Page 1

aprile 2009

ALL'INTERNO

Ordinanza On. Martini, Ridgeback, Terranova, Prove in Spagna Spediz. in abb. post. 45% - Art. 2 Comma 20/B - legge 662/96 - Fil. Bologna - Tax percue (Tassa riscossa) - CMP2 Roserio - MI - N. 4 aprile 2009

Copertina 4-2009.indd 1

26/03/2009 16.49.14


Copertina 4-2009.indd 2

26/03/2009 16.49.27


sommario

sommario

i nostri

Cani

11 4

Anno 54 55 num. num. dicembre aprile 2009 2008

Ordinanza Martini

6

La gestione responsabile Claudia Cavicchi

Vincitori Trofei ENCI 2008 Siate leader del vostro cane Loretta Forti Un Bracco italiano conquista il Crufts Renata Fossati

12 17

22

Il derby a Ribot Gianbattista Quaresmini Flay e i beccaccini Lidio Riva

10

Intelligente! Ecco il Rhodesian Giovanna Bacchini Carr

14 19 23

Intervista a Francesco Balducci Rodolfo Grassi Agility applaudita a Milano Sandra Deidda

Spagna: Amor brinda con la Coppa del Re Stravincono gli italiani Marco Ragatzu

33

Allevare un Terranova Oriana Iorio

38

Shetland Alfredo Gili

42

I magnifici cento al “Malamute day” Giuseppe Biagiotti CHI E DOVE

46

7

Francesca Martini: no ai randagi Renata Fossati

Franco Mosterts in guanti bianchi Guglielmo Mozzoni

25

Dogo, ritorno a casa Massimo Inzoli Biella e i suoi mille Errecie Ravenna, cinofilia Felix R. A. L’uomo dei segugi è tornato Mario Quadri

I successi

8

4

I campioni

49

34

41

Il giro del mondo su sei zampe Gianluca Ratta

44

Trofeo Zilio, cominciata l’avventura Maurizio Meneguzzo I club

55

26 28

43 45

Gli Allevatori

58

SCRIVERE SU I NOSTRI CANI LA COLLABORAZIONE È APERTA A TUTTI E LIMITATA AD ARGOMENTI IN SINTONIA COL PERIODICO. PER L’INVIO DI TESTI E FOTOGRAFIE PRENDERE ACCORDI CON LA REDAZIONE. TEL. 02/70020358 - E MAIL redazione@enci.it 3

1-INC articoli apr09.indd 3

30/03/2009 9.58.23


Ordinanza cani pericolosi - Francesca Martini Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI Visto il Regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320; Visto l’articolo 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833; Visto l’articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112; Visto l’articolo 10 della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, approvata a Strasburgo il 13 novembre 1987, firmata anche dall’Italia; Vista la legge 14 agosto 1991, n. 281, concernente “Legge quadro in materia di animali d’affezione e prevenzione del randagismo”; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 28 febbraio 2003, concernente “Recepimento dell’accordo tra il Ministro della salute, le regioni e le province autonome di Trento e del 6 febbraio 2003, recante disposizioni in materia di benessere degli animali da compagnia e pet-therapy”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 4 marzo 2003; Visti gli articoli 650 e 727 del codice penale; Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 14 gennaio 2008, concernente “Tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 23 del 28 gennaio 2008; Ritenuto di dover sostituire detta Ordinanza eliminando l’allegato A in quanto non solo non ha ridotto gli episodi di aggressione ma, come confermato dalla letteratura scientifica di Medicina Veterinaria, non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività di un cane sulla base dell’appartenenza ad una razza o ai suoi incroci; Ritenuta la necessità e l’urgenza di mantenere, in attesa dell’emanazione di una disciplina normativa organica in materia, disposizioni cautelari a tutela dell’ incolumità pubblica; Vista la sentenza della III sezione penale della Corte di Cassazione n. 15061 del 13 aprile 2007, con la quale la Suprema Corte ha ritenuto che l’uso del collare di tipo elettrico, quale “congegno che causa al cane una inutile e sadica sofferenza”, rientra nella previsione di cui all’ articolo 727 del codice penale che vieta il maltrattamento degli animali ora art. 544 ter; Visto il decreto ministeriale 23 maggio

2008 recante “Delega delle attribuzioni del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, per taluni atti di competenza dell’Amministrazione al Sottose­gretario di Stato On.le Francesca Martini”, registrato alla Corte dei Conti il 10 giugno 2008, registro n. 4, foglio n. 27.

ORDINA: Art. 1. 1. Il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali e cose provocati dall’animale stesso. 2. Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo. 3. Ai fini della prevenzione dei danni o lesioni a persone, animali o cose il proprietario e il detentore di un cane devono adottare le seguenti misure: a. utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt. 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dai comuni; b. portare con sé una museruola, rigida o morbida, da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti; c. affidare il cane a persone in grado di gestirlo correttamente; d. acquisire un cane assumendo informazioni sulle sue caratteristiche fisiche ed etologiche nonché sulle norme in vigore; e. assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive. 4. Vengono istituiti percorsi formativi per i proprietari di cani con rilascio di specifica attestazione denominata patentino. Detti percorsi sono organizzati da parte dei Comuni congiuntamente con le Aziende Sanitarie Locali, in collaborazione con gli Ordini professionali dei Medici Veterinari, le Facoltà di Medicina Veterinaria, le Associazioni Veterinarie e le Associazioni di protezione degli animali. 5. Detti percorsi formativi sono da considerarsi obbligatori per i proprietari di cani impegnativi. I Comuni in collaborazione con i Servizi Veterinari, sulla base dell’Anagrafe canina regionale, decidono

nell’ambito del loro compito di tutela dell’incolumità pubblica quali proprietari di cani chiamare ad assolvere a tale obbligo. 6. Le spese riguardanti i percorsi formativi sono a carico del proprietario del cane. 7. Il Medico Veterinario libero professionista informa i proprietari di cani in merito alla disponibilità dei percorsi formativi e, nell’interesse della salute pubblica, segnala ai Servizi Veterinari la presenza di cani impegnativi tra i suoi assistiti. 8. Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con proprio decreto, emanato entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza, stabilisce i criteri e le linee guida per la programmazione dei corsi di cui al comma 4. Art. 2. 1. Sono vietati: a) l’addestramento di cani che ne esalti l’aggressività; b) qualsiasi operazione di selezione o di incrocio di cani con lo scopo di svilupparne l’aggressività; c) la sottoposizione di cani a doping, così come definito all’articolo 1, commi 2 e 3, della legge 14 dicembre 2000, n. 376; d) gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia di un cane o non finalizzati a scopi curativi, con particolare riferimento a: 1) recisione delle corde vocali; 2) taglio delle orecchie; 3) taglio della coda, fatta eccezione per i cani appartenenti alle razze canine riconosciute alla F.C.I. con caudotomia prevista dallo standard, sino all’emanazione di una legge di divieto generale specifica in materia. Il taglio della coda, ove consentito, deve essere eseguito e certificato da un medico veterinario, entro la prima settimana di vita dell’animale; e) la vendita e la commercializzazione di cani sottoposti agli interventi chirurgici di cui alla lettera d). 2. Gli interventi chirurgici su corde vocali, orecchie e coda sono consentiti esclusivamente con finalità curative e con modalità conservative certificate da un medico veterinario. Il certificato veterinario segue l’animale e deve essere presentato ogniqualvolta richiesto dalle autorità competenti. 3. Gli interventi chirurgici effettuati in violazione al presente articolo sono da consi-

4

1-INC articoli apr09.indd 4

30/03/2009 9.58.23


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

derarsi maltrattamento animale ai sensi dell’articolo 544 ter del codice penale. 4. È fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano raccoglierne le feci e avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle stesse. Art. 3 1. Fatto salvo quanto stabilito dagli articoli 86 e 87 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954 n. 320 “Regolamento di Polizia Veterinaria”, a seguito di morsicatura od aggressione i Servizi Veterinari sono tenuti ad attivare un percorso mirato all’accertamento delle condizioni psicofisiche dell’animale e della corretta gestione da parte del proprietario. 2. I Servizi Veterinari, nel caso di rilevazione di rischio potenziale elevato, in base alla gravità delle eventuali lesioni provocate a persone, animali o cose, stabiliscono le misure di prevenzione e la necessità di un intervento terapeutico comportamentale da parte di medici veterinari esperti in comportamento animale. 3. I Servizi Veterinari devono tenere un registro aggiornato dei cani identificati ai sensi del comma 2. 4. I proprietari dei cani inseriti nel registro di cui al comma 3 provvedono a stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi causati

Domenico Attimonelli

dal proprio cane e devono applicare sempre sia il guinzaglio che la museruola al cane quando si trova in aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico. Art. 4 1. È vietato possedere o detenere cani registrati ai sensi dell’articolo 3, comma 3: a) ai delinquenti abituali o per tendenza; b) a chi è sottoposto a misure di prevenzione personale o a misura di sicurezza personale; c) a chiunque abbia riportato condanna, anche non definitiva, per delitto non colposo contro la persona o contro il patrimonio, punibile con la reclusione superiore a due anni; d) a chiunque abbia riportato condanna, anche non definitiva o decreto penale di condanna, per i reati di cui agli articoli 727, 544-ter, 544-quater, 544-quinques del codice penale e, per quelli previsti dall’art. 2 della legge 20 luglio 2004, n. 189; e) ai minori di 18 anni, agli interdetti ed agli inabili per infermità di mente. Art. 5 1. La presente ordinanza non si applica ai cani in dotazione alle Forze Armate, di Polizia, di Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco.

4

2. Le disposizioni di cui all’articolo 1, comma 3, lettere a) b) e all’articolo 2, comma 4 non si applicano ai cani addestrati a sostegno delle persone diversamente abili. 3. Le disposizioni di cui all’articolo 1, comma 3, lettere a) e b) non si applicano ai cani a guardia e a conduzione delle greggi e ad altre tipologie di cani comunque individuate con proprio atto dalle Regioni e dai Comuni. Art. 6 1. Le violazioni delle disposizioni della presente ordinanza sono sanzionate dalle competenti Autorità secondo le disposizioni in vigore. Art 7 1. La presente ordinanza, inviata alla Corte dei conti per la registrazione, entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed ha efficacia per 24 mesi a decorrere dalla predetta pubblicazione. © Copyright Animal Service 2009 - All Rights Reserved - A.Service - P.IVA 07630330152 Privacy Copyright Contact Link verso di noi Mappa dei contenuti Termini d’uso Faq Aggiungi questo sito ai preferiti Pubblicità.

COMUNICAZIONE ENCI

QUEI GIUDICI NON ERANO FALSI La Corte di Cassazione ha recentemente scritto la parola fine ad una incresciosa vicenda originata da una denuncia sporta alla Procura della Repubblica di Perugia dal geometra Donato Reggiani e dal signor Massimo Nicolelli Fulgenzi. Nella de­ nuncia si sosteneva che numerosi giudici cinofili fossero stati nominati senza il possesso dei requisiti richiesti dai regola­ menti dell’ epoca. Il Giudice delle indagini preliminari di Perugia aveva archi­ viato la denuncia su conforme richiesta del Pubblico Ministero. Ora la Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso per cassa­ zione proposto dai denuncianti contro il decreto di archivia­ zione ed ha condannato Reggiani e Nicolelli al pagamento di un’ammenda di 1.000 euro ciascuno in favore della Cassa delle Ammende. D.A.

5

1-INC articoli apr09.indd 5

30/03/2009 9.58.23


Operativa l’ordinanza sui cani pericolosi e contro le aggressioni

La gestione responsabile L’impegno degli operatori del settore per raggiungere obiettivi condivisi

Abolizione delle “liste nere” per i cani pericolosi e responsabilità penale per il proprietario del cane per eventuali lesioni a cose o persone. Sono questi, in estrema sintesi, gli elementi principali che caratterizzano l’ordinanza concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani presentata dal Sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, e da poco entrata in vigore. Oltre a stabilire la responsabilità civile e penale del proprietario, o di chi “a qualsiasi titolo accetti di detenere un cane non di sua proprietà”, il documento stabilisce anche una serie di regole da mettere in atto per prevenire danni o lesioni a persone, animali o cose: in primo luogo l’obbligo di utilizzare sempre un guinzaglio di lunghezza non superiore a 1,5 metri nelle aree urbane ed in luoghi aperti al pubblico, fatte salve aree appositamente individuate dai comuni. È inoltre previsto l’obbligo di dotarsi di museruola da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali, ed è infine compito del proprietario assicurare che il cane abbia un comportamento adeguato alle specifiche esigenze di convivenza con persone e animali rispetto al contesto in cui vive. L’ordinanza istituisce inoltre percorsi formativi, da considerarsi obbligatori per i proprietari di cani impegnativi, con il rilascio di specifica attestazione denominata patentino. Il documento stabilisce che tali corsi, le cui spese sono a carico del proprietario del cane, siano organizzati da parte dei Comuni congiuntamente con le Aziende Sanitarie Locali, in collaborazione con gli Ordini professionali dei Medici Veterinari, le Facoltà di Medicina Veterinaria, le Associazioni Veterinarie e le Associazioni

di Protezione degli animali. Al Medico Veterinario spetterà anche il compito di segnalare ai Servizi Veterinari la presenza di cani impegnati tra i suoi pazienti. In base a tali segnalazioni i Servizi Veterinari saranno tenuti ad attivare un registro aggiornato dei cani pericolosi e, in base alle condizioni psicofisiche cane, stabiliranno le misure di prevenzione e la necessità di un intervento terapeutico. Saranno invece i Comuni, ancora in collaborazione con i Servizi Veterinari e sulla base dell’Anagrafe canina a decidere quali proprietari di cani chiamare ad assolvere tale obbligo. Per i proprietari dei cani inseriti nel registro vi sarà anche l’obbligo di stipula di una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi causati dal cane. L’ordinanza stabilisce inoltre l’obbligo di raccolta delle feci e istituisce il divieto di addestramento di cani che ne esalti l’aggressività, ogni operazione di selezione o di incrocio destinato a sviluppare aggressività, la sottoposizione di cani a doping, ogni intervento chirurgico destinato a modificare la morfologia di un cane non a scopo puramente curativo. Diverse le reazioni suscitate dal documento. Pareri positivi unanimi sono stati espressi dalle diverse organizzazioni operanti nel settore in merito alla svolta civica e di buona convivenza sociale introdotta da alcuni elementi dell’ordinanza quali la responsabilità del proprietario del cane, l’obbligo di raccolta delle deiezioni. Scomparsa la lista Appare interessante e positiva l’abolizione delle ormai famigerate “black list”, che troppo facilmente si sarebbero potute avvicinare a forme di “razzismo” nei confronti di alcuni cani.

Un argomento oggetto di discussione tra proprietari, appassionati e addetti ai lavori è poi quello dei corsi per l’assegnazione del patentino: se è vero che, in base a quanto sostenuto alla presentazione dell’ordinanza le norme applicative saranno pubblicate nel giro di qualche settimana, e che quindi sarà necessario attendere queste per poter esprimere giudizi, l’impressione è che sull’argomento vi sia una certa confusione. A questi corsi dovranno prendere parte solo i proprietari di cani difficili? Avrà valore retroattivo? Sarà obbligatorio anche per gli eventuali parenti che occasionalmente si occupano di accudire il cane? Si tratta di elementi di grande importanza sui quali appare evidentemente urgente un chiarimento in grado di mettere gli interessati nella condizione di poter rispettare la legge. La strada imboccata è quella giusta. Mettere i proprietari di cani di fronte ai propri doveri e alle responsabilità che questo comporta è un primo importante passo verso una pacifica e civile convivenza tra i nostri amici a 4 zampe e la società. Ora la sfida è quella di coinvolgere in questo progetto tutti coloro che da sempre sono impegnati in maniera ufficiale in questo settore per evitare di lasciare spazio a confusione e fraintendimenti che potrebbero impedire la corretta applicazione della normativa. Presto ci saranno ulteriori contatti per una collaborazione e l’ENCI proporrà piena disponibilità per la gestione del patentino. Nel suo ultimo Consiglio Direttivo, l’ENCI ha approvato il CAE (controllo affidabilità equilibrio) il famoso e più conosciuto test per il cane buon cittadino. Claudia Cavicchi

6

1-INC articoli apr09.indd 6

30/03/2009 11.43.36


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Concreti e tempestivi interventi dopo le recenti aggressioni

Francesca Martini: no ai randagi “I rifugi lager devono sparire. Occorre tutela e prevenzione. Coinvolgere le strutture pubbliche, i veterinari e gli esperti”

Nuovo tavolo sul benessere animale lunedì 16 marzo nella sede della Lega Nord, in via Bellerio a Milano, il sottosegre­ tario al Welfare Francesca Mar­ tini arriva puntuale, accompa­ gnata dai suoi più stretti colla­ boratori e dai responsabili del­ l’Ufficio Centrale di Veteri­naria di Roma. Ad attenderla, nume­ rose associazioni provenienti da tutta Italia. Gli argomenti sul tavolo sono spinosi. Gli epi­ sodi degli ultimi giorni hanno colpito l’opinione pubblica. Le cronache hanno tolto il velo al fenomeno di branchi di cani randagi che vagano in cerca di cibo e aggrediscono le persone al sud. “Regioni e Comuni colpevoli di non aver controllato il fenomeno. Dal 2001 a oggi in base alle legge per la lotta al randagismo sono stati stanziati 30 milioni di euro. Le pubbliche amministrazioni non li hanno utilizzati, le domande sono rimaste inevase nei nostri uffici perché prive di documentazione”. È inarre­ stabile l’onorevole Francesca Martini. I pochi dati ufficiali parlano di circa 150 mila cani ospiti nei rifugi e di oltre 400 mila vaganti. “Bisogna colpire duramente chi li abbandona. Applicare le pene previste dal codice penale”, continua. “Situazioni del genere non sono degne di un Paese civile. Il randagismo non dovrebbe esistere. È il prodotto dell’incapacità degli amministratori e dell’irresponsabilità dei proprietari. I rifugi lager dove i cani vengono ammassati, devono sparire. Basta con il business delle rette”. Come darle torto? Del resto, siamo sempre il Paese che ha il triste record degli abbandoni: 150 mila ogni anno. Si parla anche della nuova ordinanza. “Scienza e coscienza”, dice il viceministro, “sono i principi fondamentali. Sono necessari nuovi percorsi etologici e scientifici. Abbiamo bisogno di buona amministrazione, tutela e prevenzione. Ci stiamo muovendo con la collaborazione dei veterinari sia pubblici che liberi professionisti. Le precedenti ordinanze non hanno ridotto le aggressioni e le liste di prescrizione non hanno alcun fondamento scientifico. Questa ordinanza è innovativa poiché basata su obiettivi concreti come la formazione, la prevenzione e l’assunzione di responsabilità civili e penali da parte di proprietari di cani problematici o impegnativi”. Come verrà sviluppata la collaborazione con i veterinari e le asso­

ciazioni? “Con la messa in rete di tutti i riferimenti necessari a contattare i nostri collaboratori. Non solo veterinari che lavorano e collaborano con le ASL ma anche liberi professionisti che saranno chiamati a segnalare i cani problematici o morsicatori che verranno poi inseriti negli appositi registri. Anche i sindaci saranno direttamente coinvolti poiché sono loro i diretti responsabili della tutela e del benessere degli animali presenti sul loro territorio. Quindi, anagrafe canina aggiornata ed obbligo di microchip”. E a proposito del patentino che Lei ha inserito nell’Ordinanza? “È una novità assoluta. Mai nessuno in precedenza aveva strutturato questo percorso che tratterà di rapporto uomo-animale e benessere animale. I proprietari di cani morsicatori avranno l’obbligo di frequentare percorsi di formazione, gestiti da esperti veterinari o dalle associazioni incaricate. Obbligo anche di assicurazione per i cani impegnativi”. Si è fatta un’idea di come è stata accolta questa Ordinanza? “Le farò un esempio. Pochi giorni fa ero ospite della trasmissione di Rai Due, Insieme sul Due, condotta da Milo Infante e con me c’erano altri ospiti, attori, cantanti… è stato lanciato un sondaggio ai telespettatori che dovevano esprimere un parere sui contenuti dell’Ordinanza. A fine trasmissione, la raccolta dei dati ha annunciato che l’84% dei votanti era favorevole… sono molto soddisfatta”. Il Martini pensiero continua sul tema del randagismo snoccio­ lando situazioni diffuse. “La sterilizzazione, potrebbe essere una soluzione utile e radicale. Condivido il modello americano. Se non c’è la necessità di riproduzione legata alle razze. Sono per una politica drastica, severa e sorretta da evidenze scientifiche. Il cane non soffre se perde la fertilità. Chi sostiene il contrario, alimenta una leggenda metropolitana”. Il ragionamento non fa una piega. Del resto, le immagini di questi giorni ci raccontano di cuccioli che frugano nella spazzatura, che vengono aggrediti, investiti, maltrattati. Piccole vite senza futuro. Impegnarsi affinché questo scempio abbia fine sarebbe sicura­ mente degno di un Paese civile. L’On. Francesca Martini con Tommy

Renata Fossati

7

1-INC articoli apr09.indd 7

30/03/2009 9.58.24


Vincitori Trofei ENCI 2008 TROFEO CAJELLI RAZZA BRACCO ITALIANO ZWERGSCHNAUZER NERO SCOTTISH TERRIER

NOME DEL CANE AXEL DEL MONTE ALAGO BUSTERKEATON-N DI MONTE GENTILE BLUEBERRY SCOZIA’S WYS-TABASCO

PROPRIETARIO BITTEAHRENS & TRIPOLI SALVATORE ALESSANDRA FRANCO REGGIANI STUFLER MARIA CAROLINA

posto 1° 2° 3°

TROFEO CAJELLI RAZZE ITALIANE RAZZA BRACCO ITALIANO CANE DA PASTORE MAREMMANO ABRUZZESE CANE DA PASTORE BERGAMASCO MALTESE

NOME DEL CANE AXEL DEL MONTE ALAGO CASSIO DI LUCUS ANGITIAE SLANYA DEL PIERVEZ CINECITTA’ BOVARAUL

PROPRIETARIO posto BITTEAHRENS & TRIPOLI SALVATORE 1° VASANELLA FRANCESCO 2° ALLEVAMENTO DEL PIERVEZ DI VEZZOLI PIERANGELO 3° ALLEVAMENTO CINECITTA’ DI PROSPERI FRANCO 3°

TROFEO ALLEVAMENTO ESPOSIZIONI RAZZA Cane da Pastore scozzese a pelo lungo Cane da Pastore Australiano Bovaro del Bernese Terranova Jack Russel Terrier Irish Soft Coated Wheaten Terrier Bassotto Tedesco a pelo duro Bassotto Tedesco a pelo duro Alaskan Malamute Shiba Rhodesian Ridgeback Dalmata Setter Inglese Spinone Italiano Cocker Spaniel Inglese Labrador Retriever Cavalier King Charles Spaniels Chihuahua Piccolo Levriero Whippet

GRUPPO 1° gruppo 1° gruppo 2° gruppo 2° gruppo 3° gruppo 3° gruppo 4° gruppo 4° gruppo 5° gruppo 5° gruppo 6° gruppo 6° gruppo 7° gruppo 7° gruppo 8° gruppo 8° gruppo 9° gruppo 9° gruppo 10° gruppo 10° gruppo

ALLEVAMENTO posto Allevamento di Cambiano di Garabelli Maria Teresa 1° Allevamento del Whymper delle G.Jorasses di Lovati Gabriella Ebe Paola 2° Allevamento del Sacro Fiume di Fasso Domenico 1° Allevamento Thickish Newfoundland di Polloni Oreste 2° Allevamento Lantaka di Corazza Galleri Giovanna 1° Allevamento Iulius di Audisio Di Somma Giulio 2° Allevamento del Wanhelsing di Friggione Francesca 1° Allevamento Della Val Vezzeno di Palladini Antonio 2° Allevamento Del Biagio di Biagiotti Giuseppe 1° Allevamento Del Biagio di Biagiotti Giuseppe 2° Allevamento Harmakhis Wisdom di Venturelli Sara 1° Allevamento delle Crose di Pessina Bonino Renata 2° Allevamento Della Bassana di Lui Stefano e Remo 1° Allevamento Dell’Adige di Poli Maria Grazia 2° Allevamento Francini’s di Francini Angela 1° Allevamento Friend dei Due Mari di Galiano Franco 2° Allevamento Dei Comte D’Eau di Condò Pietro Paolo 1° Allevamento Di Rio Galeria di Tartaro Paolo 2° Allevamento Dei Raggi di Luna di Anconetti Sergio 1° Allevamento Rivarco di Turrini Gaetano 2°

TROFEO ALLEVAMENTO PROVE RAZZA Bassotto Tedesco a pelo duro Bassotto Tedesco a pelo duro Segugio Italiano a pelo forte Bracco Italiano Epagneul Breton Epagneul Breton Setter Inglese Setter Inglese Springer Spaniel Inglese Cocker Spaniel Inglese

GRUPPO 4° gruppo 4° gruppo 5° gruppo 6° gruppo 7° gruppo 7° gruppo 8° gruppo 8° gruppo 9° gruppo 9° gruppo

ALLEVAMENTO Allevamento Della Val Vezzeno di Palladini Antonio Allevamento Del Molpo di Parodi Stefania Allevamento Di Pompiano di Zanardi Pietro Allevamento Di Cascina Croce di Gritti Renato Allevamento Della Notte di S.Lorenzo di Dinelli Massimo Allevamento di San Mamiliano di Moretti Tullio Allevamento Del Zagnis di Zagni Libero Allevamento Pianigiani’s di Pianigiani Stefano Allevamento Della Banda Alata di Cupini Andrea Allevamento Del Re Di Danari di Dalla Vecchia Danila

TROFEO LA REGINA DEL BOSCO

posto 1° 2° 1° 1° 1° 2° 1° 2° 1° 2°

TROFEO SALADINI PILASTRI

RAZZA Pointer Inglese

NOME SOG. MANON

PROPRIETARIO Grammatico Leonardo

CONDUTTORE Grammatico Leonardo

RAZZA Epagneul Breton

NOME SOG. SIMBA

PROPRIETARIO Nitto Francesco

CONDUTTORE Nitto Francesco

Al Vincitore del Trofeo: RAZZA NOME SOG. Setter Inglese RAS Al miglior soggetto di sesso RAZZA NOME SOG. Setter Inglese MARA

PROPRIETARIO Pensa Domenico femminile: PROPRIETARIO Rizzi Giuseppe

8

1-INC articoli apr09.indd 8

30/03/2009 9.58.24


1-INC articoli apr09.indd 9

30/03/2009 9.58.26


L’importanza del carattere e dell’educazione

Intelligente! Ecco il Rhodesian

Bello, forte e muscoloso: dev’essere addestrato senza snaturarne le caratteristiche

Originario delle terre dell’ Africa meridionale, dove gli estremi sono la regola, il Rhodesian Ridgeback è l’immagine della moderazione e dell’equilibrio sia fisico che mentale. Morfologicamente non deve colpirci per alcuna caratteristica particolare esagerata, ma semmai per l’equilibrio e la simmetria delle sue forme che si fondono creando

un’immagine semplice, ma che appaga l’occhio: “un cane dal bell’aspetto, forte muscoloso, agile e vivace, a forme simme­ triche, capace di grande resistenza e di buona velocità”, sono le poche ma chiare parole dello standard sull’aspetto gene­ rale. L’equilibrio deve essere anche mentale. Nella revisione dello standard FCI del 1996 è stato aggiunto un capitoletto sul compor­

tamento e temperamento “di carattere di­ gnitoso ed intelligente, riservato con gli estranei, senza però dare segni di aggressi­ vità né di timidezza”. Cosa significa? Bisogna scavare un po’ nella storia per sa­ pere i perchè. IL RR è frutto di innumerevoli incroci tra varie razze da lavoro europee che accom­ pagnarono i primi coloni olandesi in Sud Africa ed il cane degli Ottentotti, dal quale ha ereditato solo la cresta sul dorso (per fortuna perchè dalle poche raffigurazioni che abbiamo il KhoiKhoi non era proprio quello che si definisce un adone); verso la fine dell’’800 attirò l’interesse di esperti ci­ nofili inglesi che dopo averne raffinato gli istinti, soprattutto quelli del cacciatore, e stabilito i caratteri morfologici, redissero uno standard (sulle basi dello standard del dalmata), riconosciuto nel 1924 dalla South African Kennel Union (oggi Kennel Union of Southern Africa). I soggetti scelti per redigere lo standard furono selezionati per le loro eccezionali qualità di cacciatori e di guardiani fidati, doti che in quel periodo ed in quel conti­ nente erano fondamentali. Quindi cacciatore e guardiano: cacciatore in coppia o piccoli gruppi con forte inizia­ tiva individuale, quindi non la tradizionale muta numerosa; dipendente, ma inven­ tivo; agile, ma possente; coraggioso, ma prudente. Tutte caratteristiche necessarie per sopravvivere nel bush africano e sulla quali è stata basata la prima originale sele­ zione. Compagno fidato e buon guardiano: tanto sicuro di sé e della sua forza fisica da sem­ brare quasi arrogante; devoto al padrone, ma riservato con gli estranei. Caratteristiche necessarie per proteggere le carovane e le fattorie dei coloni, il loro bestiame, le loro famiglie. La sua lealtà con il padrone è tale da farlo

10

1-INC articoli apr09.indd 10

30/03/2009 9.58.27


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

L’IMPORTANZA DELLE CRESTA STANDARD:

“La particolarità di questa razza è la cresta sul dorso, formata da pelo che cresce nella direzione opposta al resto del mantello. La cresta è considerata l’emblema della razza: deve essere ben delineata, affusolata e simmetrica, deve iniziare immediatamente dietro le spalle e continuare fino al punto di prominenza delle anche e contenere due sole corone identiche ed opposte l’una all’altra, la parte caudale del box (o corone) non deve estendersi oltre un terzo della lunghezza totale della cresta; una buona larghezza media della cresta è di 5 cm (2 pollici).” Perchè? Le caratteristiche non funzionali, come può essere considerata la cresta nel RR, hanno quasi sempre un loro perchè; nel caso nostro leggendo i vecchi testi sulla razza è chiaro che la cresta, come abbiamo detto ereditata dal cane Khoi, è stata mantenuta nella selezione originale in quanto si accompagnava spesso a qualità funzionali eccellezionalli. Lo standard redatto nel 1924 non menzionava nemmeno le corone, la cui descrizione è stata introdotta nella prima revisione dello stesso, nel 1948. Comunque la cresta, seppur caratteristica non funzionale, rappresenta l’emblema della razza e da essa è inseparabile; pertanto in allevamento, se si vuole seguire la strada selettiva per il costante miglioramento delle caratteristiche richieste dalla linea guida cioè dallo standard di razza, la correttezza del disegno della cresta assume carattere di forte discriminazione nella valutazione dei soggetti nati; di conseguenza così deve esere anche nelle esposizioni di bellezza, che sono conferma della migliore selezione effettuata. Già nell’ormai lontanto 1957, Major T.C. Hawley nel suo “ Il Rhodesian Ridgeback, origine, storia e standard” (considerato la prima Bibbia della razza) con la sua affermazione “l’esperienza ha provato che si possono avere i migliori Ridgebacks con creste perfette” ci dice quanto cammino avesse già fatto le selezione in quei trent’anni dalla pubblicazione dello standard. Ed aggiungeva: “Ai giudici tocca la medesima responsabilità degli Allevatori. La loro interpretazione dello standard stabilisce il tipo verso il quale gli allevatori si indirizzeranno”.

sembrare disinteressato al contatto con chi non conosce, senza tuttavia mai mostrarsi intimorito. Nonostante la fama raggiunta grazie alla sua abilità alla caccia al leone (caccia, non lotta), nell’animo di questa razza è profon­ damente radicata la straordinaria versati­ lità naturale, frutto delle sue origini scom­ poste e di una selezione che ha voluta­ mente mantenuto tutte queste caratteri­ stiche necessarie per sopravvivere nel suo ambiente originario. E’ questa versatilità che rende il RR un compagno di vita e di lavoro ideale non solo nelle sue originarie fattorie, ma oggi anche in condizioni di vita ben differenti. E’ senza dubbio un cane impegnativo sia per la taglia (costringerlo ad una vita ur­ bana non giova al corretto sviluppo del suo fisico atletico), che per il temperamento forte e dominante, che richiede un pro­ prietario molto disponibile, comprensivo, ma determinato. Il giovane RR, come i giovani di ogni razza e specie, va seguito e bene educato. Un giovane cane maleducato è fastidioso tanto quanto un bimbo maleducato; un cane adulto maleducato è pericoloso quanto un a persona adulta maleducata. Inoltre un RR adulto ha una prestanza fisica che ri­ chiede una buona gestione e per questo deve imparare almeno le regole più ele­

mentari e comuni della convivenza in una società moderna. Un giovane non seguito, lasciato molto da solo, sarà un adulto dif­ ficile da gestire. Fin da cucciolo è bene stimolarne la reatti­ vità, con il gioco e la socializzazione. Poi la mano dev’essere ferma, ma gentile e molto, molto paziente. È inutile aspettarsi le reazioni tipiche dei cani da pastore né tantomeno cercarne la sottomissione. La risposta arriva con un insegnamento posi­ tivo e coinvolgente. Molti RR hanno avuto successo in addestramento avanzato, ma parlando con molti addestratori, tutti con­ cordano che ogni RR alla fine produce una propria “interpretazione personale” dell’at­ tività che gli si fà svolgere. In altre parole il nostro RR non è un solda­ tino: non è nato per obbedire, è caparbio e testardo, ma intelligente, quindi sta a noi plasmarne le sue potenzialità di apprendi­ mento senza snaturarne l’animo. Non chiediamogli quello che per sua natura non può fare. E’ importante insegnarli che si può imparare e di conseguenza che la­ vorare con noi (e non per noi) è bello, inte­ ressante, anche perché alla fine c’è sempre qualcosa di succulento che arriva.......... Il RR si annoia facilmente e perde interesse nel lavoro : la ricompensa è una buona molla, ma deve essere sempre guada­ gnata.; il contatto visivo è importantis­

simo, come lo è il tono della voce, mentre non si otterrà nulla con metodi coercitivi. L’ostacolo più grande sta proprio nelllo stimolare l’interesse all’addestramento, quindi le lezioni brevi, senza ripetizioni lunghe e tediose, ma soprattutto con un metodo positivo, coinvolgente e dinamico, tanto da creare quasi un senso di compli­ cità. Il vecchio adagio “è importante crescere un fisico sano, ma altrettanto importante crescere una mente sana” è oggi più valido che mai; il RR è un cane da lavoro, che può svolgere molte attività. Oggi in Italia si sta diffondendo più come compagno di fami­ glia che per le sue altre grandi capacità, ma soltanto il divano non fa un cane fe­ lice......... nè tantomeno bravo. Attraverso un allenamento educativo di base si potrà comprenderne meglio la mentalità e di conseguenza instaurare un rapporto molto più completo e costruttivo. Lo chiamo alle­ namento e non addestramento. Certamente si può affermare che le pra­ tiche in cui eccelle sono quelle discipline che si basano sull’istinto del cacciatore come la ricerca in superfice, le piste ed anche, grazie alla sua buona velocità, il coursing, disciplina nella quale anche in Italia recentemente alcuni soggetti hanno conseguito il brevetto. Giovanna Bacchini Carr

11

1-INC articoli apr09.indd 11

30/03/2009 9.58.27


Alcuni principi nella difficile arte di educare

Siate leader del vostro cane L’esperienza di un allevatore-istruttore per evitare complessi ed esaltare le doti Quando ho cominciato ad intraprendere la professione di educatore cinofilo, alle­ vavo samoiedo già da lungo tempo. Si è aperto così un nuovo mondo che mi ha permesso di comprendere meglio gli animali con le loro esigenze e necessità, non solo fisiche ma anche e soprattutto cognitive ed emozionali. Per prima cosa, quando si decide di “adottare” un cane, ritengo, come alleva­ tore e istruttore cinofilo, che la scelta debba essere fatta, non tanto seguendo le mode del momento o futili canoni estetici, bensì basata sulle caratteristiche della razza (taglia, vivacità, bisogno di compagnia, reattività). Questo perché è importante avere al no­ stro fianco un cane che si concilia con il nostro tipo di vita, con la casa in cui abi­ tiamo, con i problemi che quotidiana­ mente potremmo dover affrontare con lui, ed evitare, in questo modo, di trovaci a non essere in grado di gestire il proprio amico a quattro zampe. Ecco perché le odierne scuole di educa­ zione e gli stessi allevamenti, hanno spesso, al loro interno, figure specifiche che posso aiutare proprio a capire le vo­ stre esigenze e abitudini e consigliarvi il cane migliore per voi. Questi professionisti, generalmente, sono a conoscenza anche dei concetti base dell’educazione, oltre che delle no­ zioni di branco e leadership. Il cane infatti è un animale sociale e

come tale vive in un branco, rappresen­ tato all’inizio dai fratelli e dalla mamma e in seguito dalle nostre famiglie. Occorre, quindi, che si inserisca senza traumi e con soddisfazione all’interno del nuovo branco-famiglia. Ha bisogno infatti di trovare il proprio ruolo, abituarsi ai nostri molteplici com­ portamenti e abitudini, ai rumori che lo circondano: purtroppo molto spesso i neo proprietari non considerano che

l’inserimento in un nuovo ambiente è difficile per chiunque. La mia esperienza, prima come alleva­ tore e poi come istruttore, mi ha inse­ gnato che le cose fatte gradualmente e con cognizione di causa portano i mi­ gliori risultati. Sicuramente esistono soggetti che si adattano meglio e più ve­ locemente di altri a certe situazioni, ma, in linea generale, tutti hanno bisogno di essere incanalati a piccoli passi nella giusta direzione. Il primo passo spetta sicuramente all’al­ levatore: è suo compito, infatti quello di lasciare che sia la madre stessa ad inse­ gnare le cose fondamentali alla cuccio­ lata, dalla mamma e dai fratelli appren­ derà i comportamenti naturali e acqui­ sirà sicurezza,(è buona cosa non staccar il cucciolo dalla mamma prima dei 60 giorni), l’allevatore lo deve far crescere in un ambiente equilibrato e sereno, deve socializzare con altri soggetti anche esterni alla cucciolata e con tante per­ sone. Naturalmente, come detto anche sopra, bisogna ricordare che non tutte le razze hanno uguale indole e anche nella stessa razza esistono soggetti con caratteri­ stiche profondamente diverse. E’ stata stilata a questo proposito una classifica dell’intelligenza ubbiditiva delle varie razze (che non coincide con l’intelli­ genza in assoluto). Al primo posto tro­ viamo il Border Collie, seguito da Bar­

