Page 1

ARCHI TEC TURE

2010

EMMA CAVIGLIASSO //portfolio//


EMMA CAVIGLIASSO //architetto// via Angelo Mo, 20 bis 10090 Villarbasse (TO) - ITALIA +39 328 175 85 74 emma.cavigliasso@gmail.com skype: emma.cavigliasso

ottobre 2010


//DATI nata a Torino, 10 ottobre 1984 cittadinanza italiana //STUDI Abilitazione alla professione di architetto Torino, 3 marzo 2010 Laurea Specialistica in Architettura Politecnico di Torino - A.A. 2008/2009 110/110 con lode Tesi di Progettazione Architettonica: “DALLA TERRACOTTA ALLA TERRA CRUDA. Progetto per il Museo di Tecnologia Preistorica del Centro di Archeologia Sperimentale Torino” Laurea in Architettura e Progetto Politecnico di Torino, A.A. 2006/2007 108/110 Tesi di Innovazione Tecnologica: “PROGETTI SOSTENIBILI IN CINA” //LINGUE Italiano Inglese Francese Spagnolo

madrelingua fluente IELTS band score 7/9 (2009) buono buono

//COMPUTER Microsoft Office (Patente ECDL). Autocad, 3d Studio Max, Rhino, Sketch Up. Photoshop, InDesign, Illustrator. ProCasaClima, Retscreen, Wood Engine. //INTERESSI Viaggi, arte, cinema, musica, lettura, fotografia. Blogger. Yoga, nuoto, corsa. Donatrice di sangue.

//ESPERIENZE LAVORATIVE Novembre 2009 – in corso La Foca Group Architettura in legno: balloon frame e blockhaus. Progettazione architettonica ed esecutiva di case precostruite in stretto contatto con la produzione, studio di stratigrafie e di particolari costruttivi, ricerca, disegno, modellazione 3D, rendering. Settembre 2009 – Novembre 2009 Etaquadro Impianti ed energie rinnovabili. Integrazione architettonica di impianti, ricerca, disegno, modellazione 3D, rendering. Marzo 2008 – Gennaio 2009 A&A – Architetti e Associati Progettazione, allestimenti museali, restauri. Progettazione architettonica ed esecutiva, rilievo, diagnosi del degrado, redazione di studi territoriali, ricerca, disegno, modellazione 3D, rendering. //PREMI E RICONOSCIMENTI Workshop Bois Lab - Giugno 2010 “1, 2, 3ois... et voilà le tronc à surprise” II classificato

//QUALITÀ PERSONALI Flessibilità e spirito di adattamento; spiccata predisposizione all’apprendimento; abitudine a lavorare in gruppo; capacità di comunicare e coordinare. Attitudine all’organizzazione del lavoro; capacità di organizzare in modo equilibrato il proprio tempo, di fissare le priorità e raggiungere gli obiettivi. Entusiasmo e spontaneità.


Villarbasse,TO > 2009

// CAST dalla terracotta alla terra cruda Progetto per il Museo di Tecnologia Preistorica del Centro di Archeologia Sperimentale Torino. Il progetto per il Museo di Tecnologia Preistorica trae origine dal desiderio del Centro di Archeologia Sperimentale Torino di avere uno spazio dove esporre i risultati e i prodotti delle ricerche condotte e dove consolidare l’attività didattica e divulgativa. L’idea di accostare una Foresteria al Museo nasce con l’obiettivo di rafforzare il ruolo del Parco sia nella vasta rete di turismo culturale legato all’archeologia, sia nelle strategie di sviluppo del territorio. L’impiego della terra cruda e della struttura lignea è il risultato dell’incontro fra le diverse esigenze di forma e funzione: questo sistema è di fatto una riproposizione delle tecniche costruttive antiche, migliorato dall’innovazione contemporanea e integrato dai dispositivi di approvvigionamento energetico da fonti rinnovabili.

>> tesi di laurea


what’s archeologia sperimentale?

L’archeologia sperimentale è una scienza che mescola materie storiche e scientifiche nel tentativo di verificare attraverso prove fisiche le ipotesi formulate dagli studiosi della preistoria. Essa si configura come una disciplina pratica che studia e riproduce in maniera controllata le opere materiali ritrovate nella fase dello scavo archeologico; pertanto, si affianca ed integra l’archeologia tradizionale, diventando il metodo di verifica delle teorie circa l’organizzazione socio-economica del passato.

