Page 1

LA RIVISTA PER I PARTNER COMMERCIALI

Nuove

prospettive


EDITORIALE

NEW

P E R S P EC T I V E S

02

D

a una certa distanza tutto diventa più chiaro: questo semplice assioma è vero sia nella vita privata che nel lavoro. La distanza permette

di osservare le cose da un altro punto di vista, la vista dall’alto consente una visione di insieme. EROWA si impegna a supportare i propri clienti con l’obiettivo di individuare le giuste soluzioni per la situazione generale. Proprio questo approccio è il principio di lavoro dell’osservazione della terra dai satelliti. Essi ci forniscono una nuova prospettiva della terra, consentendoci di avere una visione panoramica e spesso persino una vista d’insieme. Nell’articolo allegato potrete leggere informazioni interessanti sui satelliti. Nella rivista troverete una serie completa di contributi sui clienti che utilizzano con successo i prodotti EROWA. Praticamente da tutto il mondo e tutti sempre più caratterizzati da visioni che non perdono di vista il quadro generale. Vi auguriamo una piacevole lettura, e i migliori risultati nel vostro lavoro. Il Team EROWA


INDICE

04  EVIDENTE AUMENTO DELLA PRODUTTIVITÀ Servizio

06  IL SISTEMA DI GESTIONE DEL PROCESSO PER SMART FACTORY

JMS 4.0 Productivity Suite

17  IL FATTORE AUTOMAZIONE Servizio

20  SERRAGGIO DEI PEZZI – SEMPLICE, PRECISO E CONVENIENTE F-Tool

08  NUOVE FUNZIONI – NUOVO DESIGN

22  500 – I NOSTRI BESTSELLER NUOVO CON CARICAMENTO PEZZI GREZZI

EDGE 20

Robot Compact 80

10  T  RE TURNI, MA UNO SOLO PRESIDIATO

24  S  OLO LA PERFEZIONE È ABBASTANZA

Servizio

Servizio

12  H  OME OF LOADMASTER

26  P  OSIZIONAMENTO RAPIDO DI PEZZI DI GRANDI DIMENSIONI

LoadMaster Compact

14  L A PROVA DEL FUOCO PER L’HEAVY POWERCHUCK Servizio

Heavy PowerChuck HPC

28  D  IVERSE TECNOLOGIE, UN’UNICA SOLUZIONE Servizio

30  8  50 ×1000 ROBOT EASY 800

Robot Easy 800

03


SERVIZIO www.cattin-usinage.com

Evidente aumento

della produttività L’azienda CATTIN Usinage con sede a Gières vicino a Grenoble, è specializzata in lavorazioni complesse ad alta precisione nel settore della meccanica di precisione e della micromeccanica. Da alcuni anni l’azienda ha scelto l’automazione in collaborazione con EROWA.

Philippe e Stéphane Rossignolo, Direzione Cattin Usinage

04

I

l nome Grenoble, cittadina francese a 140 chilometri a sud di Ginevra, fa subito pensare agli sport invernali. Tuttavia Grenoble, insieme a Lione, è uno dei centri di un distretto dell’alta tecnologia del Rodano-Alpi. Parte del gruppo DKER L’azienda a conduzione familiare Cattin Usinage fondata nel 1956 è attualmente gestita per la terza generazione dai fratelli Rossignolo mentre la quarta generazione è già pronta ai blocchi di partenza. Dal 2000 l’azienda fa parte del gruppo DKER, fornitore di una gamma completa di prestazioni nell’ambito della meccanica di precisione. Con circa 40 collaboratori, Cattin si è costruita una reputazione di prestigio: «Alla base abbiamo la nostra vasta esperienza nel settore delle lavorazioni complesse ad alta precisione», dichiara Philippe Rossignolo, Direttore Generale dell’azienda. «Grazie al nostro specifico know-how siamo in grado di soddisfare anche le esigenze più complesse. Dal prototipo alla produzione in serie, supportiamo i nostri clienti durante l’intero processo di produzione.» I dettagli contano Il moderno e versatile parco macchine dell’azienda comprende torni e centri di lavorazione per la produzione di pezzi singoli nonché serie di piccole e medie dimensioni. La clientela comprende aziende del trasporto aereo e aerospaziale, dell’industria della difesa e militare, dell’elet-

tronica e della criotecnica oltre a un numero crescente di aziende operanti nel campo della tecnologia medica. Cattin è certificata ISO 9001, ISO 13485 (tecnologia medica) ed è in certificazione EN9100 (industria aerospaziale). Vengono lavorati materiali quali titanio, alluminio, acciaio e metalli non ferrosi, ma anche plastica. «Realizziamo molti pezzi complessi», prosegue Philippe Rossignolo, «alcuni dei quali vengono utilizzati solo per pochi minuti, ad esempio parti per propulsori a razzo che vengono espulsi subito dopo la partenza.» Solitamente ogni prodotto nasconde un piccolo dettaglio che richiede il maggiore impegno. «Per questo una pianificazione e una consulenza lungimiranti sono estremamente importanti.» Incremento del tempo di produzione Dal 2011 Cattin ha scelto l’automazione di EROWA. In quell’anno è stato installato un robot Multi (ERM) EROWA per un centro di fresatura CNC a 5 assi DMU 50 eVo, subito dopo un altro ERM per una DMU 60. Nel 2018 è seguito un terzo esemplare di questa collaudatissima stazione di carico, sempre per una DMU 60. «La struttura compatta e a ingombro ridotto di questo robot è perfetta per la nostra officina,» dichiara Philippe Rossignolo. «Grazie all’elevata capacità del magazzino, la semplice guida operatore e il cambiapinze automatico per un rapido caricamento, abbiamo ottenuto un netto incremento della produzione. Prima dell’automazione, il tempo di produzione della fresatrice era pari a 900 ore/anno, dopo l’installazione del primo robot Multi era già aumentato a 2500 ore!, e ora siamo a circa ca. 4000 ore.», spiega con entusiasmo.


05

«Una pianificazione e una consulenza lungimiranti sono estremamente importanti.» Philippe Rossignolo, CEO Cattin Usinage

La combinazione ideale Per un attrezzaggio rapido e preciso sono stati quindi acquistati i sistemi di serraggio continuo dei pezzi EROWA. Oltre a ProductionChuck 210 vengono infatti utilizzate anche le morse per pezzi grezzi EROWA. «Ogni riserraggio richiede tempo e comporta una perdita di precisione», afferma Philippe Rossignolo. Per questo la robusta morsa per pezzi grezzi è particolarmente preziosa: «L’utilizzo e la preparazione dei pezzi sono semplici. Grazie all’altezza di serraggio minima di soli 3 mm può essere utilizzata

anche per pezzi alti. È flessibile nell’applicazione, dispone di un’ampia capacità e i componenti funzionali sono ben protetti.» Si aggiungono inoltre gli elevatori EROWA per il caricamento e il sistema di gestione del processo JMS 4,0 su tutte le macchine. «La combinazione di questi elementi trasforma i nostri tre centri di produzione DMU in celle altamente produttive e flessibili», constata Philippe Rossignolo in conclusione.


