Issuu on Google+

Schola Cantorum di Centro Scuola Rivista mensile - Documento delle attivitĂ  dei Clubs e Associazioni ItaloCanadesi

Panorama P anorama

Anno IV

Giugno 2008

ItalianCanadian

Rivista mensile - Documento delle attivita` dei Clubs e Associazioni ItaloCanadesi

Anno IV

Novembre 2007

David

on Dufferin

2 Giugno a Queen’s Park

sventola il tricolore


2 PANORAMA Italian Canadian

Gugno 2008

Donato al Columbus Centre dalla famiglia Fusco

Il David on Dufferin

Tony Fusco presenta David on Dufferin

la signora Fusco posa con le sue amiche davanti alla statua del David

L’avvocato Rudy Bratty

Lo scorso 25 Maggio una gigantesca replica del Davide di Michelangelo è stata presentata al Columbus Centre di Dufferin e Lawrence alla presenza di un folto e raffinato pubblico. La statua in bronzo è una replica in grandezza naturale del capolavoro michelangiolesco custodito presso il palazzo dell’Accademia in Firenze. La statua, donata da Anthony Fusco e la sua famiglia, rappresenta il pezzo d’arte più imponente mai donato al Columbus Centre. Anthony (Tony) Fusco è stato tra i fondatori di Columbus Centre ed è uno dei maggiori benefattori del Centro Italiano per eccellenza in tutto il Nord-America. La statua di David in bronzo che sarà conosciuta come “David on Dufferin”, fu fusa in Italia negli anni cinquanta e portata in Canada negli anni settanta; è alta 8 piedi e pesa all’incirca poco più di una tonnellata. L’opera, di proprietà di un privato di Niagara Falls è stata acquistata dalla famiglia Fusco e poi donata al Columbus Centre. Tony Fusco, primo tra i fondatori di Columbus Centre è da anni impegnato in una solitaria crociata per abbellire e rendere sempre più attraente il centro italiano di Dufferin e Lawrence. Alcuni anni fà la famiglia Fusco donò al Columbus Centre una serie di busti marmorei di italiani famosi: da Dante a Petrarca,

a Michelangelo, Leonardo da Vinci, Cristoforo Colombo, Marconi ed altri; busti che sono esposti nell’atrio del Columbus Centre in prossimità della Galleria. La cerimonia dell’inaugurazione che ha visto la partecipazione di un numeroso pubblico, è stata aperta dall’avv. Rudy Bratty, chair di Villa Charity Foundation. Rudy Bratty ha iniziato il suo intervento definendo Tony Fusco “un pilastro” della nostra comunità, un vero leader che con il suo esempio è riuscito a trascinare nell’impresa Columbus Centre tantissima

Nick Sgro del Columbus Centre,a ricordare l’evento, dona a Tony Fusco un libro sull’arte michelangiolesca

gente tra cui il Bratty stesso. La statua “David on Dufferin” sarà perennemente esposta nell’atrio principale del Columbus Centre a

Lawrence e Dufferin nella certezza che contribuirà a dare un ulteriore accento di italianità all’intera città di Toronto.

Numeroso pubblico d’eccezione

Tony Fusco con l’artista siciliano di Termini Imerese il Maestro Giuseppe Cusimano

Rudy Bratty, Tony Fusco, Ron Barbaro e DelZotto

Il Sen Con DiNino e Carolina Di Giovanni

La Prof. Zorzi-Puglisi, I coniugi Del Zotto e l’avv. Rudy Bratty


PANORAMA Italian Canadian 3

Giugno 2008

Organizzata da Panorama in collaborazione con l’Altra Italia e la SCS

L’olocausto canadese

Una serata dantesca

in onore del Divin Poeta

E

mblematica la frase pronunciata dal giovane Andrea a conclusione della Serata Dantesca “dirò ai miei genitori cosa si son perduti”. Effettivamente una serata diversa da quelle che si organizzano generalmente nell’ambito della comunità italiana di Toronto. L’incontro voluto dalla nostra rivista per celebrare la nascita di Dante Alighieri è stato organizzato in collaborazione con ItalCanadafest, l’associazione L’Altra Italia e la Sicilian Cultural Society e si è svolto presso i locali della Meridian su Keele a sud di Lawrence. Una cena frugale; una cena dantesca (pare che Dante Alighieri avesse una passione per cavoli e legumi) a base di pasta e fagioli, pasta con cavoli quindi carne lessa e selvaggina, sapientemente preparata dallo chef della Meridian: Santo Peluso. A conclusione della cena: paste offerte da Dolcini by Joseph e gelati offerti dalla Sicilian Icecream. Il Cav. Roberto Bandiera (iniziatore dell’evento) nel presentare la serata, parafrasando la Francesca del V canto dell’Inferno, ha detto: “faremo come quel che mangia e dice ”ed infatti canti della Comedia sono stati letti e interpretati tra una pietanza e l’altra. Iniziava proprio Bandiera leggendo il canto X; Dante nel cerchio degli eretici incontra il fiorentino ghibellino Farinata degli Uberti che gli predice il lungo esilio. Enzo Di Mauro, co-publisher di Panorama, legge dell’incontro di Dante con Paolo e Francesca condannati tra i lussuriosi; Giorgio Beghetto legge il canto dei golosi; Joseph Cafiso parla degli “ignavi”: nella vita non presero mai una decisione, da morti sono condannati a seguire un vessillo insignificante;

Amor ca nullo amato amar perdona ......Letto da Enzo Di Mauro

Segue il dott. Francesco Gracile con un commovente saggio sul Conte Ugolino e quindi conclude la serie di interventi il prof. Carlo Coen con una dotta interpretazione relativamente all’incontro di Dante con Ulisse. Profondo e religioso silenzio tra gli astanti durante la lettura dei versi divini. L’iniziativa sarà ripetuta il prossimo 14 Settembre in occasione della ricorrenza della morte del Divin Poeta.

Editoriale a cura del dott. Antonio Nicaso Scrittore e giornalista Roberto Bandiera alle prese con Farinata degli Uberti

Giorgio Beghetto mentre legge il passo della Comedia relativo ai golosi

Il Prof. Cafiso e gli ignavi

Il Dott. Gracile si commuove parlando del Conte Ugolino

Il Prof. Carlo Coen nella sua dotta interpretazione del mitico Ulisse dantesco

Cristiano De Florentiis e signora, presidente dell’Associazione L’Altra Italia

Betty Lepore presidente SCS

Antonio Nicaso

È stato definito l’olocausto canadese. Tutto cominciò nell’Ottocento, quando decine di migliaia di nativi, per lo più bambini, vennero strappati alle loro famiglie e costretti a studiare in scuole - cosiddette residenziali - dove si parlava solo inglese e dove bisognava dimenticare la propria cultura e la propria religione. Tanti subirono violenze fisiche e sessuali, elettroshock e sterilizzazioni. Molti sono morti. Una sorta di olocausto nascosto dalla storia e negato per decenni. Kevin Annet, un ex ministro della Chiesa Unionista, nel 2006 ha raccontato questa vergognosa pagina della storia canadese in un documetario dal titolo Hidden From History, nel quale ha denunciato il massacro di quasi due milioni di nativi che vivevano sulla Costa Occidentale. Altri dieci milioni di indiani nativi sarebbero morti per le condizioni di vita estreme a cui erano stati costretti. Secondo Annet, i superstiti di quel terribile genocidio sarebbero solo 20 mila. L’ultima scuola ‘residenziale” venne chiusa nel 1996. Pochi giorni fa, il primo ministro Steven Harper ha chiesto scusa, un passo storico, di cui va dato atto al governo. Ghandi sosteneva che è un bene confessare i propri errori. Ci si ritrova più forti. È questo Paese, più forte lo è, anche se non sempre è stato coerente. Ha avuto il coraggio di chiedere scusa ai cinesi che ai tempi in cui sono state costruite le grandi infrastrutture, come la ferrovia che congiunge il Pacifico all’Atlantico, furono costretti a pagare la cosidetta head tax per poter emigrare in Canada. Solo con noi l’atteggiamento del Canada è stato ambiguo. Negli anni Novanta, Ottawa, attraverso, l’allora primo ministro Brian Mulroney, ha chiesto informalmemnte scusa agli italiani per l’ingiusto trattamento subito durante la seconda guerra mondiale. Ma non ha mai risarcito quelle famiglie che per colpa dell’internamento hanno perso tutto. Qualche anno fa, venne firmato un accordo con alcune organizzazioni comunitarie per lo stanziamento di un contributo da devolvere all’intera comunità. Ma a tutt’oggi non si conoscono gli esiti di quella trattativa. Non da tutti condivisa. Nel frattempo, c’e’ stato anche un riconoscimento da parte di un tribunale che ha dovuto riconoscere la mancanza di ogni giustificazione nella detenzione di un italiano internato ad Hamilton, recentemente scomparso. Venne arrestato, hanno scritto

i giudici nella sentenza, soltanto perché era italiano. Non fu l’unico a finire a Petawawa per le sue origini e non per la sua presunta affiliazione al partito fascista. Purtoppo, nonostante i tanti deputati espressi ai vari livelli di governo, la nostra continua ad essere una comunità senza voce.

Grazia Rossi, Emilia Capo e le sue amiche

Panorama Italian Canadian

TORONTO EAST

ENZO DI MAURO - EDITOR

2100 Pharmacy Avenue Toronto, Ontario M1W 1H8 Tel. 416-496-0337 Fax. 416-496-9865 enzodimauro@rogers.com TORONTO WEST

CAV. ROBERTO BANDIERA - EDITOR 327 Culford Road Toronto Ontario M6L 2V6 Tel. 416-249-8800 Fax. 416-249-2314 robertbandiera@rogers.com Managing Editor Connie Di Mauro

Il gruppo degli Amici di Dante posa per la foto ricordo del primo incontro dantesco con la promessa di rincontrarsi a Settembre in occasione dell’anniversario della morte di Dante.

Administrative Sales Maria Grifone Bandiera Arte e Cultura - Dott. Prof. Valdo Gamberutti Corrispondente da Roma Servizi: ANSA - AGI - ADNKRONOS - INFORM SERVIZI FOTOGRAFICI: PANORAMA WWW.ITALIANI.CA


4 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Spring Concert di Centro Scuola e Cultura

Il coro Schola Cantorum del Centro Scuola

Christian Ternani

C

on la chiusura d e l l ’ a n n o accademico alle porte ecco puntuale lo “Spring Concert” che vede come grandi protagonisti gli studenti italo-canadesi dei corsi organizzati da Centro Scuola e Cultura. Quest’anno il Concerto Primaverile si è svolto presso il teatro della Dante Alighieri Academy gremito in ogni ordine di posti. A fare gli onori di casa il direttore di Centro Scuola il prof. Alberto Di Giovanni che ha rivolto un caloroso grazie ai genitori dei ragazzi e agli insegnanti di musica, canto e balletto per aver sostenuto, incoraggiato ed aiutato con ogni mezzo questi ragazzi

ad esplorare la loro creatività nascosta che poi li spinge ad esaltarsi nelle varie branche artistiche. “Avete fatto a questi giovani un regalo – ha detto Di Giovanni – che sarà loro di grande utilità per tutta la vita.” Il Professor Di Giovanni ha avuto anche parole di apprezzamento e di incoraggiamento per i tanti giovani che hanno realizzato il concerto. “Sappiamo che vi siete impegnati molto per raggiungere certi livelli artistici – ha detto – vi esortiamo a continuare a seguire con amore i nostri programmi che vi aiuteranno ad imparare e crescere in tutti i sensi.” Dopo l’esecuzione degli inni nazionali italiano e canadese i giovani della Schola Cantorum aprono lo Spring Concert con un pot-pourri di canzoni tradizionali; Reginella campagnola, Calabrisella, Funiculi, funicula, O sole mio e That’s amore. Fa seguito un balletto “jazz dance” ispirato a “singin’ in the rain” con Daniela Di Marco, Francesca Pedace, Nicole Pillon e Ariana Simone dirette dall’insegnate di danza Sabrina Chieffallo. Segue l’aria “sebben

crudele” nella magnifica interpretazione di Theresa Wilson e quindi “Vivo per lei” con Ines Palazzo e Renzo Martinello. Altro balletto e poi Christian Ternami al piano; Thomas e Alexander Arthur che alla chitarra eseguono il Tango delle rose; Adam Macciocchi-Lancia ancora alla chitarra ed al piano ancora Alessandro Raimondo. Chiude il concerto, cosi come lo aveva aperto, la Schola Cantorum con Torna a Surriento, Bella ragazza dai capelli biondi, Con te partirò, Romagna mia, Lean on me e Because we believe.

Theresa Wilson

I “solisti” presentati dal Prof DiGiovanni

Le ballerine Stefania Cava, Daniela Di Marco, Francesca Pedace, Ariana Simone e Nicole Pillon

`Singing in the rain``

Ines Palazzo e Renzo Martinello

Alessandro Raimondi

Adam Macciocchi-Lancia

Thomas e Alexander Arthur


PANORAMA Italian Canadian 5

Giugno 2008

Trionfo dei ragazzi del Centro Scuola ai Giochi Sportivi Studenteschi in Italia cui partecipano più di tremila studenti di scuola media inferiore rappresenta la cornice ideale per una ‘scoperta’ dell’Italia. Infatti, lo sport, come del

resto anche le discipline artistiche sono sempre stati per il Centro occasione di divulgazione della lingua e cultura italiana. Vanno a questo proposito menzionati

i grandi sforzi da sempre compiuti dal Di Giovanni per creare una vera propria simbiosi tra sport e cultura e per rendere l’esperienza ancora più significativa.

Cerimonia inaugurale dei Giochi

D

ue ori nella classifica a squadre d’atletica maschile e femminile, due nella staffetta maschile e femminile e un altro oro nei 50 m farfalla maschili sono il ricco bottino raccolto dai giovani atleti italo canadesi che hanno partecipato a maggio all’edizione 2008 della Manifestazione Nazionale dei Giochi Sportivi Studenetschi in Italia. La delegazione canadese, guidata dal Grand’Uff. Alberto Di Giovanni delegato CONICanada e direttore del Centro Scuola e Cultura Italiana e dagli allenatori delle squadre di atletica e di nuoto Phil Riddell e Coleen Rubacha, ha riportato anche quest’anno delle importanti vittorie che vanno ad aggiungersi al

prestigioso medagliere del Centro da anni in testa alla classifica dei Giochi ai quali partecipano annualmente le rappresentanze di dieci paesi esteri e di tutte le regioni italiane. Quest’anno i nostri atleti hanno gareggiato a Fiuggi per il nuoto. La squadra di atletica era invece impegnata a Formia nello splendido complesso che ospita sportivi provenienti da tutto il mondo per importanti meeting internazionali. L’evento sportivo che tanto entusiasma gli italo canadesi che vi partecipano annualmente diviene una festa di giovanissimi che si incontrano per condividere anche esperienze di vita. Già la splendida cerimonia di apertura della manifestazione

La delegazione in visita a Villa d’Este (Tivoli)

I giovani del Centro Scuola a Montecitorio per i 60 anni della Costituzione italiana Nello scorso mese di maggio venti studenti dei tre atenei torontini, University of Toronto, York University e Ryerson Polytechnic Institute, in rappresentanza della Federazione Giovani Italo Canadesi, sono stati in Italia con un viaggio organizzato dal Centro Scuola e Cultura Italiana di Toronto per celebrare il sessantesimo anniversario della Costituzione italiana. L’occasione ha dato l’opportunità a questo straordinario centro, giustamente considerato come il maggiore e meglio organizzato fra i centri culturali operanti all’estero, di coinvolgere gli studenti universitari locali in un’iniziativa volta a cementare il rapporto con la madre patria e avvicinarli all’Italia di oggi facendone conoscere le istituzioni e le norme generali che regolano la Repubblica. Questo aspetto è risultato di grande interesse per i nostri giovani. “L’esperienza è stata indimenticabile – ha commentato al suo ritorno Annamaria Perruccio, una laureanda di York University -. Ho trovato di particolare interesse le problematiche di natura legale, dato che intendo specializzarmi in giurisprudenza e conoscere i princìpi ispiratori del dettato costituzionale italiano ci ha aiutato a chiarire aspetti della vita politica e sociale italiana che i più ignorano”. Dopo una visita agli atenei di Siena, Firenze e Bologna, ove gli italo canadesi hanno incontrato le controparti italiane, il gruppo ha continuato il suo viaggio fino

all’Aquila per partecipare ad una conferenza sulla Costituzione Italiana tenuta dal prof. Giorgio Tentarelli. La delegazione, guidata dal direttore del Centro Scuola Gr. Uff.le Alberto Di Giovanni, è stata poi ricevuta a Roma in Parlamento dagli onorevoli Gino Bucchino e Amato Berardi, deputati eletti in Nord America. Un’approfondita visita al celebre palazzo berniniano ha consentito agli studenti canadesi di ammirare il Transatlantico e gli splendidi saloni di rappresentanza con i loro preziosi arredi e le numerose opere d’arte esposte. Particolare interesse hanno suscitato il monumentale scalone dal quale si accede allo spettacolare Corridoio dei Busti, con le sue sculture in marmo o bronzo dei deputati più famosi da Garibaldi e Cavour agli odierni rappresentanti, la Sala della Lupa con i suoi splendidi arazzi fiamminghi, la Sala Gialla da pochi giorni ribattezzata Sala Aldo Moro in occasione del 30˚ anniversario della scomparsa dello statista democrisitano, i marmi e gli arazzi della spettacolare Sala della Regina. “L’accoglienza riservataci in Parlamento è stata veramente inattesa – ha aggiunto Provvidenza Rosso dell’Università di Toronto -. La stessa solennità dell’imponente edificio e le bellezze artistiche in esso contenute ci hanno colpito profondamente e la visita giudata ci ha consentito di apprezzare a fondo lo splendore degli ambienti e la creatività e il genio

