Page 1

Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) Art. 1 comma 1 LO/MI - N. 8 settembre 2011

“organo ufficale ENCI”

settembre 2011

INC articoli set11.indd 1

24/08/2011 16:02:57


INC articoli set11.indd 2

24/08/2011 16:02:59


SOMMARIO

Assegnata all’Italia la Mondiale 2015 4-9 Dino Muto, Guido Perosino

10

Parigi, l’Italia è best Dino Muto Vivere con uno Schapendoes... niente di più facile Federica Barison

16 18 20

Notizie ENCI Dal canile alla casa Arnaldo Palladini

23

Il lupo e la balia Stefano Spagnulo

25

Therapy Dog a Malnate Franco Quercia

26

Mediterranean Cup per 302 Lorena Quarta

28

Il Cirneco degli Dei Domenico Tricomi

30

Il cane non chiede perdono Giusy Mazzalupi Obedience: Parigi avara con l’Italia Giancarlo De Martini A Benevento “obiettivo salute” Antonella Palmieri Nel Gran Prix Royal Canin primeggia la “Top Can” Federica Agosti

32 33 34

35 Il buon cittadino di Belluno Gabriele Dalle Mulle

36 Therapy Dog in Valle d’Aosta Lorella Borre 36 Brevetti UCIS a Pistoia

37 Il Top Dog 2010 a un Collie Dino Muto

55 Per il Conte Oscar Monaco d’Arles Francesco Palmieri

55 Da un vecchio amico ad Oscar Monaco Tommaso Cianflone

56 Il trionfo del Setter Day Pasquale Piazza 59 Il ritorno dei Bleu Segulius

60 Bergamo, valli e segugi Gian Carlo Bosio 62 Kurzhaar in pineta Roberto Aguzzoni

38-54 Esposizioni Gian Domenico Palieri

CHI E DOVE

64 I successi 70 I club 76 Gli allevatori TEMPI DI CONSEGNA MATERIALE

Campioni in www.enci.it I campioni sono sul sito ENCI in questo modo si avrà un'informazione più diffusa.

Pubblicità expo con giuria: entro il giorno 3 del mese precedente l’uscita (es. 3 novembre per pubblicazione in dicembre) Pubblicità expo senza giuria: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita Articoli: previo accordi con la redazione Rubrica club: entro il giorno 5 del mese precedente l’uscita, in merito allo spazio disponibile Successi all’estero: in ordine di ricevimento, in merito allo spazio disponibile inviare a redazione@enci.it Si ringrazia per la collaborazione

Calendario esposizioni e prove in www.enci.it 3

INC articoli set11.indd 3

24/08/2011 16:03:02


Esposizione Mondiale Canina 2015

Il grande riconoscimento dell’FCI alla Cinofilia italiana

All’Italia la Mondiale 2015 Il presidente Francesco Balducci spiega come si è giunti al risultato e quali saranno gli impegni di tutti

Da sin. Rafael de Santiago, Francesco Balducci presidente ENCI, Hans Müller, presidente FCI

“L’appuntamento è fra quattro anni in fiera a Milano dove la cinofilia italiana ha dato appuntamento a tutti per l’esposizione mondiale canina. Un risultato importante che premia gli allevatori italiani e un impegno dell’ENCI a favore non solo dell’allevamento ma anche del pieno accoglimento del cane e del cinofilo nella società civile”. Così il presidente nazionale ENCI

EXPO 2015 EVENTI Durante la manifestazione è previsto un calendario di appuntamenti con spettacoli, musica ed esibizioni folkloristiche e dimostrazioni di discipline cinofile. Sarà inoltre allestita una mostra d’arte dedicata ai nostri amici cani con rassegna di pittura e di scultura presso la Sede del Kennel Club

Francesco Balducci ricorda l’importante traguardo raggiunto il 5 luglio scorso a Parigi dove i membri della FCI hanno deliberato l’assegnazione del confronto più importante del 2015 a Milano. Sono state accolte le motivate ragioni dell’Italia che ha saputo dare un contenuto al prestigio raggiunto. Molti dei Delegati della FCI hanno espresso pareri addirittura lusinghieri verso l’Italia: nessuno ha fatto critiche o comunque avanzato riserve. Anche la scelta della sede – i padiglioni della nuova Fiera, Milanocity- non poteva essere migliore. “Il risultato, continua Balducci, è il coronamento di uno sforzo complessivo è quindi merito di quanti operano con capacità coscienza e serietà nel mondo della cinofilia dando continuità ad un opera cominciata nel lontano 1882 quando fu fondato l’Ente all’ora denominato Kennel Club. Da quegli anni è stato compiuto molto cammino sono

state superate tante difficoltà, il cane ha acquistato piena cittadinanza. Da allora sono state incrementate le razze, la selezione ha fatto passi da gigante, i cinofili sono diventati autentici professionisti. Anche per questi motivi l’esposizione mondiale è stata assegnata all’Italia. Nelle passate edizioni, di una competizione che calamita il meglio del mondo, sia per quanto riguarda i cani che i selezionatori ed i giudici, vi sono stati risultati importanti ottenuti dai nostri tricolori, anche questo è un “valore” di cui il consesso riunito a Parigi ha tenuto pienamente conto. L’incontro è fra quattro anni, ha concluso il Presidente, ma gli impegni continuano, diventano e diventeranno sempre più pressanti. Ecco perché c’è bisogno del lavoro e della collaborazione di tutti. Nessuno deve sentirsi escluso, ciascuno impegnato proprio perché da uno sforzo anche individuale si possa raggiungere un esaltante traguardo collettivo. L’Italia può e deve organizzare una Mondiale che diventi punto di riferimento per quante seguiranno, accentui il rilancio delle razze tipiche della Penisola e il ruolo di chi si impegna con professionalità in un settore dove l’intelligenza si unisce passione”.

EXPO 2015 ALTRE COMPETIZIONI RADUNI E SPECIALI Durante i giorni della manifestazione verranno organizzati raduni e speciali di razza con assegnazione di un secondo CAC valido per il campionato italiano di bellezza, titoli speciali e titoli di campione di club. OBEDIENCE Campionato del mondo AGILITY Campionato internazionale individuale e a squadre nazionali FLY BALL Campionato Internazionale FREE STYLE CANI DA SOCCORSO

4

INC articoli set11.indd 4

24/08/2011 16:03:04


i nostri

Esposizione Mondiale Canina 2015

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Il commento del vice presidente Dino Muto

“Un giorno memorabile” “I Delegati hanno apprezzato il nostro progetto fortemente innovativo” Il 4 luglio scorso, a Parigi, l’assemblea generale dell’FCI ha espresso all’unanimità verdetto favorevole alla candidatura dell’ENCI per l’organizzazione della Esposizione Mondiale 2015. E’ stata una giornata memorabile, sicuramente tra le tappe più importanti percorse dell’Ente nella sua gloriosa storia. Il riconoscimento avuto ha dimostrato che l’ENCI ha tutte le carte in regola per essere polo di eccellenza nella cinofilia internazionale. Ciascun socio può essere a giusta ragione orgoglioso di questo risultato. Ho avuto l’onore e il piacere di coordinare il gruppo di lavoro che ha realizzato il progetto di presentazione della candidatura, frutto di idee e di un lavoro di realizzazione ragionato, dove si è posta attenzione anche ai minimi dettagli, fortemente sostenuto dal Presidente e da tutti i Consiglieri Siamo orgogliosi di quanto fatto, una scommessa vinta da tutti quanti hanno sostenuto le scelte

di questo progetto, fortemente innovativo e apprezzato da tutti i delegati FCI presenti. L’obiettivo di coniugare il Word Dog Show 2015 nell’ambito degli eventi dell’Expò mondiale che si terrà a Milano nello stesso anno era una priorità che il Consiglio Direttivo ENCI si era posto da tempo, poter dare visibilità alla nostra cinofilia all’interno del più grande evento che si svolgerà in Italia nei prossimi anni. Abbiamo lavorato con impareggiabile passione, ed ora che la prima sfida e stata vinta comincia un nuovo percorso che richiede un lavoro costante e impegnativo, che ci porterà a misurarci con una sfida molto più grande e complessa: progettare, pianificare ed organizzazione la Mondiale 2015. Desidero ringraziare quanti in questi mesi hanno creduto e sostenuto fortemente il lavoro svolto, in particolare gli uffici dell’ENCI che con grande disponibilità hanno consentito la realizzazione di questo importante traguardo. Dino Muto

QUINDICI ANNI DI STORIA CINOFILA WORLD DOG SHOW Anno 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007

Città MILANO OPORTO AMSTERDAM DORTMUND RIO DE JANEIRO BUENOS AIRES POZNAN MEXICO CITY

Nazione ITALIA PORTOGALLO OLANDA GERMANIA BRASILE ARGENTINA POLONIA MEXICO

Anno 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015

Città STOCCOLMA BRATISLAVA HERNING PARIGI SALISBURGO BUDAPEST HELSINKI MILANO

Nazione SVEZIA SLOVAKIA DANIMARCA FRANCIA AUSTRIA UNGHERIA FINLANDIA ITALIA 5

INC articoli set11.indd 5

24/08/2011 16:03:05


Esposizione Mondiale Canina 2015

La piattaforma informatica creata dall’ENCI per l’evento 2015

Cronaca di un successo L’impegno e la dedizione del Consiglio Direttivo e di tutti gli addetti ai lavori hanno portato a Milano l’evento più importante della cinofilia mondiale

I Delegati FCI durante la presentazione della candidatura dell’Italia.

Anche se l’assegnazione della Mondiale 2015 al nostro Paese e all’ENCI appariva scontata, praticamente sicura, affrontare la maggiore platea della cinofilia internazionale (l’Assemblea Generale della FCI) in maniera professionale, trasformando ciò che ormai era dato per certo in una occasione unica, di visibilità e giusto protagonismo della Cinofilia Italiana, non era altrettanto prevedibile o peggio banale. Ci abbiamo lavorato sodo, per qualche mese; un piccolo comitato coordinato da Dino Muto e composto da Anna Albrigo, Abele Barbati, Jolanda Vandoni, insieme ai dirigenti degli uffici, naturalmente: Fabrizio Crivellari, Angelo Pedrazzini, Mirella Gritti e Emanuela Bassetti nonché l’Ufficio Estero con Paola Furiosi. Il tutto era stato già ben gestito “politicamente” dal Presidente che aveva preso i

contatti necessari per tempo, in particolare aveva ricevuto e ospitato l’ultima riunione del “Comité” a Roma lo scorso Aprile, facendosi promotore della candidatura e ottenendo con molto anticipo il “ritiro strategico” degli altri candidati che potevano essere molto competitivi, e dunque “pericolosi” in particolare la Russia che oggi rappresenta il territorio di maggiore sviluppo della cinofilia a livello planetario. Dobbiamo dire che l’ENCI scontava un relativo disinteresse alla cinofilia internazionale accumulato negli anni passati; c’era di fatto anche la necessità vitale di un recupero sul piano della nostra fattiva e importantissima presenza sulla scena non solo europea ma mondiale. La scelta che ha fatto il Comitato, sempre sostenuto da tutto il Direttivo, è stata

quella di sperimentare un nuovo approccio, sul piano interno e cioè per il modo di lavorare e relazionarsi tra i componenti, sia su quello della vera e propria “comunicazione”, che doveva risultare in una presentazione imbattibile. Siamo partiti con una piattaforma internet con cui lavorare, la più semplice di tutte: la posta elettronica. Ci siamo visti poco e scritti molto; una bella esperienza che ci ha fatto operare bene, senza molti costi per spostamenti e riunioni, senza tempi morti tra una riunione e l’altra; insomma flessibilità e rapidità. La scelta comunicativa fondamentale, poi apprezzata da tutti, che ci ha guidati nella produzione della presentazione per l’Assemblea di Parigi si è appunto basata sull’utilizzo del web. La proposta vincente è infatti stata questa: costruire e offrire un sito internet dedicato alla presentazione della candidatura dell’Italia; un sito che rappresenti anche il contenitore che per i quattro anni a venire, in attesa e preparazione dell’evento, verrà continuamente riempito di contenuti, aggiornato, utilizzato come griglia di informazione e di comunicazione con tutto il mondo cinofilo ma anche istituzionale e commerciale, con cui il comitato organizzatore dovrà rapportarsi in modo semplice, rapido, flessibile. Questa opzione, proprio in quanto decisiva, non ha da subito trovato tutti d’accordo; era naturale pensare che la presentazione dovesse essere fatta con uno stile più tradizionale, corredata da cartelle in pregiato pellame, pieghevoli, carta e cartine, gadgets vari esclusivamente pubblicitari. Alla fine ha prevalso l’idea di presentarci con uno stile innovativo e, anche per questo, più accattivante ma soprattutto professionale. Una scelta che è stata e sarà (d’ora in avanti) una bella sfida poiché il web porta con sé il massimo della democrazia comunicativa e l’ENCI dovrà saper affrontare

6

INC articoli set11.indd 6

24/08/2011 16:03:06


Esposizione Mondiale Canina 2015

L’emozione di Francesco Balducci e di Hans Muller per l’assegnazione all’Italia della mondiale.

questa opportunità con lo stesso spirito di un Ente aperto al contributo di tutti, innovativo e che sa rispondere con prontezza alle sollecitazioni che vengono dall’esterno, un esterno oggi rappresentato da una platea internazionale e non più solamente interna e nazionale o peggio locale. Tornando alla presentazione vorrei sottolineare quali sono stati i plus di comunicazione e quelli più strettamente organizzativi. Innanzitutto, come già sottolineato sopra, la scelta espositiva: un sito web con cui ci siamo collegati in diretta e che è dunque a disposizione di tutti dal 5 luglio 2011, www.wds2015.com (o, in alternativa, www.worldogshow2015.com). La proprietà di questi e di altri 20 domini internet e alias ha segnato un primo fondamentale punto a favore dell’ idea di tempestività e capacità organizzativa che l’Ente ha messo immediatamente in campo. Un ruolo fondamentale lo ha svolto la presentazione del logo che ci accompagnerà fino alla conclusione del maxievento del 2015. Si tratta di un logo che sintetizza in modo efficace ed esteticamente molto convincente lo spirito della Mondiale: il cane protagonista, l’Italia nei colori della sua bandiera, lo stile futurista a sottoli-

neare i valori estetici e artistici che il nostro Paese esprime con una attrattiva ben riconoscibile e riconosciuta da tutti, Milano che del futurismo è stata la culla. Nella home page del sito web compare un ampia spiegazione sul tema del logo prescelto: l’idea da cui si è originato, il modello culturale cui si è ispirato, lo sviluppo della grafica, dei segni e dei colori. Non possiamo non sottolineare il successo unanime che ha riscosso questo logo, da tutti apprezzato e da molti applaudito come miglior logo fra tutte le mondiali FCI fin qui disputate. Ad accompagnare la potenza evocativa del logo si è scelta una testata complementare realizzata dalle sagome di 10 razze, ognuna in rappresentanza di uno dei 10 raggruppamenti FCI. Ancora nella pagina principale c’è il dovuto omaggio alle razze Italiane cui viene dedicato un intero lavoro di presentazione e descrizione. Per le nostre razze è stata creata una home page apposita con tanto di “sotto logo” e, anche qui, le sagome di tutte e 16 i cani italiani. La struttura del sito si sviluppa in poche intuitive sezioni: la principale descrive l’evento e la sua struttura organizzativa, suddivisa in tre grandi gruppi di interesse; gli espositori con i loro cani, i Giudici e i

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Appena due giorni dopo la presentazione della candidatura e l’assegnazione ufficiale della mondiale 2015 all’Italia, l’ENCI ha diffuso il relativo comunicato stampa e tenuto presso il Salone d’Onore della Fiera di Villepinte, a Parigi nell’ambito della corrente esposizione mondiale,una conferenza stampa cui hanno partecipato una ventina di giornalisti e fotografi. A tenere la conferenza il Vicepresidente Dino Muto, il Consigliere Guido Perosino e il Direttore Tecnico dell’ENCI Angelo Pedrazzini. Il Dr. Perosino, dopo il saluto del Vicepresidente, ha proposto un breve escursus sulla Mondiale 2015, andandone a sottolineare le caratteristiche organizzative, i servizi previsti, le principali novità già illustrate all’Assemblea della FCI. Numerose le domande e le richieste di approfondimento da parte dei presenti. Particolarmente significativa anche la presenza di Fiera Milano. Ai giornalisti è stato consegnato il corposo materiale stampa attraverso una pen-drive personalizzata con il logo dell’esposizione 2015 in una simpatica “card” che riporta anche il dominio www.wds2015.com visitatori. Ampio spazio è stato ovviamente dato alla descrizione della Fiera di Milano e ai suoi servizi. Da sottolineare la bozza di programmazione collaterale e di previsione degli eventi che accompagneranno la mondiale, compresi i raduni e le speciali di razza, i titoli speciali, i convegni (è previsto un convegno mondiale sulle razze italiane e un seminario sul benessere e la salute del cane di razza). Una sezione “news” sarà sempre disponibile ad evidenziare gli aggiornamenti. Come ha ben sottolineato il Presidente Francesco Balducci nella sua presenta-

EXPO 2015

CONVEGNI SCIENTIFICI Nei giorni dedicati all’EXPO mondiale, l’ENCI organizzerà il Convegno Mondiale sulle Razze Italiane per fare il punto sullo stato delle razze sotto i profili morfologico, sanitario, attitudinale, naturalmente sempre in relazione al benessere animale. 7

INC articoli set11.indd 7

24/08/2011 16:03:07


Esposizione Mondiale Canina 2015

Al centro Gérard Arthus presidente della Société Centrale Canine con lo staff ENCI Paola Furiosi , Emanuela Bassetti, Guido Perosino e Angelo Pedrazzini

zione di fronte all’Assemblea della FCI, la chiave di volta che renderà questa mondiale unica e senza possibili paragoni di sorta con altre passate e future manifestazioni cinofile è la contemporaneità dell’evento con l’Esposizione Universale assegnata a Milano proprio nel 2015. Anzi, la nostra mondiale è già inserita tra gli eventi dell’EXPO’ 2015! Una opportunità, una vetrina, una occasione più unica che rara la cui portata non sfuggirà a nessuno così come di certo non è sfuggita ai delegati dei quasi 100 paesi presenti all’assise di Parigi. Il link al sito ufficiale di EXPO’ 2015 è ben visibile nella pagina principale.

Un pezzo forte della presentazione della nostra candidatura a Parigi è stata proprio la sottolineatura del triplice legame che unisce la Francia ospite della mondiale 2011 e l’Italia; Parigi con Milano: il futurismo che nasce a Milano ma il cui manifesto venne per primo pubblicato da “Le Figarò” nel febbraio del 1909; l’assegnazione definitiva all’Italia dell’EXPO’ 2015 avvenuta da parte del Comitato Internazionale a Parigi lo scorso anno e l’assegnazione all’ENCI della mondiale 2015 che stava per trovare il suo felice compimento. Non posso sottacere la grande emozione che ha accompagnato l’esposizione della

nostra candidatura in quell’enorme salone del Convention Novotel alla Fiera di Villepinte, affollato di delegati di tutto il mondo, di volti più o meno noti della cinofilia internazionale, di addetti ai lavori e di “competitor”. L’atmosfera era davvero quella delle grandi occasioni e si palpava un senso di solennità, intimamente connesso con il fatto di essere nella più importante assise cinofila del mondo e, soprattutto, di fronte a una nuova sfida per l’ENCI, la più grande fra tutte per i prossimi decenni. L’idea del “countdown” finale è stata quella che, nell’emozione generale, ha sancito la nostra designazione, senza neppure un se o un ma, anzi nella forte consapevolezza di aver concluso una prestazione eccellente e forse eccezionale, sancita dal voto unanime dei delegati. Il Presidente della FCI Muller insieme a Francesco Balducci, dopo il voto, sono andati insieme alla tastiera del computer per dare l’invio alla definitiva messa online del sito web che avevamo appena terminato di illustrare. Alla chiusura del conto alla rovescia che attraverso un collegamento in diretta con la sede di Viale Corsica ha perfezionato la disponibilità su internet del nuovo sito, evidenziando il logo e il dominio ormai “pulsanti” e vivi, c’è stata una vera e propria ovazione, con tutti i delegati in piedi ad applaudire. Nelle facce di Muller, Balducci e Muto una soddisfazione piena di emozione (il Presidente ha preso il fazzoletto!) e di impegni per il futuro. Per il sottoscritto gratificazione, rilassamento e stanchezza da dopo esame. Il Presidente di un Kennel Club straniero si avvicina a Balducci e gli dice: “Bravi! In mezz’ora avete recuperato vent’anni”. Guido Perosino

Il 31 Marzo 2008 a Parigi gli Stati Membri del BIE (Bureau International des Espositions) hanno scelto Milano come sede dell’Esposizione Universale del 2015.

8

INC articoli set11.indd 8

24/08/2011 16:03:08


i nostri

Esposizione Mondiale Canina 2015

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Breve storia del simbolo Expo 2015

Così è nato il logo Il progetto elaborato da EmmeVi Grafica Varese. L’ispirazione alla Milano Futurista

Nel progettare il logo per l’Esposizione Mondiale Canina che coinciderà con l’Expo Milano 2015 volevamo unire una serie di elementi che ne caratterizzassero soprattutto l’italianità, tanto giustamente pubblicizzata e nominata in occasione del 150° anno dell’unità d’Italia, mantenendo però l’elemento centrale del logo il cane e la sua figura caratterizzata da uno stile ricollegabile alla cultura e all’arte italiana. Eliminati quindi tutti i luoghi comuni che caratterizzano, nel bene e nel male, l’italianità nel mondo, abbiamo dirottato la nostra ricerca nell’ambito artistico. Qui lo spettro che si apre fortunatamente è ricco di idee e di spunti e quindi c’era solo l’imbarazzo della scelta nel voler dare al logo un tipo di connotazione piuttosto che un’altro. Poi la nostra attenzione è stata fortemente attratta da un’altro evento importante che ha visto nel 2009 il centesimo anno di nascita dell’arte Futurista Italiana. Questa soluzione c’è sembrata subito un ottimo spunto per dare un carattere deciso e riconoscibile al logo che stavamo cercando, il movimento Futurista è stato certamente un’importante periodo per l’arte contemporanea italiana che ha visto nella città di Milano un luogo di ispirazione, spunto e passaggio per molti esponenti di alto valore quali Umberto Boccioni, Filippo Marinetti, Giacomo Balla, e molti altri.

La silhouette disegnata e più volte ritoccata si rifà quindi a un cane generico, un cane senza volto, in una posa slanciata come se stesse per cominciare a camminare, rivolto in avanti, verso il futuro ma con la coda che, come una freccia punta in direzione del passato. Una figura semplice ed essenziale, proprio come lo disegnerebbe un bambino. Rifacendoci quindi allo stile del Futurismo abbiamo ricostruito il logo incrociando solo una serie di cerchi in modo che la loro intersezione creasse la silhouette del nostro cane. Questi cerchi poi ci serviranno per simulare anche la muscolatura e l’ossatura del cane, creando giochi di colori e incroci spesso utilizzati dai maestri del Futurismo che con questi volevano dare la sensazione del movimento anche a figure inevitabilmente statiche, in quanto fissate sui loro quadri.

Come sottolineato, all’inizio di questa relazione volevamo collocare geograficamente l’evento che si terrà a Milano, in Italia, senza però dimenticarci del rilievo e della taratura a livello mondiale che esso riveste. A tale scopo abbiamo pensato di collocare il nostro cane all’interno di una sfera che fosse riconducibile, per forma e per colori, al globo terrestre. E’ interessante notare come in questo logo compaiano evidenti, distinte e al tempo stesso omogenee, le linee guida che ci eravamo prefissati, ovvero la presenza massiccia della silhouette del cane, protagonista indiscusso dell’evento, e come questo evento sia chiaramente collegabile e riconducibile al luogo in cui si svolgerà, ovvero Italia, che però fa parte dell’Europa e del mondo, quindi gli spicchi azzurri che compongono il nostro semi-globo sembrano richiamare i mari e gli oceani che caratterizzano la terra vista dallo spazio, e le parti che compongono la silhouette del cane sembrano essere le terre emerse che compongono i continenti.

9

INC articoli set11.indd 9

24/08/2011 16:03:12


Il grande successo di partecipazione all’Expo Mondiale

Parigi, l’Italia è best L’Akita americano De Kaner’s Wolverine Revenge vince, Maria Grazia Poli s’impone con uno Spinone italiano nel settimo raggruppamento

Il mondo dell’informazione sta cambiando velocemente, tutti siamo raggiungibili dalle notizie, tutti contribuiscono a costruire le notizie stesse. La rete quotidianamente ci aggiorna degli ultimi eventi. La nostra rivista, che arriva una volta al mese è legata agli approfondimenti, agli articoli tecnici. In questa ottica, a circa due mesi dal Word Dog Show di Parigi, cerchiamo di far parlare quelli che sono stati i numeri e i risultati della più importante manifestazione canina del 2011. Nell’anno del centenario dell’FCI la Société Centrale Canine ha avuto l’onore e l’onere di organizzare il Word Dog Show 2011. Un progetto già di per se ambizioso, al quale è stato legato il Championnat de France. Grande partecipazione: - 21.678 i cani iscritti al Word Dog Show, - 14.817 i cani iscritti al Championnat de

Best in Show

MONDIALE PARIGI 2011 CA CEDIR AUDREY HEPBURN Schnauzer nano nero focato sabbia F Prop. e allev. FERRARI Fabio GARUFA DE EL TUMI Dogo Argentino M BOB Prop. CRESCENTI Ernesto Allev. DE LA CRUZ CAMORRA DEL CAPANGA Dogo Argentino F Prop. CRESCENTI Ernesto Allev. DEL CAPANGA ARABELLA DELLA BAIA AZZURRA Alano nero F BOB Prop. e allev. DONATI Patrizio ERCOLE Mastino napoletano M Prop. PASTORE Giuliano Allev. SORRENTINO Enrico GORA SEPORIONATO Mastino napoletano F BOB Prop. Allev. DELLE STREGHE Allev. SEPORIONATO LAGRAN PERLA DIVINO Mastino dei Pirenei F BOB Prop. LINDBERG Susanne Allev. SUPPOLA Samuel CAROL Cane di San Bernardo pelo lungo F BOB Prop. e Allev. MIRARCHI Antonio VENEZIA V. D. ERFTQUELLE Bovaro dell’Appenzell F BOB Prop. BATTAGLIA Maddalena Allev. GERHARDS Manuela

NINETTE DELLA VALLE DEGLI ORSI ALI Cane Corso Italiano F Prop.MUNCAN Emil – Allev. ALI Denis SCHNAUZERDREAMS KRAKATOA Schnauzer nano pepe sale F Prop. STANISLAO Francesco Allev. ORIOL Rotger VALDEZ DELLA BAIA AZZURRA Alano blu M BOB Prop. e Allev. DONATI Patrizio IEVORE’S EDITION AK ABR Pastore dell’Asia Centrale F Prop. GIUDICE Federica Allev. LIEVORE’S EDITION RUSSKIY AZART IDEAL Barzoi M BOB Prop. DULIN Marie-Christine Allev. LAZAREVA Maria SOBERS KENDRA Greyhound F Prop. BELGHERBI Francine – Allev. M. AHRENS Bitte / PRIMAVERA Pierluigi SERENATA RAP DEI RAGGI DI LUNA Piccolo Levriero Italiano F BOB Prop. e Allev. ANCONETTI Sergio / CALDARONE Gaetano ALLEGRA NIWIKA SIBIN Levriero Polacco F Prop. VINTRICI Carmelo – Allev. M. NICKAU LA BOHEME Lakeland Terrier F BOB Prop. GRAVANTE Giovanni Allev. DENYS Lorrain

IMAGINE Manchester Terrier F Prop. e Allev. BRENCIANI Patricia CUNNINGS DJ DERVISH Welsh Terrier M BOB Prop. e Allev. AVVEDUTI Giuseppe CUNNINGS DIANA Welsh Terrier F Prop. e Allev. AVVEDUTI Giuseppe SUNJOY’S A KIND OF MAGIC Dandie Dinmont Terrier M BOB Prop. e Allev. TAUCCI Anna Gioia TALAO ORZO CACAO Sealyham Terrier M Propr. e Allev. AMATURO Angela OUT ACTING RAGS PUMA Jack Russell Terrier F Prop. GARBARINO Maria-Cristina Allev. JANDA Jaroslav ALFREDO Lagotto Romagnolo M BOB Prop. BENELLI Monica Allev. DAMIANI Marco LOCH MOR ROMEO Labrador M BOB Prop. e Allev. BARBERI Franco UTOPIA DI CASA PORTA Bassotto standard pelo raso F Prop. e Allev. PORTA Euro MYSTIC MOON Bassotto Kaninchen pelo lungo F BOB Propr. e Allev. CEVASCO Laura ALPHERATZ THE BOSS Bassotto Kaninchen pelo duro M BOB

Propr. TERRUZZI Lucia – Allev. ALPHERATZ ROULETTE DEL GOTHA Bassotto Kaninchen pelo duro F Prop. TERRUZZI Lucia – Allev. DEL GOTHA BERGHEMDAX ILONA Bassotto nano pelo raso F Prop. e Allev. ABBIATI Paola MAYFLOWER DEL BIAGIO Alaskan Malamute F Prop. M. CERUTTI Olivier Allev. DEL BIAGIO GLEN EAGLE KT TORRIGIANA Siberian Husky F Prop. e Allev. BIANCAMARIA MARCHETTI Nicola TRUMPET’S RUNNIN’ DOWN A DREAM Wolf Spitz M BOB Prop. MENICORI Lucia Allev. BLANKENSHIP Beth DIFIORDALISO DU JARDIN DES LUTINS Spitz piccolo nero F BOB Prop. BALESTRA Mariagrazia Allev. MOREL Katia HADRANENSIS REMO Cirneco dell’Etna M BOB Prop. MOORE Jane Allev. TRICOMI D. / J.MOORE CY’ERA MARSALA DI HADRANENSIS Cirneco dell’Etna F Prop. MOORE Jane – Allev. PRIETO M.L. DE KANER’S WOLVERINE REVENGE Akita Americano M BEST IN SHOW Propr. DIESTRO Nati / RODATO Elio

10

INC articoli set11.indd 10

24/08/2011 16:03:12


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

LA NAZIONI MAGGIORMENTE RAPPRESENTATE PER NUMERO DI ISCRIZIONI PAESE FRANCIA RUSSIA ITALIA GERMANIA SPAGNA BELGIO OLANDA FINLANDIA SVEZIA GRAN BRETAGNA

NUMERO DEI CANI 7706 2170 1740 1189 1047 793 800 692 646 611

LE RAZZE MAGGIORMENTE RAPPRESENTATE Numero di cani Razza 339 AMERICAN STAFFORDSHIRE 334 GOLDEN RETRIEVER 290 AUSTRALIAN SHEPHERD 281 BULLDOG INGLESE 277 LABRADOR 257 SIBERIAN HUSKY 236 YORKSHIRE TERRIER 233 CHIHUAHUA pelo lungo 226 STAFFORDSHIRE BULL TERRIER 225 CHIHUAHUA pelo corto

France, per un totale di 36.500 cani e 22.000 espositori – 9.000 giudizi al giorno, nei quattro giorni dedicati all’evento. La manifestazione, è stata ospitata presso il complesso fieristico di Villepinte, nei pressi dell’aeroporto parigino Charles de Gaulle, buona la logistica, ampi i parcheggi.

Primo dell’Adige, Spinone italiano di Maria Grazia Poli, vincitore del 7° raggruppamento

• 2 padiglioni hanno ospitato la manifestazione, adiacenti, con una superficie utile di circa 100.000 mq. • 90 ring allestiti, moquettati solo nel perimetro e nella diagonale, non presentavano delimitazioni esterne. • 224 i giudici, impegnati, provenienti da 34 Paesi. • 460 stewards che hanno assistito i giudici nei ring. • 240 gli stands commerciali. • 1.500 volontari che hanno coadiuvato l’organizzazione. • 45.000 i visitatori paganti.

