Page 1

OBIETTIVO 30.000 La piena occupazione è una missione possibile.

i, a mp ncor e s 6e oa lo iam o s b no ab So a ne m

8.

66


OBIETTIVO 30.000

OBIETTIVO 30.000

La piena occupazione è una missione possibile.

La piena occupazione è una missione possibile.

Carissimi, in questo opuscolo vi parlo del punto principale del mio programma per i prossimi cinque anni di amministrazione: creare a Bari 30.000 posti di lavoro. Tante sono le persone in cerca di un impiego, giovani e adulti. Trovare un’occupazione, però, è diventata un’impresa assai complicata in Italia e specialmente al Sud. Dal lavoro non dipende solo la vita personale di ciascuno, ma la crescita dell’intera città. Per questa ragione, da sindaco, ho deciso di affrontare la questione in prima persona e provare a risolverla nel pieno rispetto delle regole, dei principi di trasparenza e dell’interesse generale. Così come nel 2004 mi impegnai a perseguire obiettivi che sembravano impossibili e che invece, con l’aiuto di tutti i baresi, siamo riusciti a realizzare uno ad uno, allo stesso modo oggi intendo promuovere un programma che consenta di generare nuova occupazione a partire dalle iniziative del Comune. Chi avrebbe detto che saremmo riusciti a bonificare finalmente l’ex Fibronit dall’amianto o rivoluzionare il trasporto pubblico? E a ricostruire il Teatro Petruzzelli, far partire la metropolitana del San Paolo, ottenere la proprietà della Caserma Rossani o ristrutturare l’Hotel delle Nazioni? Eppure è successo, ci sono voluti coraggio e pazienza, ed è successo.

Con la stessa determinazione adesso intendo impegnarmi sull’Obiettivo 30.000 perché questo mi chiede la maggior parte dei cittadini. Nelle seguenti pagine troverete una spiegazione di come sarà possibile realizzare questo obiettivo e coniugarlo con lo sviluppo complessivo di Bari, grazie alle grandi opportunità che sono alle porte e che in questo mio primo mandato abbiamo ampiamente previsto e pianificato. Finanziamenti milionari sono in arrivo per Bari dall’Unione Europea, così come sono in cantiere grandi opere infrastrutturali (ad esempio il riassetto del nodo ferroviario) e l’organizzazione di eventi internazionali (Expo 2015), che daranno forte impulso all’economia della nostra terra. Il Comune di Bari ha già predisposto decine di progetti per non perdere nemmeno un euro di queste risorse e metterle a disposizione dei baresi. Desidero quindi illustrarvi il mio programma e andare avanti per restituire una speranza e una prospettiva a quanti ancora non ne hanno.

Michele Emiliano il Sindaco di Bari.


OBIETTIVO 30.000

OBIETTIVO 30.000

La piena occupazione è una missione possibile.

La piena occupazione è una missione possibile.

30.000 POSTI DI LAVORO Più che una promessa, una previsione (attendibile). Non si tratta di un obiettivo difficile, i 30.000 posti sono l’effetto di un processo già avviato che coinvolge la città di Bari e il suo territorio, la cosiddetta città metropolitana. Il risultato di un calcolo matematico molto semplice. Per capire meglio come ci siamo arrivati, basta un po’ di attenzione e… una calcolatrice. Dall’esperienza del POR 2000-2006, il Programma che pianifica l’utilizzo dei fondi per la regione, abbiamo dedotto che in media un investimento di 100.000 euro può generare 1,7 posti di lavoro: sarà questa la base del nostro calcolo. Bene, il Piano Strategico di Bari ha già pronti 674 progetti di investimento per la Città Metropolitana di Bari.

Se fossero finanziati tutti, da qui al 2015 potremmo avere accesso a finanziamenti per 5 miliardi di euro che diviso 100.000 e moltiplicato per 1,7 fa 85.000 posti di lavoro. Si tratta di una stima ottimistica che non tiene conto dei rallentamenti burocratici e della crisi economica. Ma siamo certi che, nella peggiore delle ipotesi, almeno il 35% dei progetti saranno realizzati. Ecco, questa prospettiva molto più realistica creerebbe i nostri 30.000 posti di lavoro.