1. abitazione paleolitica 2. stagno artificiale per la conservazione della piroga 3. capanna neolitica 4. atelier litica 5. fornaci per la cottura della ceramica 6. atelier di tessitura e falegnameria 7. atelier di incisione su pietra 8. fornaci per la fusione dei metalli


il Museo

percorso espositivo: 1. armi e arnesi in pietra 2. lavorazione dell’osso 3. incisioni rupestri 4. oggetti in ceramica 5. lavorazione dei metalli 6. telai e tessuti

strategie passive di controllo termico

involucro blocchi in terra cruda compressa


la Foresteria


strategie passive di controllo termico

involucro terrapaglia compressa in un telaio in legno


Torino > 2007/2008

// via Millio, 42 parola d’ordine > sostenibilità Scuola media “Pezzani”. Il progetto del nuovo edificio scolastico scaturisce da una scrupolosa definizione metaprogettuale delle unità ambientali, degli elementi spaziali virtuali, delle relazioni tra essi, nonché del sistema di input e output relativo allo svolgimento delle attività. Questo è stato sovrapposto alla matrice bioclimatica, frutto di una riflessione sulle ombre create da edifici circostanti nei diversi momenti dell’anno e sulle scie di vento della stagione invernale e di quella estiva. Una volta definite le risorse climatiche, i limiti esistenti e le esigenze progettuali, è stato possibile individuare le strategie passive e quelle attive per un efficace controllo termico dell’edifcio.

>> laboratorio progetto tecnologico dell’architettura


Susa,TO > 2007/2008

// ex-ASSA recupero urbano Progetto di social housing. L’intervento è teso al rinnovo di un’area dal passato industriale grazie alla creazione di un nuovo polo attrattore e del recupero della vecchia centrale elettrica. Il progetto prevede una fascia residenziale di edilizia sovvenzionata abbinata ad altri servizi al fine di garantire vitalità all’area in molteplici fasce orarie: attività commerciali e terziarie, una scuola materna, un centro polisportivo/ palahockey ed un centro culturale/cinema/teatro. Inoltre, la presenza di aree verdi attrezzate e di percorsi viari strategicamente connessi attribuisce un carattere di omogeneità e, aspetto di estrema rilevanza, determina una ricucitura con il tessuto circostante, ed in particolare con il lungofiume pedonale che conduce al centro storico della città.

>> laboratorio di progettazione IV


© Olivo Barbieri - Site Specific

Torino > 2006/2007

// Cabiria polo cinema torino Riqualificazione dell’area di Palazzo del Lavoro. L’idea fondante è la creazione di uno spazio multifunzionale basato su attività culturali cinematografiche. La realizzazione di un nuovo polo di interesse sovralocale nell’area di Italia ’61 va ad integrarsi con le attività commerciali, musicali, espositive e fieristiche del Lingotto e quelle sportive dell’Oval e del Palavela. Fil rouge del progetto è una nuova passerella pedonale: questa attraversa il palazzo e lo collega con il parco, con il fiume Po, con lo scalo del traghetto e con il giardino al di là di corso Maroncelli. Il parco viene mantenuto e ridisegnato in base ad una griglia quadrata, che costituisce i percorsi pedonali, originata dal modulo di copertura di Palazzo del Lavoro. Lo spazio interno alla costruzione di Pier Luigi Nervi viene riorganizzato attorno ad una piazza coperta, sulla quale si affacciano le diverse funzioni: la sede del Torino Film Festival, una sede distaccata del Museo del Cinema, il Laboratorio di Restauro Film Torino, il Liceo Teatro Nuovo Torino, un hotel. Un nucleo centrale ad un piano ospita tre sale cinematografiche e una piazza sopraelevata multifunzionale che, durante i festival, è attrezzata con due schermi per proiezioni.

>> composizione architettonica e urbana


Torino > giugno 2010

// 1, 2, 3ois et voilà le tronc à surprise Progetto per un modulo espositivo/abitativo in legno locale, sviluppato con il gruppo di progettazione Les Rongeurs. Il progetto si configura come un container completamente in legno. Lo si carica sul rimorchio di un camion e lo si trasporta; una volta posizionato dove si è deciso, con un semplice ribaltamento delle quattro aperture laterali che precede la dichiarazione «et voilà!», il modulo si apre e invita a scoprire les surprises contenute nella sua cavità arborea. Il tronc così concepito si presta a innovare, sostituendo, alcuni oggetti (container in lamiera, moduli in plastica, tende per le emergenze, bungalow) ricollocandoli sul mercato in una versione sostenibile, caratterizzata da una riduzione dell’impatto ambientale e un maggior comfort per gli utenti. http://lesrongeurs.wordpress.com

>> workshop Bois Lab - II classificato


Roma > 2008

// LA BIBBIA CAROLINGIA Esposizione della Bibbia Carolingia nei locali riqualificati destinati alla nuova erboristeria dell’Abbazia di San Paolo Fuori le Mura.

>> collaborazione - Studio A&A


Alba,TO > 2008

// LICEO MUSICALE Rifunzionalizzazione della palestra del Monastero di Santa Maria Maddalena e ricollocazione del liceo musicale.

>> collaborazione - Studio A&A


Villarbasse,TO > 2010

// NUOVO CATALOGO Realizzazione di particolari costruttivi in 3D.

>> collaborazione - La Foca srl


EMMA CAVIGLIASSO //architetto// emma.cavigliasso@gmail.com


Emma Cavigliasso Architecture Portfolio  

Some of my works until October 2010.

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you