Page 1

116

€ 3,00

POSTE ITALIANE S.P.A - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% LOM/BS/3431

BRESCIAUP LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO COPIE OMAGGIO

OTTOBRE 2017

OTTOBRE 2017

Be yourself Be different!

www.bresciaup.it


Manerbio Strada Per Leno 3

Brescia Viale Venezia 1

Cremona Via Dante 133

Tel. +39 030 9937565 - info@fingenium.it - www.fingenium.it


Ti diranno che sei un pazzo, solo perché loro non avranno mai il coraggio di fare quello che fai tu! Le Ali di un Soldato

BRESCIA

www.bresciaup.it

BRESCIAUP BRESCIAUP 1 2017

27 2007

giugno

” www.bresciaup.it


SOMMARIO OTTOBRE 2017

modella.pdf

1

VIGNETTA DEL MESE - Alessandro Arrighini UPECONOMY - Robotica e automazione CONFARTIGIANATO - Esportazione record ESSERE BENESSERE - La terapia del freddo L’ANTICO EGITTO - La barca di Cheope STUDIO CAPPIELLO - Popolari Venete STUDIO LUMINI - Etica e condotta aziendale MOTO-AVVENTURE di Simone Mor - Cap.VIII POESIA DI TULY SIGALINI - Ritorni CUS BRESCIA - Atleta del CUS per Parigi 2024 CONSIGLI DA MATRIMONIO - Sposa inverno NATUROPATIA&BENESSERE - Black Mask IL MIO PUNTO G - Tacchicardia PERSONAGGIO DEL MESE - Vittorio Scala VIGNETTA DI RIKY MODENA DUE CHIACCHIERE CON... Emanuele Fasano MODELLA DEL MESE - Lara Allarchi OROSCOPO Novembre 2017

23

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

REDAZIONALI 28 30 32 36 38 40 42 46 55 70

12:05

95

RUBRICHE 17 23 26 44 48 51 52 56 58 60 62 64 66 68 72 73 94 96

17/10/17

66 28

EUROMODA - Shopping! REMEMBER VINTAGE - Villa Fenaroli PROGRAMMA Remember Vintage EDILIZIA BRESCIANA - Legalità e sicurezza PAOLO SARUBBI PIEDIBUS - Linea Gialla di Calcinatello NUOVA PEUGEOT 308 COPPA FRANCO MAZZOTTI - Nona edizione CORSO ICQ - Decima edizione SHANGRI-LA - Lap Dance

40 38

EVENTS 78 DANCE AL CASCINALE - Mangia e balla 80 INAUGURAZIONE Centro Culturale Formativo DON A. TADINI 82 SESTINO BEACH - Fausto Leali Live 85 CAFFE’ N.2. - Aperitivo abruzzese 86 LA GIOSTRA DI BRESCIA La Regina Caterina Cornaro è tornata in città 88 THE DISTINGUISHED GENTLEMAN’S RIDE 90 AUTOSPAZIO e la nuova Koleos 92 TESTIMONIALFOREGOSHOP - Finalissima

36

90

88


64

73

62

70

30

92

86 BRESCIAUP 3


CORRESPONDENT CORRESPONDENT

La salute e i suoi. . IL CALDO PRINCIPI

PRINCIPI ceambia il nostro essere, ma poi..

Manuela Prestini

Ultimamente la cronaca ci maggior parte dei vaccini oggi conosciuti ed impiegati, riporta notizie di persone, nonilessendo medici, non ci pronunciamo sul meccanismo Il caldo cambia nostro essere... soprattutto bambini, che non di azionerapporti ma graziesolidi, a questa scoperta, alcune malattie, Un inverno a costruire essendo vaccinati, si sono come vaiolo e poliomielite, sono state sconfitte grazie poi arriva il caldo e tutto e’ diverso. ammalati, e in certi casi ad una costante campagna di vaccinazione, in assenza morti, a causa di malattie di essa, malattie ormai eliminate, potrebbero diffondersi nuovamente, provocando rischi anche gravi, fino alla da anni debellate proprio L’estate ci ha rallentato i tempi, quindie ripensiamo alleè testimone. nostre abitudini invernali, morte, la cronaca ne con la vaccinazione. ci ha fatto diventare oziosi e viziati, alla routine, alla frenesia ma con quella consapevolezza Premesso chela chi è mente obiettore, come giàfadetto, stessi chevita, sostengono che ha proiettato nostra versosi Eppure, che anche questo parte gli della nostra rendendola crede unico artefice delle scelte che ciascun individuo debba decidere autonomamente mete lontane, che siano quella della piena, altalenante e mai uguale, serve tracciare i binarise riguardano qui si vaccinarsi, si appellano al principio di precauzione, vacanza deila propria nostri salute, sogni (ma o quella sui quali correre incominciando a pensare alle così parla anche della salute di chi gli può presente nel diritto internazionale, secondo cui la località che con gli anni ci è diventata tante piccole tappe da raggiungere in questo inverno. stare accanto), convinti che abbiano distribuzione sul mercato di prodotti, la cui sicurezza cara e crediamo di conoscere solo noi. il diritto di fare le proprie scelte non sia totalmente dimostrata, dovrebbe essere proibita, Ci ha fatto perdere di vista I primi mesi ci porteremo dentro lo spirito estivo, consapevoli, e non come imposizione, e quindi, l’obbligo al vaccino, violando questo principio, l’obbiettivo, chilometridai e non complici le belle giornate, ma con l’arrivo del freddo convinti checonsumando i danni provocati dovrebbe esistere. relazioni, tutto questo vagare spazi va via via scemando, ognuno di noi avrà una sua vaccini costituiscono un in grave aperti e assolati, lo attendiamo “classifica” e noi, perdello il bene ci sta accanto, problema per la salute pubblica per e in Al di là degli obblighi statodi“chi la Repubblica tutela mesi, rinchiusi insalute auto odeisuivaccinati vagoni lafaremo modo di dare ladiritto giustadell’individuo importanzaeainteresse tutto, generale lo stato di salute in come fondamentale èdella peggiore collettività,meglio garantendo cure tante gratuite indigenti, metrodeienon dei vaccinati, bus dove pensando è l’unico della per affrontare il ritorno, sonoagli le cose, ma che un’alternativa potrebbe essere èecco d’obbligo quindi, che viaggio possibile, oppure trascinando alcune basi salvaguardare di quotidianitàl’individuo da teneremalato presente quella di concentrare gli sforzi della necessita di cure, ma anche tutelare l’individuo sano ”.) a la sedia a rotelle sotto di noi per cercando di farne uso: ricerca sulle cause dell’immunità chi davanti a tutti questi dubbi sui non benefici alla spostarci da un angolo all’altro della naturale insita in ciascuno di noi, a vaccinazione pur dimostrando con i fatti il contrario scrivania pur di non alzarci. 1) Limita di mangiare quegli alimenti che ti dicono quest’ultimi poniamo una domanda, visto il crescendo di casi di malattie dopo anni che non Aspettiamo tutto l’anno nostro sifanno malepiù e magari lo hai verificato, come frumento sono pure consapevoli, e in ilcoscienza vedevano e la autonomia decisionale che tanto tempo dell’ozio quello in cui tutto e latte, ad esempio, è inutile continuare a ripetersi lo ammettano che nel frattempo, ostentano, c’è da chiedere; il principio di quelliche che si ferma o modifichiamo, con le è la cosa giusta, fallo. stanno diventando reali i rischi ai ci credono decidendo di avere una sicurezza con la meritateavacanze. contagi malattie ormai sconfitte e precauzione “magari la stessa “rivisitata” che è nel diritto che l’obbligo al vaccinarsi, lo si può e soprattutto prevenzione, non volendo L’estate è bellissima ma finisce, e internazionale 2) Fai la tua”, dose di movimento quotidiana. Vivi capire, serve proprio mettere rischiare, l’utilizzo dei vaccini un dovere sociale così, a settembre per per i piùnon ricomincia nel verdesentendo fin quando il tempo te lo permette, non hai al’anno, repentaglio la salute di altri. Come del singolo nei confronti della comunità, consapevoli dopo il periodo estivo ci scuse. si fa a pensare che con eil così vaccino troviamo a ricominciare a nonci che il fine sia di garantire alti tassi di immunizzazione, a siano più rischi di salute piuttosto tutela dell’individuo sano, dove lo mettiamo? Ed è questa poter più rimandare anche se per 3) Risparmia qualcosa e mettilo da parte come che benefici, quando la storia stessa la differenza fondamentale il rischio che una persona poco le cose da fare, le situazioni da corre fondodi“desideri”. conferma il contrario. fronte a chi non si vaccina e non fa vaccinare, affrontare, parlo di quelle giornaliere non considerando poi che per alcune malattie, non vi le più comuni, persecolo, riuscire farcene 4) Mantieni camera in … ordine. I vestiti vanno messi Nel corso del XX unaadelle più sono soluzionilaalternative una ragione ci convinciamo che se importanti scoperte scientifiche in nell’armadio, in fondo lo abbiamo acquistato apposta vivessimo in questa perenne “siesta”, ambito medico è stata la creazione della e non è un ornamento, in generale, tieni liberi i scaffali la vita diventerebbe inconcludente, e da cose inutili farai pure meglio a riordinare.

Manuela

4 BRESCIAUP 2 BRESCIAUP


Vendita promozionale dal 8/9 al 25/11/2017

SCONTI FINO AL

1

O F F E R TA C O M P R E N S I VA DEL RITIRO USATO PELLICCERIA a Brescia - via S. Martino della Battaglia, 5C tel. 030 45125 · 030 47000 www.compelbrescia.it


CORRESPONDENT

Sai che cos’è

LA GUERRA DEL PREZZO

Emanuele Zarcone

Molti imprenditori quando mi incontrano mi chiedono come uscire dalla guerra del prezzo.

Immagina di spargere dei semi in un giardino, ad un certo punto uno di questi semi, come per magia, inizia a crescere molto più velocemente degli altri. La pianta che cresce con i suoi rami e le sue foglie inizia a fare ombra agli altri semi e quindi alle altre piante. Di conseguenza le altre piante cresceranno molto lentamente a causa della mancanza della luce.

Che fare? Ci sono due alternative:

Nella realtà quello che ho potuto riscontrare è che: quando un’azienda soffre la guerra del prezzo è perché sta all’ombra di qualcuno.

Quindi prima idea per uscire dalla guerra del prezzo, andare lontano dal leader.

La pianta che ha preso il sopravvento è nel mercato reale il leader. Le piante più piccole sono i follower. Gli inseguitori sono quelli che imitano il leader puntando sul prezzo. 6 BRESCIAUP

La prima: trovare un punto lontano dal leader, in modo da uscire dalla sua ombra. Vuol dire posizionarsi in modo molto differente dal leader. Se il leader fa la consegna a domicilio, TU fai solo consegna in negozio. Se il leader offre trasporto e montaggio incluso, TU escludi il trasporto e montaggio, (lo so qualcuno sta pensando ad un marchio…).

La seconda: cambiare giardino. Quello che abbiamo fatto. Il giardino della comunicazione è troppo affollato, quindi abbiamo un pezzo di terreno, (per il momento piccolino), e abbiamo piantato il nostro seme che sta crescendo bene e da solo. Il giardino lo abbiamo chiamato Educazione Imprenditoriale.

E. Z.


Via Fornaci, 56 - Brescia


BRESCIAUP BRESCIA UP BRESCIA UP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N° 37/2007 DELL’8 SETTEMBRE 2007

DIRETTORE RESPONSABILE

Renata Sortino (info@bresciaup.it)

CAPOREDATTORE

Manuela Prestini (info@duesseadv.it)

REDAZIONE E UFFICIO STAMPA

Antonio Russo

(info@bresciaup.it) DIRETTORE EDITORIALE & MARKETING

Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it)

GRAFICA E IMPAGINAZIONE

Anita Veres

(ufficiografico@bresciaup.it) SOCIAL

Sidoine Assignon

(bresciaupvideos@gmail.com) MARKETING

Mauro Bonometti (info@bresciaup.it) STAMPA

Staged SRL PHOTO

Selene Zarcone Sidass Attilio Feder Riccardo Guerini StudioUp Patrick Merighi Filippo Venezia COLLABORATORI Chicca Baroni, Gloria Del Vecchio, Edward Battisti, Rossano Caffi, Roberto Cappiello, Anthony Le, Emanuele Lumini, Simone Mor, Attilio Tantini REDAZIONE

INTEGRATORE PROENERGETICO DI CREATINA, L-ARGININA, VITAMINE E SALI MINERALI, DESTINATO A RIEQUILIBRARE LE CARENZE O GLI AUMENTATI FABBISOGNI CHE SI VERIFICANO IN CONSEGUENZA DI UNA DIETA SQUILIBRATA.

Via Orzinuovi 10 - Brescia Tel. 339/ 6836770 ABBONAMENTI

www.bresciaup.it E-mail: info@bresciaup.it


CORRESPONDENT

CATALOGNA

l ’ Europa che non c’è. .

rimasta Bruxelles e’ imbarazzante esposta in un onte alle silenzio di fr a polizia violenze dell impedire il spagnola per atalano. referendum c razionale per Un silenzio ir to. l’europarlamen A rompere gli indugi sono stati invece il leader dei Socialisti e democratici al Parlamento europeo Gianni Pittella, e quello dei liberali dell’Alde Guy Verhofstadt. La guida del Ppe, Manfred Weber, ha preferito tacere, anche per vedere quale sarà la difesa di Rajoy, al quale Podemos chiede le dimissioni. Pittella, pur rimarcando il carattere di illegalità del nonreferendum, ha definito un

10 BRESCIAUP

A cura di

Antonio Russo

momento triste per la Spagna e per l’intera Europa, attaccando frontalmente Rajoy, accusato di non aver fatto in alcun modo, nulla per evitare le violenze. Pittella ha, infatti, giudicato scandaloso che il governo conservatore non abbia aperto un dialogo prima, ignorando la voce di tanti catalani. Verhofstadt, dal canto suo, ha invitato ad una soluzione negoziata nella quale siano coinvolte tutte le parti politiche, inclusa l’opposizione al Parlamento catalano. La prima ad insorgere davanti alle violenze - che alcuni osservatori hanno associato a immagini di memoria franchista è stata Sturgeon, che ha parlato di scene alquanto scioccanti e sicuramente non necessarie. Anche il premier belga Charles Michel ha usato parole di condanna, chiedendo il dialogo tra le parti. A lui si è associato lo sloveno Miro Cerar, che ha rivolto un appello a trovare soluzioni pacifiche. Le ferite sono profonde, ha osservato il ministro degli Esteri lituano Linas Linkevicius, ora il dialogo con la propria gente è un dovere per la Spagna e per l’Europa.


