Page 1

NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un’integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release.

RELEASE Versione 2009.1.0 Applicativo: GECOM Oggetto: Versione: Data di rilascio: COMPATIBILITA’ GECOM F24 GECOM STUDI DI SETTORE GECOM MULTI GECOM PDC STANDARD

REDDITI

Aggiornamento procedura 2009.1.0 (Versione completa) 22.04. 2009

Versione

2009.1.0

Versione

2009.1.0

Versione Versione

2009.0.3 2009.4.0

PER I DETTAGLI DEI REQUISITI E DELLE VERSIONE MINIME INERENTI IL SOFTWARE DI BASE E SISTEMI OPERATIVI CONSULTARE LA TABELLA POSTA SULL’ULTIMA PAGINA DEL PRESENTE DOCUMENTO INSTALLAZIONE AMBIENTE WINDOWS

INSTALLAZIONE AMBIENTE LINUX

L’applicativo potrà essere installato a seconda della modalità di distribuzione. 1. Modulo autoscompattante “autoinst”: • Selezionare il bottone “installa” 2. CDROM applicativi TeamCD: • Inserire il CD-ROM nel drive del server e confermare l’avvio dell’installazione

Dalla console, come super-utente (root), digitare il comando AGGTAR. Le modalità di installazione rese disponibili da questo comando saranno: • CD-ROM: Inserire il CD-ROM nel drive del server e confermare l’avvio dell’installazione • EXE: Scaricare i file in arrivo da TeamCast e confermare l’avvio dell’installazione

AVVERTENZE

Leggere attentamente le note a tergo.

Integrazione alla guida utente

1


AVVERTENZE

La presente versione è completa e comprende, per le procedure UNICO Persone Fisiche, Società di Persone, Società di Capitali ed Enti non commerciali, la gestione completa delle dichiarazioni e la compilazione completa di tutti i quadri. Rimane provvisoria la compilazione dei quadri d’impresa UNICOPF/SP/SC ed ENC, il quadro RH (in presenza di partecipazioni in trasparenza), e il quadro RR di UNICOPF ed i riepiloghi di UNICO Persone Fisiche, Società di Persone, Società di Capitali ed Enti non commerciali. La versione comprende inoltre, per le procedure UNICO Persone Fisiche, Società di Persone, il trasferimento dei dati contabili nei quadri d’impresa, ad eccezione dell’Annotazione separata (per il trasferimento si rinvia alle note operative della procedura Redditi, versione 2009.0.0, rilasciate in data 03.04.2009). In riferimento ad UNICO Società di Persone ed UNICO Società di Capitali che hanno optato per il regime di trasparenza (art. 116), pur non essendo ancora confermabile il quadro RN o TN, viene comunque eseguito l’aggiornamento del quadro RH di UNICO Persone Fisiche. Infine per le sole Società di Capitali è poi prevista la gestione del consolidato nazionale e mondiale. Relativamente ad esso, con il presente aggiornamento viene attivata la “Gestione anagrafica” (ANACONS), la “Gestione quadri” (QUACONS), la cui compilazione rimane al momento ancora provvisoria, e le “Stampe anagrafiche” (STACONS) mentre, la chiusura della relativa dichiarazione del consolidato, la stampa del modello, la “Gestione del PDF” e del “Telematico” saranno distribuiti con le prossime versioni Redditi.

NOTA BENE Bollettini I.C.I. 2009 Con Decreto del 25 marzo 2009 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stato approvato il nuovo bollettino di conto corrente postale per il versamento dell’ICI. Tale modello, da utilizzare per i versamenti da effettuare a partire dall’anno 2009, si è reso necessario al fine di eliminare le caselle relative all’ulteriore detrazione, per l’abitazione principale di cui al comma 2 bis dell’art. 8 del decreto legislativo n. 504 del 1992. Alla luce di quanto sopra, sono stati rivisti (aggiornati nella grafica e nelle informazioni riportate) i tre modelli di bollettini utilizzati da Teamsystem (bollettino a striscia continua, bollettino con distinta a striscia continua e bollettino prefincato per stampa laser), al fine di rispettare quanto stabilito dal Decreto del 25/03/2009. Con appositi rilasci dell’applicativo DIRED09 saranno aggiornate le diverse procedure di stampa dei suddetti bollettini, pertanto, i bollettini ICI in possesso dei clienti, in rimanenza dagli anni precedenti, non potranno essere utilizzati ai fini del versamento ICI in acconto e a saldo già dall’anno 2009.

IMPORTANTE Si ricorda a coloro che gestiscono il Piano dei conti Standard Teamsystem di installare la versione 2009.4.0 del Pdc standard, eseguire il comando CARSTD dal programma MULTI ed il comando CPESTD da DIRED09 per aggiornare il collegamento tra Pdc Standard Teamsystem e UNICO2009.