12

1-INC articoli apr09.indd 12

30/03/2009 9.58.27


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

bone, Pastore Tedesco, Golden Retriever, Doberman, Shetland, Labrador, Pa­ pillon, Rottweiler, Samoiedo. Come allevatore, quando vendo un cuc­ ciolo, consiglio sempre ai neo proprie­ tari di affidarsi ad un istruttore capace, proprio per essere aiutati ad instaurare da subito una buona e corretta relazione con il nuovo amico, facendogli capire qual è il suo posto all’interno della fami­ glia. Questo perchè anche lui dovrà trovare il suo equilibrio, e dovrà vivere in armonia e con serenità all’interno del nuovo “branco”. L’uomo deve essere il Leader, colui che è il riferimento per tutta la famiglia ed in particolare per il cucciolo: l’uomo le­ ader, infatti, pur controllando la situa­ zione, deve offrirgli amore e riconosci­ mento. Tuttavia, bisogna ricordare di non scaricare sull’animale comporta­ menti umani, e parlo di quelle situazioni particolari come trattarlo come un bam­ bino, che spesso si verificano. Nell’ambito cinofilo, tuttavia esistono vari approcci e metodi di addestra­

BOLOGNA

31 MAGGIO 2009

mento, alcuni dei quali prevedono l’uso della forza e della costrizione. Personalmente, non condivido questi ultimi in quanto non hanno a che fare con la natura del rapporto uomo-cane, che ritengo debba basarsi su criteri posi­ tivi di amore e rispetto dei singoli ruoli. Per questo motivo presso il mio centro cinofilo, come ormai nella maggior parte, il metodo “militare” ha lasciato spazio ad un metodo di educazione “gentile” improntato sul gioco e sulle gratificazioni verbali e culinarie. Come istruttore posso affermare che un atteggiamento positivo e gioioso fa rag­ giungere migliori risultati rispetto ad una educazione rigorosa e “seria”. Questa nuova tecnica di educazione è basata sulla conoscenza dei sistemi di comunicazione dei cani e della loro sen­ sibilità di ascolto nel contesto dei canoni della psicologia canina. Malgrado, come accennato sopra, ci siano classifiche di intelligenza ubbidi­ tiva diverse, tutti i nostri amici a quattro zampe apprendono con questo metodo gentile l’obbedienza: la cosa più impor­

4

tante è saper sfruttare a nostro vantaggio il loro istinto innato. L’addestramento, così concepito, fa ac­ quisire esperienze teoriche e pratiche su come sviluppare e mantenere il con­ trollo ed il dialogo con il vostro cane. Per poter meglio interagire e affinché l’educazione sia efficace, è opportuno che il proprietario abbia una buona co­ noscenza del proprio cane, quindi i suoi punti di forza e di debolezza. Se per esempio il proprietario sa che il suo cane si diverte con il gioco, per fargli capire che è stato bravo la migliore grati­ ficazione non potrà che essere un bel gioco alla fine dell’esercizio, qualunque altro tipo di ricompensa non avrà lo stesso effetto. Con le basi educative corrette, qua­ lunque proprietario potrà avere al pro­ prio fianco un cane che lo potrà accom­ pagnare in qualunque occasione o con il quale potrà intraprendere le più diverse attività cinofile come l’agility, l’obe­ dience, lo sleedog, il freestyle, il flyball. Loretta Forti

II ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA

CAC

Circolo Cinofilo Bolognese SASSO MARCONI - PICCOLO PARADISO

Asnaghi Ferdinando 2° gruppo: terrier nero russo 4° gruppo: bassotti 8° gruppo: golden retriever 9° gruppo: maltese, barboni, lhasa apso Balducci Francesco 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, smoushound olandese, zwergpinscher, brhoholmer, bullmastiff, cimarron uruguayo, dogo canario, dogue de bordeaux, fila brasileiro, mastiff, perro dogo mallorquin, shar pei, tosa, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore dell’asia centrale, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, hovawart, landseer, leonberger, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, rafeiro do alentejo, tibetan mastiff, tornjak, bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue Colombo Manfroni Giuseppe 7° gruppo: cani da ferma (escluso bracco italiano, weimaraner, epagneul breton, setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco) Dondi Gabriele 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo 9° gruppo: boston terrier, carlino, griffone belga, griffone di bruxelles, shih tzu, chihuahua, king charles spaniel, pechinese, epagneul nano continentale papillon, epagneul nano continentale papillon da 1,5 a 2,5 kg, epagneul nano continentale papillon da 2,5 a 4,5 kg 10° gruppo: saluki, irish wolfhound Furiosi Vandoni Jolanda 2° gruppo: riesenschnauzer, schnauzer medio, zwergschnauzer, mastino napoletano, terranova 8° gruppo: labrador retriever, cocker americano, cocker spaniel inglese, springer spaniel inglese Giorgio Danilo 2° gruppo: dobermann, boxer, cane corso, dogo argentino, rottweiler, cane di san bernardo Mari Nanzio 7° gruppo: bracco italiano, weimaraner, epagneul breton, setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco Pagani Sonia 3° gruppo: terrier (escluso yorkshire terrier) 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, piccolo cane leone, kromforhlander, bouledogue francese, piccolo brabantino, chinese crested dog, tibetan spaniel, tibetan terrier, cavalier king charles spaniel, chin, epagneul nano continentale phalene, epagneul nano continentale

phalene da 1,5 a 2,5 kg, epagneul nano continentale phalene da 2,5 a 4,5 kg, russian toy Poggesi Arnetoli Manola 1° gruppo: bearded collie, bobtail, border collie, cane da pastore belga, cane da pastore di brie, cane da pastore scozzese a pelo lungo, pastore tedesco 2° gruppo: alano, bulldog 3° gruppo: yorkshire terrier 8° gruppo: chesapeake bay retriever, curly-coated retriever, flat coated retriever, nova scotia duck tolling retriever, clumber spaniel, field spaniel, koolkerhondje, spaniel tedesco, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, cao de agua, irish water spaniel, lagotto romagnolo, perro de agua espanol, spaniel olandese 10° gruppo: levrieri (escluso saluki, irish wolfhound) Rivolta Silvio 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) (escluso bearded collie, bobtail, border collie, cane da pastore belga, cane da pastore di brie, cane da pastore scozzese a pelo lungo, pastore tedesco) 2° gruppo: cane da montagna dei pirenei, cane da pastore di ciarplanina, cane da pastore di karst, cao fila de sao miguel Raggruppamenti 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri 3 - Terrier Balducci Francesco 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua 7 - Cani da compagnia 8 - Levrieri Coppie Gruppi di Allevamento Best in Show

Rivolta Silvio Balducci Francesco Poggesi Arnetoli Manola Poggesi Arnetoli Manola Colombo Manfroni Giuseppe Pagani Sonia Dondi Gabriele Asnaghi Ferdinando Colombo Manfroni Giuseppe Balducci Francesco

Iscrizioni: 1° chiusura 11 maggio 2009 - 2° chiusura 21 maggio 2009 (con maggiorazione) Le iscrizioni dovranno essere inviate a KALLISTE’ CASA EDITRICE Via Tommaso Ferreri 73/G - 10070 Barbania (TO) tel. 011/9242660 Fax 011/9243916 E-mail: info@miglioredirazzareport.it

1-INC articoli apr09.indd 13

13

30/03/2009 9.58.28


Selezione, prove e terreni: parla il Presidente SIS Francesco Balducci

“Perché l’Europa ci invidia”

Il primato del Setter e l’eccellenza degli Affissi italiani. Il difficile compito di reperire e conservare terreni idonei alla grande cerca. I progressi delle razze italiane da ferma Il tempo scandisce le parole che diventano pagine d’un diario cominciato da lontano. Raccontano la cinofilia di ieri e dicono quella del futuro delineando costruendo nei progetti un ponte fra passato e domani. “Perché- dice Francesco Balducci, presi­ dente SIS, vicepresidente ENCI e giudice internazionale- ogni esperienza positiva va utilizzata per dare continuità e significato alla nostra opera”. Fuori il sole d’un anticipo di primavera spiove sulle robinie di viale Corsica, i vetri respingono i rumori e la prima domanda spezza il silenzio nel sa­ lone del Consiglio ENCI con quadri dai volti di pietra. La SIS, Società italiana setters, è prima fra le associazioni con oltre 17.000 cuccioli…… iscritti nell’anno 2007. E pensare che nel 1952 i pointer, ad esempio, erano 1115 ed i setter inglesi 981. Perché? L’interrogativo par ovvio perché ci si abitua ai primati tanto da considerarli, per chi ci convive, una realtà ed è l’ingiustizia verso quanti operano per conservarli, renderli ancor più evidenti. “Stabilirne i motivi non è facile - dice Francesco Balducci. Il merito, ed in questo concordiamo tutti, va al setter che per qua­ lità venatorie e bellezza continua a conqui­ stare la simpatia e l’ammirazione non solo dei cacciatori. Va da se che unendo queste due prerogative non si poteva non avere una razza che dopo aver raggiunto il pri­ mato continuasse a mantenerlo”. Quindi il setter razza egemonica? “Ma no. Ma no”. Il sorriso si attenua un at­ timo. “Non ci sono egemonie da indossare come un vestito della festa: esistono prero­

Francesco Balducci

gative semmai da potenziare, rendere più evidenti, e questo significa il miglioramento della razza”. Quindi il setter potrebbe diventare ancor più bello. “Più bello e più bravo. È importante guar­ dare avanti in cinofilia e mi pare che l’alle­ vamento italiano, tutto l’allevamento e non solo quindi la parte rivolta ai setter, lo stia facendo in maniera egregia. I risultati sui ring e nel lavoro lo stanno a dimostrare così come lo confermano l’invidia dell’Europa per i risultati che raggiungiamo e l’eccel­ lenza degli affissi italiani. Esistono profes­ sionisti validi ma alle loro spalle c’è una schiera di appassionati che ogni giorno di­ mostrano le loro capacità fatte di tecnica ed amore per la razza. Ecco, direi proprio che il successo del setter stia in queste poche pa­ role”. Tutti guardano ai giovani... ma cosa si dovrebbe fare per allargare i loro orizzonti ad una cinofilia partecipata e non solo nell’agonismo? Sorride Francesco Balducci con quel­ l’espressione quieta propria di chi parla a voce bassa. Riflette … Da fuori giungono ru­ mori flebili: il fascino del luogo te li fa tra­ duce in fruscii di seta. Immagini trasportino le parole di tanti grandi, da Ulisse Bosisio a Giuseppe Solaro, Giulio Colombo, Enrico Oddo, Giovanni Radice, Alighiero Ammannati Marco Valcarenghi e tanti altri così noti da esser ricordati solo per co­ gnome, come se nessun altro potesse esser loro omonimo, da Griziotti a Ridella Battaglia e Ciceri, Faja e via via in una li­ tania di nomi che fanno parte della storia o

14

1-INC articoli apr09.indd 14

30/03/2009 9.58.28


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

della galleria dei ricordi di ciascuno. “C’è una realtà a cui occorre prestare particolare attenzione. Nelle prove di caccia pratica c’è un numero consistente di dilettanti, destinato ad aumentare sempre più, che dimostrano passione, competenza, voglia di progredire. Molti raggiungono anche risul­ tati notevoli e costituiscono la base di cinofili autentici capaci di percorrere la dura via della selezione. Non si dimentichi infatti che proprio il miglioramento di razza non avviene mai ad opera di un’elite ma con il concorso ed il contributo di tanti. Anche questo è uno dei segreti del successo del setter: il numero ha fatto da base alla selezione e questa, insieme ai risultati raggiunti in prove ed esposizioni, ha spinto la razza. La selezione ha bisogno di campi di prove. E stanno alla cinofilia come i laboratori ai ricercatori quindi… “È vero. È vero...” Si interrompe un attimo. Il silenzio, nel grande salone si veste d’un rumore più sottile d’un desiderio di cristallo. Colpa dei ritratti alla parete, merito dei grandi nomi che conti­ nuano ad alitare il loro ricordo e par si affollino alle trasparenze della tua mente per suggerirti epoche lontane che il tempo ha ingoiato lasciando la feroce crudeltà del ricordo o, nell’aria, lo strascico di corni da caccia il cui rumore si perde nel vento. “Facevo riferimento (la voce giunge a riannodare il filo) a prove di caccia a starne e grande cerca. Per la caccia a starne qualche prova riusciamo ancora a farla in Italia . La selezione per questi tipi di prove viene purtroppo realizzata all’estero. Dico purtroppo - e lo sottolineo - perché la lontananza impedisce ai dilettanti di partecipare alle manifestazioni, rendersi conto di una realtà cino­ fila importante, consolidarli nelle loro convinzioni, spronarli, anche, a continuare confrontando le loro conoscenze con quelle di conduttori professionisti od esperti. Credo che la cinofilia, pro­ prio come tutte le altre scienze, sia fatta di tecnica di confronto, di scambio di idee e di opinioni, di ricerca e di verifica. Giulio Colombo parlava del puro folle, Giacomo Griziotti sempre in vi­ vace contrasto tecnico con lui approvava l’espressione in un con­ fronto di idee a cui tanti partecipavano e tutti ne traevano bene­ ficio. Ed era un’epoca in cui la comunicazione percorreva i primi passi. Credo, sono convinto, che la cinofilia si sviluppa con la co­ noscenza. Ecco perché quando vado a qualche prova e vedo che vi sono molti spettatori sono indotto all’ottimismo”. A che punto è oggi la cinofilia agonistica e in che modo si riferisce alla caccia?

4

“Siamo ad una svolta ottimale. C’è grande partecipazione ed un elevato livello di qualità dei partecipanti. Mi riferisco a setter ma non posso certamente prescindere dai pointer che stanno ricon­ quistando posizioni perdute e alcuni sono comprimari in caccia pratica dove un tempo erano pressoché assenti. I continentali ri­ conquistano terreno e mi riferisco non solo ai Kurzhaar ma anche agli epagneul breton . I bracchi italiani e gli spinoni, pur non es­ sendo razze da grandi numeri dimostrano tutta la loro qualità e sono in netta ripresa rispetto ad un passato prossimo. Attenzione però a non eccedere nella velocità, quella che Giulio Colombo chiamava “maledizione”, privilegiandola a scapito del rendi­ mento”. Guardiamo avanti: crisi della caccia, pochi terreni, quali le prospettive di crescita? “Anzitutto sono convinto che la selezione, cioè il miglioramento delle razze, sia già un fatto importante. Esiste poi un incremento numerico legato a molti fattori ed infine è necessario, e ne sono convinto, una maggior partecipazione. Discutere, dibattere i pro­ blemi, scambiarsi opinioni ed esperienze significa fare ricerca da cui non si può prescindere per il miglioramento delle razze. Non dimentichiamo infatti che la cinofilia più autentica ha come labo­ ratorio i terreni di prove e la verifica in quelli di caccia. Per un futuro prossimo stiamo elaborando un regolamento per un cam­ pionato a beccacce delle nostre delegazioni. Consentirà di avvici­ nare una categoria di cacciatori che è oggi in percentuale note­ vole”. Rodolfo Grassi

15

1-INC articoli apr09.indd 15

30/03/2009 9.58.28


1-INC articoli apr09.indd 16

30/03/2009 9.58.29


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Oltre 23000 cani all’Expo inglese; il “Bolognese” di Olivieri primo in open

Un Bracco italiano conquista il Crufts

Axel del Monte Alago migliore di razza

Numeri da record nell’edizione 2009 del Crufts di Birmingham, UK, svoltosi al polo fie­ ristico The Nec dal 5 all’8 marzo. Circa 23.000 cani hanno sfilato sul tap­ peto rosso con ele­ ganza, stile e buona educazione. Nessun la­ trare o abbaiare iste­ rico, nessuna traccia di escrementi, nessuna discussione sul ring. Si vince e si perde con sa­ voir faire , perché l’im­ portante è partecipare, è poter dire io c’ero col mio cane all’Esposi­ zione più importante della cinofilia mon­ diale. Preceduta da una spi­ nosa inchiesta con­ Axel del Monte Alago dotta dalla BBC sulla selezione e benessere animale che ha tirato in ballo alcune razze la cui salute è messa a repentaglio dallo stesso particolare e innaturale aspetto morfolo­ gico, aggravate anche da malattie genetiche, il Kennel Club è corso ai ripari ingaggiando una campagna di sensibilizzazione rivolta ai Giudici in favore della revisione degli standard delle razze interessate che mette in primo piano la salute ed il benes­ sere animale. Il 4 febbraio è stato organizzato un seminario sugli interventi fu­ turi in merito alla salvaguardia dei cani con pedigree. Ronnie Irving, Charmain del Kennel Club ha indirizzato 83 Giudici allo Stoneleigh Education Centre per discutere sui recenti cambiamenti di alcuni standard di razza e per evidenziare le re­ sponsabilità dei Giudici in merito alla selezione e benessere dei cani. Inrving ha dichiarato che il futuro dei cani con pedigree è nelle mani dei Giudici e sarà loro dovere trovare il giusto bilancia­ mento tra il tipo e la salute delle razze interessate, tenendo bene in conto che la salute viene prima di tutto. Le quattro giornate del Crufts sono state farcite da innumerevoli attività come Grooming, Handling, Agility, Freestyle, Obedience, Flyball ed altro ancora con sezioni dedicate a bambini e ragazzi. E con attività sociali come la Pet Therapy, i Cani per disabili motori, per persone non vedenti o non udenti.

Cani addestrati alla ricerca di neoplasie o per rilevare crisi diabe­ tiche. Interessante e spettacolare la sezione Discover Dogs,con oltre 200 stand dedicati alle razze nei quali era possibile vedere i cani interessati ed attingere informazioni riguardanti la storia, la diffu­ sione, le caratteristiche e le cure. Circa 500 gli stand con vendita di qualsiasi oggetto riguardante i cani di carta, stoffa, pelle, ceramica, vetro, bronzo, ferro, terra cotta, plastica, legno, gomma ecc. ecc. Libri, stampe e ceramiche a far da padrone nello shopping frenetico durato quattro giorni ad opera di gente venuta da tutto il mondo, perché solo al Crutfs tutto ciò è possibile. I ring sono stati ben distribuiti, grandi, ordinati e funzionali. Il personale addetto, efficiente e rigoroso. Gli espositori, puntuali, educati e disponibili. Nessuna calca intorno al ring ma sedie dove potersi accomodare, magari a turno, lasciando la possibilità a tutti di godersi lo spettacolo. Il BIS è andato al SEALYHAM TERRIER CH EFBE’S HIDALGO AT GOODSPICE di M & S GOOD & MIDDLEBROOKS. La Riserva al Barbone Standard bianco CH AFTERGLOW THE BIG TEASE di J. LYNN. Strepitoso successo dell’allevamento italiano con l’ormai mitico Bracco italiano AXEL DEL MONTE ALAGO di S & B TRIPOLI & AHREN, che ha conquistato il Best of breed and Best of dog del Gundog Group. Inoltre, il Bolognese RANIERO di Monica Olivieri ha conquistato il 1° Ecc. in Open class e 2° miglior maschio al Crufts Riserve. Le razze più rappresentate sono state: Bassotti, tutte le varietà 706; Labrador 565; Golden 541; Whippet 417; Border Collie 415; Cocker Spaniel 397; Cavalier King C.S. 377; Stafforshire Bull T. 371; Shetland 338; Bearded 319; Rottweiler 309. Renata Fossati

ELEMENTI DI PSICOLOGIA CANINA aspetti cognitivi, relazionali ed emotivi

Relatore dott.ssa Renata Fossati 13-14 giugno 2009 Darfo Boario Terme (BS) Info e iscrizioni stage: fossatirenata@fossatirenata.it Cell. 3471141865 - Tel. e fax 0364532877

17

1-INC articoli apr09.indd 17

30/03/2009 9.58.30


1-INC articoli apr09.indd 18

30/03/2009 9.58.31


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Un nuovo successo dei 150 binomi

Agility applaudita a Milano

Numeroso pubblico si è accalcato attorno alle transenne per ammirare i concorrenti dietro le quinte di molti addetti, senza i quali lo spettacolo non sarebbe possibile. A Milano è stato fondamentale anche il sup­ porto dello sponsor, Royal Canin, che ha fornito tutto il materiale necessario alla realizzazione della competizione. La Finale del Campionato Italiano Assoluto di Agility ha pro­ mosso Campioni nelle tre categorie Omar Babini con Niky (Border Collie), Franco Bottacini con Slicey Unique Satisfaction (Barbone) e Orietta De Palo con Sissy-B (Barbone). Milano è stata designata dal Cav. Bruno Piccinelli, Selezionatore della Nazionale di Agility Italiana, anche come prima prova di selezione per la Nazionale Italiana 2009 che parteciperà al Campionato del Mondo di Dorbirn (Austria) a fine settembre. Sandra Deidda Anche quest’anno l’Esposizione Interna­zionale di Milano ha ospitato la tradizionale Gara Internazionale di Agility che ha visto la partecipazione di circa 150 binomi nei due giorni dedicati alle competizioni. Nonostante le basse temperature e la neve che erano protagoniste della città nel primo fine settimana dopo le Festività Natalizie, il pubblico di Milano ha assistito numeroso da bordo campo alle performance dei cani in gara nelle tre categorie applaudendo ogni passaggio: l’Agility rimane infatti una delle discipline cinofile che più di altre riesce a donare spettacolo, a trasmettere entu­ siasmo a chi la guarda, anche se si tratta di semplici appassionati. La vivace docilità, la volontà di collaborare con il proprio condut­ tore, il divertimento con il quale ogni cane entra in campo gara sono espressioni positive del rapporto uomo-cane che nell’agility sono sempre facilmente visibili anche ad occhi non esperti. Sono questi gli ingredienti che fanno dell’Agility una disciplina amata dal pubblico che ogni anno , specialmente in occasione della quermesse milanese a Gennaio, si presenta numeroso a fare il tifo per i “cani atleti”. Un’occasione per gli addetti ai lavori per far conoscere questo lato della cinofilia, per far capire al grande pub­ blico che un cane obbediente, sereno, educato si può anche di­ vertire molto insieme al suo conduttore. L’organizzazione della Gara di Milano è stata anche la dimostra­ zione della possibilità di riuscita, a livello organizzativo, di un in­ sieme di persone unite dalla passione per questa disciplina pro­ venienti da vari Club italiani (DOG ENERGY LENO- LITTLE CASTLE - CANIS MAYOR - X CENTER SCHOOL - FUNNY DOGWOLFLAND - HAPPY HOURS-ORMA DEL LUPO- DUCA) che, in veste di volontari, si sono dati da fare in segreteria, a bordo campo e in ogni settore connesso, per far si che tutto funzionasse a do­ vere. Una gara di Agility, per la necessità di locations particolari e di scenari specializzati, ha infatti sempre bisogno del lavoro

CASTELNOVO VICENTINO (VI) 07 GIUGNO 2009 28° ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA CAC 1° CHIUSURA 18 MAGGIO 2009 2° CHIUSURA 28 MAGGIO 2009 (con maggiorazione 30%) per informazioni consultare i siti www.circolocinofilo.it www.canitalia.it

19

1-INC articoli apr09.indd 19

30/03/2009 9.58.31


ARGENTA (FE)

21 GIUGNO 2009 CAC

FILO (FERRARA) PARCO DELLE FESTE

XVIII ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA DI ARGENTA Circolo Cinofilo Ferrarese

Per raggiungere la manifestazione: dalla A14, uscita Imola, direzione Conselice > Lavezzola > Filo. Dalla A13, uscita Ferrara Sud, direzione Ravenna > S.S. 16; 5 km dopo Argenta proseguire per Filo.

Capra Ernesto 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue 7° gruppo: bracco d’ariege, bracco d’auvergne, bracco del bourbonnais, bracco di burgos, bracco francese tipo gascogne, bracco portoghese, bracco saint germain, bracco slovacco a pelo duro, cane da ferma tedesco a pelo ruvido, gammel dansk honsenhund, pudel pointer, cane da ferma tedesco a pelo lungo, epagneul blue de picardie, epagneul de pont au de mer, epagneul francais, epagneul olandese di drent, epagneul picard, grande muesterlander, piccolo muesterlander, stabyhound, cane da ferma boemo a pelo ruvido Dondi Gabriele 2° gruppo: boxer, bulldog, bullmastiff, dogo argentino, dogue de bordeaux, leonberger, mastino dei pirenei, mastino spagnolo 9° gruppo: boston terrier, carlino, griffone belga, griffone di bruxelles, shih tzu, chihuahua, king charles spaniel, chin, pechinese, epagneul nano continentale Dondina Paolo 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, dobermann, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, riesenschnauzer, schnauzer medio, smoushound olandese, terrier nero russo, zwergpinscher, zwergschnauzer, alano, brhoholmer, cimarron uruguayo, dogo canario, rottweiler, shar pei, tosa, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, landseer, rafeiro do alentejo, terranova, tornjak, cao fila de sao miguel 3° gruppo: border terrier, deutscher jagdterrier, irish glen of imaal terrier, irish terrier, kerry blue terrier, lakeland terrier, terrier brazileiro, australian terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, jack russell terrier, norwich terrier, sealyham terrier, skye terrier, terrier boemo, terrier giapponese, australian silky terrier, english toy terrier black and tan 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo (escluso cane da orso della carelia, volpino italiano, akita, chow-chow, shiba, basenji, cirneco dell’etna) Fulgenzi Gianni 4° gruppo: bassotti 7° gruppo: bracco francese tipo pirenei, bracco italiano, bracco ungherese a pelo corto, bracco ungherese a pelo duro, cane da ferma tedesco a pelo corto, cane da ferma tedesco a pelo duro, weimaraner, epagneul breton, griffone a pelo duro (korthals), spinone italiano, pointer inglese, setter gordon, setter inglese, setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco Gabrielli Mondo M.Teresa 8° gruppo: cani da riporto cani da cerca cani da acqua 10° gruppo: levrieri (escluso barzoi, azawakh)

Imbimbo Nicola 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) 2° gruppo: cane corso, mastino napoletano La Rocca Fabrizio 2° gruppo: fila brasileiro, mastiff, perro dogo mallorquin, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore dell’asia centrale, cane da pastore di ciarplanina, cane di san bernardo, hovawart, tibetan mastiff, bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero 3° gruppo: airedale terrier, bedlington terrier, fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, irish soft-coated wheaten terrier, manchester terrier, parson russell terrier, welsh terrier, norfolk terrier, scottish terrier, west highland white terrier, american staffordshire terrier, bull terrier inglese, staffordshire bull terrier 5° gruppo: cirneco dell’etna 10° gruppo: barzoi, azawakh Nataletti Valerio 3° gruppo: yorkshire terrier 5° gruppo: cane da orso della carelia, volpino italiano, akita, chow-chow, shiba, basenji 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, kromforhlander, bouledogue francese, barboni, piccolo brabantino, chinese crested dog, lhasa apso, tibetan spaniel, tibetan terrier, cavalier king charles spaniel, russian toy Raggruppamenti 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) Capra Ernesto 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri Imbimbo Nicola 3 - Terrier Gabrielli Mondo M.Teresa 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue Capra Ernesto 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo Imbimbo Nicola 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua Capra Ernesto 7 - Cani da compagnia Nataletti Valerio 8 - Levrieri Gabrielli Mondo M.Teresa Coppie Capra Ernesto Gruppi di Allevamento Imbimbo Nicola Best in Show Dondina Paolo

ISCRIZIONI: 1ª Chiusura 1 giugno - 2ª Chiusura 11 giugno (con maggiorazione) Le iscrizioni e il relativo pagamento a nome del proprietario, dovranno essere inviate esclusivamente a: KALLISTÈ CASA EDITRICE – VIA T. FERRERI 73/G – 10070 BARBANIA (TO); Tel. 011 9242660 – fax 011 9243916 – info@miglioredirazzareport.it - kallistecasaeditrice@virgilio.it. Per informazioni: Gruppo Cinofilo Ferrarese tel. 0532 909543 – 335 6746106; fax 0532 909543 CAUSALE OBBLIGATORIA PER I PAGAMENTI - ISCRIZIONE 18a MOSTRA CANINA ARGENTA Bonifico Bancario - Beneficiario: Gruppo Cinofilo Ferrarese - IBAN: IT 67 M 02008 13030 000002611991 - Causale: Iscrizione 18a mostra canina Argenta 20 Postale - c/c postale no 10047447 oppure vaglia postale - Beneficiario: Gruppo Cinofilo Ferrarese Via Fratelli Aventi 35 44100 Ferrara - Causale: Iscrizione 18a mostra canina Bollettino Argenta - Carte di Credito - Iscrizioni on line - iscrizioni e pagamenti on line sul sito www.miglioredirazzareport.it

1-INC articoli apr09.indd 20

30/03/2009 11.37.27


1-INC articoli apr09.indd 21

30/03/2009 9.58.33


Nella suggestiva Lonato, terra dei leoni

Il derby a Ribot Primo eccellente fra i giovani, seguito da Emi

per il compito assegnato: ancora una volta si è dimostrato come la selezione deve es­ sere svolta su terreni impegnativi per con­ formazione – in quest’ottica dislivelli ed ostacoli sono lo strumento per mettere in mostra l’abilità del setter di studiare il ter­ reno, di “interrogarlo” trovando le oppor­ tune soluzioni. Chi di noi, del resto, non va fiero del proprio cane quando affronta e supera le difficoltà, quando esplora recessi di terreno scovandovi la selvaggina? Vincitore dei giovani, primo Eccellente, Ribot, condotto da Draghi, segnalato per ottimo impegno e mentalità, dalla cerca molto estesa: si è guadagnato con grande autorità un buon punto in ottima espres­ sione, corretto al frullo e allo sparo. Secondo Eccellente Emi del Sig. Zamboni, presta­ zione nel rispetto della nota, una guidata spontanea e fluida ed un punto su coppia risolto correttamente. Segnalato per qualità naturali anche Bobo, con­ duttore Mar­chetti, un punto in buona espressione e grande im­ pegno e decisione. Anche la Speciale Setter caccia a starne dello stesso giorno è stata prodiga di soddisfazioni: una par­ tecipazione copiosa ben oltre le previsioni, tanto da imporre di chiudere anzitempo le iscrizioni, una grande partecipazione anche in termini di spettatori sui campi di prova, una pregevole professiona­ lità anche da parte dei concorrenti. Tra i numerosi classificati delle varie batterie si è imposto Demme, proprietario e conduttore Sig. Bergaglio, riuscito a meritarsi l’unico C.A.C. della giornata per l’ottima prestazione mostrata, frutto di un’eccellente miscela di genealogia e di qualità individuale. Il giorno successivo, nella Libera inglesi caccia a starne, altrettanto nutrita la classifica finale, con due prestazioni da ricordare, meritati eccellenti C.A.C. guadagnati da Pianigiani’s Colt, proprietario Sig. Pro­speri e condut­ tore Sig. Pianigiani, e Joblak proprietario e conduttore Sig. Leandri. Gianbattista Quaresmini

Nel basso Garda bresciano c’è una striscia la genetica. di territorio a forma di mezzaluna, “lu­ Del resto il bilancio della giornata di prova natus” per l’appunto,lo stemma un leone del 14 Febbraio è stato positivo, con una rampante d’argento sotto tre gigli rove­ grande soddisfazione di tutti i presenti. A sciati, il nome d’oggi Lonato. La fascia di giudicare i 30 iscritti, due valenti giudici, colline che si alza appena a sud del lago di Guglielmo Zanetti e Guglielmo Cuccarollo, Garda assume una sua specifica connota­ ai quali è spettato il compito di identificare zione, distinguendosi per caratteristiche e il talento ancora immaturo, non ancora valori dagli altri paesaggi della Lombardia: le deposizioni dei ghiacciai pleistocenici hanno co­ struito con pazienza un paesaggio agrario dove oggi si coltivano la vite e gli olivi, quello delle colline mo­ reniche. Un paesaggio sinuoso che declina dolcemente verso l’acqua mite del lago. L’Uomo da sempre vive in questo meraviglioso territorio: dalla prei­ storia via via attraverso i secoli che conducono alla modernità. Una terra da sempre fertile e strategica, oggetto di conquista e crocevia di celebri attori della nostra storia: terra di Roma, poi ribelle roccaforte ghibellina, isola di vita monastica, ed ancora vanto della Serenissima per lunghi secoli, e così Lonato Viscontea, Cisalpina e poi austriaca, fino all’indipendenza italiana. Per le sue vie sono passati personaggi illustri quali Cangrande della Scala, Francesco Balducci Gian Galeazzo Vi­sconti, Carlo V, con i vincitori Napoleone ed il successore Napo­ leone III con Vittorio Emanuele II. Lo scorso Febbraio nella campagna di perfettamente addestrato ma già promet­ Lonato si è potuta scorgere anche una tente. Pregevoli e lodati da tutti i terreni, compagnia numerosa, pacifica, bonaria e suggestivi per l’impatto visivo cromatico, rumorosa , strana centuria nella campagna pur provati dalle bizzarrie metereologiche bresciana: la nostra Società Italiana Setter degli ultimi mesi, si sono dimostrati ottimi ha organizzato in questo territorio il Derby nazionale per giovani setter al limite dei 30 CLASSIFICA mesi, per il secondo anno consecutivo dei suoi quattro di giovane vita. Un appunta­ Giudici: Guglielmo CUCCAROLLO, Guglielmo ZANETTI mento di grandissimo rilievo per la vita I° ECC PALLIANENSI’S RIBOT St Ing Proprietario Drago Conduttore Drago della Società, poiché occasione per scor­ II° ECC EMI St Ing Proprietario Zamboni Conduttore Zamboni gere le qualità di giovani soggetti, cam­ C.Q.N. BOBO St Ing Proprietario Barzaghi Conduttore Marchetti pioni del domani, nel loro istinto vena­ RIBOT Conduttore Drago torio, quando ancora l’effetto del dres­ Parte deciso con buon impegno e ottima mentalità. Galoppo composto anche se eretto con cerca saggio è debole. Un’iniziativa, questa, che molto estesa. Deve 5’. Completa con grande autorità assicurandosi un buon punto per espressiodeve essere guardata con lo spirito che ha ne. Corretto al frullo di coppia. generato pochi mesi fa anche il Progetto EMI Conduttore Zamboni Femmine: per portare a compimento il Prestazione nel rispetto della nota, sostenuta da un galoppo composto ma eretto. Si assicura un primo fine della Società, ossia difesa e pro­ punto su coppia che risolve correttamente dopo guidata spontanea e fluida. BOBO Conduttore Marchetti mozione della salute del setter, l’atten­ Parte con grande impegno e decisione. Galoppo un po’ eretto ma composto, si assicura un punto zione deve andare alle nuove leve nella in buona espressione ed al frullo. Insegue a fondo. loro spontaneità, per cercare di migliorare

22

1-INC articoli apr09.indd 22

30/03/2009 9.58.34


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Viaggio nella storia: un famoso architetto-cacciatore ricorda il grande cinofilo

FRANCO MOSTERTS IN GUANTI BIANCHI

Selezionatore di pregevoli setter “made in England” fu tra l’altro proprietario del capostipite Orsone. Per lui l’abito faceva parte del rito della caccia Guglielmo Mozzoni Da anni io sapevo che c’era lui e lui sapeva che c’ero io. Quando diventammo amici si capì come mai c’era qualcosa che ci diceva “tu stai a casa tua e io sto a casa mia”. Quel qualche cosa era niente per i più normali, ma era tutto per due cacciatori veri, che cacciavano in modo diverso l’uno dall’altro. La curiosità è la spina che ci attacca alla conoscenza e un bel giorno, Franco Mosterts si decise ad attaccarla: mi telefonò invitandomi nel suo posto di caccia a Vaprio d’Agogna alle 6 e mezza di mattina. L’orario mi piaceva e ci andai ben volentieri. Arrivai in anticipo e già c’era là in piedi ad aspettarmi un elegantissimo uomo, tutto

vestito di bianco, con stinchiere bianche appena uscite dal bucato e capelli neri brillanti di brillantina che brillava al primo sole. Nonostante la diversità della sua giacca attillata dalla mia, disegnata da me in modo che potesse servirmi come armadio contenente, oltre le cartucce, gli acquarelli, il carniere e anche quanto bastava per me e per i mie cani. Nonostante queste diversità esteriori, subito capimmo di essere dello stesso parere, specialmente

quando arrivò la bellissima moglie del guardiacaccia, offrendoci caffè e biscottini. Il vedersi vestiti così diversamente non giustificava il fatto di non esserci mai decisi, sia da una parte che dall’altra, di incontrarci. Il fatto vero saltò fuori quando Mosterts andò a prendere i suoi cani e io i miei dall’automobile. E’ stato allora che saltò fuori che lui era un cacciatore soprattutto “stanziale” di grande etichetta e che cacciava a carattere spettacolare con purissimi setter “made in England”, mentre io cacciavo con dei bracco pointer fatti in casa soltanto per quella passione inculcata all’uomo dalla natura.

cevette in ferma sull’altra sponda. Franco si fece dare il fucile dal suo cacciatore: dopo qualche istante partì a 30 metri un potente volo di starne, che pareva volessero sfidare lo splendido Monte Rosa conclusivo del bellissimo panorama; Franco, con il suo fucile che pareva fosse la continuazione di se stesso, fece una perfetta doppietta: meraviglioso spettacolo di raffinata ed educativa singolarità, ma spettacolo più che passione. Nonostante questi due differenti modi di cacciare, Franco continuò a invitarmi a

Dei suoi 5 setter, Franco legò al guinzaglio “Orsone” e lo passò, insieme al suo fucile, una doppietta calibro 20, al suo cacciatore; io misi al guinzaglio “Tabacco” e “Tabacchino” e, col fucile in spalla, partimmo certamente chiedendoci ciascuno tra sé e sé come sarebbe andata a finire. Bonariamente capimmo subito che era meglio dividerci, pur tenendoci a vista d’occhio. A un bel momento, quando eravamo abbastanza vicini, ho visto una cosa che non dimenticherò mai: “Orsone”, volando sopra di me su una strada in trincea, ci ri-

Vaprio tutti i martedì dell’anno venatorio, per anni e anni finché lui poté camminare. Invece, invitato da me nei miei posti sulle Prealpi, ci venne solo una volta e dopo 10 minuti legò i suoi setter dicendomi che io ero matto a lasciare andare i miei cani in quei posti così pericolosi. Da una parte l’immagine dell’etichetta dovuta a profonda educazione, dall’altra la praticità dovuta a un originario comandamento della natura. Le due cose, invece di dividerci, ci affratellarono sempre di più in questo misterioso adempimento della natura.

