Page 1


Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali - mov...

3 di 5

http://movimenti.ning.com/events/il-salone-internazionale-del-libro-va-...

Ora: 3 Marzo 2014 a 12 Maggio 2014 Luogo: Salone Internazionale del Libro Città: Torino Sito web o mappa: http://2014.digitalfestival.n… Tipo di evento: bando, concorso, startup, libri, digitale, editoria, fiera del libro, innovazione Organizzato da: 27° Salone Internazionale del Libro di Torino Attività più recente: 29 minuti fa Esporta in Outlook o iCal (.ics) Mi piace A 2 membri piace questo elemento Condividi Twitter Facebook Mi piace

0

Descrizione evento PROROGATO IL BANDO PER LE STARTUP FINO AL 15 MARZO Da martedì 28 gennaio online il bando per selezionare 10 progetti innovativi che verranno ospitati a maggio a Torino in un'area altamente interattiva. Software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali quali video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e partecipata, che consentono al lettore di accedere agli ebook in streaming online insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i propri contenuti sui social network. O ancora progetti online per aspiranti scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa direttamente sul web. Sono solo alcune delle frontiere del libro digitale che saranno di scena al 27° Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dall'8 al 12 maggio prossimi.

Il Salone apre le porte ai nuovi progetti digitali con l'Area Startup: un'area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere interamente dedicata a 10 startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Le giovani imprese e le loro idee migliori verranno selezionate attraverso un bando

11/03/2014 15.21


Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali - mov...

4 di 5

http://movimenti.ning.com/events/il-salone-internazionale-del-libro-va-...

internazionale reso pubblico il 28 gennaio. Oltre agli esempi precedenti, c'è anche chi si dedica a iniziative per target specifici, dai bambini ai disabili: aziende che propongono favole digitali o giochi didattici che si trasformano a seconda del livello di interazione del piccolo lettore, sbloccando nuovi contenuti, aggiornandosi e «crescendo» insieme a lui. Oppure applicazioni dedicate ai bambini dislessici, che permettono l'esecuzione diesercizi, integrandoli e completandoli con le attività svolte quotidianamente nei centri specializzati. Le aziende che faranno parte dell'Area Startup verranno selezionate attraverso un bando internazionale, compilabile a partire dal 28 gennaio tramite form online all'indirizzo http://2014.digitalfestival.net/call-startup/. La call è aperta alle startup nate dopo il 1° gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese - fino al 15 marzo 2014. I 10 migliori progetti pervenuti avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. L'area con i 10 stand sarà riconoscibile grazie a un allestimento particolare e la parte espositiva verrà completata da un'arena centrale dedicata ad attività esperienziali, che coinvolgeranno pubblico e addetti ai lavori. Ogni azienda, inoltre, avrà la possibilità di presentare il proprio progetto agli editori del Salone, grazie a un palinsesto di incontri B2Bpreorganizzati. Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle Startup: associazioni, acceleratori d'impresa, business network, incubatori. < Evento precedente Evento successivo >

Spazio commenti Commento

RSVP perché Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali possa aggiungere commenti! Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (3)

Visualizza tutti

Potrei partecipare (1)

Visualizza tutti © 2014 Creato da Maurizio Caminito. Tecnologia Badge | Segnala un problema | Termini del servizio

11/03/2014 15.21


Editoria Digitale sempre più protagonista anche al Salone del Libro di ...

1 di 3

http://editoria-digitale.com/2014/01/29/editoria-digitale-sempre-piu-pr...

EDITORIA DIGITALE Si parla di selfpublishing, ebook, audiolibri e applicazioni.

Home

Editoria Digitale

Sugarpulp Approved

redazionedigitale / 29 gennaio 2014

Editoria Digitale sempre più protagonista anche al Salone del Libro: un bando internazionale per selezionare le 10 realtà digitali più innovative Il Salone del Libro di Torino rinnova l’apertura al mondo dell’editoria digitale, dopo la grande attenzione degli ultimi anni. Per l’edizione 2014, che si terrà dall’8 al 12 maggio al Lingotto di Torino, è stato indetto infatti un bando internazionale per selezionare eccellenze specializzate in servizi innovativi per la fruizione di contenuti editoriali. “Call Internazionale” è il nome del bando (qui tutti i dettagli) online dal 28 febbraio riservato a start up costituite non prima del 2011 e provenienti da qualsiasi paese (tre dei dieci posti sono riservati ad aziende che operano in Piemonte e che devono avere sede legale e operativa in Piemonte). Le aziende che si aggiudicheranno il bando verranno ospitate gratuitamente al Salone del Libro 2014 all’interno dell’Area Start Up che permetterà ai visitatori di sperimentare nuove modalità di fruizione dei prodotti editoriali, puntando sempre di più sulal fruibilità. Inoltre le aziende potranno presentarsi direttamente agli editori attraverso una serie di incontri B2B preorganizzati. Il bando scade il 28 febbraio

11/03/2014 15.39


Dal Salone Internazionale del Libro di Torino, un’opportunità per startu...

2 di 3

http://www.incubatorenapoliest.it/dal-salone-internazionale-del-libro-d...

Dal Salone Internazionale del Libro di Torino, un’opportunità per startup nel settore dell’editoria (http://www.incubatorenapoliest.it /dal-salone-internazionale-del-libro-di-torino-unopportunita-per-startupnel-settore-delleditoria/) Il Salone Internazionale del Libro di Torino, che si terrà dall’8 al 12 maggio 2014 (Lingotto Fiere), apre quest’anno uno spazio dedicato alle startup nel settore dell’Editoria Digitale, in particolare alle aziende che adoperano la tecnologia per nuove modalità di fruizione dei contenuti. Lo spazio riservato alle startup al Salone Internazionale del Libro sarà ospitato nell’area Book to the Future, con una serie di spazi espositivi e un’arena centrale nella quale si terranno le attività esperienziali. Le startup ospitate dal Salone Internazionale del Libro di Torino (http://2014.digitalfestival.net/) potranno usufruire di una serie di spazi e servizi (per un valore indicativo di circa 4.000 euro) consistenti in: - uno spazio standard 2mx2m con desk, parete separatoria e schermo più dotazione di corrente e connessione internet; - uno slot della durata di 45 minuti nella Sala Incontri Book to the Future, per presentare il proprio progetto agli addetti ai lavori e al pubblico presente all’evento; - un incontro B2B con gli editori del Salone per presentare il proprio pitch (10 minuti di pitch e 5 minuti di Q&A); - momenti di attività esperienziale nell’area centrale. Per partecipare come startup al Salone Internazionale del Libro di Torino è aperta una Call Internazionale: il form di iscrizione è disponibile a questo link (http://2014.digitalfestival.net/call-startup/form-online/) e va compilato entro il 28 febbraio 2014 in lingua inglese. Saranno selezionate le migliori 10 startup tra quelle che presenteranno la propria candidatura: 3 di queste saranno scelte tra le aziende con sede legale e operativa in Piemonte. Possono partecipare alla Call Internazionale startup orientate alle disruptive innovation, che operano in ambito editoriale e siano state costituite da non prima del 2011. I progetti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri (elencati dall’art. 7 del Regolamento della Call (http://2014.digitalfestival.net/files /1613/9084/0554/Regolamento_ITA.pdf)): - Rispetto del criterio di innovatività del prodotto/progetto presentato - Technology: uso originale di tecnologie per fruire il contenuto - Teasibility: fattibilità e implementabilità del progetto - Impact: capacità d’ingaggio di editori e lettori - Creativity: originalità del progetto Per maggiori informazioni, per il form di iscrizione e per il Regolamento: http://2014.digitalfestival.net/call-startup/ (http://2014.digitalfestival.net/call-startup/) Napoli, 29/01/2014

571

Tags: book (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/book/), call (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/call/), call internazionale (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/call-internazionale/), competition (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/competition/), contenuti (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/contenuti/), digital (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/digital/), editoria (http://www.incubatorenapoliest.it /tag/editoria/), editoria digitale (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/editoria-digitale/), future (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/future/), imprese (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/imprese/), innovazione (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/innovazione/), internazionale (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/internazionale/), italia (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/italia/), libro (http://www.incubatorenapoliest.it /tag/libro/), piemonte (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/piemonte/), pitch (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/pitch/), regolamento (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/regolamento/), salone (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/salone/), startup (http://www.incubatorenapoliest.it /tag/startup-2/), startup competition (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/startup-competition/), sviluppo (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/sviluppo/), torino (http://www.incubatorenapoliest.it/tag/torino/)

Nessun Commento » (http://www.incubatorenapoliest.it/dal-salone-internazionale-del-libro-di-torino-unopportunita-per-startup-nel-settore-delleditoria /#respond)

11/03/2014 15.11


Call internazionale – Salone internazionale del Libro, Torino 8-12 magg...

1 di 2

http://lasoluzioneinnovativachenonho.com/2014/02/21/call-internaziona...

La soluzione innovativa che non ho

INNOVAZIONE

Call internazionale – Salone internazionale del Libro, Torino 8-12 maggio 201 21 FEBBRAIO 2014 | VALERIAMANNA | LASCIA UN COMMENTO La “Call internazionale” è dedicata alle Start Up che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. (h-p://umbriainnovazione.files.wordpress.com/2014/02/salone_on_home.png) L’obie-ivo è selezionare 10 Start Up che rappresentino al meglio l’innovazione in ambito editoriale e che avranno l’opportunità di partecipare alla XXVII° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino (8-12 maggio 2014, Lingo-o Fiere) nell’area Book to the Future, spazio dedicato all’editoria digitale e alle nuove tecnologie di fruizione dei contenuti. Le aziende verranno ospitate gratuitamente in uno spazio riservato denominato “Area Start Up”, costituito da un’area espositiva delimitata e da un’arena centrale dedicata ad a-ività esperienziali. Ogni Start Up avrà a disposizione: 1 spazio 2mx2m con allestimento standard non modificabile (desk + parete separatoria + schermo) e con relative dotazioni (corrente, conne ività) 1 slot di 45 minuti nella Sala Incontri Book to the Future, per presentare il proprio proge o al pubblico e agli adde i ai lavori 1 incontro B2B di 15 minuti con gli editori del Salone I servizi offerti alle singole Start Up hanno un valore indicativo di 4.000 €. La partecipazione è gratuita! Possono partecipare Start Up costituite da non prima del 2011, provenienti da qualsiasi paese. Le aziende candidate devono essere entità giuridiche e la quota di maggioranza deve essere a-ribuita a persone fisiche. I posti disponibili sono 10, di cui 3 sono riservati ad aziende del territorio piemontese, che devono avere la sede legale ed operativa in Piemonte. Verranno considerate unicamente le candidature compilate in inglese. Regolamento della Call Internazionale h-p://2014.digitalfestival.net/files/1613/9084/0554/Regolamento_ITA.pdf (h-p://2014.digitalfestival.net/files/1613/9084/0554/Regolamento_ITA.pdf) Form d’iscrizione h-p://2014.digitalfestival.net/call-startup/form-online/ (h-p://2014.digitalfestival.net 11/03/2014 15.10


Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up digitali. Da domani i... http://youmark.it/rubriche/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-st...

1 di 1

RUBRICHE / MEDIA E PIANIFICAZIONE

IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO APRE ALLE START UP DIGITALI. DA DOMANI IL BANDO Pubblicato nel 2014

Il Salone del Libro di Torino apre le porte ai nuovi progetti digitali con l’Area Start Start up. Dall’8 al 12 maggio, infatti, un’area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere sarà interamente dedicata a dieci start up internazionali che offrono servizi innovativi per innovati vi per la fruizione dei contenuti editoriali. Spazio dunque a quelle realtà che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale. Ad esempio, software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali come video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e partecipata, che consentono al lettore di accedere a ebook in streaming online insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i propri contenuti sui social network; o ancora progetti online per aspiranti scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa. C’è anche chi si dedica a iniziative per target speci;ci, dai bambini ai disabili. Le aziende che faranno parte dell’Area Start up verranno selezionate attraverso un bando internazionale, compilabile a partire dal 28 gennaio tramite form online. La call è aperta alle start up nate dopo il primo gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura - rigorosamente in inglese - ;no al 28 febbraio. Successivamente una apposita giuria, composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto F iere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte e Talent Garden selezionerà i dieci migliori progetti pervenuti, i quali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei deici posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilitàdel progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità del progetto.

Tweet

1

Like

5

Send

11/03/2014 15.34


Il Salone del Libro a caccia di Startup

1 di 1

http://www.biclazio.it/it/home/il-salone-del-libro-a-caccia-di-startup.bic

BIC Lazio SpA Copyright Š 1997-2014 - Tutti i diritti riservati

Powered by XAOS Systems - Juice Engine

11/03/2014 15.14


Torino: il Salone Internazionale del Libro apre alle startup digitali | Co...

1 di 1

http://blog.coworkingfor.com/torino-il-salone-internazionale-del-libro-...

Torino: il Salone Internazionale del Libro apre alle startup digitali Anche Il XXVII Salone del Libro apre le porte al digitale con l’Area Startup; dall’ 8 al 12 maggio un settore del Padiglione 2 di Lingotto Fiere sarà interamente dedicato a 10 startup internazionali, che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Le giovani imprese e le loro idee migliori verranno selezionate attraverso un bando già online.

Si cercano software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali quali video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e partecipata, che consentono al lettore di accedere agli ebook in streaming online insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i contenuti sui social network. O ancora progetti online per aspiranti scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa direttamente sul web. La candidatura si può compilare online tramite form all’indirizzo: http://2014.digitalfestival.net/callstartup/. La call è aperta alle startup nate dopo il primo gennaio 2011, che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura in inglese fino al 28 febbraio.

Successivamente un’apposita giuria composta da Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte e Talent Garden, selezionerà i 10 migliori progetti pervenuti, i quali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino.

Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità del progetto. Esso intende rispondere ai bisogni di un settore che sta vivendo profondi mutamenti tecnologici e una continua evoluzione. La rassegna torinese si propone come luogo privilegiato per scoprire quali saranno gli strumenti del futuro di editori, creativi e autori e le relative opportunità di business.

0 Share

4 Tweet

Questo articolo è stato pubblicato in Eventi e taggato come digitale, editoria, Salone del Libro, startup, Torino il 5 febbraio 2014 [http://blog.coworkingfor.com/torinoil-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-startup-digitali/] da Coworkingfor

11/03/2014 15.28


News: IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO APRE ALLE S...

1 di 2

Home

Vetrina Creatività

http://www.creathead.it/italian/news/2572/il-salone-internazionale-del-...

Classifica

Servizi

Contest - Gare Creative

News

La Creatività

Iscriviti a Creathead e crea la tua vetrina! Oppure se sei già iscritto accedi alla tua area riservata

Nome

Categoria

Sottocategoria

Paese

Chi siamo Accedi

Cerca Provincia Creativi

Agenzie

Modelle

News

IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO APRE ALLE START UP DIGITALI INTERNAZIONALI - 05/02/2014 Da martedì 28 gennaio online il bando per selezionare 10 progetti innovativi che verranno ospitati a maggio a Torino in un’area altamente interattiva...

Il Salone del Libro di Torino apre le porte ai nuovi progetti digitali con l’Area Start up. Dall’8 al 12 maggio, infatti, un’area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere sarà interamente dedicata a 10 start up internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali: da chi produce software per realizzare in pochi passi libri digitali interattivi a chi sviluppa progetti di realtà aumentata, passando per chi offre applicativi personalizzati per determinati target – bambini, dislessici, etc. – o processi – educazione, formazione, semantica, narrativa, gioco, etc.

L’IDEA L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione - organizzatrice del Digital Festival - con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Il progetto intende rispondere ai bisogni di un settore che sta vivendo profondi mutamenti tecnologici e una continua evoluzione. La rassegna torinese si propone come luogo privilegiato per scoprire quali saranno gli strumenti del futuro di editori, creativi e autori e le relative opportunità di business. L’Area Start up rappresenta inoltre un’opportunità per i visitatori per sperimentare i nu ovi modi, sempre più interattivi, di fruire un prodotto editoriale/culturale.

LA CALL Le aziende che faranno parte dell’Area Start Up verranno selezionate attraverso un bando internazionale, compilabile a partire dal 28 gennaio tramite form online all’indirizzo http://2014.digitalfestival.net/callstartup/. La call è aperta alle Start up nate dopo il 1 gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese - fino al 28 febbraio. Successivamente una apposita giuria, composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl eventsLingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte e Talent Garden selezionerà i 10 migliori progetti pervenuti, i quali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità del progetto. L’AREA ESPOSITIVA Il progetto, che rientra nell’ ambito del Salone Internazionale del Libro e del Digital Festival, sarà ospitato in un’area dedicata all’interno di Book to the future, lo spazio digitale e interattivo del Salone che negli ultimi anni ha visto la partecipazione di alcuni dei player più importanti dell’editoria hi-tech come Amazon, Kobo, Sony, Trekstor e Nokia. L’area con i 10 stand sarà riconoscibile grazie a un allestimento particolare e la parte espositiva verrà completata da un’arena centrale dedicata ad attività esperienziali, che coinvolgeranno pubblico e addetti ai lavori. Ogni azienda, inoltre, avrà la possibilità di presentare il proprio progetto agli editori del Salone, grazie a un palinsesto di incontri B2B preorganizzati.

03/03/2014 14.06


Digi.TO - Call startup, il futuro del libro è digitale

1 di 3

http://www.digi.to.it/?p=17378

Il magazine online dell'Informagiovani di Torino Home

Ambiente

Cultura

Formazione

Intercultura

Lavoro

Musica

Progetto

Sport

Home » Tecnologie » Call startup, il futuro del libro è digitale 13 febbraio 2014

Call startup, il futuro del libro è digitale Fino al 28 febbraio iscrizioni aperte al concorso sulla fruizione multimediale dei contenuti editoriali, i cui vincitori parteciperanno alla Fiera del Libro Valentina Esposito e Antonella Capalbi Se è vero che in un momento di forte digitalizzazione del mondo editoriale il numero dei “nostalgici della carta” è sempre più in aumento, è vero anche che questa ristretta nicchia affezionata al profumo delle librerie dovrà sempre più farsene una ragione, perché sono tante le iniziative del mondo editoriale che vanno nella direzione del passaggio permanente al digitale. Una di queste avrà come casa la Fiera del Libro, dall’ 8 al 12 maggio, quando, una delle aree del salone si trasformerà in studio di produzione digitale ospitando 10 startup internazionali, vincitrici del concorso “Call Startup“, che fino al 28 febbraio raccoglie progetti sulla fruizione dei contenuti editoriali in chiave digitale e interattiva.

Il concorso Call startup premierà le idee innovative di editoria digitale

L’IDEA L’iniziativa parte dalla volontà di rispondere alle nuove esigenze di settore, incentivando l’originalità e la competenza di chi intende operarvi. Le aziende che intendono cimentarsi in questa competizione a suon di parole e

pixel dovranno compilare un form online e saranno giudicate da una giuria selezionata costituita, tra gli altri, da rappresentanti del Salone del Libro e della Regione Piemonte. In palio, la possibilità di accedere gratuitamente a una delle vetrine più allettanti all’interno del panorama editoriale internazionale. L’ORGANIZZAZIONE «Questo concorso nasce dalla partecipazione al Salone del Digital Festival, nella sezione Book to the Future, che dovrebbe rappresentare le tendenze al futuro. Tuttavia, sia l’anno scorso che due anni fa c’erano espositori che presentavano situazioni già note: il lettore ebook è una novità, per esempio, ma non è propriamente nuovo». Così racconta Sergio Poma, direttore dell’associazione Luoghi di Relazione, ideatrice e organizzatrice del concorso. «Volendo quindi dare nuove spinte verso il futuro – continua – si è pensata un’area centrale con protagoniste le startup che meglio rappresentano l’innovazione e le nuove modalità di fruizione del libro. Pensiamo a cosa può essere la nuova editoria, quella delle applicazioni e che accoglierà il futuro del libro stesso». Il programma del Digital Festival infatti non prevede solo le presentazioni delle startup che vinceranno il concorso, ma ci sarà anche un’arena di prova, con “startup matching“, ovvero delle sorta di “battaglia tra applicazioni“, uno contro uno e così via, perché alla fine per il business serve ingaggiare collaborazioni, evolversi per essere competitivi.

21/02/2014 14.22


Digi.TO - Call startup, il futuro del libro è digitale

2 di 3

http://www.digi.to.it/?p=17378

BOOK TO THE FUTURE Poma ci parla infine dell’esperienza al Salone del Libro: «Il Salone muove circa 300.000 persone ogni anno, se non di più, quindi quale posto migliore per presentare ciò che noi abbiamo selezionato come le eccellenze in fatto di sviluppo e cultura? L’obbiettivo è cercare ogni opportunità e ogni realtà nazionale e internazionale che si presenta come innovazione è ben accetta. Startup è un termine troppo spesso abusato – conclude – abbiamo quindi ideato questo concorso per scegliere quelle da presentare a Book to the Future non solo per la fantasia della progettazione, ma anche per la solidità della programmazione, la fruibilità e la commerciabilità». Link utili: Concorso “Call Startup” Form online Associazione Luoghi di Relazione

Avete una startup innovativa da presentare? Cosa vi aspettate dalla nuova editoria digitale? Like

12

Tag: Call internazionale, ebook, salone del libro, Startup Categorie: Tecnologie

Lascia un commento Nome (richiesto) Mail (non sarà pubblicata) (richiesto) Sito Web

Invia

Home Progetto Partner Newsletter Contatti Progetto realizzato con il contributo della Provincia di Torino Assessorato alle Politiche Attive di Cittadinanza, Diritti Sociali e Parità

21/02/2014 14.22


News: IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO APRE ALLE S...

2 di 2

http://www.creathead.it/italian/news/2572/il-salone-internazionale-del-...

Per maggiori informazioni: http://aspettando.digitalfestival.net/call-start-up/ >> Scopri le altre news Creathead - Creatività e creativi online. -> News

Copyright © CREATHEAD by Agenzia Brand - P. IVA 08802870157

Rimuoviti dalla community|supporto|Sitemap

traduzione sito web Soget | www.misterimprese.it

5 Like

1

0

Tweet

03/03/2014 14.06


CALL START UP digitali internazionali – scadenza 15 marzo | DMAG

Page 1 of 2

Home About Us Mission Redazione Contact Us Music Visual Arts Storytelling Performing Arts Cerca Cerca

Cerca

CALL START UP digitali internazionali – scadenza 15 marzo Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up digitali internazionali

Scade il 15 marzo il termine di adesione al bando online per selezionare 10 progetti innovativi che verranno ospitati a maggio a Torino in un’area altamente interattiva Il Salone del Libro di Torino apre le porte ai nuovi progetti digitali con l’Area Start up. Dall’8 al 12 maggio,

Lingotto Fiere sarà interamente dedicata a 10 start up internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione d

http://d-mag.it/call-start-up-digitali-internazionali/

03/03/2014


Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali internaz...

1 di 1

http://www.emiliaromagnastartup.it/innovative-creative/articoli/2014/0...

La rete per la creazione di impresa innovativa

IL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO VA A CACCIA DI STARTUP DIGITALI INTERNAZIONALI Ven, 07/02/2014 – Il Salone Internazionale del Libro di Torino (8-12 maggio) apre le porte ai

Mi piace

nuovi progetti digitali con l'Area Startup: un'area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere interamente dedicata a 10 startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti

Tweet

editoriali. Le aziende che faranno parte dell'Area Startup verranno selezionate attraverso un bando internazionale, compilabile tramite form online all'indirizzo http://2014.digitalfestival.net/call-startup/ startup/)

(http://2014.digitalfestival.net/call-

.

La call è aperta alle startup nate dopo il 1° gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese - fino al 28 febbraio. Successivamente un'apposita giuria, composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione Piemonte e Talent Garden selezionerà i 10 migliori progetti pervenuti, i quali avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri comeinnovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità del progetto.

