Page 1

ziendaemozion Š

Proposte concrete per migliorare nel lavoro e nella vita


Dopo 32 anni di esperienza come consulente di comunicazione sono consapevole di una cosa: le aziende si

impegnano molto a comunicare all’esterno chi sono e cosa fanno, mentre comunicano poco (o molto poco)

all’interno della stessa organizzazione, generando un clima il cui effetto si ripercuote negativamente

sull’intera struttura. Perché? Parlando con migliaia di persone ho scoperto che, spesso, non si usa la

medicina fondamentale per la soluzione del problema: dare importanza alla persona! Capire che

chiunque prenda parte alla vita aziendale necessita di uno stimolo speciale che gli dia la possibilità di

riconoscere, valorizzare e potenziare le proprie risorse personali per migliorare le sue relazioni e capacità

professionali con conseguenti e duraturi benefici per la sua azienda. Grazie a 23 anni di attività specifiche,

questa è la motivazione che mi ha spinto a sviluppare i seminari che vi presento. Rappresentano un

contributo concreto per quanti credono che il vero e imprescindibile patrimonio aziendale sono le persone.

La maggior parte delle aziende leader nei mercati internazionali ha sperimentato e fatto suo questo

concetto, dimostrando con i risultati che è, oggi, l’unico percorso possibile.


Il progetto aziendaemozione si integra, attraverso la crescita personale, nel concetto di “Qualità totale” in ambito professionale, quindi è particolarmente indicato per aziende grandi o piccole, enti pubblici, associazioni, comunità, insegnanti, strutture ospedaliere ecc. Tutti i corsi della serie aziendaemozione sono di per sè un’esperienza: non sono seminari teorici, ma tutti da usare. Concepiti per essere vissuti, presentano in chiave dinamica e multisensoriale esercizi e attività, lavori collettivi e di piccoli gruppi, giochi, test di valutazione e casi pratici che portano i partecipanti a impegnarsi attivamente ed a sperimentare subito i suggerimenti e le tecniche proposte. La durata dei corsi può adattarsi a una o due intense giornate, in base ai contenuti e alle esigenze, preferibilmente con gruppi da 15 a 25 persone, di una stessa azienda o anche provenienti da attività diverse. Sono previsti, a richiesta, programmi di follow-up.

Paolo Limoli (1959), vicentino “trapiantato” da 7 anni in Spagna, è il direttore e conduttore dei seminari aziendaemozione. Padre di due figli, da oltre 32 anni lavora come esperto di comunicazione integrata, pubblicitario, graphic designer e musicista, collaborando con aziende italiane e di altri paesi. Per tre anni ha insegnato, in qualità di docente esperto, graphic design e computer graphic presso “l’Istituto Superiore Montagna” di Vicenza. Dal 1988 collabora, sviluppa e dirige corsi e seminari focalizzati alla crescita personale in contesti professionali e privati. Per meriti sociali ha ricevuto, nel 2002, una laurea honoris causa in Scienza della Comunicazione dall’Università Pro Deo di New York ed è stato nominato Cavaliere dell’Ordine della Croce di Malta. Fino ad ora ha contribuito alla formazione di oltre 45.000 persone in tutta Europa. Ha lavorato, fra gli altri, con: Agip, Banca Cattolica del Veneto, Bosch, Coin, Comfort Zone, Comune di Vicenza, Fundación Santillana, Ministero Italiano Agricoltura e Foreste, Missoni, Museo de Altamira, Sansui, Voli Regionali ecc.


La Via della Qualità Come raggiungere l’eccellenza nel Servizio al Cliente Un successo duraturo è strettamente legato alla nostra capacità di sapere veramente soddisfare il cliente, assicurarcene la fedeltà, ottenere che ritorni e che parli bene di noi. Per questo un servizio di qualità è oggi - qualsiasi sia il settore in cui operiamo - la base su cui si costruisce il successo di un’organizzazione (e nostro personale), lo strumento chiave per differenziarci dalla concorrenza e superarla. La Via della Qualità è un seminario destinato a quanti svolgono un lavoro, o intendono farlo, caratterizzato da un continuo interscambio con altre persone, dentro e fuori all’azienda; a coloro che stanno in “prima linea” e che determinano perciò il livello di qualità del servizio al cliente. Il seminario ci illustra tecniche e metodi sperimentati per ognuna delle singole fasi del contatto con il cliente e dà suggerimenti per sfruttarli nel modo migliore in “quei momenti di verità”. I suoi contenuti sono utili, quindi, a quanti operano sul front line in un albergo come in un negozio o ipermercato, in uffici istituzionali come in uno studio professionale, in una ASL o in un ospedale, una banca, un ristorante o un’azienda industriale o di servizi.

