Page 78

Mi chiedo se la città sia un buon posto per un Albero. Mi chiedo cosa succederebbe se attraversassi la città...camminando. Mi chiedo cosa succederebbe se lasciassi l’automobile a casa, se non prendessi né l’autobus e neanche la metropolitana, se abolissi anche la bicicletta e usassi solo le mie gambe, i miei piedi, il mio corpo e gli facessi attraversare la città, Milano!

ERODOTO108 • 24

78

Ascolto la Città. Alberi fermi, alti e in silenzio. Un albero non dice nulla, non lo senti e quasi non ti accorgi di lui. Un Albero non vuole dare fastidio, non ti contraddice mai e accoglie tutti i cambiamenti che avvengono in una città. Così sento un albero bisbigliare, che vuole raccontare la sua storia, ma che nel caos della città diventa quasi un mormorio, un fruscio, un sibilare di suoni. Camminare lentamente per la città. Fermarsi. Ascoltare. Anche la Città ha storie nascoste, segrete e senza tempo e gli alberi lo sanno … loro c’erano. Poi mi chiedo: “Che pensano di noi gli alberi? Che pensa della città un albero? e la città è un buon posto per un albero?” Qualcuno dice che gli alberi tolgono spazio ai parcheggi, per le automobili. Che quando perdono le foglie, gli alberi sporcano i giardini e le strade. Le loro radici rompono i marciapiedi e persino le tombe dei morti. Per non parlare poi dei fiori, che quando sbocciano, esplodono anche le allergie, e le persone cominciano a starnutire e a maledire quegli alberi che sono fermi in silenzio, non dicono nulla e quasi non ti accorgi di loro. e mi chiedo se la città sia un posto per un Albero.

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°24  

La Polonia è il tema del dossier centrale, con i suoi 2000 laghi e il parco nazionale dello Slowinski, insieme alla casa di Kapuściński alla...

Erodoto108 n°24  

La Polonia è il tema del dossier centrale, con i suoi 2000 laghi e il parco nazionale dello Slowinski, insieme alla casa di Kapuściński alla...

Advertisement