Tag: editoria, fiera

In collaborazione con:

Per informazioni: info@emiliaromagnastartup.it Per problemi tecnici: webmaster@emiliaromagnastartup.it

11/03/2014 15.09


18/02/2014 07:05

fiscoetasse.com

Sito Web La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Start up editoria: incentivi per l'innovazione Call internazionale per start up innovative del settore editoriale Domande entro il 28 febbraio 2014 All'interno del Digital Festival 2014, in collaborazione con Regione Piemonte e Talent Garden, la Fondazione per il Libro, la Musica, e la Cultura, GL Events e Associazione Luoghi di Relazione, promuovono una call internazionale che ha l'obiettivo di selezionare 10 Start Up, che rappresentino al meglio l'innovazione digitale in ambito editoriale. Le start up vincitrici avranno l'opportunità di partecipare alla XXVII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, nell'area Book to the Future, lo spazio dedicato all'editoria digitale e alle nuove tecnologie di fruizione dei contenuti, in programma dall'8 maggio al 12 maggio 2014 al Lingotto Fiere, con spazi e momenti esperienziali a loro dedicati: stand e relative dotazioni necessarie, slot di 45 minuti nella sala incontri, incontri B2B con gli editori del salone, per un valore indicativo di 4.000 €, messi a disposizione dagli Enti Promotori e dai Partner. Le start up non devono essere state costituite prima del 2011 e devono essere orientate all'innovazione digitale in ambito editoriale, con particolare riferimento al libro e a determinati target (bambini, disabili, immigrati) e processi (Educazione, Formazione, Semantica, Narrativa, Gioco). Si precisa inoltre che tre posti saranno riservati ad aziende del territorio piemontese, con sede legale ed operativa in Piemonte. La partecipazione alla call è gratuita e aperta ad aziende di qualsiasi paese. Le domande di partecipazione dovranno obbligatoriamente essere redatte in inglese, entro venerdì 28 Febbraio 2014, e corredate di Cv del Founder e pdf di presentazione del progetto. Per maggiori informazioni: www.2014.digitalfestival.net Fonte: Fisco e Tasse

DIGITAL FESTIVAL WEB - Rassegna Stampa 19/02/2014

4


Ultimi giorni per candidarsi per l’area Start Up del Salone Internazional... http://www.giovaniartisti.it/news/2014/03/10/ultimi-giorni-candidarsi-l...

1 di 2

Login:

username/email

Seguici su:

●●●●●●●●

accedi

Non sei ancora registrato? Iscriviti Password dimenticata?

Cerca nel sito

Like

0

Tweet

SHARE:

Ultimi giorni per candidarsi per l’area Start Up del Salone Internazionale del Libro di Torino Location : Torino

Novità per le aziende selezionate, la possibilità di entrare in contatto con investitori e business angel attraverso incontri b2b preorganizzati. Ultimi giorni per presentare la propria candidatura per l’area Start Up del Salone Internazionale del Libro. La call, riservata a start up digitali nate dopo il 1° gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti, è aperta fino al 15 marzo. Il form per l’adesione è disponibile online all’indirizzo http://2014.digitalfestival.net/call-startup/ (http://2014.digitalfestival.net/call-startup/) . Tra le novità in programma, l'opportunità per tutte le aziende selezionate di usufruire di un palinsesto di incontri B2B preorganizzati con società di venture capital e con business angel, italiani e internazionali. Una grande occasione di entrare in contatto con società o professionisti interessati a investire economicamente in nuovi progetti. Gli incontri saranno strutturati seguendo la logica degli speed date, della durata di 5 minuti l’uno. Un’iniziativa che si aggiunge alle già molte opportunità previste per le 10 aziende che verranno selezionate per partecipare gratuitamente alla rassegna torinese. Oltre agli incontri b2b con potenziali investitori, infatti, ai vincitori del bando verranno riservati: uno slot orario nell'area esperienziale dell'Area Start Up per coinvolgere il pubblico con attività interattive; un panel nella sala incontri Book to the future per presentare il proprio progetto al grande pubblico; incontri business con gli editori presenti al Salone. L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione - organizzatrice del Digital Festival - con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle Start up: associazioni, acceleratori d’impresa, business network, incubatori. Tra i soggetti che hanno già aderito all’iniziativa e che contribuiranno alla diffusione e alla promozione della call ci sono Camera di commercio di Torino, Enterprise Europe Network ALPS, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter. Allegati: HTTP://WWW.GIOVANIARTISTI.IT/SITES/DEFAULT/FILES/NEWS/2014/03/DF01_CALLSTARTUP_11.02DEF.PDF)

Eventi

11/03/2014 15.35


Ultimi giorni per candidarsi per l’area Start Up del Salone Internazional... http://www.giovaniartisti.it/news/2014/03/10/ultimi-giorni-candidarsi-l...

2 di 2

0 Commenti

Premio Biennale "Carlo Bonatto Minella" (gratuito per artisti di età inferiore ai 29 … •

— allievo virtuoso dell'Accademia Immagine AvatarAlbertina...che culo...

Presentazione Istituzionale Nartist •

Immagine Avatar

— Incredibile molto originale.

DoctorClip 2013 - Festival di videopoesia •

— Ma ci sono anche loro! Tipo da Immagine Avatar6 o 7 anni eh... http://www.trevigliopoesia.it/...

Il Soggiorno Dei Poeti e degli Artisti. Ospitalità in cambio di Arte e Cultura •

— Sarebbe bellissimo poter Immagine Avatarviaggiare e suonare in posti nuovi!

11/03/2014 15.35


CALL START UP digitali internazionali – scadenza 15 marzo | DMAG

Page 2 of 2

produce software per realizzare in pochi passi libri digitali interattivi a chi sviluppa progetti di realtà aumentata, pa

personalizzati per determinati target – bambini, dislessici, etc. – o processi – educazione, formazione, semantica, na L’IDEA

L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione Luog

Digital Festival – con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Il progetto in

settore che sta vivendo profondi mutamenti tecnologici e una continua evoluzione. La rassegna torinese si propone

quali saranno gli strumenti del futuro di editori, creativi e autori e le relative opportunità di business. L’Area Start u un’opportunità per i visitatori per sperimentare i nu ovi modi, sempre più interattivi, di fruire un prodotto LA CALL

Le aziende che faranno parte dell’Area Start Up verranno selezionate attraverso un bando internazionale: dal 28

online da compilare per l’adesione,http://2014.digitalfestival.net/call-startup/. Numerose ad oggi le domande di pa Canada e dall’Egitto.

La call è aperta alle Start up nate dopo il 1 gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una aziende interessate potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese – fino al 15 marzo. composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Garden, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter selezionerà i 10 migliori progetti pervenuti, i quali avranno

gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad azien

valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnolo di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità. L’AREA ESPOSITIVA

Il progetto, che rientra nell’ ambito del Salone Internazionale del Libro e del Digital Festival, sarà ospitato in un to the future, lo spazio digitale e interattivo del Salone che negli ultimi anni ha visto la partecipazione di alcuni dei

hi-tech come Amazon, Kobo, Sony, Trekstor e Nokia. L’area con i 10 stand sarà riconoscibile grazie a un allestiment

verrà completata da un’arena centrale dedicata ad attività esperienziali, che coinvolgeranno pubblico e addetti ai la

possibilità di presentare il proprio progetto agli editori del Salone, grazie a un palinsesto di incontri B2B preorganiz I PARTNER

Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle start up: a

business network, incubatori. Tra i soggetti che hanno già aderito all’iniziativa e che contribuiranno alla diffusio sono Camera di Commercio di Torino, Enterprise Europe Netowrk – ALPS, Startupbusiness, TreataBit, U

DMAG è un periodico quattordicinale on line registrato al Tribunale di Torino con il n° 6 del 4 gennaio 2011 |

http://d-mag.it/call-start-up-digitali-internazionali/

03/03/2014


R+

1 di 1

http://quotidiano.repubblica.it/edizionerepubblica/pw/flipperweb/flip...

21/02/2014 14.18


Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali - mov...

3 di 5

http://movimenti.ning.com/events/il-salone-internazionale-del-libro-va-...

Ora: 3 Marzo 2014 a 12 Maggio 2014 Luogo: Salone Internazionale del Libro Città: Torino Sito web o mappa: http://2014.digitalfestival.n… Tipo di evento: bando, concorso, startup, libri, digitale, editoria, fiera del libro, innovazione Organizzato da: 27° Salone Internazionale del Libro di Torino Attività più recente: 29 minuti fa Esporta in Outlook o iCal (.ics) Mi piace A 2 membri piace questo elemento Condividi Twitter Facebook Mi piace

0

Descrizione evento PROROGATO IL BANDO PER LE STARTUP FINO AL 15 MARZO Da martedì 28 gennaio online il bando per selezionare 10 progetti innovativi che verranno ospitati a maggio a Torino in un'area altamente interattiva. Software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali quali video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e partecipata, che consentono al lettore di accedere agli ebook in streaming online insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i propri contenuti sui social network. O ancora progetti online per aspiranti scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa direttamente sul web. Sono solo alcune delle frontiere del libro digitale che saranno di scena al 27° Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dall'8 al 12 maggio prossimi.

Il Salone apre le porte ai nuovi progetti digitali con l'Area Startup: un'area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere interamente dedicata a 10 startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Le giovani imprese e le loro idee migliori verranno selezionate attraverso un bando

11/03/2014 15.18


Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali - mov...

4 di 5

http://movimenti.ning.com/events/il-salone-internazionale-del-libro-va-...

internazionale reso pubblico il 28 gennaio. Oltre agli esempi precedenti, c'è anche chi si dedica a iniziative per target specifici, dai bambini ai disabili: aziende che propongono favole digitali o giochi didattici che si trasformano a seconda del livello di interazione del piccolo lettore, sbloccando nuovi contenuti, aggiornandosi e «crescendo» insieme a lui. Oppure applicazioni dedicate ai bambini dislessici, che permettono l'esecuzione diesercizi, integrandoli e completandoli con le attività svolte quotidianamente nei centri specializzati. Le aziende che faranno parte dell'Area Startup verranno selezionate attraverso un bando internazionale, compilabile a partire dal 28 gennaio tramite form online all'indirizzo http://2014.digitalfestival.net/call-startup/. La call è aperta alle startup nate dopo il 1° gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese - fino al 15 marzo 2014. I 10 migliori progetti pervenuti avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. L'area con i 10 stand sarà riconoscibile grazie a un allestimento particolare e la parte espositiva verrà completata da un'arena centrale dedicata ad attività esperienziali, che coinvolgeranno pubblico e addetti ai lavori. Ogni azienda, inoltre, avrà la possibilità di presentare il proprio progetto agli editori del Salone, grazie a un palinsesto di incontri B2Bpreorganizzati. Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle Startup: associazioni, acceleratori d'impresa, business network, incubatori. < Evento precedente Evento successivo >

Spazio commenti Commento

RSVP perché Il Salone Internazionale del Libro va a caccia di startup digitali possa aggiungere commenti! Partecipa a movimENTI CULTURALI

Partecipo (3)

Visualizza tutti

Potrei partecipare (1)

Visualizza tutti © 2014 Creato da Maurizio Caminito. Tecnologia Badge | Segnala un problema | Termini del servizio

11/03/2014 15.18


SiamoSoci news - #startup dell’#editoria a raccolta: bando del Salone d...

1 di 1

Home

Cosa facciamo

SiamoSoci.com

Perchè raccogliere capitali con noi

About us

Contact us

http://news.siamosoci.com/2014/02/startup-delleditoria-a-raccolta-ban...

Perchè investire con noi

FAQ

Contatti

Success

Home » News » #startup dell’#editoria a raccolta: bando del Salone del libro di Torino

Recent Posts

Archives

Links

WordPress

Luca Rancilio: l’esperienza

March 2014

Back to SiamoSoci

Log in

dell’impresa Made in Italy al

February 2014

servizio dell’innovazione

January 2014

Italia, 62 auto ogni 100 abitanti:

December 2013

qui Quattrominuti fa incontrare

November 2013

automobili e CRM

October 2013

Si può portare l’innovazione nelle

September 2013

ferrovie? Secondo la startup

August 2013

GreenRail sì. Così…

July 2013

5 regole d’oro per un video

June 2013

efficace sulla tua startup

May 2013

WordPress

April 2013 March 2013 February 2013 January 2013 December 2012

About us Contact us Events

© Siamosoci Srl P.Iva

Categories Locations My Bookings

07464370969

11/03/2014 15.15


13/4/2014

Editoria: ora il digitale è alleato della carta

Editoria: ora il digitale è alleato della carta - Luciana Maci - Corriere delle Comunicazioni (/publications/p3f299a84-3cf8-4b9e-9702-87c477333b67) - 10 aprile 2014, 7:00

HO​ ME (http://www.etalia.net/)»IT World (http://www.etalia.net/itworld)» Edi​ to​ ria: ora il di​ gi​ ta​ le è al​ lea​ to del​ la car​ ta Edi​ to​ ria: ora il di​ gi​ ta​ le è al​ lea​ to del​ la car​ ta NUO​ VE ECO​ N O​ MIE In cre​ sci​ ta le ac​ qui​ si​ zio​ ni di por​ ta​ li e so​ cial net​ work spe​ cia​ liz​ za​ ti da par​ te del​ le ca​ se edi​ tri​ ci a cac​ cia di new bu​ si​ ness. Mon​ d a​ d o​ ri spin​ ge sul​ l'in​ no​ va​ zio​ ne e si com​ pra Ano​ bii di Lu​ cia​ na Ma​ ci L’edi​ to​ ria tra​ di​ zio​ na​ le è sem​ pre più in​ te​ res​ sa​ ta al​ lo shop​ ping tra real​ tà im​ pren​ d i​ to​ ria​ li in​ no​ va​ ti​ ve e star​ tup di​ gi​ ta​ li. Di re​ cen​ te Mon​ da​ do​ ri ha ac​ qui​ si​ to Ano​ bii, il so​ cial net​ work che per​ met​ te agli uten​ ti di col​ lo​ ca​ re su​ gli scaf​ fa​ li vir​ tua​ li i pro​ pri li​ bri pre​ fe​ ri​ ti, in​ d i​ vi​ d uar​ ne al​ tri con l’a​ iu​ to del​ la com​ mu​ ni​ ty e con​ d i​ vi​ der​ li con i fre​ quen​ ta​ to​ ri del​ la piat​ ta​ for​ ma. Piat​ ta​ for​ ma che in tut​ to il mon​ d o van​ ta ol​ tre un mi​ lio​ ne di iscrit​ ti e in Ita​ lia ha il suo nu​ cleo più for​ te con ol​ tre 300​ mi​ la per​ so​ ne re​ gi​ stra​ te. Na​ to co​ me star​ tup nel 2006 a Hong Kong da un’i​ d ea di Greg Sung, Ano​ bii - da ano​ bium punc​ ta​ tum, il tar​ lo del​ la car​ ta è tra​ d ot​ to in 15 lin​ gue e ha in ca​ ta​ lo​ go 40 mi​ lio​ ni di li​ bri. Per an​ ni è sta​ ta la piat​ ta​ for​ ma di so​ cial rea​ d ing più po​ po​ la​ re del pia​ ne​ ta, poi in​ tor​ no al 2010 al​ cu​ ni bug e mal​ fun​ zio​ na​ men​ ti le han​ no fat​ to per​ d e​ re di​ ver​ si uten​ ti a fa​ vo​ re di al​ tri si​ ti co​ me Goo​ dreads e Za​ zie. Con​ tem​ po​ ra​ nea​ men​ te la so​ cie​ tàè sta​ ta ri​ le​ va​ ta da un’a​ zien​ d a bri​ tan​ ni​ ca e dal​ le ca​ se edi​ tri​ ci Har​ per Col​ lins, Pen​ guin e Ran​ dom Hou​ se. Per il grup​ po di Se​ gra​ te, che di re​ cen​ te ha stret​ to una col​ la​ bo​ ra​ zio​ ne con Ko​ bo (so​ cie​ tà che ven​ d e erea​ d er ed e-book), si trat​ ta di un ul​ te​ rio​ re pas​ so avan​ ti sul ter​ re​ no del​ l’in​ no​ va​ zio​ ne. Dal quar​ tie​ re ge​ ne​ ra​ le del​ la Mon​ da​ d o​ ri spe​ ci​ fi​ ca​ no che il con​ tri​ bu​ to di Ano​ bii al grup​ po

edi​ to​ ria​ le con​ trol​ la​ to da Fi​ nin​ ve​ st non ri​ guar​ d e​ rà tan​ to la dif​ fu​ sio​ ne dei li​ bri di​ gi​ ta​ li. A in​ te​ res​ sar​ lo so​ no so​ prat​ tut​ to le in​ for​ ma​ zio​ ni con​ te​ nu​ te nel so​ cial net​ work: gu​ sti, ten​ d en​ ze, da​ ti sen​ si​ bi​ li le​ ga​ ti al​ l’a​ na​ gra​ fe dei let​ to​ ri. Una pos​ si​ bi​ li​ tà, so​ sten​ go​ no, per in​ d i​ vi​ d ua​ re in an​ ti​ ci​ po le mo​ d e e i trend re​ la​ ti​ vi agli ap​ pas​ sio​ na​ ti di li​ bri. “L’i​ d ea di fon​ d o - spie​ ga Edoar​ do Bru​ gna​ tel​ li, re​ spon​ sa​ bi​ le per Mon​ d a​ d o​ ri del pro​ get​ to Ano​ bii - è ave​ re un luo​ go do​ ve ascol​ ta​ re quel​ lo che pen​ sa​ no dei li​ bri i let​ to​ ri, i no​ stri più im​ por​ tan​ ti part​ ner in​ sie​ me agli au​ to​ ri. Que​ sto ci aiu​ te​ rà ad orien​ tar​ ci me​ glio nel​ le scel​ te di pub​ bli​ ca​ zio​ ne ma non so​ lo”.

Ti piace?

2 Stamp it!

va con l’u​ ten​ te. La mag​ gior par​ te del​ le can​ d i​ d a​ tu​ re è ar​ ri​ va​ ta dal​ l’I​ ta​ lia, al​ tre da Spa​ gna, Fran​ cia e Israe​ le. Il ban​ d o, sca​ d u​ to po​ chi gior​ ni fa, era ri​ ser​ va​ to a star​ tup di​ gi​ ta​ li na​ te do​ po il pri​ mo gen​ na​ io 2011 che ope​ ra​ no in am​ bi​ to edi​ to​ ria​ le e che la​ vo​ ra​ no per una nuo​ va frui​ zio​ ne dei con​ te​ nu​ ti. Il pro​ get​ to sa​ rà ospi​ ta​ to nel Pa​ d i​ glio​ ne 2 di Lin​ got​ to fie​ re al​ l’in​ ter​ no di “Book to the fu​ tu​ re”, spa​ zio in​ te​ rat​ ti​ vo del Sa​ lo​ ne che nel​ le ul​ ti​ me edi​ zio​ ni ha vi​ sto la par​ te​ ci​ pa​ zio​ ne dei più im​ por​ tan​ ti player del​ l’e​ d i​ to​ ria hi-te​ ch. Le azien​ de se​ le​ zio​ na​ te po​ tran​ no usu​ frui​ re di un pa​ lin​ se​ sto di in​ con​ tri bu​ si​ ness to bu​ si​ ness pre​ o r​ ga​ niz​ za​ ti con so​ cie​ tà di ven​ tu​ re ca​ pi​ tal e con bu​ si​ ness an​ gel ita​ lia​ ni e in​ ter​ na​ zio​ na​ li. Gli in​ con​ tri sa​ ran​ no strut​ tu​ ra​ ti se​ guen​ do la lo​ gi​ ca de​ gli speed da​ te, del​ la du​ ra​ ta di 5 mi​ nu​ ti l’u​ no. “Il fer​ men​ to nel set​ to​ re è vi​ si​ bi​ le e con​ cre​ to ma a li​ vel​ lo na​ zio​ na​ le l’e​ d i​ to​ ria man​ ca di slan​ cio ver​ so le tec​ no​ lo​ gie di​ gi​ ta​ li, sia per i ri​ tar​ d i strut​ tu​ ra​ li sia per la man​ can​ za di un sup​ por​ to eco​ no​ mi​ co al​ l’in​ no​ va​ zio​ ne e per una cul​ tu​ ra di​ gi​ ta​ le po​ ve​ ra e po​ co dif​ fu​ sa” com​ men​ ta Ste​ fa​ no Sa​ la​ d i​ no, pre​ si​ d en​ te di Luo​ ghi di Re​ la​ zio​ ne, as​ so​ cia​ zio​ ne idea​ tri​ ce ed or​ ga​ niz​ za​ tri​ ce del Di​ gi​ tal Fe​ sti​ val che col​ la​ bo​ ra con il Sa​ lo​ ne del Li​ bro per que​ sta spe​ ci​ fi​ ca ini​ zia​ ti​ va. “È pro​ prio per sti​ mo​ la​ re la crea​ ti​ vi​ tà - ag​ giun​ ge Sa​ la​ d i​ no - che è im​ por​ tan​ te far in​ con​ tra​ re le star​ tup, sim​ bo​ lo di un ap​ proc​ cio crea​ ti​ vo al set​ to​ re in cui ope​ ra​ no, con gli edi​ to​ ri, co​ sì da sti​ mo​ la​ re il cam​ bia​ men​ to e cam​ bia​ re fi​ nal​ men​ te vi​ sio​ ne”.