Uno show a detta dei partecipanti e dalla stampa di settore, non perfetto, difficile cercare la perfezione con questi numeri. Complimenti alla Société Centrale Canine per aver gestito e portato a termine al meglio l’evento. L’Italia ha conseguito alcuni risultati clamorosi, un’ottantina di CACIB, il “Best” con l’Akita americano De Kaner’s Wolverine Revenge di Diestro e Rodato ed il 7° raggruppamento con lo Spinone italiano Primo dell’Adige di Maria Grazia Poli. Dino Muto

11 CACIB ITALIANI* Allev. MONTOTO Francisco PRINCIPINO DEL MONTEFRONDOSO Volpino Italiano M Prop. e Allev. MALATESTA Arianna DOLCISSIMA DELLA VOLPE BIANCA Volpino Italiano F BOB Prop. e Allev. MALATESTA Arianna REIGEN GO DELL’ANTICO MATAGI Akita M BOB Prop. e Allev. BAGLIERI Eugenio AKAETNAKITA GO SHUN’YOU KENSHA Akita F Prop. EXPOSITO CASAIS Silvia Allev. LOMBARDO Antonio ZENITH OD UHOSTE Cane Lupo Cecoslovacco M Prop. PAINI Massimiliano Allev. KAUFMANOVA Hana GRADISCA OLIM PALUS Cane Lupo Cecoslovacco F BOB Prop. e Allev. CORIDDI Simona ELFO DELL’ISOLA DEI BARONI Pastore Tedesco pelo lungo M Prop. GIACOLETTO Silvana Allev. PETTINAROLI Gabriele DRAGONJOY GLORY OF THE SUN Welsh Corgi Pembroke F Prop. e Allev. CEREDI Chiara HIDO DEI LUPERCALI Pastore Bergamasco M BOB Prop. COLOMBO Pierluigi Allev. DEI LUPERCALI BIRBA Pastore Bergamasco

Prop.VIGANO’ Giovanni – Allev. MININI Ilario PUMIDOROARAMIS Pumi M Prop.e Allev. LOVISON Aurora SZURKEBARAT ECA HELLO-KITTY Pumi F BOB Prop. LOVISON Aurora – Allev. LANGER BELAJA VOROZHEJA RUSALKA Pastore della Russia Meridionale F Prop.ZAVATTARO Sergio Allev. PODOBEDOVY QUEBLUE AUSSIE ICON Australian Cattle Dog M BOB Prop. BIANCHI Francesco Allev. MC KEOWN F. BORDERBAY KIWI Border Collie M Propr. e Allev. MASINI Daniele ARMONY DE SIERRA ALTA Bracco Tedesco pelo duro F Prop. REINA Antonio Allev. SERRANO Francisco RIBOT Bracco Italiano M Prop. CODELUPPI Paolo Allev. MANTOVANI Samanta NICUZZA DEL TAVULIDDARO Bracco Italiano F BOB Prop. COLACO Elsa e Miguel / TRIPOLI Salvatore Allev. TRIPOLI Salvatore TRIPOLI DIDA Bracco Portoghese M Prop.ZAVATTA Graziano

Allev. ALBERTI Franco Salvatore DOLLY DES SOURCES CLAIRES Epagneul Breton bianco arancio F BOB Prop. PRETO Andrea Allev. DESPRATS Henri POKER Epagneul Breton altri colori M Prop. e Allev. ALBANESI Cesare PRIMO DELL’ADIGE Spinone Italiano M BOB 1° gr. 7 Propr. e Allev. POLI Maria Grazia MILLY DELL’ADIGE Spinone Italiano F Propr. e Allev. POLI Maria Grazia AMERIGO Pointer Inglese M BOB Prop. CARDANO Fulvio Giovanni Allev. DE ANGELIS Domenico SARA DEL GUARDENGO Pointer Inglese F Prop. e Allev. FULGENZI Gianni LUDSTAR VELSHEDA Setter Gordon F Prop. e Allev. IVALDI Michele UNITED SPOTS PERFECT DIAMOND Setter Irlandese rosso bianco M BOB Prop. e Allev. MATHIS Fiorella EROLD Porcelaine M BOB Prop. SEGUGIO EUROPA Allev. FRANZONI Valentino RINO Segugio Italiano pelo raso M BOB Prop. e Allev. POGGI Piero P

GAIA Segugio Italiano pelo raso F Propr. e Allev. POGGI Piero MOSE’ DEL FAEGOLO Segugio Italiano pelo duro M BOB Prop. e Allev. ALL. DEL FAEGOLO ARGO Alpenläendische Dachsbracke M BOB Prop. DI LORETO Giuseppe Allev. GIUGLAR Gianfranco RADAMANTINO MICHELE Bolognese M BOB Prop. e Allev. FRIGGI Maria Luisa ESTER CONTRADA DEL FIORANO Bolognese F Prop. COLLI Antonella Allev. FERRULLO Angela OSMANTHUS NOEL CHANCE Barbone medio nero F BOB Prop. e Allev. NODALLI Bruno STREAPTEASE DELL´ALBERICO Lhassa Apso F BOB Prop. e Allev. PAOLANTONI Stefano MANOLO DE ARLEJO Chihuahua pelo corto M BOB Prop. ALESSANDRA Giuseppe Allev. ARMAS LESTA José • Fonte: Société Centrale Canine www.scc.asso.fr • Comunicare eventuali aggiunte CACIB italiani a: redazione@enci.it per la pubblicazione sul prossimo numero

11

INC articoli set11.indd 11

24/08/2011 16:03:13


Le stelle italiane brillano nella

ALFREDO Lagotto Romagnolo pr. Monica Benelli Cacib Bob

DOLCISSIMA DELLA VOLPE BIANCA Volpino Italiano pr. Adriana Malatesta Cacib Bob

RINO, Cacib e Bob e GAIA Cacib Segugi Italiani p/r - Pr. Piero Poggi

CY’ERA MARSALA DI HADRANENSIS Cirneco dell’Etna pr. Jane Moore Cacib BIRBA Pastore Bergamasco pr. Giovanni Viganò Cacib

SERENATA RAP DEI RAGGI DI LUNA Piccolo Levriero Italiano pr.S. Anconetti-G. Caldarone Cacib Bob

NICUZZA DEL TAVULIDDARO Bracco Italiano pr. E.M.Colaco-S. Tripoli Cacib Bob

ERCOLE Mastino Napoletano pr. Giuliano Pastore Cacib

12

INC articoli set11.indd 12

24/08/2011 16:03:17

M


a

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Mondiale di Parigi GORA DI SEPORIONATO Mastino Napoletano pr. Allev. delle Streghe Cacib Bob

ESTER CONTRADA DEL FIORANO Bolognese pr. Antonella Colli Cacib

RIBOT Bracco Italiano b-a di Paolo Codeluppi Cacib

PRINCIPINO DEL MONTE FRONDOSO Volpino Italiano pr. Adriana Malatesta Cacib

RADAMANTINO MICHELE Bolognese pr. Maria Luisa Friggi Cacib Bob

HADRANENSIS REMO Cirneco dell’Etna pr. Jane Moore Cacib Bob

HIDO DEI LUPERCALI Pastore Bergamasco pr. Pierluigi Colombo Cacib Bob

13

INC articoli set11.indd 13

24/08/2011 16:03:21


INC articoli set11.indd 14

24/08/2011 16:03:22


BASTIA UMBRA (PERUGIA) GRUPPO CINOFILO PERUGINO “ALDO CAVICCHI”

Via Settevalli, 133/R 06129 Perugia - Tel. e fax: 075/505.6986 - fax: 075/5000434 e-mail: g.cinofiloperugino@tiscali.it - web: www.gruppocinofiloperugino.org

8 ottobre 2011

RADUNO RAZZE ITALIANE con l’assegnazione speciale del titolo di

“CAMPIONE ENCI 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA” Balducci Francesco Censi Fabrizio De Giuliani Claudio Micara Paola Nataletti Valerio

spinone italiano bracco italiano segugi italiani segugio dell’Appennino segugio maremmano cane corso italiano lagotto romagnolo piccolo levriero italiano cirneco dell’etna volpino italiano bolognese maltese

Sambucco Giancarlo Vandoni Guido

pastore maremmano abruzzese pastore bergamasco mastino napoletano

Raggruppamenti miglior soggetto assoluto miglior giovane assoluto miglior juniores miglior baby coppie gruppi di allevamento

Balducci Francesco De Giuliani Claudio Nataletti Valerio Micara Paola Sambucco Giancarlo Vandoni Guido

Iscrizioni gratuite N.B.: Il titolo verrà assegnato: al miglior maschio e alla miglior femmina che otterranno il CAC; al miglior maschio e alla miglior femmina che otterranno la qualifica di 1° Eccellente in classe Giovani

RADUNO NAZIONALE TERRIERS - HOVAWART - RAZZE NORDICHE

9 ottobre 2011

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA CAC / CACIB

Le manifestazioni si svolgeranno, come di consueto, nei padiglioni del Centro Fieristico UMBRIAFIERE di Bastia Umbra (Perugia) AMPIO PARCHEGGIO DAVANTI AI PADIGLIONI, BAR, RISTORANTE E SERVIZI VARI GIURIE, ISCRIZIONI ED INFORMAZIONI SUI SITI INTERNET: WWW.MIGLIOREDIRAZZAREPORT.IT - WWW.CANITALIA.IT WWW.GRUPPOCINOFILOPERUGINO.ORG - WWW.ENCI.IT TERMINE ISCRIZIONI: 09.09.2011 - 19.09.2011 (per expò internazionale) - 1° CHIUSURA - 2° CHIUSURA (con maggiorazione del 30%) Le iscrizioni ed i relativi pagamenti devono essere inviate unicamente a: Kalliste’ Casa Editrice - Via Tommaso Ferreri 73G - 10070 Barbania (TO) - Tel. 011/9242660 – Fax 011/9243916 e 011/9243855 kallistecasaeditrice@virgilio.it I pagamenti dovranno pervenire a mezzo vaglia postale intestati a: Kalliste’ Casa Editrice - Via Tommaso Ferreri 73G - 10070 Barbania (TO) Iscrizioni On-line e pagamento con carta di credito su: www.miglioredirazzareport.it - www.canitalia.it Per le iscrizioni a mezzo fax si consiglia di chiedere conferma della regolare ricezione DIRETTAMENTE a Kalliste’ Casa Editrice Le iscrizioni incomplete e/o non accompagnate dalla prova di avvenuto pagamento saranno cestinate senza preavviso. Le iscrizioni dovranno essere corredate della dichiarazione di iscrizione all’ANAGRAFE CANINA REGIONALE con l’indicazione del codice identificativo denunciato presso la stessa anagrafe. Per essere ammessi all’Esposizione i cani devono essere muniti del certificato attestante l’avvenuta vaccinazione antirabbica, cimurro, epatite infettiva, parvovirosi e leptospirosi, di data non inferiore a 30 giorni e non superiore a 12 mesi dalla data dell’Esposizione.

INC articoli set11.indd 15

24/08/2011 16:03:25


Caratteristiche e doti di un magnifico cane da pastore

Vivere con uno Schapendoes… niente di più facile Ha un carattere meraviglioso. Ama la casa e quanti gli sono amici perché…

In prima battuta verrebbe spontaneo dire: “niente di più facile”… poi riflettendo meglio sulla vita di un proprietario di Schapendoes è giusto affermare….:”niente di più facile!” Potrebbe sembrare il normale e giustificato entusiasmo di chi condivide le proprie giornate con questo splendido cane da pastore, ma confrontando l’opinione di tutti i possessori e amici della razza ci si rende conto di quanto questo giudizio sia diffuso e realistico. Lo Schapendoes è un cane estremamente “facile”, ecco perché. • Dotato di grande intelligenza e ottima memoria apprende facilmente gli elementi di base dell’educazione. In breve tempo impara le regole della convivenza con gli umani e si trasforma in uno splendido e piacevolissimo compagno. • E’ estremamente legato ai suoi amici umani per i quali ha una sorta di adorazione.

L’obiettivo principale delle sue giornate è trascorrerle con voi. Al tempo stesso la sua “sicurezza” e il suo equilibrio lo rendono perfettamente in grado di gestire anche i momenti di solitudine. Non è un cane distruttivo né nervoso. Come ogni cane ben educato e abituato gradualmente fin da cucciolo al ritmo della famiglia, sa accettare la vostra assenza senza combinare disastri. Certo quando rientrate a casa non si accontenterà di scodinzolare! Il suo entusiasmo si sprigionerà da ogni movimento, la coda apparirà come una girandola impazzita e i suoi spettacolari salti di gioia (è anche un gran saltatore) vi faranno sospettare dell’esistenza di molle sotto ai polpastrelli..(non controllate, non le ha, è una sua abilità innata, non ci sono trucchi!) • Ormai appare scontato aggiungere che si tratta di un cane molto affettuoso.

Ama il contatto fisico, che ricerca con ogni mezzo a sua disposizione: zampe, lingua, muso. Perciò può accadere che mentre siete seduti comodamente sul divano il vostro Schapendoes sia assalito da un attacco di tenerezza e sentiate il suo morbido e peloso musetto spingere la vostra mano per chiedere una carezza… ma al solito, essendo un cane che impara facilmente le regole, saprà tornare al suo posto a un vostro cenno, gli basta poco per capire quando “non è il momento”… in tal caso tornerà ad essere discreto e silenzioso. • Ama la compagnia degli umani..e non solo di quelli del suo branco familiare. Ogni ospite a casa vostra sarà per lui il benvenuto. Non è un cane aggressivo, né diffidente. E’ molto socievole, allegro estroverso, gioioso, ma anche intuitivo e adattabile: giocoso con chi lo apprezza, discreto con chi lo ignora.

16

INC articoli set11.indd 16

24/08/2011 16:03:27


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

• Adora fare movimento. E’ un cane sportivo perciò, settimanalmente, necessita di qualche “scorazzata” in libertà per “sfogare” la sua carica di energia. Data la grande agilità è molto adatto anche al’agility. • Un po’ per l’aspetto fisico che lo fa assomigliare a un piccolo orsetto, in parte per la sua naturale simpatia, lo Schapendoes è un cane molto buffo e divertente. Questo lo rende un efficace antidoto contro la tristezza: dopo una giornata “difficile” sarà quasi scontato il ritorno al buonumore di fronte a questo piccolo clown che a volte pare davvero esibirsi in “numeri” da commediante. • Attenzione però: con i suoi “numeri comici” talvolta cerca di commuovervi

per evitare qualche punizione: siate più furbi di lui! Per il suo e il vostro bene ribadite sempre chi è il capobranco, il cane è un animale che necessita di un riferimento preciso, e questo è il vostro ruolo! • E’ un “gentil-cane”. Non ama le maniere forti, e soprattutto non sono necessarie: è sufficiente determinazione, coerenza e chiarezza nei comportamenti. • E’ molto goloso. Se lo abituate a prendere cibo a tavola o in qualsiasi momento voi decidiate di mangiare qualcosa, non ve ne libererete più. Il consiglio è di fornirgli pasti regolari e se volete offrirgli qualche variante (un pezzo di pane, un biscotto o altro) fatelo in momenti diversi dai vostri: serve ad evitare che il cane associ un’aspettativa di cibo ogni volta che vi vede mangiare, che sia il pranzo o un semplice gelato. Questo renderà il vostro Schapendoes tranquil-

lo e discreto anche al ristorante o a cena con amici. E’ un cane peloso, indubbiamente. Ma la scocciatura più grande è rappresentata dalle inevitabili domande delle persone che lo incontreranno, alle quale dopo un po’ vi annoierete di rispondere, tipo: “Chissà quanto lavoro con tutto questo pelo! “Ma ci vede questo cane?” Ecco le risposte. La manutenzione del pelo: niente di così complicato o impegnativo. Il cane necessita di un paio di spazzolate mensili per evitare la formazione di nodi e rimuovere il pelo morto. E’ un’operazione che richiede poco meno di un’ora. Se abituato fin da pic-

colo lo Schapendoes accetta senza difficoltà le vostre cure. Gli occhi: il cane ci vede!Come molti cani da pastore a pelo lungo il pelo davanti agli occhi ha una funzione di difesa dal sole. Certo se il pelo forma una coltre spessa si rende necessario sfoltirlo un po’, ma attenzione sfoltirlo non tagliarlo ! Significa utilizzare la forbice “a pettine” (come quella dei parrucchieri) che appunto sfoltisce senza tagliare di netto rovinando la tipica espressione del cane con orribili frangette “alla Cleopatra” . Infine, per i sentimentali, suggerisco una risposta “poetica” che ben si adatta alla natura generosa di questo splendido animale: “Dio ha messo il pelo davanti agli occhi del cane da pastore affinché non possa vedere i difetti di coloro che ama” (antico detto inglese).

8

PROFILO DI RAZZA Aspetto: è un cane di media taglia, a pelo lungo, di costruzione leggera. Il maschio misura tra i 42 ed i 48 cm la femmina tra i 40 ed i 46 cm. Il peso è tra i 15 e 18 Kg. Il manto è molto folto, con abbondante sottopelo. Non deve essere assolutamente liscio, ma leggermente ondulato. È sottile e asciutto, in nessun caso setoso. Sono ammessi tutti i colori. Preferito il grigio-blu tendente al nero. In esposizione va presentato al “naturale”, ben spazzolato e privo di nodi. Non è necessario alcun tipo di toelettatura, né cure o trattamenti particolari. Lo Schapendoes non ha la muta del pelo. Il mantello va spazzolato regolarmente ma deve mantenere un aspetto il più possibile rustico e naturale. L’andatura è sciolta e disinvolta, deve essere leggera, elastica e senza dispendio di energie; è un buon saltatore e sa girarsi con destrezza. Gli occhi sono grandi, di colore marrone non tendenti al nero. L’espressione è franca, leale, vivida. Origini: non esistono testimonianze certe sull’antico Schapendoes: tuttavia è incontestabile che questo cane da pastore si sia diffuso nella provincia di Drenthe nel nord est dei Paesi Bassi, già a partire dal XIX secolo. E’ in questa regione selvaggia ed economicamente povera, principalmente dedita alla pastorizia che si è affermato lo Schapendoes. La mole modesta rendeva questo cane economicamente meno dispendioso rispetto ad esemplari di taglia più imponente e quindi preferito dai pastori. Agilità ed energia inoltre erano doti sicuramente più adeguate al tipo di lavoro che doveva svolgere: non di guardia alle pecore ma di supporto ai pastori nella conduzione e coesione del gregge. Durante il Secondo Conflitto mondiale la razza rischiò di estinguersi. Fu P.M.C. Toepoel, appassionato cinofilo, in seguito dichiarato il “padre della razza”, a salvarla e valorizzarla. Nel 1947 venne istituito il primo Club. Il suo standard ufficiale venne redatto nell’anno 1952, ma l’accettazione definitiva da parte della Federazione Internazionale Cinologica avvenne solo nel 1989. Attualmente la sua diffusione in Italia è molto limitata. Nel 1997, grazie alla serietà e all’ impegno di A. Saggiorato (una dei soci fondatori e allevatrice della razza) è nata la Società Italiana Amatori dello Schapendoes. Il club, di recente, ha ottenuto il riconoscimento dell’ENCI in qualità di Società Specializzata. Federica Barison

17

INC articoli set11.indd 17

24/08/2011 16:03:29


Notizie ENCI Accesso alla classe lavoro nelle Esposizioni internazionali Per quanto attiene alle prove che consentono l’iscrizione in classe lavoro nelle esposizioni internazionali dei soggetti appartenenti alle razze sottoposte a prova di lavoro in base alla nomenclatura FCI, la Federazione ha precisato che i criteri per determinare il diritto di accedere alla classe lavoro, in Italia e all’estero, è determinato da ogni Kennel Club che stabilisce il tipo di prova ritenuta adeguata (per l’Italia l’ENCI). Si ricorda che il Consiglio Direttivo dell’ENCI ha deliberato che possono accedere alla classe lavoro nelle esposizioni internazionali soltanto i soggetti appartenenti alle razze che, secondo la nomenclatura della FCI, sono sottoposte a prova di lavoro. Per quanto attiene alla razza cane corso, si ribadisce la delibera già assunta dal Consiglio Direttivo dell’ENCI che consente l’accesso alla classe lavoro nelle sole esposizioni nazionali e raduni di razza, con rilascio di CAC.

Codice etico allevatori A fronte delle richieste pervenute dalle Associazioni Specializzate riconosciute dall’ENCI, si ritiene opportuno precisare che il Consiglio Direttivo del 26 luglio 2011 ha deliberato di considerare, quale unico riferimento per le attività degli allevatori riferite al Libro genealogico il Codice etico dell’allevatore di cani, richiamato in allegato alle Norme tecniche del Libro genealogico del cane di razza, approvate con D.M. n° 21203. In particolare, il codice etico si riferisce alle condizioni di allevamento, di selezione, di riproduzione e di pubblicità e commercio.

“FCI Centenary World Champion of Champions” Bruxelles – 12 Novembre 2011 Come qualificarsi per il titolo di Campione dei Campioni (Champion of Champions) Possono considerarsi qualificati ed ambire al titolo, i Campioni Internazionali di Bellezza (CIB), i Campioni Internazionali di Esposizione (CIE) ed i vincitori di CACIB alle seguenti manifestazioni celebrative il Centenario FCI: 18-19 dicembre 2010 – Bruxelles (B) 6-8 maggio 2011 – Dortmund (D) 7-10 luglio 2011 – Parigi (F) 1-4 settembre 2011 – Leeuwarden (NL) Info e regolamento e iscrizioni: www.fci.be/anniversary.aspx

Campione ENCI del 150° anniversario dell’unità d’Italia Per quanto attiene all’assegnazione del titolo di “Campione ENCI 150° anniversario dell’Unità d’Italia”, il Consiglio Direttivo del 7 giugno u.s. ha deliberato le seguenti modalità: • al miglior maschio e alla miglior femmina che otterranno il CAC; • al miglior maschio e alla miglior femmina che otterranno la qualifica di 1° Eccellente in classe Giovani.

Trofeo Oscar Monaco Il Consiglio Direttivo nel corso della riunione del 26 luglio 2011, per ricordare l’illustre figura di Oscar Monaco ha deliberato l’istituzione di un Trofeo annuale in memoria, con il seguente regolamento: è prevista l’assegnazione del Trofeo, al setter o al pointer che nelle prove a grande cerca con CACIT italiani nel periodo 1 gennaio / 31 dicembre di ogni anno, abbia conseguito il miglior punteggio in base alla seguente tabella: Eccellente, CAC - CACIT 12 Punti Eccellente, Riserva CAC, Riserva CACIT 11 Punti Eccellente 1° 10 Punti Eccellente 2° 9 Punti Eccellente 3° 8 Punti Eccellente dopo il 3° 7 Punti Molto Buono, senza classifica 4 Punti Buono 2 Punti La premiazione avverrà nel corso dell’assemblea dei soci ENCI, con l’assegnazione di una scultura.

COMUNICATO

Secondo voci ultimamente diffuse, l’ENCI si sarebbe opposto al ricorso promosso davanti al TAR Lazio dal dr. Luigi Nerilli e da numerosi altri sodalizi e singoli allevatori per l’impugnazione dell’ordinanza emessa il 22 marzo 2011 dal Ministero della Salute ed avente ad oggetto, tra l’altro, il divieto assoluto della caudotomia. La notizia trae origine dalla circostanza che nel sito internet del TAR Lazio l’ENCI è qualificato “resistente”. Tale qualifica è dovuta ad una evidente imprecisione del sistema informatico in uso presso il Tribunale amministrativo e qui si smentisce in modo categorico che l’ENCI abbia avuto od abbia intenzione di resistere al suddetto ricorso, del quale anzi comprende perfettamente le ragioni, che per propria funzione istituzionale è impegnato a far valere nelle sedi opportune perseguendo lo scopo di ottenere un provvedimento che, una volta per tutte, risolva la questione con il riconoscimento delle esigenze di tutela della salute animale che sono alla base delle istanze cinofile. Il Presidente ENCI

18

INC articoli set11.indd 18

24/08/2011 16:03:29


INC articoli set11.indd 19

24/08/2011 16:03:30


Manifestazione del CAE 1 a Castel Fusano

Dal canile alla casa Alla prova ammessi, con ottimi risultati, anche esemplari del Canile Comunale di Roma

Alcuni cani del Canile Municipale di Roma che hanno partecipato brillantemente alla prova. Al centro il giudice Bruno Piccinelli.

Nello splendido parco del Corpo Forestale dello Stato, sede distaccata di Castel Fusano il 18 giugno 2011 si è svolto il CAE 1 organizzato dal Kennel Club Colosseo di Roma in collaborazione con: Corpo Forestale dello Stato, Società Amatori Cane Corso, Dogo Argentino Club Italia, Retriever Club Italia e A.N.U.C.S.S. (Associazione Nazionale Utilizzo del Cane per Scopi Sociali Onlus). L’evento patrocinato dalla Regione Lazio e dalla Provincia di Roma è stato preceduto da una conferenza stampa. A fare gli onori di casa il Vice Questore Aggiunto Forestale Giancarlo Papitto che ha sottolineato l’importanza dell’interazione uomo – animale quale elemento fondamentale di una maggiore serenità sociale. Il Vice Presidente dell’ENCI Massimo Espedito Muto, ha invece illustrato ai presenti i nuovi orientamenti dell’Ente, le prospettive future e l’importanza che oggi il Direttivo attribuisce al “cane sociale” ribadendo così l’importanza della manifestazione. Molto atteso l’intervento del Dott. Marcello

Visca, Direttore dell’Ufficio Diritti Animali del Comune di Roma, per la prima volta i cani dei canili municipali ad una manifestazione ufficiale dell’Ente -Il A , consente una prima valutazione caratteriale del cane che facilita la pianificazione gestionale dell’animale mentre la qualifica rappresenta per il cane un “valore aggiunto” che potrebbe favorire l’affidamento dell’animale stesso alle famiglie. In agenda anche gli interventi del Perito Superiore Silvia Paoletti, del Consigliere ENCI Gianluca Di Giannantonio, della Dott.ssa Sabrina Gasparri responsabile e rappresentante della Associazione A.N.U.C.S.S. Conclude il Cavalier Bruno Piccinelli Esperto Giudice ENCI che illustra gli aspetti tecnici e le finalità del test di controllo dell’affidabilità e dell’equilibrio psichico per cani e padroni Buoni Cittadini. L’Incontro ha suscitato l’interesse degli addetti e dei rappresentanti della Politica locale, molte infatti le lettere augurali e di sostegno da Assessori della Provincia di Roma e della Regione Lazio. Anche il Presidente dell’ ENCI, Francesco Balducci,

impossibilitato a partecipare ha espresso il proprio apprezzamento ed inviato i propri saluti. Alle ore 13,00 aperitivo nel parco e dimostrazione del test e, alle 14,30, inizio valutazioni. Iscritti 33 cani, presenti 32 di cui 7 sono randagi in custodia presso i canili del Comune di Roma. Provengono dai Canili Comunali anche i quattro cani, due maschi e due femmine, non sottoposti a giudizio ma necessari all’ esecuzione del terzo esercizio. Al termine delle valutazioni il commento del Giudice: “In generale buon comportamento dei cani ma, sembrerebbe che … i meticci si siano comportati meglio di molti loro cugini blasonati…” A dimostrazione del fatto che tutti i cani hanno un’“anima” indipendentemente dal vestito che indossano ed uno stimolo per tutti a proseguire il percorso intrapreso dall’ENCI. Il CAE 1 è un test di grande semplicità, è però l’inizio di un percorso formativo per i

20

INC articoli set11.indd 20

24/08/2011 16:13:13


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

proprietari dei cani, il più delle volte veri responsabili di un “cane difficile” ed è al tempo stesso un test volto a valutare un cane socialmente affidabile. Per questo motivo la prova è stata aperta non solo ai cani di razza ma anche a chi pur non possedendo alcun pedigree è comunque, per molte persone, un apprezzato compagno di vita. Ritengo particolarmente importante la prova Romana perché vi hanno partecipato alcuni cani del Canile Comunale di Roma in attesa di adozione. Spero che, per questi animali meno fortunati, il CAE 1 possa essere stato momento di promozione e possa facilitare il loro affidamento ma soprattutto credo sia stata aperta una strada che in futuro potrà essere percorsa da altri Canili Comunali e da altre Città Italiane. Il CAE 1 è stato però anche momento e motivo di unione, aggregazione e conoscenza tra entità umane diverse che vi-

I relatori intervenuti alla manifestazione : da sin. Bruno Piccinelli, Marcello Visca, Giancarlo Papitto, Dino Muto, Gianluca Digiannantonio

vono separatamente esperienze diverse sul cane, ognuno con la propria “filosofia” e senza alcun punto di convergenza. Nei due – tre mesi che hanno preceduto il test ho visto, durante la preparazione dei cani, i Volontari delle Associazioni Protezionistiche superare divergenze storiche ed unirsi per un obiettivo comune: il cane. Ho visto lavorare insieme volontari, semplici proprietari di cani, cinofili, esperti, cani di razza e meticci di ogni genere. Ho visto crescere un gruppo di “persone amiche” e di “cani amici” ed è incredibile quanto, in questo particolare contesto, il CAE 1 possa aver dato alle persone ed agli animali sensibilizzando ed avvicinando i “cinofili di razza” al disagio ani-

Ambra la piccola Breton

male e mostrando alle Associazioni di Volontariato che esistono anche altri modi di vivere il cane. Con tanti anni di cinofilia, di gare e di cani alle spalle non ho mai provato una esperienza emozionale così forte, unica ed irripetibile. E’ incredibile come un “piccolo test” possa dare grandi sensazioni. Ultima nota lieta: Ambra, derivato breton di circa 12 anni, da sempre “snobbata” dai visitatori dei canili in cerca di un cane da adottare, dopo aver conquistato sul campo il suo CAE 1, è salita alla ribalta ed oggi è richiesta in affidamento da molte persone: presto avrà una nuova famiglia. Il CAE 1 di Roma è stato anche questo. Arnaldo Palladini

Alcuni rappresentanti del Retriever Club Italiano presenti alla manifestazione

21

INC articoli set11.indd 21

24/08/2011 16:13:18


Raduno Special Premier con CAC valido ai fini del Campionato Italiano di bellezza Nell’ambito del “Liguria International dog Show”

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI GENOVA 19 novembre 2011 inizio giudizi h 10

Raduno CCC “Special Premier” per tutte le razze 19 novembre 2011 inizio giudizi h 17

ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI SANREMO 20 novembre 2011 inizio giudizi h 10 Per iscrizioni ed informazioni:

Gruppo Cinofilo Genovese Via Lorenzo Pareto 8/14a Genova 16129 GE - Tel. 010-3620071 fax 010-2926833

Raduno Club Cani Compagnia con CAC valido ai fini del Campionato Italiano di bellezza per cani di razza Barbone e Bouledogue Francese Venturina il 18 Dicembre 2011 Iscrizioni ed info C/O TRATTO Via J.B. Tito, 11/c – 42123 Reggio Emilia Tel. +39 0522 381591 – fax +39 0522 381565 In tale occasione si avrà la possibilità di partecipare al seminario sulle oculopatie (sabato 17 alle h 17) Relatore DOTT. MARIO VERGARA ASSOCIAZIONE NAZIONALE VETERINARI OFTALMOLOGI (Università Autonoma di Barcellona ES). DOPO IL SEMINARIO È PREVISTA LA CENA SOCIALE DI FINE ANNO!

