alinno che Minthe inoltre sono stati accusati anche di spaccio, dal momento che gli inquirenti hanno appurato che i due erano abituali pusher di San Lorenzo. A portare avanti le indagini è la Squadra Mobile, coordinata dall’aggiunto Maria Monteleone e dal pm Stefano Pizza.


PROCESSO ARPALO

IL COMUNE SI COSTITUISCE PARTE CIVILE

L’avvocato Francesco Paolo Cavalcanti incaricato di sostenere le ragioni dell’Ente nel processo scaturito dall’operazione contro il clan Di Silvio conclusa dalla Polizia di Stato nell’aprile del 2018

Dopo il Latina Calcio, anche il Comune di Latina ha rotto gli indugi e ha deciso di costituirsi parte civile nel processo Arpalo. Il processo, in corso a Roma, presso il Tribunale Ordinario della Capitale, porta il nome dell’operazione conclusa il 16 aprile 2018 dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza incentrata sui traffici della famiglia Di Silvio. Grazie al lavoro svolto dagli inquirenti, sul banco degli imputati è finita un’associazione a delinquere che aveva realizzato frodi fiscali per circa 200 milioni di euro utilizzando anche società fittizie costituite in Svizzera e a Latina. I reati imputati spaziano dalla bancarotta fraudolenta, al trasferimento di valori all’estero, riciclaggio transnazionale, reati tributari e societari, corruzione, e vede coinvolti Pasquale Maietta, Paola Cavicchi ed il figlio Fabrizio Colletti, Fabio Allegretti, Giovanni Fanciulli, Pietro Palombi, Roberto Noce e Paola Neroni. Nel processo sono finite anche molte operazioni condotte dagli impu-

tati all’interno del Latina Calcio. Non a caso l’Unione sportiva Latina Calcio, rappresentata dall’avvocato Gianni Lauretti oltre alla società 3 Assi e della Emme cooperativa rappresentate dall’avvocato Claudio Cardarello si erano già costituite parte civile. Adesso tocca al Comune che ha affidato l’incarico di tutelare i propri interessi legali all’avvocato Francesco Paolo Cavalcanti dell’avvocatura comunale. Lo stesso avvocato, come da prassi, ha reso dichiarazione circa l’insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse, ai sensi della normativa vigente con riguardo al giudizio in questione e l’Amministrazione, visto il parere favorevole dell’Avvocato Francesco Di Leginio, Dirigente Coordinatore dell’Avvocatura Comunale, ha quindi potuto procedere al conferimento dell’incarico mediante apposita deliberazione di giunta. L’udienza in cui il Comune prenderà posizione, ci sarà il prossimo 18 aprile.


Sezze, ordinanza restrittiva somministrazione degli alcolici durante la passione Il provvedimento del Sindaco Sergio Di Raimo vieta la somministrazione di alcol dalle 19 alle 24 del venerdì santo, ma anche di cuocere cibi negli spazi esterni; raccomandazione ai gestori per prevenire complicanze

Va bene tutta la mondanità che accompagna da anni la Sacra Rappresentazione del Venerdi Santo che, oltre ad un evento rievocativo religioso e spirituale rappresenta uno degli eventi di maggior capacità attrattiva di Sezze, ma il prossimo 19 aprile 2019 a Sezze bisognerà mantenere il giusto contegno e decoro. Rientra in questa ottica l’ordinanza emessa dal Sindaco Sergio Di Raimo per regolamentare la distribuzione e la mescita di bevande alcoliche nonché la somministrazione di alimenti. Ai fini della tutela della sicurezza urbana e della incolumità pubblica, l’ordinanza vieta la vendita di bevande alcoliche e super alcoliche per asporto, dalle ore 19 alle ore 24 e la somministrazione e mescita di bevande alcoliche e super alcoliche nello stesso orario fuori dai locali e di estendere tale divieto a tutte le attività presenti nel centro abitato di Sezze Centro. Il provvedimento rientra nelle Linee Guida in materia di commercio ambulante espresse nel-

