Page 1

Ogni strumento porta con sÊ lo spirito con cui è stato creato. [Traduzione]

Werner Karl Heisenberg

Every tool carries with it the spirit by which it has been created.


Lorenzo Di Cola Raccolta dei lavori 2010 - 2011

Nato a Roma il 10 Maggio 1988. Diploma di maturità scientifica presso il liceo Morgagni;anno 2007. Un anno presso l’università Valle Giulia, facoltà di architettura. Laureato all’Istituo Europeo di Design con il massimo dei voti.

mail: eolorenzo@hotmail.it www.dicola.tumblr.com


Istituto Europeo di Design Percorso studi 2oo8 - 2o11 Corso di Graphic Design


Immagine coordinata 12 Packaging: Illustrator’s 40 Magazine: Station 62 Progetto tesi: I pirati della malesia 76


fish are the last to recognize water. I pesci sono gli ultimi a riconoscere l’acqua.


[Nikon D90 / 18-105 mm]

Castel Gandolfo Marzo 2011


Il miglior modo per imparare a fare un film è farne uno. Stanley Kubrick


Immagine coordinata

Vázquez

Vázquez: azienda leader nella produzione del mezcal. Il Mezcal Vázquez è di eccellente livello e viene prodotto nello stato di Oaxaca dai discendenti di Manuel Vazquez, fondatore dell’azienda. Viene prodotto nelle tipologie blanco, reposado e añejo ed è distribuito in ristoranti, bar e rivenditori. obiettivi: l’azienda necessita di un’immagine coordinata che tenga conto delle diverse offerte di prodotto, delle diverse tipologie di distribuzione e della necessità di comunicare l’eccellenza nel settore. prezzi: alti. Qualità: ottima. target: prevalentemente maschile, non troppo giovane, buona cultura.

CoNcePt

Professore: Marco Colognola & Andrea Ferolla Ottobre 2010 - Febbraio 2011

Per l’azienda Vázquez ho studiato un logotipo che si ispira alla tradizione zapoteca, civiltà precolombiana che fiorì nella Valle di Oaxaca, la città dove si produce il mezcal Vázquez. Il popolo zapoteca aveva un grande culto della pietra e della scultura, per questo la composizione tipografica riprende gli assemblaggi con la pietra propri del popolo locale. L’asta delle singole lettere è imponente e ogni lettera di per sé costituisce un blocco unico.

12 | portfolio 2011


[Nikon D90 / 50 mm]

Manuale operativo


StationEry Applicazioni istituzionali: il biglietto da visita; la carta intestata, il cartoncino americano, le varie buste postali, il portachiavi e la brochure.


16 | portfolio 2011


18 | portfolio 2011


20 | portfolio 2011


22 | portfolio 2011 In questa pagina vengono riportati esempi di affissioni pubblicitarie relative all’azienda Våzquez, nel formato orizzontale e verticale. Si predilige la struttura verticale, come l’applicazione del logotipo sulle varie bottiglie.

Advertising


23


26 | portfolio 2011


27


Immagine coordinata

Horizon

Professore: Marco Colognola & Andrea Ferolla Ottobre 2010 - Febbraio 2011

Horizon: nuova compagnia aerea privata che copre le principali tratte mondiali. L’attività di Horizon è divisa in due grandi settori: il trasporto di persone e i cargo, adibiti al trasporto di merci. La comunicazione dell’azienda dovrà tenere conto dell’ottimo standard di viaggio per quanto riguarda il trasporto di persone e la velocità di consegna per il trasporto di cose. obiettivi: Posizionamento nel settore. prezzi: medi. Qualità: ottima. target: maschile e femminile, non troppo giovane, buona cultura.

CoNcePt Per l’azienda Horizon ho studiato un marchio che rappresentasse le varie tratte mondiali della compagnia; così da restituire allo spettatore e al fruitore finale un’idea di movimento e di volo.

28 | portfolio 2011


[Nikon D90 / 18-105 mm]

Salento 2010


Brochure istituzionale

Applicazioni istituzionali: una teaser card e la carta intestata fronte/retro.


Applicazioni istituzionali: credit card e fidelity card; l’interno dell’aereo e l’ingresso nell’area clienti dell’aeroporto; l’applicazione sulle divise del personale maschile e femminile.

32 | portfolio 2011


Horizon airlines

36 | portfolio 2011


37


Una volta che avrete imparato a volare, camminerete sulla terra guardando il cielo perchè è là che siete stati ed è là che vorrete tornare. leonardo da vinci

38 | portfolio 2011


39


Packaging

Illustrator’s Illustrator’s: un nuovo oggetto per tutti quegli illustratori che non possono fare a meno di disegnare, che ovunque si trovano hanno bisogno di foglio e matita per dare libero sfogo alla loro fantasia, che vogliono cogliere immediatamente la propria ispirazione, che amano stare all’aria aperta, sotto un albero di aranci, perche è fuori l’essenza delle cose e bisogna cercarla giorno per giorno.