JMS 4.0 PRODUCTIVITY SUITE

Il sistema di gestione del processo per

Smart Factory

06

Il sistema di gestione del processo JMS 4.0 ha un ruolo fondamentale nella pianificazione dettagliata della produzione. Gli utenti usufruiscono di importanti vantaggi: È sempre chiaro quale pezzo viene lavorato in un determinato momento e in una determinata posizione. Inoltre si ottiene una previsione senza precedenti della produttività degli impianti integrati. Parola chiave: OEE.

Nella vista d’insieme di tutte le celle di produzione o singolarmente nel dettaglio per ogni singola macchina, su OEE Dashboard si verifica a colpo d’occhio il livello di efficienza raggiunto.


Le celle completamente automatiche vengono monitorate con telecamere CCTV. Le diverse impostazioni della telecamera vengono visualizzate direttamente nel JMS 4.0 Process Control System.

Con la vista «Supervisione» si hanno tutte le informazioni necessarie disponibili sul monitor. Con il cursore è possibile richiamare rapidamente altre schermate.

07

Alarming App Ricevete messaggi push non appena la macchina o il robot riceve allarmi critici o non sono più disponibili commesse.

Indipendentemente da dove vi trovate, potete ricevere informazioni sullo stato della cella di produzione JMS 4.0 con l’app JMS 4.0 Alarming.

Attivate o disattivate i messaggi in modo semplice quando siete in servizio o fuori servizio.

Ricevete informazioni live sullo stato della macchina e vedete quali pezzi sono attualmente in lavorazione.


EDGE 20

Nuove funzioni

nuovo design 08

Oltre al nuovo e vivace design dei prodotti, i nostri sistemi di serraggio sono stati ulteriormente ottimizzati e dotati di funzioni aggiuntive. La tradizionale precisione di EROWA, la qualità e la compatibilità rimangono sempre al centro dell’attenzione.

Reduce to the max. PowerChuck P è uno dei mandrini EROWA di maggiore successo. Abbiamo uniformato alcuni aspetti e scelto nuovi materiali. Abbiamo scritto un nuovo capitolo della nostra storia di successi.

Come migliorare il quasi perfetto La nuova linea di prodotti EROWA UPC si presenta con questo motto. Universal PowerChuck sorprende per le prestazioni ottimizzate nell’ambito della forza di serraggio e per le opzioni di comando ancora più flessibili. In breve: Ancora più Power per Chuck!

Cos’è importante per EROWA... Lo ammettiamo, gli imballaggi non hanno un effetto diretto sulla produttività. Ma lo hanno sulla sostenibilità. Da sempre EROWA si impegna per un uso responsabile delle materie prime. La nuova linea di imballaggi ne tiene conto.


09

Concentrarsi sull’essenziale Questo vale per i pallet EROWA. Le diverse versioni sono state uniformate, ove possibile, e i processi di produzione sono stati attentamente analizzati. Con l’uso di parti originali EROWA vi assicuriamo naturalmente l’elevata precisione di ripetibilità di 0,002 mm e un perfetto funzionamento.

Ready for the future Con MTS Smart di EROWA l’IoT diventa possibile. I messaggi di stato di diverso tipo vengono inviati dall’unità di serraggio. Dati sulla forza di serraggio, domande di sicurezza o indicazioni di stato, tutto viene analizzato all’esterno della macchina per un sistema superiore. Innovativi – lo siamo da sempre e continueremo ad esserlo…


SERVIZIO www.igsgebojagema.nl

Tre turni, ma uno solo presidiato Assoluta concentrazione su un mercato esigente, automazione razionale e digitalizzazione spinta: ecco la formula magica che spiega l’impressionante crescita della olandese IGS GeboJagema, di cui EROWA è partner fidato da ormai oltre trent’anni. E tutto è cominciato con il sistema di serraggio ITS. di engineering nel campo delle soluzioni innovative per utensili e stampi ci garantisce un importantissimo vantaggio rispetto a numerosi concorrenti.»

10

Il mercato Notoriamente, quello dell’utensileria e degli stampi è un mercato molto conteso. La IGS GeboJagema si concentra in questo settore su tre scomparti particolari: healthcare, ottica e confezioni per prodotti sanitari. «In questi scomparti il nostro punto di forza consiste nell’essere un full service provider», dice Hans Arts, Sales Director dell’azienda. «Abbiamo dalla nostra considerevoli competenze di engineering, supportate da un vasto know-how e da una lunga esperienza.» La produzione spazia dai piccoli stampi a iniezione con pochi inserti ai complessi stampi multicavità. Con un organico di 96 dipendenti, nel 2018 l’azienda ha prodotto oltre 300 stampi diversi. «Il mercato dei prodotti farmaceutici è in effetti estremamente esigente, anche sul piano della qualità, ma è per contro meno sensibile all’aspetto del prezzo», continua il Direttore Arts. «Inoltre i tempi e i processi di sviluppo di questa clientela sono talvolta assai lunghi, per cui si tende a dare grande importanza a rapporti di consolidata fiducia tra il cliente e il costruttore degli utensili. Ed è su questo che puntiamo.» USPs Ci sono altri tre aspetti importanti che consolidano la buona posizione detenuta sul mercato dalla IGS GeboJagema, afferma Arts: «Prima di tutto il fatto che per noi l’industria 4.0 è ormai una realtà consolidata. E si può affermare senza tema di smentita che da questo punto di vista la IGS GeboJagema è stata uno dei pionieri. Un sistema di gestione processo è stato infatti sin dall’inizio parte integrante della nostra collaborazione con EROWA.» «Accanto ai sistemi di serraggio EROWA, che assicurano continuità e precisione nel movimento dei portapezzi, oggi JMS 4.0 costituisce uno degli elementi portanti della nostra produzione. Inoltre possiamo ormai fare a meno di qualsiasi documentazione cartacea. E non da ultimo la nostra esperienza