la delibera dello scorso 11 aprile. Ma nel provvedimento viene vietata anche la cottura di alimenti all’esterno dei locali attraverso barbecue o altra attrezzature utilizzando fuochi di ogni origine aventi tale scopo sia per motivi igienico sanitari sia per evitare problemi alla cittadinanza che partecipa all’evento. Sarà vietato inoltre, al di fuori dei locali, degli spazi autorizzati e sulla pubblica l’utilizzo contenitori in vetro o altro materiale contundente. Il provvedimento si chiude con l’invito ai titolari delle attività cui è rivolta l’ordinanza, a collaborare per la corretta applicazione dei provvedimenti, con la raccomandazione affinché prevengano consumi di sostanze alcoliche e superalcoliche a soggetti che presentino evidenti segni di ubriachezza, che vigilino, nell’ambito della propria attività, per evitare disturbi alla quiete pubblica, attività rumorose o utilizzo di strumenti che possano creare disturbo alla quiete pubblica.


PRIVERNO, 25 APRILE AL PARCO DI SAN MARTINO

Nella giornata delle dimore storiche della Regione Lazio, il Castello apre le porte con concerti, mostre d’arte, passeggiate, picnic ed enogastronomia locale

Così come accaduto lo scorso anno, anche in questa primavera 2019 il Castello di San Martino di Priverno è tra le dimore storiche del Lazio che apriranno le porte nell’ultimo week end di aprile Dopo il grande successo della prima giornata di apertura delle dimore storiche del Lazio programmata lo scorso anno che ha accolto 10.000 visitatori, la Regione Lazio ha ideato una nuova iniziativa, in programma dal 25 al 28 aprile, per dare a tutti l’opportunità di visitare l’immenso patrimonio di dimore, ville, parchi e giardini storici del territorio, decine di luoghi in cui il fascino e incanto sono rimasti intatti nella storia. Un evento straordinario e gratuito promosso dalla Regione Lazio con il supporto di Lazio Innova e la collaborazione di ATCL – Associazione Teatrale fra i comuni del Lazio, ARSIAL – Azienda Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura nel Lazio, Agro Camera, I.R.Vi.T. - Istituto Regionale Ville Tuscolane, Associazione Dimore

Storiche Italiane e Associazione Parchi e Giardini d’Italia. Il Castello, che purtroppo, ancora in cerca di un gestore che possa garantirne la fruibilità quotidiana, è ormai chiuso da mesi, aprirà le sue porte insieme ai cancelli del Parco con accesso ai sentieri naturalistici nei quali sono ormai conclusi i lavori per la messa in sicurezza e il riparo dei danni causati dal maltempo dei giorni scorsi. Per il 25 aprile, un concerto dedicato alla libertà che vedrà alternarsi sul palco il genio cantautore Leonardo Angelucci, l’originale band OX-IN ed i banditi senza tempo Legittimo Brigantaggio. Coloreranno il panorama musicale le suggestive esposizioni pittoriche degli artisti locali Tiziana Pietrobono, Anna Colaiacovo, Annarina Giordani , Giuseppe Zanda, Antonio de Nardis, Isabella Venditti, Achille Faiola, Saverio Palladini. Sui prati sarà possibile alloggiarsi per un bel pic nic magari degustando cibi e bevande tipiche locali distribuite negli stand appositi.


