Page 32

ELO GIO DEL AFRCIBO ICH E

AFRICHE/ETIOPIA Elogio dell’ njera Lorenzo Fontana Il teff non esiste da nessun’altra parte del mondo. Il seme minuscolo di un cereale che cresce solo in questa terra. Nessun etiope può vivere senza l’ njera. La focaccia del più vasto altopiano d’Africa. enjera è ciò che distingue l’Etiopia L’ e l’Eritrea dal resto dell’Africa. Anche altre culture africane mangiano queste piadine. I somali la chiamano con lo stesso nome, ma la sostanza è molto diversa: per farla, in Africa, soprattutto a Occidente, si utilizza il sorgo, il miglio o il frumento; qualcun altro impiega il

erodoto108 • 8

32

mais o la semola di grano duro, in Etiopia si usa solo un seme. Il seme del teff. Il teff è un cereale che non esiste in nessun altro posto al mondo. Il suo seme, piccolissimo, richiede molto lavoro per essere raccolto e separato da paglia e pula. E’ un lavoro di squadra, gli uomini impugnano due bastoni per uno e, nella battitura, è necessario un perfetto tempismo. Il fusto della pianta, alto circa sessanta centimetri quando la pianta è matura, è di un verde chiaro che rende inconfondibile il paesaggio delle campagne d’Etiopia. Si semina sparpagliando i semi, lanciandoli sul campo in modo uniforme in solchi poco profondi. A volte non è necessaria nemmeno l’aratura. Il teff si usa solo per preparare l’enjera. Non ha nessun altro utilizzo, anche se la sua paglia, a volte, è utilizzata per fare tetti o simili.

Profile for Erodoto108

Erodoto108 n°8  

ELOGIO DEL CIBO Firenze L’attimo fuggente del lampredotto Catalogna L’eleganza dei cipollotti Burkina Faso Tò, polenta d’Africa Argentina L...

Erodoto108 n°8  

ELOGIO DEL CIBO Firenze L’attimo fuggente del lampredotto Catalogna L’eleganza dei cipollotti Burkina Faso Tò, polenta d’Africa Argentina L...

Advertisement