Page 42

PAESI

lazio foto di bruno zanzottera / parallelozero testo di silvia la ferrara

ERODOTO108 • 13

42

nel 1504 a stabia, ora faleria, girolama farnese, moglie di giuliano anguillara, accusata di aver tramato con i suoi amanti l’avvelenamento del marito, viene trucidata barbaramente dal figliastro giovan battista. è l’inizio del declino per l’antico borgo, le cui origini risalgono al iX secolo a.c. quando i falisci si insediano su un alto sperone tufaceo tra il torrente treja e il fosso della mola; in epoca romana il paese prende il nome di stabia, forse per la vicinanza alla stazione di cambio dei cavalli ("stabulum") sulla flaminia e nel medioevo viene costruito dagli anguillara l’imponente castello teatro del fatto di sangue: oggi restano solo brandelli di mura perimetrali e un'unica torre, a sud ovest, dove veniva innalzata la forca. nel rinascimento il paese si espande verso la piana a sud e lo scivolamento continua fino all’inizio del ‘900 quando anche le mura rinascimentali vengono demolite e viene edificato il nuovo palazzo comunale. nel 1872 poi la nuova amministrazione postunitaria cambia il nome, prendendo una bella cantonata toponomastica, in quanto l'antico insediamento di faleria si trovava nei pressi di civita castellana. per finire nel 1942 un terremoto danneggia gravemente la parte medievale e tra il 1971 e il 1973, l’antico borgo viene completamente evacuato per elevato rischio di crollo. mai trucidare una farnese.

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Advertisement