«Siamo ovviamente orgogliosi del vasto know-how e della lunga esperienza acquisita nel severissimo processo di validazione dei prodotti», prosegue il Sales Director. «Verifichiamo e testiamo in continuazione, per assicurarci che gli stampi da noi prodotti svolgano effettivamente il compito cui sono destinati. Al momento in cui lascia la nostra linea produttiva, il nostro prodotto è pronto per l’impiego immediato. Ed è stata proprio questa peculiarità a fare della IGS GeboJagema il primo fornitore di tooling per gli OEM dell’industria farmaceutica». Automazione La IGS GeboJagema è stata un’azienda pioniera anche nel campo dell’automazione. «È il grande merito del nostro CEO Peter Mertens», dichiara Hans Arts. «Mertens ha capito subito che l’unica possibilità di mantenersi competitivi in questo mercato consisteva nell’offrire stampi di elevata qualità, precisione ed efficienza, il che comportava l’esigenza di dotarci delle tecnologie e delle macchine più avanzate disponibili sul mercato.» Un concetto che ha portato inevitabilmente e ben presto all’impiego dei robot EROWA: dal 1996 con le macchine per elettroerosione Charmilles e dal 1999 con l’adozione di un impianto EROWA FMC integrato, dal sistema di serraggio alla preregolazione, all’automazione e al sistema di gestione processo JMS. Ancora oggi Peter Mertens è presente di persona alla selezione dei robot e delle macchine adatte.


Accanto all’elettroerosione a filo e a tuffo automatizzate e alla fresatura degli elettrodi, nel 2010 si è fatta avanti la sofisticata tecnologia della fresatura di metalli duri, che grazie alle macchine a tre assi Makino e ai Robot Easy di EROWA ha consentito di lavorare con precisioni dell’ordine di pochi micrometri. Da allora sono state introdotte in azienda sette celle di produzione identiche. Tutto questo ha portato anche ad una delle acquisizioni più recenti, l’attuale modello a cinque assi della riuscitissima serie D della Makino, la D200Z. «È una macchina al passo con gli standard di Industria 4.0, che offre ancora più velocità, precisione e flessibilità», spiega Hans Arts. «Le nostre aspettative rispetto a questa macchina erano elevate sin dal principio, ma quando l’abbiamo vista in funzione ci siamo convinti definitivamente di aver fatto la scelta giusta. Nel frattempo abbiamo portato a ben quattro il nostro parco macchine di questo tipo. «A due a due, queste macchine vengono servite da un Robot Compact 80 di EROWA.» Tipici campi di impiego sono

«Oggi JMS 4.0 costituisce uno degli elementi portanti della nostra produzione.» Hans Arts, Sales Director dell’azienda

la fresatura su cinque assi, la fresatura di alta precisione, la lavorazione di utensili di fresatura in metallo duro, la lavorazione di superfici a specchio e la produzione di elettrodi. In sintesi: massima qualità delle superfici e massima precisione su cinque assi. E con i robot la produttività aumenta ancora. «In più, nelle tavole macchina è integrato un sistema di serraggio con punto zero predefinito, il che consente una riduzione dei tempi di allestimento e quindi dei tempi complessivi di lavorazione.» Tre turni Con la nuova macchina Makino sono possibili lavorazioni che prima erano del tutto impensabili. Non da ultimo sono ora possibili interventi di fresatura là dove un tempo si doveva operare con l’elettroerosione a tuffo: quindi un processo non solo più economico, ma anche e soprattutto più veloce. «E con i robot EROWA siamo diventati estremamente efficienti», prosegue il direttore Arts. «Siamo operativi 24 ore al giorno e sette giorni alla settimana, su tre turni di cui però uno solo presidiato.» In questo modo si fa anche fronte alla carenza di manodopera specializzata: «Programmiamo off-line, e per gestire le celle l’operatore non necessita di conoscenze approfondite del processo, per cui si può concentrare interamente sulla qualità.» Con le macchine CNC moderne si è ridotto sensibilmente anche il numero delle tipologie di intervento. Infine l’automazione – si tenga presente che nell’azienda operano ormai, accanto alle macchine di misurazione e ai sistemi di gestione processo EROWA, 17 diversi robot EROWA – ha prodotto un notevolissimo utile: «il numero di ore di esercizio è raddoppiato, il fatturato triplicato, ma il numero di operatori è rimasto praticamente lo stesso!» IGS GEBOJAGEMA Fondata nel 1945 nella cittadina olandese di Tilburg, la IGS GeboJagema produceva inizialmente strumenti, utensili e punzoni. Dopo svariate fusioni (e in particolare dopo l’acquisizione della HTP Tooling) l’azienda, trasferitasi ad Eindhoven nel 2011, si concentra oggi sulla produzione di utensili e stampi per il mercato farmaceutico. In quello stesso anno è cominciata anche la sua impressionante crescita, con un 90 % della produzione destinato all’estero. Amministratore della IGS GeboJagema è Peter Mertens, che ha iniziato la sua carriera professionale proprio nell’officina dell’azienda, e quindi conosce a fondo il settore della produzione di utensili e stampi. Logico che abbia coerentemente pensato all’automazione e alla digitalizzazione.

11


LOADMASTER COMPACT

Home of

LoadMaster 12

Il caricamento automatico e affidabile di pezzi molto pesanti sulle macchine utensili pone molte sfide per il sistema di manipolazione. Dimensioni miste o piccole di lotti e pezzi nonchÊ diverse tecniche di lavorazione richiedono impianti di produzione flessibili. L’attrezzaggio parallelo alla lavorazione e il caricamento automatico e il caricamento automatico delle macchine riducono notevolmente i tempi improduttivi delle macchine.


E

ROWA LoadMaster Compact è uno dei sistemi di automazione di maggiore successo per capacità di trasferimento da 500 kg fino a 4000 kg. Realizzato come sistema modulare, LoadMaster Compact viene adattato alle esigenze dei clienti e/o al loro processo di produzione. Il caricamento di una macchina singola o il concatenamento di più macchine utensili viene configurato in modo incredibilmente semplice grazie alla struttura modulare.

13

In qualità di fornitore mondiale di sistemi robotizzati per celle e linee di produzione altamente flessibili e con l’esperienza derivante dall’installazione di oltre 4.000 impianti di automazione nella lavorazione dei metalli, EROWA è il partner giusto per l’assistenza di sistemi di movimentazione di pallet LoadMaster.

La struttura modulare consente di reagire in modo specifico alle mutevoli esigenze della produzione. È necessario integrare altre macchine? Sono necessarie più posizioni di memorizzazione per pallet? Si deve aggiungere una nuova dimensione del pallet a quelle già presenti? Tutto è possibile. Con il sistema MultiFork i pallet di diverse dimensioni esterne vengono tenuti in modo affidabile. La pinza MultiFork è la risposta giusta per l’esigenza di movimentazione di pallet di diverse dimensioni con lo stesso dispositivo di handling. Postazioni di attrezzaggio con diverse caratteristiche. Accessibile con tecnologia di sicurezza integrata o con comando dall’esterno con accesso tramite eleganti porte girevoli o con tavolo di lavoro estraibile al fine di assicurare una ottimale accessibilità.