CORRESPONDENT

PICCOLI COMUNI adesso tutelati per legge

e’ stata definita come una legge storica quella approvata qualche giorno fa dal Senato, la quale ha instituito un fondo di circa 100 milioni nel quinquennio nell’arco temporale 20172023. Per la sostegno dei piccoli comuni cioe’ di quei centri con popolazione inferiore ai 5000 abitanti. La misura interesserà 5567 piccoli centri sparsi in tutta la penisola su 7998 comuni italiani, quindi ben il 69,9% del totale. Piccoli comuni che coprono ben il 54% del territorio italiano su cui vivono ben 11 milioni di italiani. La legge che era naufragata in ben tre legislature si propone di invertire il fenomeno dello spopolamento in queste aree destinate altrimenti all’estinzione. 12 BRESCIAUP

A cura di

Domenico Ferrari

Le risorse saranno ripartite in conformità a determinati criteri come i comuni che si trovano in territori soggetti a dissesto idrogeologico, con decremento della popolazione o dove mancano i servizi primari. Gli investimenti si proporranno di rivalutare i centri storici abbandonati, promuovere la banda ultralarga, acquisizione di ferrovie dismesse o case cantoniere per lo sviluppo turistico. Inoltre nei centri sprovvisti di servizi postali si potranno stipulare convenzioni con gli esercizi commerciali per pagare le imposte. È inoltre tutelato il diritto all’informazione affinché sia tutelata la distribuzione dei giornali oltre ad intervenire su trasporti e sull’istruzione e sulla creazione di centri polifunzionali. Non dimenticando la valorizzazione dei prodotti tipici. Certo come tanti avranno notato non si tratta di cifre enormi ma importante è il significato politico del provvedimento, il quale per la prima volta si propone la valorizzazione di realtà dimenticate, ricche però di tesori unici, peculiarità e di tradizioni uniche.


Via Vittorio Emanuele II 52, Flero - Brescia


NO

EXTENSION CIGLIA

Organizziamo Corsi di

LAMINAZIONE

CIGLIA

A BRESCIA! DATA: 23 novembre LOCATION: presso OpenSpace CoWorking in via Orzinuovi, 10 Brescia PREZZO: promo 195 euro ORARIO: dalle ore 9.30 - 12.00

PR IMA

DOPO


Vignetta del mese

di Alessandro

Arrighini

di Alessandro

Arrighini

Bre L‘inverno sta arrivando. Fatti trovare pronto.

30 se > 8 ot 2017

Affrontalo con del Servizio Pne dei Centri Volks

Potrai scegliere tra le m e set di ruote con cerch un servizio professional

Area Mee In più, sono inclusi t Agrobresc

Piazza

Set ruote comp per 205/55/16

info e programm

Perché la tua Volkswa sia sempre una Volksw Volkswagen Service.

F.LLI TONINELLI SRL

Via Travagliato, 24b - Torbole Casaglia - BS - Tel. 030.2158469 - info@toninelliauto.it - www.toninelliauto.it


3 novembre 2017

2 novembre 2017


A Capriolo

spazi commerciali ideali per attivitĂ varie.

Immobile moderno posizione centrale,

con ultimo bilocale,

trilocali

70 BRESCIAUP


Tel. 030 7460477 Cell. 335 5946519 info@costruzionibelometti.it www.costruzionibelometti.it


ROBOTICA e Automazione: Quale futuro per i lavoratori? oggi, facebook, google, yahoo, amazon ed ebay sono tra i maggiori protagonisti di quella che abbiamo conosciuto come “new economy”, salvo passare nell’arco di pochi anni ad essere economia tout court, col coinvolgimento del mondo di internet e delle tecnologie dell’informazione (ict). Non è un caso quindi che la presenza di questi colossi informatici abbia già prodotto, e continuerà a produrre, cambiamenti sostanziali nel mondo del lavoro, sulla sua organizzazione e sulla sua stessa concezione. Oggi si parla di Industria 4.0 per fare riferimento ai nuovi sistemi produttivi caratterizzati da tecnologie all’avanguardia, per non dire avveniristiche, che si basano sui c.d. sistemi ciberfisici (CPS), cioè sistemi informatici che interagiscono con i processi fisici in cui operano e con altri sistemi CPS, che potenzialmente possono investire qualunque settore produttivo. Nel contesto di quella che viene definita quarta rivoluzione industriale, la robotica funziona spesso da ponte tra il digitale e la materiale produzione di beni e benessere e non poche sono le preoccupazioni generate, soprattutto tra gli studiosi, dall’avvento dell’automazione. Già negli anni ’30 l’economista John Maynard Keynes, identificò con lucidità le problematiche derivanti dall’avvento di tecnologie sempre più avanzate, utilizzando l’evocativa definizione di “disoccupazione tecnologica”. La tecnologia odierna, di fatto, è in grado di fare cose

UPECONOMY

che fino poco tempo fa sembravano impensabili in moltissimi settori come per esempio nel campo della Salute, delle stampe 3D, della logistica o dei beni di consumo, in cui i “robot” hanno comportato e stanno comportando sempre più una drastica riduzione del fabbisogno di manodopera. Le stime di Carl Benedikt Frey & Michael Osborne, nello studio “Technology at work, The Future of Innovation and Employment”, prevedono l’automatizzazione di circa il 47% delle professioni negli USA nei decenni a venire, con conseguenti perdite di posti di lavoro. Più ottimisti sono gli studi OCSE, che prevedono la perdita solo dell’8-10% di posti di lavoro a causa dell’ascesa della tecnologia e dell’automatizzazione, mentre 7 lavoratori su 10 dovranno cambiare il loro modo di lavorare; in ogni caso, maggiormente premiati saranno i lavoratori altamente specializzati, o comunque in possesso di buone competenze tecnologico-digitali, a differenza dei lavoratori a bassa qualifica che troveranno occupazioni temporanee ed instabili. I nostri giovani faranno nuovi mestieri, come il designer engineer, il cyber security specialist, il business intelligent analyst, il data scientist e data specialist, esperti di Privacy, il digital architet, il vertical farmer e chissà quali altri, tutte nuove professioni che avranno a che fare con la c.d. Smart Manufacturing: ovvero la raccolta dati tramite web, il loro utilizzo e trattamento, la gestione e progettazione dell’ambiente digitale, la produzione di macchinari e sistemi altamente automatizzati. Tuttavia, se è vero che le macchine potranno sostituire l’essere umano nei processi produttivi-ripetitivi, questo

[...]

A cura di

Adriano Cirillo

BRESCIAUP 23


[...] non potrà verificarsi nei processi decisionali e creativi. Possiamo quindi prevedere che saranno riscoperti arti e mestieri che potremmo definire ‘tradizionali’, come i lavori nel campo della sartoria, dell’agricoltura, della ristorazione, dell’arredo d’interni o dell’oreficeria (ecc.), lavori cioè di un mondo fatto di sensi e di creatività che è e rimane insostituibile dalle macchine. Sono tuttavia ben intuibili i problemi sociali che si dovranno affrontare per effetto dell’innovazione tecnologica: molti posti di lavoro scompariranno, aumenteranno le diseguaglianze tra i lavoratori altamente specializzati e “gli altri” a bassa qualifica, con difficoltà per i lavoratori meno qualificati nel ricollocarsi nei nuovi lavori, con conseguente forte incremento del numero di lavoratori precari che dovranno essere sostenuti con adeguate politiche di welfare.

Va da sé che il fenomeno della robotizzazione dovrà essere regolamentato, anzitutto sotto l’aspetto fiscale, con norme che consentano interventi redistributivi della ricchezza, da destinare a favore delle “fasce più deboli”. Certamente non è corretto tassare la tecnologia, ma è importante impedire che i profitti delle grandi società ICT si sottraggano ad una imposizione fiscale normale, spostando i propri milioni in paradisi fiscali, quali Irlanda e Lussemburgo, e fare in modo che queste risorse vengano utilizzate per sostenere chi perderà il posto di lavoro a causa della tecnologia. Sotto il profilo normativo, infine, è auspicabile la creazione di un’economia incentrata sul lavoro e sui lavoratori, anziché sui macchinari, mettendo sempre l’uomo al primo posto e solo in secondo luogo le macchine.

Adriano Cirillo

Avvocato giuslavorista, sono nato il 15 agosto 1970, laureato a Milano e avvocato dal 2003. Il diritto del lavoro è la materia per la quale ho, da sempre, un particolare interesse, perché convinto della rilevanza sociale e personale che il lavoro ha nella vita delle persone. Ritengo che le persone debbano essere sempre al centro di ogni norma e interpretazione giuridica. Esercito la professione in modo indipendente. Nel 2013 ho conseguito un dottorato di ricerca a Cà Foscari, Venezia, in diritto del lavoro, nonché cultore della materia presso l’Università Statale di Milano.

L‘inverno sta arrivando. Fatti trovare pronto.

Affrontalo con la qualità del Servizio Pneumatici Invernali dei Centri Volkswagen Service. Potrai scegliere tra le migliori marche di pneumatici e set di ruote con cerchi in lega originali, contando su un servizio professionale e competente.

In più, sono inclusi tre anni di assicurazione.*

Set ruote complete per 205/55/16 91H A

€ 950.00**

Perché la tua Volkswagen sia sempre una Volkswagen. Volkswagen Service.

F.LLI TONINELLI SRL

Via Travagliato, 24b - Torbole Casaglia - BS - Tel. 030.2158469 - info@toninelliauto.it - www.toninelliauto.it * Per maggiori dettagli e informazioni sull’assicurazione pneumatici 36 mesi, visita volkswagen.it ** Offerta valida fino al 31/03/2018 e fino ad esaurimento scorte, per VW GOLF, CONTINENTAL, WINTER CONTACTS TS 860, 205/55/16 91H, completi di 4 cerchi in lega originali. Montaggio, IVA e contributo PFU inclusi.

Valori massimi: consumo di carburante ciclo comb. 5,3 l/100 km - CO2 122 g/km.

=C

=B

= 72 dB


CON L A DIETA R I S U LTAT I FA N TA S T I C I ! Se volete vedere il “prima” e il “dopo” delle nostre clienti, iscrivetevi al gruppo Facebook TISANOREICA PRIMA E DOPO 2

Vi aspettiamo in Corso Martiri della Libertà, 54/A (BS) Tel. 030 5310562 / intisanoreicabrescia@libero.it Tisanoreica Brescia


DA UNO STUDIO DI CONFARTIGIANATO: le imprese artigiane conquistano il mondo con esportazione record il presidente masetti: « micro e piccole imprese artigiane traino per l’export »

Le statistiche economiche legate all’export dei prodotti Made in Italy lasciano poco spazio ai dubbi: il mondo continua ad avere voglia di prodotti italiani, meglio se di fattura, e manifattura, artigiana. Secondo i dati diffusi da un recente studio di Confartigianato, le micro e piccole imprese italiane continuano a macinare successi nel mondo e a giugno le esportazioni hanno sfiorato quota 121 miliardi, con un balzo in avanti del 5,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti: «Si tratta di dati importanti, che confermano la qualità del nostro settore e la valenza del Made in Italy all’estero. L’impegno dei nostri imprenditori per realizzare prodotti di alta qualità è stato premiato, in particolare nei Paesi fuori dall’Europa, dove le vendite sono cresciute di quasi l’8%, a fronte di un più che rispettabile aumento del 4% registrato sui mercati del vecchio Continente». Dallo studio di Confartigianato spiccano i prodotti di gioielleria con un valore di export cresciuto addirittura del 12% nell’ultimo anno. Ma sono in aumento anche le vendite di abbigliamento, prodotti alimentari e mobili, con percentuali di crescita tra il 4 e il 6 per cento.

di più soprattutto in Cina, Corea del Sud e Russia, Paesi che hanno fatto registrare aumenti a due cifre per il valore delle nostre merci esportate. A livello regionale spingono sull’acceleratore dell’export la Lombardia, il Lazio, il Piemonte e il Friuli Venezia Giulia, mentre tra le province più attive dominano Milano, Alessandria, Arezzo. Le performance delle piccole imprese sui mercati internazionali collocano l’Italia al secondo posto in Europa, dietro alla Germania, per la maggiore quota di esportazioni, pari a quasi il 13% sul totale di export rivolto all’Europa. «L’analisi realizzata da Confartigianato non può che confortarci, soprattutto considerando che Brescia e l’intera regione Lombardia ha registrato persino una crescita maggiore rispetto alla media nazionale nel solo primo semestre 2017. Ancora una volta, il valore del saper fare dei nostri imprenditori, campioni di quel ‘bello e ben fatto’, continua a conquistare il mondo» conclude il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti. Nella foto, il Presidente di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia

Un altro record storico, dunque, per il Made in Italy realizzato dai piccoli imprenditori e che piace sempre

confartigianato 26 BRESCIAUP

Eugenio Massetti


Orologi da collezione 30

a z n e i r e p s e i d i n n a

ACQUISTO, VENDITA e PERMUTA OROLOGI MODERNI e DA COLLEZIONE VALUTIAMO INTERE COLLEZIONI RIPARAZIONE e LUCIDATURA OROLOGI D’EPOCA e MODERNI

www.viaxgiornate.it

NUOVA SEDE

Corsia del Gambero, 20 - Piazza Bruno Boni Brescia - Tel. 030.3775253 info@viaxgiornate.it - www.viaxgiornate.it


opping... a fare sh a t r o p i m are te Jacopo bene pass Finalmen oppia fa c a n he u r l e a to p do qu c Ogni tan e spenden m e si c in dato he tempo l regalo e b un pò di n u e r a e! mi farò f rrabbiar soldino, a fatto a h i m a r l’altra se

Jacopo

Shopping da

te lo l eggo pensan in fro do: “c nte qu h e stre ello c essere ss, no he sta fidan n sape i zati bi vo ch shopp sogna e per ing co s s e andar sì spes Eurom e a far so” an oda ti e che se piace lo so molto trova c h e e ogni v re qua olta r lcosa iesci a che ti soddi sfa.

” “ ” o paio asi quest Quasi qu cio me le fac di scarpe ersario, r l’anniv e p e r a l a reg este che uarda qu Jacopo g iose. lo! Deliz spettaco


EUROMODA Brescia Via Triumplina 235

“ ” to te mi sen babilmen o r P i ... h M Mm biata... po’ arrab n u a r o anc egalino n altro r u e r a f i sono faccio che qui c o t is v a s as le così mi p er tutte marchi p i m si is t tan tasche!

Te lo

leggo ancor Non l a in fr o vuo onte… i amm oggi c ettere on me ma da Eur divert omod ito ed a ti sei abbiam anche o tro un pai v a to o compl di reg eanni alini p dei no e ri stri a mici.

