Page 1

PORTFOLIO


ISTRUZIONE

INFORMAZIONI PERSONALI NOME COGNOME LUOGO E DATA DI NASCITA RESIDENZA DOMICILIO CELL. EMAIL

Enrica Zaru Cagliari, 10/01/1986 Via Freud 1, Cagliari Via San Massimo 44, Torino +39 320 0986493 enrica.zaru@gmail.com

COMPETENZE CONOSCENZE INFORMATICHE

ALTRO

Autocad 2d/3d Adobe (Photoshop, Illustrator, Indesign) SketchUp Pacchetto Office Keynote RDF Buona manualità Scultura Pittura

DATA FORMAZIONE TITOLO CONSEGUITO

09/2011 - 12/2013 Politecnico di Torino Laurea Magistrale in architettura per il restauro e valorizzazione del patrimonio

TESI

I complessi alberghieri di Giuseppe Sommaruga a Varese: il Grand Hotel Tre Croci e il Palace Grand Hotel

VOTAZIONE 108/110 DATA 09/2009 - 09/2011 FORMAZIONE IUAV - Istituto Universitario Architettura Venezia

TITOLO Laurea di I livello in Scienze CONSEGUITO dell’Architettura VOTAZIONE 95/110 DATA 09/2007 - 09/2009 FORMAZIONE Università degli studi di Cagliari

Corso di Laurea in Architettura Edilizia

DATA 09/2003 - 07/2007 FORMAZIONE Liceo Artistico Foiso Fois TITOLO CONSEGUITO Maturità Artistica VOTAZIONE 96/100

FORMAZIONE DATA 03/2013 - 05/2013 POSIZIONE Tirocinante ATTIVITA’ Progettazione, grafica, modellazione

STUDIO Studio Angelo Sepielli Architetto (Torino)

DATA 10/2010 - 02/2011 POSIZIONE Tirocinante ATTIVITA’ Progettazione, grafica, modellazione

STUDIO Studio Valle - Architettura e Urbanistica (Venezia)

ESPERIENZE LAVORATIVE DATA 03/2011 - 04/2011 POSIZIONE Collaborazione ATTIVITA’ Progettazione, grafica, modellazione

STUDIO Studio Valle - Architettura e Urbanistica (Venezia)


What: Atelier Progetto di restauro architettonico Who: Enrica Zaru, + When: 1°anno, 1°periodo didattico (Laurea magistrale) Where: Chiesa di Santa Croce, Piazza del Conte Rosso - Avigliana (To) Why: La Chiesa di Santa Croce, ad oggi sconsacrata, dopo una prima fase di rilievo e mappatura dei degradi, è sata oggetto di studio per una rifunzionalizzazione interna. L’obiettivo è di creare un luogo facilmente fruibile che offra uno spazio espositivo attento ai bisogni dell’utenza. Particolare attenzione è stata prestata all’abbattimento delle barriere architettoniche con l’inserimento di una rampa e un elevatore. Inoltre, sono stati collocati esternamente i servizi igienici, in un corpo “appoggiato” in una lato della chiesa.


N

1.

Rilievo e mappatura degradi 1. Prospetto sud Pagina seguente: Rilievo e mappatura degradi Prospetto est

Interventi

Degradi e dissesti Pulitura Preconsolidamento Integrazione Protezione


Interventi

Degradi e dissesti Pulitura Preconsolidamento Integrazione Protezione


Rifunzionalizzazione 2. Particolare piattaforma espositiva 3. Particolare pannello 4. Sezione trasversale 5. Sezione longitudinale

4.

2.

5.

3.


What: Tirocinio Studio Valle - Architettura e Urbanistica Who: Enrica Zaru When: 3°anno (Laurea triennale) Where: Porta Vicenza - Cittadella (Pd) Why: Il progetto consiste nel restauro e nella valorizzazione del settore ovest del sistema fortificato di Cittadella. Il progetto di completamento riguarda il restauro e il consolidamento statico di Porta Vicenza, la pulitura e la stuccatura dei paramenti murari. L’intervento di restauro delle mura tende al mantenimento dell’aspetto attuale dell’immagine del monumento limitandosi a quanto necessario alla sua conservazione attraverso il rallentamento del forte degrado sull’apparecchiatura muraria.