L’in​ te​ res​ se del​ l’e​ d i​ to​ ria brick and mor​ tar nei con​ fron​ ti del​ le star​ tup in​ no​ va​ ti​ ve è con​ fer​ ma​ ta da un’al​ tra no​ ti​ zia: per la pri​ ma vol​ ta, al Sa​ lo​ ne In​ ter​ na​ zio​ na​ le del li​ bro di To​ ri​ no in pro​ gram​ ma dal​ l’8 al 12 mag​ gio, ci sa​ rà un’a​ rea in​ te​ ra​ men​ te de​ d i​ ca​ ta a die​ ci star​ tup se​ le​ zio​ na​ te at​ tra​ ver​ so un ban​ d o in​ ter​ na​ zio​ na​ le per la lo​ ro of​ fer​ ta di con​ te​ nu​ ti in​ no​ va​ ti​ vi re​ la​ ti​ vi ai pro​ d ot​ ti edi​ to​ ria​ li. Non si trat​ te​ rà dei so​ li​ ti e-book, ma di pro​ po​ ste che van​ no ol​ tre. Per il mo​ men​ to sul ta​ vo​ lo dei giu​ ra​ ti ci so​ no una set​ tan​ ti​ na di pro​ po​ ste, da cui emer​ ge​ ran​ no le die​ ci vin​ cen​ ti. Tra i pro​ get​ ti spic​ ca​ no piat​ ta​ for​ me di sel​ fpu​ bli​ shing che per​ met​ to​ no la crea​ zio​ ne di app ed e-book in​ te​ rat​ ti​ vi, ov​ ve​ ro di scri​ ve​ re e con​ d i​ vi​ d e​ re sto​ rie, met​ ten​ do in col​ le​ ga​ men​ to di​ ret​ to let​ to​ ri e scrit​ to​ ri. Al​ tri han​ no pro​ po​ sto si​ ste​ mi che in​ d i​ riz​ za​ no le scel​ te del​ l’u​ ten​ te e che aiu​ ta​ no ad ag​ gre​ ga​ re i con​ te​ nu​ ti. Al​ tri an​ co​ ra han​ no pre​ sen​ ta​ to ri​ vi​ ste che na​ sco​ no da una dop​ pia esi​ gen​ za, quel​ la fi​ si​ ca e quel​ la di​ gi​ ta​ le, e che com​ bi​ na​ no il ©RI​ PRO​ DU​ Z IO​ N E RI​ SER​ VA​ TA rac​ con​ to con la tec​ no​ lo​ gia per 10 Apri​ le 2014 crea​ re un’e​ spe​ rien​ za interatti-

_

(https://search.etalia.net/search-api/click? t=0:VjI3YzBiOGM5LTU1NGItNDk3Yy04ZTg5LTMwNWQzNmYxN CONTENUTI SIMILI

Mondadori compra social reading Anobi (/publications/acfa1780d-7b73-40de-933b(/articles/acfa1780d-7b73Mondadori compra 0f272332f5fc) 40de-933b-0f272332f5fc) aNobii (/publications/a33e635e4-ddd0-4c16-a065(/articles/a33e635e4-ddd0Mondadori compra Anobii be7b16c5fa8b) 4c16-a065-be7b16c5fa8b) il social network dei libri (/publications/a0a319ffb-b247-407f-832a(/articles/a0a319ffb-b247cdaf9e2fdb4b) 407f-832a-cdaf9e2fdb4b)

ARTICOLO ORIGINALE

(https://search.etalia.net/search-api/click? t=0:VmMyNWFjNzMzLTIyMzItNGUxYy1iN2JmLWZhYjU0YTk5YjNhMw:aHR0cHM6Ly93d3cxLmV0YWxpYS5uZXQvYXJ0aWNsZXMvYTIyMWNkNDU5LTFjMzUtNDZhZS05M

http://www.etalia.net/articles/aa6c96d5b-3c36-4533-a1ca-673a71d2aa67

2/3


10/3/2014

Salone del Libro, posto d'onore per 10 startup

Direttore responsabile EconomyUp: Giovanni Iozzia

E’ un’iniziativa del

HOME » STARTUP » Salone del Libro, posto d'onore per 10 startup

A TORINO

Salone del Libro, posto d'onore per 10 startup Mancano 5 giorni alla scadenza del bando internazionale per selezionare le neo-imprese editoriali che avranno un'area dedicata nell'ambito dell'evento. Arrivate finora oltre 50 proposte da tutto il mondo: dai software per testi multimediali ai progetti online per aspiranti scrittori di Maria Castiglione Startup futuro dell’editoria: è con questo auspicio che, per la prima volta, al Salone Internazionale del libro di Torino in programma dall’8 al 12 maggio, ci sarà un’area interamente dedicata a dieci startup, selezionate attraverso un bando internazionale (che scade tra soli 5 giorni), per la loro offerta di contenuti innovativi relativi ai prodotti editoriali. Il progetto sarà ospitato nel Padiglione 2 di Lingotto fiere all’interno di Book to the future, spazio interattivo del Salone che, nelle ultime edizioni, ha visto la partecipazione dei più importanti player dell’editoria hi tech. Non si tratterà dei “soliti” ebook, ma di proposte che vanno oltre: software che permettono di arricchire i testi di risorse multimediali (animazioni 3D comprese) ed esperimenti di lettura condivisa e partecipata che consentono di accedere agli ebook in streaming in contemporanea con altri utenti, commentandoli e condividendo i propri contenuti sui social network. O ancora: progetti online per aspiranti scrittori, che offrono l’opportunità di creare racconti originali in maniera collaborativa direttamente in Rete, o iniziative destinate a target specifici, dai bambini ai disabili. Le aziende che desiderano candidarsi hanno tempo fino al 15 marzo per compilare (rigorosamente in inglese) l'apposito form on line. “Ad oggi sono pervenute una cinquantina di candidature sia dall'Italia che dall'estero, per esempio da Canada, Egitto, Israele, Germania, Francia, Spagna ed Inghilterra” spiega Stefano Saladino, presidente di Luoghi di Relazione, l'associazione ideatrice ed organizzatrice del Digital Festival che collabora con il Salone del Libro per questa specifica iniziativa. “Ci aspettiamo – prosegue - che in questi ultimi giorni il numero cresca. Il fermento nel settore è visibile e concreto, ma a livello nazionale l'editoria manca di slancio verso le tecnologie digitali, sia per i ritardi strutturali sia per la mancanza di un supporto economico all'innovazione e per una cultura digitale povera e poco diffusa. È proprio per stimolare la creatività che è importante far incontrare le startup, simbolo di un approccio creativo al settore in cui operano, con gli editori, così da stimolare il cambiamento e cambiare visione”. La call è riservata a startup digitali nate dopo il 1° gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Tra le novità in programma, l'opportunità per tutte le aziende selezionate di usufruire di un palinsesto di incontri B2B preorganizzati con società di venture capital e con business angel, italiani e internazionali: un’occasione per entrare in contatto con società o professionisti interessati a investire economicamente in nuovi progetti. Gli incontri saranno strutturati seguendo la logica degli speed date, della durata di 5 minuti l’uno. Un’iniziativa che si aggiunge alle già molte opportunità previste per le 10 aziende che verranno selezionate per partecipare gratuitamente alla rassegna torinese. Ai vincitori del bando verranno infatti riservati: uno slot orario nell'area esperienziale dell'Area Start Up per coinvolgere il pubblico con attività interattive; un panel nella sala incontri Book to the future per presentare il proprio progetto al grande pubblico; incontri business con gli editori presenti al Salone. L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione organizzatrice del Digital Festival - con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle Start up: associazioni, acceleratori d’impresa, business network, incubatori. Tra i soggetti che hanno già aderito all’iniziativa e che contribuiranno alla diffusione e alla promozione della call ci sono Camera di commercio di Torino, Enterprise Europe Network - ALPS, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter. 10 Marzo 2014 TAG: Salone internazionale del libro di Torino, Luoghi di relazionek, Book to the future, Salone Internazionale del Libro, Gl events, Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Digital Festival, Regione Piemonte, Talent GardenCamera di commercio di Torino, Enterprise Europe Network, ALPS, Startupbusiness, TreataBit, U-Start, iStarter

MAPPA DEL SITO | IL PROGETTO EDITORIALE | CONTATTI CORPO 10 SOC. COOP. A R.L. — LARGO DI TORRE ARGENTINA 11 — 00186 ROMA — P.IVA: 08650251005

http://www.economyup.it/startup/818_salone-del-libro-posto-d-onore-per-10-startup.htm

1/1


0ffi TíC4itrAY*{ÌFf** EVENTI DI PRIMAVERA

A/ENTI DI PRIMAVERA Y*&g.dE?**4S&

Digital Fesiival DALI.AVIDEOARTE ALLE STARTUP Sei giorni di cinema "green" ma anche di evenli all'insegna della cultura ambientalista. Non più nella lorma degli Smart Gity Days dello scorso anno (cancellati dal Comune per l'ormai cronica mancanza di fondi), ma Gome attività collaterali del Festival, tornano a Cinemambiente gli appuntamenti di "Green Up": il sempre affollalissimo Bike Pride, ilTram Verde, il mercatino Flor e il Parking Day Gon le slrade del cenlro traslormale in aiuole fiorite. ln programma anche aperlure straordinarie dei giardini diPalmto Madama e del Borgo Medievale. (c.car./

"Black Fish", tra i film più apprezzati della scorsa edizione Sotto, il direttore Gaetano Capizzi ln basso, un momento del Digital Festival

DAL 31 MAGGIO AL 5 GIUGNO IL FESTIVAL DIRETTO DA CAPIZZI, CHE TOBNA A ESSERE GRATIS

Ginemambiente, Gampagna permanente su temi sensibili di CLARA CAROLI scar del documenta-

rio "green", appuntamento di rito della

primavera torinese che riunisce appassionati di cinema ma anche eco-attivisti e militanti delle "buone pratiche". Il meglio del cinema documentario, d'inchiesta e di denuncia sui temi ambientali torna come ogni anno a fine maggio con il Festival Cinemambiente, diretto da Gaetano Capizzi (presidente anche dell'Environmen-

tal Film Festival Nefwork che riunisce i principali eco-festival del mondo). Una rassegna, alla diciassettesima edizione, che si propone di sensibilizzare il pubblico sulla questione delicatissima del futuro del pianeta. Gli spettatori fedeli alla green philosophy si radunano aTorino da

tutta ltalia e anche, in alcuni casi, dall'Europa.

L appuntamento

è dal

3

I

maggio al 5 giugno, scdc principale come di consueto il Cincma Massimo (ma ci sarà arrche

un lestival

"off"

nei quarticri.

con repliche presso Baretti, Cecchi Point e Piccolo Cinema). Il concorso principale, doc

internazionali, raccoglie titoli provenienti dai maggiori festival: dalla Berlinale all'Idfa di Amsterdam.

"Da questa edizione il Festival torna ad essere ad ingresso grahrito - spiega Captzzi - grazie a uno sponsor che si è impegnato a "offiire" al pubblico il

biglietto.

In tutti i

festival arnbientalisti de1 mondo, del resto, 1'accesso è libero. E'la loro mission". Un'operazione

coerente con la natura di Cmemabiente, che da sempre sostiene con fondi privati e sponsorìzzaziomla gnnparte del suo budget (250mila euro, come l'edizione 2013, con il Museo del Cinema che ha compensato il taglio dei 5Ornila euro stanziati in precedenza dalla Pro-

vincia). Non solo rma vetrina di film ma una campagna permanente su temi sensibili. 'T.Ielle passate edizioni sono stati in concorso importanti filrn di denuncia

come "The Cove", premiato

'con I'Oscar, sulla mat|anza dei delfini in Giappone, e, 1o scor-

so anno, "Black Fish" sulle orche in cattività- Entrambi hanno sollevato un'enorme campagna mediatica - spiega Cap:uz;t - Nel caso di "Black Fish" l'impatto è stato enofine: il parco

marino di Miami, Seaworld, dove è prigioniera I'orca del documentario, è stato boicottato, ha avuto un grosso calo di presenze e rischia la chiusura. Un esempio del ruolo che il cinema può esèrcitare sull'opinione pubblica". Tra i titoli forti dell'edizione 2014, un film-inchiesta, prodot-

to dalla torinese Zenith,

sul deposito di scorie nucleari di Trino Vercellese: un impianto di stoccaggio e recupero delle barre di uranio in riva alla Dora. Accanto ai temi storici dellarassegna - i rifiuti, I'inquinamento,

il global warming, l'acqua, la mobilita - entra quest'armo un argomento nuovo, figlio della crisi: la "caccia all'oro". w

CINEMAMASSIMO-via Verdi, dal31 maggro al 5 giugno, wrvw.cinemambiente.it

Dalla videoarle al cibo 'tirtuale", dall'ecommerce all'ebook, sono infinile le possibililà - e le espressi0ni creatiue - del digitale. A lare il punto, tra gioco, lantasia, business e high-tech, è dall'8 maggio all'8 giugno ilquinto Digital Festiual, che ha per tema '*Mch Up!", nelsatso di mbcuglio, mescolanza: Gontaminaione lra linguaggi, seîtori e applicaioni, Un mese per tradurre I'innouaione digitale in esperienza. Al Salone del Libro, dall'8 al l2 maggio, cisarà il 'rrllorkshop delle Startup" e incontri sul tema dell'ediloria digitale. Dal16 al18 piza Vittorio diuenta PlacErperience: tre giorní di esperienze intsattive dentro fantmcientif iGi igloo. Sempre ilf 6 al Mirafiori Motor Village è E-Commerce Day per chi vuol fare business con le nuove tecnologie. ll22 alvia 'îreate 24",24 ore non stop di pun crHtiuità digitale; mmlre il31 la Piza dei Mestieriospita, dalle 10 alle 20, un 'food contest" per tutta

i"goumet/ged<". (c.car.) DlGlTAt fSTlVAt - dallI maggio all'8 giugno, urww.d ig italf

stiual.nel.


12/3/2014

La Stampa - Al Salone del Libro vanno in scena le startup

ABBONAMENTI

ARCHIVIO

MUSEO

PIÙ VISTI

SOCIAL

METEO

TUTTOAFFARI

LAVORO

LEGALI

NECROLOGIE

TECNOLOGIA

Cerca...

TORINO - C UNEO - AOSTA - ASTI - NOVARA - VC O - VERC ELLI - BIELLA - ALESSANDRIA - SAVONA - IMPERIA e SANREMO

VOC I DI: MILANO - ROMA

ATTUALITÀ OPINIONI ECONOMIA SPORT TORINO CULTURA SPETTACOLI COSTUME MOTORI DONNA CUCINA SALUTE VIAGGI HOME

POLITICA

Consiglia

3

ESTERI

Tw eet

CRONACHE

6

TECNOLOGIA

TUTTOGREEN

LAZAMPA

1

I TUOI DIRITTI

SERVIZI

DESIGN

MARE

MONTAGNA

PREMIUM

SPECIALI

INSERTI

indoona

TECNOLOGIA 12/03/2014

Al Salone del Libro vanno in scena le startup La call scade il 15 marzo: è riservata a giovani imprese digitali nate dopo il primo gennaio 2011 che operano in ambito editoriale Il Salone del Libro di Torino apre le porte ai nuovi progetti digitali con l’Area Start up. Dall’8 al 12 maggio, infatti, un’area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere sarà interamente dedicata a 10 start up internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali: da chi produce software per realizzare in pochi passi libri digitali interattivi a chi sviluppa progetti di realtà aumentata, passando per chi offre applicativi personalizzati per determinati target – bambini, dislessici, etc. – o processi – educazione, formazione, semantica, narrativa, gioco, etc.

Ebook

Ultimi Articoli

+ T u r ism o on lin e: è boom , m a su l W eb r eg n a il ca os t ot a le

Luoghi di Relazione - organizzatrice del Digital Festival - con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Il progetto intende rispondere ai bisogni di un settore che sta

vivendo profondi mutamenti tecnologici e una continua evoluzione. La rassegna torinese si propone come luogo privilegiato per scoprire quali saranno gli strumenti del futuro di editori, creativi e autori e le relative opportunità di business. L’Area Start up rappresenta inoltre un’opportunità per i visitatori per sperimentare i nu ovi modi, sempre più interattivi, di fruire un prodotto editoriale/culturale. LA CALL Le aziende che faranno parte dell’Area Start Up verranno selezionate attraverso un bando internazionale: dal 28 gennaio è disponibile il form online da compilare per l’adesione. La call è aperta alle Start up nate dopo il 1 gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate potranno presentare la propria candidatura

+

Tutti gli articoli

+ Pia n g e lo sm a r t ph on e Un g en it or e, a t a v ola , in da ffa r a t o con il su o sm a r t ph on e a leg g er ... + Se il g a t t o in v ideo div en t a u n bu sin ess Su l w eb fen om en i e m ode scor r on o v elocem en t e, m a la Ca t Econ om y s ... + T r a bit e sa n t it à : le a pp r elig iose per sm a r t ph on e e t a blet Ha n n o din a m ich e e ca r a t t er ist ich e div er se, icon e

L’IDEA L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere e Associazione

Tutti gli e book

Sono venuto da Marte C inque mesi nell’inferno siriano, il racconto di Domenico Quirico

TI CONSIGLIAMO: + Piccole st a r t u p it a lia n e cr escon o: la st or ia di Sea c0 2

+

color a t e, il t r a ... + A l Sa lon e del Libr o v a n n o in scen a le st a r t u p Il Sa lon e del Libr o di T or in o a pr e le por t e a i n u ov i pr og et t i dig ... + T w it t er ch iu so per m ezz’or a : “ Sem plice m a n u t en zion e” Il m odo m ig lior e per dir lo sa r ebbe st a t o u n t w eet : “ T w it t er ... + A r r iv a n o i Gla ss di Robocop: m a la g u er r a pu ò div en t a r e sm a r t ? A lcu n i sit i li ch ia m a n o g ià “ Gla ssoldier s” . So ...

Condividi gli articoli con i tuoi amici C on l'app Fac ebook L aStampa.it puoi c ondividere immediatamente le notizie e gli approfondimenti c he hai letto. A ttiva l'app s ul tuo profilo e s egnala a tutti i tuoi amic i le tue news preferite! Scopri di più su f acebook.lastampa.it!

Accedi a Facebook

– rigorosamente in inglese - fino al 15 marzo. Successivamente una apposita giuria, composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, Regione

http://www.lastampa.it/2014/03/12/tecnologia/al-salone-del-libro-vanno-in-scena-le-startup-34KVWRUe0zceBmSwKfBqTI/pagina.html

1/2


12/3/2014

La Stampa - Al Salone del Libro vanno in scena le startup

Piemonte, Talent Garden, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter selezionerà i 10 migliori progetti pervenuti, i quali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. Nella valutazione dei progetti si terrà conto di parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale di tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori, creatività e originalità. L’AREA ESPOSIT IVA Il progetto, che rientra nell’ ambito del Salone Internazionale del Libro e del Digital Festival, sarà ospitato in un’area dedicata all’interno di Book to the future, lo spazio digitale e interattivo del Salone che negli ultimi anni ha visto la partecipazione di alcuni dei player più importanti dell’editoria hi-tech come Amazon, Kobo, Sony, Trekstor e Nokia. L’area con i 10 stand sarà riconoscibile grazie a un allestimento particolare e ogni azienda avrà la possibilità di presentare il proprio progetto agli editori del Salone, grazie a un palinsesto di incontri B2B preorganizzati. I PART NER Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al mondo delle start up: associazioni, acceleratori d’impresa, business network, incubatori. Tra i soggetti che hanno già aderito all’iniziativa e che contribuiranno alla diffusione e alla promozione della call ci sono Camera di Commercio di Torino, Enterprise Europe Netowrk - ALPS, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: (4 W Net )

Un con t est per cr ea r e il libr o del fu t u r o

Il cow or k in g a ll’it a lia n a si fa st r a da : T a len t Ga r den sba r ca a New Y or k

Sipa r io su Ex poca sa : u n su ccesso “ socia l” per la Fier a dell’A r r edo

iPh on e v en du t o a 1 4 €. Ut en t i it a lia n i r icev u t o scon t o fin o a l 9 0 %g r a zie a u n t r u cco

Annunci PPN Prova SKYACTIV TECHNOLOGY Mazda CX-5. Il SUV Diesel 150CV già Euro6 da 21,7 km/l Negli showroom Mazda

Fai di LaStampa la tua homepage

American Express per te! Carta Verde con quota gratuita il primo anno! Scopri di più! americanexpress.it

P.I.00486620016

Copyright 2013

ContoCorrente Youbanking Lo zero vale di più! Zero spese di gestione Scopri di più

Per la pubblicità

Scrivi alla redazione

Gerenza

Dati societari

http://www.lastampa.it/2014/03/12/tecnologia/al-salone-del-libro-vanno-in-scena-le-startup-34KVWRUe0zceBmSwKfBqTI/pagina.html

Stabilimento

Sede

2/2


17/4/2014

Salone del Libro di Torino: parte l'Area Start UP

Al Salone del Libro di Torino nasce l’Area Start UP Bandi e concorsi

Notizie

12 March 2014

Al Salone Internazionale del Libro di Torino parte l‘Area Start Up, un’iniziativa che si pone lo scopo di trovare risposte a un settore in pieno mutamento. Quali saranno gli strumenti del futuro per editori, autori e creativi? E quali saranno le opportunità di business messe in atto dai nuovi modelli? Le risposte in questo settore sono molto difficili da dare, vista anche la grande crisi che attanaglia gli editori. Tuttavia, a queste domande si cercherà di rispondere all’interno dell’Area Start Up con sperimentazioni dal vivo e occasioni per i visitatori di confrontarsi con il futuro.

Quando, dove e chi Dall’8 al 12 maggio un’area del Padiglione 2 di Lingotto Fiere sarà, infatti, interamente dedicata a 10 start up internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Le giovani aziende che faranno parte dell’Area Start Up verranno selezionate attraverso un bando internazionale disponibile già dal 28 gennaio a questo indirizzo. Tutte le Start up nate dopo il 1 gennaio 2011 che operano in ambito editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti sono chiamate a partecipare. Gli interessati potranno presentare la propria candidatura, in inglese, fino al 15 marzo. Un giuria composta da rappresentanti di Salone Internazionale del Libro, Gl events-Lingotto Fiere, Associazione Luoghi di Relazione, http://startup-news.it/al-salone-del-libro-di-torino-ce-larea-startup/

1/2


17/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up | Investo Magazine | Money & lifestyle

CHI SIAMO

DISTRIBUZIONE

PUBBLICITÀ

CONTATTACI

COLLABORA CON NOI

EVENTI

CERCA NEL SITO...

 2014

 RUBRICHE

 LOCATION DEL MESE

 DOWNLOAD

 SFOGLIA

 VIDEO

 ARCHIVIO

NUMERO IN CORSO -

 Sfoglia

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up

 Download

di InvestoMagazine Staff  | LIVE NEWS  | NEWS | SENZA CATEGORIA  | APRILE 2014 | 19 VISITE | CON NO COMMENTS

INTERVISTA FABRIZIO GIUGIARO

Dieci aziende internazionali protagoniste a maggio a Torino. Svizzera, Lituania, Usa e Italia i paesi di provenienza delle 10 start up selezionate. Tre sono piemontesi. Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area dedicata. Le start up, selezionate

BASELWORLD 2014

attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell’ormai “tradizionale” eBook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di

http://investomagazine.com/2014/04/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche-dieci-aziende-internazionali-protagoniste-a-maggio-… 1/5


17/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up | Investo Magazine | Money & lifestyle

contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e

LUGANO COMMODITY FORUM

migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, verranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione: uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e b usiness angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation. La aziende selezionate sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Innovatività, uso originale delle tecnologie,

AMO L’ITALIA MA BASTA!

creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione. A selezionare le aziende, una giuria composta Valentino Macri, Segretario Generale Fondazione per il Libro, la Musica, e la Cultura, Roberto Fantino, Direttore Commerciale e Marketing GL Events, Eugenio Pintore, Dirigente Regione Piemonte, Stefano Saladino, Presidente Associazione Luoghi di Relazione, Fabio Sferruzzi, Co-Fondatore Talent Garden Torino, Donatella Cambosu, Community & Communication Manager Startupbusiness, Vittorio Mauri, Country Manager Italia U-Start, Massimiliano Ceaglio, Project Manager TreataBit, Michele Padovani, CEO iStarter. L’Area Start up è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, GL events-Lingotto Fiere e

EIRE 2014

Associazione Luoghi di Relazione – organizzatrice del Digital Festival – con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Le 10 start up vincitrici 20lines – Treviso 20lines è una piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi. L’obiettivo è di mettere in contatto i lettori con migliaia di racconti scritti da autori emergenti che desiderano aumentare la propria visibilità online. Il principio a cui si ispira 20lines è simile a quello di youtube, ma trasferito nel mondo dell’editoria, dove gli utenti possono commentare e votare i racconti letti. Con due anni di vita la community oggi conta oltre 70 mila scrittori e lettori e più di 10 mila storie pubblicate. Bliu Bliu – Vilnius, Lituania Bliu Bliu, startup nata in Lituania nel Marzo 2013, si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile. Propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. Bliu Bliu colleziona le parole che lo studente conosce ed è in grado di trovare su

http://investomagazine.com/2014/04/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche-dieci-aziende-internazionali-protagoniste-a-maggio-…

2/5


17/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up | Investo Magazine | Money & lifestyle

Internet contenuti che utilizzano per la maggior parte solo questi vocaboli. Su Bliu Bliu le lingue non vengono studiate, la conoscenza migliora visualizzando contenuti interessanti e la tecnologia sviluppata riordina questi contenuti mostrando sempre materiale utile e comprensibile. JB Lab – Torino JB Lab presenta al Salone G.R.I.M.M. – Grow in MultiMedia, un e-book più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. È un progetto digitale educativo di avvicinamento alla lettura per l’infanzia, dai neonati all’età scolare. L’applicazione dà la possibilità di selezionare la fascia di età e di vedere crescere il libro con le esigenze e le competenze del bambino. G.R.I.M.M. affianca e aiuta il bambino nell’evoluzione emotiva e verbale e nell’apprendimento pre-scolare e scolare nella letto-scrittura attraverso l’uso della fiaba arricchita da effetti grafici e sonori. MaieuticaLabs – Torino Maieutica Labs ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. I Tutors si adattano in modo dinamico alle differenze individuali degli studenti e al loro livello in ogni momento del processo di apprendimento. Per ogni domanda formulata, è previsto un sistema di aiuti crescenti, che tiene conto del livello raggiunto dallo studente nelle domande precedenti. Le domande hanno lo scopo di verificare le conoscenze acquisite (verifiche sommative) e soprattutto di stimolare l’apprendimento (verifiche formative). I tutors si basano su una griglia di competenze e conoscenze specifiche, elaborate a partire dal quadro europeo di competenze chiave e, per l’Italia, dalle Indicazioni Nazionali. Newscron – Lugano, Svizzera Newscron è una start up svizzera che ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. L’app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le news da diverse fonti. E’ personalizzabile e consente di scegliere le aree geografiche per le notizie e le categorie preferite, gestendo così il sovraccarico d’informazioni al quale siamo sottoposti ogni giorno. Il raggruppamento di notizie che appartengono allo stesso soggetto in storie facilita la lettura, facendo risparmiare tempo, e, grazie alla traccia temporale è possibile seguire l’evoluzione di una storia e ottenere prospettive multiple leggendo più fonti. Dopo soli 14 mesi dal debutto sul mercato avvenuto nel dicembre 2012, Newscron è diventato il più importante aggregatore semantico di notizie on-line a livello europeo, con più di mille fonti di notizie e una media di oltre 60 mila accessi mensili, oltre 300.000 download della app e più di 30 milioni di articoli letti solo in Italia nel 2013. Ha inoltre a avviato di recente una serie di partnership con alcuni editori per dare il via a una sperimentazione per la fornitura di contenuti premium agli utenti. Pubcoder – Torino Pubcoder è un’azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi

http://investomagazine.com/2014/04/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche-dieci-aziende-internazionali-protagoniste-a-maggio-…