BRESCIAUP 29


11-12 NOVEMBRE 2017 Torna con la XII Edizione Autunno Remember Vintage di Villa Fenaroli, la mostra mercato dedicata al Vintage, modernariato, design, handmade, remake, autoproduzioni e collezionismo d’epoca. Un evento che anche nella scorsa edizione ha rispettato il solito grande interesse da parte del popolo del vintage e non solo ed ha permesso di fare un tuffo nel passato a migliaia di visitatori. Un successso, che ancora una volta dimostra quel legame inscindibile con il passato che arriva intatto ai giorni nostri e che permette a chi non li ha vissuti di assaporare le atmosfere di quegli anni indimenticabili. La manifestazione si svolgerà Sabato 11 Novembre in orario continuato dalle 11.00 alle 23.00 e Domenica 12 Novembre in orario continuato dalle 10.00 alle 20.00 e sarà arricchita con nuove e importanti realtà ed eventi collaterali in tema. Una Mostra mercato nelle sale di questa prestigiosa dimora del ‘700 con il meglio di abbigliamento e accessori vintage, modernariato, oggettistica, arredamento d’epoca, autoproduzioni e remake con più di settanta

Remember V I N TA G E

espositori provenienti da tutto il territorio Nazionale. Nuovi spettacoli musicali, un workshop di Maestri Parrucchieri in Teatro Scalabrini, ispirato agli anni ’50 ‘60 e ‘70, una esibizione di Boogie Woogie nel teatro Scalabrini . Il Party di Remember Vintage con Happy hour e apericena in questa edizione si svolgerà sabato sera nella sala Garibaldi con Dj set revival e spettacolo di giocoleria e nelle due giornate mostra di auto e di moto d’epoca nel piazzale della Villa a cura di 39 Vantini Old Style A Villa Fenaroli il tempo si cristallizza ai mitici anni 50 60 70. Sabato 11 e domenica 12 novembre si respirerà aria di altri tempi nei saloni e nelle gallerie di Villa Fenaroli a Rezzato (Bs) con la dodicesima edizione di Remember Vintage, un evento che nelle scorse edizioni ha rispettato il solito grande interesse da parte del popolo del vintage e non solo, con un’affluenza che supera abbondantemente le 3000 presenze in due giorni di manifestazione.

30 BRESCIAUP

VILLA

Fenaroli


Del resto come non ammirare gli abiti dei più grandi stilisti che ancora oggi ispirano lo stile e il modo di vestirsi, perchè i corsi e ricorsi della moda sono come le onde del mare, tornano sempre. Ecco allora sottogonne di tulle, pieghe morbide di gonne a ruota, o i micro golf “bon ton” da portare sopra le spalle nude e coprire le scollature vertiginose di abiti fascianti le micro borse con i manici oppure i guanti lunghi che ispirano sensualità. Ci saranno dei veri professionisti del vintage, ma ci sarà anche chi si dedica al collezionismo, al remake e all’artigianato artistico per hobby. Tanti gli espositori hobbisti da tutte le parti d’Italia, con tante curiosità e oggettistica, hand made a prezzi veramente appetibili. Remember Vintage è quindi l’evento ideale per tutti coloro che sono in cerca di complementi d’arredo, accessori d’epoca o più semplicemente per chiunque voglia fare un tuffo nel passato. Villa Fenaroli ha una proprio ristorante con una propria brigata di cucina e non si avvale di servizi catering esterni. Due bar e un ristorante resteranno attivi nelle giornate di fiera e verranno attrezzati con panini, pizze e tramezzini e menù con tariffe riservate per la fiera. Anche in questa edizione sarà inserito un Light Lunch dalle ore 12.00 alle ore 14.30 nella saletta colazioni con servizio a buffet a tariffa agevolata di €15,00 per la fiera in entrambe le giornate di manifestazione. Nella serata di Sabato 11 Novembre presso la sala Garibaldi vi sarà il Party di Remember Vintage con un ricco Apericena a buffet libero e Open bar con consumazione illimitata al prezzo di soli €20,00 dalle 19.30 alle 21.30 aperto a tutto il pubblico e anche agli espositori, con Dj set revival, musica dal vivo, interventi di danza classica e moderna, a seguire cocktail bar e Dj set revival fino alle ore 23.00 (dopo le ore 20.00 il pubblico non pagherà più il biglietto di entrata) L’ingresso al pubblico è di 6 euro con biglietto valido per una singola giornata e possibilità di reingresso all’evento nella stessa giornata. L’ingresso è gratis per i bambini sotto i 12 anni e dog friendly, anche i nostri amici a quattro zampe saranno accettati se tenuti al guinzaglio.

progetto e organizzazione Associazione Vinile Vintage Brescia www.eventivintage.it Alberto Carretta pickup@pickuprecords.com Fax: 03046441 • Tel: 338 2001012 Franco Calzoni president.congressi@gmail.com Tel: 320 6705291 BRESCIAUP 31


PROGRAMMA VINTAGE

Villa Fenaroli 11 -12 NOVEMBRE 2017

SABATO 11 NOVEMBRE ORE 11.00 - 23.00

seguire dalle 21,30 cocktail bar e la discoteca revival ‘60 ‘70 dello Snuppy con in Consolle Dj Frank fino alle ore 23.00 ( dopo le ore 20.00 il pubblico non pagherà piu’ il biglietto di entrata alla Villa ) Ancora piu’coinvolgente e ricco che mai il party di Remember Vintage a Villa Fenaroli!

MOSTRA MERCATO VINTAGE 11.00 - 20.00 H.11.00 Apertura della mostra mercato all’interno della Villa, il meglio di abbigliamento e accessori vintage, oggettistica, arredamento d’epoca con numerosi espositori selezionati da tutta Italia tra collezionisti di modernariato e design, handmade, remake, makers e designers.

23.30: Chiusura manifestazione

ESPOSIZIONE MOTO D'EPOCA In entrambe le giornate si potranno ammirare e fotografare una serie di moto d’epoca e storiche esposte da 39Vantini Oldstyle importante showroom di Brescia e punto di incontro per appassionati di oggetti d’ epoca.

MOSTRA MERCATO VINTAGE 10.00 - 20.00 H.10.00 Apertura della mostra mercato all’interno della Villa, il meglio di abbigliamento e accessori vintage, modernariato, oggettistica, arredamento d’epoca, autoproduzioni, handmade e remake con numerosi espositori selezionati e provenienti da tutto il territorio Nazionale.

L'ANGOLO ARTE DI REMEMBER VINTAGE L’associazione Arte Cultura Ars Vivendi propone nella sala Arte di Villa Fenaroli l’artista Mario Gilberti. pittore che ammalia con i colori e distribuisce gioia agli occhi e allo spirito.Naïf, che racconta il quotidiano e la tradizione con trasporto lirico. brunch e light lunch Due bar e un ristorante resteranno attivi durante l’evento con tariffe riservate per la manifestazione ,anche in questa edizione sarà allestito un Light Lunch dalle ore 12.00 alle ore 14.00 con servizio a buffet al prezzo agevolato di € 15,00 in entrambe le giornate raffy angel show 16.30 Sabato pomeriggio all’interno del Teatro Scalabrini un inserto dedicato allo spettacolo con lo Show di Raffy Angel e il suo giovanissimo corpo di ballo per intrattenere e divertire il pubblico dai grandi ai piu’ piccoli . A seguire numeri e attrazioni di una artista circense nel cortile della villa e la sera in Sala Garibaldi all’interno del Fun Party SCUOLA DI DANZA 18.00 A grande richiesta la scuola di danza “Studio Danza En Dehors” che con le sue esibizioni coinvolgerà il pubblico in Teatro Scalabrini e farà assaporare le atmosfere degli anni passati. MIGLIOR OUTFIT VINTAGE Sabato 11 novembre durante la prima giornata di Remember Vintage nel Teatro Scalabrini di fronte ad una giuria qualificata, verranno premiati i 3 migliori outfit. Quindi via libera alla fantasia, avete un arco di tempo che va dagli anni ‘20 agli anni ‘80 per scegliere il vostro look preferito. HAPPY HOUR FUN PARTY 19.30 - 23.00 presso la sala Garibaldi vi sara’ il Party di Remember Vintage con un ricco Apericena a buffet libero e Open bar con consumazione illimitata al prezzo di soli €20,00 dalle 19.30 alle 21.30 aperto a tutto il pubblico e anche agli espositori, con Dj set revival, musica, interventi di danza e giocoleria, a

32 BRESCIAUP

domenica 12 NOVEMBRE ORE 10.00 - 20.00

STYLING CORNER - WORKSHOP ACCONCIATURE E TRUCCO ANNI '50 - '60 Domenica sul palco del Teatro Scalabrini “tutti in stile vintage” con un workshop di acconciature d’epoca curato la mattina dalla scuola EDUCO di Brescia con i suoi giovani stilisti e il pomeriggio da stilisti di importanti saloni Bresciani CUT&COLOR e COLORYOU, a seguire lo Styling Corner per tutto il pubblico con acconciature e make up gratuiti a tema vintage offerto da “Hair Vintage Team” ESPOSIZIONE MOTO D'EPOCA In entrambe le giornate si potranno ammirare e fotografare una serie di moto d’epoca e storiche esposte da 39Vantini Oldstyle importante showroom di Brescia e punto di incontro per appassionati di oggetti d’ epoca. Le moto esposte sono

importanti pezzi di storia della motociclistica Italia e internazionale ,una scelta che regala ancora il piacere di muoversi come un tempo, in sella alle gloriose e primissime macchine a motore, liberi di viaggiare nel passato ascoltando il suono di un motore, senza correre e senza fretta ESPOSIZIONE AUTO D'EPOCA In entrambe le giornate si potranno ammirare e fotografare anche una serie di autovetture d’epoca esposte da vari collezionisti privati e amanti dei motori vintage. mostra fotografica di remember vintage Scatti inediti e creativi tra moda, arte e design, tra passato e presente delle edizioni di Remember Vintage a cura di Fotoclub Valtenesi chardonnay dixie band La musica jazz e swing di questa fantastica band dixieland di dieci elementi accompagnerà il pubblico fino alla fine della manifestazione con spettacoli itineranti nel cortile e nei corridoi della villa.

20.00: Chiusura manifestazione


Studio Dentistico

Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni. • Impiantologia tradizionale, computer - assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia orale (compresi ottavi inclusi e chirurgia preimplantare) • Chirurgia parodontale • Protesi fissa e mobile, conservativa • Endodonzia • Gnatologia • Posturologia • Ortodonzia fissa, mobile ed invisibile • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionisti con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni STUDIO DENTISTICO DR, AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030 / 2792590


BAGNOLO MELLA BRESCIA

CHIARI DESENZANO MANERBIO ORZINUOVI RONCADELLE

VIA GRAMSHI 2/D VIA VALLE CAMONICA 16/C VIA SANT’EUFEMIA 210 VIA ZARA 66/A VIA VITT. VENETO 25-27 VIA MELLINI 11 VIA MELLA 6/A VIA S.MARTINO DEL CARSO 6 VIA LUIGI EINAUDI 3 VIA VITT. EMANUELE II 10

09:00-04:00 10:00-03:00 10:00-02:00 10:00-02:00 10:00-02:00 09:00-04:00 H 24 H 24 H 24 10:00-05:00

ADMIRALCLUB.IT


NUOVE APERTURE

B R E S C I A - V i a S a n t ‘ Eu f e m i a , 2 1 0

DESENZANO - Via Mella, 6


L’EDILIZIA BRESCIANA COMPATTA, IMPEGNATA PER GARANTIRE legalità e sicurezza NEI CANTIERI

Sottoscritto un innovativo Protocollo d’intesa per il contrasto alla concorrenza sleale nel settore edile da: Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Brescia, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Brescia, Ordine degli Ingegneri di Brescia, Collegio dei Costruttori Edili - Ance Brescia, Feneal-Uil di Brescia, Filca-Cisl di Brescia, Fillea-Cgil competenti per la provincia di Brescia, Cassa Assistenza Paritetica Edile – CAPE ed Ente Sistema Edilizia di Brescia – ESEB L’edilizia bresciana si conferma all’avanguardia non solo per le capacità e lo storico know-how espresso da imprese e professionisti del settore, ma anche per la capacità di fare sistema e di contrastare efficacemente la concorrenza sleale. Lo strumento individuato è l’innovativo “Protocollo d’intesa sul Progetto di contrasto alla concorrenza sleale nel settore edile”, sottoscritto da tutte le realtà del mondo dell’Edilizia bresciana. La rilevante iniziativa – probabilmente ad oggi la prima ed unica in Italia – produrrà ricadute economiche e sociali sui fondamentali aspetti di e nei cantieri edili. Si può affermare che il Protocollo continua ed amplia considerevolmente il percorso virtuoso apertosi nel marzo del 2016 con la firma del “Protocollo di Intesa per il Patto Territoriale della Legalità per il Settore Edile”, stabilito tra Ance Brescia e Comune di Brescia.

legalità sicurezza

36 BRESCIAUP

L’iniziativa prevede una forma di collaborazione istituzionalizzata con fini e obiettivi precisi, definiti e misurabili tra tutti soggetti della filiera delle costruzioni: progettisti, professionisti della sicurezza, imprese, lavoratori. Il tutto stabilendo un efficace sistema di rapporti tra i protagonisti dell’intesa, nella loro qualità di soggetti componenti la filiera delle costruzioni, nell’ambito: della materia della salute e sicurezza sul lavoro nel settore delle costruzioni per promuovere la formazione degli attori coinvolti, il reciproco scambio di informazioni e la collaborazione per iniziative comuni, l’evoluzione tecnica e lo sviluppo economico e sociale; della tutela della leale concorrenza tra tutti i soggetti che intervengono nel processo edilizio. La Cassa Assistenza Paritetica Edile, (Cape), è destinata a diventare sempre più uno strumento di regolazione del mercato edile. Gli strumenti, anche digitali e informatici, oggi ci sono, grazie all’intensa attività sviluppata nell’ultimo periodo dalla Cassa edile bresciana. E con la sottoscrizione del Protocollo si inizierà presto anche ad applicarli, non più dalla sola Cape ma dall’intera filiera. Un risultato non da poco se si considerano i rilevanti risultati già ottenuti dalla Cassa edile nell’ultimo anno applicando nuove modalità operative: si pensi alla regolarizzazione di 1.300 lavoratori con la messa in evidenza di circa 14 milioni di euro di retribuzioni.


Grazie alla nuova collaborazione i vertici di Cape e gli esponenti di tutta la filiera edile bresciana, sono fiduciosi circa l’incremento delle azioni di controllo. “Non siamo organi di polizia – commentano i responsabili della Cassa edile – ma nemmeno possiamo stare a guardare chi non ha

nessuna intenzione di adeguarsi alle regole del mercato, che sono regole a tutela di tutti, della società civile nella sua interezza”.