Con il corso La Via della Qualità l’alunno impara a conoscere le strategie di servizio di qualità e le importanti migliorie nella formazione personale per l’aumento del rendimento professionale ed economico relazionato con l’attenzione al cliente. La Qualità nel servizio è un importante strumento strategico che permette all’azienda di differenziarsi dalla concorrenza, oltre ad accrescere la fidelizzazione dei clienti e raggiungere l’eccellenza nel servizio per aumentare i risultati di vendite. La Via della Qualità è un corso di facile apprendimento in cui si trattano in modo chiaro e conciso i seguenti argomenti: cos’è la qualità e il servizio di attenzione al cliente; differenti strategie di attenzione, comunicazione e norme nella qualità di servizio; imparare a inserire nel lavoro quotidiano un programma di qualità nel servizio, per preparare i lavoratori all’utilizzo del telefono come strumento di attenzione e informazione al pubblico; acquisire la capacità necessaria per il corretto uso delle strategie del servizio, per misurare la soddisfazione del cliente e diagnosticare gli errori commessi, ecc.


Controllo delle emozioni Come diventare pienamente noi stessi Il nostro “cervello emozionale” è molto più che il vestigio scomodo di un passato animale: padrone del nostro corpo e delle nostre passioni, è la fonte stessa della nostra identità e dei valori che danno senso alla vita. Se si allontana, benché solo un po’, si scompone in mille pezzi; se sta in armonia col nostro corpo, ci conduce a trasformarci pienamente in noi stessi... Nelle emozioni autentiche ce ne sono alcune che sono piacevoli ed altre che sono spiacevoli. Tra le prime ci sono l’allegria e l’affetto e tra le seconde la tristezza, la rabbia e la paura. Sappiamo anche che le persone tendono a cercare il piacere ed ad allontanarsi dal dispiacere. Ciò non è sbagliato, ma ci sono situazioni dove la cosa più sana è sentire ed esprimere un’emozione autentica sgradevole. Non è bene evitarle sempre e nemmeno è possibile. In realtà se percorriamo la nostra storia personale verificheremo che nei momenti dolorosi della nostra vita siamo cresciuti molto ed abbiamo scoperto risorse e forze nascoste fino ad allora. Ma a volte per volere evitare la sofferenza

viviamo la vita a metà perché viviamo a metà anche i momenti pieni. In generale se una persona ha paura di sentire rabbia o tristezza sarà bloccata anche per sentire allegria, piacere ed affetto. Sembrerebbe allora che le emozioni siano come una manifestazione interna, che deve essere espressa come parte del nostro essere e questa espressione lotta per uscire in qualche modo alla superficie. In altre parole è impossibile reprimere le emozioni: queste devono esprimersi, se non adeguatamente, attraverso qualche emozione sostitutiva appresa nell’infanzia con un costo extra o in altri casi attraverso sintomi fisici. Alcuni benefici del Controllo delle Emozioni sono: Incrementare la salute mentale e fisica; Migliorare l’autostima; Fare fronte a situazioni conflittuali; Aumentare la consapevolezza, avere più coscienza di se stessi, dei propri pensieri e sentimenti; Migliorare ed incrementare le relazioni interpersonali; Fissare limiti adeguati ed imporre la propria autorevolezza; Tagliare i vincoli nocivi; Ottenere maggiori risultati in tutte le aree.


Essere il proprio Allenatore Come sfruttare al meglio tutto il nostro potenziale Nel mondo di oggi, dominato dal cambiamento e dall’incertezza, è necessario ridefinire la strada che ci assicura il futuro che desideriamo. È così tanto per i giovani come per le persone di trenta, quarant’anni o perfino maggiori che sentono ancora la necessità di mantenersi aggiornate. Ognuno di noi ha potenzialità nascoste per il cui sviluppo ed utilizzazione non è stato allenato. Se desideriamo crearci nuove opportunità, potremo ottenere risultati mediante il coaching, termine che è passato dal gergo sportivo all’economia per indicare l’ “allenamento” che ognuno deve portare a termine per facilitare la crescita personale e sviluppare pienamente i propri talenti. Spesso non ci rendiamo conto che possiamo essere i nostri propri allenatori. Se vogliamo avere successo in nuove responsabilità, se desideriamo imparare dai nostri risultati e lavorare con maggiore efficacia; se desideriamo instaurare relazioni personali migliori, affrontare nuove sfide o raggiungere obiettivi gratificanti, Essere il proprio Allenatore ci offre strumenti per ottenerlo. È un programma