“I PALLONARI”, IN SCENA IL GRAN FINALE Ultimo giorno di programmazione per la commedia “I pallonari”, in scena al Cinema Augusto di via Torre di Nibbio a Sperlonga. Dopo cinque serate di grande partecipazione, la pièce messa in scena dalla compagnia teatrale MeLoDia tenta il sold out per la serata odierna. Appuntamento alle ore 21.30. “I pallonari” è una commedia brillante in due atti scritta da Andrea Oldani: tutto si svolge nel corso di una bella serata da trascorrere a casa con gli amici, senza la moglie e la figlia tra i piedi, una bella pizza e la squadra del cuore in Champions! Cosa si può desiderare di più? Peccato che le cose non andranno nel verso giusto… Sul palcoscenico saliranno Salvatore Rosato (Gennaro), Camilla Miraglia (Francesca), Chiara Zuena (Paola), Alessandro La Rocca (Luigi), Raffaele Conte (Franco), Carla Cesarelli (Nunzia), Alessio Scarabello (Miche-

SCRIVI A DIARIO PONTINO

le), Nazareno D’Arcangelo (Marcello) sotto la regia di Nadia Beltrano e la coreografia di Roberta Toscano. Il costo del biglietto è di 10 euro per gli adulti e 5 fino a 8 anni di età. Informazioni e prenotazioni presso la gioielleria Santella in piazza della Libertà 2 (Sperlonga) o telefonando al numero 338-8204179.

DA NON PERDERE

Modernì Il Torneo Ore 21, Quinto Elemento (Via Cisterna, 15) – Latina Torna come ogni martedì “Moderndì”, l’atteso torneo del gioco “Magic The Gathering – Modern”. Quota d’iscrizione euro 5. Intero Montepremi in buoni acquisto.

Padel mania Ore 17, Il Boschetto (Via Pontina, Km 74.000) – Latina Terzo torneo di Padel al Boschetto di Latina, riservato a Gold (esperti) ma anche ai Silver (principianti). Sport e divertimento assicurati!

Il Salotto di Maria

Vuoi promuovere un evento, una manifestazione o un’iniziativa? Che sia culturale o sportiva, dedicata all’enogastronomia o di mero intrattenimento, sei nel posto giusto. Inviaci una mail con tutti i dettagli a redazione@diariopontino.it e contribuisci a scrivere il “Diario” quotidiano della città di Latina e della sua provincia.

Ore 20, Manicomio Food (Strada F. Agello) – Latina Una speciale rivisitazione del programma pomeridiano uomini e donne dove si possono conoscere nuove persone e magari chissà trovare l’amore. Per info e prenotazioni 3498277154.

DA VEDERE STASERA

I CONSIGLI GASTRONOMICI DEL DIARIO

OROSCOPO

MARTEDÌ 16 APRILE

Coniglio alla ponzese

Il segno del giorno

su Canale 20 ore 21:00 COSA VEDERE

From Paris with Love

un film con John Travolta e Jonathan Rivers Mayer Assistente dell’ambasciatore americano a Parigi, James Reeves sogna di fare l’agente segreto. L’occasione si presenta per un summit internazionale quando gli viene affidato un partner, Wax, dai metodi non proprio convenzionali.

Martedì 16 Aprile ARIETE

Questa ultima parte della settimana è importante. Questa è una settimana importante per tutti i segni di Fuoco. Può arrivare una chiamata o un’occasione per mettersi in mostra. Le stelle favoriscono sopratQuesta tradizionale ricetta racchiude in sé molti sa- tutto i nati del segno più pori di questa splendida terra. Anticamente, il coni- preparati. Le cose che parglio alla ponzese era un piatto molto diffuso ed ap- tono e ripartono in questo periodo possono essere di prezzato dalle famiglie dell’isola, infatti quasi tutte buon auspicio per il futuro.

possedevano nei giardini di casa un allevamento di conigli. Secondo le usanze locali, questa pietanza veniva cucinata quando una ragazza ponzese portava a casa il suo fidanzato a conoscere i propri genitori, creando una vera e propria promessa di matrimonio! Mangiare il coniglio durante quel gioioso evento era segno di buon auspicio per il futuro della coppia.

Profile for diariopontino

Diario Pontino Quotidiano 16 aprile  

Diario Pontino Quotidiano 16 aprile

Diario Pontino Quotidiano 16 aprile  

Diario Pontino Quotidiano 16 aprile