Va ricordato che la concorrenza sleale non colpisce solo le imprese ma anche i professionisti. La richiesta degli ordini professionali circa il riconoscimento di un equo compenso per le prestazioni svolte, in fondo, esprime il medesimo disagio delle imprese: non è eludendo le norme che si possono ottenere i vantaggi. Anzi, è solo rispettandole che si ottengono vantaggi per tutti gli operatori onesti. Grazie all’applicazione del Protocollo sarà possibile rendere concreta una connessione che, a rigore di logica dovrebbe essere pacifica: chi esegue lavori edili deve essere un’impresa edile che si comporta come tale sotto ogni aspetto, cioè deve avere una organizzazione e delle procedure che permettano ai lavoratori precedentemente specializzati, di costruire in sicurezza… Non si fanno costruire case ai fornai! Per Ance, Cape ed Eseb: “Questa iniziativa continua

il nostro impegno per contrastare la concorrenza sleale, rafforzando il disegno che costituisce il principale obiettivo per la rappresentanza dei costruttori, quello di permettere alle imprese di concorrere e di operare sul mercato in condizioni di parità. L’effetto, indiretto di questa azione è anche quello di garantire migliori condizioni di sicurezza sul lavoro, tutela dei lavoratori, migliore qualità delle opere pubbliche e private”.

Di “Progetto ambizioso, complesso, foriero di decisi miglioramenti nel mondo dei cantieri edili – parla l’Ordine degli Ingegneri – che ha ritenuto necessario impegnarsi, a fianco degli altri Ordini e Collegi professionali, per fornire elementi utili alla costruzione dell’impianto meritoriamente studiato da Ance e Cape, portando la propria esperienza e il punto di vista degli ingegneri che operano come soggetti terzi, rispetto al committente e alle imprese”. Dal canto loro le Organizzazioni sindacali delle costruzioni: “Ritengono la sigla del protocollo per

la legalità anche da parte degli Ordini professionali, un importante passo nel segno della legalità e della regolarità, di tutti gli attori che operano all’interno dei cantieri edili. La concorrenza sleale tra imprese, che si traduce nel mancato rispetto degli obblighi contrattuali e di legge relativi alla sicurezza sul lavoro per i lavoratori e all’evasione delle ore di lavoro da denunciare alla Cassa edile, è un elemento estremamente negativo che altera anche la qualità del costruito”. Un Protocollo tutt’altro che formale, capace di coagulare interessi, attenzioni ed energie di tutto il mondo dell’edilizia bresciana che, anche grazie agli innovativi strumenti informatici dei quali può disporre, contribuirà in un breve medio periodo a far emergere irregolarità e distorsioni, con evidenti vantaggi per imprese e lavoratori in regola.

Ufficio Stampa direzione@baffelli.com 335 7127249

Il Collegio dei Geometri sottolinea come: “Rispettare la legalità ed evitare la concorrenza sleale significa anche garantire la migliore qualità e tutelare i lavoratori per un luogo di lavoro sicuro. Un’opera per la quale si sceglie di risparmiare eccessivamente sui costi di manodopera, di materiale e di sicurezza non può garantire un livello soddisfacente di qualità; si realizzerà un’opera su cui presto si dovrà tornare ad intervenire per continue manutenzioni o riparazioni con spese maggiori di quelli inizialmente calcolate”. L’Ordine degli Architetti evidenzia, fra il resto: “L’importanza della sottoscrizione del Protocollo in quanto

conduce verso una direzione di trasparenza, nonché di diffusione di una cultura della legalità che può sicuramente partecipare alla riduzione di condotte che portano alla concorrenza sleale, che sappiamo essere spesso letali alla carriera di imprese e lavoratori”. BRESCIAUP 37


Paolo Sarubbi è Direttore Artistico dell’ Associzione Musicale A.Sarubbi. Paolo Sarubbi è nato a Roma. Si è diplomato brillantemente in pianoforte al Conservatorio di Brescia e in musica corale e direzione di coro al Conservatorio

di Verona.

Ha compiuto gli studi di composizione con G.Facchinetti e C.Togni e ha frequentato corsi di perfezionamento pianistico con J.Micault, M. Crudeli, P.Spagnolo, B.Mezzena, C.Bruno. Ha vinto il secondo premio al Concorso di composizione “Penisola Sorrentina”. Ha tenuto concerti in Italia e all’estero con lusinghieri successi di critica e di pubblico. Ha scritto composizioni per organici da camera, voce, orchestra, teatro. Ha composto innumerevoli pezzi pianistici che ha eseguito in concerti in alternativa al repertorio classico. Da ricordare “3 Interludi”, “3 Pensieri”, “Impressioni da Paul Klee”, “12 Preludi”, opere queste dove si nota il recupero di stilemi tonali. È accademico di merito dell’Accademia de’ “I 500”. Ha partecipato a trasmissioni radiofoniche televisive. È direttore artistico dell’Associazione Musicale A.Sarubbi per la quale ha organizzato stagioni concertistiche molto apprezzate dal pubblico e dalla critica. Si esibisce anche come improvvisatore al pianoforte. È titolare della cattedra di lettura della partitura al Conservatorio “F.E. Dall’Abaco” di Verona. PER I VIDEO MUSICALI DI PAOLO SARUBBI, SEGUITELO SU GOOGLE+ 38 BRESCIAUP

Paolo ciao paolo. innanzitutto complimenti per il traguardo raggiunto. Come sei arrivato fin qui?

Come si nota dal mio curriculum, ho compiuto studi classici di composizione e pianoforte finalizzati alla carriera concertistica. Durante questo perscorso ho affrontato diverse altre tipologie artistiche: la composizione personale di brani miei, il repertorio pianistico che ho proposto in varie sedi concertistiche, parte da Bach fino ai Romantici, in particolare Chopin e Liszt. Specialmente a questi due autori mi sento molto vicino dal punto di vista espressivo.

La scelta di questo repertorio, che andrà in scena al Teatro Sancarlino di Brescia, l’11 Novembre 2017 alle ore 21.00, fa parte della mia evoluzione dal punto di vista artistico di proporre un’autore importantissimo dal punto di vista filosofico, poetico e musicale. COME SI GIUSTIFICA LA SCELTA DI QUESTO REPERTORIO, NON PROPRIO CONSUETO PER UN PIANISTA?

La scelta di questo repertorio inconsueto deriva dalla mia passione per il filosofo Nietzsche, che ho studiato al Liceo, fin da ragazzo, appassionandomi alla sua poetica. Pochi sanno che è stato anche un pianista e compositore. Sono riuscito a procurare l’opera completa di questo autore molti anni fa, a Monaco di Baviera.


SARUBBI COME SI COLLOCA LO STILE PIANISTICO DI NIETZSCHE NEL PANORAMA MUSICALE?

I pezzi scelti sono tutti concepiti nello stile tonale o “quasi”. Si sente in questi brani la ricerca di un linguaggio profondo e accattivante, che sicuramente coinvolgerà il pubblico. Proporre autori così inconsueti stilisticamente non è facile, né per l'interprete, né per il pubblico...

Hai ragione. È una sfida anche per me e spero sia vincente. Come si evince dal programma ci saranno dopo i brani di Nietzsche delle mie improvvisazioni sugli stessi temi proposti. Questa tipologia concertistica dell’improvvisazione classica non è molto seguita dai miei colleghi pianisti, ma era una pratica molto “gettonata” nel 1800 fino ai primi anni del 1900. Questa parte improvvisata sarà appunto, secondo me, il momento in cui il pubblico si sentirà maggiormente coinvolto. tu dedichi parte del suo tempo anche alla didattica. a molti dei tuoi concerti partecipano anche giovani pianisti. Qualche consiglio a questi ragazzi che intraprendono la carriera musicale?

Io insegno attualmente al Conservatorio di Verona nella classe di pianoforte per compositori. Il primo consiglio che mi viene da dare è porsi degli obiettivi.

Sembra strano ma a volte il fallimento di un’attività, specialmente che comporti l’arte, sia una carenza di finalità. Parallelamente a questo consiglio molte ore di studio sia tecnico che espressivo. Lo studio della meccanica pianistica non deve essere fine a sè stesso ma finalizzato ad esprimere in maniera chiara il pensiero musicale. Ultimo consiglio: leggere molto a livello letterario e filosofico, appunto per crearsi una coscienza critica adeguata. in cosa consiste la magia del pianoforte per te?

È vero, il pianoforte come strumento si presta molto a rendere immagini poetiche e magiche che altrimenti non sarebbe possibile comunicare. Il problema del pianista è quello di immedesimarsi nell’autore che sta eseguendo per poterlo trasmettere al pubblico. In questo campo è estremamente difficile dare consigli o “ricette” vincenti, dobbiamo semplicemente lasciarci andare ad un sogno che è dentro di noi. Sogno nel cassetto?

Ne ho molti. Una musica che vorrei scrivere, ma che non ho ancora scritto, un concerto che coinvolga particolarmente il pubblico e che è ancora nei miei pensieri. Io spero che questa che ho intrapreso sia la strada adeguata a rendere questi sogni concreti.

brescia teatro sancarlino 11 novembre 2017 ore 21.00 ingresso libero PIANISTA IMPROVVISATORE E VOCE RECITANTE

Paolo

SARUBBI

F. NIETZSCHE

(1844 - 1900) Mein Platz vor der Tür

P. SARUBBI

Improvvisazione

F. NIETZSCHE Da geht ein Bach

P. SARUBBI

Improvvisazione

DA ALTI MONTI

(da “Al di là del bene e del male”)

F. NIETZSCHE Einleitung

P. SARUBBI

Improvvisazione

F. NIETZSCHE

Das “Fragment an sich”

P. SARUBBI

Improvvisazione

r. wagner

(1813 - 1883) Recitativo e romanza dal “Tannhäuser” (trascrizione di F. Liszt)

F. liszt

(1811 - 1886) Romance Oubliée

F. NIETZSCHE So lach doch mal

P. SARUBBI

Improvvisazione intrecciando tutti i temi musicali delle composizioni BRESCIAUP 39


LA “

” LINEA GIALLA DEL

PIEDIBUS di Calcinatello

Lunedì 2 Ottobre è ripartito il Pedibus organizzato e gestito dal Comitato Pedibus di Calcinato. È il nono anno di attività ma pensiamo che sia anche l’ultimo se non ci sarà un’ampia e sostenuta partecipazione di nuovi genitori. Infatti oggi chiudono i battenti le due linee di Calcinato e la linea gialla di Ponte San Marco. Una fine ormai scritta dalla costante riduzione di genitori accompagnatori rispetto al numero di volontari, fra questi molti genitori che pur non avendo più bambini alle primarie continuavano a dare il loro contributo di tempo prezioso. Ad un certo punto ci è sembrato troppo, un conto è usare il tempo degli altri, altra cosa è “abusarne”, ed il Pedibus è finito per gravare sulle spalle di quei genitori e volontari più sensibili al nostro progetto. Grande è stato il valore generato in questi 8 lunghi anni, rappresentando una grande opportunità per creare relazioni consolidate nel tempo. Ecco il vero valore del Pedibus, sono le relazioni che ancora possono nascere, sono le tante mezze ore che ciascun genitore che iscrive il suo bambino al pedibus riesce a guadagnare per fare qualcosa in più a casa. Questo tempo è ORO ed è grazie all’impegno di tutti che salta fuori. Ma non può e non deve essere un 40 BRESCIAUP

qualcosa ottenuto “abusando” del tempo di chi lo mette a disposizione. Per cui il Comitato Pedibus per ora resterà attivo su due fronti: quello del sostegno a chi desidererà proseguire, attivandosi in prima persona, per far ripartire le linee del pedibus a Calcinato e a Ponte San Marco, e quello che ci vede impegnati in un nuovo progetto che abbiamo concepito e che ci consentirà di andare oltre il Piedibus, realizzando comunque l’obiettivo di costruire relazioni. Lo faremo con l’aiuto dell’Associazione Genitori e di tutte quelle associazioni che vorranno mettere in discussione i loro modelli organizzativi. Tutto ruota intorno all’idea che il tempo di ciascun volontario deve avere un giusto riconoscimento di VALORE, che possa consentire di creare anche un’ottima Web Reputation. Naturalmente i presupposti affinchè ciò possa realizzarsi devono necessariamente poggiare su un’ampia condivisione. Vogliamo chiudere con un grande ringraziamento a tutti quelli che hanno reso possibile l’avventura del Pedibus in tutti questi anni fino ad oggi, abbiamo vissuto delle esperienze bellissime che ci hanno aiutato a crescere, naturalmente non possiamo mancare di fare i nostri più calorosi complimenti ai bambini, ai genitori e ai volontari di Calcinatello per questo altro anno di Pedibus, siete tutti noi,

Grazie!


www.relaxandbeauty.it Centro benessere RELAX AND BEAUTY a Borgo San Giacomo, un’oasi di benessere leader nel settore da dieci anni. APERTO 7 GIORNI SU 7 ORARIO CONTINUATO SU PRENOTAZIONE DALLE ORE 10 ALLE ORE 21 con possibilità di acquistare on line qualsiasi servizio proposto.

� ��������� ��-���� ��������� ���� � � � .��������������.�� � � � .������������������.��

CENTRO BENESSERE RELAX AND BEAUTY

Borgo San Giacomo (BS) Piazzale Berlinguer n. 2/4 Tel. 030/9487385 – 339/3705388 email: info@relaxandbeauty.it sito: www.relaxandbeauty.it con possibilità di effettuare acquisti anche on-line pagina facebook: Centro benessere Relax and Beauty @cbrelaxandbeauty


dopo quattro anni per la peugeot 308 arrivano piccoli ritocchi al design

La prova della

NUOVA PEUGEOT 308 Dopo quattro anni per la Peugeot 308 arrivano piccoli ritocchi al design, a partire dalla griglia anteriore, dove ora è collocato il logo del Leone, che dona alla compatta francese un look più personale, fino ai paraurti e alle luci

diurne led anteriori e posteriori con il classico disegno a tre artigli. Il restyling è presente anche e soprattutto per quanto riguarda la sicurezza, con la dotazione di assistenti alla guida quali ESP e Time Drive Control.

Gli interni

La 308 è una media compatta (4,25 metri) alquanto spaziosa, più comoda davanti che dietro ma con un bagagliaio che si conferma per capienza: oltre 400 litri. Al posto di guida si ritrova l’iCockpit, ossia il volante piccolo e basso che permette di avere sotto controllo il quadro strumenti senza distrarsi dalla guida. Rimane identico anche lo schermo touchscreen, che, posizionato tra le bocchette del climatizzatore e comodo da raggiungere, offre molte funzioni, tra cui la compatibilità con Android Auto, Apple CarPlay, la funzione Mirror Link e il nuovo 3D Connected Navigation con mappe firmate TomTom.

I motori

In un crescendo di novità ecco quella forse più succosa: il nuovo 1.5 BlueHDI da 130 cv in grado di rispettare già ora la normativa anti inquinamento Euro 6c. Rimanendo in tema di emissioni, anche il 1.2 THP da 130 cv rispetta le normative Euro 6c grazie a un nuovo filtro antiparticolato che promette un corposo abbattimento di consumi ed emissioni. A beneficiare dell’operazione restyling sulla Peugeot 308 è anche il 2.0 BlueHDI da 180 cv, al quale è dedicato il nuovo cambio automatico EAT8 a 8 rapporti progettato con Aisin e sviluppato in Giappone.