I giovani posano per la foto ricordo allìngresso del Parlamento con i deputati del Nord America Amato Berardi e Gino Bucchino e il GrandÙfficiale Alberto Di Giovanni

��� ������

��� ����

Questo è l’aspetto principale che caratterizza tutti i soggiorni in Italia organizzati dal Centro, poiché con questi soggiorni gli studenti vengono incoraggiati a conoscere ed apprezzare l’arte e la cultura della madrepatria. In quest’occasione l’aspetto storico-culturale è stato curato visitando Roma con i suoi principali monumenti e reperti archeologici, nonché la splendida Villa d’Este a Tivoli, località che hanno entusiasmato tutti i partecipanti e hanno notevolmente arricchito il loro bagaglio culturale. Un augurio e un riconoscimento particolare vanno alle componenti della squadra femminile di atletica Marta Canneri, Bianca Magliocchetti, Alana Ciullo, Angela Mercurio, Elaine Venditti, Andrea Picco, ai ragazzi dell’atletica Damiano Gruppuso, Matthew Loparco, Philip Messina, Joseph Peruzza, Nicholas Pinizzotto e Jackson Welch, e al nuotatore Matthew Mackenzie Roman.

italiani.” Particolarmente commovente è stato l’ingresso degli studenti nell’aula di Montecitorio in cui sono stati accolti ufficialmente dal Presidente della Camera Giancarlo Fini che li ha salutati con calore e da una standing ovation dei parlamentari. Questo gesto tanto cordiale e spontaneo ha colpito vivamente questi giovani che di certo porteranno con sé il ricordo di un evento davvero straordinario. “Il saluto del presidente ha rappresentato il coronamento di un viaggio-scoperta in Italia per esplorarne in prima persona la ‘civiltà’ intesa come lingua, storia, cultura, arte, leggi, usi, costumi e folklore risponde a un’operazione didattica che ha dato eccellenti frutti sul piano educativo e ha letteralmente incantato gli studenti per quanto concerne l’ambito psicologico” ha concluso il direttore del Centro.

������������������ � ������� � �������� ��������

� ���������� ��������

� ���� ��������

� ������ �����

� ������ ����� � �����

� ���������� �������� �����������

� �������� �������� � ��������

� ������ �������

� ������ ��������� � ����� �� ������

� ���� � �� ������ ��������

� ��������� ���������� ��������

������� �������� ������� � ������ ����� ���� �������� ������� ������� ������ ��� ��� ����

���� ����� �������� �� �����

����������������


6 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Siciliani in Ontario

Le attività della Eloro Cultural Association

Gary Pillitteri Commendatore Festa del papà, Moda...Yoga e gita a Niagara della Repubblica Italiana Emigrato dalla Sicilia nel 1948. Imprenditore di successo e Deputato al Parlamento del Canada

G

ary Pillitteri, fondatore e proprieario della Pillitteri Estates Winery a Niagara OnThe-Lake è stato insignito dell’onorificenza e titolo di Commendatore della Repubblica Italiana dal Console Generale d’Italia Dott. Gianni Bardini. La cerimonia della consegna del prestigioso riconoscimento ha avuto luogo in occasione della Festa della Repubblica nei giardini del Consolato d’Italia a Toronto, alla presenza di centinaia di persone. “Sono onorato di questo riconoscimento da parte della Repubblica Italiana” ha detto Pillitteri con visibile emozione. L’Ordine al Merito della Repubblica è stato istituito con lo scopo di «ricompensare persone che si sono distinte all’estero nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari» Gary Pillitteri, emigrato in Canada nel 1948 da Racalmuto in provincia di Agrigento, spinto da un forte spirito imprenditoriale ha fondata la Pillitteri Estates Winery, rinomata azienda produttrice di vini che dirige insieme alla moglie Lena e ai figli Charles, Lucy, Connie e il genero Jamie. Gary Pillitteri ha fatto della Pillitteri Estates Winery la più grande azienda produttrice di icewine

Gary Pillitteri riceve dal Console Generale Gianni Bardini le insegne di Commendatore

Da sin. Il Deputato alla Camera On. Gino Bucchino, il Deputato dell’Ontario Mario Sergio, Veronica Ferrucci, Console aggiunto, il neo Commendatore Gary Pillitteri e il Dott. Gianni Bardini Console Generale d’Italia a Toronto

del mondo ed e’ uno dei maggiori esportatori di icewine, presente in 23 paesi del mondo. Pillitteri Estates Winery ha vinto numerosi premi con i suoi vini presentati in competizioni nazionali e internazionali. Pillitteri, oltre ad essere un imprendotre di successo, ha dedicato gran parte della sua vita alla politica: un’altra sua grande passione. Gary fu eletto Assessore del Town Council

of Niagara-on-the-Lake, dal 1985 al 1988, occupando important cariche in seno alla amministrazione comunale della ridente cittadina. Nell’Ottobre del 1983 Gary fu eletto Deputato al Parlamento federale del Canada per il collegio di Niagara Falls. Gary è stato membro della Commissione Finanze e membro del Canada & US Relations Committee. E’ stato rieletto due volte al Parlamento di Ottawa fino al 2004 quando decise di porre fine alla carriera politica per dedicarsi alla famiglia e all’azienda. Gary Pillitteri, è noto per la sua generosità e per le molteplici iniziative filantropiche. Insieme alla famiglia contribuisce a nobili cause e raccolta fondi pro Princess Margaret Foundation, Tender Wishes and the Red Roof Retreat, nonchè locali organizzazioni caritatevoli e progetti come biblioteche, musei e parchi. Vive felicitazioni al Commendatore Gary Pillitteri da parte della redazione di Panorama ItalianCanadian e della comunità siciliana dell’Ontario fiera di un siciliano doc che ha contribuito al progresso economico, sociale e politico dell’Ontario e del Canada.

L’associazionismo è vivo alla Eloro Cultural Association che negli ultimi due mesi ha organizzato una serie di eventi sociali presso la sede del Pleasantview Community Centre di North York, con la entusiastica partecipazione dei soci del sodalizio e simpatizzanti. Le donne del direttivo hanno presentato un simpatico defilee’ di moda, che ha visto sfilare in passerella le “modelle”, in magggioranza socie del club, che con grazia e disinvoltura hanno presentato capi estivi forniti da un negozio di Markham. Yoga con Alida. Le donne hanno partecipato alla sessione di Yoga con l’istruttrice Alida che, ancora una volta ha dato prova che lo Yoga fa bene al corpo e allo spirito. Festa dei Papa’. Spaghetti aglio e olio e salsiccia alla griglia sono stati serviti per la festa del Papà svoltasi, nel giardino e nel salone del Pleasantview Community Centre. L’allegra serata si è conclusa con balli sfrenati al ritmo del DJ John Ricupero. La Gita a Niagara. Il prossimo appuntamento della Eloro l’annuale picnic estivo.

Una scena della sfilata di moda

Le “modelle” posano con i membri del direttivo della Eloro Cultural Association

L’istruttrice di Yoga Alida dà un saggio della sua bravura

Incontro con l’Avvocato Riccardo Di Mauro I soci della Eloro Association hanno seguito con particolare interesse la presentazione dell’Avv. Riccardo Di Mauro sui testamenti e successioni. Il legale, specializzato in “business law” ha dispensato spiegazioni e utili consigli sulle precauzioni che in particolare gli anziani devono prendere per le successioni, al fine di evitare litigi in famiglia e implicazioni di carattere legale.

L’Avv. Riccardo Di Mauro durante il seminaio alla Eloro Cultural Association nella sede presso il Pleasantview Community Centre di North York


PANORAMA Italian Canadian 7

Giugno 2008

Gala dei Carabinieri per il 194 mo Anniversario della fondazione e il 35mo della Associazione Nazionale Carabinieri di Toronto

L

’Associazione Nazionale Carabinieri di Toronto, guidata dal presidente Tonino Giallonardo, l’8 Giugno ha festeggiato il 194mo Anniversario della fondazione dell’Arma con un Gala nei saloni del Montecassino Place di Toronto, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di altri corpi d’arma, di numerosi dignitari e un pubblico di più di 600 persone. Ha dato lustro alla celebrazione la presenza del Generale Giuliano Ferrari, attualmente in servizio a New York come Consigliere Militare della rappresentanza italiana alle Nazioni Unite che ha passato in rassegna le forze schierate accompagnato dal presidente Giallonardo. Il Generale ha espresso sentimenti di sincera ammirazione ai Carabinieri di Toronto per il fatto che a tanta distanza dalla Madre Patria continuano a tenere vivo il ricordo della loro appartenenza all’Italia. “Possiamo dire che i Carabinieri hanno fatto la storia d’Italia” ha affermato il Generale Ferrari, “e i Carabinieri fanno l’identià italiana. La scuola di vita dei Carabinieri è una scuola di senso del dovere, della responsabilità e del rispetto delle regole. Io sono sicuro che i Carabinieri di Toronto e del Canada continuano a essere buoni Carabinieri e nello stesso tempo sono ottimi cittadini canadesi che fanno onore all’Italia. “La celebrazione è iniziata con la sfilata della Fedelissima, seguita dai rappresentanti dei vari corpi d’arma e delle forze di polizia con i labari e stendardi e dei rappresentanti delle forze di polizia canadesi, tra gli scroscianti applausi del pubblico. Prima del Gala i Carabinieri hanno partecipato alla cerimonia commemorativa al monumento al Carabiniere Medaglia d’Oro Alberto La Rocca, vicino alla Chiesa di St. Clare. A conclusione della cena e dopo i discorsi di circostanza il Gala è continuato con le danze al ritmo dell’orchestra del Maestro Tony Silvani. Il prossimo incontro sociale dell’Associazione Carabinieri di Toronto è l’annuale picnic d’estate presso il Boyd park di Woodbridge.

Il Superintendet della York Regional Police Tony Cusimano ed Anthony Avola

Il Generale Giuliano Ferrari passa in rassegna i Corpi d’Arma accompagnato dal presidente Tonino Giallonardo

Da sin. Il Tenente Luigi Brusatin, il Comm. Angelo Balsamo, il presidente del’Associazione Nazionale Carabinieri di Toronto Tonino Giallonardo, il Deputato federale Judy Sgro, il Generale dei Carabinieri Giuliano Ferrari, il Deputato Provinciale Laura Albanese, il marito Germinio Politi, e Sam Sgro

I Carabinieri, in divisa nera, con il luogotenente Giuseppe D’Amore

L’Associazione Simpatizzanti Amici Polizia Stradale guidati dal presidente Franco Padula

Le Benemerite con il labaro portato da Dina Pasquale, Joan Giallonardo e Rosalia Di Francesco.

I Finanzieri con il pres. Cav. Maresciallo Di Candia Francesco e il presidente dell’UNUCI, Maggiore della Finanza Pianta Antonio

Le Giubbe Rosse al Gala dei Carabinieri

Il Generale Giuliano Ferrari e il Presidente Tonino Giallonardo fanno l’ingresso nel salone

L’Istituto Guardie d’Onore al Panteon presieduto da Mario Gentile

I Bersaglieri guidati dal presidente Gerardi Pietro

Gli Alpini di North York con il presidente Antonio D’Intino

La Federazione Combattenti e reduci con il pres. Daniele Paolino

Gina Galliano e Dora Avola Il Maestro Tony Silvani


8 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Lucani in Ontario

Festa nella piazza dedicata al fondatore di Radio CHIN

L’11 agosto “Johnny Lombardi Day” a Pisticci

P

er commemorare la dedica a Johnny Lombardi di una piazza di Pisticci, Lenny Lombardi e Chin Radio annunciano la formazione della Johnny Lombardi Multicultural Foundation per promuovere lo scambio culturale tra il Canada e l’Italia nel campo delle arti. L’undici agosto 2008 la Chin Radio ed il Comune di Pisticci presenteranno un concerto di tre ore proprio nella Piazza Lombardi con artisti italo canadesi, artisti di Pisticci e star italiane. Il concerto sarà ripreso in diretta dal canale televisivo Telenorba. Il Comune di Pisticci è alla ricerca di talenti in Basilicata che parteciperanno in manifestazioni sia in Toronto che in Ontario

Pisticci

Una targa in memoria di Johnny Lombardi è stata inaugurata il 13 Giugno, 2008 nella Piazza Lombardi, a College e Grace, nella Little Italy. Nella foto al centro, Lenny Lombardi, presidente di CHIN Radio e a destra, Joe Pantalone vice Sindaco della Città di Toronto con il rappresentante dellaToronto History Society.

meridionale. La Fondazione è sostenuta dalle famiglie provenienti dalla Basilicata e più precisamente Panettieri, Montemurro, Corrado, Primucci, Locilento, Giannone, Petrozza e Lombardi. Lenny Lombardi, visibilmente commosso, ha detto di essere molto orgoglioso del grande onore riservato alla memoria del padre, che avrà una piazza a suo nome nel paese in cui è nato. «Ogni figlio sogna di dare gloria a chi gli ha dato la vita - ha detto Lenny Lombardi - mio padre e i suoi genitori ne sarebbero molto orgogliosi, così come lo sono io di loro». Lenny Lombardi, figlio di Johnny, accompagnato dalla moglie Grazia e dalla figlia

Piazza Johnny Lombardi a College e Grace St. nel cuore della Little Italy di Toronto.

Alessandra, parteciperà alla cerimonia che suggellerà il gemellaggio fra la piazza Johnny Lombardi di Pisticci e quella di Toronto, dove sorge una statua dedicata al musicista e fondatore della nota stazione Chin Radio.

Nell’occasione la città di Toronto sarà ufficialmente rappresentata dal vice sindaco, Joe Pantalone, anche lui di origine italiana, che fa parte della rappresentanza canadese.

... Bianca sul suo colle argilloso la piccola città silente, sovrana coronatrice del vasto paesaggio tra i fiumi Basento e Cavone, svetta da vie tortuose e chiare. Il sole indugia in lunghi ozii meridiani fra le ospitali case basse e cuspidate, sullo sfondo delle montagne gibbose orlate di agavi aguzze, di secolari ulivi e di fichi d’india...” ( Concetto Valente )

“Antico feudo normanno sorto intorno all’anno 1000, le sue origini risalgono, con ogni probabilità al VII° sec. a.C. come testimoniano alcune necropoli rinvenute in luoghi non distanti dall’attuale nucleo urbano e molti reperti archeologici risalenti al VI° sec. a.C. ai quali si aggiunsero anche vasellami ed oggetti in bronzo trasportati da mercanti del metapontino. Pisticci, panorama

Torre dell’Orologio

Manifestazioni ed eventi a Pisticci

Due vasi del Pittore di Pisticci della collezione del Museo British di Londra

Dopo l’anno 1000 l’economia agricola e olearia ebbe un buon sviluppo sotto il dominio di diverse famiglie feudatarie che si alternarono al potere. Nel 1688 una grossa frana dimezzò il paese provocando oltre 400 morti.

La fontana di S.Antonio

La Festa di San Rocco, Il protettore di Pisticci ha origini francesi: pare venisse da Montpellier e si guadagnò fama e venerazione per il suo operato durante una delle terribili pestilenze che hanno funestato l’Italia

Castello: di origine normanna, di esso restano la torre quadrata e i locali della scuderia. L’attuale proprietario è la famiglia Plati.

