Page 1

Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) Art. 1 comma 1 LO/MI - N. 7 luglio 2012

“organo ufficale ENCI”

luglio 2012

MONDIALE: TRIONFA L’ITALIA - PASTORE AUSTRALIANO LEVRIERI SUL GARDA - CANI ANTIMINE


Notizie ENCI

SOMMARIO

Il Master per l’allevatore Francesco Balducci Il piccolo cane blue Gabriella Lovati Salisburgo, l’Italia dei successi Giulio Bezzecchi Ancora protagonisti Anna Albrigo

Le stelle italiane brillano nella Mondiale di Salisburgo

Volontari a Convegno Orietta Bianchi I cani che salvano la vita Marco Di Lorenzo Seveso, la pagina bella Rodolfo Grassi Fedele come un Fila Claudio Balducci Un nemico temibile meno sconosciuto Marina Canestrale Le classifiche del TOP DOG sono visibili sul sito dell’ENCI

Campioni in www.enci.it I campioni sono sul sito ENCI in questo modo si avrà un'informazione più diffusa.

32 Un Whippet fa il BIS Cristina Mazzini

6

39 140 binomi per l’Agility Claudio Lei

10 11 12

Gli italiani sul podio Ferdinando Asnaghi

Due giorni da Levrieri Marcello Poli

4 5

13 18 21 23 27 28 30

35 Affissi

40 Il Raduno degli eccellenti Dario Raimondi Cominesi

42 Ravenna, 3 giorni da ricordare Roberto Aguzzoni

44 Lo “Zilio” a Giona, Pinò e Zeus Maurizio Meneguzzo 46 Burago, due giorni da inglesi Sandro Pacioni 48 Segugi a ricordo di Fantini Alessandro Gelmini

49 Brevetto CAE, BH e ricerca Samantha Tedeschi 50-62 Esposizioni Gian Domenico Palieri CHI E DOVE

63 I successi 72 I club 78 Gli allevatori TEMPI DI CONSEGNA DI TESTI E FOTO

Pubblicità expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente l’uscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicità expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita, in merito allo spazio disponibile Successi all’estero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile inviare a redazione@enci.it Si ringrazia per la collaborazione

Calendario esposizioni e prove in www.enci.it 3


NOTIZIE ENCI

i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

7

Il Master per l’allevatore La nuova iniziativa deliberata dal Consiglio Direttivo per favorire la crescita tecnica e professionale dell’allevamento del cane in Italia Il Master per l’Allevatore Cinofilo nasce su iniziativa dell’ENCI e dell’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI). Il suo scopo è quello di favorire la crescita tecnico-professionale e l’aggiornamento degli allevatori del cane di razza secondo le più moderne metodiche di allevamento che prendono nella dovuta considerazione gli aspetti genetici, sanitari, morfologici, attitudinali e la loro corretta armonizzazione al fine del benessere animale e del miglioramento delle razze canine. Senza trascurare gli aspetti normativi e regolamentari che sovraintendono al corretto allevamento e all’iscrizione del cane di razza al Libro genealogico. Il Master è destinato, in particolare, ai soci allevatori dell’ENCI e ai titolari di affisso, ai soci dei Gruppi Cinofili e delle Associazioni Specializzate di razza riconosciuti che troveranno condizioni vantaggiose d’iscrizione. La partecipazione è però consentita a tutti al fine di incentivare un approccio ideale all’attività anche per coloro che intendessero avvicinarsi oggi all’allevamento. In ogni caso, il requisito necessario e indispensabile è quello della sottoscrizione del codice etico degli allevatori di cani allegato alle Norme Tecniche del Libro genealogico del cane di razza (D.M. 21203 del 08.03.2005). Il Master per l’Allevatore Cinofilo si articola in tre moduli formativi, della durata di due giorni ciascuno. I corsi, a numero chiuso, vengono effettuati nell’arco di un anno per dare modo all’allevatore che intende acquisire il Master di programmare la propria partecipazione e di avere un risultato utile entro una data certa. Il primo corso avrà per tema il corretto approccio alla riproduzione, gli aspetti genetici collegati, l’importanza di iscrivere i cani ai diversi registri del Libro genealogico. Il secondo corso avrà per tema gli aspetti della pediatria e dell’accrescimento del cane. Il terzo, la gestione dell’allevamento: igiene, cura delle malattie, aspetti comportamentali, aspetti fiscali e normativi. L’obbiettivo della maggiore qualificazione dell’allevatore e del suo accrescimento tecnico-professionale sarà favorito da una

fase di test a quiz che al termine di ciascun corso consentirà a ciascun allevatore di approfondire, direttamente con l’ausilio dei docenti, eventuali tematiche non risultate subito assimilate. L’avvenuta partecipazione a ciascun modulo formativo sarà certificata da un diploma firmato dai presidenti di ENCI e ANMVI. L’allevatore che abbia effettuato per intero il percorso di aggiornamento previsto riceverà il diploma di MASTER PER L’ALLEVATORE CINOFILO firmato dai presidenti di ENCI e ANMVI e avrà diritto alla menzione del conseguimento del Master sul Libro genealogico on line, nello

spazio dedicato all’allevatore quando vengono richiamati sul sito i soggetti iscritti al Libro. E’ consentita anche la partecipazione a uno o due soli corsi dei tre previsti. In questo caso, naturalmente, l’allevatore riceverà soltanto i diplomi attestanti il superamento dei corsi frequentati. Presto verranno divulgate, anche tramite il sito dell’ENCI (www.enci.it) ulteriori informazioni nel merito dei relatori, del contenuti di ciascun modulo formativo e delle modalità operative. Presidente ENCI Francesco Balducci

Tariffe, info e calendario La formazione avrà il costo di euro 200 + IVA a corso per i Soci Allevatori e i titolari di Affisso ENCI/FCI; di Euro 250 + IVA per gli associati dei Gruppi Cinofili e delle associazioni Specializzate riconosciuti ENCI; di Euro 300 + IVA per i non soci ENCI. I moduli formativi prevedono un numero minimo di 35 partecipanti e un numero massimo di 50. Nel caso in cui non si raggiungesse il numero minimo, gli organizzatori, restituendo gli importi percepiti, potranno non effettuare i corsi. Il programma dei corsi è il seguente: • modulo formativo 1: 13/14 novembre 2012 sede corso: ENCI (Milano, v.le Corsica 20); • modulo formativo 2: 19/20 febbraio 2013 sede corso: ANMVI/SCIVAC (Cremona, Palazzo Trecchi); • modulo formativo 3: 7/8 maggio 2013 sede corso: ENCI (Milano, v.le Corsica 20) Per ogni informazione e per l’iscrizione, contattare la Segreteria del Master per l’Allevatore Cinofilo ai seguenti recapiti: tel. 0372.403508; e-mail: masterallevatore.anmvi@enci.it 5


Un’esposizione che rimarrà nella storia

Salisburgo, l’Italia dei successi L’ENCI superstar per la qualità dell’allevamento nazionale

L’Italia primeggia nel 10° raggruppamento. Nella foto, il presidente Francesco Balducci con i giudici Guido Vandoni, Claudio De Giuliani e Giulio Bezzecchi. Da sx: Irish Wolfhound Baloo dei Mangialupi di Marcello Poli Cacib Bob, Azawakh Zamour Ayman di Francesca Zampini Cacib Bob, Whippet Rivarco The Dancing Queen Cacib Bob 3° classificato del Raggruppamento, Greyhound Fionn Clann Paramount at Sobers di Ahrens Primavera Bitte.

Salisburgo ha avuto un’eccellente manifestazione che sarà ricordata e forse riproposta nelle prossime edizioni: logistica buona, padiglioni confortevoli ma un po’ piccoli per un numero di cani, 18.600, cosi alto. Il padiglione dei raggruppamenti e del “Best in show Arena” veramente indimenticabile, confortevole spazioso con uno schermo gigante dove il pubblico e gli allevatori di tutto il mondo hanno potuto seguire seduti e comodi tutte le fasi dei vari giudizi. Ospitalità eccellente con alberghi posizionati a pochi passi dall’esposizione. L’Italia, 2° nazione rappresentata con 2.517 presenze nelle varie razze riconosciute, ha ottenuto ottimi piazzamenti meritando moltissimi migliori di razza, basta pensare che nel raggruppamento Levrieri 6 soggetti sono di proprietà italiana. Il primo giorno, venerdì, ho giudicato 81 Lagotto Romagnolo, 22 Curly Coated Retriever ed 1 Wotteraund. Giudicare una razza italiana e sempre un’emozione, classi numerose con soggetti di buon tipo e buone costruzioni, molti soggetti provenienti dall’estero con linee di sangue italiane, migliori i maschi delle femmine, ottimo il livello delle classi giovani, le classi juniores non erano nelle

10

Border Collie Jumpingriver pr. Allev. Jumping River 3° classificato , Gruppo 1

migliori condizioni. Il miglior soggetto è stato un maschio di ottima costruzione in eccellente forma e ben presentato di linee di sangue italiane ma di proprietà norvegese. Riguardo al Curly Coated Retriever, razza di nazionalità inglese, ho visto soggetti forti, agili ed eleganti con spiccate doti per il riporto, con il caratteristico manto che può essere di colore nero o marrone ed il pelo un riccio chiuso e le ciocche ravvicinate al punto da non permettere all’acqua di penetrare in nessuna parte del corpo, interamente ricoperto. Ottimo il livello dei soggetti presenti soprattutto nella classe campioni maschi, di buon tipo le femmine in classe giovani. Altissimo il numero degli Alani, 80 i soggetti neri presenti, di buona qualità e con ottima costruzione, le classi più interessanti sono state la classe campioni, e la libera sia nei maschi e nelle femmine. Negli Alani arlecchini 62 soggetti, di buona struttura con colore ben definito sia nei maschi che nelle femmine, alcuni soggetti con teste un po’ piccole. Miglior Alano il maschio nero, soggetto importante con buona testa,un corpo impeccabile con colore nero lucente con grande padronanza di ring. La miglior femmina un’arlecchina con testa veramente eccezionale con buona pezzatura e masse muscolari ben proporzionate. Grazie ai bravi commissari di ring e alla tempestiva presenza a bordo ring dei presentatori, è stato possibile finire puntualmente nonostante il numero eccezionale dei soggetti da giudicare. Entrare nel ring della grande “Arena” è stato veramente emozionante, accolto da un grande applauso del pubblico alla presentazione degli speaker. Oltre 50 gruppi d’allevamento presenti in questa manifestazione, nonostante il ring fosse immenso ho dovuto fare tre selezioni, 1° il gruppo di Levrieri persiani, omogenei e presentati in modo ineccepibile delle loro presentatrici. 2° un bellissimo gruppo di Yorkshire terrier con colore, pelo e movimento tipico. 3 un gruppo di Bracchi ungheresi “Vizsla” a pelo corto di ottima qualità. Alla proclamazione dei vincitori da parte degli speaker il pubblico dell’Arena ha approvato questa mia scelta con un applauso che ricorderò per molto, molto tempo e con profonda emozione. Giulio Bezzecchi


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

7

Alla Mondiale in Austria la conferma del nostro allevamento

Ancora protagonisti

Molti i podi per i 2.500 concorrenti tricolore su 18.600 iscritti. Consensi per gli esperti giudici italiani. La soddisfazione del presidente Francesco Balducci

Gruppi d’allevamento: 1° Terranova – 3° Bovaro del Bernese . Entrambi dell’Allevamento Starry Town di Maurizio Mauro che ha conquistato anche 1° posto del secondo raggruppamento con il Bovaro del Bernese Starry Town Bon Prin.