Sicurezza e assistenza alla guida

up

motori

42 BRESCIAUP

Infine, il restyling porta in dote una serie di nuovi dispositivi di assistenza alla guida, come il Cruise Control Adattivo (con funzionamento tra i 30 e i 180 km/h fino al completo arresto dell’auto), l’Active Lane Departure Warning (superamento di corsia), il Driver Attention Alert, il sistema di frenata automatica d’emergenza (attivo fino a 140km/h), l’avviso angoli bui (attivo tra i 12 e i 140 km/h), la telecamera posteriore Visionpark 180° e il Park Assist. La nuova 308 può vantare anche una visibilità ottima in tutte le direzioni e cinque stelle nei crash test Euro NCAP.

Vieni a provarla presso PUNTOERRE Brescia - Via Triumplina, 96 e Viale Sant’Eufemia, 108/A


A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 1 A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 17:04 PaginaPagina 1 A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

4 Museo1000miglia 28/06/13 A4 Museo1000miglia 17:04 Pagina 128/06/13 17:04 Pagina 1

useo1000miglia 28/06/13 A4 Museo1000miglia 17:04 Pagina 128/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

MUSEO MILLEMIGLIA MIGLIA MUSEO MILLE MIGLIA MUSEO MUSEOMILLE MILLE MIGLIA MUSEO MUSEO MILLE MILLE MIGLIA MIGLIA MUSEO MUSEO MILLE MILLE MIGLIA MIGLIA M UU SM SEO O M M EUUOSS EE O

Visitate il Museo Mille Miglia eMiglia farete un “viaggio nel Visitate Museo MilleMiglia Miglia efarete fareteeun un “viaggio neltem-nel Visitate ilil Museo Mille Miglia farete un “viaggio Visitate Museo MilleeMiglia efarete farete un“viaggio “viaggio neltem Visitate ililMuseo Mille “viaggio nel Visitate il Museo Mille e un nel tempo” alla scoperta della “corsa più bella del mondo”, po” alla scoperta della “corsa più bella delbella mondo”, attravertempo” alla scoperta della “corsa più bella delmondo”, mondo”, tempo” alla scoperta della “corsa più bella del mondo”, po” alla scoperta della “corsa più del del mondo”, attrave tempo” alla scoperta della “corsa più bella attraverso l’esposizione di auto da collezione, oggetti, attraverso l’esposizione di auto da collezione, oggetti, so l’esposizione di autodi dadi collezione, oggetti, abbigliamento attraverso l’esposizione auto da collezione, oggetti,abbigliament l’esposizione auto dadi collezione, oggetti, attraverso auto da collezione, oggetti, M UM S EU OS Eso M U SMeEel’esposizione OS Ee dell’epoca. abbigliamento filmati dell’epoca. O U O abbigliamento filmati abbigliamento filmati dell’epoca. e filmati dell’epoca. abbigliamento e filmati dell’epoca. e filmati dell’epoca.

MUSEO MIGLIA MUSEOMILLE MILLE MIGLIA

Visitate il Museo Mille Visitate Miglia il Museo e farete Mille un Miglia “viaggio e farete nel un “viaggio nel

Visitate il Museo Mille Visitate Miglia il Museo e farete Mille un Miglia “viaggio e farete nel un “viaggio ne

Mtempo” U S E Oalla alla “corsa della R scoperta I S Ttempo” Odella RA Nscoperta TpiùE bella & del“corsa Bmondo”, A Rpiù bella del mondo”,

Mtempo” U SREIOS alla della alla “corsa T scoperta O AO NRT A E nel &TpiùEBbella Adella R I Se Rfarete Ttempo” Nscoperta &Rdel“corsa Bmondo”, A Rpiù bella del mondo” Visitate il Museo Mille Miglia un “viaggio

attraverso l’esposizione l’esposizione da collezione, da oggetti, R attraverso I S TdiOauto RA N T Edi auto &oggetti, B collezione, AR

Nella Taverna Miglia potrete i gusti i sapori oggetti il Museo Mille Miglia e del farete unl’esposizione “viaggio nelassaporare Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare ied gusti attraverso l’esposizione attraverso di auto da collezione, di auto oggetti, dai collezione, tempo” Visitate alla scoperta della “corsa piùMille bella mondo”, Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare gusti abbigliamento e filmati abbigliamento dell’epoca. e filmati dell’epoca. Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare i gusti tempo” alla scoperta della “corsa più bella del mondo”, attraversoabbigliamento l’esposizioneNella di auto da collezione, oggetti, Miglia Mille potrete assaporare i gusti eTaverna filmati abbigliamento dell’epoca. eun’atmosfera filmati dell’epoca. classici dellaclassici buona cucina, inoggetti, tranquilla e famied sapori classici della buona cucina, inun’atmosfera un’atmosfera ed iisapori della buona cucina, in attraverso l’esposizione di auto da collezione, abbigliamento e filmati dell’epoca. ed i sapori classici della buona cucina, in un’atmosfera

Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare i gusti ed i sapo classici della buonaL’ambiente cucina, in riservato un’atmosfera tranquilla e fam ed i sapori classici della buona cucina, in un’atmosfera abbigliamento e filmati dell’epoca. tranquilla eEfamiliare. familiare. edaccoaccoliare. L’ambiente riservato ed accogliente della Taverna Mille tranquilla eS L’ambiente riservato ed R I S T O R A N R T I T O & R B A A N R T E & B A R tranquilla e familiare. L’ambiente riservato edaccoacco-Mil R I S T ORRI Agliente NTT O Eliare. & BL’ambiente AN RT riservato ed accogliente della Taverna tranquilla eSEfamiliare. L’ambiente riservato ed della Taverna Mille Miglia è ideale per pranzi S R A R I T O & R B A A N R T E & B A R gliente della Taverna Mille Miglia è ideale per pranzi èN ideale per pranzi e cene private o aziendali. Nella Mille Nella potrete Mille assaporare Miglia potrete i gusti assaporare i gusti R Taverna I S TMiglia O RMiglia Agliente TMiglia E Taverna & B A R Nella Taverna Mille potrete assaporare i gusti della Taverna Mille Miglia ideale perpranzi pranzi gliente della Taverna Mille Miglia èièideale per cene private o aziendali. Miglia èbuona ideale per pranzi eassaporare cene private oun’atmosfera aziendali. eeclassici cene private opotrete aziendali. Nella Taverna Mille Nella Taverna potrete Miglia potrete assaporare i gust eded i sapori classici della buona inMiglia un’atmosfera Nella Taverna Mille Miglia assaporare ibuona gusti i sapori ed della icucina, sapori classici cucina, della inMille un’atmosfera cucina, ingusti e cene private o aziendali. e cene private o aziendali. tranquilla e familiare. L’ambiente riservato ed accoed i sapori classici della buona cucina, in un’atmosfera ed i sapori classici ed della i esapori buona classici cucina, della in accoun’atmosfera buona cucina,edinaccoun’atmosfera tranquilla e familiare. tranquilla L’ambiente familiare. riservato L’ambiente ed riservato

A LL EE M M EE EETTI INNGG SS A

gliente della Taverna Mille Miglia è ideale per pranzi ed accotranquilla e familiare. L’ambiente riservato tranquilla egliente familiare. tranquilla L’ambiente familiare. riservato L’ambiente acco-per riservato gliente della Taverna Mille della Miglia Taverna è eideale perMiglia pranzi èed ideale pranzi ed e cene private odella aziendali. gliente Taverna Mille Miglia è ideale perMille pranzi

acco

Saziendali. A Msale Esale ETper Tper LL inoltre EE M Edella E I Imeeting, N GGMille gliente della Taverna gliente Mille Miglia Taverna èN ideale per Miglia pranziè direzionaideale e cene private oS eA cene private o aziendali. e cene oaziendali. Museo offre inoltre meeting, convention IlIlprivate Museo offre meeting per CDA, incontri Museo offre inoltre sale convention eded per pranz

SALE MEETING

e cene private o aziendali. eoffre cene private osale aziendali. Museo offre inoltre per meeting, ed IlIlMuseo inoltre sale meeting per CDA,convention incontri direzion S A L E M E ESTAI N L EG M E E T I N G li, convention, eventi e business room. Nella stupenda cornic S A L E M E ESTAI N L EG M E E T I N G di un monastero del 1.008. appositamente attrezzata, conleunscuole programma stueventi. Per le scuole eventi. sarà disponibile Per una sarà sala disponibile una sala Il Museo offre Il Museo sale per offre meeting, inoltre convention sale per meeting, ed didattica convention ed diatoinoltre per piùdivertendosi. piccoli perdidattica imparare divertendosi. per iipiù piccoli per imparare divertendosi. diato per i più diato piccoli per imparare

Il EPer Museo offre inoltre sale peruna meeting, convention eventi. le scuole sarà disponibile unasala sala didattica eventi. sarà disponibile didattica Il MuseoSoffre per convention ed li, eventi e business room. Nella stupenda cornice ed A L inoltre E convention, Msale E Per T meeting, IleNscuole G eventi. Per le scuole saràeventi. disponibile una sala didattica sarà eventi. Per le scuole sarà disponibile una sala didattica appositamente attrezzata, con un programma stuPer le scuole disponibile una sala didattica appositamente attrezzata, con un programma stuIl Museo offre inoltre sale perdel meeting, convention ed un monastero 1.008. appositamentediattrezzata, con un programma stuIl Museo inoltre Il Museo sale per offre meeting, inoltre convention sale per meeting, ed convention ed stueventi.offre Per le scuole sarà disponibile una sala didattica diato per i più piccoli per imparare divertendosi. diato per i più piccoli per imparare divertendosi. appositamente attrezzata,con conun unprogramma programma stuappositamente diato per i più piccoli per imparare divertendosi.attrezzata,

MUSEO MILLE MIGLIA TEL 030 3365631

appositamente condisponibile un attrezzata, consala stuundidattica programma stu- didattica eventi. Perattrezzata, leappositamente scuole eventi. sarà Per leprogramma scuoleuna sarà disponibile una sala diato appositamente per i più piccoli diatoper per imparare i più piccoli divertendosi. per imparare divertendosi. attrezzata, appositamente con un attrezzata, programma con stuun programma stu TAVERNA MILLE MIGLIA

diato per i più piccoli diatoper perimparare i più piccoli divertendosi. per imparare divertendosi. TEL 030 3365680 MUSEO MILLE MIGLIA TAVERNATAVERNA MILLE MIGLIAMILLE MUSEO MILLE MUSEO MILLE MIGLIA TAVERNA MILLEMIGLIA MIGLIA TEL 030 3365631 TEL 030 3365680 TEL 030 030 TEL 3365680 TEL 3365631 TEL 030 030 3365680 MUSEO MILLE TAVERNA MILLE MUSEO MILLE MIGLIA TAVERNA MILLEMIGLIA MIGLIA MUSEO MILLE MIGLIA MUSEO MILLE MIGLIA TAVERNA MILLE TAVERNA MIGLIA MILLE MIGLIA TEL 030 TEL 030 3365631 TEL 030 030 3365680 3365680 Viale Bornata, 123 -TEL S. Eufemia - Brescia TEL 030 3365631 030 3365631 segreteria@museomillemiglia.it - www.museomillemiglia.it MUSEO MILLE TEL MIGLIA MUSEO MILLE MIGLIA Viale Bornata, 123 - S. Eufemia - Brescia

TEL 030 3365631 TEL- www.museomillemiglia.it 030 3365631 segreteria@museomillemiglia.it

TEL 030 3365680 TEL 030 3365680

TAVERNA MILLE TAVERNA MIGLIA MILLE MIGLIA TEL 030 3365680 TEL 030 3365680

VialeBornata, Bornata, 123 123 -- S. S. Eufemia Eufemia -- Brescia Brescia Viale segreteria@museomillemiglia.it www.museomillemiglia.it segreteria@museomillemiglia.it - www.museomillemiglia.it Viale Bornata, 123 - S. Eufemia - Brescia

Viale Bornata, 123 - S. Eufemia - Brescia Viale Bornata, 123 Viale - S.Bornata, Eufemia 123 - Brescia - S. Eufemia - Brescia

segreteria@museomillemiglia.it - www.museomillemiglia.it


LA TERAPIA

del freddo

Cos’è la crioterapia?

Il termine crioterapia deriva dal greco antico e significa letteralmente “cura con il freddo”. La crioterapia s’inserisce tra i nuovi metodi di cura, fioriti in questi ultimi decenni per il trattamento di alcune condizioni estetiche e mediche. In realtà, la crioterapia ha origini antichissime: le proprietà terapeutiche del freddo, infatti, sono note sin dai tempi più remoti, ma evidentemente si sono dovuti attendere decine e decine di anni per stabilire e dimostrare che la terapia del freddo, se usata correttamente, può risolvere moltissimi disturbi. La crioterapia, dunque, non è una medicina alternativa basata su presupposti empirici: nonostante questa tecnica affondi le proprie radici nel passato e nella tradizione, con il passare degli anni ricercatori e medici l’hanno affinata sempre più, sino a renderla una terapia curativa a tutti gli effetti. Sebbene la medicina abbia fatto passi da gigante, la crioterapia attuale ha mantenuto, per certi aspetti, i concetti base: il freddo, inteso anticamente come strumento per alleviare i mali più semplici (febbre, contusioni, traumi muscolari), è oggi utilizzato per trattare disturbi dermatologici di media entità, come verruche, acne, angiomi, cicatrici, neoplasie e melanomi. Raffinando il termine, in ambito dermatologico la crioterapia è nota anche come criochirurgia. Questa tecnica può essere utilizzata come terapia preferenziale, alternativa ad altre tecniche più invasive (es. microchirurgia) o complementare.