Su tale luttuosa circostanza rimase intatta la Cattedrale e successivamente i cittadini si rifiutarono di trasferirsi nella zona bassa del paese e riedificarono il rione “Dirupo” ancor oggi ammirato per la caratteristica linea architettonica. All’inizio del 1700 sorsero, nella zona compresa tra la Cattedrale e l’antico Castello (semidemolito), molti piccoli edifici gentilizi (Rione

Terravecchia) che sovrasta la zona nuova (Rione Dirupo). La Chiesa Madre posta di fronte ai ruderi dell’antico Castello medievale con campanile duecentesco, l’edificio presenta un’architettura cinquecentesca e nel suo interno conserva altare e paliotti di altare intagliati del XVI° XVII° secolo. Dal sagrato si gode un vasto e suggestivo panorama che spazia fin al mare Jonio.

La Chiesa dell’Immacolata piccola ma suggestiva struttura settecentesca con soffitta lignea decorata custodisce nel suo interno una scultura lignea dell’Immacolata ed un organo intagliato. L’edificio sorge nel caratteristico Rione Dirupo il quale conserva la sua originale struttura fatta di piccole case bianche poste a schiera. Lungo la strada che conduce a Marina di Pisticci (ampia ed attrezzata zona turisticobalneare posta tra il lido di Metaponto e quello di Scanzano a sud) si va incontro ad alcune frazioni di Pisticci: Marconia e Tinchi che hanno subito un notevole sviluppo demografico intorno al 1970, sia per le frane che minacciavano l’antico Comune sia per lo sviluppo industriale dell’area

Cucina - La cucina tradizionale è la tipica meridionale: piatti semplici della tradizione contadina con pasta fatta in casa, verdure e ogni cosa commestibile producibile dal maiale. I tipi di pasta tipici sono le tapparédde (a forma di rombo), i rucchélé (ruccoli, gnocchetti concavi), i tagghiariédde (tagliolini), maccheroni ai ferri e orecchiette. Le verdure tipiche sono feve e cicorie, lambasciùne (cipolline). I dolci tipici natalizi sono le pettole, le ‘ncartagghiate (cartellate), i porcedduzzi (porcellini).

dello Scalo Ferroviario di Pisticci attraversato anche dalla strada Basentana. Dal punto di vista storicoculturale meritano una particolare citazione la Masseria del Castello di San Basilio (antica struttura basiliana del V secolo) ed il Cenobbio di Santa Maria del Casale (antico e suggestivo complesso religioso fondato dai benedettini). Nel lontano 1894 il sig. Pasquale Vena, con infuso di radici rare ed ingredienti naturali mai resi noti, “inventa” l’Amaro Lucano, prodotto in una piccola azienda familiare, l’ormai celebre amaro si è affermato su tutti i mercati mondiali e viene prodotto in oltre 15 milioni di litri l’anno.

17 gennaio Festa in onore di Sant’Antonio (si benedicono tuttora gli animali domestici e viene acceso un grande falò) - 15 agosto Festa dell’Assunta - 16 agosto Festa patronale in onore di San Rocco - che nel 1656 protesse i pisticcesi da una terribile epidemia di peste (già il 1° Agosto, alle prime luci del giorno, risuonan o colpi di mortaretti e suggestiva, nei giorni che precedono la ricorrenza, è la corsa dei cavalli da parte delle varie contrade che gareggiano per la conquista del “Mantello di S. Rocco” ) - 17 agosto Festa di San Rocco (attraversa la cittadina sul Carro Trionfale trainato da buoi) - 2° domenica di settembre Festa in onore della Madonna delle Grazie (a Marconia).

Fondato 12 anni fa, da sempre il portavoce della comunita’ lucana, per far conoscere la Basilicata agli italiani e ai canadesi.

L’angolo della Basilicata In onda alla CHIN 100.7 FM ogni martedi’ alle ore 7:00 pm Condotto e diretto da Rocco Lofranco coadiuvato da Filippo Gravina Tel.: 905-532-0922


PANORAMA Italian Canadian 9

Giugno 2008

Laziali in Ontario

Pre-conferenza a Toronto dei Laziali del Nord America

Al tavolo della presidenza si riconoscono nella foto il consultore Cav. Porretta, il pres. Scala e l’On.le Volpe

Lo scorso 5 Giugno oltre 500 laziali si son dati convegno presso il Montecassino Place a godersi una serata di spettacoli folcloristici della tradizione laziale. A fare gli onori di casa il consultore Cav.Porretta e Vittorio Scala presidente della Federazione Lazio di Toronto; ospiti speciali gli onorevoli Licari, Menna e Pennacchini della Regione Lazio e l’assessore al turismo per Frosinone Danilo Campanari. Ad esibirsi il “Coro Comina Gens” direttamente da Supino accompagnati da un gruppo di giovani ballerini di gran talento. A conclusione della performance canora il presidente Scala ha offerto un ricco buffet di specialità culinarie laziali. Sabato

mattina delegati delle diverse associzioni laziali dell’Ontario, dell’Alberta e degli Stati Uniti (oltre un centinaio di persone) si sono riuniti per dibattere tematiche relative all’emigrazione. Il consultore regionale Cav. Porretta ha menzionato i problemi già sottoposti all’attenzione della Regione ma che fino ad ora non hanno trovato una concreta risoluzione: il reinserimento dei programmi interregionali; più frequenti riunioni della consulta; preparazione professionale, posti di lavoro presso uffici pubblici destinati anche ai giovani laziali residenti all’estero. Il presidente della federazione laziale, Vittorio Scala, nel suo intervento ha sottolineato

il ruolo importante che l’associazionismo riveste; quell’associazionismo che si evolve, che si deve evolvere per andare incontro alle necessità di una società che cambia. Scala ha chiesto ai funzionari della Regione Lazio presenti di mutare l’atteggiamento assistenzialista della Regione nei confronti dei Laziali all’estero e puntare invece su una forma di partnerariato nella realizzazione di progetti utili e “di una collaborazione più attiva là dove la nostra esperienza può essere d’aiuto – ha detto Scala e ci riferiamo ai problemi di immigrazione che attualmente il Lazio si trova a fronteggiare” Al dibattito sono intervenuti anche giovani, studenti dei corsi d’Italiano della Federazione,

che hanno puntualizzato problemi irrisolti quali: riacquisto della cittadinanza, equipollenza accademica, interscambi universitari, preparazione professionale, maggiore informazione e comunicazione tra giovani di tutto il mondo su siti studiati e sponsorizzati dal governo regionale del Lazio. Presente anche l’avv. Carlo Consiglio, membro del Consiglio Generale degli

Presenti delegati dall’Alberta, dagli USA e da tutto l’Ontario

Presenti numerosi i giovani dei corsi d’Italiano della Federazione laziale che hanno attivamente partecipato ai dibattiti

L’intervento del Cav. Porretta. Al tavolo della presidenza gli assessori della Regione Lazio

Italiani all’estero. Questi ha ribadito l’interesse del CGIE alle problematiche giovanili ed ha esortato i giovani presenti a coinvolgersi attivamente alle iniziative del; CGIE. L’On. e Volpe ha avuto parole d’elogio per i laziali e per il lavoro da essi svolto. Se il Canada è un paese migliore –ha detto – lo deve al lavoro instancabile di tanti italiani e di tanti laziali. Sono intervenuti anche il consigliere di Vaughan Mario Ferri ed il professor Bruno Magliocchetti della

UofT che hanno spronato i giovani ad un maggior interessamento per la risoluzione dei problemi a cui le giovani generazioni vanno incontro. Discussioni e documenti del dibattito sono a disposizione di tutti, per ottenerli basta richiederli al consultore Porretta o al presidente Scala. A conclusione della conferenza sono stati scelti i delegati che prenderanno parte alla conferenza internazione suill’emigrazione che si terrà il prossimo anno a Roma.

A Toronto la reliquia di S. Maria Salome

Unite le 3 associazioni verolane per i festeggiamenti Scala ed i presidenti del Supino Social Club, Danny Boni e dell’Associazione Culturale Castelliri, Santino Carinci. Foto a destra: La reliquia di Santa Maria Salome portata in processione Foto a sin. Soci e dirigenti dei 3 maggiori sodalizi sorani riuniti nella chiesa di St. Peter a rendere omaggio alla santa reliquia

Tutti insieme appassionatamente per venerare la reliquia della Santa protettrice di Veroli giunta appositamente dall’Italia . La reliquia è stata sistemata presso la chiesa St. Peter a Woodbridge dove sono convenuti numerosi i verolani soci e non delle 3 organizzazioni paesane di Toronto: Veroli Cultural Society(organizzatore principale dell’evento); ’associazione Cattolica Santa Maria Romana e l’Associazione Cattolica Colle Berardi. Ad accompagnare la santa reliquia il sindaco di Veroli prof. Giuseppe D’Onorio e un assessore della provincia di Frosinone Danilo Campanari. La reliquia è stata portata in processione

������� ���������� ������� �������� �� ������� �� ����������� �� �� ���� �� ��� ������ �� ����� ������ �� � ���������

����� ������� �����

Monja Polesel Cake Artist

��������

������ ���� ��������� ���������� �������� ������� ����� ���� ������������� ����������

����� ���� ��� �����

� �� � ������ � ��� �� � ���� �

���������������������� �������� � ������ ���������������� �������������������� ���������

��������� ������� ��������������� ��������������� ��������������� ���������

������������

������������

������ �� � �������

� ������� � ��� � �������

���������������������� � ������ ��������� �������������������� ������������ ��������������

� �������� ��������� ������� ��������� �������� �������� ������ ����������������� ���������������������

www.bonaviabakery.ca

������ ��������

416-439-4209 bonaviabakery@yahoo.com

YONGE ST.

La teca con la reliquia di Santa Maria Salome

ed esibita al bacio dei fedeli. Alle celebrazioni religiose ha fatto seguito un elegante ricevimento presso i saloni del Riviera Parque. Oltre alle personalità politiche dall’Italia era presente anche il deputato federale On.le Judy Sgro, il presidente della federazione delle associazioni laziali Vittorio

������������ ������������������������

������������

�������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� �������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������


10 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo

Riunito a Campobasso il Consiglio dei Molisani nel Mondo

servizio esclusivo di Mina Cappussi)

S

i sono chiusi i lavori del Consiglio dei Molisani nel Mondo, che si è tenuto nei giorni scorsi a Campobasso. I dodici delegati: Antonietta D’Acunto (Zurigo, Svizzera), Alfonso Di Benedetto (Chicago), Leo Di Bernardo

Un`altra targa al presidente Sen.Iorio da Tony Vespa

(Sidney, Australia), Paolo Farrace (Toronto, Canada), Nicola Francischiello (Venezuela), Tobias Gamberale (Argentina), Michelangelo Lanese (Rosario, Argentina),

Tony Perfetto (Melbourne, Australia), Angela Maria Perrella Curiati (Brasile), Franco Sampogna (Toronto, Canada), Angelo Venditti (Buenos Aires, Argentina), Tony Vespa (Montreal, Canada) insieme a Marcelo Carrara (Mar Del Plata, Argentina), Nicola Di Leo, Dante Ricciuti, Antonio D’Alessandro, Gabriele Casciano, Saverio Iacobucci, Hoseph D’Andrea hanno fatto proprio il documento (di cui ha dato lettura il Presidente Marcelo Carrara) redatto dal Consiglio dei Giovani Molisani nel Mondo, che si è tenuto dal 12 al 18 maggio scorsi. I lavori sono stati coordinati dal Responsabile Regionale del Servizio per i Rapporti con i Molisani nel Mondo, Teresio Onorato, e dai due vice Presidenti eletti dall’assise, Angelo Iapaolo e Tony Vespa. A fare da sfondo, la bellissima mostra fotografica realizzata dai ragazzi di Mar della Plata. “Quando Teresio

I consiglieri a convegno posano per la foto di circostanza

Onorato la lanciato l’idea di un progetto – ha raccontato il Presidente del Consiglio dei Giovani Molisani nel Mondo, Marcelo Carrara – abbiamo aderito con entusiasmo. Ci siamo riuniti, è stata proposta la mostra dell’emigrazione. Abbiamo lavorato tre mesi, intensamente, chiedendo aiuto e materiale ai nostri familiari, che hanno messo a disposizione foto, documenti, passaporti. Ma la discussione si è incentrata

sulle questioni pratiche, legate al funzionamento delle Associazioni, dei Club, delle Federazioni. Saverio Iacobucci, presidente storico della Feam, la Federazione delle Associazioni Molisane in Europa, ha illustrato agli astanti l’iniziativa che lo vede protagonista a Bedford, dal 13 al 15 giugno, per un Convegno sui Sanniti al quale è abbinato il Congresso della Federazione. Da più parti è stata lamentata l’assenza

dei Sindaci, delle istituzioni. E’ stata sottolineata più volte la presenza del Sindaco di Poggio Sannita, Tonino Palomba, che ha rappresentato un pò un’eccezione nel mare dei latitanti tra i primi cittadini dei comuni interessati al fenomeno dell’emigrazione. Da ottimista qual è, Angelo Iapaolo ha sottolineato l’importanza di costruire, di alzare anche la voce, evitando però polemiche sterili. “Il documento presentatoci dai Giovani – ha precisato – trasuda entusiasmo, è improntato alla speranza. Ecco che tocca a noi farci interpreti di questa linfa vitale”. E Norberto Lombardi, in partenza per un Convengo sull’Emigrazione nel Secondo Dopoguerra ad Avellino, ha rafforzato il concetto. “Adesso abbiamo un punto di riferimento in Regione – ha detto riferito a Teresio Onorato e al suo staff - e questo ci rassicura. Ricordiamo

Il presidente Iorio con l`unico consigliere dagli USA il Dott. Alfonso Di Benedetto

che senza passione non si può fare questo lavoro. Sforziamoci tutti, dunque, di pensare positivo”. Onorato ha proposto di sostenere le Associazioni, alle prese con la novità rappresentata dalla necessità di presentare dei progetti alla Regione per poter contare sui finanziamenti all’uopo previsti. “Nel giro di qualche giorno – ha sentenziato Onorato – vi invieremo le schede progettuali e le informazioni necessarie per la compilazione. Dopodiché avrete dieci giorni di tempo per farci pervenire le risposte, per poter rientrare, a pieno titolo, nella previsione finanziaria”

Consiglio dei Molisani nel Mondo: eletti i due vice presidenti Tributo a Teresio Onorato servizio esclusivo di Mina Cappussi

Responsabile, ma anche il forte coinvolgimento del Presidente della Giunta Regionale, Michele Iorio, che ha investito risorse umane e finanziarie nell’ambizioso progetto di avvicinamento delle istituzioni regionali

alle Associazioni di Molisani all’estero. Il Consiglio, presieduto dallo stesso Presidente Iorio, ha eletto l’altro pomeriggio due vicepresidenti: Angelo Iapaolo e Tony Vespa, quest’ultimo Presidente della

Teresio Onorato

CAMPOBASSO – Un coro di consensi, il giudizio unanime di tutti i consiglieri. Se li è meritati tutti i ringraziamenti e i tributi di stima il responsabile del Servizio per i Rapporti con i Molisani nel Mondo, Teresio Onorato, che ha curato l’organizzazione del Consiglio, e soprattutto i rapporti con i membri che sono arrivati in Italia lo scorso 2 giugno. Nel corso dei lavori l’assise ha sottolineato la professionalità, le doti umane e comunicative, il rigore e la precisione del

Il Presidente Iorio, ha voluto essere vicino ai corregionali all’estero, partecipando alla cena in loro onore, che ha avuto luogo presso il ristorante “Da Concetta”, nel centro di Campobasso. Una serata informale, che si è protratta fin oltre la mezzanotte, tra un piatto di pizza di mais e verdura e le melanzane ripiene, e per concludere :tarallucci con lo zibibbo.