23

1-INC articoli apr09.indd 23

30/03/2009 11.39.14


VERCELLI

20 GIUGNO 2009 CAC

ESPOSIZIONE NAZIONALE

DOPPIA ESPOSIZIONE ENTRAMBE A TORINO

OVAL LINGOTTO Ingresso dal centro commerciale “8 Gallery” Via Nizza 262 Torino (tangenziale Torino sud – uscita consigliata Corso Unità d’Italia seguire le indicazioni per Lingotto e 8 Gallery) ampio parcheggio adiacente all’esposizione GRUPPO CINOFILO TORINESE via Mantova 19 – 10153 Torino tel 011-857639 fax 011-2484401 cell 338-4448133 mail segreteria@gruppocinofilotorinese.it www.gruppocinofilotorinese.it

Adinolfi Franco 2° gruppo: dobermann 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo duro, bassotti tedeschi nano a pelo duro, bassotti tedeschi standard a pelo duro 7° gruppo: epagneul breton, griffone a pelo duro (korthals), spinone italiano, setter inglese 10° gruppo: barzoi, saluki, irish wolfhound, azawakh, greyhound, piccolo levriero italiano Asnaghi Ferdinando 9° gruppo: boston terrier, bouledogue francese, carlino, barboni Balducci Francesco 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, riesenschnauzer, schnauzer medio, smoushound olandese, zwergschnauzer, boxer, brhoholmer, cimarron uruguayo, dogo canario, mastiff, perro dogo mallorquin, shar pei, tosa, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore di ciarplanina, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, cane di san bernardo, hovawart, landseer, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, rafeiro do alentejo, tibetan mastiff, tornjak, cao fila de sao miguel 7° gruppo: cani da ferma (escluso bracco italiano, cane da ferma tedesco a pelo corto, epagneul breton, griffone a pelo duro (korthals), spinone italiano, pointer inglese, setter gordon, setter inglese) Bortolotto Zambelli Paola 2° gruppo: cane da pastore dell’asia centrale, leonberger 9° gruppo: chin, epagneul nano continentale 10° gruppo: deerhound, galgo espanol, levriero polacco, magyar agar, sloughi, whippet Braga Alessandro 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo corto, bassotti tedeschi nano a pelo corto, bassotti tedeschi standard a pelo corto 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue (escluso alpenlaendische dachsbracke, bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund) 8° gruppo: chesapeake bay retriever, curly-coated retriever, field spaniel, koolkerhondje, spaniel tedesco, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, irish water spaniel, lagotto romagnolo, perro de agua espanol, spaniel olandese Buratti Pier Luigi 3° gruppo: fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, kerry blue terrier, lakeland terrier, parson russell terrier, scottish terrier, west highland white terrier, american staffordshire terrier, bull terrier inglese, staffordshire bull terrier, yorkshire terrier 8° gruppo: clumber spaniel, cocker americano, cocker spaniel inglese, springer spaniel inglese, cao de agua Casale Angiolina 8° gruppo: flat coated retriever, nova scotia duck tolling retriever 9° gruppo: lhasa apso, tibetan spaniel, king charles spaniel Casolari Videsott Elena 6° gruppo: alpenlaendische dachsbracke (ms), bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund Colombo Manfroni Giuseppe 8° gruppo: labrador retriever (femmine + bob) Cuccillato Alberto 7° gruppo: cane da ferma tedesco a pelo corto, pointer inglese, setter gordon 9° gruppo: shih tzu, chihuahua Cuthill Isobel (GB) 8° gruppo: golden retriever (maschi) Del Carro Vincenzo 1° gruppo: australian shepherd 2° gruppo: bovaro del bernese Di Chicco Mariano 2° gruppo: bulldog, bullmastiff, cane corso (ms), dogo argentino, dogue de bordeaux, rottweiler Gasco Franco 2° gruppo: terrier nero russo Gatti Franco 3° gruppo: airedale terrier, bedlington terrier, border terrier, deutscher jagdterrier, irish glen of imaal terrier, irish soft-coated wheaten terrier, irish terrier, manchester terrier, terrier brazileiro, welsh terrier, australian terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, norfolk terrier, norwich terrier, sealyham terrier, skye terrier, terrier boemo, terrier giapponese, australian silky terrier, english toy terrier black and tan 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, coton de tulear, piccolo cane leone, kromforhlander, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, tibetan terrier, russian toy Griffa Adriana 2° gruppo: mastino napoletano 9° gruppo: bolognese, maltese 10° gruppo: levriero afgano Guffanti Gianni 8° gruppo: labrador retriever (maschi) Ivaldi Michele 3° gruppo: jack russell terrier 7° gruppo: bracco italiano Jones Alan 1° gruppo: bearded collie, border collie, cane da pastore scozzese shetland, welsh corgie cardigan Marabotto Marco 9° gruppo: cavalier king charles spaniel, pechinese Mosca Tenna Giovanni 2° gruppo: zwergpinscher, fila brasileiro, cane da montagna dei pirenei Pentenero Giovanni 2° gruppo: alano 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo lungo, bassotti tedeschi nano a pelo lungo, bassotti tedeschi standard a pelo lungo 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo (escluso cane da orso della carelia, volpino italiano, akita, cirneco dell’etna) Rivolta Silvio 5° gruppo: cane da orso della carelia, volpino italiano, akita Rodaro Valeria 1° gruppo: cane da pastore scozzese a pelo lungo, pastore tedesco 2° gruppo: terranova Sambucco Giancarlo 2° gruppo: bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero 5° gruppo: cirneco dell’etna Wilberg Leif-Herman (N) 8° gruppo: golden retriever (femmine + bob) Zambelli Vito 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) (escluso australian shepherd, bearded collie, border collie, cane da pastore scozzese a pelo lungo, cane da pastore scozzese shetland, pastore tedesco, welsh corgie cardigan) Raggruppamenti 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) Zambelli Vito 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri Balducci Francesco 3 - Terrier Asnaghi Ferdinando 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue Balducci Francesco 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo Pentenero Giovanni 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua Guffanti Gianni 7 - Cani da compagnia Gatti Franco 8 - Levrieri Bortolotto Zambelli Paola Coppie Casale Angiolina Gruppi di Allevamento Bortolotto Zambelli Paola Best in Show Balducci Francesco

TORINO

21 GIUGNO 2009 CAC/CACIB

76ª ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE 7º TROFEOCAC/CACIOB SOLARO DI OBEDIENCE

Adinolfi Enrico 6° gruppo: bayerischer gebirgsschweisshund (ms), hannoverischer schweisshund (ms) 8° gruppo: golden retriever (maschi) (ms) Balducci Francesco 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, riesenschnauzer, schnauzer medio, smoushound olandese, zwergpinscher, zwergschnauzer, brhoholmer, cimarron uruguayo, dogo canario, dogue de bordeaux, mastiff, perro dogo mallorquin, tosa, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, cane di san bernardo, rafeiro do alentejo, tornjak, cao fila de sao miguel 3° gruppo: bedlington terrier, border terrier (ms), irish glen of imaal terrier, lakeland terrier, terrier brazileiro, australian terrier, jack russell terrier, sealyham terrier, skye terrier, terrier boemo, terrier giapponese, american staffordshire terrier, staffordshire bull terrier, australian silky terrier, english toy terrier black and tan 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue (escluso bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund) 7° gruppo: bracco d’ariege, bracco d’auvergne, bracco del bourbonnais, bracco di burgos, bracco francese tipo pirenei, bracco portoghese, bracco saint germain, bracco slovacco a pelo duro, bracco ungherese a pelo corto, bracco ungherese a pelo duro, epagneul blue de picardie, epagneul de pont au de mer, epagneul francais, epagneul olandese di drent, epagneul picard, stabyhound, cane da ferma boemo a pelo ruvido, griffone a pelo duro (korthals) Bortolotto Zambelli Paola 1° gruppo: bovaro delle fiandre (ms) 2° gruppo: terrier nero russo, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore di ciarplanina, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, tibetan mastiff Braga Alessandro 7° gruppo: bracco francese tipo gascogne, bracco italiano, cane da ferma tedesco a pelo corto (ms), cane da ferma tedesco a pelo duro, cane da ferma tedesco a pelo ruvido, gammel dansk honsenhund, pudel pointer, weimaraner, cane da ferma tedesco a pelo lungo, epagneul breton, grande muesterlander, piccolo muesterlander, spinone italiano, setter gordon, setter inglese (ms), setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco Brixhe Jean (B) 1° gruppo: cane da pastore scozzese a pelo corto, cane da pastore scozzese a pelo lungo 10° gruppo: levrieri (escluso barzoi) Colombo Manfroni Giuseppe 8° gruppo: labrador retriever (maschi) (ms) Cuccillato Alberto 2° gruppo: mastino napoletano 5° gruppo: volpino italiano, cirneco dell’etna 8° gruppo: cani da riporto cani da cerca cani da acqua (escluso golden retriever, labrador retriever, cocker americano, lagotto romagnolo) 9° gruppo: bouledogue francese, carlino Cuthill Isobel (GB) 8° gruppo: golden retriever (femmine + bob) (ms) Dellatorre Giuseppe 7° gruppo: pointer inglese (ms) Furiosi Vandoni Jolanda 2° gruppo: alano, bulldog 8° gruppo: cocker americano, lagotto romagnolo Gatti Franco 3° gruppo: airedale terrier, deutscher jagdterrier, fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, irish soft-coated wheaten terrier, irish terrier, kerry blue terrier, manchester terrier, parson russell terrier, welsh terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, norfolk terrier, norwich terrier, scottish terrier, west highland white terrier, bull terrier inglese, yorkshire terrier 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo (escluso alaskan malamute, samoiedo, siberian husky, cane da orso della carelia, volpino italiano, akita, akita americano, chow-chow, shiba, basenji, cirneco dell’etna) 9° gruppo: barboni Guffanti Gianni 8° gruppo: labrador retriever (femmine + bob) (ms) Kluciniece Vija (LT) 5° gruppo: alaskan malamute, samoiedo, siberian husky, cane da orso della carelia, akita, akita americano, chow-chow, shiba, basenji 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, kromforhlander, boston terrier, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, lhasa apso, shih tzu, tibetan spaniel, tibetan terrier Moller Hansen Birthe (DK) 2° gruppo: bullmastiff, dogo argentino, fila brasileiro, shar pei, landseer, terranova Paffoni Giuseppe 1° gruppo: pastore tedesco (ms) Pentenero Giovanni 2° gruppo: rottweiler (ms), leonberger Poitou Juliette (F) 9° gruppo: chihuahua (ms), cavalier king charles spaniel (ms), king charles spaniel (ms), chin (ms), pechinese (ms), epagneul nano continentale (ms), russian toy (ms) Rivolta Silvio 1° gruppo: australian shepherd, bobtail, cane da lupo saarloos, cane da pastore australiano kelpie, cane da pastore belga, cane da pastore catalano, cane da pastore croato, cane da pastore dei pirenei a faccia rasa, cane da pastore di tatra, cane da pastore mallorquin, cane da pastore olandese, cao da sierra de aires, komondor, kuvasz, mudi, pastore svizzero bianco, puli, pumi, romanian carpathian sheperd dog, romanian moritic sheperd dog, schapendoes, schipperkee, slovensky cuvac, australian cattledog, australian stumpy tail cattle dog, bovaro delle ardenne 10° gruppo: barzoi Sambucco Giancarlo 4° gruppo: bassotti Vandoni Guido 2° gruppo: boxer, cane corso, cane da pastore dell’asia centrale, bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero Wilberg Leif-Herman (N) 1° gruppo: bearded collie, border collie (ms), cane da pastore scozzese shetland, welsh corgi pembroke, welsh corgie cardigan 2° gruppo: hovawart (ms) Zambelli Vito 1° gruppo: cane da lupo cecoslovacco, cane da pastore bergamasco, cane da pastore dei pirenei, cane da pastore della russia meridionale, cane da pastore di beauce, cane da pastore di brie, cane da pastore di picardia, cane da pastore maremmano abruzzese, cane da pastore polacco di vallee Zanieri Barbara 2° gruppo: dobermann Raggruppamenti 1- Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) Sambucco Giancarlo 2- Cani di tipo pinscher e schnauzer- molossoidi e cani bovari svizzeri Vandoni Guido 3- Terrier Balducci Francesco 4- Bassotti Wilberg Leif-Herman (N) 5- Cani tipo spitz e tipo primitivo Gatti Franco 6- Segugi e cani per pista di sangue Guffanti Gianni 7- Cani da ferma Colombo Manfroni Giuseppe 8- Cani da riporto cani da cerca cani da acqua Cuccillato Alberto 9- Cani da compagnia Kluciniece Vija (LT) 10- Levrieri Brixhe Jean (B) Coppie Rivolta Silvio Gruppi di Allevamento Rivolta Silvio Best in Show Wilberg Leif-Herman (N)

ISCRIZIONI: CAC Vercelli 1° chiusura 01.06.09 - 2° chiusura (+ 30%) 10.06.09 - CACIB Torino 1° chiusura 20.05.09 - 2° chiusura (+ 30%) 30.05.09 LE ISCRIZIONI DEVONO ESSERE INVIATE UNICAMENTE A: KALLISTE’ CASA EDITRICE - Via Tommaso Ferreri, 73/G - 10070 Barbania (TO) - Tel. 011/9242660 - Fax 011/9243916 - info@miglioredirazzareport.it - kallistecasaeditrice@virgilio.it I PAGAMENTI POSSONO ESSERE EFFETTUATI: on line unicamente su www.miglioredirazzareport.it Tramite conto corrente postale intestato a: GRUPPO CINOFILO TORINESE n. 27165109 - IBAN IT67 Q076 0101 0000 0002 7165 109 BIC/SWIFT BPPIITRRXXX Tramite conto corrente bancario intestato a: GRUPPO CINOFILO TORINESE - IBAN IT14 S030 6901 0291 0000 0018 179 BIC BCITITMM Le iscrizioni non accompagnate dal relativo importo verranno cestinate senza avviso Sarà possibile effettuare il prelievo dei campioni di DNA a cura del centro VETOGENE USCITA LIBERA DEI CANI AL TERMINE DEI GIUDIZI

1-INC articoli apr09.indd 24

30/03/2009 9.58.35


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Una prova per gli 80 anni del Club

Flay e i beccaccini Le tre batterie giudicate da Zurlini, Geminiani e Riva Erano quindici anni che il Club del Beccaccino non riusciva a svolgere prove primaverili per cani da ferma su beccac­ cini in provincia di Milano in quanto le bizzarrie meteo riuscivano sistematica­ mente a mettere in difficoltà l’organizza­ zione. Quest’anno però – in cui guarda caso ri­ corre l’ottantesimo anniversario di fonda­ zione del Club – si é riusciti ad effettuare domenica 15 febbraio la sospirata prova primaverile con tanto di CACIT in palio. Sono passati tanti anni, ma soprattutto sono cambiati i terreni, una volta costituiti quasi esclusivamente da risaie e marcite che, bagnate tutto l’inverno, erano zone ideali per la sosta dei beccaccini. Le nuove tecniche di gestione del territorio, la dimi­ nuzione degli allevamenti bovini e la con­ seguente diminuzione di prati marcitori, le nuove tecniche di coltivazione dei risi che richiedono l’acqua per brevi periodi e l’au­ mento delle coltivazioni di mais per fo­ raggio hanno stravolto l’habitat ideale dei beccaccini. Ricordo che alle mie prime licenze di caccia (si effettuavano ancora le due aper­ ture, una per la migratoria alla metà di agosto e l’altra ai primi d’ottobre per la stanziale) con il ciclomotore “Motom”, la giovane Gordon nella cassetta agganciata al portapacchi, s’andava nelle campagne tra Melzo e Trucazzano in compagnia dei cacciatori locali. E guai sparare ad una

quaglia ché ci dicevano i vecchi: “rovini il cane perché impara a seguire l’emana­ zione naso a terra e allora addio beccac­ cini”. E nonostante l’avviso, se ti scappava il colpo, per quella stagione niente più com­ pagnia. E rammento poi, chiusa la stagione vena­ toria alla stanziale, vagare nelle campagne tra Groppello Cairoli e Lomello, in cerca di qualche beccaccino superstite nei prati marcitori, il mattino presto ricoperti da un sottilissimo velo di ghiaccio che quando tentavi di attraversare scricchiolava e si frantumava come fosse cristallo sotto gli stivali lasciando vistose impronte sull’erba e... attento a non farti cogliere dai fittavoli perché s’arrecava danno alle marcite. “Bei tempi passati!”. Le zone scelte per le prove primaverili sono state quelle di Gudo Visconti e di San Giuliano Milanese dove concorrenti e giu­ dici sono stati messi a dura prova in quanto negli ultimi giorni un vento freddo prove­ niente da nord-est ha reso quasi imprati­ cabili i risi bagnati, formando croste di ghiaccio e mettendo in difficoltà i concor­ renti. In evidenza solo soggetti beccaccinisti esperti che hanno quantomeno dimo­ strato, seppur con notevoli difficoltà, sa­ gacia nella cerca e grande mestiere. Tre le batterie inglesi giudicate rispettiva­ mente dall’Avv. Franco Zurlini, Ivo Geminiani e Lidio Riva, mentre la batteria

dei continentali, giudicata dall’Avv. Franco Zurlini si è svolta nel pomeriggio. Pochi i beccaccini presenti e solo nella terza batteria riservata agli inglesi la setter inglese Flay di Corbetta é riuscita a raccogliere un difficile punto evidenziando grande espe­ rienza ed eccellente conoscenza del selva­ tico. Nelle altre batterie, nonostante qualche beccaccino presente sui terreni, nessun concorrente ha realizzato una ferma utile anche a causa del vento freddo ed in parte per le lepri che hanno disturbato non poco l’azione dei cani. Ci auguriamo che le prossime prove a ca­ lendario trovino condizioni climatiche e ambientali migliori cosicché gli amanti di queste prove di alta specializzazione pos­ sano raccogliere i frutti della loro pas­ sione. Come sopra accennato, quest’anno ricorre l’ottantesimo anniversario della fonda­ zione del Club del Beccaccino ed il Presidente Dott. Marracci con il Presidente onorario Adelio Ponce de Leon assieme al Consiglio con alla testa l’ine­ sauribile Cesare Bonasegale, i soci e gli appassionati festeggeranno l’avvenimento il giorno 18 aprile con la celebrazione di una Messa in suffragio dei cacciatori bec­ caccinisti defunti che avrà luogo presso la Chiesa di Casoni Borroni, dove si trova la tela con la Madonna del Beccaccino di­ pinta da Annibale Ceruti. Lidio Riva

25

1-INC articoli apr09.indd 25

30/03/2009 9.58.35


SPAGNA

PERNICI DI ANDALUSIA Soltanto due ore e poco più di viaggio, tempo che “vola” letteralmente, e che ci conduce nel sud della Spagna, destinazione Siviglia. Sorrido felice quando l’aereo è oramai quasi al suolo e riesco ad osservare le prime figure umane, vestite con leggeri gilet e camice con maniche rigirate sull’avambraccio. Finalmente, qui la primavera ha avuto ragione sul “vecchio inverno”. Andalusia! E’ la seconda volta che calpesto questo suolo, sempre per lo stesso motivo che da anni mi trasporta nelle meraviglie del nostro Mondo, quelle che raramente vengono ammirate, almeno nella chiave che mi ha aperto le porte dei Paradisi Terrestri di tutta Europa. Lo spettacolo che ci attende è quello delle “Coppe” di primavera per le razze continentali da ferma, quest’anno organizzate nel “caliente” teatro andaluso, ad Osuna che dista soltanto un centinaio di chilometri da Siviglia dove siamo atterrati. Antonio M. Fernandez è il regista dell’evento, che raccoglie Coppa di Spagna, prove libere, prova di Eccellenza, Campionato Europeo Epagneul Breton, Coppa Europa Continentali, e Coppa del Mondo Kurzhaar. Tutto in una decina di giorni di prove. Le inimmaginabili estensioni andaluse, (non spagnole!), quell’oceano verde dei frumenti alternati dalle grandi piantagioni di olivi che ricordo, mi accolgono nuovamente dopo tre anni. Tutto il Mondo cinofilo è qui: sono appena terminate le sessioni di prove per gli inglesi che hanno dovuto combattere con il clima che non si è dimostrato alleato, e adesso è il nostro turno accompagnati dalla fortuna, se non altro, del miglioramento delle condizioni climatiche. Il “Villa Ducal” è ancora il ritrovo di tutti ad Osuna, e rappresenta quel punto sulla cartina geografica dove convergono le tracce partite da tutti i Paesi europei affiliati alla FCI, e addirittura dalla lontana America. Nel grande salone di ingresso dell’hotel di Osuna schioccano i baci di benvenuto, stringono forti gli abbracci per la felicità di ritrovarsi, e si ripetono all’infinito gli echi di saluto in tutte le lingue. Eccoci al preludio del grande spettacolo andaluso, dove la cinofilia raggiunge l’inimmaginabile culmine che tutti dovrebbero, almeno una volta nella vita, avere la possibilità di ammirare.

SPAGNA - superba prova dei campioni italiani

Amor brinda con la Coppa del Re Il kurzhaar Amor condotto da Riccardo Patrignani si è imposto su validissimi concorrenti. In risalto il bracco italiano Xeres di Rebaschio, Mito di Scarpecci e Pradellensis di Capelli Il primo giorno di prove è dedicato alla prestigiosa “Coppa del Re”, l’ambito trofeo annuale spagnolo. La hall dell’albergo Villa Ducal è gremito sin dalle otto del mattino: conduttori provenienti da tutta Europa, dall’est all’ovest, e addirittura dall’America. In un angolo della grande stanza di acco­ glienza, accomodati in un piccolo tavolo, gli addetti alla segreteria terminano di re­ golarizzare le iscrizioni degli oltre duecen­ toquaranta cani che si disputeranno la Coppa. Tutti in attesa, esperti giudici e concorrenti, per conoscere le dislocazioni delle batterie sui terreni. I preparativi, mal­ grado le iscrizioni fossero pervenute nei giorni antecedenti il 15, si protraggono sino a mezzogiorno, anche nel rispetto dei tempi spagnoli, che in questo caso si rive­ lano “poco calienti”. Le zone interessate per la verifica di questa prima giornata si estendono da Osuna sino a Ejica per una superficie che probabilmente, a conti fatti, supera i duecentomila ettari. Il tempo è

meraviglioso, forse con un vento troppo forte ma comunque sopportabile. Molti gli esperti giudici chiamati a verificare le nu­ merose batterie: Eduardo Alvarez, Pieter Balke, Josè Luis del Castillo, Antonio Collantes, Alain Cornet, Ignacio Espina Artolazabal, Jacques Goubie, Adolfo Irastorza, Brigitte du Fuy de Lavallaz, Concha Lleonart, Josè A. Marques Pereira, Jean Nargaud, Vlastimil Novotni, Giancarlo Passini, Francisco Pérez Alvarez, Marco Ragatzu, Jose Luis Recondo, e Pieter Rooijakkers. Preparativi finalmente termi­ nati, batterie, giudici, e terreni sorteggiati. Si parte. Vengo sorteggiato nella verifica della batteria n° 18, (!), nel terreno di Venta la Romera a pochi chilometri da Osuna, con undici continentali, quattro epagneul breton, un bracco francese, un korthals, e sei kurzhaar. Davanti ai nostri occhi l’immensità dell’oceano verde dei frumenti di Venta la Romera: un mare leggermente ondulato

Amor di Patrignani

26

1-INC articoli apr09.indd 26

30/03/2009 9.58.36


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

15/02/09 Coppa di Spagna CAC/CACIT 1° Ecc CAC/CACIT Amor Kurzhaar condotto da Riccardo Patrignani 1° Eccellente Mito di San Mamiliano Epagneul Breton condotto da Roberto Scarpecci 2° Eccellente Pradellinensis Pablo Kurzhaar condotto da Fernando Capelli MB Ciaco Epagneul Breton conduttore Fabio Lascialfari MB Xeres delle Terre Alliane Bracco Italiano conduttore Danilo Rebaschio

nel quale si staccano qua e là grandi isole di argentei oliveti. Cielo sereno, il vento si è placato sensibilmente, ed i terreni si pre­ sentano ben posizionati rispetto alla sua direzione costante. Tutti concorrenti stra­ nieri per me: portoghesi, spagnoli, e fran­ cesi. Soggetti ben preparati e distintamente presentati, che si manifestano idonei alla nota classica richiesta. Concludiamo la bellissima giornata poco oltre le 15, con tre soggetti in classifica: 1° Eccellente al bracco francese Alma des Trois Six condotta dal proprietario Francis Andreu, 2° MB al breton Fintas da Quinta do Marmoniz di Ramos Aguilar, e ° MB al kurzhaar Bounty de la Porte de Becray di Luciano Baucher. Rientriamo soddisfatti al Villa Ducal dove si attende il termine dei lavori di tutte le serie, per giungere al tardo pomeriggio quando il lungo serpentone bianco si porta verso i terreni del barrage. Tra i quarantotto cani classificati, oltre ai sedici MB, (in questi il breton Ciaco di Fabio Lascialfari, ed il bracco italiano Xeres delle Terre Alliane di Danilo Rebaschio) e altrettanti Eccellenti (tra di loro Mito di San Mamiliano di Roberto Scarpecci, e Pradellinensis Pablo di Fernando Capelli),

anche otto CAC, che si disputeranno il premio finale. Spareggio di tutto rispetto nel quale partecipano i kurzhaar Amor di Riccardo Patrignani, Volka de la Vallee du Houx di Erik Franciere, Voyou du Pie du Mont di Vitor Silva, Arko de la Sotoba di Marrel Pena, Elta de la Juderia di José Esquinas, e gli epagneul breton Undu di Marco Emmanuel, Tuno de los Cuellaranos di Manolo Blanco, e Naike di Giuseppe Molinari. Il CACIT viene assegnato al “no­ stro” Amor, che alle redini di Riccardo si manifesta indiscusso matador, mentre la riserva va al breton Undu. In virtù di un particolare articolo del regolamento spa­ gnolo, che vede la concessione della “Coppa di Spagna” soltanto ai soggetti di proprietà iberica, viene effettuato un se­ condo barrage nel quale partecipano esclusivamente i cani spagnoli che ave­ vano ottenuto il CAC in batteria, e tra di loro si impone il breton Tuno condotto da Manuel Blanco, al quale viene assegnata la “Coppa del Re”, pur non avendo ottenuto il CACIT. Termina così la bellissima prima giornata di prove, durante la quale i cani presentati da spagnoli e francesi sono da annoverarsi

4

Donne spagnole

tra coloro che ottengono il maggior nu­ mero di qualifiche, ma alla vittoria finale il miglior soggetto in assoluto, e per il quale si spendono molti elogi, è l’italiano Amor, kurzhaar di proprietà di Silvano Scolari e condotto dal bravo addestratore e presen­ tatore Riccardo Patrignani, di certo non nuovo a queste importanti manifesta­ zioni.

Xeres delle Terre Alliane

27

1-INC articoli apr09.indd 27

30/03/2009 9.58.37


In 13 Nazioni alla Coppa Europa Continentali

Stravincono gli italiani I Tricolori selezionati da Giancarlo Passini si sono imposti per tecnica ed agonismo

SPAGNA

Non c’è riverbero nell’arena della Plaza de Toro di Osuna, non si ode il calpestio degli zoccoli ne l’ansimare dei tori, ma la mera­ vigliosa musica del flamenco porge il ben­ venuto agli spettatori della presentazione delle squadre partecipanti all’evento mon­

diale: Belgio, Bulgaria, Danimarca, Stati Uniti d’America, Slovacchia, Spagna, Francia, Olanda, Italia, Polonia, Portogallo, Serbia, e Ucraina. Prima dell’ingresso delle varie equipe nazionali, la magnifica orga­ nizzazione che vede come regista Antonio

16/02/2009 prove libere CAC/CACIT 1° Eccellente CAC Gea dell’Isola Kurzhaar condotto da Radames Benetti 1° Eccellente CAC Amor Kurzhaar condotto da Riccardo Patrignani 1° Eccellente Duk della Guardiola Kurzhaar condotto da Cesare Venturelli 1° Eccellente Xeres delle Terre Alliane Bracco Italiano condotto da Danilo Rebaschio 1° Eccellente Cora Epagneul Breton condotto da Roberto Scarpecci 2° Eccellente Mao (detto Pippo) Kurzhaar condotto da Giuseppe Busca 2° Eccellente Frenk Epagneul Breton condotto da Fabio Lascialfari MB Gogi del Rade Savic Kurzhaar condotto da Roberto Scarpecci MB Niky Epagneul Breton condotto da Fabio Lascialfari MB Nelly Kurzhaar condotto da Giuseppe Busca

Dero di Casa Bosco

M. Fernandez, propone uno spettacolo di unica beltà e fascino, che difficilmente, (per non essere perentorio, ma sarebbe più razionale dire “impossibile”), si potrà ripetere altrove. Sei sensuali ballerine si ripetono in “calienti” danze contornate da otto meravigliosi stalloni andalusi e angloispano-arabi. Il cuore batte forte quando il giovane caballero precede l’equipe italiana danzando loro innanzi con l’andaluso baio, e sventolando il tricolore. Accompagnati dall’inno nazionale di Ma­ meli, qui cantato da una incredibile voce di un artista lirico spagnolo, Giuseppe Busca, Fabio Lascialfari, Riccardo Patri­ gnani, Danilo Rebaschio, e Cesare Ventu­ relli, con la mano sul cuore volgono lo sguardo al cielo sul palco delle presenta­ zioni. In circa un paio d’ore termina l’in­ troduzione di onore, e le quattro batterie si avviano verso i terreni di prova. Per Noi, a rappresentare il Bel Paese, i quattro cani selezionati dal competente e simpatico Giancarlo Passini: il bracco italiano Xeres delle Terre Alliane, (per la seconda volta consecutiva selezionato in squadra), il breton Dero di Casa Bosco, ed i kurzhaar Amor e Zico del Garincos, e di riserva l’altro pari razza Mao. Frenetici e nervosi cerchiamo di seguire le batterie seguendo l’ordine di presentazione, nel tentativo di poter assistere a tutte le esibizioni dei no­ stri connazionali. Dopo una breve attesa per giungere al primo turno degli italiani, le prestazioni si svolgono quasi in simul­ tanea nelle quattro diverse serie: al ter­ mine del turno di Zico che conclude con il punto, giunge la notizia che anche Amor nell’altra batteria ha avuto successo. Anche Xeres ha condotto un turno eccezionale e con il punto. Tre su quattro! Corriamo nella batteria dove deve ancora partire Dero: eccolo allo sgancio, preciso e deter­ minato sino a metà turno, quando avverte al lato estremo del lacet sinistro e ferma. Fabio corre. Dero guida e ferma ancora: eccole in volo, corretto. Dopo una breve pausa con la terna giudicante il concor­ rente italiano si avvia verso i furgoni! (?) Purtroppo un’isolata volata oltre il punto dove Dero aveva fermato la coppia, lo estromette dalla classifica. Tutte le batterie sono finite. Le prime indiscrezioni allie­ tano i cuori tricolori: Xeres ottiene la ri­ serva di CAC, Zico il 1° Eccellente, e Amor

28

1-INC articoli apr09.indd 28

30/03/2009 9.58.38


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

GALA ESORDISCE COL CAC Il16 e 17 febbraio,le di prove libere per tutte le razze continentali, organizzate dal Kurzhaar Club Spagnolo. Le condizioni climatiche per fortuna restano le stesse che vedono cielo sereno con la costante presenza del sole a rendere la temperatura mite e piacevole, con vento leggero e di direzione tutto sommato costante. Non cambiano i tempi per la preparazione del primo mattino, a concedere lo start delle batterie verso i terreni di prova soltanto verso il mezzodì. Identiche anche le presenze degli esperti giudici ed il numero delle serie in esame, stessa moltitudine di cani, tra epagneul breton, kurzhaar, korthals, weimaraner, bracchi francesi, langhaar, bracchi italiani, spinoni italiani, e drahthaar. Al primo giorno mi ritrovo felicemente nella tenuta di Venta la Romera con un lotto di undici soggetti, per lo più tutti in nota e per la totalità condotti da dresseur stranieri. Tra di loro spicca la femmina Gala de Casa Ato, una breton di evidente qualità e manifesta mentalità. Conduce un turno impeccabile, costantemente determinata ed elegante nell’ampio plateau verde, sempre ad interrogare palesemente il vento. Nelle mani del giovane Luis Fuentes si aggiudica in stile di razza un bellissimo punto su coppia, che all’arrivo del conduttore, distante al momento della ferma, si invola bene indicata ad una quindicina di metri davanti all’occhio avido della giovane breton. E’ il suo primo CAC in prove classiche! A lei si accodano gli altri due “folletti” Dama L’Cossta e Ador de Keranlouan di Franci Gomez, rispettivamente al 2° e 3° Eccellente. Seguono in ordine Addock des Truffes Passionness di Luis Fuentes, Vito de Font de Canaletas di Diego De La Torre, e Burman de Kronnellar di Franci Gomez, tutti al Molto Buono. Un’ottima batteria che rispecchia ciò che accade nella totalità delle serie di questa giornata: ben 65 i cani classificati, tra i quali 25 MB, 31 Eccellenti, una ris. di CAC, sette CAC ed un CAC/CACIT, il breton Armani de Rigomas condotto da Miguel Masrigo che si impone al barrage serale. Il giorno 17 conferma quanto accaduto il giorno precedente, nel mantenimento delle condizioni e di tempo e di natura dei terreni, con l’unica variante della appropriata rotazione delle giurie: 50 cani in classifica con 16 Molto Buono, 22 Eccellenti, 4 riserve di CAC, 6 CAC, un CAC ris.CACIT, ed un CAC/CACIT. Oggi è ancora la volta di un epagneul breton, Muko de los Tinajares condotto da Andrés Zamora Martin, che viene qualificato nel barrage come il migliore degli otto presenti. Tra i soggetti più costanti in classifica troviamo la bracca francese Alma des Trois Six, sorella piena di As des Trois Six che sia nell’edizione dello scorso anno che in quella attuale, ha fatto parte dell’equipe francese per la Coppa Europa Continentali.