3/5


17/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up | Investo Magazine | Money & lifestyle

non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. Disponibile gratuitamente online, permette di creare un progetto digitale che può essere esportato su diverse piattaforme utilizzando lo standard EPUB3. L’idea è quella di dotare editori, agenzie e creativi di uno strumento semplice, che non richieda nessuna conoscenza profonda del codice e che permetta di lavorare su un unico progetto, anche declinato su più lingue, e di diffonderlo sulle principali piattaforme. SPAM – Milano SPAM è una start up milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Infatti, grazie all’applicazione il contenuto editoriale è arricchito: ad esempio, leggendo la recensione di un film è possibile visualizzare il trailer e, eventualmente, procedere immediatamente all’acquisto. Timbuktu – San Francisco, USA Timbuktu è un’azienda californiana che produce prodotti digitali innovativi per bambini. Vincitrice del premio “Migliore Rivista Digitale per Bambini” ai “Digital Magazine Awards 2013″, Timbuktu progetta prodotti digitali che incoraggiano i bambini a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé. Grazie a un team di esperti di educazione, animazione, scrittura creativa, design, musica, teatro e tecnologia, Timbuktu crea giochi, prodotti editoriali e libri interattivi intuitivi, semplici e coinvolgenti. Timbuktu soddisfa le esigenze di genitori e insegnanti grazie a un approccio all’educazione innovativo e rispettoso e conquista i bambini con le sue storie disegnate per catturare l’attenzione e stimolare la creatività. TwoReads - Venezia TwoReads è una start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Le connessioni virtuali, individuate tramite algoritmi, trasformano ogni libro in un vero e proprio ipertesto contenente un’infinità di rimandi, idee, citazioni. Il risultato è un sistema reticolare e rizomatico che contiene grandi quantità di informazioni e in grado di memorizzare, organizzare e rendere disponibile la conoscenza. Le informazioni prodotte sono fruite secondo modalità non lineari e mai predefinite, i vari testi infatti sono collegati tramite le citazioni contenute al loro interno, seguendo quindi il flusso del pensiero degli autori. Xoonia – Milano L’azienda milanese realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. Questa interazione è possibile grazie all’uso di sensori e telecamere che individuano chi si trova di fronte allo schermo e ne interpretano i movimenti. Le principali

http://investomagazine.com/2014/04/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche-dieci-aziende-internazionali-protagoniste-a-maggio-…

4/5


17/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up | Investo Magazine | Money & lifestyle

applicazioni del software sono due: Logo interaction permette alle aziende di dare visibilità al proprio marchio in modo interattivo in eventi, fiere e spazi pubblici, Gesture Presentation consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani, facendo scorrere le diapositive e avviando filmati senza toccare tastiera, schermo o telecomandi. Condividere questo articolo:

Condividi

Tw eet

Share

autore: investomagazine staff

 » News, Senza categoria » Il Salone Internazionale del Libro apre...  Live news

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ARCHIVIO 2013

2013-N01 InvestoMagazine

Nome / First name 2013-N02 InvestoMagazine

Cognome / Last name

Email

SOCIETÀ DEL GRUPPO

- Gruppo Rea - Gruppo Pitagora

2013-N03 InvestoMagazine 2013-N04 InvestoMagazine 2013-N05 InvestoMagazine

Registrati / Subscribe

2013-N06 InvestoMagazine

INVESTO MAGAZINE è un progetto Gruppo Pitagora S.R.L. - P.I: 10552570011

youhost

in caricamento

http://investomagazine.com/2014/04/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche-dieci-aziende-internazionali-protagoniste-a-maggio-…

5/5


17/4/2014

Salone del Libro di Torino: parte l'Area Start UP

Regione Piemonte, Talent Garden, Startupbusiness, TreataBit, U-Start e iStarter selezionerà i 10 migliori progetti presentati. Saranno questi i lavori che potranno partecipare gratuitamente alla XXVII edizione del Salone del Libro di Torino. Tre dei 10 posti in palio saranno riservati ad aziende del territorio piemontese. Parametri come innovatività del prodotto/servizio, uso originale delle tecnologie, fattibilità del progetto, capacità di ingaggio di editori e lettori saranno le leve che spingeranno alla valutazione dei lavori migliori. I tempi per la partecipazione sono ormai agli sgoccioli, ma vale comunque la pena fare un salto a Torino e dare uno sguardo da vicino alle idee giovani che arriveranno in questo settore.

Per ulteriori informazioni.

http://startup-news.it/al-salone-del-libro-di-torino-ce-larea-startup/

2/2


12-03-2014

Data Pagina

1/2

Foglio

TTecnologico

www.ecostampa.it

TRASFERIMENTOTEC.WORDPRESS.COM (WEB2)

Trasferimento Tecnologico

Home 

Chi siamo 

Contatti

Costruiamo la rete per comunicare la scienza 

← Mettersi in proprio: una scelta imprenditoriale

Ricerca

Strumenti Finanziari per il TT 

Il Sistema Dinamico di Acquisto della  Pubblica Amministrazione →

Area Startup al Salone Internazionale del Libro 

Twitter n

n

Orizzonte 2020 I finanziamenti  per la ricerca e l’innovazione  nella programmazione  europea 2014­2020  wp.me/p1jtMB­1 k W  20 hours ago  

n

stato prorogato fino al 15 Marzo.  Il Salone del libro, alla sua ventisettesima edizione in programma dall’8 al 12 maggio  prossimi, apre le porte ai nuovi progetti digitali con l’Area Startup: un’area del Padiglione  2 di Lingotto Fiere interamente dedicata a 10 startup internazionali che offrono 

Mettersi in proprio: una  scelta imprenditoriale  wp.me/p1jtMB­1 k Y 1 hour ago  

Posted on marzo 12, 2014  

Da martedì 28 gennaio è online il bando per  selezionare 10 progetti innovativi che  verranno ospitati a maggio a Torino in  un’area altamente interattiva. Il bando è 

Stati generali dell’Ecosistema  Startup Italiano  wp.me/p1jtMB­1kM  23 hours ago  

n

Internet of Thinks: Nice e  Digital Magics firmano un  accordo per lo sviluppo di un  programma di  Open Innovation  wp.me/p1jtMB­1 k G 1 day ago  

servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Le giovani imprese e le  loro idee migliori verranno selezionate attraverso un bando internazionale reso  pubblico il 28 gennaio. 

n

L’Area Startup è un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, Gl events­ Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione ­ organizzatrice del Digital 

wp.me/p1jtMB­1 k t 2 days ago   Follow @TTecnologico 

“Entusiasmo, determinazione,  impegno e disciplina” ecco cosa  mi porto dietro dal  ContaminationLab 

Festival ­ con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent  Garden. 

Contatti

Obiettivo del progetto è quello di rispondere ai bisogni di un settore che sta vivendo  profondi mutamenti tecnologici e una continua evoluzione. La rassegna torinese si propone  come luogo privilegiato per scoprire quali saranno gli strumenti del futuro di editori, 

Segui il Blog via Email 

creativi e autori e le relative opportunità di business. L’Area Startup rappresenta inoltre  un’opportunità per i visitatori per sperimentare i nuovi modi, sempre più interattivi, di  fruire un prodotto editoriale/culturale. 

TTecnologico nel web 

Per informazioni  trasferimentotec@gmail.com 

Inserisci il tuo indirizzo e­mail per  seguire il blog e ricevere le  notifiche via e­mail  Unisciti agli altri 848 follower   

Software che permettono di arricchire i libri digitali con contenuti multimediali 

Iscriviti  

quali video, animazioni 3D, audio e musiche. Esperimenti di lettura condivisa e  partecipata, che consentono al lettore di accedere agli ebook in streaming online  insieme ad altri utenti di ogni parte del mondo, commentandoli e condividendo i  scrittori, che permettono di creare racconti e contenuti originali in maniera collaborativa 

Articoli Recenti  n

direttamente sul web.  n

Questo sono solo alcune delle frontiere del libro digitale che saranno di 

n

Il Sistema Dinamico di  Acquisto della  Pubblica Amministrazione   Area Startup al Salone  Internazionale del Libro   Mettersi in proprio: una  scelta imprenditoriale  

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

096142

propri contenuti sui social network. O ancora progetti online per aspiranti 

Cerca   


12-03-2014

Data

TRASFERIMENTOTEC.WORDPRESS.COM (WEB2)

Pagina

n

Spazio, dunque, a quelle realtà che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto  editoriale in formato digitale, al di là dell’ormai «tradizionale» eBook. Oltre agli esempi  precedenti, c’è anche chi si dedica a iniziative per target specifici, dai bambini ai  disabili: aziende che propongono favole digitali o giochi didattici che 

n

si trasformano a seconda del livello di interazione del piccolo lettore, sbloccando  nuovi contenuti, aggiornandosi e «crescendo» insieme a lui. Oppure applicazioni  dedicate ai bambini dislessici, che permettono l’esecuzione diesercizi, integrandoli e 

Orizzonte 2020 I finanziamenti  per la ricerca e l’innovazione  nella programmazione  europea 2014­2 0 2 0   Stati generali dell’Ecosistema  Startup Italiano  

marzo: 2014 L

M

M

G

V

completandoli con le attività svolte quotidianamente nei centri specializzati. 

S

D

1

2

3

4

5

6

7

8

9

Le aziende che faranno parte dell’Area Startup verranno selezionate attraverso un  bando internazionale, compilabile tramite form online all’indirizzo 

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

http://2014.digitalfestival.net/call­startup/.

24

25

26

27

28

29

30

31 « feb

La call è aperta alle startup nate dopo il 1 gennaio 2011che operano in ambito  editoriale e che lavorano per una nuova fruizione dei contenuti. Le aziende interessate 

n n n n

Il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti realtà che gravitano intorno al  mondo delle Startup: associazioni, acceleratori d’impresa, business network, incubatori.  Tra i soggetti che hanno già aderito all’iniziativa e che contribuiranno alla diffusione e 

n

n

alla promozione della call ci sono Camera di commercio di Torino, Network ALPS,  Startup Business, Treatabit e U­Start.  n

n

Share this:

E­mail

LinkedIn

Twitter

Stampa

Google

Pinterest

Tumblr

Espacenet   European Patent Office   Freepatent   Google Patents   Piattaforma Innovazione della  Camera di Commercio/  Brevetti   Punto Cartesiano –  Orientamento nella P.I  Sardegna Ricerche   Ufficio italiano Brevetti e  Marchi   WIPO  

Link

Reddit

n

Caricamento...

n

n

Questa voce è stata pubblicata in Start Up e contrassegnata con Area Startup, contenuti editoriali, ebook, editori,  Salone Internazionale del Libro, startup. Contrassegna il permalink.   ← Mettersi in proprio: una scelta imprenditoriale

Brevetti

potranno presentare la propria candidatura – rigorosamente in inglese – fino al 15  marzo 2014. 

Facebook

www.ecostampa.it

2/2

Foglio

n n

Il Sistema Dinamico di Acquisto della  Pubblica Amministrazione →

n n

Rispondi  

n n n

n n n n n

n n

E­mail (obbligatorio) 

n

(L'indirizzo non verrà pubblicato)

n n

Nome (obbligatorio) 

n

n

Agenzia per la diffusione delle  tecnologie per l'innovazione   AIRI – Associazione Italiana per  la Ricerca Industriale   Apre   BarCamper   Biotecne – Consorzio per le  ricerche e lo sviluppo delle  biotecnologie   Censimento Blog Scientifici   CRS4   CRS4 Video youtube   D Pixel   Divulgazione Astronomica  Osservatorio Cagliari   Indigeni Digitali   Italia Camp   Italia Start Up   Officini Formative   Open Campus Tiscali   Ricerca Italiana   Sardegna Ricerche   Sardegna Ricerche – Social  Network del Distretto ICT   Sardinia Innovation   Start Cup Sardegna   Unica Liaison Office   Uniss Liaison Office  

Sito web 

Link amici 

n n

c d e f g

Notificami nuovi commenti a questo articolo via e­mail

n

Commento all'articolo   

n n

Notificami nuovi post via e­mail 

n

Link Reti  n

Ilonet  

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

096142

c d e f g

Ala di Pensiero   Il Mulino del tempo   Massimiliano Zonza   Sardinia Innovation   Thanks Darling   Valorest  


13/4/2014

BLOG

TORINO. Salone Libro: invitate 10 start up tecno, da Usa a Lituania ‹ 12alle1212alle12

CHI SIAMO

CONTATTACI

PER LA TUA PUBBLICITA’

VOCEA

ARCHIVIO GIORNALI

C O R S O

WWW.GIORNALELAVOCE.IT - WWW.12ALLE12.IT

ITALIA

PIEMONTE

PRIMA PAGINA

CERCA IL TUO COMUNE

S E O

M I L A NO

E

O NL I NE

Strategie, Pratica e Casi Studio. 30-31 Maggio 2014, Iscr…

IN PROVINCIA DI TORINO

EVENTI

TURISMO GRANDI EVENTI

grafi ed operatori TEMPO video REALE La Voce del Canavese (Ivrea)

SPORT

TURISMO

La Voce del Canavese (Chivasso)

BLOG

LETTERE AL DIRETTORE

TORINO. Cota non si candida alle europee

CALCIO. Cerci entusiasta, Gasperi

HOME / PIEMONTE / TORINO. SALONE LIBRO: INVITATE 10 START UP TECNO, DA USA A LITUANIA

PIEMONTE | TORINO

TORINO. SALONE LIBRO: INVITATE 10 START UP TECNO, DA USA A LITUANIA 07 APR 2014

0 COMMENTI

Salone del libro

TORINO - Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche. Dieci aziende internazionali, dagli Usa alla Lituania, saranno ospiti a Torino con prodotti che vanno da un ‘YouTube dell’editoria’ per socializzare la scrittura fino al software per creare ebook interattivi. “Alle sfide dell’editoria – dice l’assessore regionale alla Cultura Michele Coppola – si risponde con l’innovazione e la Regione sostiene questa novità. Il digitale deve diventare sempre di più prezioso alleato della lettura”.

http://12alle12.it/torino-salone-libro-invitate-10-start-tecno-da-usa-lituania/

1/2


13/4/2014

TORINO. Salone Libro: invitate 10 start up tecno, da Usa a Lituania ‹ 12alle1212alle12

Le aziende invitate, tutte nate dal 2011 in poi e tre delle quali piemontesi, parteciperanno al Salone gratuitamente. Sono state selezionate tra oltre cinquanta candidature attraverso un bando online attivato il 28 gennaio. Verranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiva, ogni start up avrà a disposizione uno spazio orario per presentare il progetto e un palinsesto di incontri con editori e potenziali investitori. Tw eet

1

0

Condividi

9

Mi piace

9

StumbleUpon

CONDIVIDI SU...

LASCIA UN COMMENTO L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * Nome *

Email *

Sito web

Commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

COMMENTO ALL'ARTICOLO

TESTATA LA VOCE DEL CANAVESE Reg. Tribunale di Torino n. 57 del 22/05/2007. Direttore responsabile: La Mattina Liborio. Proprietà LA VOCE SRL P.IVA 09594480015. Redazione: via Torino, 47 - 10034 - Chivasso (To). Testi e foto qui pubblicati sono proprietà de La Voce del Canavese tutti i diritti sono riservati. L'utilizzo dei testi e delle foto on line è, senza autorizzazione scritta, vietato (legge 633/1941).

http://12alle12.it/torino-salone-libro-invitate-10-start-tecno-da-usa-lituania/

2/2


13/4/2014

Salone libro: apre a start up tecnologiche, 10 aziende selezionate

Home Cronaca Politica Economia Estero Spettacolo Sport Salute Food Ricerca e sviluppo News in English Borsa | Tech | Travel | Cinema | Musica | Motori | Arte | People | Moda | Che animali! |

I News

I Portali AGI

Regionali AGI

PEI News

Login

Cerca

Dom enica 13 Aprile 2014

21:45 Nigeria: Boko Haram m assacrano 60 persone nel nord-est 21:40

Breaking News

20:22 Parroco aquilano m uore in chiesa davanti ai fedeli 20:04 Nigeria: alleanz

Tech ► Book libro

Salone libro: apre a start up tecnologiche, 10 aziende selezionate 17:01 07 APR 2014

(AGI) - Torino, 7 apr. - Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche, con un'area dedicata in cui 10 giovani aziende internazionali avranno l'opportunita' di partecipare gratuitamente alla piu' importante manifestazione italiana dedicata all'editoria. Le start up, selezionate attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1 gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la Airbnb fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a Prenota da 39€ a notte! sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di la' dell'ormai "tradizionale" eBook. Sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all'apprendimento e allo sviluppo di nuove capacita' per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realta' aumentata: questo il campo delle 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature e che verranno ospitate in un'area dedicata nel Padiglione 2 all'interno di 'Book to the future', il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d'eccellenza dell'editoria hi-tech. Oltre all'area espositiva, ogni partecipante avra' a disposizione uno slot orario in Sala 'Book to the future' per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell'arena esperienziale dell'Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e 'business angels', grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

Affitti a Torino

RSS

Like

Share

0

0

Tw eet

6

DA LEGGERE SU AGI.IT Salute: Cnr, con piu' pesce "bio" in mensa migliora dieta bimbi Ankara ignora decisione giudici, YouTube ancora bloccato I prodotti tipici aquilani domani a "Uno mattina Verde" Isagro: business plan 2014-2018, aumento capitale, dividendo dal 2016 Seat Pagine Gialle: perdita 2013 in calo a 347, 6 mln

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE Lo Ior e' salvo, Papa Francesco vara la riforma Atti sessuali con allieva 15enne: professoressa patteggia pena

Ultime da "Tech"

In arrivo il telefonino Amazon con comandi olografici in 3D (AGI) - Washington - Il 2014 potrebbe essere un 'annus horribilis' per Apple, Samsung e tutti i produttori di smartphone. � Amazon presentera' �[...] [...]

Le donne fingono l'orgasmo per aumentare la propria eccitazione Sesso: ossitocina rende piu' intenso l'orgasmo degli uomini

http://www.agi.it/tech/notizie/201404071701-tec-rt10207-salone_libro_apre_a_start_up_tecnologiche_10_aziende_selezionate

1/3


Ansa

Piemonte

Al Salone del Libro le start up tecno Assessore Coppola, a sfide editoria si risponde con innovazione

- Redazione ANSA - TORINO 15:46 07 aprile 2014- NEWS

(ANSA) - TORINO, 7 APR - Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche. Dieci aziende internazionali, dagli Usa alla Lituania, saranno ospiti a Torino con prodotti che vanno da un 'YouTube dell'editoria' per socializzare la scrittura fino al software per creare ebook interattivi. "Alle sfide dell'editoria - dice l'assessore regionale alla Cultura Michele Coppola - si risponde con l'innovazione e la Regione sostiene questa novità. Il digitale deve diventare sempre di più prezioso alleato della lettura".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


13/4/2014

Salone del libro di Torino 2014 | Book to the future | Start up tecnologiche

Il magazine romanzato di BLOGO

Homepage > Salone Internazionale del Libro

Salone del Libro di Torino 2014: l'innovazione tecnologica per favorire l'esperienza della lettura Scritto da: Roberto Russo - lunedì 7 aprile 2014

Mi piace

175

Tw eet

29

2

Share

0

Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up tecnologiche: 10 aziende internazionali protagoniste a maggio a Torino. Premiate per innovatività, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori.

http://www.booksblog.it/post/101977/salone-del-libro-di-torino-2014-linnovazione-tecnologica-per-favorire-lesperienza-della-lettura

1/7


13/4/2014

Salone del libro di Torino 2014 | Book to the future | Start up tecnologiche

Mentre in molti ancora guardano torvo gli eBook, al Salone del Libro di Torino i libri digitali vengono considerati “tradizionali” e si guarda oltre. E meno male, aggiungiamo noi, perché è il bello di un Salone di tal levatura che celebra il libro in tutte le sue forme. L’edizione di quest’anno del Salone, infatti, apre alle start up tecnologiche che hanno proposte veramente interessanti: dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Si tratta di dieci start up che sono state selezionate attraverso un bando online e che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale. Sono tutte start up giovani: per partecipare al bando, infatti, dovevano essere nate dopo il 1 gennaio 2011. Al bando hanno partecipato oltre cinquanta realtà e alla fine sono risultate vincitrici dieci, così suddivise per nazionalità: una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane. Chi dice che l’Italia sia sempre indietro è, così, bellamente sbugiardato! Queste dieci start up saranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech.

http://www.booksblog.it/post/101977/salone-del-libro-di-torino-2014-linnovazione-tecnologica-per-favorire-lesperienza-della-lettura

2/7


13/4/2014

Salone del libro di Torino 2014 | Book to the future | Start up tecnologiche

Vediamo in sintesi le dieci start up che troveremo poi al Salone di Torino (e di cui vi parleremo più a lungo, visto che Booksblog sarà al Salone del Libro):

20lines (Treviso): piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi (è il video in apertura di post). Bliu Bliu (Vilnius, Lituania): propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. JB Lab (Torino): presenta al Salone G.R.I.M.M. - Grow in MultiMedia, un e-book più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. MaieuticaLabs (Torino): ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. Newscron (Lugano, Svizzera): ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. Pubcoder (Torino): ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. SPAM (Milano): PAM è una start up milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Timbuktu (San Francisco, USA): produce prodotti digitali innovativi per bambini. TwoReads (Venezia): propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Xoonia (Milano): realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. http://www.booksblog.it/post/101977/salone-del-libro-di-torino-2014-linnovazione-tecnologica-per-favorire-lesperienza-della-lettura

3/7


13/4/2014

ultimaora - flash news 24 Corriere della Sera

coRrieRe della SeRa / CULTURA E SPETTACOLO

Al Salone del Libro le start up tecno 15:46 (ANSA) - TORINO - Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche. Dieci aziende internazionali, dagli Usa alla Lituania, saranno ospiti a Torino con prodotti che vanno da un 'YouTube dell'editoria' per socializzare la scrittura fino al software per creare ebook interattivi. "Alle sfide dell'editoria - dice l'assessore regionale alla Cultura Michele Coppola - si risponde con l'innovazione e la Regione sostiene questa novità. Il digitale deve diventare sempre di più prezioso alleato della lettura".