Famq, Federazione delle Associazioni Molisane nel Quebec di Montreal, fondatore e Presidente dell’Associazione Ururese di Montreal e Vice Presidente Comites di Montreal. La seconda giornata dei lavori del Consiglio ha visto dunque, al tavolo dei relatori, Teresio Onorato, Angelo Iapaolo e Tony Vespa, che hanno guidato il dibattito che si è incentrato sulle modalità di erogazione dei fondi regionali alle Associazioni di Molisani, in base alla presentazione di progetti di massima e consuntivi di spesa. Al centro del dibattito la questione legata alla sede dei Comitati, dei sodalizi, delle Federazioni. “Il problema delle spese per la sede – ha sostenuto Tony Vespa – non può essere ignorato. Avere una sede è importante. Abbiamo

Teresio Onorato e i nuovi vice presidenti Iapaolo e Vespa

lavorato duramente, in tutti questi anni, per avere una sede, e così facendo abbiamo contribuito a migliorare l’immagine del Molise. Se una svolta si è data all’associazionismo molisano lo si deve proprio al fatto che abbiamo lavorato bene. Certamente è necessaria una rendicontazione delle spese, ma questo non prescinde dalla necessità di mantenere le nostre sedi”. E Norberto

Lombardi ha condiviso l’impostazione relativa ai finanziamenti a progetto. “Occorre fare uno sforzo – ha aggiunto – e adeguarsi a questa nuova metodologia. Si tratta, in definitiva, di indirizzare i fondi verso obiettivi specifici, senza dimenticare il lustro dato al Molise e all’Italia dalle case molisane di San Paolo, per esempio, o di quella dei ripesi a Rosario”.

Incontri dei Molisani nel Mondo: utili o spreco di denaro? Si e’ conclusa la riunione del Consiglio dei Molisani nel Mondo a Campobasso. Dodici delegati piu’ altrettanti accompagnatori che dall’Europa, dagli Stati Uniti, dal Canada, dal Sud America sono giunti a Campobasso per decidere non si sa cosa dato che la decisione di erogare sussidi alle federazioni e alle varie associazioni in base a progetti ben definiti era stata gia’ presa . In effetti la Regione Molise di sussidi alle varie federazioni di associazioni molisane nel Mondo ne ha dati negli ultimi 8 anni, peccato che questi sussidi, in Canada, non sono stati spesi per promuovere la molisanita’ nel paese di adozione bensi’ per pagare l’affitto di una sede che, come ha detto il presidente FAMQ Tony Vespa, ha contribuito a migliorare l’immagine del Molise “Il problema delle spese per la sede – ha sostenuto Tony Vespa – non può essere ignorato. Avere una sede è importante. Abbiamo lavorato duramente, in tutti questi anni, per averne una, e così facendo abbiamo contribuito a migliorare l’immagine del Molise”. Sara’ vero a Montreal, ma a Toronto la sede della Federazione e’ servita solo per qualche riunione dell’esecutivo; per giocare a carte una volta la settimana oppure per organizzare qualche cenetta in occasione della visita di qualche politico dal Molise. Un molisano di Toronto che ha partecipato all’incontro di Campobasso ci ha raccontato di averci capito ben poco. “ Ci e’ stato detto che il Consiglio dei Molisani nel Mondo ha un budget di all’incirca 750 mila euro – ha detto – 140 mila saranno destinati per le associazioni molisane nel mondo mentre il resto servira’ per pagare gli stipendi ai dipendenti del Consiglio, le spese di rappresentanza all’estero e libri e CD sul molise da spedire alle associazioni. Non si e’ accennato minimamente al perche’ a Toronto esistono due federazioni di associazioni molisane che non si sa cosa facciano per promuovere il Molise in Canada mentre per tutti gli Stati Uniti se ne riconosce una sola.Sinceramente siamo convinti che tutte le “sceneggiate” di incontri, consigli , consulte e via discorrendo servono solo a spendere soldi e gettare fumo negli occhi e a far credere a tanti (nominati “consultori” o “consiglieri”) di essere diventati importanti e poter dire impunemennte di rappresentare tutti i molisani della loro zona. Ma, ci chiediamo, rappresentarli dove? Alla Regione Molise? Per far cosa? Forse e’ tempo di aprire gli occhi e accettare il fatto che se vogliamo fare qualcosa per promuovere la molisanita’ nella zona in cui viviamo, dobbiamo farlo da noi senza chiedere niente a nessuno. A Toronto la molisanita’ non la promuove la Regione ma quei volenterosi che senza chiedere niente a nessuno hanno organizzato mostre sull’emigrazione molisana in America; sull’uomo iserniese, sugli scavi di Altilia, promuovono le feste dei loro santi e le loro tradizioni. Gente come Domenico Meffe, innamorato pazzo della sua terra e che, stanco di chiedere, un documentario sul Molise se lo e’ fatto fare su misura. Forse e’ tempo che quei fondi per i molisani nel Mondo la Regione li spenda per i bisognosi in Molise evitando a qualche molisano all’estero la vergogna di un servilismo avvilente per un viaggio gratis in Italia , per qualche cena a spese altrui o semplicemente per sentirsi vanamente importante. I Molisani nel Mondo posizioni di rispetto se le son sapute creare da soli ed una settimana di vacanza in Molise sono in grado di potersela pagare.


PANORAMA Italian Canadian 11

Giugno 2008

Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo Molisani nel Mondo

Da Boiano in Molise a Presidente della Manulife

Dominic D’Alessandro Commendatore della Repubblica In occasione dei festeggiamenti per il 62 anniversario dell’Italia repubblicana, il Presidente della Repubblica, S.E. Giorgio Napolitano, ha conferito il titolo di Commendatore al finanziere italo-canadese Dominic D’Alessandro. Le credenziali di commendatore sono state presentate a Dominic D’Alessandro dal Console Generale d’Italia Dott. Bardini nel corso del ricevimento alla sede consolare di Beverley St. in occasione della festa della Repubblica. Per sapere chi è Dominic D’Alessandro basta scrivere il nome accanto alla casella “search“ di Google e cliccare. Immediatamente sullo schermo appaiono pagine e

pagine per elencare tutti gli “achievements” raggiunti; tutti i titoli che gli sono stati conferiti, tutte le più grosse corporationi in NordAmerica di cui egli è “board member”. Noi sappiamo, perchè ce lo ha detto lui, che è nato a Boiano in Molise nel 1947; è emigrato con la sua famiglia in Canada all’età di 3 anni. Verso il 1968 si laurea in Fisica e Matematica presso l’Università Loyola di Montreal; dal 1968 al 1975 è con la compagnia di Chartered Accountants “Coopers e Lybrand”; nel 1971 è Chartered Accountant. A partire dal 1981 Mr. D’Alessandro è con la Royal Bank of Canada ove riveste numerosi posti di rilievo fra cui: Executive Vice President,

Dominic DÀlessandro riceve dal Console Generale Gianni Bardini le insegne di Commendatore

Finance. In November 1988, Mr. D’Alessandro è nominato Presidente and Chief Executive Officer della Laurentian Bank of Canada. Dal 1994 è Presidente e CEO (Amministratore Delegato) della Manulife

Financial Corporation, tra le sei compagnie di assicurazioni più grandi al mondo. In questi 14 anni di massima dirigenza alla Manulife ha inanellato una serie di successi finanziari da record. Nel 1999 diresse il passaggio dalla Manulife

nel settore delle corporazioni pubbliche (quotate in borsa). Nel 2004 portò a termine con successo la più colossale transazione economica nella

storia del Canada con la fusione con l’americana John Hancock Financial Services. Attualmente e vice-presidente del direttivo del “Canadian Council of Chief Executives” e “director” della Canadian Life and Health Insurance Association; è condirettore della “Toronto Region Immigrant Employment Council” ed ancora condirettore della campagna raccolta fondi pro Istituto Neurologico di Montreal che si prefigge di investire 40 milioni di dollari per infrastrutture e nuovi servizi per i pazienti. Nel 2003 è stato insignito dell’ “Order of Canada”; nel 2004 è stato dichiarato il più rispettato CEO (amministratore delegato) dell’anno. Durante il prossimo mese di Luglio sarà chiamato a far parte della “International Insurance Society Hall of Fame”.

Dal 13 al 17 Maggio a Campobasso

I giovani molisani a convegno Il gruppo di 15 consiglieri o consultori a rappresentare Canada, Brasile, Australia, Argentina, Stati Uniti, Venuzuela e Svizzera, si è radunato a Campobasso dal 13 al 17 maggio 2008 per la prima volta dalla nomina avvenuta durante il 2007. E’ stata un’opportunità per conoscersi, pianificare insieme iniziative per i giovani molisani nel mondo, e per molti, visitare la Regione Molise per la prima volta e scoprirne la cultura e la storia antica e ricca. Durante la settimana i giovani riuniti hanno messo a punto una strategia per rafforzare i legami tra i giovani molisani nel mondo. Sono stati programmati diversi progetti per migliorare i collegamenti con i coetanei all’estero ed in Molise. Si è discusso sulla creazione di un nuovo sito web, di scambi accademici e culturali, di stage economici e di altre cose di interesse comune per i giovani. Per il coordinamento delle iniziative discusse è stato creato un consiglio di presidenza con Marcelo Carrara (Argentina) è Presidente, con due VicePresidenti Roberta Iannacito (Canada) e Gianny Tomasi (Venezuela). Il Consigliere

I giovani molisani posano davanti alle rovine di Altilia Sepino. Si riconoscono: la quinta da sin. la prof.ssa Iannacito e ,la terza da destra, la Ciccone

Andrew Antenucci, di Adelaide, è stato scelto come Segretario. La Dottoressa Roberta Iannacito, che con la Dott. Nadia Ciccone di Toronto) nell’incontro rappresentava i giovani della Federazione delle Associazioni Molisane Canadesi dell’Ontario, ha affermato che “La Regione Molise ha fatto grandi sforzi per creare nuove opportunità per i giovani di origine molisana. Siamo fortunati – ha detto - di avere la possibilità di scoprire le nostre radici e di proseguire con queste nuove iniziative per tramandare il patrimonio della regione e celebrare l’eredità dei nostri

cercando di coinvolgere nelle attivita’ in programma il massimo numeri di giovani possibile. Per informazioni, si spedite un’email a consiglio.giovanimolisani @gmail.com o direttamente alla Dottoressa Iannacito a roberta@yorku.ca Roberta Iannacito-Provenzano, Ph.D. Italian Studies York University 416-526-2877 (Cell) 416-915-2877 (Casa) 416-736-2100 int 88748 (Ufficio) roberta@yorku.ca

La sezione “Molisani nel Mondo”

Maria Grifone Bandiera

aperta indistintamente a tutte le associazioni molisane dell’Ontario, è curata da Maria Grifone Bandiera. Chiunque è interessato a pubblicizzare eventi socioculturali può contattarla al 416 249 8800 oppure e.mail: mbandiera@rogers.com

nonni e genitori. Sono tanto entusiasta a lavorare per realizzare gli obiettivi del gruppo.” Dopo la chiusura dei lavori, i giovani che hanno avuto l’opportunità di visitare diversi luoghi storici importanti, come il foro sannitico a Pietrabbondante, il museo della Zampogna a Scapoli, la fonderia delle campane ad Agnone, l’antica città romana di Altilia( Sepino) e il borgo antico di Termoli, sono rimasti colpiti dalla bellezza e la ricchezza della Regione.Per i prossimi mesi il Consiglio dei giovani prevede un programma intenso di lavoro per creare una solida base per il Consiglio stesso

Mike D’Uva

Proud supporter of Panorama


14 PANORAMA Italian Canadian

Calabresi in Ontario

Giugno 2008

Il sindaco Lo Iacono a Toronto incontra la comunità serrese

Si intensificano i rapporti tra Serra San Bruno e la città di Toronto

Dal 25 giugno all’1 luglio, il Sindaco della città fondata da San Bruno sarà a Toronto per incontrare la numerosissima comunità “Serrese” della nostra metropoli. Si tratta di un importante avvenimento in preparazione già da tempo e cioè da quando una delegazione di personalità politiche a livello regionale e provinciali, guidata dal Sindaco di Serra San Bruno Raffaele Lo Iacono, fu in visita a Toronto per partecipare ad una serie di importanti iniziative culturali. La visita del Sindaco di Serra San Bruno, Raffaele Lo Iacono, ha lo scopo di sancire un rinnovato legame tra le due comunità di cittadini Serresi, separati dall’oceano, ma uniti da un’unica radice di appartenenza culturale che da più di mille anni ruota intorno alla spiritualità di San Bruno, all’impegno civile, al sacrificio ed alla genialità artistica e creativa che i cittadini serresi hanno saputo manifestare nel corso dei secoli in ogni angolo del mondo.Alla sua comunità d’oltre oceano, il sindaco Lo Iacono

Raffaele Lo Iacono, sindaco di Serra San Bruno

testimonierà tutto l’affetto e la sua costante vicinanza nonché la gratitudine per aver contribuito alla crescita sociale, culturale ed economica della nazione canadese. Con queste ragioni, grazie alla collaborazione del giovane emergente Raffaele Bonazza, è stato organizzato un grande simposio dei numerosi cittadini Serresi di Toronto che si svolgerà il giorno 28 giugno, alle ore 17.00, presso il Teatro della Dante Alighieri nel corso del quale il Sindaco Lo Iacono ed il professore Luciani, illustreranno il corposo programma che ha

come scopo il rafforzamento sindaco Lo Iacono avrà anche delle comunicazioni, degli l’opportuità di incontrare scambi e dei contatti tra la il Sindaco di Vaughan, comunità Serrese residente signora Linda Jackson, che nella città canadese e quella lo scorso anno ebbe modo in Calabria. L’obiettivo di visitare la città di Serra del Sindaco di Serra San San Bruno in concomitanza Bruno è di coinvolgere in dello svolgimento delle questo progetto soprattutto settimane di studio della i giovani che conoscono il lingua e della cultura italiana paese d’origine attraverso che annualmente gli studenti i racconti dei genitori e dei del Centro Scuola svolgono nonni. Lo Iacono guarda a nella città della Certosa. loro con piena e rinnovata La missione a Toronto del fiducia come potenziali Sindaco Raffaele Lo Iacono fruitori di una grande si chiuderà il primo giorno programmazione culturale di luglio quando il gruppo che punta alla crescita umana di studenti serresi lascerà e professionale di entrambe le il Centro Scuola carico di comunità. Non a caso la visita un’esperienza unica durata del Sindaco di Serra San due settimane e di un bagaglio Bruno a Toronto coinciderà di formazione culturale proprio con la vacanza- che sarà utile come credito studio che un gruppo di scolastico da spendere per il studenti Serresi delle Scuole prosieguo degli studi. Superiori svolgerà presso il Centro Scuola dal 18 giugno all’1 ario ergio, luglio. Al Centro Scuola, il Sindaco York West di Serra incontrerà il Grande Uff.le Alberto Di Giovanni e il Prof. Domenico Servello Il

Torneo di Golf Pizza Nova per Villa Charities

M

S

MPP

Dedicated to our Constituents Assisting with the Following Services: �� ��

Family Responsibility Office Trillium Drug Plan

�� �� �� �� ��

Property Tax Assessment Birth, Death & Marriage Cert. OHIP / Health Cards Pension Plan ODSP

��

Youth Apprenticeship Programs

Serra San Bruno deve la sua origine alla venuta

del monaco Bruno di Colonia, fondatore dell’Ordine dei Certosini, che dedicò la sua vita alla ricerca di Dio in silenzio e in solitudine e ricevette in dono dal Conte Ruggiero il Normanno i territori che oggi sono geograficamente individuati come altopiano delle Serre Calabre, per la costruzione del suo eremo, la Certosa di Santo Stefano del Bosco, primo monastero d’Italia e secondo in Europa dopo quello di Grenoble, in Francia. Il paese è formato dal Serra San Bruno centro storico, chiamato Terravecchia e da Spinetto, quartiere più nuovo del primo perché costruito dopo il terremoto del 1783, che aveva distrutto buona parte del centro storico, rendendolo fatiscente e perciò denominato “terra vecchia” e alcuni edifici del monastero, tra i quali la chiesa conventuale certosina, di cui oggi rimane solo la cinquecentesca facciata in granito a testimonianza della grandezza che il tutto monastero possedeva. La successiva ricostruzione del paese fu dovuta anche

Una fontana di Serra San Bruno alla presenza di artigiani del legno, del granito e del ferro battuto richiamati nei secoli a Serra dalla presenza della Certosa; infatti, furono proprio questi maestri d’arte che sfruttarono le risorse di cui la zona era ricca, il legno, il ferro e il granito, per la creazione di opere d’arte che servivano per l’abbellimento delle chiese e del paese. Le chiese di Serra, infatti, conservano numerose testimonianze del glorioso passato artistico di questo bellissimo paese.