Integrazione alla guida utente

2


AVVERTENZE

Studi di settore/Parametri: Importi automatici provenienti da Quadri d’impresa Riportiamo qui di seguito le tabelle di raccordo per i righi degli studi di settore e dei parametri in cui sono automaticamente riportate alcune riprese fiscali risultanti dal quadro d’impresa con evidenziati i righi modificati o nuovi rispetto agli stessi prospetti riportati nelle note operative 2009.0.0 rilasciate in data 03/04/2009. Studi di settore

UNICO PF Quadro RF

Quadro RG

Rigo 9 col. 1

Rigo 4 col. 1

F7,1 F3

UNICO SP Quadro EC Rigo 8 col. 2

Rigo 7

F5

Rigo 5 (quota annuale) Rigo 6 (quota annuale) Rigo 24 cod. 9

Rigo 12 col. 1

Rigo 4 col. 1

Rigo 5 (quota annuale) Rigo 6 (quota annuale) Rigo 9 col.3 contrib.minimi

Rigo 7 (quota annuale)

Rigo 5 (quota annuale)

Rigo 8 (quota annuale)

Rigo 6 (quota annuale) Rigo 13

Rigo 46 col.6 (quote annuali)

Rigo 32 (quota Rigo 20 col. 3 annuale) (quota annuale) Rigo 32 (spese Rigo 20 col. 1 rappr.) (spese rappr.) Rigo 38 col.4 (ded. Rigo 14 (ded. 4F19,1 4-6%) 6%) Rigo 38 (ecc.beni 2008) F20 Rigo 38 (ecc. fiscale ex EC)

Rigo 21 col. 4 (quote annuali)

Rigo 36 (quote Rigo 21 col. 4 annuali) (quote annuali) Rigo 36 (spese Rigo 21 col. 2 rappr) (spese rappr) Rigo 46 col.4 (ded. Rigo 15 (ded. 44-6%) 6%) Rigo 46 (ecc.beni 2008) Rigo 46 (ecc. fiscale ex EC)

F17

Da rigo EC1 a EC6 col.2 (eccedenza ammortamento civilistico)

- F20

Rigo 4 col. 3

Da rigo EC1 a EC6 col.2 (eccedenza ammortamento civilistico)

Rigo 6 col. 3 Da rigo EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

Da rigo EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

- F22

Rigo 38 (ded.forf. se Rigo 20 col.3 presente) (deduzioni forfait) Rigo 20 col.3 Rigo 38 cod. 10 contrib.min

Rigo 46 (deduzioni Rigo 21 col.4 forfait) (deduzioni forfait) Rigo 46 cod. 99

Rigo 21 col.4

Rigo 38 cod. 99

Rigo 20 col.3

Rigo 38 (10% IRAP)

Rigo 20 col.2 (10% IRAP)

Rigo 46 (10% IRAP)

Rigo 21 col.3 (10% IRAP)

- F24

Rigo 43 col. 3

Rigo 25 col. 3

Rigo 51

Rigo 26

F24

Rigo 42 col. 4

Rigo 24 col.4

Rigo 50 col.2

Rigo 25 col.2

- F25

Quadro EC Rigo 8 col.2

Rigo 10

Rigo 38 col.6(quota Rigo 20 col. 3 annuale) (quota annuale)

F23

Quadro RG

Rigo 12

F6,1

- F21

Quadro RF

Rigo 9 col. 2

Rigo 9 col. 2

Rigo 10 col. 2

Rigo 10 col. 2

Rigo 11 col. 2

Rigo 11 col. 2

Integrazione alla guida utente

3


AVVERTENZE

Studi di settore

UNICO SC Quadro RF

F5

Quadro EC

Quadro RF

Quadro RG

Rigo 8 colonna 2

F7,1 F3

UNICO ENC

Rigo 13 colonna 2

Rigo 9 colonna 1

Rigo 11

Rigo 7

Rigo 7 (quota annuale) Rigo 8 (quota annuale)

Rigo 5 (quota annuale) Rigo 6 (quota annuale)

Rigo 54 colonna 6 (quote annuali) Rigo 43 (quote annuali) Rigo 43 (spese rappr.) Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “leas.mob”) Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “leas.immob”) Rigo 54 colonna 4 (ded. 4-6%) Rigo 54 (ecc. beni 2008) Rigo 54 (ecc. fiscale ex EC)

Rigo 41 colonna 6 (quote annuali) Rigo 32 (quote annuali)

Rigo 5 colonna 1

Rigo 6 (quota annuale) Rigo 7 (quota annuale) Rigo 13

F6,1

F17

F18,1 e F18,4 F18,1 e F18,2 F19,1

F20

Rigo 21 col. 4 (quote annuali) Rigo 21 col. 4 (quote annuali) Rigo 21 col. 2 (spese Rigo 32 (spese rappr.) rappr.)