COSA DICE IL PAESE

27% si sente

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Spettacolo/Salone-Libro-start-tecno/07-04-2014/1-A_011782009.shtml

1/1


13/4/2014

Salone libro: kermesse apre a start up, dieci le aziende protagoniste - Libero Quotidiano

PIEMONTE

Salone libro: kermesse apre a start up, dieci le aziende protagoniste Torino, 7 apr. - (Adnkronos) - Il Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma al Lingotto Fiere dall'8 al 12 maggio prossimi, apre alle start up tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali, una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi, avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla manifestazione dedicata all'editoria in un'area dedicata. Le 10 start up vincitrici, selezionate attraverso un bando online tra le oltre 50 candidature, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all'apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. La aziende verranno ospitate in un'area dedicata nel Padiglione 2 all'interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d'eccellenza dell'editoria hi-tech. Oltre all'area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto, momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell'arena esperienziale dell'Area start up, un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation. "Alle sfide dell'editoria - sottolinea l'assessore alla Cultura del Piemonte, Michele Coppola - si risponde con l'innovazione che e' sempre più fattore irrinunciabile nelle politiche di programmazione a favore del libro, delle biblioteche e della promozione della cultura. Per questo abbiamo deciso di inserire questa nuova area che raccolta tutta la creativita' innovativa delle imprese culturali al servizio della lettura e del libro convinti che il digitale deve diventare sempre di più prezioso alleato della lettura".

http://www.liberoquotidiano.it/news/cultura/11588597/Salone-libro--kermesse-apre-a.html

1/1


13/4/2014

Il Salone Internazionale del Libro apre alle startup tecnologiche | Prima Comunicazione

13 Aprile 2014

Rss | New sletter | Carattere

| Seguici su

Cerca

EDITORIA

TELEVISIONE

MUY CONFIDENCIAL

PRIMA PAGINA

TLC MERCATO

CINEMA DATI E CIFRE

CREA PDF

NEW MEDIA

DOCUMENTI

STAMPA

COMUNICAZIONE

NOTIZIE DI AGENZIA

MANAGER

VIDEO

PUBBLICITÀ AGENDA

RADIO

LAVORO

IN EDICOLA

SEGNALA AD UN AMICO

Mercato 07 aprile 2014 | 16:16

Il Salone Internazionale del Libro apre alle startup tecnologiche Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle startup tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area dedicata. Le start up, selezionate attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell’ormai ‘tradizionale’ eBook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, verranno ospitate in un’area dedicata nel padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione: uno slot orario in sala book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

Contenuti correlati Milano, prima per innovazione. Il presidente Airi: “valorizziamo il ruolo dello sviluppo tecnologico” Dalla tecnologia alla ricerca, le linee guida per i Fondi Ue INPS: PREMIATO NUOVO PORTALE WEB, 500 MILA VISITE AL GIORNO

Video

La aziende selezionate sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione. A selezionare le aziende, una giuria composta Valentino Macri, segretario generale fondazione per il libro, la musica, e la cultura, roberto fantino, direttore commerciale e marketing Gl Events, Eugenio Pintore, dirigente regione Piemonte, Stefano Saladino, presidente Associazione Luoghi di Relazione, Fabio Sferruzzi, co-fondatore Talent Garden Torino, Donatella Cambosu, community & communication manager Startupbusiness, Vittorio Mauri, country manager Italia U-Start, Massimiliano Ceaglio, project manager TreataBit, Michele Padovani, ceo iStarter.

Su una tv locale napoletana caccia la collega dallo studio perchè ‘emotivamente coinvolta’ e non può parlare della squadra di calcio partenopea TUTTI I VIDEO Tw eet

0

7

Recom m end

12

Annunci di lavoro Lascia un commento

Milano – Stage nella divisione Media Relation »

Nome e Cognome *

Lecce – Collaboratore part-time per Redazione, Impaginazione, Grafica »

Email *

Roma – Web, Social & Media Communication, Pr online e offline »

(non sarà pubblicata)

TUTTI GLI ANNUNCI

Sito web Commento

Dati e cifre

(*) campi obbligatori

Lo scenario del cinema italiano a marzo »

http://www.primaonline.it/2014/04/07/182004/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-startup-tecnologiche/

1/3


13/4/2014

Salone libro: kermesse apre a start up, dieci le aziende protagoniste | Torino la Repubblica.it

C er c a: Archivio C er c a: Cerca nel Web con Google

Dom enica 13.04.2014 Ore 23.43 Hom e

Cronaca

IN EDICOLA

Sport

Foto

Video

La Repubblica dal 1984

Annunci

Aste-Appalti

Lavoro

Cerca Cerca

Motori

Negozi

Edizioni

LE ULTIME NOTIZIE

Salone libro: kermesse apre a start up, dieci le aziende protagoniste

Leggi il quotidiano Per abbonarsi Prezzi Consulta una copia LOGIN

Torino, 7 apr. - (Adnkronos) - Il Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma al Lingotto Fiere dall'8 al 12 maggio prossimi, apre alle start up tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali, una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi, avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla manifestazione dedicata all'editoria in un'area dedicata. Le 10 start up vincitrici, selezionate attraverso un bando online tra le oltre 50 candidature, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all'apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. La aziende verranno ospitate in un'area dedicata nel Padiglione 2 all'interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d'eccellenza dell'editoria hi-tech. Oltre all'area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto, momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell'arena esperienziale dell'Area start up, un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation. "Alle sfide dell'editoria - sottolinea l'assessore alla Cultura del Piemonte, Michele Coppola - si risponde con l'innovazione che e' sempre più fattore irrinunciabile nelle politiche di programmazione a favore del libro, delle biblioteche e della promozione della cultura. Per questo abbiamo deciso di inserire questa nuova area che raccolta tutta la creativita' innovativa delle imprese culturali al servizio della lettura e del libro convinti che il digitale deve diventare sempre di più prezioso alleato della lettura". (07 aprile 2014 ore 17.16)

ULTIMORA ADNKRONOS 18:19 Montagna: sci alpinista muore nel cuneese 18:10 Piemonte: Montalcini (Moderati), incontro con Chiamparino per regione piu' forte Le altre notizie DA REPUBBLICA.IT Il monito di Napolitano: "Anche se vincono gli euroscettici, l'Europa non torna indietro" Girella emerito di molto merito Kansas, irrompe e spara in due centri ebraici: tre morti TESTATE LOCALI

PUBBLICA QUI LA TUA INSERZIONE PPN

Per Te 3 mesi gratis*! Scegli Wall Street English e Scopri l'offerta di Aprile Richiedi maggiori info

Cerchi un prestito? Fissa un appuntamento nella filiale Compass più vicina! Inserisci i tuoi dati

Repubblica edizioni locali

Quotidiani locali MULTIMEDIA Music Corner con Vanilla Sky

REPUBBLICA TV

Weekend a Londra da 54€ Hotel ideale? trivago. Vedi ora le ultime offerte! www.trivago.it/Londra ANNUNCI (TORINO E PIEMONTE) Attività Com m erciali Vendita COGEFIM - 10935 - SOFTWARE HOUSE - PIEMONTE PIEMONTE SOFTWARE HOUSE ERP proprietaria operante a livello mondiale su aziende manifatturiere - .... Attività Com m erciali Vendita COGEFIM - 10908 - IMPORTANTE AZIENDA REALIZZAZIONE ed ASSISTENZA di IMPIANTI IDRO - TERMO - SANITARI ENERGIE RINNOVABILI - prov TORINO. . . Attività Com m erciali Torino Vendita COGEFIM 10878 COMMERCIO CALZATURE - prov TO MONCALIERI (TO) si cede storica attività di COMMERCIO CALZATURE posizionata su strada di.... Attività Com m erciali Torino Vendita ITALIACONSULTING - INT 3964 TORINO VENDITA TIPOGRAFIA Piemonte Torino situato in zona semicentrale artigianale abbiamo ricevuto. . . ANNUNCI DI LAVORO (TORINO E PIEMONTE) LAVORI IN BANCA? DIVENTA FAMILY BANKER! Agenti e Subagenti

http://torino.repubblica.it/dettaglio-news/-/4484144

1/2


13/4/2014

Salone libro: kermesse apre a start up, dieci le aziende protagoniste | Torino la Repubblica.it Nell'ambito del potenziamento della nostra rete di vendita siamo alla ricerca di...

ENTI E TRIBUNALI (TORINO E PIEMONTE) Fai di Repubblica Torino la tua hom epage | Redazione | Scriveteci | Rss/xm l | Servizio Clienti | Pubblicità I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale. Divisione La Repubblica Gruppo Editoriale L’Espresso Spa - P.Iva 00906801006

http://torino.repubblica.it/dettaglio-news/-/4484144

2/2


13/4/2014

Attese al Salone del Libro 10 start up dell'editoria hi-tech - Yahoo Notizie Italia

Utilizzando Yahoo, accetti che noi e i nostri partner possano impostare dei cookie per personalizzare contenuti e inserzioni pubblicitarie. Visita la nostra Informativa sulla Privacy per saperne di più

Attese al Salone del Libro 10 start up dell'editoria hi-tech Scritto da Prs | TMNews – lun 7 apr 2014

Torino, 7 apr. (TMNews) - Dalle piattaforme per la lettura condivisa ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all'apprendimento di lingue straniere fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Ecco cosa offriranno le 10 startup internazionali, che sono state selezionate per partecipare a 'Book to the future', il progetto speciale del Salone del Libro (Torino, 8-12 maggio), vetrina dell'editoria digitale. Svizzera, Lituania, Usa e Italia sono i paesi di provenienza delle 10 start up selezionate per Librolandia 2014 per grado di innovazione, creatività, e capacità di attrarre editori e lettori. Oltre all'area espositiva, ogni giovane azienda innovativa avrà a disposizione uno slot orario in Sala 'Book to the future' per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell'arena esperienziale dell'Area start up e un palinsesto di incontri business to business preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e cosiddetti 'business angels', grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

https://it.notizie.yahoo.com/attese-al-salone-del-libro-10-start-delleditoria-172807385.html

1/1


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte - Affaritaliani.it

IL PRIMO QUOTIDIANO ON-LI

fondatore e direttore Angelo Maria P

HOME ESTERI METEO

EUROPA

POLITICA FATTI & CONTI

OROSCOPO

GIOCHI

ECONOMIA GREEN

SHOPPING

MEDIATECH CASA

VIAGGI

CRONACHE IL SOCIALE RUBRICHE

CURA DI SÉ

CULTURE SPORT

AUTO E MOTORI

MODA

MILANOITALIA

CIBO & VINO

LIBRI & EDITORI

LIBRI & EDITORI

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte Svizzera, Lituania, Usa e Italia i paesi di provenienza delle 10 start up selezionate. Tre sono piemontesi... Martedì, 8 aprile 2014 - 07:16:00

Annunci video su YouTube youtube.com/Google/Ads Non richiede grossi budget o alta qualità di produzione. Inizia oggi. CONDIVIDI

14

1

13

Mi piace

Tw eet

72 Condividi

Altre notizie Paura per Bud Spencer. Ricoverato in ospedale

StarVegas ti aspetta starvegas.it Goditi i migliori giochi online. Subito 4000 Star di Benvenuto!

13 apr 2014

Tragico incidente nella Coppa Italia a Misano. Muore pilota 25enne

13 apr 2014

Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche, con un’area dedicata in cui 10 giovani http://www.affaritaliani.it/libri-editori/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.html

1/7


13/4/2014

aziende

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte - Affaritaliani.it

internazionali

avranno

l’opportunità

di

partecipare

gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria. Le start up, selezionate attraverso un bando online attivo

Mercedes MLC in passerella a Pechino 13 apr 2014

dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai “tradizionale” eBook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software

per

la

creazione

di

contenuti

digitali

interattivi,

dalle

applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la

Bonaiuti lascia Forza Italia: "Troppe divergenze e incomprensioni"

13 apr 2014

Bufera 5 stelle: sfiduciato Madetti, ritira la candidatura 13 apr 2014

conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, verranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza

I video consigliati La figlia della Boldrini scortata da poliziotti ''belli''. E' polemica

12 apr 2014

dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione: uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

Negozio di casalinghi anti-crisi. Sex toys fra pentole e bicchieri

12 apr 2014

Ucraina: blitz filorussi a est. Preso il controllo di servizi e polizia

12 apr 2014

La aziende selezionate sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità

Torna The Color Run, la corsa più allegra del pianeta

di ingaggio di editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione. A

12 apr 2014

selezionare le aziende, una giuria composta Valentino Macri,

Renzi apre la campagna: ''Sinistra che non cambia diventa destra''

Segretario Generale Fondazione per il Libro, la Musica, e la Cultura, Roberto Fantino, Direttore Commerciale e Marketing GL Events, Eugenio Pintore, Dirigente Regione Piemonte, Stefano Saladino,

12 apr 2014

Presidente Associazione Luoghi di Relazione, Fabio Sferruzzi, CoFondatore Talent Garden Torino, Donatella Cambosu, Community & Communication Manager Startupbusiness, Vittorio Mauri, Country Manager Italia U-Start, Massimiliano Ceaglio, Project Manager TreataBit, Michele Padovani, CEO iStarter.

L’Area Start up è

un’iniziativa di Salone Internazionale del Libro, GL events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione - organizzatrice del Digital Festival - con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden.

Le 10 start up vincitrici: 20lines - Treviso 20lines è una piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi. L’obiettivo è di mettere in contatto i lettori con migliaia di racconti scritti http://www.affaritaliani.it/libri-editori/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.html

2/7


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte - Affaritaliani.it

da autori emergenti che desiderano aumentare la propria visibilità online. Il principio a cui si ispira 20lines è simile a quello di youtube, ma trasferito nel mondo dell’editoria, dove gli utenti possono commentare e votare i racconti letti. Con due anni di vita la community oggi conta oltre 70 mila scrittori e lettori e più di 10 mila storie pubblicate. Bliu Bliu – Vilnius, Lituania Bliu Bliu, startup nata in Lituania nel Marzo 2013, si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile. Propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. Bliu Bliu colleziona le parole che lo studente conosce ed è in grado di trovare su Internet contenuti che utilizzano per la maggior parte solo questi vocaboli. Su Bliu Bliu le lingue non vengono studiate, la conoscenza migliora visualizzando contenuti interessanti e la tecnologia sviluppata riordina questi contenuti mostrando sempre materiale utile e comprensibile. JB Lab - Torino JB Lab presenta al Salone G.R.I.M.M. - Grow in MultiMedia, un ebook più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. È un progetto digitale educativo di avvicinamento alla lettura per l’infanzia, dai neonati all’età scolare. L’applicazione dà la possibilità di selezionare la fascia di età e di vedere crescere il libro con le esigenze e le competenze del bambino. G.R.I.M.M. affianca e aiuta il bambino nell’evoluzione emotiva e verbale e nell’apprendimento pre-scolare e scolare nella letto-scrittura attraverso l’uso della fiaba arricchita da effetti grafici e sonori. MaieuticaLabs – Torino Maieutica Labs ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. I Tutors si adattano in modo dinamico alle differenze individuali degli studenti e al loro livello in ogni momento del processo di apprendimento. Per ogni domanda formulata, è previsto un sistema di aiuti crescenti, che tiene conto del livello raggiunto dallo studente nelle domande precedenti. Le domande hanno lo scopo di verificare le conoscenze acquisite (verifiche sommative) e soprattutto di stimolare l’apprendimento (verifiche formative). I tutors si basano su una griglia di competenze e conoscenze specifiche, elaborate a partire dal quadro europeo di competenze chiave e, per l’Italia, dalle Indicazioni Nazionali. Newscron – Lugano, Svizzera Newscron è una start up svizzera che ha realizzato un aggregatore di http://www.affaritaliani.it/libri-editori/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.html

3/7


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte - Affaritaliani.it

contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. L’app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le news da diverse fonti. E’ personalizzabile e consente di scegliere le aree geografiche per le notizie e le categorie preferite, gestendo così il sovraccarico d’informazioni al quale siamo sottoposti ogni giorno. Il raggruppamento di notizie che appartengono allo stesso soggetto in storie facilita la lettura, facendo risparmiare tempo, e, grazie alla traccia temporale è possibile seguire l'evoluzione di una storia e ottenere prospettive multiple leggendo più fonti. Dopo soli 14 mesi dal debutto sul mercato avvenuto nel dicembre 2012, Newscron è diventato il più importante aggregatore semantico di notizie online a livello europeo, con più di mille fonti di notizie e una media di oltre 60 mila accessi mensili, oltre 300.000 download della app e più di 30 milioni di articoli letti solo in Italia nel 2013. Ha inoltre a avviato di recente una serie di partnership con alcuni editori per dare il via a una sperimentazione per la fornitura di contenuti premium agli utenti. Pubcoder - Torino Pubcoder è un’azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. Disponibile gratuitamente online, permette di creare un progetto digitale che può essere esportato su diverse piattaforme utilizzando lo standard EPUB3. L’idea è quella di dotare editori, agenzie e creativi di uno strumento semplice, che non richieda nessuna conoscenza profonda del codice e che permetta di lavorare su un unico progetto, anche declinato su più lingue, e di diffonderlo sulle principali piattaforme. SPAM – Milano SPAM è una start up milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Infatti, grazie all’applicazione il contenuto editoriale è arricchito: ad esempio, leggendo la recensione di un film è possibile visualizzare il trailer e, eventualmente, procedere immediatamente all’acquisto. Timbuktu – San Francisco, USA Timbuktu è un’azienda californiana che produce prodotti digitali innovativi per bambini. Vincitrice del premio "Migliore Rivista Digitale per Bambini" ai "Digital Magazine Awards 2013", Timbuktu progetta prodotti digitali che incoraggiano i bambini a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé. Grazie a un team di esperti di educazione, animazione, scrittura creativa, design, musica, teatro e tecnologia, Timbuktu crea giochi, prodotti editoriali e libri interattivi intuitivi, semplici e coinvolgenti. Timbuktu soddisfa le esigenze di genitori e insegnanti grazie a un approccio all’educazione innovativo e http://www.affaritaliani.it/libri-editori/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.html

4/7


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, ecco le 10 start up tecnologiche scelte - Affaritaliani.it

rispettoso e conquista i bambini con le sue storie disegnate per catturare l’attenzione e stimolare la creatività. TwoReads - Venezia TwoReads è una start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Le connessioni virtuali, individuate tramite algoritmi, trasformano ogni libro in un vero e proprio ipertesto contenente un’infinità di rimandi, idee, citazioni. Il risultato è un sistema reticolare e rizomatico che contiene grandi quantità di informazioni e in grado di memorizzare, organizzare e rendere disponibile la conoscenza. Le informazioni prodotte sono fruite secondo modalità non lineari e mai predefinite, i vari testi infatti sono collegati tramite le citazioni contenute al loro interno, seguendo quindi il flusso del pensiero degli autori. Xoonia - Milano L’azienda milanese realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. Questa interazione è possibile grazie all’uso di sensori e telecamere che individuano chi si trova di fronte allo schermo e ne interpretano i movimenti. Le principali applicazioni del software sono due: Logo interaction permette alle aziende di dare visibilità al proprio marchio in modo interattivo in eventi, fiere e spazi pubblici, Gesture Presentation consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani, facendo scorrere le diapositive e avviando filmati senza toccare tastiera, schermo o telecomandi.

http://www.affaritaliani.it/libri-editori/il-salone-internazionale-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.html

5/7


13/4/2014

Book to the future: le 10 startup che rivoluzioneranno l'editoria

En

Tw eet

Mi piace

264

Weblog StartupItalia!

Le 10 startup che rivoluzioneranno l’editoria

Il Sa lone Inte rna ziona le de l L ibro s i a pre a l dig ita le . E cco le s ta rtup s e le ziona te da l ba ndo che e s porra nno i propri prog e tti ne ll'a re a Book to the Future Mi piace

99

Tw eet

101

La sostenibilità, l’innovatività e la capacità di soddisfare sia le esigenze dei lettori sia le aspettative di editori e sponsor è una delle sfide dell’editoria, digitale e tradizionale. Lo abbiamo già detto in passato: è davvero difficile riuscire a trovare la quadra per un business in profonda crisi e in cui il famoso detto “uno su mille ce la fa” vale più che mai. Se osservate la timeline “24 siti che hanno cambiato il giornalismo“ prodotta da Il Futuro de i Pe riodici , noterete che nonostante i buoni propositi espressi, soltanto pochi possono vantare un business sostenibile. Ebbene, Il Sa lone Inte rna ziona le de l L ibro di Torino ha accettato la sfida e ha selezionato, per la sua rassegna annuale, 10 startup internazionali che saranno ospitate nell’area dedicata Book to the future. La selezione è avvenuta tramite un bando dal 28 gennaio al 15 Marzo. Le startup selezionate sono una lituana, una svizzera, una americana (non è una barzelletta) e sette italiane, di cui tre Piemontesi. Il criterio di selezione è avvenuto su un principio di «innov a tiv ità , cre a tiv ità , fa ttibilità de l prog e tto e ca pa cità di ing a g g io di e ditori e le ttori» Oltre all’area espositiva le aziende avranno la possibilità di presentare il proprio progetto al pubblico, editori, business angels attraverso incontri organizzati ad hoc nell’arena esperienziale dell’Area startup, un’iniziativa del Salone Internazionale del Libro, GL events-Lingotto Fiere e Associazione Luoghi di Relazione – organizzatrice del Digital Festival – con il sostegno di Regione Piemonte e in collaborazione con Tag – Talent Garden. Ecco le 10 startup vincitrici: 2 0 line s – Treviso: una community di scrittori e lettori in cui è anche possibile collaborare tra utenti alla stesura di un racconto, saggio, poesia o altro Bliu Bliu – Vilnius, Lituania: piattaforma per l’apprendimento delle lingue straniere utilizzando contenuti in lingua originale J B L a b – Torino: un’azienda che presenta G.R.I.M.M – Grow in MultiMedia, un e-book e un’applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni. Un progetto L’applicazione permette di selezionare l’età del bambino e adatta il libro alle esigenze e competenze dello stesso Ma ie utica l L a bs – Torino: propone Cloudschooling, una piattaforma di apprendimento rivolto alla scuola secondaria di primo e secondo grado con tutors di diverse discipline N e ws cron – Lugano, Svizzera: un aggregatore di contenuti che consente di leggere riviste, news, portali in un’unica applicazione che si basa su un algoritmo semantico Pubcode r – Torino: azienda che ha sviluppato un software che consente di creare un ebook avanzato anche se non si conosce a fondo i linguaggi di programmazione SPA M – Milano: rivista cartacea realizzata con la realtà aumentata. Attraverso l’applicazione è possibile, per esempio, leggere una recensione, guardare il trailer ed acquistare il film http://blog.startupitalia.eu/le-10-startup-che-rivoluzioneranno-leditoria/?utm_content=buffer0b8a6&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_camp…

1/2


13/4/2014

Book to the future: le 10 startup che rivoluzioneranno l'editoria

T im buk tu – San Francisco, USA: azienda californiana ma di stampo italiano, produce prodotti digitali per bambini. Vincitrice del premio “Migliore Rivista Digitale per Bambini” ai “Digital Magazine Awards 2013″ TwoRe a ds – Venezia: propone un software per una ricerca bibliografica intelligente basata sui gusti del lettore. Ogni libro diventa un ipertesto con rimandi a idee, citazioni e altri contenuti Xoonia – Milano: realizza software che attraverso dei sensori e telecamere permette di interagire con uno schermo e i suoi contenuti multimediali senza toccare lo schermo o usare comandi a distanza Tags Bando , Book to the future , editoria , salone internazionale del libro , startup , torino

Lascia un commento

Inform a zioni s u A ntonio Ta s s o Detto il Professore, ma è l’ultima cosa che vuole fare nella vita. Umanista rinnegato, al posto di un buon libro preferisce un manuale di grammatica italiana, colpa dei suoi studi sulla Linguistica. Amante del buon cibo (pugliese) , del mare e delle contraddizioni…infatti abita a Milano. Vedi tutti gli articoli di Antonio Tasso →

http://blog.startupitalia.eu/le-10-startup-che-rivoluzioneranno-leditoria/?utm_content=buffer0b8a6&utm_medium=social&utm_source=twitter.com&utm_camp…

2/2


13/4/2014

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

DOMENICA 13 APRILE 2014 Direttore Responsabile: Gildo Campesato

HOME » IT World » Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

L'EVENTO

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area ad hoc. Appuntamento a Torino dall'8 al 12 maggio di Lorenzo Forlani Il Salone Internazionale del Libro (8-1 2 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche. Dieci giov ani aziende internazionali av ranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area dedicata. Le start up, selezionate attrav erso un bando online attiv o dal 28 gennaio al 1 5 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1 ° gennaio 201 1 , offrono serv izi innov ativ i per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sv iluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai “tradizionale” eBook. Dalle piattaforme per la lettura condiv isa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattiv i, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sv iluppo di nuov e capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 1 0 start up v incitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, v erranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la v etrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiv a, ogni partecipante av rà a disposizione: uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lav ori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali inv estitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation. ©RIPRODUZIONE RISERV A T A

07 Aprile 201 4

T AG: start up, salone del libro, book to the future

ART ICOLI CORRELAT I

L'INIZIATIVA

L'INTERVISTA

L'EVENTO

IL PREMIO

Polihub, prende vita il distretto tecnologico milanese

Editoria digitale, Baban : "L'Italia ha bisogno di fare spin-in"

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

Edison Start, oltre 840 i progetti in gara

Resta sempre aggiornato, SEGUICI SU T WIT T ER

Segui @Cor_Com o su facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DEL CORRIERE DELLE COMUNICA ZIONI

Mi piace

SCARICA L'APP PER IL TUO SMARTPHONE O TABLET

REGISTRATI

http://www.corrierecomunicazioni.it/it-world/26962_il-salone-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.htm

1/2


13/4/2014

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche Qu ot idia n o on lin e d'in for m a zion e su ll'ICT : n ot izie, a ppr ofon dim en t i e a n a lisi su l m on do dell'In for m a t ion T ech n olog y , il dig it a le n ella pu bblica a m m in ist r a zion e, i n u ov i m edia , le t elecom u n ica zion i e la sa t econ om y . MA PPA DEL SIT O | CONT A T T A CI CORPO 1 0 SOC. COOP. A R.L. — LA RGO DI T ORRE A RGENT INA 1 1 — 0 0 1 8 6 ROMA — P.IV A : 0 8 6 5 0 2 5 1 0 0 5 cor r ier ecom u n ica zion i.it iscr it t o a l Reg ist r o della St a m pa del T r ibu n a le di Rom a n . 5 4 /2 0 0 9 in da t a 1 2 /0 2 /2 0 0 9

http://www.corrierecomunicazioni.it/it-world/26962_il-salone-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche.htm

2/2


13/4/2014

Le 10 start up tecnologiche selezionate dal Salone del Libro #SalTO14 | eBookReader Italia

Il blog » Contatti «Trova eBook» » Da dove iniziare Confronta eReader Sostieni il blog

search...