Ghiaccio e Crioterapia

L’applicazione del ghiaccio in seguito a traumi e disturbi dell’apparato muscoloscheletrico può, in un certo senso, essere intesa come la forma più semplice di terapia del freddo. L’utilizzo del ghiaccio nelle contusioni e nei traumi muscoloscheletrici, infatti, aiuta a diminuire la percezione del dolore, grazie all’effetto analgesico (anche se temporaneo) del freddo sulla zona trattata: l’ipotermia a livello della pelle impedisce, infatti, la trasmissione degli impulsi dolorosi. Inoltre il ghiaccio veniva - ed è tuttora - utilizzato per alleviare il gonfiore: l’effetto antiedemigeno è correlato alla vasocostrizione indotta, che impedisce lo stravaso di sangue nei tessuti. Tuttavia, i muscoli non riescono a rimanere contratti a temperature basse: anche in questo caso il ghiaccio è utilizzato per sciogliere i muscoli, perché essi, quando sono posti a contatto con una fonte fredda, si rilassano (ha dunque azione antispastica e miorilassante). In taluni casi, l’uso del freddo dovrebbe essere abbinato

a bande elastiche (bendaggio compressivo ed elastico), allo scopo di comprimere la zona lesa: il tempo di guarigione viene perciò accelerato. EFFETTI Effetti della Terapia Freddo sull’organismo

La pratica della crioterapia può interessare diversi distretti dell’organismo; per questo è una tecnica che presenta molte sfaccettature e che può essere utilizzata per trattare diversi tipi di disturbi. Di seguito saranno descritti i principali effetti che la terapia del freddo è in grado di esercitare nei vari tessuti e apparati del corpo. SISTEMA CIRCOLATORIO

A livello vascolare, la crioterapia ad applicazione topica provoca costrizione dei vasi ematici superficiali, a cui segue una successiva e quasi immediata vasocostrizione sistemica (poiché s’innescano alcuni riflessi

A cura di

44 BRESCIAUP

del

Diego Baiano


nervosi che trasmettono il freddo in altri distretti). Tale effetto è stabile fino al raggiungimento dei 15°C, mentre sotto questo limite l’effetto risulta opposto: s’instaura così una vasodilatazione e i nervi non sono più in grado di trasmettere il segnale di freddo (blocco delle fibre nervose). La vasodilatazione, infatti, rappresenta un processo di auto-protezione dell’organismo, una difesa che il sistema mette in atto per evitare il blocco della circolazione sanguigna.

scende al di sotto dei 30°C. Viene effettuata per mezzo di casse refrigeranti doppie, nella cui intercapedine circola un liquido che evapora rapidame nte. CRIOTERAPIA LOCALIZZATA

La crioterapia localizzata è molto più semplice ed è utilizzata applicando direttamente il ghiaccio nella parte lesa per diminuire l’infiammazione ed attenuare il dolore. Il freddo, però, se usato impropriamente, può creare gravi effetti collaterali.

SISTEMA NERVOSO

La crioterapia agisce a livello nervoso diminuendo la velocità di trasmissione dei segnali. METABOLISMO

La crioterapia esercita un’azione anche a livello metabolico: in seguito all’applicazione del freddo, il metabolismo tissutale subisce un rallentamento, per il fatto che le reazioni metabolico-biochimiche vengono indebolite. APPARATO MUSCOLARE

A livello muscolare, la terapia del freddo è utile per rilassare il tessuto e sciogliere i muscoli. Anche in questo caso, l’effetto della crioterapia è duplice e complementare: il muscolo può rispondere con un aumento o con una diminuzione di tono. Ciò dipende dal tempo di applicazione del freddo nella zona interessata: se l’applicazione del ghiaccio è di breve durata si assiste ad un aumento del tono muscolare, viceversa nel caso in cui l’applicazione sia prolungata. Tipi di Crioterapia Crioterapia generale, localizzata e sistemica

Attualmente, sono diversi i tipi di crioterapia disponibili per trattare i più diversi disturbi, da quelli prettamente estetici, passando per i disturbi ossei e muscolari, fino ad arrivare al trattamento di patologie e affezioni anche molto gravi, come, ad esempio, alcuni tipi di tumori cutanei. In linea di massima, possiamo affermare che i principali tipi di crioterapia oggi impiegati sono la crioterapia generale, quella localizzata e quella sistemica. Nonostante tutte le tecniche crioterapiche si avvalgano dell’utilizzo del freddo, sono molto diverse tra loro e vengono utilizzate per differenti scopi.

CRIOTERAPIA SISTEMICA

La crioterapia sistemica (anche conosciuta come Whole Body Cryotherapy o WBC) è una particolare tecnica crioterapica impiegata perlopiù in ambito estetico e sportivo, anche se, ultimamente, diversi medici ne propongono un utilizzo anche in ambito medico. Questa tipologia di crioterapia viene utilizzata in campo sportivo per ridurre il dolore e l’infiammazione in caso di traumi, infortuni, rigidità e sovraccarico muscolare e tendineo. Inoltre, come accennato, la crioterapia sistemica trova impiego anche in ambito estetico (utilizzo che, tuttavia, è diffuso soprattutto negli Stati Uniti) dove viene sfruttata per mantenere la pelle giovane. La crioterapia sistemica può essere effettuata sostanzialmente mediante: una criocamera a due stanze, oppure una criosauna. La criocamera a due stanze si costituisce di una prima camera in cui la temperatura è a -60°C e di una seconda camera all’interno della quale la temperatura scende a -130°C. Il paziente dovrà entrare nella prima camera rimanendovi per trenta secondi; trascorso questo breve lasso di tempo il paziente passa alla camera successiva all’interno della quale può rimanere per al massimo tre minuti (il tempo di permanenza verrà deciso dal medico). Le basse temperature sono raggiunte mediante l’uso di azoto liquido (-196°C) contenuto in appositi serbatoi. La criosauna, invece, è costituita da una sorta di cilindro nel quale è possibile ospitare una sola persona per volta. Tuttavia, si ritiene che l’uso della criosauna sia meno sicuro rispetto alla criocamera a due stanze. Curiosità

CRIOTERAPIA GENERALE

La crioterapia generale è una tecnica molto delicata, effettuata in concomitanza con l’anestesia totale del paziente: è praticata in particolari interventi di cardiochirurgia, in cui la temperatura del soggetto malato

esserebenessere

In Polonia la crioterapia sistemica è considerata un trattamento medico a tutti gli effetti, tanto che il Servizio Sanitario locale concede un rimborso per coprire parte delle spese sostenute dai pazienti per sottoporsi a questa forma di terapia medica.


A questa 9° edizione, che si correrà nelle due giornate di sabato 21 e domenica 22 ottobre, della “Coppa Franco Mazzotti”, gara di regolarità classica per auto d’epoca, non manca nulla, vetture di gran pregio e i migliori Top Driver iscritti, gli ultimi vincitori Andrea Vesco e Andrea Guerini e la “scuola siciliana” capofila Giovanni Moceri, Francesco Di Pietra, Nino Margiotta e Mario Passante.

COPPA

Nona edizione

FRANCO MAZZOTTI La partenza dal Museo Mille Miglia a Brescia sabato 21 ottobre, nella giornata di venerdì 20 ottobre inizieranno le verifiche tecniche sportive, panorami e scenari della terra dei Vini, la Franciacorta ha dato i natali a Franco Mazzotti, e Aymo Maggi, prove a Villa Mazzotti a Chiari, sabato 21 ottobre a fine giornata ci sarà la cena di Gala e pernottamento a Sirmione, la “Perla del Garda”, sul Lago di Garda. Domenica 22 ottobre dopo aver disputato alcune prove al Parco Sigurtà, per ricordare le imprese nei cieli di Franco Mazzotti (mori alla cloche del suo aereo) la gara si concluderà alla base militare dell’Aeroporto di Ghedi dove gli equipaggi si sfideranno nelle prove finali sulle piste, il pranzo verrà servito negli hangar dei nostri Tornado dal personale del Sesto Storno, i famosi “Diavoli Rossi”. La lunga carovana di oltre 130 equipaggi attraverserà ben 46 Comuni, dei quali gli organizzatori coordinati da Paolo Mazzetti, hanno ottenuto il Patrocinio. Il sale della gara, tecnicamente impegnativa, saranno le 92 prove cronometrate, di due prove di Navigazione a media imposta e di ben 7 controlli orari distribuiti in 280,46 km del tracciato tra Brescia, la Franciacorta e il

46 BRESCIAUP

Lago di Garda. La prima tappa sabato 21, da Brescia a Sirmione passando dalla Franciacorta, misurerà km 167,13, mentre la seconda da Sirmione a Ghedi sarà lunga km 113,33. I gruppi di prove cronometrate assegneranno dei speciali Trofei a persone che hanno fatto la storia del Club, come Aymo Maggi, Giannino Marzotto, Raul Patrizi, Gino Munaron, Roberto Paoletti, Roberto Gaburri, Geert van De Velde e Mauro Firmo, l’ufficiale di gara perito al recente Trofeo Vallecamonica. Anche per questa edizione la “Coppa Franco Mazzotti”, sarà una gara valida per il “Challenge AIDO Autostoriche”, e verrà assegnata la Coppa AIDO, visto la collaborazione con gli Amici dell’AIDO di Gardone VT. Il Trofeo AIDO, che da qualche anno è diventato biennale, quest’anno non è stato disputato e lo sarà il prossimo anno. Proprio a favore dell’AIDO, la Coppa Mazzotti ospiterà il progetto “Social Responsability”, ideato da Maria Bonera, che prevede al via un esemplare di una Mercedes 300 SL.

Attilio Tantini


®

Ice Bowl ®

SANIFICHIAMO CONGELIAMO DEODORIZZIAMO TUNDRA ICE INTERNATIONAL

Via Industria, 39 - 25030 Torbole Casaglia (BS) Italy mail: info@tundraice.com - www.tundraice.com


La Barca di

CHEOPE

È la cosiddetta Barca di Cheope, rinvenuta smontata, ma intatta alla base della Grande Piramide. La scoperta avvenne il 26 Maggio del 1954, ed i motivi per cui fu ridotta ad un complicato puzzle non sono ovviamente noti, certo è, che era stata suddivisa in ben 1224 pezzi, poi sapientemente ricomposti, ed incastrati con un lavoro certosino e complicato durato 13 anni. Il clima secco ne ha favorito la conservazione, presentandosi agli archeologi in tutta al sua maestosità. Imponenti le misure, 43.40 metri di lunghezza, 5.9 di larghezza, 1.75 di profondità e ben 40 tonnellate di peso. Presente anche una cabina lunga 9 metri e alta 1.75 con delle belle colonnine decorative all’entrata. Per spostare tale mastodonte, si utilizzavano 5 lunghi remi per lato e due remi a poppa che servivano per le virate, in quanto era sconosciuto l’uso del timone, rendendo quindi le manovre sicuramente complicate. Era costruita in tavole di cedro del Libano, considerato un legno molto pregiato, ma di difficile lavorazione, almeno per le attrezzature presenti in Egitto, tanto che non si esclude, che almeno le parti principali della barca possano essere state assemblate altrove, prima di essere portate in Egitto per le rifiniture. La domanda che nasce spontanea, è se veramente tale imbarcazione abbia solcato fiumi e mari o sia stata utilizzata solo per il corteo funerario o avesse solo un significato simbolico, senza avere mai avuto un vero

PotrA’ sembrare strano trovare in pieno deserto, una barca in grado di affrontare il mare, in condizioni piu’ che discrete e di ottima qualita’ costruttiva e invece c’e’, ennesimo esempio di quando

la realta’ supera la fantasia.

e proprio varo, anche se le dimensioni così imponenti depongono a favore di un suo molto probabile utilizzo, perché altrimenti sarebbe bastato un modellino, come in effetti ne sono stati trovati in altre tombe. Alcuni particolari depongono decisamente a favore di un suo uso, la passerella che conduce alla nave è sicuramente stata utilizzata, ed anche la prua presenta aree di collisione, forse dovute all’urto contro scogli o coralli. La barca rappresenta un’ottima opera di ingegneria navale, costituita da centinaia di assi sagomate e sapientemente incastrate tenute insieme da un cordame che passava attraverso un forame praticato nel legname. Le assi a contatto con l’acqua si gonfiavano e la corda si restringeva garantendo un’ottima tenuta. Non sono presenti tracce di catramatura o di sigillanti in genere. Non era prevista velatura, anche se gli Egizi la conoscevano perfettamente e generalmente si utilizzava un albero centrale che reggeva una vela quadra. Questa magnifica opera, si può visionare in un apposito museo costruito ai lati della piramide, spesso dimenticato dai visitatori, attratti più dalle meraviglie delle piramidi o dagli invadenti conducenti di cammelli, di cui è nota la proverbiale capacità di ritrattare i compensi pattuiti, ma per chi ha tempo e voglia, è una visita che non lascia delusi, trattandosi pur sempre di una barca costruita cinquemila anni fa…

L'ANTICOEGITTO 48 BRESCIAUP

A cura di

Edward Battisti


POPOLARI VENETE Niente più ricorsi all ‘ACF

Il collegio dell’ACF (Arbitro per le Controversie Finanziarie) ha deciso che i ricorsi contro le popolari venete (banca Pop. Di Vicenza e veneto banca) presentati dopo il 19 luglio 2017 saranno dichiarati “inammissibili,

stante il venir meno da tale data - in capo ai predetti soggetti -

dello status di intermediari tenuti all’obbligo di adesione al sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie amministrato dall’ACF, ai sensi del regolamento approvato dalla Consob con delibera n. 19602 del 4 maggio 2016”.

Saranno invece, portati avanti fino alla relativa decisione finale tutti i ricorsi attualmente pendenti e presentati entro il 18 luglio scorso. La decisione è stata una naturale conseguenza

del provvedimento di revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività bancaria che ha interessato entrambe le banche ora in liquidazione coatta amministrativa.

quali strade restano agli azionisti azzerrati?

per Info & COMMENTI Via Fratelli Lechi 13, Brescia Tel/Fax: 030 5030934

www.studiocappiello.it

studiocappiello

Noi consigliamo di restare in attesa di nuovi sviluppi, allo stato attuale.

A cura del Dottor

Roberto Cappiello


Etica e CONDOTTA aziendale iendale e’ un il codice etico az o stilato ed tipo di document volontaria in adottato su base ndale. un ambiente azie

Esso definisce un complesso di norme etiche e sociali al quale gli esponenti aziendali si devono attenere. Si rivela come una motivazione forte per il rispetto di regole di qualità e stimola azioni correttive al fine di migliorare i rapporti tra aziende. È un documento ufficiale dell’ente che contiene l’insieme dei diritti, dei doveri e delle responsabilità di esso nei confronti dei “portatori d’interesse” (dipendenti, fornitori, clienti, Pubblica Amministrazione, azionisti, mercato finanziario, ecc.). Tale codice mira a raccomandare, promuovere o vietare determinati comportamenti, indipendentemente da quanto previsto a livello normativo, e può prevedere sanzioni proporzionate alla gravità delle eventuali infrazioni commesse. La strutturazione del codice etico aziendale si sviluppa generalmente su tre livelli. Un primo livello configurante le norme e principi etici e sociali. Un secondo livello in cui viene data indicazione dei provvedimenti interni attuabili in caso di violazione di una norma del codice etico e delle modalità di controllo per l’osservanza di tale codice. Un ultimo livello di promozione delle norme e dei principi in cui comprendere le informazioni sulle modalità di applicazione del codice e sulla divulgazione e promozione di esso. In linea generale è opportuno ricordare che ogni ente deve adottare come principio imprescindibile il rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti in tutti i paesi in cui esso opera. È necessario poi definire la corretta tracciabilità di tutte le azioni e le operazioni dell’ente. Per ogni operazione deve esserci un adeguato supporto documentale al fine di poter ricostruire in ogni momento

le sue caratteristiche, i soggetti in essa coinvolti e le motivazioni dei loro comportamenti. Devono inoltre essere definiti i principi base relativamente ai rapporti con gli interlocutori dell’ente: Pubblica Amministrazione, pubblici dipendenti e interlocutori commerciali privati. Non deve essere infatti possibile influenzare impropriamente le decisioni delle controparti né deve essere consentito offrire o ricevere denaro o doni da esse. Un punto qualificante nella costruzione del codice etico è costituito dalla previsione di un adeguato sistema sanzionatorio per la violazione delle norme in esso contenute. Simili violazioni ledono infatti il rapporto di fiducia instaurato con l’ente e devono di conseguenza comportare azioni disciplinari. Per i soggetti vincolati all’ente da rapporti non subordinati deve essere prevista e accettata una clausola contrattuale ad hoc per il rispetto del codice etico. L’introduzione dell’etica nei processi aziendali è senz’altro un fattore chiave per lo sviluppo della qualità e della competitività aziendale in quanto adottare un codice etico in ambiente aziendale vuol dire tener conto degli interessi specifici di riferimento e definire le modalità per raggiungere gli obiettivi da essi derivanti. I comportamenti delle persone che costituiscono l’organizzazione ne modellano e conformano l’immagine creando un diretto rapporto tra rispetto delle regole, autorevolezza, affidabilità e successo dell’impresa.