Salisburgo, la piccola città del grande Mozart ha accolto quest’anno l’Esposizione canina mondiale nei padiglioni della sua fiera. Buona l’organizzazione, piace-

vole e scenografico il ring d’onore. Un piccolo neo è stato l’uso praticamente sistematico della lingua tedesca anche sui cataloghi: un po’ di inglese in una mondiale

non sarebbe guastato. I tendoni inoltre in cui si sono svolti i giudizi di alcune razze all’aperto erano veramente caldi; certo è che forse nessuno si aspettava tali temperature. Piacevoli i Club Show organizzati nel parco di Anif con numerosissimi partecipanti: quasi un relax country dopo le fatiche dei capannoni della fiera. Un nutrito pool di giudici internazionali ha decretato il successo dei Campioni mondiali. Un ringraziamento ai nostri giudici di questa mondiale Giulio Bezzecchi, Claudio De Giuliani, Massimo Inzoli, Guido Vandoni, Francesco Cochetti, Orietta Zilli, Sonya Pagani, Vito Zambelli che hanno come sempre rappresentato degnamente la scuola cinotecnica italiana. Il presidente Francesco Balducci ha rappresentato ufficialmente l’ENCI, ma la cosa che più ha incuriosito è stata la sua aria osservatrice ed indagatrice quasi a ricercare pregi e difetti di una mondiale da ricordare per la

MONDIALE DI SALISBURGO 2012 - CACIB ITALIANI* Border Collie M JUMPINGRIVER Pr. allev. Jumpingriver

Pastore della Russia Meridionale F BELAJA VOROZHEJA RUSALKA Pr. Sergio Zavattaro

Bullmastiff F I BRAVI RAGAZZI BARCELONA MONTSERRAT Pr. allev. I Bravi Ragazzi

Lakeland Terrier F SAREDON UNVEILED TO MIKELAND Pr. Victor Malzoni

Shetland Sheepdog F TRAVON GRANDGABLE JUST KITKAT Pr. Winalmik kennel

Zwergschnauzer pepe-sale F AUXIMUM BLANCA TRUEBA Pr. Francesco Stanislao

Bulldog M OCOBO BRITANIC MAJOR SHARPE Pr. Moreno Maltagliati

Bassotto Kaninchen pelo ruvido M ALPHERATZ THE BOSS Pr. Lucia Terruzzi

Welsh Corgi Pembroke F BERLJONUNREAL BEAUTY Pr. Natalia Romanova

Zwergschnauzer nero F TAJINASTES PERLA NEGRA Pr. Osvaldo Piuzzi

Bulldog F MY STAR LADY MAC BETH Pr. Morena Fecchio

Bassotto standard pelo ruvido M HELLO UNICO Pr. Emma antonini

Groenendael M ZORAN G DI CASA BELLEGARDE Pr. Antonio Giovanni Ferranti

Dogo Argentino F INTI DEL PICADERO Pr. Mirco Carpanese

Pastore dell’Asia Centrale M GRAY VEST ESGER Pr. Piergiorgio Lievore

Bassotto nano pelo ruvido F QUECKSILVER DEL GOTHA Pr. Edmondo Macicone

Pastore Belga Malinois F WINALMIK’S ALL ABOUT U’ Pr. Winalmik kennel

Dogo Argentino M TANO DEL LITORAL Fabio De Rugeriis

Terranova M STARRY TOWN BON PRIM Pr. Maurizio Mauro

Cane da orso della Carelia F TSARSHADOW’S THE ART OF WAR Pr. Semenzato/ Deeley/Hellman

Saarlooswolfhond F PRIMA LUPA DI FOSSOMBRONE Pr. allev. di Fossombrone

Mastino Napoletano M ARES DEL GHENO Pr. allev. del Gheno

Bull Terrier Standard M BILLY THE KID Pr. Alberto Belloni

Spitz medio nero F DIFIORDALISO DU JARDIN DES LUTINS Pr. Mariagrazia Balestra

Pastore Maremmano – Abruzzese F BAIA SARDINIA DI SELVASPINA Pr. Anna Albrigo

Alano blu M VALDEZ DELLA BAIA AZZURRA Pr. Patrizio Donati

Border Terrier F BORGHILD Pr. Daniela Andreani

Wolfs Spitz M MAGGIOCIONDOLO Pr. Caterina Falcinelli

Pastore Maremmano – Abruzzese M RAMON Pr. Carlo Caniglia

Alano blu F NANA DEL REGNO DI FANTAZIA Pr. Livio Piccini

Border Terrier M MONTGOMERY COUNTRY Pr. Francesca Simola

Volpino Italiano F ASIA DELLA VOLPE BIANCA BOB Pr. Arianna Malatesta

Pastore Bergamasco F MIRTEA DEI LUPERCALI Pr. Mariarosa Colombo

Alano arlecchino F PARIS OF OLD PINK HOUSE Pr. Martina Salvatore

Welsh Terrier F CUNNINGS DEJA VU Pr. Barbara Guerrato

Volpino Italiano M GASTONE DEL COLLE DEGLI ULIVI Pr. Lindskog / Herbertsson

Pastore Bergamasco M LETE DEL PIERVEZ Pr. Claudia Bignamini

Alano tigrato F BURJ KHALIFA DELLA BAIA AZZURRA Pr. Patrizio Donati

Manchester Terrier H JULIA ROBERTS Pr. Jo Action/Patrizia Brenciani

Akita M RICHU-GO DELL’ANTICO MATAGI Pr. Giuliano Danesi

11


Gli italiani sul podio

Il successo dei concorrenti tricolori con oltre 70 CACIB Quest’anno la Mondiale era appena al di là delle Alpi, nella splendida Salisburgo, facile da raggiungere per noi italiani con un viaggio non particolarmente lungo. Molti quindi gli espositori italiani a questa Mondiale 2012: iscritti a catalogo vi erano ben 2517 cani italiani, secondi solo ai tedeschi che, con i loro 2631 soggetti iscritti, hanno affermato la Germania come la nazione con il maggior numero di presenze a Salisburgo. Gli eventi si sono concentrati in soli tre giorni, forse un po’ pochi considerando il centro fieristico di Salisburgo che non dispone di enormi spazi. Comunque nell’organizzazione interna dei ring e nell’allestimento del ring d’onore è stata prestata la massima attenzione possibile, dove invece questa mondiale ha sofferto molto è stata nella logistica esterna: parcheggi interni inadeguati con una limitatissima capienza, per sopperire a questo erano stati organizzati per gli espositori ulteriori parcheggi ma lontani alcuni chilometri e collegati alla fiera con un servizio navetta alquanto scomodo che caricava espositori, cani, gabbie, tavoli e carrelli in continuazione tutto il giorno. Va considerato comunque che gli organizzatori hanno fatto il possibile per rendere efficiente un centro fieristico un po’ sottodimensionato per questo evento mondiale. Nel padiglione riservato agli stands nei Kennel Club esteri, molti Paesi avevano allestito il loro spazio soprattutto quei Kennel Club che organizzeranno prossimamente Mondiali ed Europee o che comunque si sono candidati ad ospitare questi eventi di respiro mondiale. Per la prima volta anche l’ENCI ha voluto essere presente con un proprio stand per presentare la Mondiale di Milano 2015.

Questo spazio è stato un punto di ritrovo per gli espositori e per i giudici italiani contenti di trovare finalmente il loro Kennel Club presente in terra straniera. In un padiglione a sé stante di forma ovale era stato predisposto il ring d’onore allestito con molta cura, ampio ma non dispersivo ed avvolto tutt’attorno da spaziose tribune, anche il susseguirsi degli eventi si è svolto con precisione, accompagnato da due bravi speekers che alternavano la presentazione dei vari raggruppamenti in lingua tedesca e in lingua inglese. Bella l’atmosfera, ben dosate le luci, uno schermo gigante che indicava i dati dei vincitori ed un podio semplice, ma ben curato. Tutto sommato devo dire un bel ring d’onore. Ma torniamo ai protagonisti di questa mondiale, ai cani. Cani veramente da tutto il mondo, non solo dall’Europa, anche se magari con pochi esemplari, ma tutti i continenti erano presenti a Salisburgo. Di altissimo livello i risultati dei cani italiani, ancora una volta i nostri allevatori si affermano tra i migliori del mondo. Difficile ricordare qui tutti i risultati ottenuti, sta di fatto che quello schermo gigante in ring d’onore che riportava i risultati del podio, spesso parlava italiano e a volte solo italiano come nel raggruppamento giovani della compagnia che ha visto sul podio tre cani italiani. Ben rappresentate anche le nostre razze italiane che, tranne i segugi di recente riconoscimento, erano tutte presenti. Ottimi i risultati degli italiani nelle nostre razze nazionali, ma, forse per la prima volta, abbiamo visto tanti titoli mondiali e tanti BOB assegnati a soggetti allevati all’estero. Anna Albrigo

nostra mondiale 2015: complimenti al presidente! Molte le nostre vittorie, impossibile qui elencarle tutte. Relativamente al ring d’onore applausi a Shantaram Hands Off Barbone toy nero di Alessandra Giuliani vincitrice del BIS Giovani e del 9° raggruppamento Giovani; a Maurizio Mauro vincitore del 2° Gruppo col Terranova Starry Town Bon Prin, Best Gruppi coi suoi Terranova e terzo allo stesso coi suoi Bernesi; ad Alfonso Velardi 3° al Best Veterani col suo Briard Tamburell des Unes et des Autres; a Giuseppe Biagiotti con gli Alaskan Malamute, 2° al Best delle coppie; a Gabriel Pascarella con Hick Stead del Wanhelsing Bassotto kaninchen a pelo duro per la riserva di Best Puppy; all’allevamento Jumping River con il Border Collie Jumpingriver per il 3° posto al primo raggruppamento; a Stefano Paolantoni con il suo Maltese, riserva di raggruppamento Best Giovani 9° gruppo; a Paolo Tartari con il Chihuahua Dixi Dancer di Rio Galeria il 3° al raggruppamento Best Giovani 9° gruppo; all’allevamento di Casa Toller Nova Scotia Duck Tolling Retriever con Piero, 2° al Best dei Veterani; a Nunzio Campostrini, 2° al Best delle coppie coi suoi Greyhound; a Dario Cominesi, 3° al Best coppie coi Weimaraner; a Maria Elisa Vitali con l’Wippet Rivarco the Dancing Queen, 3° al decimo raggruppamento. Mi scuso fin d’ora se ho omesso qualcuno in questo ricchissimo medagliere Italiano. Il BIS ha decretato miglio soggetto assoluto dell’esposizione uno splendido Saluki Shiraz California Dreamin. Un arrivederci a Budapest alla Mondiale 2013 in attesa della nostra mondiale 2015 in Italia. Ferdinando Asnaghi

MONDIALE DI SALISBURGO 2012 - CACIB ITALIANI* Shiba KENZO GO SHUN’YOU KENSHA EXPOSITO SILVIA

Briquet Griffon Vendeen F ARTEMIDE DELLA VALLE DEGLI OSCAR Pr. Giuseppe Di Loreto

Kurzhaar F BORA DE LA HAILLE AU LOUP Pr. Manuela Banu

Chihuahua pelo raso F CARA FEDERICA-PC DELLA DOLCEMELA Giuseppe Alessandra

Canaan Dog M LANCILLOTTO Pr. Alberto Marchesi

Alpenlandische Dachsbrake M ARGO Pr. Giuseppe Di Loreto

Labrador Retriever M LOCH MOR ROMEO Pr. Franco Barberi

10° Gruppo

Chow-Chow M MOIMA NIGHT IN PARIS Pr. Giovanni Chierico

Hannoverscher Schweisshund M ZENZERO Pr. Agostino Fani

Nova Scotia Duck Tolling Retriever F CHESAGROVE’S SWEET LULLABY Pr. Cristina e Peppino Franchini

Bloodhound H MANON Pr. Laura Benedetti

Epagneul Breton M FEU DI VALGROSSA Pr. Danilo Bo

Lagotto romagnolo F IL GRANAIO DEI MALATESTA DELIA Pr. Marcello Petricciuolo

Segugio Italiano a pelo forte M MOSE DEL FAEGOLO Pr. Cristiano Bongiorni

Spinone Italiano M LUDSTAR DEMETRIO Pr. Michele Ivaldi

Barbone medio nero F OSMANTHUS ESSENCE Pr. Janita Plunghe

Segugio Italiano a pelo raso F GAIA Pr. Piero Poggi

Setter Inglese F DOLLY Pr. Claudio Bertuzzo

Maltese M AZZARO’S FENDI Pr. Tiziana Saracini

Segugio Italiano a pelo raso M RINO Pr. Piero Poggi

Bracco Portoghese M DIDA Pr. Zavatta Graziano

Maltese F CINECITTA’S DAKOTA FANNING Pr. Stefano Paolantoni

Ariegeois F SIRENA Pr. Davide Raimondi

Epagneul breton M FEU DI VALGROSSA Pr. Bo Danilo

Shih Tzu F ROYALCROWN DI CASA CORSINI Pr. Pasquale Romanelli

Ariegeois M TEO DA NOGRA Pr. Davide Raimondi

Spinone Italiano M LUDSTAR DEMETRIO Pr. Michele Ivaldi

Carlino M DOUBLE D COINTREAU’S TRIBUTE TO THE BEST Pr. Barbieri/ Papi

12

Azawakh M ZAMOUR AYMAN Pr. Francesca Zampini Irish Wolfhound M BALOO DEI MANGIALUPI Pr. Marcello Poli Greyhound F SOBERS ORIANNE Pr. Ahrens Primavera Bitte Greyhound M FIONN CLANN PATAMOUNT AT SOBERS Pr. Ahrens Primavera Bitte Whippet F RIVARCO THE DANCING QUEEN Pr. Maria Elisa Vitali • CACIB di proprietà e/o di allevamento italiano Fonte: ÖKV Österreichischer Kynologenverband Eventuali aggiunte andranno inviate a: redazione@enci.it per la pubblicazione sul prossimo numero


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

7

Le stelle italiane brillano nella Volpino Italiano Gastone del Colle degli Ulivi pr. R. Herbertsson- S. Lindskog Cacib

Pastore Bergamasco Mirtea dei Lupercali pr. Mariarosa Colombo Cacib

Maltese CinecittĂ Dakota Fanning pr. Stefano Paolantoni Cacib

Mastino Napoletano Ares del Gheno pr. Allev. del Gheno Cacib

Lagotto Romagnolo Il Granaio dei Malatesta Delia pr. Marcello Petricciuolo Cacib

Pastore Bergamasco Lete del Piervez pr. Claudia Bignamini Caicb BOB

Maltese Azzaro’s Fendi pr. Tiziana Saracini Cacib BOB

13


Mondiale di Salisburgo Piccolo Levriero Italiano Hotfarfale of Devils Pigeons pr. Leona Reynaert Cacib BOB

Segugio Italiano pelo forte Mosè del Faegolo pr. Cristiano Bongiorni Cacib BOB

Segugio Italiano pelo raso Gaia pr. Piero Poggi Cacib

Volpino Italiano Asia della Volpe Bianca pr. Arianna Malatesta Cacib BOB

Pastore Maremmano Abruzzese Ramon pr. Carlo Caniglia Cacib

Segugio Italiano pelo raso Rino pr. Piero Poggi Cacib BOB Bolognese Little White Wonder Emilio Aliso pr. Ladislav Kamenicky Cacib BOB

14

Pastore Maremmano Abruzzese Baia Sardinia di Selvaspina pr. Anna Albrigo Cacib

Rubrica fotografica dedicata alle Razze Italiane


IN ESCLUSIVA

Sul sito www.enci.it troverai il dettaglio delle convenzioni.

NOVITÀ TESSERAMENTO 2012 SportelloAssicurazioni

SOCIO ENCI = SOCIO ASSICURATO

Con il tesseramento del 2012, tutti i tesserati ENCI – Soci allevatori, Associati ai Gruppi Cinofili e alle Associazioni specializzate di razza – possono fruire di due garanzie assicurative Infortuni + Responsabilità Civile verso Terzi.

ATTENZIONE ALLA DECORRENZA DELLE GARANZIE Sul sito www.enci.it troverai il dettaglio delle garanzie e delle decorrenze

ENCI – SportelloAssicurazioni

Fax: 011 3713110, e-mail: enci@sportelloassicurazioni.it


A

PER I SOCI ENCI

Proseguendo nell’attività di ricerca e promozione dei servizi da offrire ai propri associati, l’ENCI ha sottoscritto un accordo di collaborazione con AmicoPets, pensato in funzione del benessere animale. AmicoPets spa è l’associazione ideatrice e produttrice del progetto “Amico Pets” e dei servizi associati. Il progetto realizzato in collaborazione con ANMVI, ERGO, patrocinato dal Ministero della Salute, dalla FNOVI, dall’ENPA e dal Comune di Milano, si pone le seguenti finalità: • Promuovere la scelta di un cane di razza iscritto al Libro Genealogico; • Promuovere l’attività dei Soci ENCI che iscrivono cani al Libro genealogico nell’ambito di una garanzia di legalità e correttezza delle informazioni; • Accrescere la cultura della prevenzione e cura veterinaria e fornire un supporto a coloro che acquistano un cucciolo nella gestione della sua salute. Tutti i Soci ENCI che aderiranno all’iniziativa potranno ottenere gratuitamente la TESSERA SANITARIA AMICOPETSCARD. La tessera è di tipo cartaceo e potrà essere stampata direttamente dal proprio computer, personalizzata con il nome del proprio cane e numero di microchip. Darà diritto ad usufruire dei sotto indicati servizi: - SERVIZI GRATUITI PRINCIPALI • Certificazione annuale dello stato di forma e salute del proprio cane presso il proprio Medico Veterinario di fiducia (secondo parametri definiti dall’ANMVI) • Previa certificazione e convalida dei dati inseriti da parte di un Medico Veterinario, la Tessera permette al proprietario la gestione informatizzata della salute del proprio pet anche in MODALITÀ PRONTO SOCCORSO (interventi d’emergenza): garantisce l’archiviazione ONLINE dell’intera cartella clinica, catalogando tutti i documenti sanitari quali le vaccinazioni eseguite, le profilassi effettuate e le allergie riscontrate. L’utente proprietario può accedere alle informazioni (solo in visione); • Iscrizione all’Anagrafica Nazionale AmicoPets, una raccolta di dati che può facilitare il ritrovamento del proprio animale, diffusa su tutto il territorio Nazionale; • Area dedicata alla personalizzazione del proprio profilo AmicoPets con possibilità di inserire immagini e fotografie del proprio pet; • Accesso ai servizi esclusivi FidoPark: aree di ristoro presenti in 15 Autogrill diffusi sulle principali arterie autostradali nazionali. Medico Veterinario e collaboratori, finanziati da AmicoPets, a disposizione per tutti i week end da giugno a settembre durante l’esodo estivo, per consigli, visite e eventuali interventi di primo soccorso in caso di necessità; • Visibilità per gli allevatori Soci dell’ENCI ; • Il sito www.amicopets.it avrà un’area esclusiva dedicata all’ENCI in cui verranno segnalati i Soci che avranno aderito al progetto Amico Pets, completi di indirizzo, recapiti telefonici e responsabile di riferimento; • Accesso all’area riservata SISCA - La Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate, un’associazione che si propone di promuovere la ricerca, l’informazione specialistica, la formazione e la divulgazione nell’ ambito delle scienze comportamentali applicate agli animali domestici con particolare riferimento agli animali da compagnia; • Accesso all’Enciclopedia digitale sugli animali e a tutti i servizi del sito. - SERVIZI CON AGEVOLAZIONI, A PAGAMENTO • Polizza esclusiva, sul rimborso delle spese sanitarie per il proprio animale: 20 % di sconto all’anno sulla Polizza AmicoPets-Ergo per tutti i tesserati ENCI e associati ai sodalizi riconosciuti ENCI. Sconto riconosciuto su un costo complessivo di Euro 48 ed Euro 62. • Accesso ad agevolazioni inerenti a prodotti assicurativi personali ERGO: sconto esclusivo del 10 % sulla sottoscrizione Polizza vita ERGO per i proprietari. Sui siti www.enci.it e www.amicopets.it, accanto alle finalità e al funzionamento dell’iniziativa, verranno indicate le modalità di adesione.


Raduno record a Manerba e Padenghe sul lago di Garda

Due giorni da Levrieri Il confronto tra 475 iscritti di cui 115 Whippet. Il Best of the Best ad un Irish Saluky al coursing

Dopo il grande successo della manifestazione Euro Sighthound 2011, Club del Levriero, AIALA e CPLI sono stati impegnati nell’organizzazione di un altro importante week-end dedicato alle razze levriere. Quest’anno, infatti, al consueto appuntamento di inizio maggio, con il Raduno di Primavera ed il Coursing internazionale, si è aggiunto il Congresso biennale dell’EIWC, ovvero la Federazione degli Irish Wolfhound Club Europei, evento itinerante che per la prima volta si è tenuto in Italia. La concomitanza di un così importante meeting ha garantito ulteriore notorietà ad un appuntamento che peraltro ormai è ben conosciuto in tutta Europa come una delle più belle manifestazioni per levrieri del nostro continente. Sede dell’evento, come di consueto, i giardini del West Garda Hotel di Padenghe del Garda (BS), una struttura ormai collaudata, che fornisce i migliori servizi ed un adeguato comfort ad espositori e visitatori. Il calendario predisposto per questo scorcio di 2012 era ben fitto di appuntamenti. Domenica 29 aprile era in programma il consueto Raduno di Primavera aperto a tutte le razze levriere, lunedì 30 aprile il Coursing internazionale presso il quagliodromo di Manerba del Garda

18

mentre nelle sale riunioni dell’Hotel si sono svolti l’Assemblea biennale dell’EIWC ed a seguire il Congresso dedicato alla razza Irish Wolfhound, martedì primo maggio un Raduno suppletivo solo per la razza Irish Wolfhound. In aggiunta, alcuni appuntamenti ludici, ad intrattenere i numerosi ospiti italiani e stranieri (fra i quali Australiani e Neozelandesi, Statunitensi e Canadesi, ecc.), come la cena di gala per tutti i levrieristi o la festa irlandese per gli appassionati degli Irish Wolfhound. Un duro lavoro ben supportato dai Club, con la preziosa collaborazione degli amici del Gruppo Cinofilo Bresciano. Parlavamo dunque della notorietà che si è riusciti ad assicurare all’evento e che ha fruttato una partecipazione record di soggetti, difficilmente riscontrabile in manifestazioni analoghe in Italia. Il Raduno di Primavera ha visto la presenza di ben 475 soggetti a catalogo. La razza più rappresentata è stata ancora una volta l’Whippet, in numero di 115, ma tallonata stavolta dagli Irish Wolfhound (113). Grandi numeri anche per gli Afgani (81), per i Borzoi (54), i Saluki (37) e via dicendo. Anche in questa occasione la giuria era composta da grandi specialisti: fra di essi gli americani Bo Bengtson ed Eileen Flanagan, gli inglesi

Mark Cocozza e Liz Thornton, la canadese Jocelyne Gagnè, la finlandese Outi PiisiPutta e la nostra Orietta Zilli. Hanno compiuto veramente un grande lavoro nei 7 ring messi a disposizione! Al termine della giornata, il Raduno AIALA è stato vinto da Xenos Poseidon, il Raduno CdL dall’Irish Wolfhound Eragon du Gran Chien de Culann ed il Raduno CPLI da Valerio dei Raggi di Luna. I giudici assieme hanno poi deciso quale soggetto fra questi 3 avrebbe avuto l’onore di conseguire il Best of Best: stavolta è toccato all’Irish Wolfhound, con un verdetto che peraltro ha trovato la maggioranza e non l’unanimità di consenso dei giudici. Si tratta di un soggetto di poco più di 3 anni, che ha conseguito già importanti risultati nei ring non solo del suo Paese, allevato e di proprietà di Frederic Maison, che è anche presidente del RALIE, il Club francese di razza. Congratulazioni! Il giorno successivo parte degli appassionati si è trasferita sul campo di gara del coursing, a pochi chilometri di distanza, dove si sono confrontati ben 178 levrieri. Mai avuta una simile partecipazione, numeri comparabili si trovano solo negli appuntamenti annuali dei Campionati europei, che normalmente si svolgono però


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

in 3 giorni. E’ stata quindi una grande sfida per il comitato organizzatore quella di riuscire a gestire in una sola giornata così tante corse, ma Maria Cristina Leonardi ed il suo gruppo hanno fatto il miracolo. Tutto è andato per il meglio, grande impegno per i giudici Leandro Leandri e Jocelyne Gagnè, che hanno in cambio avuto il piacere di poter osservare e valutare cacciatori di grande qualità. Il miglior punteggio della giornata è stato conseguito dalla Whippet Whipprior’s Thea Queen of the Roses di proprietà di Lena Bjorkman. Contemporaneamente al West Garda Hotel si erano trattenuti gran parte dei fan degli Irish Wolfhound. Nella mattinata si è tenuta l’assemblea biennale della Federazione, che raggruppava 20 Club di 19 nazioni. Uso il passato, perché l’Assemblea ha ammesso con voto unanime altri 2 sodalizi, l’Irish Wolfhound Club of Germany, che si affianca al DWZRV in quel Paese, e l’Irish Wolfhound Society of Ireland, che si aggiunge al Club che, per statuto della Federazione, esprime il Presidente EIWC, oltre che un membro del Direttivo. Ora i Soci sono quindi 22! L’Assemblea ha trattato argomenti di routine, come l’approvazione del rendiconto periodico, ma ha anche apportato alcune modifiche statutarie, fra le quali quella di ammettere nel novero dei Soci, quale membri osservatori, Club di nazioni extra europee. Ciò in ottica di aumentare ancora la collaborazione e lo scambio di conoscenze sulla razza a livello sempre più diffuso. Si è quindi tenuto il Congresso sulla razza Irish Wolfhound. Anche in questo caso la partecipazione è stata elevata, con oltre un centinaio di congressisti impegnati per tutto il pomeriggio. Il primo relatore è stato Tim Finney (GB), che ha riferito del lavoro dell’Irish Wolfhound Health Group, una joint venture fra i 3 Club britannici, finalizzata a promuovere iniziative di ricerca per il welfare della razza. A seguire una presentazione giunta dall’Università di Uppsala, con aggiornamenti sul progetto di mappatura del DNA negli IW, finalizzato ad individuare i geni portatori dell’osteosarcoma. La trasmissione dell’audio registrazione della dott.ssa Emma Ivansson (S) ha fatto apprezzare il contributo mediatico delle nuove tecnologie. Guido Perosino (I) ha poi brillantemente intrattenuto i presenti sul tema: “Il paradosso dell’allevamento: omogeneità contro variabilità, omozigosi contro eterozigosi”. E’ stata una scelta azzeccata quella di affrontare un simile argomento, come testimoniato dagli interventi di molti allevatori, che hanno riferito delle proprie esperienze e richiesto approfondimenti. Si è passati quindi a temi più leggeri, con la dott.ssa Joanne Buehner Brown (USA) che ha dimostrato la versatilità di questa razza gigante, anche

7

Irish Wolfhound BOB e BOS al Raduno EIWC

RISULTATI DEL RADUNO EIWC DEL 1/5/2012 BOB - Skibberdeen’s Rudolph - all. e propr. Christa Hermsen (NL) BOS - Maciarot Oliver St. John Gogarty – all. e propr. Giuseppe Talotti (I) BOB Giovani - Donnerhall della Bassa Pavese - all. e propr. Ludovica Salamon (I) BOB Veterani - Lavinia dei Mangialupi - all. e propr. D. Iori e M. Poli (I) BOB Puppy – August Amber O’Marksbay – all. e propr. Knut Olav Wille (N) BOB Baby – Wolfhouse Yale – all. P. Monberg propr. Ankie Somers (NL) MIGLIOR COPPIA – Venskiy Vals + Vesennyaya Fantazia Iz Volshebnogo Lesa (RUS) MIGLIOR GRUPPO – All.to Glor na Gael (H) MIGLIOR GRUPPO D’ALLEVAMENTO - All.to Iz Volshebnogo Lesa (RUS) GRUPPO DI RIPRODUZIONE – Yulyushka Golubushka Iz Volshebnogo Lesa (RUS)

in attività che parrebbero incompatibili, come ad esempio l’agility, con il contributo di spettacolari fotografie ed interessanti filmati registrati in America. In chiusura Charles Webb (IRL) ha parlato del lascito di Betty Murphy, costituito da preziosa documentazione di fine ‘800 e seguenti relativa alla razza e pubblicata in parte sul sito www.irishwolfhoundarchives.ie. La mattina del 1° maggio una pioggia battente faceva presagire una giornata difficile per i 136 Irish Wolfhound iscritti al Raduno EIWC e per i loro proprietari. Al contrario le precipitazioni si sono poi fermate e, visto che il cielo non si è comunque

aperto, si è realizzato un clima quasi ideale per il benessere degli animali presenti, che si è mantenuto di fatto fino alla conclusione del BIS, dopo il quale si è scatenato il diluvio! Si può ben dire quindi: “baciati dalla fortuna”. I cani presenti provenivano da 14 Paesi diversi, con l’Italia in prima fila (34 soggetti, un quarto del totale), seguita incredibilmente dalla Russia (24), poi Germania (19), Olanda e Repubblica Ceca (15) e così via. Liz Thornton ha giudicato maschi e BOB, Eileen Flanagan le femmine. Alla fine della lunga giornata una femmina italiana ed un maschio olandese si sono trovati a

MIGLIORI DI RAZZA DEI RADUNI DEL 29/4/2012 Afgano - Xenos Poseidon all. R. Bongiovanni propr. Salvatore Foti Saluki - Jamaal-Amir Djaal Lhilal - all. M. & S. van Thienen-De Decker propr. Claudio Vicentini Borzoi – Bagrijana - all. E. Bertolini propr. Marina Cornaglia Irish Wolfhound - Eragon du Gran Chien de Culann - all. e propr. Frederic Maison Deerhound – Bora – all. E. Germani propr. Massimo Bottura Galgo – Nefertiti de Valle Estrella – all. B. Ramirez Castro propr. Susanna Hollesh Greyhound – Fionn Clan Paramount at Sobers – all. K. Arkhipova propr. Bitte Ahrens Whippet – Sobresalto Ndringhete N’drà - all. e propr. A. Rovani e A. Cotugno Magyar Agar – Kuruclesi Tery – all. M. Hegedus propr. Ferenc Jakkel Azawakh – Azamour Ayman - all. e propr. Francesca Zampini Sloughi – Emir de la Citè du Guerrier – all. Gouzy/Bonnet propr. Christiane Mollica Chart Polski – Highwind Dragos – all. e propr. Sandra Zanolla Piccolo Levriero Italiano - Valerio dei Raggi di Luna all. e propr. S. Anconetti e G. Caldarone

19


manifestazione per la razza. Ed è curioso ed interessante vedere come nelle ultime 4 edizioni, perché anche nel 2006 in Francia un cane italiano aveva conseguito il BOB, siano stati sempre allevatori italiani diversi (Conchobar, Araberara, dei Mangialupi, Maciarot) ad eccellere, segno di qualità ormai molto diffusa. Ancora italiani a Padenghe sono stati il miglior giovane, Donnerhall della Bassa Pavese, ed il miglior veterano, Lavinia dei Mangialupi. Al termine della manifestazione la bandiera dell’EIWC è passata dalle mani di Marcello Poli, a nome del comitato organizzatore italiano, a quelle di Markku Mähönen, presente per conto della Finlandia, che organizzerà l’edizione 2014. Il Club del Levriero intende ringraziare, oltre agli espositori, ai giudici ed al personale di ring, che hanno preso parte alla manifestazione, il Consiglio Direttivo

Irish Wolfhound = BIS Raduno Cdl

spareggiare per il riconoscimento di miglior soggetto dell’esposizione. Ancora una volta in questa combinazione, per la terza volta consecutiva, come già successo nel 2008 in Slovenia e nel 2010 in Danimarca. Il BOB è andato a Skibberdeen’s Rudolph, un maschio di oltre 4 anni allevato e di proprietà di Christa Hermsen, mentre BOS

è risultata Maciarot Oliver St. John Gogarty, anche essa di 4 anni e mezzo, allevata e di proprietà di Giuseppe Talotti. Un’altra giornata da ricordare quindi per l’Italia e la soddisfazione, nonostante i modesti numeri espressi in termini di cuccioli nati per anno, di vedere un nostro allevatore al top in quella che è ormai la più prestigiosa Whippet Migliore di razza al Raduno del 24 aprile

Piccolo Levriero Italiano, BIS Raduno CPLI

20

dell’ENCI, per il costante supporto all’iniziativa, nonché gli sponsor, che hanno consentito di fare le cose per bene, con soddisfazione di tutti. I feed-back raccolti dopo le manifestazioni sono stati tutti estremamente positivi, i tanti ospiti stranieri hanno potuto prendere coscienza non solo della qualità dell’allevamento italiano nelle razze levriere, ma anche delle capacità organizzative, che sono espresse al meglio in occasioni come quella da poco vissuta. Fra tutti ci piace citare la famosa rivista inglese Dog World che, con riferimento al week-end di Padenghe, semplicemente riferisce che: “l’organizzazione e l’ospitalità non sono state seconde a nulla”. Detto da loro, non possiamo che esserne orgogliosi! Marcello Poli Foto di Jolanta Beinarovich


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

7

Nel Libano operano anche le unità cinofile italiane antimine

I cani che salvano la vita È necessario almeno un anno di addestramento impegnativo. Fiutano gli esplosivi innescati o trasportati su auto. Un errore può essere fatale

Il Caporal Maggiore Capo scelto Massimo Galatone con Vlasco

Onda ed Ambra sono due sorelle, due veterane, da 9 anni lavorano per l’Esercito: hanno uno straordinario fiuto per gli esplosivi, qualunque tipo di esplosivo. Fiutano la minaccia a distanza ed avvertono chi è con loro del pericolo. Hanno alle spalle altre 3 missioni, e sono molto apprezzate, così come i loro tre “colleghi” in servizio per sei mesi nella base italiana di Shama, nel Libano del sud dove, attualmente, abbiamo cinque splendidi cani antiesplosivo ed antimine, addestrati ad hoc nel centro dell’esercito situato a Grosseto, dove vengono formati tutti cani antiesplosivo dell’Esercito. Sono utilizzati in patria in attività anti terrorismo e soprattutto all’estero nelle missioni svolte dai militari italiani. Ma anche una brillante carriera arriva al suo termine. Infatti, le sorelle Onda ed Ombra, dopo ben quattro missioni, dovranno andare in pensione. Ed è un riposo meritato, perché questi due pastori tedeschi hanno lavorato duro, con missioni in Aghanistan, Iraq, Kosovo e Libano, in cui sono riuscite ad impedire tante brutte situazioni, scoprendo ordigni interrati. Dopo una vita movimentata, potranno godersi un po’ di serenità e tranquillità, al fianco del loro rispettivo conducente – il Sergente Marco D’Ambrosio per Onda, ed il Caporal Maggiore Capo Francesco Conti per Ombra – con il quale si è creato un forte legame di affetto e di fiducia. Ed è qui che appare il merito del conduttore e la sua contribuzione al successo dell’addestramento: sono la sua calma, il suo entusiasmo, il suo senso di responsabilità, la sua esperienza ed il suo amore per i cani che fanno di questi animali a quattro zampe delle figure indispensabili del nostro esercito. Onda ed Ombra al rientro dalla missione seguiranno i loro rispettivi conduttori, presso le proprie case così come previsto dal regolamento del gruppo cinofili. Occorre quasi un anno di addestramento per riuscire a formare un cane antimine: le razze più adatte sono, oltre al Pastore Tedesco, il Pastore Belga Malinois e i Labrador. Sono utilizzati anche nelle missioni in Kosovo e Afghanistan. Il fiuto mici-

23


Il Caporal Maggiore Capo Francesco Conti con Ombra

diale di Onda e compagni infatti può essere risolutivo per riuscire a salvare la vita ad una persona finita in un campo minato o per individuare i micidiali ordigni improvvisati che in maniera subdola minacciano i nostri soldati e la popolazione civile in Afghanistan. Il formidabile olfatto di questi cani riesce sempre a fiutarne la presenza e sia che si tratti di un ordigno improvvisato sia di un veicolo che trasporti dell’esplosivo, l’animale segnala la presenza al proprio conduttore che, attivando le procedure previste in questi casi, lo richiama premiandolo con la solita carezza e dandogli l’amata palla giocattolo.

Il “Metodo addestrativo dei nuclei cinofili dell’Esercito italiano” utilizzato dagli Istruttori militari del Gruppo cinofilo, non prevede l’utilizzo di procedimenti coercitivi; privilegia, invece, tutte quelle attività finalizzate a rafforzare il legame affettivo ed i sentimenti di fiducia reciproca, di intesa ed affiatamento tra il cane ed il suo conduttore. Il gioco riveste un ruolo centrale nell’addestramento: il cane militare impara a riconoscere e segnalare qualsiasi tipo di esplosivo proprio attraverso il gioco. La specializzazione dei binomi viene conseguita al termine di un corso della durata di circa un anno che presuppone lo svolgimento di specifiche attività volte a confe-

Il Caporal maggiore scelto Giuseppe Di Sotto con Uxo

24

Il Sergente Marco D_Ambrosio con Onda

rire loro la cosiddetta “capacità combat” connessa al superamento di moduli addestrativi quali: il trasporto tattico su qualsiasi mezzo militare, l’elisbarco ed elimbarco, il superamento di un corso d’acqua, tecniche di movimento e combattimento in ambiente urbano, tecniche di sicurezza e vigilanza di punti ed aree sensibili, controllo della folla, procedure di reazione automatica immediata, ecc. Il programma di memorizzazione delle sostanze esplosive sviluppato ha dato ottimi risultati tanto da destare l’interesse anche di Eserciti di altri Paesi che più di una volta hanno scelto la sede del Gruppo Cinofilo dell’Esercito Italiano per un addestra-

Il sergente Alessandro Nerilli con Rock


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

mento congiunto Il conduttore è il responsabile della cura, dell’addestramento e dell’impiego in operazioni del cane. Un buon conduttore cinofilo deve possedere un insieme di qualità tra cui spiccano l’equilibrio, il senso di responsabilità, la motivazione e l’entusiasmo nonché la naturale predisposizione al lavoro con i cani. Progredire nell’addestramento con il cane comporta un costante lavoro contraddistinto da calma, coerenza, capacità comunicativa e concentrazione. I migliori conduttori appaiono sempre rilassati e pazienti in grado di motivare il proprio cane al momento giusto, capaci di comprendere le ragioni di un errore commesso e di riconoscere cosa stimola il proprio cane nel lavoro. E’ evi-

alla sua straordinaria capacità olfattiva ed uditiva, può essere impiegato sia per la ricerca di qualsiasi tipo di esplosivo, sia per la vigilanza di punti ed aree sensibili. E’ alla sua prima missione e il prossimo anno sarà impiegato in Afghanistan insieme al suo amato conduttore, il Caporal Maggiore Capo scelto Massimo Galatone, uno dei fondatori del gruppo cinofili di Grosseto. Rock è uno dei primi cani militari ad essere stato specializzato come Mine Detection Dog. E’ un maschio di Pastore Belga Malinois , di 8 anni, molto esuberante e con tanta voglia di giocare ma quando c’è da lavorare, si trasforma e non ha rivali al mondo: nessuna tecnologia infatti può competere con il suo eccezionale olfatto. E’ in grado di bonificare aree ed

7

stato addestrato ad operare a muovere in testa ad una pattuglia allo scopo di prevenire imboscate. In presenza di particolari indizi sul terreno. Uxo è in grado di verificare l’itinerario e ricercare e segnalare la presenza di mine, trappole esplosive ed altri tipi di ordigni ovunque occultati. Con il suo conduttore, il Caporal maggiore scelto Giuseppe Di Sotto, sono alla prima missione come binomio cinofile ed il prossimo anno saranno impiegati in Afghanistan. RAZZE ALLEVATE Tra le diverse razze possibili, la Forza Armata si è orientata verso il Pastore Tedesco, risulta essere il più versatile per l’addestramento: obbedienza, bilancia-

Onda durante una missione

dente che al di là delle qualità di tipo attitudinale, la professionalità del conduttore cinofilo richiede una approfondita conoscenza del settore, acquisibile solo attraverso lunghi ed impegnativi corsi di formazione/specializzazione, un costante lavoro giornaliero ed una indispensabile esperienza in operazioni. Il team di cinofili è completato da altri tre binomi: Vlasco è uno splendido esemplare di Pastore Tedesco, maschio, di 2 anni. E’ specializzato come “Patrol Dog” ed è stato quindi addestrato a svolgere molteplici compiti utili nelle operazioni di “controllo del territorio” anche in scenari di “media ed alta intensità”. Può essere considerato un vero e proprio “sensore” infatti, grazie

itinerari potenzialmente pericolosi in pochissimo tempo scongiurando rischi di incidenti da mina. Nel suo curriculum professionale vi sono ben tre missioni in Afghanistan svolte sempre insieme al suo inseparabile conduttore, il sergente Alessandro Nerilli ,con il quale ha svolto ricognizioni di itinerari ed aree a supporto di assetti specialistici della Forza Armata in una delle aree a più alta densità di mine al mondo. Questa sarà l’ultima missione per Rock, ha raggiunto l’età massima per essere impiegato in attività operative; al rientro dalla missione in Libano seguirà Alessandro a casa e con lui resterà per il resto della vita. Uxo è un giovane e forte Pastore Tedesco, maschio di 3 anni. E’ un cane specializzato in “Explosive Detection Dog” e come tale è

mento fra docilità - aggressività, notevoli capacità di apprendimento, vigore e resistenza fisica, coraggio, intelligenza, grandi capacita olfattive ma soprattutto estrema fedeltà, sono solo alcune delle caratteristiche che in un incredibile equilibrio costituiscono l’essenza di questa apprezzata razza. Peraltro, nella considerazione che alcune razze da lavoro/utilità sono state selezionate per svolgere un determinato compito, e sono “specializzate” in un determinato settore, il Reparto cinofilo di Grosseto ha anche il compito di sperimentare altre scelte che possano rivelarsi altrettanto idonee ed, in alcuni campi, maggiormente efficaci a svolgere specifiche funzioni. Marco Di Lorenzo UNIFIL - LIBANO

25


i nostri

Cani

Anno 58 num. dicembre 2012

1

Affissi approvati dal Consiglio Direttivo nelle riunioni del 29.11.11, 20.12.11, 28.2.12 e 30.3.12 e ratificati dalla FCI Addati Dario “del Re di Persia” Via Alighieri 34 - 80040 Pollena Trocchia (NA) Agnitelli Vincenzo “del Monte Majella” Via S. Polo 46 - 67039 Sulmona (AQ) Agosta Fabio “Bullistorgame” Via Gen. Cadorna 309 - 97100 Ragusa (RG) Albanese Savino “di Torre Guardia” Via Pascoli 3 - 76121 Barletta (BA) Amenta Davide “della Terra dei Re” Contrada Piani - 75022 Irsina (MT) Amore Giorgio “della Kafara” Via Bosco Pozzo Cassero - 97015 Modica (RG) Annaloro A. & Borsato Maria I. “dell’Orgoglio Nero” Via Cassia Cimina 273 - 01036 Nepi (VT) Avino Aniello Agatino “del Lago di Traiano” Viale Lago di Traiano 1 - 00054 Fiumicino (RM) Azzarito Amelio “dell’Antonazzo” Via Mantegna 27 - 72018 San Michele Salentino (BR) Baldaccini Vanda “della Stirpe di Fengur” Via Paradiso 1130 - 40050 Castello di Serravalle (BO) Baldi Cristina & Macrì Antonio “Kartikeya’s” Via Poggio Ponticelli 19 - 51010 Marliana (PT) Barchi Gianluca “de i Titani di Urano” Via Molinara 100 - 15122 San Giuliano Vecchio (AL) Barlettani Paola “di Terabithia” Via Alighieri 10 - 57021 Campiglia M.ma (LI) Basiglio Ribaudo Isabella Sofia “Von Haus Basiglio” Via Madonna della Stella 1 - 81040 Pietravairano (CE) Battaglia Carlotta “Shona out of Africa” Strada Grottana 23 - 01026 Grotte Santo Stefano (VT) Belli Fabio “della Quercia dei Falchi” Loc. Case baratta 100/A S. Vittore - 43039 Salsomaggiore Terme (PR) Benzi Enrico “Flies the Bandwa Labradors” Via B. Daller 15 - 25080 Soiano del Lago (BS) Berto Michela & Guizzardi Verde A.M. “Easy Dream” C.na Piattola 18 - 13882 Cerrione (BI) Berton Stefano “del Leone d’Oro” Via Lombardia 4 - 31048 San Biagio di Callalta (TV) Bevilacqua Silvia “Frida Lifestyle” Via Frà G. Pantaleo 11 - 90143 Palermo (PA) Bianco Fabrizio “Stella del Salento” Via Firenze Strada 30 n.8 - 73041 Carmiano (LE) Boscolo Pelo Elisa “Kel Albufera” Via Salicornia 76 - 30015 Chioggia (VE) Bottino Sbaratta Alfio Roberto “di Monte Ilice” Via II Scacchiere 90/E - 95019 Zafferana (CT) Bozieglav Eligio & Pisacane Vincenzo “di Valpoggio” Loc. S. Barbara 42 - 34015 Muggia (TS) Burciu Doina Alina & Veronesi Alberto “Vignola dei Conti” Via Piani 185/3 - 40038 Vergato (BO) Busellato Cristina “i Neri della Contea Poodles” Via XXV aprile 3 - 28010 Agrate Conturbia (NO) Caciola Tiziano “di Villa Maidalchini” Via F. Soriano 15 - 01100 Viterbo (VT) Campisi Luca “dei Campisi” Via Servi di Maria - 96100 Siracusa (SR)

Pastore Tedesco Lagotto Romagnolo Bull Terrier Pastore Tedesco Pastore Tedesco Bassotti Tedeschi Dobermann Rottweiler Volpino Italiano Broholmer Siberian Husky Alano Mastiff Pastore Tedesco Rhodesian Ridgeback Hovawart Cocker Spaniel Inglese Dobermann Boxer Cocker Spaniel Inglese Pastore Tedesco Galgo Espanol Setter Inglese Pastore Tedesco Bolognese Barbone Boxer Boxer

35


Caputo Luca V. Via delle Puglie 1 - 85013 Genzano di Lucania (PZ) Casini Marta Via Curtatone 1 - 58015 Orbetello (GR) Ceccanti Fabio Piazza C. Battisti 3 - 56037 Peccioli (PI) Cesarone massimo Cascina Ramengo 6 - 15020 Cerrina M.to (AL) Cincotta Fortunato Via Molino 3/A - 13891 Camburzano (BI) Collovà Fabrizio Piazza Virgilio 26 - 90141 Palermo (PA) Conforto Vincenzo Via Principe Amedeo 226 - 70122 Bari (BA) Costa Alessia Viale S. Bartolomeo 949 - 19126 La Spezia (SP) Da Villi Agostino Via Sperona 43/A - 35020 Casalserugo (PD) De Lellis Silvia Via Colle Cerro 1 - 00030 Genazzano (RM) Del Vecchio Nicola A. C/da Bellantonie - 83044 Bisaccia (AV) Di Egidio Fabrizio Via Bonifica 40 - 64027 Sant’Omero (TE) Di Fiore Raffaele Via Ugo Foscolo 23 - 80040 Pollena Trocchia (NA) Di Pietro Pierluigi Via Campolungo 19 - 66010 Fara Filorum Petri (CH) Donnini Serena Via del Valico 16 - 50063 Filigne Valdarno (FI) Drogo Salvatore Via XX Settembre 4 - 93019 Sommatino (CL) Fabiani Claudia Via P. Gherardi C/2 - 00125 Roma (RM) Facchini A. & Pio Loco Boscariol D. Via Strada Gazzo 59 - 46010 Marcaria (MN) Facchini Paola Via E. Morosini - 25082 Botticino Sera (BS) Ferroni Federica C.da S. Ruffino 1 - 63834 Massa Fermana (FM) Filippelli Cesare & Basile Pierangelo Contrada Motta 10 - 87040 Castrolibero (CS) Fiorino Massimo Viale Regina Elena 95/C - 98122 Messina (ME) Fretta Carlo & Fretta Giuseppe Via Lecco 12 - 81025 Marcianise (CE) Garzonio Laura Via Corona 13/A - 28010 Agrate Conturbia (NO) Gaudini Claudia Strada Camorello 4 - 01030 Vitorchiano (VT) Giacobbe Giovanni Giacobbe Via A. Maiorana 6 - 90135 Palermo (PA) Granzolini Roberto Via A. Aleardi 8 - 06034 Foligno (PG) Grassi Daniela Fr. Diolo 8 - 43019 Soragna (PR) Grossi Valter Via Longuello 256 - 24129 Bergamo (BG) Guarneri Emanuele Canton Motto Superiore 6 - 13874 Mottalciata (BI)

36

“di Federico II”

Golden Retriever

“del Padule di Orbetello”

Setter Irlandese

“King Wind”

Spitz Tedesco

“dell’Antico Gelso”

Labrador Retriever

“Von Mars Italy”

Pastore Tedesco

“di Casa Collovà”

Labrador Retriever

“Domus M.A.S.”

Rottweiler

“della Baia Blu”

Barbone

“Spark Jack”

Jack Russell Terrier

“di Casa De Lellis”

Boxer

“del Vecchio Rott”

Rottweiler

“del Colle Castelluccio”

Dobermann

“del Monte degli Dei”

Setter Inglese

“Farchia”

Bulldog

“dell’Artemide Serena”

Hannov. Schw.

“My Universe”

Bulldog

“Gli Aristo Jack”

Jack Russell Terrier

“Paris Sparkling Jewels”

Chihuahua

“della Magica Oasi”

Chihuahua

“Royal di San Ruffino”

Jack Russell Terrier

“Mondo Dalmata”

Dalmata

“Neri del Sud”

Labrador Retriever

“di Castello Airola”

Rottweiler

“Kazemachi No Ken”

Akita

“Claudia Gaudini Greenvalley”

Zwergpinscher

“del Dialogo con l’Alterità”

Pastore Tedesco

“Tifernum”

Dogue de Bordeaux

“Diola’s Redheart”

Cavalier King C. Span.

“della Muta del Vergaro”

Cane da Past. Mar. Abruz.

“Il Gladiatore Nero Won Maja”

Rottweiler


i nostri

Cani

Anno 58 num. dicembre 2012

Guidacci Alfredo Via Piano Paradiso 7 - 71027 Orsara di Puglia (FG) Guidarelli Leonardo Via Castro-Sorcino 62 - 50033 Firenzuola (FI) Lapiccirella Licia Donata Via Picchi 2 - 22100 Como (CO) Leardi Valentina Via della Né 16 - 16036 Recco (GE) Lombardi Antonella Via Roma 27 - 38122 Trento (TN) Lorenzetti Stefano Via gavazo 60/C - 26010 Ricengo (CR) Lovaglio Paolo Via Don Buzzoni - 48121 Ravenna (RA) Lucarelli Francesco Via S. Andrea in Villis 119 - 61032 Fano (PU) Macchione Vincenzo C.da Taverna 78 - 87050 Piane Crati (CS) Maraviglia Enzo Via Colombo 11 - 24050 Grassobbio (BG) Marini Barbara Via del Castagnolo 24 - 50065 Pontassieve (FI) Merla Cristina Via Prine 10 Fr. Pievetta - 12070 Priola (CN) Micarelli Simona Via Colfolignato 16 - 06030 Valtopina (PG) Milani Carlo Via Bocchi 14 - 50126 Firenze (FI) Morgante Katia & Trada Claudio Via Mercurino di Gattinara 18 - 13030 Greggio (VC) Morosini Marino Alessandro Via R. Bajardi 2 - 35129 Padova (PD) Negro Giliola Via Adua 44/b - 13882 Cerrione Fr. Vergnasco (BI Negroni Carlo Via Illori 3 - 03010 Patrica (FR) Nicolai Gabriella Via Livornese 18/A - 57016 Gabbro (LI) Nocentini Walter Loc. Torlino i 121 - 52010 Subbiano (AR) Olivieri Monica Viale dei Platani 23 - 36050 Sovizzo (VI) Orlandi Gianni Via Sirente 18 - 67051 Avezzano (AQ) Orlandoni Augusto Via Oldrini 11 - 29011 Borgonovo Valtidone (PC) Palazzo Giovanni Corso Umberto I 143 - 81050 Santa Maria La Fossa (CE) Pardini Alessandro Via Per Camaiore 5795/I Pieve S. Stefano - 55100 Lucca (LU) Passerini Alberto Vicolo Casetta Mattei 11 - 00148 Roma (RM) Paterno Lucia Via Degli Aragonesi 2/22 - 76011 Bisceglie (BT) Pensa Gloria Via alla Valle di Basso 12 - 23827 Lierna (LC) Perricone Gabriella Viale Regione Siciliana 3152 - 90145 Palermo (PA) Pezzullo Paolo Viale della Vittoria 51 - 82034 Guardia Sanframondi (BN)

1

“Quelli del Giardino”

Terranova

“del Passo della Futa”

Slovensky Kopov

“di Westie Amico Mio”

West Highland W. Terrier

“Littletigers”

Chihuahua

“dei Cuori Selvaggi”

Labrador Retriever

“Vom Nebel Weide”

Rottweiler

“Fabulosity”

Carlino

“di Villa dei Gruccioni”

Lagotto Romagnolo

“delle Sentinelle di Corte”

Volpino Italiano

“della Brigata Maraviglia”

Chihuahua

“delle Terre Irlandesi”

Bassethound

“Garexium”

Boxer

“del Colle Folignato”

Piccolo Levriero Italiano

“Orodivita”

Golden Retriever

“dei Patous del Pan dal Cucu”

Cane Mont. Dei Piren.

“Mopava”

Pastore Scoz. P.L.

“BassScott”

Basset Hound

“Von Haus Negroni”

Pastore Tedesco

“Val di Chioma”

Labrador Retriever

“Golden Dorado”

Golden Retriever

“del Viale dei Platani”

Bolognese

“del Peschio Vicale”

Lagotto Romagnolo

“Valtidonensis”

Setter Inglese

“della Grotta dei Venti”

Alano

“del Re del Sole”

Boxer

“Dell’Anfiteatroflavio”

Rottweiler

“Top Luxury”

Barbone

“Russian Spellbound”

Barzoi

“de Yoyce Remedios”

Chihuahua

“dei Molossi delle Terre Stregate” Mastino Napoletano

37


Piacentini Francesco & Ferramosca M. Via di Risacco 7 - 00010 Roma (RM) Pinucci Chiara & Nuti Sonia Via del Tiglio 271 - 56012 Calcinaia (PI) Raneri Marianna C.da Scondito snc - 90013 Castelbuono (PA) Ravaglioli M. & Fantini S. & Tarantini G. & Stortiglione M. Via Appia Antica 191 - 00049 Velletri (RM) Rigo Marco Stradello Alzaia 1/3 - 41122 Modena (MO) Roma Attilio Via Sterparo Cicori 15 - 03020 Arnara (FR) Rossetti Fulvio Via Immacolata 11 - 27030 Mezzana Bigli (PV) Rubagotti Giacomo & Costelli Antonella Via Milano 46 - 25032 Chiari (BS) Salazar Jackeline Carol Via Boschetti 827 - 35040 Urbana (PD) Sani Alberto Via Marco Polo 21 - 25032 Chiari (BS) Santangelo Domenico Via Laviano 168 - 81100 Caserta (CE) Sciarappa Michele Via Piano Paradiso 36 - 71027 Orsara di Puglia (FG) Sigilli Antonio C.da Lanzari - 89029 Taurianova (RC) Stefani Barbara Via Alceste Ricciarelli 199 - 44124 Ferrara (FE) Stefani Maurizio Via Marighetto 16 - 38123 Trento (TN) Stocchi Beatrice & Tardini Alberto Ennio Via Baganzola 51 - 43126 Parma (PR) Tamanini Stefania Via Salita ai Dossi 13 - 38123 Trento (TN) Tonni Elisabetta Via Roma 200 - 51031 Agliana (PT) Triola Massimiliano Via S. Lucia 34 - 05039 Stroncone (TR) Ude Birgit Ellen Via Roma 290 - 98029 Scaletta Zanclea (ME) Valenti Danilo Via Oberdan 7 - 18039 Ventimiglia (IM) Venerandi Cristian Via Casaria 2 - 31056 Roncade (TV) Vigorita Rosalba Fr. S. G. Perucca 132 - 12049 Trinità (CN) Zanier Barbara Via Greco 40 - 34148 Trieste (TS) Zanzi Gianni Via Rossetta 194 - 48012 Bagnacavallo (RA)

“De Li Spirdi”

Labrador Retriever

“Bernesi del Borgo”

Bovaro del Bernese

“Islander Golden”

Golden Retriever

“de Latinum Vetus”

Dogue De Bordeaux

“di Casa Hesselink”

Cane da Past. Austr. Kelpie

“d’Aurus Land”

Pastore Tedesco

“di Casa Rossetti”

Labrador Retriever

“Nobile Pastore”

Cane da Past. di Brie

“di Casa Tecchio”

Bouledogue Francese

“Manu Forti”

American Staff. Terr.

“dell’Antica Calatia”

Pastore Tedesco

“del Piano Paradiso”

Pastore Maremmano Abruz.

“di Casa Sigilli”

Setter Inglese

“di San Maurelio”

Cocker Spaniel Inglese

“delle Ombrefiere”

Cane da Pastore Belga

“dell’Ottava Meraviglia”

Boxer

“Serenell Chiaroscuro”

Golden Retriever

“di Miss Betty”

Barboni

“di Gran Burrone”

Cane Corso

“Klaar Kimming”

Chow Chow

“Skilful – Dogs”

Staffordshire Bull Terrier

“di Ca’ Vigna”

Dobermann

“Saxon”

Barbone

“di Casa Arardia”

Cane da Past. del Caucaso

“del Passator Cortese”

Pastore Tedesco

ERRATA CORRIGE INC giugno p. 7 Wuac Meeting, la didascalia corretta della foto del BIS è quella sotto riportata.