Barrage

il 2° Eccellente. Non c’è barrage in quanto in una sola batteria viene assegnata la cer­ tificazione, e quindi il bracco italiano con­ segue automaticamente la riserva di CACIT. Curiosità che si ripete anche quest’anno: per la Francia l’unico cane in classifica è stato As de Trois Six, bracco francese figlio di fattrice nata in alleva­ mento italiano, (Rita di San Donato), che ottiene il 1° Eccellente. Abbiamo vinto! Gioia, orgoglio, conferme, e gratificazione del duro lavoro operato sino ad oggi nella selezione zootecnica del cane da ferma continentale in Italia. Finalmente di nuovo sul gradino più alto del podio mondiale, in un test caratterizzato da notevoli difficoltà che soltanto cani eccezionali hanno la ca­ pacità di sopperire. Il titolo per l’indivi­

duale va al breton della squadra porto­ ghese Bacardi di Ramos Aguilar che si ag­ giudica il CAC/CACIT in batteria. Guardo negli occhi il braccone, il mio “Cherry”, e rifletto su una cosa particolare: il suo nome, Xeres, deriva dall’antico nome della città di Jerez proprio qui in Andalusia, ed è appunto qui che romanticamente e con la pacatezza che lo contraddistingue, in ma­ niera elegante e determinata guadagna la preziosa certificazione, notate bene, con una prestazione eccezionale nell’oceano verde andaluso, a tu per tu con le scaltre e per nulla facili pernici rosse. Un gran bel bracco italiano! Bravi ragazzi, con rispetto e riconoscenza, “tanto di cappello”! Marco Ragatzu

Campioni 2009

29

1-INC articoli apr09.indd 29

30/03/2009 9.58.40


17/02/09 prove libere CAC/CACIT 1° Eccellente CAC Pradellinensis Pablo Kurzhaar condotto da Fernando Capelli 2° Eccellente Tell del Lieto Colle Drahthaar condotto da Bernasconi MB Niky Kurzhaar condotto da Riccardo Patrignani

SPAGNA

Zico del Garincos

18/02/09 prova di Eccellenza 1° Eccellente Nerone Epagneul Breton condotto da Roberto Scarpecci 1° Eccellente Luna Kurzhaar condotto da Cesare Venturelli 2° Eccellente Duk della Guardiola Kurzhaar condotto da Cesare Venturelli MB Luky (detto Flint) Kurzhaar condotto da Giuseppe Busca MB Nelly Kurzhaar condotto da Giuseppe Busca

PROVA DI ECCELLENZA Quest’anno la prova di Eccellenza precede la Coppa Europa dei Continentali, e si è tenuta il giorno 18 febbraio. Si inizia a respirare aria di “Coppa”, quella stessa sensazione provata nei giorni 13 e 14 oramai trascorsi durante i quali l’Italia si è imposta nel Campionato Europeo Epagneul Breton sugli stessi terreni di Osuna. I migliori cani d’Europa, tutti pronti allo start per il preludio della manifestazione mondiale più importante delle razze continentali, dal punto di vista spettacolare e zootecnico. Chiaramente, visti i requisiti necessari all’iscrizione della prova che prevedono l’aver ottenuto almeno una qualifica di Eccellente in prove primaverili, (per questo “Prova di Eccellenza), il numero dei soggetti iscritti è inferiore, anche se di poco, a quello dei giorni precedenti. Ben trentanove i soggetti in classifica nelle oltre quindici batterie per un totale di quasi duecento iscritti. L’ottima media dei risultati ottenuti conferma quel diritto alla partecipazione guadagnato grazie all’aver già manifestato le ottime qualità necessarie, e ribadito dal numero degli Eccellenti ottenuti, (venti Eccellenti, più due riserve di CAC, quattro CAC, un CAC riserva di CACIT, e un CAC/CACIT). Il premio di Eccellenza va a Vito de Font de Canaletas, che ottiene al barrage l’ambito certificato internazionale condotto da Diego de La Torre. Marco Ragatzu

Islan de Penalobera

30

1-INC articoli apr09.indd 30

30/03/2009 9.58.41


SAN MARINO

i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

XXV ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA DI SAN MARINO 23-24 MAGGIO 2009 CAC

CACIB

Grande Novità C.A.C. IN CLASSE - CAMPIONI – LIBERA – LAVORO – INTERMEDIA Colori come da regolamento FCI per il CACIB Kennel Club San Marino – Via M.Bucci 20 - 47895 Domagnano – Repubblica San Marino Tel. 0549 – 904465 – Fax. 0549 –903591 info@kennelclubsanmarino.com Domenica 24 Maggio – Gran Premio “Montelupo Winner” – Labrador e Golden Retriever Informazione: Kennel Club San Marino. Giuria ed informazioni varie sempre aggiornati su www.kennelclubsanmarino.com - www.canitalia.com Prima chiusura 18 Aprile – 1° cane Euro 55,00 -/ 2°3°4° cane Euro 50,00 / - 5°cane ecc. Euro 45,00 Chiusura definitiva 25 Aprile- 1° dog Euro 72,00 / - 2°3°4° dog Euro 65,00 / - 5° dog etc.Euro 59,00 Pagamenti con Vaglia postale - Assegno circolare - (non si accettano assegni Bancari) Bonifico bancario - SM 69 – J – 08540 – 09803 – 000105043610 (swift MAOISMSM) www.canitalia.it/kcsm con carta di credito - iscrizioni on line solo con pagamento completo - Non esiste conte corrente Informazioni Alberghi; info@sanmarino2000.sm - Tel.0549 / 995031 – Fax. 0549 / 990573

ERRATA CORRIGE: marzo INC a pag. 31 è stato erroneamente scritto “San Marino XXV Esposizione Nazionale”, mentre la manifestazione è a carattere INTERNAZIONALE. Ci scusiamo per l’accaduto.

SEVESO (MI)

24 MAGGIO 2009 CAC

BOSCO DELLE QUERCE

51ª ESPOSIZIONE NAZIONALE DI SEVESO Organizzazione: GRUPPO CINOFILO GROANE in collaborazione con il Comune di SEVESO e Federazione Nazionale della Caccia Sezione Provinciale di Milano PREMI SPECIALI: al Miglior Soggetto di razza - alla Miglior Coppia di ogni razza - al Miglior Gruppo di ogni razza

Albani Athos 3° gruppo: terrier 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo Lamperti Alberto 10° gruppo: levrieri (escluso deerhound, irish wolfhound, azawakh) Marengoni Alberto 4° gruppo: bassotti 10° gruppo: deerhound, irish wolfhound, azawakh Mentasti Gianercole 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) (escluso cane da pastore maremmano abruzzese) 2° gruppo: cani di tipo pinscher e schnauzer- molossoidi e cani bovari svizzeri (escluso alano, cane corso, dogo argentino, dogue de bordeaux, hovawart) 9° gruppo: carlino, barboni, lhasa apso, shih tzu, chihuahua, cavalier king charles spaniel, pechinese Migliarini Mario 7° gruppo: cani da ferma 8° gruppo: cani da riporto cani da cerca cani da acqua Nerilli Luigi 1° gruppo: cane da pastore maremmano abruzzese 2° gruppo: alano 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue Zilli Orietta 2° gruppo: cane corso, dogo argentino, dogue de bordeaux, hovawart 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, kromforhlander, boston terrier, bouledo-

gue francese, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, tibetan spaniel, tibetan terrier, king charles spaniel, chin, epagneul nano continentale, russian toy Raggruppamenti 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) Albani Athos 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri Migliarini Mario 3 - Terrier Mentasti Gianercole 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue Nerilli Luigi 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo Zilli Orietta 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua Nerilli Luigi 7 - Cani da compagnia Albani Athos 8 - Levrieri Migliarini Mario Coppie Gruppi di Allevamento Best in Show

Nerilli Luigi Zilli Orietta Mentasti Gianercole

ISCRIZIONI:1° chiusura 4 maggio ’09 – 2° chiusura 14 maggio ’09 (con maggiorazione del 30%). Devono essere inviate a: Kallistè Casa Editrice, via T. Ferreri,73/G – 10070 Barbania (TO) tel. 011/9242660 – fax 011/9243916 e-mail kallistecasaeditrice@virgilio.it – iscrizioni on line sul sito www.miglioredirazzareport.it

1-INC articoli apr09.indd 31

31

30/03/2009 9.58.42


VITERBO 2 GIUGNO 2009

41° ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE CANINA GRUPPO CINOFILO VITERBESE

CAC/CACIB Alessandri Alfredo 2° gruppo: rottweiler Bezzecchi Giulio 1° gruppo: bearded collie, border collie, cane da lupo cecoslovacco, cane da pastore scozzese a pelo corto, cane da pastore scozzese a pelo lungo, pastore tedesco 8° gruppo: field spaniel, koolkerhondje, spaniel tedesco, springer spaniel inglese, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, cao de agua, irish water spaniel, lagotto romagnolo, perro de agua espanol, spaniel olandese Blaha Monika (A) 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) (escluso bearded collie, border collie, cane da lupo cecoslovacco, cane da pastore bergamasco, cane da pastore maremmano abruzzese, cane da pastore scozzese a pelo corto, cane da pastore scozzese a pelo lungo, pastore tedesco) 8° gruppo: clumber spaniel, cocker americano, cocker spaniel inglese Casale Angiolina 3° gruppo: terrier (escluso american staffordshire terrier, bull terrier inglese, staffordshire bull terrier) 10° gruppo: levrieri Csatari Andreea (RO) 2° gruppo: boxer Garcia Abad Jose (E) 2° gruppo: alano Imbimbo Nicola 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, smoushound olandese, terrier nero russo, zwergpinscher, brhoholmer, bulldog, bullmastiff, cane corso, cimarron uruguayo, dogo canario, dogue de bordeaux, fila brasileiro, mastiff, mastino napoletano, perro dogo mallorquin, shar pei, tosa, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore di ciarplanina, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, cane di san bernardo, hovawart, landseer, leonberger, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, rafeiro do alentejo, terranova, tibetan mastiff, tornjak, cao fila de sao miguel, bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero Marchetti Maurizio 2° gruppo: dobermann 3° gruppo: american staffordshire terrier, bull terrier inglese, staffordshire bull terrier Micara Watten Paola 9° gruppo: carlino, barboni, shih tzu Nerilli Luigi 1° gruppo: cane da pastore maremmano abruzzese 4° gruppo: bassotti

Piazzale Gramsci 10- 01100 VITERBO TEL 0761/304840 Fax 0761/345879 e-mail: gruppocinofiloviterbese@inwind.it www.gruppocinofiloviterbese.it

Poggesi Arnetoli Manola 1° gruppo: cane da pastore bergamasco 2° gruppo: riesenschnauzer, schnauzer medio, zwergschnauzer, dogo argentino 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, kromforhlander, boston terrier, bouledogue francese, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, lhasa apso, tibetan spaniel, tibetan terrier, chihuahua, cavalier king charles spaniel, king charles spaniel, chin, pechinese, epagneul nano continentale, russian toy Rautala Eeva (FIN) 8° gruppo: chesapeake bay retriever, curlycoated retriever, flat coated retriever, golden retriever, labrador retriever, nova scotia duck tolling retriever Selimovic Igor (HR) 2° gruppo: cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’asia centrale 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo Zacco Pier Secondo 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue 7° gruppo: cani da ferma

Raggruppamenti 1- Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) 2- Cani di tipo pinscher e schnauzer molossoidi e cani bovari svizzeri 3- Terrier Rautala Eeva (FIN) 4- Bassotti 5- Cani tipo spitz e tipo primitivo 6- Segugi e cani per pista di sangue 7- Cani da ferma 8- Cani da riporto cani da cerca cani da acqua 9- Cani da compagnia 10- Levrieri Coppie Gruppi di Allevamento Best in Show

Bezzecchi Giulio Blaha Monika (A) Poggesi Arnetoli Manola Blaha Monika (A) Zacco Pier Secondo Zacco Pier Secondo Rautala Eeva (FIN) Poggesi Arnetoli Manola Casale Angiolina Poggesi Arnetoli Manola Nerilli Luigi Selimovic Igor (HR)

Iscrizioni: 1° chiusura 02 Maggio - 2° chiusura 12 Maggio con maggiorazione del 30% Modalità di pagamento: Vaglia postale intestato al GRUPPO CINOFILO VITERBESE- CAS. POST. 72-01100 VITERBO Conto corrente bancario presso CASSA DI RISPARMIO VITERBO AG. 1 IBAN: IT08A0606514501000010060374 Le domande d’iscrizione devono pervenire con allegata copia dell’avvenuto pagamento e dalla dichiarazione che il soggetto è iscritto all’anagrafe canina presso: GRUPPO CINOFILO VITERBESE - Cas. Post. 72-01100 Viterbo tel. 0761/304840 Fax 0761/345879 on line sul sito www.canitalia.it Le schede di iscrizione incomplete, illeggibili e prive del relativo pagamento saranno ritenute nulle e non riportate a catalogo. Gli espositori che iscrivono i propri cani via fax DEVONO ACCERTARSI 32 dell’ avvenuta ricezione dell’iscrizione almeno 15 giorni prima dell’Esposizione.

1-INC articoli apr09.indd 32

30/03/2009 9.58.42


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

L’esperienza di un giudice, in Argentina, il Paese della “sua” razza

Dogo, ritorno a casa

L’esposizione è stata un susseguirsi di colpi di scena commuoventi. Grandi campioni nel ring

Massimo Inzoli con il vincitore

Credo che la più grande soddisfazione per un giudice di esposizione, che ancora ha delle radici nella sua razza di provenienza, sia di potere giudicare nel Paese di origine della stessa. La mia razza , che ho allevato e seguito per lunghi anni, e che è profondamente radi­ cata nel mio cuore, è il Dogo Argentino. Ho avuto l’onore, ed il piacere, di essere invitato a giudicare l’ultima esposizione dell’anno in Argentina, organizzata diret­ tamente dalla FCA, che chiude la stagione assegnando gli ultimi punti per il “Ranking”. Questo è una sorta di top dog ufficiale te­ nuto dalla Federazione, che sulla base dei punteggi conseguiti in esposizione nel corso dell’anno ne decreta, per ciascuna razza, il soggetto più vincente. Questa importante esposizione si tiene nei bei padiglioni di Costa Salguero, a Buenos Aires, che hanno ospitato anche la passata esposizione Mondiale, ed è denominata “Cierre del Ranking”. Insieme a me erano stati invitati in giuria: Hiroshi Kamisato, Greg Eva, Jon R. Cole ed Osvaldo Curi. Tanta era la tensione e l’emozione di giu­ dicare tale importante evento che decre­ tava il soggetto “Ganador del Ranking”, per l’anno che si apprestava a terminare. Tra le altre cose, vi era una certa curiosità sul

mio giudizio, da parte degli allevatori lo­ cali, visto che il sottoscritto è uno tra i po­ chissimi giudici/allevatori della razza, al mondo, non Argentini. Inoltre, il suddetto Ranking, nell’anno 2007, era stato vinto da un maschio di mio allevamento, che con oltre 20 migliori di razza si era conquistato il titolo assoluto. Un risultato storico, che mai era stato appannaggio di un soggetto di allevamento straniero. Tornando alla gara, un plauso all’organiz­ zazione, che aveva preparato dei ring spa­ ziosi e ben allestiti. Dopo altre razze, ecco che vedo entrare il Dogo. È stato un mo­ mento di grande emozione da parte mia e, forse, anche di leggera commozione. Il migliore di razza l’ho assegnato ad un soggetto maschio proveniente dalla classe intermedia, grande testa con espressione di marcata durezza associata ad una note­ vole sostanza generale, nonostante si trat­ tasse di un soggetto di 18 mesi e quindi con ampi margini di maturazione. Sicuramente con alcune piccole pecche, come qualunque altro cane, ma con una testa ed una tipicità generale che nel ring mi hanno colpito a primo impatto. La testa era di buon volume, con muscoli temporali e masseteri ben sviluppati, che contribuivano a dare quella giusta cesella­

tura alla stessa. I profili erano corretti, così come gli assi quasi paralleli con una ten­ denza ad una lievissima convergenza, data da quel margine superiore del tartufo leg­ germente rialzato. L’espressione era di marcata durezza, con quel giusto occhio a mandorla tendente al triangolare , proprio di quella palpebra superiore ben spessa, richiesta dal vecchio standard, che contri­ buisce a dare questa forma caratteristica. Infine aveva un muso molto pieno , con un labbro sobrio e con un mento ben pre­ sente. Unica pecca sulla testa una diffe­ renza, forse troppo accentuata, tra gli an­ goli seni-nasale e naso frontale. La musco­ latura era ben tonica e sviluppata per la giovane età, con un garrese ben evidente e lungo, che limitava i danni di un tronco che avrebbe potuto essere leggermente più compatto ( come scriveva il Cugnini). Alla fine dei giudizi mi sono andato ad in­ formare su chi fosse tanto Adone e, sor­ presa della sorprese, si trattava di un sog­ getto proveniente da un allevamento sto­ rico della razza, ed era una delle prime volte che usciva in esposizione. Avevo avuto occasione di vedere e fotogra­ fare un bisavolo, sempre dello stesso alle­ vamento, nel 1996, durante un mio prece­ dente viaggio in Argentina. Il bisnonno lo avevo ammirato in una Mondiale anni dopo, dove tra le altre cose vinse meritata­ mente il titolo, mentre il nonno è stato importato in Francia anni addietro ed è stato uno degli stalloni più apprezzati e mitizzati degli ultimi anni in Europa. Insomma un sangue di tutto rispetto ! Il momento però più emozionante , debbo confessare, è stato quello della foto di rito. In Argentina le foto che vengono scattate in tutte le esposizioni ufficiali sono, da circa 40 anni, appannaggio di un nome storico della fotografia cinofila: Humberto Pazos. Il nome di questo signore , io, come tutti gli appassionati della razza, lo abbiamo visto scritto nei libri, ad accompagnamento di tutte le foto dei grandi campioni di Dogo che hanno dominato le scene degli ultimi trent’anni. Non mi sembrava vero di essere in una foto di Humberto Pazos premiando un Dogo in Argentina, sarei potuto anche svenire per l’emozione in quel momento! Hasta luego Argentina ! Massimo Inzoli

33

1-INC articoli apr09.indd 33

30/03/2009 9.58.42


Un allevatore rivela sacrifici e passione

Allevare un Terranova È un cane davvero versatile ma non bisogna restar prigionieri del suo affetto

Nel ’97 è arrivato il nostro primo terranova, Pablo. Fin da subito ci innamorammo per­ dutamente di questo splendido essere dagli occhi grandi e dolci che trasmette­ vano un’infinita serenità. La nostra è una “famiglia allargata” perché avere delle cucciolate significa farsi assor­ bire totalmente. Il terranova, sotto questo aspetto, è un cane molto impegnativo. Dal momento del parto, per un mese circa as­ sistiamo le fattrici 24 ore al giorno. Il ri­ schio che schiaccino i loro piccoli, pur­

troppo, è davvero molto alto, non certo per loro volontà, ma la differenza di stazza tra la mamma ed i suoi piccoli è davvero note­ vole. Ci sostiene la passione e tutti i sacri­ fici fatti, tutte le notti passate a vegliare sui “bimbi”, vengono ripagate alla vista di questi meravigliosi cuccioli, e al pensiero di quante famiglie, quanti bambini, po­ tranno godere del loro amore!! Il nostro tempo libero lo trascorriamo in attività a loro legate quali esposizioni e addestramento al soccorso in acqua.

Spesso, insieme al gruppo con cui lavo­ riamo, veniamo chiamati da scolaresche o Enti a dare dimostrazione di quello che questi esseri così speciali sanno fare. E’ certamente spettacolare vedere con quanta forte naturalezza vanno a recuperare qua­ lunque essere umano possa trovarsi in difficoltà, in qualunque situazione , anche la più avversa!! Originario dell’isola che gli ha dato i natali, il Terranova infatti ci viene narrato come un grande orso, dalla forte tempra e dal grande cuore, pronto a buttarsi nelle ge­ lide acque per salvare i pescatori in diffi­ coltà nei burrascosi mari del nord! Grazie a secoli di convivenza con i naviga­ tori di questi mari, il Terranova ci viene donato in eredità con un fisico ed un carat­ tere che il poeta Lord Byron ha saputo rias­ sumere in poche righe nell’epitaffio dedi­ cato al suo amato Terranova ‘Boatswain’: “… Bello senza vanità, forte senza inso­ lenza, coraggioso senza ferocia, possedeva tutte le virtù di un uomo senza i difetti…”. Sulle prime potrebbe anche incutere ti­ more, ma non appena incroceremo il suo tenero e rassicurante sguardo, avremo im­ mediatamente la certezza di avere davanti un grande amico affettuoso, sincero, equi­ librato, tenero e paziente, al quale potremo tranquillamente affidare la custodia dei nostri bambini; saprà essere un guardiano attento e delicato!! Proprio per le loro meravigliose doti, questi cani vengono sempre più impiegati anche nell’ambito della “Pet Therapy”. Anche noi con i nostri newfies abbiamo iniziato questa nuova ed interessante avventura: è davvero appagante osservare quale giova­ mento possa trarre un bambino disabile, psichico o fisico, dal semplice gesto dell’af­ fondare le mani nel morbido pelo di questi dolci orsi! Credo che noi allevatori do­ vremmo tornare a prestare un po’ più im­ portanza all’aspetto caratteriale di questo amico. Troppo spesso ci concentriamo prevalentemente sull’aspetto estetico, su quello sanitario, ma sempre meno ormai su quello caratteriale. Nei ring oggi vediamo Terranova dal­ l’aspetto sempre più scolpito, con teste ipertipiche, tanto da scostarsi ormai da quello che lo standard ci richiede e ci con­ siglia, e con un carattere che poco ci porta a quel gigante buono e rassicurante a cui

34

1-INC articoli apr09.indd 34

30/03/2009 9.58.42


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

siamo abituati a pensare! Certo, non è semplice allevare, sono molte le problematiche a cui noi allevatori dob­ biamo prestare attenzione, e ci ritroviamo a lottare tutti i giorni. Come ogni razza anche il Terranova ha le sue: displasie delle anche e dei gomiti, patologie car­ diache, cistinuria. che a mio avviso però, meritano tante attenzioni quanto l’aspetto caratteriale. Ritengo sia un nostro dovere conservare quel carattere tipico del terranova, quel

LEGNANO (MI)

17 MAGGIO 2009 CAC

carattere che spinge tante famiglie a sce­ gliere il Terranova come compagno di vita! Un compagno che si rivelerà sempre fe­ dele, affidabile, leale, discreto e giocherel­ lone come un eterno cucciolone, anche quando ormai il suo vecchio mento si sarà colorato di bianco! Per avere un compagno di vita forte, se­ reno ed equilibrato però, ricordo a tutti coloro che si vogliono avvicinare a questa meravigliosa razza, che la selezione carat­ teriale fatta dall’allevatore e l’imprinting

4

avuto nelle prime settimane di età, non potrà assolvere il nuovo proprietario da un compito molto importante che spetta solo a lui: così come con i nostri bambini non pelosi, anche il nostro cucciolo avrà bi­ sogno di apprendere nella vita quotidiana, ciò che é giusto e ciò che è sbagliato. Non dovremo permettere a quegli occhioni così dolci di averle tutte vinte come un bimbo capriccioso, perché quel tenero orsetto peloso raggiungerà ben presto i 60/70 kg, che potrebbero rivelarsi piuttosto difficili da gestire, a seguito del nostro comporta­ mento iniziale troppo permissivo! Ricordo inoltre che, nella vita di tutti i giorni, così come nell’addestramento, non si dovranno mai usare metodi coercitivi! I nostri Terranova, contrariamente a quanto qualcuno afferma, non sono affatto te­ stardi, ma solo estremamente intelligenti e sensibili. Nella loro educazione dovrete essere dolci e nel contempo coerenti e de­ terminati. Trovate la chiave per chiedere loro cosa vi aspettate, e sono certa non re­ sterete delusi. Fra tanti cani con cui ho vissuto, mai nes­ suno è riuscito a riempire il mio cuore così come ha fatto il Terranova. Se ben allevato e ben educato, il Terranova sarà davvero il compagno di vita che tutti abbiamo sempre sognato, quello che tutti vorremmo. Oriana Iorio

XXVIII ESPOSIZIONE NAZIONALE CANINA CITTÀ DI LEGNANO L’esposizione si svolgerà nel Parco I.L.A. (zona Ospedale) di via ai Colli di San Erasmo, 29

20025 Legnano - Mi

(Autostrada Milano-laghi uscita Legnano tenere la destra al secondo semaforo girare a destra)

Dondi Gabriele 2° gruppo: terrier nero russo, boxer, bulldog, cane corso, fila brasileiro, mastiff, rottweiler, shar pei, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore dell’asia centrale, cane da pastore di ciarplanina, hovawart, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, tibetan mastiff Gatti Franco 4° gruppo: bassotti 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, kromforhlander, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, shih tzu, tibetan spaniel, chihuahua, cavalier king charles spaniel, king charles spaniel, chin, epagneul nano continentale, russian toy Murante Gioacchino 3° gruppo: terrier 7° gruppo: cani da ferma Nodalli Bruno 2° gruppo: leonberger, terranova 9° gruppo: boston terrier, bouledogue francese, carlino, barboni, lhasa apso, tibetan terrier, pechinese Oseli Ksenija (SLO) 2° gruppo: alano Sambucco Giancarlo 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) 2° gruppo: bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero 5° gruppo: cirneco dell’etna Streparola Gianluigi 2° gruppo: cane di san bernardo (ms) Tabo’ Giovanni Battista 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue 8° gruppo: cani da riporto cani da cerca cani da acqua Zilli Orietta 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, affenpinscher, dobermann,

pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, riesenschnauzer, schnauzer medio, smoushound olandese, zwergpinscher, zwergschnauzer, brhoholmer, bullmastiff, cimarron uruguayo, dogo argentino, dogo canario, dogue de bordeaux, mastino napoletano, perro dogo mallorquin, tosa, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, landseer, rafeiro do alentejo, tornjak, cao fila de sao miguel 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo (escluso cirneco dell’etna) 10° gruppo: levrieri Raggruppamenti 1 - Cani da pastore e bovari (escluso bovari svizzeri) 2 - Cani di tipo pinscher e schnauzer, molossoidi e bovari svizzeri 3 - Terrier 4 - Bassotti, segugi e cani per pista di sangue 5 - Cani di tipo spitz e di tipo primitivo 6 - Cani da ferma, cani da riporto, da cerca e da acqua 7 - Cani da compagnia 8 - Levrieri Coppie Gruppi di Allevamento Best in Show

Sambucco Giancarlo Zilli Orietta Gatti Franco Murante Gioacchino Gatti Franco Murante Gioacchino Murante Gioacchino Zilli Orietta Murante Gioacchino Sambucco Giancarlo Tabo’ Giovanni Battista

ISCRIZIONI - Vaglia Postale intestato a Casati Giansandro (Gruppo Cinofilo Legnanese) Via F. Filzi 88 - 20025 Legnano Mi. Tel.-fax 0331 450205 o al 0331 454954 in aut. - con bollettino postale sul c/c n. 95366977 intestato a Casati Giansandro -, - non si accettano iscrizioni se non comprovanti l’avvenuto pagamento, i moduli incompleti verranno cestinati e ritenuti nulli, le iscrizioni effettuate tramite fax o E-mail devono recare la fotocopia dell’avvenuto pagamento, si prega di telefonare per assicurarsi della leggibilità. - (E-mail: gruppocinofilolegnanese@virgilio.it) 35 CHIUSURA ISCRIZIONI: 1° chiusura 24 Aprile 2009 - 2° chiusura 2 Maggio 2009 con maggiorazione del 30% Per qualunque informazione collegarsi al sito www.gruppocinofilolegnanese.it

1-INC articoli apr09.indd 35

30/03/2009 9.58.43


ISCRIZIONI ON LINE: www.gruppocinofilovirgiliano.it

ESPERTO GIUDICE RAZZE Nerilli Luigi pastore maremmano abruzzese mastino napoletano Di Chicco Mariano cane corso italiano Nataletti Valerio volpino italiano bolognese piccolo levriero italiano Mozzi Giuseppe segugi italiani Colombo Manfroni Giuseppe bracco italiano spinone italiano Ferrari Franco pastore bergamasco cirneco dell’Etna lagotto romagnolo

36

1-INC articoli apr09.indd 36

30/03/2009 9.58.44


RAPALLO (GE) EXPO INTERNAZIONALE 27-28 GIUGNO 2009 DI RAPALLO CAC/CACIB

i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

GRUPPO CINOFILO TIGULLIO E GRANDE GENOVA Presso PARCO CASALE – Inizio giudizi ore 10

Uscita casello Rapallo. A disposizione personale all’ingresso per scarico gabbie con cani. Ampio nuovo parcheggio a circa 250/300 m dall’area espositiva SABATO 27 GIUGNO 2009 Barbati Abele 3° gruppo: australian terrier, cairn terrier, dandie dinmont terrier, terrier boemo, australian silky terrier, yorkshire terrier Bottero Amedeo 8° gruppo: nova scotia duck tolling retriever, clumber spaniel, cocker americano, cocker spaniel inglese, cao de agua, lagotto romagnolo Djordjevic Goran (YU) 7° gruppo: cane da ferma tedesco a pelo corto, cane da ferma tedesco a pelo duro, pointer inglese Dusko Sormas (YU) 7° gruppo: setter gordon, setter inglese (ms), setter irlandese rosso, setter irlandese rosso-bianco Falletti Bellan Sonia 1° gruppo: cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) (escluso bearded collie, bobtail, border collie, cane da pastore belga, cane da pastore bergamasco, cane da pastore di brie, cane da pastore maremmano abruzzese, pastore tedesco, welsh corgi pembroke, welsh corgie cardigan, bovaro delle fiandre) Ferrari Franco 3° gruppo: parson russell terrier, jack russell terrier, sealyham terrier, west highland white terrier Gaboardi Luigi 7° gruppo: cani da ferma (escluso cane da ferma tedesco a pelo corto, cane da ferma tedesco a pelo duro, epagneul breton, spinone italiano, pointer inglese, setter gordon, setter inglese, setter irlandese rosso, setter irlandese rossobianco) Gonzalez Moreno Irene (E) 5° gruppo: alaskan malamute, siberian husky, akita, basenji Malacrida Susanna 1° gruppo: bearded collie, bobtail, border collie, cane da pastore belga, cane da pastore maremmano abruzzese, welsh corgi pembroke, welsh corgie cardigan, bovaro delle fiandre Mannucci Massimiliano 3° gruppo: american staffordshire terrier, bull terrier inglese, staffordshire bull terrier 6° gruppo: segugi e cani per pista di sangue (escluso bloodhound chien de saint-ubert, grand bleu de gascogne, grand gascogne saintongeois, grand griffon vendeen, ariegeois, briquet griffon vendeen, gonczy polski, griffon bleu de gascogne, griffon fauve de bretagne, petit bleu de gascogne, porcelaine, segugi svizzeri del giura, slovensky kopov, basset blue de gascogne, bassethound, bassett fauve de bretagne, grand basset griffon vendeen, petit basset griffon vendeen, alpenlaendische dachsbracke, bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund, dalmata, rhodesian ridgeback) (ms: segugio italiano a pelo forte, segugio italiano a pelo raso) Mari Nanzio 7° gruppo: epagneul breton, spinone italiano Murante Gioacchino 6° gruppo: bloodhound chien de saint-ubert, grand bleu de gascogne, grand gascogne saintongeois, grand griffon vendeen, ariegeois, briquet griffon vendeen, gonczy polski, griffon bleu de gascogne, griffon fauve de bretagne, petit bleu de gascogne, porcelaine, segugi svizzeri del giura, slovensky kopov, basset blue de gascogne, bassethound, bassett fauve de bretagne, grand basset griffon vendeen, petit basset griffon vendeen, alpenlaendische dachsbracke, bayerischer gebirgsschweisshund, hannoverischer schweisshund, dalmata, rhodesian ridgeback Nekrosiene Natalja (LT) 8° gruppo: chesapeake bay retriever, curly-coated retriever, flat coated retriever, golden retriever, labrador retriever, field spaniel, koolkerhondje, spaniel tedesco, springer spaniel inglese, sussex spaniel, welsh springer spaniel, american water spaniel, barbet, irish water spaniel, perro de agua espanol, spaniel olandese Pagani Sonia 3° gruppo: airedale terrier, bedlington terrier, border terrier, deutscher jagdterrier, fox terrier a pelo liscio, fox terrier a pelo ruvido, irish glen of imaal terrier, irish soft-coated wheaten terrier, irish terrier, kerry blue terrier, lakeland terrier, manchester terrier, terrier brazileiro, welsh terrier, norfolk terrier, norwich terrier, scottish terrier, skye terrier, terrier giapponese, english toy terrier black and tan 5° gruppo: spitz tedeschi Pettinaroli Gabriele 1° gruppo: cane da pastore bergamasco, cane da pastore di brie, pastore tedesco Vandoni Guido 5° gruppo: cani tipo spitz e tipo primitivo (escluso alaskan malamute, siberian husky, spitz tedeschi, akita, basenji) Raggruppamenti 1- Cani da pastore e bovari (esclusi bovari svizzeri) Falletti Bellan Sonia 3- Terrier Ferrari Franco 5- Cani tipo spitz e tipo primitivo Gonzalez Moreno Irene (E) 6- Segugi e cani per pista di sangue Ferrari Franco 7- Cani da ferma Murante Gioacchino 8- Cani da riporto cani da cerca cani da acqua Falletti Bellan Sonia Coppie Gonzalez Moreno Irene (E) Gruppi di Allevamento Ferrari Franco

DOMENICA 28 GIUGNO 2009 Bottero Amedeo 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo lungo, bassotti tedeschi nano a pelo lungo, bassotti tedeschi standard a pelo lungo 9° gruppo: cavalier king charles spaniel, king charles spaniel Calcinati Cesare 4° gruppo: bassotti tedeschi kaninchen a pelo corto, bassotti tedeschi kaninchen a pelo duro, bassotti tedeschi nano a pelo corto, bassotti tedeschi nano a pelo duro, bassotti tedeschi standard a pelo corto, bassotti tedeschi standard a pelo duro Di Felice Alessandro 2° gruppo: boxer Falletti Bellan Sonia 2° gruppo: dansk-svensk gardshund, dobermann, pinscher, pinscher austriaco a pelo corto, smoushound olandese, brhoholmer, bulldog, bullmastiff, cimarron uruguayo, dogo canario, dogue de bordeaux, fila brasileiro, mastiff, perro dogo mallorquin, shar pei, tosa, cane da montagna dei pirenei, cane da pastore dell’anatolia, cane da pastore di ciarplanina, cane da pastore di karst, cane da sierra di estrela, cane de castro laboreiro, cane dell’atlas, cane di san bernardo, hovawart, landseer, leonberger, mastino dei pirenei, mastino spagnolo, rafeiro do alentejo, terranova, tibetan mastiff, tornjak, cao fila de sao miguel, bovaro del bernese, bovaro dell’appenzell, bovaro dell’entlebuch, grande bovaro svizzero Fassio Durando Maria Teresa 10° gruppo: levriero afgano, saluki, piccolo levriero italiano, whippet Ferrari Franco 10° gruppo: barzoi, deerhound, irish wolfhound, azawakh, galgo espanol, greyhound, levriero polacco, magyar agar, sloughi Gonzalez Moreno Irene (E) 9° gruppo: boston terrier, carlino, lhasa apso, shih tzu, chihuahua, pechinese Griffa Adriana 9° gruppo: barboni Marchese Maria Luisa 9° gruppo: epagneul nano continentale Murante Amelia 2° gruppo: alano Murante Gioacchino 9° gruppo: coton de tulear, maltese, piccolo cane leone, griffone belga, griffone di bruxelles, piccolo brabantino, chinese crested dog, chin Nekrosiene Natalja (LT) 2° gruppo: riesenschnauzer, schnauzer medio, terrier nero russo, zwergschnauzer, dogo argentino, rottweiler, cane da pastore del caucaso, cane da pastore dell’asia centrale Nodalli Bruno 9° gruppo: bouledogue francese Tamagnone Bianca 2° gruppo: affenpinscher, zwergpinscher 9° gruppo: bichon a poil frise, bichon havanais, bolognese, kromforhlander, tibetan spaniel, tibetan terrier, russian toy Vandoni Guido 2° gruppo: cane corso, mastino napoletano Raggruppamenti 2- Cani di tipo pinscher e schnauzermolossoidi e cani bovari svizzeri Falletti Bellan Sonia 4- Bassotti Murante Gioacchino 9- Cani da compagnia Nekrosiene Natalja (LT) 10- Levrieri Falletti Bellan Sonia Coppie Tamagnone Bianca Gruppi di Allevamento Gonzales Irene Best in Show Vandoni Guido