Rigo 41 colonna 4 (ded. 4-6%) Rigo 41 (ecc. beni 2008) Rigo 41 (ecc. fiscale ex EC)

Rigo 6 colonna 3

da EC1 a EC6 col.2 (eccedenza amm. to civilistico) Rigo 14 colonna 3 da EC1 a EC6 col.2 rigo 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

da EC1 a EC6 col.2 rigo 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

- F22 Rigo 54 (deduz. forfait) F23

Rigo 41 (deduzioni forfait)

Rigo 21 col.4 (deduzioni forfait)

Rigo 41 cod 99

Rigo 21 col.4

Rigo 54 cod 99 Rigo 41 (10% IRAP) Rigo 54 (10% IRAP)

- F23

Rigo 32 col.99 (perdite da RR - RC)

- F24

Rigo 58 colonna 3

F24

Rigo 57 colonna 4

- F25

Rigo 15 (ded. 4-6%)

da EC1 a EC6 col.2 (eccedenza amm. to civilistico)

- F20 - F21

Quadro EC Rigo 8 col. 2

Rigo 21 col.4 spese promiscue Rigo 21 col.3 (10% IRAP)

Rigo 45

Rigo 25

Rigo 44 colonna 2

Rigo 24 colonna 2

Rigo 9 col. 2 Rigo 10 col. 2 Rigo 11 col. 2

Rigo 9 col. 2 Rigo 10 col. 2 Rigo 11 col. 2

Integrazione alla guida utente

4


AVVERTENZE

F25

Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “altri�)

UNICO PF

Parametri Quadro RF

Quadro RG

UNICO SP Quadro EC

Quadro RF

Quadro RG

P1

Rigo 11

Rigo 12

P5

Rigo 7

Rigo 7

Rigo 8

P7 P11 P13

Rigo 8 col. 2

Rigo 38 colonna 4 Rigo14 (ded. 4(ded. 4-6%) 6%) Rigo 48 Quote Rigo 31 Quote collaboratori collaboratori

Rigo 8

Rigo 8 col.2

Rigo 46 colonna 4 Rigo15 (ded. 4(ded. 4-6%) 6%)

P23,1

Rigo 2 col. 1

Rigo 2 col. 1

P23,3

Rigo 2 col. 2

Rigo 2 col. 3

P36

Rigo 9 colonna 1 Rigo 4 colonna 1 Rigo 7

P38

Rigo 5 (quota annuale)

Rigo 6 (quota annuale)

Rigo 24 cod.9

9 Rigo colonna 3 contrib.minimi

Rigo 38 col.6 (quote annuali) Rigo 32 (quote annuali) Rigo 32 (spese rappr.)

Rigo 7 (quota annuale) Rigo 8 (quota annuale)

Rigo 4 colonna 1 Rigo 5 (quota annuale)

Rigo 6 (quota annuale) Rigo 13

Rigo 20 col. 3 (quote annuali) Rigo 20 col. 3 (quote annuali) Rigo 20 colonna 1 (spese rappr.)

Rigo 46 col. 6 (quote annuali) Rigo 36 (quote annuali) Rigo 36 (spese rappr.)

Rigo 21 col. 4 (quote annuali) Rigo 21 col. 4 (quote annuali Rigo 21 col.2 (spese rappr.) da EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

da EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

- P41

Rigo 38 (ded forf. se pres.) P42

Rigo 10

Rigo 12

P03

P40

Rigo 12 col. 1

Rigo 5 (quota annuale)

Rigo 6 (quota annuale)

Rigo 38 cod. 10 Rigo 38 cod. 99 Rigo 38 (10% IRAP)

Rigo 20 col.3 (deduz. forfet) Rigo 20 col.3 contrib. minimi Rigo 20 col.3 Rigo 20 col. 2 (10% IRAP)

Rigo 46 (deduz. forf.)

Rigo 21 col.4 (deduz. forf.)