I FATTI Capacità di trasferimento da 500 a 4000 kg Fino a 4 piani nei magazzini Stazioni di attrezzaggio ergonomiche Intuitivo sistema di gestione del processo Libertà a 360° dell’asse della torretta Adattamento della tecnologia delle pinze Accessibilità al tavolo macchina Moduli combinabili in serie Vasche per posto magazzino Dispositivo di protezione integrato Porte di accesso monitorate


SERVIZIO www.bunorm.ch

La prova del fuoco per

l’Heavy PowerChuck 14

La Bunorm di Aarwangen, nel Cantone svizzero di Berna, è specializzata nella lavorazione di grandi componenti di macchinari. Scelta da EROWA quale cliente di riferimento per testare i propri prodotti, la Bunorm sta attualmente mettendo alla prova il nuovo sistema di serraggio EROWA Heavy PowerChuck (HPC), con risultati che si possono definire più che incoraggianti.

magneticamente il pezzo. Il pallet è dotato a tal fine di 132 espansioni polari mobili, che garantiscono la perfetta planarità dell’appoggio. Il pezzo così fissato può essere quindi lavorato contemporaneamente da fino a cinque lati, servendosi di una macchina a portale.

Stefan Gygax, responsabile di progetto della Bunorm

Q

uello di realizzare un sistema di serraggio per componenti di peso e dimensioni rilevanti è un obiettivo che EROWA persegue ormai da diverso tempo. E per comprendere meglio le aspettative della clientela e le peculiarità di questa componentistica, già nel 2015 ci siamo rivolti alla Bunorm, chiedendole quali erano gli aspetti importanti di cui tenere conto nel serraggio di componenti pesanti e quale fosse il modo migliore di serrare grossi pezzi. «La Bunorm ha risposto con input davvero preziosi, contribuendo in maniera rilevante allo sviluppo dell’HPC», racconta ora Benjamin Wagner, Product Manager di EROWA, «in particolare da quando nel 2016 è stato deciso di realizzare e testare un sistema configurato sulle specifiche esigenze di quell’azienda.» Una soluzione ottimizzata Il sistema è in funzione dal gennaio 2018. Su una piastra di base sono montati quattro moduli di serraggio HPC. Su questi viene poi posizionato mediante una gru un pallet magnetico, che a sua volta provvede a serrare

«Per la macchina operatrice disponiamo di due pallet di questo tipo», dice il Responsabile di progetto della Bunorm, Stefan Gygax. «In questo modo si migliora la flessibilità e si accorciano i tempi morti, perché mentre un pallet è in lavorazione si può già allestire il secondo.» Importante è anche il fatto che il sistema dispone di un controllo «aperto»: in altre parole il quadro di comando ti dice se i moduli di serraggio sono in posizione «aperta» o «chiusa», evitando che si possa tentare di sollevare il pallet quando è in posizione chiusa, danneggiando il macchinario. La Bunorm dispone poi anche di una seconda unità di serraggio HPC, destinata ad operare in un centro di tornitura e fresatura. Qui si possono lavorare pezzi di dimensioni fino a 1600 mm. Per un handling più semplice Stefan Gygax ci enumera poi numerosi altri vantaggi del progetto: «L’intero handling è stato notevolmente semplificato. Grazie agli attacchi di precentraggio il pallet viene allestito correttamente sin dall’inizio, e non sono praticamente più possibili errori. Rimane invariato il punto zero, come pure il posizionamento reciproco dei moduli di serraggio, il che naturalmente favorisce la precisione di ripetibilità», racconta. «Al cambio pallet può provvedere un solo operatore, e i tempi di riattrezzaggio si sono ridotti in modo eclatante. In precedenza, sulle piastre magnetiche dovevamo preventivare da una a due ore di lavoro, mentre ora ci bastano anche soli cinque minuti!», dice entusiasta.


«L’intero handling è stato notevolmente semplificato.» Stefan Gygax, responsabile di progetto della Bunorm

15


SERVIZIO

16

Il nuovo sistema di serraggio viene utilizzato per la finitura di strutture in alluminio e per la lavorazione di piastre in acciaio per incisioni a caldo di peso fino a 1500 kg. «Il sistema di serraggio funziona in maniera eccellente anche con pezzi di questo peso», afferma Gygax: «Non c’è alcuna differenza rispetto al serraggio direttamente sulla tavola macchina.» Un’eccellente collaborazione Stefan Gygax si dice pienamente soddisfatto della collaborazione con EROWA. «Lavorando a stretto contatto con EROWA siamo riusciti senza difficoltà a configurare il sistema di serraggio Heavy PowerChuck sulla nostra produzione, contribuendo al suo ulteriore sviluppo», afferma. Le filosofie delle due aziende sono assai simili, EROWA è innovativa e pensa alle soluzioni. «Questo test è stato veramente una storia di successo, e di certo ci ricorderemo di EROWA anche per i nostri progetti futuri.»

BUNORM AG Attività primaria di questa azienda a conduzione familiare nata nel 1965 sono le costruzioni meccaniche. Particolare attenzione viene dedicata alla lavorazione di componenti di grandi dimensioni, come pure di unità complesse e di piccole serie, con la possibilità di lavorare elementi di dimensioni fino a 18 000 mm e peso fino a 75 tonnellate. Forte di una certificazione ISO 9001, l’azienda dispone anche di un proprio reparto di engineering per la progettazione di macchinari particolari. Col suo grande parco macchine, il suo reparto di montaggio ed un’officina di saldatura robotizzata (certificata ISO 3824-2), essa conta ormai su un portafoglio clienti internazionale. Attualmente la Bunorm impiega 76 dipendenti, tra cui 9 in formazione.


SERVIZIO www.cncmueller.de

Il fattore

automazione 17 Nel 2016 Roland Müller, fondatore e titolare della R. Müller CNC-Fertigungstechnik e.K. di Neuhaus am Rennweg in Turingia, si è trovato davanti a un bivio: andare pian piano in pensione o ripartire lanciandosi in una nuova sfida. Optò per quest’ultima scelta, e prese a bordo EROWA.

partecipata di EROWA, era chiaro sin da subito chi avrebbe accompagnato Müller in questo percorso verso il futuro: affidò così la direzione del progetto a EROWA, che assunse il coordinamento degli altri partner, cioè ZEISS, DMG Mori e CERTA.