PREMI SPECIALI per BOXER e BOULEDOGUE FRANCESE

1° CHIUSURA : 29 MAGGIO - 2° CHIUSURA : 8 GIUGNO (con maggiorazione del 30%) Inviare le iscrizioni (con allegato pagamento obbligatorio pena l’esclusione senza preavviso) a: GRUPPO CINOFILO TIGULLIO E GRANDE GENOVA - C.P. 205– 16035 RAPALLO (GE) Telefono: 0185 234038 - Fax: 0185/232438 - c/c postale 12271177 Modalità di pagamento: c/c postale, vaglia, assegno non trasferibile - Iscrizioni on line sul sito www.miglioredirazzareport.it Per accertarsi della corretta ricezione telefonare nei seguenti orari: LUN e VEN 15.30 - 19.00 e MER 9.00 - 12.00 I cani non iscritti all’anagrafe canina non possono partecipare. Il Comitato Organizzatore si riserva il diritto di modificare la Giuria in caso di assenza di qualche giudice o di eccessiva affluenza di soggetti

1-INC articoli apr09.indd 37

37

30/03/2009 9.58.44


BIELLA E I SUOI MILLE Tanti sono gli esemplari che hanno vivificato la bella manifestazione L’Eco di Biella non è solo uno dei bisettima­ nali di informazione locale. L’Eco di Biella è il fenomeno che è dilagato in questi giorni nel mondo cinofilo italiano a proposito della 32” Esposizione Nazio­nale Canina, tenutasi 1’8 febbraio scorso a Biella. È l’eco di ammirazione, stupore ed incredu­ lità che hanno suscitato i 1000 soggetti iscritti, provenienti dalle più disparate loca­ lità, anche estere, divisi in 155 razze: dal più piccolo chihuahua al più grande alano. In questi tempi di “magra” su tutti i fronti è un risultato clamoroso, inaspettato e di enorme portata. A valutare gli splendidi esemplari, Giudici di comprovato valore, di cui due stranieri. La manifestazione, svol­ tasi in una classica fredda giornata di feb­ braio, si è subito riscaldata grazie all’atmo­ sfera accogliente e luminosa e all’allesti­ mento accurato nei più piccoli particolari: rings spaziosi delineati elegantemente e ravvivati dai colori di graziose decorazioni floreali che ci hanno anticipato la prima­ vera, e generi di conforto a disposizione dei signori Giudici. L’organizzazione el Gruppo Cinofilo Biellese

BIS a Biella

è apparsa ancora una volta impeccabile, con personale cortese e disponibile, pronto a soddisfare le richieste degli Espositori e del pubblico, risultato molto interessato. Grande attenzione ha suscitato lo show che ha visto protagonisti oltre 60 cockers, giudi­ cati da una Giudice Allevatrice inglese, co­ nosciuta in tutto il mondo per la sua profes­ sionalità e passione cinofila. C’è poi stata la “valanga nera”, è il caso di dirlo, di ben 40 Terranova. Da ricordare gli oltre 40 Jack Russel Terrier, divenuti famosi per rincorrere una nota

Ravenna, cinofilia Felix Positivo bilancio del dinamico gruppo cinofilo

“Felix Ravenna” non è definizione nuova, anzi è molto antica, risale ad un periodo dell’epoca romana. Fu riportata anche su alcune monete dei Goti. Ci è piaciuto rispol­ verarla e prenderla in prestito per l’occa­ sione, perché si attaglia molto bene, nel suo significato originale di ricchezza di frutti, alla crescita di risultati che Gruppo Cinofilo Ravennate ha registrato nel 2008. Risultati che hanno costituito il clou della serata di gala presso la sala ricevimenti di un noto ed elegante ristorante ravennate, ove il Gruppo Cinofilo ha organizzato cena e cerimonia per premiare i soci distintisi nei diversi am­ biti cinofili nel corso del 2008, secondo un’apposita graduatoria di punteggio. La serata si è aperta con il saluto di benve­ nuto del Presidente del G.C.R., Aldo Foschi (appassionato korthalista!), alle oltre cento­ cinquanta persone presenti: soci e familiari, giudici ENCI, alcuni Dirigenti e Funzionari dell’Amministrazione Provinciale, l’Asses­

sore provinciale all’Agricoltura-Turismo-At­ tività ittico/venatorie, Prof. Libero Asioli (anch’egli giudice ENCI). La serata si è poi sviluppata secondo programma. Atteso mo­ mento clou dell’evento, naturalmente, la premiazione dei soci. Premiazione che il Presidente Aldo Foschi e la sig.ra Daniela Montalti, Segretaria del G.C.R., hanno con­ dotto in un clima di cordiale sportività. Ricchezza di frutti, dicevamo infatti, quasi raddoppiati nel confronto con l’anno prece­ dente. Per il 2008, sono stati 53 i soci pre­ miati, per un totale di 91 soggetti, contro i 35 soci e i 59 soggetti del 2007. L’attuale gruppo dirigente, sotto la guida di Aldo Foschi, ha dato un nuovo impulso alla gestione, impri­ mendo alle attività un taglio “aziendale”, fi­ nalizzando l’impegno al risultato tangibile. L’ultima edizione dell’expo nazionale raven­ nate (25 aprile 2008) aveva peraltro già dato un forte segnale, ottenendo il record di iscri­ zioni alla manifestazione ravennate (circa

mela, che con la loro simpatia e col loro ca­ rattere esuberante stanno sempre più con­ quistando i nostri cuori. Infine, degna di menzione, la “Speciale” Hovawart con 27 esemplari. Il Best in Show finale ha visto contendersi il podio 3 magnifici esemplari, ed è stato vinto da un Boxer di rara bellezza di nome Thor de Borelcan, già pluri cam­ pione. AI secondo posto un campione di razza pechinese, Danny del Palazzo Imperiale; infine al terzo posto uno stu­ pendo segugio italiano a pelo raso di nome Major. A far corona al tutto, un foltissimo parterre di stands che ci hanno allettato con le loro originali proposte, le loro novità e i loro gadgets sfiziosi a cui pochi hanno sa­ puto resistere. In un angolo protetto c’era poi il noto “Buen Retiro”, grazie al quale è stato possibile assaporare le specialità biel­ lesi, con i piatti tipici della zona, il tutto condito con la solita simpatia dei “Cucinieri”. Infine tanto pubblico appassionato, tanti bambini felici che hanno imparato ad am­ mirare e amare i nostri amici a quattro zampe e che ci auguriamo siano nel pros­ simo futuro le nuove leve dei Gruppi Cinofili. Appuntamento dunque al pros­ simo anno (7 febbraio 2010), con la spe­ ranza di realizzare una manifestazione al­ trettanto riuscita e positiva, e soprattutto con le stessa voglia di stare insieme. Errecie 700). Così come molto importante, secondo appuntamento nazionale nella provincia, è stata l’expo di Faenza dell’ottobre scorso (che si terrà anche quest’anno nello stesso periodo, confidando in una partecipazione maggiore). Importanti anche le scelte in ambito prove di lavoro. Quando usciranno le presenti note, sarà già stata disputata la quarta edizione della prova a beccacce nella Pineta di Classe (organizzata in collabora­ zione con la Federcaccia comunale di Ravenna, e inserita da tre anni nel circuito del Trofeo Gramignani), e altre prove per cani da ferma organizzate sui terreni di Piandispino (FC) e S. Martino di Castel S. Pietro (BO). Inoltre, il G.C.R. è fra i promo­ tori/organizzatori del Trofeo del Passatore, una quattro giorni di prove di caccia pratica per cani da ferma che si corre in Romagna nel mese di luglio. Ma non è tutto, perché, a quanto pare, per chiudere il cerchio, sono in cantiere prossime iniziative anche per il settore dell’Agility. Non ultimo, l’attuale Direttivo si è fatto interprete di avviare al­ cune azioni sperimentali di collaborazione con il Comune, per avvicinare la cinofilia ravennate alla scuola e alla società in gene­ rale. Da ricordare, a tale proposito, che il 22 agosto 2008, quando a Ravenna si è resa necessaria l’evacuazione di parte dei citta­ dini per la rimozione di un ordigno bellico trovato durante uno scavo per lavori urbani, il Gruppo Cinofilo Ravennate è stato pre­ sente con un presidio presso il punto di collegamento, a disposizione di coloro che eventualmente avessero avuto bisogno di assistenza per il proprio cane. R. A.

38

1-INC articoli apr09.indd 38

30/03/2009 9.58.45


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Calendario prove di caccia su selvaggina naturale di montagna valide per l’assegnazione del Trofeo “SALADINI PILASTRI” ANNO 2009 - Approvato dal consiglio direttivo nella riunione del 17 febbraio 2009 DATA LOCALITÀ RAZZE NOTE 9/10 maggio Campo Felice (AQ) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 16/17 maggio Mortirolo (BS) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 18/19 agosto Mortirolo (BS) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 23 agosto Aosta (AO) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 28 agosto Cuneo (CN) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 29/30 agosto 29.08 Monte Baldo (TN) su selvaggina di montagna *** zona designata da 30.08 Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide Monte Pasubio (TN) inglesi cac cacit campionato italiano 1 settembre Valle Aroscia su selvaggina di montagna *** zona designata da Monesi (IM) Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 5 settembre Paderno del Grappa (TV) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 6 settembre Col Visentin (BL) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 7 settembre Venzone (UD) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 11 settembre Alpe Rosello su selvaggina di montagna *** zona designata da Artogne (BS) Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano 12/13 settembre Prealpi Oribiche (BG) su selvaggina di montagna *** zona designata da Trofeo Saladini Pilastri enci per qualifiche valide inglesi cac cacit campionato italiano REGOLAMENTO E CRITERIO DI ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI Eccellente Cacit punti 12 Eccellente 3° punti 6 Eccellente riserva Cacit punti 11 Eccellente punti 5 Eccellente Cac punti 10 Molto Buono punti 3 Eccellente riserva Cac punti 9 CQN punti 2 Eccellente 1° punti 8 Buono punti 1 Eccellente 2° punti 7

COMITATO ORGANIZZATORE Gruppo Cinofilo Aquilano S.S. 17 Km 24 + 800 Sassa Scalo 67018 AQ tel. 0862-453106 fax 0862-1965244 Gruppo Cinofilo Valle Camonica C/O Bettelli - Piazza Medaglie D’Oro 3 Darfo Boario Terme 25047 BS I Gruppo Cinofilo Valle Camonica C/O Bettelli - Piazza Medaglie D’Oro 3 Darfo Boario Terme 25047 BS I Gruppo Cinofilo Valle D’Aosta Via Challand 19 Aosta 11100 AO tel. 0165-43267 fax 0165-34896 Gruppo Cinofilo Cuneese Via Bongioanni 1 Ang. Corso Gesso Cuneo 12100 CN tel. 0171-693919 fax 0171-693455 Gruppo Cinofilo Roveretano C/O FrisinghelliVia S. Ilario 5 Rovereto 38068 TN Itel. 0464-461114 Gruppo Cinofilo Sanremese Via Palazzo 101 - C.P.251 San Remo 18038 IM tel. 0184-506359 fax 0184-506359 Enalcaccia Di Treviso Via Filippini 22 Treviso 31100 TV tel. 0422/545237 fax 0422-545237 Gruppo Cinofilo Trevigiano Viale Pindaro 4/A Treviso 31100 TV tel. 0422-235998 fax 0422-210180 Gruppo Cinofilo Bellunese - C/O Bortot Adelchi Via Feltre 83 - Belluno 32100 BL tel. 0437-940553 fax 0437-292628 Gruppo Cinofilo Friulano V.le Volontari Della Libertà 47/A-Udine 33100 UD tel. 0432-548928 fax 0432-490293 SIS Delegazione Di Brescia C/O Quaresmini Gian Battista Via Canossi 12 Flero 25020 BS tel. 030-2761632 Gruppo Cinofilo Bresciano - Via Della Volta 37 Cascina Dossa Brescia 25124 BS tel. 030-3542540 fax 030-3542620 Gruppo Cinofilo Bergamasco Via Corridoni 26/A-1° Piano - Bergamo 24124 BG tel. 035-4175207 fax 035-4175053

Per accedere alla classifica finale è indispensabile partecipare ad almeno 6 delle 17 prove a circuito conteggiando i 4 migliori risultati. A parità di punteggio varrà la qualifica più alta ed in caso di ulteriore parità verrà premiato il soggetto più giovane. Al soggetto di sesso femminile che avrà totalizzato il miglior punteggio verrà assegnato un ulteriore premio tenuto conto che, a parità di punteggio varranno le regole sopra riportate. Il Trofeo Saladini Pilastri, anche per l’edizione 2009, ha durata annuale. Al vincitore verrà assegnato in premio, come da tradizione, una scultura di coturnice. La quota massima di iscrizione alle prove del circuito è fissata in 30,00 euro.

39

1-INC articoli apr09.indd 39

30/03/2009 9.58.45


CALENDARIO PROVE CLASSICHE SU QUAGLIE PER RAZZE DA FERMA 2009 Approvato dal Consiglio Direttivo dell’ENCI nella riunione del 17 febbraio 2009

PROVE CLASSICHE SU QUAGLIE PER RAZZE DA FERMA 2009 CIRCUITO PROVE ENCI PIANURA E MONTAGNA PROVA FINALE DI ECCELLENZA Per concorrere al “Trofeo Classiche a quaglie 2009” è richiesta la partecipazione ad almeno 11 delle 15 prove in calendario, di cui almeno 5 in pianura e 6 in montagna, con almeno tre soggetti presenti in ogni prova anche di razze diverse. Non verranno considerati i risultati ottenuti in prove miste. Ciascun conduttore potrà conteggiare, per ogni prova, i risultati conseguiti sia in classe giovani che in classe libera, relativamente alle seguenti prove: • continentali italiani; • pointer; • continentali; • setter. Nell’ambito di ogni manifestazione del circuito, devono essere previste obbligatoriamente prove per razze da ferma continentali italiani ed esteri. Pertanto, non saranno considerati i risultati conseguiti in prove miste. I premi finali, verranno assegnati ai primi tre partecipanti che con i loro soggetti conseguiranno il punteggio più elevato in base alle seguenti qualifiche: Eccellente CAC Punti 8 Eccellente Punti 3 Eccellente Riserva CAC Punti 7 1°2°3° Molto Buono Punti 1 1° Eccellente Punti 5 C.Q.N. Punti 1 Data Località Razze 25/26 Burago Di Molgora 25 pointer inglese aprile (MI) 26 setter inglese 2/3 Crocetta del Montello Trofeo Enci Pianura maggio Isolona (TV) 2 continentali nel pomeriggio conduttori dilettanti inglesi cac - 3 inglesi cac 9/10 JESI (AN) Trofeo Enci Pianura maggio continentali cac inglesi cac 9 e 11 Pordenone (PN) Trofeo Enci Pianura maggio 9 continentali cac - 11 inglesi cac 15/16/17 Ravenna (RA) Trofeo Enci Pianura maggio continentali cac inglesi cac 23/24 Piombino (LI) Trofeo Enci Pianura maggio continentali cac inglesi cac 26/27 Rivalta Scrivia (AL) Trofeo Enci Pianura maggio continentali cac inglesi cac 30/31 Circuito Lombardia Trofeo Enci Pianura maggio (MI) continentali cac inglesi cac 1/2 Rieti (RI) Trofeo Enci Montagna giugno continentali cac inglesi cac (+ spec. kurzhaar e breton non facenti parte del circuito) 5/6/7 Pesaro (PU) Trofeo Enci Montagna giugno continentali cac inglesi cac 13/14 Colfiorito (PG) Trofeo Enci Montagna giugno continentali cac inglesi cac 20/21 Roccaraso Trofeo Enci Montagna giugno Piani dell’Aremogna continentali cac inglesi cac (AQ) 27/28 Lago Laceno (AV) Trofeo Enci Montagna giugno continentali cac inglesi cac 3/4/5 Roccaraso (AQ) Trofeo Enci Montagna luglio continentali cac inglesi cac 8 Campo Felice (AQ) Trofeo Enci Montagna luglio 2° Camp. It. Arcicaccia continentali cac inglesi cac 9/10 Campo Felice (AQ) Trofeo Enci Montagna luglio continentali cac inglesi cac 11/12 Campo Felice (AQ) Prova di Eccellenza luglio 11 inglesi setter 12 inglesi pointer

A parità di punteggio il Trofeo sarà assegnato al partecipante che avrà gareggiato con il maggior numero di soggetti. Il premio stabilito per i vincitori del Trofeo Classiche a quaglie 2009 destinato ai primi tre classificati, è il seguente: 1° classificato premio del valore netto di Euro 1000,00 = 2° classificato premio del valore netto di Euro 750,00 = 3° classificato premio del valore netto di Euro 500,00 = La manifestazione finale del Circuito è la prova di Eccellenza programmata per i giorni 11 e 12 luglio 2009, a cui possono accedere i soggetti che hanno ottenuto la qualifica di Eccellente in almeno due prove del circuito, avendo però partecipato ad almeno 4 prove in pianura e 4 in montagna. La giornata di sabato 11 è riservata alla Società Italiana Setter e quella di domenica 12 al Pointer Club D’Italia. In ogni giornata si svolgerà una successiva manifestazioni zootecnica, la cui definizione è rimessa alle rispettive associazioni specializzate. La tassa di iscrizione per partecipare alla prova di eccellenza, è fissata in Euro 28,40. Ai fini del punteggio sono valide le qualifiche ottenute soltanto nelle prove facenti parte il circuito di seguito indicate: I risultati, comprensivi delle fotocopie dei libretti delle qualifiche, dovranno essere inviati all’ENCI entro e non oltre il 31 agosto 2009. Non saranno presi in considerazione i risultati di soggetti privi della documentazione probatoria.

Comitato organizzatore Gruppo Cinofilo Desiano - Via F.Carcano 2-Ang.Viale Monte Rosa Milano 20149 MI Tel. 02-48020407 fax 02-4980614 Gr. Cin. Delle Groane C/O Consonni Luigi Via Fornaci 4 Seveso 20030 MI Tel. 031-780333 fax 031-726085 Soc. Italiana Setters Via Grocco 52 Sovigliana Vinci 50059 FI - Tel. 0571-508107 fax 0571-508107 Pointer Club D’Italia C/O Spezia Artemio - Via X Giugno 19 Piacenza 29100 PC Tel. 0523-338466 fax 0523-336380 Kennel Club Giulio Colombo Via Edison 5 Burago Di Molgora 20040 MI Tel. 039-667659 fax 039-6854031 Gruppi Cinofili del Veneto c/o - Gruppo Cinofilo Trevigiano Viale Pindaro 4/A Treviso 31100 TV Tel. 0422-235998 fax 0422-210180 Gruppo Cinofilo Della Vallesina Via Dei Mugnai 5/Bis Jesi 60035 AN Tel. 0731-207720 fax 0731-207720 Gruppo Cinofilo Pordenonese Casella Postale 190 Pordenone 33170 PN Tel. 0434-366726 fax 0434-366726 Gruppi Cinofili dell’Emilia Romagna c/o Gruppo Cinofilo Ravennate Via Carso 1 Ravenna 48100 RA Tel. 0544-400130 fax 0544-406296 Gruppo Cinofilo Livornese C/O Rosini IvanoC.P. 461 Livorno 57122 LI Tel. 0586-427210 fax 0586-427210 Gruppo Cinofilo Alessandrino Cascina Nuova 12 Str. Per Felizzano Fubine 15043 AL tel. 0131-772837 fax 0131-772275 Gr. Cin. Tigullio E Grande Genova Via Zignago 22 Rapallo 16035 GE tel. 0185-234038 fax 0185-232438 Consiglio Cinofilo Regionale Lombardo C/O Gruppo Cinofilo Bergamasco Via Corridoni 26/A Bergamo 24124 BG Tel. 035-4175207 fax 035-4175053 Gruppo Cinofilo Sabino Via Pennina 28 Rieti 02100 RI Tel. 0746-271750 fax 0746-271750 Gruppo Cinofilo Cagliese Via B. Buozzi Cagli 61043 PU Tel. 0721-782567 fax 0721-790400 Gruppo Cinofilo Perugino Via Settevalli 133 Perugia 06129 PG Tel. 075-5056986 fax 075-5056986 email g.cinofiloperugino@tiscali.it Gr. Cin. Casertano Via Roma 11 - Parco Europa Caserta 81100 CE Tel. 0823-323879 fax 0823-323879 Gruppo Cinofilo Sannita C/O Ambrosino DelioPiazza Oberdan 1 Fragneto Monforte 82020 BN Tel. 0824-993754 fax 0824-993754 Gruppo Cinofilo Irpino Via Pironti 5 Avellino 83100 AV Tel. 0825-36007 fax 0825-36007 Gruppo Cinofilo Salernitano IContrada Ferfaone Eboli 84025 SA Tel. 0828-363680 fax 0828-363680 Gruppo Cinofilo Stabiese Via Pozzillo 41-c/o Sig. Secondulfo Castellammare Di Stabia 80053 NA tel. 081-8714122 Gruppo Cinofilo Partenopeo Via Chiaia 164 Napoli 80121 NA Tel. 081-405155 fax 081-401215 Comitato Federativo Regionale CSAA Via Monte Grappa 33 Campobasso 86100 CB Tel. 0874-64085 fax 0874-64085 Gruppo Cinofilo Aquilano Gran Sasso S.S. 17 Km 24 + 800 Sassa Scalo 67018 AQ Tel. 0862-453106 fax 0862-1965244 Gruppo Cinofilo Teramano C/O Petrella L.-Via De Jacobis 5 Teramo 64100 TE Tel. 0861-410936 fax 0861-241294 Gruppo Cinofilo Aquilano Gran Sasso S.S. 17 Km 24 + 800 Sassa Scalo 67018 AQ Tel. 0862-453106 fax 0862-1965244 Gruppo Cinofilo Aquilano Gran Sasso S.S. 17 Km 24 + 800 Sassa Scalo 67018 AQ Tel. 0862-453106 fax 0862-1965244 Soc. Ital. Setters Via Grocco 52 Sovigliana Vinci 50059 FI Tel. 0571-508107 fax 0571-508107 Pointer Club D’Italia C/O Spezia ArtemioVia X Giugno 19 Piacenza 29100 PC Tel. 0523-338466 fax 0523-336380 Gruppo Cinofilo Teramano C/O Petrella L.-Via De Jacobis 5 Teramo 64100 TE Tel. 0861-410936 fax 0861-241294

40

1-INC articoli apr09.indd 40

30/03/2009 9.58.45


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

Shetland, come fare corretti accoppiamenti

L’importanza del bianco I diversi geni che sono alla base della colorazione Ritornando al caso dei “defective blue”, al­ levatori che hanno incidentalmente ac­ coppiato due merle, producendo così al­ cuni cuccioli totalmente o parzialmente bianchi, riferiscono che non è stato possi­ bile individuare immediatamente i cuc­ cioli con gravi difetti all’udito e alla vista. I cuccioli nei primi mesi di vita utilizzano sostanzialmente l’olfatto per riconoscere la madre ed i fratelli, e tendono a fare quello che fanno gli altri, proprio a causa della loro menomazione. Un cane blue merle o bi-blue dovrà essere accoppiato unicamente con un tricolore o un bicolore (bianco-nero). Un merle accoppiato con un fulvo può pro­ durre cuccioli di colore sable merle, che è fuori standard e si presenta come un fulvo sbiadito a chiazze più o meno biancastre. Il gene merle esercita poi un effetto sul colore degli occhi. Nel blue merle infatti sono ammessi anche uno o entrambi gli occhi azzurri. ä C) Il gene SPOTTING: determina la presenza, l’estensione e la posizione del bianco. Questo gene si può presentare in quattro forme (alleli). La serie degli alleli S, in ordine decrescente di dominanza (in­ completa) è la seguente: S - (Self Color o Solid Colour) - che deter­ mina l’assenza di bianco, ovvero si mani­ festa solo il colore principale (fulvo, nero o nero focato). È rarissimo vedere degli shetland senza bianco, infatti questo allele è pressoché assente nella razza (anche se lo standard prevede possa esi­ stere) si – irish spotting – tipico dello Shetland e del collie, con petto bianco, piedi, muso e punta della coda sp – piebald spotting – pezzato – quello che viene definito fattore bianco. Nei casi di un eccesso di bianco, oltre quanto ammesso dallo standard, si parla di “mismark” sw – estreme white piebald – produce cani principalmente bianchi, anche con testa parzialmente o totalmente bianca. I quattro alleli di questo gene sembrano

funzionare con un meccanismo di domi­ nanza incompleta, il che rende più com­ plessa l’interpretazione di questi genotipi. Si va dal caso SS dove non vi è bianco (o pochissimo bianco), al caso dell’allele più recessivo in forma omozigote swsw dove il cane è quasi tutto bianco, con presenza di pelo pigmentato solo sulla testa (o parti di essa) e poche chiazze sul corpo, general­ mente nella parte posteriore. Questi sog­ getti non sono ammessi né dallo standard FCI, né dallo standard americano. In America esistono numerosi soggetti con questo mantello, chiamati CHW ovvero “color headed white shelties”, anche se non ammessi alle esposizioni.

In realtà per noi è difficile comprendere questa spasmodica ricerca del “cane strano” da parte dei cinofili americani, anche perché non è infrequente che questi cani abbiano gravi problemi di udito, talvolta sono anzi completamente sordi. Questo accade quando la zona pigmentata sulla testa si riduce, ed uno o entrambi gli orecchi sono bianchi. Nello shetland, i casi che si presentano normalmente sono sisi (colorazione nor­ male, con i punti di bianco come descritti dallo standard), sisp, spsi (“fattore bianco”, es. bianco su una parte della coscia), sp sp (fattore bianco molto esteso – quando il bianco è presente sul tronco, fianchi o

4

groppa, si parla di “mismark”, che viene pesantemente penalizzato e generalmente non utilizzato in riproduzione). Come in altri casi, sembra certo che anche lo spotting gene sia influenzato da geni regolatori. Il caso più evidente è il merle, infatti in presenza di questo gene, il bianco si presenta in forma più estesa. L’esperienza ci suggerisce però che vi possano essere altri geni regolatori, che influenzano la posizione esatta e la forma delle macchie bianche (es. collare completo, macchietta sul naso o stellina sulla fronte ecc.), che sembrano trasmettersi alla discendenza con una certa costanza e regolarità. L’esperienza degli allevatori ci insegna che è bene tenere sotto controllo il fattore bianco, e che anche soggetti con marca­ ture bianche perfette possono trasmettere gli alleli che portano a un eccesso di bianco. In questo senso, la conoscenza della linea di sangue con cui si lavora è estremamente importante. Da altri studi (Maria Andreoli - La genetica e il cane) risulta che la pigmentazione del mantello nel feto parta da punti ben precisi (testa, garrese, groppa) estendendosi poi verso le zone periferiche del corpo. Secondo questi studi, il fondo sarebbe bianco e, dove si arresta “l’avanzata” dei melanociti, avremo l’inizio della zona bianca. Sembra quindi che il gene spotting intera­ gisca con il gene aguti, ma i meccanismi di biochimica molecolare coinvolti non sono affatto chiari. Oltre ai tre geni più importanti, di cui si è parlato, vi sono altri geni che esplicano un’azione minore sul colore dello shetland. Si tratta del gene Ticking e del gene Smutt. ä D) Il gene TICKING: determina la pre­ senza di macchie, effetto “picchiettato”. I possibili alleli sono due: T – picchiettatura presente t – picchiettatura assente È possibile che questi alleli manifestino una dominanza incompleta, con una lieve picchiettatura nel caso Tt (Bowling 1999). Lo shetland è sempre stato considerato con un genotipo omozigote tt (assenza di picchiettatura), tuttavia notiamo che in effetti in molti soggetti è presente una leg­ gera picchiettatura sulle gambe, quindi Sue Ann Bowling sostiene che il gene Ticking è presente nello shetland, opi­ nione che sembra essere condivisibile. Che il gene derivi da qualche antico in­ crocio con razze spaniel? Forse, non ci sarà mai dato saperlo con certezza. ä E) Il gene SMUTT: determina la pre­ senza di una tonalità indesiderata di colore, “marrone fango” che si può trovare sul co­ lore fulvo o anche sui punti tan. Questi fe­ notipi sono altamente indesiderati. Alfredo Gili (Fine, a precedere, febbraio e marzo)

41

1-INC articoli apr09.indd 41

30/03/2009 9.58.45


La vicenda di vita e di cinofilia autentica di Piero Rigoni

L’uomo dei segugi è tornato

Tanti successi, un grave lutto che aveva reso buio l’orizzonte, l’abbandono dell’allevamento ed infine una nuova muta Auspicavo che tornasse, avevo la certezza che la nobile passione per un cane meraviglioso e per la caccia più attraente, bella ed esaltante lo avrebbe trasportato gradualmente a superare la greve sofferenza fisica e morale che lo aveva colpito per la perdita della sua amabile, nobile e compiacente Signora. Solo la caccia alla seguita lo avrebbe aiutato a superare quel omento difficile anche se nella mente e nel pensiero non si spegne mai il ricordo, l’affetto, la gentilezza di una persona, con la quale si sono passati tanti anni e le ore più felici e più belle. Anche la caccia e la cinofilia segugistica hanno il potere di far superare i momenti più difficili della vita. Parlo di Piero Rigoni che ha sempre destato ammirazione per la nobiltà e la correttezza del comportamento sia nelle esposizioni canine, sia nelle prove di lavoro su lepre. Egli è ritornato, dopo sei anni di forzata assenza, alla grande, affermandosi con la sua nuova muta, con signorilità e discrezione, al raduno di Roccaverano in classe libera perché i giovani soggetti non avevano ancora affrontato le prove di lavoro. Ma fu un successo eclatante, che destò ammirazione proprio per la giovane età della sua magnifica muta. Io vidi quei soggetti da cuccioloni ed ebbi l’impressione di trovarmi al cospetto di segugi disegnati dal grande Giuseppe Solaro. E nella crescita migliorarono. Li rividi alla fine della prima stagione di caccia, su un terreno difficile, meraviglioso, ma notevole la scarsità di lepri. Silenziosi e corretti alla sciolta cerca ben distribuita, all’incontro nella erbacea pastura, voci equilibrate, moderate nel tono in rapporto all’intensità dell’usta. Subito si rilevò la tendenza ad un lavoro d’insieme nel ruolo specialistico di ogni soggetto: laborioso ma tenace l’accostamento fino allo scovo, seguita incalzante. Il conduttore, preludio di un ottimo canettiere, abbatte la lepre dopo una seguita con voci tipiche, armoniose ed un coro piacevolissimo. Solo due fucili e due spettatori: io con l’amico Edoardo Sartori. Nel prosieguo del tempo notevoli i risultati

di questa giovane muta in tutte le manifestazioni cinofile. Un poco di storia di questa fiorente muta. Nei sei anni del forzato ritiro, il nostro Piero perse, per vecchiaia, tutti i suoi campioni. Era rimasto con una sola femminuccia che coperta su consiglio del grande amico Mario Villa, partorì sette cuccioli, ma l’avversità ha voluto colpire ancora il nostro Piero. La puerpera, dopo appena 24 ore morì di parto. La signora Anna, e sua figlia con biberon e alimentazione appropriata in due mesi crebbero i sette cuccioli alla pari della defunta madre. Tanta passione e dedizione meritano un elogio. Alla disperazione ha avuto la meglio la passione, la determinazione di superare ad ogni costo l’avversità. I cuccioli sono cresciuti sani e robusti e meglio educati ed addestrati senza un segugio guida. La costanza, l’abnegazione, lo spirito di sacrificio, sono doti naturali del nostro Piero Rigoni. Oggi hanno trenta mesi e al campionato sociale 2008 i suoi segugi si sono affermati con cinque eccellenti in lavoro, con un soggetto secondo assoluto nel BIS. Ma in precedenza tutti sei i componenti la muta avevano conquistato qualifiche sempre di eccellenza al Raduno nazionale di Soncino; nella prova di lavoro su lepre di Alessandria; nel campionato sociale di Castel Sangio­vanni, medesimo successo con qualifiche di eccellenza e CAC a Major e secondo miglior soggetto della manifestazione. Ad Alessandria tutti i soggetti meritarono l’eccellente ed il CAC e il CACIB per Major e Laika, 2° per Major nel raggruppamento. Primo assoluto il gruppo. Pure a San Salvatore (AL) e a Morazzone la Diva proclamata miglio soggetto. Per i giovani segugisti intendo qui tracciare la carriera del passato di un personaggio che si presenta come esempio da imitare. Questo è il presente. Ma Piero Rigoni ha un passato segugistico di valore internazionale: ad Evian in Francia ha conquistato la

qualifica di miglio gruppo di segugi su oltre 14 gruppi internazionali. Vittoria corposa (specie se si tiene conto che la Francia è considerata la patria del segugismo), mettendo in risalto che le nostre razze da seguita non hanno avversari. Spostandoci poi alle prove di lavoro su lepre, va ricordato un primo, un secondo ed un terzo premio consegioti dalle mute dell’amico Piero in anni diversi nelle campagna di Chassan- Chassard del Belgio. Per non dilungarmi sul passato ricorderò ancora il segugio Bravin che, unico segugio nella storia delle manifestazioni nazionali ed internazionali si è classificato al terzo posto assoluto all’esposizione mondiale di Milano nell’anno 1992. È per questi motivi che, quasi all’unanimità sportivamente giudici e concorrenti francesi e belgi, hanno insignito i segugi italiani di Mario Villa e Piero Rigoni per i peli raso e Pietro Zanardi per i peli forte, col titolo di “migliori lepraioli d’Europa”. Piero, fraterno amico, ho voluto dedicarti queste mie note dicendoti affettuosamente “ben tornato” per la tua personale soddisfazione, per tutti i veri amatori dei segugi di ogni razza e varietà per il prezioso contributo rivolto all’amore del vero segugio italiano. Grazie, caro amico, per l’esempio che sai donare al mondo venatorio e cinofilo con belle maniere, con signorilità e tanta modestia che trasmetti a tutti gli appassionati della nostra vecchia, ma sempre presente attenzione per tutti gli appassionati della caccia alla seguita. In ogni situazione sei un vero “gentiluomo”, a onore e gloria della Pro Segugio. Mario Quadri

42

1-INC articoli apr09.indd 42

30/03/2009 9.58.45


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Nel guinness un italiano e il suo Husky

Il giro del mondo su sei zampe

Gianluca Ratta e Shira di 9 anni hanno già percorso 37.000 km in 1.040 giorni Siamo Gianluca Ratta ,37 anni all’anagrafe, e Shira Siberian Husky di 9 anni ,non ap­ partenenti ad alcun luogo. Dal primo Gennaio 2000 ad oggi ho per­ corso 37.000 km in 1.040 giorni di cam­ mino effettivo e consumato 26 paia di scarpe. Shira, il mio cane, ne ha percorsi 31.000, perché ci siamo incontrati nel 2000, quando, da solo, avevo già percorso 6.000 km. Era abbandonata in un pantano, magra e piena di vermi. Ci siamo guardati e capiti da subito e da allora, siamo insepa­ rabili. Abbiamo percorso l’ Italia 2 volte e mezzo : Penisola, isolette minori e maggiori com­ prese. E poi, valicato gli Appennini: Sviz­ zera, Austria, Germania, Francia, Slovac­ chia, Liechtenstein, Repubblica di San Marino, Città del Vaticano. Delineo il percorso su carte stradali scala 1:200:000 per poi lasciare il viaggio alla sorpresa. Camminiamo con qualsiasi con­ dizione morale e climatica, 36/46 km gior­ nalieri dal lunedì al venerdì. Ad ogni fine tappa, ci presentiamo alle Istituzioni locali per richiedere un’attesta­ zione di sosta e di passaggio, in quanto membri del Guinness World. Deteniamo il Records,come”La più lunga camminata a piedi in compagnia di un cane”, ed ogni fine settimana incontriamo le Comunità dei luoghi dove ci fermiamo. Ho zainetto e due bastoni da trekking, e camminiamo per vivere il mio sogno, per portare tematiche nelle scuole, come quelle contro l’abbandono degli animali,il rispetto dell’ ambiente,la pratica ad uno sport pulito e per continuare ad essere il primo uomo ad aver compiuto più km in compagnia di un cane, La nostra iniziativa, per ora, non è in alcun modo sponsoriz­ zata, e spesso,per la nostra sopravvivenza, chiedo ospitalità alle Istituzioni,ma non sempre siamo accolti. Spesso, dopo i ri­ fiuti, ci trovavamo a dormire dopo una lunga giornata di cammino, dentro le sale d’aspetto delle stazioni ferroviarie, chie­ dendo la protezione della Polizia. Io e

Gianluca Ratta e Shira

Shira abbiamo condiviso il sacco a pelo, il nostro respiro, il nostro calore nella neve degli Appennini, la fatica e la gioia, salite e discese, con qualsiasi condizione clima­ tica. Abbiamo attraversato i nostri sentimenti e gli stati d’animo di chi abbiamo incontrato. Quando la mia avventura è iniziata, avevo 28 anni. Ho lasciato un lavoro (pressatore di prosciutti) e gli studi superiori di Biologia per vivere il mio sogno, e Shira sarà d’accordo con me nel ritenere che la strada porta il nome di chi la percorre. E quando mi chiedono come faccio per i soldi, rispondo che sono fatto d’altro,e

vorrei poter credere lo stesso di chi mi fa domande di questo genere. Camminiamo per attraversare paesaggi,i nostri stati d’animo e quelli di chi incon­ triamo. È una bella scuola di vita,dove af­ fini i tuoi sensi,tanto da sentirmi morto quando ci fermiamo. A Maggio 2009, da Bellinzona, ripren­ diamo il terzo Giro d’Italia a piedi ed a zampe, ci mancano 53 passi e colli alpini, con tappa finale al Municipio di Genova. Camminiamo nel rispetto della gente, degli animali e dell’ambiente che ci cir­ conda. Gianluca Ratta