Rigo 46 cod. 99 Rigo 46 (10% IRAP)

Rigo 21 col.4 Rigo 21 col 3 (10% IRAP)

- P42

Rigo 4 colonna 3

- P43

Rigo 43 col.3

Rigo 25 col.3

Rigo 51

Rigo 26

P43

Rigo 42 col. 4

Rigo 24 col. 4

Rigo 50 col. 2

Rigo 25 col.2

- P44

Quadro EC

Rigo 6 colonna 3

Rigo 9 col. 2

Rigo 9 col. 2

Rigo 10 col. 2

Rigo 10 col. 2

Rigo 11 col. 2

Rigo 11 col. 2

Integrazione alla guida utente

5


AVVERTENZE

Parametri

UNICO SC Quadro RF

UNICO ENC Quadro EC

Quadro RF

Quadro RG

P1

Rigo 12

P5

Rigo 8 Rigo 8 col. 2

P7 P11

Rigo 54 colonna 4 (ded. 4 – 6%)

P23, 1

Rigo 9 Rigo 41 colonna 4 Rigo 15 (ded. 4 – (ded. 4 – 6%) 6%) Rigo 2 col. 1

P23, 3

Rigo 2 col. 3

P3

Rigo 13

P36

Rigo 13 col. 2

Rigo 9 col. 1

Rigo 11 P38

Rigo 7 (quota annuale)

Rigo 54 col.6 (quote annuali) Rigo 43 (quote annuali) Rigo 43 (spese rappr.)

da EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica) Rigo 21 col.4 (deduz. forfait) Rigo 41 (deduz. forfait) Rigo 21 col.4 spese promiscue

Rigo 54 (deduz. forfait) P42

- P42

Rigo 5 col. 1

da EC1 a EC6 col.2 riga 3 (eccedenza minusvalenza civilistica)

- P41

Rigo 8 col. 2

Rigo 7 Rigo 6 (quota Rigo 5 (quota annuale) annuale) Rigo 6 (quota Rigo 7 (quota annuale) annuale) Rigo 41 col.6 Rigo 21 col.4 (quote (quote annuali) annuali) Rigo 32 (quote Rigo 21 col. 2 annuali) (spese rappr.) Rigo 32 (spese Rigo 21 col.4 (quote rappr.) annuali)

Rigo 8 (quota annuale)

P40

Quadro EC

Rigo 54 cod 99

Rigo 41 cod 99

Rigo 21 col.4

Rigo 54 (10% Irap)

Rigo 41 (10% Irap)

Rigo 21 col.3 (10% Irap)

Rigo 32 col. 99 (perdite da RR – RC)

Rigo 14 col 3

Rigo 6 col. 3 - P43

Rigo 58 col.3

Rigo 45

Rigo 25

P43

Rigo 57 colonna 4

Rigo 44 col. 2

Rigo 24 colonna 2

P20 e P21

Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “leas.mob”)

P39

Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “leas.immob”)

P44

Righi 118 col.1-121 col. 2 (int.deducibili “altri”)

- P44

Rigo 9 colonna 2

Rigo 9 col.2

Rigo 10 colonna 2

Rigo 10 col. 2

Rigo 11 colonna 2

Rigo 11 col. 2

Integrazione alla guida utente

6


AVVERTENZE

ATTENZIONE !!! TRASFERIMENTO DELL’IRAP DI SOGGETTI CHE HANNO OPTATO PER LA MODALITA’ CIVILISTICA A PARTIRE DALL’ANNO 2009. Coloro che hanno optato per il calcolo dell’IRAP in modalità civilistica per i soggetti IRPEF nel 2009, dovranno prestare attenzione in fase di trasferimento di tali contribuenti nell’IRAP. In questo caso, infatti, si dovrà intervenire manualmente nell’anagrafica ditta di GESARC ed impostare ad “N” il campo “Calcolo IRAP come soggetti IRES” poiché per l’anno 2008, per questi soggetti, l’IRAP deve essere calcolata ancora secondo la disciplina fiscale (art.5 bis dlg n°446 del 1997). Se non si modifica tale flag, l’IRAP del 2008 verrebbe trasferita nella seconda sezione (modalità civilistica) e la cosa risulterebbe errata perché, come detto, l’opzione civilistica in questo caso è stata fatta a partire dall’anno 2009.

ATTENZIONE !!! UNICO SP – Rigo F10 e G09 – Fitti attivi su beni immobili non strumentali È stato attivato anche in Unico Società di Persone come già avveniva per Unico Società di Capitali, il trasferimento nei righi F10 e G09, del valore dei fitti attivi su beni immobili non strumentali con il prelievo che avviene esclusivamente dalla gestione dei fabbricati o terreni e non più dal trasferimento contabile dei conti personalizzati. Si ricorda che tale automatismo si ottiene barrando il campo “Ter/Fab in quadro F o G” nell’anagrafica delle società di persone ed indicando per i fabbricati/terreni la tipologia “Redditi ed ICI”.