Contact us with your concerns:

G.A. (Joe) Guglietti Tel.: 905-951-3900 - Fax: 905-951-3901 Toll free- 1-800-371-5344 E-mail - gapwastemanagement@bellnet.ca

www.mariosergio.com

TRADE-IN AND UPGRADE EVENT. ���������

���� ��� �

� �����

��������������������������������������������������� �� ��������������������������������������������������� �������������������������������������������������������

��� ��

��������

��������

����

����

���������������������

�������������������

���� ��� �

����������

��������

� �����

����

���������������������

�������������������

����

�������������������

����

��������

����

�������������������

����

���������������������

���� ��� �

������� ��

������������������������������������������������������� ��������������������������������������������������� ��� ����� ���� ��� ������ ����� ����� ������ ������ ����� ���� ��������������������������������������������������� �������������������������������������������������� ���� ������������������������������������������

��������

����

�������������������

� �����

����

���������������������

���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������� ����������

�������������

����������

���

��������

E’ di $28, 500 la somma raccolta con il 13mo “Golf Tournament” annuale a favore di Villa Charities, svoltosi presso lo Station Creek Golf Club. La giornata si è conclusa con una cena presso Le Parc Dining & Banquet in Thornhill. Nella foto si riconoscono Pal Di Iulio CEO di Villa Charities, Sam Primucci presidente di Pizza Nova e la moglie Gemma, Domenic Primucci e consorte.

2300 Finch Ave. West, Unit 38 Toronto, ON M9M 2Y3 Tel: (416) 743-7272 Fax: (416) 743-3292 msergio.mpp.co@liberal.ola.org

���

��������

�������������� ��� ������������������������������ ���������������������������

���

��� � ��� ���

��������������������� �����������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������


PANORAMA Italian Canadian 15

Giugno 2008

Per aiutare le iniziative caritatevoli nella comunità

Creata la IC Savings Foundation

L

e prime righe di un nuovo capitolo della storia della comunità italiana a Toronto ed in Ontario sono state scritte nei giorni scorsi con la nascita della “IC Savings Foundation”. La nuova Fondazione nasce per volontà della Italian Canadian Savings & Credit Union, la banca della comunità, ed ha come mandato quello di supportare iniziative caritatevoli della comunità italiana e/o di Toronto e dell’Ontario. La Fondazione, quindi, avrà chiaro il mandato di sostenere attività di beneficenza, mentre la

Credit Union manterrà il compito di favorire ed incoraggiare la promozione dello sviluppo economico della comunità. A gestire le attività della Fondazione è stato nominato un Consiglio d’Amministrazione composto da noti filantropi che hanno deciso di impegnare il proprio tempo e le proprie conoscenze per la crescita della Fondazione ed il raggiungimento degli obiettivi statutari. A presiedere i lavori del Consiglio sarà il neo eletto presidente Ralph Chiodo che ha accettato l’incarico ben consapevole dello sforzo che sarà richiesto a lui ed

Nella foto Sam Ciccolini Chair del Board of Directors della IC Savings ed Ralph Chiodo nominato presidente del consiglio d’amministrazione della nuova Foundation IC

agli altri consiglieri nel prossimo futuro. “Il mandato che abbiamo ricevuto è chiaro e gli obiettivi che vogliamo raggiungere sono

sí ambiziosi, ma anche alla nostra portata. Il fatto di avere il sostegno pieno della Banca, l’Italian Canadian Savings & Credit Union,

Giornate abruzzesi in Canada

Ivana Fracasso,

La Federazione Abruzzese Greater Toronto, nell’ambito del progetto comunitario “Italiani nel Mondo” finanziato dal programma comunitario LEADER Plus, ha sottoscritto una convenzione con i GAL abruzzesi (Gruppi di Azione Locale) che prevede la realizzazione di specifiche

attività finalizzate alla promozione del territorio rurale della Regione Abruzzo. Il progetto “Italiani nel Mondo si prefigge il raggiungimento di tre obiettivi: il primo è quello di rafforzare la coesione sociale e culturale tra le popolazioni emigrate e le loro zone d’origine, nonché di favorire e supportare la integrazione delle due comunità; il secondo obiettivo è quello di favorire l’avanzamento economico, culturale e professionale delle popolazioni emigrate e di quelle residenti nei territori rurali d’origine;

il terzo obiettivo è quello di promuovere il prodotto, l’offerta, la cultura rurale dei territori abruzzesi fra gli emigranti e, tramite questi, nei paesi d’emigrazione. Tra le prime iniziative previste segnaliamo “Giornate Abruzzesi in Canada” in programma nei giorni 11, 12, 13 e 14 luglio 2008 presso l’Osteria Tipica Abruzzese “La Cascina” a Woodbridge e presso River Valley Park a Vaughan. Nelle quattro giornate verranno proposte le Scuole del Gusto, degustazioni guidate condotte da una guida del gusto professionista

proveniente dall’Abruzzo che attraverso racconti, immagini e assaggi di prodotti tipici accompagnerà i partecipanti in un viaggio immaginario nelle zone rurali dell’Abruzzo. Le Giornate Abruzzesi in Canada saranno anche l’occasione per presentare il nuovo punto di rappresentanza e promozione dell’Abruzzo rurale “L’Osteria Tipica Abruzzese” presso La Cascina a Woodbridge e per far conoscere attraverso tre importanti degustazioni guidate la ricchezza e la bontà della cucina tradizionale abruzzese.

Echi d’Abruzzo

Programma dedicato alla comunita abruzzese dell’Ontario CHIN Radio 100.7 FM Giovedi’ 7:00 pm

Prodotto e presentato da Ivana Fracasso presidente della Federazione delle Associazioni Abruzzesi dell’Ontario

ci da la sicurezza per dare il via a diversi progetti, ma l’appoggio dell’intera comunità sarà altrettanto importante negli anni a venire”. Estremamente felice della nascita della Fondazione Fausto Gaudio, President e CEO della IC Savings: “Oltre dieci anni fa l’idea di una Credit Union in Ontario focalizzata sulla comunità italiana sembrava un progetto quasi impossibile da realizzarsi: oggi con tre filiali operanti ed il numero di soci-clienti in continua crescita possiamo considerarci una storia di successo. La nuova Fondazione avrà tutte le prerogative per divenire uno dei pricipali attori per la crescita e lo sviluppo

della comunità”.“L’Italian Canadian Savings & Credit Union – spiega Sam Ciccolini, Chairman del Board della Banca - devolverà ogni anno una parte dei suoi profitti direttamente alla Fondazione che poi provvederà a finanziare i progetti che più chiaramente possono fare la differenza. Fino ad ora l’Italian Canadian Savings & Credit Union aveva gestito direttamente i fondi devoluti in beneficenza; la creazione della IC Savings Foundation permetterà una migliore pianificazione e una più significativa capacità d’intervento soprattutto per progetti di più ampio respiro”. respiro”.

Lo Specchio compie 25 anni

Happy 25th Anniversary. Al centro nella foto: Giovanna Tozzi e Sergio Tagliavini al taglio della torta attorniati da un gruppo di amici de Lo Specchio

Lo Specchio, settimanale edito da Sergio Tagliavini e Giovanna Tozzi ha festeggiato 25 anni di attivita`con un gala nei saloni della Riviera Parque di Concord, con la partecipazione di piu`di 400 persone tra le quali colleghi di altre testate giornalistiche, sponsors

e sostenitori e lettori del giornale. MC della serata Vincenzo Somma di OMNI Television e Patrizia Di Vincenzo di CHIN Radio. Panorama ItalianCanadian augura a Lo Specchio altri 25 anni di successo.

Good Price

Alternator & Starter Ltd.

For all makes & models - exchange in stock

���������������������� ����������������������������������� �������������������������������������������� ����������������������������������������� ������������������������������������������������������

Industrial & Construction The D.C. Motor Specialists Tel. (416) 745-6614 Fax: 416-745-7088

Paul Palmieri John Verelli

23 Westmore Dr. #1 Rexdale, ON M9V 3Y7

Da sin. Serena Genova, Miss Woodbridge Festival e Patrizia Di Vincenzo annunciatrice di CHIN Radio

Al Caranci, Broker of Record President Ariston Realty Corp., Brokerage 2489 Bloor St. W., Suite 200 Toronto, Ontario - M6S 1R6

416-968-0800 ext. 230 416-968-6998 fax acaranci@trebnet.com


16 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Un’estate di grande cinema italiano Marcello Mastroianni e Luchino Visconti alla Cinematheque Ontario Rubrica a cura del prof. Carlo Coen I programmi estivi della Cinematèque Ontario sono oramai costituiti, sempre più spesso, da riproposte; singoli film, ma più frequentemente intere e complete retrospettive

già presentate nel passato. Lungi dall’essere pura e semplice ripetizione, è una scelta di programmazione intelligente, invece, perché consente al vasto pubblico torontino di avere

Marcello Mastroianni, nato a Fontana Liri in Ciociaria nel 1924, e morto a Parigi nel 1996, è stato il volto, versatile e al tempo stesso rigoroso (Mastroianni aveva una preparazione tecnica di elevatissimo livello), dell’italiano. Eppure non è mai stato stereotipato o sopra le righe. I suoi piccoli gesti, le sue raffinate espressioni facciali, studiate, eppure naturali, come deve essere per i grandi attori, lo hanno fatto conoscere in tutto il mondo. Mastroianni ha lavorato con i più grandi registi italiani e non, ma è stato probabilmente il suo incontro con Federico Fellini a consentirgli il salto nel mondo dei pochi attori che da soli danno la loro impronta ai film che interpretano. Di Fellini Mastroianni è stato il vero e proprio alter ego, con La dolce vita e 8 e 1⁄2, che sono stati dei capolavori anche grazie alla sua prorompente ed intensa presenza. Sarà possibile rivederli, questi film, insieme ad altri, che hanno anch’essi segnato tappe fondamentali nella carriera del nostro Marcello, come quelli che lo hanno visto insieme a Sofia Loren, film memorabili come Ieri, oggi e domani, Matrimonio all’italiana, ambedue di De Sica, e Una giornata particolare di Ettore Scola, dove Mastroianni, interpretando il ruolo di un timido omosessuale, ci mostra ancora una volta la completezza della sua personalità di attore. Se possiamo fare una segnalazione, vorremmo suggerire ai nostri lettori un film meno noto degli altri, Il bell’Antonio, una pellicola del 1960 di Mauro Bolognini, tratto dal romanzo di Vitaliano Brancati, dove Mastroianni, affiancato da Claudia Cardinale nel difficile ruolo del protagonista, bello e impotente, simbolo dell’Italia fascista, esprime al meglio le sue qualità di interprete raffinato e profondo al tempo stesso. Per restare in Sicilia, non è possibile non segnalare Divorzio all’Italiana di Germi (1961), una delle commedie più esilaranti e caustiche mai portate sullo schermo, dove Marcello è praticamente perfetto nel ruolo dell’indolente aristocratico Don Fefé.

l’opportunità di vedere film che aveva perso (quasi nessuno riesce a vedere un’intera retrospettiva), ma anche di rivedere le tante opere che certamente valgono una seconda, o addirittura una terza visione, nell’atmosfera della sala cinematografica, soprattutto ora che così tanto cinema viene “consumato”

sul piccolo schermo di casa.Ultimamente la Cinemathèque ci ha presentato numerosi capolavori del cinema giapponese, i sempre interessanti e meno noti prodotti del cinema canadese più raffinato, attente disamine del cinema francese degli ultimi 40 anni, ma l’estate del 2008 potrà essere ricordata come l’estate del grande cinema italiano: sono

ben due le retrospettive inserite nel programma, la prima dedicata all’attore che più di ogni altro ha simboleggiato la figura dell’italiano, Marcello Mastroianni; e la seconda ad uno dei più grandi Maestri dell’arte cinematografica, Luchino Visconti. Ambedue le retrospettive sono state organizzate con la collaborazione di Cinecittà Holding, del Ministero italiano per i Beni e le Attività Culturali e dell’Istituto Italiano di Cultura.Le proiezioni hanno luogo presso la Arts Gallery of Ontario (317, Dundas Street West), con ingresso da McCaul Street. Per i dettagli del programma e l’acquisto dei biglietti, potete telefonare al 416 968 FILM o visitare il sito www .cinemathequeontario.ca.

La scena del gran ballo del film il Gattopardo

Nuovo governo in Sicilia Raffaele Lombardo, presidente della Regione Siciliana, ha assegnato ieri sera le deleghe agli assessori della sua giunta. Ad Antonello Antinoro (Udc) i Beni Culturali, a Titti Bufardeci (Pdl-Fi) il Turismo, a Michele Cimino (Pdl-Fi) il Bilancio, a Roberto Di Mauro (Mpa) la Cooperazione, a Luigi Gentile (Pdl-An) i Lavori pubblici, a Pippo Gianni (Udc) l’Industria, a Carmelo Incardona (PdlAn) il Lavoro, a Francesco Scoma (Pdl-Fi) la Famiglia e gli Enti locali, a Pippo Sorbello (Mpa) il Territorio e Ambiente, al tecnico

Raffaele Lombardo

Massimo Russo la Sanita’, a Giovanni Ilarda, altro tecnico, l’assessorato alla presidenza con delega per la riorganizzazione del personale e l’informatizzazione, e a Giovanni La Via, anche lui tecnico, l’Agricoltura.Lombardo ha assicurato, inoltre, che tra i primi atti del nuovo governo siciliano vi sara’ quello di promuovere i disegni di legge relativi alla semplificazione della struttura burocratica.

Mastroianni in 8 1/2 di Federico Felini

������������ ��������������������� ������������������

Marcello Mastroianni e Anita Ekberg nella famosa scena della fontana nel film La Dolce Vita

Luchino Visconti di Modrone nasce a Milano

nel 1906 da una famosa famiglia aristocratica, e passa tutta la giovinezza da tipico rampollo nobile e ricco, allevando cavalli e frequentando l’opera dal palco che la sua famiglia aveva alla Scala. L’opera e la musica, insieme alla grande letteratura, avranno un’influenza fondamentale sulla sua carriera di regista cinematografico, teatrale e lirico. In seguito ai suoi frequenti viaggi a Parigi, viene in contatto con gli ambienti intellettuali francesi più vivi; è dai suoi incontri parigini che nasce non solo la sua prima esperienza cinematografica da aiuto-regista di Jean Renoir in Une partie de campagne (1936), ma soprattutto la sua adesione all’antifascismo e la sua simpatia per la sinistra socialista e comunista, a cui restò legato per tutta la vita. In Italia, incontra il gruppo di giovani intellettuali che stanno dando vita alla rivista Cinema, diretta dal figlio del Duce, Vittorio Mussolini. È dal suo sodalizio con Gianni Puccini, Giuseppe De Santis, Pietro Ingrao e Mario Alicata, futuri dirigenti del PCI nel dopoguerra, che nasce l’idea di un nuovo modo di fare cinema, a�ento alla tradizione realista della nostra le�eratura, quello che Viscon� stesso chiamò “cinema antropomorfico”, a misura d’uomo. Dall’esperienza di Cinema nasce Ossessione (1943), il primo film di Viscon�, considerato da mol� un precursore del neorealismo. Viscon� con�nuerà a dare alle sue opere un’impronta fortemente realista, anche quando con Senso (1954) fonderà insieme il melodramma e la storia risorgimentale. Il suo interesse si sposta poi sulle grandi opere le�erarie europee del nostro secolo. Pensò a lungo ad un ada�amento della Recherche di Proust (che non riuscì mai a realizzare), ma sono Thomas Mann (La caduta degli Dei, Morte a Venezia) e Gabriele D’Annunzio (L’innocente) gli autori che lo ispirano a par�re dalla metà degli anni ’60 in poi. Viscon� è sempre riuscito a trovare un affascinante equilibrio tra ideologia marxista e cultura borghese, tra opera lirica, teatro, le�eratura e cinema, anche quando racconta la storia di una famiglia di pescatori siciliani (La terra trema, del 1948, basato sui Malavoglia del Verga, parlato interamente nel diale�o di Acitrezza), o il dramma di una famiglia di emigra� lucani a Milano (Rocco e i suoi fratelli, del 1960). Luchino Viscon� muore a Roma nel 1976. Anche per Viscon� vorremmo fornire alcune segnalazioni: Rocco e i suoi fratelli, anzitu�o, un film da non perdere o da rivedere, per la sua insuperabile carica dramma�ca, ma anche Senso, opera ricchissima, s�lis�camente impeccabile.