per lo Sviluppo Personale ed Apprendimento come strumento Professionale. Dentro a questo spazio di apprendimento di coaching che proponiamo, ci riferiamo ad una disciplina pratica che facilita l’imparare a: Osservare, Pensare, Sentire e Fare in modi differenti, quindi ottenere differenti risultati nella vita. Per persone che lavorano con gruppi, servirà loro come poderoso attrezzo per intervenire ed espandere i limiti della squadra e delle persone. Allo stesso tempo serve per orientarsi vocazionalmente e professionalmente. È un spazio di re-connessione tanto con noi stessi come con la comunità. Apre alla possibilità di incrementare il nostro potere di azione e capacità di cambiamenti, per lasciare dietro quelle credenze e paure che ci frenano e producono sofferenze. È un’appassionante sfida per concretizzare i nostri propositi fondamentali e trovare un senso trascendentale alla nostra vita. È un percorso di apprendimento per Fare con Piacere e Convivere in Benessere.


Parlare in Pubblico Come esprimersi con successo dimenticando le paure Se c’è qualcosa che più temono le persone, eccettuando la morte, è la paura a parlare in pubblico. Sì, sembra sorprendente ma inchieste scientifiche, realizzate per istituzioni di prestigio, dimostrano che una gran percentuale di persone - di ogni livello socioeconomico - sperimentano una palese paura, a volte patologica, davanti all’azione di esporre le proprie idee e pensieri attraverso un semplice discorso in pubblico. Pensiamo che dette inchieste riflettono la verità. In più, confermiamo le loro conclusioni perché, attraverso gli anni in cui siamo stati coinvolti nella crescita personale, siamo stati testimoni di come centinaia di persone desiderose di partecipare ai nostri corsi lo facevano a certe condizioni. “Professore, io mi iscrivo ma... non mi faccia uscire!”. Fortunatamente nei nostri corsi non obblighiamo mai nessuno a “uscire”. Abbiamo un metodo infallibile che inizia creando fiducia e sicurezza nel partecipante, che ad un certo punto esce da solo senza che nessuno lo pressi. Precisiamo sempre che l’oratoria non è “l’arte di sedersi in pubblico” bensì piuttosto l’arte di parlare in “pubblico”. E siamo enfatici dicendo: “Se lei è venuto solamente a sedersi

ed a ‘vedere’ come parla il professore, sta perdendo il suo tempo ed il suo denaro”. Imparare l’oratoria è come imparare a nuotare, nessuno impara a nuotare se non entra in acqua e nessuno impara a parlare in pubblico se non lo fa di fronte ai suoi simili. Nelle nostre classi tutto è graduale e motivante, perciò abbiamo la soddisfazione di avere contribuito alla formazione del successo di migliaia di persone. È obiettivo di Parlare in Pubblico infondere un insieme di principi, tecniche e procedimenti che permettano di conoscere, dominare ed applicare in modo obiettivo l’arte di parlare in pubblico, in modo tale da poter emergere come eccellenti oratori in tutte le sfere in cui svolgiamo la nostra vita fisica, sociale, affettiva e lavorativa. Troveremo i modelli che ci guideranno nel mondo dell’eloquenza ed assieme ad essi, gli esercizi pratici che si dovranno eseguire per un dominio efficace dell’oratoria. Grazie a Parlare in Pubblico si realizzeranno i seguenti obiettivi specifici: Dominare la paura e la timidezza; Parlare con chiarezza e facilità; Elaborare ed esporre i nostri discorsi; Conoscere le tecniche di presentazione in pubblico.


la Comunicazione Creativa Come relazionarsi in modo gratificante e costruttivo Le persone diffidano di ciò che non conoscono. Spesso gli impiegati non conoscono la loro azienda, come molti imprenditori non conoscono i loro impiegati o le difficoltà in cui si trovano nell’adempimento dei loro compiti. Di qui la necessità di evitare compartimenti stagni e di intercomunicare tra sé i differenti gruppi, perché solo attraverso lo scambio continuo di informazioni, idee, conoscenze ed emozioni, sarà possibile creare un clima di fiducia e migliore convivenza. Le nostre emozioni possono darci informazioni preziose su noi stessi, su altre persone e su determinate situazioni. L’avere scaricato il nostro cattivo umore su un compagno può indicarci che ci sentiamo oppressi per un eccesso di lavoro. Sentire ansia davanti ad una prossima esposizione può essere un segno che dobbiamo preparare meglio i nostri dati e cifre. La frustrazione davanti ad un cliente potrebbe indicare che ci converrebbe trovare altre forme di trasmettere il messaggio. Se ascoltiamo l’informazione che ci forniscono le emozioni potremo modificare la nostra