NOVITA’ UNICOPF - Quadro CM Viene attivato, nel trasferimento dei dati dalla contabilità nei modelli delle persone fisiche, il nuovo quadro CM per i contribuenti minimi. Non è stata prevista alcuna personalizzazione per il suo trasferimento scegliendo invece di prelevare i dati dalla procedura CONMIN di MULTI. Pertanto, una volta eseguito il calcolo da CONMIN con data 31/12/2008, sarà sufficiente entrare nel prospetto di calcolo e bloccarlo. A questo punto, dalla procedura Redditi, si potrà eseguire, da TRA740, il “Trasferimento quadro CM”. Si ricorda che in fase di trasferimento la procedura considera il contribuente come contribuente minimo solo nel caso in cui il prospetto CONMIN 2008 sia stato chiuso. Se il programma di trasferimento non trova il prospetto e nell’anagrafica in MULTI è presente il flag “F” “Contribuenti minimi”, la procedura considererà l’attivazione a partire dall’anno 2009 e quindi trasferirà gli altri quadri di impresa G, E o F a seconda del regime di contabilità, provvedendo a barrare in questi quadri il campo contribuente minimo nell’anno successivo.

Integrazione alla guida utente

7


AVVERTENZE

NOVITA’ UNICO SC – Quadro F – Prospetto della deducibilità degli interessi passivi art. 96 A seguito di chiarimenti in merito all’indicazione degli interessi passivi deducibili art. 96 negli elementi contabili degli studi di settore e dei parametri, si è stabilito che gli interessi sui canoni di leasing dei beni mobili ed immobili devono confluire negli appositi campi del rigo F18 “Costi per il godimento beni di terzi” degli studi di settore o dei righi P22 e P39 dei parametri, separandoli dal rigo “Interessi e altri oneri finanziari”, F25 degli studi o P44 dei parametri. Tali interessi devono quindi essere “spalmati” negli appositi righi di riferimento degli studi/parametri. A tal fine nella personalizzazione standard del quadro RF di UNICOSC sono stati creati 3 nuovi codici che sostituiscono il precedente codice di personalizzazione “118.1” contenente tutti i conti degli interessi passivi art. 96. Gli interessi attivi rimangono invece personalizzati con il codice “118.2” I codici ora presenti sono i seguenti: • • •

“696” per personalizzare tutti i conti degli interessi art. 96 eccetto quelli degli interessi su canoni di leasing; “697” per personalizzare tutti i conti degli interessi su canoni di leasing beni mobili; “698” per personalizzare tutti i conti degli interessi su canoni di leasing beni immobili.

Questi codici consentono di indicare, gli interessi nel prospetto del quadro RF già suddivisi, e di determinare la deducibilità in proporzione al totale deducibile (stabilito dal calcolo con il ROL) per ciascuna tipologia e ripartirla negli studi/parametri.

NOTA BENE Per esigenze di programmazione gli stessi codici sono stati inseriti anche nella personalizzazione degli studi e dei parametri per effettuare la giusta ripartizione anche nel caso di ditte non società di capitali e che per tale motivo trasferiscono tali importi dalla normale lettura dei conti personalizzati e non dal prospetto interessi del quadro RF di unico SC. Naturalmente coloro che gestiscono la personalizzazione personalizzare con questi nuovi codici gli interessi passivi.

non

standard

dovranno

Si ricorda che, al momento, il trasferimento del prospetto interessi dalla procedura MGESRF di MULTI non tiene conto di questa distinzione, poichè non presente in MULTI. Il trasferimento da MGESRF indicherà gli interessi, all’interno del prospetto, nella colonna “Altri interessi”, mentre negli studi/parametri li trasferirà nei righi F25 o P44. Tutti coloro che sono interessati ad effettuare questa ripartizione degli interessi dovranno rieseguire nuovamente il trasferimento del quadro F, oppure agire manualmente nello studio di settore o nei parametri.

Integrazione alla guida utente

8


AVVERTENZE

NOVITA’ PERSONALIZZAZIONE IRAP ART. 5bis (metodologia fiscale) per quadro IQ e IP Nel caso di personalizzazione manuale (non standard) dei quadri IRAP senza l’utilizzo delle percentuali di indeducibilità IRAP o non imponibilità nei conti, qualora si debbano inserire nella personalizzazione IRAP dei conti relativi a variazioni in aumento o in diminuzione a rettifica del conto contabile, questi dovranno essere personalizzati indicando la colonna n. 2 e il segno positivo se la variazione è in aumento, mentre il segno negativo se la variazione è in diminuzione. Si suppongano variazioni nel rigo IQ6 “Costi per servizi”. Pertanto si dovrà indicare nella personalizzazione del quadro IRAP, rigo 6, col.2 conto con segno positivo (+) o senza il segno se si tratta di variazione in aumento oppure conto con segno negativo (-) se si tratta di variazione in diminuzione.