43

1-INC articoli apr09.indd 43

30/03/2009 9.58.46


I magnifici cento al “Malamute day” Tanti gli esemplari che hanno dato vita al Raduno a Passo Radici Anche la quinta edizione del Malamute Day tenutasi a Passo Radici, tra il 30 gen­ naio e l’1 febbraio, ha saputo arricchire l’album dei ricordi dei presenti con emo­ zioni intense. Grazie all’impegno di chi si è prodigato con entusiasmo affinché tutto funzionasse al meglio. Sara Digiuni che ha curato tutta l’organizzazione e Giulio Cogo, Giovanna Nussdorfer e Franco Lana, Gabriella Pensotti e Fabio Pasetti, Mara Morandi e Ubaldo Telatin, Marco Morotti, Massimo Lipparelli e gentili consorti, Michele Ternelli e Fabio Perricone. I consi­ glieri SERAM che si sono adoperati, senza soste, Andrea Lucchesi, Angelo Vecchiatti, Mario Vincenzi, e l’infaticabile presidente Giuseppe Biagiotti. Notevole l’affluenza registrata, con 230 ap­ passionati e oltre 100 malamute che hanno affollato Passo Radici. Presenze più che raddoppiate rispetto alla passata edizione. Un risultato straordinario per un raduno, privo di contenuti agonistici, senza gare da vincere o trofei da conquistare. Un successo già imitato da iniziative ana­ loghe che ci incuriosiscono. Perché se or­ ganizzate con le giuste motivazioni, po­ trebbero essere propedeutiche alla cono­ scenza dei cani nordici. D’altronde la notorietà del Malamute Day, ha attraversato anche l’Atlantico. L’Alaskan

Malamute Club Of America, infatti, ha pubblicato, nel numero di novembre, un lusinghiero articolo sulla manifestazione. Il SERAM ha sempre creduto e investito nel Malamute Day. Un evento che esalta le attitudini della razza e coinvolge tanta gente, rappresenta il volano per tutto il movimento. Nonostante il quadro econo­ mico sfavorevole e la crisi in cui versa la cinofilia, gli obiettivi raggiunti sono rile­ vanti. Si è innescato un positivo processo di valorizzazione della razza. I soci sono aumentati, con un interesse costruttivo per le attività del club. L’alaskan malamute, inoltre, è una delle poche razze che, in controtendenza all’andamento generale, può vantare l’aumento delle registrazioni di cucciolate all’Enci. Il Malamute Day, da piacevole occasione di relax, si è arricchito a ogni edizione di contenuti informativi e culturali. Quest’anno era presente un gruppo di una quindicina di ragazzi del Centro Sportivo Giovanile di Prato con il loro istruttore. Tutti sono stati molto entusiasti nel cono­ scere la storia dell’alaskan malamute, sco­ prire le sue peculiarità e felici di provare lo sleddog. Anche in questa edizione il SERAM si è avvalso di collaborazioni importanti. Il Wamdi Ista Team, l’associazione cinofila il

Capobranco, istruttori qualificati, musher esperti e anche semplici appassionati. Tutti animati dal sacro fuoco della pas­ sione che hanno trasmesso con entu­ siasmo e competenza a tutti i partecipanti. C’era, inoltre, un gruppo di cani rodati, forniti dall’organizzazione, utilizzati per affiancare i malamute meno esperti. Mancava, purtroppo, il grande Active Del Biagio, per l’inesorabile trascorrere del tempo, siamo sicuri, però, che ci avrà os­ servato dal Ponte dell’Arcobaleno alle so­ glie del Paradiso. Per ottemperare a tutte le esigenze, sono state approntate due piste per lo sleddog, una per i principianti, l’altra per i più esperti e intraprendenti. Chi lo desiderava ha potuto cimentarsi dietro una slitta, con i propri cani o con quelli forniti dall’orga­ nizzazione. Come sempre accade in tanti sono rimasti piacevolmente sorpresi, dalla capacità d’adattamento dei propri mala­ mute. È stato organizzato anche un affascinante percorso di dog trekking molto gradito. Il pomeriggio del sabato si è tenuto un in­ teressante seminario. Articolato su varie tematiche, è stato apprezzato dai presenti che hanno dibattuto costruttivamente con i relatori. Giuseppe Biagiotti

44

1-INC articoli apr09.indd 44

30/03/2009 9.58.46


i nostri

Cani

Anno 55 num. aprile 2009

4

Pieno successo della prestigiosa manifestazione

Trofeo Zilio,

cominciata l’avventura Numerosi risultati importanti alla prima delle tre prove Come da tradizione il mese di febbraio richiama nel Vicentino un numero elevato di appassionati che si confrontano e si conten­ dono il prestigioso Trofeo “E. Zilio”, giunto alla quindicesima edizione. Il Trofeo si svolge in tre prove, due a selvaggina con in palio il CAC, ed una attitudinale su quaglie che si svolge a maggio a Recoaro Mille. Tale Trofeo è messo in palio dalla Nova Foods, azienda leader nel settore alimentare per piccoli animali con sede a Castelgomberto, ed è organizzato dalla F.I.D.C. di Castelgomberto e dal Circolo Cinofilo Vicentino. Lasciando poi spazio a foto e classifiche, è doveroso ringraziare i proprietari dei terreni dove si sono svolte le prove, i collaboratori, i giudici, tutti i partecipanti, il Dott. Graziani, Presidente dell’ ATC1 VI NORD, e la Nova Foods, da sempre vicina alla cinofilia non solo vicentina. Maurizio Meneguzzo Bolcato e Pellizzari classificati razze italiane

Cazzola e Gentilin con i soggetti classificati

Sabato 7 febbraio ’09 INGLESI 1° batteria giudice Zanetti 1ecc Lem di Valbisca st prop. Rakic cond. Valentic 2ecc Valentina st prop. e cond. Pizzato 3ecc Artù pt prop. Paletti cond. Valentic 2° batteria giudice Grasso 1ecc CAC Figaro st prop. e cond. Mansi 2ecc Rol st prop. e cond. Scarpella 3ecc Dem di Valbisca st prop. e cond. Mansi 3° batteria giudice Titonel 1ecc CAC Rex st prop. e cond. Rodenghi 2ecc R/CAC Rochi st prop. e cond. Rodenghi 3ecc Fantomas st prop. e cond. Sorsoli Domenica 8 febbraio ‘09 CONTINENTALI 1° batteria Italiani giudice Morandi 1ecc Sirio bi prop. e cond. Bolcato 2ecc Beta dell’Angelo del Summano bi prop. e cond. Segalla 3ecc Vamos bi prop. e cond. Bolcato 1° batteria giudice Primon 1ecc CAC Usmael de Keranlouan eb prop. e cond. Lanzi 2ecc Astro 2° eb prop. Goffi cond. Baiguera 3ecc Axel eb prop. e cond. Lanzi 2° batteria giudice Cipriano 1ecc CAC Crol k prop. Rizzotti cond. Normelli 2ecc R/CAC Più eb prop. e cond. Gentilin 3ecc Rok eb prop. e cond. Callegaro 3° batteria giudice Zanetti 1ecc CAC Vagos dei Fiorindo eb prop. e cond. Saletti 2ecc Zar di Ponterotto eb prop. Bordin cond. Turato 3ecc Gimmy eb prop. e cond. Visonà 4° batteria giudice Titonel 1ecc CAC Varen eb prop. e cond. Goffi 2ecc R/CAC Gigi eb prop. e cond. Paladin 3ecc Cocis k prop. e cond. Guarnirei 5° batteria giudice Girelli 1ecc Rihù eb prop. e cond. Valcanover 2ecc Celine del Cecchetto eb prop. e cond. Cecchetto 3ecc Firò del Pellegrinotti eb prop. e cond. Aliprandi 6° batteria giudice Grasso 1ecc Hajka eb prop. e cond. Vicoli 2ecc Mina k prop. e cond. Cazzola 3ecc Cora eb prop. e cond. Salviato

45

1-INC articoli apr09.indd 45

30/03/2009 9.58.49


Per essere inseriti nella rubrica occorre aver conseguito questi risultati:

ESPOSIZIONI INTERNAZIONALI Best in show: 1°, 2°, 3° classificato Raggruppamento: 1°, 2°, 3° classificato RADUNI DI RAZZA 1°, 2° miglior maschio, miglior femmina, migliore di razza

Si comunica che a partire da giugno verranno pubblicati solamente risultati ottenuti nell’anno 2009 inviare a redazione@enci.it

successi

SPARK DEL CASTEL DI UDINE Welsh Corgi Pembroke Speciale Pastori Britannici di Lubiana del 17/1/09 Miglior maschio, Campione di Club SLO Giudice: Luis Pinto Teixeira (P) Allevatore e Proprietario: Allevamento del Castel di Udine di M. e R. Jesse

SUNRISE DI CASA MICOCCI Samoiedo Expo di Atene del 11/10/08 1° Classificato al Best in Show Giudice Rui Olivera

Expo di Atene del 12/10/08 3° Classificato del 5° gruppo Giudice Janiki Steinbock

Expo di Losanna 18/10/08 1°Classificato del 5° gruppo Giudice: G.B. Tabò Allevatore: Pompeo Micocci Proprietario: David Cernicchi

DEFINITIVE CHERISH ALLURE EXOTIQUE Barbone nano Raduno Toy Group di Lubiana del 17/1/08 Miglior femmina - BIS giovani Giudice: C. Fernandez Renau Allevatore: Donatella Liurni

LUCKY S TSVETOCHNOY POLJANY Barbone media mole Expo di Zagabria (Croazia) del 2/3/08 2° classificato del 9° gruppo Giudice: Ivana Bakal Allevatore: Olga Arhipova Proprietario: Allev. Definitive Cherish di D. Liurni

DEFINITIVE CHERISH GUCCISSIMA Barbone media mole Speciale Toy Group di Lubiana del 17/1/09 BOB Giudice: Carlos F.dez Renau Allevatore: Donatella Liurni Proprietario: Giovani Mastropietro 46

2-INC successi apr09.indd 46

30/03/2009 9.38.54


i successi all’estero VINCENTVANGOGH DEL GIARDINO DEI CAPOVILLA Alano Campionato Club Austriaco di Tulln (A) del 27/9/08 Campione di Club Austriaco e Miglior Maschio Assoluto Giudice: H. Fischbach (D) Allevatore e Proprietario: All.to del Giardino dei Capovilla

ART PLATINUM LAVSONIYA AMOR DI SCHNAUZER Schnauzer medio Expo di Portoroz (Slo) del 15/6/08 3° classificata del 2° gruppo Giudice: O. Scerita (MOL)

Expo di San Marino del 29/6/08 2° classificata del 2° Gruppo Giudice: M. Ramirez (E)

Expo di Lisbona (P) del 12/7/08 3° classificata del 2° Gruppo Giudice: H. Wiblishauser (A)

Expo di Split (HR) del 25/7/08 3° classificata del 2° gruppo Giudice: R. Podesta (CHI) Allevatore: Yulia Kuramshina Proprietario: Allev. Amor di Schnauzer di A. Schmid

DE PACO XZ HOLLYWOOD GOLD BOLT American Staffordshire Terrier Contest of Champions Westminster di New York del 9/2/09 BOS

TUKIAK DELLA FARHA Siberian Husky Expo di Maribor (Slo) del 20/9/ 08 1° classificato del 5° gruppo Giudice: Darko Korosec (SLO)

Expo di Pohorje (Slo) del 21/9/08 1° classificato del 5° gruppo

Giudice: Marija Kavcic (SLO)

Sledge and Nordic Dogs Club Budapest 5/10/08 1° classificato del Best in Show Giudice: Elina Tan Hietalahti (SF) Allevatore e proprietario: Allev. della Farha di M. Benotti B. & Crestanello

PEPPINO CANLUNGO Bassotto standard p/d Expo di Beograd del 8/2/09 2° classificato del 4° raggruppamento Giudice: Suzsanna Balosh (H) Allevatore: Flavia Giacometti Steffen Proprietario: Marina Rondini

Giudice: Zane Smith Allevatore e proprietario: R. Paco Zanoia

47

2-INC successi apr09.indd 47

30/03/2009 9.38.57


i successi all’estero MAGPIE DEL MOLINASCO Bovaro del Bernese Raduno Ljubljana SKBPP del 17/1/09 BOB Giudice: Kari Jarvinen Allevatore e Proprietario: All.to del Molinasco

VANARA SHAMAN Terrier Nero Russo Expo di FRIBOURG (CH)del 21/2/09 2° classificato del 2° gruppo Giudice: A. Galofre Moragas (E) Allevatore e proprietario: Agnese Zocca

TANGOTARA COTTON CLUB Siberian Husky Expo di Varazdin (HR) del 24/5/08 2° classificato del 5° gruppo Giudice: Peter Harsanyi (H)

Expo di Varazdin (HR) del 25 /5/ 08 2° classificato del 5° gruppo

Giudice: Gianni Guffanti (Italy) Allevatore: Tangotara Kennel Proprietario: M. Benotti & B. Crestanello

TIGIDIT IKRAAM Azawakh Expo di Vrtojba (SLO) del 9/11/08 1° classificata del 10°gruppo Giudice: José Homen Mello (P)

Expo di Norimberga (D) del 17/1/09 3° classificata del 10°gruppo

Giudice: András Korózs (HU) Allevatore: Tigidit di Alberto Rossi Proprietario: Elisa Boscolo Pelo

MANUSIA'S HONEY Kooikerhondje Expo di Monaco di Baviera (D) del 7/3/09 Speciale Koikerhondje Sonderschau DCK BOB Giudice: T.Urek (SLO) Proprietario: Fulvio Cobaldi Allevatore: Bogers-Embrechts 48

2-INC successi apr09.indd 48

30/03/2009 9.38.58


CAMPIONI ITALIANI PROCLAMATI DAL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL 17 FEBBRAIO 2009 CAMPIONI DI BELLEZZA POINTER INGLESE LO0448432 FRANZINI TANIA F 11/01/2004 Da RAN DEL SOLE e da DAMA DEL BIONDO Allev. e Prop. CAZZANIGA FEDERICO LO0612657 NINA Da BREK e da CINA DI MONTE CIMARONE Prop. CAZZANIGA FEDERICO Allev. CAPELLI GIORGIO

SETTER INGLESE LO0638169 MONET DI VAL CERVO M 29/09/2005 Da DODI DI VAL CERVO e da MARA DI VAL CERVO Prop. GIANANDREA PATRIZIA Allev. MELLO GRAND GIOVANNI

CAIRN TERRIER

SETTER GORDON LO02132003 MAYA F 01/06/2002 Da FEBO e da MIRCA DEL REAL GORDON Prop. ZUCCHELLI GIANFRANCO Allev. TORZONI SILIO

AIREDALE TERRIER LO0830934 SAMARCANDA MELROSEPLACE F 13/05/2007 Da TERRYDALE HK SIGN ON CH e da SAMARCANDA THEEUREKA Prop. DEGANIS ROBERTA Allev. ALLEVAMENTO SAMARCANDA

BORDER TERRIER LO0630087 LONTERLAS ISOBEL F 06/09/2005 Da ORENBERG DANCER IN THE DARK e da LONTERLAS OTTERLEY Allev. e Prop. LUE' MARCO

FOX TERRIER A PELO LISCIO LO0736763 SWEET SMILE DEL CIRANO F 09/08/2006 Da SHOWINTIME DEL CIRANO e da FIELDRON INK SPOT ON Allev. e Prop. CAMPRINI ROBERTO

CANE DA PASTORE BELGA TERVUEREN LO0414990 ZANZIBAR M 19/07/2003 Da JARDINDEBAGATELLE e da ORANGE-T DEL DAKARONE Allev. e Prop. BACCIATTI MARCO

BOBTAIL LO0484022 APPLESANGELFALLENFROMSKY F 09/02/2004 Da MIELEDOLCEBRIO e da HOINMENTESOLOEVA DI ZUCCHERINO Allev. e Prop. CREPALDI SIMONETTA LO0677554 SUSPENSE DEI NOBILPAZZI M 10/11/2005 Da BUGABOO BIG PUFF DADDY CH e da NOBELPRIZE DEI NOBILPAZZI Prop. GASPERI MASSIMO Allev. MALACRIDA SUSANNA

CAO DE AGUA PELO ONDULATO LO042876 TRUMLIN DO LUSIADAS M 20/01/2003 Da QUINCY e da OBRA Prop. PAGANO MASSIMO Allev. BAZZANI FABIANA IRISH SOFT-COATED WHEATEN TERRIER LO0726145 IULIUS PLANUSSOFFICINA F 26/08/2006 Da NORVEGIANWOOD e da IULIUS PLANUSLECCORNIA Allev. e Prop. AUDISIO DI SOMMA GIULIO - PIAZZA CADUTI 9 TRANA 10090 TO I

LO04114532 GINA DEL SACRO FIUME F 30/01/2004 Da ZORBHA VAN'T STOKERYBOS e da FEDORA DEL SACRO FIUME Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL SACRO FIUME LO0817197 PONZIO ANICIO MEROPIO DEGLI ORSI DI BERNA M 17/03/2007 Da JOHNGILESPRICE e da ATLANTIDE Prop. CATTANI ITALO Allev. MURTAS ROSARIA

CANE DA ORSO DELLA CARELIA LO0820049 INARI F 25/07/2006 Da KYROS DE ATXAREA e da KAN TRACE TIGER LILY Prop. SCHIAVO STEFANO Allev. LARRINAGA IBARZ NATIVIDAD LO0820044 KIRKLAND M 25/07/2006 Da KYROS DE ATXAREA e da KAN TRACE TIGER LILY Prop. SCHIAVO STEFANO Allev. LARRINAGA IBARZ NATIVIDAD

TERRANOVA NERO LO0755907 THICKISH NEWFOUNDLAND XMASBERRY F 02/10/2006 Da THICKISH NEWFOUNDLAND JOHANNSEBASTIANBACH e da THICKISH NEWFOUNDLAND QUIQUOQUA Allev. e Prop. ALLEVAMENTO THICKISH NEWFOUNDLAND

MALTESE LO0628732 CINECITTA' BOVARAUL M 19/08/2005 Da CINECITTA' STEVEMCQUEEN CH e da CINECITTA' VANDAOSIRIS Allev. e Prop. PROSPERI FRANCO LO0632099 CINECITTA' EZIOGREGGIO M 15/10/2005 Da C AND M'S BECHTEL'S MARIO ANDRETTI e da CINECITTA' HALLREGINA Allev. e Prop. PROSPERI FRANCO LO08117039 PICASSO CASADIO MELITENSIS M 08/09/2006 Da VILLA MALTA'S ERASMUS e da ORCHIDEA CASADIO MELITENSIS Prop. KOERBLER PLOTINI INGRID Allev. KOERBLER PLOTINI INGRID

LAKELAND TERRIER LO0765429 IAGO DEL BENACO M 01/09/2006 Da SONORRA THE WIZARD CH e da ROBELROY ROYAL FLUSH AT WYNDAM Allev. e Prop. VIGNOLA GIANPAOLO LO0765431 ITACA DEL BENACO F 01/09/2006 Da SONORRA THE WIZARD CH e da ROBELROY ROYAL FLUSH AT WYNDAM Allev. e Prop. VIGNOLA GIANPAOLO LO08105070 WYNDAM BRISCOLA F 03/09/2005 Da LAKERIDGE THE JOCKER CH e da ROBELROY ROYAL FLUSH AT WYNDAM Prop. VIGNOLA GIANPAOLO Allev.ATKINSON V.J.

MANCHESTER TERRIER LO0753238 IMAGINE F 10/10/2006 Da EDDIELAWSON e da DRAGQUEEN Allev. e Prop. BRENCIANI PATRIZIA EPAGNEUL NANO CONTINENTALE PAPILLON LO0825279 QUEEN BLESS JP SUPER MARINE F 25/09/2006 Da QUEEN BLESS JP SUCCESS TROY e da QUEEN BLESS JP AMERIA Prop. RUSSO ANGELO Allev. CHIE EJIMA

EPAGNEUL NANO CONTINENTALE PHALENE ES06129253 XUS AS STATELY AS MAJESTIX M 28/05/2003 Da KECIL MACK THE KNIFE e da MOLARGARDENS HAGA Allev. e Prop. ZWAHLEN VERENA

SCHIPPERKEE LO06126424 ORONERO DELLA VAL METAURO M 02/06/2006 Da TITUS DE LA BELLE MAISON e da GEMMA DELLA VAL METAURO Prop. ANTONIAZZI VANESSA Allev. DI STEFANO ANGELA

YORKSHIRE TERRIER LO0746441 SILKY DIAMOND'S ELETTRA F 28/08/2006 Da QOCCLE'S THEDEVILKISS e da SERTER IMMAGINE VIRTUALE Prop. GOLINO ANNA Allev. MATTICCHIO NANCY ILARIA LO0571979 SWEETY BLUE MISSHUNDERWOOD F 18/12/2004 Da HUNDERWOOD OBSESSION e da HUNDERWOOD OH! LA, LA Allev. e Prop. MEUCCI EMIRA ANTONELLA

CANE DA PASTORE SCOZZESE SHETLAND LO0644837 BLADERUNNER M 13/10/2005 Da SENSUSAN KOH-I-JUS e da QUICKSTEP Prop. BASCIALLA MASSIMO Allev. PIETRINI ROSALBA LO0755627 PETER PAN DI SELVASPINA M 30/09/2006 Da HAWAIIANHOLIDAY DI SELVASPINA e da PIXYDUST DI SELVASPINA Allev. e Prop. ALBRIGO ANNA

MASTINO DEI PIRENEI

campioni

ES0915207 ROTTRIVER'S BLACK EYED PEACE M 19/05/2006 Prop. OHLANDER KRISTER - OLSANGSVAGEN 3 HANINGE STOCCOLMA 13648 S Allev. OHLANDER KRISTER

BOVARO DEL BERNESE

LO0357665 ALEGRA DE AUGUSTA ALLEMANIA F 13/05/2002 Da YONI-BI-GUD DE LA TAJADERA DEL TIO ROY CH E 98 HD/A e da ANA DEL CASTILLIO ALTO Prop. GALLO ENRICO Allev. RAB LAURA U. MARIUS

EPAGNEUL BRETON BIANCO ARANCIO

LO05104082 AGNO DI VAL GROSSA M 08/06/2005 Da MIKE DE SAINT LUBIN e da UFLET DI VAL GROSSA Prop. ARATA FRANCESCO Allev. PRETO ANDREA

EPAGNEUL BRETON ALTRI COLORI

LO0910666 AQUILLA ALESSANDRO & NICOLA M 06/06/2002 Da CARLOS II "ALESSANDRO & NICOLA" e da TANIA " ALESSANDRO & NICOLA" Prop. PELLICANO' STEFANO Allev.ALLEVAMENTO ALESSANDRO & NICOLA LO063059 ODLINE DEGLI STERPARETI F 25/06/2005 Da SIOUX e da ZARINA DI CASCIANA TERME Prop. PELLICANO' STEFANO Allev. DE MATTIA FRANCESCO

SPITZ TEDESCHI NANO DI TUTTI I COLORI LO0815207 LITTLE SURPRISE DI CURIA PICTA M 12/04/2007 Da JAN-SHARS GOOD TIME CHARLIE e da JAN SHARS PUT ON A HAPPY FACE Allev. e Prop. IOTTI ELENA

SPITZ TEDESCHI PICCOLO ARANCIO, GRIGIO O ALTRI COLORI LO08107944 BICONTY'S FAIL-SAFE M 02/10/2004 Da BI-MAR'S BICONTY HOT LINE e da SOUTHPAWS ROCK N EXPRESS Prop. GRASSO LUCIA Allev. ALPPINEN PIRJO-RIITTA LO0723963 KAROL DELLE TRE TORRI F 25/08/2006 Da OF POMS FOREVER TRUK e da BARBABLU' ATTRAZIONEFATALE Allev. e Prop. PREMOLI PAOLO MARIA LO0662624 STARDUST KELLY'S THE RED DEVIL M 15/02/2006 Da JAN-SHARS BUILT FORD TOUGH e da STARDUSTGUENDALINA Prop. VIGANO' VALENTINA Allev. GENTILI RICCARDO

49

3-INC campioni apr09.indd 49

30/03/2009 9.22.14


i campioni CANE DA FERMA TEDESCO A PELO DURO LO05109007 ARTU' DI APOLLO M 28/03/2005 Da ERIK DI APOLLO e da AVA Prop. GARRO LIVIO Allev. FALCETTI GIANFRANCO BOULEDOGUE FRANCESE BIANCO E BRINGEE (CAILLE) LO0752273 GINO DELL'OLDOINYO LENGAI M 10/11/2006 Da CRITJE V.D. MESTREECHTENEERKES e da LETJE V.D. MESTREECHTENEERKES Allev. e Prop. VITALI VALERIO

GOLDEN RETRIEVER LO0432721 WIGGLINJIGGLINCUPCAKES M 31/10/2003 Da JUSTJOHNNY ENDELWOOD e da ROYAL CREST GOLD-N SCORPION Allev. e Prop. LAZZARETTO LAURA

CANE DA PASTORE DI BRIE FULVO GRIGIO LO0615138 ALPACINO M 27/05/2005 Da TENDERTAKE DELLE NEBBIE DI AVALON e da FIOME O'NAO NACAMBEL Prop. RANCAN CLAUDIO Allev. VIEZZER MORENO

DOGUE DE BORDEAUX LO0763520 BULL DI AL FAREE M 12/12/2006 Da THYSON e da ALTHEA Allev. e Prop. DI LEO VINCENZO CANE DA FERMA TEDESCO A PELO CORTO LO049368 REB M 20/09/2003 Da AXEL DELLA LUANA e da IRIS DELLA LUANA Prop. ROSSETTI ENRICO Allev. RIZZI RINO

LABRADOR RETRIEVER LO0773139 FOXRUSH DICK FRANCIS M 23/04/2003 Da BRAUNSPATH DISCOVERY e da FOXRUSH BLUE SAPPHIRE Prop. SPINELLI GIAN LUIGI Allev. CHARLTON GL LO05121708 LOCH MOR SHAMROCK M 10/04/2005 Da FOLLIES STORM PETREL INT CH e da AMBER CH Allev. e Prop. BARBERI FRANCO CAVALIER KING CHARLES SPANIEL BLENHEIM LO0664575 DOMITILLA-BL F 22/12/2005 Da BEETHOVEN e da ABIGARRADA DEI COMTE D'EAU Allev. e Prop. UGOLOTTI OSCAR CANE DA MONTAGNA DEI PIRENEI LO0551460 VARRON DELLA PONTANARA M 10/09/2004 Da UDINI' DELLA PONTANARA e da TOSCA DELLA PONTANARA Prop. BASTIANELLO ALESSANDRA Allev. CENACCHI SILVANA

DOBERMANN NERO FOCATO LO0416981 CARYBDIS DOMIZIA F 20/11/2003 Da RASCO DEL MONTALDO e da ANAISANAIS DEL MONTALDO Prop. MUIA' DOMENICO Allev. OLIVA MONICA LO05113371 ONIXIE DEI DUE LAGHI F 23/05/2005 Da BOPHENIX DEI DUE LAGHI e da SARASOPHIE DEL CITONE Allev. e Prop. ASSAL SCHIFF NADIA LO0667642 UNIKA DEL RIOBIANCO F 16/12/2005 Da NITRO DEL RIOBIANCO e da PRAMA DI CARMINA BURANA Prop. MATTARELLI MONICA Allev. FAVERO MAURO LO0577235 VALTONIKE DELLA SCIARA M 04/02/2005 Da NITRO DEL RIOBIANCO e da NIKE DELLA SCIARA DVSG Prop. PEPE TOMMASO Allev. BADALATI SALVATORE LO0530944 ZORDANZEWI DEL CITONE M 04/10/2004 Da GINO GOMEZ DEL CITONE e da GIADA DI VILLA CONTE

Prop. ALLEVAMENTO DEL COINOR Allev. PEZZANO PIETROGINO

DOBERMANN MARRONE FOCATO LO043655 ATHOS DI VILLA CASTELLI M 15/08/2003 Da EL DIABLO DAX "ALTOBELLO" e da ASIA Prop. ZANARDI FEDERICO Allev. CALIANDRO ROBERTO

BOXER TIGRATO LO0610004 CLETO DEL COLLE DELL'INFINITO M 30/07/2005 Da EGO DE JOANXICHCAN e da DOLCINEA DEL COLLE DELL'INFINITO Prop. VIOLANTE ENZO Allev. TANONI ALESSANDRO LO0339241 OTTO DELLA MAGA M 09/09/2002 Da VIRGILIO DELLA MAGA e da NORA DELLA MAGA Prop. SCAFFIDI CELESTINO Allev. FERI MONICA LO06551 ZODIAC DI SORAGNA M 14/07/2005 Da BONO DI SORAGNA e da VICTORIA DELLE ACQUE SALATE Prop. MINERVINI FOSSI ELENA Allev. MARENGHI MARCO

LEONBERGER LO0662949 CALAMITYJANE F 28/11/2005 Da LIUTO DEL SAMBRO e da WIYOT CORA Prop. FRANZONI LAURA Allev. POZZATO ELENA RHODESIAN RIDGEBACK LO0820132 COZO M 08/03/2004 Da RHODYS PRIDE LEORIDGE MUFASA e da HESHIMA YA KIMBA CHAMBA Prop. LEONORA LEAL Allev. RAGAINI LEONORA ANNA

ROTTWEILER LO0712739 CASSANDRA F 23/04/2006 Da ZAGOR e da LOREN DEL DARDO NERO Prop. ACAMPORA ERNESTO Allev. SORGE FERDINANDO LO0810181 GERY VON HAUS DRAZIC M 15/04/2006 Da GROF-BOY PRM 2XCAC HD-FREE e da ZITTA Prop. PALMERI FABRIZIO Allev. DRAZIC DRAGOSLAV LO096816 JODA VAN HAYSHERAK M 13/01/2006 Da HERRYPOTTER DEL DARDO NERO CH e da VELVET VAN HAYSHERAK CH HDA Prop. SEBASTIANUTTO GLORIA Allev. V.D. GRONDEN JOSE' LO0731274 JUTTA FLASH ROUSE F 01/11/2004 Da GONZZO EARL ANTONIUS CHYU e da RAMONA VON DER CROSSENER Prop. PALMERI FABRIZIO Allev. VUKELIC ALEKSANDAR LO0754969 LEROY VAN HAYSHERAK M 12/07/2006 Da MAMBO V.D. CROSSENER RANCH e da REBECCA DELLA ROCCA BRANCALEONE Prop. BONFARDINO VINCENZO Allev. VAN HAYSHERAK

BASSOTTI TEDESCHI KANINCHEN A PELO CORTO LO0789769 ONEDOLLARGIRL DEL WANHELSING F 13/03/2007 Da GERMANDACHS ROSENKAVALIER e da BYCONTEVERDEBRITNEY Allev. e Prop. FRIGGIONE FRANCESCA

BASSOTTI TEDESCHI KANINCHEN A PELO DURO LO0872114 GOTHINGAM PLASMON M 02/07/2007 Da MIRO' DEL GOTHA e da TOPSZLI DAKSZLI QUALITY Allev. e Prop. VINCENZI RENATO LO0783483 PUSSYCAT DEL GOTHA F 01/02/2007 Da MINIME DEL GOTHA e da MAGIA DEL GOTHA Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL GOTHA

BASSOTTI TEDESCHI NANO A PELO CORTO LO0763912 DELICEDUCARTIER DEL CONTEVERDE F 04/10/2006

Da BAUCHAL'S MACDONALD e da AERIS Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL CONTEVERDE LO06109769 ORTENSIA DEL GOTHA F 16/06/2006 Da ORLOF DU VAL DE ROC-BRUN e da GANGA DE LUA-LUNA Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL GOTHA LO08105038 PHILADELPHIA DEL GOTHA M 25/05/2007 Da DUCA DEL GOTHA e da BAUCHAL'S KILLINGMESOFTLY Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL GOTHA

BASSOTTI TEDESCHI NANO A PELO DURO LO0768810 NIKOLETTA DI CASA MAINARDI F 13/01/2007 Da DULCECREAM e da EMMA Allev. e Prop. NARDI MANUELA LO0768808 NIKOTINA DI CASA MAINARDI F 13/01/2007 Da DULCECREAM e da EMMA Prop. FRIGGIONE FRANCESCA Allev. NARDI MANUELA LO0568447 ROSITA DI VALLE SCRIVIA F 11/02/2005 Da RAVNSAGER'S SPECIEL DESIGN FOR YOU e da MILLENNIUMMINNIE DI VALLE SCRIVIA Allev. e Prop. GUIDOBONO CAVALCHINI LUIGI

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO CORTO LO0759011 DIRKPITT DEL CONTEVERDE M 15/11/2006 Da BAUCHAL'S KAMIKAZE e da GRETA Prop. PICCINI SONIA Allev. ALLEVAMENTO DEL CONTEVERDE LO0753195 EUFORIA F 21/10/2006 Da LUCAS Z POSCHINGERU e da PENELOPE DELLA MAGA Allev. e Prop. VACCARI ELENA

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO LUNGO LO0842826 FRANZJOSEPH S/L M 26/06/2007 Da GINGERALE DELLA CANTERANA e da GUNILLA DELLA CANTERANA Prop. DELLA MATERA DANIELA Allev. SIMEONI CRISTIANA

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO DURO LO06106678 PERLANERA DELLA VAL VEZZENO F 12/01/2006 Da APOLLO DELLA VAL VEZZENO e da BIGA Z HETMANSKIEJ STANICK Allev. e Prop. PALLADINI ANTONIO

BULLDOG LO0781480 ALL BY MYSELF M 20/01/2007 Da BRITISHPRIDE ELVIS e da LUVIPRIDE HALLOFFAME Allev. e Prop. LUPIA ANNA MARIA LO0868484 ARMANI FROM THE BULLS COMPAGNIE M 04/11/2004 Da BRITISHPRIDE ENTREPRENEUR e da ARRUGAS SAN SIMON BULLS Prop. PORTA FRANCO Allev.PARDOEL R.

CANE DA PASTORE SCOZZESE A PELO LUNGO LO05136559 CLAIRDELUNE DELLA CORONA FERREA F 25/06/2005 Da JOHNNYBEGOOD e da SUNALWAYSSHINEONSALOME Prop. ARCARI IVANO Allev. CAZZANIGA GABRIELLA LO0654078 LOVEAFFAIR DELL'ISOLA DEI COLLIES F 04/12/2005 Da GULLIVER OF CEDARWOOD e da BREEZEY QUERIDA MIA Allev. e Prop. BENAGLIA ERMINIA

IRISH WOLFHOUND LO0772714 CLOR NA GAEL ISABELLA F 01/09/2006 Da PERGENTINO PIMENTEL DEI MANGIALUPI e da DUNHILL'S TARA Prop. CIGLIANI ROSANNA Allev. JUHASZ CSILLA

50

3-INC campioni apr09.indd 50

30/03/2009 9.22.14


i campioni LO0732976 PAPPA COL POMODORO DEI MANGIALUPI F 09/10/2006 Da PITLOCHRY'S ZARDOZ e da YOLANDEDEFOIX DEI MANGIALUPI Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEI MANGIALUPI

Da CHASING RAY'S SALVA e da SMASH JP GO-GO DANCER Prop. PAOLANTONI STEFANO Allev. YUKIKO OMURA

BEAGLE

LO07102346 ZIEGFELD MAGIC HARMONY AT ZAHIR F 16/04/2006 Da LAURELBURY DURANDEL DURANDEL DURANGOe da LAURELBURY ZIEGFELD SHE DEVIL BLK Prop. GIULIANI ALESSANDRA Allev.QUANDT KATHY & JOHN

LO0635662 DIALYNNE SPECIAL RESERVE M 29/01/2005 Da FALLOWFIELD DOUGLAS CH e da DIALYNNE MIRROR IMAGE Prop. ALLEVAMENTO LANTAKA Allev. SPAVIN MELANIE LO0615969 GRAAL DI VILLA SOLEIL M 17/05/2005 Da ENDRES VICTOR e da APPLE Allev. e Prop. GASPARI RENZO LO0872937 VICO DELL'ETRURIA 2000 M 22/06/2007 Da DARAGOJ THE ORIENTAL e da TIRSA DELL'ETRURIA 2000 Allev. e Prop. PIERACCI PAOLO

WHIPPET LO0744781 ABSOLUTE MANN MR PRESIDENT M 05/09/2006 Da JASEINAMORARMANN e da THESEXUALHEALER Allev. e Prop. MANNI FABRIZIO LO0737843 SOBERS GEORGIA OF WHIPROSE F 01/08/2006 Da BARNESMORE GALILEO e da BARNESMORE MAGIK POTION Prop. ROSATO MARINA Allev. ALLEVAMENTO SOBERS

FOX TERRIER A PELO RUVIDO LO0690860 CASSARNON CASSANDRA OF QUATTROMORI F 06/08/2004 Da FAIRWYRE PROSPECT CH e da CASSARNON APHRODITE Prop. SARDO ADRIANO Allev. CASSIDY D ES0572566 CASSARNON MAXIMUS CH M 12/11/2001 Da FAIRWYRE COMMANDER AT GRAMBRAE CH e da SWEET BALLYNEASE Prop. SHONEBERG W Allev. CASSIDY D

BARBONI MINIATURA TOY NERO

BARBONI TOY ROSSO FULVO LO0873345 YAMIT MUSKAT RUBY ROSE F 01/02/2007 Da SOLNES A ROSE FOR NODDY CHRUS e da OCHAROVANIE ESTEE LAUDER CHRUS Prop. GORDINI MARA I Allev. KURBATSKAYA P

RIESENSCHNAUZER NERO LO02132695 TINA-N F 14/07/2002 Da CASSIUSKLAY-N e da MIURA-N Allev. e Prop. VELINI GIOVANNI

ZWERGSCHNAUZER PEPE SALE LO0537828 JACQUELINEDEBELLEFORT F 09/09/2004 Da DONDIEGOLAVEGAELZORRO e da TRESOR-PS DEL GUIDANTE Allev. e Prop. BALDIZZONE MARIA

ZWERGSCHNAUZER NERO ARGENTO LO05110472 SCEDIR SOPHIEMARCEAU-NA F 21/12/2004 Da HASSANHILL'S SCEDIR SIMPLY THE BEST-NA e da SCEDIR INGRIDBERGMAN-NA Allev. e Prop. FERRARI FABIO

ZWERGPINSCHER

LO0692817 MUGATUGOMENNASAI M 03/03/2006 Da SMASH JP UPWARD e da NAVARROCATTOLICA Prop. MAINARDI DONATELLA Allev. CAMPO BAGATIN MASSIMO

LO07100636 CALIFFO M 15/07/2007 Da ARTU DI KRISTIANDEN e da TARANTELLA SUGI Prop. NARCISO MARIA TERESA Allev. GIANNI BEATRICE BARZOI LO0794245 BARGHAL M 12/03/2007 Da LUT SZCZESCIA WLADCA TRAW e da VELIKIJ JALINA Prop. PALA PAOLO Allev. BERTOLINI ELENA VOLPINO ITALIANO LO0825423 SAPIENTINO DELL'ANTICA ETRURIA M 07/05/2007 Da MINUZZOLO DELL'ANTICA ETRURIA e da ISADORA DELL'ANTICA ETRURIA Prop. PISCEDDA ODILIA Allev. LEONINI ANDREA LI0442038 ZENZERO DELLA GENZIANELLA M 14/01/2004 Da RUGANTINO DELLA GENZIANELLA e da BRICIOLA Prop. CREPALDI ANTONIO Allev. FRANCESCHETTI ENRICO

BARBONI NANO MARRONE

MASTINO NAPOLETANO

BARBONI NERO LO0915232 FARDAY TRACK A TRAMP-N M 27/11/2005 Da KUDOS THE KNOCKOUT CHINT CHN CHFIN e da FARDAY QUANTRELLA Prop. MARINAI ALESSIA Allev.HANSEN VICTOR

BARBONI NANO BIANCO

LO0739570 IRISHCOFFEE-M DEI BARBALLEGRI M 06/10/2006 Da THORPE e da THALULAH DEI BARBALLEGRI Allev. e Prop. ALLEGRI GABRIELLA

BARBONI NANO NERO

LO06118972 ZEPPOLELLA DELL'ANTICO REGNO F 29/05/2006 Da SASA' DELL'ANTICO REGNO e da ROSELLA DELL'ANTICO REGNO Allev. e Prop. DE LUCIA GIROLAMO

ES0818987 CASPIAN LINE'S CURLY MIRACLE M 05/06/2005 Da CANMOY'S DISCO INFERNO CH e da SLAVJANKA IRANDEL Prop. KOLBEN NATASCHA - DI MAURO A. Allev. KOLBE NATASCHA

PICCOLO LEVRIERO ITALIANO LO0821642 ZAPATERO DEI RAGGI DI LUNA M 23/04/2007 Da IVALDO BOHEMIA SKARA e da ROBERTA DEI RAGGI DI LUNA Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEI RAGGI DI LUNA

BARBONI MINIATURA TOY BIANCO

CANE DA PASTORE MAREMMANO ABRUZZESE

LO0780884 ELECTRA-B DELL'ALBERICO F 15/08/2006 Da SMASH JP ONE MORE TIME e da VENEZIANKA IZ ZIMNIH GREZ Allev. e Prop. PAOLANTONI STEFANO LO0797796 SMASH JP IT'S SMASH M 21/03/2006

LO0725919 CALIFANO P. DI CASA CARUSO M 16/02/2006 Da ALVISE e da KELLY Allev. e Prop. CARUSO GUGLIELMO LO05110108 ZAR M 17/04/2005 Da CESARE e da OMBRA DELLE VERGHERIE

Prop. ALLEVAMENTO CONTRADA DEL FIORANO Allev. BARBIERI SILVANA

BRACCO ITALIANO BIANCO ARANCIO LO0653508 POLDO M 01/01/2006 Da ZORRO e da PUSCA Allev. e Prop. SANCHI FABRIZIA CHOW-CHOW ROSSO LO071639 CASTELBARBARA PEGGYSUE F 24/06/2006 Da CASTELBARBARA COLONELRUSTYCRUSTY e da RIO'S CARIBBEAN PEARL Prop. GIUSTINIANI DARIO Allev. NOVARESE CURWEN BARBARA LO0850527 SWEETREVENGE MAJESTIC RED PASSION M 27/03/2007 Da SITTININSUN e da SWEETREVENGE TZUSHUICHING Prop. GIUSTINIANI BRUNO Allev. AGOSTI FIORELLA

CHOW-CHOW NERO LO0560807 MOIMA NIGHTBOY M 11/11/2004 Da TANLAP TUFTYTITAN CHGB e da MI-PAO'S CANADIAN DOLL Prop. GUSBERTI PAOLO Allev. STOCCO MOIRA LO05116435 STAGEBO'S QUEEN OF SPADES F 12/07/2003 Da SHI-YANG'S HEI MANZU INTCH DKCH SCH e da STAGEBO'S MARTHA MY DEAR Prop. ALLEVAMENTO DEI LEONI IMPERIALI Allev.STAGEBO MICHAEL

CHIN LO0794517 FRALEE KENJI M 25/11/2006 Da HOMERBRENT KANDAI-NA e da FRALEE SIGHSHO NI Prop. BARTALI ROBERTA ROFI Allev. FRASER T

PECHINESE LO08108046 YAKEE REACTION M 03/06/2006 Da YAKEE AND DON'T FORGET IT e da YAKEE'S LITTLE BLOND NUMBER CH Prop. PRANDI PAOLO Allev. EASDON ALBERT

SHIH TZU LO0769047 STEVEN BORN IN SELVA M 25/12/2006 Da EROS FROM AUDREYS PARADIS e da PATTATAKIKIHOLLE Allev. e Prop. ROSOLEN ANGELO

TIBETAN TERRIER LO05111622 QANDA LHI'S ALYSSATARA F 01/03/2005 Da DALGHANI'S MA NI KAR LO e da SCHAKA-TA'S RAH-LHI Allev. e Prop. DEL MONTE LISA

SAMOIEDO LO0690948 DOLLARDANCE EASTER TROLL F 19/02/2006 Da CREDIMIMAREANTONIO e da SCHATZAVE'S EASTER BUNNY Prop. VIGNANELLI SANDRO Allev. JAVVIRTA PAULINA LO0692679 EVITA DI CASA REBOSIO F 17/04/2006 Da CHALLANGER DI CASA REBOSIO e da ZAMOYSKI LUCKY CHARISMA Allev. e Prop. REBOSIO SERGIO HANNOVERISCHER SCHWEISSHUND LO03135113 RUBENS M 31/03/2003 Da BARON V. BUTSCHEL e da AFRA Prop. ROBALDO ANGELO Allev. RUBICONDI GABRIELLA CHIHUAHUA A PELO CORTO LO08101096 XELIANTOS LITTLE BEMBY DI RIO GALERIA M 28/09/2006 Da YOTEQUIERO BNFV DI RIO GALERIA e da ARNICA MONTANA PAHKINAN FLOFLO Prop. TARTARO PAOLO Allev.ANTONOVA ELENA

51

3-INC campioni apr09.indd 51

30/03/2009 9.22.14


i campioni CHIHUAHUA A PELO LUNGO

CANE DA PASTORE POLACCO DI VALLEE

COTON DE TULEAR

LO0782978 DONAMORADA DE FUEGO-PL DELL'ACULEO F 08/01/2007 Da YOTEQUIERO-PC/BNFV DI RIO GALERIA e da QUARTIEREDEFEMME DI RIO GALERIA Allev. e Prop. RAGGIASCHI ROMANO LO0730953 MUSIC VELVET VIOLANTE-PL F 05/09/2006 Da VICHINGO DI RIO GALERIA e da VERDELUNA DI RIO GALERIA Allev. e Prop. NUZZO FRANCESCO DI PAOLA LO055112 MUSICVELVET F 23/07/2004 Da SOUTH FORK'S MUSIK MAN e da PEPPERFLY Allev. e Prop. NUZZO FRANCESCO DI PAOLA LO0915342 SANSON DE ARLEJO M 10/04/2007 Da BLUE-MOON DE ARLEJO e da BARTOLA DE ARLEJO Prop. PAVANI CLAUDIA Allev. Estero: ARMAS LESTA JOSE' SANTIAGO LO0585844 YOUSSUNDIUR-PL/TR DI RIO GALERIA CH BUL RUS LIT BALK MOL EST M 11/03/2005 Da SOUTH FORK'S JAZZ e da DONNAROSITA Allev. e Prop. TARTARO PAOLO LHASA APSO LO0731020 STREP TEASE DELL'ALBERICO F 11/09/2006 Da SAIGON DELL'ALBERICO e da SILLY DELL'ALBERICO Prop. ULTVEIT MOE ANNIKA Allev. PAOLANTONI STEFANO ES0723935 VICKY CHU DES CYRES DE GELUKPA F 15/05/2004 Da e da Prop. CHANCEL FREDERIQUE Allev. CHANCEL FREDERIQUE

LO0665585 BURSZTYNOWYA ETIUDA F 16/11/2005 Da LELEK GAZDA Z BANCIARNI e da HESIA POLSKIE KUDLACZE Allev. e Prop. SKALINSKA PETRELLI MARIA

LO076115 BAR-KEN'S COW BOY TANGO M 07/05/2005 Da ULETIDE DU DOMAINE DE LA ROUVIERE e da BAR-KEN'S DELILAH Prop. DE LUCA ELISABETTA Allev. ADCOCK BARBARA LO0732548 COTONBRIE ANASTASIA F 29/03/2006 Da BAR-KEN'S COW BOY TANGO e da REVOLUTION DE LA CHAUMIERE DU LAC Allev. e Prop. DE LUCA FRANCO AMERICAN STAFFORDSHIRE TERRIER LO08139824 RUS MAGIC GREAM BOGDAN M 28/08/2006 Da LIEVORE'S EDITION ICARO e da BAKARORO END ITUBORI NERTUS Prop. LIEVORE PIERGIORGIO Allev. E KOMISSAROVA

LEVRIERO AFGANO

LO0897058 KENTA GO KANAGAWA SHIRAI M 12/11/2005 Da KOKUHOURYUU GO URAWA SHOUJISOU e da KUROYURI GO URAWA SHOUJISOU Prop. KIMURA MARIA ANGELICA Allev.SHIRAI KOJI LO0764870 KITANO M 10/10/2006 Da MANINBLACK DEL BIAGIO e da BAKSIA DEL BIAGIO Allev. e Prop. ZOZZARO GIOVANNI MASTIFF LO0783176 DOROTEA DEL FRACASSO F 09/02/2007 Da SIRKEVIN e da BRIGIDA DEL FRACASSO Prop. SCHWARZ ELISABETH Allev. FRACASSI ANTONIO SIBERIAN HUSKY LO01107463 DOLCEVITA DELLA VANISELLA F 30/01/2001 Da AROCKAROUNDTHECLOCK DELLA VANISELLA e da ALGUSK MILLENNIUMGIRL Allev. e Prop. DRIOLI MARISA LO0593467 KTUNFORGETTABLEGLENEAGLE F 02/04/2005 Da KALISBERG DEL KARRACESe da TANTOUM PULCHRA QUAM OF BAKER LAKE Allev. e Prop. MARCHETTI NICOLA BIANCA MARIA LO0331049 TANTOUM PULCHRA QUAM OF BAKER LAKE Da HUSKAVARNA'S FORGET PARIS e da PARADISE OF BAKER LAKE F 02/03/2002 Prop. MARCHETTI NICOLA BIANCA MARIA Allev. BARBA LOPEZ

LO04114900 KOUROS VITASPERICOLATA M 03/06/2004 Da RIVER FLOW D'HEZARADJAH CH e da KOUROS CONFUSAEFELICE Prop. LEONARDI MARIA CRISTINA Allev. D'ANDREA SIMONA

PICCOLO CANE LEONE ES0886402 CRAZY GREMLIN'S KARISHMA LEE F 01/03/2007 Da LOWENHART CHANCE DELAVIE e da NINIFEE VON DEM LOWCHENPARADIES Prop. VALENTINO CARLA Allev. SCHNEIDER BIANKA

ALANO FULVO LO0770956 ISOTTA DEL PICCOLO JIGO F 31/12/2006 Da ZARCO DE ALDAMA e da BIBIANAISABEL Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL PICCOLO JIGO LO0783543 ORTENSIA-F DE' CINEGETI F 07/01/2007 Da MAMBO-F DE'CINEGETI e da CESIRA-F DE' CINEGETI Allev. e Prop. SALMOIRAGHI MARINA

ALANO ARLECCHINO LO0862467 KAMILLA-A DELL'ELSA F 01/07/2007 Da GALAAD e da CLARA-A DELL'ELSA Prop. TOTI LORELLA Allev. CARCHEN MARIA ROSA ALASKAN MALAMUTE LO064652 ANOTHERPERFECTTHINK M 04/07/2005 Da WILD WINDS VINDICATOR O' VDC e da CINDY DELLA VIGNA DELLA CORTE Prop. TOZZI FRANCO Allev. TABARRINI DANIELE LO0899175 OAKIOK'S SIMPLY IRRESISTIBLE F 04/09/2003 Da TAOLAN TRACES OF THE CAT CH e da GCM OAKIOK'S SOCK IT TO YA CH Prop. PAGLIARI M. GIOVANNA Allev. URAYNAR CINDY

CARLINO FULVO CON MASCHERA NERA LO087544 MONTES AURI ZYAN ZIBAR M 19/10/2005 Da HARITOSHKA VESELCHAK e da NESMEYANA LALA KRALYA Prop. SOFFIENTINI SERGIO Allev. BORZOVA L.

ALPENLAENDISCHE DACHSBRACKE LO0734346 MORO M 05/09/2006 Da BOR e da AZRA Prop. VERDINI DANIELE Allev. ROSSI RENZO LO0786955 OLMA F 01/03/2007 Da BOR e da LUNA Prop. VERDINI UGO Allev. SARACONI NICOLA AKITA LO0570581 KUMI F 15/11/2004 Da KAIOJÌHSHIN-GO e da MARI-GO Prop. DIONISI RAFFAELLA Allev. PACE FABRIZIO LO0669984 MITSUKO-GO DELL'ANTICO ORIENTE F 29/10/2005 Da KINRYUU GO KEIHAN TSUTSUMI JP e da AKIOO Allev. e Prop. DIONISI RAFFAELLA LO0669981 USHIWAKA-GO DELL'ANTICO ORIENTE M 29/10/2005 Da KINRYUU GO KEIHAN TSUTSUMI JP e da AKIOO Allev. e Prop. DIONISI RAFFAELLA - VIA PAOLESSI 131 RIETI 02100 RI I

SHIBA

NORFOLK TERRIER LO0788656 CRACKNOR CROSSMYHEART M 21/12/2006 Da CAUSE A COMOTION CH e da CRACKNOR COOKING THE BOOKS Prop. DANOVARO NICOLA Allev. MATELL E.

AUSTRALIAN CATTLEDOG LO08392 ARMANI KAZARI TOYO-KEN M 29/12/2006 Da REDDENBLU'S THE XCEPTONIST e da COUNTRY MUSIC Z LODICE Prop. LANZONI ROBERTO GEROLAMO Allev. DEDICOVA EVA LO0761485 ASHLEYJUDD F 27/12/2006 Da PACO e da SOPHIE Allev. e Prop. PRETTO GIANMARCO DOGO ARGENTINO LO0721869 GUARO DEL TOLKEYEN M 10/06/2006 Da CORAJE DEL BAGUAL e da MALEVA DEL TOLKEYEN Allev. e Prop. CHIATTI STEFANO

BORDER COLLIE LO04103594 CATCH M 14/04/2004 Da MOBELLA SPECIL ENVOY e da PORTADOWN NELL Allev. e Prop. DI BLASIO ROBERTA LO0773619 CHIC NO CHOCK DI SANTA BARBARA F 02/12/2006 Da ICE e da TANANAI DI SANTA BARBARA Allev. e Prop. BURATTI LUCIANO LO0440073 SPEED M 07/12/2003 Da CYCLONBRAD e da BEAMISH Prop. PORCU CHRISTIAN Allev. SABBADINI LORENA

LAGOTTO ROMAGNOLO LI0789478 ANTIGONI DELLA TAPARINA F 05/03/2007 Da GAULUOIS DELLE FARNIE e da VIOLETTA DELLE FARNIE Allev. e Prop. FARNE' MATTIA LI0819853 IL GRANAIO DEI MALATESTA AUGUSTO M 16/04/2007 Da RED e da TERESINA Allev. e Prop. BENELLI MONICA LI04114711 PAN M 03/06/2004 Da MORGAN e da PERLA Allev. e Prop. PIANCASTELLI PIERINA

CANE DA PASTORE DEL CAUCASO LO0678633 ASEK M 21/12/2005 Da BAJNOK BRUNO e da KUMA Allev. e Prop. PEPI ANTONINO LO0567498 GIULIOCESAREAUGUSTO M 08/12/2004 Da ORDAS AKMENU GÉLÉ e da LULU' Allev. e Prop. PRIMICERI ETTORE LO0780466 LUISA DEI NOBILI GUERRIERI F 11/11/2006 Da ICE e da JENA Allev. e Prop. PEPI ANTONINO LO0753397 MIZSEFARMI GONOSZ NANA F 12/06/2006 Da MIZSEFARMI GONOSZ ASTOR e da MIZSEFARMI GONOSZ FANTA Prop. ALL.TO DELLE COLLINE DI MARANELLO Allev. HORNACSEK IRME

52

3-INC campioni apr09.indd 52

30/03/2009 9.22.14


i campioni CANE DA LUPO CECOSLOVACCO LO0550169 ARIMMINUM ASHA F 26/08/2004 Da GREY WOLF Z MOLU ES e da AMBRA VLCI NADEJE Prop. PACIFICI MASSIMO Allev. MATRASOVA SARKA

CANE DA PASTORE DELL'ASIA CENTRALE LO0871619 GRAI VEST ESGER M 13/11/2006 TSV200 Da ASHDAR CHRUS e da GRAI VEST KORGAN Prop. LIEVORE PIERGIORGIO Allev. GALIASKAROV SK LO0812743 LEON M 06/11/2006 Da AZIM AKMENU GELE e da BERTA Prop. MARTINEZ CRISTINA GIOIA Allev. CAROLI FABRIZIO

PARSON RUSSELL TERRIER LO0792454 FOXWARREN DAN RUSSELL M 01/03/2006 Da FOXWARREN SAILOR e da FOXWARREN SMARTY IV Prop. CATALDI MASSIMO Allev. CHAPMAN E

AUSTRALIAN SHEPHERD LO0723300 CALAMITY JANE DELL'ANTICA SIBARI F 02/09/2006 Da MITYSPENK e da MAQUILLAGE DI CAMPOVIGNONE Prop. GALLUCCIO ROSA Allev. LASSO LUIGI ES091762 CHUPACHUPS DEL WHYMPER DELLE G.JORASSES M 31/12/2004 Da PROPWASH NORTHERN DANCER e da BROWNEYEGIRL DEL WHYMPER DELLE G. JORASSES Prop. HUNKOVA BOHUMILA Allev LOVATI GABRIELLA EBE PAOLA LO0781953 FIDDLEDEEDEE DEL WHYMPER DELLE G.JORASSES M 01/04/2007 Da PROPWASH WISHING YOU WERE HERE e da ALICESRESTAURANT DEL WHYMPER DELLE G. JORASSES Prop. LESCA CARLO Allev. LOVATI GABRIELLA EBE PAOLA

CANE CORSO LI0698779 FAUZIO DELLA NEVAIA M 25/10/2005 Da TABACCO DEGLI ELMI e da GALENA Allev. e Prop. BIGOZZI ALESSANDRO LI0716940 GIMMY DEI MARTINOTTI M 15/08/2006 Da TORO e da DIANA DEI MARTINOTTI Prop. LORINI ALVARO Allev. MARTINOTTI DANIELE LO0736685 MARIKA DELLA PORTA DIPINTA F 20/09/2006 Da ARES DEI SILVANBULL e da RENNY DELLA PORTA DIPINTA Allev. e Prop. DI CHICCO MARIANO

JACK RUSSELL TERRIER ES0813026 LEONHARD'S CHOCOLATE CHIP M 22/08/2002 Da BAYLOCK SON O PLONK e da VLIETSTEDE GONNIE Prop. GRUNEWALD MARION Allev. GRUNEWALD MARION

RUSSIAN TOY LO08138123 RUS KOMILLFO ZEFIRCHIK M 23/08/2006 Da RUS KOMILLFO RENDI CH RUS e da RUS KOMILLFO HASSI Prop. TARTARO PAOL Allev.USPENSKAYA S.A. LO08138232 YUNONA F 11/11/2005 Da ARNI VELIKOLEPNY IZ CHISTOGO ISTOKA e da PUSYA VIKUSYA Prop. TARTARO PAOLO Allev. DMITRIEVA N.

CAMPIONI ITALIANI DI LAVORO POINTER INGLESE LO0386688 ARTU' M 01/02/2003 Da RIBOT DELLA NOCE CHIT CHINT e da STELLA Prop. MAGHERINI FIORENZO Allev. BOLLINI ALESSANDRO LO02104781 ARTU' M 15/05/2002 Da ASSO e da BREDA Prop. SELMI CLAUDIO Allev. CECCONI MAURO LO0179397 BILL M 10/01/2001 Da CESARE DELLA RIVAZZA e da AMBRA Prop. DIONI OMAR Allev. GIUSTOZZI FRANCO LO0672244 BRIO M 15/01/2006 Da ZEN DEL FELTRINO e da DEA DEL CELO Prop. MOCCHI ANGELO Allev. MINAZZI CLAUDIO LO04120223 CAELUM ISCHIA F 29/05/2004 Da HELLO DEL SASSALBO e da DESTA Prop. MOCCHI ANGELO Allev. BERNABE' GIOVANNI LO03152946 SEMEGHINI ALVARO M 07/09/2003 Da RONALDO e da SEMEGHINI ULMA Prop. MANFREDONIA FAUSTINO Allev. SEMEGHINI NAZZARENO LO0650874 SEMEGHINI NEDO M 03/11/2005 Da RONALDO e da DASTI DELLA RIVAZZA Prop. CAGOSSI FLAVIO Allev. SEMEGHINI NAZZARENO

SETTER INGLESE LO0277668 BRIK M 01/03/2002 Da CICO e da IURA Allev. e Prop. PLATI ANTONIO LO0569543 CIRO DEGLI UBERTI M 15/01/2005 Da TRIM e da CHETTI Prop. BRIVIO FRANCESCO Allev. REGGIANI DONATO LO03104160 DESIANENSIS SONIA F 15/04/2003 Da DESIANENSIS PEDRO e da DESIANENSIS IRMA Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DESIANENSIS LO0820794 DIDO M 15/08/2001 Da IOR DEL LUCHINO e da ALBA Prop. LUCAIOLI ROBERTO Allev. PASQUALETTI MORENO Allev. MARAS ZELJK LO053394 IGOR PUCCIARELLI'S M 23/06/2004 Da LORIS e da PIANIGIANI'S RAIMBOW Prop. CAZZAGO CARLO Allev. PUCCIARELLI ORESTE LO01154992 KEVIN DELLA SUGHERA M 11/05/2001 Da BOBET DELLA SUGHERA e da DARIA DELLA SUGHERA Prop. MAGNANTE MARIO Allev. STORTO FRANCESCO LO01183830 LUNA F 26/06/2001 Da PEGASO DEL VOLTURNO e da CAMOGLIENSIS PENNY Prop. MARSETTI ALBERTO Allev. MAFFOLINI PIERLUIGI LO0550702 MINA F 20/11/2004 Da RINO e da SCERY Prop. BECARELLI WLADIMIRO Allev. CHESI EDO LO0131989 MITO M 06/05/2000 Da FRENK DEL DIANELLA e da MEA Prop. ZAGNI LIBERO C/O ZAGNI ERNESTO Allev. PUCCIONI RIGOLETTO LO03118659 NICE F 20/06/2003 Da MOST e da LEA Allev. e Prop. TOFFANO SILVIO LO0444014 RADENTIS FANCIO M 22/05/2003 Da LERRY e da GIBELTARIK BLONDIE Prop. ACCIALINI LEONARDO Allev. FABBRI ORLANDO LO06105037 RISSA DI VAL DI CHIANA F 31/05/2006 Da KAPO' e da NEVE Prop. BORGNOLI ALESSANDRO

Allev. SCIPIONI ADEMARO LO0567979 SAMNITICUS CESAR M 04/03/2005 Da MARTIANISIUM RAMON e da SAMNITICUS MARIU' Prop. MASIERO FRANCESCO Allev. DI MASSA UBALDO LO0277670 SILA F 01/03/2002 Da CICO e da IURA Prop. COLLEONI OSCAR Allev. PLATI ANTONIO LO0468933 SKAY M 08/01/2004 Da COBRA e da VELA DEL MUCIO Allev. e Prop. BORGNOLI ALESSANDRO LO04105520 TANGO M 15/05/2004 Da FURIO e da MENTA Prop. MARSETTI ALBERTO Allev. GIAVONI ADRIANO LO0794874 TIBERIO DI DAVIDE BELLONI M 10/03/2007 Da NEGUS DEL MANGIA e da SIBILLA DI DAVIDE BELLONI Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DI DAVIDE BELLONI LO0432508 ZORRO M 15/07/2003 Da FRANCINI'S KLO e da FAZIA DI VAL DI CHIANA Prop. PIERALLI FIORENZO Allev. MONTAGNANI MAURIZIO

COCKER SPANIEL INGLESE LO99133016 ELISIRDAMORE DEL RE DI DANARI M 19/04/1999 Da AXEL DEL RE DI DANARI e da MAGABABAYAYA DEL RE DI DANARI Allev. e Prop. DALLA VECCHIA DANILA

COCKER SPANIEL INGLESE NERO LO0445358 OFFSIDE DEL RE DI DANARI F 18/01/2004 Da QUAD DEL RE DI DANARI e da ZARA DEL RE DI DANARI Allev. e Prop. DALLA VECCHIA DANILA - VIA LEVA' 63 LOC. CA' LAPPI PIOVENE ROCCHETTE 36013 VI I

COCKER SPANIEL INGLESE ALTRI COLORI LO0724499 LUGI'S RAGO M 20/07/2006 Da LAPO e da LUGI'S OCRA Prop. BATTAGLIA FIORINO - VIA G.PUCCINI 230 CALENZANO 50041 FI I Allev. GIUNTOLI LUCA LO06103591 MARLETWHITE F 06/04/2006 Da AXEL DEL RE DI DANARI e da TERESA DEL RE DI DANARI Prop. NARDI NICOLA Allev. GASPARINETTI ANTONIO

BORDER TERRIER LO0630088 LONTERLAS AURORA F 06/09/2005 Da ORENBERG DANCER IN THE DARK e da LONTERLAS OTTERLEY Prop. ROSSI SILVIA Allev. LUE' MARCO

EPAGNEUL BRETON BIANCO ARANCIO LO0596079 ARTU DEI TRE MONTI M 04/02/2005 Da RUDY e da ZEBRA DEI TRE MONTI Prop. PAVESIO VLADIMIRO Allev. BONZI ADRIANO LO05113739 CORA F 03/03/2005 Da CROLL e da AMBRA Prop. BONFA' EURO - Allev. CORNI MARIO LO05121256 DIVA F 15/06/2005 Da ARTU' e da CAMILLA DEL CANDIA Allev. e Prop. CAPECCHI FRANCESCO LO0544537 DREDBULL M 20/09/2004 Da R'VAMPIRE DU MAS D'EYRAUD CH e da LILLI Prop. FORMENTI BATTISTA LO03115838 JURY M 18/05/2003 Da MAJOR DE KERANLOUAN e da FALLINI'S ROSA Prop. LIPPINI ENRICO Allev. TENERANI ALBERTO LO05129841 LANGE' F 19/05/2005 Da GOGHEN e da GIOLIN Prop. CROTTI ANGELO Allev. BUSETTI AMADIO

53

3-INC campioni apr09.indd 53

30/03/2009 9.22.15


i campioni LO03121147 TOTO M 01/05/2003 Da OLER e da QUENTA Prop. CIGALA BATTISTA Allev. MASON FERRUCCIO LO0495232 VASCO M 13/04/2004 Da ODINO e da LULU Allev. e Prop. AVICO PIERLUIGI

EPAGNEUL BRETON ALTRI COLORI LO0793897 USMAEL DE KERANLOUAN M 10/08/2003 Da LURON DE KERVEILLANT CH IT P e da SIERRA DE KERANLOUAN Prop. MERLI OLIVIERO Allev. MORIN PATRICK LO0264588 VITO M 20/01/2002 Da CICO DI S.IACOPO e da LAIKA Allev. e Prop. SELMI MARCO CANE DA FERMA TEDESCO A PELO DURO LO03124898 TAR DEL CHISOLA M 28/06/2003 Da IRAN DEL CHISOLA e da FAILA DEL CHISOLA Prop. MANCINI ALDO - VIA GIACINTO ZAPPA 17 CASTELLETTO DI LENO 25024 BS I Allev. ZACCO ERNESTO

CANE DA FERMA TEDESCO A PELO CORTO LO08117196 ALOLA DEL GARINCOS F 09/01/2006 Da BOJ OD BUBE e da RAFAELA OD BERANJSKIH VRATNICA Prop. SOLDINI LUCA Allev. GRUJIC DEJAN LO03144381 ANNI F 25/06/2003 Da ANNO OD NS NADALJSKE e da LICIA Prop. COLOMBO BRUNO Allev. BERALDO ANGELO LO0632110 ATHOS M 02/09/2005 Da AMOR e da PERLA Prop. MOSCHINI MONTI GIUSEPPE Allev. NORMELLI EMILIO LO0558225 DUK DELLA GUARDIOLA M 03/01/2005 Da OREGON DEL SAVIO e da BENI' DELLA RISERVA REALE Prop. MARTEGANI ROBERTO Allev. AROLDI STEFANO LO0697019 GARINCOS ASSO M 20/03/2004 Da ARTU e da DACA Prop. CICOGNANI VANNI Allev. GRUJIC DEJAN LO0774336 HAPPY LARDOWIK M 02/07/2003 Da OKS e da BONY Prop. RIGHETTI ENZO Allev. LJUBISAVLJEVIC MILOSEVIC LO0587346 INKA F 15/03/2005 Da ARNO DEL SAVIO e da PRADELLINENSIS TEA Prop. FALCETTI GIANFRANCO LO0692927 LUNA F 24/02/2006 Da AMOR e da IRENE Prop. AROLDI STEFANO Allev. REGONATI VITTORIO

LABRADOR RETRIEVER LO0815696 GILLYGABEN DAN M 19/05/2003 Da GEEDONCREEK LAST FLING OF FLIGHTLINE e da LABFORDS JAZZ OF THE GREEN Prop. GISLON FRANCESCO Allev. HEASMAN C LO0625440 GREENBRIAR SCHNAPPS OF MORAYGLEN F 16/01/2003 Da MORAYGLEN TINKER e da GREENBRIAR SOLITAIRE Prop. MARTINOLI STEFANO Allev. CLARKE C M

SPRINGER SPANIEL INGLESE LO0514296 CIRO M 07/07/2004 Da PROBO DEI PROBI e da ALBA Prop. DE TOMASI EMANUELE Allev. CASARA EVELINO LO05128956 ELDA DEL RE DI DANARI F 15/06/2005 Da BRADO DI VALMARCO e da SIRIA DEL RE DI

DANARI Prop. PAVOLETTONI TIZIANO Allev. DALLA VECCHIA DANILA LO02122071 PROBO DEI PROBI M 10/06/2002 Da RIBOT DI VALMARCO e da PENNY Prop. DALLA VECCHIA DANILA Allev. ALLEVAMENTO DEI PROBI LO0536381 SELLI F 05/09/2004 Da ALLUVIENSIS QUEL e da ALLUVIENSIS ROSA Prop. VILLANI CARLO Allev. GRAZIOLI FRANCO BRACCO FRANCESE TIPO PIRENEI LO0657126 ALEX DU VALLON DE BEAUDINI M 22/06/2005 Da PEPITT DE LA PLAINE AUX CRECERELLES e da POLKA Prop. MANTOVANI ELETTA Allev.MUNINI DANIEL

BASSOTTI TEDESCHI KANINCHEN A PELO DURO LO06104065 MARIAH DELLA SCIGHERA F 29/03/2006 Da PABLO DELLA SCIGHERA e da AIKA VOM FUCHSGRUND Prop. TERRUZZI LUCIA Allev. BRANDT BEATRICE LO0798381 MY BELLINE N.Y. DELLE MAGICHE EMME F 16/04/2007 Da LUDOVICO DEI MAMALGIO e da MOONDANCE DELLE MAGICHE EMME Prop. ORSI STEFANIA Allev. ROMANO MARIA ANTONIETTA

BASSOTTI TEDESCHI NANO A PELO DURO LO0829144 CASH DES VIEUX GUETS S/D M 07/06/2007 Da DARIUS HAMEAU D'ANNONSART e da TOPSIE DES HORLES DE LA VIEIKKE VOYE Prop. PALLADINI ANTONIO Allev. GUGLIELMETTI BARBARA PALLADINI Allev. BESNER FRANCOIS

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO CORTO LO05127894 DRUSILLA F 13/06/2005 Da CALLISTO DI CASA CERVI e da PENELOPE DELLA MAGA Prop. VACCARI ELENA Allev. BONDANINI ALBERTO

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO LUNGO LO076508 DYLANDOG S/L M 02/07/2006 Da GINGERALE DELLA CANTERANA e da GUNILLA DELLA CANTERANA Prop. DELLA MATERA DANIELA Allev. SIMEONI CRISTIANA

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO DURO LO0796109 BACIAMIPICCINA DELLA VAL VEZZENO F 05/04/2007 Da SKULESKOGENS N BORIS e da BONA VOM LINTELER-FORST Allev. e Prop. PALLADINI ANTONIO LO0568406 CANNELLA DELLA VAL VEZZENO F 27/02/2005 Da DROPS VOM TIMMSCHEIDER FORST e da LEGGENDADINATALE DEL CORBEZZOLO Prop. MARTINELLI MARZIA Allev. PALLADINI ANTONIO LO0810475 COGNAC DELLA VAL VEZZENO M 06/05/2007 Da MOUNT'S FOKUSTAX e da MIACARA DELLA VAL VEZZENO Allev. e Prop. PALLADINI ANTONIO LO0679704 KLARA DEL LAGO PRILE F 06/02/2006 Da GINEPRO DEL LAGO PRILE e da PRIMULA DEL LAGO PRILE Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL LAGO PRILE BASSETHOUND LO0373661 DRINKME F 18/02/2003 Da MAKEAWISH DELLA LUNA CAPRESE e da KETCHUPHOTDOG Prop. MAZZONE MARGHERITA

Allev. ZITO VERONICA

SPINONE ITALIANO BIANCO ARANCIO LO0390827 DONALD M 04/03/2003 Da NANDO DEL BRENTON e da ADA DELL'AIA Prop. MARTINI ENIO Allev. CHIARELLO ADRIANO SEGUGIO ITALIANO A PELO FORTE LI06130810 GAGNI'S PLIKO M 20/05/2006 Da ASSO e da GAGNI'S PRIMULA Allev. e Prop. GAGNI ARONNE

SEGUGIO ITALIANO A PELO RASO LO04130711 DIXIE F 01/07/2004 Da ARGO e da LEA DI CAMPELLO Allev. e Prop. CATALDI CLETO

PARSON RUSSELL TERRIER LO0792454 FOXWARREN DAN RUSSELL M 01/03/2006 Da FOXWARREN SAILOR e da FOXWARREN SMARTY IV Prop. CATALDI MASSIMO Allev. CHAPMAN E

CAMPIONI ITALIANI ASSOLUTI GOLDEN RETRIEVER LO0432721 WIGGLINJIGGLINCUPCAKES M 31/10/2003 Da JUSTJOHNNY ENDELWOOD e da ROYAL CREST GOLD-N SCORPION Allev. e Prop. LAZZARETTO LAURA

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO LUNGO LO076508 DYLANDOG M 02/07/2006 Da GINGERALE DELLA CANTERANA e da GUNILLA DELLA CANTERANA Prop. DELLA MATERA DANIELA Allev. SIMEONI CRISTIANA

BASSOTTI TEDESCHI STANDARD A PELO DURO LO0679704 KLARA DEL LAGO PRILE F 06/02/2006 Da GINEPRO DEL LAGO PRILE e da PRIMULA DEL LAGO PRILE Allev. e Prop. ALLEVAMENTO DEL LAGO PRILE

SALUKI LO04102650 ILESSAR M 11/04/2004 Da BASHIRMUSTAHAB e da EMINA-S-SUADA' Prop. MITOLO ANNA Allev. GUADALUPI BARBARA PARSON RUSSELL TERRIER LO0792454 FOXWARREN DAN RUSSELL M 01/03/2006 Da FOXWARREN SAILOR e da FOXWARREN SMARTY IV Prop. CATALDI MASSIMO Allev. CHAPMAN E

CAMPIONI INTERNAZIONALI DI BELLEZZA SHAR PEI LO0748432 DEMETRA I DRAGONI ORIENTALI F 29/08/2006 Da AMAGAMMA CHENON CH INT LAT RUS BLR e da JADE EAST CRYSTAL Allev. e Prop. BERGAGNA IOLANDA

CAMPIONI INTERNAZIONALI DI RACING WHIPPET LO155467 INDIANA JOHNES 19/06/2002 Da XIANY OF GASFIRST e da SCIAYNING Prop. e allev. GAZZOLA MAURO

CAMPIONI TRIALLER POINTER INGLESE LO0672244 BRIO M 15/01/2006 Da ZEN DEL FELTRINO e da DEA DEL CELO Prop. MOCCHI ANGELO Allev. MINAZZI CLAUDIO

54

3-INC campioni apr09.indd 54

30/03/2009 9.22.15


SOCIETÀ ITALIANA ALANI

Società Italiana Alani c/o Segreteria Maria Luisa Marchese via San Giovanni Bosco 69 15067 Novi Ligure (Al) Tel 0143-743621

CLUB ITALIANO SPANIEL Raduno di Terni Si è svolto sabato 7 febbraio u.s. al Pala Avis di Narni Scalo (Terni) il primo Raduno CIS del 2009. La presenza quale giudice della specialista inglese Mrs.

COCKER SPANIEL INGLESE (70) MASCHI FULVI Cl.Baby 1° Mp, Miglior Baby Maschio e Miglior Baby Francini’s Renoir – Al. Francini - Pr. Leone De Magistris; Cl.Giov. 1° Ecc Costopa’s Here Comes The Sun Al. Panayi (CY) - Pr. Ferrara; Cl.Priv. 1° Ecc Francini’s Rodolfo Valentino - Al. Francini - Prop. Bracaloni; Cl.Lav. 1° Mb Tobia - Al. Zanon - Prop. Fortuna; Cl.Lib. 1° Ecc, Miglior Maschio Fulvo, Cac, Miglior Maschio e BOB Francini’s Kiss The Rain - Al./ Pr. Francini; Cl.Camp. 1° Ecc Francini’s Donjuandemarco- Al. Francini - Pr. Franzoni. FEMMINE FULVE Cl.Baby 1° P Francini’s Camelia Sinensis Tea - Al. Francini - Pr. Felici; Cl.Giov. 1° Mb Sun Flower - Al./Pr. Pasquali; Cl.Int. 1° Mb Francini’s Andromeda - Al. Francini - Pr. Bomba; Cl.Lib. 1° Mb Francini’s Brenda - Al. Francini - Pr. Leone De Magistris; Cl.Camp. 1° Ecc e Miglior Femmina Fulva Francini’s Dolce Amore - Al./Pr. Francini. MASCHI NERI Cl.Jun. 1° Mp, Miglior Juniores Maschio e Miglior Juniores El-Diablo di Casa Buono - Al./Pr. Buono; Cl.Giov. 1° Ecc, Miglior Giovane Maschio e Miglior Giovane Francini’s Everlasting - Al. Francini - Pr. Fioravanti; Cl.Int. 1° Ecc Asklepyos Tiziano - Al. Pipas (RO) - Pr. Cuccillato; Cl.Lib. 1° Ecc Dark Justice della Giuliana - Al. Zanasi - Pr. Buono; Cl.Camp. 1° Ecc e Miglior Maschio Nero Francini’s Varenne - Al./Pr. Francini. FEMMINE NERE Cl.Baby 1° Mp e Miglior Baby Femmina Francini’s Dolce Vita – Al. Francini - Pr. Franzoni; Cl.Lav. 1° Mb Almaleo Electra Storm - Al. Franzoni - Pr. Ferrara; Cl.Lib. 1° Mb Francini’s Cipria - All./Prop. Francini. MASCHI ALTRI COLORI Cl.Giov. 1° Ecc Just The Best vom Schloss Hellenstein - a/r - Al. Bollinger (D) - Pr. Francini; Cl.Lav. 1° Mb Francini’s Zenzero - tri - Al. Francini - Pr. Franzoni; Cl.Lib. 1° Ecc e Ris. Cac Glowhill Pistol Pete - b/r - Al. Mitchell (UK) - Pr. Plaza (E); Cl.Camp. 1° Ecc e Miglior Maschio Altri Colori Francini’s Pruno - b/r - Al. Francini - Pr. Mannozzi; Cl.Vet. 1° Ecc e Miglior Veterano Maschio Francini’s Jacopo - b/r - Al. Francini - Pr. Milana. FEMMINE ALTRI COLORI Cl.Baby 1° Mp Francini’s Insolita - b/n - Al. Francini - Pr. Franzoni; Cl.Jun. 1° Mp e Miglior Juniores Femmina Francini’s Dark Lady - b/r - Al. Francini - Pr. Parigi; Cl.Giov. 1° Ecc e Miglior Giovane Femmina Francini’s Lunatica - b/r - Al. Francini - Pr. Franzoni; Cl.Priv. 1° Mb Francini’s Penelope - b/r - Al. Francini - Pr. Parigi;

Cl.Int. 1° Mb Francini’s Viola Fiorentina - b/r Al./Pr. Francini; Cl.Lav. 1° Ecc e Cac Francini’s Nutella - c/r - Al./ Pr. Francini; Cl.Lib. 1° Ecc, Miglior Femmina Altri Colori, Cac, Miglior Femmina e BOS Francini’s Joresse - b/r - Al./ Pr. Francini; Cl.Camp. 1° Ecc Almaleo Morgana - n/f - Al./Pr. Franzoni; Cl.Vet. 1° Ecc, Miglior Veterano Femmina e Miglior Veterano Francini’s Caramella – b/r - Al./Pr. Francini. Prove di Terni Organizzate dal Gruppo Cinofilo Ternano, con la collaborazione del CIS, anche le Prove di Terni (di tipo B con Cac) di quest’anno, svoltesi il 7 e 8 febbraio, hanno registrato un’altissima partecipazione, con una netta predominanza numerica dei cocker inglesi. 85 soggetti a catalogo il sabato e 85 la domenica. Di seguito i risultati. 07.02.2009 Giovani Cocker – 1a batteria (giudice: Nedo Galantini): 1° Mb Francini’s Nutella - Prop. Francini - Cond. Donnini; 2° B Francini’s I Am What I Am - Prop. Saccone Tinelli - Cond. Rota; Cqn Wollywood - Prop. e cond. Bini. Giovani Cocker – 2a batteria (giudice: Biagio Garofalo): 1° Mb Michigan del Narniensis Prop. e cond. Leone de Magistris. Libera Cocker - 1a batteria (giudice: Nedo Galantini): 1° Ecc Francini’s Divo - Prop. Marini - Cond. Francini; 2° Mb Francini’s More Than My Love - Prop. e cond. Francini; 3° Mb Wollywood Prop. e cond. Bini; Mb Dora del Bona - Prop. e cond. Rota. Libera Cocker - 2a batteria (giudice: Biagio Garofalo): 1° Mb Nelson degli Orti Sauli - Prop. e cond. Spallarossa. Giovani Altri Spaniel (giudice: Tiziano Pavolettoni): 1° Ecc Mac - spr. ing. - Prop. e cond. Ciccacci; 2° Mb Ceppo della Banda Alata - spr. ing. Prop. All.to della Banda Alata - Cond. Cupini; 3° Mb Farawell - spr. ing. - Prop. e cond. Volpi. Libera Altri Spaniel (giudice: Luca Giuntoli): 1° Mb Lu della Banda Alata - spr. ing. - Prop. Laimer - Cond. Cupini; 2° Mb Johnny di Val Brandeglio spr. ing. - Prop. Vannucci - Cond. Zoccali.

club

Il giorno 15/02/2009 presso l’aula didattica dell’E.N.C.I. a Milano in occasione dell’Assemblea Generale Ordinaria dei Soci si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo della Società Italiana Alani. Come il fervido clima pre elettorale poteva lasciare immaginare, l’assemblea ha visto un’ampia partecipazione personale di Soci così come una consistente rappresentazione degli stessi per delega. Al termine delle attività di rinnovo del tesseramento e di controllo delle deleghe presentate, il Presidente uscente Dott. Amelia Murante ha relazionato i presenti sulle attività svolte dal Club nell’ultimo triennio ed ha poi aperto un dibattito sulla base di dubbi e questioni sollevate da alcuni soci, un dibattito dai toni sicuramente pacati anche se in alcuni momenti caratterizzato da un’ ingiustificata vena polemica. Oltre ad alcune candidature indipendenti, due i programmi e le liste elettorali che nei mesi antecedenti le elezioni si erano venute a delineare e di fronte alle quali i Soci sono stati chiamati a scegliere con il loro voto di preferenza. Al termine dello scrutinio delle schede, protrattosi fino a pomeriggio inoltrato, è risultata vincente con netta maggioranza la lista elettorale composta e capitanata da buona parte del Consiglio e dal Presidente uscenti. Grande la soddisfazione per il corale consenso ottenuto dalla lista vincente, un consenso ampio a conferma e testimonianza della forte coesione che ha caratterizzato l’operato del Club negli ultimi anni. Le cariche sociali per il prossimo triennio risultano così distribuite: PRESIDENTE Dott. Amelia Murante VICEPRESIDENTE Dott. Marina Salmoiraghi SEGRETARIA Dott. Maria Luisa Marchese CONSIGLIERE Sig.ra Sabrina Botto CONSIGLIERE Dott. Milena Franzetti CONSIGLIERE Sig. Alberto Malaguti CONSIGLIERE Dott. Alberto Pellegrini CONSIGLIERE Sig. Silvano Vitali REVISORI DEI CONTI: Emilio Pedrinazzi – Carla Colaianni – Stefania Bozzoli REVISORE SUPPLENTE: Liliana Molinari PROBIVIRI: Flavio Bournique – Angelo De Giosa – Marilena Pagliaro PROBIVIRI SUPPLENTI: Graziano Algeri – Nadia Ghibaudo Il nuovo Consiglio Direttivo, ulteriormente motivato e responsabilizzato da tale successo elettorale, vuole ringraziare tutti i Soci che con la loro preferenza hanno riposto fiducia nell’operato già svolto e nel programma presentato per il futuro: numerosi sono i progetti presenti nei cassetti della S.I.A. , ora è venuto il momento di tirarli fuori cercando di realizzarli nel migliore dei modi anche grazie al necessario contributo di ciascun componente del nostro Sodalizio.

Penny Lester (“Quettadene”) ha visto quest’anno a Terni un record di partecipazione non solo rispetto alle passate edizioni ma anche rispetto a tutti i raduni finora svolti nel centro-sud Italia: 70 cocker spaniel inglesi (solo a questa razza era riservato anche quest’anno il raduno). Abbastanza severa nei suoi giudizi, la signora Lester ha comunque riscontrato un’ottima qualità nei cani sottopostegli a giudizio. Le sue scelte finali sono cadute sul fulvo Francini’s Kiss The Rain (BOB) e sulla blu/roana, al suo debutto, Francini’s Joresse (BOS), entrambi di Angela Francini. Miglior giovane il nero Francini’s Everlasting, di Alessandra Fioravanti. Miglior Juniores il nero ElDiablo di Casa Buono, di Carlo Buono. Miglior Baby il fulvo Francini’s Renoir, di Ilaria Leone De Magistris.

08.02.2009 Giovani Cocker - 1a batteria (giudice: Nedo Galantini): nessun classificato. Giovani Cocker - 2a batteria (giudice: Luca Giuntoli): 1° Ecc Francini’s Fifth Avenue Prop. Marini - Cond. Francini. Libera Cocker - 1a batteria (giudice: Luca Giuntoli): 1° Ecc Dora del Bona - Prop. e cond. Rota. Libera Cocker - 2a batteria (giudice: Biagio Garofalo): 1° Ecc Vicky Blue Angel - Prop. e cond. Vicari. Giovani Altri Spaniel (giudice: Tiziano Pavolettoni): 1° Ecc Ceppo della Banda Alata - spr. ing. - Prop. e cond. Nessi; 2° Ecc Tornado - spr. ing. Prop. e cond. Sportoletti; 3° Mb Mac - spr. ing. Prop. e cond. Ciccacci; Mb Dero della Banda Alata - spr. ing. - Prop. e cond. Barbanera. Libera Altri Spaniel (giudice: Tiziano Pavolettoni): 1° Ecc Cac Moss - spr. ing. - Prop. e cond. Marchesini; 2° Ecc Traco - spr. ing. - Prop. e cond. Sportoletti; 3° Ecc Urka della Banda Alata - spr. ing. - Prop. All.to della Banda Alata - Cond. Cupini. Massimo Chirivi

CLUB ITALIANO SPANIEL VIA S.BARTOLOMEO 6 C/O G.B.TABO' 16030 SORI (GE) tel. 0185-700470 Fax. 0185-700470 55

4-INC club apr09.indd 55

30/03/2009 9.23.40


i club SHAR PEI CLUB ITALIANO Il 10/1/09 durante la mostra internazionale di Bergamo si è svolta la speciale shar pei, giudice sig. Murphy Desmond(USA), soggetti iscritti 35. Campioni maschi 1) Daoshao Khambaliq OneThe Watch, ecc. Cacib, all. Sminova, pro. Pizzamiglio 2)Chancjs Gru Benson ecc. r. cacib, all. Trettel, prop. Accoto 3) Heritage Dinamite Choco Cabana ecc. all. Fangman, prop. Calvez/Bolling Libera maschi 1) Teo Del Settimo Sigillo ecc. r/Cac, all. Galluccio, prop. Carrara 2) Karel I Dragoni Orientali ecc. all. Bergagna, prop. Inzoli 3) Filippo I Dragoni Orientali ecc. all/prop. all. I Dragoni Orientali Intermedia maschi 1) Cooper du Souvenir di parfum de roses ecc. cac, all/prop. Beuriot Giovani maschi 1) Yun Tien Lee ecc. BOB all. Guerrero prop. Perini 2)Esplosive Strong Boy For Us ecc. all/prop. Piatti 3) Black Musck Happy ecc. all/prop. all. Black Musck Juniores maschi 1)Enea I Dragoni Orientali mp. all. Bergagna, prop. Langhi 2) Abraxas I Dragoni Orientali mp, all/prop. Bergagna Campioni femmine 1)Demetra I Dragoni Orientali ecc, all/prop. Bergagna 2) Zolotaya Duna Lukrestia Borgia ecc, all. Dorokhina, pro. Schnurbus 3) Ballbraker di Manoir de Kerlessy ecc, all/prop. Bolling/ Calvez Libera femmine 1)Bea Del Settimo Sigillo, ecc, Cac, Cacib, BOS, all. Galluccio, prop. Carrara 2) Black Musck Shall We Dance, ecc, all/prop. Vago 3)Tsewang Mularoni’s House ecc, all. Mularoni, prop. Brenzan Intermedia femmine 1)Coreff Du Manoir De Kerlessy ecc, all/prop. Calvez/Bolig Giovani femmine 1)Halle Berry Degli Escoli ecc, all/prop. Massetani 2)Succes Sugar Sweet I Dragoni Orientali ecc, all. Sedlacek, prop. Bergagna 3)Khambaliq Surprise ecc. all. Pizzamiglio, prop. Bargagliotti Juniores Femmine 1) Ginger I Dragoni Orientali mp, all/prop. Bergagna 2)Black Musck Like a Rumba, mp, all/prop Vago 3) Khambaliq Zizi mp, all. Pizzamiglio, prop. Carrara. Carmelina Galluccio SHAR PEI CLUB ITALIANO C/O BECHERONI-VIA DELLA BISCIA 153 35136 PADOVA (PD) tel. 049-8716909 Fax. 049-3006989

BOB e BOS

WEIMARANER CLUB D'ITALIA INTERNAZIONALE DI MILANO 11/1/2009 – SPECIALE WEIMARANER Domenica 11 gennaio si è svolta presso la Fiera MilanoCity la nostra Speciale di Razza, in concomitanza con la 44ma Expo Internazionale di Milano. Bellissimo l'allestimento, con spaziosi ring e la presenza delle maggiori aziende del settore nonché di alcune televisioni nazionali e private. Purtroppo tappeti rossi e bianchi steccati di recinzione non sono stati sufficienti ad ammorbidire il grande disagio provato da cani, espositori e foltissimo pubblico intervenuto a causa dello spazio a dir poco esiguo (un solo padiglione!!) riservato a circa 2500 cani ed appassionati cinofili. Pressati come sardine e con grandissima difficoltà persino a raggiungere ed uscire dai ring, 35 Weim a pelo corto (17 M, 18 F) e una Weim a pelo lungo, si sono sottoposti al vaglio del giudice Colombo Manfroni Giuseppe, il quale si è complimentato per la qualità dei weimaraner presenti. Ottimi quindi i risultati ottenuti, a conferma di una instancabile e valida selezione cinotecnica e di un sempre più alto profilo estetico di queste splendide creature, pur rimanendo punto essenziale ed inamovibile per il Club un continuo e costante impegno per la valorizzazione della razza in ambito venatorio. CLASSIFICA WEIMARANER PELO CORTO MASCHI - CAMPIONI 1 ECC – THOR D OU PAI DEI FAVENTIA LOCA All. Rinaudo Bonella Daniele, Propr. Canonica Claudio. LIBERA 1 ECC – UN SENSO DEI GRANDI GRIGI All. All.to dei Grandi Grigi, Propr. All.to dei Grandi Grigi. 2 ECC – ESCOBAR All. Raimondi Cominesi Dario, Propr. Zegna Baruffa Massimiliano. 3 ECC – UDO All. Buroni Donatella, Propr. Lodigiani Fabio. LAVORO 1 ECC (CAC) – WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE All.Paterka E.I.K., Propr. All.to dei Grandi Grigi. 2 ECC (R.CAC) – NANI'S OUTRAGE All.Grisell Chris, Prop. Raimondi Cominesi Dario. 3 MB – CIRO All.Frapporti Ettore, Prop. Donzellini Luca. INTERMEDIA 1 ECC – DIEGO ARMANDO DELLA VEGA All.All.to dei Grandi Grigi, Prop. All.to dei Grandi Grigi. 2 ECC – LOU All.Parma Maria Vittoria, Prop. Bertoglio Aurelia. 3 ECC – BODO All.Buroni Donatella, Prop. Zanon Claudio GIOVANI 1 ECC – ZAR All.Zegna Baruffa Massimiliano, Prop. Premarini Laura. 2 ECC – ZANDER All.Zegna Baruffa Massimiliano, Prop. Rivolta Andrea. 3 ECC – FEDERICO FELLINI DEI GRANDI GRIGI All. All.to dei Grandi Grigi, Propr. All.to dei Grandi Grigi. JUNIORES 1 MP – IGNAZIO DEI GRANDI GRIGI All.All.to dei Grandi Grigi, Propr. Festini Sonia. FEMMINE - CAMPIONI 1 ECC – CH. RAPSODY All.Pelli Maria Laura, Prop. All. to dei Grandi Grigi. LIBERA 1 ECC – DEA All. All.to Royal Weim, Prop. Porro Filippo. 2 ECC – DALMA DI VILLADARCO All. Raimondi Cominesi Dario, Prop. Raimondi Cominesi Dario. 3 ECC – UNA RAGAZZA STUPENDA DEI GRANDI GRIGI All. All.to dei Grandi Grigi, Propr. All.to dei Grandi Grigi. LAVORO 1 ECC (CAC) – CORINNA All.Raimondi Cominesi Dario, Prop.Zegna Baruffa Massimiliano. INTERMEDIA 1 ECC (CAC) – KLARA All. Buroni Donatella, Prop. All. to dei Grandi Grigi. 2 ECC (R.CAC) – EVA All. Raimondi Cominesi Dario, Prop. Raimondi Cominesi Dario. GIOVANI 1 ECC – ZHENYA All. Zegna Baruffa Massimiliano, Prop. Zegna Baruffa Massimiliano. 2 ECC – ANNA FALCHI DEI GRANDI GRIGI All. All. to dei Grandi Grigi, Prop. Chiesi Patrizia. 3 ECC – ROYAL WEIM'S GAYA All. Raimondi Cominesi Dario, Prop. Tarabella Andrea.

MIGLIOR MASCHIO E MIGLIORE DI RAZZA (BOB) WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE MIGLIOR FEMMINA (BOS) ZHENYA MIGLIOR COPPIA WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE + RAPSODY MIGLIOR GRUPPO ROYAL WEIM di Casa Raimondi (NANI'S OUTRAGE + DALMA DI VILLADARCO + EVA) NEL RING D’ONORE WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE: 2° nel RAGGRUPPAMENTO 7 WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE + RAPSODY: MIGLIOR COPPIA (tutte le razze) CLASSIFICA WEIMARANER PELO LUNGO FEMMINE - LAVORO 1 ECC – TINA VOM FALKENTANN All.Bergamann Carmen, Prop. Frapporti Ettore. INTERNAZIONALE DI GONZAGA 28/2/2009 – SPECIALE WEIMARANER Seconda Speciale Weimaraner del 2009 tenutasi a Gonzaga, in occasione della 46ma Esposizione Internazionale Canina di Mantova. Grande e comodo il padiglione, nonché spazioso il ring. Un ringraziamento all’organizzazione che ha messo cani e accompagnatori in condizioni davvero ottimali. Presenti 34 Weimaraner, un alto numero di soggetti presentati nelle varie classi ma ancora uno scarso numero di presenze in Classe Lavoro. Si confida vivamente che l’impegno del Club verso il recupero della razza in ambito venatorio possa dare quanto prima i suoi frutti. Ottimi i risultati ottenuti, tanti i soggetti giudicati eccellenti dei quali ci auspichiamo anche una verifica funzionale prima che riproduttiva. CLASSIFICA WEIMARANER PELO CORTO MASCHI - CAMPIONI 1 ECC - CACIB – WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE All. K. Paterka, Propr. All. Grandi Grigi LIBERA 1 ECC – ZETA GABRIEL DEI GRANDI GRIGI All. Fanetti Silvia, Propr. Serio Irene 2 ECC – DYLAN All.Raimondi Cominesi Dario, Propr. Gino Caoduro. 3 ECC – ARISTIDE All. Quattrini L., Propr. Menghi Roberto. LAVORO 1 ECC CAC - Ris.CACIB – NANI'S OUTRAGE All. Grisell Chris, Prop. Raimondi Cominesi Dario. 2 ECC – CIRO All.Frapporti Ettore, Prop. Donzellini Luca. INTERMEDIA 1 ECC – LOU All.Parma Maria Vittoria, Prop. Bertoglio Aurelia. 2 ECC – DIEGO ARMANDO DELLA VEGA All. All.to dei Grandi Grigi, Propr. All.to dei Grandi Grigi. GIOVANI 1 ECC – H. PLUM All.All.to dei Grandi Grigi, Propr. Rigoni Cora. 2 ECC – FEDERICO FELLINI DEI GRANDI GRIGI All. All.to dei Grandi Grigi, Propr. All.to dei Grandi Grigi. 3 ECC LAWRENCE DEI GRANDI GRIGI Allev. All.to dei Grandi Grigi, Propr. Ferrati Paolo JUNIORES 1 MP – NIRVANA DEI GRANDI GRIGI Allev. All.to dei Grandi Grigi, Propr. Mainetti Giovanni. 2 MP - OH MY JOY ESCOBAR DEI GRANDI GRIGI All.All.to dei Grandi Grigi, Propr. Bassi Serena. FEMMINE - LIBERA 1 ECC – DEA All. All.to Royal Weim di Dario Raimondi, Prop. Porro Filippo. 2 ECC – LYARA A-AWA All. Andrey Waolzak, Propr. Stefania Guerra. 3 ECC – DREAMING OF ANAKENA All. Raimondi Cominesi Dario, Prop. Diana Rembges. LAVORO 1 ECC – TELMA All. Telma Tucci, Prop. Thomas Bonesi. INTERMEDIA 1 ECC (CAC) – BARBARA STREISAND DEI GRANDI GRIGI Allev. Grandi Grigi, Prop. All. Colle degli Ulivi. 2 ECC ANNA FALCHI DEI GRANDI GRIGI All. All. to dei Grandi Grigi, Prop. Chiesi Patrizia. 3 ECC KLARA All. Donatella Buroni, Propr. All. Grandi Grigi GIOVANI 1 ECC – ZHENYA All. Zegna Baruffa Massimiliano, Prop. Zegna Baruffa Massimiliano. 2 ECC – ROYAL WEIM'S GAYA All. Raimondi Cominesi Dario, Prop. Tarabella Andrea.

56

4-INC club apr09.indd 56

30/03/2009 9.23.41


i club 3 ECC – CHANEL All. M.V. Parma, Propr. Roberto Rossi. JUNIORES 1 MP – NAUSICA DEI GRANDI GRIGI MIGLIOR MASCHIO E MIGLIORE DI RAZZA (BOB) WEIMARANUS QUEST FOR ADVENTURE MIGLIOR FEMMINA (BOS) BARBARA STREISAND DEI GRANDI GRIGI MIGLIOR COPPIA ESCOBAR + ZHENYA MIGLIOR GRUPPO I GRANDI GRIGI di Fanetti Silvia (Weimaranus Quest + Nausica + Klara + Federico Fellini + Diego Armando de la Vega). CLASSIFICA WEIMARANER PELO LUNGO MASCHI - GIOVANI 1 ECC – VALENTIN All. Bergamann C., Propr. Frapporti Ettore FEMMINE - LAVORO 1 ECC CAC-CACIB- BOB – TINA VOM FALKENTANN All.Bergamann Carmen, Prop. Frapporti Ettore. Raimondi Cremonesi WEIMARANER CLUB D'ITALIA C/O RAIMONDI-VIA CAVOUR 70 26900 LODI (LO) - tel. 0371-420408 Fax. 0371-422472

AMICI BASSOTTO CLUB RETTIFICA: una socia ci avvisa che nelle classifiche riportate nel raduno di Erba dello scorso dicembre 2008, vi è stato un errore. Infatti nello STANDARD A PELO DURO classe giovani si è piazzato 2° ecc GOOFY di proprietà di Caterina Occhetti anziché BRIGANTE.Mi scuso personalmente con la signora per l’errore commesso da me o da altri. SPECIALE DI MONTICHIARI 25 GENNAIO 2009 Il secondo appuntamento dell’anno è stato Montichiari poco distante da Brescia. La prima cosa che ha reso felice l’espositore è stata la facilità di parcheggio, gratuito per giunta.Organizzazione, come sempre efficiente, ring spaziosi, giudizi molto coerenti. I cani a catalogo erano 122, pochi gli assenti. GIUDICI: Horst Kettendorfer peli corti e lunghi Manola Poggesi peli duri BASSOTTO STANDARD A PELO CORTO Maschi Classe Campioni 1° ecc CACIB APOLLO DELL’IMPERO A all dell’Impero Prop.P.Bolle Classe Lavoro 1° ecc CAC DROOMWENS V.D.MIBAF’S HOEVE A.Hamelink Prop. D.Anselmo Classe Libera 1°ecc Ris CAC CHASING MY SOUL A E.Cappelletti Prop. M.Ceccato Classe Intermedia 1° ecc CAC Ris CACIB POTTER DEL GOTHA A All del Gotha P.All del Conteverde Classe Giovani 1° ecc ENIGMA DEL CONTEVERDE A e P all del Conteverde Femmine Classe Campioni 1° ecc AIDA DELL’IMPERO A e P all dell’Impero Classe Lavoro 1° ecc CAC CACIB BOB UTE DI CASA CERVI A e P all di Casa Cervi 2°ecc Ris CAC ERICA DEL CONTEVERDE A e P all del Conteverde Classe Intermedia 1°ecc CAC Ris CACIB EDERA DEL CONTEVERDE A e P all del Conteverde Classe Giovani 1°ecc EUDOSSIA DEL CONTEVERDE A all del Conteverde P A.Cortese BASSOTTO STANDARD A PELO LUNGO Maschi Classe Lavoro 1° m b JOLLY DELLA CANTERANA A e P D.Giannini 2° m b BARBARPRAUDERA A e prop S.Giacometti Femmine 1°ecc CAC CACIB BOB MENABREAPRAUDERA A e prop S.Giacometti

Classe Lavoro

2°ecc Ris CAC RisCACIB ERIKA DEL FICO D’INDIA A all del Fico d’India P M.Simoncini BASSOTTO STANDARD A PELO DURO Maschi Classe Campioni 1°ecc RisCACIB LOCHMOND DEL LAGO PRILE A e P all del Lago Prile Classe Lavoro 1°ecc CAC COGNAC DELLA VAL VEZZENO A e P A.Palladini 2°ecc NEW WAVE AMERICAN EXPRESS A Zsolt.H Prop P.Pistoni Classe Libera 1°ecc ENEA DEL CERVO A M.Bindi P.P.Francione 2° m b CIRO A F.Fedeli Prop A.Modica Classe Intermedia 1°ecc HERCULEPOIROT DELLA VAL VEZZENO A e P A.Palladini 2°m.b. FETONTE DEL CERVO A M.Bindi P. E.Fusi Femmine Classe Campioni 1°ecc SOFONISBA ANGUISSOLA A L.Ferrari P C.Arditi 2° ecc RAVNSAGER’S KLARA GULLA AKASUT A.H.Andersen P. all del Tocai Classe Libera 1° m b DARMA A e Prop. G.Monti 2° m b ZOE ZAGATO A.F.Ceni Prop. J.Wright Classe Lavoro 1°ecc CAC CREMECARAMEL DELLA VAL VEZZENO A e P A.Palladini 2°ecc GUAZZA DELLA VAL VEZZENO A all della Val Vezzeno P.P.Pistoni Classe Intermedia 1°ecc BACIAMIPICCINA DELLA VAL VEZZENO A e Prop all della Val Vezzeno 2° ecc MAFALDA A C.Duval Prop G.Belgè Classe giovani 1°ecc LISA DELLA VAL VEZZENO A all della Val Vezzeno Prop.G.Piazza BASSOTTO NANO A PELO CORTO Maschi Classe Libera 1°ecc CAC,CACIB DEDO A A.Gualtieri Prop.all dell’Antica Fortezza 2°ecc Ris CAC PHILADELPHIA DEL GOTHA A e Prop. All del Gotha Classe Lavoro 1°ecc CAC Ris CACIB MOJITO THE LITTLE BLACH DRAGON A e P B.Rosati Classe Giovani 1°m b CUPIDO A.e P G.Bottani 2° m b BRACCOBALDO A M.Baria P G.Maffei Femmine Classe Campioni 1°ecc CACIB BOB O NIENTE O TUTTO DEL GOTHA A e P all.to del Gotha Classe Libera 1°ecc CAC BERGHEMDAX ELEKTRA A e P P Abbiati 2° ecc Ris CAC RAVENSTREKEN’S CAYENNE A R.Aspevic Prop. All del Gotha Classe Lavoro 1° ecc CAC DELICE DU CARTIER DEL CONTEVERDE A e Prop all del Conteverde 2° ecc Ris CAC AGOSTINA A e Prop. M.Baria“ Classe Intermedia 1°ecc CAC Ris CACIB SHE’S MADONNA DEL WANHELSING A e Prop. All del Wanhelsing Classe giovani 1° ecc E-MAIL DEL CONTEVERDE A e P all del Conteverde 2° ecc CHIARALUNA A e Prop. G.Bottani Classe Juniores 1°m.p. QUENELLE DELLE NEBBIE DORATE A e P all delle Nebbie Dorate BASSOTTO NANO A PELO LUNGO Maschi Classe Campioni 1° ecc CACIB BOB ULAN DELLA CANTERANA A all della Canterana P D.Giannini Classe Libera 1°ecc CAC HERR DELLA CANTERANA A e P all della Canterana Femmine Classe Campioni 1°ecc CACIB ORIELLA DELLA CANTERANA A e P all della Canterana Classe Giovani 1° m b REBECCA A R.Lia Prop P.Zanatti BASSOTTO NANO A PELO DURO

Maschi Classe campioni 1°ecc CACIB BOB GABRIELGARKO DEL WANHELSING A e P all.to del Wanhelsing Classe Libera 1° ecc CAC RisCACIB REMO DEL LAGO PRILE A all del Lago Prile Prop. H Bjorge 2° ecc POPPER DEL GOTHA A. R.Vincenzi P F.Costa Classe Lavoro 1°ecc CAC MEXES DELLE MAGICHE EMME A e Prop. M.Romano Classe Giovani 1° ecc BAGOSS A L.Cerignola Prop.L.Gabrielli 2° WALTER DI CASA MAINARDI A M.Nardi Prop. A. Cerqui Classe Juniores 1°m p MAGIEN DREAM DELLE MAGICHE EMME A e Prop all delle Magiche Emme Femmine Classe Libera 1°ecc CAC CACIB BAUCHAL’S PATAS ARRIBA A G. Bauchal P all del Gotha 2° ecc SVETLANA DI CASA MAINARDI A all di Casa Mainardi Prop. S.Loda Classe Giovani 1° ecc PALABRA DEL GOTHA A e Prop. All.del Gotha 2°ecc CELESTE DEL TOCAI A all del Tocai P S.Casaccio Classe Juniores 1° m p JAPPELUDELU’DEL WANHELSING A e Prop all del Wanhelsing 2° m p MADE IN ITALY DELLE MAGICHE EMME A e Prop. All delle Magiche Emme BASSOTTO KANINCHEN A PELO CORTO Maschi Classe Lavoro 1°ecc CAC, CACIB BERTHOLD DEI MAMALGIO A All dei Mamalgio Prop. M.Baria Classe Juniores 1°m p CARDINAL MENDOZA A F. Murrone P B.Rosati Femmine Classe Libera 1°ecc CAC CACIB BOB GOTTIHNGAM PARIS A e Prop. All del Gotha 2° ecc Ris CAC MONDINA DELL’ANTICA FORTEZZA A e Prop. All dell’Antica Fortezza Classe Lavoro 1°m b GUENDALINA A L Barsanti P G.Maffei Classe Giovani 1° ecc BIJIOU A e P L. De Galeazzi 2°m b KIBA VOM DRILAND A A Brunstering Prop B. Rosati BASSOTTO KANINCHEN A PELO LUNGO MASCHI Classe Campioni 1°ecc CACIB BOB CACHEMIRE DELLA CANTERANA A e P all della Canterana BASSOTTO KANINCHEN A PELO DURO MASCHI Classe Libera 1°ecc CAC CACIB ALPHERATZ THE BOSS A I.Enrique Prop. All del Gotha Classe Giovani 1° ecc QUIZ MASTER DEL GOTHA A all del Gotha Prop. L.Gabrielli Femmine Classe Campioni 1°ecc CACIB BOB HELSINGVON DEL WANHELSING A E P all del Wanhelsing Classe Libera 1°ecc CAC Ris CACIB PENELOPECRUZ DEL WANHELSING A e P all del Wanhelsing 2° ecc Ris CAC PRETTY WOMAN DEL GOTHA A e Prop. All del Gotha Classe Lavoro m b MARIAH DELLA SCIGHERA A B.Brandt P L Teruzzi m b AZZURRA DEI MAMALGIO A M Masneri Prop. S.Scarna Casaccio Classe Intermedia 1° b FUNNYGIRLMAMALGIOSGIPSY A H.Matachini P all dei Mamalgio Classe Giovani 1° ecc STUPENDERIA DEL WANHELSING A E.Bana P G.Pascarella 2°ecc MAGGIE A C.Veronese Prop D.Bianchi Gabriella Guidobono Cavalchini AMICI BASSOTTO CLUB C/O PALLADINI A.-LOC.CIMAFAVA 28 29013 CARPANETO PIACENTINO (PC) tel. 0523-852081 Fax. 0523-246294

57

4-INC club apr09.indd 57

30/03/2009 9.23.41


Copertina 4-2009.indd 3

24/03/2009 16.01.42


Copertina 4-2009.indd 4

24/03/2009 16.01.52

INC aprile 2009  

Rivista ufficiale ENCI "I Nostri Cani" - aprile 2009