Page 10

attualità

attualità

Ampia è l’offerta informativa che attraverso il tubo catodico raggiunge i video dei marchigiani. ● ITV, che ha sede ad Ancona, ha diffusione regionale e raggiunge anche la bassa Romagna. Il direttore responsabile è Giovanni Cerretti e presenta un passaggio Tg alle 19.00, in replica alle 22.20. ● Teleadriatica-Odeon che si trova a Civitanova

Marche ha diffusione in tutte le Marche (93% del territorio) ed è corrispondente di INN per il nostro territorio. Giovanni Fermani è il suo direttore che coadiuvato da Carlo Stagi offrono due passaggi del Tg alle 19.30 e alle 22.30. Il taglio è quello della cronaca di cui presentano un segmento filmato quotidiano di 6-7 minuti. ● Quintarete Centro Italia ha sede ad Ascoli Piceno ed ha anch’essa una diffusione regionale. Numerosi sono i passaggi del Tg: 19.29; 22.00; 24.20; 7.00; 13.05 nonché una rassegna stampa a partire dalle 8.00. Anche in questo caso la cronaca svolge un ruolo prevalente. L’amministratrice e coordinatrice è Alberta Brandimarte. ● TV Centro Marche si trova infine a Jesi ed oltre alle Marche raggiunge parte della provincia di Rimini e di Teramo. Il direttore responsabile è Osvaldo Boni e il Tg, che riserva alla cronaca l’interesse maggiore ha quattro passaggi, 19.30; 22.30;00.30 e 6.00.

dentro L’informazione locale, e in particolare quella televisiva, costituiscono oggi un piccolo fenomeno che dovrebbe destare maggiore attenzione. E’ molto probabile che in un’epoca nella quale gli orizzonti si sono insolitamente dilatati e i domini si sono fatti virtuali, l’utente universale prediliga gli avvenimenti molto reali il cui limite geografico non va oltre la zona che abita. Come mai?

18

di Roberto Rinaldi

L’INFORMAZIONE

o abbiamo chiesto ai rappresentanti della redazione di TVRS, emittente locale fra le più dinamiche e che ben incarna la tendenza che abbiamo or ora enunciato. “E’ probabile” attacca deciso Giuseppe Corradini “che l’informazione nazionale, in specie quella televisiva, non possa garantire quegli standard qualitativi che era in grado assicurare anche solo dieci o quindici anni fa. Per questo non è difficile per noi riuscire a fare della buona informazione locale che regga il confronto con emittenti molto più grandi”. “I telespettatori - ci dice Livia De

L

“E’ probabile che l’informazione nazionale, in specie quella televisiva, non possa garantire quegli standard qualitativi che era in grado assicurare anche solo dieci anni fa...” 19

Classe Donna n.015-dicembre gennaio 2003.  

Natale: i presepi, le tradizioni, la cucina, gli eventi nelle Marche. Inchiesta: l’informazione televisiva regionale. Marchgiani DOC: Cristi...

Advertisement