Integrazione alla guida utente

9


IMPLEMENTAZIONI

IMPLEMENTAZIONI

Gestione rate fisse IVS

DIRED09 IVSRATE

Gestione rate fisse IVS Con il presente aggiornamento viene attivato il programma IVSRATE che consente di generare in F24 le rate dei contributi fissi IVS, per artigiani e commercianti, così come indicato nella comunicazione inviata dall’INPS.

Dopo aver selezionato il comando IVSRATE si accede alla gestione delle rate fisse IVS in cui è richiesta, oltre all’”Ordinamento” e alla “Data elaborazione” della stampa, l’elenco dei dichiaranti per i quali generare i contributi previdenziali IVS fissi, i quali dovranno essere versati in 4 rate, e precisamente nei mesi di Maggio, Agosto, Novembre e Febbraio. Nella videata è inoltre richiesto il “Codice della tabella IVS”; se indicato saranno riportati i soli dichiaranti che in “Anagrafica dichiarante” hanno indicata tale tabella. È presente anche il campo “Contributo sindacale”, in cui inserire gli eventuali contributi sindacali (o quote associative) e tale importo sarà riportato su tutti i dichiaranti selezionati nella richiesta. Questo importo, che per ogni dichiarante è sommato all’importo totale dei contributi IVS, in fase di gestione può comunque essere modificato. Confermando i limiti di cui detto, si accede alla gestione dei dichiaranti. Nella videata di gestione sono riportati la tipologia del soggetto elaborato, ovvero se “Dichiarante” o “Collaboratore”, il “Codice”, il “Cognome e nome” del dichiarante e la sua “Posizione IVS”. La procedura, per ogni soggetto, calcola il “Contributo minimale” sulla base della tabella IVS indicata in anagrafica, gli eventuali contributi “Maternità” e riporta la “Quota associativa” indicata nella richiesta di Integrazione alla guida utente

10


IMPLEMENTAZIONI

selezione. Calcola, quindi, il “Totale” dei contributi IVS fissi, poi suddiviso in quattro rate e riporta a video l’importo della “Prima rata”. Per quanto riguarda gli eventuali collaboratori del dichiarante, il valore delle rate non è riportato in quanto, tale importo andrà a sommarsi all’importo delle rate del dichiarante, essendo quest’ultimo obbligato a versare i contributi per il proprio collaboratore.

La funzione “F4=Prospetto rate”, attiva nel campo “Prima rata”, consente la visualizzazione del “Prospetto rate IVS” con il dettaglio delle singole rate. Nel caso in cui l’importo calcolato delle rate e indicato nel prospetto risulti diverso da quello comunicato dall’INPS, potrà essere modificato manualmente. Il valore inserito manualmente sarà evidenziato dal simbolo della forzatura

(“Ripristino valore”).

Integrazione alla guida utente

11


IMPLEMENTAZIONI

Nel prospetto delle rate, oltre all’importo di ogni singola rata, è indicato il codeline con cui è generato il tributo in F24. A fondo pagina sono presenti le funzioni “Seleziona tutti/Deseleziona tutti” che, rispettivamente, consentono di selezionare o deselezionare tutti i dichiaranti elaborati in gestione. Per selezionare o deselezionare i singoli dichiaranti va utilizzata la funzione “Varia”. Una volta eseguita la selezione dei dichiaranti elaborati, con la funzione “Aggiorna F24” è possibile generare le rate e creare i tributi in F24. Il “Tipo codice” utilizzato per il versamento del tributo in F24, è “AF” per gli Artigiani, “CF” per i Commercianti. La scelta della funzione “Aggiorna F24” permette di ottenere un tabulato di tutti i soggetti selezionati. Inoltre, una volta eseguito l’aggiornamento, la procedura provvederà automaticamente ad impostare il flag “Rate fisse IVS”, presente nell’”Anagrafica dichiarante”, ad indicare che per quel dichiarante è avvenuto l’aggiornamento delle rate fisse IVS in F24. La funzione “Aggiorna F24” se selezionata consente inoltre di memorizzare in un apposito archivio i dati calcolati necessari per eventuali verifiche degli importi versati in F24 e per la previsione, per il prossimo anno, di riportare i contributi versati sul minimale nel quadro RP (così come già avviene per i versamenti oltre il minimale). Dopo aver effettuato l’aggiornamento (“Aggiorna F24”) gli importi delle singole rate memorizzati (dettagliati in “Minimale”, “Maternità”, “Quota associativa”) possono essere visualizzati accedendo dal quadro RR, tramite la funzione “Gestione”, al prospetto “Rate fisse” in cui è possibile inserire e modificare anche l’importo della rata versata in data 16/02/2009 in funzione del riporto di tali dati nel quadro RP di UNICO2010. Ugualmente le rate potranno essere visualizzate quando si riesegue il programma IVSRATE.