N

Rilievo e mappatura degradi 1. Prospetto ovest esterno 2. Prospetto est esterno

1.

2.


N

Rilievo e mappatura degradi 3. Prospetto sud esterno 4. Sezione AA’

3.

4.


N

Rilievo e mappatura degradi 5. Prospetto nord esterno 6. Sezione CC’

5.

6.


What: Atelier Progetto del nuovo nell’esistente Who: Enrica Zaru, + When: 1°anno, 1°periodo didattico (Laurea magistrale) Where: Borgata Malano, via Moncenisio - Avigliana (To) Why: Il progetto prevede una riqualificazione dell’intera area, Borgata Malano, che presenta al suo interno numerosi reperti archeologici risalenti all’epoca romana, che potrebbero far diventare quest’area un polo attrattivo per tutti gli appassionati del settore. Inoltre, si trovano un fienile che, restaurato, ospiterà diversi laboratori didattici, e un vecchio cascinale, che si è deciso di demolire, per dare vita a un bed and breakfast.


Masterplan

N


1.

2.

Fienile 1. 2. Pianta piano terra; pianta piano primo 3. Sezione AA’ 4. 5. Prospetto nord, prospetto est Pagina seguente B&B 6. 7. 8. Pianta piano terra, primo e secondo 9. Prospetto ovest 10. Sezione AA’

3.

A

4.

A’

A

A’

5.


6.

7.

A

A’

9.

8.

A

A’

A

A’

10.


What: Architettura d’interni Who: Enrica Zaru, + When: 3°anno, 1°periodo didattico (Laurea triennale) Where: Via Spalti - Mestre (Ve) Why: Il progetto nasce dall’idea di progettare una casa adatta alla vita di un fotografo. L’area di progetto presenta in prossimità un torrino medievale, per questo motivo la pianta della casa è stata pensata come un grande cono ottico, un corridoio, che inquadra la preesistenza storica, e che porta a un piccolo angolo attrezzato per il relax. Inoltre, questo ambiente è studiato come un ampio passaggio dove l’artista può “esporre” i suoi scatti.


Casa per un fotografo 1. Pianta piano terra 2. Pianta piano primo 3. Schizzi concettuali 4. Sezione AA’ 5. Plastico

3.

1.

2.

4.

5.


What: Atelier Progettazione urbana Who: Enrica Zaru, + When: 1°anno, 2°periodo didattico, (Laurea magistrale) Where: Quartiere Vanchiglietta, via Oropa - Torino (To) Why: Il progetto prevede la realizzazione di uno studentato e altre attività (ristorante, bar, palestra e aule studio) usufruibili dall’intero quartiere. Il “disegno” del nuovo edificio nasce dall’idea di aggregazione sociale della piazza: partendo da un’idea a corte chiusa, si pone l’obiettivo di attirare le persone all’interno della piazza creando delle aperture nell’edificio. I percorsi sono enfatizzati da una pavimentazione diversa che cerca di invogliare il fruitore verso il centro.


1.

N

3.

4.

5.

2.

Studentato 1. Masterplan 2. Prospetto sud 3. Vista 4. Stralcio pianta piano tipo 5. Sezione AA’


What: Laboratorio di progettazione urbanistica Who: Enrica Zaru, + When: 3°anno, 2°periodo didattico, (Laurea triennale) Where: Il territorio della centuriazione - Borgoricco (Pd) Why: L’idea di progetto prevede non solo la compensazione del CO2 ma anche una proposta per diminuire il consumo dei combustibili fossili, salvaguardando così il territorio e tutelando una funzione economica primaria: la produzione agricola. Nasce così il parco agricolo, dove l’agricoltura è al centro della strategia della sua formazione. L’obiettivo è di contribuire a riqualificare l’ambiente sia ai fini del riequilibrio ecologico e degli sviluppi futuri, sia della trasformazione delle attuali pratiche e modalità di conduzione dell’agricoltura nelle forme richieste da un’agricoltura sostenibile.