O

riginario del Baden-Württemberg, dopo la formazione professionale e la qualificazione a maestro operaio negli anni 80, Müller aveva cominciato a realizzare su commessa macchinari di sua ideazione. Nel 2000 aveva poi dato vita ad un’azienda che era rapidamente cresciuta. Lavorazioni di precisione, fresature e torniture, ma anche macchine speciali e realizzazione di prototipi: queste erano le sue attività principali. Presa l’importante decisione di continuare, Müller pensò di far erigere nelle immediate vicinanze del suo vecchio stabilimento un nuovo capannone, creando quindi gli spazi necessari. Industria 4.0 Ma a questo punto all’imprenditore era chiaro che per questa nuova sfida occorreva pensare ad un concetto industriale di tipo 4.0. Così Müller cominciò a guardarsi intorno e cercare chi lo poteva sostenere in questa sua iniziativa. E in EROWA aveva individuato ormai da anni un partner affidabile, avendo sin dall’inizio adottato i sistemi di serraggio dell’azienda di Büron. Per le fresatrici la scelta cadde sui centri di lavorazione DMG Mori, per le misurazioni si affidò alla competenza della Zeiss e per il controllo di processo pensò alla CERTA. Quest’ultima essendo una

Si parte! E andò tutto per il meglio. Roland Müller restò stupito dall’eccellente e fluida collaborazione tra i partner, che già a inizio 2018 vide entrare in esercizio la nuova linea automatizzata. E dopo soli quattro mesi si pensò di aumentare ulteriormente la capacità, integrando con ottimi risultati nella linea un quarto centro di lavorazione DMG Mori DMU 60 eVo. Come da programma, il nuovo impianto ampliato entrò in funzione a fine agosto 2018. Il magazzino Fuori linea si allestiscono ora i pezzi destinati alla lavorazione. Grazie al chip RFID presente sui portapezzi EROWA, il job viene comunicato al Sistema di gestione processo EROWA JMS 4.0, e il pezzo viene avviato alla linea di lavorazione attraverso la stazione di caricamento. Da lì il robot EROWA Dynamic ERD 150 Linear lo trasferisce a un posto libero a magazzino, tra i 255 complessivamente disponibili. Nella linea il magazzino svolge quindi un ruolo importante, perché il pezzo vi ritorna, trovando un posto libero, dopo ogni fase di lavorazione, e il robot «sa» in ogni momento dove esso si trova. Flessibilità a tutta prova Questa configurazione crea spazi sufficienti per poter rispondere rapidamente ad ogni esigenza individuale del cliente. Infatti il Sistema di gestione processo controlla in background il robot EROWA, e può quindi reagire in ogni


SERVIZIO

momento facendo fronte a job temporanei o particolarmente urgenti. La possibilità di effettuare le consegne a lotti e/o intervalli cadenzati sulle necessità della clientela è un fattore particolarmente importante per ogni azienda. E’ infatti grazie a questa produzione e consegna just-in-time che il cliente può evitare l’onere di gestire grandi spazi a magazzino. Lavaggio, controllo di qualità, dati utensile Dopo la fresatura su uno dei quattro centri di fresatura DMU 60 eVo della DMG Mori, il pezzo torna automaticamente al magazzino, per passare poi alla stazione di lavaggio e da qui venir trasferito al CenterMax Zeiss. Qui tutti i pezzi lavorati vengono verificati sotto ogni aspetto: il controllo continuo di qualità è un fattore decisivo nella produzione della R. Müller Fertigungstechnik. Ma anche nel campo della gestione dei pezzi si è fatto un importante passo avanti. Con la gestione intelligente dei pezzi integrata nel sistema di gestione processo si è migliorata di molto la sicurezza e la trasparenza dell’intero processo. I dati utensile provenienti dal sistema CAM vengono trasferiti direttamente al «CERTA ToolManagement» e sincronizzati automaticamente con la macchina.

18

Automazione integrale Anche la stazione di preregolazione Zoller è stata collegata al sistema di gestione processo. In questo modo si rendono in ogni momento disponibili i dati geometrici come pure quelli relativi allo stato di usura dell’utensile, e in caso di rottura un utensile identico al primo si sostituisce automaticamente a quello danneggiato. Diventa così

realtà un processo di fresatura continuativo, e il controllo della vita utile dell’utensile consente di sapere per tempo quando lo stesso deve venir sostituito e quindi di intervenire tempestivamente togliendolo dal processo, per inserirne uno nuovo al suo posto. 24 su 24 Quando la nuova linea automatizzata è entrata in funzione, Roland Müller non credeva ai suoi occhi. Era sicuro che ci sarebbero stati problemi. Ma anche se sono stati necessari correttivi puntuali, i partner sono sempre rimasti al fianco dell’azienda, con soluzioni competenti e mirate. E’ stato inoltre fondamentale coinvolgere sin dall’inizio il personale interno perché, come sottolinea giustamente Roland Müller, la migliore tecnologia è inutile se il team non è disposto a sfruttarne i vantaggi. Per l’azienda questi erano passi giusti e importanti da compiere, pensando al futuro. Automatizzando la linea di produzione, Roland Müller è riuscito a migliorare la flessibilità e ridurre i tempi di lavorazione. Ora, con un’automazione ottimizzata, l’azienda è in grado di produrre senza soluzione di continuità, 24 ore al giorno e 7 giorni la settimana.


«Con la gestione intelligente dei pezzi integrata si è migliorata di molto la sicurezza e la trasparenza dell’intero processo.» Roland Müller, Proprietario CNC-Fertigungstechnik

19


F-TOOL

Serraggio dei pezzi Semplice, preciso e conveniente 20

F-Tool è la linea di prodotti della gamma EROWA per il lavoro manuale durante il serraggio dei pezzi. I prodotti sono destinati agli utenti base della pallettizzazione dei pezzi, attenti ai costi. Anche gli utenti esperti troveranno sicuramente un prodotto sorprendentemente utile anche per loro. L’intera linea è stata ottimizzata per l’impiego nell’utensileria e nello stampaggio.

N

ella lavorazione dei metalli, la produttività inizia con l’eliminazione del tempo improduttivo delle macchine. Questo obiettivo viene raggiunto mediante il rilevamento e l’uso dei punti zero e dei punti iniziali. E l’impiego dei sistemi di serraggio F-Tool consente tutto questo.

I FATTI Elevata qualità Struttura robusta Montaggio semplice Comando manuale Vantaggio pratico


Semplificazione del mondo dell’elettroerosione a tuffo Serraggio flessibile e preciso, lavorazione stabile, impostazione semplice; questi sono gli evidenti vantaggi dei prodotti F-Tool nell’applicazione EDM. Gli investimenti gestibili assicurano notevoli miglioramenti.