In IVSRATE l’aggiornamento delle rate IVS, per il dichiarante, è evidenziato dalla dicitura “Aggiorn.”, posta a fianco della “Posizione IVS”.

NOTA BENE I dati che vengono visualizzati sono sempre ricalcolati e non quelli memorizzati con l’elaborazione precedente.

Integrazione alla guida utente

12


IMPLEMENTAZIONI

Dai singoli campi (Contr. Minimale, Maternità, Quota associativa) è quindi possibile accedere, tramite il tasto funzione “F4=Prospetto rate singolo”, al prospetto di dettaglio (lo stesso a cui si accede dal quadro RR, descritto in precedenza.). La funzione “F4=Prospetto rate singolo” è presente solo se il soggetto risulta aggiornato e, per i collaboratori, solo se nell’anagrafica dell’impresa familiare è presente l’aggancio con UNICO PF. I dati memorizzati e visualizzati sono sempre gli ultimi aggiornati e nel “Prospetto rate IVS” sono suddivisi per singola rata dettagliata in “Minimale”, “Maternità”, “Quota associativa”. La funzione “Elimina F24” va utilizzata per eliminare gli aggiornamenti in F24 eseguiti con la funzione “Aggiorna F24”. In questo caso qualora le deleghe F24 non siano ancora state stampate vengono eliminati i dati memorizzati nel “Prospetto rate fisse” e le rate IVS in F24. Se la stampa di almeno una delle deleghe F24 è già stata eseguita e le rate IVS e dati memorizzati nel “Prospetto rate fisse” non sono eliminati e il programma ne dà segnalazione. Pertanto riaggiornando l’F24 può accadere che, se gli importi risultano uguali a quelli già presenti, la procedura non dà alcuna segnalazione, mentre se tali importi riaggiornati sono differenti da quelli già presenti, la procedura segnala l’impossibilità di riaggiornare le rate in F24. Infine la funzione “Stampa” permette di ottenere un tabulato dei soggetti selezionati in cui è riportato, per il dichiarante, il “Risultato elaborazione rate fisse IVS minimale” senza che sia eseguito l’aggiornamento in F24.

Integrazione alla guida utente

13


ANOMALIE CORRETTE

ANOMALIE CORRETTE

Trasferimento quadri da contabilità

DIRED09 TRA760

Prospetto “Recupero del 10% dell’IRAP versata nel 2008” Nel trasferimento Irap del prospetto “Recupero del 10% dell’IRAP versata nel 2008”, se si era in presenza di interessi attivi che superavano l’importo degli interessi passivi, nel rigo veniva trasferito l’importo di questa somma algebrica, mentre in questo caso l’importo non doveva essere trasferito perché rilevano solamente gli interessi passivi al netto degli attivi.

Irap: trasferimento dei righi IC49.2 e IE 26.2 “altre variazioni in aumento” Nel trasferimento dei righi IC49.2 e IE 26.2 “Altre variazioni in aumento” nel caso di presenza contemporanea di conti di costo e di ricavo il programma trasferiva l’importo sbagliato, prendendo la differenza anzichè sommare i loro valori assoluti.

Gestione Tabelle

DIRED09 TAB740

Ulteriore deduzione IRAP

IMPORTANTE Nella Tabella “Ulteriore deduzione IRAP” era riportato in modo errato l’importo dell’ultimo scaglione, ovvero 2.735 anziché 2.375. Per correggere tale anomalia, una volta installato il presente aggiornamento, entrare nella scelta TAB740 selezionare il tasto funzione “F6 = Aggiorna tabelle” ed eseguire la scelta “Aggiornamento tabelle e addizionali IRPEF”.

Integrazione alla guida utente

14


ANOMALIE CORRETTE

Utility varie

DIRED09 AGGEST

Aggiornamento estimi catastali •

Per la provincia di Pordenone, nel file sequenziale le zone censuarie sono codificate con le lettere, anziché con i numeri, l’AGGEST aggiornava erroneamente tali zone censuarie indicando spazio nel campo “Zona censuaria” e indicando la lettera nel campo “Zona bis”. Per aggiornare in maniera corretta i Comuni con le suddette zone censuarie rieseguire il comando AGGEST ed aggiornare la provincia di Pordenone.

Nel file sequenziale rilasciato con la presente versione sono presenti anche le tariffe delle province di Trento e Bolzano, non presenti nella precedente versione. Chi avesse già eseguito AGGEST e volesse aggiornarle dovrà eseguire il comando AGGEST delle suddette province.