condotta ed i pensieri col fine di trasformare le situazioni. Nel caso di un attacco di collera, per esempio, potremmo vedere l’importanza di prendere misure per ridurre il nostro carico di lavoro o per regolare il processo dello stesso. Come si vede, le emozioni svolgono un ruolo importante nell’ambito lavorativo. Dall’ira all’entusiasmo, dalla frustrazione alla soddisfazione, ogni giorno affrontiamo emozioni –proprie ed altrui– nel lavoro. La chiave sta nell’utilizzare le emozioni attraverso la comunicazione in maniera intelligente e creativa: fare in modo, deliberatamente, che le nostre emozioni lavorino a nostro beneficio, affinché ci aiutino a controllare la nostra condotta ed i nostri pensieri per ottenere migliori risultati. La Comunicazione Creativa favorisce questi processi, partendo da un presupposto fondamentale: al margine del ruolo o del settore di attività, ogni professionista è innanzitutto una persona con la sua storia, le sue emozioni, i suoi conflitti e sogni, e come tale è considerata durante il corso.


la Squadra Vincente Come formare un gruppo motivato e produttivo Tutto sulla direzione vendite: cosa fanno e cosa non fanno i grandi sales manager. Le 10 qualità di un sales manager vincente. La Squadra Vincente è un corso pratico, accessibile, d’intervento. Colpisce nel segno e l’allievo può aspettarsi dei risultati positivi pressoché immediati. Un seminario completo su come reclutare, formare, valutare e guidare un team di vendita. Non solo i principi fondamentali di una moderna direzione vendite, ma un piano completo, ispirato al principio “semplice è meglio”, per attuare quanto le organizzazioni hanno bisogno per aumentare il fatturato e, soprattutto, i profitti! Il problema nella produttività delle vendite non sempre è dei venditori. La maggior parte delle volte è responsabilità dell’azienda, quando non promuove l’apprendimento di abilità in modo sistematico attraverso la direzione vendite. Normalmente si discute sulle ragioni per cui i venditori falliscono o non sono efficaci. In più, nella maggioranza dei casi si pensa che bi-

sogna operare cambi nella struttura della forza vendite, o semplicemente cambiare i venditori. Ma è efficace questa strategia? Analizzando con attenzione le vere cause dei problemi della produttività di vendite, la maggior parte di questi proviene dalla direzione vendite, dove è comune la mancanza di pianificazione di strategie, modelli di validità e la capacità di formare i team per aumentare la produttività. Tenendo presente questo scenario, esistono grandi opportunità per migliorare la produttività, se capiamo che una delle ragioni del successo o fallimento dei team di vendita proviene dalla direzione e la sua capacità per lavorare e insegnare modelli di validità attraverso l’istruzione di abilità. Completato, in ogni punto, da una serie d’informazioni sulle azioni e i comportamenti dei sales manager più efficaci, la Squadra Vincente è un seminario attualissimo, utile sia a chi ha già esperienza di direzione vendite sia a chi aspira a diventare un sales manager di successo.


Gestione di Conflitti Come trasformare le crisi in opportunità La concezione e gli atteggiamenti esistenti nel nostro ambiente in relazione al conflitto determinano negativamente il nostro comportamento nelle situazioni conflittuali. Fino a poco fa, tanto gli esperti sociali quanto la credenza popolare consideravano il conflitto come qualcosa di negativo che bisognerebbe evitare, qualcosa di relazionato con la psicopatologia, con i disordinali sociali e la guerra. Non c’è che rivedere il significato che dà di conflitto il dizionario della Lingua Italiana Hoepli. Definisce il conflitto nella sua prima accezione come “scontro armato”, nella sua seconda come “urto, collisione, litigio”, nella sua terza come “contrasto, situazione di difficile uscita” e, solamente in quarto posto come “problema, questione, materia di discussione”. Oggigiorno, tuttavia, consideriamo che il conflitto è un tratto inevitabile delle relazioni sociali. Il problema poggia sul fatto che ogni conflitto può adottare un corso costruttivo o distruttivo e pertanto la questione non è tanto eliminare o prevenire il conflitto, bensì sapere assumere dette situazioni conflittuali ed affrontarle con le risorse sufficienti affinché tutti coloro sono implicati in dette situazioni ne escano arricchiti.

Nel lavoro di risoluzione di conflitti, partiamo dal principio che il conflitto ha, pertanto, molte funzioni e valori positivi. Evita le stagnazioni, stimola l’interesse e la curiosità, è la radice del cambiamento personale e sociale ed aiuta a stabilire le identità tanto individuali come di gruppo. Allo stesso modo, in un piano più concreto, il conflitto aiuta ad imparare nuovi e migliori modi di rispondere ai problemi, a costruire relazioni migliori e più durature, a conoscere meglio noi stessi e gli altri. Una volta che l’individuo ha sperimentato i benefici di una risoluzione di conflitti positiva, aumenta la probabilità che ottenga nuove soluzioni positive nei conflitti futuri. Mettendo in pratica le conoscenze che acquisirete nel corso, imparerete a scoprire le fonti di conflitto in qualunque area della vostra vita prima che il problema colpisca le relazioni ed il clima; identificare i conflitti più comuni e come possono risolversi; conoscere ed analizzare i differenti stili e tecniche di risoluzione di conflitti che possono usarsi; risolvere i conflitti in maniera costruttiva affinché nessuna persona si senta danneggiata.


Risoterapia

Come imparare a vivere con allegria e felicità Il seminario di Risoterapia è un’esperienza pratica per conoscere e vivere i concetti basilari della disinibizione, l’ottimismo ed il buon umore, apportando una gran quantità di giochi da praticare in gruppo e divertirsi, oltre a liberare le tensioni. La risata ed il buon umore sono eccellenti strumenti terapeutici per migliorare la qualità della vita. Ridere permette di affrontare gli ostacoli giornalieri da prospettive più creative ed aiuta le persone a sentirsi meglio con se stesse e col proprio ambiente. Ciò che realmente ci interessa non è ridere per il fatto di ridere (il che non è neanche un aspetto trascurabile, al contrario) bensì come ciò condiziona, in modo molto positivo, il nostro organismo. Negli ultimi anni i ricercatori medici di tutto il mondo, come i terapeuti e maestri di yoga ed altre discipline, si sono concentrati sulla ricerca di questi effetti, essendo più che interessanti al momento di proporre una terapia non solo efficace ma anche molto piacevole, facile da realizzare e che non ha nessun tipo di controindicazione. I ricercatori (così come pure i loro

pazienti) hanno scoperto che usare l’umorismo nelle circostanze che circondano i propri problemi può essere una delle grandi armi nella lotta contro lo stress, tanto il comune come quello causato dalle malattie gravi (siano già terminali o no). Ma uno dei modi migliori di tentare di mantenere la capacità di “vivere bene” è mantenere il buon umore. Ciò è provato e, inoltre, possiamo renderci facilmente conto che è vero semplicemente riflettendo sulla nostra vita. Un rapido ripasso ad alcuni vantaggi della risata: Riduzione della pressione arteriosa; Riduzione degli ormoni dello stress; Rilassamento muscolare; Miglioramenti nel sistema immunologico; Lotta al dolore; Esercizio cardiaco; Respirazione; Benessere; La risata è contagiosa; L’umorismo è universale; L’umorismo è gratis. Tenendo presente tutti questi vantaggi, non c’è da sorprendersi che già in molti posti del mondo, in istituti relazionati con la salute tanto mentale come fisica, si organizzano gruppi di risata, dove i pazienti si riuniscono semplicemente per ridere.


la Conquista del Tempo Come vivere meglio e intensamente ogni istante Questo corso vi introdurrà una serie di tecniche ed idee semplici, ma tremendamente potenti ed efficaci quando si applicano, che possono permettervi di incrementare in modo incredibile la vostra produttività e realizzazione. Tradizionalmente i corsi sulla gestione del tempo si sono focalizzati nel trovare il modo di fare più cose ad ogni costo, cercando di approfittare al massimo di ogni giorno. Questa focalizzazione, come è stato dimostrato, raramente conduce verso la realizzazione e verso il vero successo. Ha molta più importanza determinare in primo luogo verso dove vogliamo dirigerci, per poi tracciare il piano di azione che ci porterà fino a lì. Partire con un obiettivo chiaro stabilito mette in moto il meccanismo dell’entusiasmo e la passione di stare perseguendo qualcosa di realmente stimato. E questa è, precisamente, la focalizzazione del corso la Conquista del Tempo. Durante le ore del seminario vi guiderò in un appassionante viaggio di scoperta dei vostri valori e sogni, vi mostrerò come pianificare mete davvero potenti che vi ispirino a dare il meglio ed a tirar fuori il massimo succo giorno dopo giorno, per mezzo della gestione