Go

eBook » eReader » News Software Tablet (e dintorni)

Le 10 start up tecnologiche selezionate dal Salone del Libro #SalTO14 Posted by Redazione on 8 aprile 2014 at 10:03

La selezione per innovatività, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori è stata fatta per il Salone Internazionale del Libro di Torino (8-12 maggio 2014): sono 10 le start up tecnologiche che vincono una postazione gratuita nell’Area start up. Lo spazio nell’ambito di Book to the future dà voce a giovani aziende che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali. Tutte le start up, scelte con bando internazionale, operano nel campo del prodotto editoriale in formato digitale. Avranno a disposizione un’arena centrale dedicata ad attività esperienziali per pubblico e addetti ai lavori e ogni azienda avrà occasione di incontrare editori del Salone, attraverso un calendario di appuntamenti preorganizzati per il business. Di seguito trovate l’elenco delle 10 imprese premiate, così come le presenta il comunicato di #SalTO14 —————————————————— Le 10 start up vincitrici 20lines – Treviso 20lines è una piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi. L’obiettivo è di mettere in contatto i lettori con migliaia di racconti scritti da autori emergenti che desiderano aumentare la propria visibilità online. Il principio a cui si ispira 20lines è simile a quello di youtube, ma trasferito nel mondo dell’editoria, dove gli utenti possono commentare e votare i racconti letti. Con due anni di vita la community oggi conta oltre 70 mila scrittori e lettori e più di 10 mila storie pubblicate. Bliu Bliu – Vilnius, Lituania Bliu Bliu, startup nata in Lituania nel marzo 2013, si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile. Propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. Bliu Bliu colleziona le parole che lo studente conosce ed è in grado di trovare su Internet contenuti che utilizzano per la maggior parte solo questi vocaboli. Su Bliu Bliu le lingue non vengono studiate, la conoscenza migliora visualizzando contenuti interessanti e la tecnologia sviluppata riordina questi contenuti mostrando sempre materiale utile e comprensibile. JB Lab – Torino JB Lab al Salone presenta GRIMM - Grow in MultiMedia, un e-book più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. È un progetto digitale educativo di avvicinamento alla lettura per l’infanzia, dai neonati all’età scolare. L’applicazione dà la possibilità di selezionare la fascia di età e di vedere crescere il libro con le esigenze e le competenze del bambino. GRIMM affianca e aiuta il bambino nell’evoluzione emotiva e verbale e nell’apprendimento pre-scolare e scolare http://www.ebookreaderitalia.com/le-10-start-up-tecnologiche-selezionate-dal-salone-del-libro-salto14/

1/5


13/4/2014

Le 10 start up tecnologiche selezionate dal Salone del Libro #SalTO14 | eBookReader Italia

nella letto-scrittura attraverso l’uso della fiaba arricchita da effetti grafici e sonori. MaieuticaLabs – Torino Maieutica Labs ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. I tutors si adattano in modo dinamico alle differenze individuali degli studenti e al loro livello in ogni momento del processo di apprendimento. Per ogni domanda formulata, è previsto un sistema di aiuti crescenti, che tiene conto del livello raggiunto dallo studente nelle domande precedenti. Le domande hanno lo scopo di verificare le conoscenze acquisite (verifiche sommative) e soprattutto di stimolare l’apprendimento (verifiche formative). I tutors si basano su una griglia di competenze e conoscenze specifiche, elaborate a partire dal quadro europeo di competenze chiave e, per l’Italia, dalle Indicazioni Nazionali. Newscron – Lugano, Svizzera Newscron è una start up svizzera che ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. L’app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le news da diverse fonti. È personalizzabile e consente di scegliere le aree geografiche per le notizie e le categorie preferite, gestendo così il sovraccarico d’informazioni al quale siamo sottoposti ogni giorno. Il raggruppamento di notizie che appartengono allo stesso soggetto in storie facilita la lettura, facendo risparmiare tempo, e, grazie alla traccia temporale è possibile seguire l’evoluzione di una storia e ottenere prospettive multiple leggendo più fonti. Dopo soli 14 mesi dal debutto sul mercato avvenuto nel dicembre 2012, Newscron è diventato il più importante aggregatore semantico di notizie on-line a livello europeo, con più di mille fonti di notizie e una media di oltre 60 mila accessi mensili, oltre 300.000 download della app e più di 30 milioni di articoli letti solo in Italia nel 2013. Ha inoltre avviato di recente una serie di partnership con alcuni editori per dare il via a una sperimentazione per la fornitura di contenuti premium agli utenti. Pubcoder – Torino Pubcoder è un’azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. Disponibile gratuitamente online, permette di creare un progetto digitale che può essere esportato su diverse piattaforme utilizzando lo standard EPUB3. L’idea è quella di dotare editori, agenzie e creativi di uno strumento semplice, che non richieda nessuna conoscenza profonda del codice e che permetta di lavorare su un unico progetto, anche declinato su più lingue, e di diffonderlo sulle principali piattaforme. SPAM – Milano SPAM è una start up milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Infatti, grazie all’applicazione il contenuto editoriale è arricchito: ad esempio, leggendo la recensione di un film è possibile visualizzare il trailer e, eventualmente, procedere immediatamente all’acquisto. Timbuktu – San Francisco, USA Timbuktu è un’azienda californiana che produce prodotti digitali innovativi per bambini. Vincitrice del premio “Migliore Rivista Digitale per Bambini” ai “Digital Magazine Awards 2013″, Timbuktu progetta prodotti digitali che incoraggiano i bambini a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé. Grazie a un team di esperti di educazione, animazione, scrittura creativa, design, musica, teatro e tecnologia, Timbuktu crea giochi, prodotti editoriali e libri interattivi intuitivi, semplici e coinvolgenti. Timbuktu soddisfa le esigenze di genitori e insegnanti grazie a un approccio all’educazione innovativo e rispettoso e conquista i bambini con le sue storie disegnate per catturare l’attenzione e stimolare la creatività. TwoReads - Venezia TwoReads è una start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Le connessioni virtuali, individuate tramite algoritmi, trasformano ogni libro in un vero e proprio ipertesto contenente un’infinità di rimandi, idee, citazioni. Il risultato è un sistema reticolare e rizomatico che contiene grandi quantità di informazioni e in grado di memorizzare, organizzare e rendere disponibile la conoscenza. Le informazioni prodotte sono fruite secondo modalità non lineari e mai predefinite, i vari testi infatti sono collegati tramite le citazioni contenute al loro interno, seguendo quindi il flusso del pensiero degli autori. Xoonia – Milano Xoonia, azienda milanese, realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. Questa interazione è possibile grazie all’uso di sensori e telecamere che individuano chi si trova di fronte allo schermo e ne interpretano i movimenti. Le principali applicazioni del software sono due: Logo interaction permette alle aziende di dare visibilità al proprio marchio in modo interattivo in eventi, fiere e spazi pubblici, Gesture Presentation consente di guidare una http://www.ebookreaderitalia.com/le-10-start-up-tecnologiche-selezionate-dal-salone-del-libro-salto14/

2/5


13/4/2014

Le 10 start up tecnologiche selezionate dal Salone del Libro #SalTO14 | eBookReader Italia

presentazione solamente con i gesti delle mani, facendo scorrere le diapositive e avviando filmati senza toccare tastiera, schermo o telecomandi. . Potrebbero interessarti anche questi articoli: 1. Salone Libro: riaprire il dibattito su scuola e libri digitali 2. IBS presenta i nuovi LeggoIBS al Salone del Libro di Torino Tags: eBook, editoria_digitale, libro Trovato questo articolo interessante?

Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche di Google. Diffondere contenuti che trovi interessanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! 26 Like

4

40 Tw eet

2 Condividi

Leave a Reply L'indirizzo email non verrĂ pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * Your Name * Your Email * Your Website

Comment Ă&#x2C6; possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> Submit

Related Posts

2 modi facili per salvare le librerie del territorio5 aprile 2014 Kobo ripensa il suo servizio clienti 4 aprile 2014 Amazon al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia #ijf1427 marzo 2014 Ebook in viaggio: che cosa leggono i pendolari tra una fermata e lâ&#x20AC;&#x2122;altra8 marzo 2014

http://www.ebookreaderitalia.com/le-10-start-up-tecnologiche-selezionate-dal-salone-del-libro-salto14/

3/5


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

08-04-2014 1+6 1

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

08-04-2014 39 1

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


13/4/2014

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

Sei in News IT 24h

domenica 13 aprile 2014

newsit24

Cerca

Notizie ogni minuto

Milano

Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

Napoli

Estratto dal: corrierecomunicazioni.it.world aprile 07, 2014

Notizie Roma

Seguire newsit24 Mi piace

Mi piace

0

Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area ad hoc. Appuntamento a Torino dall'8 al 12 maggio

Genova Bologna Firenze Bari

Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità dipartecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area dedicata. Le start up, selezionate attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai "tradizionale" eBook.

Catania Venezia Verona Messina Padova Trieste Brescia Taranto Prato Parma Reggio Calabria Reggio Emilia

Ravenna

9 minuti fa

Napolitano ricorda: Dall'incontro con Brandt al visto Usa negato da 11 minuti fa

Napolitano ricorda: Dall'incontro con Brandt al visto Usa negato da 18 minuti fa

Beppe Grillo come ‘Anonymous’, intervista a volto coperto 19 minuti fa

penitenziario e canta per i detenuti

Perugia Livorno

Ultime

Andrea Bocelli visita il

... articolo completo: corrierecomunicazioni.it.world

Modena

0

0

Torino Palermo

365

Tags: Salone del Libro Start Up Tecnologiche

Altre notizie

Cagliari Foggia

Autore: Associata corrierecomunicazioni.it.world

Rimini

Ultime

Salerno

7 minuti fa

Ferrara Sassari Siracusa Pescara Monza

Correlati

Bonera non lo nega: "Milan abituato ad altro

Tutti in fila alla Fiera per Ragazzi

rispetto all'Europa

Irap, start up al palo

Latina

L’app per sciatori vince il premio...

7 minuti fa

Bergamo

Start up, una pioggia di bandi per l&rsq...

Milan, Seedorf: "Partita

Forl�

Pmi manifatturiere, un bando per parteci...

Giugliano in Campania Trento Vicenza

non bella, ma abbiamo rischiato poco"

Cna a Viterbo per l'incontro al Fuorisal... 7 minuti fa

Altre notizie su Il Salone del Libro apre alle start up tecnologiche

Milan, Bonera: "Pensiamo a Livorno e Roma, non

Terni

ancora al derby"

Novara Bolzano Piacenza

8 minuti fa

Filmati correlati

Pellegrino in sala

Ancona

Film: Intercity Night 794 Reggio

Film: C'è solo l'INTER per Reggio

Film: Torino-Perugia del 21-06-

Film: ICN 795 Torino Porta

conferenze: "Abbiamo

Arezzo

Calabria -...

Emilia...

98...

Nuov a - Reggio...

messo in difficoltà il Milan"

Andria Udine Cesena

Altre notizie

Lecce

Lascia un commento Comentar...

Publicar também no Facebook Publicando como Eddy Parolisi (Trocar)

Comentar

Plug-in social do Facebook

Ultime Notizie

Ultime Tag

Partners

M5S Bari sfiducia candidato sindaco e

Moderna Sulleadozioni

Brazil Sport

Napolitano ricorda: Dall'incontro con

Componente Dellasegreteria del Partito

Brazil Sport Tags

http://www.newsit24.com/notizie/il-salone-del-libro-apre-alle-start-up-tecnologiche

1/2


13/4/2014 Chi siamo

Salone Internazionale del Libro, le dieci startup finaliste per Book to the future Clan

Filosofia

Lab

SOCIAL MEDIA

Academy

MARKETING

Advertise

Partners

MOBILE

Contact us

BUSINESS

cerca

DIGITAL

DESIGN

MEDIA

NINJA LIFE

×

08 aprile 2014 | Fabio Casciabanca aka Bakeru Taov Guarda il suo profilo!

LAVORO

NINJA ACADEMY

ADVERTISING

Salone Internazionale del Libro, le dieci startup finaliste per Book to the future Tutto quello che accadrà nel futuro dell'editoria al Salone di Torino Mi piace Piace a 43 persone. Di' che ti piace prima di tutti i tuoi amici.

Il tuo brand qui? » ALTRE STORIE

App of the Week: trova con l’app AVPN la vera pizza napoletana

Anche Olay contro gli stereotipi sulla bellezza femminile [VIDEO]

L’Australia ha tutto, eccetto voi: British Airways punta sull’emotional branding

Consiglia

Al Salone Internazionale del Libro di Torino quest’anno debutta l’Area Startup. Il Padiglione 2, interamente dedicato alle nuove tecnologie hi-tech per la fruizione culturale,

Il Festival of Media Global in immagini [FOTOGALLERY]

In vacanza con lo smartphone: lo studio sui viaggiatori europei

ospiterà dieci startup internazionali che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti editoriali.

Book to the future, lo spazio imperdibile del Salone Internazionale del Libro Se la produzione editoriale tende ormai sempre di più a differenziarsi in base al supporto tecnologico di fruizione del prodotto libro, sono sempre di più le giovani imprese che stanno contribuendo a trasformare e sviluppare l’editoria in formato digitale.

In Francia arriva il divieto di rispondere alle mail di lavoro dopo le 18

Heartbleed: i siti colpiti e le password che dovreste cambiare il prima possibile

Al suo quarto anno, Book to the future è già diventato uno degli spazi imperdibili del festival, dove esplorare le contaminazioni tra le varie forme di espressione culturale, domandarsi cosa accadrà nel futuro di questo settore e scoprire i nuovi modelli di business della Cultura 2.0. Negli ultimi anni hanno partecipato a quest’area alcuni dei player più importanti dell’editoria hi-tech: Amazon, Kobo, Sony, Trekstor e Nokia.

http://www.ninjamarketing.it/2014/04/08/salone-internazionale-del-libro-le-dieci-startup-finaliste-per-book-to-the-future/

Dermablend lancia la serie di “reality ad” Camo Confession [VIDEO]

1/5


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, le dieci startup finaliste per Book to the future RIBBON

Un bando online per le startup Quest’anno dieci startup hanno avuto l’opportunità di essere selezionate attraverso un bando online per partecipare gratuitamente al Salone Internazionale del Libro di Torino, nell’area hitech. Tra le oltre 50 aziende partecipanti da tutta Europa e non solo, sono state selezionate dieci vincitrici: una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane. Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori i parametri usati per la valutazione da parte di una giuria composta da Valentino Macri, Segretario Generale Fondazione per il Libro, la Musica, e la Cultura, Roberto Fantino, Direttore Commerciale e Marketing GL Events, Eugenio Pintore, Dirigente Regione Piemonte, Stefano Saladino, Presidente Associazione Luoghi di Relazione, Fabio Sferruzzi, Co-Fondatore Talent Garden Torino, Donatella Cambosu, Community & Communication Manager Startupbusiness, Vittorio Mauri, Country Manager Italia U-Start, Massimiliano Ceaglio, Project Manager TreataBit, Michele Padovani, CEO iStarter.

Oltre alla partecipazione gratuita all’area espositiva, ogni startup avrà a disposizione uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto, momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up, un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

http://www.ninjamarketing.it/2014/04/08/salone-internazionale-del-libro-le-dieci-startup-finaliste-per-book-to-the-future/

2/5


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, le dieci startup finaliste per Book to the future

Le dieci start up vincitrici Pubcoder – Torino Ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. MaieuticaLabs – Torino Ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. I Tutors si adattano in modo dinamico alle differenze individuali degli studenti e al loro livello in ogni momento del processo di apprendimento.

JB Lab – Torino Presenta G.R.I.M.M. – Grow in MultiMedia, un e-book più applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. L’applicazione dà la possibilità di selezionare la fascia di età e di vedere crescere il libro con le esigenze e le competenze del bambino. Bliu Bliu – Vilnius, Lituania Si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile. Propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. Newscron – Lugano, Svizzera Ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. L’app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le news da diverse fonti. Timbuktu – San Francisco, USA Produce prodotti digitali innovativi per bambini. Vincitrice del premio “Migliore Rivista Digitale per Bambini” ai “Digital Magazine Awards 2013″, Timbuktu progetta prodotti digitali che incoraggiano i bambini a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé.

http://www.ninjamarketing.it/2014/04/08/salone-internazionale-del-libro-le-dieci-startup-finaliste-per-book-to-the-future/

3/5


13/4/2014

Salone Internazionale del Libro, le dieci startup finaliste per Book to the future

Xoonia – Milano Realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. TwoReads – Venezia Start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. 20lines – Treviso È una piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi. L’obiettivo è di mettere in contatto i lettori con migliaia di racconti scritti da autori emergenti che desiderano aumentare la propria visibilità online. SPAM – Milano Produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. ARTICOLI CORRELATI

Crisi dell’editoria, la ripresa passa dal social [TREND]

Dalani Home & Living. Fino al 70% di sconto sui vostri acquisti! (4WNet)

Libri per iPhone iPad: la novità su App Store è SXHO

E-book app: l’editoria entra negli appstore

StartupBus, 72 ore a bordo di un bus per sviluppare una startup

Ebook ed editoria tradizionale: ne parliamo con Fabio Di Donna [INTERVISTA]

COMMENTA

Aggiungi un commento...

Pubblica anche su Facebook Stai pubblicando come Eddy Parolisi (Modifica)

Commenta

Plug-in sociale di Facebook

http://www.ninjamarketing.it/2014/04/08/salone-internazionale-del-libro-le-dieci-startup-finaliste-per-book-to-the-future/

4/5


13/4/2014

Salone del Libro e digitale: 10 start up protagoniste | Parole a Colori

AB OUT M E

COL L AB OR AZ ION I

R EDAZIONE

SEAR CH…

E guardo il mondo da un oblò, mi annoio un po’

LIBRI

CINEMA

BREAKING NEWS

EVEN TI

LI B RI

WORLD

EVENTI

SPORT

SPETTACOLO

FOCUS

FUTURA

WEEK END AL C INEMA: TU TTI I F IL M IN S AL A DAL 10 APR IL E

TECN O LO G I A

SALONE DEL LIBRO E DIGITALE: 10 START UP PROTAGONISTE

ENTER K EYWOR DS …

GO

APR 8, 2 014 | R OB Y TU R I | N O C OMME N T | E VE N TI , L I B R I , TE C N OL OGI A Non solo editoria classica e digitale, al Salone Internazionale del Libro che si terrà a Torino dall’8 al 12 maggio. La più importante fiera libraria del nostro paese da 4 anni ha deciso di aprire le porte anche alle start up tecnologiche, allestendo per 10 giovani aziende un’area dedicata all’interno di Book to the future, nel Padiglione 2. Le start up selezionate quest’anno (1 svizzera, 1 lituana, 1 californiana e 7 italiane) tra oltre 50 candidate on-line offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, servizi che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell’ormai “tradizionale” eBook. Tante le idee: dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Passiamo in rassegna le 10 start up vincitrici. 20lines – Treviso | 20lines è una piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi. L’obiettivo è mettere in contatto lettori e autori emergenti, dando la possibilità a tutti di scrivere il proprio racconto. Il principio a cui si ispira 20lines è simile a quello di Youtube, ma trasferito nel mondo dell’editoria, dove gli utenti possono commentare e votare i racconti letti. Bliu Bliu – Vilnius, Lituania | Bliu Bliu, start up nata in Lituania nel Marzo 2013, si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando solo materiale originale, interessante e comprensibile. Con questo metodo, agli utenti vengono proposti solo libri e notizie o video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’apprendente. Bliu Bliu salva le parole che lo studente conosce ed è in grado di trovare su Internet contenuti che utilizzano questi vocaboli.

http://paroleacolori.com/salone-del-libro-e-digitale-10-start-up-protagoniste/

1/4


13/4/2014

Salone del Libro e digitale: 10 start up protagoniste | Parole a Colori

JB Lab – Torino | JB Lab presenta al Salone G.R.I.M.M. – Grow in MultiMedia, un e-book più

Parole a colori

applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni, che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. È un progetto digitale educativo di avvicinamento alla lettura per l’infanzia, dai  neonati all’età scolare. L’applicazione da la possibilità di selezionare la fascia di età e di veder crescere il libro in base alle esigenze e alle competenze del bambino.

Mi piace Parole a colori piace a 445 persone.

MaieuticaLabs – Torino | Maieutica Labs ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento per la scuola secondario (di primo e di secondo grado), che ospita tutor di diverse discipline che si adattano alle esigenze degli studenti. Newscron – Lugano, Svizzera | Newscron è una start up svizzera che ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. La app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le notizie, estraendole da diverse fonti. È personalizzabile e consente di scegliere le aree geografiche per le notizie e le categorie preferite, gestendo così il sovraccarico d’informazioni al quale siamo sottoposti ogni giorno. Pubcoder – Torino | Pubcoder è un’azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di

Plug-in sociale di Facebook

programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. Disponibile gratuitamente online, permette di creare un progetto digitale che può essere esportato su diverse piattaforme utilizzando lo standard EPUB3. L’idea è quella di dotare editori, agenzie e creativi di uno strumento semplice, che non richieda nessuna conoscenza profonda del codice e che permetta di lavorare su un unico progetto, anche declinato su più lingue, e di diffonderlo sulle principali piattaforme. SPAM – Milano | SPAM è una start up milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Infatti, grazie all’applicazione il contenuto editoriale è arricchito: ad esempio, leggendo la recensione di un film è possibile visualizzare il trailer e, eventualmente, procedere immediatamente all’acquisto. Timbuktu – San Francisco, USA | Timbuktu è un’azienda californiana che produce prodotti digitali innovativi per bambini, prodotti che li incoraggiano a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé. Grazie a un team di esperti di educazione, animazione, scrittura creativa, design, musica, teatro e tecnologia, Timbuktu crea giochi, prodotti editoriali e libri interattivi intuitivi, semplici e coinvolgenti. TwoReads - Venezia | TwoReads è una start up specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Le connessioni virtuali, individuate tramite algoritmi, trasformano ogni libro in un vero e proprio ipertesto contenente un’infinità di rimandi, idee, citazioni. Il risultato è un sistema reticolare che contiene grandi quantità di informazioni e in grado di memorizzare, organizzare e rendere disponibile la conoscenza. Le informazioni prodotte sono fruite secondo modalità non lineari e mai predefinite, i vari testi infatti sono collegati tramite le citazioni contenute al loro interno, seguendo quindi il flusso del pensiero degli autori. Xoonia – Milano | L’azienda milanese realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. Questa interazione è possibile grazie all’uso di sensori e telecamere che individuano chi si trova di fronte allo schermo e ne interpretano i movimenti. Le

LI B RI

BAMBINI E LIBRI: COME FARLI DIVENTARE AMICI R OB Y TU R I | N OV 6, 2 013

principali applicazioni del software sono due: Logo interaction permette alle aziende di dare

Con la passione per la lettura si

visibilità al proprio marchio in modo interattivo in eventi, fiere e spazi pubblici; Gesture

nasce. Oppure no?...

