Page 109

vecchia minieria novecentesca è diventata un’opera d’arte, creazioni della fantasia robotica di paul klee o di vasilij kandisnkj. c’è ancora una cassetta colma di grossi dadi dalla filettatura spessa. è come se riapparissero anche quei minatori (non ci sono uomini nelle sue foto, ma la loro presenza si intuisce) a mettere in moto l’argano o un compressore. è strano il destino che avvolge quanto rimane dopo una ‘dismissione’ industriale: quegli impianti (nastri trasportatori, macchine rumorose, cinghie, cavi, compressori) cambiano davvero. prima hanno potenza. sono lavoro. vita di decine e decine di uomini. possono far nascere sensazioni di potere o di ostilità (chi definirebbe bella una fabbrica o una miniera du-

GIOVANNI BRESCHI, 63 anni, molti passati nei Parchi della Val di Cornia fra grafica e fotografia, ma soprattutto a guardare e vivere la trasformazione di questi luoghi. Vive a Firenze.

ARTURO VALLE, 35 anni, pugliese di Gallipoli. Vive a Bologna. Dove fa l’avvocato. Ma va in giro per l’Italia ogni volta che è possibile e anche quando non è possibile. Un giorno capitò a Baratti, non si fermò al mare. Salì fino a San Silvestro proprio nell’ultimo dell’anno. Pensò che fosse una coincidenza. Si smarrì, da solo, nel vecchio villaggio minerario.

109 ERODOTO108 •13

rante gli anni della fatica? le miniere in attività fanno subito pensare allo scempio ambientale). poi le miniere chiudono. e allora, come un rito, si lotta per cercare di farle sopravvivere, si perde quella battaglia (era una battaglia persa) e gli impianti vengono abbandonati. e poi questa ferraglia intrisa dell’anima dei minatori si trasforma, trova una nuova vita, un altro significato: gli archeologi industriali vi si aggirano incuriositi e beati, mentre gli artisti, come i fotografi, ci trovano istanti di perfezione.

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Erodoto108 n°13  

ERODOTO È UNA FRONTIERA, salta di qua e di là. Ma dove siamo arrivati camminando per capannoni vuoti o varcando soglie di case disabitate?...

Advertisement