Page 115

CHERNOBYL

“w

elcome to extreme survival!”. Quando stephan, appena salito sul bus, esordisce con que-115 sta frase, mi convinco che venire a chernobyl è stato un errore. alle 8 del mattino, all’appuntamento di fronte al kozatskiy hotel in maidan nezalezhnosti, la piazza principale di kiev, eravamo in ventuno. nessun ucraino, tutti turisti stranieri. un ragazzo californiano, un canadese, una famiglia francese, alcuni tedeschi e un folto gruppo di norvegesi.

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Advertisement