NOTA Per evitare che la procedura segnali la presenza di tariffe non aggiornate si consiglia di eseguire il comando AGGEST indicando come “Tipo aggiornamento“ - ”Tutti”.

Integrazione alla guida utente

15


ANOMALIE CORRETTE

Note operative

DIRED09

Errata corrige Si comunica che nelle note operative Redditi, versione 2009.0.0, rilasciate in data 03.04.2009 erano erroneamente riportati alcuni dati nei prospetti di Personalizzazione Indicatori di normalità economica (PF/SP) di pagina 40 e 41. Riportiamo qui di seguito i prospetti corretti. Indicatori di normalità economica – Persone Fisiche Rigo NS Provenienza della personalizzazione da Studi di settore

NS6 NS7 NS8 NS9 NS10 NS11 NS12 NS13 NS14 NS15 NS16 NS17 NS18

Anno corrente Descrizione

Esistenze iniziali relative a merci, prodotti finiti, mat. prime e sussidiarie Rimanenze finali relative a merci, prodotti finiti, mat. prime e sussidiarie Spese per lavoro dipendente e assimilato Interessi e altri oneri finanziari Valore dei beni strumentali Dipendenti Co.co.co. che prestano attività prevalentemente nell'impresa Familiari che prestano attività nell'impresa Associati in partecipazione Ore settimanali dedicate all’attività Settimane di lavoro nell’anno Dipendenti Co. co.co che prestano attività prevalentemente nello studio

ST12 +ST09 ST13 +ST10 ST98 ST25 ST29 o da Cespiti Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale

Indicatori di normalità economica Società di Persone

Rigo NS Provenienza personalizzazione di settore

NS6 NS7 NS8 NS9 NS10 NS11 NS12 NS13 NS14 NS15 NS16 NS17 NS18 NS19 NS20 NS21

Manuale ST12 +ST09 ST13 +ST10 ST99 ST25 ST29 Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale Manuale

Anno corrente Descrizione studi

Soci Esistenze iniziali relative a merci, prodotti finiti, mat. prime e sussidiarie Esistenze finali relative a merci, prodotti finiti, mat. prime e sussidiarie Spese per lavoro dipendente e assimilato Interessi e altri oneri finanziari Valore dei beni strumentali Dipendenti Co.co.co. che prestano attività prevalentemente nell'impresa Familiari che prestano attività nell'impresa Associati in partecipazione Soci Ore settimanali dedicate all’attività Settimane di lavoro nell’anno Dipendenti Co. co.co che prestano attività prevalentemente nello studio Soci e associati che prestano attività nello studio Integrazione alla guida utente

16


NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un’integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release.

Tabella riepilogativa Sistemi Operativi supportati al 18/07/2008 Sistema Operativo

Windows

Versione 2000 Professional XP Professional 2000 Server 2000 Terminal Server 2003 Server Vista Business * 2008 Server **

Interfaccia richiesta linea Gecom e Gamma Plus

Sysint/W 20080200 SysIntWeb20080200 o TeamPortal 20080300 SysIntGateway 20080200

Moduli Cobol

722-20080100

TeamLinux

1.0,1.2,1.4,1.6 *** 1.8,2.0

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200 o TeamPortal 20080300

722-20080100

OpenSuse

10.3

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200 o TeamPortal 20080300

722-20080100

UbunTu

7.10

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200 o TeamPortal 20080300

722-20080100

Fedora

6,8

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200 o TeamPortal 20080300

722-20080100

Red Hat***

9.0

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200

722-20080100

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200

722-20080100

Sysint/U 4.4, SysIntGateway 20080200 SysIntWeb20080200

722-20080100

Solaris Sparc Linux PowerPC

5.8 e successive

Suse EnterPrise Server 9

* Sono escluse tutte le versioni “Home” ** Alla data attuale i prodotti forniti da Microfocus non sono stati certificati per Windows 2008. TeamSystem ha provveduto ad adeguare gli installatori dei propri programmi per supportare la piattaforma. Dai test effettuati i prodotti risultano funzionanti. Precisiamo che fino alla disponibilità delle versioni certificate dei prodotti Cobol non sarà possibile da parte di TeamSystem, garantire il supporto completo in caso di anomalie. *** Sistemi operativi in fase di dismissione Nota : I’installazione degli applicativi può essere eseguita anche su sistemi e/o versioni diverse da quelle specificate ma in questo caso non viene data nessuna garanzia di funzionamento e relativo supporto.

Integrazione alla guida utente

17

Microsoft Word - RD09100Note.doc  

Integrazione alla guida utente 1 GECOM MULTI Versione 2009.0.3 GECOM PDC STANDARD Versione 2009.4.0 AVVERTENZE NOTE OPERATIVE DI RELEASE L’a...