Page 1

NON DIMENTICHIAMOCI DEI PIEDI!

Avete mai eseguito una visita medico sportiva con test da sforzo? Gli sportivi professionisti sanno di cosa si tratta. Ma questo tipo di visita è consigliata anche a coloro, e oggi sono in tanti, che praticano sport regolarmente senza essere necessariamente degli agonisti. Presso ENERGIA MEDIKA è attivo il servizio di medicina dello sport, seguito da medici specialisti accreditati, in grado di seguire la condizione fisica di atleti professionisti e sportivi non agonisti fornendo le indicazioni più corrette per la pratica svolta. Effettuando l’ECG da sforzo si possono ottenere maggiori informazioni sullo stato di salute del cuore perché il test può evidenziare eventuali patologie non riscontrabili a riposo. Al paziente vengono applicati degli elettrodi sul torace e successivamente viene registrato un elettrocardiogramma basale (ECG a riposo), ha inizio poi lo sforzo fisico, che può essere effettuato pedalando su una cyclette (cicloergometro) oppure camminando su un tappeto rotante (treadmill). Lo sforzo è progressivo, si inizia da un basso carico di lavoro che viene aumentato fino al raggiungimento di un determinato valore di frequenza cardiaca, calcolato dal medico in base al sesso e all’età del paziente. Durante l’esecuzione del test (circa 20 minuti) l’attività cardiaca viene costantemente tenuta sotto controllo, attraverso il monitoraggio elettrocardiografico e la rilevazione ad intervalli regolari della pressione arteriosa. Se durante lo sforzo il paziente accusa dei disturbi (dolore toracico, mancanza di respiro) può essere indicato un approfondimento diagnostico con altri esami. Nel caso di uno sportivo in buona salute, risulta importante anche la valutazione della capacità di recupero, quantificabile con il tempo impiegato al ripristino delle condizioni cardiovascolari preesistenti al test. L’ECG da sforzo è una metodica estremamente sicura se condotta secondo i protocolli standard. Chi pratica sport in maniera costante dovrebbe affidare l’analisi del proprio stato di salute al medico sportivo, in grado di consigliare e indicare percorsi adeguati per il miglior rendimento della propria attività.

I nostri piedi richiedono cure e attenzioni che troppo spesso ci dimentichiamo di apportare, pensando (chissà perché) che siano una parte del nostro corpo che non necessita di particolare ascolto. Prendersi cura di loro significa considerarli fondamentali per la nostra salute. Attraverso una valutazione podologica possiamo conoscere e prevenire patologie sia delle unghie che dei tessuti, senza dimenticare che una corretta postura è fondamentale anche per la salute delle nostre estremità. Quando la postura è sbagliata si distribuiscono i carichi in modo squilibrato e i piedi intervengono per primi a compensare questo disagio. Tra le patologie più diffuse che colpiscono le nostre unghie alcune sono difficilmente prevenibili come le onicomicosi (funghi) e le verruche, in altri casi invece si può fare molto. Certe callosità come quelle dorsali sono prevenibili con plantari in silicone creati su misura. Per evitare le unghie incarnite basta invece un taglio corretto (senza arrotondare gli spigoli). Tra gli accorgimenti suggeriti dalla Dr.ssa Bucci, consulente presso Energia Medika: la cura e il taglio adeguato delle unghie, oltre ad un’igiene accurata dovrebbero garantire il benessere delle nostre estremità. È necessario poi perdere l’abitudine di portare i tacchi troppo alti, un tacco fisiologico non deve superare i 3-4 centimetri, altezze superiori a questa misura portano problemi all’intero apparato scheletrico. La regola della prevenzione è sempre valida: intervenire su un problema nella sua fase iniziale è un atteggiamento che può evitare problemi seri.

VISITA SPORTIVA CON TEST DA SFORZO

garanzia di salute

I TEST DEL RESPIRO sono utili nel diagnosticare numerose malattie dell’apparato digerente, sono definiti in questo modo perché per eseguirli è necessario soffiare in contenitori specifici prima e dopo aver assunto una determinata sostanza atossica. Questa sostanza viene metabolizzata rilasciando molecole eliminate attraverso i polmoni e quindi misurabili nell’aria espirata. UREA BREATH TEST con questo test è possibile individuare la presenza nello stomaco del battere HELICOBACTER pylori che causa la gastrite. È un test al quale si possono sottoporre anche i bambini e le donne in gravidanza. BREATH TREST AL LATTOSIO – FRUTTOSIO – SORBITOLO (celiachia) viene eseguito per verificare l’intolleranza al lattosio (uno zucchero presente nel latte e nei suoi derivati) che causa disturbi intestinali come dolore addominale, gonfiore. Quando è presente un’intolleranza al lattosio, questo non può essere digerito e arriva fino al colon, dove viene metabolizzato dalla flora batterica, con produzione di idrogeno. BREATH TREST AL LATTULOSIO E AL GLUCOSIO questi test individuano la sindrome da contaminazione batterica del piccolo intestino, un disturbo legato alla sovra crescita di batteri, normalmente confinati nel colon, a livello dell’intestino tenue. Quando la flora microbica presente nel colon prolifera a dismisura, l’assorbimento dei nutrienti viene compromesso e aumenta la quota dei gas intestinali.

BREATH TEST nuovo servizio attivo presso ENERGA MEDIKA

25

Mix podologa medsportiva breathtest tg30