Semplificazione del mondo dell’elettoerosione a filo Un solo investimento per un vantaggio duraturo. Il sistema modulare dell’attrezzatura WEDM apre a impensabili possibilità. Che si tratti dell’attrezzaggio tavola o del dispositivo di bloccaggio per pezzi molto piccoli, nell’assortimento F-Tool WEDM è già presente la soluzione.

21

Funzionamento semplice – compresi in tutti i componenti. I mandrini F-Tool vengono azionati manualmente. Senza alimentazione di aria compressa, l’installazione sui tavoli macchina o nei dispositivi è estremamente semplice.

Un’ottima partenza con Rulerset. Semplice e geniale in pratica. Versatile per le forme dei pezzi più diverse.

La stabilità non lascia nessun desiderio insoddisfatto. I mandrini F-tool lavorano con un meccanismo di serraggio affidabile. La struttura del basamento assicura un’elevata stabilità.

Ampliamento delle possibilità di serraggio secondo necessità. Piastre di base per un serraggio rapido dei pezzi e altri elementi di serraggio in posizione di riferimento.


ROBOT COMPACT 80

500 – I nostri bestseller nuovo con caricamento pezzi grezzi 22

EROWA Robot Compact 80 è da sempre il dispo­ sitivo di manipolazione più venduto di EROWA. Per l’importante anniversario «the 500th ERC80», questo robot è stato arricchito di una finitura di design speciale. Siamo molto orgogliosi e vi ringraziamo per la fiducia nei nostri prodotti.

Il dispositivo di manipolazione si distingue per molteplici vantaggi quali un rapporto ottimale tra un ampio numero di posti magazzino e la ridotta superficie di appoggio di soli 2 m², gestione di due macchine, livelli di magazzino variabili per diverse dimensioni dei pallet ed elevata facilità d’uso.


DATI TECNICI

Novità: il robot offre anche la possibilità di caricare i pezzi grezzi direttamente nella macchina di produzione. Molti più vantaggi senza nessuna rinuncia. Questo è il concetto di flessibilità del sistema di produzione EROWA FMC. Grazie alla possibilità di caricare automaticamente i pezzi su pallet e sfusi, la «F» di flessibilità ha un significato ancora maggiore.

Capacità di trasferimento 80 kg Sistemi di serraggio compatibili ITS 50, ITS 50 C, ITS 72, ITS 115/148, PC 210, UPC 320, PalletSet W Movimentazione di pezzi grezzi Piani di estrazione Piani di inserimento Stazione di carico integrata Utilizzo a due macchine Ingombro 1000 × 2000 mm

Morsa di centraggio attiva per il rilevamento automatico dei pezzi grezzi.

Magazzino pezzi grezzi con suddivisione modulare per diverse dimensioni dei pezzi.

Con poche manovre la pinza viene commutata a una diversa dimensione del pezzo grezzo.

23


SERVIZIO www.sv.dk

Solo la PERFEZIONE è abbastanza

24

Nell’industria medicale la qualità della vita può dipendere da pochi micrometri. Per questo il costruttore danese di stampi di precisione Sønderborg Værktøjsfabrik si concentra da più di 40 anni su ciò che sa fare meglio: utensili di qualità per la pressofusione. Ed è per questo che EROWA affianca con orgoglio questi apprezzati specialisti con il suo know-how nell’automazione dei processi.

presto a preimpostare e registrare i valori di offset per il trasferimento automatico al controllo CNC della macchina per erosione. Automazione Per tutti coloro che devono gestire un’attività di fabbricazione di utensili tenendo sotto controllo i costi è chiaro che l’automazione dei processi rappresenta un fattore chiave. Alla Sønderborg Værktøjsfabrik sono seguiti presto i primi investimenti nell’automazione di EROWA.

E

ROWA e Sønderborg Værktøjsfabrik hanno unito le forze nel 1998. In più di 20 anni di collaborazione attiva sono stati realizzati numerosi progetti a vantaggio di entrambe le aziende. Sønderborg Værktøjsfabrik ha sviluppato la sua produzione di utensili ad elevata automazione sulla base del flessibile sistema di produzione di EROWA. EROWA ha potuto approfittare del feedback professionale riguardo ai prodotti delle quattro principali fasi di utilizzo. Una parte importante del successo di Sønderborg Værk­ tøjsfabrik è costituita dal coinvolgimento di tutte le persone interessate ai progetti di miglioramento. I produttori di utensili nonché la pianificazione e la gestione della produzione hanno riconosciuto gli enormi vantaggi che è stato possibile ottenere con un utilizzo sistematico della tecnologia di EROWA. Prime fasi Alla fine degli anni ottanta hanno iniziato a utilizzare il sistema portaelettrodo ITS di EROWA, come in tutte le importanti aziende di produzione di utensili e stampi. Al contrario di molti clienti EROWA, i collaboratori di Sønderborg Værktøjsfabrik hanno riconosciuto da subito il potenziale dell’intero sistema EROWA. Così hanno iniziato

A iniziare dall’aumento della produttività Nel 1999 è stato messo in servizio il primo centro di lavorazione costituito da una macchina per erosione AGIETRON, una macchina di misura a coordinate di Wenzel e un robot ERS di EROWA. Ovviamente era chiaro fin dall’inizio che la gestione di un tale centro di produzione avrebbe dovuto essere supportata da un adeguato software per la gestione dei processi. Il JMS (Job Management System) di EROWA è stato introdotto nel 2005 nella sua versione precedente. Da allora sono stati messi in servizio altri robot, macchine di misura, i più recenti ampliamenti del sistema di serraggio e si è assistito al costante miglioramento del software per la gestione dei processi JMS. La strada verso l’OEE è lunga L’efficacia dell’intero equipaggiamento è la parola chiave. Per società come Sønderborg Værktøjsfabrik questa è l’attività quotidiana. Ciò è dovuto al fatto che i clienti multinazionali pretendono solo il meglio in termini di tempi di consegna, qualità e naturalmente di prezzo. L’unica possibilità di bilanciare tutti questi fattori è di puntare costantemente a ore più produttive per ciascun centro di lavorazione con rischio di errori ridotto. E anche in questo caso il principio FMC di EROWA è un fattore chiave per il successo.


«Da Sønderborg Værktøjsfabrik non esiste qualcosa di ‹quasi preciso›, nel nostro mondo un utensile è preciso o non lo è.» Jens Dominic, amministratore delegato di Sønderborg Værktøjsfabrik.