INC articoli set11.indd 22

24/08/2011 16:13:20


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

L’importanza della donna nella domesticazione

Il lupo e la balia Teorie ed esperimenti per spiegare il comportamento e l’aggressività

Dimity Belyaev e una Volpe perfettamente domesticata

Molto spesso gli uomini o le donne, in differenti zone della Terra, indipendentemente gli uni dagli altri, hanno praticato attività comuni che di frequente gli hanno portati a scoprire o far avvenire dei fenomeni importantissimi, con il risultato di avere effetti praticamente uguali. Il mistero sulle volontà degli uomini o delle donne di addomesticare il Lupo selvatico e di renderlo ibrido per creare le prime razze rimarrà come tale, ma quello che possiamo dichiarare come più probabili sono due eventi importantissimi; il primo riguarda la (multi) contemporaneità assolutamente indipendente della locazione dell’addomesticamento: l’Estremo Oriente in particolare il Sud-Est Asiatico, la Mezzaluna Fertile, l’America centrale e meridionale. In questi posti di-

stribuiti in tutto il Pianeta quasi nello stesso periodo, gli esseri umani hanno concepito che addomesticare il Lupo selvatico era una grossa opportunità. Evento eccezionale e se ci facciamo caso interessante per il semplice motivo che nessuno poteva istantaneamente comunicare come si fa oggi. Secondo tema importantissimo sotto diversi aspetti (cinofilo ma anche comportamentale) è chi, tra uomo o/e donna, abbia potuto avere per primo la necessità di avvicinarsi al bellissimo Lupo selvatico. Il contesto fotografico, quando si parla di storia biologica è importantissimo in quanto la scrittura e l’immagine sono le uniche entità che possono testimoniare un evento. Quindi dalle opere d’arte e dai disegni possiamo veramente trarre tanto, e

l’essere umano ha sempre desiderato trarre nei propri disegni, nelle proprie incisioni, e opere d’arte, il Cane domestico; la Cinofilia ha sempre avuto una enorme espressione artistica. Se poi ricerchiamo quali stati d’animo o momenti abbia voluto ritrarre, le risposte sono sbalorditive, talmente eccitanti che ci fanno riflettere e poi capire che il Cane di razza è stato creato successivamente alle nostre riflessioni e per sviluppare le riflessioni di un individuo che sceglie di possedere un cane. Ma qual è stato il primo bisogno istintivo e sociale che ci ha portati a questo? Ci sono due ipotesi a proposito che sicuramente sono divenute entrambi fatti realmente verificatisi. Esiste infatti l’ipotesi dell’avvicinamento del Lupo selvatico all’uomo per ragioni alimentari. L’animale selvatico è stato attratto dall’odore di cibo, che i cacciatori cocevano, e allora ma mano i Lupi venivano riconosciuti come guardiani dei falò e delle popolazioni, delle sentinelle capaci di tenere a bada gli uomini migranti. Naturalmente è una ipotesi tutta da dimostrare in quanto le popolazioni a cui si fa riferimento non avevano all’epoca dei greggi o allevamenti bene organizzati e di conseguenza l’attrazione della cottura dei cibi si traduceva come caccia al gregge, da parte dei Lupi, che i pastori o i cacciatori portavano con loro. Si evince infatti, da molti testi risalenti all’epoca risalente alla colonizzazione dell’Alaska, che buona parte dei cercatori di “fortune” siano morti proprio perché il Lupi selvatici mangiavano i capi del bestiame o addirittura, ma raramente, gli uomini stessi quando la fame faceva letteralmente impazzire. L’ipotesi più verosimile, e oltretutto documentata è quella del maternaggio, con gli esseri umani che si aggiudicano il merito di cacciatori e poi di adottatori di una specie animale, perché no, per affetto e per

23

INC articoli set11.indd 23

24/08/2011 16:13:21


la cura del cucciolo, una qualità esigere dalla evoluzione funzioche ha avuto eccellentemente la nale una evoluzione della bellezza Donna. e quindi abbiamo ottenuto musi Accade infatti ancora oggi in pocorti e larghi, mandibole conpolazioni dell’America del Sud, vesse, comparsa dello stop, occhi Australia e Asia che alcune donne tondi e frontali, ridotta bolla timpanica e ridotto volume encefaallattano dei cuccioli di Lupo che lico. hanno perduto la madre per varie Nell’ultimo secolo abbiamo avuto cause. una esplosione di razze canine, il Delle opere d’arte come una risacane di razza lo abbiamo voluto lente all’epoca precolombiana ed così perché lo abbiamo scelto così esposta al museo di Città del e anche se moltissimi autori utiMessico raffigura proprio una lizzano identificare il processo di donna che allatta un cucciolo di breeding come eugenetica, non Lupo. Si può ammettere addiritabbiamo voluto creare un orgatura che la donna abbia potuto nismo essenzialmente bello ma desiderare i Lupi per bisogno di soprattutto utile all’uomo tematernità e gli abbia sottratti menendo (e non in secondo piano) diante rapimento dalle cucciolate. conto del fatto che il cane di razza All’epoca della domesticazione doveva essere in salute. infatti l’ostetricia non era arte meIn questo la Donna è un ecceldica e le perdite dei neonati erano lente perspicacia di istinti rimolto elevate così le donne avrebguardo il cane domestico. È vero bero sottratto o fatto sottrarre di che in una famiglia molto spesso è nascosto dei lupacchiotti da cucl’uomo ad essere riconosciuto ciolate osservate e invidiate. come capo branco, ma allo stesso Non è un azzardo teorico in tempo è la donna ad essere ricoquanto all’epoca lo stato sociale nosciuta quasi come madredegli uomini non era molto dissibranco e questo è dovuto agli mile da quello dei primati nei odori e ai suoni della voce che il quali le femmine (si vedano ad cane percepisce e rispetta, inesempio i Macachi) rapivano altri tende, esattamente intesa. individui della propria e di altre Donna con cane di Dario Zamponi Tecnica: Olio su tela, Dopotutto madre è l’altro nome di specie per bisogni di maternità o Misure: 30 x 40 cm, Data: 1991. La tela raffigura un’anziana Dio presente sulle labbra e sui per necessità alimentari in man- signora sul ciglio della tenda dopo il terremoto del 1979. cuori di tutti i cuccioli del mondo canza di tali risorse. Inoltre studi condotti dal biologo genetista Altri tipi di conferme si possono avere os- e di tutte le specie, unico portatore del Dmitry Belyaev hanno permesso non solo servando cosa accade tuttora nel popolo consiglio vero e della riflessione che di chiarire o meglio rafforzare delle ipotesi dei Masai dove i cuccioli di Lupo e i neo- s’istaura tra donna e cane. Proviamo ad sulla domesticazione ma anche capire nati umani prendono il latte all’unisono e i esempio ad osservare quanti dei nostri alquale grado di importanza aveva assunto piccoli animali vengono addirittura utiliz- levamenti cinofili siano presenziati o dila Donna nell’approccio conoscitivo con zati per disinfettare le ferite del neonato retti da Donne, tantissimi! Proviamo ad gli individui di origine caniforme. facendole leccare. Tutto questo perché la osservare il comportamento del cane con Belyaev, nel 1959, iniziò a selezionare volpi saliva del Cane contiene, tra i vari compo- l’uomo e con la donna, eccezionale in enargentate incrociando tra di loro quelle più nenti importantissimi, il Lisozima, una so- trambi i casi e diversificato. Ma questo mansuete. Dopo solo 4 generazioni alcune stanza che riesce a rompere la parete cel- perché secondo voi? volpi incominciarono a scodinzolare, dopo lulare dei batteri patogeni neutralizzanLa donna preistorica ha osservato e desi8 generazioni le orecchie si flettevano e le doli. code si accorciavano, il cranio si allargava Conferme ci giungono anche dall’ Australia derato piccoli pargoli e quando non gli ha e le volpi divenivano più rilassate al mo- dove le donne aborigene abitualmente potuti ottenere ha scelto quelli di un Lupo mento dell’accoppiamento. Dopo 20 anni danno il seno ai piccoli Lupi catturati dai e non di altre specie. Ci sarebbe da dire che di reincroci sono state create le volpi ar- cacciatori con l’intenzione di addomesti- la Donna prima di rapire il cuore di un cucciolo ha osservato e soprattutto impagentate perfettamente domestiche. Le di- care. versità anatomiche sono evidenti: quelle Quindi grazie a questi trattamenti il cane rato dalla femmina del Lupo e magari sodomestiche presentavano una ridotta atti- domestico ha assunto una serie di nuove prattutto per questo ha invidiato e ha desività dell’asse “ipotalamico-pituitario-adre- proprietà comportamentali fondamentali derato imitare. Dopotutto ancora una volta nalinico”, maggiori livelli di serotonina, un per l’approfondimento del rapporto inte- questo si evidenzia nella bellezza che si neurotrasmettitore che inibisce il compor- rumano e l’allevamento cinofilo, vale a dire nota nel calore della madre con la sua cuctamento aggressivo. una minore aggressività quindi docilità, un ciolata, nella donna che assiste la madre e Buona parte dei biologi che lavoravano a minore paura dell’uomo e maggiore tolle- la sua cucciolata, nella donna mentre actale progetto erano donne e in particolare ranza ai cambiamenti ambientali che pos- carezza un cucciolo appena nato, la sua si osservava che il comportamento di sono portare a degli stress, tutto mante- mdre e quando questi crescono insieme, mansuetudine era più incentivato da parte nendo un’ottima capacità riproduttiva che soddisfatti di avere vissuto entrambi. Uno dell’animale quando entrambi i sessi ma- non è da poco viste le teorie date da degli eventi più belli e naturali che si posschili e femminili umani lavoravano alle Charles Darwin a proposito della selezione sano osservare, parola di Biologo! Stefano Spagnulo ricerche. Era come se le volpi sentissero il sessuale. Biologo ricercatore bisogno di avere un padre ed una madre. Con il tempo si è passati sempre di più ad

24

INC articoli set11.indd 24

24/08/2011 16:13:22


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Therapy Dog a Malnate Nel varesotto con l’agility per una manifestazione di solidarietà sociale Nel 2008 è nato un progetto di collaborazione tra il gruppo A.S.D. Dog Eden e l’Associazione La Finestra di Malnate. Si è sperimentato il legame tra un gruppo di ragazzi diversamente abili ed alcuni cani, mettendoli in condizione di effettuare semplici percorsi di agility dog. Quest’anno si è ripetuta l’esperienza al termine della quale si è svolta una gara presso la nuova sede del gruppo cinofilo . Hanno partecipato 14 ragazzi accompagnati da 3 educatori: dopo un primo approccio di gruppo, ogni allievo è stato affiancato ad un cane ed al rispettivo padrone, per costruire un rapporto di amicizia. Inizialmente, qualcuno aveva un po’ di timore, Beppe, ad esempio spiega: “E’ la seconda esperienza di agility dog che faccio, prima avevo più paura ora invece meno perché conoscendo il cane ho imparato che non è così pericoloso e, anzi, è divertente giocare con lui!!”

Dopo una prima fase di conoscenza tra cani ed “accompagnatori”, quindi, si è rotto il ghiaccio ed è aumentata la confidenza. Tutti hanno dimostrato gioia e divertimento nell’accarezzare i cani, nel giocare e correre con loro: belle emozioni fatte di coccole, fiducia ma anche agitazione positiva per la novità. Si è creato un rapporto di reciprocità: “Come tra amici“ dice Silvana e Rosalba aggiunge: ”Io mi sento bene e i cani sono felici.” Fondamentali sono stati gli istruttori ed i

padroni dei cani che hanno messo a loro agio gli allievi insegnando loro per prima cosa a farsi dare la zampa e a dar loro da mangiare. Pensiamo che questo progetto possa essere davvero utile per favorire l’integrazione e la socializzazione di persone diversamente abili in un ambiente aperto a contatto con la natura, gli animali e persone di diverse età ed estrazione sociale. Franco Quercia

8ª ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA CAMPOBASSO

CAC / CACIB

16 OTTOBRE 2011

Presso zona industriale centro Commerciale Monforte Via Colle delle Api - Campobasso (coordinate navigatore n°41°35’12.47 e 14°40’19,66) COMITATO ORGANIZZATORE

GRUPPO CINOFILO MOLISANO

Via Ferrari n°13 – 86100 Campobasso Telefono-Fax 0874/441308 – cell. 339/8089194-339/3942152-330/430729

GIURIA E INFORMAZIONI CONSULTARE SUL SITO: www.miglioredirazzareport.it - info@ miglioredirazzareport.it

SABATO 15 OTTOBRE 2011 ORE 15,00

RADUNO RAZZE PASTORI DEL CAUCASO E ASIA CENTRALE GIUDICATO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA DALLA SIGNORA

TATIANA IVANOVA

INC articoli set11.indd 25

24/08/2011 16:13:23


Il raduno dei cani da compagnia a Pisa

Mediterranean Cup successo per 302 Numero record di partecipanti e notevoli risultati tecnici

… e il Club Cani Compagnia (CCC) si è riunito di nuovo! Ben 302 iscritti al Raduno di Pisa, una squadra come sempre capitanata dall’instancabile presidente Pietro Paolo Condò, coadiuvato da due dei suoi dinamici consiglieri, Tiziana Falcetti e Oscar Ugolotti e supportato anche da Soci espositori che si sono rivelati pronti a rimboccarsi le maniche. Il Raduno CCC è stato ospitato e preparato in ogni dettaglio dal Gruppo Cinofilo Pisano nel week end dell’11 e 12 giugno, erano in programma anche il Raduno Cirn e molte speciali di razza; la due giorni ha visto lo svolgimento dell’internazionale di Empoli, (il cui Gruppo Cinofilo ha come Presidente Francesco Balducci) e della Nazionale di Pisa (il cui Gruppo Cinofilo ha come Presidente Barbara Corsini), insomma è stato un ghiotto evento premiato con due giornate di tempo ideale e visitato da un folto pubblico attento alla Cinofilia Ufficiale. Il presidente Condò ha presentato direttamente il Best in Show del Club Cani Compagnia, commentando, illustrando e divulgando le belle razze che Club tutela con tanto zelo dal 1963. L’evento di Pisa per il CCC non è stato sem-

plicemente un Raduno, ma ha rappresentato la tappa finale della Mediterranean Toy CCC Cup, giunta alla seconda edizione. La “Cup”, come viene ormai chiamata dai Soci, a conferma che questo concorso è diventato per gli aderenti al Club una piacevole abitudine, si svolge nel primo semestre interessando 3 eventi importanti del Club stesso. Quest’anno si è partiti con una Mostra Speciale valida per tutte le razze tutelate dal Club nell’ambito della prestigiosa Esposizione Internazionale di Ancona, quindi ci si è trasferiti molto a Sud dove una cinofilia effervescente ha accolto gli espositori nell’ambito dell’Esposizione Internazionale di Rende (la partecipazione a questa esposizione era obbligatoria per proseguire nell’iter richiesto dal regolamento), infine la chiusura con il Raduno CCC a Pisa. In base al regolamento la Cup viene assegnata al cane che ottenga almeno 2 BOB o BOS nelle esposizioni sopra indicate. La selezione è stata dura, tanto è vero che dei numerosi concorrenti presenti alla prima tappa meno della metà sono arrivati in finale; a questi vincitori si è destinato un Best in Show di Sezione (ricordiamo che

l’intera e corposa composizione del Club Cani Compagnia è stata suddivisa in 7 sezioni che rappresentano ciascuno una sorta di “miniclub”). La sez. 1 è riservata ai bichon; la sez .2 è dedicata ai barboni, la 3 alle quattro razze tibetane da compagnia, la 4 ai chihuahua, la 5 vede riuniti i russian toy, i papillon e i piccoli spaniel inglesi, nella 6 troviamo pechinese e japan chin e, infine, la 7 è dedicata ai piccoli molossoidi (carlini, boston e bouledogue francese). Per i finalisti, anche per questa edizione, è prevista una premiazione di rilievo nell’ambito della conviviale cena di fine anno che si terrà a Venturina il 18 dicembre la sera che precederà un Raduno della sezioni 2 e 7. Archiviato il 2011, si sta già lavorando all’edizione del prossimo anno: la Cup del 2012 partirà con un grande evento nell’ambito dell’esposizione di Milano il 15 gennaio, poi sarà la volta di un Raduno che si svolgerà in concomitanza dell’esposizione Internazionale di Sanremo (nel contesto della Settimana del Mediterraneo) domenica 29 aprile e si concluderà nel occasione di un altro raduno entro fine giugno, previsto ma a oggi non ancora definito. Lorena Quarta

TABELLA BOB RAZZA SESSO NOME CANE COTON DE TULEAR F DORAQUEENJOLIE BARBONE NANO M. M NURMAH BAR PACE CHOCOLATE BARBONE MIN.GAR M MIU MIU DI FOSCALBERTO GRIFFONE DI BRUX. M NICHI GUY LAROCHE - CH. F NICHI GALIZINE PICCOLO BRABANT. M NICHI GANGSTAS LOGO LHASA APSO F PABER’S FUNNY GIRL TIBETAN SPANIEL F CHENREZI CHEERLEADER CHIHUAHUA P.C. M MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL CHIHUAHUA P.L. F DONA AMAPOLITA DELL’ACULEO CAVALIER KING C.S. F ABIGARRADA DEI COMTE D’EAU KING CHARLES SP. M OTTONE DEI COMTE D’EAU CARLINO FULVO.A.A. F TANGETOPPEN’S YOYO GIRL FROM NORWAY

PROPRIETARIO RENDE Casarin Monica BOB Franceschetti Vittoria Clara BOB All.to Foscalberto-Marino BOS Vuolo Luigi BOS Vuolo Luigi BOB Vuolo Luigi BOB All.to Paber’s-Bernicchi BOB All.to Serenissimo Ganesh-Lorenzon BOB Gozzi Raffaella BOB All.to Aculeo-Raggiaschi BOB Ugolotti Oscar BOB Moretti Enrica BOB Barbieri Marco 0

ANCONA A A BOS BOB A BOB 0 BOB BOB BOS 0 BOB BOS

PISA BOB BOB 0 0 BOB BOB BOB A A 0 BOS 0 BOS

26

INC articoli set11.indd 26

24/08/2011 16:13:23


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Foto dei vincitori dei Best in Show di Sezione

Piccolo Brabantino NICHI GANGSTAS LOGO di Luigi Vuolo

Barbone nano marrone NURMAH BAR PACE CHOCOLATE di Vittoria Clara Franceschetti

Chihuahua pelo corto MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL di Raffaella Gozzi

Cavalier King Charles Spaniel ABIGARRADA DEI COMTE D’EAU di Oscar Ugolotti

ELENCO DEI VINCITORI Coton de Tulear (F) - DORAQUEENJOLIE (Monica Casarin) Barbone nano marrone (M) - NURMAH BAR PACE CHOCOLATE (Vittoria Clara Franceschetti) Barbone miniatura (M) - MIU MIU DI FOSCALBERTO (All. FoscalbertoMarino) Griffone di Bruxelles (M) - NICHI GUY LAROCHE (Luigi Vuolo) Griffone di Bruxelles (F) - NICHI GALIZINE (Luigi Vuolo) Piccolo brabantino (M) - NICHI GANGSTAS LOGO (Luigi Vuolo) Lhasa apso (F) - PABER’S FUNNY GIRL (All.to Paber’s-Bernicchi) Tibetan spaniel (F) - CHENREZI CHEERLEADER (All.to Serenissimo GaneshLorenzon) Chihuahua p.c. (M) - MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL (Raffaella Gozzi) Chihuahua p.l. (F) - DONA AMAPOLITA DELL’ACULEO (All.to Aculeo-Raggiaschi) Cavalier King Charles spaniel (F) - ABIGARRADA DEI COMTE D’EAU (Oscar Ugolotti) King Charles spaniel (M) - OTTONE DEI COMTE D’EAU (Enrica Moretti) Carlino fulvo (F) - TANGETOPPEN’S YOYO GIRL FROM NORWAY (Marco Barbieri)

Carlino fulvo TANGETOPPEN’S YOYO GIRL FROM NORWAY di Marco Barbieri

27

INC articoli set11.indd 27

24/08/2011 16:13:30


Suggestioni e fascino di un cane antichissimo

IL CIRNECO DEGLI DEI Dagli altari alle monete la sua effige è sempre stata elevata a simbolo

Anubi era il Dio più importante dell’Egitto; la sua più antica rappresentazione è una tavolozza riconducibile alla Prima Dinastia sotto il potere del sovrano Aha ma sembra che il suo culto sia iniziato nel 9000 avanti Cristo. Veniva rappresentato come uno sciacallo e gli era stato attribuito il colore nero in

quanto quella era la tinta specifica utilizzata per la mummificazione. In realtà Anubi era un lupo abissino o caberù (canis simensis) un cane selvatico errante nella valle del Nilo, originario dall’Etiopia e poi successivamente selezionato, in forma spontanea dalla natura, pure in Egitto.

Nel corso dei millenni le testimonianze sulla presenza di questo canide selvatico in tutta la valle del Nilo sono state innumerevoli, si ricordano le rappresentazioni presso i templi di Luxor, Beni-Hassan e Koum-el-Ahmar dove, quasi sempre, veniva raffigurato in atteggiamenti di caccia. Da questa cultura trae origine il nostro Cirneco quando, carico di millenni di storia, intorno al 700 – 800 avanti Cristo, il cane cirenaico o cane di Cirene, come lo descrisse Aristotele nel suo ”Historia Animalium” puntualizzando che proveniva dall’accoppiamento del cane con lo sciacallo, ha attraversato il Mediterraneo. Il successo è stato immediato e in poco tempo in tutta la fascia meridionale dell’Europa la presenza di questo cane è stata largamente documentata attraverso sculture, incisioni, dipinti mosaici e monete. La Grecia, Malta, la Sicilia, le isole Baleari, la Spagna, il Portogallo e la Francia sono state le terre di adozione di quest’animale di grande fascino dal quale sarebbero state selezionate tante delle razze ancora oggi presenti nel panorama internazionale. In Sicilia, a partire dal VI secolo prima di Cristo, nella parte orientale come in quella occidentale sono state coniate parecchie monete con l’effigie del Cirneco nelle quali, da un lato appariva il cane spesso in scene di caccia e da quello opposto una divinità. Le più antiche sono sicuramente quelle di Segesta e ancora oggi possono essere ammirate per la bellezza e pulizia delle loro forme: si tratta di decine di monete nelle quali all’effige del Cirneco, che per i Greci era considerato il cane da caccia per antonomasia, è stata associata la Ninfa Se gesta, divinità fluviale, oppure la dea Artemide, Diana per i romani. In Sicilia, quando nel 400 a.C. venne fondata ai piedi dell’Etna la città di Adrano in onore del Dio Adranos che personificava il vulcano, il Cirneco era ormai famoso in tutta l’Isola: nel tempio che venne eretto in onore della Divinità trovavano dimora moltissimi Cirnechi. Nello scritto di Eliano (175 -225 d.C) “Historia Varia” si legge la testimonianza di Ninfodoro che parla pro-

28

INC articoli set11.indd 28

24/08/2011 16:13:31


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

stizia dove agli animali veniva attribuita la funzione di guardiani e allo stesso tempo di giustizieri nei confronti di chi violasse le leggi. Il primo periodo di storia che riguarda l’esistenza del Cirneco, come si è potuto costatare, è stato caratterizzato da una costante associazione fra una divinità e il cane che ha conferito a questo una larga notorietà e un devoto rispetto da parte

exnovo design

prio dei cani sacri del tempio di Adrano e ci rivela: “ ci sono dei cani sacri, anzi essi sono i ministri ed i servitori del Dio, i quali superano i molossi per la bellezza e con essa anche per il coraggio, circa il loro numero non sono meno di mille”. La stessa affermazione viene rivelata nella descrizione del Tempio di Hephaisos nella città di Aitnia (l’attuale Catania) dove sempre una moltitudine di Cirnechi venivano schierati a tutela dei visitatori. Al dio Adranos veniva riconosciuto un rapporto privilegiato con il Cirneco e anche in questo caso esistono decine di monete coniate in quel periodo storico dove da un lato compare il sommo Dio e dall’altra parte il nostro cane. Galligamo, celebre poeta alessandrino vissuto nel terzo secolo avanti Cristo e nativo di Cirene, narra della divinità Artemide che donò alla sua città dei cani belli e veloci: “e così avesti per compagna Cirene e a lei donasti allora due cani da caccia con i quali la vergine Ipseide ottenne il premio presso la tomba di Iolco”. Nel museo archeologico di Salinas di Palermo è raffigurata una muta di cani Cirnechi che assale e strazia le carni di Atteone. Come per i templi di Adrano e Hephaisos si può pensare che quelle genti attribuissero la presenza dei cani a qualche divinità che operava nel campo della giu-

8

delle popolazioni. Il cirneco diventa l’elemento di raccordo, attraverso la monetazione, tra la cultura orientale e quella occidentale ed è stato considerato per secoli un cane sacro e protetto, “il cane degli Dei” e grazie anche alle sue eccelse qualità venatorie, si è conservato intatto fino ai nostri tempi. Domenico Tricomi

PAPPATACI E PARASSITI?

© ant236 / Fotolia.com

IL TRUCCO È NON FARSI RICONOSCERE.

INDUSTRIA ALIMENTI ZOOTECNICI

Due prodotti naturali, uno scopo unico: contribuire al benessere interno ed esterno del cane grazie ad Aglio Plus Sinergix®, una molecola naturale ad elevato potere antifeeding. SINERGIX® Lozione spray e salviette Uso esterno

OLIO VIVO ACTIVE® Uso orale

Confonde i recettori usati dai parassiti per individuare l’ospite, riduce il rischio di punture e la possibile trasmissione della Leishmaniosi. Non contiene componenti chimici ed è utilizzabile anche sui cuccioli.

Miscela di oli pregiati di spremitura, ricca di acidi grassi essenziali, vitamine e oligoelementi. Contribuisce a ridurre le infiammazioni della cute, dona lucentezza al mantello, potenzia il sistema immunitario.

Per maggiori informazioni sulla ricerca veterinaria, i prodotti zootecnici mirati, l’attività della nostra azienda, sei benvenuto sul sito www.fazoo.it

INC articoli set11.indd 29

24/08/2011 16:13:32


DISCUSSIONE

Un’educazione corretta per vivere insieme

Il cane non chiede perdono Cosa fare in caso di aggressione. Come interpretare correttamente il comportamento

Sin da quando il cane è stato addomesticato, l’idea che possa mordere l’uomo risulta assolutamente ingiustificabile. Intorno agli anni ‘80 quando gli americani iniziarono a parlare di problemi comportamentali canini furono elaborati i concetti di psicosi e nevrosi, la psicosi era principalmente rappresentata dal morso del cane, il morso ad un essere umano era motivato da pazzia, non esisteva nessun’altra spiegazione. Successivamente altri studiosi intrapresero percorsi diversi,ritenendo che alla base dell’aggressione c’è un problema di dominio o di paura, un cane può nascere dominante. Di conseguenza Campbell cercava di individuare il soggetto leader tra i cuccioli attaccati al seno materno (gerarchia della mammella), pensando erroneamente che essere dominante fosse una caratteristica intrinseca dell’individuo come potrebbe essere il colore del pelo. Fortunatamente questo approccio è stato rifiutato dalle scuole francesi ed inglesi, secondo cui la leadership va considerata in un contesto più ampio, sicuramente alcuni cani tendono a diventare dominanti con maggiore facilità,rispetto ad altri, ma non esiste un gene del dominio. Possiamo individuare diverse forme d’aggressione, situazioni di conflitto gerar-

chico, attacchi legati alle risorse:cuccia,cibo o spesso aggressioni che si verificano per proteggere un individuo dall’avvicinamento di un terzo. Solitamente le vittime sono adulti dello stesso sesso del cane. Aggressioni del cane irritato, provocate da un contatto fisico diretto o da una manipolazione che risulta essere dolorosa. Aggressioni di tipo territoriale, il cane controlla gli spostamenti di tutti i membri della famiglia e degli eventuali ospiti, che non riescono addirittura ad andarsene. Solitamente la sequenza è da manuale,il cane è seduto, lo si sta accarezzando, improvvisamente, il cane si irrigidisce, le orecchie si sollevano, viene emesso un ringhio sordo e breve, gli si rizza il pelo sulla schiena, si dilata la pupilla, solo a questo punto morde e minaccia di nuovo. Questo avviene in particolare quando il cane ai piedi dell’uomo viene grattato sulla testa o sul collo (punti in cui solo i

dominanti possono toccare i sottomessi). Le persone credono che il cane sia pazzo a mordere proprio chi lo accarezza, in realtà non è pazzo, semplicemente controlla in quanto dominante, la durata del conflitto fisico. Deve essere ben chiaro che essere dominante per il cane non è una malattia, con un animale leader il rapporto sicuramente sarà più difficile, ma questo non significa che i morsi sono inevitabili. Nei casi di dominanza, si osserva sempre una sofferenza del gruppo sociale, che non funziona come dovrebbe, ecco perché si parla di sociopatia, il cane non è l’unico soggetto interessato, non basta intervenire solo su di lui, è necessario modificare l’intero sistema relazionale. In tali circostanze spesso il cane soffre, vive una situazione caotica in cui riceve informazioni contraddittorie sulle varie risorse, cibo, spazio, gioco, interazioni,ecc. In tale contesto il cane solitamente controlla, ma a volte è il padrone ad essere dominante, magari solo casualmente. Tutto ciò crea ansia, spesso intere famiglie vivono a lungo situazioni molto difficili, escogitando vari sistemi che potrebbero compromettere maggiormente la situazione, il cane tenderà a sviluppare manifestazioni ansiose molto gravi che spesso presentano sintomi organici, digestivi,

30

INC articoli set11.indd 30

24/08/2011 16:13:32


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

cardiovascolari, lesioni provocate dal continuo leccarsi. Prima di giungere a questo stadio o all’iperaggressività, in cui il cane si accorge che l’unico modo per risolvere qualsiasi problema è mordere, non si può dire che il cane è malato. Sarebbe auspicabile intervenire prima di arrivare a questo punto, per lungo tempo infatti il cane reagisce normalmente pur trovandosi in tale situazione. Alcuni proprietari puniscono il cane al primo ringhio, in questo modo potrebbe imparare a non aggredire le persone, senza però curare la sociopatia. Il nostro amico quadrupede potrebbe esprimere il suo malessere in altro modo ad esempio con la mancanza d’igiene, cerca di affermare la sua posizione dominante grazie ai feromoni se è un maschio solleva la zampa sui muri di casa, depone gli escrementi in vista sempre in posizione elevata (ad es sui mobili). Spesso tale disturbo potrebbe confondersi con l’ansia da separazione, nelle sociopatie l’animale ringhia, non ulula, i vocalizzi sono brevi, abbaia in momenti non opportuni. Solo successivamente il disturbo può evolvere e raggiungere il “secondo stadio” o stadio dell’aggressività, quando il cane diventa veramente pericoloso.