Studio Lumini

CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA ED AZIENDALE

Milano

52 BRESCIAUP

Viale Premuda, 21 - 20129 Milano

Brescia

Via Aldo Moro, 13 - 25124 Brescia Tel. 030 2428356 - Fax 030 2428679

A cura di

Emanuele Lumini


ORDINA I COFANETTI LA VIE EN BLÙ DIRETTAMENTE DA CASA TUA.

Cofanetto

Quattro Cofanetti, tutti i sapori di Ostriche, Terra, Mare e Formaggi. Per ciascun Cofanetto, tante tipologie di prodotto sempre fresche tra cui scegliere e comporre la tua selezione.

Cofanetto

Selezione Ostriche

Selezione Terra

Cofanetto

Cofanetto

Selezione Mare

Selezione Formaggi

53 BRESCIAUP

Tutti i cofanetti La Vie en Blù sono frutto di accurata ricerca, per proporti sempre qualità del prodotto e piacere esclusivo. IL SERVIZIO A DOMICILIO È DISPONIBILE TUTTI I GIORNI ESCLUSO DOMENICA A PRANZO E LUNEDÌ A CENA.

La Vie en Blù Via Castellini 14, Brescia www.lavieenblu.it

T 030 3752271


Al Servizio dei tuoi eventi Cene aziendali e private, Eventi, Feste, Meeting

Organizzare Eventi per ogni tipo di esigenza e durata con ricerca della location, servizio catering.

Curare e persOnalizzare Ogni singola richiesta del cliente, veste grafica, service audio video.

risCaldare e illuminare Climatizzazione caldo/freddo, impianti elettrici e illuminazione.

www.fdrentservice.com via Trento, 79 25080 NUVOLENTO (BS) info@fdrentservice.com Tel +39 030 6915353 Fax +39 030 6916070


Corso ICQ

®

10 ° edizione

Al via la 10° edizione del corso ICQ® con un testimonial d’avanguardia : l’imprenditore bresciano Giannantonio Negretti, presidente di NG Group

Formazione e industria rafforzano il loro legame e si allineano sull’importanza della formazione qualificata In occasione dell’apertura della 10° edizione del Corso ICQ®, Giannantonio Negretti, noto imprenditore bresciano attivo, a livello internazionale, da oltre 25 anni nella cosmetica tricologica ha fatto dono al Master di II livello in Scienza e Tecnologia Cosmetiche (Cosmast - Ferrara) ed al Corso ICQ®, di 250 volumi che costituiranno la “Biblioteca della Bellezza”, a disposizione di tutti gli allievi più motivati e curiosi di approfondimenti. Ad accogliere l’imprenditore il Prof. Stefano Manfredini, direttore scientifico del Master di II livello in Scienza e Tecnologia dei Prodotti Cosmetici (COSMAST) e del Corso ICQ®, la dottoressa Marisa Ascioti, direttore didattico del Corso ICQ® e alcuni membri del corpo docente.

Un gesto, quello di Negretti, già autore di una serie di iniziative volte in tal senso, che sottolinea il suo forte impegno a favore della formazione qualificata e della crescita professionale degli operatori del settore. Sono sue “creature” la UBA, Universal Beauty Academy, che ha l’obiettivo di promuovere la formazione di alta qualità, la Onlus Beauty Force, impegnata nel mondo in progetti solidali, e “Proud to be a Universal Beauty Pro”, un progetto, portato avanti con impegno “filantropico”, nato per sensibilizzare soprattutto i giovani verso la consapevolezza delle risorse offerte da un settore che non conosce crisi, ma che è ancora poco valorizzato dal punto di vista culturale. Il segno che Giannantonio Negretti ha voluto dare con la sua presenza e la sua testimonianza ai nuovi 30 allievi del Corso ICQ®, è proprio la prova della sua forte visione del bisogno di una formazione cosmetica qualificata per chiunque voglia operare nel campo della bellezza. Un bisogno che interessa tutti i canali di utilizzo, vendita e consiglio ed è fondamentale sia per i professionisti già affermati nel settore che desiderano aggiornare il loro bagaglio di conoscenze, sia per coloro

che desiderano entrare a far parte di questo mondo. Il crescente successo del Corso ICQ® ne è la chiara testimonianza. La “Biblioteca della Bellezza” è una della serie di iniziative dell’Università di Ferrara volte a rafforzare il legame tra il mondo della formazione e l’industria nel settore della Cosmesi e della Bellezza e Benessere. Un legame iniziato già oltre 20 anni fa con COSMAST e 10 anni fa con ICQ®, attraverso la stretta collaborazione scientifica e didattica con Cosmetica Italia. La donazione della “Biblioteca della Bellezza” di NG Group, rafforza la missione culturale che il suo fondatore Negretti si pone:

quella di formare professionisti della cosmetica con competenze trasversali, scientifiche e di comunicazione, per meglio interagire con le nuove tendenze e richieste sociali di Bellezza e Benessere.

BRESCIAUP 55


SICILIA

“Montalbano dice di amare quel che resta della Sicilia ancora selvaggia: avara di verde, con le casuzze a dado poste su sbalanchi in equilibrio improbabile, e questo piace anche a me ma credo che sia piuttosto un gioco della memoria.” Così Andrea Camilleri scrive del personaggio da lui creato. In effetti la zona del Ragusano è forse la parte più vera ed autentica di una Sicilia ancora più carica di sapori e profumi. Il tour di oggi prevede la visita alle cittadine più caratteristiche dove il Sole è il vero protagonista di questi luoghi. La prima tappa vede la visita alla città di Grammichele che con la sua pianta esagonale è un esempio unico di architettura di fine ‘700. Maestosa e magnifica la Piazza Centrale, anch’essa perfettamente esagonale, considerata la più grande del suo genere in Europa ed abbellita dalla Chiesa Madre e dal Palazzo Comunale. Per studenti e/o professionisti del settore urbano/architettonico è quasi d’obbligo passare da Grammichele per rendersi conto del magnifico lavoro realizzato ben 300 anni fa. Lasciamo Grammichele per andare ancora più a sud e durante il viaggio incontriamo degli enormi impianti eolici che la memoria scolastica associa immediatamente ai mulini del Don Chisciotte. Anche noi come dei cavalieri erranti ci ritroviamo in mezzo ad una battaglia che vede contrapporsi vacanza e quotidianità durante il resto dell’anno. Quasi in pieno deserto giungiamo a Comiso, parcheggiato le moto vicino al Castello ci dissetiamo ad una delle tante fontane di cui il paese è ricco e rinomato per poi iniziare la visita a piedi di

Capitolo otto:

Cavalieri erranti

questo borgo. Comiso è uno scrigno con numerose chiese in stile barocco e neoclassico aventi all’interno tele e sculture di notevole importanza. Ripartiamo di nuovo e dopo circa mezz’ora, arriviamo ad uno che sarà solo il primo dei luoghi dei film del “Commissario Montalbano”. Siamo quindi al Castello di Donnafugata che nella serie televisiva di cui sopra, fu girata la scena dell’incontro del Commissario con il “boss mafioso”. Per gli appassionati della serie televisiva la terrazza del palazzo è un vero e proprio cult. Il castello è una dimora nobiliare di fine ‘800 molto ben conservata e mantenuta, meta apprezzata da molti turisti. Oltre alla scena di Montalbano, all’interno del palazzo sono state girate anche delle scene del film “I Vicere” del 2007. Questa giornata è stata solo un assaggio di questi posti meravigliosi, soddisfatti e con l’animo leggero sproniamo i nostri destrieri per la via del ritorno, sempre vigili e pronti a nuove avventure.

…Sancho ascoltami, ti prego, sono stato anch’io un realista, ma ormai oggi me ne frego e, anche se ho una buona vista, l’apparenza delle cose come vedi non m’inganna, preferisco le sorprese di quest’anima tiranna che trasforma coi suoi trucchi la realtà che hai lì davanti, ma ti apre nuovi occhi e ti accende i sentimenti. Prima d’oggi mi annoiavo e volevo anche morire, ma ora sono un uomo nuovo che non teme di soffrire… Don Chisciotte di Francesco Guccini

motoavventure A cura di

56 BRESCIAUP

Simone Mor


Ritorni

58 BRESCIAUP

Felice Casorati Il sogno del melograno 1912

Poesia di

Tuly Sigalini Mi sono fatta una promessa di felicità. È passata una vita, ma dentro tutti i miei sogni io non l’ho scordata. Era tanto tempo fa, tutto sembrava lieve, il cielo era più blu, le rondini a primavera tornavano numerose. Io allora sapevo che il cielo avrebbe cambiato colore, che qualcuno non sarebbe tornato, che mi sarei dovuta bastare. Mi sono fatta una promessa di felicità. Ora il tempo è arrivato, ha colto fiori sul mio cammino ed ha profumato ogni minuto di questi giorni, scegliendo con cura le parole da dirmi. Me le ha regalate e incastonandole tra le mie labbra, mi ha insegnato a cantarle. Dice la canzone che il mio tempo sono io, che ho dentro ogni nota, che posso essermi melodia ...

Tuly Sigalini


I nostri clienti sono sempre protagonisti indiscussi, noi ci impegnamo a farvi divertire, sognare e sopratutto emozionare.

LUCI SCENOGRAFICHE

AUDIO, CONSOLLE & DJ

ALLESTIMENTI EVENTI

BAR CATERING

VIDEO LED WALL

EVENTI AZIENDALI

Via Torino, 8 - 25125 Brescia, Tel: 030.349119 / 333.8406100 - www.deejaychoice.it - info@deejaychoice.it Seguici on line:

deejaychoice eventi


Un ATLETA del CUS per PARIGI 2024 MARCO GIUGNO, 36 anni, papà di Sebastiano, entra a ufficialmente a far parte del BERETTA Paralympic Shooting Team siglando un contratto di sponsorizzazione fino alle Paralimpiadi di Parigi 2024. È partita dal Trap Concaverde la corsa di Marco Giugno ad un podio Paralimpico. Con orgoglio, Beretta ha deciso di affiancare Marco ed altri 11 paratleti, e supportarli nel raggiungimento dei loro obiettivi sportivi, con l’immutata professionalità e determinazione che ha permesso di raccogliere 10 Medaglie Olimpiche alle recenti Olimpiadi di Rio 2016. Un altro tassello importante va quindi a delinearsi nella progettualità di Fabbrica d’Armi a sostegno dell’attività paralimpica, a sole tre settimane dalla storica firma del protocollo d’intesa per un progetto di ricerca con l’Università degli Studi di Brescia e Brixia Accesibility Lab. “Da anni la mia famiglia – dichiara il Presidente Franco Gussalli Beretta – sostiene lo sviluppo del

Tiro a Volo, condividendo il sogno di portare questo sport a gareggiare alle paralimpiadi già a Parigi 2024. Siamo felici di sostenere alteti come Marco, impegnanodici a sviluppare nuove attrezzature che soddisfino al meglio le sue esigenze”. Lo scorso 2 Ottobre, giorno del suo 31esimo compleanno, Marco e gli atleti del Team Beretta, hanno vissuto una giornata indimenticabile. Non solo Tiro a Volo ma uno scambio di esperienze sportive con la prima edizione del Diability Raid 4x4, il progetto volto ad offrire a persone affette da disabilità l’occasione di confrontarsi con la guida off road. Gli atleti paralimpici del Team Beretta hanno fatto da coach ai piloti del

cusbresciaSHOOTINGTEAM 60 BRESCIAUP


Disability Raid insegnando loro le tecniche base e facendogli provare l’emozione di “fumare” un piattello lanciato a 120 km orari. I ruoli si sono invertiti alle 19,00 quando il Disability Raid ha raggiunto la storica sede di Fabbrica d’Armi Pietro Beretta a Gardone Val Trompia. All’interno della sede, i paratleti del Beretta Team si sono messi al volante accompagnati dai piloti del Raid per cimentarsi in una lezione di “regolarità”. Conclude il Presidente Franco Gussalli Beretta: “Credo non esista mezzo migliore dello sport per abbattere le

barriere sociali che troppo spesso coinvolgono i disabili. Per questo, ho sposato immediatamente il progetto del Disability Raid, un interessante veicolo di inclusione sociale di cui sono orgoglioso di farmi promotore”.

Marco Giugno, entusiasta ha cosi commentato: “Ho

ripreso dopo tante difficoltà a sparare grazie al progetto paralimpico del CUS. Oggi mi sembra un sogno che la miglior azienda al mondo mi abbia scelto per accompagnarmi fino a Parigi 2024. E’ per me un grandissimo stimolo a continuare a fare meglio sapendo di avere al mio fianco un’azienda che mi offre ogni giorno strumenti per continuare a performare meglio. Non so se il mio sogno Olimpico si realizzerà, di certo, ci proverò fino in fondo, senza mai mollare. Mi sento un ragazzo fortunato. Grazie Beretta e grazie CUS! ”

Info & credits CUS Brescia Shooting Team tiroavolo.cusbrescia.it

A cura di

Roberto Zarrillo

Via Malta 16/A - Brescia Zona Cavalcavia Kennedy


Moda SPOSA Inverno Così, vanno in scena: Abiti scivolati, che accompagnano il corpo senza mai costringerlo in strutture ingessate; sirene sinuose e raffinate, per una sposa che desidera mostrare la propria femminilità senza mai scadere nel volgare; modelli regali, sui toni del gold e dai volumi più che principeschi. Anche in Italia piace sempre di più l’idea di farle vestire tutte le damigelle nella stessa tonalità di colore della sposa: la palette cromatica è nei toni pastello e si muove dal celeste al verde acqua, fino al rosa antico, per raggiungere le sfumature del rosso vinaccia e del bordeaux o sfumare in fantasie sempre ton- sur- ton.

