Page 48

STORIE

DI LIBRI

castel di sangro, Abruzzo ‘Nel bosco delle storie’

‘VOGLIO ESSERE FELICE’ Testodi alberto Spicciolato, foto di arduino Capanna

Giordana ha coraggio e vuole la felicità ‘tutti i giorni’: per questo, nove anni fa, ha deciso di aprire una libreria nelle montagne abruzzesi. ogni libro è un albero e racconta storie. i bambini sono i lettori prediletti: ‘a undici anni puoi leggere qualsiasi cosa…’. Poi cresci e diventi lettore occasionale, appassionato, in vacanza. il piccolo grande esempio della Neo Edizioni.

P

erché aprire una libreria indipendente oggi? ‘Perché è un sogno che si realizza’, risponde Giordana con disarmante candore. ‘Quando ho finito l'università mi sono fatta una domanda: cosa vuoi fare? La risposta era, ed è: voglio essere felice. Io faccio la libraia perché voglio essere felice tutti i giorni di aprire il mio negozio e lavorare col sorriso’.

ERODOTO108 •14

48

Il Bosco Delle Storie apre nel 2006 a Castel di Sangro, piccola cittadina fra le montagne abruzzesi. La decisione di aprire una nuova libreria, con una concezione diversa, è frutto di idee comuni email: boscodellesto- tra Piergiorgio e Giordana. Un posto

Il bosco delle storIe Via Umberto I, 4 Castel di sangro tel. 3484310717 rie@hotmail.it

dove stare con il libro, dove si può giocare con il libro. Sfogliarlo, farlo proprio ancor prima di acquistarlo, cosa mai banale per un Lettore.

Il nome è stato scelto con cura, il legame col territorio è indissolubile e di boschi gli appennini sono pieni. Ma ha alla base la concezione di una libreria che sia proprio così, aperta a tutti ma intima allo stesso tempo, in cui ogni albero è una storia a sé stante, dove ogni libro può mettere le sue radici e far sbocciare la sua storia.

‘Quando hai undici anni puoi leggere qualsiasi cosa’. Questa è probabilmente una delle frasi più pregnanti della chiacchierata con Giordana. È quella la linea di confine tra un mondo di letture ‘per bambini’ e quello di letture più complesse, non per forza astruse, linea che si può varcare solo se c'è stata una crescita come piccolo lettore. Il bosco è anche un luogo di fermento, mai realmente sopito, seppure pacifico. Un luogo dove si forma sempre qualcosa di nuovo e non a caso Giordana e Piergiorgio hanno particolare attenzione verso quelli che saranno i lettori del futuro. La varietà di libri per bambini e ragazzi, presente in quella che rimane comunque una piccola libreria, è impressionante. In un angolo dedicato, frequentemente vengono organizzate letture di gruppo e collaborazioni con le varie scuole per stimolare l'amore per la lettura, per la carta stampata, per la cultura in una società più multimediale.

Poi si cresce. E il lettore diventa adolescente, ragazzo, adulto. Diventa lettore occasionale, lettore appassionato, lettore

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°14  

Erodoto, in questo numero, ha cercato di raccontare la Scuola. Consideriamo la Scuola, la crescita dei bambini e dei ragazzi, qualcosa di d...

Erodoto108 n°14  

Erodoto, in questo numero, ha cercato di raccontare la Scuola. Consideriamo la Scuola, la crescita dei bambini e dei ragazzi, qualcosa di d...

Advertisement