Si osserva nei cani che, fin dall’inizio manifestano clinicamente sociopatia con episodi aggressivi. In tale contesto l’animale si accorge che, quando morde la situazione evolve a suo vantaggio, verificandosi un rafforzamento positivo del morso. Il cane impara che tale comportamento è efficace. In seguito sparisce la sequenza comportamentale: minacce, morsi ecc. restando solo la fase dell’aggressione fisica incontrollabile, non allentando la presa neppure con la sottomissione dell’avversario. Solitamente in questa fase il cane morde

8

tutti in casa. Nel caso di tale aggressione gerarchica si susseguono diverse fasi, c’è la fase di minaccia con ringhi, esibizione dei denti, pelo che si rizza, se l’altro non cede, il cane lo morde, tale attacco provoca l’indietreggiamento e la sottomissione della vittima, subito dopo il cane tendenzialmente rassicura l’uomo: potrebbe appoggiargli una zampa sulle ginocchia o gli arti anteriori sulle spalle o leccare la ferita inferta. Il problema serio è che gli umani interpretano tali gesti come richiesta di perdono, accettando si dimostra la propria disponibilità a sottomettersi. Sicuramente all’aggressione successiva sarà più difficile controllare l’animale. Sul piano teraupetico si riesce quasi sempre a “guarire” un cane dominante, si procede con una “regressione sociale” guidata, ovvero si diminuisce la sua posizione gerarchica in modo controllato (non si toglie tutto il potere in una sola volta). Purtroppo, spesso si sceglie la strada più facile, soprattutto per i cani di taglia grande, per lo più in famiglie con bambini, ovvero l’eutanasia. Sarebbe assolutamente opportuno rivolgersi ad uno specialista in Comportamento prima di intraprendere una strada senza ritorno. Giusy Mazzalupi

STAGE: “LE EMOZIONI NEL CANE”

4/5 novembre 2011 - Relatore Jean Lessard (Canada)

INC articoli set11.indd 31

24/08/2011 16:13:33


Il Campionato del Mondo di Obedience

Parigi avara con l’Italia Fra i tricolori primeggia Stefano Bertocchi

Appena rientrati dalla mondiale di Parigi mi è subito venuta voglia di scrivere qualche riga su questa avventura che mi ha visto come selezionatore e team leader della nazionale italiana di Obedience. Devo onestamente dire che mi sono veramente emozionato a vedere questi sei binomi in gara competere in un contesto così spettacolare. Ho visto eseguire esercizi che hanno colpito non solo me, ma anche lo stesso pubblico, che con i suoi applausi dimostrava di apprezzare la precisione e la velocità con cui questi cani hanno svolto il programma della gara. Ringrazio dunque la nazionale italiana di Obedience che ha saputo lavorare sia a livello individuale che come squadra in un ambiente difficile, mantenendo il sangue freddo che solo dei conduttori di alto livello sanno fare. Ma passiamo ai fatti. La mondiale è iniziata giovedì con la prova campo e la riunione dei team leader dove sono stati definiti gli ultimi dettagli da comunicare ai conduttori prima della loro gara. Durante la prova campo ho visto i ragazzi organizzarsi e collaborare gli uni con gli altri in modo impeccabile. Direi che i sei minuti che ognuno di loro aveva a disposizione non avrebbero potuto essere sfruttati meglio: provati i tre esercizi cruciali (direttivo, box e salto) c’è stato anche il tempo per i fermi fuori vista. Terminata la prova campo ci siamo preparati a partecipare alla coreografica sfilata attraverso la quale venivano presentate al pubblico tutte le squadre in gara. Venerdì mattina le prove sono iniziate alle 8.30 con i fermi e subito sono arrivate le prime soddisfazioni con votazioni pienamente eccellenti. La prima ad iniziare è stata Valentina Balli con Kaos e poi sono passati Valeria Maranò con Summy e Stefano Franceschi con Polly. Tutti e tre questi giovani binomi hanno saputo imporsi all’interno del ring 1 con gli esercizi della condotta, direttivo, chiamata e box finale raccogliendo notevoli consensi da parte dei due giudici, il norvegese Johnny Halvorsrud e il francese Michel Boisseau. Passati poi al ring 2 hanno dovuto affrontare i successivi quattro esercizi del programma: posizioni a distanza, discrimina-

S P O N S O R

U F F I C I A L E

zione, condotta con fermate e salto, sotto lo sguardo attento della svizzera Janine Tchupp e della svedese Inger Svedin, concludendo la prova con il punteggio di 247,00 (Kaos), 250,25 (Summy), 255,00 (Polly) tutti quindi con un punteggio molto buono, al limite con eccellente. Sabato è stata la volta di Barefoot, di nuovo condotta da Valentina Balli, di Pepper, condotta da Silvia Cacciatore e di Ally condotta da Stefano Bertocchi. Anche questi binomi hanno concluso la prova dei fermi con punteggi eccellenti. Devo dire che in nessuna delle due giornate i nostri cani e conduttori si sono fatti trovare impreparati

davanti al “balletto” che l’organizzazione francese aveva preparato per i conduttori della mondiale. Infatti, per rendere l’esercizio più spettacolare, avevano deciso di far entrare i binomi in gara facendo una sorta di sfilata in condotta, vari destra, alt e dietrofront con e senza cane, un “extra esercizio” che tuttavia non ha inficiato per nulla i risultati dei nostri binomi che, terminato il terra nel ring 1 dovevano poi ripetere lo strano rituale sul ring 2 per il seduto. Com’ è accaduto nella giornata di venerdì, anche le prove di Barefoot e di Pepper si chiudono con un punteggio molto buono (233,00 Barefoot) e (231,25 Pepper). Ma la vera sorpresa doveva ancora arrivare. Stefano Bertocchi con Ally, già guadagnati i primi 50 punti sui fermi, affrontano i due ring senza sbavature e con la sicurezza e determinazione che solo due veterani come loro potevano fare. Finalmente ecco il risultato tanto atteso:

La nazionale italiana di Obedience con il selezionatore Giancarlo De Martini, in alto a sinistra con il tricolore. In basso, 1° a sinistra Stefano Bertocchi con Ally

32

INC articoli set11.indd 32

24/08/2011 16:13:35


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Organizzato dalla società Amatori Cane Corso

A Benevento “obiettivo salute” Numerosi gli interventi su morfologia, benessere, diagnosi delle patologie

“Obiettivo salute”, primo incontro del nuovo percorso formativo–informativo della Società Amatori Cane Corso, si è svolto il 17 luglio 2011 in Benevento presso la sede del Centro -Ansi Formazione- resa disponibile da Franco Lepore, Socio della SACC e regista locale dell’evento che ha messo in scena una organizzazione perfetta e curata nei minimi particolari, dalla grande disponibilità di spazi ed attrezzature tecniche, alle numerose sale e al grande . La salute ed il benessere animale è uno degli obiettivi che il Consiglio direttivo della SACC intende perseguire e raggiungere e, “Obiettivo Salute”, è un percorso itinerante che porterà in tutta Italia informazioni e novità sul tema. La cronaca della giornata: apre i lavori il dott. Ernesto Di Maio moderatore dell’incontro. Dopo i saluti di rito ai presenti ed al rappresentante della Russo mangimi Spa, nostro sponsor cede la parola al dott. Massimo Inzoli, esperto Giudice ENCI e Giudice specialista di razza. Scopo dell’intervento del dott. Inzoli, “Morfologia e Salute”, è quello di evidenziare la relazione che intercorre tra il giudizio in esposizione con la salute del cane ed il benessere animale. Tema di difficile trattazione reso piacevole ed interessante dalla brillante esposizione del relatore. Segue il dott. Marco Chierichetti con “cuccioli in arrivo” una dissertazione sulla riproduzione animale con particolare attenzione ai rapporti tra costellazione ormo-

Stefano e Ally escono dal ring 2 con un punteggio di 272,75 eccellente! Ancora un attimo di trepidazione e aspettiamo di vedere come vanno i binomi che ancora dovevano gareggiare dopo Stefano e così arriva la bella notizia: Stefano Bertocchi terzo di giornata e qualificato per la finale di domenica dove ha saputo confermare la

La platea segue con attenzione gli interventi

nale, riproduzione e accoppiamento. La presentazione di alcuni filmati sulle nuovissime tecniche endoscopiche per la diagnosi delle patologie dell’apparato riproduttore e per l’inseminazione artificiale, catturano l’attenzione della platea e sollevano il dibattito tra i presenti. Dopo la pausa caffè alcuni inconvenienti tecnici costringono gli organizzatori a posticipare la relazione del dott. Arnaldo Palladini, Presidente della SACC, “HD e Dintorni”. In realtà il Presidente, nel suo intervento non pone l’accento sulla displasia d’anca, usa invece la stessa come esempio per descrivere le nuove patologie che affiorano sulla razza cercando il confronto con quanto fatto da altre società per risolvere o controllare i problemi legati al patrimonio genetico. Alla fine il messaggio appare chiaro a tutti: è necessario avere degli indirizzi di selezione comuni e, forse, è arrivato il momento di introdurre anche per il Cane Corso la prova di selezione. Il numero di partecipanti, poco meno di cinquanta, decreta il successo dell’ iniziativa e alla fine solo “posti in piedi”. Tra i presenti alcuni Giudici e Presidenti di gruppi Cinofili che hanno espresso la loro soddisfazione, il loro consenso e la volontà di riproporre nelle loro razze quanto realizzato dalla Soc. Amatori Cane Corso: almeno in questa occasione siamo stati i primi della classe. Antonella Palmieri

prestazione eccellente del giorno prima, concludendo al nono posto su 20 binomi con un punteggio di 259,50! Facendo un rapido bilancio di questa esperienza non posso che dire che il Campionato del Mondo di Obedience 2011 si è concluso sicuramente con il segno positivo per la nazionale italiana: 5°

a squadre su 18 Paesi presenti e un italiano sul podio! Sono convinto che l’alto livello di preparazione di questi binomi e di quelli che verranno, permetterà al nostro Paese di conseguire ulteriori soddisfazioni in questa meravigliosa disciplina. Giancarlo De Martini

Un momento dell’incontro denominato ”Obiettivo Salute”

33

INC articoli set11.indd 33

24/08/2011 16:13:35


Rubrica dedicata ai Gruppi Cinofili ENCI per far conoscere il lavoro svolto sul territorio in materia di educazione cinofila, therapy dog, attività sociali e sportive. Inviare il materiale via e mail a: redazione@enci.it

Organizzato dal Gruppo Cinofilo Monzese Corona Ferrea un evento che esalta le qualità sportive e sociali dei cani

Nel Gran Prix Royal Canin primeggia la “Top Can” Nella splendida cornice del Campo Ccuola del Gruppo Cinofilo Monzese Corona Ferrea, il 22 maggio scorso si è svolto Il Grand Prix Royal Canin; un evento unico nel suo genere che ha offerto al pubblico ed agli appassionati cinofili la possibilità di venire a contatto con le innumerevoli opportunità sportive che la cinofilia ci offre. Una competizione a squadre di Agility Dog ha visto protagonisti binomi di alto livello arrivati anche dall’estero (Croazia, Slovenia, Svizzera etc) a disputare il prestigioso titolo. Le 44 squadre iscritte, composte da 4 binomi ciascuna, divise in due categorie Large e Small-Medium, si sono contese gli ambitissimi premi in palio. Le squadre si sono battute con grande agonismo e sportività fino al termine di un’emozionante manche di Agility svoltasi con ordine di partenza inverso: le prime classificate nella manche di Jumping sono partite per ultime tenendo tutti con il fiato sospeso fino alla conclusione della gara. Alla fine la squadra “Top Can” composta da Federica Negri con Carrie, Ilaria Carimati con Macbeth, Krisztina Kaza con Phaedrae, Ezio Bertuletti con Calypso i cui componenti fanno parte della “Corona Ferrea” si è aggiudicata il titolo nella categoria Large. Nella categoria Small –Medium a farla da padrone è stata la squadra “Hair Fashion” composta da Fabio Romanato con Sally, Linda Rossato con Trevor, Sara Casula con Squeaky; Alessandro Casella con Shila. In contemporanea si è svolta un’importantissima competizione di Disc Dog, valevole per la qualificazione ai campionati Europei e Mondiali AWI (Ashley Wippet Invitational). I concorrenti di questa nuova e appassionante disciplina sono arrivati da tutta Europa e hanno concorso nella categorie Freestyle Open, Freestyle Novice e Total Performance Throw&Catch (mini distance).

La squadra Top Can vincitrice nella categoria Large

E ancora, durante tutta la giornata si sono svolte esibizioni di diverse discipline cinofile: • Il Flyball, entusiasmante staffetta tra due squadre di 4 cani ciascuna nella quale il cane deve affrontare quattro ostacoli, prendere una pallina e ritornare ricompletando i 4 salti nel minor tempo possibile. • La Dog dance illustrata dalla campionessa internazionale Alena Smolikova (Repubblica Ceca) e il suo cane Keysi, che esibendosi in tre spettacolari routines in cui cane e conduttrice hanno eseguito tricks e esercizi a tempo di musica come in una vera danza, hanno emozionato il pubblico che ha molto apprezzato la perfetta simbiosi canepadrone di questo spettacolare binomio.

S P O N S O R

U F F I C I A L E

• L’Obedience, una disciplina in cui l’armonia tra cane e padrone è la protagonista, (da non confondere con l’obbedienza) di base, magistralmente condotta da Maurizio Romanoni, pluripresente nella squadra nazionale italiana. Lo sheep dog di Lyuba, che, con i suoi magnifici border collie, ha condotto un “gregge” di anatre indiane corritrici (hanno un comportamento similare a quello delle pecore) dimostrando così l’instancabile lavoro che questi cani da pastore svolgono sulle greggi. • L’unità cinofila della Protezione Civile, la cui preziosa collaborazione nella ricerca di persone disperse salva ogni anno moltissime vite umane, e la squadra antidroga della Guardia di Finanza della Regione Lombardia si sono esibite in una coinvolgente simulazione. Grazie alla collaborazione di Royal Canin e di tutto lo staff del Gruppo Cinofilo Monzese Corona Ferrea si è potuto quindi realizzare un evento che ha posto come protagonista il rapporto di amicizia tra uomo e cane, dando la possibilità anche a un pubblico neofita di conoscere e familiarizzare con gli sport cinofili e apprezzare quindi un nuovo modo di stare insieme al proprio amico e compagno a 4 zampe. Un evento che ha appassionato quindi sia i concorrenti dei vari sport i quali hanno risposto partecipando numerosi, sia il pubblico, che complice la bellissima giornata, ha affollato il campo scuola del Gruppo Cinofilo Monzese. Stanchi e contenti della buona riuscita della manifestazione, che altro possiamo fare se non invitarvi alla prossima edizione a Maggio del prossimo anno nel caso vi foste sfortunatamente perso questo evento? Federica Agosti

34

INC articoli set11.indd 34

24/08/2011 16:13:35


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Il successo del CAE 1 nella città veneta

Il buon cittadino di Belluno Molti i partecipanti, ottima l’organizzazione

Per la prima volta in proIl fatto che il pechinese vincia di Belluno si è svolto Marley, condotto dalla proun test di CAE-1, il patentino prietaria Patrizia Tommasini, creato dall’ Ente per certifiche tra l’altro è anche un decare cani e padroni “buoni legato dell’ ENCI, abbia concittadini”, che ha visto la parseguito con eccellenza il CAE-1, dimostra come an­ tecipazione di cinofili già coche i più “piccoli” possono nosciuti nell’ambiente e dare molte soddisfazioni. volti nuovi tutti comunque Il giorno successivo al desiderosi di dimostrare che CAE-1, ha visto il CIS&P il proprio fedele amico fosse Vento del Nord-Est cimenin grado di comportarsi al tarsi con l’organizzazione meglio in ogni tipo di situadella prova zione quotidiana. di utilità che unita al giorno Sotto l’attento esame del precedente ha visto garegconsigliere ENCI l’Avv. giare ben 32 binomi. Grosso Clemente, cani apGrande soddisfazione è stata partenenti alle più svariate data agli organizzatori, sia razze hanno affrontato con per i numerosi partecipanti, sicurezza e preparazione i sia per la buona qualità che si dieci esercizi previsti dal reè potuta ammirare in campo golamento, districandosi dove cani di ben dieci razze con reazioni sempre con- A sin. il giudice Clemente Grosso – a dx Patrizia Tommasini con il Pechinese differenti hanno fatto vedere trollate nei vari incontri con Marley che ha superato la prova in maniera eccellente. delle buone esecuzioni. persone, joggers, ciclisti, tusiasmo l’attuazione di questo importante Ciliegina sulla torta è stato il fatto che la altri cani, mamme con passeggini etc… Tutto il pubblico presente, sia conduttori test sia per l’importanza che esso riveste a IPO 3 è stata vinta dalla nostra presidente già con esperienza nello sport con i cani, livello di utilità sociale sia per la fiducia e Donatella Weber con la riesenschnauzer sia comuni cittadini incuriositi al riguardo l’orgoglio che trasmette ai partecipanti nei Felmor Elfinkorambex. Gabriele Dalle Mulle hanno giudicato positivamente e con en- confronti dei loro amati cani.

In ricordo

Sandro Vignanelli se n’è andato. La sua prematura scomparsa ci lascia attoniti ed addolorati, non ci resta che il ricordo della sua spontaneità, correttezza e sportività. Alla famiglia le nostre più sentite condoglianze. Ciao Sandro Club Italiano Razze Nordiche Sandro Vignanelli è scomparso troppo giovane. Allevatore brillante e grande amante dei samoiedo che allevava con passione con l’affisso Poggio della Rena. Lo ricordano con affetto i colleghi e tutti gli amici cinofili, accompagnandolo al suo destino, stretti intorno alla moglie Loretta e ai suoi cari figli. Paola Daffunchio Sergio Bottino

35

INC articoli set11.indd 35

24/08/2011 16:13:36


Therapy Dog inValle d’Aosta Terranova, Shi-tzu e Bassethoud in aiuto a malati psichiatrici

Presso il Centro Cinofilo “Chez-Vous”, struttura valdostana recentemente riconosciuta dall’ENCI è stato ideato e realizzato un progetto di Terapia Assistita con Animali rivolto ai malati mentali. L’iniziativa, partita a ottobre 2010 e conclusasi nel giugno 2011, è stata messa in atto con la collaborazione del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda USL Valle d’Aosta, ed è stato seguito dalla scrivente e da Angelo Lodato in qualità di pet partners. L’idea è nata dalla passione profonda per i Terranova: la loro dolcezza e la loro totale disponibilità verso l’essere umano, si sono confermate basilari per questo particolare tipo di interazione con gli umani. Tra i numerosi campi di applicazione della Terapia Assistita con Animali, infatti, il suo utilizzo rivolto ai disagi dei malati psichiatrici rappresenta una delle più recenti e validate opportunità terapeutiche. Da queste premesse è nato il progetto: 12 pazienti con diversi tipi di patologie mentali, per la maggior parte inserite in strutture residenziali della Valle d’Aosta, hanno aderito all’iniziativa, svolta in stretta collaborazione con i Medici della Struttura Complessa di Psichiatria dell’Ospedale Regionale, diretta dal Dott. Antonio Colotto. Oltre ai Terranova, sono stati impiegati i nostri Shi-tzu e Basset-Hound, unitamente

a conigli ariete, caprette tibetane, una cavalla Falabella e un asinella nana americana. Gli obiettivi principali a livello terapeutico sono stati discussi in riunioni preliminari, tenutesi insieme allo staff medico che seguiva i pazienti. Nello specifico ci si è pre-

fissi di cercare di fare acquisire competenze e capacità correlate alla sfera cognitiva, emotiva e relazionale Nel corso degli incontri i pazienti si sono avvicinati progressivamente all’interazione con gli animali, apprendendo ad interagire e a rapportarsi con loro. Dalle coccole si è passati a piccole nozioni sull’addestramento di base, all’apprendimento delle principali tecniche di toelettatura e allo sviluppo di numerosi giochi interattivi finalizzati a consolidare la fiducia reciproca. L’entusiasmo dei partecipanti è stato sempre crescente: partendo da qualche diffidenza iniziale, legata principalmente alle difficoltà nell’apertura verso l’esterno tipiche di molte patologie psichiatriche, si è passati in breve tempo a un’adesione totale e incondizionata verso un rapporto di amicizia nuovo nei confronti del compagno a quattro zampe. Le verifiche periodiche effettuate dallo staff medico hanno confermato un netto miglioramento dei pazienti rispetto ai controlli precedenti. Il progetto si è concluso con una festa finale che ha visto presenti, oltre all’Assessore Regionale alla Sanità Albert Lanièce, tutti i massimi vertici dirigenziali dell’Azienda U.S.L. Valle d’Aosta, a testimonianza del successo straordinario dell’iniziativa. Lorella Borre

Brevetti UCIS a Pistoia

Presso la Scuola Pistoiese Addestramento Cani –SPAC- lo scorso luglio si è svolto l’esame per il Brevetto dell’Unità Cinofila per cani e conduttori nella ricerca di persone scomparse in superficie per la Protezione Civile. Giudici della prova Stefano Codemo e Daniele Peres. L’istruttore Ismaele Ceccotti ha formato le seguenti unità cinofile risultate idonee: Pier Paolo Franchi con il cane Berto, Francesco Di Pietro con Ramon, Mirella Mincu con Lyly, Elena Rosellini con Emma.

36

INC articoli set11.indd 36

24/08/2011 16:13:37


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Conclusa con successo la grande competizione

Il Top Dog 2010 a un Collie Xtraordinario Xia di Cambiano ha vinto la finale a Roma. Miglior giovane il Bassotto Louis Vuitton del Wanelsing.

Finale Top Dog 2010 , 1° Xtraordinario Xia di Cambiano, Pastore Scozzese a pelo lungo di Giampaolo Falletto, 2° Incredulous Gandalf, Setter Irlandese dell’allevamento Incredulous Red, 3° E.Mail del Conteverde, Bassotto nano a pelo corto dell’allevamento del Conte Verde

È calato il sipario dell’edizione 2010 del Top Dog. A manifestazione conclusa possiamo considerare “buona la pima”. Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti, della partecipazione, della attenzione posta e soprattutto dei commenti positivi riscontrati. Si è trattato della prima edizione, dell’anno zero, come definito dagli addetti ai lavori. Abbiamo riproposto questa nuova edizione del Top Dog, in collaborazione con Farmina con una nuova formula riguardante la fase finale, rivolta non solo ad un pubblico di addetti ai lavori. A parte una comprensibile iniziale difficoltà per rodare il meccanismo, l’edizione 2010 si è conclusa con gli eventi finali a Prato e Roma, partecipati e ben organizzati, con una pre-

parazione curata nei minimi dettagli. Certo si è reso necessario uno sforzo notevole a livello organizzativo ma il risultato è ma il risultato è stato certamente soddisfacente rispetto all’obiettivo che ci eravamo posti: dare un segnale, provare qualcosa di nuovo. La semifinale di Prato ha visto una nutrita partecipazione dei Top Dog e Top Giovani, giudicati nei raggruppamenti da Francesco Balducci (Presidente ENCI), Ferdinando Asnaghi, Manola Poggesi, Luigi Nerilli. I giudici hanno selezionato i 30 migliori soggetti tra Top Dog e i 3 migliori Top Giovani per la finale di Roma. Sabato 11 giugno nella cornice dell’Atlantico Live di Roma, si è svolto l’evento finale. Una serata coinvolgente che ha saputo co-

niugare spettacolo e musica. Il compito di esaminare i trentatré soggetti finalisti è stato affidato a tre esperti giudici all rounder: Francesco Balducci, Paolo Dondina e Gianercole Mentasti. Al termine dei lavori, ad aggiudicarsi l’agognato titolo di miglior Top Dog 2010 è stato Xtraordinario Xia di Cambiano, Pastore Scozzese a pelo lungo di Giampaolo Falletto, al secondo posto Incredulous Gandalf, Setter Irlandese dell’allevamento Incredulous Red, terzo classificato E.Mail del Conteverde, Bassotto nano a pelo corto dell’allevamento del Conte Verde. Per il miglior Top Giovane 2010 è stato scelto Louis Vuitton del Wanelsing di Francesca Friggione, al secondo posto si è classificato Talao Orzo Cacao, Sealyham Terrier di Angela Ammaturo, mentre per la terza piazza è stato scelto Francini’s Queen of the Night, Cocker Spaniel Inglese di Alessandro Parigi. Per l’edizione 2011 stiamo lavorando per apportare quelle modifiche che molti hanno richiesto, affinché questo appuntamento possa in breve tempo acquistare sempre maggiore importanza e crescere in prestigio. Dino Muto

Top Dog Giovani 2010, Louis Vuitton del Wanelsing Bassotto nato a pelo duro di Francesca Friggione

37

INC articoli set11.indd 37

24/08/2011 16:13:38


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 1

SETTEM

TOP DOG & TOP GIOVANE REGOLAMENTO TOP DOG Il punteggio viene calcolato in base ai risultati ottenuti nelle esposizioni Internazionali italiane dal 01/01/2011 al 31/12/2011. Le esposizioni Nazionali non valgono. I Raduni non valgono. Le mostre speciali valgono doppio sia che si svolgano in Internazionale che in Nazionale. La partecipazione (cioè l'iscrizione) minima richiesta è ad almeno 4 esposizioni ed è necessario ottenere punteggio in almeno due esposizioni. Punteggi: - CAC 1 punto - CACIB 3 punti - BOB: con 1 cane iscritto da 2 a 5 da 6 a 10 da 11 a 20 da 21 a 30 da 31 a 40 da 41 a 50 da 51 a 100 oltre 100

1 3 5 7 9 11 13 15 20

punto punti punti punti punti punti punti punti punti

Valgono esclusivamente le esposizioni aventi luogo in Italia.

REGOLAMENTO TOP GIOVANE Riservato ai soggetti iscritti in classe Giovani in base ai risultati ottenuti nelle sole esposizioni Internazionali italiane. Punteggi: M.B. 1° = p. 1 ECC. 1° = p. 3 (1 solo iscritto nella classe) ECC. 1° = p. 5 (da 2 a 5 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 6 (da 6 a 10 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 7 (da 11 a 15 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 8 (da 16 a 20 iscritti nella classe) ECC. 1° = p. 9 (oltre 21 iscritti nella classe) A questi punteggi vanno eventualmente aggiunti 3 punti se il soggetto ottiene anche il BOB (minimo 5 iscritti nella razza). N.B. I punteggi inerenti il TOP DOG vengono rilevati periodicamente e direttamente mentre per quanto inerente il TOP GIOVANE la spedizione dei punteggi (fotocopia del libretto) è a cura dei proprietari. Il numero dei soggetti iscritti in classe giovane non è cumulabile fra maschi e femmine ai fini del calcolo del punteggio.

38

INC TopDog set11.indd 38

24/08/2011 15:57:48


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 2

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Ancona, Chieti, Ercolano, Forlì, Livorno, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Reggio Emilia, Torino e alle ms di Albarella, Biella, Riva del Garda, Vercelli RAZZA NOME DEL CANE GRUPPO 1 Cane da Pastore Australiano ZANZIBAR Cane da Pastore Belga Groenendael NADJARAH'S HAVILA Cane da Pastore Belga Lakenois DESPERADO OD SUCHE HORY Cane da Pastore Belga Malinois WINALMIK'S ALL ABOUT 'U Cane da Pastore Belga Tervueren ECLIPSE-T DI CASA BELLEGARDE Schipperke LUPONERO Cane da Pastore Tedesco Stockhaar CHIMERA DI POGGIO DEL SOLE Cane da Pastore di Beauce MATHIS Cane da Pastore di Brie nero ardesia DIOR DEL VIZIR NERO Cane da Pastore di Brie fulvo grigio BILLIEJEAN DELLE NEBBIE DI AVALON Cane da Pastore di Brie fulvo grigio TAMBURELL D.U.E.D.A. Cane da Pastore dei Pirenei p/l ASIAK Bearded Collie HO IN MENTE TE DEL CUORE IMPAVIDO Border Collie SOUL ALMIGHTY AT PIC POKEY Cane da Pastore Scozzese p/l XIWANEJO DI CAMBIANO Cane da Pastore Scozzese p/c GRAZEL ATLANTICA Bobtail ISOLDE ZUCCHERO E PEPE Cane da Pastore Scozzese Shetland CALM WATER DI SELVASPINA Cane da Pastore Scozzese Shetland IL GRANAIO DEI MALATESTA ABRACADABRA Cane da Pastore Scozzese Shetland PAILLETTE DI SELVASPINA Cane da Pastore Scozzese Shetland PETER PAN DI SELVASPINA Welsh Corgi Cardigan OSCAR Welsh Corgi Pembroke DRAGONJOY LOVE SONG Cane da Pastore Bergamasco ACIS DEI LUPERCALI Cane da Pastore Maremmano Abruzzese RONDELLO DI LUCUS ANGITIAE Kuvasz DIUK DI SAN MAMILIANO Puli bianco perla CSERI SUBAS KEPE Pumi PUMIDOROARAMIS Cane Lupo di Saarloos PRIMA LUPA DI FOSSOMBRONE Schapendoes WHITE LADY DES UNS ET DES AUTRES Cane da Pastore di Vallée DANIK DE LOTHLORIEN DIT DZIEN Cane da Pastore di Vallée FANTO Cane da Pastore di Tatra DOLINA Z DORCZEZA REGI Cane da Pastore della Russia Meridionale BELAJA VOROZHEJA RUSALKA Cane Lupo Cecoslovacco ZENITH OD UHOSTE Pastore Australiano JELLY BEAN DEL WHIMPER DELLE G. JORASSES Pastore Svizzero Bianco FAELAN VOM TERLUNER SCHLOSS Pastore Svizzero Bianco RANJA DI CASA PRADERIO Australian Cattle Dog BANANA BENDER DOCTOR WHO Bovaro delle Fiandre RUMMUALQUADRATO GRUPPO 2 Dobermann nero focato VERA DI CASA GIARDINO Dobermann marrone focato GRENELLE DI TEMALINE Pinscher OTTO DELL'ALTO FONDALE Zwergpinscher QUARRY VON REUSSERLAND Riesenschnauzer p/s HURNIK'S DEMI MOORE-PS Riesenschnauzer nero ERCOLE DEI DEMONI NERI Schnauzer p/s NETZER PS DI CASA GIUFFRIDA Schnauzer nero VASCO DEL GRANDE MORO Zwergschnauzer p/s AXCIUM'S YES I CAN Zwergschnauzer nero TAJINASTES PERLA NEGRA Zwergschnauzer n/a AXCIUM'S PAVAROTTI Zwergschnauzer bianco LYLLY POP Terrier Nero Russo BORIS Dogo Argentino INTI DEL PICADERO

PROPRIETARIO

P

Rigo Marco All. di Monterupini Imbergerova Lucia Pavanati Michela Galesi Giuseppe Ubaldi Maria Luisa Occhipinti Giuseppe Pantaleoni Marco Baldo Giorgio All. delle Nebbie di Avalon Velardi Alfonso Pelizzoni Luisa All. del Cuore Impavido Grazioli Paola Beconcini Fabio Armelin Serge Secchi Umberto Albrigo Anna Gili Alfredo Albrigo Anna Albrigo Anna Pierotti Rossano Ceredi Chiara All. dei Lupercali All. di Lucus Angitiae Macchioni Marco Sassone Barbara Lovison Aurora All. di Fossombrone D’Antonio Vittorio Ursat Alain Peruzzi Antonio Hatlak Carol Zavattaro Sergio Paini Massimiliano Lovati Gabriella Mariotti Eleonora Sfamurri Giuseppina All. Banana Bender Citta Vittorio

7 21 5 11 7 10 48 26 9 12 12 14 20 46 44 7 18 12 12 12 12 28 58 16 14 6 10 20 20 31 7 7 6 5 44 52 13 13 35 10

Giardino Massimiliano 30 Pansera Christian 15 Gambacciani Ivano 2 Monduzzi Donazzi Sandro 67 All. Hurnik’s di Guarnera 16 Napolano Raffaele 37 All. di Casa Giuffrida 69 Rizza Salvatore 20 Stanislao Francesco 40 Del Rio Alvarez Luis Martin 40 Ferrari Fabio 45 Ippolito Pasqualino 35 Rinaldi Gianni 39 Carpanese Mirco 42

39

INC TopDog set11.indd 39

24/08/2011 15:57:48


SETTEM

SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 3

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Ancona, Chieti, Ercolano, Forlì, Livorno, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Reggio Emilia, Torino e alle ms di Albarella, Biella, Riva del Garda, Vercelli RAZZA Fila Brasileiro Shar Pei Boxer fulvo Boxer tigrato Alano fulvo Alano tigrato Alano nero Alano arlecchino Alano blu Rottweiler Dogue de Bordeaux Bulldog Bullmastiff Mastiff Mastino Napoletano Tosa Cane Corso Terranova Hovawart Leonberger Landseer Mastino Spagnolo Mastino dei Pirenei Cane da Montagna dei Pirenei Cane di San Bernardo p/c Cane di San Bernardo p/l Cane da Pastore di Karst Cane da Pastore del Caucaso Cane da Pastore dell’Asia Centrale Tibetan Mastiff Cão Fila de São Miguel Bovaro dell’Appenzell Bovaro del Bernese Bovaro dell’Entlebuch Grande Bovaro Svizzero GRUPPO 3 Deutscher Jagdterrier Airedale Terrier Bedlington Terrier Border Terrier Fox Terrier p/l Fox Terrier p/r Fox Terrier p/r Lakeland Terrier Manchester Terrier Welsh Terrier Irish Terrier Kerry Blue Terrier Irish Soft Coated Wheaten Terrier Parson Russel Terrier Cairn Terrier Dandie Dinmont Terrier Norfolk Terrier Norfolk Terrier Norwich Terrier Scottish Terrier

NOME DEL CANE RIO GRACE KELLY CHE LINSE DINO URAN DEI ROERI ZAPATERO DELLA BAIA AZZURRA GUJA VOM MEISSNER LAND ARABELLA DELLA BAIA AZZURRA PRINCE OF OLD PINK HOUSE BONTEN HUMMER DELLA VAL DI NOTO EEFJE PATEHOEK TRIARDER ABIT LOUIS CORNERSTONE M. L. IN THE WOOD AT LEATHERNECK ALBATROS STELLA DEL NOLANO EYSHIN TOSAKENGOLDS MISTERFRENCH DEL ROSSO MALPELO SEABROOK'S BEST MAN AT POUCH COVE LAPO KISS ME LEONSTONE VOM HEIDERSIEFEN CYRIUS DES TITANS D'OURANOS ET GAIA TITAN DEL DHARMAPURI OBELIX ASPIN DU ROYAUME D'URSITA MIA DI CASA MUNNO DONATELLO DAMPUJ FAUST KAMEN GORSKI ACHILLE DEL II TRABOCCO LIEVORE'S EDITION AK ABR COSSYRA ULTIMATE-WOTAN DA MATA DO EUCALIPTO BRUNO DARK HEAVEN DEL SACRO FIUME DIANA AB DEM GUT HEID CHARLOTTE D. BLENDA DES JOYEUSES GAMBADES

PROPRIETARIO All. Ambro Dogs Piatti Silvia Grillo Antonino Angiolicchio Miriam Goncalves Carla C. Rocha Russo Paola Donati Patrizio Martina Salvatore Papiccio Tamara Carla Floridia- Pricone All. De La Maison De Alfaree Prinzis Franco Furlon Nadia Terranova Giuseppina All. del Nolano Lissoni Daniele Mistretta Marcello Quartiglia Riccardo Barbaro Valeria Albertini Daniele Boutier Josiane All. del Dharmapuri All. Altoaragon Tabacci Sergio Munno Ferdinando All. Dampuj Permozer Mihaela All. del II° Trabocco All. Lievore's Edition Conforti Carlo Mutrux Alain All. Cà del Corsi Dal Borgo Elisa D’Amato Marinella All. della Blenda

