Page 1

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI CATANIA GRAPHIC DESIGN - COMUNICAZIONE D’IMPRESA A.A. 2016-2017

PROGETTO DI ERIKA MARIA CALANNA - MATTIA GAROZZO

GRAFICA EDITORIALE DOCENTE: MARCO LO CURZIO


CONCEPT

L’omologazione culturale ha cancellato dall’orizzonte le “piccole patrie”, le cui luci brillano ormai nel rimpianto, memorie sempre più labili di stelle scomparse. Pier Paolo Pasolini

Polo nasce come un magazine mensile, che ha lo scopo di mettere in relazione il suo pubblico con le culture del mondo. Ogni numero approfondirà le curiosità su un oggetto, un abito, un indumento proveniente da culture diverse. La struttura interna è suddivisa in sezioni relative ai cinque sensi, tatto, gusto, vista, olfatto, udito, che verranno poi declinate a seconda dell’oggetto, abito o indumento trattato. In questo numero verrà approfondinta la cultura giapponese, dalle antiche cerimonie all’abito nazionale tradizionale, il Kimono. Ogni articolo di linea comprende due recensioni inerenti all’argomento ognuno di questi accompagnati da un’icona grafica che permetterà al lettore di orientarsi senza problemi all’interno dell’architettura della pagina. Il nome Polo è stato scelto in riferimento a Marco Polo (Venezia, 1254 – Venezia, 8 gennaio 1324) ambasciatore, scrittore, viaggiatore e mercante italiano vissuto nella Repubblica di Venezia. La testata Polo è infatti un chiaro riferimento al viaggio per il globo terrestre.


TESTATA

Il cerchio, elemento strutturale del marchio, fa riferimento alla ruota, simbolo di viaggio e cambiamento. Il primo cerchio, in questo numero, è di colore rosso in riferimento alla bandiera nazionale del luogo scelto.

COSTRUZIONE La costruzione è geometrica su griglia. Vi è l’uso di tre cerchi e due rette verticali che compongono la parola “polo”.

COLORI RGB: 0 0 0 CMYK: 0 0 0 100

RGB: 255 0 0 CMYK: 0 95 92 0


ELEMENTI GRAFICI

Gli elementi grafici che definiscono la struttura interna del magazine, sono in riferimento ai cinque sensi.

VISTA

GUSTO

La sezione “vista” in questo numero, l’articolo tratta del make-up relativo al kimono, mentre le recensioni trattano di film del cinema, dov’è presente il kimono e il suo particolare make-up.

Nella sezione “gusto” in questo numero, l’articolo tratta della cerimonia del té accompagnato dalle recensioni sul tipico té verde giapponese, mancha e sencha.

UDITO

OLFATTO

Nella sezione “udito” in questo numero, l’argomento trattato è quello della musica tradizionale giapponese. Le recensioni sono dedicate ai due tipici strumenti musicali hochikku e shamisen.

Nella sezione “olfatto” in questo numero, l’articolo tratta della cerimonia dell’incenso mentre le recensioni sono su due marche di prodotti Kodò e shoyedo.

TATTO

Il simbolo del cerchio, in rosso, come riferimento alla bandiera giapponese in questo caso, viene utilizzato per l’articolo di punta.

Nella sezione “tatto” in questo numero, l’articolo descrive i tessuti utilizzati nella produzione di kimono. Le recensioni sono dedicate a due tessuti utilizzati, broccato e taffetà.


TIMONE

PRIME PAGINE

SPAZIO UTILE

gerenza

1pagina

editoriale

1pagina

indice

2pagine

SEZIONI 1 punta

4 pagine

5 linea

15 pagine

KIMONO

storia di un’icona

TATTO

sulla via della seta

GUSTO

una tazza di tradizione

VISTA

il volto della cultura

OLFATTO

la via dell’incenso

UDITO

sulle note del sol levante

RUBRICHE Italiani in ...

2 pagine

(paese) in ...