���������������

����������������

������������

����������

���������������

��������� ������������

��������������������� ������������ ������������������� ������������������������� ����������������������

��������������������� ������������ ������������������� ������������������������� �����������������

������������������������� ������������ ������������������� ������������������������� ����������������������

��������������������� ���������� ������������������� ������������������������ ���������������������

�������������������� ������������ ������������������� ���������������������� �����������������

�������������������� ������������ ������������������� ��������������

��������������

����������������������������������������������������������������������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������������������������������������������������������������

��������������������������������������


PANORAMA Italian Canadian 17

Giugno 2008

Pugliesi in Ontario Il “Premio Puglia” 2008 è stato assegnato dalla Regione Puglia, a Laura Albanese, deputato al Parlamento della Provincia dell’Ontario, Sabato 24 Maggio a Nardo, provincia di Lecce, in Puglia, nel corso di una cerimonia organizzata dal Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo, da rappresentanti del Comune di Taranto, citta di origine di Albanese, e della regione Puglia, giunti da Bari. Presenti alla cerimonia i delegati dei Pugliesi nel Mondo. Il prestigioso premio è stato istituito dalla Regione Puglia per onorare i pugliesi all’estero che si distinguono nella politica,

imprenditoria, arte e iniziative umanitarie. “Sono onorata di ricevere il “Premio Puglia” la regione che mi ha dato i natali e alla quale sono molto legata”, ha affermato con orgoglio ed emozione l’On.le Laura Albanese oriunda di Taranto. Laura Albanese, dopo una brillante carriera di giornalista e conduttrice di programmi alla OMNI Television, è stata eletta Deputato al Parlamento dell’Ontario. Albanese è attualmente Assistente Parlamentare del Ministro della Cultura della Provincia dell’Ontario. All’On. Albanese vanno le felicitazioni di Panorama ItalianCanadian.

“Premio Puglia” a Laura Albanese

Deputato al Parlamento dell’Ontario

Da sin. Anna Maria Guerrieri, assessore della Regione Puglia, il consigliere della Regione Puglia Enzo Russo e l’On. Laura Albanese, deputato al Parlamento dell’Ontario

Da sin.: Phil Zita, Consultore per la regione Puglia, L’on. Laura Albanese, Maria Mattiace, di Montreal, presidente dei giovani pugliesi per il Nord America e Vito Bruno, Membro del Consiglio Generale dei Pugliesi del Mondo (Vancouver)

Giovani oriundi pugliesi apprendono la cucina pugliese

Andar per sagre in Puglia

Una full immersion formativa, della durata di un mese e completamente gratuita, destinata a sei giovani di origine pugliese residenti all’estero che frequenteranno a Conversano (Bari) il corso di formazione “Accademia dell’enogastromia pugliese” dal 23 giugno al 25 luglio. L’Accademia dell’enogastronomia pugliese è una vera e propria scuola di cultura gastronomica e di cucina tipica territoriale. Gli allievi studieranno la storia della cucina pugliese, le caratteristiche dei prodotti tipici regionali, i principi fondamentali dell’enologia e le norme di sicurezza degli alimenti. Le lezioni di carattere teorico, tenute da docenti qualificati, verteranno anche sull’apprendimento delle tecniche di base della cucina pugliese, della degustazione e dell’abbinamento cibo-vino. Inoltre, i partecipanti all’Accademia seguiranno un mini-corso di apprendimento della lingua italiana, in modalità e-learning. Il corso di formazione “Accademia dell’enogastromia pugliese” e’ nato nell’ambito del Piano 2006 degli Interventi in favore dei pugliesi nel mondo, cofinanziato dalla Regione Puglia e dal CNIPA Puglia.

Percorrendo la Puglia da Foggia a Lecce è possibile scoprire le tante feste patronali e le sagre di paese che fanno rivivere antiche tradizioni popolari, manifestazioni e rievocazioni storiche, rappresentazioni e parate in costume. Dalla Festa di Sant’Antonio il 13 giugno a San Paolo di Civitate sarà possibile andare a Celenza Valfortore per la Sagra della Frittata il 2 luglio, passando da Polignano a Mare per la Festa patronale dedicata a San Vito dal 14 al 16 giugno. Da non perdere anche il corteo storico realizzato a Fasano in occasione della festa dal 15 al 18 giugno o la Fiera di San Vito a Lequile. Visitando il Salento si potrà inoltre scoprire una suggestiva festa per i Santi Pietro e Paolo a Galatina dal 24 al 30 giugno o quella dal 28 al 30 giugno a San Pietro Vernotico in Provincia di Brindisi.Carbonara - 28 giugno, Recital-Concerto dedicato a Fabrizio De Andrè “La Buona Novella e le altre analogie” a cura di Marco Laccone. - Putignano - dal 28 giugno al 13 luglio, settima edizione della Rassegna teatrale Sere d’Estate, all’Agriturismo Masseria Angiulli Nuova.

Messaggio di

Conversano è una splendida città d’arte e dista poco più di tre chilometri dall’Agriturismo Montepaolo. A Conversano è possibile osservare i resti archeologici della città, risalenti al VII-II sec. a.C., ed è anche possibile visitare il Museo Civico.

Nichi Vendola ai Pugliesi nel Mondo

Nichi Vendola Presidente della Regione Puglia Cari Pugliesi, dopo circa due anni riprende la pubblicazione della rivista “Pugliesi nel mondo”. A questa abbiamo deciso di affiancare anche un sito internet attraverso il quale potremo comunicare più agevolmente. È una buona notizia, perché è il segno di una attenzione che la Giunta Regionale sta ponendo al tema dell’emigrazione. L’annuale “Rapporto italiani nel mondo” curato dalla Fondazione Migrantes ci parla di un notevole interesse, in particolare delle giovani generazioni, nei confronti dell’attività regionale rivolta ai pugliesi residenti all’estero. Negli ultimi due anni la Regione ha rilanciato le azioni di promozione dell’immagine della Puglia presso le comunità dei pugliesi nel resto del mondo, nonché le azioni per costruire e consolidare le reti di collaborazione, di cooperazione e di scambio tra i sistemi socioeconomici e culturali pugliesi con le comunità dei pugliesi nel mondo. Anche per questo

abbiamo istituito una “cabina di regia” finalizzata a supportare in forma coordinata i programmi e le iniziative per lo sviluppo e la promozione del proprio sistema territoriale in campo estero. Abbiamo approvato il nuovo Piano di interventi in favore dei pugliesi nel mondo con l’intento di perseguire alcuni obiettivi che riteniamo debbano contribuire ad aggiornare il quadro di conoscenza, in termini qualitativi e quantitativi, sulla comunità pugliese complessivamente residente all’estero; ad indirizzare e supportare il network delle associazioni formalmente riconosciute dalla Regione Puglia nel processo di assunzione di un ruolo attivo al servizio delle

comunità che rappresentano e a sostenere e tutelare i pugliesi residenti all’estero in particolari condizioni di disagio socioeconomico. Nel 2005, la popolazione di pugliesi residenti all’estero ha attivato un flusso di rimesse dall’estero in favore dei pugliesi residenti in Puglia pari a poco più di 17 milioni di Euro. Anche su questo tema vogliamo che la nostra regione diventi la “culla” di percorsi operativi volti a creare al più presto un circuito trasparente e non usuraio per le rimesse degli immigrati nei loro Paesi. Questa ulteriore iniziativa editoriale sono certo che favorirà e potenzierà il sistema comunicativo ed informativo necessario ad avviare quello scambio con

le comunità pugliesi residenti in regioni italiane ed estere, con le quali non sono ancora stati stabiliti collegamenti istituzionali, per potenziare e consolidare la rete relazionale della Regione Puglia.

Questa sezione di Panorama è dedicata ai Pugliesi dell’Ontario con: * Articoli e foto delle attivita sociali e culturali della comunità pugliese * Notizie e corrispondenze dalla Puglia * Servizi speciali - Invitiamo la Federazione, le associazioni e le istituzioni a segnalare le attività future a: Roberto Bandiera 416-249-8800 robertbandiera@rogers.com Enzo Di Mauro 416-496-0337 enzodimauro@rogers.com

Association for the Memory of Italo-Canadian Immigrants

INVITATION AMICI’s inaugural celebration of

Giovanni Caboto Day Tuesday, June 24, 2008 7:30 – 9:30 pm In collaboration with Federazione Lazio, Federazione Associazioni Molisane Canadesi (Sezione Ontario), Sicilian Cultural Society of Canada, Associazione Amici Provincia di Ragusa, the National Congress of Italian Canadians (Toronto District), and COM.IT.ES (circoscrizione consolare di Toronto) Location: AMICI facility, located in the Maple Community Centre (10190 Keele St, north of Major Mackenzie Drive)

Join AMICI for its first celebration of Giovanni Caboto day! An Italian merchant, navigator and explorer, Giovanni Caboto discovered Newfoundland for England on June 24, 1497. Caboto’s successful voyage changed the course of North America’s history, resulting in continued English interest in the “New World” and the later settlement of English colonies. Without Caboto, the Canada we know today might not exist. He was the first Italian to set foot in Canada, followed centuries later by hundreds of thousands of Italian immigrants who now call Canada home. Giovanni Caboto (c. 14501499)

Giovanni Caboto leaving Bristol, 1497, painting by Thomson.

The evening features: �� a poster exhibition developed by the regional authorities of Lazio, Liguria and Veneto; �� a film screening of “The Cabotos and the New World” coproduced by RAI International and G.B. Produzioni with the support of the Lazio Regional Authority; �� presentations by Antonio Porretta, Joseph Cafiso, Alberto Di Giovanni, Carlo Consiglio and discussion; �� reception sponsored by La Botte Restaurant. Free admission. English Presentation. Space is limited; RSVPs are advised. For more information on the event, please contact: Lucy Di Pietro, Curator/Manager, AMICI; Tel: 905-832-5200, email: info@amicimuseum.com

The Association for the Memory of Italo-Canadian Immigrants (AMICI) is a not-for-profit and charitable organization working to preserve Italian immigrant stories, communicate Italian-Canadian history, and promote contemporary Italian-Canadian culture. AMICI’s main project is developing a museum and interpretive centre in Vaughan, Ontario.


18 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Carrellata nella comunità Carrellata nella comunità Carrellata nella comunità Carrellata nella comunità

La comunità di Cerreto festeggia San Felice

Terza edizione del Giro T.O. ‘Maglia Rosa’ a Ed Sorbara

Club Alto Molise Festa di S. Antonio

Nato come versione canadese del Giro d’Italia, il Giro T.O. richiama gli appassionati di ciclismo residenti a Toronto e zone limitrofe per una gara di beneficenza a favore di Villa Charities. Questa edizione è stata leggermente differente, in particolar modo perchè i ciclisti dovranno misurarsi su un tracciato di 65 Km., percorso modificato in onore di Ed Sorbara, (foto sotto), uno degli ideatori dell’iniziativa, che ha compiuto 65 anni e che ha raccolto, da solo, la somma di $37.000, aggiudicandosi così la Maglia Rosa.

Il Club Alto Molise e’ costituito da soci originari dalle frazioni due paesini dell’Alto Molise: Carovilli e Vastogirardi e precisamente Villa San Michele, Rocca Sicura, Castiglione e Cerreto. Il Club e’ presieduto da Vincenzo Siraco(905 851 2779). Unica attivita’ del sodalizio e’ rappresentata dai festeggiamenti in onore di Sant’Antonio che si svolgono in pompa magna ogni anno presso il Veneto Centre. Messa e processione con il simulacro del Santo guidata da padre Daniele Bertoldi e accompagnata dalla banda musicale; quindi pic-nic con intrattenimento musicale fino a tarda sera. Ospite d’eccezione quest’anno la giovane cantante di origine molisana Angelica Di Castro che ha recentemente lanciato sul mercato un Cd di canzoni inedite in inglese che sta riscuotendo un notevole successo. Nel corso della serata si e’ esibito anche “ gliu coro du Supino. Grossa la partecipazione di pubblico con pullman giunti anche dagli Stati Uniti: da Cleveland(Ohio) e da New York.

La festa in onore di San Felice protettore di Cerreto ( una frazione di Vastogirardi nel Molise) e’ un’occasione per rivedersi , stare insieme a ricordare le cose belle del passato. Per questa ragione e’ stato creato un comitato che si occupa, ormai da alcuni anni, dell’organizzazione dell’evento. Niente di speciale. Santa messa al pomeriggioe quindi grande cena sempre presso la Villa Banquet. Nella foto il membri del comitato con l’effige del Santo protettore di Cerreto; da sinistra Eva Haig, Maurizio Iannacito, Liciana Di Lorenzo, Odo Rotolo, Fiore Carmosino, Ubaldo Di Rienzo e Fulvio Di Rienzo.

“Trevisani nel Mondo” 30 anni dalla fondazione

San Liberato di Roccamandolfi

I Trevisani di Toronto hanno festeggiato i 30 anni di vita della loro organizzazione: “Associazione Trevisani nel Mondo” I festeggiamenti hanno avuto inizio con una S.Messa nella Cappella SS. Crocifisso di Woodbridge, officiata da don Caruso Toso fondatore dell’associazione attualmente diretta dalla signora Loredana Basso. A conclusione delle celebrazioni religiose , Benito Monico, presidente del Comitato S. Pio X di Guelph, ha consegnato a Loredana Basso un quadro di S. Pio X, dono del sindaco di Riesi Pio X, Gianluigi Contarin. Come e’ noto Papa Pio X era nato a Riesi. Alla sua morte i cittadini vollero aggiungere il suo nome a quello della cittadina veneta. A termine della cerimonia religiosa tutti i presenti si sono spostati nella Sala Rialto del Centro Veneto dove sono stati consegnati dei certificati si fedeltà ai soci dell’ATM Toronto.

Festa della Mamma e del Papà del St. Andrew Senior Club

In una sala di Toronto il il circolo anziani St. Andrew Senior Club ha organizzato una serata danzante in onore delle mamme e dei papà, tra loro anche Padre Carlo, parroco della parrocchia di St. Andrew in Etobicoke. Nella foto si riconoscono i coniugi Nicola e Antonietta Petti.

Il primo torneo di golf del Cattolica Eraclea Club

I soci del club di Roccamandolfi (provincia di Isernia in Molise) hanno festeggiato il santo patrono della loro cittadina , San Liberato martire, con messa solenne celebrata presso la Cappella del SS Crocefisso di Woodbridge dove e’ custodito il simulacro del Santo. Alla messa ha fatto seguito la processione dei fedeli che ha accompagnato la bara col simulacro di San Liberato per le viuzze adiacenti al convento delle Suore Minime dell’Addolorata. Ai festeggiamenti ,organizzati dal comitato addetto guidato da Palma Pallante, ha partecipato anche padre Michele Perrella giunto appositamente dall’Australia.

La Madonna di Monteverde e il club di Grumo Appula Un mini torneo con soli 36 partecipanti, è stato il primo torneo di golf del Cattolica Eraclea Social Club. “Mini” senza meno , ma l’importante e’ iniziare” si son detti gli organizzatori fiduciosi che alla prossima occasione i partecipanti saranno molto piu’ numerosi. Nella foto il gruppo dei partecipanti al torneo

Per documentare le attività della vostra organizzazione contattate

Panorama ItalianCanadian

Bandiera 416-249-8800 DiMauro 416-496-0337 o spedite le vostre foto via email a: robertbandiera@rogers.com oppure enzodimauro@rogers.com

I soci del Grumo Appula Brotherhood Association di Toronto hanno festeggiato la Madonna di Monteverdse patrona del loro paese d’origine con una Santa Messa a cui ha fatto seguito un rinfresco a base di focaccia e mortadella. L’Associazione, al termine delle celebrazioni, ha presentato i doni alla congregazione dei Missionari della Consolata che a Toronto custodise il simulacro della Vergine.

L’Associazione Culturale Castelliri di Toronto “Assaggi Ciociari” L’evento “Assaggi Ciociari” dell’Associazione Culturale di Castelliri era stato organizzato per la prima volta l’anno scorso. Nato sotto tono , quest’anno ha fatto registrare il tutto esaurito. Le pietanze tipiche della tradizione culinaria ciociara vengono preparate in casa dai soci del club e poi portati in sala per essere degustati da tutti.