6 PROGETTI PER ESEMPIO 6 dei 674 progetti che daranno lavoro ai baresi.


OBIETTIVO 30.000

COMMERCIO sviluppo

La piena occupazione è una missione possibile.

palazzo degli eventi

Elaborazione del progetto.

PROGETTI SIMILI

Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

Turisti con il chip Archeoviv@ Accademia Internazionale del Gusto Mediterraneo Albergo diffuso Marchio metropolitano MTB

Il lavoro al Centro. Nasce il grande palazzo degli eventi, un Centro Congressi da 36 milioni di euro per il quartiere fieristico di Bari. Il cantiere durerà tre anni e darà lavoro a circa 200 addetti alla manodopera e a circa 50 occupati nei settori correlati.

di 588.000 visitatori. Considerando una spesa di circa 150 euro per ciascun visitatore possiamo prevedere una crescita occupazionale di circa 600 unità nei settori coinvolti (hotel, ristoranti, trasporti).

Per la gestione del centro congressi e dell’autosilo di servizio sono previste 15 figure professionali stabilmente occupate nella struttura e poi tante altre impegnate nelle attività complementari di accoglienza, interpretariato, allestimento, catering e comunicazione. Si prevede un’attività annuale di 1100 eventi per un totale

L’impatto di cantiere e quello di lungo termine riguardante il Palazzo degli eventi ed il suo indotto porterà dunque alla creazione di circa 850 posti di lavoro.

impatto occupazionale EfFetti di breve periodo

250

EfFetti di lungo periodo

600

totale occupati

850


OBIETTIVO 30.000

università ricerca formazione

La piena occupazione è una missione possibile.

il nuovo campus

L’occupazione è una scienza esatta. Nasce il nuovo polo della ricerca scientifica barese. Le facoltà di Agraria e Biotecnologie, l’Orto Botanico, i dipartimenti e i laboratori del CNR si spostano a Tecnopolis nel nuovo Campus di Bari.

Pianta del nuovo Campus universitaio.

Un grande polo scientifico da 260 milioni di euro che già solo nella fase di cantiere impiegherà circa 870 addetti per un periodo di lavori stimato in 5 anni.

Ma oltre all’occupazione diretta del suo personale, il Nuovo Campus contribuirà alla creazione di 15 nuove aziende, per un totale di circa 100 nuovi occupati. In più si prevede che le attività parallele al campus (ricettività, servizi di trasporto, mensa e svago) genereranno altri 200 nuovi posti di lavoro.

La struttura, a regime, impiegherà ricercatori, professori e personale tecnico-amministrativo, per un totale di 300 nuove unità.

impatto occupazionale PROGETTI SIMILI

Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

RI.PRE.M. (Centro prevenzione e gestione dei rischi naturali e antropici) Aree produttive sostenibili: l’eco-industrial park di Gio.Bi.M. Progetto pilota della Casa Mediterranea Ecosostenibile

EfFetti di breve periodo

870

EfFetti di lungo periodo

500

totale occupati

1.370


OBIETTIVO 30.000

arte cultura turismo

La piena occupazione è una missione possibile.

centro arti contemporanee

Prospetto del ConBA.

Arte è mestiere. Dove svettavano le torri di Punta Perotti, al limitare del parco urbano omonimo, sorgerà un grande spazio dedicato all’arte contemporanea. Un contenitore culturale destinato a diffondere e promuovere le forme d’arte più moderna.

Nello specifico si prevede l’impiego di 21 unità per il centro di arti visive, 12 per amministrazione ed accoglienza, 12 per attività commerciali, 11 per caffetteria e ristorazione, 8 per libreria, book shop e negozi.

Per la costruzione della struttura è previsto un investimento di 26.200.000 euro e un’attività di cantiere della durata di circa 4 anni che si stima darà occupazione a circa 81 persone.

Il centro per le arti contemporanee avrà ricadute positive anche sui settori dell’accoglienza e del turismo, favorendo nuova occupazione per un totale di circa 78 nuovi posti di lavoro.