P 7 49 68 30 56 18 40 21 27 76 30 42 33 18 23 13 27 24 44 38 10 17 14 29 23 36 5 23 22 18 10 18 36 2 14

TINA DEL BOSCO MAGICO SAMARCANDA ULTRA GLIDE VELVETY I WANT IT ALL EARLY MOON DU BOIS DES IF FORTUNA DE AIDEKIS DIANA VD SCHONENBERGER VITTORIO V.D. SCHONEN BERGEN SLICEY MRS. JONES OVER THE TOP BOLLICINA DI SODIO KELLS FIRE STORM PERRISBLU GOLDEN KING FRANKO VALADA'S ERMINA FEMINA COCO-NOON DE LA ROCHE TURPIN MASCALZONE LATINO SUNJOY'S A KIND OF MAGIC FUNNY DEL MERCURIO YNES DEL MERCURIO WILD DEVILS JACKIE O SILIMIDE SEAN THE HIGHLANDER

All. del Bosco Magico Ferrò Giuliana Gemmari Annalisa Tappia Reynaud Jacqueline Malzoni - Savini Schoneberg F.W. Duesmann Dall’Olio Monica Brenciani Patrizia Bagni Ilaria Wamsler Kelly Meda Filippo Repina I. Declerck Quentin Ravera Nicoletta All. Sunjoy's di Taucci Bylund Ingrid Scelfo Samuela D'Atanasio Alessandra Faggi Mariaida

14 19 10 10 28 14 14 21 15 14 7 14 11 11 15 8 5 5 22 16

40

INC TopDog set11.indd 40

24/08/2011 15:57:50


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 4

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Ancona, Chieti, Ercolano, Forlì, Livorno, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Reggio Emilia, Torino e alle ms di Albarella, Biella, Riva del Garda, Vercelli RAZZA Sealyham Terrier Skye Terrier West Highland White Terrier Terrier Boemo Jack Russel Terrier Bull Terrier taglia normale Bull Terrier miniatura Bull Terrier miniatura Staffordshire Bull Terrier American Staffordshire Terrier Australian Silky Terrier Yorkshire Terrier GRUPPO 4 Bassotto Standard p/c Bassotto Standard p/l Bassotto Standard p/d Bassotto Nano p/c Bassotto Nano p/l Bassotto Nano p/d Bassotto Kaninchen p/c Bassotto Kaninchen p/l Bassotto Kaninchen p/d GRUPPO 5 Samoiedo Alaskan Malamute Siberian Husky Laika della Siberia Occidentale Cane da Orso della Carelia Lapinkoira Wolfspitz Spitz Medio a/g e a/c Spitz Piccolo bianco Spitz Piccolo a/g e ac Spitz nano tutti colori Volpino Italiano Chow Chow Eurasier Akita Shiba Shikoku Akita Americano Canaan Dog Pharaon Hound Perro Sin Pelo del Perù Medio Perro Sin Pelo del Perù Piccolo Basenji Cirneco dell’Etna Podenco Portoghese p/d Piccolo Thai Ridgeback Dog GRUPPO 6 Chien de Saint-Hubert Gascon Saintongeois Segugio Maremmano Ariégeois Porcelaine Segugio Italiano p/r

NOME DEL CANE TALAO ORZO CACAO YARDICAN BALLINDALLOCH FIRSTSIGHTLOVE AT SUNWHITE ESTEREL DU CHAMP D'EOLE OUT ACTING RAGS PUMA BULLABAR MELISSA BIKATO PARTI KIRA BIKATO PARTI NINA JOE THE BOSS SHARK BUFFY JUNIOR OF MAGIC MELODY QOCCLES'S REGINA DI CUORI

PROPRIETARIO All. Talao All. Druidwood Calia Stefania All. del Caviano Garbarino Maria Cristina Evangelista Giuseppe Piras Sebastiano All. del Maunik Castellese Gioacchino Rossetti Enrico Dollman Sissi Kazakiene Daiva

P 31 12 30 5 71 14 14 14 15 21 15 22

EXTREME DEL CONTEVERDE LUIGI XIV RE SOLE DOROTA DI CASA MAINARDI BERGHEMDAX ILONA ESPRESSO DELLA CANTERANA LOUISVUITTON DEL WANHELSING GANGA DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA MYSTIC MOON VITTA KERDOLAR DEL WANHELSING

All. del Conteverde Cacciatore Donata All. di Casa Mainardi All. Berghemdax Giannini Daniela All. del Wanhelsing Ievolella Rino Cevasco Laura All. del Wanhelsing

26 28 37 71 9 46 27 30 47

SWEET XEVALIER VINTAGE POINT MY DEAR OUMIAK'S BOOGABOO ROCKSTARR FIGO W CIENIU CROBREGO TSARSHADOW'S THE ART OF WAR FBI AGENT MYZARKAW DU D. D'ARINELLA BIANCA MAGGIO CIONDOLO CORINDOLO DI FELICITA' DEL SOL LEVANTE ATHENS ORIENTAL FLOWER OF ATHENS KENNEL KIMYBOY POWERPOM QUANTUM OF SOLACE MERY STAR BLACK JACK DEI LEONI IMPERIALI FAITH OF THE NORDIC DREAM RICHU-GO DELL'ANTICO MATAGI AKIRA MAYUMI-SAIKI VAN DE EGMATO DE KANER'S WOLVERINE REVENGE TULLIO ENIGMA QUICK STEP ELOUNDAH DE KORRANTOH PENSIERO STUPENDO DEL CANTICO D. CREATURE ANUBI'S ENIGMA EROS LANDO DEL GELSO BIANCO MANOLO P.A.T. NORBERTHAI RIDGEBACK LAN-NA

Mazzetto Roberto Koroleva Irinia Rosin Claudia Rani Sauro Deeley Dawne Rogliano Elisa Virginia Falcinelli Caterina Secchi Angela All. Maliusinky Panciroli William Viganò Valentina Malatesta Arianna All. dei Leoni Imperiali All. Nordic Dream Danesi Giuliano Zozzaro Giovanni Garzonio Laura All. dei Patrizi Romani Barbini Norma Ciabatti Dino Bonali Alessandro Tomzinska Beata Ferrini Maurizio Fiorito Graziella G. Gheri Laura Petturiti Adelmo

39 41 38 7 9 4 36 10 4 21 27 26 22 19 30 20 3 33 1 10 7 10 18 52 11 10

BACCARDI DILLWIS AMBLATO ELOIS CORALLO MIREY CAMOMILLA ASIA

Antonini Rodolfo Lattore Samuele Cenci Rinaldo Bosio Sergio Pietrelli Alessio Zanirato Fabrizio

12 5 8 10 7 12

41

INC TopDog set11.indd 41

24/08/2011 15:57:51


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 5

SETTEM

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Ancona, Chieti, Ercolano, Forlì, Livorno, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Reggio Emilia, Torino e alle ms di Albarella, Biella, Riva del Garda, Vercelli RAZZA NOME DEL CANE Segugio Italiano p/f LUDO DEL TARIO Segugio dell’Appennino ROCCO Basset Fauve de Bretagne FAFI Grand Basset Griffon Vendéen BLACK MAJESTY FARANDOLE Petit Basset Griffon Vendéen EDUSA Basset Hound WHEREVER YOU WILL GO D. TERRA DEI TEMPLARI Beagle DAFFODIL-DJINN DE MAXECAN Bayrischer Gebirgsschweisshund LAVIA BONA ESPERO Hannoverischer Schweisshund MAX Alpenläendische Dachsbracke SAMSON VON DER GANZERIN Dalmata DAUMONT LADYHAWK Rhodesian Ridgeback FARMERS GUARDIAN AFRICAN AKONO GRUPPO 7 Cane da Ferma Tedesco p/c VAE VICTIS ISOTTA Cane da Ferma Tedesco p/d IRA Weimaraner p/c WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE Bracco del Bourbonnais FATA MORGANA DU FIEF D'EPSOM Bracco Francese tipo Gascogne ETORKY DU VALLON DE BEDUINI Bracco Francese tipo Pirenei ETOILE DE CANTE PARDIGAN Bracco Italiano b/a RIBOT Bracco Italiano r/m AKI DEI SANCHI Bracco Ungherese p/c MINOS DEL FATALBECCO Bracco Portoghese XIVA DE TORRES Epagneul Breton b/a OXA Epagneul Breton a/c POKER Spinone Italiano b/a ARTU' DELLA BECCA Spinone Italiano r/m PRIMO DELL'ADIGE Pointer Inglese AIR KING BREZZA Pointer Inglese FRANZINI RUMBA Setter Inglese EIDI DELLE QUERCE MERIZIE Gordon Setter FANCYGUN LITTLE THUMB Setter Irlandese r/b UNITED SPOTS PERFECT DIAMOND Setter Irlandese BRIGITTE BARDOT DEGLI ANGELI ROSSI GRUPPO 8 Nova Scotia Duck Tolling Retriever SHAGGY TOLLER'S LITLE RED DODO Curly Coated Retriever MIDDOG'S ANDROMEDA ALMANZA TOMTAR PALOFTED Flat Coated Retriever Labrador Retriever CHARM BLUVEIL MR. DARCY Golden Retriever ROYAL CREST GOLD-N HALLOWEEN TRICK OR TREAT Chesapeake Bay Retriever NORDAIS SEDGEGRASS ROCKET SAM Clumber Spaniel WYMESWOLD CARTAGENA Cocker Spaniel Inglese rosso FRANCINI'S MAGNOLIA Cocker Spaniel Inglese nero - nero focato FRANCINI'S I SHALL DANCE Cocker Spaniel Inglese a/c SYRAH NERIDA DREAM PRINCESS Springer Spaniel Inglese LORD OF THE RING DELL'ISOLA CHE NON C'E' Welsh Springer Spaniel GELTMAN'S GRAND VERSION Kooikerhondje MANUSIA'S PRINCE-RENSKE Cocker Americano DOLCE VITA DE MAYBELINE MANONLESCAUT Barbet Irish Water Spaniel CATANKA IMPROMPTU Cão de Agua Português BAHIA DO LUSIADAS Perro de Agua Español JOC DE CAN LLOSSES Lagotto Romagnolo ALFREDO GRUPPO 9 Maltese CINECITTA' QUENTINTARANTINO Biçhon Havanais GENNARO LES DOUCEURS DE SOIE

PROPRIETARIO P Torta Giorgio 18 Nencetti Valter 9 Baudino Marina 15 Raic Iva 1 Superchi Alessandra 12 All. della Terra dei Templari 79 Rouvroy Sabine 31 Giudici Fulvio 15 Martinetti Giorgio 9 Orlandi Maurizio 51 Giulini Roberta 34 Wolfgang Reiter 37 All. Vae Victis di Scotti Beraldo Angelo Fanetti Silvia All. Made in Canada All. del Guardengo All. del Guardengo Codeluppi Paolo Savioli Stefano Poggini Alessandro Zavatta Graziano Manenti Emiliano Albanesi Cesare Garanzini Ernestino All. dell’Adige di Poli Buzzico Marcello Cazzaniga Federico Bellantone Salvatore R. All. Fancygum Mathis Colombo Fiorella All. Degli Angeli Rossi

22 25 45 1 22 20 67 25 22 11 13 27 11 44 26 26 36 19 8 40

Garutti Marco Sprovieri Alessia All. Royal Silk Piva Stefano All. Royal Crest Gold-n Lanza-Frank Moira Cigala Manelli Paola Franzoni Laura All. della Kalesa Bevilacqua Silvia Vitartali Guido Sellberg Carina Gianturco Raffaella Estelle Marcq Carrodena Zagone Ezia Vitartali Guido Frassoni Monica Serrano Gonzalez Pedro Damiani Marco

31 8 40 46 69 21 13 30 144 18 20 7 5 35 12 12 28 14 78

Vezzani Barbara Kempinaire- Fossion

81 14

42

INC TopDog set11.indd 42

24/08/2011 15:57:52


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 6

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Classifiche parziali

TOP DOG 2011 I seguenti punteggi fanno riferimento alle Internazionali di: Ancona, Chieti, Ercolano, Forlì, Livorno, Milano, Modena, Padova, Palermo, Pescara, Pistoia, Ragusa, Reggio Emilia, Torino e alle ms di Albarella, Biella, Riva del Garda, Vercelli RAZZA Biçhon à Poil Frisé Bolognese Coton de Tuléar Piccolo Cane Leone Barbone Grande mole bianco Barbone Grande mole marrone Barbone Grande mole nero Barbone Grande mole grigio Barbone Grande mole rosso fulvo Barbone Media mole bianco Barbone Media mole nero Barbone Media mole grigio Barbone Nano bianco Barbone Nano marrone Barbone Nano nero Barbone Nano grigio Barbone Nano rosso fulvo Barbone Nano rosso fulvo Barbone Nano rosso fulvo Barbone Min. bianco, marrone, nero Barbone Min. grigio, albicocca, rosso Griffone Belga Griffone di Bruxelles Piccolo Brabantino Chinese Crested Dog Lhasa Apso Shih Tzu Tibetan Spaniel Tibetan Terrier Chihuahua p/c Chihuahua p/l Cavalier King Charles Spaniel King Charles Spaniel Pechinese Chin Epagneul Nano Continentale Papillon Russian Toy Bouledogue Francese Carlino fulvo, argento, albicocca Carlino nero Boston Terrier GRUPPO 10 Levriero Afgano Saluki Levriero Russo Levriero Irlandese Levriero Irlandese Deerhound Deerhound Levriero Spagnolo Greyhound Whippet Piccolo Levriero Italiano Azawakh Levriero Arabo Levriero Polacco

NOME DEL CANE CRYSTALWHITE MOONLIGHT SNOWDANCER RADAMANTINO MICHELE COTONBRIE CEZANNE FOR COTONCLOUDE CHIC CHOIX SIMONE DE LA CROIX DEL ZARZOSO AQUI OTRA VEZ SAMARCANDA I CAN'T TURN YOU LOOSE SAXON SPLASH EXTREME SAMARCANDA SILVER SURFER ETUAL NUAR ZLATO SIBIRI KELKA'S BLONDE BIJOUX CANMOY'S BLACK MAGIC GANDALF IL GRIGIO GIULFO NORDIC IMPACT MARILLIE CASPIAN LINE'S BLUE BAYKAL BLANCHE MAMY DENIM FOR RED LOVELY ELYSEE MY SWEET LORD HOLA VISHENKA ZLATO SIBIRI SPEECHLESS VAN KLEIN NULLAND MIU MIU DI FOSCALBERTO UNION GRIF HEVENLY BEAUTY NICHI GUY LAROCHE NICHI GANGSTA'S LOGO ORIENTAL JOKES DOUBLE JEU CHIMMOFAFA' OPIUM DI CASA CORSINI CHENREZI CHEERLEADER LOST VALLEY NYISHAR MUSIC VELVET FRANCISCO DUVAL MUSIC VELVET BARBARESCO SANPAREIL DEI COMTE D'EAU OTTONE-RU DEI COMTE D'EAU STEVE MEKQUEEN ORIENTE EXPRESS CINDERLACE SACHIO AT DEKOBRAS ZKARABI'S JFK EESTILESS NICOLAS SARKOZY BENJAMIN DI FOSSOCORNO ANJOS ALTA VISTA PEDRO FROM IRON COUNTY T'BO SON OF A GUN

PROPRIETARIO Violini Alessia Friggi Maria Luisa Needham Shelagh Lindroos Outi Cercenà Sandro Marangoni Roberta Vigorita Rosalba Merati Lorena Casalvieri Stefano Marchetti Tatiana Lund Carita Giantin Valentina Bandini Simona Perazzoli Valentino Kolbe Natascha Nizzola Lorena Adriana Bryukhovetska Olga Marino Ottavio Ardashova Natalia Giuliani Alessandra Marino Ottavio Serova Liudmila Vuolo Luigi Vuolo Luigi Reynaud Francesca Freddi Monteforte Angela Falcier Maria Antonia Lorenzon Anna Saponi Silvia Gozzi Raffaella Tartaro Paolo Stramesi Alessio Moretti Enrica All. Oriente Express Piovano Marco Gennari Rosa Kholkhlova Yu. Consalvo Antonio Simone Maria Luisa All. dei Muppet Show Belletti Paola

P 15 56 14 10 11 1 27 19 1 20 50 10 14 10 30 18 7 7 7 31 14 14 42 31 34 16 29 15 14 88 26 36 16 33 47 13 12 34 65 35 52

MAIDUM ORIZZONTE DI CRISTALLO DEL BORGHINO OSCARDELARENTA RUSSKIY AZART OLIMP IMPERIUM CIVILTAS KARLA DEI MANGIALUPI MOWGLI DEI MANGIALUPI KILBOURNE HESTER YELLOW NEFERTITI DE VALLE ESTRELLA SOBERS LUNAROSSA SOBERS INGRID GILBERTO DEI RAGGI DI LUNA AZZAH IMAHN BEDUINE CHEHERAZAD EL DJEBEL OF L. A. BEAUTY ALLEGRA NIWIKA SIBIN

Dutto Aldo Galliano Leonardo Lazareva Maria Iori- Poli Vaccaro Alessia Ravazzolo Andrea Germani Enereo Hollesch Susanna All. Baby Killer All. Sobers All. dei Raggi di Luna Zampini Francesca Carole Martin Vintrici Carmelo

32 68 39 19 19 14 14 5 24 58 37 26 30 29

43

INC TopDog set11.indd 43

24/08/2011 15:57:53


segue a pagina 45

44

INC TopDog set11.indd 44

24/08/2011 15:57:54


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

segue da pagina 44

45

INC TopDog set11.indd 45

24/08/2011 15:57:55


SETTEM

SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 9

Soggetti in ring: 2 1° Saluki SHIRIN ROYA ASIIR Boatta Angela - 2° Whippet SOBRESALTO FAIRY TALES Scafuto Pasquale JUNIORES SABATO Giudice: Manola Poggesi Soggetti in ring: 7 1° Akita CHINAMI-GO Cascone Giovanni - 2° Siberian Husky TORQUEMADA'S YANKEE BELLE O'KALAYAAN Galluccio Rosa - 3° Bracco Italiano b/a FANCYGUN MELIUSA BUNDAREQUAMDEFICERE All. Fancygun JUNIORES DOMENICA Giudice: Igor Selimovic Soggetti in ring: 17 Dopo la prima selezione: 7 1° Carlino fulvo VOGUE'S MADE GORGEOUS BOY Gianturco Raffaella - 2° Riesenschnauzer nero MOHR DEI DEMONI NERI Napolano Raffaele - 3° Cocker Spaniel Inglese rosso OBAMABILLAHZIM Rò Vitangelo

GIOVANI SABATO Giudice: Robert Ennis Soggetti in ring: 13 1° Bassotto Nano p/d ELTON JOHN DE GAMA HISPANIA Brassini Claudio - 2° Gordon Setter LUDSTAR DON MIGUEL Segato Gabriella - 3° Cirneco dell'Etna FENICIA Motta Claudia GIOVANI DOMENICA Giudice: Nina Karatshlivi Soggetti in ring: 39 Dopo la prima selezione: 13 1° Riesenschnauzer nero DANTE ALIGHIERI Giambertone Giuseppe - 2° Cane Corso DARY Ventola Alfonso - 3° Cocker Spaniel Inglese nero-nero focato FRANCINI'S GIGOLO' All. Francini's RAZZE ITALIANE SABATO Giudice: Salvatore Tripoli Soggetti in ring: 1 1° Cirneco dell'Etna DAFNE D'ORISEO Giarrizzo Gaetani Emanuele RAZZE ITALIANE DOMENICA

Giudice: Salvatore Tripoli Soggetti in ring: 6 1° Cane Corso DARY Ventola Alfonso 2° Mastino Napoletano FILOMENAMARTURANO All. Lagrandeombra 3° Maltese CINECITTA QUENTIN TARANTINO Vezzani Barbara VETERANI DOMENICA Giudice: Manola Poggesi Soggetti in ring: 4 1° Cane da Pastore di Brie fulvo grigio TAMBURELL D.U.E.D.A. Velardi Alfonso - 2° Labrador Retriever NEWBALEIN DELLE ACQUE LUCENTI Sabatino Angelo - 3° Rhodesian Ridgeback MURENGA ZAKI Di Domenico Silvia BEST IN SHOW Giudice: Robert Ennis 1° Bolognese RADAMANTINO MICHELE Friggi Maria Luisa - 2° Cocker Spaniel Inglese nero-nero focato - FRANCINI'S I SHALL DANCE All. della Kalesa - 3° Shar Pei

Internazionale di Napoli il Best in Show (ph. K)

46

INC TopDog set11.indd 46

24/08/2011 15:57:56


)

SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 10

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Laszlo Erdos assegna il BIS al Bull Terrier LANDUST HANNIBAL THE CANNIBAL

Montebelluna, vince il Bull Il Gruppo Cinofilo Trevigiano, in collaborazione con la Pro Loco di Montebelluna, hanno organizzato la sedicesima edizione a Parco Manin

Nazionale di Montebelluna gr. 1 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 2 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 3 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 4 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 5 (ph. Toth)

Una splendida giornata e la splendida cornice alberata del Parco Manin di Montebelluna hanno fatto da cornice alla sedicesima edizione dell'Esposizione Nazionale Canina organizzata dal Gruppo Cinofilo Trevigiano e dalla locale Pro Loco. Buona la partecipazione degli iscritti e giuria che ha visto la partecipazione, oltre ai giudici italiani, di tre giudici ungheresi fra i quali Erdos Laszlo, incaricato del Best in Show, che ha assegnato la vittoria finale al Bull Terrier LANDUST HANNIBAL THE CANNIBAL che ha preceduto il Basset Hound CHELSEA MRAVIA BENTO e il terzo classificato il Labrador Retriever RICK DECKARD. Il prossimo impegno che attende il Gruppo Cinofilo Trevigiano sarà la Nazionale di Treviso in programma l'11 Settembre p.v.. Il commento di Laszlo Erdos giudice del Best in Show dell’Esposizione Nazionale Canina di Montebelluna "Erano molti i soggetti che potevano pretendere alla vittoria finale, ma il Bull Terrier è quello che mi è piaciuto di più. Ben costruito, con buon movimento e bella presenza di ring, ha meritato questa vittoria. Dietro a lui il Basset Hound si è aggiudicato la riserva, un soggetto corretto e ben presentato. Terzo posto per il Labrador Retriever, un soggetto in forma che si è mosso bene fin dal suo ingresso."

Nazionale di Montebelluna gr. 6 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 7 (ph. Toth)

Nazionale di Montebelluna gr. 8 (ph. Toth)

47

INC TopDog set11.indd 47

24/08/2011 15:57:57


48

INC TopDog set11.indd 48

24/08/2011 15:57:59


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

49

INC TopDog set11.indd 49

24/08/2011 15:58:01


SETTEM

50

INC TopDog set11.indd 50

24/08/2011 15:58:03


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 14

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Si riconferma positivamente il week end espositivo campano

Caserta e Telese, tutto ok Al Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI il BIS del sabato mentre alla domenica è il Mastino Napoletano CLAUS DEL NOLANO ad aggiudicarsi la vittoria

Nazionale di Caserta gr. 1 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 2 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 3 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 4 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 5 (ph. K)

Piace l'accoppiata espositiva Caserta Telese che consente agli espositori del centro sud di disporre del doppio CAC. E se l'anno scorso era andata bene quest'anno l'esperienza positiva ha trovato conferma, sia come svolgimento generale sia come numero di partecipanti, nonostante la concomitanza con l'Internazionale di Firenze notoriamente, quest'anno, mostra speciale per tutte le razze. Le due manifestazioni si sono svolte presso la struttura delle Terme di Telese con una giuria tutta italiana e i giudici Ernesto Capra e Piersecondo Zacco incaricati del giudizio del Best in Show rispettivamente il sabato e la domenica. E' stato il Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI a vincere il sabato mentre la domenica è stata la volta del Mastino Napoletano CLAUS DEL NOLANO. Con l'auspicio che questo meeting possa ripetersi anche l'anno prossimo attendiamo di conoscere i dettagli per il 2012.

Nazionale di Caserta gr. 6 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 7 (ph. K)

Nazionale di Caserta gr. 8 (ph. K)

51

INC TopDog set11.indd 51

24/08/2011 15:58:04


SETTEM

52

INC TopDog set11.indd 52

24/08/2011 15:58:07


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 16

i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

Gruppo 7 Giudice: Piersecondo Zacco Ingresso in ring: 9 1° Barbone Grande Mole Nero SAMARCANDA PORTRAIT IN BLACK-N Cucciolito Mario - 2° omissis - 3° Chihuahua p/l SHOW ME THE WAY DI SAN GIMIGNANO Mattiolo Gaetano Nazionale di Telese gr. 8 (ph. K)

Nazionale di Telese coppie (ph. K)

Nazionale di Telese gruppi (ph. K)

Gruppo 8 Giudice: Pietro Marino Ingresso in ring: 3 1° Saluki ROYA SHIRAZ ASIIR Boatta Angelo - 2° Whippet SOBRESALTO FAIRY TALES Scafuto Pasquale - 3° omissis BEST IN SHOW Giudice: Ernesto Capra 1° Cane da Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI Guerriero Amedeo - 2° Saluki ROYA SHIRAZ ASIIR Boatta Angelo 3° Mastino Napoletano STELLA DEL NOLANO All. del Nolano RAZZE ITALIANE Giudice: Piersecondo Zacco Ingresso in ring: 6 Dopo la prima selezione: 3 1° Mastino Napoletano STELLA DEL NOLANO All. del Nolano - 2° omissis - 3° Cane da Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI Guerriero Amedeo JUNIORES Giudice: Piersecondo Zacco Ingresso in ring: 11 Dopo la prima selezione: 5 1° Saluki SHAH MAT QAHREMAN Campisi Enrica - 2° omissis - 3° Labrador Retriever VERDI TERRE MYTRUELOVE All. Verdi Terre

Nazionale di Telese juniores (ph. K)

Nazionale di Telese giovani (ph. K)

GIOVANI Giudice: Pietro Marino Ingresso in ring: 32 Dopo la prima selezione: 8 Dopo la seconda selezione: 6 1° Levriero Russo STEPNYKH ALMAZOV GIULIETTA Epifani Cristina - 2° Terranova BLACK FLOWERS MAX Tucci Antonio 3° Pastore Svizzero Bianco ATHENA De Santis Nadia RISULTATI DEI RAGGRUPPAMENTI DELL’ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI TELESE

8

Gruppo 1 Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 4 1° Cane da Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI Guerriero Amedeo - 2° Cane da Pastore di Brie fulvo grigio DUCA DOC DE CHILA Velardi Alfonso - 3° Cane Lupo Cecoslovacco ALVIN PASSO DEL LUPO Merlino Eliana Gruppo 2 Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 9 1° Mastino Napoletano CLAUS DEL NOLANO All. del Nolano - 2° Riesenschnauzer nero NITRO DI WILDI' Andreano Mauro - 3° Cane da Pastore del Caucaso MEDVED ROSSII LUKERIA Soricelli Vincenzo Gruppo 3 Giudice: Angiolina Casale Ingresso in ring: 5 1° Sky Terrier YAVANOE DELL'ANTICA CALEDONIA Del Vasto Pasquale Andrea - 2° Scottish Terrier CHAMPAGNE POUR TOUS DE CHAMPENOUNE Del Vasto Pasquale Andrea 3° Jack Russel Terrier ADALGISA Reale Vincenzo Gruppo 4 Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 6 1° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI All.to dell'Antica Dea Partenopea - 2° Bassotto Kaninchen p/l DUCHESSA DEL SOLOFRANO All. del Solofrano - 3° Bassotto Nano p/c GAUDI' DELLA CORTE DEI BARBAGRIGIA Ievolella Rino Gruppo 5 Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 5 1° Spitz Nano tutti colori HILLSIDE RENDEZVOUS MOONWHISPERS Lampariello Lucilla - 2° Cirneco dell'Etna FENICIA Motta Claudia - 3° Siberian Husky SHERAKAN'S JO AT CONTEA NORMANNA All. della Contea Normanna Gruppo 6 Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 8 1° Golden Retriever GLENREGAL COCHEE WARRIOR Lounsberry Laura - 2° Cane da Ferma Tedesco p/c ASTRA Cascone Gabriele - 3° Labrador Retriever WINNERMAR-

53

INC TopDog set11.indd 53

24/08/2011 15:58:08


SETTEMBRE.qxp:SETTEMBRE.qxp 12/07/11 20:20 Pagina 17

GIOVANI Giudice: Angiolina Casale Ingresso in ring: 25 Dopo la prima selezione: 10 1° West Highland White Terrier JODI DEI MELOGRANI Superbo Andrea 2° Bulldog I SAMUSA DI PAOLA RAINA Zappalà Roberto - 3° Saluki ROYA SHIRAZ ASIIR Boatta Angelo

ALTRE FOTOGRAFIE ALTRE ESPOSIZIONI NEL PROSSIMO NUMERO

Nazionale di Telese razze italiane (ph. K)

TIN DEL CASTELLO DELLA LUNA All. del Castello della Luna Gruppo 7 Giudice: Ernesto Capra 1° Chihuahua p/l SHOW ME THE WAY DI SAN GIMIGNANO Mattiolo Gaetano - 2° omissis - 3° Barbone Miniatura Bianco CABILA DELL'ALBERICO Mattiolo Gaetano Gruppo 8 Giudice: Angiolina Casale 1° Levriero Russo CHARLOTTE'RUSSE LEOCAVALLO Cortese Marcella 2° Saluki ROYA SHIRAZ ASIIR Boatta Angelo - 3° Whippet SOBRESALTO FAIRY TALES Scafuto Pasquale BEST IN SHOW Giudice: Piersecondo Zacco 1° Mastino Napoletano CLAUS DEL NOLANO All. del Nolano - 2° Cane da Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI Guerriero Amedeo - 3° Basset Hound AGON DEI MONTI LATTARI All.to dell'Antica Dea Partenopea

Nazionale di Caserta il Best in Show (ph. K)

RAZZE ITALIANE Giudice: Ernesto Capra Ingresso in ring: 5 1° Mastino Napoletano CLAUS DEL NOLANO All. del Nolano - 2° Cane da Pastore Maremmano Abruzzese ZIZU DI ARAJANI Guerriero Amedeo - 3° omissis JUNIORES Giudice: Maria Ceccarelli Ingresso in ring: 10 Dopo la prima selezione: 5 1° Spitz Nano tutti colori JAN SHARS HAPPY HOUR Lampariello Lucilla 2° Siberian Husky VANAVARA PEVER ALIAS ASLAN Merlino Eliana - 3° Bulldog CAMILLA Sebeto Francesco

Nazionale di Telese il Best in Show (ph. K)

54

INC TopDog set11.indd 54

24/08/2011 15:58:09


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Per il Conte Oscar Monaco d’Arles Vivemmo la caccia con il piglio incredibile dei neofiti. I ritmi erano scanditi dalle albe e dai tramonti, dall’ampiezza della valle con i suoi fiumi, dalle cime che la sovrastano, i limiti solo dalle stagioni. I cani maturavano con noi, quelli anziani ci insegnavano il mestiere. Il piacere di ritrovarsi negli anni rinsaldava l’amicizia, diventava familiarità. Si ampliavano le conoscenze, i territori gli interessi, rimaneva il tema e lo spunto iniziale. I cani diventavano cinofilia, praticata, attiva, che sfociava nell’allevamento, nell’addestramento, nella tecnica, nelle prove, nelle mostre, nella partecipazione sempre più determinata, continua, e sperimentata nella caccia che, mai abbandonata, rimaneva filo conduttore. Queste cose, pensavo, erano iniziate prima, molto prima da matricole e poi ripetute nel tempo, ma i molti decenni trascorsi non avevano smorzato i ricordi che, vivi, si affollavano, e che lo stesso Oscarino spesso raccontava. Eravamo ora fermi, silenziosi, commossi, con intorno tanti parenti e amici nella penombra e poi sempre più al buio, accanto a Oscar, già finito. Ci incontravamo nella villa dei Marchesi Rocca di Portici, la casa della madre dimora abituale del Conte

Oscar Monaco d’ Arles. “Occorre scrivere qualcosa”! Era Gigino che chiedeva, fiducioso. Per mesi insieme al fratello Gerardo, avevano vegliato, impotenti verso l’epilogo. Chiedeva, come se fosse stato semplice scrivere “un qualcosa” e far rivivere, con una penna, il ricordo di un personaggio che era già storia. Ebbene, ricordiamo il suo impegno per la cinofilia attiva, che ha portato alla costituzione del Gruppo Cinofilo Partenopeo, di cui è stato socio fondatore; la costanza con cui ha dato vita, non solo nel Sud a manifestazioni di vario genere; l’aiuto fornito a tanti cinofili per crearne degli esperti giudici; la partecipazione ai sodalizi dell’ENCI stesso in qualità di Consigliere; l’attività di giudice internazionale di prove e mostre di cani da ferma; l’attività di allevatore di pointer che hanno avuto successo con l’affisso “del Volturno” in tutto il mondo; l’ironia tutta napoletana. Ma per entrare nello spirito devo raccontare dal vero un episodio di caccia. Oscar era venuto al Vallo con il fratello Antonio e l’amico Demata per la caccia ai beccaccini, ma in particolare per osservare le azioni di un cane, di cui gli avevo narrato. Trascorreva la mattinata nella nor-

malità, allorché si verificò l’episodio da notare. “Il cane avvertì l’emanazione dei beccaccini sulla sponda del fiume, per verificarla si alzò sugli arti posteriori come un orso, poi si decise e prese a filare, attraversò il fiume già in atteggiamento di ferma, risalì la sponda gattonando, continuò la filata nei campi e finalmente fermò, lontano.” Per attraversare il fiume e servirlo ci recammo al ponte, Antonio e Demata restarono sul fiume a verificare. Ritornammo e quando i beccaccini volarono Oscar disse che aveva provato una forte emozione e che gli rimaneva una sensazione “come di un sogno”. Questa è dunque la chiave del personaggio “Oscar”, il “sogno”. Ogni prova di cani da ferma in tutte le parti del mondo, lo vedeva stimato giudice e interprete per tutti i cinofili che provavano le stesse emozioni. Ogni prova costituiva un’altra avventura vissuta tra sensazioni e immagini che si rinnovavano per aprirsi in un sogno. Ebbe qualche detrattore specie tra coloro che si sentivano importanti per esserlo. A tutti i parenti il cordoglio degli amici, il rimpianto sincero dei cinofili e il ricordo di tutti. Francesco Palmieri

Da un vecchio amico ad Oscar Monaco Parlare di Oscar Monaco non è tanto facile, lui rappresentava la caccia, i cani, vissuti in tempi felici e rispettosi. Fu sin dalla giovane età ammalato della caccia e principalmente dell’amore per i cani come legge fondamentale della sua vita, appresa dai grandi “maestri”, cultori dell’arte e moralità. I cani furono la sua grande passione, riconducendolo alle radici della vita, svelandogli il senso della vera dimensione umana, riscoprendo in lui, un nuovo mondo (anche se antico), riportandolo all’incantesimo di questa identità ritrovata nella più serena filosofia della vita, vivendo tra sogno e realtà come dono che madre natura inculca nella mente; il culto, la passione tumultuosa come l’amore. Oscar fu

una persona dignitosa, rispettosa, grande cinofilo e cinegeta. Rappresentava un’epoca che ora non c’è più. Fu ammaliato da questa passione come legge di vita, come amore inestimabile, per il rispetto degli amici, per il comportamento dignitoso verso tutti e tutto, e innanzitutto per la passione, l’amore per i cani dei quali fu grande maestro, conoscitore, cultore, pilastro della cinofilia a livelli incommensurabili. Ora che sei lassù, nel mondo della pace eterna, io quaggiù ti ricordo per essere stato un vero amico, un compagno di scuola e di vita, vissuta nel tempo con stima e rispetto reciproci.