di un efficace sistema di pianificazione. La vita è il maggiore dei regali e tutti abbiamo il privilegio, l’opportunità e la responsabilità di restituire qualcosa, trasformandoci nel meglio che possiamo essere. Addentratevi in questo corso con ansia di scoprire, e vi sorprenderà il grande impatto che queste semplici tecniche possono avere nel conseguimento dei vostri obiettivi più desiderati. Perché a molte persone manca l’interesse per il presente? Perché vedono il loro presente come conseguenza della casualità. Credono che stiano dove stanno perché è il loro destino, ma non si rendono conto che se non fanno niente oggi, il domani, cioè l’oggi del futuro, è lo stesso. CARPE DIEM! (approfitta del momento) La vita di qualunque essere umano non è che una favilla dentro l’immensità del tempo. Tutti abbiamo alcuni domani contati, e quello che facciamo con essi sarà quello che segnerà la differenza. La Conquista del Tempo ha due obiettivi indissociabili, benché quasi opposti. Il più evidente è utilizzare meglio il tempo. Il più ricco è tornare ad approfittare del momento con l’intensità che conoscemmo a dieci anni.


la Focalizzazione Dinamica Come visualizzare e conquistare obiettivi con certezza Che cosa ci impedisce di raggiungere ciò che desideriamo? La mancanza di focalizzazione. Le persone che si concentrano su ciò che desiderano progrediscono; quelle che non l’ottengono, si fanno in quattro. La Focalizzazione Dinamica fornisce i migliori strumenti per concentrarci sulle priorità, aiutandoci a ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissi. Il nostro futuro è determinato dalla capacità di focalizzare l’obiettivo ed adottare nuove abitudini. La vita dipende al massimo dalle scelte e dal modo di reagire davanti ad ogni situazione. Sono proprio le nostre decisioni personali e i comportamenti quotidiani che determinano il nostro futuro. Con questo seminario impareremo a concentrarci sulle nostre forze eliminando ciò che ci blocca, ad affermare e rinforzare la sicurezza in noi stessi, ad essere più intraprendenti, a trasformare le abitudini sbagliate ed ottenere la prosperità desiderata creando un eccellente equilibrio tra la nostra vita professionale e familiare. La Bibbia è chiara: “chiedi e ti sarà dato”. Leggendo queste parole, uno si riempie di fiducia e certezza in ciò che si propone di raggiungere. Tuttavia, quando osserviamo la realtà, cos’è che ci impedisce di raggiungere il risultato di ciò che tanto aneliamo?

Lì c’è l’origine del problema: sapere chiedere. In altre parole, mettere a fuoco. Immaginare per un momento che un genio conceda un desiderio, uno qualsiasi. Alcuni risponderebbero: salute, amore, denaro... Troppo generico ed astratto. Chiedere, cercare e toccare implica un’azione: mettere a fuoco, delimitare e precisare cosa vogliamo realmente ricevere, trovare ed aprire. Il cervello, quel muscolo così meraviglioso che possediamo, funziona solo attraverso immagini. Per ottenere ciò che desideriamo, è necessario formare una visione molto chiara. Possiamo riuscirci attraverso immagini, pensieri, idee, così arrivano al cervello e questo invia segnali, mettendo a fuoco opportunità ed opzioni che ci avvicinano al nostro obiettivo. E poi si trasformano in atteggiamenti, segnali, azioni che lo materializzano. Focalizzare è il passo previo alla visualizzazione. Se non sappiamo ciò che vogliamo, cosa chiediamo? Se non sappiamo dove andiamo, come sapremo dove cercare o dove toccare? Tutti possiamo riuscirci, benché dubitiamo dell’esercizio, è solo questione di proporselo, esercitare e praticare, i risultati saranno sorprendenti.


aziendaemozione

ティ un servizio di

LCD & A S S O C I A T I

Per maggiori informazioni

テ》ico de Villa Asunciテウn Calle del Sol, 37 39003 Santander - Espaテアa T +34 942 074 698 F +34 942 174 696 M +34 644 450 445 E info@empresaemocion.com

Brochure Italia 2012  

Presentazione attività

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you