Presentation consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani, facendo scorrere le diapositive e avviando filmati senza toccare tastiera, schermo o telecomandi.

LI B RI

Share this:

BUONI PROPOSITI LIBRESCHI DI NOVEMBRE

TAGS : L I B R I S AL ON E D E L L I B R O S TAR T U P TOR I N O

R OB Y TU R I | N OV 2 , 2 013 Come avevo anticipato a ottobre, nonostante i buoni propositi può...

ABOUT ROBYTURI FESTI VI TÀ

LI B RI

LIBRI CHE PARLANO DI http://paroleacolori.com/salone-del-libro-e-digitale-10-start-up-protagoniste/

2/4


13/4/2014

Quo Media - Salone del libro, le start-up aiutano a leggere

MEDIA

Business

Equo compenso, arriva la tassa sugli smartphone

Blackberry pensa al taglio degli smartphone

Salone del libro, le start-up aiutano a leggere

Mobile

Tivù

Rubriche

Amici, la gara incrocia Garko e Panariello

Internet cerca la felicità con Happify

08/04/2014 09:55

Il Salone internazionale del libro, che si svolgerà dall’8 al 12 maggio a Torino apre alle start-up tecnologiche, con un'area dedicata in cui 10 giovani aziende internazionali avranno l'opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all'editoria. Le start-up, selezionate attraverso un bando online dedicato ad aziende nate dopo il 1 gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai conosciuto e-book. Sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all'apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata: questo il campo delle 10 start-up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature e che verranno ospitate in un'area dedicata all'interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d'eccellenza dell'editoria hi-tech.

Par condicio ribaltata: tornano i talk show? Russia: attacco hacker contro scrittore anti-br... Biaggi commenta la Superbike per Italia 1 Intel, arriva il momento mobile Microsoft nella mischia per i brevetti di Kodak

Seguici su Twitter @QuoMediaNews

Cartoons on the Bay in versione veneziana Il mondo ricorda Nino Manfredi [Flash] Al via il ventesimo Torino Comics Selfie per aiutare la ricerca sul cancro [Flash] Tv e nuovi media si incontrano a Dogliani Heartbleed, la paura fa cambiare password [Flash] Gregoretti: racconterò al cinema un cialtrone, io [Flash] Matt Demon sbarca sul pianeta rosso Il Guardian gioca con la condanna di Berlusconi [Flash] Crescentini miglior attrice Vittorio Veneto Film Festival Netflix vuole il 4k, ma serve banda Medio Oriente protagonista al Middle East Now Prof oltraggiato su Facebook, stop agli esami Gli anziani americani scoprono il web [Flash] Aspirante vedovo è il CineMattone 2014

Chi siamo | Colophon | Email | QUO MEDIA MAG abbonamenti | Pubblicità | Rss | U na pubblic azione D ies is G roup - P .I V A 1 3 0 2 5 4 9 0 1 5 5 | Regis trazione del tribunale di M ilano n. 7 9 9 del 2 8 /1 2 /2 0 0 6

http://quomedia.diesis.it/index.php/Salone-del-libro-le-start-up-aiutano-a-leggere

i nostri collegamenti

1/1


13/4/2014

Il Salone del Libro apre alle startup | Webnews

Il Salone del Libro apre alle startup Dieci startup internazionali parteciperanno gratuitamente alla manifestazione di Torino, selezionate da un bando. Ecco i loro nomi. Marco V iviani, 8 aprile 2014, 9:00 Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle startup tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali, tutte nate dopo il 2011, avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area loro dedicata. Le startup sono state selezionate attraverso un bando chiuso due settimane fa: tra i nomi si riconoscono alcune aziende italiane già molto note nell’ecosistema per la loro capacità di innovare il mondo attorno ai libri e alla cultura, dal self publishing al learning. Le aziende selezionate sono una svizzera, una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi. Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione che porteranno a Torino società che offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell’ebook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, verranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hi-tech. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione uno slot orario in sala per presentare il proprio progetto, momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale, un palinsesto di incontri preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels.

Le 10 startup vincitrici 20lines (Treviso). Piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere gratuitamente racconti brevi, 20lines ha l’obiettivo di mettere in contatto i lettori con migliaia di racconti scritti da autori emergenti che desiderano aumentare la propria visibilità online. Il principio a cui si ispira 20lines è simile a quello di Youtube, ma trasferito nel mondo dell’editoria, dove gli utenti possono commentare e votare i racconti letti. Con due anni di vita la community oggi conta oltre 70 mila scrittori e lettori e più di 10 mila storie pubblicate. Bliu Bliu (Vilnius, Lituania). Startup nata in Lituania un anno fa, si occupa di apprendimento delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile. Propone infatti un innovativo metodo per l’apprendimento delle lingue straniere attraverso la lettura di libri e notizie o la visualizzazione di video provenienti dal web in lingua originale, selezionati in base al livello e agli interessi dell’utente. Bliu Bliu colleziona le parole che lo studente conosce ed è in grado di trovare su Internet contenuti che utilizzano per la maggior parte solo questi vocaboli. Su Bliu Bliu le lingue non vengono studiate, la conoscenza migliora visualizzando contenuti interessanti e la tecnologia sviluppata riordina questi contenuti mostrando sempre materiale utile e comprensibile. JB Lab (Torino). JB Lab presenta al Salone G.R.I.M.M. – Grow in MultiMedia, un ebook con applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce d’età. Si tratta di un progetto digitale educativo di avvicinamento alla lettura per l’infanzia, dai neonati all’età scolare. L’applicazione dà la possibilità di selezionare la fascia di età e di vedere crescere il libro con le esigenze e le competenze del bambino. G.R.I.M.M. affianca e aiuta il bambino nell’evoluzione emotiva e verbale e nell’apprendimento pre-scolare e scolare nella letto-scrittura attraverso l’uso della fiaba arricchita da effetti grafici e sonori. MaieuticaLabs (Torino). Questa startup ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado. I Tutors si adattano in modo dinamico alle differenze individuali degli studenti e al loro livello in ogni momento del processo di apprendimento. Per ogni domanda formulata, è previsto un sistema di aiuti crescenti, che tiene conto del livello raggiunto dallo studente nelle domande precedenti. Le domande hanno lo scopo di verificare le conoscenze acquisite (verifiche sommative) e soprattutto di stimolare l’apprendimento (verifiche formative). I tutors si basano su una griglia di competenze e conoscenze specifiche, elaborate a partire dal quadro europeo di competenze chiave e, per l’Italia, dalle indicazioni nazionali. Newscron (Lugano, Svizzera). Newscron è una startup svizzera che ha realizzato un aggregatore di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione. L’app è basata su un algoritmo semantico che aggrega le news da diverse fonti, consente di scegliere le aree geografiche per le notizie e le categorie preferite. Dopo soli 14 mesi dal debutto sul mercato avvenuto nel dicembre 2012, Newscron è diventato il più importante aggregatore semantico di notizie online a livello europeo, con più di mille fonti di notizie e una media di oltre 60 mila accessi mensili, oltre 300.000 download della app e più di 30 milioni di articoli letti solo in Italia. Pubcoder (Torino). Un’azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque, anche a chi non ha alcuna conoscenza di linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura sincronizzata del testo. Disponibile gratuitamente online, permette di creare un progetto digitale che può essere esportato su diverse piattaforme utilizzando lo standard EPUB3. L’idea è quella di dotare editori, agenzie e creativi di uno strumento semplice, che non richieda nessuna conoscenza profonda del codice e che permetta di lavorare su un unico progetto, anche declinato su più lingue, e di diffonderlo sulle principali piattaforme. SPAM (Milano). Una startup milanese che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata. Infatti, grazie all’applicazione il contenuto editoriale è arricchito: ad esempio, leggendo la recensione di un film è possibile visualizzare il trailer ed eventualmente procedere immediatamente all’acquisto. Timbuktu (San Francisco, USA). Timbuktu è uno dei fiori all’occhiello della creatività startuppara italiana nel mondo. Fondata da Elena Favilli e

http://www.webnews.it/2014/04/08/il-salone-del-libro-apre-alle-startup/

1/2


13/4/2014

Il Salone del Libro apre alle startup | Webnews Francesca Cavallo , produce prodotti digitali innovativi per bambini. Vincitrice del premio “Migliore Rivista Digitale per Bambini” ai “Digital Magazine Awards 2013″, Timbuktu progetta prodotti digitali che incoraggiano i bambini a conoscere il mondo attraverso l’esperienza e a usare l’immaginazione come strumento per scoprire e cambiare la realtà intorno a sé. Grazie a un team di esperti di educazione, animazione, scrittura creativa, design, musica, teatro e tecnologia, Timbuktu crea giochi, prodotti editoriali e libri interattivi intuitivi, semplici e coinvolgenti. Timbuktu soddisfa le esigenze di genitori e insegnanti grazie a un approccio all’educazione innovativo e rispettoso e conquista i bambini con le sue storie disegnate per catturare l’attenzione e stimolare la creatività. TwoReads (Venezia). TwoReads è una startup specializzata in ricerca bibliografica intelligente, grazie a un sistema di connessioni ipertestuali e di algoritmi di ranking. Propone infatti un software che aiuta i lettori a individuare nuovi libri adatti ai loro gusti, senza il condizionamento delle statistiche di vendita o delle strategie di marketing. Le connessioni virtuali, individuate tramite algoritmi, trasformano ogni libro in un vero e proprio ipertesto contenente un’infinità di rimandi, idee, citazioni. Il risultato è un sistema reticolare e rizomatico che contiene grandi quantità di informazioni e in grado di memorizzare, organizzare e rendere disponibile la conoscenza. Le informazioni prodotte sono fruite secondo modalità non lineari e mai predefinite, i vari testi infatti sono collegati tramite le citazioni contenute al loro interno, seguendo quindi il flusso del pensiero degli autori. Xoonia (Milano). Un’altra azienda milanese decisamente famosa. Xoonia realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i movimenti delle mani e del corpo, senza la necessità di toccare lo schermo o di usare comandi a distanza. Questa interazione è possibile grazie all’uso di sensori e telecamere che individuano chi si trova di fronte allo schermo e ne interpretano i movimenti. Le principali applicazioni del software sono due: Logo interaction permette alle aziende di dare visibilità al proprio marchio in modo interattivo in eventi, fiere e spazi pubblici, Gesture Presentation consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani, facendo scorrere le diapositive e avviando filmati senza toccare tastiera, schermo o telecomandi.

 CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA

FONTE

WEBNEWS

NOTIZIE SU

BUSINESS, EDITORIA, STARTUP

Questa pagina riproduce un articolo originale di Webnews.it e può essere utilizzata unicamente per finalità personali e non commerciali. L'originale si trova all'indirizzo http://www.webnews.it/?p=340376 che può essere raggiunto utilizzando il QR Code pubblicato accanto al titolo (se presente).

http://www.webnews.it/2014/04/08/il-salone-del-libro-apre-alle-startup/

2/2


Data

MYMARKETING.NET (WEB2)

08-04-2014

Pagina Foglio

1

Registrati | Login

Cerca in MyMarketing.Net

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!

FOCUS ON Home

Focus on

MANAGEMENT

BRANDING

MEDIA

INTERNATIONAL

Articolo

08/04/2014

Versione per la stampa

Share it   

Una tecnologia dedicata al Libro Il Salone Internazionale del Libro si apre alle nuove  frontiere digitali. Dall'8 al 12 maggio al Lingotto Fiere di  Torino dieci giovani start­up tecnologiche legate al mondo  dell'editoria avranno infatti l'opportunità di partecipare  gratuitamente a uno dei più importanti appuntamenti nel  panorama del libro.    Le start­up, selezionate attraverso un bando online attivo  dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi  innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto  editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai 'tradizionale' eBook. Dalle piattaforme per la lettura    condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi,  In libreria In agenda dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a  strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che   1  Nuovo Catalogo Formazione di  sperimentano la realtà aumentata. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione uno  Business International   slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con  Business International  Da Gennaio 2014  pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b  preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie   2  Online in Social Media Marketing  alla collaborazione con il portale start­up generation.  & Community Management     Ninja Academy  Dal: 26/02/2014 al: 30/04/2014  Innovatività, uso originale delle tecnologie, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di  editori e lettori sono i parametri usati per la valutazione. La aziende selezionate sono una svizzera,  una lituana, una californiana e sette italiane, di cui tre piemontesi, ovvero 20lines di Treviso  (piattaforma per il social reading che consente a chiunque di scrivere, leggere e condividere  gratuitamente racconti brevi), Bliu Bliu di Vilnius, Lituania (startup che si occupa di apprendimento  delle lingue straniere utilizzando esclusivamente materiale originale, interessante e comprensibile),  JB Lab di Torino (che presenterà al Salone G.R.I.M.M. ­ Grow in MultiMedia, un e­book più  applicazione mobile per bambini da 0 a 10 anni che si adatta in modo dinamico alle diverse fasce  Business Video  d’età), MaieuticaLabs di Torino (che  ha realizzato Cloudschooling, una piattaforma digitale dedicata  all’apprendimento adattivo che ospita tutors di diverse discipline, rivolti alla scuola secondaria di  primo e di secondo grado), Newscron di Lugano (start up svizzera che ha realizzato un aggregatore  di contenuti che offre l’opportunità di leggere giornali, riviste, portali diversi in un’unica applicazione),  Pubcoder (azienda torinese che ha sviluppato un software che permette a chiunque di realizzare un  ebook avanzato, cioè arricchito con l’inserimento di interazioni, animazioni, video, suoni e lettura    sincronizzata del testo), SPAM di Milano (start up che produce l’omonima rivista gratuita, SPAM  Magazine, realizzata interamente con l’uso della realtà aumentata), Timbuktu (azienda californiana  che produce prodotti digitali innovativi per bambini), TwoReads di Venezia (start up specializzata in  ricerca bibliografica intelligente) e Xoonia (azienda milanese che realizza software interattivi che  permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali da esso trasmessi attraverso i  movimenti delle mani e del corpo).

 

Redazione MyMarketing.Net  Voto medio: 0.00 | Voti: 0 | Vota:    ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO   

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.


13/4/2014

chrome-extension://alelhddbbhepgpmgidjdcjakblofbmce/edit.html

Annotate Your Screenshot

1/2


13/4/2014

AREAPRESS - Articolo Nr. 290706 Risulti connesso dall'IP: 93.38.146.150 in data: 13/04/2014 23.40.40

COMUNICATO - pubblicato il 10/04/2014 - Lingua: ITALIANO

AdWords per i video youtube.com/Google/Ads Le aziende possono utilizzare video per incrementare le vendite online A cura di: Uff. stampa Salone Internazionale del Libro TECHNOLOGYforA LL, il Forum dell'Innovazi... Redazione SmartforCity Il cambiamento in logistica: chi dove e ... Logisticamente, in collaborazione con AILOG e Unione Parmense degli Industriali ITA LTEL PRESENTA “COLLA BORA TION A T WORK”... Uff. stampa Italtel LE EMOZIONI DEL MONDIA LE DI CA LCIO IN CR... Edelman - Ufficio Stampa Costa Crociere L’assistenza sanitaria a portata di tele... Uff. stampa Commissione europea A SSINFORM: il nuovo presidente è A gostin... Uff. stampa ASSINFORM Save the date: 30 A pril 2014, A New Digi... ETNO SA MSUNG GA LA XY S5 GOLD IN ESCLUSIVA CON ... Ufficio Stampa Vodafone Italia

Stampa documento

- Tratto da: Salone Internazionale del Libro

Premiate per innovatività, creatività, fattibilità del progetto e capacità di ingaggio di editori e lettori Il Salone Internazionale del Libro apre alle start up tecnologiche. Dieci aziende internazionali protagoniste a maggio a Torino. Svizzera, Lituania, Usa e Italia i paesi di provenienza delle 10 start up selezionate. Tre sono piemontesi.

Torino, 7 Aprile – Il Salone Internazionale del Libro (8-12 maggio, Lingotto Fiere) apre alle start up tecnologiche. Dieci giovani aziende internazionali avranno l’opportunità di partecipare gratuitamente alla più importante manifestazione italiana dedicata all’editoria in un’area dedicata. Le start up, selezionate attraverso un bando online attivo dal 28 gennaio al 15 marzo e dedicato ad aziende nate dopo il 1° gennaio 2011, offrono servizi innovativi per la fruizione dei contenuti, che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale, al di là dell'ormai “tradizionale” eBook. Dalle piattaforme per la lettura condivisa e di tutoraggio per gli studenti ai software per la creazione di contenuti digitali interattivi, dalle applicazioni di supporto all’apprendimento e allo sviluppo di nuove capacità per i bambini a strumenti per esercitare e migliorare la conoscenza delle lingue straniere, fino a progetti che sperimentano la realtà aumentata. Le 10 start up vincitrici del bando, selezionate tra le oltre 50 candidature, verranno ospitate in un’area dedicata nel Padiglione 2 all’interno di Book to the future, il progetto speciale del Salone che da quattro anni rappresenta la vetrina d’eccellenza dell’editoria hitech. Oltre all’area espositiva, ogni partecipante avrà a disposizione: uno slot orario in Sala Book to the future per presentare il proprio progetto; momenti di interazione con pubblico e addetti ai lavori nell’arena esperienziale dell’Area start up; un palinsesto di incontri b2b preorganizzati con gli editori presenti al Salone e con potenziali investitori e business angels, grazie alla collaborazione con il portale Start up generation.

Azienda: Salone Internazionale del Libro, Telefono: Fax: Sito Internet: Indirizzo email: parolisi@salonelibro.it Note di Background:

Pubblicazione COMUNICATO letta 170 volte

http://www.areapress.it/vediarticolo.asp?id=22362

1/2


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

10-04-2014 31 1/2

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

10-04-2014 31 2/2

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


Lingotto Fiere

Codice abbonamento:

096142


Lingotto Fiere

Codice abbonamento:

096142


18/4/2014

L'ospite inquietante: SALONE DEL LIBRO: IL FUTURO IN 10 STARTUP Condividi

0

Altro

Blog successivo»

Crea blog

Entra

L'ospite inquietante Le Nuove Tecnologie rappresentano oggi una grande opportunità e devono diventare patrimonio di tutti. Ma non dimentichiamoci che la vita è anche là fuori...

giovedì 17 aprile 2014

SALONE DEL LIBRO: IL FUTURO IN 10 STARTUP Se pensate che l'e-book sia la nuova frontiera dell'editoria digitale state sbagliando di grosso. Fate un salto al Salone di Torino (http://www.salonelibro.it/it/), dove tra l'8 e il 12 maggio andrà in scena la quarta edizione di "Book to the Future" e vi si aprirà un mondo: dieci startup selezionate attraverso un bando internazionale (a cui hanno risposto una cinquantina di aziende) vi porteranno direttamente nel futuro dell'editoria. E non solo. "Anche a me piace vedere le foglie che nascondono la luna ma, se dietro di esse si riuscisse a vedere la luna, la vita avrebbe finalmente un senso" (Magritte)

L'AUTRICE

Annamaria Vicini Lecco, Italy

Salone di Torino (edizione 2010)

Secondo una mia personale classifica delle dieci prescelte metterei al primo posto CloudSchooling della torinese MaieuticaLabs, una piattaforma digitale dedicata all'apprendimento individualizzato nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Attraverso l'utilizzo di "tutors" di diverse discipline il processo di apprendimento viene adattato alle differenze individuali degli studenti e alle varie fasi della conoscenza. La metto al primo posto perché proprio qualche giorno fa parlavo con un'insegnante che mi raccontava tutta la fatica di continuare a fare il proprio lavoro con classi sempre più numerose e in presenza crescente di alunni con difficoltà di apprendimento: praticamente impossibile in queste condizioni un insegnamento individualizzato, e a farne le spese sono anche i più dotati, che possono "arrangiarsi" da soli ma vengono in questo modo privati di stimoli per crescere. Interessante anche GRow in Multimendia, della sempre torinese JB Lab, progetto educativo di avvicinamento alla lettura per l'infanzia da 0 a 10 anni sotto forma di e-book e applicazione per supporti tecnologici in mobilità. Appartiene all'area dedicata all'infanzia anche la già conosciuta e premiata Timbuktù, società californiana che produce giochi e libri interattivi attraverso cui i bambini sono incoraggiati a conoscere il mondo attraverso l'esperienza e l'immaginazione (leggi anche http://lospiteinquietante.blogspot.it/2012/02/vince-timbuktu-linnovation-day-si-tinge.html). Sicuramente utile a un vasto pubblico è il software sviluppato da Pubcoder (anch'essa della città che ospita il Salone): permette, anche a chi non conosce i linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato e quindi arricchito con interazioni, animazioni, video e suoni. Disponibile gratuitamente online può essere esportato su diverse piattaforme. Ci sono poi startup per l'apprendimento delle lingue straniere, come la lituana Bliu Bliu; per il social reading, come la trevigiana 20lines, una community che conta già 70mila iscritti tra autori e lettori; un aggregatore di contenuti, come quello della svizzera Newscron, che consente di leggere notizie provenienti da giornali, riviste e portali diversi in un'unica applicazione; riviste realizzate con l'uso della realtà aumentata, come la milanese Spam, dove leggendo la recensione di un film è possibile visualizzarne il trailer e in caso di gradimento procedere immediatamente all'acquisto; startup specializzate in ricerca bibliografica intelligente, come la veneziana TwoReads, che aiuta i lettori a individuare nuovi libri in base ai propri gusti senza essere condizionati dal marketing pubblicitario. Cito per ultima, ma non certo per importanza, Xoonia, azienda milanese che realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali trasmessi senza la necessità di usare il touch-screen o comandi a distanza: consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani ed è utile per le aziende che vogliono dare visibilità al proprio marchio in eventi pubblici. Ma "Book to the Future" non è l'unico motivo per decidere di andare al Salone. E' infatti fonte di speciale interesse il tema generale dell'evento che quest'anno è dedicato al Bene. Un argomento che può forse sembrare astratto, ma che la crisi globale che stiamo vivendo rende urgente e imprescindibile.

http://lospiteinquietante.blogspot.it/2014/04/salone-del-libro-il-futuro-in-dieci.html

Dopo una laurea in FILOSOFIA alla Statale di Milano mi sono occupata per diversi anni di FORMAZIONE degli adulti, con una parentesi breve, ma intensa, di insegnamento nella scuola media. Ma coltivavo un sogno: quello di diventare GIORNALISTA. Le mie prime collaborazioni sono state con quotidiani nazionali come L'Unità e il Corriere della Sera, poi, trasferitami in Brianza, ho collaborato con alcune testate locali. La sfida delle NUOVE TECNOLOGIE mi ha affascinato da subito: sono così diventata Direttore Responsabile di un sito Internet (cercaweb.it) e di una tivù a circuito chiuso (Mall Tivì). Ho poi voluto esplorare altri campi, il Marketing e la Comunicazione d'impresa, e l'ho fatto per aziende come Pta Group e De Agostini. Dopo tante esperienze, tutte vissute con passione, ho sentito il bisogno di fermarmi a riflettere e mi sono dedicata alla scrittura: sono nati così i miei due romanzi: "C'è qualcuno nel mio letto" (Albatros-Il Filo, 2009) e "Non fare il male" (I Libri di Emil, 2012). Il resto è ancora tutto da scrivere. Visualizza il mio profilo completo

SITI AMICI

Apogeonline Boteco Escola Lo Spazio della Politica Openpolis Punto Informatico

pow ered by

Post più popolari

DONNE SCIENZIATE, UN SITO PER CONOSCERLE Alcune sono famose, come la matematica Maria Gaetana Agnesi, l'astrofisica

Translate

Seleziona lingua Pow ered by

Traduttore

ARCHIVIO BLOG

▼ 2014 (17) ▼ aprile (3) SALONE DEL

1/3


18/4/2014

L'ospite inquietante: SALONE DEL LIBRO: IL FUTURO IN 10 STARTUP Copiare gli scritti altrui non solo è vietato dalla legge, ma è indice di scarso senso etico. Se ti piace quello che ho scritto e lo vuoi riprodurre altrove, fallo pure, ma per favore cita la fonte.