Per tutti quelli che amano stare con la gente, sulla spiaggia, in riva al mare, sulle colline o semplicemente sul balcone di casa a contemplare il mondo, aspettando le proprie idee per fissarle su un pezzo di carta. Le idee, ecco per che cosa è nato Illustrator’s, per cogliere tutte le idee di coloro che esplorano e con genuina curiosità cercano.

L’ordine delle idee deve procedere secondo l’ordine delle cose.

40 | portfolio 2011

Dettaglio Illustrator’s. [Nikon D 90 / 18-105 mm]

Professore: Diego Mattù Giugno 2010 [Nikon D 90 / 18-105 mm]

[giambattista vico]


Illustrator’s è un oggetto completamente realizzato in carta, che grazie ad una serie di incastri e assemblaggi riesce a svolgere molteplici funzioni: da astuccio per pennini, pastelli, matita, gomma, temperino, a portapenne e tavola inclinata per disegnare. Lo puoi portare con te a mano, è leggero e pronto all’uso senza il bisogno di montaggio e smontaggio; tutto a portata di mano, ovunque.


42 | portfolio 2011


43

Contestualizzazione: sequenze di foto al Parco degli Aranci, Aventino. Luglio 2010. Illustratore per un giorno: Valeria Di Cola. [Nikon D 90 / 18-105 mm] Illustrator’s permette di disegnare comodamente sulle proprie gambe.


44 | portfolio 2011


45


Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole, Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.

Bruno Munari


47

Manifesto tipografico. Type: Brauer Neue [Lineto] Formato: 70 x 100 cm


48 | portfolio 2011

Manifesto per la mostra di Keith Haring a Roma. Formato: 70 x 100 cm


49

Manifesto tipografico. Type: Din [Parachute] Formato: 50 x 70 cm


50 | portfolio 2011

Manifesto personale: home sweet home. Formato: 70 x 100 cm


51

Manifesto personale: where is the happiness? Formato: 70 x 100 cm


52 | portfolio 2011

Campagna pubblicitaria: spendete meglio il vostro denaro. Formato: 70 x 100 cm [Nikon D 90 / 18-105 mm]


53

Manifesto per il cortometraggio Samsara Formato: 50 x 70 cm [Canon 500D / 50 mm]


54 | portfolio 2011

Associazione di idee: mi ero scordato di te. Formato: 70 x 100 cm


55

Associazione di idee: qui è sempre scuro. Formato: 50 x 70 cm [Nikon D 90 / 18-105 mm]


56 | portfolio 2011

Costruzione geometrica.


57

Manifesto tipografico. Type: Simple [Lineto] Formato: 70 x 100 cm


Realizzazione di un mondo che soffre. 250 chiodi, polistirolo e martello.

58 | portfolio 2011


59

Manifesto per il concorso Rock the Wall Formato: 50 x 70 cm


Campagna pubblicitaria Fox Retro Formato: 50 x 70 cm


Campagna pubblicitaria True Blood Formato: 50 x 70 cm


Grafica editoriale

Station

qual è il problema o l’opportunità di business? Il cliente chiede di creare una rivista periodica che sia appealing per un pubblico giovane e interessato all’arte e alla comunicazione visuale. qual è la sfida di comunicazione? Lanciare una rivista dai contenuti visivamente e concettualmente forti, che si posizioni a metà tra una rivista di informazione e una di visual art, che possa diventare un riferimeto mensile, al pari dei competitor internazionali. chi vogliamo conquistare? Ragazzi e ragazze 18 / 30 anni, stile di vita moderno e urbano, molto legati alla musica e alle arti visive contemporanee, curiosi verso le situazioni nuove e imprevedibili, che hanno gusto estetico e a cui non basta la solita rivista di informazione o allo stesso tempo la rivista di visual art come galleria di opere di artisti. Cercano sempre qualcosa in più, e hanno bisogno di essere stupiti, ma con intelligenza.

62 | portfolio 2011

[Canon 500D / 50 mm]

Professore: Chiara Caproni Gennaio 2011

Copertina, dettaglio testata

ci sono degli executional mandatories? ~ Il tema portante della rivista sarà quello musicale. ~ Ogni mese saranno interpretati due gruppi o interpreti musicali, molto diversi tra loro per genere e contesto storico, attraverso i diversi aspetti della comunicazione visiva. ~ La rivista sarà strutturata in modo da essere consultabile da entrambi i lati. Ogni gruppo/interprete occuperà metà della rivista. ~ La parte centrale conterrà un inserto a 4 ante, dedicato alla fusione creativa, concettuale e grafica dei due gruppi. L’inserto dovrà poter essere staccato e funzionare da poster promozionale della rivista. ~ Saranno presenti contenuti informativi: introduzione al gruppo/interprete, un’intervista, nonché alcune foto; e altri maggiormente creativi, il testo e l’interpretazione di un brano, che andranno distribuiti liberamente all’interno della rivista.


63


64 | portfolio 2011 [Canon 500D / 50 mm]

Copertina, dettaglio.


65


Nelle foto le pagine interne della rivista Station dedicata agli artisti: Janis Joplin & Amy Winehouse. La pioggia di petali che accompagna il testo corrente, le varie texture realizzate ad hoc, la tipografia gestuale utilizzata per l’impaginazione dell’intervista, e nella pagina affianco, l’apertura del paginone centrale di incontro dei due cantanti.


