Issuu on Google+

Rassegna Stampa ***

UMBRIA


ANSA- ECONOMIA: UMBRIA FRA ORGOGLIO E CRISI IN ANNUARIO 2012 GIORGETTI, SOCIETA’’ CHE RESISTONO CRESCONO DIMENSIONI (ANSA) PERUGIA, 6 GIU - E’’ un’’Umbria divisa fra orgoglio e criticita’’ quella che emerge dai dati proposti dall’’annuario economico 2012-2013 realizzato da Esg89 group. Secondo il presidente del centro studi, Giovanni Giorgetti ‘’’’le societa’’ che resistono alla crisi stanno crescendo dimensionalmente, posizionandosi in modo stabile anche sui mercati esteri, mentre sempre piu’’ numerose sono le aziende storiche in grande difficolta’’’’’’. Sul nuovo podio della classifica delle societa’’ di capitali, al primo posto Thyssenkrupp Acciai Speciali Terni Spa con due miliardi 366 milioni 795.000 euro, seguita da Pac 2000A Conad con due miliardi 55 milioni 162.000 euro e Coop Centro Italia con 628 milioni 90.000 euro. Emerge come - e’’ detto in un comunicato di Esg89 - come per la prima volta, dopo anni, dietro al colosso dell’’acciaio compaiano due compagini della grande distribuzione organizzata. Poi a seguire le altre top companies: da Eurospin Tirrenica spa con 446.960.579 euro a Colacem Spa 360.725.409. Nella gerarchia per utile netto spicca sempre la cooperativa Pac 2000A Conad con 40 milioni 597.000 euro, seguita da Societa’’ Delle Fucine srl con 29 milioni 67.140 euro e dalla Vcp vetreria cooperativa piegarese con 22 milioni 533.346 euro. Poi Eurospin Tirrenica con 17 milioni 771.001 euro e Luisa Spagnoli con 17 milioni 465.000 euro. Esg ha rilevato come fra le top ten in classifica per fatturato, solo Tk chiude in perdita. ‘’’’Quello che si puo’’ evincere scorrendo i numeri relativi alle top societa’’ di capitali regionali - spiega Giorgetti - e’’ che l’’economia umbra e’’ sempre piu’’ integrata in quella italiana ed internazionale, con tutte le sue conseguenze positive e negative. Le societa’’ manifatturiere piu’’ virtuose, infatti, hanno saputo, in questo lungo periodo di crisi mondiale, ristrutturarsi e posizionarsi sui mercati esteri con vigore. Magari rinunciando a quote di fatturato, ma agendo sulla redditivita’’. Per coloro, invece, che per vocazione hanno una prerogativa di mercato prevalentemente interno, la situazione sembra piu’’ complessa e talvolta difficile (a partire dal mercato dell’’auto e dei materiali per l’’edilizia). Ci sono pero’’ delle vere e proprie eccellenze nella grande distribuzione che fa dell’’Umbria un’’area ricca di know how’’’’. (ANSA). SEB/AM 06-GIU-12 13:23 NNN



Rassegna Stampa - Umbria