Addio Oscar, forse chi lo sa se un giorno ci incontreremo nelle immense, sconfinate ed eteree pianure del cielo per seguire ed ammirare il lavoro dei nostri cani come sempre fu, con dignità e professionalità. Tu sarai sempre vivo nella mente e nel cuore dei tuoi cari, dei tuoi amici, addolorati dalla tua inaspettata dipartita, dalla quale non si danno e non ci diamo ragione. Oscar sei con noi tutti, parenti, amici ed eternamente vivrai: in questo turno della vita racchiuso fra nascere e morire. Perché in sostanza la vita non è altro che granello di sabbia che ogni folata di vento porta via, inesorabilmente. Tommaso Cianflone

55

INC articoli set11.indd 55

24/08/2011 15:50:11


Pieno successo dell’incontro a Campo Felice

Il trionfo del Setter Day Oltre cinquemila spettatori, cani preparati, conduttori motivati

Francesco Balducci durante la premiazione

Un lungo, intensissimo, coinvolgente applauso chiude la VII edizione del Setter Day e del Pointer Show accomunando la nostalgia per il grande Oscar Monaco all’ammirazione per Rapace del Sole, giovane setter vincitore del trofeo dedicato alla sua memoria. Che emozione, e che lezione! Sulla incommensurabile passione che aleggia nell’aria rarefatta di Campo Felice possiamo fondare, senza tema di crolli, il progetto ambizioso di una nuova Cinofilia venatoria. Sotto i piedi di quella folla, dobbiamo schiacciare tutti i rifiuti della cinofilia becera e malsana generata dal parossismo dello scontro, dell’inimicizia, dell’invidia, della gelosia, dell’appartenenza ai clan contrapposti, della malafede, dell’incompetenza, del malaffare. L’incontenibile amore per il setter ha spazzato via tutti i lacci di una stagione difficile

sia sul piano socio-economico-politico che organizzativo, dei rapporti istituzionali e della partecipazione. I cinofili di tutta Italia hanno firmato una cambiale di credibilità, in bianco. Guai ai tiepidi, agli incerti, agli incapaci, ai truffaldini! Il colpo d’occhio che offre la piana di Campo Felice già nelle prime ore del Sabato mette le ali ai piedi: accende l’entusiasmo organizzativo (grazie Sandro Pacioni, grazie coniugi Petrella per i vostri sforzi), suggella in maniera definitiva la validità della formula, rinsalda le fratture cancellando tutte le polemiche della stagione appena trascorsa. Una folla vicina alle 5000 unità fa da quinta ai due splendidi pianori che fiancheggiano la strada centrale; parcheggiare è già un’impresa alle ore 10: per una partecipazione così esaltante bisogna andare ad un ricordo lontano, la Coppa

Europa del Mezzano. Tutto questo a chiusura di una stagione a quaglie caratterizzata dalla contestazione ancor più virulenta dei giudizi, dalla discriminazione nei confronti di alcuni giudici, dalla diserzione di un certo numero di furgoni, dalle controversie sulla nota del concorso con l’esito finale di una disaffezione del pubblico preoccupante per il futuro delle prove stesse. Il Setter Day sgombra il campo dagli equivoci: quando è il setter ad occupare il centro della scena, il setter nella sua identità venatoria, non c’è crisi economica che tenga, non c’è discriminazione regionale, politica o sociale che divida, non c’è clan che inquini, non c’è polemica o pettegolezzo che avveleni, ma c’è solo una grande infinita insaziabile passione che chiede di essere espressa nella libertà dell’ammirazione dei valori. La cinofilia di massa ha messo in crisi la credibilità dei giudizi “soggettivi”, ma ciò non inficia la valenza e la certezza dei regolamenti, ancor oggi validi e rispondenti alla bisogna. Non c’è alcuna necessità di scrivere nuove regole; lo sforzo da compiere è quello di rendere trasparente la soggettività attraverso l’uso di tecnologie avanzate o altri espedienti tecnici che garantiscano la buona fede nell’errore occasionale, che è dell’azione umana. L’imperativo categorico è intervenire subito. Per non lasciarci trascinare lontano, ritorniamo alla nostra manifestazione. L’idea del Setter Day nasce nei primi anni del nuovo secolo come nazionale di allevamento con obiettivi zootecnici e promozionali. La crescita tumultuosa della Cinofilia “agonistica” negli anni ’80 e ’90 aveva portato gli allevatori a scelte di indirizzo non sempre aderenti allo standard. La fissazione di gruppi di selezione dominanti, spesso stressati su caratteristiche non rappresentative dell’essenza della razza, minacciava di alterare l’espressione multiforme del nostro cane che sostanzialmente deve esprimere il carattere di un ausiliare generico al servizio della stragrande maggioranza dei cacciatori italiani. Urgeva riunificare l’azione selettiva, ulte-

56

INC articoli set11.indd 56

24/08/2011 15:50:13


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Paiper di Lombardi

riormente vanificata dalla dicotomia delle prove di lavoro e delle esposizioni con la loro inevitabile creazione di due espressioni razziali mal conciliabili fra loro. Sembrò opportuno istituire un luogo di incontro annuale dove i migliori e più rappresentativi campioni della razza potessero essere presentati e confrontati. L’analisi delle caratteristiche più utili all’evoluzione verso l’ideale dello standard ne avrebbe favorito la promozione e la valorizzazione sia fra gli addetti ai lavori che fra gli utilizzatori. Fu subito palese il rischio di mischiare il loglio con il grano: infiltrazioni ed inquinamenti in atto ai limiti dell’attività ortodossa minacciavano pericolosamente un processo che aveva come finalità la chiarezza. Furono così concepite le attestazioni di qualità di razza, rilasciate dalla SIS (Campione di razza, Campioni sociali, Trofei di allevamento) sulla base delle qualifiche ottenute in prove riconosciute. Il controllo morfologico sul campo, estemporaneamente espresso, avrebbe completato il punteggio. Allo stato attuale il valore della morfologia viene valutato su tre giudizi ufficiali. I titoli dei Campionati SIS sono stati giudicati dal Consiglio e dalla CTC dell’ENCI idonei a

certificare la valenza zootecnica dei soggetti ai fini della selezione; dall’anno in corso sono trascrivibili sui certificati genealogici, considerando anche l’obbligo di esibire il controllo radiografico della displasia per ottenere il riconoscimento. Questa VII edizione ci offre l’occasione di un bilancio. Del successo di pubblico, crescente negli anni, abbiamo già detto, anche se dobbiamo riconoscere che non siamo ancora padroni dei moderni strumenti dell’informazione e della comunicazione: la loro dominanza permetterebbe, da un lato, di facilitare l’osmosi fra società e soci, con piena compartecipazione alla fase decisionale ed operativa di allevatori, conduttori, proprietari ed utilizzatori e, dall’altro, di trasformare questo evento fieristico in una manifestazione di analisi e di progetto collegiale. Tutta la conoscenza scientifica che la ricerca ci offre a piene mani in tutti i campi attinenti al mondo del cane sono ancora sul limitare della nostra soglia. Dobbiamo impegnare le nostre forze migliori per produrre una organizzazione capace di coniugare l’empirismo dei cinofili, pragmatici e sognatori insieme, con la scienza. Che dire dei cani! Mai abbiamo avuto sog-

getti migliori e nel mosaico complessivo della razza più rappresentativi, in discreta evoluzione stilistica, anche se con una forte prevalenza meccanicistica. L’esposizione mediatica invero spinge verso esagerazioni spettacolari più di forma che di sostanza con il rischio palese di confondere il fumo con l’arrosto. Va tenuta dritta la barra sulle doti venatorie, con particolare attenzione alla capacità di reperire selvatici con l’atteggiamento psichico proprio della razza nella cerca, nel contatto, nell’analisi del vento. Altro elemento non trascurabile nell’economia complessiva è l’eccessiva influenza dell’addestramento sul valore finale dei soggetti. I nostri conduttori, ai quali va tutta la nostra stima e riconoscenza per i sacrifici e l’abnegazione che profondono nel lavoro, hanno raggiunto livelli di aurea eccellenza che finisce per essere “magna pars” dell’espressione interpretativa delle diverse note e delle manifestazioni reattive nelle diverse fasi del lavoro. Un contributo importante per bilanciare questa influenza può venire dalla partecipazione dilettantistica, che va incoraggiata e dilatata con iniziative ad hoc, anche per reggere la concorrenza di altre forme di associazionismo.

Valentino di Moretti

57

INC articoli set11.indd 57

24/08/2011 15:50:14


Per sgombrare il campo dagli equivoci, è meglio chiarire che l’intento non è quello di limitare il nostro dominio sui campi di prova di tutta Europa, ma di conservare l’essenza felina del setter. L’obiettivo del bello, bravo e sano ha dato un contributo significativo anche sul piano morfologico: discrete le taglie e la complessione generale, ottima la qualità dei posteriori e delle code, migliorate le groppe (anche se una sistematica verifica sulle malattie trasmissibili ci darebbe più

tranquillità), buone le linee inferiori e i diametri traversi in via di ulteriore definizione. Meritano una maggiore attenzione gli anteriori (angolazioni della spalla, dimensione dei segmenti ossei, rapporto braccio-avambraccio), le linee superiori, le teste (dolicocefalismo e parallelismo) ed infine non certo per importanza la tessitura del pelo, spesso poco sericeo. Permettetemi di chiudere con una denuncia autocritica che investe i rapporti tra il nostro cane ed il sociale. La nostra

CAMPIONATO SOCIALE SIS 2010/2011 GRANDE CERCA Segnalazione ENCI Bobet di Loro Piceno, proprietario Lidio Riva, conduttore Ernesto Pezzotta

attenzione al benessere animale è ancora insufficiente a fornire risposta adeguata alle richieste pressanti della Società. Dobbiamo colmare un gap notevole per non correre il rischio, già verificato, che altri dispongano per noi in maniera punitiva, ad esempio sulla gestione, sul trasporto, sull’uso di farmaci dopanti ecc ecc. Il mondo intorno a noi evolve in maniera rapidissima e tumultuosa, la sfida è tutta nel reggere il passo. Pasquale Piazza

Bobet di Loro Piceno

GRANDE CERCA Riconoscimento SIS Nome e affisso del cane Proprietario Conduttore MASCHI Eros di Loro Piceno Pacioni Tiziana Pezzotta Ernesto Desianensis’ Linux Riva Lidio Pezzotta Ernesto Quark Succi Eschini Paris Picasso Gulinelli Paolo Scipioni Ademaro Nosferatus di Val di Chiana Bombardieri - Poma Scipioni Ademaro Silver Stefanel Cantoni Giacomo Foan Focs Gabaglio Dotti Livio Diango Scipioni Testa Angelo Rico dei Dipinti Marenzi Forti Graziano Radentis Egon Fabbri Baldoni Giorgio FEMMINE Palaziensis’ Bea Milia Sergio Bruni Davide

19ª ESPOSIZIONE NAZIONALE MACERATA

CAC

25 SETTEMBRE 2011

ORGANIZZAZIONE: GRUPPO CINOFILO MACERATESE

Via de Nicola 35 62010 Villa Potenza (MC) Tel 0733/493020 492294 fax 0733/492755-493180 segreteria@gruppocinofilomc.it www.gruppocinofilomc.it

Brevetto CAE 1

Centro Cinofilo “LOVE YOUR DOG” - Tel. 331.7487350 - 388.3695221 - www.loveyourdog.it

GARA NAZIONALE DI AGILITY DOG

A.C.L.A Associazione Cinofila “Lupo Alberto” Via della Croce 6 - 62022 Castelraimondo MC Tel 327/6511180 info@aclupoalberto.it

LE GIURIE COMPLETE SONO CONSULTABILI SUL SITO: www.gruppocinofilomc.it - www.canitalia.it RADUNO 25 SETTEMBRE 2011 Società Italiana Amatori Yorkshire Terrier - Poggesi Manola yorkshire terrier: maschi e femmine di tutte le classi Iscrizioni: Gruppo Cinofilo Maceratese ISCRIZIONI: 1° chiusura iscrizioni 05/09/2011 – 2° chiusura iscrizioni 15/09/2011 con maggiorazione GRUPPO CINOFILO MACERATESE Via Enrico de Nicola 35-62010 Villa Potenza (MC) Tel 0733/493020-492294 fax 0733/492755-493180 per ulteriori informazioni consultare il nostro sito www.gruppocinofilomc.it . ISCRIZIONI: CANITALIA info@canitalia.it (iscrizioni e pagamenti on-line) Sono accettate le iscrizioni complete e accompagnate dal relativo importo che potrà essere versato sul nostro ccp n. 10725620 intestato a Gruppo Cinofilo Maceratese o con bonifico bancario presso la banca Popolare di Spoleto ag. Villa Potenza (MC) IBAN IT45 E057 0413 4000 0000 0000 412 le iscrizioni via fax devono essere accompagnate dalla ricevuta dell’avvenuto pagamento e dovrà essere richiesta conferma. Si raccomanda di scrivere sul ccp, sui vaglia postali e sui moduli d’iscrizione in modo chiaro e leggibile, particolarmente il numero telefonico.

INC articoli set11.indd 58

24/08/2011 15:50:15


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

8

Segni di ripresa di una razza antica

Il ritorno dei Bleu Resta un cane da seguita per intenditori

“Veniamo adesso alle considerazioni fatte da conte di Chabot:” Questi cani sono quasi sempre di taglia grande, con macchie nere e blu, con il cranio un po’ troppo pronunciato, la palpebra superiore coperta, l’occhio spesso nascosto e qualche volta rosso, la schiena lunga, le zampe forti e ben fatte. Abbiamo incontrato dei cani più grandi dei blu, più rapidi, costruiti meglio per attaccare la preda ma non ne abbiamo incontrati che avessero tutte queste qualità. Hanno delle voci ammirevoli, i maschi nei toni bassi mentre le femmine usano dei toni più elevati. Le voci hanno un suono prolungato, sostenuto, ed espressiva secondo le circostanze.” MM. Castets pensano che la loro giogaia criticata da alcuni autori non è forse estranea alla potenza della loro voce, che il loro dorso è perfetto per un cane che è alla ricerca di tracce rasoterra e che la lunghezza della schiena si abbina alla sua potenza. Dal punto di vista delle sue qualità, i Castets si pronunciano nel modo seguente:

“Il cane guascone non manca così tanto in velocità come alcuni hanno scritto. In ogni caso possiede il portamento del vero cane da lepre, abbastanza rapido per evitare troppi errori nella seguita e disinvolto pur inseguendo con una voce distint ae potente; prende la preda ma permette al cacciatore che lo conduce di gustare con piacere il suo lavoro. Questi guasconi riescono a sopperire con il fiuto gli altri cani che invece hanno la velocità come punto di forza. Il cane testardo è raro in una muta di guasconi. Caccia con passione e dunque è pieno di ardore. Ha una voce splendida che compensa la sua mancanza di rapidità. E incollato alla traccia e tale caratteristica gli permette di essere un temibile ed eccellente inseguitore pur essendo uno scovatore mediocre. Possiede una finezza di naso e decisione che gli permette di guidare la muta .” (Testo tratto da Chiens de grande e de petit venèrie di Paul D’Aubignè)

Conero e Ancona

Segugio francese che, fino a qualche anno fa, è stato protagonista ed ha occupato una parte importante della cinofilia segugistica italiana ma che, purtroppo, in un passato recente, ha poi visto un declino progressivo sia del suo utilizzo sia della sua presenza nelle verifiche zootecniche. Sarà stata forse la moda, di cui nemmeno la cinofilia è esente, oppure indirizzi zootecnici poco oculati sta di fatto che negli ul-

timi anni il Petit Bleu de Gascogne era praticamente sparito dalle verifiche zootecniche, dalle esposizioni e dai campi di caccia. Nel 2008 sono stai iscritti 189 cuccioli e nel 2009 188. Nel 2010 231… e si comincia, forse, ad intravedere una ripresa. Rimane comunque un cane da seguita per intenditori. Non è sicuramente quel cane lento e linfatico che, troppe volte, si è visto in giro! Ma bensì un segugio di grande li-

gnaggio che ha sofferto anche da noi discutibili scelte fatte nella sua nazione d’origine che lo hanno portato ad un periodo di declino anche nella madre patria. Ma non facciamo dietrologia… guardiamo avanti. Nell’ultimo periodo si ricominciano a vedere dei buoni e bei Peti bleu. Merito di coraggiosi e testardi allevatori: Roberto Pigliacelli, Marcello Dante, Vincenzo Ferrara, Giovanni e Lanfranco Vicario tanto perché è giusto fare dei nomi di allevatori amatoriali che da sempre, e soprattutto in questi anni, hanno con caparbietà allevato con passione e con rigore zootecnico. E proprio con questi emeriti allevatori ricominciamo a vedere Bleu che accostano bene, con decisione e velocemente, che scovano e che poi fanno girare la lepre come si conviene a dei veri segugi. Nella prova internazionale di Malpaga Bergamo ho potuto ammirare alcune mute du Bleu , italiane e francesi, ed ho apprezzato la decisone e la precisione con cui accostano e poi scovano ma soprattutto anche bellissime e prolungate seguite. Piceno, un bleu di Vincenzo Ferrara, sopra di tutti mi ha veramente impressionato. Già nel Campionato Sociale della SIPS ad Ascoli Piceno si era vista tanti numeri e tanta qualità. Amici amanti del Bleu forza… I presupposti sono più che buoni per un rilancio della razza. Segulius

59

INC articoli set11.indd 59

24/08/2011 15:50:16


A Malpaga incontro internazionale con Cacit

Bergamo, valli e segugi Una manifestazione coinvolgente che ha anche costituito un’attrattiva turistica

Dal 10 al 12 giugno si è svolta in provincia di Bergamo una verifica zootecnica di altissimo livello riservata ai cani da seguita, Segugi, su lepre. E’ stato un confronto di livello europeo a cui hanno partecipato anche sei mute, equipaggi, francesi di Caujolle René (Ariegeois), Peimounet Jean-Louis (Ariegeois), Moras Marc (Petit Bleu de gascogne), Caliz Daniel (Petit Bleu), Fournes Roland (Anglo Francais de Petit Venerie), Lacam Camill (AFPV) e due seVenerdì 10 giugno 2011 - Prova libera • Batteria n°4 Coppie - Giudice Marchesi Vittore 1°Ecc punti 165 Diana e Spagna - SIPF di Scarpellini e Testa 2° Ecc punti 160 Parise e Tata - SIPR di Cariboni • Batteria n°3 Mute - Giudice Villa Assunta Maria 1° ecc punti 164,5 Baffi, Milla, Aria, Vespa, Lisa, Sabbi - SIPF di Rapis Battista 2° ecc punti 158,60 Selva, Stella, Lisa, Lea, Edda - SIPF di Rapis Battista • Batteria n° 2 Mute - Giudice Bianchetti Giorgio 2° Buono punti 142,25 Indio, Valenti, Lisa, Trottolina - SIPR di Montersino • Batteria n° 1 Singolo - Giudice Giuseppe Mozzi 1° ecc punti 172 Lea - SIPR di Polidori 2° MB punti 153 Kiba - SIPR di Capra • Batteria n° 2 - Singolo - Giudice Ghilardi 1° MB punti 158 Athena - SIPR di Menghini

Sabato 11 giugno 2011 - Prova Internazionale con CACIT • Batteria n°1 Mute - Giudici Ghilardi-Bianchetti 1° MB punti 150 Diablo, Maya, Appia, Ellix, Etoile, Baguera - Petit Bleu de Gascogne di Caliz Daniel (Francia) 2° Buono punti 143,10 Piceno, Perline, Conero, Iside, Garonne - Petit Bleu de Gascogne di Vincenzo Ferrara. • Batteria n° 2 Mute - Giudici Butini-Mapelli 1° Ecc. punti 162, 83 Fulmine, Saetta, Eros, Eolo, Emi, Lea -SIPR di

gugi a solo, di nazionalità elvetica, di razza segugio del bernese di Giovanni Brumana. Il teatro di tale prova sono state le Alpi Orobiche ed in particolare i Colli di San Fermo, tutta la Valcavallina e la Val Gandino specificatamente nei Comuni di Casazza, Fonteno, Monasterolo, Gaverina Terme, Endine Gaiano, Grone, Adrara S. Rocco, Adrara S. Martino, Vigano San Martino, Borgo di Terzo, Luzzana, Entratico, Trescore Balneario, Cenate Sopra. Sulle Montagne della bergamasca i segugi sono stati protagonisti, con le loro voci, in un paesaggio meraviglioso che li ha visti ospiti d’onore con l’accoglienza che meritano questi antichissimi cani. Segugi italiani, francesi, inglesi e svizzeri si sono incontrati per dare dimostrazione di un’antica cultura cinegetica che ancora oggi è protagonista ed artefice di una selezione zootecnica di livello europeo. I segugi sono parte integrante dei nostri monti e la cultura e la tradizione che accompagna la loro selezione sono, da sempre, nell’anima dei nostri cinofili e cacciatori e… dei nostri montanari. Le prove, vere verifiche zootecniche, sono state caratterizzate da notevoli difficoltà infatti la montagna è avara di soddisfazioni e dura da affrontare e lo è stata anche per i segugi ed i loro canettieri che hanno dovuto mettere in campo tutta la loro abilità, esperienza e competenza per dimostrare il loro valore. Anche per questo le qualifiche sono state ancora più meritate e probanti. Qui non si è trattato delle solite prove in terreni facili e ricchi di lepri. Al contrario i terreni sono impervi e le lepri furbe e nel giusto numero. Assoluto è stato il rispetto di tutta l’altra selvaggina. E’ obbligo manifestare grande compiacimento nel lavoro svolto dalla Pro Segugio di Bergamo che in questo modo, anche in questo modo, vuole far scoprire e conoscere le montagne di Marcaletti-Turcatti • Batteria n°3 Mute - Giudici Mozzi-Mugnaini 1° Ecc. punti 165,87 Lallo, Birba, Mara, Dorina, Bionda, Sara II - SIPR Fulvi di Carlo Generotti • Batteria n°4 Mute - Giudici Brazzarola-Clerici 1° MB punti 158 Atos, Casta, Clarione, Dora, Eliza, Aliseè - Ariegeois di Caujolle René(Francia). 2° MB punti 153.20 Tobia, Billi, Gilda, Eva, Zina - SIPR nero focati di Chioda Enrico • Batteria n° 5 Mute - Giudici Albani-Villa Assunta 1° Ecc punti 160,50 Aria, Vespa, Stella, Selva, Lea, Lisa - SIPF nero focati di Rapis Battista • Batteria n° 7 Mute – Giudici Marchesi-Minelli 1° MB punti 154,83 Frida, Palombella, Lara, Lisa, Barone, Bosco - SIPR nero focato di Rigati 2° Buono punti 140,16 Ella, Elba, Doris, Cheyenne, Birman, Brigand - GasconSantongeois di Mauro Uggeri • Batteria n° 8 Singolo - Giudici Zani-Scalvenzi 1° Ecc. punti 162 Cloè - Segugio del Bernese di Milliston Titti 2° MB punti 154 Briciola - Segugio del Bernese di Giovanni Brumana.

Domenica 12 giugno 2011 - Prova libera • Batteria n°3 Mute 1° Ecc. punti 163 Nebbia, Ledi, Kira, Dora - SIPF di Zanotti Vincenzo

60

INC articoli set11.indd 60

24/08/2011 15:50:17


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

Bergamo a molti che nemmeno immaginano siano così belle oltre che far conoscere il segugio in tutte le sue peculiarità. La cinofilia diventa, in questo modo, una strumento turistico di grande valenza che merita una riflessione infatti centinaia di appassionati sono arrivati nelle valli bergamasche ed incantati hanno ammirato una realtà che mai avrebbero scoperto se non ci

INC articoli set11.indd 61

8

fosse stato il Segugio, con tutto il suo mondo, che gliele ha fatte scoprire e conoscere. Hanno partecipato alla manifestazione i concorrenti con il requisito determinante, per i segugisti italiani, di aver partecipato al Campionato Sociale della SIPS (PRO SEGUGIO) che quest’anno si è celebrato ad Ascoli Piceno. Hanno avuto il diritto a concorrere le mute di segugi italiani ed esteri che hanno conseguito i punteggi più alti, nelle categorie mute e singolo, nel Campionato Sociale Pro Segugio. Questa prova internazionale, visti i risultati conseguiti e l’alta valenza zootecnica, verrà ripetuta anche l’anno prossimo con annesso raduno, per tutte le razze tutelate dalla SIPS, ed oltre alla categoria mute e singolo si completerà con le coppie. Gian Carlo Bosio

24/08/2011 15:50:18


In tanti al grande Raduno di Ravenna

Kurzhaar in pineta Nello storico parco di Classe si sono ritrovati campioni e giovani per confermare un successo

Rassegna dei gruppi di allevamento

Aggregazione fra i soci, coerenza e trasparenza per l’indirizzo morfo-funzionale della razza. Questa potrebbe essere la sintesi della nazionale di allevamento che il Kurzhaar Club Italiano ha tenuto a Ravenna il 26 giugno scorso. Il club ha scelto una cornice ravennate per uno dei suoi eventi più importanti, contando sulla disponibilità organizzativa locale del Club Amici del Kurzhaar di Romagna e sulla messa a disposizione di un luogo molto idoneo e ben servito. Il Parco 1° Maggio, questo il luogo di raduno, all’interno della Pineta storica di Classe, offre infatti ombra, acqua, ampio parcheggio, e dispone di servizi igienici adeguati. Una giornata importante per il club, su un luogo particolare di un territorio che, dal punto di vista cinofilo-venatorio, ha un legame datato e molto saldo con la razza. Il kurzhaar, già “bracco tedesco” di pochi lustri appena trascorsi, infatti ha sempre trovato convinta accoglienza fra i cacciatori ravennati per la sua versatilità sul terreno di caccia.