Con Sete, pizzi e ricami, l’assoluta attenzione e dedizione al dettaglio, lo scopo e’ quello di evocare un’ allure bon ton, delineando i tratti di una donna estremamente femminile ed elegante.

Abiti da sposa con corpetto e gonna: La novità è il crop top ossia l’abito “spezzato”; una proposta che quasi abbonda nelle collezioni spagnole e inglesi, ma che in Italia non si vede ancora così spesso. Insomma, quel tocco in più che è la pennellata di stile che desideravamo in tanti. Per le scarpe non mancano i sandali! Sposa, bridesmaid e… Damigelle. Quelle più piccole, però, vera tradizione del matrimonio all’italiana. Anche in questo caso, colori più che pastello, delicati ed impalpabili. Come la scelta dei tessuti e delle linee sempre morbide e scivolate per una damigella un po’ principessa e un po’ ballerina di danza classica.

per Info & COMMENTI via Trieste, 17k Brescia info@eventique.co

consiglidamatrimonio 62 BRESCIAUP

A cura di

Chicca Baroni


Questo mese parliamo della famosa..

M A BLACK S K

Miracolo Contro I Punti Neri?

la verita’ definitiva:

Cosa (E Come) Funziona Davvero! Ne avevamo già parlato, ma ultimamente il mondo sembra letteralmente impazzito per le black mask: le maschere nere, di solito del tipo peel off,che si professano un vero e proprio miracolo contro i punti neri. Le foto, orripilanti, di maschere piene di filamenti sebacei che promettono di purificare la pelle meglio di qualunque altra cosa sia mai stata usata sulla terra, riempiono il web. Ma la domanda che fanno tutti è: funzionano davvero? Come sono fatte? Perché sono apparentemente così efficaci e, nel caso, quali è meglio comprare? Il trend, come spesso avviene quando si parla di skincare, viene dall’Asia e, infatti, le maschere più vendute e meglio recensite in USA, sono tutti brand coreani. L’idea alla base di questo prodotto è quella di una

naturopatia&BENESSERE 64 BRESCIAUP

maschera di colore nero, presumibilmente per via di un ingrediente “miracoloso” che ha questo colore. Quale potrebbe essere questo ingrediente “magico” e dal colore così intrigante? Potrebbe essere il carbone: come vi avevo già detto, il carbone vegetale ha effettivamente proprietà riconosciute, tra cui l’assorbimento del sebo e la purificazione della pelle. Oppure, il sapone di Aleppo, a base di olive nere, noto per le proprietà purificanti e contrastanti brufoli e acne. Ma anche il sapone nero Africano, il cui colore è dato dalla presenza di cacao, celebre per le proprietà purificanti. Insomma, sembrerebbe che esistano tanti ingredienti possibili di colore nero, tutti in grado di purificare la pelle in modo naturale ed efficace. PECCATO che, il principio delle black mask tanto blasonate in giro, raramente sia legato ad uno di questi elementi, avendo molto più spesso, semplicemente una buona dose di…colorante nero. E così, una prima divisione: quelle che sono solo colorate e quelle che, invece, qualche ingredientello utile ce l’hanno davvero.


Di quelle che ho provato, la maschera di winter in vendita presso i miei negozi e on line www.naturcea. it contiene effettivamente carbone vegetale attivo, rivelandosi, di fatto, una maschera purificante che elimina le cellule morte e lascia la pelle più lisca rigenerata e ricompattata Ma elimina davvero i punti neri così come si vede online? Se ben fatta sì , e si rivela un trattamento completo per una profonda pulizia e per un intensa rigenerazione della pelle. Quali sono i pro e i contro della Black Mask? Certamente, la facilità di utilizzo e la sua efficacia – a detta delle molte opinioni presenti sul Web – contro i punti neri e i brufoli la rendono molto appetibile, ma le pelli più sensibili potrebbero non rispondere bene a questo trattamento di bellezza. Un punto a favore di questa maschera è rappresentato anche dai suoi ingredienti, quando questi sono effettivamente naturali e benefici nei confronti della pelle, in special modo quella grassa. Occorre, quindi, prestare attenzione alle etichette e, certamente, provare personalmente la sua efficacia, essendo il risultato spesso soggettivo.

Ricordate che la qualità è la cosa principale quando si tratta di cura del corpo Per qualsiasi info o acquisto scrivetemi alla mia mail info@naturcea.it .

Sarò lieta di darvi il miglior consiglio al riguardo.

Barbara

Naturcea - Direzione

www.naturcea.it info@naturcea.it Fb: Erboristeria Naturcea

A cura di

Barbara Bet Naturopata

100% GRANO KRONOS, MASSIMA QUALITÀ, SEMPRE AL DENTE. Dalla nostra tradizione di famiglia una pasta d’autore. Flavio Pagani


Vedi i tacchi rte il cuore? e ti batte fo pi di tacchi Ecco tutti i ti estate della scorsa coloreranno e quelli che rno 2018. il nostro inve

TACCHICARDIA

Ciao amiche mie! Finalmente ci troviamo... È stata un’estate molto intensa per me non ho fatto vacanze; ho sempre lavorato e seguito il mio compagno nelle sue serate e la maggior parte delle volte... Ero in tacchi! Si lo so fanno male, ma perché non possiamo perdonarli? Amo le scarpe ne ho tantissime e non ho più spazio nelle scarpiere. Ma non posso resistere alla tentazione... Tantissimi nuovi modelli di scarpe coi tacchi troviamo nelle vetrine che vanno di moda, di ogni forma e altezza anche quelli di 5 cm e persino sulle scarpe da ginnastica con suole alte tipiche degli anni 90.

Anche la moda che ha segnato i ‘70 e gli ‘80 sono in voga, proponendoci così scarpe con tacchi elaborati! Particolari e geometriche forme come quelli di Marni e Prada; di velluto con pietre preziose di Dolce & Gabbana, Miu Miu e Manolo Blahnikhq; in stile classico e retro di Chanel; di seta con stampe floreali creati da Balenciaga; di pelle ricamati Versace e il design bicolore di Byblos. Tuttavia non solamente le grandi maison hanno creato modelli di scarpe col tacco strampalati e lussuosi; anche le marche del “fast fashion” ci hanno deliziato con i loro modelli!

ILMIOPUNTO G • 66 BRESCIAUP

In foto le influencers Marta Lozano Pasqual e Teresa Andres Gonzalvo

Alcuni copiati, altri unici nel loro genere. Sto parlando di ZARA, Aldo, Stradivarius, Bershka e tutti gli altri brand e-commerce. Esatto! Proprio i negozi online dove spesso mi diletto a fare dello sharing: Zalando, WantMyLook, Asos e tanti altri... Questi portali anche se imitano le grandi marche possono soddisfare le richieste di chi non può permettersi il lusso rendendo accessibili a tutte le tasche scarpe da capogiro. Non mancano quest’inverno le scarpe in PVC sono protagoniste di nuovo, le abbiamo viste anche quest’estate e non è ancora il momento di conservarle... Oramai non si fa più il cambio di stagione, non solo per il clima ballerino, ma anche perché tutto è concesso.

Un capo estivo e di super tendenza abbinarlo ad uno invernale... Così come le scarpe! Quanto è bello mettere un sandalo con una pelliccia importante? Adoro! Nemmeno i cuissardes (stivali alti fino alla coscia) ci abbandonano, come hanno regnato la stagione 2017, padroneggiano pure questa in arrivo! Le novità sono i colori, metallizzati oro e argento e sgargianti arancioni, ocra, fucsia, rosa, verdi e rossi. Un 2018 con gambe lunghe e vestite da spendidi stivali! La moda è mescolare, è una ricetta ed ognuno ha il suo modo di fare un sugo o un tiramisù! L’ingrediente principale però è la personalità. E voi amiche sono sicura che me avete da vendere!


E se è vero che la vita è come una passeggiata sui sampietrini coi tacchi, allora facciamolo con i nostri preferiti! Baci, Vostra

Glory

EVENTS

per Info & COMMENTI EVENTS Fb: GLovers Events Fb: Gloria del Vecchio Blog: www.ilmiopuntog.wordpress.com

A cura di

Gloria Del Vecchio

BRESCIAUP 67


VITTORIO

SCALA & Posh Nightlife

AL SERVIZIO DI CHI SI VUOL

divertire!

Posh Nightlife, l’universo notturno creato dal 34enne Vittorio Scala, con l’autunno 2017 cresce, per regalare party e servizi unici ai propri clienti. Eventi, consulenze per locali e brand, pubbliche relazioni e direzione artistica: Posh Nightlife si occupa di questo ed altro, facendo tutto quanto con stile, guardando alla qualità più che alla quantità.

vivere notti folli sulle colline del Garda.

Scala, PR ed organizzatore attivo da tempo. La notte l’ha vista cambiare più e più volte, sempre col suo stile. Vittorio si diverte a far divertire i suoi ospiti, a trasformare i loro sogni ad occhi aperti in notti da sogno. La differenza non è certo piccola. E soprattutto, proprio oggi che sui social abbiamo tutto a portata di mano, un team di professionisti che ci aiutano a realizzare ciò che vorremmo… è qualcosa che potrebbe servire. È stato lui a curare lo start up ed il primo anno di vita del nuovo Sesto Senso, il mitico brand notturno che oggi fa di nuovo

Cosa vorresti fare da grande? Hai 34 anni, ma col lavoro che fai sicuramente crescere è una cosa necessaria, a cui bisogna pensare.

“Sono 16 anni che credo che la qualità sia più importante della quantità”, continua Vittorio Scala. “Per questo credo ci sia spazio anche oggi, per chi voglia interpretare nel modo giusto il ruolo del PR. Un PR non è certo solo uno che prenota un tavolo ad un cliente in discoteca. Se diventa il punto di riferimento del cliente, lo coccola e lo fa star bene, il PR vince. Altrimenti deve cambiare mestiere, visto che i servizi di prevendita “Lavoro in questo settore a tempo pieno fin online ormai funzionano benissimo”. da quando avevo 18 anni e non ho mai cambiato opinione”, spiega Vittorio

personaggioDELMESE 68 BRESCIAUP

“Quello che sto vivendo oggi è anche un punto

d’arrivo. I top clienti italiani mi conoscono un po’ tutti. Dopo tanti di lavoro come PR la scelta di mollare un lavoro sicuro e ben pagato per lavorare di notte sembra essere stata quella giusta. Facevo il pizzaiolo, un lavoro duro che però ti permette di guadagnare abbastanza bene, ma a 18 anni ho deciso di iniziare a fare il PR davvero, a tempo pieno. E sono ancora qui, anzi non credo proprio di mollare”


Tra i personaggi della nightlife italiana ed internazionale molti conoscono solo Briatore. In realtà i professionisti come te non sono poi così pochi. “Flavio Briatore si merita tutto il successo che

ha. Innanzitutto ha fatto crescere la Costa Smeralda, una zona d’Italia davvero unica. Ha aiutato molto anche me nelle relazioni internazionali. Tornando a Briatore, è ancora oggi un esempio. Ancora oggi lui, sa come consigliare i suoi clienti. Credo che abbia più di sessant’anni (in realtà ne ha 67, li porta davvero bene NDR) e tutte le sere che io l’ho visto a Porto Cervo non è mai uscito dal suo Billionaire prima delle 4. Con la sua posizione ed il suo successo, potrebbe tranquillamente andarsene a letto alle nove di sera ma preferisce coccolare i suoi clienti, ancora oggi. Il vero lavoro di un PR è questo, far star bene le persone”.

“Il problema non è riempirli i locali, è far si che la gente nei locali si diverta. Io dico sempre ‘quality and not quantity’, ovvero Posh Nightlife si occupa di eccellenza e non di altro… ma alla fine ciò che conta davvero, in ogni situazione è il divertimento. Il PR ‘una volta’ si divertiva sempre insieme al cliente, erano non solo al centro dell’attenzione, ma sempre insieme ai loro amici / clienti. Quando vedo un gruppo di PR che parlano tra di loro so già che non stanno lavorando bene”.

Come vedi la nightlife attuale?

Posh, per molti significa semplicemente qualcosa di elegante, anzi sfarzoso. Ma non è così. In realtà posh è anche un acronimo che sta per Port Out Starboard Home, ovvero la cabina di prima classe che si poteva prenotare nei transatlantici che facevano rotta tra la Gran Bretagna e le Indie... “Posh per me sta per qualcosa di sofisticato, personale,

unico. Si può essere posh anche senza avere un capitale in gioielli e vestiti. Anzi: chi si sente posh ha il suo stile, sa dedicare tempo alle proprie passioni, come leggere un libro o fare sport e qualche volta, di notte, vuol regalarsi una serata speciale, con gli amici”,

continua Vittorio Scala.

Oggi Posh Nightlife collabora soprattutto con Billionaire, Just Cavalli, Pineta - Milano Marittima, Qi Clubbing - Erbusco, Berfi’s - Verona. Il suo staff però è in grado di coccolare i suoi clienti in tutta Italia e non solo!

info & Credits www.poshnightlife.ch Fb: Vittorio Scala poshnightlife mr_scala

A cura di

Lorenzo Tiezzi

Ristorante Pizzeria

dal martedì al venerdì una piacevole

PAUSA PRANZO Via Lunga, 2 Brescia Tel 030 310815 Pizzeria “La Pastorella”


UNA LAP DANCE COME NON L’AVETE

mai visto Shangri-La Lap Dance Club

Via Arturo Toscaniani, 41 Castiglione delle Stiviere (MN) Seguici su Facebook:

Shangi-La Club info@shangrilaclub.it

70 BRESCIAUP


www.shangrilaclub.it

BRESCIAUP 71


Dal punto di vista di

Riky Modena


Emanuele

FASANO

IL PIANISTA DELLA STAZIONE

...come nel film “SlidingDoors” che racconta parallelamente due possibili vite della stessa donna: la vita dopo aver preso la metropolitana; la vita dopo aver perso quella metro. Anche la vita di Emanuele Fasano, 23 anni, sembra un film dal bellissimo titolo: “Il Pianista della stazione”, ossia il modo in cui la gente lo ha soprannominato. Quel treno in partenza dalla stazione Centrale di Milano e diretto a Roma Emanuele l’ha perso. Si è seduto a suonare il piano. È passato Alberto Simone, regista. Lo ha ripreso col suo cellulare. Il giorno successivo ha pubblicato il video su Facebook: 4 milioni di visualizzazioni, 74.000 condivisioni, 90.000 like e oltre 6.000 commenti appassionati. