Page 1

Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) Art. 1 comma 1 LO/MI - N. 11 dicembre 2011

“organo ufficale ENCI”

dicembre 2011

BOVARO BERNESE VOLPINO ITALIANO BASSOTTI SPINONE ALIMENTAZIONE

INC articoli dic11.indd 1

22/11/2011 16:27:02


INC articoli dic11.indd 2

22/11/2011 16:27:04


SOMMARIO

Un bilancio nel futuro Rodolfo Grassi

Innamorarsi del Bernese Silvana Vogel Tedeschi

Un Bassotto per amico Gabriella Guidobono Cavalchini

Nutrirla bene, per chi verrà Stefano Spagnulo I 34 buoni cittadini Rossella Scarso Il vaccino e i suoi perché Sara Ceccarelli Rottweiler primi Claudia Bacchi Tanti Levrieri come mai visti Marcello Poli Bella pagina di cinofilia Anna Albrigo

32 Trieste: ritorna l’internazionale Egidio Bravetti

6

33 Elfo dell’Isola dei Baroni Re di Parigi R.G.

10

Volpino, compagno di vita Fabrizio Bonanno

Il ritorno del Chart Polski Janusz Zielinski

4

13 16

34 Addestrato alla libertà Giovanni Giacobbe 36 Azzurri sul podio Rossana Giada Giordano 38 Lo Spinone è sempre moderno Roberto Aguzzoni

20

40 Setter a Canossa Valerio Antimo

23

41 Una “settimana” di successi Gruppo Cinofilo Cuneese

24

42 Un segugio e due razze Gian Carlo Bosio

26

44-64 Esposizioni Gian Domenico Palieri

28 30

CHI E DOVE

65 I successi 70 I club 77 Gli allevatori TEMPI DI CONSEGNA MATERIALE

Campioni in www.enci.it I campioni sono sul sito ENCI in questo modo si avrà un'informazione più diffusa.

Pubblicità expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente l’uscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicità expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita, in merito allo spazio disponibile Successi all’estero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile inviare a redazione@enci.it Si ringrazia per la collaborazione

Calendario esposizioni e prove in www.enci.it 3

INC articoli dic11.indd 3

22/11/2011 16:27:07


NOTIZIE ENCI

L’impegno di ENCI ed allevatori induce ad un sereno ottimismo

Un bilancio nel futuro I risultati raggiunti devono spronare ad una riconferma e ad altri traguardi. Il cane nel sociale, la vittoria in Coppa Europa, i successi nelle numerose altre discipline. L’UCIS medaglia d’oro

L’ENCI guarda al futuro con serena consapevolezza. E’ stato un anno pieno di impegni ma anche di risul­ tati raggiunti e promesse mante­ nute. Il Consiglio, integrato con l’ele­ zione all’unani­ mità, fatto mai prima accaduto, di Abele Barbati, ha lavorato con meti­ colosità e bene, gli allevatori hanno risposto nel modo migliore e che sta diventando oramai un marchio distin­ tivo della categoria proprio perché ba­ sato su responsa­ bilità e profes­ Momento storico a Parigi: l’Italia si aggiudica l’Expo Mondiale 2015. sione. Francesco Balducci e Hans Muller applaudono emozionati. Si chiude un anno che per la cinofilia si preannunciava non mento e sulla base di risultati, sia del facile con un bilancio positivo e la certezza Consiglio direttivo che della Direzione ge­ che, partendo dalle basi consolidate, il nerale. Ed il voto unanime con cui l’Assem­ prossimo sarà migliore. Ed insieme al blea mondiale ha accolto la relazione prossimo anche quelli a venire perché svolta da Guido Perosino ed a cui hanno dall’11 al 14 giugno 2015 c’è il grande ap­ presenziato per l’ENCI, svolgendo una puntamento con la cinofilia mondiale a concreta opera di convincimento il presi­ Milano in occasione dell’Expo. Un avveni­ dente Francesco Balducci ed il vicepresi­ mento planetario destinato alla storia per dente Dino Muto, è un sigillo prezioso su relazioni tra i popoli ed a cui anche l’ENCI tutta la nostra cinofilia. ha voluto e saputo essere presente con Il cane di razza ha confermato nella ma­ un’azione incisiva e pressante, di convinci­ niera più positiva il suo ingresso nel so­

ciale con una ri­ sposta entusiastica ed entusiasmante di molti appassio­ nati e dei Gruppi Cinofili ma c’è stato anche, un ri­ conoscimento che ha un importante significato civile: la medaglia d’oro al­ l’UCIS per l’inter­ vento, coordinato da Bruno Piccinelli, durante il terre­ moto all’Aquila. Il progetto San Raffaele Ville Turro nel reparto di­ sturbi dell’umore ha avuto un suc­ cesso che va ben oltre le previsioni. Per la prima volta l’ENCI ha stabilito sinergie con una struttura che è il vanto della Sanità italiana e si colloca ai primi posti nel mondo. Un risultato che riverbera su tutto l’allevamento nazionale, proprio perché il cane nel sociale significa fare in modo che la Società civile guardi al cane, e significa­ tivamente a quello di razza, con maggior consapevolezza. A questa iniziativa si aggiungono i tanti progetti sponsorizzati dall’ENCI come quelli di Prato ed Amaseno. Il CAE-1 Test di Controllo dell’Affidabilità e dell’Equilibrio Psichico per Cani e Padroni

4

INC articoli dic11.indd 4

22/11/2011 16:27:08


i nostri

NOTIZIE ENCI Buoni Cittadini approvato dal Consiglio Direttivo il 4 agosto 2010 su parere con­ forme della Commissione Tecnica Centrale del 30 settembre 2009 ed in vigore dal 15 ottobre 2010 ha avuto una calorosa acco­ glienza: molte le sessioni attivate durante le esposizioni e tanti gli esemplari che hanno superato la prova ottenendo il pa­ tentino. Nei molti convegni ed incontri sul benessere animale- basti per tutti ricor­ dare quello di Roma in maggio - l’ENCI, con la relazione del presidente, ha fatto sentire autorevolmente la propria voce ed ottenuto unanimi consensi. I corsi per Addestratore Cinofilo pur es­ sendo agli inizi, hanno ottenuto grande successo. Del resto sono gli unici che ven­ gano fatti sulla base di regole approvate dal ministero delle Politiche Agricole. Nelle esposizioni si sono raggiunti risultati da primato: nella Mondiale di Parigi, dal 7 al 10 luglio, l’Italia ha ottenuto il Best in

Show ed è salita sul terzo gradino del podio in Olanda in occasione dell’Europea svoltasi dal primo al 4 settembre. Grandi risultati nell’agility L’Italia al primo ed al terzo posto nell’individuale dell’Eu­ ropeo in Olanda e medaglia d’argento a squadre large. Nel campionato mondiale in Francia- sempre nell’agility- migliora conquistando una stupefacente medaglia d’oro smal e l’argento a squadre. Nel settore dello sport e più specificata­ mente delle prove è stato raggiunto anche quest’anno il traguardo più ambito, la vit­ toria in Coppa Europa e che consacra alla storia dell’agonismo la squadra composta da Ademaro Scipioni, Stefano Girandola, Ernesto Pezzotta, Graziano Forti e selezio­ nata da Silvio Marelli e la partecipazione attiva di Sandro Pacioni. Inoltre i tricolori hanno vinto la Coppa Europa Korthals di­ mostrando che la razza è in netta ripresa e nell’agonismo al primo posto, il titolo con­

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

tinentale nel Coursing disputato in Olanda e, per la prima volta imponendosi nella Coppa Europa Bassotti e conquistando il podio completo nel Campionato Mondiale Rottweiler di Addestramento. Inoltre vi sono state numerose iniziative per diffondere la cinofilia più autentica: hanno avuto e stanno avendo consensi sia il volumetto delle Razze italiane che il Manuale del Cucciolo curato da Erica Recchia. Rammentare tutti i successi però non è possibile tanto sarebbe lungo l’elenco. Ma ciò che è più importante e per certi aspetti, persino commovente è che dietro a ciascuna iniziativa vi sono settimane o addirittura mesi di preparazione, di im­ pegno, di un volontariato meraviglioso e che resta e desidera restare anonimo. Anche questa è la forza dell’ENCI, dei suc­ cessi che continuano a susseguirsi. Rodolfo Grassi

Auguri dal Presidente e dal Consiglio

Alla grande famiglia ENCI

Buon Natale e sereno 2012 Gli impegni che ci eravamo prefissi- una maggior valorizzazione della cinofilia nazionale, l’ingresso da protagonista del cane nel sociale, la riaffermazione dei valori alla base della nostra passione - sono stati mantenuti. Merito di allevatori seri e preparati che hanno risposto nella maniera migliore all’invito di un Consiglio che guarda ai fatti e programma la sua azione per riaffermare i valori di una professionalità ed un volontariato fra i primi in Italia. Il nuovo anno richiede nuovo impegno, ancor più lavoro e competenza: sono sicuro che non mancheranno così come non mancheranno i traguardi più prestigiosi. A tutti Voi ed ai vostri cari, a quanti guardano con simpatia alla grande famiglia ENCI, gli auguri più sinceri di un Natale sereno ed un nuovo anno di risultati. Francesco Balducci - Presidente, Espedito Massimo Muto - Vice Presidente, Anna Albrigo, 
Abele Barbati, 
Gianluca Di Giannantonio, 
Giovanni Giacobbe Giacobbe, Clemente Giorgio Grosso, Paolo Gulinelli, Nicola Maria Iannelli, Silvio Marelli, 
Sandro Pacioni,
 Gianluca Pasqualetti, 
Guido Perosino, 
Bruno Piccinelli, Domenico Tricomi.

Il Tar Lazio sospende cautelativamente l’ordinanza Martini Il Tar Lazio, accogliendo il ricorso di allevatori cinofili e associazioni specializzate, ha sospeso cautelativamente l’efficacia della ordinanza Martini del 22/03/11 e successive integrazioni. In tema di caudotomia, il giorno 1/11/11 è entrata in vigore la legge 201 del 4/11/10 di ratifica della Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia, in merito alla quale opera la nota del Ministero della Salute (sul sito ENCI) con le indicazioni tecniche del Ministro Fazio.

Recensione Thomas Healy TI PRESENTO MARTIN Piemme Editore Non c’è una ragione, almeno non razionale, perché Thomas un giorno decida di prendere un cane. Non aveva mai neppure immaginato di volerne uno. Invece leggere l’inserzione sul giornale e precipitarsi a scegliere uno dei sei cuccioli di dobermann in vendita è stato un tutt’uno. Quando il più vivace dei sei cani gli addenta una mano con i suoi delicati ma irremovibili denti da cucciolo e non la molla più, Thomas decide di volere lui e solo lui: Martin. Ha inizio così una meravigliosa storia d’amicizia, fatta di devozione e accudimento reciproci, fedeltà assoluta e abitudini quotidiane. E anche se può non sembrare, tra i due è il cane a prendersi cura dell’uomo, in un modo che solo un vero amico può fare. Tirandolo fuori dai guai, guai grossi, senza farsi notare e senza chiedere niente in cambio. Tendendogli una zampa mentre stava per affondare in un abisso senza fine. Per Martin, Healy ha scritto questo libro, e se non è una dichiarazione d’amore, poco ci manca.

5

INC articoli dic11.indd 5

22/11/2011 16:27:08


Dalle fattorie svizzere alle case nel mondo

Innamorarsi del Bernese Bovaro e autentico colosso ha un’indole che gli fa conquistare grandi simpatie Proviene dal Cantone di Berna, il Bovaro Svizzero che sta attualmente conqui­ stando molti estimatori in tutto il mondo. Fino a non molti anni fa si guardava al cane di San Bernardo come alla sola ricchezza cinofila della Svizzera ed era impen­ sabile che il Bovaro del Bernese, tradizionale cane da lavoro che non aveva mai lasciato le sue fattorie, diventasse il cane svizzero per eccellenza, capace oggi di rappresentare un’iden­ tità nazionale e di suscitare ammirazione ben oltre i confini elvetici. Nella sua patria non amano considerarlo un molos­ soide, ma bensì un cane speciale poiché la Classificazione FCI lo col­ loca nel Gruppo 2, Sezione 3 dedicata esclusivamente ai Bovari Svizzeri. Dei quattro Bovari Svizzeri è il meno spartano, essendo stato agevolato dalla vita nelle fattorie del Cantone di Berna, regione più ricca e pia­ neggiante, sicuramente meno difficile ri­ spetto alla vita che si conduceva nelle fat­ torie di montagna che sorgevano isolate su terreni impervi. Queste ultime erano piut­ tosto il regno dei Bovari Svizzeri a pelo corto più piccoli e più agili dei “grandi”, ovviamente meno avvezzi ad incontrare estranei e dunque un po’ più diffidenti. Come razza, il Bernese è nato poco più di 100 anni fa, quando, con l’aiuto del grande cinofilo e giudice Prof. Albert Heim, un esiguo gruppo di allevatori di Burgdorf decise di allevarlo in purezza, selezionan­ dolo partendo dai bovari che lavoravano nelle fattorie della regione e scoprendo in tutto il territorio svizzero alcuni cani con le caratteristiche adatte a fissare il tipo desi­ derato in questo cane di utilità: pelo lungo, tricolore, taglia medio-grande, aspetto ro­ busto e agile, con arti vigorosi, armonico e ben proporzionato.

VITA IN FAMIGLIA Perciò, il Bovaro del Bernese è nato come cane di utilità: rustico, anche se per il suo mantello lungo e morbido appare il più “soft” dei quattro Bovari e con un carattere aperto e socievole, facilitato dalla vita più comoda delle fattorie di valle. Ancora oggi è così e, sebbene il suo grande successo abbia automaticamente portato un aspetto esteriore meno grezzo e più ricercato, resta pur sempre fedele alle sue origini di cane di fattoria polivalente e continua ad espri­ mere le caratteristiche fisiche e le attitu­ dini per le quali è stato selezionato. Le fattorie svizzere si sono modernizzate, è vero, ma Bäri (orsacchiotto), come è affet­ tuosamente chiamato in Svizzera, tira an­ cora il carretto e riveste spesso con orgo­ glio il suo ruolo di “re della fattoria”, mentre altrove questo bovaro tuttofare è diventato un ottimo cane di famiglia, versatile, buon guardiano, pronto ad impegnarsi nel la­

voro e nelle molteplici atti­ vità che può svolgere ac­ canto al padrone. Fra tutti i cani di grande ta­ glia è uno dei più piacevoli compagni da inserire in fa­ miglia, è equilibrato, tran­ quillo, adattabile, molto af­ fettuoso e sensibile. Ama il contatto con le persone di tutte le età ed è particolar­ mente affezionato ai bam­ bini; va d’accordo con gli altri cani e con gli altri ani­ mali; gli piacciono le case in cui c’è sempre qualcuno di passaggio e non si è mai soli. Vive bene vicino alla sua famiglia, meglio se nu­ merosa, condividendone spazi e attività, sopporta male la solitudine e l’esclu­ sione dalla vita dei suoi compagni umani, non è adatto a vivere relegato in un angolo del giardino, né in un box e tantomeno le­ gato alla catena. Ha bisogno di muoversi in libertà e di mantenersi agile e in buona forma fisica; eppure, sebbene abbia una certa stazza, non ha l’esigenza di un giar­ dino enorme, ma piuttosto di esercizio re­ golare e di belle passeggiate con il proprie­ tario, poiché la sua massima ambizione è seguirlo ovunque e partecipare a tutto ciò che fa. La continua richiesta di contatto fisico è un’altra delle sue specialità: difficilmente rinuncerà a restare incollato ai suoi com­ pagni umani, ad appoggiarsi alle loro gambe o a sedersi sui loro piedi. Del resto, sa farsi amare da tutti per la sua indole buona e pacifica ed è il cane ideale per tutta la famiglia. Grazie alla sua proverbiale adattabilità e al carattere equilibrato è uno dei cani di uti­ lità che meglio hanno saputo inserirsi nella nostra società, a condizione che gli si offrano attività alternative all’antico lavoro, con molte possibilità di muoversi per mantenersi in forma e con molte occasioni

6

INC articoli dic11.indd 6

22/11/2011 16:27:08


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

per socializzare con per­ sone e animali, anche in un ambiente urbano.

A CHI È ADATTO Il Bovaro del Bernese è un cane relativamente facile, che non presenta partico­ lari problemi di convivenza. È una razza adatta per molti, ma non per tutti. È giusto che il futuro pro­ prietario sappia che è un cane molto espansivo e un po’ ingombrante non solo per la stazza, ma anche per lo spazio affettivo che oc­ cupa, e che sia disposto a stabilire con il proprio Bernese un rapporto franco e diretto, perché è un cane genuino, rustico e poco complicato, a volte ingenuo, spesso testardo. Se si im­ punta, l’unico modo per su­ perare l’ostacolo è aggirarlo e, comunque, con le buone maniere si può ottenere quasi tutto da lui. Avere del tempo da dedi­ cargli è un aspetto fonda­ mentale, perché altrimenti soffrirà molto la solitudine; la scelta di questa razza dovrà essere condivisa da tutta la famiglia e se la famiglia è numerosa e comprende anche dei bambini, per il Bernese sarà il massimo della felicità. Un piccolo giardino da offrirgli è quasi obbligatorio, ma portarlo fuori a passeggio spesso e concedergli l’accesso in casa lo è altrettanto. Per vivere bene con lui è indispensabile educarlo e socializzarlo correttamente. Vice versa, il Bernese non sarà adatto a chi vive in un clima caldo e umido oppure in un piccolo appartamento in città, magari con dei pro­ prietari molto impegnati, che lavorano tutto il giorno e che non possono occu­ parsi abbastanza di lui.

IL SONTUOSO MANTELLO Il pelo lungo e tricolore veste splendidamente il corpo robusto, armonico e ben proporzionato. La com­ binazione del bianco, nero e focato appare particolar­ mente attraente grazie al contrasto delle zone perfet­

tamente delimitate. La mascherina can­ dida ingentilisce l’espressione e la petto­ rina bianca, anch’essa obbligatoria, sembra quasi il plastron della camicia di un frac. I piedi e la punta della coda bianchi non sono obbligatori, ma sono molto ricercati

per quel tocco di classe in più che rifinisce la tipicità del Bernese. Il mantello compatto, folto e lucente è formato dal pelo lungo di copertura che deve essere liscio o poco ondu­ lato e dal sottopelo fitto e scuro; è soggetto a due mute all’anno e quella pri­ maverile-estiva è sicura­ mente la più importante delle due, per l’abbondante perdita di pelo. È necessario curarlo con spazzolature re­ golari, meglio se quoti­ diane, per mantenerlo pu­ lito e sano, ma potranno bastare anche tre volte alla settimana per liberarlo dal pelo morto e dalla polvere e per prevenire nodi o zone infeltrite. Per quanto concerne il bagno, ne sono sufficienti tre o quattro all’anno a se­ conda della zona in cui vive e del tipo di vita che fa, ma saranno sicuramente molti di più se il cane sarà presen­ tato in esposizione, dove un mantello ordinato e curato, ma non esageratamente to­ elettato, influirà positiva­ mente sul giudizio.

UN CUCCIOLO NON E’ UN PELUCHE È facile innamorarsi di questo cucciolo che sembra finto: l’aspetto da orsacchiotto è accentuato dalle zampe grosse e dalle forme arrotondate, vestite di una peluria tricolore morbida come quella di un pupazzo in peluche ed è dif­ ficile immaginare che quegli 8-10 chili di dolcezza di 2 mesi diventeranno un montanaro fiero e determi­ nato da adulto, imponente per i suoi 40-50 kg. È importante che il cucciolo riceva almeno un’educa­ zione “di base” e che sia correttamente socializzato per potersi inserire serena­ mente in famiglia e nell’am­ biente in cui vivrà. Non è mai troppo presto per inco­ minciare. Di solito i Bovari del Bernese sono socievoli e fiduciosi; questa loro ten­ denza naturale, tuttavia, dovrà essere coltivata in giovane età se si desidera che diventino degli adulti

7

INC articoli dic11.indd 7

22/11/2011 16:27:09


equilibrati, sereni e affidabili nei loro rap­ porti con gli altri. Avere un cane educato e socievole è un grande vantaggio, poiché permetterà al suo proprietario di portarlo ovunque, sa­ pendo che sarà sempre accettato e ben accolto. La crescita del Bovaro del Bernese durante il primo anno di vita deve essere seguita con molta attenzione per ridurre il rischio di sviluppo delle malattie ortopediche della crescita. In questo, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale: è indispen­ sabile alimentarlo con un mangime di ot­ tima qualità, specifico per i cuccioli di grande taglia, con razioni controllate e adeguate a ogni singolo soggetto in rela­ zione all’incremento di peso. L’ideale è che il mangime sia in grado di fornire tutte le sostanze di cui ha bisogno per crescere senza appesantirlo e che l’aumento di peso sia possibilmente lento, per consentire alle giovani articolazioni ancora in via di svi­ luppo di adeguarsi gradualmente al cre­ scente carico. L’utilizzo dei mangimi speci­ fici per cani di grande taglia in fase di cre­ scita risolve il problema di somministrare una dieta bilanciata e per questo motivo non occorrono integratori particolari che andrebbero a squilibrare le razioni di cibo; sono da evitare innanzitutto le integra­ zioni di calcio, che ha un’influenza nega­ tiva sullo sviluppo delle articolazioni. Oltre al controllo del peso, anche il con­ trollo del movimento gioca un ruolo im­

portante per prevenire le patologie osteo­ articolari e i possibili danni creati dai traumi sulle giovani articolazioni e dal ca­ rico disuguale del peso sugli arti. Evitiamo di sottoporre il cucciolo a inutili sforzi, quali lunghe passeggiate, superamento di ostacoli e dislivelli accentuati come salite o discese troppo ripide e scale, soprattutto in discesa. Preferiamo invece le passeggiate rilassanti in pianura, il gioco, una certa li­ bertà di movimento, cercando di rispettare le naturali esigenze del cucciolo.

La regola d’oro è: uscite brevi ma frequenti, piuttosto che un’uscita unica di lunga du­ rata. Soprattutto, dedichiamo del tempo ad osservare il nostro cucciolo e cerchiamo di scoprire insieme la via migliore per una felice convivenza, in cambio otterremo la sua fiducia e la sua amicizia. In Italia Il Bovaro del Bernese è tutelato dalla Società Specializzata CIABS (www. ciabs.it) che segue attentamente lo svi­ luppo e la diffusione dei 4 Bovari Svizzeri. Silvana Vogel Tedeschi

ANDAMENTO DEMOGRAFICO Soggetti iscritti nel Libro Genealogico 1300 1200 1100 1000 900 800 700 600 500 400 ... 0

1299 1047 1098 951

945

2005

2006

980

852 749 687

2002

2003

2004

2007

2008

2009

2010

Anno 8

INC articoli dic11.indd 8

22/11/2011 16:27:10


In occasione della XLII Esposizione Internazionale Canina di Forlì si terrà un Convegno Cinofilo organizzato dal Gruppo Cinofilo Forlivese in collaborazione con l’ENCI.

CONVEGNO CINOFILO VENERDÌ 3 FEBBRAIO 2012 ORE 17,00

Centro Congressi Hotel Globus City Via Traiano Imperatore 4 - Forlì Interverranno: FRANCESCO BALDUCCI, Presidente ENCI ALBERTO BELLINI, assessore alla qualità ambientale ed al benessere animale del comune di Forlì

“LE CAPACITA’ STRAORDINARIE DEI CANI” La mente dei cani: istinto, intelligenza e capacità d’interazione con l’uomo. La funzione, la selezione e l’adattabilità all’ambiente moderno. La therapy dog e l’impiego nel sociale. Relatrice: Renata Fossati

Pedagogista, allevatore, giudice internazionale ENCI/FCI Esperta in pet therapy e psicologia canina, collabora con l’ENCI per la redazione della rivista “I Nostri Cani”. Patrocinato da: Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena, Comune di Forlì Al termine, rinfresco offerto a tutti i partecipanti da FARMINA

XLII ESPOSIZIONE CANINA DI FORLI’ INTERNAZIONALE CAC-CACIB Gruppo Cinofilo Forlivese – Via E. Locchi 5/E – 47122 Forlì (FC) Sito web: www.gruppocinofiloforlivese.it - E-mail: info@gruppocinofiloforlivese.it

4-5 FEBBRAIO 2012

Fiera di Forlì - a 500 metri dal casello di Forlì sulla A14 – locali coperti e riscaldati Sabato 4 febbraio gruppi 1,4,5,6,7,8 Mostre speciali: - Chien de Saint Hubert (Bloodhound) - Spinone Italiano - Lagotto Romagnolo - Setter inglese

Domenica 5 febbraio gruppi 2,3,9,10 Mostre speciali: - Cane di San Bernardo a p.c. e a p.l.

GIURIA COMPLETA SU: www.gruppocinofiloforlivese.it www.miglioredirazzareport.it

Raduno del Cane da Ferma Tedesco a pelo corto

Termine iscrizioni: 1° chiusura 09/01/2012 2° chiusura (con maggiorazione) 17/01/2012

4-5 FEBBRAIO 2012 GARA NAZIONALE DI OBEDIENCE - CAC (GIUDICE: GIANFRANCO GIRAUDI) Informazioni ed iscrizioni: Sig. Francesco Zaccarini (tel: 347-4810294; e-mail: francescozaccarini@yahoo.it)

3 FEBBRAIO 2012 - H. 17.00 - CONVEGNO NAZIONALE “LE CAPACITÀ STRAORDINARIE DEI CANI” RELATRICE: DR.SSA RENATA FOSSATI

CONCORSO JUNIOR HANDLER – BIS JUNIORES – BIS VETERANI ISCRIZIONI: Le iscrizioni per l’esposizione internazionale e il raduno e i relativi pagamenti devono essere inviate unicamente a: Kallistè Casa editrice – Via Tommaso Ferreri 73G - 10070 Barbania (TO) - Tel.011/9242660 - Fax 011/9243916 e 011/9243855 - kallistecasaeditrice @virgilio.it I pagamenti dovranno pervenire a mezzo vaglia postale intestati a: Kallistè Casa Editrice - Via Tommaso Ferreri 73G - 10070 Barbania (TO) Iscrizioni On-line e pagamento con carta di credito unicamente su: www.miglioredirazzareport.it Per le iscrizioni a mezzo fax si consiglia di chiedere conferma della regolare ricezione DIRETTAMENTE a Kallistè Casa Editrice. Le iscrizioni incomplete, illeggibili e/o non accompagnate dalla prova di avvenuto pagamento saranno cestinate senza preavviso. Per i cani iscritti in classe CAMPIONI, allegare l’attestato. Le iscrizioni dovranno essere corredate dalla dichiarazione di iscrizione all’ANAGRAFE CANINA REGIONALE con indicazione del codice identificativo denunciato presso la stessa anagrafe. E’ OBBLIGATORIA LA VACCINAZIONE ANTIRABBICA ESEGUITA IN DATA NON INFERIORE A 30 GIORNI E NON SUPERIORE A 12 MESI DAL GIORNO DELL’ESPOSIZIONE

INC articoli dic11.indd 9

22/11/2011 16:27:12


Una razza italiana che ha rischiato l’estinzione

Volpino,compagno divita Di antichissima origine, conserva un carattere meraviglioso che lo rende unico Sono numerose le razze volpinoidi sparse nel mondo e discendono da un ceppo (o forse più di uno) di origini remote a tal punto da non rendere sempre attendibili e quindi accreditabili le inerenti ipotesi formulate da vari Autori. Da reperti fossili si potrebbe evincere che questi cani furono tra i primi ad essere addomesticati dall’uomo almeno in quei territori che oggi comprendono l’Europa. Analoghi e altrettanto importanti reperti osteologici furono rinvenuti in Asia, nelle isole dell’Oceano Pacifico, nel Madagascar, in Africa e soprattutto in Egitto, antica culla e centro di diffusione di altri ceppi di canidi, come i levrieroidi, e di altre civiltà e tradizioni minori oggi misconosciute. (Anche il pane fu creato dalle sapienti mani degli antichi Egizi). Sempre in Egitto esistono dei graffiti raffiguranti figure di cani, imperitura testimonianza di una cultura oggi purtroppo cancellata, ma tutti confidiamo -senza scomodare i corsi e ricorsi storici- nella reversibilità di una situazione utile anche a propiziare un riallineamento culturale. Il tipo arcaico delle razze volpinoidi si individuerebbe nel canis familiaris palustris vissuto all’età della pietra. Non è difficile pensare che questi cani, perpetuandosi nei secoli, si diffusero capillarmente ovunque tipicizzandosi poi localmente sia per l’immissione di ceppi locali che per mutazioni imposte dal fattore ambientale. Il risultato si è tradotto in molteplici razze tra cui cito le più note come i nordici Samoiedo, Volpino Finnico ed Elkhound Norvegese; poi il Volpino Giapponese e

tutta la vasta gamma degli Spitz tedeschi (nell’idioma teutonico spitz significa ‘volpe’) dove si possono ammirare taglie e colori che non hanno uguali in altre nazioni. Il Wolfspitz, con la sua altezza al garrese compresa dai cm 45 ai 60, è il gigante del gruppo. E infine il nostro Volpino Italiano nelle due varietà di colore: bianco e rosso. Come per molte nostre razze autoctone, anche le origini del nostro si perdono nel tempo ma nei secoli scorsi conobbe grande popolarità in tutti i ceti sociali. L’aristocrazia romana e quella fiorentina coniarono per lui emblematiche denominazioni campanilistiche: “Vol­pino del Quirinale” e “Volpino di Firenze”. Ma fu il cane del popolo in varie parti della nostra penisola: in Toscana era il cane dei carrettieri, soprattutto quelli che trasportavano laterizi, mentre nelle masserie del

sud e in particolare in quelle della Puglia era il “Pumetto”, vigile coadiuvante del Cane Corso in certi compiti di fattoria. I Volpini erano cani fedelissimi e molto territoriali. Questa particolarità, unitamente al naturale isolamento delle realtà rurali, contribuì a preservare per lungo tempo un certo grado di purezza. E’ impensabile ipotizzare la consistenza numerica di questi cani nelle varie realtà appena descritte. Sono datate 1898 le prime iscrizioni ai Libri Genealogici ma è innegabile che molti altri soggetti non venivano registrati anche se in possesso delle caratteristiche desiderate. Dal 1898 al 1960 furono comunque iscritti 168 Volpini Italiani ai Libri Genealogici (di cui solo una dozzina nell’ultimo decennio) ma si ignora la suddivisione per colore. La razza, almeno nell’ufficialità, fu preda di un tragico oblio e rischiò l’estinzione. La varietà bianca fu riportata all’attualità da Enrico Franceschetti a partire dal 1971. La varietà rossa riapparve verso la fine degli anni novanta e oggi la sua pur ristretta consistenza numerica è comunque confortante.

CARATTERISTICHE SOMATICHE In tempi recenti, la Federazione Cinologica Internazionale ha opportunamente deciso di uniformare le voci di tutti gli standard impartendo precise direttive. L’ATAVI (Associazione Tecnica Amatori Volpino Italiano) ha assolto questo obbligo per incarico dell’ENCI. Al momento di andare in stampa, lo standard redatto in base a queste direttive non

10

INC articoli dic11.indd 10

22/11/2011 16:13:33


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

è stato ancora ratificato dalla FCI per questioni di tempi tecnici ma tengo a precisare che esso è rimasto immutato nella sostanza pur essendo più particolareggiato nella descrizione. Il Volpino Italiano è un cane di piccola taglia, ben raccolto, armonico, ricoperto da pelo lungo e ben sollevato. Il tronco è iscritto nel quadrato. La testa presenta un cranio di forma ovoidale e gli assi cranio-facciali sono leggermente convergenti. Lo stop è molto accentuato. Le labbra sono aderenti e ben pigmentate. Gli occhi sono ben aperti e rotondeggianti, di color bruno-scuro, non prominenti. Le orecchie sono di forma triangolare, inserite alte, portate erette con faccia interna diretta in avanti; ravvicinate fra loro secondo quanto consentito dal cranio più largo che lungo. La lunghezza totale dell’orecchio è la metà della lunghezza totale della testa, con base larga e cartilagine rigida e ben spessa. L’altezza al garrese varia da cm 27 a 30 nei maschi e da cm 25 a 28 nelle femmine. Tollerata un’altezza maggiore ma non superiore ai 3 centimetri. Il mantello è folto e mai cadente: presenta un pelo di copertura lunghissimo e ben diritto, mantenuto sollevato dal folto sottopelo (e non “sparato” poiché leggero). Il mantello avvolge il tronco come un manicotto e sul collo forma un ampio collare e non una criniera. Il cranio è coperto da pelo semilungo che nasconde la base delle orecchie, mentre sul muso il pelo è corto. I colori sono: bianco unicolore e rosso unicolore. Il color champagne è ammesso ma non desiderato. Tollerate sulle orecchie sfumature aranciopallido che costituiscono comunque difetto. La tonalità del bianco è bianco-latte. Il tonalità del rosso è intensa, tipo rossocervo (ideale) è più chiara alle frange delle cosce e sul margine inferiore della coda; è tollerata più chiara sul petto. Nella varietà rossa è tollerato un po’ di bianco ai piedi e sono tollerate le punte nere sul collare e sulle spalle purché non vi sia un’indesiderabile carbonatura. Solo in esemplari rossi particolarmente tipici è tollerabile un po’ di bianco sul muso e/o sulla punta della coda; ma si tratta comunque di un difetto. La coda è inserita alta, si restringe leggermente verso la punta ed è lunga poco meno dell’altezza al garrese; è spessa e robusta e portata costantemente sul dorso; è abbondantemente ricoperta di pelo lunghissimo.

... E PSICHICHE

LA CURA DEL MANTELLO

Il Volpino Italiano è un gradevolissimo compagno nella quotidianità, si affeziona moltissimo al padrone e ai famigliari ed è sereno ed equilibrato.

La particolare tessitura del mantello consente al Volpino Italiano di mantenersi naturalmente pulito. Solo in caso di condizioni ambientali sfavorevoli è necessario lavarlo. Una normale spazzolata, effettuata in profondità, è sufficiente per tenerlo in ordine; dietro le orecchie e sulle frange occorrerà una cura appena più attenta per evitare

Esuberante e allegro, è piuttosto vivace ma sa rimanere tranquillo all’occorrenza. Non abbaia mai senza giustificato motivo.

ANDAMENTO DEMOGRAFICO Soggetti iscritti nel Libro Genealogico 200 190 180 170 160 150 140 130 120 110 ... 0

195 173 163

158 144

141

132 123 115

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

Anno 11

INC articoli dic11.indd 11

22/11/2011 16:13:35


l’infeltrimento. Il mantello si spazzola seguendone la direzione e si procederà contropelo come tocco finale per far risaltare la giusta opulenza. Il contorno del piede può essere ritoccato in caso di necessità. Durante la fase di muta sarà necessario spazzolarlo per qualche giorno consecutivo per facilitare la caduta del pelo ormai inutile. LA SOCIETA’ SPECIALIZZATA di razza ufficialmente riconosciuta dall’ENCI è l’ATAVI (Associazione Tecnica Amatori Volpino Italiano). Oltre agli usuali compiti istituzionali, l’ATAVI ha concretizzato varie iniziative in collaborazione con i veterinari specializzati nei rispettivi settori e sono così stati effettuati rilievi biometrici in occasione dei Raduni Nazionali e si è affrontato il problema di talune patologie oculari che verranno monitorate aderendo a un Protocollo internazionale scaturito dagli Istituti Universitari di settore. Il 16 settembre 2011 è stata costituita L’UMAVI (Unione Mondiale tra le Associazioni di Volpino Italiano). A questa importante iniziativa, promossa e voluta dall’ATAVI, hanno aderito altri omologhi club di razza operanti in Nord

INC articoli dic11.indd 12

Un raro esemplare dal mantello rosso

America, Canada, Svezia, Finlandia, Danimarca, Olanda, Polonia, Irlanda, Inghilterra, Scozia e Germania. Scopi dell’UMAVI sono: - di favorire la diffusione della razza Volpino Italiano mediante criteri zootecnici di allevamento improntato agli usuali canoni di una corretta selezione. - di approfondire tutte le tematiche istituzionali, tecniche e sanitarie uniformando i protocolli di ricerca di eventuali patologie. - di coltivare un interscambio di esperienze tra le varie realtà nazionali attraverso una concreta e continua collaborazione intesa ad ogni livello, di cui si fanno garanti i Presidenti pro-tempore delle rispettive Associazioni Nazionali del Volpino Italiano. - di creare -per la corretta interpretazione e rigorosa osservanza dello standard di razza- delle linee-guida per gli Allevatori e i Giudici di esposizione. - di organizzare, anche nell’àmbito di esposizioni canine di importanza rilevante, Raduni e incontri tecnici. - per il conseguimento degli obiettivi di cui sopra potranno essere formate delle Commissioni apposite dove saranno nominati i tecnici nelle rispettive specializzazioni. Fabrizio Bonanno

22/11/2011 16:13:35


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Il perché del successo di una razza coinvolgente

Un Bassotto per amico Oggi in Italia i Bassotti riscuotono grandi simpatie, il numero di cuccioli iscritti è notevole e si è quasi raggiunta la quota di tremila all’anno

Bassotti a pelo lungo

Come possiamo rilevare dall’iconografia storica, presso molti popoli e civiltà sono stati allevati cani a gambe corte per sfruttarne la particolare conformazione fisica a fini venatori. Questa sproporzione tra il corpo ben sviluppato e lungo e gli arti corti, è dovuta ad una mutazione genetica ed al gene del nanismo che è ereditato come carattere dominante e che è diventata una caratteristica di razza, sfruttata dall’uomo per ottenere il bassetismo. Già nel 2000 a.C., un bassorilievo egizio riporta l’immagine di due cani piccoli e bassi che potrebbero sembrare bassotti. Diverse testimonianze della sua presenza le troviamo già dal 1561 in alcuni testi che riportano scene di caccia in tana. Sembrerebbe che dal Cane di Sant’Uberto siano discesi i vari tipi di Basset, il Beagle e i

Bassotti. Il passaggio dai “basset” ai bassotti avvenne in Germania nel XVIII secolo incrociando dei terrier con delle razze da seguita locali. Lo scopo era di ottenere un cane che avesse le qualità venatorie del segugio e in più l’istinto dei terrier di entrare in tana e scavare. Nel 1840 la razza era già stata fissata come noi la vediamo. Nel primo libro delle origini tedesco che risale al 1879 sono elencati già 54 bassotti. Nel 1888 venne fondato il DTK (Deutcher Teckel Club). Nel 1889 venne stilato in Germania lo standard ufficiale della razza. E’ in quest’epoca che si comincia a parlare dei Dachsund una parola tedesca che significa letteralmente “cane da tasso” e che ancor oggi in Germania la razza è indicata con questo sinonimo. In Italia si chiamano

bassotti mutuandolo dal francese basset termine che indica alcuni tipi di segugi alleggeriti a gambe corte. Un altro nome originario tedesco è teckel parola che va fatta risalire all’antico tedesco. I bassotti si suddividono in nove razze, lo standard è unico, si differenzia solo per il mantello (Lungo, Duro, Liscio) e per la taglia: standard quando la circonferenza toracica supera i 35 cm, nano quando la circonferenza toracica è compresa tra i 35 e i 30 cm, quando invece la circonferenza toracica è inferiore a 30 cm abbiamo la taglia kaninchen. Questo nome che in tedesco vuol dire “coniglio” deriva dal tipo di caccia esercitata da questa taglia che per la dimensione del torace riesce ad entrare nelle tane di coniglio. Da dove hanno origine i tre tipi di pelo?

13

INC articoli dic11.indd 13

22/11/2011 16:13:37


Sembrerebbe che nel bassotto a pelo liscio sia stato introdotto lo Schnauzer nano, mentre per ottenere il pelo duro il Dandie Dimmon mentre il bassotto a pelo lungo fu il risultato di incroci e selezioni con lo Spaniel Tedesco, ipotesi queste che ritroviamo in molte vecchie monografie sulla razza e che oggi si potrebbero verificare con studi di popolazione mirati effettuati con il sequenzialmente del DNA mitocondriale. Fin dalle origini i bassotti sono stati usati come cani da caccia e, più specificatamente per la caccia in tana, in particolare venivano usati per cacciare il tasso allora ricercatissimo per la sua pelliccia con cui si fabbricavano pennelli e copricapi e per le sue carni ben apprezzate. In realtà i tenaci e combattivi bassotti furono impiegati per tutti i tipi di caccia in cui c’era bisogno di un cane agile e coraggioso capace di muoversi nel sottobosco e nei cespugli. Da sempre comunque i tedeschi hanno considerato i loro bassotti come cani “tuttofare” per eccellenza utilizzandoli non solo per ogni genere di caccia ma anche per la guardia o per la semplice compagnia, ciò ne ha favorito la grande adattabilità che, unitamente al loro aspetto curioso e al carattere franco e volitivo ma adorabile, ne ha decretato un successo incondizionato.

IL CARATTERE Sono cani con una forte personalità. Nonostante la mole piccola, non hanno paura di niente e hanno il carattere di un cane grande. Il bassotto discende dai segugi e ha mantenuto tutte le caratteristiche comportamentali di queste razze: grande fiuto, ricerca seguendo la pista, e presa. Ostinati perseguono il proprio obiettivo senza lasciarsi dissuadere. L’istinto a catturare la selvaggina è molto elevato e la caccia l’hanno nel sangue. Annusata una pista, arrivano fino in fondo indifferenti ai richiami del proprietario. Bisogna educarli in modo teutonico, una volta imparato non dimenticano ed eseguono prontamente i vostri ordini. Se ben istruito il bassotto è un cane che riesce a dare prova di ubbidienza e può seguirvi al piede senza guinzaglio. I bassotti hanno una forte aggregazione sociale. Uno per tutti, tutti per uno. Più soggetti possono convivere insieme basta lasciare che si instaurino le gerarchie. Il branco è unito e compatto contro eventuali estranei. Sono poco territoriali, amano essere liberi, ma ugualmente fanno un’ottima guardia abbaiando ad eventuali rumori sospetti ed estranei. Ma il bassotto è anche un ottimo cane da casa e da appartamento, molto allegro, che ama giocare, adatto a stare con i bambini e anche con le persone anziane. Sa coccolarsi contro di voi cercando il vostro corpo e sa ricambiare le vostre carezze con affettuose

Esemplari di bassotto a pelo liscio

leccate. I Bassotti sono ottimi compagni e vi riempiono la vita con il loro affetto.

VIVERE CON LUI Indipendenza, coraggio e combattività sono dati espressamente ricercati e selezionati nel bassotto, sin dalle origini di questa razza. Al suo arrivo in casa il cucciolo non ci mette molto a “inquadrare” la sua famiglia

e a capire come fare sempre…..di testa propria. Non si commetta l’errore di scusare le sue marachelle pensando che ci sarà tempo quando sarà più grande, al contrario bisogna farlo rientrare immediatamente nei ranghi mostrandogli il proprio scontento e facendo in modo che tutta la famiglia abbia lo stesso atteggiamento. Non bisogna tollerare nessun ringhio o qualsivoglia atteggiamento di dominanza nei confronti delle

ANDAMENTO DEMOGRAFICO Soggetti iscritti nel Libro Genealogico 2858 2900 2800 2749 2700 2600 2468 2500 2400 2286 2300 2200 2121 2076 2148 2100 1991 2000 1960 1900 0 2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

Anno

14

INC articoli dic11.indd 14

22/11/2011 16:13:37


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

che non si formino nodi. Il pelo duro ha bisogno dello “stripping” (asportando il pelo morto con il pollice e l’indice) per sfoltire il pelo e farlo ricrescere meglio, va eseguito due o tre volte l’anno ad eccezione dei soggetti da “show” a cui lo si pratica un po’ più spesso, un buon toelettatore renderà più piacevole e curato l’aspetto del vostro bassotto. Il pelo liscio va spazzolato settimanalmente. Qualche bagno, senza esagerare, diciamo, circa una volta al mese in tutte le

persone della famiglia. In campo aperto abituatelo gradatamente al richiamo e all’ubbidienza usando rinforzi positivi, in modo tale che risponda ai vostri segnali in modo pronto, non chiamatelo però inutilmente altrimenti non vi darà più retta e alla prima pista di selvatico metterà il naso a terra per poi tornare quando gli aggrada. Anche se le zampe sono corte, il bassotto è un cane agile, vivace e dinamico, ha bisogno di tanto movimento come se volesse dimostrare che può far bene anzi meglio dei “grandi”. Una vita troppo sedentaria non fa per lui, può stare benissimo in appartamento ma deve uscire spesso e ogni tanto farsi una bella passeggiata.

CURE ORDINARIE Il bassotto necessita delle cure ordinarie che si riservano alle altre razze di cani ma richiede anche alcune precauzioni particolari. Le unghie per esempio vanno tenute sotto controllo e periodicamente accorciate. Ricordiamoci che questa è una razza da tana, nata per scavare, quindi ha unghie forti e che crescono velocemente. Le orecchie sono da controllare periodicamente perché il condotto auricolare di queste razze è profondo e non facile da pulire. Il bassotto odia la pioggia, quando torna dalla passeggiata, bagnato , è meglio asciugarlo un po’ con uno straccio. La toelettatura del bassotto varia a seconda del mantello. Il pelo lungo deve essere spazzolato e pettinato periodicamente in modo

tipologie di mantello. L’associazione di razza ABC (Amici Bassotto Club) è molto attiva e conta ben 900 soci, organizza ben sette raduni e sette speciali l’anno e molte prove di lavoro sottoterra e sopraterra, con un’elevata partecipazione di appassionati. Per informazioni sulle attività visitate il sito www.amicibassottoclub. it, dove troverete anche lo standard di razza dettagliato e molte altre informazioni. Gabriella Guidobono Cavalchini

Bassotti a pelo duro

NEL MONDO PARLA ITALIANO Nel nostro Paese, talvolta un po’ esterofilo, si levano ciclicamente preoccupate grida d’allarme in merito alla diminuita qualità e competitività del prodotto d’allevamento italiano nelle razze bassotti. Per nostra fortuna la reazione dei migliori Allevatori italiani non ha mai disatteso le aspettative e, pur consapevoli dei crescenti livelli qualitativi raggiunti dalla concorrenza estera, con sempre maggior attenzione al rispetto dello standard di razza, pur senza rinunciare al consueto “italian style”, questi non hanno evitato il confronto nei più importanti appuntamenti internazionali. In tal senso i seguenti numeri, rilevati per difetto e riferiti agli ultimi cinque anni, sono espliciti: 18 Ch. Mondiali, 10 Ch. Mondiali Giovani, 26 Ch. Europei, 5 Ch. Europei Giovani, 18 Ch. Mondiali WUT, 19 Ch. Mondiali Giovani WUT, almeno una quindicina di piazzamenti sui tre gradini del podio nei rings d’onore ! A coronamento di questi prestigiosi titoli conseguiti dai bassotti allevati in Italia, possiamo vantare ulteriori e numerosi successi nelle “grandi classiche” internazionali, Bundessieger, Europasieger, monografiche e clubsieger in tutta Europa. Una menzione a parte per quanto riguarda le prove di lavoro per bassotti, fino a qualche anno fa monopolio assoluto di concorrenti mitteleuropei, che oggi sono alla portata di conduttori e soggetti italiani, molto maturati tecnicamente. Abbiamo così conseguito due primi posti nella Coppa Europa a squadre (VP) e due secondi posti nel Campionato Mondiale WUT di traccia su sangue artificiale. Tutti questi risultati in bellezza e lavoro non possono prescindere da un’appassionata ed attenta tutela della Razza da parte della Società Specializzata “ABC”, la quale ha dimostrato di aver colto la giusta direzione in termini di promozione, selezione e regolamenti, con l’avallo dell’ENCI, a sostegno del serio lavoro degli Allevatori italiani. Marco Pleitavino

15

INC articoli dic11.indd 15

22/11/2011 16:13:38


Il suggestivo Levriero Polacco salvato dall’estinzione

Il ritorno del Chart Polski Pochi appassionati hanno recuperato la razza ora patrimonio nazionale Una grande nuvola oscurò le tradizioni di caccia dopo la prima guerra mondiale, a seguito del frazionamento delle proprietà private che cambiò totalmente la vita dei ricchi che ne erano i precedenti proprietari. La loro abilità di possedere un gran numero di cani per la caccia e l’organizzazione di grandi feste e ricevimenti, fu poi altamente criticata. Cominciò una nuova epoca, totalmente diversa… La popolazione non si era ancora abituata a tutti questi cambiamenti quando ci fu la seconda guerra mondiale. La Polonia e tutto quello che era Polacco sparì. La guerra…la tragedia. E i Levrieri? Le proprietà e le case padronali…abbandonate…

gli allevamenti…vuoti. I vecchi lavoratori delle tenute, anche i contadini, ben conoscevano il valore dei Levrieri. Il possesso di armi era diventato proibito e le possibilità di nutrirsi per la gente comune, controllate. I contadini cominciarono allora a fare uso dei Levrieri abbandonati. Con un po’ di attenzione, essi fecero ciò che sapevano fare meglio, correndo silenziosamente dall’alba all’imbrunire… dimostrarono ai contadini quello che prima avevano solo sentito dire. Molto resistenti alle contusioni e alla fatica, appassionati nell’inseguimento – come i falchi, arrivavano in silenzio sulle loro prede. E’ grazie a questo che molti Levrieri prima abbandonati e

vagabondi, sopravvissero alla guerra. Comunque dopo la fine della guerra, la loro esistenza divenne sempre più e più difficile. In accordo con gli ideali comunisti imposti in Polonia dopo il 1945, i Levrieri, prima, simbolo dei ricchi proprietari terrieri e del loro sfruttamento, dovevano sparire. I rappresentanti delle autorità e i loro agenti, le milizie, cacciatori e veterinari si immersero con passione in questa operazione. –Lo fecero uccidendo tutti i Levrieri che trovarono.- Questo tipo di purga, con varia intensità, ancora accade ai giorni nostri. La legge precedente, prima della seconda guerra mondiale, obbligava i proprietari di Levrieri che vivevano nelle campagne, a ottenere un’ auto-

16

INC articoli dic11.indd 16

22/11/2011 16:13:39


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

rizzazione di proprietà. Dopo la guerra, questa legge fu cambiata e nelle successive fu presa la decisione di ordinare la cattura dei Chrt Polski, principalmente nei territori dei vecchi proprietari terrieri. Nel 1972, un appassionato cinofilo, il dr. Mroczowski, scrisse un articolo sul Chart Polski: la loro storia e la realtà corrente della razza, dimostrando che in certe regioni che erano una volta, territorio Polacco (ora territorio Russo) esistevano ancora esemplari puri della razza. Fece un

appello per salvaguardarla. Il disinteresse totale e la malevolenza che incontrò mentre tentava di salvaguardare la nostra razza molto antica e indigena, rallentarono gli sforzi per la registrazione alla FCI. Le persone consapevoli del nostro patrimonio culturale furono però più determinate. La loro profonda convinzione e i loro ragionamenti, supportati da una documentazione illustrata, l’opinione di giudici (specialisti di Levrieri) e la benevolenza di una delle più grandi fazioni del mondo cinofilo portarono il 25 Gennaio 1981 alla decisione di aprire un nuovo libro genealogico per il Chart Polski. Furono registrati trenta cani: alcuni discendenti dagli antichi allevamenti, alcuni importati dall’Ukraina, alcuni cuccioli di nuovi accoppiamenti; cucciolate degli allevamenti Aga, Actum, Podniebne Slaki, Celerrimus e altri. Il lavoro degli allevatori fu molto intenso. Nel 1989 lo standard fu approvato dalla FCI - 333. Durante le loro partecipazioni in numerose esposizioni, i cani furono bene accolti, conquistarono nuovi ammiratori… sono belli e veloci. Questo fu confermato nelle prove di caccia simulate (coursing). Essi costituiscono un simbolo della tradizione Polacca e formano un collegamento tra il passato e il presente. Malgorzata Szmurlo, più tardi con l’aiuto

della sorella Isabella Szmurlo, diede un forte contributo a questa rinascita della razza. Cercarono nelle campagne Polacche e dell’Ukraina esemplari della razza. Sono i fondatori dell’allevamento Celerrimus, il più importante allevamento nella storia contemporanea del Chart Polski. La loro prima cucciolata comincia con Ziutek (Elbrus) e Daria: la cucciolata “G” Celerrimus, nata il 5 Settembre 1977 (nove cuccioli). Janusz Zielinski Trad. Sandra Zanolla

Recensione Jacquelin Sheehan - AMORI SMARRITI Cairo Editore Quando Rocky capisce di non poter far più nulla per suo marito, vittima di un attacco cardiaco, di colpo tutta la sua esistenza cambia. Molla la carriera da psicologa e lascia il Massachusetts, Si inventa un passato e trova lavoro presso l’Animal Control di Peaks Island, poco più che uno scoglio al largo della costa del Maine. Si è lasciata tutto alle spalle, e il suo nuovo impegno con gli animali la avvicina agli abitanti dell’isola: come Tess, un’adolescente anoressica che, come lei, sta cercando di sparire. Finché Rocky non incontra Lloyd, ed è subito amicizia, grande amicizia, fra due esseri feriti: una giovane vedova sofferente e un grosso labrador nero colpito a una spalla da una freccia. Per chiarire il mistero dell’incidente di Lloyd e per rintracciarne il padrone, la donna incontra un irresistibile istruttore di tiro con l’arco.

INC articoli dic11.indd 17

22/11/2011 16:13:41


47ª ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA DI MILANO

SABATO 14 GENNAIO 2012 Asnaghi Ferdinando 5° gruppo: groenlandese, siberian husky, cane da orso della carelia, jamthund, laika della siberia occidentale, laika della siberia orientale, norbottenspets, norsk elghund grigio, norsk elghund nero, norsk lundehund, spitz finnico, iceland dog- cane da pastore di islanda, lapinkoira, lapinporokoira - pastore finlandese della lapponia, norsk buhund, svensk lapphund, vastgotsaaspets, akita, akita americano, eurasier, hokkaido, kai, kishu, korea jindo dog, shikoku, spitz giapponese, thai bangkaew dog, canaan dog, perro sin pelo del peru’ grande, perro sin pelo del peru’ medio, perro sin pelo del peru’ piccolo, xoloitzcuintle miniatura, xoloitzcuintle standard, podenco canario, podenco ibicenco a pelo corto, podenco ibicenco a pelo duro, podengo portugues a pelo duro grande, podengo portugues a pelo duro medio, podengo portugues a pelo duro piccolo, podengo portugues a pelo liscio grande, podengo portugues a pelo liscio medio, podengo portugues a pelo liscio piccolo, taiwan dog, thai ridgeback dog Balducci Francesco 8° gruppo: labrador retriever femmine + bob Barbati Abele 7° gruppo: cane da ferma tedesco a pelo lungo, epagneul blue de picardie, epagneul breton altri colori, epagneul breton bianco arancio, epagneul de pont au de mer, epagneul francais, epagneul olandese di drent, epagneul picard, grande muensterlander, piccolo muensterlander, stabyhound, cane da ferma boemo a pelo ruvido, griffone a pelo duro (korthals), spinone italiano bianco arancio, spinone italiano roano marrone Bezzecchi Giulio 5° gruppo: samoiedo Buratti Pierluigi 8° gruppo: golden retriever femmine + bob Butrimova Kornelija (LT) 3° gruppo: parson russell terrier, jack russell terrier Chwalibog Elizbieta (PL) 3° gruppo: airedale terrier, bedlington terrier, border terrier, deutscher jagdterrier, fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, irish glen of imaal terrier, irish soft-coated wheaten terrier, irish terrier, kerry blue terrier, lakeland terrier, manchester terrier, welsh terrier De Giuliani Claudio 7° gruppo: bracco italiano bianco arancio (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bracco italiano roano marrone (ms): maschi e femmine di tutte le classi Ferrari Franco 5° gruppo: volpino italiano, pharaon hound Fulgenzi Gianni 7° gruppo: pointer inglese (ms): maschi e femmine di tutte le classi, setter inglese (ms): maschi e femmine di tutte le classi, setter irlandese rosso (ms): maschi e femmine di tutte le classi, setter irlandese rosso-bianco (ms): maschi e femmine di tutte le classi Gaboardi Luigi 6° gruppo: dalmata (ms): maschi e femmine di tutte le classi 7° gruppo: bracco d’ariege, bracco d’auvergne, bracco del bourbonnais, bracco di burgos, bracco francese tipo gascogne, bracco francese tipo pirenei, bracco saint germain, cane da ferma tedesco a pelo corto, cane da ferma tedesco a pelo duro (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cane da ferma tedesco a pelo ruvido, gammel dansk honsenhund, pudel pointer, weimaraner a pelo corto (ms): maschi e femmine di tutte le classi, weimaraner a pelo lungo (ms): maschi e femmine di tutte le classi Gavrilova Yana (RUS) 5° gruppo: spitz tedeschi grande bianco, spitz tedeschi grande nero o marrone, spitz tedeschi medio arancio, grigio o altri colori, spitz tedeschi medio bianco, spitz tedeschi medio nero o marrone, spitz tedeschi nano di tutti i colori, spitz tedeschi piccolo arancio, grigio o altri colori, spitz tedeschi piccolo bianco, spitz tedeschi piccolo nero o marrone, spitz tedeschi wolfspitz, chow-chow blu, chow-chow nero, chow-chow rosso Green Peter (USA) 3° gruppo: terrier brazileiro, australian terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, norfolk terrier, norwich terrier, scottish terrier, sealyham terrier, skye terrier, terrier boemo, terrier giapponese, west highland white terrier, american staffordshire terrier, australian silky terrier, english toy terrier black and tan, yorkshire terrier Hepper Marlene (GB) 8° gruppo: labrador retriever maschi Klishas Andrei (RUS) 3° gruppo: bull terrier inglese miniatura, bull terrier inglese taglia normale, staffordshire bull terrier Korozs Andras (H) 8° gruppo: clumber spaniel, cocker americano altri colori, cocker americano nero, cocker americano particolor, cocker spaniel inglese altri colori, cocker spaniel inglese nero, cocker spaniel inglese rosso, field spaniel, kooikerhondje, spaniel tedesco, springer spaniel inglese, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, irish water spaniel, perro de agua espanol, spaniel olandese Mach Lisbeth (CH) 5° gruppo: basenji 6° gruppo: bloodhound chien de saint-ubert, rhodesian ridgeback Mentasti Gianercole 8° gruppo: chesapeake bay retriever, curly-coated retriever, flat coated retriever, nova scotia duck tolling retriever Muller Hans W. (CH) 7° gruppo: bracco portoghese, bracco slovacco a pelo duro, bracco ungherese a pelo corto, bracco ungherese a pelo duro, setter gordon (ms): maschi e femmine di tutte le classi 8° gruppo: lagotto romagnolo (ms): maschi e femmine di tutte le classi Orzel Anne (GB) 8° gruppo: golden retriever maschi Poggesi Manola 6° gruppo: billy, black and tan coonhound, foxhound, foxhound americano, francais blanc e noir, francais blanc e orange, francais tricolore, grand anglo francais blanc et noir, grand anglo francais blanc et orange, grand anglo francais tricolore, grand bleu de gascogne, grand gascogne saintongeois, grand griffon vendeen, otterhound, poitevin, anglo francais de petite venerie, ariegeois, beagle harrier, briquet griffon vendeen, chien d’artois, dunker, gonczy polski, griffon bleu de gascogne, griffon fauve de bretagne, griffon nivernais, haldenstovare, hamilton stovare, harrier, hyghenhund, petit bleu de gascogne, petit gascon saintongeois, porcelaine, sabueso espagnol, schiller stovare, segugi svizzeri del bernese, segugi svizzeri del giura, segugi svizzeri del

lucernese, segugi svizzeri svizzero, segugio austriaco nero focato, segugio della bosnia a pelo duro, segugio della stiria a pelo ruvido, segugio della transilvania, segugio dell’istria a pelo duro, segugio dell’istria a pelo raso, segugio ellenico, segugio finlandese, segugio italiano a pelo forte, segugio italiano a pelo raso, segugio polacco, segugio posavatz, segugio serbo, segugio tirolese, segugio tricolore jugoslavo, segugio yugoslavo da montagna, slovensky kopov, smaalandsstovare, basset blue de gascogne, basset d’artois, bassethound (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bassett artesian normand, bassett fauve de bretagne, beagle, drever, grand basset griffon vendeen, petit basset griffon vendeen, piccolo segugio della svizzera del bernese a pelo duro, piccolo segugio della svizzera del bernese a pelo liscio, piccolo segugio della svizzera del giura, piccolo segugio della svizzera del lucernese, piccolo segugio della svizzera svizzero, segugio della westfalia, segugio tedesco, alpenlaendische dachsbracke, bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund, segugio dell’appennino a pelo forte, segugio dell’appennino a pelo raso, segugio maremmano a pelo forte, segugio maremmano a pelo raso 8° gruppo: cao de agua pelo a boccoli (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cao de agua pelo ondulato (ms): maschi e femmine di tutte le classi Sambucco Giancarlo 5° gruppo: cirneco dell’etna Soeborg Henrik (DK) 5° gruppo: alaskan malamute, shiba Vandoni Guido 5° gruppo: laika russo-europeo RAGGRUPPAMENTI 3- Terrier 5- Cani tipo spitz e tipo primitivo 6- Segugi e cani per pista di sangue 7- Cani da ferma 8- Cani da riporto cani da cerca cani da acqua Coppie Gruppi di Allevamento Raggruppamento Razze Italiane Miglior Juniores Miglior Giovane Miglior Veterano

Sanchez Fernandez Javier Jose (E) De Giuliani Claudio Muller Hans W. (CH) Korozs Andras (H) Mach Lisbeth (CH) Mentasti Gianercole Asnaghi Ferdinando Poggesi Manola Asnaghi Ferdinando Buratti Pierluigi Condo’ Pietro Paolo

RADUNI SABATO 14 GENNAIO Amici Bassotto Club De Giuliani Claudio bassotti tedeschi kaninchen a pelo duro: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi nano a pelo duro: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi standard a pelo duro: maschi e femmine di tutte le classi Kubli Nicole (CH) bassotti tedeschi kaninchen a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi kaninchen a pelo lungo: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi nano a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi nano a pelo lungo: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi standard a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, bassotti tedeschi standard a pelo lungo: maschi e femmine di tutte le classi Club Italiano San Bernardo Perosino Guido cane di san bernardo a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, cane di san bernardo a pelo lungo: maschi e femmine di tutte le classi Club Italiano Schnauzer & Pinscher Sanchez Fernandez Javier Jose (E) affenpinscher: maschi e femmine di tutte le classi, pinscher: maschi e femmine di tutte le classi, pinscher austriaco a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, riesenschnauzer nero: maschi e femmine di tutte le classi, riesenschnauzer pepe sale: maschi e femmine di tutte le classi, schnauzer medio nero: maschi e femmine di tutte le classi, schnauzer medio pepe sale: maschi e femmine di tutte le classi, zwergpinscher: maschi e femmine di tutte le classi, zwergschnauzer bianco: maschi e femmine di tutte le classi, zwergschnauzer nero: maschi e femmine di tutte le classi, zwergschnauzer nero argento: maschi e femmine di tutte le classi, zwergschnauzer pepe sale: maschi e femmine di tutte le classi Società Italiana Collies Wieber Mark (D) cane da pastore scozzese a pelo corto: maschi e femmine di tutte le classi, cane da pastore scozzese a pelo lungo: maschi e femmine di tutte le classi Club Cane Lupo Cecoslovacco Habig Christofer (D) cane da lupo cecoslovacco: maschi e femmine di tutte le classi Pastore Svizzero Bianco Club Italia De Giuliani Claudio pastore svizzero bianco: maschi e femmine di tutte le classi

PROVE DI AGILITY CAC

Sabato:

Agility/jumping 1 - Agility/jumping 2

Domenica: Agility/jumping 3 CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO PER AGILITY rivolgersi a GRUPPO CINOFILO www.gruppocinofilomonzese.it

MONZESE

ISCRIZIONI C/O: GRUPPO CINOFILO MILANESE - Viale Premuda 21 - 20129 Milano - Tel 0276008814 - Fax 0276015892 ON LINE: www.bremadog.it 1°chiusura 14 dicembre 2011 - 2°chiusura (con mag.) 27 dicembre 2011

INC articoli dic11.indd 18

22/11/2011 16:10:10


FIERA MILANO - RHO PAD. 22-24 14-15 gennaio 2012 CAC/CACIB

GRUPPO CINOFILO MILANESE

Tel.0276008814 - Fax 0276015892 - info@gruppocinofilomilanese.it - www. gruppocinofilomilanese.it - www.bremadog.it DOMENICA 15 GENNAIO 2012 Albrigo Anna 1° gruppo: cane da pastore maremmano abruzzese (ms): maschi e femmine di tutte le classi Balducci Francesco 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, pinscher austriaco a pelo corto, cimarron uruguayo, ciobanesc romanesc de bucovina, dogo canario (ms): maschi e femmine di tutte le classi, perro dogo mallorquin (ms): maschi e femmine di tutte le classi, tosa (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cane da pastore di ciarplanina (ms): maschi e femmine di tutte le classi, mastino dei pirenei (ms): maschi e femmine di tutte le classi, mastino spagnolo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, tibetan mastiff (ms): maschi e femmine di tutte le classi, tornjak, cao fila de sao miguel Bezzecchi Giulio 1° gruppo: cane da lupo cecoslovacco, cane da pastore bergamasco (ms): maschi e femmine di tutte le classi Butrimova Kornelija (LT) 2° gruppo: cane corso, cane da pastore dell’anatolia, cane da sierra di estrela a pelo corto, cane da sierra di estrela a pelo lungo, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, hovawart 10° gruppo: levriero afgano, saluki, deerhound, irish wolfhound, galgo espanol, greyhound, whippet Chwalibog Elizbieta (PL) 9° gruppo: lhasa apso (ms): maschi e femmine di tutte le classi, shih tzu (ms): maschi e femmine di tutte le classi, chihuahua a pelo corto (ms): maschi e femmine di tutte le classi, chihuahua a pelo lungo (ms): maschi e femmine di tutte le classi Condo’ Pietro Paolo 9° gruppo: bichon a poil frise (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bichon havanais (ms): maschi e femmine di tutte le classi, coton de tulear (ms): maschi e femmine di tutte le classi, piccolo cane leone (ms): maschi e femmine di tutte le classi, kromforhlander (ms): maschi e femmine di tutte le classi, griffone belga (ms): maschi e femmine di tutte le classi, griffone di bruxelles (ms): maschi e femmine di tutte le classi, piccolo brabantino (ms): maschi e femmine di tutte le classi, chinese crested dog (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cavalier king charles spaniel black and tan (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cavalier king charles spaniel blenheim (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cavalier king charles spaniel ruby (ms): maschi e femmine di tutte le classi, cavalier king charles spaniel tricolore (ms): maschi e femmine di tutte le classi, king charles spaniel black and tan (ms): maschi e femmine di tutte le classi, king charles spaniel blenheim (ms): maschi e femmine di tutte le classi, king charles spaniel ruby (ms): maschi e femmine di tutte le classi, king charles spaniel tricolore (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale papillon (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale papillon da 1,5 a 2, 5 kg (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale papillon da 2,5 a 4,5 kg (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale phalene (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale phalene da 1,5 a 2,5 kg (ms): maschi e femmine di tutte le classi, epagneul nano continentale phalene da 2,5 a 4,5 kg (ms): maschi e femmine di tutte le classi, russian toy (ms): maschi e femmine di tutte le classi 10° gruppo: azawakh, levriero polacco, magyar agar, sloughi De Giuliani Claudio 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo lungo, bassotti tedeschi nano a pelo lungo, bassotti tedeschi standard a pelo lungo Ferrari Franco 9° gruppo: bolognese (ms): maschi e femmine di tutte le classi, maltese (ms): maschi e femmine di tutte le classi, tibetan spaniel (ms): maschi e femmine di tutte le classi, tibetan terrier (ms): maschi e femmine di tutte le classi Gavrilova Yana (RUS) 2° gruppo: smoushound olandese, terrier nero russo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, broholmer 10° gruppo: barzoi Habig Christofer (D) 2° gruppo: leonberger (ms): maschi e femmine di tutte le classi 9° gruppo: boston terrier (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole albicocca (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole bianco (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole grigio (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole marrone (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole nero (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni grande mole rosso fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole albicocca (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole bianco (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole grigio (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole marrone (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole nero (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni media mole rosso fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni miniatura toy albicocca (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni miniatura toy bianco (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni miniatura toy grigio (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni miniatura toy marrone (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni miniatura toy nero (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano albicocca (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano bianco (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano grigio (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano marrone (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano nero (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni nano rosso fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni rosso fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni toy (ms): maschi e femmine di tutte le classi, barboni toy rosso fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi Inzoli Massimo Leonardo 2° gruppo: dogo argentino, shar pei, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore di karst Kazlaskaite Ramune (LV) 2° gruppo: rottweiler (ms): maschi e femmine di tutte le classi 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo corto, bassotti tedeschi nano a pelo corto, bassotti tedeschi standard a pelo corto Klishas Andrei (RUS) 2° gruppo: bovaro del bernese (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bovaro dell’appenzell (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bovaro dell’entlebuch (ms): maschi e femmine di tutte le classi, grande bovaro svizzero (ms): maschi e femmine di tutte le classi Korozs Andras (H) 1° gruppo: cane da pastore belga groenendael, cane da pastore belga lakenois, cane da pastore belga malinois, cane da pastore belga tervueren, cane da pastore di brie fulvo grigio, cane da pastore di brie nero ardesia 2° gruppo: alano arlecchino, alano blu, alano fulvo, alano nero, alano tigrato Kubli Nicole (CH) 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo duro, bassotti tedeschi

INC articoli dic11.indd 19

nano a pelo duro, bassotti tedeschi standard a pelo duro Maltagliati Moreno 2° gruppo: bulldog (ms): maschi e femmine di tutte le classi Massa Manlio 2° gruppo: landseer, terranova bianco con macchie nere, terranova marrone, terranova nero Morsiani Giovanni 2° gruppo: cane di san bernardo a pelo corto, cane di san bernardo a pelo lungo Muller Hans W. (CH) 1° gruppo: cane da pastore scozzese a pelo corto, cane da pastore scozzese a pelo lungo Musolino Luciano 1° gruppo: pastore tedesco a pelo corto (ms): maschi e femmine di tutte le classi, pastore tedesco a pelo lungo (ms): maschi e femmine di tutte le classi Novaresio Giuseppe 2° gruppo: bullmastiff (ms): maschi e femmine di tutte le classi, dogue de bordeaux (ms): maschi e femmine di tutte le classi, fila brasileiro (ms): maschi e femmine di tutte le classi, mastiff (ms): maschi e femmine di tutte le classi Papp Iudut (H) 1° gruppo: australian shepherd, cane da pastore scozzese shetland, australian cattledog Parmiciano Vincenzo 2° gruppo: mastino napoletano (ms): maschi e femmine di tutte le classi Pentenero Giovanni Mario Giuseppe 2° gruppo: affenpinscher, pinscher, riesenschnauzer nero, riesenschnauzer pepe sale, schnauzer medio nero, schnauzer medio pepe sale, zwergpinscher, zwergschnauzer bianco, zwergschnauzer nero, zwergschnauzer nero argento, zwergschnauzer pepe sale Perosino Guido 2° gruppo: cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’asia centrale Poggesi Manola 9° gruppo: chin (ms): maschi e femmine di tutte le classi, pechinese (ms): maschi e femmine di tutte le classi 10° gruppo: piccolo levriero italiano (ms): maschi e femmine di tutte le classi Sambucco Giancarlo 1° gruppo: cane da lupo saarloos, cane da pastore australiano kelpie, cane da pastore catalano a pelo corto, cane da pastore catalano a pelo lungo, cane da pastore croato, cane da pastore dei pirenei, cane da pastore dei pirenei a faccia rasa, cane da pastore della russia meridionale, cane da pastore di beauce arlecchino, cane da pastore di beauce nero focato, cane da pastore di picardia, cane da pastore di tatra, cane da pastore mallorquin a pelo corto, cane da pastore mallorquin a pelo lungo, cane da pastore olandese a pelo corto, cane da pastore olandese a pelo lungo, cane da pastore olandese a pelo ruvido, cane da pastore polacco di vallee, cao da sierra de aires, komondor, kuvasz, mudi, pastore svizzero bianco, puli altri colori, puli bianco, pumi, romanian carpathian sheperd dog, romanian mioritic sheperd dog, schapendoes, schipperkee da 3 a 5 kg., schipperkee da 5 a 8 kg, slovensky cuvac, australian stumpy tail cattle dog, bovaro delle ardenne, bovaro delle fiandre Sanchez Fernandez Javier Jose (E) 9° gruppo: bouledogue francese bianco e bringee (caille) (ms): maschi e femmine di tutte le classi, bouledogue francese bringee (ms): maschi e femmine di tutte le classi, carlino fulvo con maschera nera (ms): maschi e femmine di tutte le classi, carlino nero (ms): maschi e femmine di tutte le classi Vandoni Guido 2° gruppo: rafeiro do alentejo Werner Uwe (D) 2° gruppo: boxer fulvo (ms): maschi e femmine di tutte le classi, boxer tigrato (ms): maschi e femmine di tutte le classi Wieber Mark (D) 1° gruppo: bearded collie, bobtail, border collie (ms): maschi e femmine di tutte le classi, welsh corgi pembroke, welsh corgie cardigan Zanieri Barbara 2° gruppo: dobermann marrone focato, dobermann nero focato RAGGRUPPAMENTI 1- Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) Balducci Francesco 2- Cani di tipo pinscher e schnauzermolossoidi e cani bovari svizzeri Habig Christofer (D) 4- Bassotti Klishas Andrei (RUS) 9- Cani da compagnia Condo’ Pietro Paolo 10- Levrieri Gavrilova Yana (RUS) Coppie Asnaghi Ferdinando Gruppi di Allevamento Bezzecchi Giulio Raggruppamento Razze Italiane De Giuliani Claudio Miglior Juniores Vandoni Guido Miglior Giovane Mentasti Gianercole Miglior Veterano Asnaghi Ferdinando Best in Show Butrimova Kornelija (LT) RADUNI DOMENICA 15 GENNAIO Club Italiano Razze Nordiche Mach Lisbeth (CH) alaskan malamute: maschi e femmine di tutte le classi, akita americano: maschi e femmine di tutte le classi, shiba: maschi e femmine di tutte le classi Poggesi Manola groenlandese: maschi e femmine di tutte le classi, cane da orso della carelia: maschi e femmine di tutte le classi, jamthund: maschi e femmine di tutte le classi, laika della siberia occidentale: maschi e femmine di tutte le classi, laika della siberia orientale: maschi e femmine di tutte le classi, laika russo-europeo: maschi e femmine di tutte le classi, norsk elghund grigio: maschi e femmine di tutte le classi, norsk elghund nero: maschi e femmine di tutte le classi, norsk lundehund: maschi e femmine di tutte le classi, spitz finnico: maschi e femmine di tutte le classi, lapinkoira: maschi e femmine di tutte le classi, eurasier: maschi e femmine di tutte le classi, hokkaido: maschi e femmine di tutte le classi Soeborg Henrik (DK) samoiedo: maschi e femmine di tutte le classi, siberian husky: maschi e femmine di tutte le classi, akita: maschi e femmine di tutte le classi Retriever’S Club Italiano Balducci Francesco golden retriever: maschi di tutte le classi Hepper Marlene (GB) labrador retriever + bob: femmine di tutte le classi Mach Lisbeth (CH) chesapeake bay retriever: maschi e femmine di tutte le classi, curlycoated retriever: maschi e femmine di tutte le classi, flat coated retriever: maschi e femmine di tutte le classi, nova scotia duck tolling retriever: maschi e femmine di tutte le classi Mentasti Gianercole labrador retriever: maschi di tutte le classi Orzel Anne (GB) golden retriever + bob: femmine di tutte le classi

22/11/2011 16:10:12


Alimentazione e metabolismo della cagna in gravidanza

Nutrirla bene per chi verrà Una dieta idonea deve cominciare in anticipo sull’accoppiamento. I lipidi, gli aminoacidi ed il glucosio

I nutrienti che il nostro cane assume grazie all’alimentazione, forniscono quel pool di sostanze che assolvono innumerevoli funzioni metaboliche e non solo, di cui il nostro amico a quattro zampe non può farne a meno. La dieta di ogni mammifero deve essere bilanciata secondo il razionamento degli alimenti durante la giornata ed equilibrata secondo il fabbisogno in termini di nu-

trienti che svolgeranno le funzioni metaboliche. I nutrienti che giungono nell’organismo grazie alla dieta si distinguono grossolanamente in due gruppi. Quelli calorici con Carboidrati, Proteine e Lipidi e non calorici con Vitamine e Sali minerali. I calorici vengono denominati in questo modo perché possono essere “bruciati” nell’organismo del nostro Cane grazie al metabo-

lismo epatico, muscolare e cerebrale, mentre i non calorici offrono un supporto funzionale a tutto il meccanismo metabolico degli organi permettendo ai nutrienti calorici di assolvere le proprie funzioni. Proprio per questo il cucciolo ha determinati fabbisogni nutrizionali, il cane adulto ne ha altri e il cane anziano ne ha degli altri. Molto spesso però dobbiamo ricordarci che esistono, nei nostri allevamenti e

20

INC articoli dic11.indd 20

22/11/2011 16:10:12


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

nelle nostre case, le “colei” che daranno vita ai nostri cuccioli e che necessitano di una maggior consistenza di accorgimenti che porterà prima di tutto, un buono stato di salute e nel caso in cui si raggiungerà il più ambito dei sogni di ogni gentil sesso dei mammiferi, quello di essere madre. Osservando il metabolismo di alcuni nutrienti e il ciclo estrale del Cane domestico possiamo renderci conto di quanto sia fondamentale seguire degli importantissimi accorgimenti per rendere la cagna ben nutrita, in normal – peso e priva di tutte quelle patologie che possono creare dei problemi seri alla cucciolata e a tutti i futuri dolci primi abbai.

Ciclo sessuale nel cane Con il completo raggiungimento della pubertà, la cagna inizia a presentare cicli sessuali successivi. Infatti periodicamente e sempre più regolarmente si completa il processo di maturazione di una cellula germinale chiamata ovulo, evento accompagnato da una serie di modificazioni dell’apparato riproduttore. L’insieme di questi eventi è promosso e controllato da numerosi ormoni che schematicamente, in ordine consequenziale di attività, possono essere così descritti: FSH (follicle stimulating hormon): è prodotto dall’ipofisi anteriore su stimolazione dell’ipotalamo provocata da un fattore di rilascio FSH – RH; questa sostanza permette la maturazione del follicolo presente nell’ovaia; Estrogeni (estradiolo): sono prodotti dal follicolo maturo e provocano le manifestazioni estrali esteriori (calore) e la produzione da parte dell’ipotalamo di un neuro ormone utile per il rilascio di LH (LH – RH); LH (Luteinizing hormone): detto anche ormone luteinizzante anch’esso è prodotto dall’ipofisi anteriore su attivazione dell’ipotalamo mediante LH – RH e consente lo scoppio del follicolo con la conseguente fuoriuscita dell’ovulo e formazione del corpo luteo ciclico; Progesterone: prodotto dal corpo luteo formato per lo scoppio è responsabile della inibizione della sintesi dell’FSH e dell’LH e quindi del mantenimento della gravidanza. Conoscere perfettamente il ciclo sessuale è indispensabile per l’allevatore in quanto grazie ad un buon livello di conoscenze può decidere meglio quando accoppiare. La prima settimana del ciclo estrale (sessuale) chiamata Proestro è caratterizzata da un rigonfiamento della vulva e da una

Figura 1: Ormoni sessuali derivanti dal colesterolo

congestione di tutto il tratto genitale con conseguente perdita di sangue più o meno abbondante a seconda del soggetto. Il sangue, che potrebbe comunque anche non essere presente, è dovuto alla ipervascolarizzazione e non ha niente a che vedere con le mestruazioni delle donne. In questo periodo la cagna non accetta il maschio, ma manifesta comunque un certo interesse, mostrando un comportamento decisamente grazioso, originale e vistoso, marcando frequentemente il territorio per rendere nota la sua condizione a quanti più maschi possibile. In questa fase sta avvenendo la maturazione del follicolo grazie all’ormone FSH rilasciato un circolo dall’ipofisi cerebrale. La seconda settimana presenta il cosiddetto Estro. Le perdite emetiche diminuiscono o scompaiono del tutto. La cagna cambia atteggiamento nei confronti del maschio, spostando la coda lateralmente o alzandola accettando l’accoppiamento. In questa fase avviene lo scoppio del follicolo e quindi l’ovulazione, e produzione di estrogeni contenuti nel follicolo maturo insieme all’ovulo che discende nell’utero pronto per essere fecondato. L’ovulo può sopravvivere due giorni mentre gli spermatozoi anche tre giorni nel caso in cui sia avvenuto l’accoppiamento. La fertilità del maschio è legata fortemente alla sua regolare attività sessuale e al suo benessere. Dopo questa fase avviene il Metaestro che corrisponde alla formazione del corpo luteo, che produrrà progesterone che a sua volta inibirà la secrezione di FSH ed LH per un breve periodo qualora non sia avvenuta fecondazione, mentre diverrà gravidico a fecondazione avvenuta e secernerà

progesterone per tutta la durata della gestazione.

Ruolo della buona nutrizione Se provassimo ad osservare il metabolismo di alcuni nutrienti come Proteine e Lipidi ci renderemmo subito conto di quanto sia importante lo stato di buona nutrizione per la cagna che è pronta per essere fecondata. Il metabolismo delle proteine e quello dei lipidi, come anche quello dei carboidrati, ad esempio, che avviene nel fegato, è legato in un certo senso alla sintesi degli ormoni sessuali come ad esempio gli Estrogeni precedentemente citati. Il metabolismo dei nutrienti calorici e in particolare la loro via di degradazione (catabolismo) interessa il metabolismo del colesterolo. In particolare, osservando il metabolismo dei lipidi nel fegato e intrinsecamente gli acidi grassi (sostanze che vanno a costituire i grassi complessi noti come trigliceridi) ci rendiamo conto che l’assunzione di questi nutrienti porta in una certa quota alla sintesi di ormoni sessuali, gli steroidei derivanti dal colesterolo come rappresentato in figura 1. Dopo un pasto equilibrato di nutrienti si trovano nel fegato degli acidi grassi (lipidi), degli amminoacidi derivanti dalle proteine e del glucosio epatico proveniente dai carboidrati. Prendendo in considerazione gli acidi grassi questi possono essere metabolizzati come lipidi nel fegato oppure seguire la via di degradazione chiamata beta ossidazione che porterà a dei precursori del cole-

21

INC articoli dic11.indd 21

22/11/2011 16:10:12


sterolo, successivamente parte di questo potrà essere convertito in ormoni caratterizzanti ad esempio il ciclo estrale come precedentemente descritto. Anche il metabolismo dei carboidrati e delle proteine può portare alla formazione di intermedi per la sintesi del colesterolo che a sua volta potrà essere trasformato in ormoni sessuali. Quindi, già a livello molecolare, possiamo ammettere che la nutrizione porta ad un buon stato di funzionalità metabolica data da quel pool di nutrienti che in situazioni particolare possono prendere vie metaboliche precise per la sintesi o consumo di sostanze. Alimentare bene la nostra cagna già prima dell’accoppiamento significa offrire a lei tutto il supporto ormonale di cui ha bisogno per entrare in gravidanza. Avvenuta la fecondazione tutto si complica e tale complessità richiede un certo livello di cultura e tanta esperienza. Le femmine devono essere in peso forma al momento dell’accoppiamento, infatti, se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di ridotta ovulazione e difficoltà a consumare la quantità di cibo necessaria durante gravidanza e lattazione (minor peso dei cuccioli alla nascita e maggior mortalità neonatale) sempre dovuto al fatto che non si ha un buon apporto di nutrienti essenziali a soddisfare la fisiologia della riproduzione. Se la femmina è in soprappeso anche in questo caso si ha ridotta ovulazione e mag-

Figura 2: Fabbisogni energetici della cagna nei differenti stadi fisiologici e in base al numero dei cuccioli. La situazione 1X è quella normale. Da www.vet.unibo.it.

giori pericoli di distocie, i feti sono di grandezze maggiori rispetto al normale, questo perché, in eccesso deleterio di nutrienti, il metabolismo prende la via dell’accumulo del tessuto adiposo o grasso con sottra-

zione di acidi grassi ad altre vie metaboliche (Figura 2). Fine prima parte. Stefano Spagnulo Biologo ricercatore

GRUPPO CINOFILO MILANESE organizza

CORSO PER COMMISSARI DI RING Aula Didattica ENCI Viale Corsica, 20 - Milano

Sabato 17 dicembre 2011 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 INFO: GRUPPO CINOFILO MILANESE Viale Premuda n. 21 20129 MILANO tel.02/76008814 - fax 02/76015892 www.gruppocinofilomilanese.it info@gruppocinofilomilanese.it

INC articoli dic11.indd 22

22/11/2011 16:10:14


Rubrica dedicata ai Gruppi Cinofili ENCI per far conoscere il lavoro svolto sul territorio in materia di educazione cinofila, therapy dog, attività sociali e sportive. Inviare il materiale via e mail a: redazione@enci.it

A Padova successo del CAE-1

I 34 buoni cittadini Partecipazione entusiastica e “candidati” promossi a pieni voti

Domenica 25 settembre nella meravigliosa cornice di Prato della Valle, si è svolto il primo CAE-1 effettuato nella provincia di Padova. Il Gruppo Cinofilo Padovano, in collaborazione col Gruppo Cinofilo Sportivo Il Gelso, ha organizzato l’evento cui hanno partecipato 34 binomi cane-conduttore. L’iniziativa ha riscosso un notevole successo di adesioni e anche il pubblico non è mancato, accorso in Prato della Valle per assistere allo svolgimento del test. L’esperto incaricato di valutare gli iscritti è stato Stefano Codemo, giudice di prove, che con perizia ha osservato e sottoposto all’esame i 34 partecipanti. Il test CAE-1, Controllo Affidabilità ed Equilibrio per cane e padrone buoni cittadini consiste in 10 esercizi piuttosto semplici che permettono però di valutare l’atteggiamento che cane e conduttore hanno nello svolgersi quotidiano della loro vita. Oltre ai volontari del Gruppo Cinofilo Padovano e del Gruppo Il Gelso, numerosissimi sono stati i passanti e gli spettatori che hanno avuto la voglia di interagire con i binomi, facendo da comparse nelle diverse situazioni simulate, soprattutto nell’esercizio che prevede l’avvicinamento di uno sconosciuto in bicicletta, abbiamo incontrato tanta gente che ha giocato con noi prestandosi a gironzolare intorno al cane e al suo conduttore! “E’ stato un bel momento di aggregazione”, sostiene il Presidente, Dino Scarso, “in cinofilia non si è mai abbastanza visibili e questa iniziativa che sicuramente ripeteremo, ha dato modo a molte persone di avvicinarsi al nostro mondo e di imparare

che non ci sono cani pericolosi ma solo gestioni sbagliate. Il CAE-1 è un ottimo punto di partenza per garantire una convivenza lunga e ottimale tra in cane e il suo proprietario nei diversi contesti cittadini in cui si trovano a vivere ogni giorno”. Il nostro Gruppo Cinofilo ha ricevuto molte e-mail di apprezzamento per l’iniziativa e altrettante richieste di poter sostenere l’esame col proprio cane e il fatto che l’ENCI abbia dato la possibilità anche ai meticci di partecipare ha di molto ampliato l’utilità della prova! Nei prossimi mesi l’iniziativa sarà ripetuta e speriamo di avere lo stesso successo e di poter rilasciare patentini a moltissimi binomi. Tutti i 34 partecipanti si sono comportati benissimo, restando tranquilli alle diverse stimolazioni cui erano sottoposti. Anche i cani apparentemente più irruenti possono essere facilmente gestiti grazie ad una cor-

retta educazione e a un rapporto di fiducia col conduttore in mancanza del quale si potrebbero riscontarre comportamenti inadeguati nel proprio animale. Per sostenere il test non è necessario aver frequentato dei corsi di addestramento o di obedience specifici anche se sono ovviamente utili, basta saper mantenere sempre in una situazione di serenità e di controllo il proprio amico a quattro zampe. Non si tratta di test invasivi, il giudice si limita a d osservare le reazioni a diverse situazioni comuni e a dare un relativo punteggio da 1 a 10. Durante gli esercizi i binomi verranno a contatto con estranei che si avvicinano in modo brusco, signore con il passeggino, biciclette, passanti che aprono l’ombrello all’improvviso. Tutte realtà che ognuno di noi si trova quotidianamente ad incontrare passeggiando col proprio cane. Il superamento delle prove consente di ottenere il patentino, ovvero una tessera con scritti i nomi del cane e del conduttore rilasciata dall’ENCI che qualifica il binomio come perfettamente in grado di affrontare e superare tutte le prove che quotidianamente ci troviamo ad incontrare con i nostri cani. Siamo estremamente contenti del risultato ottenuto in questa prima edizione del CAE-1 qui a Padova e stiamo già lavorando per prepararne un’altra a breve termine affinché tutti i cittadini padovani possano ottenere il patentino e trascorrere anche una giornata diversa in compagnia di altre persone, felici proprietarie di cani come loro! Rossella Scarso

23

INC articoli dic11.indd 23

22/11/2011 16:10:14


Mai sottovalutare l’importanza di interventi preventivi

Il vaccino e i suoi perché Quando cessano le difese immunitarie naturali è necessario intervenire artificialmente. La taglia e le allergie

Tutti ben conosciamo il valore inestimabile della procedura vaccinale la quale, sia in campo medico che veterinario, ha permesso, nell’arco dei decenni, di debellare malattie terribili, altrimenti impossibili da sconfiggere. Pochi, però, sono a conoscenza di quali siano i principi fisiologici che ne regolano i meccanismi e ne stabiliscono modalità e

tempi di utilizzo, né i meccanismi patologici che possono spiegare il loro malfunzionamento e le possibili reazioni avverse. Nell’ambito veterinario, sovrapponibile per molti versi a quello umano, partiamo dal capire come un organismo, nel caso specifico, un cane, si difenda da agenti infettivi quali batteri e virus, nemici invisibili, impalpabili e spesso letali.

Le prime frontiere che l’organismo frappone ad essi sono rappresentate da barriere generiche e ben visibili, quali cute e muscose, attraversabili solamente se non perfettamente integre. Anche la flora batterica intestinale e le cellule presenti nel sangue, come macrofagi, globuli bianchi intervengono di routine nel bloccare il passaggio di virus e batteri.

24

INC articoli dic11.indd 24

22/11/2011 16:10:15


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Se, però, questi primi baluardi vengono superati, si innesca una reazione organica molto più specifica, elaborata e, proprio per questo, più lenta a crearsi e ad intervenire: la reazione immunitaria. Senza voler scendere nei meandri dell’immunologia, possiamo dire che essa determina, in tempi più o meno lunghi, la produzione di molecole proteiche (anticorpi o immunoglobuline) e cellule (linfociti) sulla base del tipo di virus o batterio penetrato nell’organismo e che deve essere respinto. Queste “armi mirate”, immesse in circolo, saranno, così, deputate all’individuazione e distruzione dell’agente patogeno che ne ha determinato la produzione. Perché questo possa accadere, ovviamente, è necessario che il soggetto abbia correttamente sviluppato il proprio sistema immunitario durante la vita fetale: prima, quindi, si formerà il timo, cui seguiranno organi come milza e linfonodi che si arricchiranno di cellule deputate alla produzione di anticorpi. E quest’ultima attività non sarà matura fino alle ultime fasi della gravidanza. In realtà, quando il cucciolo nasce, pur non essendo mai venuto a contatto con agenti patogeni esterni, esso ha già nel proprio sangue immunoglobuline, frutto di un’immunità passiva, ovvero del passaggio delle stesse dalla madre al feto attraverso la placenta. In questo modo, la natura provvede a che l’animale adulto, già abituato a vivere in un determinato ambiente, possa preparare i propri cuccioli ad affrontare lo stesso habitat dove, presumibilmente, potranno essere aggrediti dagli stessi agenti patogeni già incontrati dal genitore. Questa “transumanza” di anticorpi avviene a partire dal 45° giorno di gestazione fino alla nascita, quindi orientativamente nelle ultime due settimane di gravidanza. Quelli che non sono stati trasmessi durante questo periodo, saranno assunti dal cucciolo con la lattazione. In particolare, saranno importantissime le primissime poppate, quando le ghiandole mammarie producono una sostanza lattiginosa definita colostro, contenente un’elevatissima concentrazione di anticorpi. Dato che il picco del loro massimo assorbimento intestinale si attesta attorno alle prime 6 ore di vita, appare evidente quanto sia importante per un cucciolo poter subito, appena nato, attaccarsi alle mammelle della madre per cominciare a suggere. Studi hanno dimostrato che nei cuccioli l’assorbimento degli anticorpi continua a livelli abbastanza alti fino alle 36 ore dalla nascita, per poi ridursi drasticamente, pur senza scomparire del tutto, fino allo svezzamento vero e proprio. Nel frattempo, anche ad occhio nudo, il colostro si trasforma francamente in latte,

divenendo bianco e denso. Quindi, fintanto che il cucciolo è protetto da questa “immunità passiva”, esso saprà affrontare piuttosto bene i perigli infettivi dell’ambiente esterno, ma nel momento in cui essa inevitabilmente comincia a calare, il giovane organismo deve cominciare a produrre autonomamente anticorpi. E qui deve inserirsi il vaccino, ovvero l’inoculazione medica di agenti virali e/o batterici “morti” e, quindi, inattivi o porzioni di essi che riescano, alla minima percentuale di rischio per il cucciolo, nell’intento di stimolare il suo sistema immunitario a difendersi in maniera protratta, mediante la produzione di anticorpi che rimarranno in circolo anche per anni. Il problema essenziale, in questa delicata fase della vita del cucciolo, è stabilire con esattezza quando vaccinarlo. Anticipare troppo la vaccinazione, per paura di lasciarlo”scoperto”, può essere un’azione assolutamente inefficace perché, se presenti ancora gli anticorpi materni, essi agirebbero subito contro il virus o il batterio, non permettendo all’organismo del cucciolo di reagire autonomamente. Ma anche arrivare troppo tardi, quando magari il cucciolo si già infettato, è evidentemente non solo inutile, ma talvolta controproducente. Su questo argomento numerosi studi scientifici sono stati effettuati, basandosi sulla constatazione essenziale che, mediamente, l’immunità passiva trasmessa dalla madre perdura per le prime 8-12 settimane di vita del cucciolo. La valutazione unanimemente accettata è quella per cui, per poter far effettuare idoneamente la socializzazione del cucciolo con l’ambiente ed altri cani, cosa che dovrebbe avvenire entro le 12 settimane di vita, salvaguardandolo però da fattori infettivi esterni, è necessario ricorrere in questo periodo ad un protocollo vaccinale basato su tre interventi, a distanza di circa 3-4 settimane l’uno dall’altro. Essi saranno poi ripetuti ad intervalli annuali o triennali. E’ frutto di buon senso, ovviamente, che il proprietario, in questo primo delicato periodo, non porti il cucciolo in ambienti a rischio, frequentati da cani non vaccinati e non lo sottoponga a gravi sbalzi di temperatura. Nonostante le case farmaceutiche siano particolarmente attente alla produzione di vaccini sicuri, testati e controllati con costanti feedback riportati dai veterinari, è purtroppo inevitabile che talvolta si possano verificare conseguenze non piacevoli per i cani appena vaccinati, conseguenze che vanno dalla semplice “fisiologica” febbre da vaccino, al non funzionamento dello stesso fino a vere e proprie reazione allergiche. Per quanto riguarda la sfera della “nor-

male reazione al vaccino”, ricordiamo, quindi, una febbre transitoria che si può presentare nei due giorni successivi all’iniezione, accompagnata talvolta da anoressia e modica depressione. Tutto ciò è semplicemente il segno di un organismo che sta reagendo normalmente ad un lieve insulto infettivo. Altrettanto normale può essere il fastidio al punto di inoculo o la comparsa, nella stessa sede, di eritema, irritazione e gonfiore localizzato che possono perdurare anche ore o qualche giorno, per semplice reazione infiammatoria. Altre volte, invece, vi può essere, al contrario, una mancata efficacia del vaccino, stante il concetto generale che mai esso proteggerà al cento per cento un animale, anche nelle più ottimistiche previsioni mediche. Fra i motivi per cui essa possa abbassarsi più del normale ritroviamo, come detto, l’interferenza degli anticorpi materni, il non rispetto del protocollo vaccinale consigliato, una patologia già in atto o uno stato di salute scadente al momento della vaccinazione… A tal proposito vi è da sfatare un “sospetto” ricorrente nella mente del proprietario: che il vaccino non abbia funzionato o possa aver nuociuto perché il veterinario non ne ha adeguato la dose alla mole del cane. In realtà, che si tratti di un cucciolo o di un adulto, di un Barboncino o di un San Bernardo, il sistema immunitario di ogni cane è costituito dallo stesso repertorio immunologico e necessita, pertanto, di un’eguale dose di vaccino per essere stimolato. Ciò che accade molto raramente ma, purtroppo, con conseguenze talvolta importanti, è una vera e propria reazione allergica sistemica al vaccino: imprevedibile, soggettiva e generalmente inspiegabile. Solitamente essa si verifica non prima della seconda o terza vaccinazione, quando cioè il cucciolo si è già sensibilizzato contro il batterio, il virus o una componente di un determinato vaccino. Normalmente si evidenzia entro pochi minuti o poche ore dall’iniezione e può essere caratterizzata con una costellazione variegata di sintomi: angioedema facciale, prurito, collasso, grave debolezza, dispnea, vomito, fino, nei casi più gravi e non sollecitamente curati, a morte per arresto cardio-circolatorio. Ma l’importanza e l’efficacia della procedura vaccinale nei confronti di molte patologie, come ricordato all’inizio, è tanta e tale, e i rischi calcolati in percentuali così straordinariamente bassi, che a tutt’oggi la medicina veterinaria ed umana non può e non deve rinunciarvi, almeno fintanto che determinate malattie non vengano, in futuro, totalmente debellate. Sara Ceccarelli

25

INC articoli dic11.indd 25

22/11/2011 16:10:15


Clamoroso successo nel Campionato del Mondo addestramento

Rottweiler primi L’Italia conquista i tre gradini del podio. La corona iridata al fuoriclasse di Greta Marani

1° Greta Marani con Balu v. Turnleberg , 2° Paolo D’Amico con Lorna, 3° Alessio Anselmi con Pascal dell’UDM

Se c’è una razza nella quale l’Italia ha raggiunto i vertici della cinofilia mondiale, è quella del Rottweiler. Quest’anno, il podio del Campionato del Mondo Addestramento IFR (Internationale Föderation der Rottweilerfreunde) si è tinto di azzurro: dal primo al terzo posto, è trionfato il tricolore. La Palma d’oro se l’è aggiudicata Greta Marani che, con il suo Balu vom Turnleberg ha totalizzato 289 punti (Ecc.), al secondo posto Paolo D’Amico con Lorna (281 punti, MB), al terzo Alessio Anselmi con Pascal dell’UDM (280 punti, MB). La gara si è svolta il 22-23 ottobre nello stadio di Vigolzone (Piacenza). Come vuole la tradizione per ogni competizione a livello internazionale, è stata preceduta, il 21, dalla cerimonia di apertura, con la suggestiva parata che ha visto sfilare le squadre al suono dei rispettivi inni na-

zionali. Il tutto, si è svolto nello scenario di Grazzano Visconti, villaggio a pochi chilometri da Vigolzone, costruito un secolo fa in stile gotico-rinascimentale, intorno all’antico Castello medioevale. Il giorno dopo, è iniziata la competizione, che ha visto in campo una delle discipline agonistico-sportive più affascinanti fra quelle che hanno per protagonisti uomini e cani: l’Utilità e Difesa. I protagonisti della gara erano tre: i Rottweiler, i rispettivi conduttori, ma anche gli addestratori. Questi ultimi restano quasi sempre dietro le quinte in questo tipo di competizione, ma sono fondamentali, visto che si tratta di un confronto sull’addestramento. Le doti caratteriali della razza (la prima protagonista) sono emerse soprattutto nella fase di Difesa, giudicata dall’italiano Daniele Peres: “Tutti i cani hanno eviden-

ziato equilibrio e tranquillità, dimostrando quanto siano infondate le opinioni di chi guarda ancora con sospetto questa meravigliosa razza di cani da guardia” spiega Peres. “Equilibrio reso evidente dai punteggi. Non ho attribuito a nessuno la qualifica di Eccellente, ma 6 si sono aggiudicati Molto Buono, 23 Buono, e altri 6 Sufficiente. Quasi tutti si sono meritati il Pronunciato, a indicare che la razza ha ottime qualità caratteriali. Solo 2 il Presente, per la loro indole un po’ schiva e diffidente. L’alta percentuale di giudizi che non hanno oltrepassato la barriera del Buono, non penalizzavano le doti dei cani cui sono stati assegnati, bensì qualche errorino nelle parti di obbedienza della fase di difesa, cioè dalla ricerca del figurante, al richiamo nella posizione base dall’affronto e abbaio, allo spostamento per la fuga, fino ai disarmi e alle condotte al giudice: qui, parecchi concorrenti a quattro zampe hanno perso qualche punto perché si sono rivelati imprecisi e hanno avuto aiuti da parte dei conduttori. Buone le prese, buone le vigilanze. Pochi i cani che hanno lasciato in anticipo, saltando la fase di transizione, cioè quell’attimo di calma che il cane deve dimostrare prima di lasciare la manica”. Eccellente anche il lavoro in pista, che si è svolto su erba. “Ho potuto contare su un team di tracciatori, Salvatore Ciampà, Marco Cucco, Antonio Ierardi, Davide Grassi e Mario Bonardi, che hanno interpretato perfettamente le mie indicazioni, fornite nel rispetto del cane”. Continua il francese Xavier Bruna, che ha giudicato la fase A. “La tensione del mondiale la avvertono i conduttori, ma anche gli animali, e non mi sembrava corretto metterli troppo in difficoltà. Tutti, comunque, hanno dimostrato una buona capacità nella ricerca. Due cani, Balu primo classificato e Pascal secondo, hanno meritato 100 per l’estrema, e rara, precisione e metodicità nel seguire la traccia e nel segnalare gli oggetti”.

26

INC articoli dic11.indd 26

22/11/2011 16:09:35


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Il giudice Daniele Peres: “Tutto OK”

La squadra azzurra trionfatrice al mondiale obbedienza 2011

I secondi protagonisti del campionato sono stati i conduttori, veri atleti che, con i loro amici a 4 zampe, hanno composto il binomio sceso in campo, binomio vincente nel caso degli italiani. Ma come si diventa campioni del mondo? “Ci vuole costanza, pazienza e dedizione” dice Paolo D’Amico, secondo classificato. “Si deve credere in se stessi e nel proprio cane” continua Greta Marani, salita sul gradino più alto del podio.

E allenarsi tanto, come richiede, del resto, qualsiasi sport. Con il cane, poi, si deve stabilire un rapporto quasi magico, fondamentale, per ottenere un buon risultato”. “Ci vuole costanza, e non limitarsi a fare il conduttore della domenica” precisa Alessio Anselmi, “bisogna allenarsi tutti i giorni, senza temere il sole, il vento, l’acqua o la neve, e non tutti sono disposti a tale sacrificio”. “Ma dobbiamo ringraziare anche i nostri

Tutti i protagonisti, nel campo e dietro le quinte La manifestazione è stata organizzata dal Rottweiler Club, il cui presidente, Francesco Biondolillo, ha sostenuto con entusiasmo fino alla fine gli atleti di casa nostra. La gara è stata un successo di pubblico e concorrenti, che hanno partecipato tutti numerosi. La squadra italiana era composta da Federigo Lensi (team leader), Paolo D’Amico con Lorna, Alessio Anselmi con Pascal dell’UDM, Greta Marani con Balu v. Turnleberg, Marco Scardassa con Pepper dello Scorpione, Ugo Giacometti con Giove v. Foxstadt. Le riserve: Antonio Franchini con Benito, Paolo Mercadante con Jorg v. Schwarz Schloss. Ospiti d’onore della manifestazione, i vertici dell’IFR: il presidente Dieter Hoffmann e il suo vice Dirk Vandecasteele,Clemente Grosso (Consligliere ENCI) Ruggero Zorzan (Presidente BCI), Giovanni Pentenero (Presidente SCI), Slivia Marocchi (Responsabile Lavoro AIAD), Franco Gasco (Consigliere SCI) Salvatore Capetti (Giudice SAS) e Robero Scartani (Consigliere di collegamento RCI). A giudicare le tre fasi, il francese Xavier Bruna per la fase di Pista (ha lavorato in team con i 4 tracciatori, Salvatore Ciampà, Marco Cucco, Antonio Ierardi e Davide Grassi), lo slovacco Dusan Majtas per la fase di Obbedienza, l’italiano Daniele Peres per la fase di Difesa. Eccellente il lavoro dei figuranti: Riccardo Risica per la prima fase, Ario De Benedictis per la seconda fase. Le nazioni partecipanti, oltre all’Italia: Svezia, Danimarca, Belgio, Repubblica Ceca, Russia, Finlandia, Austria, USA, Paesi Bassi, Slovenia, Norvegia, Francia, Svizzera, Germania, Spagna. I vincitori dell’individuale sono tutti e tre italiani: 1° Greta Marani con Balu v. Turnleberg - 289 punti Ecc. CAC, CACIT, 2° Paolo D’Amico Paolo con Lorna - 281 punti MB, 3° Anselmi Alessio con Pascal dell’UDM - 280 punti MB. La miglior pista se l’è aggiudicata Alessio Anselmi con Pascal, la miglior obbedienza Greta Marani con Balu, la miglior difesa la finlandese Tiina Saaranluoma con Manouman Mammuttimanfred. Le squadre vincitrici: Italia al primo posto, Finlandia al secondo, Francia al terzo.

Campo sportivo pronto e funzionante, il supporto logistico dello staff efficiente e ben organizzato, capace di garantire un clima sereno a tutti. D’obbligo congratularmi con il rottweiler club sia Italiano che Mondiale per le qualità caratteriali e in particolare dell’equilibrio durante le prove e le premiazioni quando i cani sono messi a dura prova perché devono dimostrarsi tranquilli con i propri simili, con le persone che per la circostanza si avvicinano a complimentarsi con i conduttori, i fotografi che girano a ruota libera per il campo ecc… tutto questo smentisce le notizie negative, oltre che false e denigratorie, che a volte vengono erroneamente divulgate a danno della razza. Nella sezione C che ho giudicato 6 cani hanno ottenuto MB, 23 B e solo 6 il Suff. Elevato il numero di squalifiche ed interruzioni Solo 2 cani hanno ottenuto il Presente, tutti gli altri hanno meritato il Pronunciato, confermando le buone qualità caratteriali di razza. Analizzando i risultati ne scaturisce una media del Buono.

preparatori, senza i quali non avremmo ottenuto questo successo”, precisa Greta. Ed ecco i terzi protagonisti della gara, gli addestratori. “Il nostro compito è quello di aiutare il conduttore a capire e a sfruttare le doti naturali del proprio cane, ma aiutare anche l’animale ad esprimerle” dice Angelo Taddei, che ha preparato Alessio con Pascal in tutte le tre fasi, e Greta con Balu nella fase di difesa. Il podio italiano è stato anche un successo per Taddei, che divide con Giancarlo Gritti, il coach di Paolo D’Amico e Lorna in tutte le tre fasi e di Greta e Balu nella fase di Obbedienza. “Addestrare un cane significa educare anche il suo padrone” dice Gritti. “Ci vuole una grande sensibilità nell’interpretare i problemi degli uni e degli altri, e aiutare a superarli con calma e pazienza: né più né meno dell’allenatore di una squadra di calcio”. Giuseppe Soprani ha invece seguito Greta e Balu nell’esercizio di pista. “Non si deve fare altro che sfruttare la naturale predisposizione di ogni cane a leggere il mondo attraverso il proprio naso” spiega Soprani. “E’ importante, però, avere costanza, continuità e un metodo di addestramento per quanto riguarda la ricerca. Infine, c’è la buona sorte: una dose di fortuna è sempre necessaria”. Claudia Bacchi

27

INC articoli dic11.indd 27

22/11/2011 16:09:35


A Padenghe sul Garda la Euro Sighthound

Tanti Levrieri come mai visti Partecipazione record, splendidi esemplari e pubblico entusiasta. Ha vinto un superbo Saluki

Photo by Iolanta Beinarovich

Hadise Har Kala Rachi Saluki di Benoit Sibylle, vincitore del BIS al Raduno Euro Sighthound

Il 1° ottobre scorso si è tenuta a Padenghe sul Garda (BS) l’edizione 2011 dell’Euro Sighthound. Si tratta di una manifestazione itinerante, giunta ormai alla sua settima edizione, promossa dall’ omonimo organismo internazionale, che agisce sotto l’egida dell’FCI e che ha quale obiettivo la promozione delle razze levriere e di quelle del gruppo 5 considerate simili. A partire dal 2005 l’esposizione annuale Euro Sighthound si è tenuta in Germania, Belgio, Olanda, Francia, Slovacchia ed Austria. Negli ultimi due anni il comitato organizzatore ha lavorato duramente per rendere questa edizione italiana indimenticabile e, al termine dell’avventura, si può ben dire: “missione compiuta”. L’esposizione mette in palio i titoli ufficiali, riconosciuti dell’FCI, di Euro Sighthound

Winner, di Euro Junior Sighthound per i vincitori delle classi giovani (con qualifica di eccellente) e, da quest’anno, di Euro Veteran Sighthound, a premiare per appunto i migliori veterani. I tre titoli non sono cumulabili. In aggiunta, grazie alla partnership sviluppata con il DWZRV, il club che tutela le razze levriere in Germania, erano in palio i titoli di CAC e VDH tedeschi. La promozione dell’evento era partita già dall’agosto del 2010, in concomitanza con l’edizione austriaca, con la diffusione, soprattutto all’estero, di depliant informativi e con la costruzione di un sito internet dedicato. Gli espositori dei 504 cani iscritti alla manifestazione, provenienti da 22 diversi Paesi, incluso il Messico, avranno sicuramente deciso di partecipare per la bellezza

dei luoghi, per i generosi premi in palio ma, ne siamo certi, soprattutto per la qualità cinotecnica dell’esposizione. La giuria era di altissimo livello e composta di 8 elementi, tutti specialisti ed allevatori di razze levriere, provenienti da Germania, Francia, Inghilterra, Finlandia, Belgio, Cile e, ovviamente, Italia. Il 40% dei cani proveniva dall’estero e questo, oltre alla buona risposta da parte degli appassionati italiani, ha garantito il numero assolutamente elevato, ed unico per manifestazioni di levrieri nel nostro Paese, di soggetti esposti. Anche il tempo, eccezionalmente clemente ed inusuale considerata la stagione, ha dato una mano. Il sabato mattina lo spettacolo del verde del parco del West Garda Hotel, dei cani in attesa dei giudizi, delle tende degli espositori a bordo degli 8 ring, dei camper parcheggiati poco lontano, degli stand commerciali, con un sole splendente in cielo era veramente emozionante. Così come emozionante è stata la semplice cerimonia di apertura. I tre Presidenti dei Club che in Italia tutelano le razze levriere e che hanno promosso l’evento hanno prima chiamato nel ring d’onore i componenti del Direttivo dell’Euro Sighthound, giunti tutti e tre per l’occasione. E’ stato quindi il turno dei 22 rappresentanti delle diverse nazioni presenti, ognuno con la propria bandiera, e dei giudici, che sono stati presentati al pubblico. Un tenore ha poi cantato a cappella “Fratelli d’Italia” e, eseguito anche l’“Inno alla Gioia” per ricordare che si trattava di una manifestazione di significato europeo, si è proceduto ad issare la bandiera dell’Euro Sighthound ed a dare il via ai giudizi. Certo nei raduni organizzati dal Club del Levriero è divenuto usuale vedere presenti più di 90 Whippet, ma che dire dei 90 Afgani, degli oltre 60 Borzoi e degli altrettanti Saluki, di oltre 30 Greyhound e di quasi altrettanti Azawakh, e così via per

28

INC articoli dic11.indd 28

22/11/2011 16:09:37


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Photo by Iolanta Beinarovich Absolut Roan Inish Tullamore Good Stuff - Irish Wolfhound di Tomasovicova Petra, vincitore del Best of Best dei Raduni d’Autunno.

tutte le razze? Numeri che in Italia probabilmente non si vedevano dalla Mondiale di Milano del 2000, ma che hanno superato anche quelli registrati all’estero nelle ultime edizioni della stessa manifestazione. La qualità dei cani è stata assolutamente elevata, la sportività degli espositori ineccepibile, il lavoro dei giudici e dei commissari di ring eccellente. Alla fine della giornata sono entrati nel ring d’onore veramente i migliori soggetti che, con splendidi movimenti, hanno ammaliato l’ancora numeroso pubblico presente. Hanno sfilato oltre alle coppie, ai gruppi, ai BOB baby, juniores, giovani, veterani, anche i tutti i vincitori del titolo Euro Sighthound 2011. Il Best in Show finale, giudicato da Jarmo Vuorinen, è stato appannaggio di un bellissimo smooth Saluki proveniente dal Belgio, Hadise Har Kala Rachi, allevato e di proprietà di Sibylle Benoit, che ha preceduto l’Irish Wolfhound Absolut Roan Inish Tullamore Good Stuff, di Petra Toma­ sovicova, proveniente dalla Slovacchia, soggetto che quest’anno ha guadagnato i titoli di campione mondiale ed europeo, avendo vinto a Parigi anche il raggruppamento. Al terzo posto l’Afgano Boxadan Master Millennium, allevato in Danimarca.

Photo by Angelika Heydrick

Gruppo di Azawakh di Francesca Zampini

Un podio quindi senza italiani, dopo due edizioni nelle quali proprio nostri cani avevano portato a casa il trofeo del BIS. Un

segno di ospitalità? Per informazioni complete e classifiche è ancora attivo e consultabile il sito www. eurosighthound2011.org. Roberto Bongiovanni, Presidente AIALA, a nome del comitato organizzatore, ha quindi ammainato la bandiera dell’Euro Sighthound e l’ha consegnata alla delegata del Club Polacco, che organizzerà l’edizione 2012. In serata gli espositori hanno dimostrato di sapersi anche divertire, cantando e ballando alla cena di gala organizzata presso l’hotel. Il giorno successivo si sono tenuti i Raduni d’Autunno di AIALA, Club del Levriero e CPLI. Anche in questo caso la partecipazione di soggetti è stata molto elevata. Un malore del giudice finlandese, che ha dovuto essere portato d’urgenza in ospedale, ha tenuto in apprensione tutti. Vittorio Passerino ha dimostrato grande sensibilità, accettando senza riserve di sostituirlo, degnamente, nel ring. Nel Best in Show finale e Best of Best la splendida femmina di Irish Wolfhound Absolut Roan Inish Tullamore Good Stuff si è presa la rivincita sul giorno precedente, imponendosi a giudizio di Ramon Podestà. I componenti del Direttivo dell’Euro Sighthound hanno espresso piena soddisfazione ed avanzato i complimenti al comitato organizzatore non solo per il numero dei cani iscritti, ma anche per la qualità della manifestazione. A loro giudizio è stata la migliore realizzata negli ultimi anni. Anche tanti espositori, in loco o successivamente, inviando messaggi all’indirizzo di posta del sito, hanno confermato come questa sia stata per loro un’esperienza unica, per innumerevoli motivi. Sicuramente tanto tempo e fatiche dedicati hanno contribuito al successo. AIALA e Club del Levriero desiderano peraltro ringraziare l’ENCI, sia il suo Consiglio Direttivo che la struttura tecnica, per l’appoggio incondizionato fornito all’organizzazione, anche per superare le incongruenze fra i regolamenti d’esposizione italiani e quelli peculiari dell’Euro Sighthound. Un grazie anche agli amici del Gruppo Cinofilo Bresciano per il sostegno logistico, senza il quale questa manifestazione difficilmente avrebbe potuto essere realizzata. Le fatiche, grazie al cielo, sono state compensate dall’orgoglio per un risultato che porta ancora più in alto la reputazione che gli allevatori di levrieri italiani e le associazioni specializzate che li rappresentano hanno saputo guadagnarsi sempre sul campo. Marcello Poli

29

INC articoli dic11.indd 29

22/11/2011 16:09:39


Tecnica e spettacolo all’Expo di Roma

Bella pagina di cinofilia Nella stupenda tenuta a Capena tanti cani e pubblico. Trionfa Hero, Kerry blue già vincitore a Bergamo

Best In Show

L’Internazionale di Roma svoltasi l’1 e 2 ottobre nella Riserva del Principe a Capena è diventato ormai un piacevole appuntamento cinofilo che ogni anno si ripete con sempre maggiore successo. Abbiamo visto come negli anni il rinnovarsi di questa esposizione porti con sé il frutto dell’esperienza delle edizioni precedenti, come un bagaglio che di anno in anno diventa più grande. Sempre più bella questa esposizione e sempre più meritato il consenso al Kennel Club Roma, un gruppo cinofilo giovane, dinamico, moderno, un’organizzazione efficiente, precisa, un presidente attento sia alle esigenze dei giudici sia a quelle degli espositori, perché ben ne conosce entrambi i ruoli. Un plauso quindi a questo Gruppo Cinofilo che ha lavorato con grande impegno e con immutato entusiasmo fin dalla prima edizione di sei anni fa e che ha saputo migliorarsi di anno in anno fino a scrivere oggi una delle pagine più belle della cinofilia non solo romana, ma italiana ed estera. Una giuria internazionale di tutto rispetto

IL PUNTO DI VISTA DEL DELEGATO Chi mi conosce sa che non sono “dolce di sale” e non mi limito nelle critiche e nei consigli per far viaggiare al meglio l’evento, ma devo dire che in questa occasione il mio compito è stato molto facile. Francesco Cochetti ed il suo staff hanno pensato veramente a tutto, o quasi per la verità perché l’impianto microfonico era “amatoriale” e ci ha lasciato spesso senza voce e soprattutto senza inno! Ma dal punto di vista tecnico tutto ha funzionato: ampi i ring, commissari preparati, buono il catalogo con veramente pochi errori e finalmente nessuna aggiunta a catalogo! Avrebbero potuto esserci più zone di ombra ma il caldo esagerato di ottobre era imprevedibile. Ottima l’ospitalità ai giudici, che hanno svolto la loro opera con professionalità ed impegno, qualcuno con troppi cani, oltre 100. Corretti ed educati gli espositori, non ho dovuto discutere con nessuno, cosa che invece succede piuttosto di frequente, ma per gli ampi spazi ed evidentemente per i giudizi giusti, erano tutti tranquilli. Accogliente il ristorante e bar, ottimi i servizi. Efficiente la segreteria che ha preparato i risultati a tempo di record, anche se secondo me mancava un po’ più di collegamento fra gli addetti per una attribuzione troppo specifica degli incarichi. In conclusione un bilancio che si chiude positivamente, con la soddisfazione, credo, di tutti. Titti Ceccarelli

30

INC articoli dic11.indd 30

22/11/2011 16:09:40


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

giudice rumeno Petru Muntean, che ha preferito su tutti il kerry blue terrier Rollick’ Super Hero, già vincitore all’internazionale di Bergamo la settimana prima. I complimenti e gli applausi ai vincitori si sono mescolati infine a quelli per gli organizzatori di questa esposizione che gode da sempre di un’atmosfera dal sapore particolarmente “internazionale”. Anna Albrigo

Best in S

how

Giudice:

BIS Giovani (domenica)

ha valutato i 1.100 cani iscritti e i soggetti dei tre raduni della domenica, grande la partecipazione degli espositori esteri, sempre fedeli a questa esposizione. Due splendide giornate dell’ottobrata romana hanno portato anche un’incredibile affluenza di pubblico curioso e meravigliato dalla varietà delle razze presenti e dall’abilità dei cani nella gara di agility. Infine gli ampi spazi per i ring, i parcheggi,

INC articoli dic11.indd 31

e l’efficientissimo punto di ristoro della Riserva del Principe hanno reso tutto perfettamente agevole sia per gli espositori che per il pubblico. Al pomeriggio il ring d’onore ha calamitato l’attenzione di tutti i presenti, grande la qualità dei soggetti che si sono disputati il podio nei vari raggruppamenti. Altissimo il livello della “line” finale del Best in Show che si è presentata davanti al

Petru Mu ntean (RO 1° Rollick ) di Mioc & ’s Super Hero Ke rry Blue T Bilic, Igor errier & Ivana 2° Chem Zwergsch in de fer Di M nauzer di Giovanni onte Gentile 3° Show Vito Bello M e T he W Chihuahu a p/l di G ay Di San Gimig n aetano M attiolo ano

BIS giov Giudice:

ani della

Natalja N

Domenic

a

ekrosien 1° Degli e Scarronzo ni Don Po 2° Antium ldo Boxer Dream Bu lldog Ingle 3° Del Za se rz o Grande M so Rubiaz Al P oder Barb ole Bianc o on

e

22/11/2011 16:09:41


Tanti esemplari e tutti di qualità

Trieste: ritorna l’internazionale Nello splendido Parco Caravella il chihuahua Show Me The Way vince il “Best” BEST IN

SHOW

i (Ro) zolt Lokod o di Giudice S ahua Gimignan n a u S ih i h d C y 1° The Wa Show MeMattiolo o n rrier Cristina Gaeta ussell Tie i Maria 2° Jack Rg Rags Puma d Out Actin ove di Garbarino ova Pouch C 3° Terran’s Best Man at Seabrook Quartiglia Riccardo

rita dalla posizione strategica della città e anche dalla possibilità di una breve vacanza al mare nella Baia di Sistiana. Sedici ring per sedici giudici sono partiti contemporaneamente, senza particolari difficoltà grazie anche alla professionalità di uno staff di commissari di ring chiamati a Trieste da tutta Italia a svolgere il loro prezioso lavoro. L’esposizione si è svolta in un’unica giornata, il sabato 17 settembre, non nei due giorni del week end come era previsto inizialmente, questo ha portato ad una “concentrazione” di attività, di espositori e di visitatori che forse, diluita in due giorni, sarebbe stata meno pressante. Bellissimo il ring d’onore e curato in ogni suo aspetto, ha visto sfilare soggetti di altissima qualità suscitando la meraviglia dei giudici e degli spettatori. Il podio finale del Best in show, giudicato dal giudice Lokodi Zsolt, ha incoronato la più piccola tra le razze canine: un piccolissimo, ma grande chihuahua a pelo lungo. Egidio Bravetti

Best in Show

RAGGRUPPAM

ENTI

Raggruppamento Terrier: 1° Jack Russell Tierrier, Out Acting Rags Puma 2 ° Norwich Terrier, Gustav Chuck della Zerlina 3 ° Staffordshire Bull Terrier,
Million Dollar Baby Great’n Glory

E’ stato un piacere dopo tanti anni vedere nuovamente a Trieste l’esposizione internazionale canina, un piacere, certo, ma anche un grande impegno per L’Associazione Cinofila Triestina che si è dimostrata pienamente all’altezza del suo compito. E’ stato scelto il Parco Caravella, nella splendida Baia di Sistiana, per questa 26ª edizione, un posto incantevole e al tempo stesso funzionale e accogliente

32

INC articoli dic11.indd 32

dove espositori e visitatori hanno potuto trascorrere una splendida giornata cinofila. Trieste, città di confine dalle mille risorse, si è affermata come un importante punto di incontro cinofilo e culturale mitteleuropeo. Una giuria di assoluto prestigio, proveniente sia dall’Italia sia dall’Europa e anche da Israele, ha valutato i soggetti di oltre 200 razze, grande la partecipazione degli espositori stranieri favo-

Gruppo 1 – 1° Pastore Bergam Piervez asco Lete del Gruppo 2 - 1° Te rra no va Seabrook’s Man at Pouch Best Gruppo 3 - 1° Cove Ja ck Russell Terrier Rags Puma Out Acting Gruppo 4 1° Ba ssotto Nano Amaonoraerispe p/d Gruppo 5 – 1°tta del Wanhelsing Creek’s Supers Alaskan Malamute Icicle Gruppo 6 – 1°tar at Magician Segugio Istrian Bilaca o Kondor Od Gruppo 7 – 1° Se tter Inglese Ke Bassana lly della Gruppo 8 - 1°Fl at Co at ed Retriever Alman Tomtar Pa Lofte za Gruppo 9 – 1°d Ch ihuahua Show Way di San Gim Me The Gruppo 10 – 1°ignano Sa lu ki De l Borghino Osca de la Renta r

22/11/2011 16:09:44


50° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI MONTICHIARI (BS) 28-29 GENNAIO 2012 CAC-CACIB GRUPPO CINOFILO BRESCIANO “LA LEONESSA”

www.gruppocinofilobresciano.it - info@gruppocinofilobresciano.it - Tel. 030.3542540 PRESSO IL CENTRO FIERA - Via Brescia n. 129, Montichiari (BS) - Uscita Autostrada A4 BRESCIA EST. Seguire per Mantova SABATO 28 GENNAIO 2012 Gruppi 3-4-5-6-7-8 RADUNI Bobtail Pastore Belga MOSTRE SPECIALI Bassotti Cirneco dell’Etna Cani da Traccia Pro Segugio Club Bleu de Gascogne Cane da ferma Tedesco pelo corto Setter Inglese

DOMENICA 29 GENNAIO 2012 Gruppi 1-2-9-10 RADUNI Chow Chow Rhodesian Ridgeback Cocker Spaniel Inglese e Americano MOSTRE SPECIALI Shetland Pastore della Beauce Alani Hovawart Terranova Levriero Afgano

GIURIA COMPLETA SU: www.gruppocinofilobresciano.it www.expocani.net e-mail: info@trattosrl.net Termine iscrizioni: 1° chiusura 28/12/2011 2° chiusura (maggiorazione del 30%) 09/01/2012 Le iscrizioni dovranno pervenire insieme all’attestato di pagamento a: TRATTO di Aldrovandi Lorenzo Via J.B. Tito 11/C, 42123 Reggio Emilia Fax +39 0522.381565 Tel/Fax +39 0522.382145

RAGGRUPPAMENTI JUNIORES, GIOVANI, VETERANI, RAZZE ITALIANE CONCORSO JUNIOR HANDLER e 2° CONTEST HANDLING

1° TROFEO CHALLENGE AL MIGLIOR TERRIER NERO RUSSO - 1° TROFEO AL MIGLIOR CARLINO PROVA AGILITY - Tutti i Brevetti su 2 campi Sabato 28 gennaio 2012 gara Nazionale di OBEDIENCE valida per la classe 3 MODALITA’ DI PAGAMENTO: • On line con carta di credito sul sito www.expocani.net • Bonifico bancario intestato a: TRATTO di Aldrovandi Lorenzo – CREDEM ag. 7 di Reggio Emilia - IBAN: IT26Y0303212811010000091130 SWIFT: BACRIT 21061 • Bollettino postale C.C.P. 88428495 intestato a TRATTO di Aldrovandi Lorenzo Via J.B. Tito 11/C, 42123 Reggio Emilia • Vaglia postale intestato a TRATTO di Aldrovandi Lorenzo Via J.B. Tito 11/C, 42123 Reggio Emilia Le schede d’iscrizione incomplete, illeggibili o prive del pagamento saranno ritenute nulle e cestinate senza preavviso. TUTTI I SOGGETTI PARTECIPANTI DEVONO ESSERE OBBLIGATORIAMENTE ISCRITTI ALL’ANAGRAFE REGIONALE CANINA - VIGE REGOLAMENTO E.N.C.I. -

Elfo dell’Isola dei Baroni Re di Parigi È la prima volta al mondo che vince un pastore a pelo lungo Il pastore tedesco a pelo lungo è stato riconosciuto nell’allevamento mondiale dalla Madre Patria SV (Schaferhunde Verain) e dalla FCI. Durante la mondiale di Parigi l’allevamento dell’Isola dei Baroni ha presentato Elfo, un magnifico esemplare frutto di alta selezione, ottenendo il titolo di Campione Mondiale riscuotendo grande successo tra gli allevatori, giudici ed amatori di questa splendida razza. E’ il primo pastore tedesco a pelo lungo nel mondo ad ottenere un così grande titolo, vanto della cinofilia italiana e dell’ENCI. Per essere corretto in questa varietà, il pelo dovrebbe apparire sul dorso e sui fianchi della stessa varietà del pastore tedesco a pelo normale , di aspetto “vitreo” - (cioè semilucido) e “semilungo” , il che significa avere una lunghezza che varia da 4 a 7 cm.,

con sottopelo folto. In caso di perdita di sottopelo durante la normale stagione della muta, è più importante valutare la consistenza (tessitura) con la “mano”

(mano, è un termine tecnico usato in tessitura per valutare la consistenza o la morbidezza di un tessuto) dovrebbe essere “semiduro” al tatto, e quindi il pelo di copertura deve essere considerato un difetto se morbido e non molto lucido dato che una “mano” di questo tipo sarebbe di tessitura “lanuginosa” e troppo morbida il che significa che non sarebbe efficace contro le condizioni meteorologiche avverse; dovrebbe anche seguire il suo asse (direzione) perciò non deve essere ondulatoricciuto o caprino. I soggetti a pelo lungo dovrebbero avere buone frange al collo, agli arti anteriori (avambracci) e posteriori, nei glutei (in gergo pantaloni), sul petto, nella linea inferiore del torace e dietro le orecchie. R.G.

33

INC articoli dic11.indd 33

22/11/2011 16:09:45


La vera natura del cane è nel coesistere

Addestrato alla libertà Si vive in gruppo solo se vi sono regole condivise. Il valore del benessere animale “Ti addestrerò e male, valido a qualsarai libero”. siasi età nell’uomo, Potrebbe sembrare così come in molti incomprensibile animali superiori agli occhi dei più. tra cui il nostro Ma “ad dexterum” cane: è -bene- essi conduceva il solsere amati, è -maledato da proteggere non essere amati. nella falange roMa questo, e s’inmana. Quel soldato tenda, in consideche andava forgiato razione di un nualla guerra, prima mero enorme di di tutto andava provariabili e quindi di tetto finché non risultati, conduce a avesse imparato, riquesta “condiviparato dallo scudo sione possibile” del soldato più ansoltanto quei cani ziano. Ecco cosa che trovino nel loro voleva dire addedestino l’amore di strare: proteggere e una famiglia. E formare. Ed oggi la l’amore poi, si sa, vita di molti cani non è solo purezza randagi pare essere Da sin. Gaetano Tarantino, Simone Arrostuto, l’assessore Giovanni Di Trapani, Maria Luisa Li dei sentimenti, ma una battaglia persa Vecchi, Giovanni Giacobbe, Nicola Alessandro, Sebastiano Lombardo è uno sforzo di cocon l’esistenza, pronoscenza “dell’altro prio per non aver trovato nessuno che li sociali, e la vera libertà di un animale so- fuori da noi”, che è la base del dialogo che proteggesse. E la prigione del canile non è ciale non è fare ciò che creda, o ciò che le rende armoniosa la coesistenza. Ma altro che il luogo dove l’uomo, spesso non proprie pulsioni lo spingano a fare anche a dunque quando un cane non incontri potendo far altro, custodisce tutti quei cani discapito della libertà altrui; la libertà di l’amore di una famiglia od anche di un solo meno fortunati, che non avendo incon- un animale sociale sta nel coesistere, ed in uomo (ovviamente), è quasi impossibile trato chi se ne prendesse cura, sono appro- gruppo si coesiste solo attraverso regole approdare ad una condivisione. E questa è la storia degli incolpevoli randati in una vita sociale così complessa da condivise. trasformarsi in una gabbia non meno peg- Ed un cane randagio che viva nei pressi di dagi: non avere incontrato, o peggio avere giore, là, fuori per la strada. Una strada con un insediamento umano qualsiasi, finisce perso per essere stati abbandonati, troppe sollecitazioni incomprensibili per per essere inserito all’interno di questo l’amore, la protezione e quindi il dialogo un cervello pur meravigliosamente svilup- gruppo. Ma l’essere coinvolto volente o con l’uomo. E come noi proteggiamo i nopato, quale quello di un cane. Una strada nolente, a volte solo perché gravita nel stri bimbi attraverso dei paletti che dobche si trasforma in pericolo per loro, medesimo territorio, senza dialogo e senza biamo mettere loro sino a quando non quando, né meglio né peggio, non tra- comunicazione, crea le premesse perché giungano al discernimento autonomo del sformi gli incolpevoli randagi in un peri- la sua libertà non sia reale, proprio perché bene e del male della vita, così dobbiamo colo per l’uomo, associato a tutta una serie mancando la comunicazione manca la pensare di metterli ad un cane, con la difdi stimoli, scontati per noi, ma emotiva- possibilità di approdare alla condivisione. ferenza sostanziale, che mai però nell’arco mente destabilizzanti per un cane. Una E tra una libertà pericolosa per sé e per gli della loro vita, sarà data ad essi la nostra strada che talvolta trasforma il cane da ag- uomini, ed una gabbia di un canile, il male stessa possibilità di lettura e comprengredito da un sistema troppo più grande di minore lo guardiamo da dietro una rete, e sione di questa esistenza insieme. lui, ad aggressore per una sopravvivenza per quanto minore, lo riconosciamo negli Insomma dovremo proteggerli per tutta la così piccola nella sua essenza, da sfuggire sguardi dei cani che stanno... dall’altra loro vita, coscienti di dover utilizzare un linguaggio essenziale come quello che spesso alle maglie del controllo dell’uomo parte della libertà. presuntuoso, che questa essenza ignori. Per un cane non è pensabile il nostro di- useremmo con un bimbo di tre anni. E Allora dov’è la chiave. La risposta è che la scernimento etico di bene e male, però ri- nessuno di noi direbbe mai che privare un chiave è nel concetto di libertà. L’uomo ed mane fruibile, e questo si possiamo attri- bimbo di tre anni della possibilità di attrail cane sono due animali spiccatamente buirglielo, il concetto freudiano di bene e versare “liberamente” una strada, possa

34

INC articoli dic11.indd 34

22/11/2011 16:09:45


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

voler dire privarlo della libertà. Allo stesso modo, l’opportunità dell’insegnare ad un bimbo la condizione di non allontanarsi dal nostro fianco, o di stare seduto magari, quando la situazione contingente debba tenere necessariamente impegnata verso altro tutta l’attenzione del genitore o dell’adulto che lo abbia in custodia, non può essere certo considerata una dinamica vessatoria. Direi anche, che, se a tutti noi non avessero insegnato da piccolissimi a rispettare la condizione dello “stai fermo” o “stai seduto” forse non saremmo riusciti neanche ad integrarci col sistema scolastico dalla primina in poi... Ecco che si delinea con chiarezza che la libertà, quella vera, quella che ci consente il vivere sociale, nasca invece da regole condivise che hanno delimitato gli argini che consentirono al “fiume in piena” della nostra infanzia di sfociare, serenamente, nel più vasto e complesso mare della vita dell’età della ragione. Così saper camminare al guinzaglio senza che diventi un allenamento forzato di tiro alla fune tra contendenti a due e quattro zampe, come pure accettare di sedersi su richiesta e magari riuscire a stare seduto per qualche istante concedendo all’amico a due zampe di volgere lo sguardo e l’attenzione alla vita che scorre complicata in mezzo al traffico di una città magari, così

INC articoli dic11.indd 35

appunto, queste, devono essere piccole regole del viver comune. Regole che sottendono alla reciprocità più chiara... per l’uno di essere libero di “viversi” il proprio cane e tornare a casa con un equilibrio psichico che consenta di vivere anche il resto della giornata in maniera produttiva, e per l’altro d’esser libero invece di venir tirato fuori dal giardino per godersi anche il resto della vita fuori dagli stessi soliti odori, ma sempre insieme al “fido” a due zampe, rasserenato dalla certezza che il suo “bravo cane” non lo “trascini”... nella corrente del fiume in piena delle pulsioni da -lupo travestito-. Insomma ognuno la libertà deve concederla all’altro rispettando delle regole. Ma sta ad un padrone “sensibile”, visto il suo ruolo di animale “darwinianamente superiore”, di stabilire con sensibilità i canoni di del vivere insieme. Non si può certo pretendere di pensare che si possa lasciare al cane una morale autonoma, fuori dalle mura o dal giardino della propria casa... (ed anche dentro invero...). Come non la lasceremmo ad un bambino piccolo. E queste regole che segnano una morale eteronoma, che venga da fuori cioè, da un papà come da un padrone, se nel primo caso sono il frutto della pazienza di innumerevoli comportamenti di protezione che mettano dei paletti nelle fonda-

mentali quanto pericolose esplorazioni dei bimbi, nel secondo caso sono la stessa identica cosa, seppure, perché risulti comprensibile, con l’opportuna “rivisitazione canina” degli scambi semiotici (sguardi, suoni ,gesti) da adottare. E così siedi, vieni, fermo, no e bravo, hanno la stessa identica valenza educativa, non certo di privazione della libertà... Ecco come addestrare, ed addestrarsi alla libertà... L’ENCI, per il quale il concetto di benessere animale è sempre stato parte integrante del proprio scopo sociale, oggi abbraccia anche attraverso questa iniziativa, l’apertura a perseguire questo obiettivo verso il mondo dei cani nella sua interezza. E lo fa attraverso il supporto tecnico, teorico e pratico che giunge dai suoi uomini, che prestano la propria opera, frutto anche della formazione ricevuta in seno alle poliedriche attività dell’ENCI, per restituire a dei cani di “razza pura”, tanto quanto “di pura razza meticcia”, la libertà. Quella vera, non quella cioè disegnata dal facile coinvolgimento emotivo che li vorrebbe (giustamente) subito fuori da una gabbia di un canile, ma quella più grande, di poter coesistere in una società che se li ha rifiutati un tempo, ora si educa a riaccoglierli col cuore e con la testa… Giovanni Giacobbe

22/11/2011 16:09:46


Campionato sociale Club Amatori Pastori Belgi

Azzurri sul podio Record di presenze con 34 “atleti”. Si terrà a Roma il mondiale 2012

Trentaquattro pastori E’ sempre emoziobelga malinois riuniti nante assistere ad un per gareggiare non si campionato di razza: vedevano da qualche ancora una volta il anno, eppure è quello Malinois ha dimostrato che è successo presso il le sue indiscusse quacampo sportivo di lità atletiche e le potenTrivignano Udinese il zialità dell’intesa che 15 e il 16 ottobre: il instaura con il suo concampionato sociale duttore. La massima CAPB 2011 ha riscosso espressione di tale inun grande successo, e i tesa si è rispecchiata partecipanti sono acnei binomi presenti sul corsi numerosi e compodio di questo campetitivi. L’atmosfera pionato, che ha visto al crepitava di aspettaterzo posto Gabriele tive: tutti gli iscritti Cruciani con Didi Balla hanno gareggiato in coi Lupi, al secondo IPO tre, fatta eccezione posto Marco Cucco per Gabriele Nordio con Menphis della con Erk Vom Hause Valle Incantata, e al Ripp che ha affrontato primo posto Massimo la IPO uno, e il pen- Il podio: al terzo posto Gabriele Cruciani con Didi Balla coi Lupi, al secondo posto Floris con ET der siero di molti andava a Marco Cucco con Menphis della Valle Incantata, e al primo posto Massimo Floris con Sonne Entgegen. I tre questa prova in quanto ET der Sonne Entgegen. binomi, selezionati dal prima selezione per il Cavalier Bruno campionato mondiale F.M.B.B. del 2012, si sono svolte le prove di obbedienza e di- Piccinelli per i mondiali FCI di quest’anno, che finalmente si terrà a Roma. fesa, giudicate rispettivamente da d’altra parte si erano già fatti onore in Il venerdì mattina sono iniziate le prove Clemente Grosso e Hari Arcon. I figuranti Germania, e anche in questo campionato campo e come di consueto la sera si è te- della sezione C sono stati Onofrio Triglia dimostrano l’obiettività del selezionatore. nuto il sorteggio poco prima di una bella per la prima fase e Nicola Vitale per la se- Non meno d’effetto sono i risultati della cena conviviale. Le prove sarebbero ini- conda. miglior pista, conseguita da Leandro ziate il giorno successivo: sabato mattina Giorgini con Pinkfloid della Valle Incantata, fase A, dal primo pomeriggio, e di seguito, della miglior obbedienza, conseguita da durante la domenica, fasi B e C. Massimo Tamai con Babajaga de la L’inverno è arrivato proprio quel sabato Maschera Di Ferro a parimerito con mattina, salutando i primi concorrenti con Massimiliano Trogu con Nelson della Valle un’aria gelida intorno ai quattro gradi. Le Incantata (anche lui membro della piste, giudicate da Egidio Budelli, sono squadra nazionale), nonché del migliore state tracciate sull’erba: i terreni erano attacco, conseguito ancora da Massimo omogenei tra di loro ma non privi di Floris con ET der Sonne Entgegen. La verqualche difficoltà, data dalla selvaggina satilità e la generosità di questi cani non nascosta tra i radi cespugli piuttosto che finisce di stupire, e la costanza dei risultati dalla varietà della tipologia delle piante. degli atleti fa pensare che il percorso sia Nel primo pomeriggio ci siamo ritrovati quello di un lavoro di squadra che l’Italia presso il campo sportivo, dove si sarebbero sta portando avanti con successo. tenute le altre fasi. Sotto un bel sole caldo, Rossana Giada Giordano che ci ha accompagnato fino a domenica,

36

INC articoli dic11.indd 36

21/11/2011 17:23:11


XXXV ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA

BIELLA

PADIGLIONI BIELLA FIERE Str. Trossi – GAGLIANICO (BI)

CAC

12 febbraio 2012

GRUPPO CINOFILO BIELLESE

Via Bengasi, 5 - 13900 BIELLA - Tel. 01520877 - Fax 0158491729

AL MIGLIOR TERRANOVA VERRA’ ASSEGNATO IL CHALLANGE ANGELA CIPOLLA AL MIGLIOR COCKER SPANIEL INGLESE VERRA’ ASSEGNATO IL CHALLANGE FRANCA SIMONDETTI AL MIGLIOR BORDER COLLIE VERRA’ ASSEGNATO IL CHALLANGE NICOLA NICOLETTI Adinolfi Enrico 1° gruppo: bobtail, cane da pastore bergamasco, schapendoes 2° gruppo: bulldog, shar pei, tosa, cane di san bernardo a pelo corto, cane di san bernardo a pelo lungo 6° gruppo: billy, black and tan coonhound, foxhound, foxhound americano, francais blanc e noir, francais blanc e orange, francais tricolore, grand anglo francais blanc et noir, grand anglo francais blanc et orange, grand anglo francais tricolore, grand bleu de gascogne, grand gascogne saintongeois, grand griffon vendeen, otterhound, poitevin, briquet griffon vendeen, chien d’artois, dunker, gonczy polski, griffon fauve de bretagne, griffon nivernais, haldenstovare, hamilton stovare, harrier, hyghenhund, petit bleu de gascogne, petit gascon saintongeois, porcelaine, sabueso espagnol, schiller stovare, segugi svizzeri del bernese, segugi svizzeri del giura, segugi svizzeri del lucernese, segugi svizzeri svizzero, segugio austriaco nero focato, segugio della bosnia a pelo duro, segugio della stiria a pelo ruvido, segugio della transilvania, segugio dell’istria a pelo duro, segugio dell’istria a pelo raso, segugio ellenico, segugio finlandese, segugio polacco, segugio serbo, segugio tirolese, segugio tricolore jugoslavo, segugio yugoslavo da montagna, slovensky kopov, smaalandsstovare, basset d’artois, bassethound, bassett fauve de bretagne, drever, piccolo segugio della svizzera del bernese a pelo duro, piccolo segugio della svizzera del bernese a pelo liscio, piccolo segugio della svizzera del giura, piccolo segugio della svizzera del lucernese, piccolo segugio della svizzera svizzero, segugio della westfalia, segugio tedesco, alpenlaendische dachsbracke, hannoverischer schweisshund, segugio dell’appennino a pelo forte, segugio dell’appennino a pelo raso, segugio maremmano a pelo forte, segugio maremmano a pelo raso Alessandri Alfredo 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, pinscher austriaco a pelo corto, riesenschnauzer nero, riesenschnauzer pepe sale, smoushound olandese, zwergpinscher, zwergschnauzer bianco, zwergschnauzer nero, zwergschnauzer nero argento, zwergschnauzer pepe sale, broholmer, cane corso, cimarron uruguayo, ciobanesc romanesc de bucovina, dogo argentino, dogo canario, perro dogo mallorquin, rottweiler, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore dell’asia centrale, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela a pelo corto, cane da sierra di estrela a pelo lungo, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, landseer, rafeiro do alentejo, tornjak, cao fila de sao miguel, bovaro dell’appenzell, grande bovaro svizzero 9° gruppo: piccolo cane leone, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog Asnaghi Ferdinando 8° gruppo: labrador retriever (ms): femmine di tutte le classi Barbati Abele 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo corto, bassotti tedeschi kaninchen a pelo duro, bassotti tedeschi kaninchen a pelo lungo 7° gruppo: bracco d’ariege, bracco d’auvergne, bracco del bourbonnais, bracco di burgos, bracco francese tipo gascogne, bracco francese tipo pirenei, bracco portoghese, bracco saint germain, bracco slovacco a pelo duro, bracco ungherese a pelo corto, bracco ungherese a pelo duro, cane da ferma tedesco a pelo ruvido, gammel dansk honsenhund, pudel pointer, cane da ferma tedesco a pelo lungo, epagneul blue de picardie, epagneul breton altri colori, epagneul breton bianco arancio, epagneul de pont au de mer, epagneul francais, epagneul olandese di drent, epagneul picard, grande muensterlander, piccolo muensterlander, stabyhound, cane da ferma boemo a pelo ruvido, griffone a pelo duro (korthals) Bellan Sonia 1° gruppo: cane da lupo saarloos, cane da pastore australiano kelpie, cane da pastore belga groenendael, cane da pastore belga lakenois, cane da pastore belga malinois, cane da pastore belga tervueren, cane da pastore catalano a pelo corto, cane da pastore catalano a pelo lungo, cane da pastore croato, cane da pastore della russia meridionale, cane da pastore di picardia, cane da pastore di tatra, cane da pastore mallorquin a pelo corto, cane da pastore mallorquin a pelo lungo, cane da pastore olandese a pelo corto, cane da pastore olandese a pelo lungo, cane da pastore olandese a pelo ruvido, cane da pastore polacco di vallee, cane da pastore scozzese a pelo corto, cane da pastore scozzese a pelo lungo, cao da sierra de aires, komondor, kuvasz, mudi, puli altri colori, puli bianco, pumi, romanian carpathian sheperd dog, romanian mioritic sheperd dog, schipperkee da 3 a 5 kg., schipperkee da 5 a 8 kg, slovensky cuvac, welsh corgi pembroke, welsh corgie cardigan, australian cattledog, australian stumpy tail cattle dog, bovaro delle ardenne, bovaro delle fiandre 2° gruppo: cane da pastore di ciarplanina 5° gruppo: cirneco dell’etna 8° gruppo: curly-coated retriever, nova scotia duck tolling retriever 9° gruppo: chihuahua a pelo corto, chihuahua a pelo lungo Bocca Adriana 2° gruppo: mastiff, hovawart, leonberger, tibetan mastiff, bovaro del bernese, bovaro dell’entlebuch 9° gruppo: king charles spaniel black and tan, king charles spaniel blenheim, king charles spaniel ruby, king charles spaniel tricolore Cegledi Attila (H) 8° gruppo: cocker spaniel inglese altri colori, cocker spaniel inglese nero, cocker spaniel inglese rosso Corna Luigi 2° gruppo: boxer fulvo, boxer tigrato Corradetti Silvio 7° gruppo: bracco italiano bianco arancio, bracco italiano roano marrone, weimaraner a pelo corto, weimaraner a pelo lungo, spinone italiano bianco arancio, spinone italiano roano marrone, setter gordon, setter inglese, setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco 8° gruppo: lagotto romagnolo Di Matteo Domenico 8° gruppo: labrador retriever + bob (ms): maschi di tutte le classi, cocker americano altri colori, cocker americano nero, cocker americano particolor, springer spaniel inglese 9° gruppo: maltese, cavalier king charles spaniel black and tan, cavalier king charles spaniel blenheim, cavalier king charles spaniel ruby, cavalier king charles spaniel tricolore Franzetti Milena 2° gruppo: alano arlecchino, alano blu, alano fulvo, alano nero, alano tigrato Gatti Franco 5° gruppo: alaskan malamute, groenlandese, samoiedo, siberian husky, cane da orso della carelia, jamthund, laika della siberia occidentale, laika della siberia orientale, laika russo-europeo, norbottenspets, norsk elghund grigio, norsk elghund nero, norsk lundehund, spitz finnico, iceland dogcane da pastore di islanda, lapinkoira, lapinporokoira - pastore finlandese della lapponia, norsk buhund, svensk lapphund, vastgotsaaspets, spitz tedeschi grande bianco, spitz tedeschi grande nero o marrone, spitz tedeschi medio arancio, grigio o altri colori, spitz tedeschi medio bianco, spitz tedeschi medio nero o marrone, spitz tedeschi nano di tutti i colori, spitz tedeschi piccolo arancio, grigio o altri colori, spitz tedeschi piccolo bianco, spitz tedeschi piccolo nero o marrone, spitz tedeschi wolfspitz, volpino italiano, akita, akita americano, chow-chow blu, chow-chow nero, chow-chow rosso, eurasier, hokkaido, kai, kishu, korea jindo dog, shiba, shikoku, spitz giapponese, thai bangkaew dog, basenji, canaan dog, perro sin pelo del peru’ grande, perro sin pelo del peru’ medio, perro sin pelo del peru’ piccolo, pharaon hound, xoloitzcuintle miniatura, xoloitzcuintle standard, podenco canario, podenco ibicenco a pelo corto, podenco ibicenco a pelo duro, podengo portugues a pelo duro grande, podengo portugues a pelo duro medio, podengo portugues a pelo duro piccolo, podengo portugues a pelo liscio grande, podengo portugues a pelo liscio medio, podengo portugues a pelo liscio piccolo, taiwan dog, thai ridgeback dog 9° gruppo: barboni grande mole albicocca, barboni grande mole bianco, barboni grande mole grigio, barboni grande mole marrone, barboni grande mole nero, barboni grande mole rosso fulvo, barboni media mole albicocca, barboni media mole bianco, barboni media mole grigio, barboni media mole marrone, barboni media mole nero, barboni media mole rosso fulvo, barboni miniatura toy albicocca, barboni miniatura toy bianco, barboni miniatura toy grigio, barboni miniatura toy marrone, barboni miniatura toy nero, barboni nano albicocca, barboni nano bianco, barboni nano grigio, barboni nano marrone, barboni nano nero, barboni nano rosso fulvo, barboni rosso fulvo, barboni toy, barboni toy rosso fulvo, shih tzu Giuliano Lorenzo 2° gruppo: terranova bianco con macchie nere, terranova marrone, terranova nero Ivaldi Michele 7° gruppo: pointer inglese Kadike Skadina Rita (LV) 3° gruppo: airedale terrier, bedlington terrier, border terrier, deutscher jagdterrier, irish glen of imaal terrier, irish soft-coated wheaten terrier, irish terrier, kerry blue terrier, lakeland terrier, manchester terrier, parson russell terrier, terrier brazileiro, welsh terrier, australian terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, jack russell terrier, norfolk terrier, norwich terrier, scottish terrier, sealyham terrier, skye terrier, terrier boemo, terrier giapponese, bull terrier inglese miniatura, bull terrier inglese taglia normale, staffordshire bull terrier, australian silky terrier, english toy terrier black and tan, yorkshire terrier Lombardi Claudio 6° gruppo: segugio italiano a pelo raso Marino Pietro 1° gruppo: cane da pastore maremmano abruzzese 2° gruppo: pinscher, schnauzer medio nero, schnauzer medio pepe sale, mastino napoletano 3° gruppo: fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, west highland white terrier, american staffordshire terrier 8° gruppo: golden retriever Medard Ringuet Jacques (F) 1° gruppo: australian shepherd, cane da lupo cecoslovacco, cane da pastore dei pirenei, cane da pastore dei pirenei a faccia rasa, cane da pastore di beauce arlecchino, cane da pastore di beauce nero focato, cane da pastore di brie fulvo grigio, cane da pastore di brie nero ardesia, cane da pastore scozzese shetland, pastore svizzero bianco 2° gruppo: dogue de bordeaux, cane da montagna dei pirenei, mastino dei pirenei Mentasti Gianercole 1° gruppo: pastore tedesco a pelo corto, pastore tedesco a pelo lungo 6° gruppo: ariegeois, segugio posavatz, beagle, rhodesian ridgeback 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, kromforhlander, boston terrier, bouledogue francese bianco e bringee (caille), bouledogue francese bringee, carlino fulvo con maschera nera, carlino nero, lhasa apso, tibetan spaniel, tibetan terrier, chin, pechinese, epagneul nano continentale papillon, epagneul nano continentale papillon da 1,5 a 2, 5 kg, epagneul nano continentale papillon da 2,5 a 4,5 kg, epagneul nano continentale phalene, epagneul nano continentale phalene da 1,5 a 2,5 kg, epagneul nano continentale phalene da 2,5 a 4,5 kg, russian toy Migliaccio Luigi 4° gruppo: bassotti tedeschi standard a pelo corto, bassotti tedeschi standard a pelo duro, bassotti tedeschi standard a pelo lungo 6° gruppo: bloodhound chien de saint-ubert, anglo francais de petite venerie, beagle harrier, griffon bleu de gascogne, segugio italiano a pelo forte, basset blue de gascogne, bassett artesian normand, grand basset griffon vendeen, petit basset griffon vendeen, bayerischer gebirgsschweisshund, dalmata Mosca Tenna Giovanni 2° gruppo: dobermann marrone focato, dobermann nero focato, bullmastiff, fila brasileiro, cane da pastore del caucaso, mastino spagnolo Nerilli Luigi 4° gruppo: bassotti tedeschi nano a pelo corto, bassotti tedeschi nano a pelo duro, bassotti tedeschi nano a pelo lungo 7° gruppo: cane da ferma tedesco a pelo corto, cane da ferma tedesco a pelo duro 8° gruppo: chesapeake bay retriever, flat coated retriever, clumber spaniel, field spaniel, kooikerhondje, spaniel tedesco, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, cao de agua pelo a boccoli, cao de agua pelo ondulato, irish water spaniel, perro de agua espanol, spaniel olandese Rivolta Silvio 1° gruppo: bearded collie, border collie (ms): maschi e femmine di tutte le classi 2° gruppo: terrier nero russo 10° gruppo: barzoi, levriero afgano, saluki, deerhound, irish wolfhound, azawakh, galgo espanol, greyhound, levriero polacco, magyar agar, piccolo levriero italiano, sloughi, whippet

INC articoli dic11.indd 37

RAGGRUPPAMENTI 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri 3 - Terrier 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua 7 - Cani da compagnia 8 - Levrieri Coppie Gruppi di Allevamento Raggruppamento Razze Italiane Miglior Giovane Miglior Veterano Best in Show

Medard Ringuet Jacques (F) Alessandri Alfredo Mentasti Gianercole Mentasti Gianercole Gatti Franco Adinolfi Enrico Mentasti Gianercole Rivolta Silvio Bellan Sonia Rivolta Silvio Adinolfi Enrico Mentasti Gianercole Bocca Adriana Kadike Skadina Rita (LV)

ISCRIZIONI

1° chiusura 21/1/2012 - 2° chiusura 2/2/2012 con maggiorazione del 30% Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bollettino postale C/C n° 85371136 o assegno bancario intestato al Gruppo Cinofilo Biellese via Bengasi, 5 - 13900 Biella. ON LINE: www.miglioredirazzareport.it Le iscrizioni non accompagnate da relativo importo saranno cestinate.

21/11/2011 17:23:12


Lo Spinone è sempre moderno E’ una razza che può essere definita work-in-progress. Dalle figure enciclopediche del Ceresoli, del Brianzi e del Caraffini agli scorci fuciniani di Moro Lo spinone è nella storia profonda della caccia italiana. Cane antico, nel passato remoto soggetto/oggetto di meticciamenti ad uso pratico venatorio non per propria colpa intrinseca ma per errori e precarie condizioni di allevamento da parte dell’uomo. Cane moderno, attuale, che sa calcare con brillantezza il ring quanto con efficacia il terreno di caccia e di prove. Cane italiano, che con le proprie doti e il proprio carattere ha conquistato tanti cinofili in ogni parte del mondo, soprattutto in Inghilterra e negli USA, seminando positivamente in diversi Paesi centro-europei fino a raggiungere Russia e Finlandia. Cane condensato di cultura attentamente curato dal Club Italiano Spinoni, impegnato per la promozione, la salvaguardia e il miglioramento della razza con l’obiettivo sempre in itinere dello lo spinone bello e bravo. I risultati del lavoro del club e dei singoli spinonisti sono facilmente osservabili, giacché, ed è un fatto, che l’allevamento

odierno produce cani nei quali la soma è in simbiosi con l’animus venandi. Soggetti asciutti, di buona costruzione, dal movimento elastico, piacevoli da guardare sul terreno di caccia, molto adatti alle esigenze pratiche del “cacciatore-cinofilo medio”, per il quale la veste dell’ausiliare è in molti casi quella del generico “specialista”, cioè del cane adattabile a tutti gli ambienti, dal medicaio al forteto. Com’è appunto lo spinone. Un punto molto importante della condizione attuale della razza, per quanto riguarda il lavoro, è dato dall’aver tecnicamente e culturalmente vista superata l’icona dello spinone che va al trotto sempre e comunque, condividendo l’opportunità del tutto logica di concedere (se non addirittura preferire) una fase di galoppo quando e dove serve, per attraversare un tratto di terreno di limitato interesse per la caccia o per qualsivoglia motivo che in quel determinato momento si configuri coerente o produttivo per con-

cretizzare l’azione venatoria. Tale adeguamento colloca lo spinone fra le razze più idonee a calcare gran parte dei terreni italiani, spesso caratterizzati dalla piccola proprietà agricola con stretta alternanza di colture cerealicole, erbacee e frutticole, quindi con spazi che mal si prestano a grandi azioni cinofile. Terreni sui quali è necessario bordeggiare i fossi, curare gli angoli di sporco e incolto, esplorare con metodo i campi di medica e di stoppia, dedicarsi con caparbietà a rivoltare come calzini i falaschi, i canneti e gli spinai delle sponde dei canali e delle golene dei fiumi. Terreni sui quali è necessario di volta in volta accelerare, frenare e giocare di frizione, a seconda del momento. Sono i terreni prevalenti, soprattutto in pianura, della caccia italiana sui quali, volenti o nolenti, le razze che esprimono grande raggio d’azione, risultano spesso, come dire, “sacrificate”. Cosicché il messaggio del work-in-progress, lanciato al Criterium internazionale

38

INC articoli dic11.indd 38

21/11/2011 17:23:16


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

svoltosi nell’aprile scorso a Castrocaro Terme, in provincia di Forlì/Cesena, ha per soggetto uno spinone che “più passano gli anni e più diventa giovane”. Più giovane nonostante gli anni, perché forte delle sue origini antichissime e fatto tesoro, in un certo senso, dei trascorsi momenti di appannamento, lo spinone ha potuto e saputo rinnovarsi adattandosi alle evoluzioni della pratica venatoria, alle cambiate situazioni della selvaggina e alle mutate condizioni ambientali, grazie al lavoro degli appassionati che lo hanno amato e costantemente selezionato per la caccia cercando una mediazione fra le realtà trascorse, ma non cancellate, e le realtà della caccia che progressivamente cambia. Il prodotto di tale mediazione è uno spinone odierno, attuale, proiettato nel domani, che ottimizza il suo rendimento su qualunque ambiente, mantenendosi in sintonia con l’evoluzione della caccia e con gli adeguamenti pratici che tale evoluzione comporta. Un prodotto-spinone che da icona del cane da caccia “da bosco e da riviera”, recepisce e metabolizza le nuove esigenze, esprimendo come risposta caratteristiche di versatilità che gli consentono di affrontare compiutamente le nuove condizioni ambientali e venatorie. Non lasciandosi tuttavia dietro, importante tenerlo in evidenza, ulteriore valore aggiunto, il lato estetico della funzione, cioè il tipo e lo stile, che sono gli elementi che diversificano e distinguono ciascuna razza da tutte le altre. Uno spinone che oggi, a

differenza dei vecchi profili, alterna tempi di trotto e di galoppo, mantenendo, ripetiamo, le sue caratteristiche espressive sia quando è al trotto per esplorare terreni coperti e frastagliati e sia quando si concede al galoppo per coprire gli spazi aperti, senza mai porre in second’ordine la finalità del carniere. Non ultimo, effetto conseguente a quanto appena detto, finalità del carniere compresa, anche l’interrogazione olfattiva ha seguito di pari passo i ritocchi funzionali. Le cacce miste sui terreni italiani fatti di piccole proprietà e di coltivazioni e ambienti contigui disparati, richiedono un’esplorazione versatile di gambe collegata ad un’esplorazione attenta di naso. Anche sotto quest’ultimo aspetto lo spinone odierno si è, come dire, adeguato, esibendo un’aumentata potenza olfattiva che, oltre a sfruttare maggiormente le occasioni di incontro, porta beneficio all’eleganza dell’azione attraverso le filate e il portamento di testa espressivi. Bello e bravo il cane, e bravo il club per il grande lavoro. Lavoro da un lato difficile per l’enorme impegno che richiede, e spontaneo dall’altro lato per la sincera passione che lo muove. Il tutto perché la razza rimanga sempre coerente con le esigenze concrete della caccia di oggi, diversa da quella di ieri e probabilmente diversa da quella di domani, in una sintesi dinamica dello spinone, diverso da quello di ieri che prelude allo spinone di domani. Roberto Aguzzoni

Particolare della testa di Bosco dell’Adige

Spinone in tipico atteggiamento di ferma. Si nota la tensione del soggetto a contatto olfattivo con il selvatico. Nelle varie fasi di lavoro, la coda dello spinone “parla” a seconda della tensione del momento.

39

INC articoli dic11.indd 39

21/11/2011 17:23:20


La prova su selvaggina nell’Appennino reggiano

Setter a Canossa Tanti selvatici in ottimi terreni nella terra di Matilde

1° ECC Alien di Veronese

Sabato 10 settembre 2011 si è svolta una prova nazionale di caccia su selvaggina per soli setter in zona riconosciuta idonea per le certificazioni necessarie alla proclamazione di Campione Italiano di lavoro. E’ il secondo anno che in questa meravigliosa zona dell’Appennino Reggiano che ospita la prestigiosa Azienda Faunistico Venatoria di Canossa, che si svolge questa importante prova di selezione organizzata dalla Delegazione SIS di Reggio Emilia. L’Azienda di Canossa è nota per la presenza di qualificata selvaggina, per l’ospitalità dei Concessionari, Vasco Mazzieri, Enzo Bartoli e Iames Benelli e soprattutto per le condizioni complessive che ne fanno a pieno titolo un affermato luogo di eccellenza cinofila. Terreni molto validi, leggermente ondulati e con giusta vegetazione che danno spazio all’esplorazione metodica di quei setter

che sono ben preparati ed hanno i giusti mezzi per adattarsi ad ogni ambiente che sono poi i capisaldi del cane ben dotato venatoriamente quali metodo e modo di svolgere la cerca, avidità, continuità, fondo, equilibrio e potenza olfattiva. Selvaggina di prim’ordine: numerosi fagiani,branchi di starne, di pernici rosse, lepri ed anche caprioli che ormai occupano sempre più spazio nell’Appennino. Tutti i setter hanno avuto la possibilità dell’incontro. Ma in condizioni come queste, particolarmente favorevoli in base alla giusta distribuzione ed alla quantità di selvaggina, il setter che è veramente capace e di validi mezzi, non può ridurre la tensione dopo la prima ferma oppure distrarsi in quanto, come del resto anche qui capitato, può rischiare l’eliminazione per errori sul secondo incontro. Tutte queste situazioni costituiscono il banco di prova per capire quali sono veramente i migliori che poi sono quelli che, oltre al resto, sanno affrontare le difficoltà. Com’è noto, il setter inglese è il cane maggiormente utilizzato dai cacciatori ed è quello che sa cacciare in tutti gli ambienti

Classifiche e qualifiche I° Batteria Giuria sig. Crudeli Maurizio 1° ECC. ALIEN st Prop. e Cond. Veronese Roberto 2° MB. EDGAR di Torre Gabri st. Prop. Accialini Cond. Costoli Antonio 3° MB. DORA della Pania st. Prop. Faraboschi Cond. Rossi Carlo II° Batteria Giuria sig. Gardini Marcello 1° ECC. VARASCHINI’S VASCO st. Prop. e Cond. Gilioli Gianni 2° MB. BOSS di Torre Gabri st. Prop. e Cond. Lugari Mario III° Batteria Giuria sig. Fabbricotti Giuseppe 1° ECC. IRAK della Bassa Reggiana st. Prop. e Cond. Sorbelli Agostino 2° ECC. DYLAN del Frangio st. Prop. e Cond. Lusetti Paolo

1°ECC Varaschini’s Vasco di Gilioli

adattandosi prontamente anche e soprattutto in considerazione del suo galoppo che non deve essere impetuoso e di riflesso è abbinato all’apparato psico-olfattivo più ragionatore e pronto a sfruttare ogni circostanza ed effluvio. Alle relazioni, oltre alle note tecniche, ringraziamenti a tutti gli attori della manifestazione. Alla Giuria composta dai Giudici Maurizio Crudeli, Marcello Gardini, Giuseppe Fabbricotti, all’invitato ed ospite Guglielmo Zanetti, ai Concessionari della Canossa, al suo Direttore Giorgio Cavicchi, alle Guardie, al Gruppo Cinofilo Reggiano, agli Agricoltori, al Dott. Parisoli, Poncemi, Albenghi, al socio collaboratore e Consigliere Gianni Gilioli, ai Concorrenti non soci e soci delle Delegazioni di Reggio Emilia, Modena, Piacenza, Palladio, Cremona, Perugia e ad altre. Si è conclusa questa bella giornata di cinofilia che è trascorsa con serenità e tanta sportività grazie ai concorrenti e a tutti coloro che hanno collaborato a questo splendido risultato. Valerio Antimo

40

INC articoli dic11.indd 40

21/11/2011 17:23:20


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Confronto tra campioni nelle prove nel cuneese

Una“settimana”di successi Assegnati prestigiosi trofei. Ottimo il lavoro di organizzatori e giuria CL ASSIFICHE TROFEO “G. SO CLASSIFICA RALARO” 1° BOKI, E.B., ZZE CONTINENTALI 2° CARBURO, GUIDI ANTONIO, TURCI ADRI ANO B.I., AGOSTINI ADRIANO MAURIZIO, TU RCI TROFEO “BRA ACCEGLIO - CL VO E BELLO” COMUN 1° RONA, KR, ASSIFICA CONTINENTALI E DI 2° CARBURO, PACATO SIMONA, TROYSI GINO B.I., AGOSTINI ADRIANO MAURIZIO, TU RCI TROFEO “F. DE CLASSIFICA RALFINO” 1° BOBO, ST ZZE INGLESI , BARZAGHI VI GIULIANO TTORIO, FERR ARI 2° CAMOGLI EN MAURIZIO, CARN SIS BANDITO, ST, STAL ATILE TROFEO “BRA EVALE LUCA ACCEGLIO - CL VO E BELLO” COMUN E AS SIFICA INGLES DI 1° ALEX DEL I LILLAZ FRANCOMARTINETTO, PT, LILLAZ FR AN CO, 2° PIANIGIANI ’S WION, ST, PI PIANIGIANI STEF ANIGIANI STEF ANO, ANO

Premiazioni razze continentali

Si è svolta ad Acceglio, grazioso paese in alta Valle Maira, la 16ª edizione della “Settimana Cinofila Cuneese” con le prove internazionali per cani da ferma Continentali e Inglesi. L’idea della “Settimana Cinofila” nasce nel 1997 dalla collaborazione tra i Gruppi Cinofili Cuneese e Monregalese, per ricordare due grandi Cinofili della “Provincia Granda”: il Prof. Giuseppe Solaro già presidente dell’ENCI, ed estensore degli standard morfologici di molte razze canine, e il Col. Felice Delfino autore del libro “L’addestramento del cane da ferma” testo ancora oggi base d’insegnamento per molti allevatori. Le prove si sono svolte nelle zone ormai conosciute e apprezzate dai concorrenti che da anni partecipano numerosi a queste giornate di gara, su terreni molto selettivi, con starne valide e cani molto ben preparati e condotti, il tutto con lo scenario dello splendido panorama delle montagne alpine. Dal punto di vista organizzativo sono stati otto giorni vissuti intensamente, con le prove libere il mattino, le oaks il pomeriggio, e alla sera prima di cena le premiazioni con la consegna dei diplomi ai vincitori e poi ancora la preparazione delle gare del giorno dopo. Un ritmo intenso che lo

Premiazioni razze inglesi

staff del Presidente Nello Streri, coordinato da Pino Summa, Giovanna Bella e Tiziana Falcetti, ha ben gestito grazie anche al controllo del delegato ENCI Bruno Bella e alla disponibilità dei giudici: Anne Brigitte De Lavallaz, Dusko Sormaz, Dragan Mitrovic, Vito Mrden, Florindo Aquino, Enrico Bixio,

Silvio Corradetti, Gianluigi Di Vito, Tullio Moretti, Pietro Giuseppe Pignataro, e Danilo Sassarini. In palio oltre ai Trofei “G. Solaro” e “F. Delfino” anche il “Bravo e Bello” offerto dal Comune di Acceglio. Gruppo Cinofilo Cuneese

41

INC articoli dic11.indd 41

21/11/2011 17:23:23


Le grandi doti del poco conosciuto Gascon Saintongeois

Un segugio e due razze La sua selezione pare un avvincente romanzo. Nel suo sangue anche il Saintongeois da tempo estinto. Autentico cacciatore di lupi

Quando vogliamo parlare del Gascon Saintongeois, cane ottenuto dall’incrocio delle due razze primitive, non possiamo non tenere conto delle variazioni di alcuni dettagli tra la vecchia descrizione del Saint­ ongeois e gli standard del Gascon e del Gascon Saintongeois, perlomeno per quanto riguarda alcune caratteristiche proprie di ciascuna razza che ha contribuito a costruire, poi, il Gascon Saintongeois moderno. Riguardo l’aspetto generale, sappiamo che il Saintongeois, ora completamente estinto, era molto alto, elegante ed estremamente nobile e con alcune “somiglianze” con il levriero. Il Gascon è anche esso un cane di aspetto nobile e maestoso ma piuttosto massiccio e non costruito come il Santonge che, per l’appunto, aveva tendenze quasi graioidi. Il Gascon-Saintongeois secondo lo standard deve ricordare nel suo aspetto generale le due grandi razze che l’hanno prodotto. Come sempre, in teoria, tutto ciò potrebbe andare bene ma poi in concreto non si riesce a rendere l’idea della reale immagine e dell’aspetto generale del prodotto derivato dalla selezione proveniente dall’incrocio delle due razze. Per quanto riguarda il cranio, la differenza era molto marcata tra il Saintongeois ed il Gascon.

Infatti il primo aveva una testa leggera, ossuta, cesellata. Il secondo invece ha una testa piuttosto massiccia, qualche volta anche un po’ pesante. Ora il Gascon-Saintongeois deve avere una testa asciutta, allungata e con un cranio di forma ogivale. Molto vicina a quella del cane di Santonge. Il tartufo del Saintongeois era un po’ all’insù, quasi i suoi assi cranio-facciali fossero convergenti! Il Gascon invece ha il muso montonino.

Le orecchie del Saintongeois erano di mezza lunghezza mentre quelle del Gascon e del Gascon Saintongeois sono lunghe e devono arrivare fino alla punta del muso. Il collo del Saintongeois era lungo, leggero e senza giogaia. Il collo del Gascon e del Gascon Saintongeois è di lunghezza media. Il primo deve sempre avere la giogaia, mentre tale caratteristica deve essere meno evidente nel Gascon Saintongeois. Il Saintongeois aveva il petto molto profondo ma stretto ed i fianchi rientranti. Il Gascon ha un petto molto sviluppato in tutti i sensi, alto, largo e profondo con dei fianchi piatti. Tutto all’opposto ovviamente dei fianchi rientranti del Saintongeois. Attualmente, analizzando lo standard, ci accorgiamo che, nell’insieme, il Gascon Saintongeois si avvicina più al Gascon che al Saintongeois. Intorno al 1820 MM. Hennessy aveva rinsanguato con l’apporto del Fox-Hound i cani di Saint-Légier. Ma il vero selezionatore è Carayon-Latour che possedeva dei cani Saintongeois-Saint Légier e che si associò nel 1846 al Barone De Ruble che era proprietario di una splendida muta di Gascons. Carayon-Latour realizzò la ritempra dei Saint-Légier dunque con l’aiuto dei Bleus

42

INC articoli dic11.indd 42

21/11/2011 17:23:24


i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

de Gascogne selezionati tra quelli che si avvicinavano di più al tipo Saintongeois, visto che il suo scopo era di vivacizzare e di ricostruire la razza di Saint-Légier. Possiamo precisare che Carayon Latour utlizzò, per fissare il Gascon Saintongeois anche l’apporto di sangue di Bleus di un tipo speciale presenti in quell’epoca e che erano chiamati Chiens de Bordeaux. Lecouteulx ci dice “Questi cani che potevamo chiamare come cani di Saintonge perfezionati hanno molta assomiglianza con i loro antenati Saint-Légier. Sono molto alti e presentano un aspetto ed una nobiltà singolari. E’ evidente che sono cani di alto lignaggio. Forti e leggeri nello stesso tempo, sono forse un po’ lunghi”. In conclusione, come asserivano i Castets, “il Saintongeois aveva molto ardore e metteva tutta la sua passione nell’arte di cacciare. Aveva una grande cuore”. “L’incrocio con il cane de Ruble non ha toccato questo cuore ammirevole ma l’ha messo in una cassa dove si trova più a suo agio, in una macchina che gli permette di soddisfare tutti i suoi ardori. Il Gascon Saintongeois è un cane veloce, molto veloce, anche per un cane francese e forse non è inferiore a molti batards. Se la sua andatura è un po’ meno rapida, è certo che prende la sua preda spesso anche più velocemente degli Anglo-Français grazie al suo fiuto”. Come nota di colore faccio notare che a quei tempi Carayon Latour non ha esitato a raccogliere numerose sfide con i suoi famosi e rinomati Gascon-Saintoingeois. Molti veneurs, a quei tempi, infatti ritenevano che se i suoi cani riuscivano a prendere i caprioli era dovuto al fatto che cacciare in quella regione non era così difficile come da altre parti. Ebbene Carayon Latour andò dal Marchese de Dampierre a Pons dove ha inseguì e prese due caprioli. Con i suoi Gascon-Saintoingeois si recò fino nella foresta di Loches dove forzò tre dei cinque caprioli attaccati. Il Marchese di Lur- Saluces rimarcò la sua ammirazione in questi termini: “Bisogna aver partecipato a queste battute di caccia per rendersi conto dell’efficienza dei nostri cani. Che magnifici inseguimenti! Che voci superbe! E’ quale resistenza fino alla fine ! Che sicurezza nel darsi il cambio. Dei batards non sarebbero stati più rapidi nella presa… Nessuno potrà più dire adesso che non si prendono le prede con i cani francesi”. Questa è, a corsa di lepre, un po’ di storia per capire il moderno Gascon-Saintongeois che proprio recentemente, nel 2007, ha avuto una sostanziale modifica del suo standard morfologico che ha unificato i due tipi , il grand ed il petit, in un’unica razza. Un ritorno al passato in quanto non vi è

stato nella primordiale selezione del Gascon Saintongeois una divisione in grand e petit…! Quindi le due pretese “razze”, Petit e Grand Gascon Saintongeois sono state unificate. La divisione che era basata sulla taglia è caduta. Essendo il “Petit” una riduzione del “Grand” ottenuta selezionando i soggetti più piccoli della cucciolata e non attra-

verso una selezione specifica atta a ridurne l’altezza, rende oltremodo evidente che si tratta della medesima razza. Il confronto poi tra i due standard, perfettamente identici, ne era la conferma. In questo modo si è posto fine ad uno doppio standard zootecnicamente ingiustificato. Inoltre, da quando nel 1996 lo standard del “Petit” fu modificato per ridurne ulteriormente la taglia (passata da 60 a 58 cm.), si è andata stabilizzando una situazione veramente negativa che ha arrecato tanti danni alla razza. Sul piano zootecnico infatti tale scelta aveva innescato e dato luogo ad una riproduzione in consanguineità esagerata tra i soggetti più piccoli, mirata a fissare una “razza” la cui altezza rispondesse al dettato dello standard. Inoltre ha incentivato l’incrocio con l’Ariegeois così da ottenere cani più piccoli e leggeri. Importante anche l’introduzione in maniera biometricamente precisa della: • del rapporto altezza al garrese/lunghezza dalla punta della scapola al punta dell’ischio nel rapporto 10/10,5 (per esempio un cane di 61 cm. al garrese deve essere lungo 64 cm.). • La forma della testa e del cranio in particolare diventano determinanti e devono essere chiaramente di impostazione Gascon Saintongeois (ogivale). Lo stile di lavoro del Gascon Saintongeois si colloca tra gli chiens d’ordre ovvero sia tra i cani di “metodo”. Svolge un lavoro ordinato e riflessivo supportato da una grande potenza olfattiva che è il viatico per superare buona parte delle difficoltà della seguita. A ciò si aggiunga una buona dose di iniziativa che alla fine conta per la risoluzione dei falli più difficili. Nella fase di accostamento, segnala la passata con grande voce da vero hurleur andando con precisione e diritto e senza incertezze verso il selvatico. Lanciato il selvatico lo insegue con precisione e velocità. Ottimo sulla lepre caccia il cinghiale con grande coraggio ma nel contempo è saggio e per nulla aggressivo. Per concludere cito il Marchese de Mauléon che nel 1860 scriveva: “Questa razza con le sue caratteristiche ben marcate, visto che proviene da soggetti che presentavano una grande analogia tra di loro, produce dei cani di taglia alta 24 pollici (61 cm). Le loro qualità principali sono rappresentate dalla finezza del fiuto, l’amore per la caccia che li spinge a cacciare più per il gusto della traccia che per la presa della preda. La loro perfetta azione nella presa è abbinata ad una resistenza fuori dal comune visto che riescono a dosare la loro velocità per renderla proporzionata alla durata dell’inseguimento”. Gian Carlo Bosio

43

INC articoli dic11.indd 43

21/11/2011 17:23:27


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 1

DICEMB

Informazioni, novità e consigli verso l'incoronazione del Top Dog 2011

Top Dog, la finale 2011 Semifinale il 17/03 e finale il 21/04. Le classifiche finali disponibili on-line Occhio alle date utili per spedire la Vostra documentazione Ne sono state dette talmente tante sul Top Dog che una in più o una in meno non farebbe probabilmente più notizia, ma se a distanza di tanti anni questo concorso continua a suscitare tanta attenzione e tanta partecipazione è segno che evidentemente ha colto nel segno. Si ha un bel dire sull'essere d'accordo o sull'essere in disaccordo ma resta il fatto che Top Dog è e continua ad essere la parola magica della quale tutti vorrebbero potersi fregiare (chi non è d'accordo alzi la mano) a fine anno nella propria razza. E mentre sull'evento clou dell'edizione 2010 è calato il sipario già si annunciano le prime novità sulla conclusione dell'edizione 2011. Vediamole insieme. RISULTATI Se tutto va come deve i risultati finali del Top Dog 2011 dovrebbero essere disponibili da fine Gennaio 2012 anche per questa ragione viene richiesto a tutti i comitati organizzatori di trasmettere urgentemente i risultati della manifestazione di loro competenza. Non a caso infatti nel corso dell'anno diversi partecipanti non si ritrovano con i punteggi ma ciò non tanto per una questione di correttezza dello stesso ma più semplicemente perché il calcolo effettuato dall'interessato tiene conto degli eventi ai quali ha partecipato, mentre talvolta accade che le classifiche parziali non siano sempre in sintonia con analoga cronologia. In questo caso è sufficiente fare riferimento alla tabella riepilogativa posta in alto in ogni pagina inerente le classifiche parziali del Top Dog e con ogni probabilità vedrete che quella certa esposizione che Voi avete già conteggiato non è ancora entrata a fare parte del computo, quindi basterà un po' di pazienza e tutto andrà a posto. CONTESTAZIONI Se il punteggio finale vi sembra comunque errato le Vostre contestazioni devono giungere agli uffici di Farmina entro le ore 24,00 del 10

Febbraio 2012 e come da regolamento trascorso questo termine non saranno accettate ulteriori comunicazioni e verranno definiti i Top Dog 2011. TOP GIOVANE E' il caso di ribadire che la spedizione dei punteggi inerenti il Top Giovane è a cura dei proprietari (fotocopia del libretto) e che il termine ultimo per la spedizione di questa documentazione agli uffici di Farmina sono le ore 24,00 del 15 Dicembre 2011. Analogamente le eventuali contestazioni in merito al punteggio del Top Giovane 2011 devono giungere agli uffici di Farmina entro le ore 24,00 del 10 Febbraio 2012, e come da regolamento trascorso questo termine non saranno accettate ulteriori comunicazioni e verranno definiti i Top Giovani 2011. VISIBILITÀ Al fine di rendere visibili in maniera più immediata i punteggi 2011 non sarà più necessario attendere il ricevimento della rivista I NOSTRI CANI ma sarà possibile visualizzare le classifiche finali sui siti ENCI.IT e FARMINACHANNEL.COM, anche questa volta bisogna ammettere che internet sarà un aiuto validissimo per diffondere la notizia il più in fretta possibile. INVITI Una grossa novità dell'edizione 2012 è il massiccio ricorso a internet: infatti non sarà più necessario attendere di ricevere l'invito da parte dell'enci ma come invito varrà direttamente la pubblicazione della classifica definitiva sui siti sopramenzionati. Sarà inve-

ce indispensabile (per poter partecipare) inviare la mail di adesione all'indirizzo già noto ma che comunque ripetiamo ancora una volta: topdog@farminachannel.com. SEMIFINALE L'intenzione è quella di organizzare il doppio evento come per l'edizione 2010 e la semifinale del Top Dog 2011 si svolgerà sabato 17/03. Da questa serata scaturiranno i 30 soggetti più le riserve che parteciperanno all'evento finale. FINALE E' prevista per sabato 21/04 e parteciperanno i soggetti selezionati come da risultati della semifinale. RICCHI PREMI & COTILLON Se, nonostante la crisi dilagante, volete essere parte dell'evento e soprattutto beneficiare della generosità dello sponsor sappiate che potrete fare fotografare il Vostro Top Dog in occasione della semifinale e sempre in quell'occasione ritirare il diploma di Top Dog 2011 e la coccarda preparata per l'evento. Insomma la buona volontà ce la stiamo mettendo tutta e siamo convinti che con la collaborazione di tutti questa storia infinita, quale è il TOP DOG, non possa che crescere e migliorare. Ciò nonostante e al fine di evitare qualsivoglia equivoco vi invitiamo a prendere nota di questi pochi ma importanti consigli: a) inviate subito la documentazione del o dei Vostro/i soggetti; b) per documentazione si intende il libretto delle qualifiche completo; c) la documentazione deve essere chiaramente leggibile; d) prima di fare delle contestazioni verificate il regolamento; e) uno schema riepilogativo per date, iscritti e punteggi può essere utile sia a Voi sia a chi è preposto alla verifica degli stessi; RingraziandoVi per la partecipazione e l'attenzione Vi auguriamo i migliori successi.

44

INC TopDog dic11.indd 44

19/11/2011 10:33:11


e :

l e 1 a e o

a

o e n i a

i , . e a a

e

l

e

i

, a a

e i

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 2

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

TOP DOG & TOP GIOVANE REGOLAMENTO TOP DOG Il punteggio viene calcolato in base ai risultati ottenuti nelle esposizioni Internazionali italiane dal 01/01/2011 al 31/12/2011. Le esposizioni Nazionali non valgono. I Raduni non valgono. Le mostre speciali valgono doppio sia che si svolgano in Internazionale che in Nazionale. La partecipazione (cioè l'iscrizione) minima richiesta è ad almeno 4 esposizioni ed è necessario ottenere punteggio in almeno due esposizioni. Punteggi: - CAC 1 punto - CACIB 3 punti - BOB: con 1 cane iscritto da 2 a 5 da 6 a 10 da 11 a 20 da 21 a 30 da 31 a 40 da 41 a 50 da 51 a 100 oltre 100

1 3 5 7 9 11 13 15 20

punto punti punti punti punti punti punti punti punti

Valgono esclusivamente le esposizioni aventi luogo in Italia.

REGOLAMENTO TOP GIOVANE Riservato ai soggetti iscritti in classe Giovani in base ai risultati ottenuti nelle sole esposizioni Internazionali italiane. Punteggi: M.B. 1° = p. 1 ECC. 1° = p. 3 (1 solo iscritto nella classe) ECC. 1° = p. 5 (da 2 a 5 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 6 (da 6 a 10 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 7 (da 11 a 15 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 8 (da 16 a 20 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 9 (oltre 21 iscritti nella classe) A questi punteggi vanno eventualmente aggiunti 3 punti se il soggetto ottiene anche il BOB (minimo 5 iscritti nella razza). N.B. I punteggi inerenti il TOP DOG vengono rilevati periodicamente e direttamente mentre per quanto inerente il TOP GIOVANE la spedizione dei punteggi (fotocopia del libretto) è a cura dei proprietari. Il numero dei soggetti iscritti in classe giovane non è cumulabile fra maschi e femmine ai fini del calcolo del punteggio.

45

INC TopDog dic11.indd 45

19/11/2011 10:33:12


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 3

DICEMB

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA GRUPPO 1 Cane da Pastore Australiano Cane da Pastore Belga Groenendael Cane da Pastore Belga Lakenois Cane da Pastore Belga Malinois Cane da Pastore Belga Tervueren Schipperke Pastore Tedesco Stockhaar Pastore Tedesco Langstockhaar Cane da Pastore di Beauce Cane da Pastore di Brie nero ardesia Cane da Pastore di Brie fulvo grigio Cane da Pastore di Picardia Cane da Pastore dei Pirenei p/l Bearded Collie Border Collie Cane da Pastore Scozzese p/l Cane da Pastore Scozzese p/c Bobtail Cane da Pastore Scozzese Shetland Welsh Corgi Cardigan Welsh Corgi Pembroke Cane da Pastore Bergamasco Pastore Maremmano Abruzzese Kuvasz Puli bianco perla Pumi Cane Lupo di Saarloos Schapendoes Cane da Pastore di Vallée Cane da Pastore di Tatra Cane da Pastore Croato Pastore della Russia Meridionale Cane Lupo Cecoslovacco Pastore Australiano Pastore Svizzero Bianco Australian Cattle Dog Bovaro delle Fiandre GRUPPO 2 Dobermann nero focato Dobermann marrone focato Pinscher Zwergpinscher Affenpinscher Riesenschnauzer p/s Riesenschnauzer nero Schnauzer p/s Schnauzer nero Zwergschnauzer p/s

NOME DEL CANE

PROPRIETARIO

P

SKOVFARMEN'S CHOCOLATE GINEVRA NADJARAH'S HAVILA DESPERADO OD SUCHE HORY KALOS KAI AGATHOS ERA DES ILES BORROMEE LUPONERO CHIMERA DI POGGIO DEL SOLE RON DAPHNEE DES HABITS DE FEU DIOR DEL VIZIR NERO BILLIEJEAN DELLE NEBBIE DI AVALON FELICE V.D. BOVENDIJKSE HOEVE BLODY MARY HO IN MENTE TE DEL CUORE IMPAVIDO ELITE XIWANEJO DI CAMBIANO ONEWAY'S WORKING FOR PEANUTS HIPNOSE DOLCEVITA GOLDEN YEARS PETER PAN DI SELVASPINA OSCAR DRAGONJOY LOVE SONG LETE DEL PIERVEZ GIOTTO DI LUCUS ANGITIAE DIUK DI SAN MAMILIANO CSERI SUBAS KEPE PUMIDOROARAMIS PRIMA LUPA DI FOSSOMBRONE WHITE LADY DES UNS ET DES AUTRES DANIK DE LOTHLORIEN DIT DZIEN FANTO DOLINA Z DORCZEZA REGI MAWLCH ATAN BAIKAL DEI CUORI D'ACCIAIO ZENITH OD UHOSTE JELLY BEAN DEL WHYMPER D. G. JORASSES DESTINY BOY DU BOIS DES TERNES BANANA BENDER DOCTOR WHO RUMMUALQUADRATO

Innocenzi Nicole All. di Monterupini Imbergerova Lucia Luzzi Valerio Fioretti Fabio Ubaldi Maria Luisa Occhipinti Giuseppe Palla Alessandro Marzolini Dario Baldo Giorgio All. delle Nebbie di Avalon Rosset Jacqueline Monzio C.Nadia All. del Cuore Impavido Poltri Alessandra Beconcini Fabio Gallini Carla Rigoldi Monica Albrigo Anna Pierotti Rossano Ceredi Chiara Bignamini Claudia Segato Gabriella Macchioni Marco Sassone Barbara Lovison Aurora All. di Fossombrone D’Antonio Vittorio Ursat Alain Peruzzi Antonio Hatlak Carol Casciola Fabio Chiacchiera Giampiero Paini Massimiliano Lovati Gabriella Guglielmi Rosanna All. Banana Bender Citta Vittorio

37 68 15 51 23 16 48 1 30 23 57 1 18 67 50 44 21 43 18 36 80 24 44 13 15 20 25 35 7 7 11 15 17 51 107 47 56 29

VERA DI CASA GIARDINO UNDER THE BRIDGE DEL MONTE ASPRO OTTO DELL'ALTO FONDALE QUARRY VON REUSSERLAND XANDRA VON DEN KLEINEN STROLCHEN XELENE Z GRODU KSIAZAT POMORSKICH ERCOLE DEI DEMONI NERI NETZER DI CASA GIUFFRIDA CHERNI STRAZHNIK TWO FOLD LUCK AXCIUM'S YES I CAN

Giardino Massimiliano Bartolini Cristiano Gambacciani Ivano Monduzzi D.Sandro Lozina Nadezda Di Gesu' Roberto All. Dei Demoni Neri All. di Casa Giuffrida Morocutti Antonino Stanislao Francesco

30 17 15 72 7 22 121 122 21 54

46

INC TopDog dic11.indd 46

19/11/2011 10:33:13


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 4

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA Zwergschnauzer nero Zwergschnauzer n/a Zwergschnauzer bianco Terrier Nero Russo Dogo Argentino Fila Brasileiro Shar Pei Boxer fulvo Boxer tigrato Alano fulvo Alano tigrato Alano nero Alano arlecchino Alano blu Rottweiler Dogue de Bordeaux Bulldog Bullmastiff Mastiff Mastino Napoletano Tosa Cane Corso Terranova Hovawart Leonberger Landseer Mastino Spagnolo Mastino dei Pirenei Cane da Montagna dei Pirenei Cane da Pastore di Ciarplanina Cão de Castro Laboreiro Cane di San Bernardo p/c Cane di San Bernardo p/l Cane da Pastore di Karst Cane da Pastore del Caucaso Cane da Pastore dell’Asia Centrale Tibetan Mastiff Dogo Canario Cão Fila de São Miguel Bovaro dell’Appenzell Bovaro del Bernese Bovaro dell’Entlebuch Grande Bovaro Svizzero GRUPPO 3 Deutscher Jagdterrier Airedale Terrier Bedlington Terrier

NOME DEL CANE TAJINASTES PERLA NEGRA AXCIUM'S PAVAROTTI LYLLY POP BORIS INTI DEL PICADERO PELE' GRACE KELLY CHE LINSE DINO URAN DEI ROERI ZAPATERO DELLA BAIA AZZURRA ASTOLFO ARABELLA DELLA BAIA AZZURRA PRINCE OF OLD PINK HOUSE BONTEN HUMMER DELLA VAL DI NOTO KEAF Z ORISKU QUEEN HEARTS CORNERSTONE M. L. IN THE WOOD AT L. GREEN DRAGON MARGOT FERDINANDO DEL FRACASSO GIANO DEI GUARDIANI DEL VOLTURNO EYSHIN TOSAKENGOLDS GIMMY DEI MARTINOTTI KIRIELEISON UNCAS TANGO QUERIDO KISS ME LEONSTONE VOM HEIDERSIEFEN CYRIUS DES TITANS D'OURANOS ET GAIA TITAN DEL DHARMAPURI ELDA ASPIN DU ROYAUME D'URSITA FIAMMA DI VALLE MORENA BALLI FLASH VOM MALINVERN MIA DI CASA MUNNO DONATELLO DAMPUJ BETA KUNAK LIEVORE'S EDITION CASTA DIVA SHANG-HAI'S AZZ YI WAN FOR CARCHI VARIBOPI PRESA DI GRECIA DIAS VARIBOPI PRESA DI GRECIA FEDRA ULTIMATE-WOTAN DA MATA DO EUCALIPTO BRUNO TIFFANY SOLITAIRE DIANA AB DEM GUT HEID SENNENHUND ROSSII HOSTA DELLA BLENDA

PROPRIETARIO Del Rio Alvarez Luis M. Ferrari Fabio Ippolito Pasqualino Rinaldi Gianni Carpanese Mirco Bologna Maurizio Piatti Silvia Grillo Antonino Angiolicchio Miriam Goncalves Carla C. R. Venturoni Stefania Donati Patrizio Martina Salvatore Papiccio Tamara Carla Floridia- Pricone Guzzetti Daniele Caracciolo Sebastiano Furlon Nadia Pierleoni Luca Fracassi Antonio Messina Gioacchino Lissoni Daniele Lorini Alvaro Di Mella Alessio Franceschetti Vittoria C. Albertini Daniele Boutier Josiane All. del Dharmapuri Cipollini Sergio Tabacci Sergio Antonini Piero All. dell'Antica Sibari Martinengo Fabrizio Munno Ferdinando All. Dampuj Mezgec Carlo Sartini Raffaele Giudice Federica Conforti Carlo Androniki Kana Androniki Kana Mutrux Alain All. Cà del Corsi Copercini Sara Giulia D’Amato Marinella All. della Blenda

P 49 45 61 77 83 10 94 80 43 60 30 40 57 51 76 37 74 39 39 27 46 19 84 62 69 57 10 25 25 48 10 25 27 27 36 7 43 81 25 1 1 10 18 67 3 19

TINA DEL BOSCO MAGICO SAMARCANDA ULTRA GLIDE COLACODA HAVEN'T MET YOU YET

All. del Bosco Magico Ferrò Giuliana Satta Gabriele

25 55 13

47

INC TopDog dic11.indd 47

19/11/2011 10:33:14


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 5

DICEMB

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA Border Terrier Fox Terrier p/l Fox Terrier p/r Lakeland Terrier Manchester Terrier Welsh Terrier Irish Terrier Kerry Blue Terrier Irish Soft Coated Wheaten Terrier Parson Russel Terrier Cairn Terrier Dandie Dinmont Terrier Norfolk Terrier Norwich Terrier Scottish Terrier Sealyham Terrier Skye Terrier West Highland White Terrier Terrier Boemo Jack Russel Terrier Bull Terrier taglia normale Bull Terrier miniatura Staffordshire bull terrier American Staffordshire Terrier Australian Silky Terrier Yorkshire Terrier GRUPPO 4 Bassotto Standard p/c Bassotto Standard p/l Bassotto Standard p/d Bassotto Nano p/c Bassotto Nano p/l Bassotto Nano p/d Bassotto Kaninchen p/c Bassotto Kaninchen p/l Bassotto Kaninchen p/d GRUPPO 5 Samoiedo Alaskan Malamute Siberian Husky Laika della Siberia Occidentale Cane da Orso della Carelia Lapinkoira Wolfspitz Spitz Medio a/g e a/c Spitz Piccolo bianco Spitz Piccolo a/g e ac Spitz nano tutti colori Volpino Italiano

NOME DEL CANE FLAGSTONES DELTA FORTUNA DE AIDEKIS CHELINES LA REMUNDIALESKA SLICEY MRS. JONES OVER THE TOP CILIEGINA SULLA TORTA O'CONNELL MACHAGONY BALBOA RAY BAN SEAMROG ROSE OF SWEDEN HARTUR DI SOPRAVENTO LEGEND OF CRUDY PURPLE RAIN SUNJOY'S A KIND OF MAGIC YNES DEL MERCURIO RAGUS DEVIL'S ANGEL DANSKOTS COPPER MINE TALAO ORZO CACAO ANGELSKYE FREEDOM'S DREAM FIRST SIGHT LOVE ESTEREL DU CHAMP D'EOLE OUT ACTING RAGS PUMA BULLABAR MELISSA ELIOT DI CASA SINERI JOE THE BOSS SHARK BUFFY JUNIOR OF MAGIC MELODY QOCCLE'S REGINA DI CUORI

PROPRIETARIO Fulginei Manuela Malzoni - Savini Larsen Greta Dall’Olio Monica Brenciani Patrizia Bagni Ilaria Cappellari Roberto Marenghi Roberto Curati Daniela Bocchino Fabrizio Capretta Manuela Taucci Anna G. Scelfo Samuela Fabbri Luigi Del Vasto Pasquale A. All. Talao Calistri Laura Calia Stefania All. del Caviano Garbarino Maria Cristina Evangelista Giuseppe Sineri Michele Castellese Gioacchino Rossetti Enrico Dollmann Sissi e Walter Kazakiene Daiva

P 27 52 26 25 34 36 12 20 39 28 29 24 15 32 25 59 36 49 15 152 22 49 33 32 15 45

EXTREME DEL CONTEVERDE REGINA DEL FICO D'INDIA LUIGI XIV RE SOLE PASTA SFOGLIA DEL CORBEZZOLO S/D BERGHEMDAX ILONA ESPRESSO DELLA CANTERANA AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING GANGA DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA MYSTIC MOON VITTAKERDOOLAR DEL WANHELSING

All. del Conteverde Piazza Giuseppa Cacciatore Donata Rimini Costanza All. Berghemdax Giannini Daniela All. del Wanhelsing Ievolella Rino Cevasco Laura All. del Wanhelsing

32 32 46 40 91 17 59 54 43 138

BULKY KING WHITE DEL BAFFIN VINTAGE POINT MY DEAR OUMIAK'S BOOGABOO ROCKSTARR FIGO W CIENIU CROBREGO TSARSHADOW'S THE ART OF WAR FBI AGENT MYZARKAW DU D. D'A. BIANCA MAGGIO CIONDOLO CORINDOLO DI FELICITA' DEL SOL LEVANTE SZALMAVIRAG HENI JAN-SHARS BON TON POWERPOM QUANTUM OF SOLACE FRUTTOLO DEL COLLE DEGLI ULIVI

Saccani Giuseppe Koroleva Irina Rosin Claudia Rani Sauro Deeley Dawne Rogliano Elisa Virginia Falcinelli Caterina Secchi Angela Tonicchi Maria Lampariello Lucilla Viganò Valentina All. del Colle degli Ulivi

89 76 48 7 26 6 47 14 5 35 62 33

48

INC TopDog dic11.indd 48

19/11/2011 10:33:15


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 16/11/11 10:24 Pagina 6

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA Chow Chow Eurasier Akita Shiba Shikoku Akita Americano Canaan Dog Pharaon Hound Perro Sin Pelo del Perù Medio Perro Sin Pelo del Perù Piccolo Basenji Podenco Canario Podenco Ibicenco p/c Cirneco dell’Etna Podenco Portoghese p/d Piccolo Thai Ridgeback Dog GRUPPO 6 Chien de Saint-Hubert Français Tricolore Gascon Saintongeois Segugio dell’Istria p/r Segugio Maremmano Anglo-Français de Petite Vénerie Ariégeois Beagle-Harrier Porcelaine Petit Bleu de Gascogne Briquet Griffon Vendéen Griffon Bleu de Gascogne

Segugio Italiano p/r Segugio Italiano p/f Segugio del Giura Slovensky Kopov Segugio dell’Appennino Basset Fauve de Bretagne Grand Basset Griffon Vendéen Petit Basset Griffon Vendéen Basset Hound Beagle Bayrischer Gebirgsschweisshund Hannoverischer Schweisshund Alpenläendische Dachsbracke Dalmata

NOME DEL CANE CASTELBARBARA HERE COMES SANTA CLAUS FAITH OF THE NORDIC DREAM RICHU-GO DELL'ANTICO MATAGI DUBAI DEL BIAGIO MAYUMI-SAIKI VAN DE EGMATO DE KANER'S WOLVERINE REVENGE TULLIO ENIGMA QUICK STEP LLASHA PELITO PENSIERO STUPENDO D. C. DELLE CREATURE ANUBI'S ENIGMA EROS ELA PONCE D'AD ARHAS LANDO DEL GELSO BIANCO MANOLO P.A.T. NORBERTHAI RIDGEBACK LAN-NA

PROPRIETARIO All. Castelbarbara All. Nordic Dream Danesi Giuliano All. del Biagio Garzonio Laura All. dei Patrizi Romani Barbini Norma Ciabatti Dino Allemant Pedro Tomzinska Beata Ferrini Maurizio All. Silvallegra Giustiniani Bruno Fiorito Graziella G. Gheri Laura Petturiti Adelmo

P 48 45 36 30 9 83 1 10 9 10 70 10 1 52 16 29

UVETTA DEL CAMPO DELL'ORO GOLDEN ROSE-BAY'S GINRUMMY DUCA GIULIETTA MORO MARCO AURELIO MIREY ALBA DA COSTA AUTA PUPO FOURIA ISIDE MORA ALMA DELIA TAIO TRUDY GEA MARRO DEL FAEGOLO ARGO BRACCHE GIOTTO FAL PILU' ROCCO FAFI DAUPHINE V. TUM TUMS VREINDJES EDUSA WHEREVER YOU WILL GO D. T. DEI TEMPLARI SWEET LOVE LAVIA BONA ESPERO ZENZERO SAMSON VON DER GANZERIN NON SOLO MACCHIE DELLE CROSE

Simeoni Francesca All. Waterbabies Pasquinucci Mauro Dalu Renzo Scovoli Agostino Borri Stefano Bosio Sergio Campus Antonello Scodino Giuseppe Petrucci Giovanni Ferrara Vincenzo Addis Andrea Putzu Ivan Grillo Domenico Putzu Ivan Putzu Ivan Panciroli Ivano All. del Faegolo Brunacci Loris Scanu Marco Sargenti Claudio Medri Otello Nencetti Valter Nencetti Valter Baudino Marina Gwen Hukeshoven Superchi Alessandra All. d. T. dei Templari Cassin Francesca Giudici Fulvio Fani Agostino Orlandi Maurizio Bonino Pessina Renata

23 4 17 11 14 14 16 4 4 21 22 9 5 5 5 5 45 21 7 7 7 7 10 10 15 4 36 153 53 23 27 93 57

49

INC TopDog dic11.indd 49

19/11/2011 10:33:16


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 16/11/11 10:24 Pagina 7

DICEMB

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA Rhodesian Ridgeback GRUPPO 7 Cane da Ferma Tedesco p/c Cane da Ferma Tedesco p/d Weimaraner p/c Weimaraner p/l Bracco d’Auvergne Bracco del Bourbonnais Bracco Francese tipo Gascogne Bracco Francese tipo Pirenei Bracco Italiano b/a Bracco Italiano r/m Bracco Ungherese p/c Bracco Portoghese Epagneul Breton b/a Epagneul Breton a/c Griffone p/d Spinone Italiano b/a Spinone Italiano r/m Pointer Inglese Setter Inglese Gordon Setter Setter Irlandese r/b Setter Irlandese GRUPPO 8 Nova Scotia Duck Tolling Retriever Curly Coated Retriever Flat Coated Retriever Labrador Retriever Golden Retriever Chesapeake Bay Retriever Clumber Spaniel Cocker Spaniel Inglese rosso Cocker Spaniel Inglese nero - n/f Cocker Spaniel Inglese a/c Springer Spaniel Inglese Welsh Springer Spaniel Kooikerhondje Cocker Americano Barbet Irish Water Spaniel Cão de Agua Português Perro de Agua Español Lagotto Romagnolo GRUPPO 9 Maltese Biçhon Havanais Biçhon à Poil Frisé Bolognese Coton de Tuléar

NOME DEL CANE ZENA DELLE CIME BIANCHE

PROPRIETARIO Bacchini Giovanna

P 56

POIS IRA WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE EPSILON VAN DE PUTTERLAMP GENCIO MORENA FATA MORGANA DU FIEF D'EPSOM ETORKY DU VALLON DE BEDUINI ETOILE DE CANTE PARDIGAN RIBOT AKI DEI SANCHI MINOS DEL FATALBECCO XIVA DE TORRES BIBA CACANSKI MORAC POKER FLICKA DE VOUISSE LEA DELL'ADIGE PRIMO DELL'ADIGE AIR KING BREZZA EIDI DELLE QUERCE MERIZIE LUDSTAR DON MIGUEL UNITED SPOTS PERFECT DIAMOND BRIGITTE BARDOT DEGLI ANGELI ROSSI

Granata Lino Beraldo Angelo Fanetti Silvia All. Scodinzolandia Laffranco Fabrizio Picci Elisa All. Made in Canada All. del Guardengo All. del Guardengo Codeluppi Paolo Savioli Stefano Poggini Alessandro Zavatta Graziano Figus Antonio Albanesi Cesare Braganti Riccardo All. dell’Adige di Poli All. dell’Adige di Poli Buzzico Marcello Bellantone Salvatore R. Segato Gabriella Mathis Colombo Fiorella All. Degli Angeli Rossi

30 38 60 6 8 8 4 32 20 150 25 29 16 48 29 7 22 78 43 51 54 28 51

SHAGGY TOLLER'S LITTLE RED DODO MIDDOG'S ANDROMEDA ALMANZA TOMTAR PA LOFTED LOCH MOR GIULIETTA ROYAL CREST GOLD-N HALLO. TRICK OR TREAT NORDAIS SEDGEGRASS ROCKET SAM WYMESWOLD CARTAGENA FRANCINI'S MY LIFE FRANCINI'S I SHALL DANCE FRANCINI'S NUTELLA LORD OF THE RING DELL'ISOLA CHE NON C'E' CLUSSEX TIRAMISU KANELLA DEL RE DI DANARI MANUSIA'S PRINCE-RENSKE MOONLIGHT SHOW MAGIC MOMENT MANONLESCAUT CATANKA IMPROMPTU BAHIA DO LUSIADAS JOC DE CAN LLOSSES ALFREDO

Garutti Marco Sprovieri Alessia All. Royal Silk Barberi Franco All. Royal Crest Gold-n Lanza-Frank Moira Cigala Manelli Paola All. Francini's All. della Kalesa All. Francini's Vitartali Guido Haverick Jane Sellberg Carina Gianturco Raffaella Barbieri Marco Carrodena Zagone Ezia Vitartali Guido Frassoni Monica Serrano Gonzalez Pedro Benelli Monica

51 20 50 52 111 21 24 70 206 42 62 14 14 15 52 18 45 44 14 176

CINECITTA' QUENTINTARANTINO GENNARO LES DOUCEURS DE SOIE GLORY'S DRAGON KING RADAMANTINO MICHELE DORAQUEENJOLIE

Vezzani Barbara Kempinaire - Fossion Sohlman Jutta Friggi Maria Luisa Casarin Monica

137 23 41 111 37

50

INC TopDog dic11.indd 50

19/11/2011 10:33:18


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 8

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Classifiche parziali

TOP DOG 2011

I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Alessandria, Alghero, Ancona, Arezzo, Bastia Umbra, Bergamo, Campobasso, Catanzaro, Chieti, Eboli, Empoli, Ercolano, Firenze, Forlì, Gonzaga, Livorno, Milano, Modena, Montichiari, Oristano, Orvieto, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Rapallo, Reggio Emilia, Rende, Rieti, Salerno, Terni, Torino, Trieste, Viterbo e alle ms di Albarella, Argenta, Biella, Caltanissetta, Cagliari, Chiaramonti, Ferrara, Lecce, Lecco, Lodi, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio Emilia, Riva del Garda, Vercelli.

RAZZA Piccolo Cane Leone Barbone Grande mole bianco Barbone Grande mole marrone Barbone Grande mole nero Barbone Grande mole grigio Barbone Grande mole rosso fulvo Barbone Media mole bianco Barbone Media mole marrone Barbone Media mole nero Barbone Media mole grigio Barbone Nano bianco Barbone Nano marrone Barbone Nano nero Barbone Nano grigio Barbone Nano albicocca Barbone Nano rosso fulvo Barbone Toy bianco, marrone, nero Barbone Toy grigio, albicocca, rosso Griffone Belga Griffone di Bruxelles Piccolo Brabantino Chinese Crested Dog Lhasa Apso Shih Tzu Tibetan Spaniel Tibetan Terrier Chihuahua p/c Chihuahua p/l Cavalier King Charles Spaniel King Charles Spaniel Pechinese Chin Papillon Phalène Russian Toy Bouledogue Francese Carlino fulvo, argento, albicocca Carlino nero Boston Terrier GRUPPO 10 Levriero Afgano Saluki Levriero Russo Levriero Irlandese Deerhound Levriero Spagnolo Greyhound Whippet Piccolo Levriero Italiano Azawakh Levriero Arabo Levriero Polacco

NOME DEL CANE CHIC CHOIX SIMONE DE LA CROIX SAMARCANDA MAGNUM PSYCHE SAMARCANDA WOOLLY GRIZZLY SAMARCANDA NEVER SAYS NEVER SAMARCANDA SILVER SURFER ELYSEE MY SWEET LORD KELKA'S BLONDE BIJOUX ALLY BROWN BOHELIA GLOBUS SAMARCANDA HONKY TONK BLUES CANMOY'S BLACK MAGIC GANDALF IL GRIGIO GIULFO NORDIC IMPACT NURMAH BAR PACE CHOCOLATE CASPIAN LINE'S BLUE BAYKAL BLANCHE MAMY HOTLINEBLUE DEI BARBALLEGRI DENIM FOR RED LOVELY CABILA DELL'ALBERICO MIU MIU DI FOSCALBERTO UNION GRIF HEVENLY BEAUTY NICHI GUY LAROCHE NICHI GANGSTA'S LOGO POAROTT FEMME FATALE PABER'S FUNNY GIRL OPIUM DI CASA CORSINI CHENREZI CHEERLEADER QANDA LHI'S GAURIKA MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL SHOW ME THE WAY DI SAN GIMIGNANO SANPAREIL DEI COMTE D'EAU OTTONE-RU DEI COMTE D'EAU STEVE MEKQUEEN ORIENTE EXPRESS CINDERLACE SACHIO AT DEKOBRAS TWISTER DE POMPADOUR ENZO DES LUTINS DU KEMBERG BUSINKA GASTONE ANJOS ALTA VISTA PEDRO FROM IRON COUNTY T-BO’S SON OF A GUN

PROPRIETARIO Lindroos Outi Colombo Elisabetta Toni Silvia Iozzia Salvatore Merati Lorena Pataut Sylvie Marchetti Tatiana Catani Sara Merati Lorena Lund Carita Giantin Valentina Bandini Simona Franceschetti Vittoria C. Kolbe Natascha Nizzola Lorena Allegri Gabriella Bryukhovetska Olga All. That’s Amore Marino Ottavio Serova Liudmila Vuolo Luigi Vuolo Luigi Mascotto Luana Bernicchi Patrizia Falcier Maria Antonia Lorenzon Anna Del Monte Lisa Gozzi Raffaella All. That’s Amore Stramesi Alessio Moretti Enrica All. Oriente Express Piovano Marco Petta Lucia Dodero Antonella All. Lisander di Galli Montanino Luigi Simone Maria Luisa All. dei Muppet Show Belletti Paola

P 10 18 33 37 19 17 38 1 1 64 10 18 20 30 24 10 13 49 25 28 79 53 80 48 72 30 23 186 76 90 34 46 63 21 20 25 38 111 35 138

KHO I NOOR BABY PLEASE KISS ME DEL BORGHINO OSCARDELARENTA RUSSKIY AZART OLIMP IMPERIUM CIVILTAS KARLA DEI MANGIALUPI FORTHERINGHAY'S CLAN CALLAN NEFERTITI DE VALLE ESTRELLA SOBERS LUNAROSSA SOBERS INGRID OH MY GOD DEI RAGGI DI LUNA AZZAH IMAHN BEDUINE CHEHERAZAD EL DJEBEL OF L. A. B. ALLEGRA NIWIKA SIBIN

Bastianini Manuela M. Galliano Leonardo Lazareva Maria Iori- Poli Finotto Chiara Hollesch Susanna All. Sobers All. Sobers All. dei Raggi di Luna Zampini Francesca Carole Martin Vintrici Carmelo

34 112 76 26 27 25 54 76 112 54 36 29

51

INC TopDog dic11.indd 51

19/11/2011 10:33:19


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 9

Classifiche parziali

TOP GIOVANI RAZZA Cane da Pastore Belga Groenendael Cane da Pastore di Brie fulvo grigio Border Collie Pastore Australiano Dobermann marrone focato Pinscher Riesenschnauzer nero Alano blu Hovawart Tibetan Mastiff Bovaro del Bernese Bassotto Standard p/d Beagle Dalmata Bracco Ungherese p/c Setter Irlandese Flat Coated Retriever Golden Retriever Cocker Spaniel Inglese a/c Welsh Springer Spaniel Maltese Barbone Grande mole bianco

NOME DEL CANE MELODY-G FELIPA DES ENFANTS DES PIERRAILLES AIKE MORWHIT IMPACT GOLUBAYA KROV ERMIN OTTO DELL'ALTO FONDALE J'NNI DEI DEMONI NERI BAIARDO DELLA LUCE TRANQUILLA TEQUILA BUM BUM SHANG HAI'S AZZYI ZAN FOR CARCHI JOJO LUNA ARGO STARRY TOWN FABERGE' CASPITA DEL LAGO PRILE GIADA DELL'ETRURIA 2000 QUEL NON SO CHE DI COSETTA DELLE CROSE DEA KALI' CORDARRAGH RHUMBABA ROYAL SILK TIMO E ROSMARINO ROYAL CREST GOLD-N I'M STILL S.SHALLMAR ALMALEO C'ERA UNA VOLTA ULISSE JANKINA ZAHRADA CINECITTA' DAVID FINCHER SAMARCANDA BLOND BOMBSHELL

PROPRIETARIO Buratto Ivano Mazzotti Giovanna Gusmano Luca Armani Elena Copetti Edi All. dell’Alto Fondale Napolano Raffaele Conti Fabrizio Franceschetti Vittoria C. Conforti Carlo Trefoloni Ilaria Braconi Jacopo Ippolito Gianluca Gabbrielli Luisa Esposito Carmela Merlo Benedetta Poggini Alessandro Turrichia Elena D. Caruso Margherita All. Royal Crest Gold-n Franzoni Laura All. del Colle degli Ulivi Chialastri Laura Merati Lorena

P 17 20 13 19 5 16 23 8 29 24 23 20 14 40 15 14 24 26 13 34 26 6 14 6

RECAPITI UTILI: numero verde solo da telefoni fissi dal lunedì al venerdì 09/13 - 14/18

Tel. 081/19506150 (per telefoni cellulari e dall’estero) indirizzo e-mail: topdog@farminachannel.com Per invii postali: FARMINA (c/o Russo Mangimi S.p.A.) Via Nazionale delle Puglie sn - 80035 Nola (NA)

52

INC TopDog dic11.indd 52

19/11/2011 10:33:20


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 10

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Il 3 Luglio a Bra la dodicesima edizione della Nazionale

Scedir Humphrey Bogart BIS Confermato il positivo riscontro della manifestazione e il numero di iscritti Numeroso pubblico all'ombra delle arcate in Piazza Giolitti

Nazionale di Bra gr. 1 (ph. Moschella)

Nazionale di Bra gr. 2 (ph. Moschella)

Nazionale di Bra gr. 3 (ph. Moschella)

Nazionale di Bra gr. 5 (ph. Moschella)

Tutto bene nella 12° edizione della Esposizione Nazionale Canina di Bra, ancora in Piazza Giolitti all'ombra e al riparo dal caldo sole estivo. Tredici i giudici che nei ring hanno visionati i quasi trecentocinquanta soggetti a catalogo. I Pastori Scozzesi p/l sono risultati la razza numerosa seguiti a ruota dagli American Staffordshire e dai Segugi Italiani nelle due varietà. Anche quest'anno BIS all'insegna del buon vino e per la precisione del Nebiolo, infatti il Gruppo Cinofilo Langhe & Roeri ha offerto al vincitore un magnum da 12 lt mentre al secondo ne è andato uno da 5 lt mentre il terzo si è dovuto accontentare di soli 3 lt. Gianfranco Bauchal ha giudicato il Best in Show assegnando il primo posto allo Zwergschnauzer n/a SCEDIR HUMPREY BOGART che ha preceduto l'American Staffordshire MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF RED SUN e il Bearded Collie PATTISHAWL JUST AN AUDITION terzo classificato. Nel 2012 la provincia granda ospiterà l'Internazionale di Cuneo in programma il 7 e 8 Luglio p.v..

Nazionale di Bra gr. 6 (ph. Moschella)

Nazionale di Bra gr. 7 (ph. Moschella)

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI BRA

Nazionale di Bra gr. 4 (ph. Moschella)

Gruppo 1 Giudice: Silvio Rivolta 1° Bearded Collie PATTISHAWL JUST AN AUDITION Poidevin Catherine - 2° Pastore Scozzese p/l HIT PARADE BLU DI CAMBIANO Falletto Gianpaolo - 3° Pastore della Beauce ENDORA DELLA CORTE DI CLEMA

Nazionale di Bra gr. 8 (ph. Moschella)

53

INC TopDog dic11.indd 53

19/11/2011 10:33:20


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 16/11/11 09:53 Pagina 11

All: della Corte di Clema Gruppo 2 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Zwergschnauzer nero-argento SCEDIR HUMPHREY BOGART Ferrari Fabio - 2° Pastore dell'Asia Centrale GRAI VEST ELHEN All. Lievore's Edition - 3° Dobermann Nero Focato CLAITHON DI CASA MARGOT Caracappa Filippo Gruppo 3

Nazionale di Bra coppie (ph. Moschella)

Giudice: Gianfranco Bauchal 1° American Staffordshire MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF RED SUN Negri Francesca - 2° Skye KOSMOS SREBNY NOZ All. Druidwood di Oliveri - 3° Jack Russell FAST'N FURIOUS Mercuri Antonio Gruppo 4 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Bassotto Nano p/c OLIVERDACHS DEL WANHELSING All.to del Wanhelsing - 2° Bassotto Kaninchen p/d DARGONNEKAPITOL DEL WANHELSING All.to del Wanhelsing - 3° Bassotto Standard p/d BENVENUTO CELLINI DELLA VAL VEZZENO Mortarino Sergio Gruppo 5 Giudice: Valeria Rodaro 1° Chow Chow EXCLUSIVE EBONY BLACK Giletta Carla - 2° Siberian Husky GLEN EAGLE - KT ROMANELLA All. Glen Egle-Kt - 3° Akita Inu MASA HIRO GO DI CASA SAPORITO omissis Gruppo 6 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Bracco Italiano ARGO Giordano Alfonso - 2° Cocker Inglese MONTEREGALE MYTHICAL'S I AM JULIET Vassallo Elisabetta - 3° Cane da ferma Tedesco p/c PAVEL DI APOLLO Falcetti Franco Gruppo 7 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Maltese CINECITTÀ RALPH FIENNES Mora Margarita - 2° Bichon Havanais EUPHORIA LES DOU-

CEURS DE SOIE Kempinaire Fossion 3° Chihuahua p/c ANTONIETTE DEL PASADOR Dodero Antonella Gruppo 8 Giudice: Silvio Rivolta 1° Levriero Afgano WAY UP MIDNIGHT LOVER Della Rocca Agnese 2° Whippet I FEEL PRETTY Cerrino Lorenzo - 3° Deerhound DRUIDWOOD XENIA All. Druidwood BEST IN SHOW Giudice: Gianfranco Bauchal 1° Zwergschnauzer nero-argento SCEDIR HUMPHREY BOGART - 2° American Staffordshire MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF RED SUN - 3° Bearded Collie PATTISHAWL JUST AN AUDITION JUNIORES Giudice: Gianfranco Bauchal 1° Bassotto nano p/d HOLSTEINER DEL WANHELSING Carioni Linda - 2° Akita Inu DEI LAGHI TAILLY NIZI NO HERO HENRY VIII Mantella Domenico - 3° American Staffordshire Terrier STONE FREE MOONLIGHT DRIVE Milani Tiziano RAZZE ITALIANE Giudice: Enrico Adinolfi 1° Maltese CINECITTÀ RALPH FIENNES Mora Margarita - 2° Bracco Italiano ARGO Giordano Alfonso - 3° Pastore Maremmano Abruzzese ORTICA DELL'ANTICA TENUTA All. dell'Antica Tenuta

Nazionale di Bra gruppi (ph. Moschella)

Nazionale di Bra juniores (ph. Moschella)

Nazionale di Bra il Best in Show (ph. Moschella)

Nazionale di Bra razze italiane (ph. Moschella)

54

INC TopDog dic11.indd 54

19/11/2011 10:33:22


L

o -

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 12

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

Il 17 Luglio si è svolta la terza edizione

Sauze conferma e rilancia Tre raduni al sabato e Nazionale la domenica Nominativi della giuria 2012 già noti, giudice del BIS sarà Frank Kane

° ° N

R ° O a e T

Nazionale di Sauze gr. 1 (ph. org.)

o ° e . Nazionale di Sauze gr. 2 (ph. org.)

Nazionale di Sauze gr. 3 (ph. org.)

Nazionale di Sauze gr. 5 (ph. org.)

Sarà perché quando le città scoppiano dal caldo e dall'afa arrivi su e ti ritrovi a 24° gradi, sarà perché gli organizzatori ce la mettono tutta (e si vede), sarà perché la montagna è ospitale non lo sappiamo fate voi, resta il fatto che l'Esposizione Nazionale di Sauze d'Oulx, giunta alla 3° edizione, anche quest'anno ha fatto l'en plein. A completare il positivo riscontro della manifestazione si sono aggiunti quest'anno anche i raduni Bovaro del Bernese, Alpenlaendische Dachsbracke e Labrador e Golden Retriever. Giuria composta di giudici italiani e stranieri fra i quali Michael Forte è stato incaricato del BIS e il nostro ha scelto per il gradino più alto del podio l'American MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF REB SUN che ha preceduto il Pastore Australiano MCMATT BLUE GRAFFITI e il Bernese CUSTOM BERSETT terzo classificato. Appuntamento 2012 per il 15 Luglio, quando il BIS sarà giudicato da Frank Kane!

Nazionale di Sauze gr. 6 (ph. org.)

Nazionale di Sauze gr. 7 (ph. org.)

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI SAUZE

)

Nazionale di Sauze gr. 4 (ph. org.)

Gruppo 1 Giudice: Elina Haapaniemi 1° Pastore Australiano MCMATT BLUE GRAFFITI Freixes Cristina - 2° Pastore di Brie f/g TERRIBLYLOVE DELLE NEBBIE DI AVALON All. Delle Nebbie di Avalon - 3° Pastore Bergamasco LETE DEL PIERVEZ

Nazionale di Sauze gr. 8 (ph. org.)

55

INC TopDog dic11.indd 55

21/11/2011 14:09:54


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 13

Nazionale di Sauze giovani (ph. org.)

Nazionale di Sauze veterani (ph. org.)

Nazionale di Sauze juniores (ph. org.)

Nazionale di Sauze coppie (ph. org.)

Nazionale di Sauze gruppi (ph. org.)

Bignamini Claudia Gruppo 2 Giudice: Elina Haapaniemi 1° Bernese CUSTOM BERSETT Dorelli Antonella - 2° Terranova BLACK CLOUDS CRIMINAL MINDS AT STEAL BERAS Kovaleva Irina - 3° Pastore dell'Asia Centrale BEREBDEY EDIL All. Lievore's Edition Gruppo 3 Giudice: Salvatore Tripoli 1° American Staffordshire MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF REB SUN Negri Francesca - 2° Parson Russel RASCAL DI CASTEL'ANSELMO Nicosia Barbara - 3° Lakeland SWEET FAIRIE KISS Gravante Giovanni Gruppo 4 Giudice: Manola Poggesi 1° Bassotto N p/d ROBESPIERRE DEL GHOTA Terruzzi Lucia - 2° Petit B/G/V TIRAMISU' DEL LAGO DEGLI ORSI Urbani Gloria - 3° Bassotto N omissis Gruppo 5 Giudice: Michael Forte 1° Siberian Husky WINDSHOT MOONSHADOW MIST All. Windshot - 2° Akita Americano MOLNARVOLGYI TUAREG All. Newstarwood - 3° Akita DEI LAGHI TAILLY MIYAGE NO KOI CHOCOLAT Ryzhenkova Nataliya Gruppo 6 Giudice: Salvatore Tripoli 1° Clumber Spaniel LIBELL'S ALL SHOOK UP CLUSSEXX Johnson Douglas - 2° Setter Irl. SIBILLA DELLA MEZZALUNA Brunetti Sandra - 3° Bracco It. b/a FEBO DI CASCINA CROCE All. di Cascina Croce Gruppo 7 Giudice: Salvatore Tripoli 1° Bouledogue Francese HIERONYMUS BOSCH Garberoglio Ivan - 2° Maltese CINECITTA' RALPH FIENNES Marenghi Roberto - 3° Pechinese VENECIJA CHARLIE BROWN All. dei Piccoli Leoni Gruppo 8 Giudice: Elena Agafonova 1° Afgano LITTLE BIG BOY DEI PRINCIPI DEL DESERTO Nucci Emanuela 2° Whippet PRETTY Cerrino Lorenzo BEST IN SHOW Giudice: Michael Forte 1° American Staffordshire MIRON SERTOMA LIVE WIRE OF REB SUN 2° Pastore Australiano MCMATT BLUE GRAFFITI - 3° Bovaro del Bernese CUSTOM BERSETT JUNIORES Giudice: Michael Forte 1° Pastore Australiano QUICK JOEY SMALL DEL WHYMPER DELLE G. JORASSES Carioni Linda - 2° Cocker Americano CARFI NORA Pisano

Enrico - 3° Barbone g/m/n SAXONCRISTHMAS NIGHT Argieri Francesco GIOVANI Giudice: Elina Haapaniemi American Staffordshire HOT FAMILY ROCCO GOLDEN BOY SIFREDI Fasullo Lorenzo - 2° Bassotto nano p/d SONO UNA BIONDA DEL GHOTA Terruzzi Lucia - 3° Terranova SNOW UNDER BLACKMOON ANDMIDNIGHT LADY'S Turra Valentina VETERANI Giudice: Elena Agafonova 1° Pastore di Brie TERRYBLYLOVE DELLE NEBBIE DI AVALON All. Delle Nebbie di Avalon RAZZE ITALIANE Giudice: Manola Poggesi 1° Lagotto Romagnolo CORLEONE DELLA TAPARINA Ortalli Guido - 2° Cane da Pastore Bergamasco LETE DEL PIERVEZ Bignamini Claudia - 3° Bracco Italiano b/a FEBO DI CASCINA CROCE All. di Cascina Croce

Nazionale di Sauze razze italiane (ph. org.)

Nazionale di Sauze premio razze da caccia (ph. org.)

Nazionale di Sauze Best in Show (ph. org.)

56

INC TopDog dic11.indd 56

21/11/2011 14:09:55


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 14

i nostri

)

11

La 12° edizione della Nazionale di Ivrea nel parco del Castello di Masino

Ivrea, esposizione e agility Più che buona la partecipazione nonostante la data a ridosso delle ferie Best in Show al Samoiedo SWEET XEVALIER

Nazionale di Ivrea gr. 1 (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea gr. 2 (ph. Fotoplanet)

)

)

Cani

Anno 57 num. dicembre 2011

Nazionale di Ivrea gr. 3 (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea gr. 4 (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea gr. 5 (ph. Fotoplanet)

Il Gruppo Cinofilo Canavesano il Castello di Ivrea, ha organizzato domenica 24 Luglio presso il parco del castello di Masino (a Caravino - TO) la XII Esposizione Nazionale Canina del Canavese. Nell’ambito della stessa, si è tenuta, in collaborazione con il Centro Cinofilo Idefix, una gara nazionale di Agility, che ha visto sfidarsi 160 binomi tra i diversi ostacoli in percorsi tortuosi con differenti gradi di difficoltà, mentre al termine si è svolto il raduno del Cane Lupo Cecoslovacco con 35 soggetti. Alla manifestazione ha partecipato una giuria qualificata composta da esperti giudici provenienti oltreché dall’Italia, dal Galles, dall'Ungheria e dalla Repubblica Ceca che hanno valutato la conformità ai vari standard di razza dei 450 soggetti presenti suddivisi nelle varie razze canine riconosciute, provenienti dall’Italia e dall’estero, nonché la correttezza dei percorsi effettuati ed i tempi realizzati dai diversi binomi nella disciplina dell’Agility. BIS il Samoiedo SWEET XEVALIER, secondo posto per il Bearded Collie AU FIL DU TEMPS DES EMERAUDES DU LAC e terzo il Chinese Crested Dog MONGOSHI JEANNETTE. Questo appuntamento, che per la prima si è svolto in estate nella favolosa cornice del Castello di Masino, ha anche riscosso un ottimo successo di pubblico che è stato presente per tutto l’arco della giornata. Per il 2012 verrà riproposto lo stesso programma in data 15/16 Settembre, auspicando di aumentare il numero dei soggetti presenti e cercando di migliorare ulteriormente il livello organizzativo raggiunto.

Nazionale di Ivrea gr. 6 (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea gr. 7 (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea gr. 8 (ph. Fotoplanet)

57

INC TopDog dic11.indd 57

21/11/2011 14:09:56


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 15

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI IVREA Gruppo 1 Giudice: Giancarlo Sambucco 1° Bearded Collie AU FIL DU TEMPS DES EMERAUDES DU LAC Ponthus Danielle - 2° Pastore Bergamasco LETE DEL PIERVEZ Bignamini Claudia - 3° Lupo Cecoslovacco EVITA PASSO DEL LUPO Rubbiani Annalisa Gruppo 2 Giudice: Luigi Corna 1° Zwergschnauzer n/a SCEDIR HUMPREY BOGART Ferrari Fabio - 2° Mastino Napoletano DIABOLIK

Nazionale di Ivrea giovani (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea veterani (ph. Fotoplanet)

Rinaldi Dario - 3° Alano Fulvo UNIONJACK DE' CINEGETI Salmoiraghi Marina Gruppo 3 Giudice: Karel Horàk 1° Fox p/r LEGEND OF CRUDY ZOE SECOND THOUGHT Christ Anne - 2° Bull THE LUCIFERS BULL BILLY THE KID Lucifora Tamara - 3° Kerry Blue BECLAUS BRUS LEE All.to Beclau Gruppo 4 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Bassotto N p/d HELLO KITTY DI CASA MAINARDI Prevelano Eleonora 2° Bassotto N p/c BAUCHAL'S AGATA All.to Silvallegra - 3° Bassotto S p/c VALERIO Carucci Guerrini Nadia Gruppo 5 Giudice: Valeria Rodaro 1° Samoiedo SWEET XEVALIER Mazzetto Roberto - 2° Akita A AIMI KARANTANIA PANTHER All. to Cà dei Corsi - 3° Akita Giapponese DEI LAGHI TAILLY NIZI NO HIRO HENRY VII Mantella Domenico Gruppo 6 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Labrador Retriever ARTEMISIA DI MESTRINAROLABRADORS Mestrinaro Labrador - 2° Cocker Americano CARFI SUSSAN Pisano Enrico - 3° Setter Irlandese SIBILLA DELLA MEZZALUNA Brunetti Sandra Gruppo 7 Giudice: Enrico Adinolfi 1° Chinese C/D MONGOSHI JEANNETTE Galina/Braun - 2° Pechinese CHILLIWAK'S ARMAN ALIZAD Ghezzi Daniela - 3° Chin CINDERLACE SACHIO AT DEKOBRAS Piovano Marco Gruppo 8 Giudice: Daniele Poltri 1° Borzoi RUSSKIY AZART KUMIR ABELVERDERE Oleotti Cesare - 2° Levriero Irl X-LADY VON DEN SARRAZENEN Galli Marcello - 3° Whippet CAREY GRANT Vitali Maria Elisa BEST IN SHOW Giudice: Andras Korozs

Nazionale di Ivrea juniores (ph. Fotoplanet)

1° Samoiedo SWEET XEVALIER - 2° Bearded Collie AU FIL DU TEMPS DES EMERAUDES DU LAC - 3° Chinese Crested Dog MONGOSHI JEANNETTE RAZZE ITALIANE Giudice: Enrico Adinolfi 1° Pastore Bergamasco LETE DEL PIERVEZ Bignamini Claudia - 2° Mastino Napoletano DIABOLIK Rinaldi Dario - 3° Spinone COUCHFIELDS PUCCINI DEL MURRONE Carucci Guerrini Nadia JUNIORES Giudice: Judit Papp 1° Pastore Australiano QUICK JOEY SMALL DEL WHYMPER DELLE G. JORASSES Carioni Linda - 2° Riesenschnauzer nero VICTORIA DE PICHERA Catabiani Maurizio - 3° Labrador nero HENDRIX DI CURTIS CANAVA Bertero Silvio GIOVANI Giudice: Lynda Miles 1° Pechinese CHILIIWACK'S ARMAN ALIZAD Ghezzi Daniela - 2° Bassotto nano p/c BAUCHAL'S AGATA All.to Silvallegra - 3° Alano Fulvo ASILIO DE CINEGETI Tazzioli Alessandro VETERANI Giudice: Luigi Corna 1° Pastore Scozzese p/l TCHOUPY DES BELDONES Licini Emanuela - 2° Pastore bergamasco UBER DEL PIERVEZ Giovanni Viganò - 3° Labrador MUSICMELODY DELLE ACQUE LUCENTI Fabris Fulvia Ginevra

Nazionale di Ivrea coppie (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea razze italiane (ph. Fotoplanet)

Nazionale di Ivrea il Best in Show (ph. Fotoplanet)

58

INC TopDog dic11.indd 58

21/11/2011 14:09:57


)

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 16

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

AGON DEI MONTI LATTARI si aggiudica la vittoria

Il Basset Hound BIS a Frosinone La Nazionale, ospitata nel Palasport di Frosinone, richiama 450 soggetti Il Gruppo Cinofilo, nel 2012, alle prese con l'Internazionale

° S e E

L ° K E

Nazionale di Frosinone gr. 1 (ph. org.)

Y . ° E ° S

N o o E

Nazionale di Frosinone gr. 2 (ph. org.)

S ° r E

)

Nazionale di Frosinone gr. 3 (ph. org.)

Nazionale di Frosinone gr. 5 (ph. org.)

Il Palasport di Frosinone ha ospitato l'Esposizione Nazionale Canina organizzata dal Gruppo Cinofilo provincia di Frosinone il 4 Settembre u.s. in una bella giornata estiva. 450 i soggetti a catalogo fra i quali i Labrador sono risultati la razza più numerosa seguiti a ruota dai Bulldog. Giuria composta da sei giudici dei quali tre stranieri. Il giudice tedesco Walter Schicker, incaricato del Best in Show, ha scelto per il primo posto il Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI, seconda piazza per il Riesenschnauzer Nero NORTON DEI DEMONI NERI e terzo posto allo Staffordshire Bull Terrier DEIGIAN OBAMA RED, quarto classificato il Pastore Svizzero Bianco MAJESTIC'S AGAR. L'appuntamento del 4 Settembre ha fatto seguito, sempre in provincia di Frosinone, a quello del 1° Maggio di Amaseno mentre per il 2012 il Gruppo Cinofilo dà appuntamento a tutti al 9 Settembre quando si svolgerà l'Internazionale: non mancate!

Nazionale di Frosinone gr. 6 (ph. org.)

Nazionale di Frosinone gr. 7 (ph. org.)

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI FROSINONE

Nazionale di Frosinone gr. 4 (ph. org.)

Gruppo 1 Giudice: Francesco Balducci 1° Pastore Svizzero Bianco MAJESTIC'S AGAR Piersigilli Alessandro - 2° Welsh Corgi Pembroke GARNFACH TOP NOTCH AT ERMYN Alviggi Ermanno - 3° Pastore Australiano

Nazionale di Frosinone gr. 8 (ph. org.)

59

INC TopDog dic11.indd 59

21/11/2011 14:09:58


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 16/11/11 09:49 Pagina 17

Nazionale di Frosinone il Best in Show (ph. org.)

KIRIELEISON MOON Fantini Federico Gruppo 2 Giudice: Francesco Balducci 1° Riesenschnauzer Nero NORTON DEI DEMONI NERI Napolano Raffaele - 2° Bulldog DAY JUST Bove Mauro - 3° Doberman marrone focato NILL DEL TIBUR All. del Tibur Gruppo 3 Giudice: Schicker Walter 1° Staffordshire Bull Terrier DEIGIAN OBAMA RED Perez Emanuele - 2° Fox Terrier pelo ruvido QUATTROMORI FAIR MAID Sardo Adriano - 3° West Higland White Terrier PANDORA Tresoldi Fabio Gruppo 4 Giudice: Schicker Walter 1° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI All. Dell'Antica Dea Partenopea - 2° Beagle GAIA DELL'ISOLA DI IOS All.to dell'Isola di Ios Modesto - 3° Bassotto Nano pelo corto OLIVER DEL PERUGINO Frontani Patrizia Gruppo 5 Giudice: Schicker Walter 1° Alaskan Malamute omissis - 2°

Cirneco dell'Etna FENICIA Motta Claudia - 3° Akita Americano AKUNA MATATA DEL TIBUR Alletto Roberto Gruppo 6 Giudice: Francesco Balducci 1° Bracco Italiano roano marrone ARCIBAL Scucchia Alessio - 2° Weimaraner pelo corto VIRGINIA DEI GRANDI GRIGI Fanetti Silvia 3° Cocker Spaniel Inglese altri colori WELJACOCKER ARBITER ELEGANTIE NOBODY LIKE ME Milana Valeria Gruppo 7 Giudice: Luigi Migliaccio 1° Boston Terrier OLIX DEL PRIMO CAVALIERE Limongiello Maurizio 2° Barbone Media Mole nero DE PIMLICO HABANERA Marques

Penedo Angel Maria - 3° Bouledogue Français SOPIANAE IMPERATOR BALZAC Giacobbe Daniela Gruppo 8 Giudice: Luigi Migliaccio 1° Saluky SHIRIIN ROYA ASIIR Boatta Enrico - 2° Levriero Afgano NIGHTMARE DEI PRINCIPI DEL DESERTO Pulina Gavino - 3° Piccolo Levriero Italiano EMMA DEI PRINCES DE MINOS All. Almargentea BEST IN SHOW Giudice: Schicker Walter 1° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI - 2° Riesenschnauzer Nero NORTON DEI DEMONI NERI - 3° Staffordshire Bull Terrier DEIGIAN OBAMA RED - 4° Pastore Svizzero Bianco MAJESTIC'S AGAR

Nazionale di Frosinone il Bestcoppie in Show(ph. (ph.org.) org.) Nazionale di Frosinone

mente - prossimamente - prossimamente - prossimamente - prossimamente - prossimamente - pr

Nazionale di Venezia il Best in Show (ph. Fotoplanet)

Internazionale di Bastia U. il BIS (ph. Fotoplanet)

Internazionale di Campobasso il BIS (ph. Roberti)

60

INC TopDog dic11.indd 60

21/11/2011 14:09:59


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 18

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

La 1° edizione ospitata a Parco Sant'Artemio, sede della Provincia

Treviso: nazionale nel parco Nicola Imbimbo assegna il BIS al Pastore Tedesco PIER DELL'ALPE ADRIA Oltre 400 soggetti a catalogo, numerose attività cinofile e tanto pubblico

Gruppo Cinofilo Trevigiano Nazionale di Treviso gr. 1 (ph. Toth)

Nazionale di Treviso gr. 2 (ph. Toth)

)

Nazionale di Treviso gr. 3 (ph. Toth)

Nazionale di Treviso gr. 5 (ph. Toth)

Non essendo mai stati a Treviso, se non di passaggio, non avevamo mai potuto bearci, è proprio il caso di dirlo, della visione di quella che è con ogni probabilità una delle più belle aree espositive di tutta la penisola. La sede della provincia ha infatti ospitato la 1° edizione della Nazionale di Treviso che ha oltrepassato i quattrocento soggetti a catalogo ottimamente ospitati, insieme al numeroso pubblico, in questo enorme polmone verde, attrezzato inoltre con tensiostrutture peraltro non necessarie date le splendide condizioni atmosferiche della giornata (11 Settembre ndr). La manifestazione si è svolta senza problemi fino al Best in Show giudicato da Nicola Imbimbo che ha incoronato il Pastore Tedesco PIER DELL'ALPE ADRIA davanti al Bassotto Nano p/d AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING e all'Azawakh TIGIDIT IKRAAM. Arrivederci all'edizione 2012 in programma per domenica 9 Settembre.

Nazionale di Treviso gr. 6 (ph. Toth)

Nazionale di Treviso gr. 7 (ph. Toth)

Il commento di Nicola Imbimbo giudice del Best in Show dell’Esposizione Nazionale Canina di Treviso

Nazionale di Treviso gr. 4 (ph. Toth)

)

"Il vincitore ha dimostrato di avere tutte le carte in regola: bella testa, tipico, solido, eccellente in movimento. Piazza d'onore per il bassotto, molto corretto e in grandi condizioni al terzo posto l'Azawakh, bello, statuario, tutto quello che ci si aspetta da questa razza."

Nazionale di Treviso gr. 8 (ph. Toth)

61

INC TopDog dic11.indd 61

21/11/2011 14:10:28


DICEMB

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 19

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI TREVISO Gruppo 1 Giudice: Silvio Rivolta 1° Cane da Pastore Tedesco Stockhaar PIER DELL'ALPE ADRIA Zamai Bruno - 2° Bearded Collie BEWITCHED BUBBLE DIAM OND WINNER Frelih Maja - 3.° Border Collie SEQUOYAPARK THE LEGEND Zappa Cinzia

Nazionale di Treviso juniores (ph. Toth)

Nazionale di Treviso giovani (ph. Toth)

Gruppo 2 Giudice: Adolfo N. Noguera 1° Alano blu HAITI DEL REGNO DI FANTASIA Chimello - 2° Bovaro del Bernese MIA DEL SACRO FIUME Gecchelin - 3° Bulldog Colasanti Gruppo 3 Giudice: Nicola Imbimbo 1° Bedlington Terrier COLACODA YOU OUGHT TO BE IN MOVIES All. Colacoda Di Gammella - 2° Yorkshire Terrier BOHEMIAN RAPSODY Modesti Marilena - 3° Bull Terrier t/n BITES AND KISSES OF PENDRAGON OF GUARDA HOOME Berton Damiano Gruppo 4 Giudice: Valerio Nataletti 1° Bassotto Nano p/d AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING All. del Wanhelsing - 2° Bassotto Nano p/l HUGOBOSSGINGERALE Padoan Alessandro - 3° Basset Hound CARMEN MORAVIA BRAY Bresolin Nicola Gruppo 5 Giudice: Adolfo N. Noguera 1° Chow Chow TIN PAN ALLEY EASY RIDER FOR TIMANG Da Gioz Serena 2° Akita Americano EGON THE HERO NEWSTARWOOD Pastro Teresa - 3° Spitz Piccolo a/g e a/c ATTILA Vittadello Luciano Gruppo 6 Giudice: Adolfo N. Noguera 1° Labrador Retriever EDIS FRED Fraccaro Edis - 2° Pointer Inglese DAR Favaro Giuseppe -3° Welsh Springer Spaniel CLSSEXX TIRAMISU Haverick Jeane Gruppo 7 Giudice: Valerio Nataletti 1° Barbone Media Mole Bianco SAM-

MARCANDA MAGNUM PSYCHE Colombo Elisabetta - 2° Chihuahua p/c MUSIC VELVET LUCKY LINE Mazza Anna Maria - 3° Carlino RODOLFO Bacciglieri Michele Gruppo 8 Giudice: Silvio Rivolta 1° Azawakh TIGIDIT IKRAAM Boscolo pelo Elisa - 2° Levriero Afgano KHO I NOOR DEPECHE MODE Pasqualato Bruno - 3° Whippet RIVARCO THEODOR IN LOVE Tosato Maria Gabriella BEST IN SHOW Giudice: Nicola Imbimbo 1° Cane da Pastore Tedesco Stockhaar PIER DELL'ALPE ADRIA Zamai Bruno - 2° Bassotto Nano p/d AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING All. del Wanhelsing - 3° Azawakh TIGIDIT IKRAAM Boscolo pelo Elisa JUNIORES Giudice: Alenka Pokorn 1° Labrador Retriever EDIS DANTE Fraccaro Edis - 2° Akita Americano NEWSTARWOOD WE BELIVE Ferrari Silvia - 3° Bassotto Nano p/c FIDEL STEFANOVIC PARTIZAN Scarcella Stefano GIOVANI Giudice: Adolfo N. Noguera 1° Bovaro del Bernese MIA DEL SACRO FIUME Gecchelin Jessica - 2° Riesenschnauzer Nero GOLIA DI VILLA DEL BOSCO Cecchetto Enrico - 3° Akita Americano EGON THE HERO NEWSTARWOOD Pastro Teresa RAZZE ITALIANE Giudice: Nicola Imbimbo 1° Cane da Pastore Bergamasco ZEP DEL PIERVEZ All. del Piervez - 2° omissis - 3° Lagotto Romagnolo LAPO Nicolai Marco

Nazionale di Treviso coppie (ph. Toth)

Nazionale di Treviso razze italiane (ph. Toth)

Nazionale di Treviso il Best in Show (ph. Toth)

62

INC TopDog dic11.indd 62

21/11/2011 14:10:29


E a E o

o I o -

DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 20

i nostri

Cani

11

Anno 57 num. dicembre 2011

La terza edizione registra una crescita di soggetti a catalogo

Matera, in crescita il CAC Espositori, cani e tanto pubblico a loro agio nella nuova location Il Best in Show alla Fox ruvida STROZZAVOLPE SMART SET

r o l T

E o i L a

Nazionale di Matera gr. 1 (ph. org.)

L ° I o E

Nazionale di Matera gr. 2 (ph. org.)

P ° O

Nazionale di Matera gr. 3 (ph. org.)

Nazionale di Matera gr. 4 (ph. org.)

)

Nazionale di Matera gr. 5 (ph. org.)

A dispetto di un calendario sempre più competitivo, anche quest’anno il Gruppo Cinofilo Materano è riuscito a portare brillantemente a termine la terza edizione della Esposizione Nazionale della Città famosa per i suoi “Sassi”. Matera, infatti, ha un centro storico assolutamente unico al mondo al punto tale da esser stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell'umanità. Gli amici del Gruppo Cinofilo Materano, presieduto da Giuseppe Festa, sono riusciti a raccogliere a catalogo ben 284 soggetti, un numero, stante la nutrita concorrenza appena ricordata, certamente molto soddisfacente. Ottimo l’allestimento dei ring, ben distribuiti sulla location – l’area parcheggio Giuseppe Saragat – funzionale all’accesso dell’interessatissimo e numerosissimo pubblico e tutti dotati di gazebo, tavoli, sedie e commissari di ring all’altezza del compito loro affidato. Il ring d’onore si è svolto rapidamente alla presenza della massima autorità cittadina cioè del Sindaco di Matera, senatore Salvatore Adduce che ha dato il proprio patrocinio alla manifestazione assieme ad un non esiguo supporto logistico ed organizzativo. La spunta su tutti una Fox a pelo ruvido STROZZAVOLPE SMART SET, il posto d’onore va al Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI ed il terzo posto è appannaggio di un Welsh Corgy GARNFACH TOP NOTCH AT ERMYN.

Nazionale di Matera gr. 6 (ph. org.)

Nazionale di Matera gr. 7 (ph. org.)

Nazionale di Matera gr. 8 (ph. org.)

63

INC TopDog dic11.indd 63

21/11/2011 14:10:30


DICEMBRE.qxp:DICEMBRE.qxp 15/11/11 14:25 Pagina 21

RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI MATERA

Nazionale di Matera coppie (ph. org.)

Nazionale di Matera gruppi (ph. org.)

Nazionale di Matera juniores (ph. org.)

Gruppo 1 Giudice: Salvatore Tripoli 1° Welsh Corgi Pembroke GARNFACH TOP NOTCH AT ERMYN Alviggi Ermanno - 2° Lupo Cecoslovacco ANYA Giliberti Antonia - 3° Pastore Scozzese Shetland ORSA Ferrarelli Michele Gruppo 2 Giudice: Elena Agafonova 1° Terranova BLACK FLOWERS MAX Tucci Antonio - 2° Boxer Fulvo CUMA DELLA VETRAUSA Filograna Camilla 3° Bernese STARRY TOWN EXCUSE MOI Andriani Saverio Gruppo 3 Giudice: Harry Vella 1° Fox Terrier p/r STROZZAVOLPE SMART SET Taddeo Ernesto - 2° Skye Terrier YVANOE DELLA ANTICA CALEDONIA Del Vasto Pasquale - 3° Scottisch Terrier CHAMPAGNE POUR TOUS DE CHAMPEROUNE Capece Minutolo Gruppo 4 Giudice: Salvatore Tripoli 1° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI All. dell'Antica Dea Partenopea - 2° Beagle COSA MI COMBINI FOSCA DELL'ISOLA DI IOS All. dell'Isola di Ios Gruppo 5 Giudice: Elena Agafonova 1° Akita TORAMEI GO All. Hachiko Samurai - 2° Samoiedo ARTAIGA'S ESSENCE I ALWAYS WILL LOVE YOU Amicucci Stefania - 3° Siberian Husky AYUKA'S ITALIAN STYLE Tutino Salvatore Gruppo 6 Giudice: Elena Agafonova 1° Lagotto ZEUS Croce Alessandro - 2° Bracco Francese Tipo Pirenei MADE IN CANADA AFEF All. Made in

Canada - 3° Cocker Spaniel Inglese Nero DARK JUSTICE DELLA GIULIANA Ruggero Silvia Gruppo 7 Giudice: Harry Vella 1° Barbone Miniatura ANEESH COME PER INCANTO SHERAZADE Poodles Aneesh - 2° Shih Tzu STAR LYGHT BY AHZIM Rò Vitangelo - 3° Barbone Grande Mole Nero SAMMARCANDA MAN IN THE MIRROR Scanniffio Angelo Gruppo 8 Giudice: Marino Pietro 1° Greyhound SOBERS KYRA Greco Francesco - 2° Saluki SHIRIIN ROYA ASIIR Boatta Enrico BEST IN SHOW Giudice: Salvatore Tripoli 1° Fox Terrier p/r STROZZAVOLPE SMART SET Taddeo Ernesto - 2° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI All. dell'Antica Dea Partenopea - 3° Welsh Corgi Pembroke GARNFACH TOP NOTCH AT ERMYN Alviggi Ermanno RAZZE ITALIANE Giudice: Salvatore Tripoli 1° Lagotto ZEUS Croce Alessandro - 2° Bracco Italiano b/a SAUL II DELLA CROCCIA Cundari Gian Carlo - 3° Cane Corso SABA DELL'ANTELER Falato Silvia JUNIORES Giudice: Harry Vella 1° Terranova STARRY TOWN GHITIA Tucci Antonio - 2° Cao de Agua Portugues ENEA DO LUSIADAS Mulè Samuele - 3° Golden Retriever ALBA CHIARA DEGLI ULIVI Pignatelli Domenico GIOVANI Giudice: Pietro Marino 1° Bulldog ARSENAL Giammarco Tonino - 2° Greyhound SOBERS QUICKSTEP Greco Francesco - 3° Shih Tzu STARLIGHT BY AHZIM Rò Vitangelo

Nazionale di Matera giovani (ph. org.)

Nazionale di Matera razze italiane (ph. org.)

Nazionale di Matera il Best in Show (ph. org.)

64

INC TopDog dic11.indd 64

21/11/2011 14:10:30


BARONE & GRACE KELLY BRZDAC Bassotti nani p/d Speciale e Raduno di Bad Feilnbach (D) 1-2/10/2011 1° classificati BIS Coppie entrambi i giorni Giudici Wolfgang Trumpfheller (D) e N. Kubli Osterwalder (CH) Allevatore K.& K. Klusak Proprietario Silvia Bagni

successi estero

Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati: ESPOSIZIONI INTERNAZIONALI Best in show: 1°, 2°, 3° classificato Raggruppamento: 1°, 2°, 3° classificato RADUNI E SPECIALI DI RAZZA: BIS: 1°, 2°, 3° - BOB-BOS 1° classe campioni, libera, intermedia, lavoro, giovani, veterani A PARTIRE DA NOVEMBRE VERRANNO PUBBLICATI I RISULTATI OTTENUTI DOPO IL 1 LUGLIO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

ROHAN DEL BIAGIO Alaskan Malamute Expo di Lausanne (CH) 15 16 /10/ 2011 1° classificato del Best in Show DAUMONT LADYHAWK Dalmata Expò Internazionale di KOPER I (SLO) 01/10/2011 1° classificato gruppo 6

Giudice R. Menaker (USA) Allevatore e propr. Allev. del Biagio

Giudice Terezija Rovan (SI) Allevatore Gabriele Vettori Proprietario Giulini Roberta

MI PAO’S SPIV Chow Chow Expo di Kausanne (CH) 1° classificato gruppo 5 Giudice Erwin Deuscher Allevatore F.P.A. Odenkirchen Proprietario allev. Moima

EMI DEL CASTELLO DELLE ROCCHE Alano nero Eu.D.D.C. Moritzburg (D) 25/9/2011 Ecc. 1° classe intermedia VDH

LEA Setter inglese Expo di Samobor (HR) 27/8/2011 3° classificato gruppo 7

Giudice Milan Krinke (CZ) Allevatore e propr. Alberto Malaguti

Giudice Stelios Makaritis (GR) Allevatore e propr. Roberto Papini 65

INC successi dic11.indd 65

21/11/2011 10:14:23


i successi all’estero

VAL BIZENZIO LINDA Braco Italiano b/a Expo di Koper (SLO) 1/10/2011 1° classificato gruppo 7 Giudice Andrzej Mania(PL)

Expo di Koper (SLO) 2/10/2011 1° classificato gruppo 7

CHILLA DEL CASTELLO DELLE ROCCHE Alano arlecchino Campion. Club di Moritzburg (D) 24/9/2011 Ecc. 1° cl. campioni R/CAC VDH Giudice W. Kotik (PL)

Eu.D.D.C. Moritzburg (D) 25/9/2011 Ecc. 1° classe campioni VDH Giudice Simon Boss (CH) Allevatore e propr. Alberto Malaguti

BLACK JACK DEI LEONI IMPERIALI & UPPER CLASS DEI LEONI IMPERIALI Chow Chow nero Expo di Wangen (CH) SCCC Clubshow 2/10/2011 Miglior Coppia Giudice Paolo Gusberti (CH) Allevatore e proprietario Allev. dei Leoni Imperiali

Giudice Marija Kaucic (SI) Allevatore Allev. Val Bisenzio Proprietario Stefano Montesi

BERLJON UNREAL BEAUTY Welsh Corgi Pembroke Expò di Tartu, Estonia 5/11/2011 1° classificato gruppo 2 Giudice Myrna Siboleth (Israel) Allevatore Guido Perosino Propietari M. Krivonogov e N. Romanova

BURJ KHALIFA DELLA BAIA AZZURRA Alano tigrato Camp. di Club di Moritzburg 24/9/2011 Cl. Giovani JCLUB CH. miglior femmina assoluta Giudice D. Sudekiene

Camp. Europeo Club Moritzburg (D) 25/9/2011 Cl. Intermedia CAC VDH EUDDC Clubsiegerin Allevatore e propr. Patrizio Donati

MAY FLOWER DEL BIAGIO Alaskan Malamute Expo di Lausanne (CH) 15-16/10/2011 2° Classificato Gruppo 5 Giudice E. Deutscher (A) Allevatore e proprietario Allev. del Biagio

BELLATRIX BLOXOM DEL GRAN PAMIR Levriero Afgano Raduno di Lostallo (CH) 24/9/2011 BOB Giudice Pirkko Konttinen Allevatore e proprietario Allev. del Gran Pamir

66

INC successi dic11.indd 66

21/11/2011 10:14:25


i successi all’estero

FELIX FELICIS DEL GRAN PAMIR & BELLATRIX BLOXOM DEL GRAN PAMIR Levrieri Afgani Mondiale Parigi 8/7/2011 3° classificati BIS Coppie

BARONE Bassotto nano p/d Speciale di Bad Feilnbach (D) 1/10/2011 FRANCINI’S PRIVATE VDH CAC, DTK CAC COLLECTION Miglior Maschio n/d Cocker spaniel inglese Giudice N. Kubli Osterwalder (CH) Expo di Lussembvurgo 5/11/2011 Raduno Landessieger Austellung 2° classificato BIS Juniores Sudbayern 2/10/2011 Giudice A. Brace VDH CAC, DTK CAC Allevatore Angela Francini Landessieger Reserve 2011 Proprietario Federica Luciani Guidice Wolfgang Trumpfheller (D) Allevatore K.& K. Klusak Proprietario Silvia Bagni

Giudice Connie Clark Allevatore e proprietario Allev. del Gran Pamir

X RED RAY DEI LEONI IMPERIALI Chow Chow rosso Expo di Wangen (CH) SCCC Clubshow 2/10/2011 CAC, Club Winner 2011, BOS Giudice Paolo Gusberti (CH) Allevatore e proprietario Allev. dei Leoni Imperiali

VALDEZ DELLA BAIA AZZURRA Alano blu Campion. Europeo Club Moritzburg (D) 25/9/2011 1° classificato del Best in Show Giudice Sudekiene (LIT) Allevatore e propr. Patrizio Donati

UPPER CLASS DEI LEONI IMPERIALI Chow Chow nero Expo di Wangen (CH) SCCC Clubshow 2/10/2011 1°, CAC, Club Winner 2011 Giudice Paolo Gusberti (CH) Allevatore e proprietario Allev. dei Leoni Imperiali 67

INC successi dic11.indd 67

21/11/2011 10:14:27


i successi all’estero TORUK MAKTO Pastore svizzero bianco Expò di Koper (SL) 1/10/2011 BOB 2° classificato BIS Junior Giudice Francesco Balducci Allevatore e proprietario Patrizia Martinelli

DIAMONDS ARE FOREVER Shih tzu THAI DEL CASTELLO Europea di Leeuwarden DELLE ROCCHE 4/9/2011 Alano arlecchino Campin. Club di Moritzburg (D) 24/9/2011 3° class. BIS Junior Ecc. 1° classe veterani CAC VDH Giudice Tatjana Urek Giudice Jose Abad (E)

Eu.D.D.C. Moritzburg (D) 25/9/2011 Ecc. 1° classe veterani CAC VDH Giudice Sudeikiene (LT) Allevatore e propr. Alberto Malaguti

Allevatore e proprietario Maria Rosa Colorio

HARTWELL’S RED DIAMONDS TO OCRAM Pastore Scozzese p/l Expo di Cipro 2/8/2011 1° BIS GIOVANI Giudice Radoslav Stoynov Allevaore e proprietario Marco A. Miccichè

ABSOLUTELY BLUE SEA Pastor Scozzese p/l Expo di Cipro 2/8/ 2011 3 ° class. gr. 2 BOG Giudice Cristian Stefanescu Allevaore e proprietario Marco A. Miccichè

GIOBLEACK DEI RIRI Setter Gordon Expo di Koper 2/10/11 3° classificato gr. 7 Giudice Marija Kavcic Allevatore Llberto lenzi Proprietario Mara Ruffini

VITTAKERDOOLAR DEL WANHELSING Bassotto Kaninchen p/d Expo di Dortmund Ausstellung 16/10/11 3°Classificato del Best in Show

HAILHARE KIMBER BENTON Whippet Expo di Belgrado (SRB) 6/11/2011 3° classificata gruppo 10

Giudice K. Lehmhau, H. Wiblishauser Allevatore e proprietario Allev. Wanhelsing

Giudice Stefica Lazic (SRB) Allevatore e propr. Allev. Hailhare ERRATA CORRIGE

INC novembre p. 33, Expo di Bergamo, si precisa che il BOB del Raduno Golden Retriever è stato assegnato alla femmina Ch. Artà Rochelle dei Casolari mentre il BOS al maschio Ch. Royal Crest Gold-n Trick or Treat.

68

INC successi dic11.indd 68

21/11/2011 10:14:27


Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati:

AMAONORAERISPETTA DEL WALNHELSING Bassotto p/d Expo di Reggio Calabria 29/10/2011 1°classificato gruppo 4 ROHAN DEL BIAGIO Alaskan Malamute Expo di Bastia Umbra, 9/10/2011 1° classificato del Best in Show

Giudice: Manola Poggesi

Expo di Messina 30/10/2011 1°classificato gruppo 4 Giudice Sonia Bellan Falletti Allevatore e propr. Allev. Wanhelsing

Giudice C Stefanescu (ROM) Allevatore e propr. Allev. del Biagio

HARLEY DI GREYSBETH & LORD IRON DI GREYSBETH & MORGANINA DI GREYSBETH Weimaraner Expo internazionale di Campobasso 16/10/2011 1°classificati BIS Gruppi d’Allevamento Giudice Ceccarelli

LORD IRON DI GREYSBETH & MORGANINA DI GREYSBETH Expo di Campobasso 16/10/2011 1°classificati BIS Coppie Giudice G.Dondi Allevatore e proprietario Allev Greysbeth

LEGEND OF CRUDY PURPLE RAIN LEGEND OF CRUDY PHENOMENA LEGEND OF CRUDY PLATOON Cairn Terrier Expo di Bergamo, 25 /11/2011 1° class. Gruppi d’Allevamento

GIAGIA’ Cane Corso Italiano Raduno Razze Italiane di Bastia Umbra 8/10/2011 BOB Campione ENCI 2011 per il 150° Ann. dell’Unità d’Italia

Giudice Franco Ferrari Allevatore Lorenza PerugginiProprietario Manuela Capretta

Giudice Fabrizio Censi Allevatore Foti Proprietario Allev. della Porta Dipinta

successi italia

1° classificato del Raggruppamento, compresi Coppie e Gruppi, in Esposizioni Internazionali in Italia. 1°, 2°, 3° classificato del Best in Show generale A PARTIRE DA NOVEMBRE VERRANNO PUBBLICATI I RISULTATI OTTENUTI DOPO IL 1 LUGLIO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

ALI’ Cirneco dell’Etna Expo di Messina 30/10/2011 1° classificato Razze italiane Giudice Nicola Imbimbo Allevatore e propr. Stefano Fiorito 69

INC successi dic11.indd 69

21/11/2011 10:14:29


SOCIETA’ ITALIAN BASSET HOUND Il 2 ottobre 2011, nel contesto espositivo dell’Internazionale di Roma, si è svolto il Raduno SIBAS giudice Nigel Luxmoore-Ball, noto allevatore di Basset Hound in Inghilterra ed apprezzato giudice internazionale specialista di razza. La sera precedente, un nutrito gruppo di Soci, ha partecipato alla cena sociale preceduta da un’assemblea conviviale nel corso della quale sono trattati argomenti di attualità relativi al Club. Di seguito la relazione del giudice: “Prima di tutto voglio ringraziare il Kennel Club di Roma per la meravigliosa ospitalità. Questa città meravigliosa è stata un elemento primario e fondamentale, bellissimo per questo “show” ed Alan ed io abbiamo così trascorso due giorni molto speciali prima che lo “show” avesse inizio e abbiamo goduto ed usufruito dei tantissimi aspetti culturali di questo capolavoro classico.

i club Grazie al Club italiano del Basset Hound per il grande onore di avere giudicato il vostro raduno. Ero così emozionato nel vedere i vostri cani e naturalmente ansioso di incontrare le persone che li presentavano e che dividevano con me la passione per questa splendida razza. Il mio migliore di razza “Go Go”, veramente mascolino con una testa ed una espressione eccezionali, buona pelle, spalle possenti, ossatura e torace eccellenti con costole lunghe e ben cerchiate. Bel posteriore muscolato e muove con scioltezza e agilità e con tanto stile; lui era colui che eccelleva per me. E’ passato molto tempo prima che trovassi maschi più possenti delle femmine, lo devo dire: questo fatto è duro per me, questa constatazione è dura per me, dato che nel mio cuore ho un posto preferito per le femmine, però è realmente accaduto oggi… E’ stato molto difficile scegliere tra i due maschi in classe libera, entrambi Bassett molto buoni con molte cose che di entrambi ho apprezzato; il cucciolo bianco arancio maschio molto buono anche lui con tantissime qualità e molto ben costruito. La mia migliore femmina Khambaliq Passion anch’essa eccezionalmente costruita, belle spalle, eccellente torace e linea dorsale, molto ben angolato il posteriore, vorrei di più da lei nel movimento, ma

BIS

Gruppo presenti

CAC maschi

Migliore di razza

Premi, giudice e presidente SIBAS non posso biasimarla dato il caldo! Sono stato anche attratto dalle più giovani; una femmina bianco arancio, Quana dei Trentarossi, buon tipo e qualità, molto ben costruita con un bel movimento pieno di stile. La cucciola che ha rubato lo show Gigi V. Hollandheim, che bella femmina, di giusta taglia, ben costruita, grande personalità, grossa promessa per il futuro. Credo che i più giovani siano entrambi di proprietà dalla stessa persona, beato lui! Con tali cambiamenti che stanno avvicendandosi nella razza, specialmente nel mio Paese, è stato bello trovare maschi di buona taglia e non troppo grandi, cani con il tipo, ma non con l’esagerazione, però lo devo dire che sono stato un po’ infastidito nel vedere occhi scadenti in alcuni casi e poca pigmentazione in altri che, per me, sono punti cruciali molto importanti nella razza. Occhi che non vanno bene dobbiamo evitarli, non riesco a sopportare gli occhi chiari neanche nei Bassett più chiari di colore e molto di meno nei tricolori; tutto ciò porta ad una espressione totalmente atipica. Non perdete la pigmentazione scura ! Ancora una volta, grazie per l’onore, il bel tempo con il sole e anche per il meraviglioso cibo, forse vi rivedrò ancora… Nigel Luxmoore-Ball”. RISULTATI: CLASSE CAMPIONI MASCHI: 1° CH. WHEREVER YOU WILL GO DELLA TERRA DEI TEMPLARI ECC-BOB Propr. Terra dei templari Kennel Allev. Terra dei Templari Kennel CLASSE LIBERA MASCHI: 1° CRIO CAC Propr. Angelucci Moreno Allev. Abagnale Ludovico 2° KHAMBALIQ ARCIBALDO R/CAC Propr. Panza Monica Allev. Pizzamiglio Isabella CLASSE INTERMEDIA MASCHI: 1° REZIHEGYI VIG DOMPER KIND OF JOKE ECC. Propr. Rezihegyi vig domper c/o Terra dei Templari Kennel Allev. Rezihegyi domper 2° LEONARDO MB Propr. Abbondanza Manlio Allev. Dal Pino Antonio CLASSE GIOVANI MASCHI: 1° BASSJOY STARRY NIGHT DELLA TERRA DEI TEMPLARI ECC. MIGLIOR GIOVANE Propr. Bassjoy c/o Terra dei Templari Kennel -Allev. Bassjoy CLASSE JUNIORES MASCHI. 1° CAMBLANC RON CON COLA MP Propr. Camblanc Kennel c/o Morganti Michele All. Franckx Nathalie CLASSE PUPPY MASCHI: 1° NHABIRA KICKOFF MP Propr.Frankx Nathalie c/o Morganti Michele All. Franckx Nathalie CLASSE LIBERA FEMMINE: 1° KHAMBALIQ PASSION CAC.BOS Propr.Panza Monica Allev. Pizzamiglio Isabella 2° GIORGIA DEL GALAVRONE ECC. Prop. e Allev. Succi Cimentini Vincenzo

70

INC club dic11.indd 70

21/11/2011 10:02:05


i club CLASSE INTERMEDIA FEMMINE: 1° VANESSA R/CAC Propr. e Allev. Vittorio Cannas 2° CARMEN MORAVIA BRAY ECC. Propr. Nicola Bresolin Allev. Moravia Bray CLASSE JUNIORES FEMMINE: 1° QUANA DEI TRENTAROSSI MP Propr. Michele Morganti Allev. Francesco Trentarossi CLASSE PUPPY FEMMINE: 1° GIGI VAN HOLLANDHEIM MP Propr.Carla Gerber c/o Morganti Michele Allev. Carla Gerber I risultati fedelmente riportati dal sito S.I.Bas sono stati comunicati dal Consigliere Giliola Negro.

SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND C/O CRINI GIORGIO VIA G. SANARELLI 5 00152 ROMA Tel. 06-20369320 Fax. 06-20369330 info@screamo.it

AMICI BASSOTTO CLUB Raduno di Grosseto 1/5/2011 In data 1/5/2011 presso il Camping Village “Cieloverde” di Grosseto si è svolto il nostro raduno ABC con ottima organizzazione generale. I soggetti iscritti a catalogo sono stati 54 peli corti e lunghi, 59 i peli duri. I giudici designati sono stati Costanza Mozzillo per tutti i peli corti e lunghi, Gisela Werner per tutti i peli duri. Questi i risultati. BASSOTTO TEDESCO STANDARD A PELO CORTO MASCHI LIBERA: 1MB NEMO ALL. BACCOLINI GLORIA PROP. MAMBRINI LEONARDO LAVORO: 1ECC CAC CAC BOS GASSMAN DEL CONTE VERDE ALL. ALL. TO DEL CONTE VERDE PROP. MAURO CARMEL FEMMINE LIBERA: 1ECC CAC CECILIA DE FERMINCAN ALL. GONZALES GERARDO PROP. ALL. TO DI CASA PORTA INTERMEDIA: 1 ECC R.CAC HASHISH ALL. E PROP. ROCCHI JESSICA GIOVANI: 1ECC BOB HALLEY DEL CONTEVERDE ALLO. E PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE JUNIORES: 1 PROM. CHANEL ALL. ZVER PROP. MAFFEI GLORIA BASSOTTO STANDARD A PELO DURO MASCHI CAMPIONI: 1ECC BOB KISGRUVEN’S XO ALL. SJODALHELAE PROP. ALL. TO DEL LAGO PRILE LIBERA: 1ECC CAC OB DEL LAGO PRILE ALL. ALL.TO DEL LAGO PRILE PROP. BERNACCHI GIAN PIERO LAVORO 1ECC CAC ELFO DEI LAGHI DELLA VAL VEZZENO ALL. ALL. TO DELLA VAL VEZZENO PROP. NENCETTI WALTER INTERMEDIA:

1ECC CECCOANGIOLIERI ALL. E PROP. CORSINI ANDREA GIOVANI: 1ECC CASPAR DEL LAGO PRILE ALL.E PROP. ALL. TO DEL LAGO PRILE VETERANI: 1ECC FLOX DEL LAGO PRILE ALL. ALL. TO DEL LAGO PRILE PROP. BALDINI DANIELE PUPPY: DELFO DEL LAGO PRILE FEMMINE CAMPIONI: 1ECC BOS CH REVESTREKEN’S FRIDA ALL. REVESTREKEN’S PROP. BALDINI DANIELE LAVORO: 1ECC CAC RUNA DEL MOLPO ALL. PARODI STEFANIA PROP. RONDINI MARIA INTERMEDIA: 1ECC CARLA ALL. CORSINI ANDREA PROP. MASCHIETTO VITTORIO GIOVANI: 1ECC ZOE ALL. GIACOMELLI DANIELE PROP. PAOLINI EDOARDO MARCO VETERANI: 1ECCCH PRIMULA DEL LAGO PRILE ALL, ALL.TO DEL LAGO PRILE PROP. MANCINI FABRIZIO FUORI CONCORSO: TANJA DEL LAGO PRILE ALL. E PROP. ALL.TO DEL LAGO PRILE PUPPY: DELIZIA DEL LAGO PRILE ALL ALL. TO DEL LAGO PRILE PROP. WANHELSING BASSOTTO NANO A PELO CORTO MASCHI CAMPIONI: 1ECC BRACCOBALDO ALL. BARIA MAURIZIO PROP. MAFFEI GLORIA LIBERA: 1ECC QUASAR DELLA BANDA BASSOTTI ALL. POZZI CHIARA PROP. SIMONELLI SIANTAL LAVORO: 1 MB GRAT KAPRIZ RAFAEL AT CONTEVERDE ALL. E. V. GENDRIKOVA PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE INTERMEDIA: 1ECC CAC BOS GAUDI DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. E PROP. ALL.TO DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA GIOVANI 1 ECC PASSE PARTOUT DEL CAVIANO ALL. E PROP. ALL.TO DEL CAVIANO DI MARIA BATTILANI PUPPY: 1 M P CYBERDACHS MINI JAMES BOND ALL. KIS TIBOR PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE FEMMINE LIBERA: 1ECC R. CAC ECC ROYAL DARK QUEEN VOM DRILAN ALL. BRUSTERING PROP. ALL. TO DEL CAVIANO DI BATTILANI MARIA LAVORO: 1 ECC CAC GLAMOUR DEL CONTEVERDE ALL. E PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE INTERMEDIA: 1ECC CAC GLORIA DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. ALL.TO DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA PROP. DORETTO LAURA GIOVANI: 1ECC BOB IANA ALL. KUBOVA ANDREA PROP. ALL.TO DEL CAVIANO JUNIORES: 1MP GARDENIA GARCIA ALL N. P. PROP. ALL. TO DEI RASOTERRA BASSOTTO NANO A PELO LUNGO MASCHI LIBERA: 1 ECC CAC BOB HIPHOP DELLA LUNA CAPRESE ALL. OUTI RENKO PROP. LAMARCA FRANCESCO

GIOVANI: 1ECC HAUSHIPUNGO MARZEMINO ALL. E PROP. PORCINO GIORGIO BASSOTTO NANO A PELO DURO MASCHI CAMPIONI: 1ECC REMO DEL LAGO PRILE ALL. ALL.TO DEL LAGO PRILE PROP. BJORGE W YILDE LIBERA: 1ECC CAC BOB MILKOT DEL LAGO PRILE ALL. ALL.TO DEL LAGO PRILE PROP. ALL.TO DEL WANHELSING 2ECC FILIPPO DI MARPAL ALL. MARPAL. PROP. D’ANGELO MARIASSUNTA LAVORO: 1ECC CAC GOLDENCHAP DEL LAGO PRILE ALL. E PROP. ALL. TO DEL LAGO PRILE INTERMEDIA: 1 ECC BALDO DEL LAGO PRILE ALL ALL. TO DEL LAGO PRILE PROP. DELLA DONNA MARIANGELA GIOVANI: 1ECC JULISSA LISANT MAGIC TOUCH OF RUSSIA ALL POLYACOVA JULIUA PROP. BORRONI FRANCESCA JUNIORES: 1 MP FRANKSLOOTHAAK DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL. TO DEL WANHELSING PUPPY: 1 MP JULISSA LISANT EXPERIENCE MOSCOW STYLE ALL. POLYAKOVA JULIA PROP. FREGOLA LORENZA FEMMINE LIBERA: 1ECC R. CAC EMILY DELLA CASA DEGLI ORSI ALL. DELLA CASA DEGLI ORSI PROP. D’ANGELO MARIASSUNTA LAVORO: 1ECC CAC NUTELLA DEL MAR EGEO ALL. E PROP. SQUATRITI TEODORO INTERMEDIA: 1ECC CAC BOS LOUISVUITTON DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL. TO DEL WANHELSING GIOVANI: 1ECC NOLI ME TANGERE ALL. MONZEGLIO SILVANA PROP. MARIANI ALBERTO PUPPY: KELLEMOI DE PEPITA SANDRINA ALL. E PROP. BORRONI FRANCESCA BASSOTTO KANINCHEN A PELO CORTO MASCHI CAMPIONI: 1ECC BOS EDWARD RED PASSION ALL MURRONE F. PROP. CECCONI FABIO FEMMINE CAMPIONI: 1ECC BOB BERGHEMDAX LUMINOSA ALL. BERGHEMDAX PROP. ALL. TO DEI RASOTERRA INTERMEDIA: 1 ECC CAC XANTIA DELLO SPICCHIO ALL. GRILLO NICCOLO’ PROP. SNIJDERS JOSEPHA GIOVANI: 1 ECC PICCOLA KATHY DEL CAVIANO ALL. E PROP. ALL.TO DEL CAVIANO JUNIORES : 1 P DOMITILLA HONEY E MOON ALL. E PROP. LONGHI GUIDO PUPPY: 1 MP GOLDEN DUST IN THE DEEP OF THE UNIVERSE ALL. MAFFEI GLORIA PROP. DE BONI SARA BASSOTTO KANINCHEN A PELO DURO MASCHI LIBERA: 1 MB WIE ANDERS KRISTO ALL. VAN ZIJL MARION PROP. FREGOLA LORENZA INTERMEDIA: 1ECC CAC BOB ALPHERATZ HELSING ALL.

71

INC club dic11.indd 71

21/11/2011 10:02:05


i club ALL.TO ALPHERATZ PROP. ALL.TO DEL WANHELSING GIOVANI: 1 MBTHOMAS FUCHS DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL.TO DEL WANHELSING FEMMINE LIBERA: 1 ECC CAC BOS ALPEHERATZ FOLKLORIKA ALL. ALPEHERATZ PROP. ALL. DEL LAGO PRILE LAVORO: 1ECC CAC KRISTILEND ORIETTA ALL. SPERANZA PROP. MAFFEI CECCONI GLORIA GIOVANI: 1ECC SWEET PRISCILLA ALL. EPROP. BORRONI FRANCESCO RADUNO DI SARZANA (SP) In data 8/5/2011 presso il centro polifunzionale del comune di Beverino(SP), si e svolto per la prima volta un raduno ABC; eccellente è stata l’organizzazione in generale.135 i soggetti a catalogo ;i giudici designati sono stati :Heike Behering per peli corti e lunghi e Franco Rubinato per tutti i peli duri. Questi i risultati. BASSOTTO TEDESCO STANDARD A PELO CORTO MASCHI LIBERA: 1ECC CAC GANT DEL CONTE VERDE ALL. ALL. TO DEL CONTE VERDE PROP. SASSAREGO GABRIELLA LAVORO: 1 ECC CAC GRISSOM DEL CONTE VERDE ALL. ALL. TO DEL CONTE VERDE PROP. MALANDRINO ROBERTA GIOVANI : 1 ECC PRIMO ARZILLI ALL. FIORINI MICHELE PROP. BIANCHI SARA JUNIORES: 1 MP HERMES DEL CONTE VERDE ALL. ALL. TO DEL CONTE VERDE PROP. D’ONOFRIO MARI GRAZIA FEMMINE INTERMEDIA: 1 ECC CAC BOB HASHISH ALL. E PROP. ROCCHI JESSICA LIBERA: 1 ECC R. CAC CECILIA FERMICAN ALL. GERARDO GONZALES PROP. ALL. TO DI CASA PORTA GIOVANI: 1 ECC HALLEY DEL CONTE VERDE ALL. E PROP. ALL. TO DEL CONTE VERDE JUNIORES: 1 M. P HAPPY DEL CONTE VERDE ALL. E PROP. ALL. TO DEL CONTE VERDE PUPPY: 1 M.P ESTELLE DELLA MAGA ALL. E PROP. ALL. TO DELLA MAGA BASSOTTO STANDARD A PELO LUNGO MASCHI CAMPIONI: 1ECC. BOB LUIGI XIV IL RE SOLE ALL. SIMONCINI MARIA ELENA PROP. CACCIATORE DONATA LAVORO: 1 ECC CAC FRED THE RED ALL. E PROP. CORALLO DARIO FEMMINE CAMPIONI: 1ECC CLEOPATRAALL. E PROP. CORALLO DARIO GIOVANI: 1 ECC NIKITA DELLE ROSE E BAMBU’ ALL. VACCARI ELENA PROP. CORALLO DARIO JUNIORES: 1 M.P FEE SOLEIL DU REVE SIX COEURS ALL. HAHN FLORENCE PROP. SALINAS LUISA BASSOTTO STANDARD A PELO DURO

MASCHI CAMPIONI: 1ECC BOS QUI DELLA VAL VEZZENO ALL. PALLADINI ANTONIO PROP. ARDITI CINZIA LAVORO 1 ECC CAC BRIGANTE ALL. E PROP. CASATI PATRIZIA INTERMEDIA: 1 ECC R. CAC CECCO ANGIOLIERI ALL. E PROP. CORSINI ANDREA LIBERA: 1 ECC CAC ROSMARINO DEL MOLPO ALL. E PROP. PARODI STEFANIA GIOVANI: 1 ECC VAN GOGH DELLA VAL VEZZENO ALL. PALLADINI ANTONIO PROP. PIO GIOVANNA FEMMINE CAMPIONI: 1ECC BOB SOFONISBA ANGUISSOLA ALL. FERRARI LINDA PROP. ARDITI CINZIA LAVORO: 1 ECC CAC MAFALDA DELLA VAL VEZZENO ALL. PALLADINI ANTONIO PROP. PORTA LUCIA GIOVANI: 1ECC UNICA JOAN BAEZ DELLA VAL VEZZENO ALL. PALLADINI ANTONIO PROP. ARDITI CINZIA JUNIORES 1 M.P USIA DL MOLPO ALL. E PROP. PARODI STEFANIA BASSOTTO NANO A PELO CORTO MASCHI LAVORO: 1 ECC GREAT KAPRIZ RAFAEL AT CONTEVERDE ALL. GENDRIKOVA PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE INTERMEDIA: 1 M.B AVATAR ALL. BARIA PROP. RICCI MASSIMO LIBERA: 1MB MAX ALL. E PROP. FAVAZZA GIUSEPPE GIOVANI 1ECC PISO PISELLO ALL. E PROP. ALL. TO DEI RASOTERRA JUNIORES: 1M.P BERGHEMDAX CAIO ALL. ABBIATI PAOLA PROP. SNIJDERS JOSEPHA PUPPY: 1 MP GUGLIELMO DA BASKERVILLE ALL. E PROP. BUSCEMI SILVANA FEMMINE CAMPIONI: 1ECC 1 ECC ADELINA ALL. E PROP. BUSCEMI SILVANA LAVORO: 1 ECC CAC GLAMOUR DEL CONTE VERDE ALL. E PROP. ALL. TO DEL CONTEVERDE INTERMEDIA: 1 ECC CAC VIOLA BACIA TUTTI ALL. E PROP. DEL VECCHIA LAURA LIBERA: 1 ECC R. CAC ROYAL DARK QUEEN VOM DRILAN ALL. BRUSTERING PROP. ALL. TO DEL CAVIANO DI BATTILANI MARIA GIOVANI: 1ECC BOB IANA ALL. KUBOVA ANDREA PROP. ALL.TO DEL CAVIANO JUNIORES: 1 P. RATATOUILLE DEL CAVIANO ALL. ALL. TO DEL CAVIANO PROP. FESTA ALICE PUPPY: 1 M.P FEDORA SAURA DI CASA MAMMOLA ALL. FIORINI MICHELE PROP. VANNI ANDREA BASSOTTO NANO A PELO LUNGO MASCHI CAMPIONI: 1 ECC BOB EMMET DELLA PENNINA ALL. GIAROLI CLAUDIA PROP. MARINI SARA INTERMEDIA:

1 ECC CAC AMILCARE ALL. GROSSI ALESSANDRO PROP. MARINI SARA FEMMINE PUPPY: 1 M.P LUNA CAPRESE ISA MIRANDA ALL. LAMARCA FRANCESCO PROP. MARINI SARA BASSOTTO NANO A PELO DURO MASCHI CAMPIONI : 1ECC ROBESPIERRE DEL GOTHA ALL. ALL. TO DEL GOTHA PROP. TERRUZZI LUCIA INTERMEDIA: 1ECC R. CAC INTELLIGENT QUALITY DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL.TO DEL WANHELSING LIBERA: 1 ECC CAC BOB MILKOT DEL LAGO PRILE ALL. ALL. TO DEL LAGO PRILE PROP. PASCARELLA GABRIEL MARIO GIOVANI: 1 ECC AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING ALL. FRIGGIONE FRANCESCA PROP. PASCARELLA GABRIEL JUNIORES: 1 M.P FRANK SLOOTHAAK DEL WANHELSINH ALL. E PROP. FRIGGIONE FRANCESCA FEMMINE CAMPIONI 1ECC BOS BAUCHAL’S PATAS ARRIBA ALL. BAUCHAL GIANFRANCO PROP. ALL. TO DEL GOTHA INTERMEDIA: 1 ECC CAC ALPHERATZ CARLOTTA ALL. BOZA INFANTE ENRIQUE PROP.TERRUZZI LUCIA LIBERA: 1 ECC R.CAC LOUIS VITTON DEL WANHELSING ALL. FRIGGIONE FRANCESCA PROP. PASCARELLA GABRIEL MARIO GIOVANI: 1 ECC SONO UNA BIONDA DEL GOTHA ALL. E PROP. ALL. TO DEL GOTHA BASSOTTO KANINCHEN APELO CORTO MASCHI: LIBERA: 1 B. DEWIN DIAMONT BLACK ALL. ALL. TO DEWIN PROP. FESTA ALICE GIOVANI: 1 M.B DAIQUIRI VOM DRILAN ALL. BRUSTERING A. PROP. ROSATI BRUNA PUPPY: 1 M.P INPERIAL IDEFIX DEL CONTEVERDE ALL. E PROP. ALL. DEL CONTEVERDE FEMMINE CAMPIONI: 1ECC BERGHEMDAX LUMINOSA ALL. ABBIATI PAOLA PROP. ALL. TO DEI RASOTERRA LAVORO: 1 ECC CAC XANTIA DELLO SPICCHIO ALL. GRILLO NICOLO’ PROP. SNIJDERS JOSEPHA INTERMEDIA: 1 ECC GANGA DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. E PROP. IEVOLELLA RINO LIBERA : 1 M.B BAUCHAL’S QUEL DOMMAGE ALL. BAUCHAL G. PROP. ALL. TO DI SILVALLEGRA GIOVANI: 1 ECC BOB GRACE KELLY DI CASA PORTA ALL. E PROP. ALL. DI CASA PORTA JUNIORES: 1M.P MEGAN ALL. PERAZZOLI PROP. MAFFEI GLORIA PUPPY: 1 M.P ZAIA DELLE NEBBIE DORATE ALL. ALBERTAZZI MARIA TERESA PROP. MONACA MARIA CHIARA BASSOTTO KANINCHEN A PELO LUNGO FEMMINE ITERMEDIA 1ECC CAC BOB MESSALINA ALL. E PROP. CEVASCO LAURA BASSOTTO KANINCHEN A PELO DURO

72

INC club dic11.indd 72

21/11/2011 10:02:05


i club MASCHI LIBERA: 1ECC CAC BOB ALPHERATZ HELSING ALL. ALL.TO ALPHERATZ PROP. ALL.TO DEL WANHELSING GIOVANI: 1 ECC ALPHERATZ DA VINCI ALL. BOZA INFANTE ENRIQUE PROP. TERRUZZI LUCIA FEMMINE CAMPIONI: 1 ECC VITTAKERDOOLAR DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL.TO DEL WANHELSING LIBERA: 1 ECC CAC ZARA ALL. E PROP. CINELLI COSTANZA GIOVANI: 1 ECC DOKIDOK DEL WAMHELSING ALL E PROP. ALL. TO DEL WANHELSING RING D ONORE BIS COPPIE 1 S/D CH. QUI DELLA VAL VEZZENO-CH. SOFONISBA ANGUISSOLA PROP.ARDITI CINZIA 2 S/L FRED THE RED –CH. CLEOPATRA PROP. CORALLO DARIO 3N/C PASSEPARTOUT DEL CAVIANO –ROYAL DARK QUENN VON DRILAN PROP. BATTILANI MARIA BIS GRUPPI S/L FRED THE RED –CH. CLEOPATRA –NIKITA DELLE ROSE &BAMBU BIS PUPPY 1 K/C INPERIAL IDEFIX DEL CONTEVERDE 2S/C ESTELLE DELLA MAGA 3N/C GUGLIELMO DA BASKERVILLE BIS JUNIORES 1N/D FRANK SLOOTHAAK DEL WANHELSING 2N/C RATATOUILLE DEL CAVIANO 3 S/D USIA DEL MOLPO BIS GIOVANI 1 S/D UNICA JOAN BAEZ DELLA VAL VEZZENO 2 N/C IANA 3N/D AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING BEST IN SHOW 1 S/L CH. LUIGI XIV RE SOLE 2 N/L CH. EMMET DELLA PENNINA 3 S/D CH. SOFONISBA ANGUISSOLA MOSTRA SPECIALE RENDE In data 15/5/2011 presso l’Esposizione Internazionale Canina Di Rende si e’ svolta la mostra speciale ABC; Ottima l’organizzazione in generale. Discreto il numero dei soggetti iscritti; Giudice unico Francesco Balducci. I risultati sono i seguenti: BASSOTTO TEDESCO STANDARD A PELO CORTO MASCHI GIOVANI : 1 ECC NEZHNYJ HISCHNIK ALDOR ALL. DOMOGATSK PROP. FRATONI FABRIZIO FEMMINE CAMPIONI 1ECC R. CACIB MALU’ DI TURBOLAND ALL. E PROP. ALL. TO DI TURBOLAND LIBERA: 1 ECC CAC CACIB BOB REGINA DEL FICO D’INDIA ALL. E PEOP. ALL. TO DEL FICO D’INDIA LAVORO: 1 ECC CAC SIBILLA DEL FICO D’INDIA ALL. E PROP. ALL.TO DEL FICO D’INDIA GIOVANI: 1 ECC ISOTTA DI TURBOLAND ALL. E PROP. ALL.TO DI TURBOLAND BASSOTTO STANDARD A PELO LUNGO MASCHI CAMPIONI:

1ECC. CACIB BOB MIRKO DEL FICO D’INDIA ALL. ALL. TO DEL FICO D’INDIA PROP. ABBRUSCATO FRANCESCA LAVORO: 1 ECC GIO’GIO’ ALL. GALIZIA ROSA PROP. RUGGERO SILVIA GIOVANI : 1ECC ITZ V.D. ROTEICHEN ALL. STURMER KERSTIN PROP. ALL. TO DEL FICO D’INDIA FEMMINE LAVORO 1ECC CAC CACIB BOS PRICIPESSA DEL FICO DìINDIA ALL. ALL. TO DEL FICO D’INDIA PROP. LA BARBERA SERGIO JUNIORES: 1 P. ZAZA’ DEL FICO D’INDIA ALL. ALL. TO DEL FICO D’INDIA PROP. BORDINA MARIA IMMACOLATA BASSOTTO STANDARD A PELO DURO MASCHI GIOVANI: 1 ECC XFILE DEL FICO D’INDIA ALL. E PROP. ALL. TO DEL FICO D’INDIA FEMMINE INTERMEDIA: 1 ECC HARLEY DELLA VAL VEZZENO ALL. PALLADINI ANTONIO PROP. CACCIA FLORO GIOVANI: 1 ECC BOB XITA DEL FICO D’INDIA ALL. E PROP. ALL. TO DEL FICO D’INDIA BASSOTTO NANO A PELO CORTO MASCHI LIBERA : 1ECC R. CAC R. CACIB TARQUINIO PRISCO DELL’ISOLA DEI BASSOTTI ALL. ALL. TO DELL’ISOLA DEI BASSOTTI PROP. MIANO ANGELO LAVORO: 1 ECC CAC HAMLET DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. IEVOLELLA RINO PROP. DE CICCO PATRIZIA INTERMEDIA: 1 ECC CAC CACIB GAUDI’ DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. E PROP. ALL.TO DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA GIOVANI 1ECC MAGIK RAINBOW ARCTUR ALL. MAGIK RAINBOW – IVANOVY PROP. SCHICCHI MARIO JUNIORES: 1M.P KINCHVILLE LEWIS HAMILTON ALL. LARISA SHABALINA PROP. BILOTTI GIADA FEMMINE LAVORO: 1 ECC CAC CACIB BOB GRETA GARBO DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA ALL. E PROP. IEVOLELLA RINO GIOVANI: 1ECC MIA WANHELSING ALL. PASCARELLA GABRIEL PROP. ROSANO ALDO JUNIORES: 1 RUMBA ALL. BILOTTI GIADA PROP. ROSSANO SAVERIO BASSOTTO NANO A PELO DURO GIOVANI: 1 ECC BOB AMAONORAERISPETTA DEL WANHELSING ALL. E PROP. ALL. TO DEL WANHELSING FEMMINE INTERMEDIA: 1 ECC FANNY DELL’ANTICA PALUDE ALL. MACICONE EDMONDO PROP. AMORE GIORGIO GIOVANI: 1 ECC MAGIK RAINBOW WIN A LOT ALL. MAGIK RAINBOW -IVANOVY PROP. LUPO GIOVANNI BASSOTTO KANINCHEN A PELO CORTO FEMMINE INTERMEDIA 1 ECC CAC CACIB BOB AMARANTA ALL. E PROP. AMORE GIORGIO

BASSOTTO KANINCHEN A PELO LUNGO FEMMINE LIBERA: 1 ECC CAC CACIB BOB MESSALINA ALL. E PROP. CEVASCO LAURA

AMICI BASSOTTO CLUB C/O PALLADINI A.-LOC.CIMAFAVA 29013 CARPANETO PIACENTINO Tel. 0523-852081 Fax. 0523-852800

BRIARD & AMICI TROFEO “LUIGI ROVERSI” Il Trofeo “Luigi Roversi”, rappresentato dalla copia in bronzo di un’opera eseguita in bassorilievo dallo scultore Andrea Pardini, rappresentante la testa di un Briard, viene attribuito annualmente al soggetto che, in base ad un regolamento, ha conseguito nel corso dell’anno il maggior punteggio in un massimo di 10 manifestazioni espositive. Esso non può essere assegnato allo stesso soggetto per più di due anni consecutivi. Il Trofeo “Luigi Roversi “2010, consegnato in occasione del Raduno Nazionale, è stato attribuito al Briard “CH.IT. BILLIEJEAN DELLE NEBBIE DI

Da sinistra: miglior femmina e miglior maschio

Miglior Coppia

73

INC club dic11.indd 73

21/11/2011 10:02:06


i club

Miglior Giovane Maschio

MOUSTACHUS All.re e Prop.: G. e R. Junker 2° M.B. - GITAN NOIR DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Fin P. FEMMINE Classe Campioni 1° ECC -ALVA TU MI PIACI DES NOBLIAUX MOUSTACHUS All.re e Prop.: G. e R. Junker Classe Giovani 1° M.B. - GUENDALINA DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Peroni M. Classe Juniores 1° M.P. - GERDA GRAN PASTORE All.re e Prop: Rubagotti G. 2° M.P. - GUAPA PRECIOSA DEL NEBBIOSO All.re: All.to del Nebbioso - Prop: Pedullà A. FULVO-GRIGIO MASCHI Classe Campioni 1° ECC. - ALPACINO Trofeo Yannakis - al miglior soggetto di Allevamento Italiano All.re: All.to del Castello degli Urogalli – Prop.: Rancan C. 2° ECC. - D’ARTAGNAN DE CHILA Autres) - All.re e Prop.: Velardi A. Classe Lavoro 1° ECC. - CAC - MONAMI POUR TOUJOURS FREDERIC X (Demi) - All.re: Tjornelund L. Prop.: Latini G. 2° M.B. - DAREDEVIL DEL CASTELLO DEGLI UROGALLI All.re e Prop.: All.to del Castello degli Urogalli Classe Libera 1° ECC. CAC - Miglior Maschio - ASSINIBOINE VELMOND All.re: Domalipova Monika– Prop.: Kolarikova R. 2° ECC. - DAGOBERTO DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Ridolfi D. Classe Intermedia 1° ECC. R.CAC - DECHILA VELARDI FERDINANDO RE DI NAPOLI Moravia Campanella) - All.re e Prop.: Velardi A. 2° ECC. - DECHILA VELARDI FEERIQUE All.re e Prop.: Velardi A. Classe Giovani 1° ECC. Miglior Giovane Maschio - DECHILA VELARDI FOFO’ D’ARAGONA Campanella - All.re e Prop.: Velardi A. 2° ECC. - GRISBI DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Baratella P. Classe Juniores

Miglior Junior AVALON” - All.re e Prop.: All.to delle Nebbie di Avalon di Luigini Chiea 29° RADUNO NAZIONALE Abano Terme - 16 ottobre 2011 Giudice: Salvatore Giannone (B) NERO ARDESIA MASCHI Classe Campioni 1° ECC - APOLLO DEL CONTE RISSOSO All.re e Prop.: Malinverno C. 2° ECC - DONCARLOS DEL BEL PASTUR All.re: All.to Del Bel Pastur - Prop.: Rubagotti G. Classe Libera 1° ECC. - CAC - VERSUS DE’ PITTAVINI All.re: All.to De’ Pittavini– Prop.: Arfiero S. 2° M.B. - DIOR DEL VIZIR NERO All.re: All.to del Vizir Nero – Prop.: Baldo G. Classe Giovani 1° ECC. - BAROLO TIZIANO DES NOBLIAUX

1° M.P. - GUNSN’ROSES DELLE NEBBIE DI AVALON All.re: All.to delle Nebbie di Avalon Prop.: Mazzotti G. Classe Baby 1° M.P. - GASTONE DEL BEL PASTUR All.re: F. Partegiani - Prop.: Maffei N. 2° M.P. - GOLF TIGER DEL BEL PASTUR All.re: F. Partegiani - Prop.: Cerasoli M. Classe Veterani 1° ECC. - TERRIBLYBELOVE DELLE NEBBIE DI AVALON All.re e Prop.: All.to delle Nebbie di Avalon 2° ECC. - TAMBURELL DES UNS ET DES AUTRES All.re: All.to Des Uns et Des Autres - Prop.: Velardi A. FEMMINE Classe Campioni 1° ECC. - BILLIEJEAN DELLE NEBBIE DI AVALON All.re e Prop.: All.to delle Nebbie di Avalon 2° ECC. - CALAMITY JANE All.re e Prop.: All.to del Castello degli Urogalli Classe Lavoro 1° ECC. CAC - SOLE DO MARE MIO MORAVIA CAMPANELLA All.re: Moravia Campanella - Prop.: Velardi A. Classe Libera 1° ECC. CAC - ELAMIAVITA DELLE NEBBIE DI AVALON Avalon - All.re: All.to delle Nebbie di Avalon - Prop.: Rosa G. 2° ECC. - CLARO DE LUNA All.re: Alfonso Velardi - Prop.: Pitorri A. Classe Intermedia 1° ECC. R. CAC - FLOWER OF RA DEL BEL PASTUR All.re: All.to del Bel Pastur Prop.:Rubagotti G. 2° ECC. - FELIPA DES ENFANTS DES PIERRAILLES All.re: Perelli Christiane - Prop.: Mazzotti G. Classe Giovani 1° ECC. - Miglior Giovane Femmina - Miglior Femmina DECHILA VELARDI FARA DIBA All.re e Prop.: Velardi A. 2° ECC. - EMMYLOU VOM SONNENBLUMENHOF All.re: Dieter Schattschneider - Prop.: All.to del Castello degli Urogalli Classe Juniores 1° M.P. - Miglior Junior - GUARDIAN SPIRIT OF THE COASTLINE All.re: Ellen Jo Myers – Prop.: Malinverno C. 2° M.P. - GIULIETTADEGLISPIRITI DELLE NEBBIE DI AVALON All.re: All.to delle Nebbie di Avalon - Prop.: Pesciallo G. Classe Baby 1° M.P. - FUNNY DEL CASTELLO DEGLI UROGALLI All.re e Prop.: All.to del Castello degli Urogalli 2° M.P. - GILDA DEL BEL PASTUR All.re: F. Partegiani - Prop.: Bodini E. Coppie 1° - Barolo Tiziano e Ch. Alva Tu Mi Piaci Des Nobliaux Moustachus Gruppi di allevamento 1° - All.to Velardi A. Sfilata dei Veterani Veterano più anziano: PEPITA DEL VIZIR NERO - 18.07.1999 Altri premi speciali messi in palio da soci sono stati assegnati come segue: Miglior testa: Ch Alpacino Miglior tessitura di pelo: Ch. Doncarlos del Bel Pastur Miglior colore fulvo: Gunsn’roses delle Nebbie di Avalon

Trofeo Yannakis

CLUB BRIARDS & AMICI VIA PONTEMANCO 9 35020 DUE CARRARE Tel. 049-5290253 Fax. 049-5290253

74

INC club dic11.indd 74

21/11/2011 10:02:07


i club CLUB ITALIANO AMATORI BOVARI SVIZZERI

SHAR PEI CLUB ITALIANO

2011 FCI Centenary WORLD DOG SHOW Il CIABS si congratula con la socia Maddalena Battaglia per il prestigioso titolo di CAMPIONE MONDIALE ottenuto dal Bovaro dell’Appenzell di sua proprietà Venezia von der Erftquelle (allevatrice Manuela Gerhards) al World Dog Show di Parigi il 7 luglio 2011, con la giudice svizzera Lisbeth Mach. Mostra Speciale di Messina - 30 ottobre 2011 Giudice Manola Poggesi

BOB

Libera Femmine

Libera Maschi BOVARI DEL BERNESE (17) CLASSE LIBERA MASCHI 1° Ecc, CAC, CACIB BOS DONCHISCIOTTE, propr R.Di Bugno 2° Ecc R/CAC, R/CACIB TAPLACS PRINCE JUNIOR GLOBETROTTER, propr B.Monteggia CLASSE GIOVANI MASCHI 1° MB QUI DEL SACRO FIUME, propr D.Carnevale 2° MB NEVADA DELLA VALDIVARA, propr I.Di Fresco CLASSE LIBERA FEMMINE 1° Ecc, CAC, CACIB BOB MAROUSSIA PRINCESS GIVARA, propr E.Covelli 2° Ecc, R/CAC, R/CACIB STARRY TOWN DOL DE BRETAGNE, propr G.Ippolito CLASSE GIOVANI FEMMINE 1° Ecc, Miglior Giovane MIA DEL SACRO FIUME, propr J.Gecchelin

CLUB ITALIANO AMATORI BOVARI SVIZZERI C/O MRVCIC ROBERTO - VIA BORGO VIOLA 4 33050 RUDA Tel. 0431-973242 Fax. 0431-973242 www.ciabs.it – info@ciabs.it

Bovaro dell_Appenzell Venezia Ch. del Mondo

RADUNO SHAR PEI CLUB ITALIANO GRANAROLO DELL’EMILIA (BO) 11/9/2011 L’11 settembre in una bella giornata estiva, quasi tropicale, si è svolto nello splendido e ombreggiato parco dell’Hotel Green Park di Granarolo dell’Emilia (Bologna) l’annuale raduno organizzato dallo Shar Pei Club Italiano. Ha giudicato Marilyn Vinson (USA) apprezzata giudice AKC e Allevatrice di Shar Pei. 81 i soggetti iscritti. Ringraziamo tutti i Soci, gli Allevatori Italiani e gli amatori della razza per la grande partecipazione che ci stimola e ci incoraggia a fare sempre meglio. Un grande grazie va ai tanti amici che sono arrivati pieni di entusiasmo e allegria dalla Sicilia e dalla Puglia!! RISULTATI: MASCHI BABY 1 MP – MIGLIOR BABY - BLACK MUSCK SOUND LIKE A FLIPPER All.re e prop. All. Black Musck di Vago Ambrogio 2 MP - BLACK MUSCK TWISTER BOY All.re e Prop. All. Black Musck di Vago Ambrogio JUNIORES 1 MP - MIGLIOR JUNIORES - MOSE’ All.re e Prop. Pennisi Marco 2 P – DIOR All.re Carrara Lucia – Prop. Lazzaro Vanier GIOVANI 1 ECC – MIGLIOR GIOVANE – MIGLIOR MASCHIO – B O S - PACO All.re All.della Terra dei Sikani di Caruso E. – Prop. Aiello Pietro 2 MB - IVAN DEL SETTIMO SIGILLO All.re Galluccio Carmelina – Prop. Ciccarelli Gabriele INTERMEDIA 1 ECC – R/CAC - SUN TEA SMOOTH AFFAIR AT YIJING’S All.re Dannemiller A. – Habernig Nadja 2 ECC. WOODY I DRAGONI ORIENTALI All.re Bergagna Iolanda – Prop. Biondo Salvatore LIBERA 1 ECC - CAC – SO-FI’ CHOICE FOR ULTIMATE GOSSIP All.re Minne Esmae – Prop. Minne E.-Trettel D. c/o All. Chancjs Gru 2 ECC - NEO DELLA PAGODA BLU All.re Penzo Cinzia – Prop. Falchi Elisa CAMPIONI 1 ECC - BLACKWITCH WHEN THE THUNDER ROLLS All.re Denise A Beagle – Prop. Pizzamiglio Isabella 2 ECC - EDISON DEL PEODORO All.re All. del Peodoro di Zaro G. – Prop. Studen Aleksandra VETERANI 1 ECC – MI KUMAR’S ONE NITE STAND CH. All.re Pat Pramuck – Prop. Habernig Nadja 2 ECC – MARGEM’S MISTER NEWTON KMBLQ CH. All.re K.Vinsonhaler/DeeDee Wells – Prop. All. Degli Escoli di Massetani Walter FEMMINE: BABY 1 MP -YIJING’S JUMP SWITCH All.re e Prop. Habernig Nadja 2 MP - YIJING’S I NEED DOLLAR All.re e prop. Habernig Nadja JUNIORES 1 MP - CLOHE BPO BPO All.re e Prop. Regalia Lara

75

INC club dic11.indd 75

21/11/2011 10:02:10


i club 2 MP - MARILYN All.re e Prop. Pennisi Marco GIOVANI 1 ECC - YOUR QUEEN OF HEART BREEZE I DRAGONI ORIENTALI All.re Bergagna Iolanda Prop. Biondo Salvatore 2 ECC - LET THE SUNE SHINE IN DANDONGPEI All.re e Prop. All. Dandongpei INTERMEDIA 1 ECC – R/ CAC - LOLA MY BABY QUEEN I DRAGONI ORIENTALI All.re All. I Dragoni Orientali – Prop. Papi Dalila 2 ECC - ALICIA DEL SETTIMO SIGILLO All.re e Prop. All. del Settimo Sigillo di Galluccio Carmelina LIBERA 1 ECC - CAC – MIGLIOR LIBERA - FOUR ROSES DEL PEODORO All.re All. del Peodoro di Zaro G. – Prop.All. The Crease of Wisdom di Galetti F. 2 ECC - PRECIOUS HUG THE ONE AND ONLY All.re C. Leventaki – Prop. Pizzamiglio Isabella CAMPIONI 1 ECC – MIGLIOR CAMPIONE – MIGLIOR FEMMINA – B O B – TRINITOTOLUENE T.N.T. DEL PEODORO CH. All.re e Prop. All. Del Peodoro di Zaro Gabriella 2 ECC - CHANCJS GRU WONDERFUL LIFE All.re All. Chancjs Gru Di Trettel – Prop. Massetani Walter VETERANI 1 ECC – MIGLIOR VETERANO - BLACK MUSCK JOYFULLOVE CH. All.re e Prop All. Black Musck di Vago Ambrogio 2 ECC – GINEVRA DELLA PAGODA BLU CH. All.re e Prop. All. della Pagoda Blu di Penzo Cinzia COPPIE 1° 37 – CH. MI KUMAR’S ONE NITE STAND 74 - YIJING’S GLORY ARENT’S EVERYTHINK Prop. Habernig Nadja 2° 28 – CH. BLACK MUSCK ROCK & ROLL – 66 - BLACK MUSCK LIKE A RUMBA Prop. All. Black Musck di Vago A. GRUPPO 1° 30 - CH. EDISON DEL PEODORO 32 - CH. WHISKEY ELITE FOREVER LEGEND DEL PEODORO – 78 - CH. TRINITOTOLUENE TNT DEL PEODORO 69 - FOUR ROSES DEL PEODORO 63 - IN THE AIR TONIGHT DEL PEODORO All.to del Peodoro di Zaro Gabriella 2° 28 - CH. BLACK MUSCK ROCK & ROLL 66 - BLACK MUSCK LIKE A RUMBA 79 - CH. BLACK MUSCK JOYFULLOVE 81 - CH. BLACK MUSCK SHALL WE DANCE All.to Black Musck di Vago Ambrogio RISULTATI MOSTRA SPECIALE INT. DI BASTIA UMBRA 09/10/2011 Giudice Sig. Massimo Inzoli (i) Soggetti iscritti 28 Assenti 4 MASCHI Campioni: 1 ECC CACIB MIGLIOR MASCHIO BOSBLACK MUSCK ROCK & ROLL CH. All.re e Prop. All. Black Musck di Vago Ambrogio Libera: 1 ECC CAC RIS.CACIB- GOLDING QUESTION OF FAITH All.re Buhovac Dejan – Prop. All. I Dragoni Orientali di Bergagna I 2 ECC-ADRIAN DE VRIES ORIKOU All.re Bondrad Bladimir – Prop. Galluccio Carmelina 3 ECC -STONEYS TRULY COLOSALL All.re Bonnie Stoney – Prop. All. I Dragoni Orientali di Bergagna I 4 ECC - NEO DELLA PAGODA BLU All.re Penzo Cinzia – Prop. Falchi Elisa

Speciale di Bastia Umbra BOB e BOS Intermedia: 1 ECC RIS CAC KHAMBALIQ ROBIN HOOD All.re Pizzamiglio Isabella– Prop. All.dei Muppet Show di Aliusa 2 ECC – CHIA MULARONI’S HOUSE All.re e Prop. All.to Mularoni’s House di Mularoni Giovani: 1 MB -HUNAPO DANDONGPEI All.re e Prop. All.to Dandongpei 2 MB -TYSON BROWN All.re Pagliara Salvatore Walter -Prop. Fittipaldi Davide FEMMINE Campioni: 1 ECC. CACIB MIGLIOR FEMMINA- BOB. – GRACE KELLY CH – All.re e Prop. All.to HanYang di Piatti Silvia Libera: 1 ECC RIS CAC. – BLACK MUSCK LIKE A RUMBA All.re e Prop. Vago Ambrogio 2 ECC. - SUCCESS SHIN A GIRL All.re Sedlacek Nancy – Prop. All.to I Dragoni Orientali di Bergagna 3 ECC. - PRECIOUS HUG THE ONE AND ONLY All.re Leventaki Chrisanthy – Prop. Pizzamiglio Isabella 4 ECC -HONEY MOON I DRAGONI ORIENTALI

All.re All.to I Dragoni Orientali – Prop. Modolo Raul Intermedia: 1 ECC CAC RIS CACIB -ALICIA DEL SETTIMO SIGILLO All.re e Prop All.to Del Settimo Sigillo 2 ECC. – LOLA MY BABY QUEEN I DRAGONI ORIENTALI – All.re All.to I Dragoni Orientali – Prop. Papi Dalila 3 ECC. - PSICHE All.re Guerrero Leda Fernanda Giovani: 1 ECC -MIGLIOR GIOVANE -TZO WEN WHITE DOVE KHAMBALIQ – All.re Lavere Barbara Prop Pizzamiglio Isabella 2 ECC -PRINCESS SHINA GOLD I DRAGONI ORIENTALI All.re e Prop All. I Dragoni Orientali 3ECC – GINGERPEIS HALLEBERRY All Gingerpeis Prop All. Mularoni’s House 4 MB – ALICE DEL TEMPIO DEGLI SHARPEI All. Tannoia Pagliara Alfonso Salvatore. Prop Colapietro Stefano

SHAR PEI CLUB ITALIANO C/O BECHERONI - VIA DELLA BISCIA 153 35136 PADOVA Tel. 049-8716909 Fax. 049-3006989

Raduno Granarolo dell’Emilia BOB e BOS

76

INC club dic11.indd 76

21/11/2011 10:02:11


INC allevatori dic2011.indd 83

22/11/2011 16:17:13


INC allevatori dic2011.indd 84

22/11/2011 16:17:14

INC dicembre 2011  

Rivista ufficiale ENCI, I Nostri cani -dicembre 2011