Best In Show 1° Akita - REIGEN GO DELL’ANTICO MATAGI - All. & Prop.: Eugenio Baglieri 2° Shiba - SHINOBU DEL BIAGIO - All. & Prop.: All.to del Biagio 3° Shikoku - YUU SAIKI V.D. EGMATO - All. & Prop.: Van Veghel Egitte 4° Akita Americano - NEWSTARWOOD EGON THE HERO All.: Newstarwood - Prop.: Pastro Teresa

38


28-29 aprile- Successo della prima “classica” dell’anno

Burago,due giorni da inglesi Vincono Radentis Parigi (Baraghini), Rapace del Sole (Lombardi), Pone Edno del Giumar (Ruggeri). Ottima, come al solito, l’organizzazione

Premiazione: Silvio Marelli e Sandro Pacioni premiano VALSERITA DAR di Bariola “Bello e Bravo del Raduno Pointer”

Grande attesa per la prima prova classica dell’anno che come è ormai consuetudine si corre a Burago, nel feudo di Casiraghi, Figini e regno del Pointer Club. Terreno in perfette condizioni, organizzazione impeccabile e di rara professionalità, dove tutto è preparato alla perfezione e nulla si fa per caso. Una struttura ideata appositamente per fare cultura cinofila, un punto di incontro fra amici ove si coniuga la teoria del quale il cinofilo per sua natura abbonda, con la pratica, a dispetto di tanti circoli dove si discute tanto, si vede poco e si fanno tante chiacchiere maliziose con conseguente danno al

46

mondo cinofilo. Era ora di ricominciare con l’auspicio di costruire qualcosa e non quello di sfasciare tutto ciò che i nostri maestri ci hanno tramandato e noi faticosamente cerchiamo di conservare. Ne approfitto, perdonatemi! Amo troppo la cinofilia. Le interpretazioni di comodo e le falsità messe in bocca ai non addetti ai lavori, sono la peggiore minaccia per un futuro sano fatto da galantuomini. Difendiamo la cinofilia e lasciamola come scienza dei saggi e non degli stupidi altrimenti ci giochiamo tutto.

Il giudice deve valutare tante cose, non dobbiamo fossilizzarci solo sul galoppo che pur essendo in classica una delle maggiori componenti necessarie per la valutazione deve essere accompagnata dal lavoro frutto anche di un accurato dressaggio, dalla presa di punto, dall’espressione in ferma, dall’accostata e da tante, tante altre sfumature che dovrebbero far parte del bagaglio tecnico che madre natura ha dato ad un soggetto. Il buon galoppo, non significa che ad un setter gli sia permesso di fermare e accostare come uno sgabello o ad un pointer di fermare flesso e moscio come un carciofo tanto da snaturarne l’indole. Lasciamo giudicare serenamente i giudici per quel che riescono a vedere, sovente da vicino, e garantisco che non hanno bisogno degli occasionali saccenti che spesso “hanno visto” da lontano o addirittura senza nemmeno essere presenti. Poi, possono sbagliare tutti: il cane può sbagliare, il giudice può sbagliare, anche il grande Buffon può sbagliare, solo … il grande “saccente” a bordo campo non può sbagliare, certo, lui è il nuovo Messia! Chi ha da criticare venga li in mezzo, una trombetta sarà sempre pronta e sua disponibile. Possibile che si pensi sempre alla malafede? Per favore ogni uno torni al suo posto e cerchiamo di non rovinare questa bella cinofilia. Godiamoci piuttosto lo splendore di certi nostri cani e pensiamo magari un attimo a chi ha tanto tribolato per turarli fuori e chi ci ha tanto lavorato sopra per farceli ammirare. Ma torniamo alla stupenda festa di Burago: Due giorni di Inglesi, Il sabato dedicato ai Setters con raduno e prova, la Domenica ai Pointer sempre con lo stesso programma.

Sabato 28 Giuria: Bonfante - Pacioni - Nobile Giovani setter: 1° Ecc. Radentis Parigi – Cond Baraghini –


i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

VERA Migliore di Razza Setter con il Giudice Bezzecchi e il proprietario Lanzanova

“Bel galoppo fluido buon ritmo, buon portamento di testa cerca di impostarsi come può a causa del vento mutevole, Buon punto”. Libera Setter: 1° CAC Rapace del sole – Cond Lombardi “Corre all’ultimo turno, record di spettatori assiepati a bordo campo. Eleganza e classe cristallina, magnifica interpretazione della nota del concorso, non sbaglia nulla il giovanotto, è il suo mestiere! Scivola in ferma, conclude in maniera perfetta. Tanti applausi…. Meritatissimi”. 2° R/CAC Kakà cond. Giavarini “Morbido e radente svolge in ottimo lavoro, purtroppo oggi doveva competere con un grande Rapace”.

Domenica 29 Giuria: Pacioni - Marelli Libera Pointer: 1° Ecc Pone Edno del Giumar cond. Ruggeri “Buone aperture, giusto ritmo, buon percorso, un punto di discreta fattura”. 2° Valserita Dar cond Bariola “Buon galoppo, nella piena nota, per impegno e metodo, si gradirebbe più decisione nella presa di punto”. 3° Ecc. Ghibli cond Brambilla “Turno interrotto più volte si distende bene ma si gradirebbe più ordine. Due punti”. Sandro Pacioni

7

FRANZINI ERBA Migliore di Razza Pointer con il Giudice Tagliaferri e il Pres. Del Pointer Club Casiraghi

UN PENSIERO A CLAUDIO IORIO Un carissimo amico che ci lascia, ancora uno purtroppo. Si parlava spesso di cani, di caccia, di montagna, di cotorni e di tante altre cose che due buoni amici hanno in comune. Non era “L’aquila del Gransasso” nome da noi già attribuito con affetto all’amico Goffredo che lo custodisce gelosamente, ma era sicuramente paragonabile ad una nobile creatura che volteggia sui monti maestosi dell’Aquila. Lo rivedo ancora stremato fra gli scogli del Sirente a servire il suo Arno del Brancastello fermo sui cotorni, trafelato ma pieno di emozione e di entusiasmo, con quel sorriso che lo accompagnava in ogni momento, in ogni situazione. Fu anche uno dei miei primi CAC rilasciato ad un magnifico soggetto condotto da un grande uomo. Titolare dell’affisso “del Brancastello” di cui Arno, nato nella sua famiglia cinofila e sua creatura è stato uno dei migliori esponenti che ha segnato la storia nelle prove e nella caccia di alta montagna, a cotorni. Claudio aveva sempre qualcosa da offrirti, dalla genziana fatta da lui, alla colazione, ad ogni cosa di cui potevi aver bisogno o ti potesse far piacere e lo faceva con garbo, con il cuore schietto e generoso che lo ha sempre contraddistinto. Ciao Claudio, come possiamo non pensarti al cospetto delle stupende e care montagne Aquilane che erano la tua patria, la tua Vita! Noi amici ti ricorderemo. Sandro Pacioni

47


REG

L’edizione del 2012 entra nel vivo.

Siamo già a metà del percorso, Enci e Farmina come sempre, sono al vostro fianco per giungere all’assegnazione dell’ambito titolo di Campione TopDog 2012. Si entra nel vivo della competizione. La vostra passione è la nostra soddisfazione.

art&copy_g. de sarno

2012

Alimenti per campioni.


REGOLAMENTO 05-2012.qxp :REGOLAMENTO 05/2012.qxp 24/04/12 09:55 Pagina 1

i nostri

Cani

Anno 58 num. luglio 2012

T O P

7

D O G

Il punteggio viene calcolato in base ai risultati ottenuti nelle esposizioni Internazionali italiane dal 01/01/2012 al 31/12/2012. Le esposizioni Nazionali non valgono. I Raduni non valgono. Le mostre speciali valgono doppio sia che si svolgano in Internazionale che in Nazionale. La partecipazione (cioè l'iscrizione) minima richiesta è ad almeno 4 esposizioni ed è necessario ottenere punteggio in almeno due esposizioni. Punteggi: - CAC 1 punto - CACIB 3 punti - BOB: con 1 cane iscritto da 2 a 5 da 6 a 10 da 11 a 20 da 21 a 30 da 31 a 40 da 41 a 50 da 51 a 100 oltre 100

1 3 5 7 9 11 13 15 20

punto punti punti punti punti punti punti punti punti

Valgono esclusivamente le esposizioni aventi luogo in Italia.

N.B. Al termine del concorso, nel caso risultassero più soggetti nella stessa razza con uguale punteggio più alto, verranno applicati i seguenti criteri di valutazione: - risulterà Top Dog il soggetto che ha partecipato al minor numero di esposizioni (fatti salvi i requisiti previsti dal regolamento). - in caso di ulteriore parità il titolo verrà assegnato a pari merito. Per quanto inerente il Top Giovane, al termine del concorso, nel caso risultassero più soggetti nella stessa razza con uguale punteggio più alto, risulterà Top Giovane il soggetto che ha partecipato al minor numero di esposizioni. In caso di ulteriore parità il titolo verrà assegnato a pari merito. N.B. In entrambe le classifiche sarà pubblicato solo il primo classificato.

T O P

G I O VA N E

Riservato ai soggetti iscritti in classe Giovane in base ai risultati ottenuti nelle sole esposizioni Internazionali italiane. Il numero dei soggetti iscritti in classe Giovane non è cumulabile fra maschi e femmine ai fini del calcolo del punteggio del TOP GIOVANE. Le mostre speciali non sono contemplate nel regolamento del TOP GIOVANE. Punteggi: M.B. 1° = p. 1 ECC. 1° = p. 3 (1 solo iscritto nella classe) ECC. 1° = p. 5 (da 2 a 5 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 6 (da 6 a 10 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 7 (da 11 a 15 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 8 (da 16 a 20 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 9 (oltre 21 iscritti nella classe) A questi punteggi vanno eventualmente aggiunti 3 punti se il soggetto ottiene anche il BOB (minimo 5 iscritti nella razza).

N.B.

I punteggi inerenti il TOP DOG vengono rilevati periodicamente e direttamente mentre per quanto inerente il TOP GIOVANE la spedizione dei punteggi (fotocopia del libretto) è a cura dei proprietari.

51

INC luglio/agosto 2012  

I nostri cani - rivista ufficiale ENCI - luglio/agosto 2012