25 Attuali progetti È fuori di dubbio che Sønderborg Værktøjsfabrik continuerà sempre a cercare la costruzione di stampi perfetti. I più recenti progetti puntano ad equipaggiare le stazioni di misurazione con il software perfetto per il controllo qualità e creazione di report «Metrolog X4» e con il software di preimpostazione ancora più funzionale «PreSoft Configurator X4» per la localizzazione, il salvataggio e la trasmissione dei valori di offset degli elettrodi rapidi e precisi. «Tools to trust» È questo ciò che serve a Sønderborg Værktøjsfabrik. Congratulazioni per i 40 anni di attività di successo nel settore della costruzione di utensili e stampi in cui la concorrenza è molto attiva. Saremo lieti di accompagnare i nostri partner danesi con orgoglio e tutto il nostro impegno verso lo sviluppo futuro della loro attività. Secondo il nostro motto: Più di quanto vi aspettiate.

SØNDERBORG VÆRKTØJSFABRIK Sønderborg Værktøjsfabrik è stata fondata nel 1973. Oggi è uno dei principali fornitori di soluzioni per stampi ad alta precisione. L’obiettivo è quello di fornire stampi per pressofusione completi e pronti all’uso sviluppati appositamente per gli elevati standard di qualità dell’industria medicale in Europa. Con più di 40 dipendenti altamente specializzati, formazione continua e miglioramento del know-how nonché un impianto ad alta automazione sono in grado di offrire le più moderne soluzioni.


HEAVY POWERCHUCK HPC

26


Posizionamento rapido di pezzi

di grandi dimensioni Lo sapete: posizionare o attrezzare pezzi pesanti e di grandi dimensioni sul tavolo macchina richiede molto tempo. La macchina utensile rimane ferma e preziose ore di produzione vanno perse. EROWA vi offre la soluzione con il nuovo sistema di pallettizzazione Heavy PowerChuck (HPC). I pezzi vengono preparati all’esterno della macchina e sostituiti in modo rapido e sicuro, se necessario.

C

on le prospettive completamente nuove per le dimensioni del tavolo macchina, ad es. 2 × 7 metri, non esistono più confini. I moduli di serraggio HPC vengono disposti in modo adeguato ponendo le basi per ogni cambio pezzo. Modulare e fisso I moduli di serraggio HPC si montano rapidamente sul tavolo macchina e sono pronti per l’uso. Quindi i pezzi pallettizzati possono essere posizionati e serrati in modo rapido e sicuro. Con 4, 6 o 8 moduli di serraggio, il sistema è espandile modularmente in base alle dimensioni dei pallet. Semplice movimentazione Durante il trasferimento dei pallet, speciali precentraggi supportano la movimentazione semplificando il carico e lo scarico. Se il pallet viene posizionato con una gru sopra i moduli di serraggio HPC, i perni di precentraggio semplificano l’identificazione della posizione finale proteggendo i moduli di serraggio dai danni. La sicurezza prima di tutto Mediante la chiusura dei moduli di serraggio il pallet viene serrato in modo sicuro. L’elevata forza di serraggio consente di soddisfare le massime esigenze durante la lavorazione. Grazie al controllo aperto integrato, attraverso il quadro di comando si visualizza se tutti i moduli di serraggio HPC sono aperti. In questo modo il trasferimento dei pallet avviene in modo sicuro e senza problemi.

Un lavoro pulito Tutti i componenti HPC si puliscono in modo semplice e rapido. In base all’applicazione, i collegamenti pneumatici possono essere coperti per proteggerli dai trucioli o integrati direttamente nell’equipaggiamento di tavola su richiesta. Un chiaro vantaggio I vantaggi di EROWA HPC sono evidenti: mentre un pezzo viene lavorato sulla macchina, l’operatore procede alla pallettizzazione e all’allestimento del pezzo successivo. I tempi di attrezzaggio sulla macchina vengono ridotti al minimo indispensabile.

27


SERVIZIO www.sunspring.com.tw

Diverse tecnologie,

un’unica soluzione Due nuove linee di produzione con differenti tecnologie di lavorazione sono state allestite con l’impiego di robot EROWA

28

presso la taiwanese Sunspring Metal Corporation. Ai robot sono stati affiancati sistemi di serraggio, macchine di misura, stazioni di lavaggio e il sistema di gestione processo JMS 4.0. Il tutto ovviamente sempre di EROWA.


«I

l nostro obiettivo era quello di migliorare l’efficacia complessiva dei nostri impianti riducendo i tempi di fermo macchina», dice Jeff Yang, Senior Director of Engineering alla Sunspring. «E al contempo dovevamo garantire la massima qualità e la puntuale disponibilità della produzione.» Processi di produzione stabili sono irrinunciabili nel settore dell’utensileria e degli stampi, e devono essere garantiti anche in assenza dell’operatore. Così per automatizzare le due linee di produzione la scelta è caduta su EROWA.

29 Le linee La prima linea dispone di centri di lavoro Makino – uno dei quali destinato alla lavorazione di pezzi in grafite – e di svariate macchine per elettroerosione a filo. Il setting viene attualmente servito da un Robot Dynamic 250 XT di EROWA operante su rotaia, affiancato da una macchina di misura EROWA CMM Qi e da un EROWA Lift. Anche nella seconda linea sono presenti diversi centri di lavoro, alcuni dei quali operanti su cinque assi. A questi si affianca un gruppo di macchine per elettroerosione a tuffo. L’intero line-up è alimentato da un Robot Dynamic 500 di EROWA, anche in questo caso su rotaia. Anche qui trova impiego una CMM Qi, più una stazione di lavaggio EROWA «RoboSpa». Mentre vengono prelavorati gli inserti si possono già realizzare i relativi elettrodi. L’interfaccia tra macchine e pezzi è costituito da sistemi di serraggio EROWA, che assicurano la necessaria precisione di ripetibilità. I portapezzi sono inoltre dotati di chip RFID, che identificano il pezzo con tutti i suoi dati: preregolazione, attuale posto a magazzino, lavorazione prevista eccetera, con un considerevole miglioramento della sicurezza di processo. Last but not least, il sistema di gestione processo JMS 4.0 MoldLine EROWA controlla l’intera linea di produzione, garantendo ovviamente la comunicazione con tutto il software circostante. Processi, dati, comunicazione «Il sistema di gestione processo è vitale per noi», continua Jeff Yang. «Volevamo che i processi produttivi venissero riprodotti nel sistema di gestione. Ora, inserendo un job nel JMS 4.0, le singole fasi di lavorazione vengono definite ben prima dell’effettivo avvio del lavoro: in questo modo la disponibilità delle macchine, degli elettrodi e dei pezzi, come pure dei dati CAM, rientra nella programmazione sin dal principio.» Nel processo produttivo poi la tecnologia RFID si dimostra ancora una volta estremamente utile: «Abbiamo in ogni momento il pieno controllo di tutto quello che succede»,

«Il sistema sa sempre quale componente si trova esattamente dove nel processo.» Jeff Yang, Senior Director of Engineering Sunspring

spiega Yang. L’identificazione dei pezzi e degli elettrodi mediante il chip RFID è la chiave di tutto. «Siccome il sistema dispone di tutti i dati relativi ai pezzi e sa sempre quale componente si trova esattamente dove nel processo, c’è sempre una visione globale dello stato e della corretta esecuzione dei lavori. L’operatore è in questo modo sicuro di quello che sta succedendo, e lavora in condizioni di tranquillità e stress ridotto.» Un investimento lungimirante Alla Sunspring sono sicuri di aver fatto la scelta giusta con l’automazione. «E’ la quarta rivoluzione industriale», afferma Yang. «Vogliamo essere pronti per l’Industria 4.0. Ed è per questo che tutti gli investimenti attuati oggi devono essere orientati a questo traguardo. Siamo convinti di aver trovato in EROWA il partner giusto.»

