Page 1

Questione meridionale e toponomastica (a cura di Lorenzo D’Agostino)


Problema Bari e la Puglia si presentano oggi come le uniche realtà in grado di rappresentare un modello di buona amministrazione e di autogoverno del Mezzogiorno Ma l’incalzare del modello culturale “settentrionale” sta ormai togliendo ai meridionali orgoglio e coscienza storica


Proposta La destra barese, alleata politica della Lega, finge di rispondere a questa crisi individuando per la nostra città un’identità da macchietta (cozze e provolone, polpo e cipolla…) Occorre invece stimolare una coscienza storica più profonda


L’idea L’idea è quella di utilizzare le vie di Bari aventi i nomi di illustri meridionalisti (Via Colajanni, Largo Nitti, Viale Salandra, Via Villari, Corso Sonnino, ecc.) per organizzare cicli di eventi (lezioni in piazza, proiezioni di film, incontri politici) dedicati alla questione meridionale. In questo modo il cittadino barese acquista una consapevolezza nuova dei luoghi in cui cammina ogni giorno e sviluppa conoscenze tali da consentirgli di reagire all’antimeridionalismo. Per la riuscita del progetto è importante che l’aspetto culturale, quello politico e quello di intrattenimento non siano mai separati. Il progetto si presta ad essere portato avanti a livello di Circoscrizione, in quanto a questi organi è demandata la politica culturale di quartiere; inoltre, essendo un progetto che tocca più circoscrizioni ha maggiori possibilità di essere finanziato. Tra i costi necessari per l’allestimento degli spazi, l’eventuale utilizzo di proiezioni video, l’eventuale allestimento di un rinfresco a base di piatti tipici e un eventuale onorario da corrispondere ai relatori, è stimato un costo per evento di circa 2.000 Euro, che potrebbero provenire in parte da sponsor privati (librerie, associazioni…)


Idea di evento tipo: Largo Nitti. Breve excursus sulla figura di Francesco Saverio Nitti, uno dei primi meridionalisti ad aver confutato il luogo comune del Sud oggetto di assistenzialismo attraverso un’analisi rigorosa della spesa statale. Questa relazione potrebbe essere affidata ad uno studente o comunque a un giovane. Dopo uno stacco costituito da un rinfresco a base di prodotti tipici (che potrebbe essere l’occasione per panifici/pescatori/signore baresi di pubblicizzare la propria personalità) un relatore di prestigio attualizza il tema precedentemente trattato (es. Gianfranco Viesti, professore di economia a Bari, può presentare i suoi recenti studi sulla reale entità dei fondi destinati dallo Stato al Meridione), cercando di dare al tutto un taglio poco accademico ma ugualmente rigoroso. In un’altra occasione (es. nello spiazzo di fronte al Policlinico alla fine di Viale Salandra) si potrebbe proiettare un film sul brigantaggio meridionale preceduto da letture di brani di Antonio Salandra sullo stesso argomento. L’idea è quella di realizzare 5-6 eventi ognuno diverso dall’altro che coprano in maniera accattivante i principali aspetti della questione meridionale.


EmiLab - questione meridionale e toponomastica  

è il sindaco più seguito in Italia su Facebook, secondo la classifica dei politici italiani su: http://www.baroncelli.eu/politici_italiani/

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you