PANORAMA Italian Canadian 19

Giugno 2008

Pellegrinaggio al Santuario della Madonna delle Grazie in Mary Lake

Il pellegrinaggio a Mary Lake ha iniziato le celebrazioni del Centenario della prima parrocchia italiana nella diocesi di Toronto

La celebrazione della Santa Messa

L

’amore per il Cristo eucaristico e la Madonna ha fatto superare la paura del freddo a circa 2000 persone che si sono ritrovati lunedì 19 maggio a Mary Lake, al Santuario della Madonna delle Grazie, per adorare, insieme a Maria, la Presenza Reale del Figlio di Dio. Padre Ennio Castellano Padre Daniele Bertoldi porta ha condiviso con noi la il Santissimo in processione sua riflessione su Maria e dei club che riproducevano l’ Eucarestia offrendoci una l’immagine della Madonna piccola ma ricca perla di e dei santi protettori. teologia che ci ha permesso Pellegrini verso la patria di adorare il Santissimo celeste abbiamo percorso sacramento nella certezza di la quella breve strada avere su di noi gli sguardi testimoniando la nostra fede amorevoli di Gesù e Maria. nell’Eucaristia, sostegno nel La processione ha seguito nostro cammino e vincolo la recita meditata del di comunione con tutti Santo Rosario snodandosi sapendo che l’Eucarestia sulla collina del santuario è il grande mistero che trapunta di belli e svariati racchiude tutto il bene colori creati dalla presenza spirituale della Chiesa, cioè di stendardi e bandiere con la sua carne vivificata dallo i nomi delle parrocchie e

La festa del Corpus Domini rinnovata a Woodbridge

Padre Amedeo Nardone durante l’omelia

Spirito Santo e vivificante e dà la vita agli uomini. La finale benedizione hanno concluso la liturgia presieduta da Monsignor John Iverinci, preparata dai padri Amedeo Nardone e Daniele Bertoldi, e animata dal Coro Italiano di Santa Chiara in Woodbridge. Questo pellegrinaggio appartiene alla tradizione degli italiani. Quest’anno ha assunto un rilievo particolare perché ha di fatto

iniziato le celebrazioni del Centenario della prima parrocchia italiana nella diocesi di Toronto. Un grosso ringraziamento a Radio Maria, a Società

Un gruppo di pellegrini devoti di San Padre Pio

Mons. Gino Iverinci, Vicario Episcopale

Unita, ai volontari di St. Jane Frances che hanno contribuito alla preparazione ed organizzazione. Commissione Pastorale Italiane

Nelle foto sopra e a sinistra, momenti della processione con la partecipazione di migliaia di fedeli giunti al Santuario dei Santi Martiri di Mary Lake dalle Parrocchie di Toronto.

Il club San Giovanni Campano

festeggia la Madonna del Suffragio L’Associazione Culturale Monte San Giovanni Campano ha festeggiato presso la chiesa di St. David la ricorrenza della festa della Madonna del Suffragio. Alle celebrazioni religiose (Santa Messa e processione) ha fatto seguito un ricevimento mondano presso la Riviera Parque. ��������� �� ���������� �������

������� �����

�������� ������� �������� ltra n'a ��� ���� ���� �� ��������� u a re Ap sede LANE ��������� �������� T GE E RK RID �������� ��������� MA ODB WO ��������� ������ ���� �������������������������� ����� ���� ��� ���������� ����� ���������� �� � ��� ��� ���� ������������� � ������� ���������������������������

Il simulacro della Vergine custodito nella Chiesa di San David Sta diventando una rispettabile tradizione la festa del Corpus Domini a Woodbridge. L’evento inizia con una veglia e adorazione del Santissimo di 24 ore presso la chiesa dell’Immacolata Concezione. A conclusione dell’adorazione inizia la processione con l’ostensorio contenente l’Ostia Santa che si snoda per le vie adiacenti la parrocchia con i fedeli che aspettano per strada per poi accodarsici. Molte delle abitazioni, lungo il percorso della processione, hanno allestito piccoli altarini dove il corteo si ferma per una riflessione e preghiera. La processione si conclude con il rientro in parrocchia dell’Ostia Santa. Dopo la processione i Cavalieri di Colombo ed il gruppo delle CWL hanno offerto ai partecipanti un piccolo rinfresco nella sala parrocchiale. Nella foto l’ostensorio contenentre l’Ostia Santa.

Heating and Air Conditioning Inc.

Mark Dubros

#30 Carmel Cres. Brampton, Ontario L6P 1Y1 Tel. 416-417-3776 Fax 905-794-9681 email: debonair@sympatico.ca

~

���� ��� ����� ���� ��� ������� � �� � ��� ��� � ������ ���� ������������� � ������� ������������������������


20 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Forum sugli Italiani al Columbus Centre

N

Padre Thomas Rosica, direttore di Salt+Light Television

Nuovi modi per proclamare la buona novella Padre Lombardi, direttore della Radio e Televisione del Vaticano e responsabile della Sala Spama Vaticana con il giornalista Enzo Di Mauro. Il futuro dei media cattolici e il loro rapporto con la stampa secolare è stato il tema centrale della Convention dei media cattolici svoltosi a Toronto alla fine di maggio. “La Chiesa ha un messaggio da offrire, e la sfida di questo compito al giorno d’oggi è di farlo in un mondo mediato” ha affermato Padre Thomas Rosica, direttore della Fondazione Cattolica e della rete televisiva Sal+Light Television che ha aggiunto che la Chiesa deve essere “là sulla scena, usando tutti i mezzi delle comunicazioni sociali moderne per proclamare la parola di Dio e il messaggio della Chiesa.” La Convention che si svolta a Toronto dal 27 al 30 Maggio, è stata ospitata dall’Associazione della Stampa Cattolica del Nordamerica, dalla Catholic Academy for Communication Arts Professionals e dall’Associazione dei Comunicatori Cattolici Romani del Canada. Il tema scelto per l’evento

è “Predicatelo sui tetti”. La Convention dei Media Cattolici 2008 deve la sua esistenza a una collaborazione che è rara nel mondo dell’editoria. La collaborazione è da anni una questione fondamentale tra i media cattolici di Toronto. Due aspetti unici della Convention sono come poter promuovere la collaborazione tra tutte le entità dei media cattolici e come vedere il nostro lavoro come parte della Nuova Evangelizzazione. Nei lavori sono emerse le preoccupazioni per il futuro, soprattutto per come poter raggiungere la prossima generazione e coinvolgere i giovani adulti nella missione delle comunicazioni. La convention ha offerto l’opportunità ai giornalisti cattolici nordamericani, per costruire ponti all’interno e all’esterno della Chiesa imparando a raccontare le storie della Chiesa e a testimoniare la verità e a proclamare il nostro “messaggio dai tetti.”

ell’ambito delle commemorazioni per il centenario della prima chiesa italiana a Toronto, si è svolto un’interessante conferenza che vedeva impegnati il Prof. Martin Stiglio, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura, e Padre Thomas Rosica, Direttore Esecutivo del canale televisivo Salt & Light, sul tema: “Italiani: Cittadini e Cristiani in una Terra di Adozione”. L’incontro è avvenuto la sera del 26 maggio scorso nella Rotonda del Columbus Centre alla presenza di oltre cento partecipanti, tra i quali figuravano parecchi sacerdoti. Padre Gianni Carparelli ha presentato i due oratori attraverso una ricca introduzione dove ha enumerato mali e difetti e incongruenze della nostra società oramai pluralistica suggerendo strategie creative di punti di intesa che rispettino le idee di ognuno per stabilire la concordia. I l Prof. Stiglio ha sviluppato la problematica dei principi e valori che in una società pluristica per fede, politica e cultura, se usati in termini assoluti, non danno spazio alla convergenza e rispetto delle idee altrui alimentando ulteriori divergenze, contrasti, risentimenti e dispute. Si tratterebbe, come mi è parso di capire, di un sistema machiavellico dove qualsiasi fine delle parti in disputa giustifica in pieno i mezzi usati per raggiungere valori assoluti attraverso principi ineccepibili. Occorre invece mettere dei limiti ai principi, ai valori e ai dogmi assoluti, ed usare tolleranza attraverso trattative che giustifichino

i punti di vista e le convenienze dei contendenti. In altre parole, la plurarità della società moderna esige una valutazione tollerante dove nella problematica si intravvedano dei vantaggi in un settore che si contrappongano favorevolmente a svantaggi in un altro settore. Anche Padre Rosica si è manifestato propenso a tener conto di certi principi e valori a noi avversi, ma che il nostro prossimo ritiene validi, ed ha ribadito l’esempio della vita e l’operato di Gesù, che non ha mai imposto a nessuno la Sua dottrina, nonostante si dichiarasse portatore di

pregiudizio e dall’ingiustizia su cui la luce nuova di Dio rifulgeva. Ha elogiato le virtù dell’ospitalità, della generosità, del calore umano della Comunità Italiana con la quale egli è venuto in pieno contatto in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù nell’anno 2002; una Comunità che ha portato luce e cuore nel nostro Canada, paese freddo, non solo per l’inverno ma anche per il temperamento dei suoi abitanti, rammaricandosi per il fatto che questa Comunità nel suo percorso, irto di sudore e sacrifici, sia alquanto differente dai figli che, oramai eredi

Padre Amedeo Nardone e Padre Gianni Carparelli

verità divine. Semplicemente Gesù esponeva queste verità ai Suoi ascoltatori, non tutti necessariamente depositari della stessa fede, ed incoraggiava i Suoi discepoli ad essere il sale della terra, la luce del mondo; un mondo dominato dalle tenebre del peccato, dalla violenza, dal

autorità locali per organizzare la grandiosa Via Crucis svoltasi a Toronto in quel venerdi sera, alla presenza di Papa Giovanni Paolo II, ed ha menzionato le parole di lode e compiacimento ricevute dai rappresentanti delle comunità religiose mussulmane ed ebraiche. Per Padre Thomas, ci è sembrato di capire, la problematica relativa allo svolgimento della Via Crucis è un esempio di palese intesa, di convergenze convenevoli tra gruppi sociali che professano sistemi, idee sociali e politiche, e religioni diverse. I participanti hanno avuto occasione di chiarire

Our Lady of Mount Carmel, la prima chiesa cattolica italiana nel 1908 di Toronto

della società moderna Canadese, riproducono pochi discendenti e perciò questa luce, questo calore verranno a mancare nel futuro anche perché essi non ne hanno sufficientemente assorbito la cultura. Ha ricordato con parole suggestive i forti scontri e confronti con le

qualche punto con gli oratori rispondendo cortesemente alle domande di ognuno. Padre Carparelli ha chiuso auspicando di svolgere altri incontri come questo, ma in inglese, ad una platea più giovane, poiché altri, dopo di noi, dovranno percorrere la stessa strada nel prossimo


PANORAMA Italian Canadian 21

Giugno 2008

Scuole per genitori a cura del

Dott. Giorgio Ilacqua, psicologo

C

’era una volta quando i genitori avevano sempre ragione, bisognava ascoltarli e basta. Se non li si ascoltava erano botte o a letto senza cena. I genitori dovevano essere rispettati solo perché erano i depositari dell’esperienza e della conoscenza. Tutto quello che facevano era giusto e veniva fatto per il tuo bene di figlio o figlia. Ma oggi tutto è cambiato; anche i genitori si sono dovuti adeguare ai tempi. Adesso per fortuna c’è il telefono azzurro, i bambini hanno la loro magna carta e la saggezza dei genitori è sempre più spesso messa in discussione. Essere genitori, insomma, non basta più. In un passato neanche troppo lontano, avere il titolo di genitore era sufficiente per diventare “padre e padrone” e per acquisire tutti i diritti e i privilegi di un signorotto sul discepolo/suddito, il figlio o la figlia. Adesso siamo all’esatto contrario, i genitori vengono fatti sentire invece inadeguati, incapaci, irrisolti, e non al passo con i tempi. Essere genitori naturali, o adottivi, come detto, non è più sufficiente. L’idea stessa di diventare genitori è una sorgente di ansia e di insicurezza. I genitori sono continuamente tormentati dalla domanda: «Faccio bene? Oppure dovrei fare qualcos’altro?» Per aiutare

Benedizione dei papà alla Epiphany

Dott. Giorgio Ilacqua

i poveri genitori confusi dal vecchio titolo, ma con esigenze, ruoli e richieste nuove, sono nate le “scuole per genitori”, che però spesso non fanno altro che aumentare il senso di disagio. All’inizio le scuole erano sorte per aiutare i genitori di bambini o bambine con problemi fisici o di sviluppo gravi. L’idea era di estendere le cure mediche e ospedaliere alla famiglia e alla comunità. Adesso invece le scuole partono dal presupposto che i genitori, anche se sono bene intenzionati, sono senz’altro non all’altezza di questo compito immane, ovvero “crescere i figli”, e partono da presupposti arcaici, inadeguati se non addirittura controproducenti. Il training per i genitori non è una scuola come le altre, inizia prima ancora dell’arrivo dei figli, con le scuole premaman. Poi man mano che i figli crescono, le scuole diventano più specializzate: per aiutare

Il Toronto International Film Festival Group annuncia il Toronto International Film Festival 08 (4-13 settembre) Volete vedere degli ottimi film, fare nuove amicizie, condividere un’esperienza unica?

i figli a scuola, per aiutare a farli crescere con una buona autostima, per evitare che cadano nella trappola della droga o della gravidanza adolescenziale. Ma anche cose che una volta venivano date per scontate, come la buona educazione, il toilet training e il lavarsi i denti diventano materie di studio e fonti di ansia per i genitori. Buona idea questa scuola per i genitori, direte voi, si può imparare, come con la matematica o le relazioni sociali. Ma la differenza tra le scuole per genitori e le altre scuole è l’aspetto emotivo. In una scuola normale si può sempre prendere qualche ripetizione, magari anche ripetere l’anno o tornare a settembre. Ma come ci si può sentire quando prima di tutto si deve ammettere che non siamo all’altezza di quello che i nostri genitori e nonni potevano fare quasi naturalmente? O quando gli istruttori o gli altri studenti ci guardano come se fossimo “l’asino” o “l’ultimo della classe”? I dubbi di fondo sulla propria capacità per i genitori restano, essere genitori non basta bisogna essere super-genitori (supermom oppure superdad). I figli devono essere corteggiati, aiutati, capiti, seguiti sempre e dovunque. Guai se si suggerisse di mandarli andare a giocare a palla nello stradello. Immediatamente si verrebbe tacciati di pressapochismo e di

incapacità parentale. Come ci si poteva aspettare, dopo la scuola per i genitori arriva il gruppo di sostegno per i genitori confusi. La funzione della nonna, della sorella, o dell’amica ormai è stata assunta dalla nostra tendenza moderna di psicologizzare e etichettare tutto. I genitori non sono più stanchi, o hanno il mal di testa, sono ovviamente sopraffatti dal loro ruolo, non ne sono all’altezza e devono perciò condividere pubblicamente le loro incapacità con altri genitori, altrettanto insoddisfatti e confusi. Cosa resta dunque del vecchio ruolo del genitore? Magari molto più di quello che potrebbe sembrare, almeno dall’analisi di cui sopra. Forse i nostri nonni e genitori lo “sapevano” naturalmente che i bambini hanno bisogno di amore e sicurezza, che l’essere presente come adulto ha implicazioni importanti per il presente e per il futuro dei figli, che la presenza deve essere sentita e non solo quella fisica. Forse, soprattutto, i genitori “di una volta” sapevano di essere solamente degli esseri umani e come tali imperfetti, ma capaci di accettare le loro imperfezioni e che insegnare ai figli ad accettare le proprie imperfezioni può isolare contro le aspettative irrealistiche in un mondo purtroppo imperfetto. Essere coscienti di questo potrebbe aiutare i “nuovi” genitori.

Offritevi come volontari ! Il Toronto International Film Festival Group cerca persone cordiali, disponibili ed entusiaste per collaborare ad uno dei più celebrati eventi culturali di Toronto: il Toronto International Film Festival. Il reclutamento inizia a luglio! Tutti i volontari devono avere un minimo di 18 anni. Per ulteriori informazioni: www.tiff08.ca/ getinvolved oppure la Volunteer Hotline at 416.591.5411

Il vice parroco della Epiphany Church di Scarborough, Padre Domenico Ritorto, benedice i papa. riuniti attorno all’altare in occasione della festa aloro dedicata il 15 giugno scorso.