O, chissà, magari anche per qualche briciola di affinità di gusti rimasta latente dall’antico passaggio dei Goti (etnia germanica giustappunto come il “bracco”!) che per lunghi periodi risedettero in Ravenna? Sia questo o quello, certo è che il kurzhaar a Ravenna si trova perfettamente a casa propria. Ma bando alle fantasie etnico-storico-cinofile, e veniamo alla giornata imperniata sulla valutazione dei riproduttori e dei gruppi di allevamento. Giudici Vincenzo Rago, Paolo Bampo, Luigi Nerilli. Riassumiamo in due righe le clausole della rassegna: il riproduttore “testa di serie” si doveva presentare con minimo tre figli qualificati in prova o esposizione, e il gruppo di allevamento (con identiche modalità per allevamenti con affisso o amatoriali) doveva presentare minimo cinque soggetti delle stesso allevamento. L’invito rivolto agli allevatori senza affisso/suffisso, vuole riconoscere merito al lavoro che gli stessi da anni svolgono con impegno verso la razza. Dunque una

chiave di lettura di alto valore zootecnico, una chiave che vuole avere la presunzione di aprire la porta della conoscenza degli alberi genealogici, ed evidenziare, oltre al soggetto capostipite, ascendenti e discendenti, pregi e difetti. Presenti alla rassegna ravennate nove riproduttori con progenie e complessivamente dodici gruppi di allevamento a catalogo. Invito alla partecipazione ampiamente raccolto, poiché riproduttori e gruppi hanno quasi tutti superato di molto il minimo di soggetti richiesto, portando alla formazione di una schiera complessiva di oltre 120 cani. Emozionante la sfilata finale sul campo da calcio del parco, difficile vedere tanti kurzhaar insieme! Lavoro impegnativo e delicato per i giudici, il compito dei quali era definire il contesto di maggior omogeneità fra i gruppi. La classifica allevamenti (a libera partecipazione) pertanto è stata stilata in base all’omogeneità del gruppo, non discutendo, va bene sottolineato, sul valore dei singoli, il quale valore è già documen-

62

INC articoli set11.indd 62

24/08/2011 15:50:19


i nostri

Cani

Anno 57 num. settembre 2011

tato dalle qualifiche individuali ottenute dai soggetti nelle varie manifestazioni. Alla fine, il giudice Nerilli, che ha chiuso la giornata relazionando a nome della terna giudicante, ha detto di avere assistito ad una delle manifestazioni più belle, con alta qualità dei cani, rivolgendo complimenti al club per il lavoro che sta svolgendo, denunciando la difficoltà incontrata insieme ai due colleghi nello scegliere dovendo evidenziare omogeneità e caratteristiche di tipo. Razza in buona salute, risultato di allevamenti in buona salute. Dunque non solo realtà di numeri ma anche di fatti, con alta qualità alta dei soggetti frutto di un grande lavoro degli allevamenti. Giusta e spontanea soddisfazione per la riuscita della manifestazione espressa dal presidente del club, Giancarlo Passini, il quale ha tenuto a rimarcare l’importanza dell’attività del club in posizione neutrale, lasciando cioè che ogni allevatore, all’inRIPRODUTTORI PRESENTI: - Aba dell’Ajetta (progenie 5 soggetti); allev. Giorgio Palazzo, prop. Sergio Basso - Dodò dell’Ajetta (progenie 6 soggetti); allev. Giorgio Palazzo, prop. Giorgio Palazzo - Dory dell’Ajetta (progenie 7 soggetti); allev. Giorgio Palazzo, prop. Marino Benefattori - Eros (progenie 3 soggetti); allev. Rosè Biason, prop. Gianni Pizzolitto - Lucky (progenie 4 soggetti); allev. e prop. Giorgio Ferrato - Pradellinensis Pablo (progenie 6 soggetti); allev. Fernando Capelli, prop. Giuseppe Corrao - Unno di Pra Capone (progenie 11 soggetti); allev. Giancarlo Passini, prop. Franco Palmieri - Wiky (progenie 4 soggetti); allev. e prop. Giorgio Ferrato - Ziko del Garincos (progenie 3 soggetti); allev. Deian Grujic, prop. Stefano Aroldi CLASSIFICA ALLEVAMENTI CON AFFISSO (partecipazione libera, dodici partecipanti) 1° - Del Francescano (di Alfio Guarnieri) 2° - Ardruber (di Benedetto Siciliani) 3° - Pradellinensis (di Fernando Capelli) E’ stato inoltre assegnato il TROFEO DEI TEAM (a partecipazione libera), con graduatoria a punti ottenuta dai risultati in prove di lavoro effettuate nel 2010. 1° - Riccardo Patrignani 2° - Roberto Scarpecci 3° - Cesare Venturelli Una menzione speciale è stata attribuita a tutti i componenti della squadra vincitrice del CAMPIONATO DEL MONDO 2011 in Olanda, e in particolare a Juma (prop. Soldini, cond. Patrignani) per la vittoria individuale con il CACIT.

terno delle linee guida dello standard, lavori secondo una propria ottica o preferenza. La manifestazione ravennate è da inquadrare quale preludio ad un’altra ancor più tecnica alla quale il club sta lavorando, ed era quindi importante verificare la riuscita dell’evento. Piace riportare a latere, per un dato di cronaca non solo cinofila, che il KCI ha aderito alla Fondazione Rosa Gallo, nata per sostenere lo studio sul tumore intestinale ereditario. Il rapporto, attivato dal Dott. Giangaetano Delaini,

8

giudice ENCI, nel percorso del Trofeo Saladini Pilastri, ha trovato pieno consenso da parte del KCI che ha esteso l’iniziativa a tutte le sue manifestazioni. Doveroso un ringraziamento finale al Comune di Ravenna per la concessione dello splendido luogo, alla delegazione Emilia-Romagna del KCI per il sostegno e al Club Amici del Kurzhaar di Romagna per l’immancabile e puntuale impegno organizzativo. Roberto Aguzzoni

UNA BELLA REALTA’ Negli ultimi tempi mi sono trovato spesso a visionare ed apprezzare il lavoro e i sacrifici di alcuni giovani amici, soci del mio Gruppo Cinofilo, appassionati della razza Kurzhaar Sapevo che il Club e gli addetti ai lavori ci stavano lavorando intensamente con una programmazione studiata e tappe ben definite. Personalmente mi sento molto vicino alle razze inglesi e per natura sono estremamente esigente sulla funzionalità, tanto da voler bene ed apprezzare tutti i cani bravi di qualsiasi razza essi siano. A mio avviso, tutte le razze debbono essere sempre confrontate anche nei giudizi onde poter misurare e verificare la loro crescita e il loro stato di salute. Il tutto nell’ottica di un saggio miglioramento e adeguamento ai tempi ed alle esigenze. Il narcisismo selettivo in cinofilia è una “malattia” molto frequente e nello stesso tempo assai pericolosa. Gli addetti ai lavori o addirittura l’allevatore che ha raggiunto qualche buon risultato, credendo di avere inventato la luna si chiude, rischiando una scontata involuzione che prima o dopo può andare a limitare la funzionalità e la salute della razza. Una raccomandazione alle società specializzate : non facciamoci trascinare l’occhio solo dai galoppi, ma guardiamo il cane in tutto il suo sostanziale complesso. Ma torniamo al Kurzhaar e sia chiaro, non è certo mia intenzione insegnare qualcosa a chi sta già lavorando bene e ne sa più di me. Aspettavo con ansia di poter vedere all’opera tutti i soggetti di questa razza nelle prove classiche sui nostri altopiani a preparazione ultimata Con immenso piacere ho accolto l’invito del presidente Kurzhaar Club Giancarlo Passini a giudicare insieme a lui e al bravo giovane Alfio Guarnieri la prova classica speciale organizzata da Enzo Rago a Roccaraso. Presenti tutti gli attori principali appassionati di questa razza: Venturelli, Scarpecci, Aroldi, Capelli, e tanti altri appassionati che si sono misurati con i loro soggetti. Doverosi i complimenti al Club per il lavoro che sta facendo: Colli protesi in avanti, anteriori rampanti, tronchi atletici, strutture molto funzionali, ritmo, continuità, ottime impostazioni sul terreno, filate, prese di punto e accostate nella piena nota, frutti questi di un valido intervento sulla razza che sta dando i risultati prefissi. Sangue italiano, serbo o “esquimese” poco importa, quando c’è da intervenire i metodi non contano e se i risultati vengono significa che si sta facendo un buon lavoro. Per partire ben venga una buona cultura cinofila che sappia quello che vuole e sangue di nazionalità Serba (anche se con le dovute attenzioni) dove si fa ancora caccia vera su selvaggina “ruspante” che permette una selezione probante e di sostanza, dove i cani sbarcano il lunario solo se sono bravi . Ora che abbiamo la base, lavoriamoci sopra, cominciamo da lì e consolidiamo quelle qualità acquisite sul campo e necessarie per una selezione zootecnica seria. In allevamento non sempre si indovina anzi il più delle volte si sbaglia, ma proviamoci ! Una cosa mi ha colpito : era in palio un trofeo per il miglior stile di razza sia per i maschi, sia per le femmine, abbiamo convocato sei soggetti per essere visionati, uno di questi è andato in ferma e gli altri cinque che erano al guinzaglio vicino a noi in attesa del loro turno si sono prontamente posizionati in consenso spontaneo e solido. Anche questo è segno di una acquisizione di qualità naturale curata e maturata da tempo necessaria e indispensabile per una giusta selezione e non solo per i dieci minuti di prova. Non solo Maschi, ma anche Femmine di ottima qualità e di sostanza che fanno ben sperare per il futuro. Visto che non sono mai andato a caccia con un solo cane perché pretendo la completezza, vorrei permettermi una raccomandazione di carattere puramente personale: insistiamo sui turni in coppia, una parte del lavoro richiesto verrebbe fatto gradualmente e certe qualità verrebbero meglio trasmesse. Complimenti e buon lavoro!!! Sandro Pacioni

63

INC articoli set11.indd 63

24/08/2011 15:50:19


successi estero

Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati: ESPOSIZIONI INTERNAZIONALI Best in show: 1°, 2°, 3° classificato Raggruppamento: 1°, 2°, 3° classificato RADUNI E SPECIALI DI RAZZA: BIS: 1°, 2°, 3° - BOB-BOS 1° classe campioni, libera, intermedia, lavoro, giovani, veterani A PARITRE DA MAGGIO VERRANNO PUBBLICATI SOLO I RISULTATI RELATIVI ALL’ANNO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

DE KANER’S WOLVERINE REVENGE Akita Americano Raduno Zuchtschau Dortmund (D) 6/5/2011 BOB Club Jahressieger Giudice S. Clark O’neill (UK)

FCI Centenary Winner Dortmund (D) 8/5/2011 2° classificato del Best in Show

HOY CHOCOLATE DEL CUORE IMPAVIDO Bearded Collie Expo di Bled Slovenia – 11/6/2011 1° classificato Best in Show Giudice Pero Bozhinovski (MK) Allevatore Filippo Ripoli Proprietario Monica Mallegni

Giudice Hans Muller (D)

Exposicion Especial del Centenario RSCE (E) 21/5/2011 1° classificato del Best in Show

Giudice Peter Wurgatsch (D)

Giudice Carlos Salas Melero Allevatore Francisco Garcia Proprietario N. Diestro / E. Rodato

ALPHERATZ THE BOSS Bassotto kaninchen p/d Expo di Monaco (MC)23 /4/ 2011 1° classificato 4° gruppo Giudice Tamas Jakkel (H) Allevamento Alpheratz Proprietaria Lucia Terruzzi

CUNNINGS HEY JUDE Welsh Terrier Expo speciale VDH Dortmund (D) 6/5/2011 VDH JCAC & VDH- J. Europ. Winner Expo speciale FCI Centenary Winner Dortmund (D) 8/5/ 2011 VDH JCAC & FCI Centenary J. Winner Giudice Ronnie Irving (GB)

Expo speciale 21.05.2011 The Special Dog Show of the R.S.C.E. Centenary CACCACIB, Madrid, Spain Risultato Miglior Giovane Giudice Luis Cayola Cotres

Expo speciale Alianza Latina Madrid (E) 20/5/2011 1 BIS Giovani Terrier Rafael De Santiago ONLY YOU MY BEAUTIFULL S. Giudice Allevatore Giuseppe Avveduti Cocker Spaniel Inglese Proprietari G. Avveduti - N. Sarycheva Expo Mondiale Parigi 8/7/2011 R/Bis Puppy Giudice M. Lebrun Jacques All. e prop. Federica Luciani

64

INC successi set11.indd 64

24/08/2011 10:51:55


i successi all’estero

I BRAVI RAGAZZI T-REX Bullmastiff Expo di Panama 12/6/2011 2° classificato del Best in Show Giudice Julio Ronco

BIRICHINO DELLA BAIA AZZURRA Alano arlecchino Raduno Danubius Trophy Schloss Ottigen (A) 12/6/2011 ECC 1° cl. giovani - Junior Ch.

Expo di Panama 13/6/2011 2° classificato gruppo 2 Giudice Rafael Otalora Allevatore Allev. I Bravi Ragazzi Proprietario Daniela Fantin

ARIMMINUM BIG WAKAN WOLF Cane Lupo Cecoslovacco Campionato di Francia speciale 8/7/2011 BOB Giudice J. C. Larive (F) Allevatore Sarka Matrasova Proprietario Germano Masci

Giudice J.V. POCAS (P) Allevatore e proprietario Patrizio Donati

COUNTRYSIDE’S FIONA Akita Americano VDH Europasieger Show Dortmund (D) 7/5/2011 BOS, Europasiegerin.

MIRO’ Bassotto standard p/d Expo di Maribor (SLO) 8/5/2011 1° Classificato del Best in Show Giudice F. M. Rodrigues (PT)

Expo di Klagenfurt 18/6/2011 1° classificat gruppo 4 Giudice Fabrizio La Rocca

Expo di Klagenfurt 19/6/2011 2° classificato gruppo 4 Giudice Sigrid Jamer (A) Allevatore e proprietario Piero Cannizzo

KISS IN THE RING DEL PIERVEZ Zwergpinscher Speciale PSK KSA di Muenchen (D) 10/7/2011 BOB

Giudice Stefan Sinko (SLOV) Allevatore Becky Bullard Proprietario Nati Diestro

Giudice Carlo Calace Allevatore Allev. del Piervez Proprietario Allev. Delfharo

BARONE Bassotto nano p/d Expo di Klagenfurt (A) 18/6/2011 3° clasificato gruppo 4 Giudice Fabrizio La Rocca Allevatore Mauro Perna Proprietario Silvia Bagni 65

INC successi set11.indd 65

24/08/2011 10:51:56


i successi all’estero

MAGIKRAINBOW F.J.V. ROYAL PRINT Bassotto nano p/c Expo di Parnu (Estonia) 18/6.2011 I° classificato gruppo 4 Giudice Nikolay Sedyh All.evatore Victoria Ivanova Proprietario Gaetano Caramico

ILARY OF WHITETAN Jack Russell Terrier Campionato di Francia Speciale 7/7/2011 2 ° classificato BIS puppy Giudice Boris Špoljarić Allevatore e prop. Allev . Whitetan

BURJ AL ARAB DELLA BAIA AZZURRA Alano tigrato Raduno Danubius Trophy Schloss Ottigen (A) 12/6/2011 ECC 1° in classe giovani Giudice J.V. POCAS (P) Allevatore e proprietario Patrizio Donati

DOLLY DES SOURCES CLAIRES Epagneul Breton Campionato di Francia 9/7/11 Speciale - BOB Giudice Gaudin Allevatore M. Desprats Proprietario Andrea Preto

GIVENCHY Whippet Expo di Parnu (Estonia) 18/6/2011 2° classificato gruppo 10

SHOWMETHEWAY DI SAN GIMIGNANO Chihuahua p/l Expo Maraton Atene 25/6/2011 2° classificato gruppo 9

Expo di Parnu (Estonia) 19/6/2011 3° classificato del Best in Show

Giudice Zelika fon Zidar Allevatore Francesco Cochetti Proprietario Allev. That’s Amore

Giudice P. Heikkinen-Lehkonen (SF) Allevatore L. V. Giovagnoli Proprietario Allev. Sobresalto

CASANDRA MON TRESORE D AMOURE Braque d’Auvergne Expo di Bled BLED (SI) 12/6/11 2°classificato gruppo 7 Giudice Pero Bozinovski

Expo di Klagenfurt (A)19/6/11 2°classificato gruppo 7 Giudice Hans Steiner Allevatore Anna Malyszewska Proprietario Javasova Marketa

Giudice Unto Tominen (SF)

66

INC successi set11.indd 66

24/08/2011 10:52:00


i successi all’estero

ZIPPO DELLA BAIA AZZURRA Alano arlecchino Expo di Irig (SERBIA) 17/7/2011 2° classificato del 2° gruppo Giudice G. Lukic Allevatore Patrizio Donati Proprietario R. Jakopac

DANDIEPRAID DELAGARDIE Fox Terrier p/r CUNNINGS DIANA Raduno Club Finlandese, Jamsa (SF) Welsh Terrier Expo speciale VDH Dortmund (D) 6/5/2011 1/7/2011 BOS BOS & VDH-European-Winner Giudice Peter Wurgatsch (D)

Giudice Roger Bebbington (GB)

Giudice Ronnie Irving (GB)

Giudici P. Lunderg (S) - A. Marshak (ISR) Allevatore e proprietario Natalja & Svetlana Volkova

Expo speciale FCI Centenary Winner 8/5/2011 Dortmund, (D) BOS & FCI Centenary Winner. Expo speciale R.S.C.E. Centenary Madrid, (E) 21/5/2011 CAC CACIB BOS,

Expo di Kokkola (SF) 2/7/2011 3° classificato gruppo 3

Giudice Luis Cayola Cotres. Allevatore Giuseppe Avveduti Proprietari G. Avveduti - N. Sarycheva

BERLJON UMBRIAN ANGEL F.D. Wells Corgi Pembroke Expo di Sunndalsöra (N) 5/5/2011 3° classificato del Best in Show Giudice Claudio De Giuliani

Campionato di Francia luglio 2011 Speciale - R/ CAC

GASTONE DELLA BANDA BASSOTTI Bassotto p/c Expo di Bled (SLO) 11/6/2011 3° classificato gruppo 4

APOLLONIA Carlino Expo di Umag 4 /6/2011 3° classificato gruppo 9

Giudice Barbara Müller (CH) Allevatore Guido Perosino Proprietaria Anne Indegaard

Giudice Lisbeth Campbell (N) Allevartore Allev. La Banda Bassotti Proprietario Allev. Mammola’s

Giudice Daniela Rusdan (SLO) Allevatore Michele Bacciglieri Proprietario Barbara Cocola 67

INC successi set11.indd 67

24/08/2011 10:52:03


i successi all’estero

BAUCHAL’S PATAS ARRIBA Bassotto nano p/d Expo di Luxembourg 26 /3/2011 2° classificsto gruppo 4 Giudice J. H. De Mello (P) Allevatore Gianfranco Bauchal Proprietaria Lucia Terruzzi

FENA NIEN ROTT Rottweiler Speciale di Calw-Stammheim (D) 3/7/2011 1 Ecc. Cl. Campioni VDH Champion Giudice Erika Egolf (CH) Allevatore Sinisa Trajkovic Proprietario Giovanni Riva

READ MY MIND B.G. CALVERA Schnauzer nero Expo di Klagenfurt 18/6/2011 1° classificato del Best In Show Giudice Hans W. Muller (CH) Allevatore Sabina Favaro Proprietario Alessandro Scozzina

PRIMA LUPA DI FOSSOMBRONE Cane Lupo di Saarloos Campionato di Francia Raduno 8/7/2011 CAC cl. Libera f Giudice Nagler Magal Y. Allevatore e proprietario Allev. di Fossombrone

MAIK BUOSO DA DOVARA Rottweiler Speciale di Speicher Eiffel (D) 29/5/2011 CAC ADRK-CAC VDH-Kylltal Sieger Giudice Uwe Petermann

GIULIA DOLCE DE LOUBA-TAR Cane Lupo di Saarloos Campionato di Francia Raduno 8/7/2011 BOB Giudice Nagler Magal Y. Allevatore Cornelia Keizer Proprietario Allev. di Fossombrone

Speciale Rottweiler di Calw Stammheim (D) 3/7/2011 CAC – VDH

FAIRRAY EXPRESS Setter Inglese Alianza Cinofila Latina (E) 20/5/2011 2° classificato gruppo 7 Giudice Angel Martinez

Centenario de la RSCE 22/05/2011 2° classificato del gruppo 7 Allevatore Hans Sleegers Proprietario Fairray Kennel

Giudice E. Egolf Allevatore e proprietario Bruno Morstabilini

CUNNINGS DJ DERVISH Welsh Terrier Expo speciale R.S.C.E. Centenary Madrid (E) 21/5/2011 CAC CACIB BOB Giudice L. Cayola Cotres Allevatore Giuseppe Avveduti Proprietari G. Avveduti - N. Sarycheva

68

INC successi set11.indd 68

24/08/2011 10:52:10


Inviare a redazione@enci.it Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati:

DE KANER’S WOLVERINE REVENGE Akita Americano Expo di Catanzaro 14/5/2011 1° class. del Best in Show Giudice Lisbeth Mach (CH)

Expo di Rende 15/5/201 1° class. del Best in Show Giud. Eugene Jerusalemsky (RUS)

Expo di Empoli 11/6/2011 1° class. del Best in Show

Giudice Svetlana Radziuk (BA) Allevatore Francisco Garcia Prop. Nati Diestro - Elio Rodato

ALPHERATZ CARLOTTA Bassotto nano p/d Expo di Terni 25/4/2011 3° class. del Best in Show Giudice LH. Lehtinen (FIN) Allevamento Alpheratz Proprietaria Lucia Terruzzi

TALAO ORZO CACAO Sealyham Terrier Expo di Orvieto 19/6/2011 2° class. del Best In Show Giud. Rui Oliveira (P) All. e prop. Allev. Talao

successi italia

1° classificato del Raggruppamento, compresi Coppie e Gruppi, in Esposizioni Internazionali in Italia. 1°, 2°, 3° classificato del Best in Show generale A PARITRE DA MAGGIO VERRANNO PUBBLICATI SOLO I RISULTATI RELATIVI ALL’ANNO 2011 Indicare: nome del cane, razza, luogo e data expo, classifica, giudice, allevatore, proprietario. Le inserzioni incomplete, verranno cestinate.

DANTE DELLE GUALDARIE Lagotto Romagnolo Raduno razze italiane “Volta Mantovana” 11/6/2011 BOB

ZORAN G DI CASA Giud. Tabò Giobatta All. e prop. BELLEGARDE Allev. delle Gualdarie LOVEDAY G DI CASA BELLEGARDE BAUCHAL’S Cane da Pastore PATAS ARRIBA Belga Groenendael Bassotto nano p/d Expo di Orvieto Expo di Pescara 13/2/2011 18-19/6/2011 1° class. gruppo 4 1° classificata BIS Giudice S. Sinko (SL) Coppie Expo di Chieti 10/4/2011 Giud. Alfredo Alessandri 1° class. gruppo 4 Allevatore Allev. di Casa Bellegarde Giud. U. Timonen (FIN) Prop. Antonio G. Ferranti All. Gianfranco Bauchal Prop. Lucia Terruzzi

CHE ZENA DELLE CIME BIANCHE Rhodesian Ridgeback Expo di Rieti 3/7/2011 1° classificata gruppo 6

XTRAORDINARIO XIA DI CAMBIANO Pastore scozzese p/l Expo di Torino 4/6/2011 2° class. del Best in Show

Giudice Luigi Nerilli Allevatore G. Bacchini Carr Prop. G. Bacchini - L. Calzolari

Giudice Paolo Dondina Allevamento M.Teresa Garabelli Proprietario Gianpaolo Falletto 69

INC successi set11.indd 69

24/08/2011 10:52:15


SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND “Domenica 29 maggio 2011 si è svolto il 56° raduno nazionale Basset Hound a Palazzolo sull’Oglio in un bellissimo parco nel centro storico della cittadina. All’incontro hanno partecipato un totale di 52 cani iscritti a catalogo. Un successo inaspettato di partecipanti e di pubblico che hanno premiato gli sforzi degli organizzatori dando significato all’impegno del consiglio direttivo S.I.BAS. che in breve tempo ha saputo dare nuovo e palese impulso alle attività sociali. La giornata è stata preceduta da un sabato ricco di eventi e con una numerosa presenza di Soci e simpatizzanti. Nel pomeriggio, presso la sala civica del Comune di Palazzolo, si è svolto un seminario sulla razza, relatore il giudice e allevatore Paula Sunebring e la sera la cena sociale con ospite il maestro Mario Quadri, noto giudice ENCI e appassionato della razza Basset Hound che ci ha onorato della sua presenza adoperandosi in consigli e apprezzamenti. Desidero ringraziare, a nome di tutti i Soci che rappresento, la giudice Paula Sunebring; gli sponsor tutti; l’Assessorato alla Cultura del Comune di Palazzolo che ci ha concesso la disponibilità del luogo dove si è svolto il raduno e il convegno; l’Assessorato alla caccia della provincia di Brescia; Armando Cascetti che, come sempre, si presta a fare ricchi e completi servizi fotografici e il simpatico e professionale interprete Alfonso Montefusco. Infine sentiti ringraziamenti per l’amico consigliere

Migior Giovane Raduno Palazzolo sull’Oglio

i club Nicola Bresolin, che in prima persona si è assunto l’incarico di organizzare il tutto,in maniera perfetta. Grazie ancora per avere permesso questo inaspettato successo e ci ritroveremo di nuovo al prossimo raduno a Roma il 2 ottobre. Il presidente Giorgio Crini RISULTATI: CLASSE LAVORO MASCHI: 1° ESTEFANO Z VALACHITU ECC-BOS Propr. Carla Gerber Allev. Pavlina Hrabowska CLASSE LIBERA MASCHI: 1° DAVINCI VAN HOLLANDHEIM ECC-CAC Propr. e Allev. Carla Gerber 2° ARTURO M.B Propr.e Allev. Giliola Negro CLASSE GIOVANI MASCHI: 1° REZIHEGYI VIG DOMPER KIND OF JOKE ECC. Propr. Allevamento della Terra dei Templari Allev. Eva Pintaczi 2° NIENTEMALE PINCALONGA MISTER BROWN M.B Propr. Giuseppe Mangili Allev. Susanna Deotti CLASSE BABY MASCHI: 1° BASSJOY STARRY NIGHT M.P Propr. All. della Terra dei Templari-Bassjoy Allev. Allevam. Della Terra dei Templari 2° BASSJOY NIGHT OF LOVE M.P Propr. All. Della Terrra dei Templari-Bassjoy Allev. Allevam. Della Terra dei Templari CLASSE LIBERA FEMMINE: 1° GREAT GLAMOUR’S PINCALONGA ECC. CAC.BOB Propr.e Allev. Susanna Deotti 2° VANESSA ECC. R-CAC Propr. e Allev. Vittorio Cannas CLASSE INTERMEDIA FEMMINE: 1° TALAJMENTI LOKOMOTIV HARMAT ECC.R-CAC Propr. Eva Pintaczi Allev. Talajmenti Lokomotiv 2° EMMA VON HOLLANDHEIM ECC Propr. Massimiliano Cascetti Allev. Carla Gerber CLASSE GIOVANI FEMMINE: 1° CARMEN MORAVIA BRAY ECC MIGLIOR GIOVANE Propr. Nicola Bresolin Allev. Moravia Bray 2° ANASTASIA VANALI ECC Propr. e Allev. Marco Vanali CLASSE BABY FEMMINE: 1° QUANA DEI TRENTAROSSI M.P Propr. Michele Morganti Allev. Francesco Trentarossi 2° ROBERTINA VANALI M.P. Propr. e Allev. Marco Vanali I risultati fedelmente riportati dal sito S.I.Bas sono stati comunicati dal Consigliere Giliola Negro.

SOCIETA’ ITALIANA BASSET HOUND C/O CRINI GIORGIO - VIA G. SANARELLI 5 00152 ROMA Tel. 06-20369320 Fax. 06-20369330 e-mail: info@screamo.it

Mario Quari durante il Seminario

BOB E BOS Raduno Palazzolo sull’Oglio

SOCIETÀ ITALIANA PRO SEGUGIO SEZIONE BEAGLE – BEAGLE HARRIER E HARRIER RADUNO NAZIONALE DI ORVIETO 25 GIUGNO 2011 BIS THE WHITE WITCH BEAGLE Proprietario: Barbaglia Fabio R /BIS ZERO B. HARRIER Proprietario: Bertocci Mario BEAGLE HARRIER BOB ZERO Proprietario: Bertocci Mario

BIS Beagle

BIS BOS ONDA Proprietario: Marano Luigi BEAGLE BOB THE WHITE WITCH Proprietario: Barbaglia Fabio BOS HONOLULUARRIVO CIVITAS Proprietario: Semproni Michela BEAGLE HARRIER Giudice: Panerai Simone LIBERA MASCHI I Ecc. ELVIS Allevatore e proprietario: Ferrari Roberto II MB DRAGO Allevatore: e proprietario: Ferrari Roberto INTERMEDIA MASCHI I MB ELAN DE LA CHAUME A TOUS VENTS Allevatore: Bouyer Joel Proprietario: Marano Luigi LAVORO MASCHI I ECC ZERO CAC BOB R /BIS Allevatore e proprietario: Bertocci Mario II ECC ARTURO R/ CAC Allevatore: e proprietario: Bertocci Mario GIOVANI MASCHI I ECC FILOU DE LA CHAIENE DE L’EPINE Allevatore e proprietario: Porral Louis E Denis LIBERA FEMMINE I ECC ONDA CAC BOS Allevatore: Bertocci Mario Proprietario: Marano Luigi LAVORO FEMMINE I ECC COCCINELLE CAC Allevatore: Ferrari Roberto Proprietario: Felter Franco II ECC COLKA Allevatore: Bertocci Mario Proprietario: Bertocci M. Ferrari R. GIOVANI FEMMINE I ECC PALLINA Allevatore e proprietario: Bertocci Mario

70

INC club set11.indd 70

24/08/2011 17:49:45


i club VETERANI FEMMINE I ECC ULLA Allevatore: Maison Andrea Proprietario: Ferrari Roberto II ECC UNETTE Allevatore: Maison Andre Proprietario: Ferrari Roberto BEAGLE Giudice: Parker Serena (UK) CAMPIONI MASCHI I MB AXEL DEI SETTE CAMINI Allevatore: Boldrin Giovanni Proprietario: Spaliviero Manuel LIBERA MASCHI I ECC TRANENSIS INDIANA JONES R/ CAC Allevatore: Rapello Elena Proprietario: Greco Naccarato Maria II ECC DUFOSEE INSPECTOR Allevatore: Bradley Veronica Proprietario: Faion Valter INTERMEDIA MASCHI I ECC HONOLULUARRIVO CIVITAS CAC BOS Allevatore e proprietario: Semproni Michela II ECC THE LAD OF THE SKINS Allevatore: Barbaglia Fabio Proprietario: La Gioia Vittore GIOVANI MASCHI I ECC SWEET AND CRAZY ASLAN Allevatore e proprietario: Carlo Magno Antonio II ECC BRANDY DEL MONTE SORATTE Allevatore e proprietario: Botel Christina CAMPIONI FEMMINE I ECC LARTHIA ETRURIA Allevatore e proprietario: Pieracci Paolo II ECC TUSCIA DELL’ETRURIA 2000 Allevatore: Pieracci Paolo Proprietario: Marredda Giuseppe LIBERA FEMMINE I ECC THE WHITE WITCH CAC BOB BIS Allevatore e proprietario: Barbaglia Fabio II ECC OAKENHEART MIRIEL Allevatore: Neri Santo Proprietario: Pieracci Paolo INTERMEDIA FEMMINE I ECC OAKENHEART MELODY Allevatore e proprietario: Neri Santo II ECC HIGHLITE Allevatore: Barbaglia Fabio Proprietario: Malagoli Marcella LAVORO FEMMINE I ECC TIRSA DELL’ETRURIA 2000 CAC Allevatore: Pieracci Paolo Proprietario: Pieracci Paolo II MB OLIVIA DEI SETTE CAMINI Allevatore: Boldrin Giovanni Proprietario: Castello Alberto GIOVANI FEMMINE I ECC LOVE ME LOVE ME NOT Allevatore e proprietario: Barbaglia Fabio II ECC COSA MI COMBINI FOSCA DELL’ISOLA DI IOS Allevatore e proprietario: La Marca Pasquale JUNIORES FEMMINE I MP BILLA DEL MONTE SORATTE Allevatore: Botel Christina Proprietario: Botel Christina II MP JO’ANNA GIMME HOPE DELL’ISOLA D IOS Allevatore: La Marca Pasquale Proprietario: La Marca Pasquale BABY FEMMINE I MP PIPERITA PATTY Allevatore: Castello Alberto Proprietario: Castello Alberto II MP TRILLY DELL’ETRURIA 2000 Allevatore: Pieracci Paolo Proprietario: Pasi Alessandro VETERANI FEMMINE I ECC TRANENSIS ZETA LINE Allevatore: Rapello Elena Proprietario: Asunis Francesca

II ECC TRANENSIS REDPEPPER Allevatore: Rapello Elena Proprietario: Gagliardi Alfredo

SOCIETA’ ITALIANA PRO SEGUGIO SEGRETERIA NAZIONALE - VIA DOSSO 7 26856 MIRABELLO SENNA LODIGIANA Tel. 0377-802414 Fax. 0377-802234

DOGO ARGENTINO CLUB ITALIA SPECIALE REGGIO EMILIA – 12/03/2011 TROFEO ANTONIO NORES MARTINEZ PER IL MIGLIOR GIOVANE NATO IN ITALIA Soggetti a catalogo: 239. GIUDICI: DR. OTTO SCHIMPF (A) - Femmine (campioni, veterani, libera, intermedia). DR. FERNANDO CENTURION (RA) - Maschi (campioni, veterani, libera, intermedia). DR. MIGUEL ANGEL MARTINEZ (RA) - Giovani, Juniores (maschi e femmine), Coppie, Gruppi di allevamento, BOB. CAMPIONI MASCHI I° ECC. BOB BATISTUTA ALL. CANNAROZZI VITTORIO – PR. COLOMBO MASSIMO II° ECC. CAMALOTE II DEL LITORAL ALL. FORLLA LUCRECIA – PR. FORLLA LUCRECIA LIBERA MASCHI I° ECC. R/CAC BORGES TOLEDANA ALL. AYACHE ALEXANDRE – PR. NARDINI MATTIA-ELSA II° ECC. MARCELO DEL LITORAL ALL. FORLLA LUCRECIA – PR. FORLLA LUCRECIA INTERMEDIA MASCHI I° ECC. CAC KARIGUA JACINTO PIEDRA ALL. KARIGUA – PR. VAZ CHRISTIAN II° ECC. CHALACO’S VERDES PAMPAS ALL. VERDES PAMPAS – PR. BAGNOLI ALBINO GIOVANI MASCHI I° ECC. MIGLIOR GIOVANE CAZADOR CRIOLLO DESPERADO ALL. EDUARD JORRITSMA – PR. CSORDAS ROLAND II° ECC. KABUL DEL CHALLAO ALL. DEL CHALLAO – PR. QUINTANILLA BENJAMIN EMILIO JUNIORES MASCHI I° M P GURI DE ALFA FIERA ALL. DE ALFA FIERA, STIPE JURJEVIC – PR. STIPE JURJEVIC II° M P PAOLO ALL. SAVARESE PAOLO – PR. DOBROGEANU COSMIN ROBERT VETERANI MASCHI I° ECC. OQUITO ALL. DEL PICADERO – PR. DEL PICADERO II° ECC. CH MONZON DEL TOLKEYEN ALL. S.CHIATTI – PR. FIORENZA GUILLERMO CAMPIONI FEMMINE I° ECC. CH INTI DEL PICADERO ALL. DEL PICADERO – PR. CARPANESE MIRCO II° ECC. CG KALIMA DEL BLENDER ALL. CRISTIAN GUSTAVO GALETTO – PR. CRISTIAN GUSTAVO LIBERA FEMMINA I° ECC. CANDY DE LOS CANDIDINES ALL. CANDIDINES – PR. CRESPO ANTOLAYN II° ECC. BARTOLLA DEL CAVDILLO