152 nuovi posti di lavoro a lungo termine invece saranno generati dalla struttura e dalle sue attività una volta entrate a pieno regime.

PROGETTI SIMILI Urban Center per la promozione dell’architettura contemporanea Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

impatto occupazionale EfFetti di breve periodo

81

EfFetti di lungo periodo

152

totale occupati

233


OBIETTIVO 30.000

commercio turismo

La piena occupazione è una missione possibile.

RETE DEI PORTI TURISTICI

I 5 approdi dell’MTB.

Un lavoro in ogni porto. Sul litorale della città di Bari è previsto lo sviluppo di un sistema portuale turistico che unirà i porti di S. Spirito, Molo S. Cataldo, Porto vecchio e Torre a Mare. La rete degli approdi turistici, oltre che ospitare circa 1.530 posti barca per i diportisti nautici, si propone di promuovere a Bari la pratica e lo sviluppo di tutte le attività legate al mare. L’importo previsto per la realizzazione dei progetti ammonta a circa 70 milioni di Euro ed è a totale carico di investitori privati anche se il suo

utilizzo sarà concordato in collaborazione con gli enti pubblici interessati. Le attività di cantiere porteranno all’oc-cupazione di circa 250 unità nei 4 anni previsti per i lavori. Nel lungo periodo si prevede la creazione di 400 posti di lavoro. Almeno 40 unità per ciascun approdo turistico e circa 240 impegnate nelle attività complementari come ristoranti, alberghi e altri servizi.

impatto occupazionale PROGETTI SIMILI

Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

Risanamento e salvaguardia del litorale dal degrado. Valorizzazione delle risorse artistiche e culturali dei centri storici costieri. Metro-marina

EfFetti di breve periodo

250

EfFetti di lungo periodo

400

totale occupati

650


OBIETTIVO 30.000

servizi urbani

La piena occupazione è una missione possibile.

caserma rossani

Addio alle armi. Dopo anni di abbandono la caserma Rossani si appresta a ritornare in vita per diventare un centro polifunzionale dedicato ai cittadini di Bari. La nuova area verde attrezzata fornirà servizi di ogni genere, da quelli più pratici e funzionali alla vita del quartiere, come la sede della circoscrizione o il parcheggio sotterraneo, a quelli di ispirazione più ricreativa, come l’anfiteatro e gli spazi dedicati allo sport.

Il progetto sulla caserma Rossani.

Si prevede che il cantiere durerà circa 4 anni e darà occupazione a 133 unità. Nel lungo periodo, a struttura avviata, i posti di lavoro generati saranno invece 249: 120 occupati direttamente nella struttura e 129 nelle nuove attività satelliti che nasceranno nell’area.

L’investimento previsto per la realizzazione delle opere ammonta a 43.000.000 euro.

impatto occupazionale PROGETTI SIMILI

Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

Agenzia Metropolitana per la Sicurezza e la Solidarietà Sociale Potenziamento della rete dei servizi per il mercato del lavoro

EfFetti di breve periodo

133

EfFetti di lungo periodo

249

totale occupati

382


OBIETTIVO 30.000

mobilità

La piena occupazione è una missione possibile.

riassetto nodo ferroviario Assetto futuro: variante di tracciato a sud

Bari va come un treno. La rete ferroviaria ha un impatto fortissimo sulle attività e sulla vita della città di Bari e da anni se ne auspica un rinnovamento. Ora finalmente il piano di riassetto è pronto e la sua realizzazione porterà importanti e positive novità non solo sulla rete dei trasporti ma soprattutto sulla qualità della vita dell’intera città e sul suo sviluppo economico.

Si stima che per la sola fase di cantiere, per un periodo non inferiore ai 5 anni, saranno occupate circa 830 unità mentre, a lavori terminati, le persone occupate nell’indotto ammonteranno a circa 7.100.

Un beneficio sociale immediato legato alla realizzazione del progetto è già riscontrabile nel numero di persone occupate nella sua realizzazione pratica.

