Page 1

regio ne

Lazio sette PALESTRINA

AVVENIRE DOMENICA 3 MARZO 2013

19

Lorenzo, martire della fede Prima Statio Quaresimale nell’Anno della fede

(D.L.B.) – Con la figura di San Lorenzo, Diacono e Martire, si sono avviati gli incontri di preghiera, organizzati nell’ambito dell’Anno della Fede, in ciascuna delle cinque Vicarie della Diocesi e dedicati alla riscoperta dei Santi Martiri – testimoni della fede – venerati nelle nostre Comunità. Già il titolo “Testimoni della Fede usque a sanguinis effusionem” ricorda la valenza del Martirio come supremo atto di fede in Cristo, morto e risorto per la salvezza, a cui i Martiri hanno dato la vita. La prima Statio, dunque, è stata celebrata dal Vescovo, mons. Sigalini, a Zagarolo, nella Chiesa seicentesca, dedicata a Lorenzo, una delle due Parrocchie del Centro storico della cittadina. La lettura del discorso di Sant’Agostino su Lorenzo, Diacono romano e l’ascolto del brano di Giovanni 12, 24-26 hanno permesso al nostro Vescovo di sviluppare una complessa e profonda riflessione. Partendo da un’analisi molto puntuale della vicenda storica di San Lorenzo, letta alla luce del contesto anche socio-politico della Roma dell’im-

peratore Valeriano e dei suoi predecessori, e dagli episodi caratteristici, la presentazione all’imperatore dei poveri come tesori della Chiesa e il

martirio del fuoco sulla graticola –, il Vescovo ha incentrato il discorso su Gesù, il primo martire, il vero chicco di grano che produce frutti immortali. Un Gesù amato profondamente da Lorenzo, cercato da tutti i personaggi del Vangelo, rincorso e scoperto dai più, a volte non compreso dai suoi stessi discepoli, annunciato oggi da una Chiesa che ha sempre bisogno di fare il pieno di coraggio e di annunzio missionario, coerente e sincero. La liturgia si è conclusa con la venerazione delle Reliquie del Santo Diacono custodite nel prezioso busto argenteo che viene recato il processione il 9 agosto, vigilia della festa del Santo, patrono di Zagarolo. Alla preghiera si sono unite tutte o quasi le parrocchie della zona pastorale – Sant’Andrea di Gallicano, San Giuseppe e Madonna della Fiducia di San Cesareo, San Pietro e Divin Salvatore di Zagarolo e Valle Martella – insieme alle comunità religiose, ai gruppi giovanili e alla corale interparrocchiale “Santa Cecilia”.

BELLEGRA Chiesa parrocchiale di San Sisto

Nell’ottavo anniversario della morte di don Giussani PAOLO SCHIAVELLA

La comunità ciellina prenestina si è riunita nella chiesa parrocchiale di San Sisto per partecipare ad una messa di suffragio per don Luigi Giussani, ad otto anni dalla morte ed a 31 dal riconoscimento pontificio della Fraternità di CL, avvenuto l’11 febbraio 1982. Nell’omelia, il parroco di San Sisto, d. Paolo Baldo, che ha concelebrato con d. Pietro Khmara, non ha mancato di invitare i presenti a pregare e meditare sulle dimissioni di papa Benedetto XVI, fatte per “ridimensionare” la Chiesa nel senso di dargli una rinnovata dimensione aderente a Cristo.

Don Julian Carron, presidente della Fraternità di CL, ha scritto che “È così certo che Cristo non farà mancare la Sua guida e la Sua cura alla Chiesa che per gridarlo a tutti fa un gesto che a tanti è sembrato assurdo: mettersi da parte per lasciare a Cristo lo spazio di provvedere alla Chiesa una nuova guida con le forze necessarie per assolvere il compito”. Maurizio Pasquali, riferimento di CL per la diocesi di Palestrina, ha letto ad apertura della commemorazione di d. Luigi Giussani, coincidente con la serata di preghiera e meditazione voluta dal vescovo, mons. Sigalini, per le dimissioni del papa, un breve passaggio di una nota ufficiale del

Disposizioni dell’Ufficio liturgico diocesano in merito ai giorni della sede apostolica vacante LUDOVICO BORZI*

1. Menzione del nome del Papa nella preghiera eucaristica Dalle ore 20,00 del 28 febbraio 2013 non si farà più la menzione del Papa Benedetto XVI nella preghiera eucaristica ma si menzionerà soltanto il Vescovo diocesano. Appena sarà eletto il nuovo Papa lo si potrà subito menzionare nella preghiera eucaristica. – Esempio: Preghiera eucaristica I Noi te l’offriamo anzitutto per la tua Chiesa santa e cattolica, perché tu le dia pace e la protegga, la raccolga nell’unità e la governi su tutta la terra, con il nostro Vescovo Domenico e con tutti quelli che custodiscono la fede cattolica… Preghiera eucaristica II … rendila perfetta nell’amore in unione con il nostro Vescovo Domenico e tutto l’ordine sacerdotale.

Preghiera eucaristica III Conferma nella fede e nell’amore la tua Chiesa pellegrina sulla terra: il nostro Vescovo Domenico, il collegio episcopale, tutto il clero e il popolo che tu hai redento 2. Messe “ad diversa” e votive durante il tempo della Sede Apostolica Vacante Il nostro Vescovo, Mons. Domenico Sigalini, in ottemperanza al n. 332 dei Principi e Norme per l’Uso del Messale Romano ha stabilito che, in tutte le Chiese della Diocesi, il giorno lunedì 4 marzo 2013 si celebri la Santa Messa votiva dello Spirito Santo – formulario a scelta alle pagg. 844848 del Messale – e il giorno mercoledì 6 marzo 2013 si celebri la Santa Messa per l’elezione del Papa – pag. 784 del Messale –. In queste celebrazioni, le Letture si prendono dalla Feria corrente della Quaresima. Si usino in entrambe le celebrazioni i paramenti rossi a sottolineare l’azione del-

lo Spirito Santo che guida la Chiesa con la sua luce e la sua grazia. 3. Intercessioni Nella preghiera universale, specialmente nelle domeniche e nelle celebrazioni infrasettimanali succitate, si faccia un’intenzione particolare di richiesta al Signore di un nuovo Papa, secondo il Cuore di Dio. Si può fare con queste parole o altre simili: Donaci, o Gesù buon Pastore, un Papa secondo il tuo cuore, che insegni al mondo cattolico a rendere ragione della speranza che è in noi e che guidi il cammino del popolo di Dio verso la gioia profonda di appartenere a Te e di essere illuminati, ogni giorno, dal tuo Santo Spirito. Preghiamo: 22 febbraio 2013 Festa della Cattedra di san Pietro, apostolo *Direttore

movimento ciellino nella quale è stato scritto che “commossi per l’annuncio fatto dal Papa e ancora più consapevoli della nostra responsabilità, chiediamo la Grazia, nell’Anno della Fede, di una conoscenza e affezione sempre più profonde a Cristo attraverso la sequela intelligente e appassionata del carisma di don Giussani nella vita della Chiesa, al servizio dei nostri fratelli uomini”.

Festa della donna a Palestrina Il prossimo 8 marzo il CIF organizzerà presso il Museo diocesano di Arte Sacra una mostra dal titolo ”Arte, Artigianato, Poesia” con inizio alle ore 16.00

Lazio Sette  

Giornale Lazio Sette

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you