[Canon 500D / 50 mm]


68 | portfolio 2011

Janis Joplin | Easy rider Presentato con la rivista Station


69


70 | portfolio 2011

Amy Winehouse | Cupid Presentato con la rivista Station


71


Janis Joplin | Maybe Interpretazione della canzone Presentato con la rivista: nella pagina affianco la miniatura della doppia pagina.

72 | portfolio 2011


73


La mente che si apre ad una nuova idea non torna mai alla dimensione precedente. Albert Einstein


75


Progetto di Tesi La nuova opera che si vuole realizzare per il 2012 commemora, tramite la riedizione di una delle sue più importanti collane di romanzi di avventura, la nascita del famoso e pluricelebrato scrittore italiano Emilio Salgari. Nato a Verona il 21 agosto 1862 e morto a Torino il 25 aprile 1911, fu uno degli scrittori italiani di romanzi di avventura più popolari. Autore straordinariamente prolifico, è ricordato soprattutto per il ciclo I pirati della Malesia. Scrisse anche diverse storie fantastiche ed è considerato uno dei precursori della fantascienza in Italia. Molte sue opere hanno avuto trasposizioni cinematografiche e televisive.

I pirati della Malesia

Cliente: Armando Curcio Editore. Nasce nella prima metà del 1900 per opera dell’intellettuale Armando Curcio, che dimostra di avere stoffa come editore: egli costruisce un catalogo ricco ma anche molto elitario. Oggi nel 2011, la Curcio è diventata un grande Gruppo, una società per azioni leader nel mercato editoriale.

Lo scopo dell’operazione è quello di creare una tiratura limitata e di pregio che possa colpire l’interesse anche dei più giovani e quindi rendere l’opera anche un regalo prestigioso che un genitore può voler fare al proprio figlio. I volumi dovranno avere una veste editoriale che esca dai canoni del classico volume e che possa interpretare in chiave moderna un oggetto, il libro, e un contenuto che fanno parte della nostra narrativa classica. Il contenuto, testo e illustrazioni, dovrà essere in linea con la veste grafica del volume, quindi sia il progetto grafico che la tecnica illustrativa avranno il compito di amplificare quello che è l’obiettivo del progetto stesso: svecchiare, rinnovare e reinterpretare.

Relatrice: Chiara Caproni. Supervisione illustrazioni: Chiara Rapaccini. Gruppo Grafici: Lorenzo Di Cola, Simone Bertini e Francesco D’Urso. Febbraio - Giugno 2011

76 | portfolio 2011


[Nikon D 90 / 50 mm]

Dettaglio costa.

77


78 | portfolio 2011


79


80 | portfolio 2011


81


82 | portfolio 2011


83


84 | portfolio 2011


85


86 | portfolio 2011


87


88 | portfolio 2011

Il nostro progetto editoriale si ispira alla Frase di Umberto Eco tratta dal libro Non sperate di liberarvi dei libri di Jean-Claude Carrière e Umberto Eco appunto: il libro come il cucchiaio, la ruota e le forbici, una volta inventati non puoi fare di meglio. Una riflessione particolarmente riferita a questo periodo storico. La nostra idea di libro si pone a metà tra il libro generalmente concepito e l’iPad, un libro che possiamo definire interattivo, che presuppone una partecipazione attiva da parte del lettore così da creare un’esperienza narrativa; il libro con tutte le sue componenti, la tipografia, l’illustrazione, e il libro stesso inteso come oggetto, prendono corpo e si animano con lo svolgersi delle vicende e le avventure del racconto.


89

[Nikon D 90 / 50 mm]

Svolgimento interno dle libro.


90 | portfolio 2011

Se il Capitano Mac Clintock si trova ad affrontare un mare agitato, anche il testo dovrà restituire questa suggestione; se le vele della Young-India verranno gonfiate dal vento, anche il testo seguirà il soffio del vento; se Sandokan verserà lacrime d’amore, queste lacrime cadranno sul libro stesso! Tutto questo perchè un personaggio visionario come Emilio Salgari non può non prendere parte all’attuale rivoluzione editoriale e all’avvento di una cultura digitale che sta cambiando il rapporto libro-lettore, tanto più che lui stesso per primo riusciva a far toccare con mano le sue inesplorate ambientazioni; per questo abbiamo cercato di coniugare i valori storici del classico con le peculiarità e le novità stilistiche dell’iPad.


91

[Nikon D 90 / 50 mm]

Svolgimento interno dle libro.


Fai un lavoro che ami e non dovrai lavorare neanche un giorno della tua vita. Detto arabo


[Nikon D90 / 50 mm]

Lavorare stanca


grazie a Bonifacio Pontonio, chiara caproni, Marco colognola, Andrea Ferolla e Raoul cilento per la passione trasmessa durante questi anni.


Progetto grafico, testi e fotografie di Lorenzo Di Cola. Finito di stampare Luglio 2001 presso: Page service roma.


Portfolio  

Raccolta lavori 2010 / 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you