Assetto futuro: interramento a nord

impatto occupazionale PROGETTI SIMILI

Tutti i progetti sul sito del Piano Strategico

www.ba2015.org

Consorzio Octopus per l’integrazione tariffaria e degli orari dei servizi di trasporto pubblico locale

EfFetti di breve periodo

830

EfFetti di lungo periodo

7.100

totale occupati

7.930


OBIETTIVO 30.000

OBIETTIVO 30.000

La piena occupazione è una missione possibile.

La piena occupazione è una missione possibile.

FORMAZIONE La risposta formativa alle esigenze delle imprese. Perché a Bari, nonostante la presenza di scuole e università ed il buon numero di diplomati e laureati, il livello di disoccupazione è superiore alla media italiana? Perché le imprese baresi lamentano la difficoltà di trovare profili professionali specifici, adatti alle loro esigenze? Il comune di Bari, insieme a Provincia e Regione, risponde con un monitoraggio minuzioso delle esigenze del mercato che punterà ad individuare le professioni più richieste dalle imprese nei prossimi anni.

Nei settori di maggiore e certo sviluppo il comune proporrà corsi di formazione, attività di affiancamento e apprendistato. Il progetto guarderà anche alle esigenze di aggiornamento e di formazione continua di chi ha già un posto di lavoro e di chi lo ha perso e vuole acquisire nuove competenze per trovarne un altro.

E non è tutto. Perché Bari va avanti. I progetti qui riportati sono solo una minima parte di quelli sviluppati dal Piano Strategico Metropoli Terra di Bari. Attraverso un processo di ascolto e rilevazione delle necessità del territorio, in itinere ormai da due anni, i ricercatori dell’Area Vasta di Bari hanno elaborato una serie di progetti per rispondere alle esigenze della Metropoli Terra di Bari. Consorzio Mobilità MTB Transizione verde al trasporto su strada arte pubblica oltre città realizzazione strade giardino isole pedonali e residenziali nelle aree peroferiche dei comuni di MTB Lama Picone, Risanamento e bonifica Lama Montrone, Risanamento e bonifica Lama Balice, Risanamento e bonifica Lama Lamasinata, Risanamento e bonifica Lama San Giorgio, Risanamento e bonifica

PROGETTI SIMILI Piano dei tempi e degli spazi per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

Lama Giotta, Risanamento e bonifica Lame Castello, Pizzicocca e Pozzopato, Risanamento e bonifica Gravina di Monsignore, Risanamento e bonifica Lame Marcinase e Martina, Risanamento e bonifica

La maggior parte sarà realizzata con fondi comunitari, statali, regionali e comunali e, per le opere che generano ricavi, con il coinvolgimento di banche e privati. Qui di seguito riportiamo l’elenco dei progetti sviluppati dal Piano Strategico Metropoli Terra di Bari.

Lame Macchialunga e di Cala Incina, Risanamento e bonifica

Centro di ricerca avanzata per la gestione dei rischi naturali e antropici

Urban center per la promozione dell’architettura contemporanea

Centro per la logistica intelligente

Laboratori partecipati per la valorizzazione della Città storica Scuola artigiana per la conservazione della Città storica Progetto per la diffusione di nuovi sistemi integrati di distribuzione di risorsa idrica non convenzionale Campagna di sensibilizzazione per l’uso efficiente dell’energia Obiettivo acquisti verdi Avvicinarsi all’accessibilità InvestinMTB Borsino dell’edilizia sostenibile e del restauro Realizzazione Piano innovazione metropolitano

Progetto pilota per la realizzazione del quartiere mediterraneo eco-sostenibile Rete dei Centri Interculturali di MTB Centro di Monitoraggio dei Movimenti Migratori Cinema senza barriere Rete dei telecentri Telelavoro femminile Finanziamento e microcredito per imprese creative e culturali, favorire startup imprese innovative Candidatura Capitale Culturale e calendario unico Turisti con il chip ‘Scuole in Rete’ (Portale Multicanale della Scuola)