Pubblicato da Annamaria Vicini a 11:55 Reazioni:

divertente (0)

interessante (0)

eccezionale (0)

Etichette: Book to the Future, ebook, libro digitale, piattaforma digitale, salone del libro, softw are, startup

Nessun commento: Posta un commento

Link a questo post Crea un link Home page Iscriviti a: Commenti sul post (Atom)

Post più vecchio

Margherita Hack o la premio Nobel per la Medicina Maria Levi ... LA CRISI INCOMBE, A COMO NASCE IL PARTITO DEI POVERI La crisi incombe e i poveri si organizzano. L'ho scoperto frugando nella mia cassetta della posta, sembrava il solito volantino dell'... IL SESSO VIA INTERNET DIVIDE MA APPASSIONA Sesso e Nuove Tecnologie: un binomio appassionante, almeno a giudicare dal diluvio di commenti arrivati su tutticontenti.it, blog del giorno...

LIBRO: IL FUTURO IN 10 STARTUP SCUOLA 2.0: LIBRI IN FORMATO DIGITALE A PARTIRE DA... TABLET A SCUOLA: EDUCA O DISTRAE? IL PARERE DELLA ... ► marzo (4) ► febbraio (5) ► gennaio (5) ► 2013 (59) ► 2012 (40) ► 2011 (40) ► 2010 (17) ► 2009 (24) ► 2008 (27)

ELEZIONI, UN TEST AIUTA GLI INDECISI E' risaputo che la grande incognita delle prossime elezioni politiche è l'alto numero di indecisi , "un tesoretto" di vo...

PUBBLICA AMMINISTRAZIO NE: CON LIBREOFFICE IL RISPARMIO E' ASSICURATO "Migrare" dall'uso di un software proprietario all'utilizzo di un software libero nella Pubblica Amministrazione. .. si pu... SESSO E POTERE, PROTAGONISTA IL VIDEOFONINO Non c'è dubbio che il vero protagonista dei recenti scandali a base di sesso e potere sia il videofonino. Con un cellulare dotat o di vid... AL FORUM DELLA COMUNICAZION E FEDERICO RACCONTA I NATIVI DIGITALI Federico ha 15 anni, la stessa età di Yahoo!. La platea del workshop "15 anni di Internet advertising (R)evolution", uno dei tanti... IL FORUM SI APPELLA A MONTI: "UN MINISTRO PER L'AGENDA DIGITALE"

http://lospiteinquietante.blogspot.it/2014/04/salone-del-libro-il-futuro-in-dieci.html

2/3


20/4/2014

Salone del libro: il futuro in 10 startup - Paperblog

Magazine Media e Comunicazione HOME â&#x20AC;ş MEDIA E COMUNICAZIONE

Salone del libro: il futuro in 10 startup Creato il 17 aprile 2014 da Afrodite

Se pensate che l'e-book sia la nuova frontiera dell'editoria digitale state sbagliando di grosso. Fate un salto al Salone di Torino (http://www.salonelibro.it/it/), dove tra l'8 e il 12 maggio andrĂ in scena la quarta edizione di "Book to the Future" e vi si aprirĂ  un mondo: dieci startup selezionate attraverso un bando internazionale (a cui hanno risposto una cinquantina di aziende) vi porteranno direttamente nel futuro dell'editoria. E non solo.

Salone di Torino (edizione 2010)

Secondo una mia personale classifica delle dieci prescelte metterei al primo posto CloudSchooling della torinese MaieuticaLabs, una piattaforma digitale dedicata all'apprendimento individualizzato nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Attraverso l'utilizzo di "tutors" di diverse discipline il processo di apprendimento viene adattato alle differenze individuali degli studenti e alle varie fasi della Consiglia http://it.paperblog.com/salone-del-libro-il-futuro-in-10-startup-2285159/

1/4


20/4/2014

Salone del libro: il futuro in 10 startup - Paperblog

conoscenza. La metto al primo posto perché proprio qualche giorno fa parlavo con un'insegnante che mi raccontava tutta la fatica di continuare a fare il proprio lavoro con classi sempre più numerose e in presenza crescente di alunni con difficoltà di apprendimento: praticamente impossibile in queste condizioni un insegnamento individualizzato, e a farne le spese sono anche i più dotati, che possono "arrangiarsi" da soli ma vengono in questo modo privati di stimoli per crescere. Interessante anche GRow in Multimendia, della sempre torinese JB Lab, progetto educativo di avvicinamento alla lettura per l'infanzia da 0 a 10 anni sotto forma di e-book e applicazione per supporti tecnologici in mobilità. Appartiene all'area dedicata all'infanzia anche la già conosciuta e premiata Timbuktù, società californiana che produce giochi e libri interattivi attraverso cui i bambini sono incoraggiati a conoscere il mondo attraverso l'esperienza e l'immaginazione (leggi anche http://lospiteinquietante.blogspot.it/2012/02/vincetimbuktu-linnovation-day-si-tinge.html). Sicuramente utile a un vasto pubblico è il software sviluppato da Pubcoder (anch'essa della città che ospita il Salone): permette, anche a chi non conosce i linguaggi di programmazione, di realizzare un ebook avanzato e quindi arricchito con interazioni, animazioni, video e suoni. Disponibile gratuitamente online può essere esportato su diverse piattaforme. Ci sono poi startup per l'apprendimento delle lingue straniere, come la lituana Bliu Bliu; per il social reading, come la trevigiana 20lines, una community che conta già 70mila iscritti tra autori e lettori; un aggregatore di contenuti, come quello della svizzera Newscron, che consente di leggere notizie provenienti da giornali, riviste e portali diversi in un'unica applicazione; riviste realizzate con l'uso della realtà aumentata, come la milanese Spam, dove leggendo la recensione di un film è possibile visualizzarne il trailer e in caso di gradimento procedere immediatamente all'acquisto; startup specializzate in ricerca bibliografica intelligente, come la veneziana TwoReads, che aiuta i lettori a individuare nuovi libri in base ai propri gusti senza essere condizionati dal marketing pubblicitario. http://it.paperblog.com/salone-del-libro-il-futuro-in-10-startup-2285159/

2/4


20/4/2014

Salone del libro: il futuro in 10 startup - Paperblog

Cito per ultima, ma non certo per importanza, Xoonia, azienda milanese che realizza software interattivi che permettono di interagire con uno schermo e i contenuti multimediali trasmessi senza la necessità di usare il touch-screen o comandi a distanza: consente di guidare una presentazione solamente con i gesti delle mani ed è utile per le aziende che vogliono dare visibilità al proprio marchio in eventi pubblici. Ma "Book to the Future" non è l'unico motivo per decidere di andare al Salone. E' infatti fonte di speciale interesse il tema generale dell'evento che quest'anno è dedicato al Bene. Un argomento che può forse sembrare astratto, ma che la crisi globale che stiamo vivendo rende urgente e imprescindibile. Copiare gli scritti altrui non solo è vietato dalla legge, ma è indice di scarso senso etico. Se ti piace quello che ho scritto e lo vuoi riprodurre altrove, fallo pure, ma per favore cita la fonte.

Mi piace Di' che ti piace prima di tutti i tuoi amici.

Potrebbero interessarti anche

Frittelle dolci di pane (ricette)

10 app da scaricare Ricette: i 6 dolci assolutamente per svedesi più buoni chattare gratis (Ikea) (www.dgmag.it)

http://it.paperblog.com/salone-del-libro-il-futuro-in-10-startup-2285159/

Addio a Peaches Geldof: aveva solo 25 anni (Vogue) 3/4


20/4/2014

Salone del libro 2014: le dieci migliori startup dell'editoria digitale - macitynet.it Chi Siamo

Home

Macity

DA NON PERDERE:

MacProf

iPhonia

iPadia

Contatti

Pubblicità

AggiornaMac

Privacy

Forum

Hi Tech

NewsLetter

Diretta

Forum

-

Ultime ore per 8 App di qualità, a 28 euro: Macoptimizer, TextSoap, Logo Design Studio, SkEdit Un anno di archivio su cloud senza limiti a 28 euro, ultime ore

Home > Macity > Hi-Tech > e-Book e Libri > Salone del libro 2014: le dieci migliori startup dell’editoria digitale

Parallels Access, 11 euro e metti app Mac e Pc su iPad: sconto quasi finito

Salone del libro 2014: le dieci migliori startup dell’editoria digitale Lezioni per scrivere siti Internet e app iOs e Mac a 14$, offerta finisce domani Un anno di archivio su cloud senza limiti a 28 euro, offerta in scadenza

di Sara Sturmhoevel | 16/4/2014 Un anno di hosting illimitato con servizio raccomandato da Worpress: 18 euro con Stacksocial Tw eet

10

+2

Like

28

Mail

Al Salone del libro 2014 sono state scelte le dieci migliori startup dell’editoria digitale: saranno presentate a Lingotto Fiere a Torino dall’8 al 12 maggio 2014 in una sezione tutta dedicata agli ebook. Al Salone del libro 2014 sono state scelte le dieci migliori startup dell’editoria digitale: alla fiera internazionale di Torino le imprese scelte nell’ambito del concorso Book to the future saranno presentate in una sezione interamente dedicata a loro e agli ebook più innovativi. Il Salone internazionale del libro, giunto alla 27° edizione, si terrà a Lingotto Fiere a Torino dall’8 al 12 maggio 2014. Le dieci startup che saranno presenti nell’area di Book to the future del Salone del libro 2014 sono state selezionate nell’ambito di un bando internazionale cui hanno risposto oltre 50 aziende da tutta Europa (Macity ne parla in questo articolo). Il progetto aveva come obiettivo dare voce alle giovani imprese che contribuiscono a trasformare e a sviluppare il prodotto editoriale in formato digitale per far sì che vada oltre al “tradizionale” ebook.

Top News Apple iPad 4 in vendita su Apple Store: costa 379 euro 18/3/2014 | 0

+

Recenti Popolare Un italiano su due visita i social network guardando la TV 20/4/2014 | 1

Hanno ricevuto la possibilità di esporre al Salone del Libro 2014 dieci startup, di cui 7 nuove imprese italiane italiane: 20lines – Treviso (piattaforma per il social reading che consente di scrivere leggere e condividere racconti brevi), JB Lab – Torino (premiata per l’ebook e l’app Grimm-Grow In MultiMedia), MaieuticaLabs – Torino (selezionata per Cloudschooling, piattaforma digitale dedicata all’apprendimento per scuole secondarie), Pubcoder di Torino (premiata per il software che permette di realizzare ebook multimediali, già presentata da Macity qui), Spam – Milano (startup che si è distinta per la rivista gratuita Spam Magazine realizzata con l’uspo della realtà aumentata), Two Reads – Venezia (specializzata nella ricerca bibliografica intelligente), Xoonia – Milano (premiata per software interattivi che permettono di interagire con uno schermo attraverso i movimenti delle mani e del corpo).

HTC: lo zoom ottico su smartphone sarà disponibile nel 2015 20/4/2014 | 0

Applicazioni iPhone in sconto e gratis, Hollywood Monsters, Fluxx, Robots Love Ice Cream, The Descent 20/4/2014 | 0

Tre le startup straniere che hanno ottenuto una vetrina al Salone del libro 2014: Timbuktu – San Francisco Usa (prodotti digitali per bambini), Bliu Bliu – Vilnius (startup nata in Lituania che si occupa di apprendimento delle lingue straniere), Newscron – Lugano (startup che ha ideato un aggregatore di contenuti per leggere giornali, riviste, portali).

Hilomi, un platform game per fotografare gli animali, gratis su iOS

Le startup premiate hanno creato e presentato al Salone del libro 2014 ebook innovativi, realizzato con un uso originale delle tecnologie e caratterizzati da creatività, fattibilità dei progetti e capacità di ingaggio di editori e di lettori. Al centro dell’area dedicata alle startup ci sarà un’arena dedicata ad attività esperienziali rivolte al pubblico e agli addetti ai lavori, per scoprire e comprendere le potenzialità delle innovazioni tecnologiche applicate all’editoria.

Tizi per Mac a 30 euro, il mini ricevitore TV è a metà prezzo su Amazon

Il premio alle startup dell’editoria digitale è solo uno dei progetti che nell’ambito del Salone del libro 2014 sono dedicati agli ebook: nella sezione Book to the future si terranno 40 incontri dedicati a e-Publishing, social reading, nuovi modelli di distribuzione dei contenuti in rete, rete e creatività, diritti e doveri nel mondo di Internet, ci saranno incontri realizzati in collaborazione con il Digital http://www.macitynet.it/salone-libro-10-start-up-vincitrici-concorso-dedicato-alleditoria-digitale/

20/4/2014 | 0

20/4/2014 | 0

Seguici su Twitter Segui @m acitynet

81,5K follow er

Facebook 1/4


20/4/2014

Salone del libro 2014: le dieci migliori startup dell'editoria digitale - macitynet.it

Festival, focus sul data journalism. Insomma, un’edizione, quella del Salone del Libro 2014, che sembra avere tutte le intenzioni di aprirsi all’editoria e alle librerie 2.0.

Trovaci su Facebook

Macitynet Mi piace Macitynet piace a 26.174 persone.

Plug-in sociale di Facebook

Recensioni Recensione Cogito Pop, Connected Watch travestito da comune orologio 19/4/2014 | 0

Recensione Xtorm Laptop Power Bank, la batteria esterna che ricarica i MacBook

Tags: ebook, iBook, iBooks, iBookstore Tw eet

10

+2

Like

28

19/4/2014 | 0

Mail

Recensione AS-302T, il NAS tuttofare che si sposa con il Mac Precedente

OnePlus One, lo smartphone che sfida iPhone 5s, Galaxy S5, Nexus 5 e HTC One anche in Italia a meno di 350 euro

Successivo

Carplay salirà a bordo della Hyundai Sonata questa estate

17/4/2014 | 1

Recensione Nude Audio S, lo speaker bluetooth piccolo e portatile 16/4/2014 | 0

Notizie correlate

Addio a Gabriel Garcia Marquez: gli ebook per scoprire ...

Amazon e Samsung insieme per regalare ebook ogni mese a...

Preparati per i tuoi esami: sullo Store le app per la m...

Bookabook: nasce il crowdfunding made in Italy per l'ed...

Sullo stesso argomento Il Salone del libro punta sull'ebook: online il bando per startup digitali iPad venduto a 11 €. Gli italiani ricevono sconti fino al 90% grazie a un trucco (4WNet) PubCoder: premiata a Francoforte la startup italiana dell’ebook Love, the app: sullo Store l'app premiata alla Fiera dell'editoria per ragazzi di Bologna Amazon: 50% di sconto sugli ebook per celebrare il Salone del Libro di Torino

Faq e Tutorial Trasferire file da Dropbox a iPhone e iPad con iWork 19/4/2014 | 0

Create itinerari su Mappe Mac e trasferiteli a Mappe iPhone: come fare 14/4/2014 | 4

1Keyboard: il Mac diventa tastiera Bluetooth per Apple TV, iPad, iPhone, Android, PS3 13/4/2014 | 0

Scorciatoie tastiera Mac: ecco le 10 più utili 12/4/2014 | 9

Macitynet Video HTC One (M8): Fotocamera Duo e Motion Launch sul nuovo smartphone di HTC 25/3/2014 | 5

http://www.macitynet.it/salone-libro-10-start-up-vincitrici-concorso-dedicato-alleditoria-digitale/

2/4


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

15-04-2014 47 1/2

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


Quotidiano

Data Pagina

Codice abbonamento:

096142

Foglio

15-04-2014 47 2/2

Ritaglio stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile.

Lingotto Fiere


14/4/2014

"Siamo oltre l'e-book, ma i big dell'editoria stanno ancora a guardare"

Direttore responsabile EconomyUp: Giovanni Iozzia

E’ un’iniziativa del

HOME » STARTUP » "Siamo oltre l'e-book, ma i big dell'editoria stanno ancora a guardare"

SCENARI

"Siamo oltre l'e-book, ma i big dell'editoria stanno ancora a guardare" "Le grandi case editrici aspettano di capire il modello di business, i piccoli sperimentano di più" dice Stefano Saladino, il "selezionatore" delle 10 startup che andranno al Salone del Libro di maggio. Ecco quali sono e cosa dicono sui cambiamenti che stanno sconvolgendo il mondo dei libri di Luciana Maci "L'editoria digitale sta prendendo due strade: da un parte c’è il libro cartaceo che esiste e continuerà ad esistere ma si arricchirà di contenuti tecnologici, dall’altra ‘cose’ che non si chiamano più libri ma prodotti editoriali, nati direttamente dalla tecnologia digitale. Tutti, per il momento, convivono. Il problema semmai è che la maggior parte degli editori tradizionali sta alla finestra in attesa di capire quali nuovi modelli di business ne deriveranno”. A sostenerlo è Stefano Saladino, presidente dell'Associazione Luoghi di Relazione, ideatrice ed organizzatrice del Digital Festival, che quest’anno ha collaborato con il Salone del Libro (in programma al Lingotto di Torino dall'8 al 12 maggio) nella Stefano Saladino, presidente

realizzazione dell'area Start Up in Book to the future. Uno spazio di 150 mq interamente dedicato a dieci startup,

dell'Associazione Luoghi di

selezionate attraverso un bando internazionale per la loro offerta di contenuti innovativi relativi ai prodotti editoriali. Si va

Relazione

da 20lines, piattaforma per il social reading, alla lituana Bliu Bliu, per l'apprendimento delle lingue straniere. Ci sono poi le torinesi Jb Lab (e-book per bambini), Maieutica Labs (apprendimento online) e Pubcoder (software per realizzare e-

book). La svizzera Newscron ha realizzato un aggregatore di contenuti, mentre Spam di Milano produce una rivista a realtà aumentata. Timbuktu fa prodotti digitali innovativi per bambini, Two Reads di Venezia è specializzata in ricerca bibliografica intelligente e Xoonia di Milano realizza software interattivi (qui la descrizione dettagliata delle startup). “I dieci vincitori – spiega Saladino - operano principalmente in tre campi: editoria per bambini, realtà aumentata, aggregazione di contenuti. Sono in maggioranza italiani, anche se la call era internazionale, probabilmente perché, essendo una prima esperienza, non siamo riusciti a comunicarla al meglio all’estero. Hanno tutti meno di 3 anni di vita come startup e rappresentano le principali tendenze nel mondo dell’editoria digitale”. Qual è il minimo comun denominatore? L’arricchimento dei contenuti. La fruizione digitale favorisce l’integrazione di nuovi modi di arricchimento dello strumento cartaceo. Si passa in pratica da uno strumento cartaceo statico a un altro che interagisce con lo statico riempiendolo di contributi di altri utenti. A questo punto il contenuto editoriale diventa il punto di partenza per raggruppare contenuti altrui. La fruizione del prodotto editoriale, insomma, non è più passiva, come quando qualcuno legge un libro, ma si trasforma in ascolto attivo. È una trasformazione dettato da una parte dalla tecnologia, che consente di corredare un prodotto di contenuti multimediali, dall’altra dai contenuti forniti dai fruitori. Di fatto è la traduzione di abitudini consolidate di partecipazione attiva degli utenti in altri canali, ad esempio sui social netowrk. Anzi, si va oltre: la partecipazione non è più solo in termini di buzz, di commento, ma diventa condivisione partecipata di un progetto editoriale. Esempi pratici? In generale il campo di applicazione oggi è nella didattica scolastica. Intorno all’editoria digitale si forma l’aula, il gruppo, la classe. Si possono condividere i commenti sui testi o le indicazioni del docente, si può fruire qualcosa insieme agli altri e da remoto. La scuola può sembrare arretrata in questo campo, e per molti versi ancora lo è, eppure è il settore che sta traendo maggiori vantaggi dall’editoria digitale. Del resto ha un’utenza più avvezza all’uso del digitale perché gli studenti sono tutti nativi digitali. La scuola è insomma uno dei campi più significativi di sperimentazione del digitale nel settore editoriale. Poi c’è almeno un altro campo. Partendo da questi presupposti il confine tra editoria e multimedialità diventa sempre più labile: il libro non è più un libro, né un’animazione e nemmeno un filmato. È una nuova esperienza di fruizione dei contenuti, una nuova forma di editoria. Un esempio? L’editoria per bambini. L’uso della realtà aumentata, tramite l’utilizzo di uno smartphone o di un tablet, mi consente di prendere il libro di carta e “vedervi” oggetti animati, o leggervi risorse aggiuntive online, o praticare giochi interattivi. Un’ esperienza mista tra digitale e analogico. Poi c’è l’esperienza tecnologica tout court. In cosa consiste? La creazione di prodotti del tutto nuovi, che non partono dalla conversione di uno strumento cartaceo tradizionale in strumento digitale, ma dall’asset tecnologico. Partendo dai nuovi metodi di fruizione e dai nuovi device è possibile costruire un nuovo prodotto puramente digitale, un mix tra contenuti editoriali, video e interazione umana. È un’esperienza verticale. Chiamarlo ancora libro sarà difficile. È più che altro un prodotto editoriale complesso e multimediale. Ma quindi il libro come lo intendiamo oggi morirà? Il libro esiste e continuerà ad esistere. Anzi, in questo momento storico se ne stanno producendo più che in passato. Ma può vivere di natura propria. Si può usare come volume che resta sul comodino e di cui leggiamo qualche pagina prima di andare a dormire, ma può anche vivere di arricchimento e di trasformazioni varie: sono ‘strati’ tecnologici che si aggiungono. Quanto le case editrici tradizionali sono in grado di comprendere questa evoluzione? Cominciano a comprenderla. È il motivo per cui abbiamo realizzato il progetto Start Up in Book to the future nell’ambito del Salone del Libro di

http://www.economyup.it/startup/1005_siamo-oltre-l-e-book-ma-i-big-dell-editoria-stanno-ancora-a-guardare.htm

1/2


14/4/2014

"Siamo oltre l'e-book, ma i big dell'editoria stanno ancora a guardare"

Torino: volevamo sensibilizzare gli espositori alle nuove sfide. L'anno scorso avevamo uno stand. Ma è chiaro che ormai siamo oltre l'e-book e serve un nuovo approccio. È il primo anno di questa iniziativa, che contiamo di sviluppare in futuro. E il mercato è pronto all’innovazione? Il mercato dei fruitori è tendenzialmente pronto, il mercato della produzione si sta barcamenando e sta cercando di capire quali saranno i modelli economici. La rivoluzione tecnologica porta necessariamente a una rivoluzione dei modelli produttivi: le resistenze derivano proprio da qui, dalle domande e dai dubbi sulla creazione di nuovi modelli economici sostenibili. Allora non è vero, come dice qualcuno, che nell’editoria tradizionale non ci sono competenze a sufficienza per capire l’innovazione? Non si può negare che chi amministra le imprese è spesso indietro sulla cultura del digitale. Il tessuto è questo, lo sappiamo. Ma le competenze ci sono e, se gli editori vedessero concrete opportunità di business, sono certo che assumerebbero manager funzionali all’evoluzione. In realtà stanno alla finestra in attesa di vedere quello che succede. E in un certo senso è una giusta attesa. Si muovono prima i più piccoli, perché hanno meno da perdere, mentre i grandi editori fanno più fatica ad abbandonare i modelli tradizionali dai quali ricavano ancora margini di guadagno, sia pure ridotti rispetto al passato, per intraprendere nuove strade. Certamente dovrebbero avere un maggiore approccio all’innovazione. Più che altro manca la parte di ricerca e sviluppo, che è quella funzionale alla sperimentazione. 14 Aprile 2014 TAG: Stefano Saladino, Associazione Luoghi di Relazione, Digital Festival, Salone del libro

Articoli Correlati

NUOVE FRONTIERE

L'ACQUISIZIONE

A TORINO

Libri, l'allievo di Umberto Eco lancia il prestito digitale

Mondadori compra Anobii, il social network dei libri

Salone del Libro, posto d'onore per 10 startup

MAPPA DEL SITO | IL PROGETTO EDITORIALE | CONTATTI CORPO 10 SOC. COOP. A R.L. — LARGO DI TORRE ARGENTINA 11 — 00186 ROMA — P.IVA: 08650251005

http://www.economyup.it/startup/1005_siamo-oltre-l-e-book-ma-i-big-dell-editoria-stanno-ancora-a-guardare.htm

2/2

Rassegna startup  
Rassegna startup  
Advertisement