Leggete e diffondete

Panorama

la rivista mensile voce dei club e associazioni dell’Ontario

Patronato INCA - CGIL

Ufficio pensioni - Ontario

ASSISTENZA OFFERTA GRATUITAMENTE Rivolgetevi ad una di queste sedi:

793 Lawrence Ave. W Toronto, ON. M6A 1C2 416-781-0712 Da lunedi a venerdi dalle 10 am alle 4 pm

211 Centennial Parkway Unit 2A Hamilton, ON L8A 1H2

905-547-4497

Da lunedi a venerdi dalle 10 am alle 4 pm

2760 Victoria Park Ave. Suite 200B Toronto, ON M2J 4A8 416-499-2010 Da lunedi a mercoledi dalle 10 am alle 4 pm giovedi e venerdi per appuntamento

245 Simcoe St. South Oshawa, ON L1H 4H3 Due volte al mese per appuntamento 416-781-0712

DOMANDE DI PENSIONE PER ITALIA - FRANCIA - BELGIO - GERMANIA SVIZZERA - LUSSEMBURGO - AUSTRALIAINGHILTERRA - U.S.A. CANADA: Enti locali canadesi CPP - OAS Disabilità -Pensioni Unione e Private Foglio matricolare - posizioni assicurative ripristino pagamenti - pensioni - cambi di indirizzi - certificati anagrafici italiani e canadesi COMPILAZIONE DI MODULI: Assistenza sanitaria - certificati esistenza in vita passaporti italiani - immigrazione (landed immigrant) PR cards - dichiarazioni reddituali ecc.

Rocco Lofranco espande in SudOntario. Infortunati sul lavoro nelle zone di London, Kitchener, Waterloo, Windsor ed altri centri limitrofi questo messagio e per voi

Si porta alla vostra attenzione che il Cav. Rocco Lofranco sara’ al London Marconi Club ogni secondo Giovedi di ogni mese. La nuova sede di Oshawa saraa’ aperta il 21 Febbraio e servira’ le zone di Oshawa, Whitby, Pickering e Ajax. Hamilton London Oshawa

905.532.0922 www.lofrancogroup.com Cav. Rocco Lofranco Toronto 2780 Highway 7, Unit 103 Concord, ON L4K 3R9

ogni primo Giovedi di ogni mese 9 A.M. ogni secondo Giovedi di ogni mese 10 A.M. ogni terzo Giovedi di ogni mese 9 A.M.

Telefonate al numero verde 1-877-532-0923 per un appuntamento!

Hamilton

Presso gli uffici legali di Bartolini, Berlingieri, Barrafato e Fortino

154 Main St. East, Suite 101 Hamilton, ON L8N 1G9

London Presso London Marconi Club 120 Clarke Rd. London, ON N5W 5E1

Oshawa Presso Oshawa Italian Club 245 Simcoe St. S Oshawa, ON L1H 7K8


22 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

A Supervisor takes over the Toronto Catholic School Board

by Anthony Bellissimo

On June 4, 2008, the Ontario Government appointed a supervisor, Mr. Norbert Hartmann, to oversee the financial management and administration of the Toronto Catholic District School Board (TCDSB). The Minister of Education, Kathleen Wynne, stated, “The Board’s actions have called into question the trustees’ credibility and, as a result, I have no confidence in their ability to continue to manage the board’s affairs.” Some of Mr. Hartmann’s duties will be to: Develop communication measures to inform parents, trustees, staff and the public of actions taken by the supervisor. Implement the recommendations of “Enhancing Public Trust and Confidence” as it applies to the Board. Develop and responsibly implement a balanced budget plan to return the Board to a balanced financial position, while protecting the best interests of the students. I do find it promising that the Minister has indicated that the Supervisor must protect the best interests of the students.

I am hopeful that this will translate into the protection of programmes and a reversal

Anthony Bellissimo is the President of the Toronto Elementary Catholic Teachers

of the decision to remove teachers from their students at Christmas. I believe, if one is acting in the best interests of the students, there are other options available to balance the budget. These should not include cutting programmes and laying off teachers. In my opinion, the program cuts and layoffs that had been considered by Senior Management and the Trustees were far above and beyond those necessitated by declining enrolment; these cuts were more about debt reduction. That being the case, the following information should be considered. Currently, our Board is not spending all Elementary grant money, allocated from the Ministry, in the Elementary panel. However, this same Board has overspent to the sum of approximately six million dollars on administration and governance in the past four years. Some of this is attributable to questionable expenditures according to Mr. Hartmann. In addition, the Board continues to spend millions on

MIRANDA PAINTING

maintaining closed facilities. Furthermore, the TCDSB has the second highest class sizes from Junior Kindergarten to Grade Eight among the Catholic Boards in Ontario. When children are sitting in classes of 35, 36 and 37 students, laying off teachers at Christmas does not seem consistent with the Ministry directive to protect the best interests of the students. As a parent community, it is important that you advocate for the children, and ask your trustee or Mr. Hartmann these questions: Why is all the money that is allocated from the Ministry of Education for Elementary schools not being spent in the Elementary panel? Why does the TCDSB have the second highest class sizes in the province, among Catholic Boards, when funding is provided by the Ministry for lower class sizes? Why is a Board debt accumulated, in part, by overspending in non-classroom areas, now being paid down on the backs of students? Will the TCDSB protect essential programmes for students and ensure that students do not lose their teachers at Christmas? Even with a Supervisor in place, it is important that the parent community continue to raise concerns and advocate on behalf of the children. By working together, we can restore public confidence in our Board and ensure continued support for Catholic Education.

That’s Amore Pizza for Kids fundraising event raised the largest amount of dough ever in its nineyear history. On May 13/08, over 100 Pizza Nova locations across Southern Ontario participated in the annual event to benefit Variety – The Children’s Charity. Throughout the annual, all-day event, medium pepperoni pizzas were served for only $3.99, and Pizza Nova donated $1 from each pizza sold to Variety – The Children’s Charity. Thousands of customers lined out the doors at Pizza Nova locations across the province to demonstrate their support for a good cause.Pizza Nova was very proud to announced at a cheque presentation to Variety Village on Wednesday, May 21 that this year’s single-day total was $99,005 exceeding this year’s goal by over $19,000.

100 Bass Pro Mills Dr., Unit 45 - Vaughan Ontario L4K 5X1 Tel. 905-761-7283 Fax 905-761-7275 Vincenzo Agostino - Vincenzo Minnici

DOVE PUOI TROVARE PANORAMA ITALIAN CANADIAN TORONTO WEST 4 Season Hairstyling -2463 Finch Ave. W. & Milvan Capri Bakery - 173 Millwick Dr. - 80 Oakdale Rd Cataldi Supermarket - 2542 Keele Street Classic Ceramic Tile - 18 Duflaw Road Club Vallelonga 2845 Dufferin St. South of Lawrence Columbus Centre/Centro Scuola - 901 Lawrence W. Community Action Centre -1928 Eglinton Ave.W. Consolato Generale d’Italia -136 Beverley St. 416-977-1566 Constituency office - Mike Colle - Dufferin St Const. office Judy Sgro - 2201 Finch Ave. W. Ste. 25 Da Gianni e Maria Trattoria -794/6 St.Clair Ave.W. Da Peppino Catering & Expresso Bar 2201 Finch Ave. W. # 3 (At Arrow Rd.) Dr. Giorgio Ilacqua - 4580 Dufferin St. Ste 301 Festival Variety Store (College St. West of Grace) Gippino Hot Table/Laiola Supermarket 2889 Dufferin St. Granravine Community Centre - Keele & Granravine Istituto Italiano di Cultura – 496 Huron Street Librital Italian Book Center - 2908 Dufferin Street M&E Quality Meat - 193 Millwick Drive (at Islington) Macelleria Potenza - Islington e Albion Road Nino D’aversa Bakery - Keele & Toro Road Master Video Productions - 604 College Street Patronato ACLI - 732 Wilson Ave Patronato ENASCO - 1337 St. Clair Ave. West Patronato INCA - Lawrence e Dufferin Patronato EPASA - 756 Ossington Avenue Rome Travel 792 St Clair Avenue West Royal Radiator -Tony Carabetta - 1145 Barmac Dr Rustic Italian Bakery - 321 Rustic Ave. (Keele & 401) St. Andrew Catholic Church - 2547 Kipling Ave. St. Fidelis Church - 33 Connie St St. Jane Frances Parish -2747 Jane St.(N. Sheppard) Toronto City Hall – 100 Queen Streeet West Tre Mari Bakery - St. Clair Ave. West Villa Colombo - 40 Playfair Ave Vin Bon - 191 Toryork Dr. Weston TORONTO EAST Associazione Famiglia Italiana 2231 Lawrence Ave. E. Autolino Service -1110 Birchmount Rd. Unit 13

10,000

COPIE DISTRIBUITE NELLA

GREATER TORONTO

Bona Via Italian Bakery & Café 308 Painted Post Drive Brothers Colangelo 2387 -Midland Ave. (S.Sheppard) Eloro Cultural Ass’n - Pleasantview Community Centre Epiphany Church - 3200 Fharmacy Ave. - Scarborough Esperia Grape Juice - 753 Warden Ave. S. of Eglinton Francesca Bakery 2 Invergordon Ave. (McCowan South Sheppard) Mediterranean Social Club - 2215 Danforth Avenue Milliken Wholesale Meat - 3447 Kennedy Rd. Unit 1 Monteleone Social Club - 829 O’ Connor Drive O’Connor Florist - 550 Danforth Road- Scarborough Patronato INCA -2760 Victoria Park Ave. (S. Finch) Tel. 416-499-2010 Vittoria Park Recreation Centre - Pleasantview Community Centre 545 Vanhorne Ave - North York West Hill Social Activities Club - Scarborough West Scarborough Com. Centre - Pharmacy Ave WOODBRIDGE Associazione Naz. Carabinieri -7007 Islington Ave. #22 CICA -Canadian Italian Cultural Association 3300 Steeles W. Unit 14 Cilento Wines - 672 Chrislea Rd. 905-264-9463 Creme Rotyale - 8000 Highway 27, Unit 11 Dr. Joseph Mendolia - Dentist 4585 HWY 7, Unit 1 IC Savings and Credit Union - 53 Woodbridge Ave Italiani.ca - 80 Hanlan Road, Unit 3 Famee Furlane - Islignton Avenue at Steeles Federazione delle Associazioni Molisane 62 Winges Rd. Woodbridge Grande Cheese - Jevlan & Langstaff Rd Immaculate Conception Parish -300 Ansley Grove Rd La Paloma Gelateria - Plaza del Sol-HWY & Weston Rd Longo Supermarket - 8401 Weston Rd Messinesi Club of Ontario - 510 Rowntree Dairy Rd Monte Carlo Inn - 705 Applewood Cres, Vaughan Nino D’Aversa Bakery - Kipling & Woodbridge Ave Pane Vittoria Bakery e Trattoria - 8733 Weston Rd. #16 Optima Medical Pharmacy - Dr. Carmelo Moriana 8333 Weston Rd Patronato ACLI - 8401 Weston Road Patronato EPASA -200 Whitmore Ave. (#7 & Weston Rd)

Patronato INAS - 7700 Pine Valley & Hwy #7 Primavera Convention Center - 77 Woodstream Blvd. St. Phillips Bakery 5100 Rutherford Rd. (At Islington) St. Phillips Bakery 2563 Major McKenzie Dr., Unit 6 Suore Minime della Passione - 7543 Kipling Ave South #7 Technobrass - 7500 Martingrove Unit 7 Villa Colombo - Vaughan Hwy#27 & Nashville Rd Villa Leonardo Gambin - 40 Friuli Court West Finch Bakery - 1107 Barmac Drive Weston Produce HWY 7 & Martingrove CONCORD Il Fornaio - Bakery-Cafè -Deli-Pizzeria 2781 Hwy 7 Sicilia Bakery - 399 Four Valley Drive Unit 1 & 2 MAPLE Fortino’s Supermarket - (Jane e Major Mackenzie) On. Maurizio Bevilacqua M.P. 20 Cranston Park Ave. #10 (Major Mackenzie & Keele) - 905-303-5000 Highland Farms Supermarket Ratherford & 400 Long’s Supermarket - Major Mackenzie & 400 RICHMOND HILL Weston Produce - Yonge St. North of 16th Ave Grande Cheese - 9737 Yonge St MARKHAM Festa Tour & Travel Serv. -29 Laidlaw Blvd #104B La Valle Del Savuto Club -7725 Birchmount Rd #46 Longo’s Supermarket - HWY 7 & Woodbine Markvillee Chevrolet - 5336 Hwy #7 W. of McCowan Novello’s 166 Bullock Dr Raymerville Deli and Bakery - 1 Raymerville Dr MISSISSAUGA Patronato EPASA - 1110 Central Parkway West Longo Supermarket - Derry Rd. & Goreway HAMILTON Dr. Giorgio Ilacqua - 20 Jackson Street West #310 Patronato INCA - 211 Centennial Pkwy, Unit 2A


PANORAMA Italian Canadian 23

Giugno 2008

In crociera a Siracusa

Fiori d’arancio

Una veduta dell’Isola d’Ortigia e il Foro Italico dal Molo Sant’Antonio. Originariamente commerciale ora destinato all’attracco delle navi da crociera Foto Daniele Bandiera

‘‘Oggi per Siracusa è una giornata storica, una svolta che imprime un deciso colpo d’acceleratore all’affermazione della nostra città’’. Lo afferma il vicepresidente della Regione Siciliana Titti Bufardeci, assessore regionale al turismo, in occasione dell’avvio dei lavori per il porto turistico di Siracusa. ‘‘Siracusa è patrimonio dell’umanità e il suo modello di sviluppo si basa sul turismo culturale - continua Bufardeci - cosi’, quello di oggi è veramente un traguardo importante, che rientra tra gli obiettivi strategici di una città che ho avuto l’onore di amministrare, come sindaco, fino a pochi mesi fà’. Grazie al porto turistico, Siracusa potrà ora contrastare il primato detenuto da Malta nella nautica da diporto nel Mediterraneo. L’infrastruttura si inquadra nel più generale potenziamento del porto, dove nei prossimi mesi inizieranno i lavori per il rifacimento delle banchine della Marina e del molo Sant’Antonio, dove potranno attraccare le grandi navi da crociera. ‘‘Siracusa deve al mare buona parte della fortuna - sostiene il vicepresidente della Regione - e dal mare deve ripartire per riconquistare quel ruolo centrale che per

secoli, grazie alla fortunata posizione geografica, ha avuto nel bacino del Mediterraneo’’. Per Bufardeci ‘‘il risultato di oggi è stato possibile grazie anche al lavoro di squadra della giunta comunale e degli operatori economici’’.

Una gita a Niagara

La comitiva della Eloro Cultural Asociation posa dinanzi alla Magnotta Winery a Niagara-on-the-Lake, in occasione della gita a Niagara con visita alle cascate una puntatina al Casino. Teresa e Ralph sposi. Teresa Aloia, figlia di Joseph e Sandra Aloia dell’ononimo supermercato su Dufferin e Ralph Stinziani, figlio di John e Frances Stinziani si sono uniti in matrimonio

Basilico Italian Bistro proprietor

Paolo Di Giorgio 416-494-8949 Fast take-out or eat in Catering for 2746 Victoria Park Ave. (South of Finch E.) - Toronto

lo scorso Maggio. Dopo la funzione religiosa gli sposi hanno ricevuto gli invitati presso una elegante sala per ricevimenti prima di partire per la luna di miele. Ai novelli sposi gli auguri di una lunga vita insieme dalla redazione di Panorama Italiancanadian.

John Faggion

Cottages AD color

Bay Village

Wasaga Beach

Bellissimi cottages in affitto! 17 Maggio - 31 Settembre Possono accogliere da 2 a 5 persone, cucina attrezzata Spiaggia a un minuto e mezzo di distanza a piedi e a 2 minuti di distanza dai negozi Ambiente tranquillo e familiare

Telefonare a Tony:

Casa: 905-893-2292 - Bus: 705-429-4008 WWW.wasaga.com/bayvillage

19 Scarlett Road, Toronto, Ont. M6N 4J5

Tel: (416) 762-2496

����������������

Vincenzo Camera

550 Danforth Road Scarborough, ON M1K 1C6 416.429.1272 sales@oconnorflorist.com

��������

���������

����������������������� �����������������������������

�����������������

�������������������������������� �������� ��������������������� �������� � � ������������������� ��������������� �

� � � �

����������������� ������������������ ��������������� ������������������ �


24 PANORAMA Italian Canadian

Giugno 2008

Happy birthday Ralph

Ralph Chioco, al centro nella foto insieme alla famiglia e oltre 400 persone a lui vicine intervenute alla festa del 65mo compleanno presso la Famee Furlane di Woodbridge. Ralph non ha voluto regali per il suo compleanno ma la presenza degli amici e una donazione a Pier 21, che la famiglia Chioco ha pareggiato con la somma equivamente.

FRANCESCA Angelo. owner

Italian Bakery & Delicatessen Specializing in: Bread - Cakes - Pastries - Ice cream 2 Invergordon Ave., Scarborough, Ont. M1S 2Y8

panoramaital.com

Tel.: 416-299-1174


Panorama ItalianCanadian