Nuova sede del Museo Pino Pascali e museo d’arte contemporanea all’aperto la filiera olivicola –olearia nell’area vasta metropoli terra di bari: modello di sviluppo sostenibile e progetto pilota di trasferimento tecnologico e formazione per l’innovazione e la valorizzazione Commercianti in MTB: progetto per la riduzione della produzione di rifiuti derivanti dagli imballaggi/contenitori Osservatorio sulla linea ferroviaria ad alta capacità Bari-Napoli Piano per la diffusione delle aree ecologicamente attrezzate Marchio metropolitano MTB Formazione professionale e delle maestranze – certificato professionale MTB Piano dei Tempi MTB (coordinamento dei piani dei tempi dei 31)

di progettii presentati da grandi imprese Incentivi a progetti di ricerca e sviluppo precompetitivo per l’introduzione di innovazioni di filiera. “Aiuti alle nuove imprese innovatrici che investono in R&S per sviluppare prodotti, servizi o processi tecnologicamente nuovi o sensibilmente migliorati rispetto allo stato dell’arte nel settore interessato Integrazione scolastica Educazione stradale per stranieri Città senza Barriere. Dispositivi sonori per i semafori di MTB Attività di formazione a distanza di livello universitario basate sulle tecnologie di apprendimento e- learning Settembre della creatività giovanile: le vie d’arte

Progetto pilota per la realizzazione in MTB di un Polo del turismo accessibile

S.di F. per valorizzazione turistica delle masserie, ville, dimore storiche (di proprietà privata e comunale)

MTB - interventi immateriali piste ciclabili

Pedalando nei canyon

realizzazione punti sport

F. rHo.G – Fondo per l’housing giovanile (locazione)

Le sei perle del Mediterraneo. Concorso internazionale di progettazione architettonica per un programma integrato di intervento Museo territoriale di MTB progetto pilota Progetto di sensibilizzazione (agricoltura biologica: una scelta al naturale) Collettore intercomunale (Acquaviva, Casamassima, Gioia del Colle, Putignano, Sammichele, Turi) Progetto pilota per l’armonizzazione e la rivisitazione dei regolamenti edilizi comunali della MTB in chiave di sostenibilità energetica e ambientale Unire le porte di MTB dell’area di Bari Studio di fattibilità “Dove ti porto il porto?” Contratti di programma per la ricerca, lo sviluppo pre-competitivo e l’industrializzazione

Audit di dettaglio per il censimento energetico degli edifici pubblici Progetto di rete per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici comunali Incentivi per la ricerca Web Market MTB Micronidi per l’infanzia (Contributi) Incubatore d’impresa Progetto Identità - Tra la terra e il mare MTB - itinerari cyronmed Edilizia sostenibile: incentivi per la riconversione e l’adeguamento delle imprese Intercultura e seconde generazioni: metropoli a colori Rete delle Banche del Tempo di MTB Fondo per l’Housing (locazione) per fasce deboli Il mio primo lavoro Alternanza scuola-lavoro Scuole di MTB in WIFI (medie e superiori) Car Sharing metropolitano

MTB-Interventi sulle stazioni

Patto per il recupero della Città storica

Infomobilità MTB

Progetto pilota di digitalizzazione delle biblioteche e del patrimonio archivistico di MTB

Piano direttore per la riqualificazione del fronte a mare tra Cala Spiriticchio e il Palazzo Ducale Atlante digitale della Città storica Archivio dell’architettura del Novecento Progetto “centri di competenza” Progetto di rete per la “Installazione di impianti fotovoltaici a servizio degli edifici pubblici” Progetto di rete per il “miglioramento dell’efficienza energetica dei sistemi di pubblica illuminazione” Audit leggero per il censimento energetico degli edifici pubblici

Attività di comunicazione per lo sviluppo dell’impresa creativa Accademia Internazionale del Gusto Mediterraneo ‘Cucina del Med’ Giovani solidali MTB - itinerari ciclabili extraurbani Incentivi ad imprese in forma aggregata per investimenti in eco-tecnologie, per la messa in comune di servizi ambientali tra imprese e per l’introduzione di modelli gestionali integrati Incentivi in conto esercizio per la certificazione ambientale ed etica, interventi per la sicurezza, per la realizzazione di bilanci di genere