2 pagine

ITALIANI IN GIAPPONE di Mat Kanada

recensioni

5pagine

ART IN JAPAN

di Joshua Langdon

INTERVISTA

2 pagine

WAKAKO HARADA

produttrice del kimono originale


MENABÒ

40

20x26 cm 40 pagine

COPERTINA PUNTA LINEA 37

RECENSIONI INTERVISTA RUBRICA PRIME PAGINE

38

39

PUBBLICITÀ


RIVISTA DI RIFERIMENTO

testata/logotipo

DATI EDITORIALI Rivista OPEN Frequenza di pubblicazione settimanale Argomenti politica, cultura, economia, società, musica, libri, arte e cinema. Formato e foliazione 21x29,7 cm | pp. 71 Anno di fondazione 2 aprile 2009 Fondatori RP- Sanjiv Goenka Group Web www.openthemagazine.com

codice a barre

ANALISI RAPPORTO TESTATA/COPERTINA titolI di copertina

data di uscita

ANALISI DELLE SCELTE VISUAL La fotografia è protagonista delle copertine di OPEN. Il visual è dedicato ad una foto in riferimento ad articoli interni. il punto di vista è frontale con il primo piano del soggetto. Il layout della copertina è fisso e mantenuto nel tempo. ELEMENTI GRAFICI D’IDENTITÀ Il lettore dispone di una struttura interna ben definita, poiché la redazione di OPEN è in grado di amministrare un maggior quantitativo di informazioni in modo semplice ed ordinato.

titolo principale

La testata dal 2009 non ha subito restyling. Le dimensioni sono fisse, si colloca in alto a sinistra. I colori sono rosso e bianco. Lo spazio utilizzato non varia, a variare è la fotografia, illustrazione utilizzata. I titoli vengono posti sulla destra e la sinistra, lasciando maggiore spazio all’immagine.


RIVISTA DI RIFERIMENTO COPERTINA

ANALISI DELLA SEQUENZA PAGINE REDAZIONALI L’indice include segno grafico del cerchio, suddiviso in tre colonne. I colori sono il rosso e il giallo. Sotto al numero, oltre al titolo, una mini descrizione del contenuto. È presente l’editoriale. SEZIONI FISSE openings open mail open diary open essay open avenues cover story

INDICE

ANALISI PAGINA SINGOLA TIPO Nelle sezioni fisse possiamo riscontrare l’uso di un layout fisso a due colonne con testo a bandiera a sinistra. Le immagini occupano 1 o 2 colonne a seconda della griglia.

RUBRICA

PUNTA

ANALISI TIPOGRAFIA Font utilizzati serif per l’articolo di punta e un sans-serif per gli articoli di linea e sezioni fisse. PAGINA SINGOLA

INTERVISTA

ANALISI PAGINA DOPPIA TIPO Sia gli articoli di punta che gli articoli di linea si comportano allo stesso modo: il testo è posto su due o 3 colonne a bandiera a sinistra. Sulla pagina di sinistra, in alto a sinistra o centrale il nome della sezione.


POLO COPERTINA

INDICE

I colori di questo numero sono il rosso e il nero in riferimento al minimalismo giapponese. Le sezioni sono fisse per ogni numero e declinate di conseguenza sulla base della cultura giapponese.

RUBRICA

PUNTA

ANALISI TIPOGRAFIA EPITESTO Futura, peso light, bold e condensed PERITESTO Adobe Caslon

PAGINA SINGOLA

INTERVISTA

ANALISI PAGINA SINGOLA TIPO Nelle sezioni fisse possiamo riscontrare l’uso di un layout fisso a due colonne con testo a blocco. La pagina di sinistra è occupata da un’illustrazione mentre quella di destra è dedicata al testo dell’articolo. In alto a destra troviamo l’icona che permette al lettore di orientarsi all’interno dell’artefatto.

ANALISI PAGINA DOPPIA TIPO Sia gli articoli di punta che gli articoli di linea si comportano allo stesso modo: il testo è posto su due o tre colonne. Eccezione per l’intervista e l’editoriale che è posta su una.


POLO

Polo magazine  

tavole di progettazione

Polo magazine  

tavole di progettazione

Advertisement