SUNSPRING METAL CORPORATION L’azienda è stata fondata nel 1978 da Jonny Yang, ed ha sede a Taichung nella Repubblica di Taiwan. Si tratta di un’azienda leader nella produzione di componenti in fusione metallica, subfornitrice di importanti realtà industriali. Realizza e commercializza in particolare parti in zinco e ottone, specialmente rubinetterie e maniglierie. Accanto ad uno stabilimento direttamente a Taiwan, la Sunspring dispone di due grandi siti produttivi in Cina e di due centri di distribuzione negli Stati Uniti. Oggi l’azienda è gestita dal figlio del fondatore, Scott Yang, e conta oltre 6.000 dipendenti.


ROBOT EASY 800

850 ×1000

Robot Easy 800 30

EROWA Robot Easy 800 apre nuovi orizzonti per il caricamento macchina. Le dimensioni dei pezzi di ø 850 × 1.000 mm con un peso massimo di 800 kg vengono portati in modo sicuro nella zona di lavoro.

Ergonomia Per mantenere elevata la produttività di un impianto automatizzato occorre tenere in considerazione anche l’ergonomia. Una postazione di attrezzaggio centrale con una gru orientabile facilita notevolmente il lavoro giornaliero dell’operatore. I piatti magazzino girevoli semplificano l’attrezzaggio e l’allestimento. Il precentraggio facilita il posizionamento dei pallet con gru e LiftGear.

DATI TECNICI Capacità di trasferimento 800 kg Accesso ottimale alla postazione di attrezzaggio Piatto magazzino girevole Pronto per JMS 4.0 Pinza a forcella Accesso per il caricamento con gru Procedura di carico/scarico con la porta magazzino aperta Capacità magazzino 6,4 t su 9 m2 Altezze del tavolo macchina da 765 mm a 1200 mm

Ampia portata Lo stabile asse di trasferimento ha una ampia corsa di 3.200 mm. Così resta anche sufficiente spazio per il lavoro manuale sulla macchina.


31 Tutti i dati sott’occhio Lavorare diventa veramente piacevole quando macchina e robot sono controllati dal sistema di gestione del processo EROWA. In ogni momento si ha una visione chiara e complessiva della situazione attuale della cella di produzione, come scorta lavoro, carico magazzino, disponibilità utensili e priorità.


EROWA AG 134904 it / 08.19 Rete aziendale del gruppo EROWA: una società ORENDA Holding Ltd. Con riserva di modifiche tecniche. EROWA AG è un marchio registrato, Copyright © EROWA AG, per alcuni prodotti EROWA AG il brevetto è stato ottenuto o è in fase di concessione.

Switzerland EROWA AG Knutwilerstrasse 3 CH-6233 Büron Switzerland Tel. 041 935 11 11 Fax 041 935 12 13 info@erowa.com www.erowa.com

France EROWA Distribution France Sàrl PAE Les Glaisins 12, rue du Bulloz FR-74940 Annecy-le-Vieux France Tel. 4 50 64 03 96 Fax 4 50 64 03 49 erowa.france@erowa.com www.erowa.com

Germany EROWA System Technologien GmbH Gewerbegebiet Schwadermühle Roßendorfer Straße 1 DE-90556 Cadolzburg/Nbg Germany Tel. 09103 7900-0 Fax 09103 7900-10 info@erowa.de www.erowa.de

Spain EROWA Technology Ibérica S.L. c/Via Trajana 50-56, Nave 18 E-08020 Barcelona Spain Tel. 093 265 51 77 Fax 093 244 03 14 erowa.iberica.info@erowa.com www.erowa.com

Scandinavia EROWA Technology Scandinavia A/S Kærvej 39 DK-5220 Odense SØ Denmark Tel. 65 98 26 00 Fax 65 98 26 06 info.scandinavia@erowa.com www.erowa.com

Singapore EROWA South East Asia Pte. Ltd. 56 Kallang Pudding Road #06-02, HH@Kallang Singapore 349328 Singapore Tel. 65 6547 4339 Fax 65 6547 4249 sales.singapore@erowa.com www.erowa.com

Eastern Europe EROWA Technology Sp. z o.o. Eastern Europe ul. Spółdzielcza 37-39 55-080 Kąty Wrocławskie Poland Tel. 71 363 5650 Fax 71 363 4970 info@erowa.com.pl www.erowa.com

USA EROWA Technology, Inc. North American Headquarters 2535 South Clearbrook Drive Arlington Heights, IL 60005 USA Tel. 847 290 0295 Fax 847 290 0298 e-mail: info@erowa.com www.erowa.com

Japan EROWA Nippon Ltd. Sibadaimon Sasano Bldg. 2-6-4, Sibadaimon, Minato-ku 105-0012 Tokyo Japan Tel. 03 3437 0331 Fax 03 3437 0353 info@erowa.co.jp www.erowa.com

India EROWA Technology (India) Private Limited No: 6-3-1191/6, Brij Tarang Building Unit No-3F, 3rd Floor, Greenlands, Begumpet, Hyderabad 500016 (Telangana) India Tel. 040 4013 3639 Fax 040 4013 3630 sales.india@erowa.com www.erowa.com

China EROWA Technology (Shanghai) Co., Ltd. G/F, No. 24 Factory Building House 69 Gui Qing Road (Caohejing Hi-tech Park) Shanghai 200233, PRC China Tel. 021 6485 5028 Fax 021 6485 0119 info@erowa.cn www.erowa.com

Italy EROWA Tecnologie S.r.l. Sede Legale e Amministrativa: Via Alfieri Maserati 48 IT-10095 Grugliasco (TO) Italy Tel. 011 9664873 Fax 011 9664875 info@erowa.it www.erowa.com

Unità di Treviso: Via Leonardo Da Vinci 8 IT-31020 Villorba (TV) Italy Tel. 0422 1627132

Profile for Erowa Tecnologie

Erowa magazin  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded