Erodoto108 n°23

Page 44

I MURALES DELLA COIT TOWER testo e foto di giovanni Breschi

QUADERNI A QUADRETTI

SAN FRANCISCO

La Coit Tower è una torre bianca costruita nel 1933 a Pioneer Park sulla cima Telegraph Hill di San Francisco. Visibile da tutta la città, la tradizione vuole che sia stata eretta in onore dei pompieri di San Francisco, ma la storia non lo conferma. Fu finanziata da una ricca signora, Lillie Hitchcock Coit che fin da bambina era affascinata dal mondo dei pompieri e li seguiva sempre nelle loro uscite per domare agli incendi, frequenti in San Francisco data la numerosa presenza di case di legno. Partecipava alle sfilate della Knickerbocker Engine Co. 5 e divenne la loro mascotte e pompiere onorario. Alla sua morte Lillie Coit lasciò un terzo dei suoi beni per “l’abbellimento di San Francisco”, come diceva, e fu costruita la torre Coit e un monumento a lei dedicato.

ERODOTO108 • 23

44

Le pitture murali all’interno della torre furone eseguite principalmente da studenti della California Ashool of Fine Art: Maxine Albro, Victor Arnautoff, Ray Bertrand, Rinaldo Cuneo, Mallette Harold Dean, Clifford Wight, Edith Hamlin, George Harris, Robert B. Howard, Otis Oldfield, Suzanne Scheuer, Hebe Daum e Frede Vidar. A New York, Diego Rivera stava dipingendo il murales per l’ingresso del Rockfeller Center, che aveva come tema “uomo al crocevia che guarda al futuro” , voluto dalla famiglia Rockfeller, l’artista inserì nella pittuta il ritratto di Lenin e fu scandalo immediato, al punto che nel 1934 venne distrutto e Rivera licenziato. Gli artisti incaricati della torre di San Francisco protestarono, manifestarono e per solidarietà con Rivera inserirono temi di ‘sinistra’ nelle loro pitture, la vita operaia dell’america capitalista. Nell’opera di Bernard Zakheim, “The library”, si vede ritratto John Langley Howard (artista anche lui) che estrae dalla libreria Il Capitale di Karl Marx, e in alto un’altro artista mentre legge la notizia della distruzione del murales di Rivera. Il murales di John Langley Howard rappresnta una marcia del lavoro che rappresenta varie etnie. Stackpole nella opera ‘Industries of California’, riprende la struttura e lo spirito del murales distrutto a New York. In ‘Newsgatering’ viene rappresentato il mondo della stampa, giornalisti e tipografi nello stesso murales, e così percorrendo i corridoi della torre si incontrano gli altri mondi del lavoro californiano. Tutti i murales sono stati eseguiti con la tecnica dell’affresco, ad eccezione di due posizionati nel vano che conduce all’ascensore realizzati su tela.