1.

Il territorio della centuriazione 1. Planimetria di progetto Pagine seguenti Il territorio della centuriazione Borgoricco 2. 4. Stralcio 3. 5. Sezione territoriale

Nuovo bosco intorno alle piastre

Quattro tipi di ambienti naturali

Nuovo bosco lungo la rete delle acque

Bosco di grande estensione

Filare di alberi Fiume

Bosco di grande estensione

Filari di alberi

Filare di alberi

Nuovi filari di alberi lungo le strade

Fossato

Filari di alberi, nuovi boschi, verde urbano

Siepi campestri

Acqua Edificato Piastre industriali

Filare di alberi

Percorso ginnico

Orti urbani, zone agricole

Campo Fossato

Siepi

Percorso didattico Percorso del cibo Filare di alberi Fossato

Orti urbani, zone agricole

Siepi come filari dei campi


2.

Orti familiari comuni

Percorso del cibo

Un modo per compensare la CO2 emessa dalle industrie, funzionando anche come un “filtro� per schermare lo sguardo verso il paesaggio industriale.

Nuova interazione con l’agricoltura e un nuovo luogo dove le persone possono godere sia del lavoro prodotto dalla terra e sia lo spazio verde che viene valorizzato.

Nuovo percorso che collega le cascine e aziende agricole presenti nel territorio e che ha come punto centrale il mercato. Le persone possono degustare e acquistare i prodotti agricoli locali.

nuovi boschi

cascina

percorso del cibo

filare di alberi lungo i fossati

percorso del cibo

cascina

strada bianca

strada filare di alberi lungo i fossati

percorso del cibo

filare di alberi lungo i fossati

filare di alberi lungo i fossati

filare di alberi lungo i fossati

strada

filare di alberi lungo i fossati

zona con agricoltura biologica

3.

d.

piastra industriale

c.

filare di alberi lungo i fossati

b.

orti familiari comuni

Nuovo bosco intorno alle piastre

Strategia di uso plurale dello spazio pubblico, aperto e gratuito destinato a bambini, cittadini e visitatori che vogliono conoscere il settore agricolo e l’agricoltura biologica.

strada principale - decumanus maximus capofosso

a.

Percorso di agricoltura didattica


4.

d.

filare di alberi lungo i fossati

filare di alberi lungo i fossati

c.

area attrezzata

filare di alberi lungo i fossati strada filare di alberi lungo i fossati percorso ginnico, ciclo-pedonale

piastra industriale

nuovi boschi

fascia boschiva lungo il Lusore

5.

b.

filare di alberi lungo i fossati strada filare di alberi lungo i fossati

Sistemazione di filari di alberi lungo i fossati presenti nel territorio e i nuovi percorsi, con lo scopo di compensare l’emissione di C02 e di fertilizzare il terreno.

orti familiari comuni

Filare di alberi

Nuova interazione con l’agricoltura e un nuovo luogo dove le persone possono godere sia del lavoro prodotto dalla terra e sia lo spazio verde che viene valorizzato.

bosco produttivo

Orti familiari comuni

Un modo per compensare la CO2 emessa dalle industrie, funzionando anche come un “filtro” per schermare lo sguardo verso il paesaggio industriale.

percorso ginnico, ciclo-pedonale

Nuovo bosco intorno alle piastre

Strategia di uso plurale dello spazio pubblico, aperto e gratuito destinato a bambini, cittadini e visitatori che vogliono conoscere il settore agricolo e l’agricoltura biologica. spazio attrezzato per la pratica boschiva

a.

Percorso di agricoltura didattica

Portfolio