Marchio “Distretti Urbano del Commercio MTB” Inserimento lavorativo soggetti svantaggiati Vivaio ex detenuti Metro-mare Parcheggio scambio Torre a Mare Rifiuti ospedalieri Fanghi da depurazione Distretti urbani del commercio Realizzazione Museo del Mare Archeo Viv@ Scuole Sicure (Sistema integrato per la sicurezza scolastica) Studio di Fattibilità per la realizzazione di una rete di poli della logistica urbana

Lame San Giorgio e Giotta, Connessione delle emergenze Progetto pilota per l’individuazione della producibilità da eolico dell’area metropolitana mediante ridefinizione delle mappe del vento e individuazione delle aree da proteggere Consorzio Metropolitano dei Distretti Urbani del Commercio

muni di Toritto, Grumo, Binetto e Bitetto SDF per il recupero e la riqualificazione dei siti storico-archeologici a fini turistici “Piano di comunicazione contro gli sprechi” Analisi dei fabbisogni formativi dei settori trainanti per lo sviluppo socio-economico di MTB Formazione multidisciplinare metropolitana

‘Rete adriatica Città Sane’ - Progetto Metropolitano ‘Città Sane’ (OMS)

Campagna di sensiblizzazione all’uso efficiente della risorsa acqua

Vivaio nuove imprese

Mostra interattiva itinerante

Progetti integrati di agevolazione per le imprese aggregate: investimenti in beni materiali, immateriali, progetti di ricerca, acquisizione di servizi e formazione

Corsi per operatori del mercato del lavoro Installazione di distributori d’acqua di rete negli uffici pubblici

Acquisizione di servizi altamente qualificati per l’internazionalizzazione, innovazioni di filiera e valorizzazione del capitale umano

Consorzio Mobilità MTB

Viaggiando si impara

Azioni di branding per le imprese che adottano comportamenti etici ed istituzione di premi per l’eco-ssotenibilità

Laboratori partecipati per la valorizzazione della Città storica

Il futuro è nei giovani ricercatori

Audit Civico socio-sanitario MTB + ranking

NET CULTURE - Messa in rete di contenitori e laboratori culturali

Digitalizziamoci

Incentivi per l’innovazione e la commercializzazione nelle filiere artigianali Family Card Metropolitana

Progetto pilota/studio di fattibilità sulla Generazione Distribuita per determinare gli impatti e le soluzioni tecniche per il raggiungimento di un grado di penetrazione del rinnovabile del 50%; Piano di azione delle imprese contro gli sprechi: incentivi per il riutilizzo delle materie prime-seconde nei processi, innovazione di prodotto, marchio eco-label, fiera del risparmio Realizzazione di piattaforme ecologiche in MTB Radio Kreattiva Lama Picone, Connessione delle emergenze

Adeguamento dell’impianto di selezione dell’AMIU presso la Z.I. di Bari e realizzazione di un impianto per la produzione di compost e biogas Albo metropolitano lavori di cura su 10 ambiti (anziani, disabili, malati oncologici) Osservatorio del mercato del lavoro

Urban center per la promozione dell’architettura contemporanea

Turisti con il chip Piano dei Tempi MTB (coordinamento dei piani dei tempi dei 31 Comuni) Ufficio Unico MTB Realizzazione Piano innovazione metropolitano Lama Picone, Montrone, Balice, Lamasinata, San Giorgio, Giotta, Castello, Pizzicocca e Pozzopato, Gravina di Marcinase e Martina, Macchialunga e Cala Incina Risanamento e bonifica

Attività di formazione continua per operatori delle piccole e medie imprese (PMI) Tirocini formativi Riciclonline Studio di fattibilità per la realizzazione di un piano integrato d’azione

Lama Balice, Connessione delle emergenze

Sistema Integrato per la Cooperazione e Sicurezza (estensione PIT 3 da 15 a 31 Comuni)

Lama Lamasinata, Connessione delle emergenze

SDF per la riduz, del rischio idraulico dei co-

I dettagli dei progetti sono sul sito

www.ba2015.org


& comm. resp.: Antonio Madaro

BARI NON TORNA INDIETRO

www.micheleemiliano.it

La piena occupazione è una missione possibile  

Questo documento, che a breve verrà distribuito in tutta la città, dimostra che il piano di Michele Emiliano per la creazione di 30000 posti...