ALL. DEL CAVDILLO KENNEL – PR. STRASZER MARTIN INTERMEDIA FEMMINE I° ECC. BOS COYA DEL BAGUAL ALL. MAURINO MARIA ALICIA – PR. MAURINO MARIA ALICIA II° ECC. NULPI BRAVOURE BLANCHE ALL. BRAVOURE BLANCHE – PR. GRAZIO LEONARDO GIOVANI FEMMINE I° ECC. NACHA BRAVOURE BLANCHE ALL. BRAVOURE BLANCHE - PR. GRAZIO LEONARDO II° ECC. KARIGUA MIA ALL. KARIGUA – PR. VAZ CHRISTIAN JUNIORES FEMMINE I° M P DANUBIANA ALL. COSMIN DOBROGEANU – PR. DI GIROLAMO GIUSEPPE II° M P RAQUEL DEL PICADERO ALL. DEL PICADERO – PR. IENNACO GENNARO VETERANI FEMMINE I° ECC. DOLCEVIDA DI CASA DEI MARCHESI ALL. DI CASA DEI MARCHESI – PR. OLIVARI LUCA COPPIE MIELERO DEL LITORAL E TINA DEL LITORAL GRUPPO DI ALLEVAMENTO ALLEVAMENTO DEL LITORAL NAZIONALE REGGIO EMILIA 13/03/2011 TROFEO A.M.D.A. (ASSOCIAZIONE MONDIALE DOGO ARGENTINO) Soggetti a catalogo: 254. GIUDICI: DOTT. ULISES D’ANDREA NORES (RA) - Maschi, BOB, Coppie, Gruppi di allevamento SIG. BUETI SERAFINO – Femmine DR. FERNANDO CENTURION (RA) – Juniores Maschi e Femmine, Veterani Femmine CAMPIONI MASCHI I° ECC BOB MIELERO DEL LITORAL ALL. FORLLA LUCRECIA – PR. FORLLA LUCRECIA II° ECC. GARUFA DE EL TUMI ALL. EL TUMI – PR. CRESCENTI ERNESTO DANIEL HORACIO LIBERA MASCHI I° ECC. CAC ISPANICOGITANO ALL. FAZIO CLAUDIA – PR. LUCA FERRARO INTERMEDIA MASCHI I° ECC. R/CAC CHALACO’S VERDES PAMPAS ALL. VERDES PAMPAS – PR. BAGNOLI ALBINO II° ECC. CAZADOR CRIOLLO CACHAFAZ ALL. CAZADOR CRIOLLO KENNEL – PR. ALBERTO GUIDORENI DE GRAN CHACO KENNEL GIOVANI MASCHI I° ECC. CAZADOR CRIOLLO DESPERADO ALL. EDUARD JORRITSMA – PR. CSORDAS ROLAND II° ECC. APACHE DE INDIOS LATINOS ALL. DE INDIOS LATINO – PR. DE INDIOS LATINOS-SINOVCIC JUNIORES MASCHI I° M P LUCA DEL PICADERO ALL. DEL PICADERO – PR. CARPANESE MIRCO II° M P TALITO MEDALOR DE LA PACO CASSA ALL. DE LA PACO CASSA, ALEKSANDAR GAVROLOVIC – PR. ALEKSANDAR GAVROLOVIC VETERANI MASCHI I° ECC. MIGLIOR VETERANO OQUITO ALL. DEL PICADERO – PR. DEL PICADERO II° ECC. INDOMITO ALL. PINELLI FRANCESCO – PR. TOSI GIOVANNI

71

INC club set11.indd 71

24/08/2011 17:49:45


i club CAMPIONI FEMMINE I° ECC. BOS CH INTI DEL PICADERO T ALL. DEL PICADERO – PR. CARPANESE MIRCO II° ECC. VESTA DEI FALCHI BIANCHI ALL. DEI FALCHI BIACHI – PR. MARINARO MARCO LIBERA FEMMINE I° ECC. CAC BRASILIA VERDES PAMPAS ALL. ROGERS RODRIGUES DA SILVEIRA- PR. CAZADOR DE VARNA KENNEL II° ECC. ARA DI CASA NARDINI ALL. FAGGIOLI GIACOMO – PR. NARDINI MATTIA-ELSA INTERMEDIA FEMMINE I° ECC. R/ CAC OYA DEL BAGUAL ALL. MAURINO MARIA ALICIA – PR. MAURINO MARIA ALICIA II° ECC. NULPI BRAVOURE BLANCHE ALL. BRAVOURE BLANCHE – PR. GRAZIO LEONARDO GIOVANI FEMMINE I° ECC. MIGLIOR GIOVANE NACHA BRAVOURE BLANCHE ALL. BRAVOURE BLANCHE - PR. GRAZIO LEONARDO II° ECC. SUYAI GITANA ALL. DANIELE DE SANTIS – PR. BELLAGGIA GIANLUCA JUNIORES FEMMINE DR. FERNANDO CENTURION I° M.P. MIGLIOR JUNIORES LUCRECIA DEL PICADERO ALL. DEL PICADERO – PR. CARPANESE MIRCO II° M.P. RAQUEL DEL PICADERO ALL. DEL PICADERO – PR. IENNACO GENNARO VETERANI FEMMINE I° ECC. DOLCEVIDA DI CASA DEI MARCHESI ALL. DI CASA DEI MARCHESI – PR. OLIVARI LUCA COPPIE C LIHUEL CALEL DEL BLENDER E CG KALIMA DEL BLENDER GRUPPO DI ALLEVAMENTO ALLEVAMENTO DE EL POLIVALENTE RADUNO DACI DI BAGHERIA (PA) 8/5/2011 21 SOGGETTI ISCRITTI GIUDICE PUNTORIERE GIUSEPPE CLASSE CAMPIONI MASCHI 1 ECC CH HUMO ALL DIVINA NARDINI, PR. WALTER LOMBARDI CLASSE LIBERA MASCHI 1 ECC CAC BOB CHALACO’S VERDES PAMPAS ALL. VERDES PAMPAS, PR. BAGNOLI ALBINO FEDERICO 2 ECC R/CAC ERACLE DE EL POLIVALENTE ALL ALLTO DE EL POLIVALENTE, PR. GULLOTTA MARCO CLASSE GIOVANI MASCHI 1 ECC ARGO ALL. CASSIA GIUSEPPE – PR. RUGGIERI LUIGI 2 ECC COHGAR ALL. RUGGIERI LUIGI, PR. RUGGIERI LUIGI CLASSE JUNIORES MASCHI 1 MP MIGLIOR JUNIORES JUJO DI CASA DEI MARCHESI ALL OLIVARI LUCA, PR. ANGELO DI BENEDETTO CLASSE VETERANI MASCHI 1 ECC MIGLIOR VETERANO LION ALL GIRGENTI SILVESTRO, PR. ALL.TO DE EL POLIVALENTE CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1 ECC CH. ITALIANA DE EL POLIVALENTE

ALL. E PR. ALLTO DE EL POLIVALENTE CLASSE LIBERA FEMMINE 1 ECC R/CAC KEWECK DE EL POLIVALENTE ALL E PR., ALLTO DE EL POLIVALENTE 2 ECC BORA DE ANGEL O DEMONIO ALL INZOLI MASSIMO, PR. LUIGI RUGGIERI CLASSE INTERMEDIA FEMMINE 1 ECC CAC , BOS , MIGLIOR TESTA SICILIANA DE LAS CANTERAS ALL CORBO MARCELO JUALIAN, PR. ALLTO DE EL POLIVALENTE CLASSE GIOVANI FEMMINE 1 ECC MIGLIOR GIOVANE ALMA BLANCA TB ALL GIORDANO STEFANO, PR. COCILIO ALESSANDRO 2 ECC NIKITA DE EL POLIVALENTE ALL ALLTO DE EL POLIVALENTE, PR. CANTONE CARMELO COPPIE 1 ERACLE DE EL POLIVALENTE E ITALIANA DE EL POLIVALENTE 2 EL POLIVALENTE DE DONA ARCELIA E KEWECK DE EL POLIVALENTE 3 JUNCAL DE EL POLIVALENTE E KAYENNE DE EL POLIVALENTE GRUPPO DI ALLEVAMENTO ALLTO DE EL POLIVALENTE RADUNO DACI DI FIRENZE DEL 21/5/2011 GIUDICE PIER GIOVANNI STADERINI CLASSE LIBERA MASCHI 1 ECC BOB MIGLIOR TESTA BORGESTOLEDANA PR. ELSA NARDINI 2 ECC CACHO DEL CAPANGA ALL.TO DEL CAPANGA PR. STEFANO CHIATTI CLASSE INTERMEDIA MASCHI 1 ECC R/CAC CHALACO’S VERDES PAMPAS ALLEVATORE VERDES PAMPAS PR. BAGNOLI ALBINO FEDERICO CLASSE GIOVANI MASCHI 1 ECC MIGLIOR GIOVANE TANO DEL LITORAL ALLEVATORE ALLEVAMENTO DEL LITORAL PR. FABIO DE RUGERIIS 2 MB FACON DE LA NOCHE TOLEDANA ALLEVATORE E PR. ELSA NARDINI CLASSE LIBERA FEMMINE 1 ECC CAC PAMPA DE DONA ARCELIA ALLEVATORE ALL.TO DE DONA ARCELIA PR. DE SANTIS DANIELE 2 ECC R/CAC CAUTIVA DEL TOLKEYEN

Raduno Firenze

ALLEVATORE E PR. STEFANO CHIATTI GIOVANI FEMMINE 1 ECC BOS SUYAI GITANA ALLEVATORE DANIELE DE SANTIS PR. BELLEGGIA GIANLUCA 2 ECC VENUS ALLEVATORE E PR. MANDIELLO GIAMPIERO MIGLIOR COPPIA JUNCAL DE EL POLIVALENTE ALLEVATORE E PR. ALLTO DE EL POLIVALENTE E SICILIANA DE LAS CANTERAS ALLEVATORE MARCELO CORBO PR. ALLEVAMENTO DE EL POLIVALENTE MOSTRA SPECIALE DI FIRENZE DEL 22/5/2011 GIUDICE NICOLA IMBIMBO – PRESENTI 37 CANI CLASSE LIBERA MASCHI 1 ECC R/ CAC E CACIB MATTIA DE DON ELOY ALLEVATORE DE DON ELOY PR. BAGNOLI ALBINO FEDERICO 2 ECC CACHO DEL CAPANGA ALL.TO DEL CAPANGA PR. STEFANO CHIATTI CLASSE INTERMEDIA MASCHI 1 CAC,CACIB, BOS CHALACO’S VERDES PAMPAS ALLEVATORE VERDES PAMPAS PR. BAGNOLI ALBINO FEDERICO CLASSE GIOVANI MASCHI 1 MIGLIOR GIOVANE NOCHERO BRAVOURE BLANCHE ALLEVATORE ALLTO BRAVOURE BLANCHE PR. FERMI MIRKO 2 MAULA BRAVOURE BLANCHE ALLEVATORE ALLEVAMENTO BRAVOURE BLANCHE PR. MIRKO FERMI CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1 CACIB BOB INTI DEL PICADERO ALLEVATORE ALL.TO DEL PICADERO PR. MIRKO CARPANESE CLASSE LIBERA FEMMINE 1 ECC CAC R/CACIB CAUTIVA DEL TOLKEYEN ALLEVATORE E PR. STEFANO CHIATTI 2 ECC R/CAC DIANA ALLEVATORE SAVARESE PAOLO PR. DOBROGEANU COSMIN GIOVANI FEMMINE 1 ECC SUYAI GITANA ALLEVATORE DANIELE DE SANTIS PR. BELLEGGIA GIANLUCA 2 ECC CUMPARCITA BRAVOURE BLANCHE ALLEVATORE CARLOS BELLAVITIS PR. FERMI MIRKO JUNIORES FEMMINE 1 DANUBIANA ALLEVATORE COSMIN ROBERT DOBROGEANU – PR. DI GIROLAMO GIUSEPPE SPECIALE DOGO ARGENTINO NAZIONALE DI CHIARAMONTI SASSARI 2/6/2011 Soggetti a catalogo: 7 GIUDICE: FERRARI FRANCO LIBERA MASCHI 1° Ecc Cac e Bob, Cacho Del Capanga Prop. Stefano Chiatti - All. E. Crescenti 2° Ecc R/Cac, Mattia De Don Eloy Prop. Bagnoli Albino Federico - All. Don Eloy LIBERA FEMMINA 1° Ecc Cac e Bos, Cautiva Del Tolkeyen Prop. e All. Stefano Chiatti 2° Ecc R/.Cac, Axa Prop. e All. Bagnoli Albino Federico GIOVANI FEMMINE 1° Ecc e Miglior Giovane, Puma De La Cocha Prop. Marceddu Alessio - All. D’andrea Ulisse Nores

72

INC club set11.indd 72

24/08/2011 17:49:46


i club RADUNO DI PORTO VIRO (ROVIGO) 12/6/2011 Giudice: Antonio Crepaldi - Cani Iscritti 39 CLASSE VETERANI MASCHI 1 ECC MIGLIOR MASCHIO BOB INDOMITO ALLEVATORE FRANCESCO PINELLI, PR. TOSI GIOVANNI CLASSE LIBERA MASCHI 1 ECC CAC MIGLIOR TESTA MATTIA DE DON ELOY ALLEVATORE ALL.TO DEL DON ELOY, PROP. DEL DON ELOY 2 ECC R/CAC MIGLIOR FORMA FISICA ISPANICOGITANO ALLEVATORE FAZIO CLAUDIA, PR. LUCA FERRARO CLASSE INTERMEDIA MASCHI 1 ECC PORTOS ALLEVATORE FERRARO LUCA, PR. MARIAN DANIELA 2 MB TORETTO DEL PICADERO ALLEVATORE ALLEVAMENTO DEL PICADERO, PR. DE RUGERIIS FABIO CLASSE GIOVANI MASCHI 1 ECC MIGLIOR GIOVANE HORAZIO ALLEVATORE E PR. ALLTO GOLDENDOGOS 2 ECC OTELLO ALLEVATORE FERRARO LUCA, PR. DEL GUERZO NICOLA CLASSE JUNIORES MASCHI 1 PROM TYSON ALLEVATORE RUSSO MAURIZIO, PR. CIURLETTI MARCELO CLASSE PUPPY MASCHI 1 MIGLIOR PUPPY ZINCO DIVINA FORTITUDO ALLEVATORE LUCA RICCI, PR. PAGLINO SALVATORE CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1 ECC ORA IZ LUNNOY STAY ALLEVATORE RUSAKOVA MARINA, PR. MAKAROVA EVGENIA CLASSE LIBERA FEMMINE 1 ECC CAC MIGLIOR FEMMINA BOS DULCE ALLEVATORE SAVARESE PAOLO, PR. DOBROGEANU COSMIN ROBERT 2 ECC R/ CAC AXA ALLEVATORE E PR. BAGNOLI ALBINO FEDERICO CLASSE INTERMEDIA FEMMINE 1 MB NIKE ALLEVATORE AMATI GIUSEPPE, PR. CARRARO LORIS CLASSE GIOVANI FEMMINE 1 ECC GITANA DEL PICADERO ALLEVATORE ALL.TO DEL PICADERO, PR. MIRCO CARPANESE 2 ECC LUCRECIA DEL PICADERO ALLEVATORE ALL.TO DEL PICADERO, PR. MIRCO CARPANESE CALSSE JUNIORES FEMMINE 1 MP MIGLIOR JUNIORES MANCHA VERDES PAMPAS ALLEVATORE VERDES PAMPAS, PROP. ALL. TO VERDES PAMPAMS 2 MP DOLORES DE VIANINI ALLEVATORE ALL.TO DE VIANINI, PR. TIRETTI NICOLA MIGLIOR COPPIA ISPANICOGITANO E CHALA DEL PULMAHUE - PROPRIEATARIO LUCA FERRARO MIGLIOR GRUPPO DI ALLEVAMENTO

ALLEVAMENTO DEL PICADERO: GRINGO DEL PICADERO, TORETTO DEL PICADERO, LUCRECIA DEL PICADERO, GITANA DEL PICADERO

DOGO ARGENTINO CLUB ITALIA C/O ST.ASS.TO ALTER-EGO - VIA CAVOUR 2/D 41049 SASSUOLO Tel. 335-7745211 Fax. 0536-882214

SOCIETÀ ITALIANA MASTINO NAPOLETANO SOCIETA’ AMATORI MASTINO NAPOLETANO Raduno Razze Italiane di Volta Mantovana 11/6/2011 Ovvero dalla Napoli Spagnola alla Mantova dei Gonzaga. Grandi numeri, 500 soggetti iscritti per una grande manifestazione. Il Raduno Razze Italiane, fiore all’occhiello dell’ ENCI coinvolge le meravigliose razze Italiche, ma io ero lì per il mio grande amore : Il Mastino Napoletano.

Elena Patrizio Italia CAC - Stella del Nolano R-CAC

Ben 39 i Mastini Napoletani iscritti, pochi gl’assenti, tutti affidati alle sapienti mani del giudice Dott. Ernesto Di Maio. Purtroppo nessun soggetto in Classe Campioni Maschi. Sei, sono i soggetti presenti nella classe Libera, tutti classificati eccellente, questo per garantirne l’elevata la qualità. Tutti di assoluto valore zootecnico, alla fine di una dura selezione il CAC viene assegnato al mastino “ Claus del Nolano “ tra l’altro con l’attribuzione di questo CAC, questo giovane soggetto, completa l’iter

MIGLIOR COPPIA Claus del Nolano e Stella del Nolano

Classe Libera Femmine -

Claus Nolano BOB - Jenny BOS

burocratico per divenire Campione Italiano, a lui e al suo allevatore vanno gli auguri per l’importante titolo conseguito. Un solo soggetto, per fortuna di qualità, nella classe Giovani Maschi. Si aggiudica il 1° eccellente il giovane Zeus allevato da un noto esponente di un’antica famiglia mastinara i Di Lorenzo che da padre in figlio continuano a tramandarsi l’ antica arte di allevare. Nella Classe Campioni Femmine una nostra “ vecchia “ conoscenza la Campionessa Italiana di Bellezza Jenny, in barba i suoi anni di età, allevata da Tommaso Guzzo di proprietà di due giovani ma già esperti mastinari continua a mietere successi su successi. La classe Libera femmine, è la più nutrita .Undici soggetti presenti, 10 classificate eccellente, un solo Molto Buono. Dopo un estenuante gara, risulterà vincitrice con tanto di CAC la bella Elena Patrizio Italia allevata dall’ Allevamento Patrizio Italia di proprietà Cristina Iudica e Rosario Pisciscelli. Bella gara davvero, incerta fino alla fine, con la partecipazione dei migliori soggetti Italiani, un grosso applauso da parte del folto pubblico ha accompagnato gran parte della gara. La Classe Intermedia vede presente un solo soggetto che si aggiudica il 1° eccellente : Aida della Cascina Rancate. Mentre l’unico soggetto presente nella classe Giovani Femmine risulterà Molto Buono.

73

INC club set11.indd 73

24/08/2011 17:49:46


i club Nelle coppie primeggia l’ Allevamento del Nolano, al secondo posto si classifica la coppia allevata da Tommaso Guzzo. Allo stesso Guzzo viene attribuito il Miglior Gruppo. Siamo quasi alla fine, ma il bello deve ancora venire, infatti al Dott. Di Maio non resta altro che l’assegnazione del rilevante quanto ambito BOB All’ interno del ring, alla fine restano la Campionessa Jenny, Migliore di Sesso Opposto, mentre Migliore di Razza Mastino Napoletano al Raduno Razze Italiane di Volta Mantovana risulterà: CLAUS DEL NOLANO. Nel lungo, quanto piovoso viaggio di ritorno, approfitto per conoscere le impressioni del Giudice Di Maio: “Gran bel raduno molto ben organizzato, anzi approfitto per ringraziare l’organizzazione per avermi invitato a giudicare una così importante manifestazione. Senza dimenticare i dovuti e sentiti ringraziamenti a tutti i partecipanti. Mi ha colpito la grande omogeneità dei soggetti, sia nella testa che nel tronco e nella taglia. Ho riscontrato qualche posteriore non perfettamente corretto e la presenza di denti piccoli. Sono ambedue patologie di tipo genetico degenerativo, in modo particolare la presenza di denti piccoli e dovuta al 99% all’elevato grado di consanguineità; per quel che riguarda i posteriori, bisogna prestare la dovuta attenzione alla dorsale, groppa, appiombi e angoli”. CLASSIFICA Giudice:Ernesto DI MAIO. LIBERA MASCHI 1° ecc. CAC – MIGLIORE DI RAZZA CLAUS DEL NOLANO All. e propr. Allevamento del Nolano 2° ecc. R/CAC ACHILLE All. Vincenzo Villardi Prop. Allevamento Lagrandeombra. GIOVANI MASCHI 1° ecc. ZEUS All. Pietro Francesco Di Lorenzo Prop. Pietro Francesco Di Lorenzo. CAMPIONI FEMMINE 1° ecc. BOS JENNY All. Tommaso Guzzo Prop. Cristina Iudica Classe LIBERA FEMMINE 1° ecc. CAC ELENA PATRIZIO ITALIA All. All. Patrio Italia Prop. Cristina Iudica 2° ecc. R/CAC STELLA DEL NOLANO All. all. del Nolano Prop. All. Del Nolano INTERMEDIA FEMMINE 1° ecc. AIDA DELLA CASCINA RANCATE All. Giuliano Melzi Prop. Eligio Tognotti GIOVANI FEMMINE 1° Molto Buono MINERVA All. Mario Vella Prop. Mauro Girelli. Coppie: 1° miglior coppia : Claus del Nolano - Stella del Nolano pr. Allevamento del Nolano 2° miglior coppia: Achille – Riavulella pr. Tommaso Guzzo MIGLIOR GRUPPO : Achille – Riavulella – Nausica pr. Tommaso Guzzo Pasquale Rusciano

SOCIETA’ AMATORI MASTINO NAPOLETANO C/O DE FALCO IOVANE M.-VIA VINELLA 24 80030 SCISCIANO Tel. 081/8441024 Fax. 081/8441024

CANE DA PASTORE BERGAMASCO 29° Raduno del Cane da Pastore Bergamasco Iseo (BS) 3 /7/2011 Il 3 luglio si è svolto all’agriturismo “Il Bertagno” di Iseo il 29° Raduno del Cane da Pastore Bergamasco. Giudice Franco Ferrari. La partecipazione è stata numerosa e di qualità. La giornata era splendida ed immersi nel verde delle colline sopra il lago i partecipanti in compagnia dei loro cani hanno apprezzato l’eccellente organizzazione di Elisa Pietta de “Il Bertagno” che ha sfamato tutti con un ottimo buffet. Il raduno della domenica è stato preceduto da una piacevole giornata di ritrovo degli appassionati con festival del Pastore Bergamasco, giochi e superamento di ostacoli e con conduzione di un gruppo di pecore per verificare le attitudini naturali dei nostri cani.

Momenti del raduno

Pastore Bergamasco BOS

Ampia la partecipazione anche da oltre Alpe dove il Bergamasco trova appassionati estimatori. CLASSIFICA MASCHI CAMPIONI Pacì Di Valle Scrivia ECC 1° - BOB Allevamento Di Valle Scrivia Pr. allevamento Di Valle Scrivia VETERANI Milleniunmasetto Di Valle Scrivia ECC. 1° Allevamento Di Valle Scrivia Pr. Gaggini Piero LIBERA Sansone ECC. 1° - CAC Allevamento Wegner Renato Pr. Cordone Maria Luisa

Momenti del raduno

74

INC club set11.indd 74

24/08/2011 17:49:50


i club Bargè ECC. 2° Allevamento Nava Fabrizio Pr. Rosani Maria Teresa INTERMEDIA Flick Dei Pitoti ECC. 1° - R /CAC Allevamento Dei Pitoti Pr. Nava Fabrizio GIOVANI Arsen ECC 1° allevamento Burini Mario Pr. Burini Mario Bandido dei Pitoti ECC. 2° allevamento Dei Pitoti Pr. Bonassina Giovanna FEMMINE CAMPIONI Shasha di Valle Scrivia ECC 1° - BOS Allevamento Di Valle Scrivia Pr. Cavalchini Luigi VETERANI Ch. Wally Di Valle Brembana ECC 1° Allevatore Maini Giovanni Pr. Ammann Jutta LIBERA Rukmini Dei Lupercali ECC 1° - CAC Allevamento Dei Lupercali Pr. Dei Lupercali Stela di Valle Scrivia ECC 2° allevamento Di Valle Scrivia PR. Cavalchini Luigi INTERMEDIA Flock Dei Pitoti ECC 1° - R CAC Allevamento Dei Pitoti Pr. Gaioni Denise GIOVANI Giò ECC. 1° Allevamento Di Geronimo Veronica Pr. Dolermo Erika Dido Della Luna Di Lana ECC. 2° Allevamento Ammann Jutta Pr. Ammann Jutta CUCCIOLONI Zuffa Molto promettente Allevamento Nava Fabrizio Pr. Mai Fiorenzo LIR Tula LIR ammesso Pr. Manenti Frediano

ASS. AMAT. DEL CANE DA PASTORE BERGAMASCO C/O STILCI FIAMMA - VIA GARIBALDI 51 20013 MAGENTA - Tel. 335-8242082

CLUB AMATORI CANI DEI PIRENEI ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI Nel corso dell’Assemblea generale dei Soci del Club A.C.P. svoltasi il 10 Aprile 2011 per il rinnovo cariche Organi Sociali per il triennio 2011-2013 e successiva riunione del Consiglio neo- eletto comunichiamo che le cariche in seno al sodalizio sono state così distribuite: - Presidente - Roberta Lazzeri Cardini - Vice Presidente - Monia Buselli - Consigliere - Cristina Candussi - Consigliere - Graziella Capellari - Consigliere - Giuliano Marani - Consigliere - Raffaella Bellucci Tosi Collegio dei Probiviri - Patrizio Mariani- effettivo - Tamara Panichi - effettivo - Mario Vecchi - effettivo - Alessandra Bastianello - supplente - Laura Germani - supplente Collegio Sindacale - Davide Follini - effettivo - Cinzia Marani - effettivo - Rocco Muraca - effettivo - Lia Piovani - supplente Per quanto concerne l’organizzazione interna del Club, i compiti sono stati così affidati:

Tesoreria - Paola Reverberi Tesseramento Soci - Capellari Graziella Comitato Redazione bollettino ACP - Roberta Lazzeri Cardini - Monia Buselli – Raffaella Bellucci Tosi Sito Web - Cristina Candussi Informacuccioli - Roberta Lazzeri Cardini Bancarella - Lorena Gasperini - Maria Rosa Beconcini Contatti con la stampa del settore - Giuliano Marani MOSTRA SPECIALE INDETTA DALL’ ENCI PER TUTTE LE RAZZE FIRENZE 22/5/2011 Questa Mostra Speciale supplementare per tutte le razze, decisa dall’ENCI ha avuto luogo a Firenze nel secolare bellissimo Parco delle Cascine riprendendo così una antica tradizione degli anni passati e organizzata con il patrocinio del Gruppo Cinofilo Fiorentino. La altrettanto bellissima e rovente giornata di sole era attenuata, per i cani e i proprietari, nonché per i numerosi appassionati cinofili presenti, dalla frescura che fornivano gli alberi di alto fusto circostanti e a lato dei viali. Le presenze dei “nostri” Montagna, considerato il periodo stagionale già avanzato, sono state in linea di massima quelle abbastanza confortanti delle ultime Speciali ma, come è ormai diventata una consuetudine molto deludente, solo 1 unico Pastorino era presente alla Manifestazione. I Montagna, (18 a catalogo e solo 3 assenti) quasi completamente ancora ben forniti di un buon mantello, hanno come sempre attirato l’attenzione dei visitatori che si sono trattenuti a lungo ai bordi del ring per seguire lo svolgersi della gara. Ha giudicato questa Mostra Speciale Olga Sinko (Slovenia) che ha sostituito la collega Catherine Lebret (Belgio) indicata nel programma ufficiale. La signora Sinko, sulla quale, prima dell’inizio gara erano state espresse delle perplessità in quanto era la prima volta che da noi si occupava di questa razza, ha spazzato via ogni perplessità degli espositori, dimostrando di conoscere molto bene i Montagna ed

esprimendo dei giudizi ben appropriati sui soggetti da Lei presi in esame. E’ stata sicuramente una piacevole sorpresa ! La classifica nelle varie classi di questa M.S., ha ricevuto il consenso della maggior parte degli osservatori e degli espositori che hanno valutato molto positivamente le scelte della Signora Sinko. Per concludere, è positivo aver preso atto che finalmente qualcosa di nuovo si è mosso per quanto concerne le nuove linee di sangue di alcuni soggetti importati e non, che erano presenti nel ring. Questo è un buon viatico per il futuro dei nostri Montagna. Una giornata, tutto sommato, molto positiva. Roberta Lazzeri Cardini Giudice: Pedro Delerue(F) Pastori dei Pirenei (PL) CLASSE LIBERA FEMMINE 1° ECC CAC BOB – BLODY MARY All. e Prop. Nadia Monzio Compagnoni Giudice: Olga Sinko (SLO) Montagna dei Pirenei CLASSE LIBERA MASCHI 1° ECC CAC CACIB BOS - ASPIN DU ROYAUME D’URSITA - All. E. Vespa – Prop. S. Tabacci 2° ECC R /CAC RCACIB - BRISE TOUT DELLA ROCCA DEI PATOUS – All. L. Giraldi - Prop. G. Roldi CLASSE GIOVANI MASCHI 1° ECC FEU D’ARROUYE DES BRUMES DE LA COMTEE - All. A. Lecomte - Prop. L. Giraldi CLASSE CAMPIONI FEMMINE 1° ECC R /CACIB- CALINE DELLA ROCCA DEI PATOUS - All. e Prop. L. Giraldi CLASSE LIBERA FEMMINE 1° ECC CAC CACIB BOB. - QUINA DI LUNGOMONTE All. e Prop. All. di Lungomonte di G.& R. Cardini 2° ECC RCAC - CHARMEUSE DELLA ROCCA DEI PATOUS – All. L. Giraldi - Prop. G. Roldi CLASSE INTERMEDIA FEMMINE 1° ECC. - ARIETTE DE MUSIQUE – All.I.Annibali - Prop. A. Bastianello CLASSE GIOVANI FEMMINE 1° ECC. (Miglior Giovane) - FUNNY –All. e Prop. P.L. Capobasso CLASSE JUNIORES FEMMINE 1° M. PROM. – FLEUR CALINE DELLA ROCCA DEI PATOUS –All. e Prop. L. Giraldi A Cura del Servizio Stampa. G. Marani

CLUB AMATORI CANI DEI PIRENEI C/O CARDINI LAZZERI - VIA LUNGOMONTE 3 56011 CALCI Tel. 050-936017 Fax. 050-936017

Recensione IL MANUALE MERCK Per la salute del cane e del gatto Raffaello Cortina Editore - Springer In Italia il numero degli animali da compagnia ha superato la popolazione residente. Questo significa che i pets sono ormai diventati a pieno titolo membri della famiglia e che i proprietari dedicano sempre più attenzione al loro benessere. Il Manuale Merck per la salute del cane e del gatto, frutto del lavoro di numerosi esperti veterinari, offre agli amanti dei nostri piccoli amici un’informazione approfondita, aggiornata e comprensibile sulla salute dei loro animali e uno strumento indispensabile per comunicare con il veterinario nella maniera più efficace. Il lettore troverà informazioni su tutte le patologie dei cani e dei gatti, dai disturbi della digestione agli avvelenamenti, dalle infezioni parassitarie più frequenti a quelle trasmissibili all’uomo.

75

INC club set11.indd 75

24/08/2011 17:49:50


INC allevatori set11 pennello.indd 83

24/08/2011 16:26:08


INC allevatori set11 pennello.indd 84

24/08/2011 16:26:08

INC Settembre 2011  

Rivista ufficiale ENCI "I Nostri Cani" - settembre 2011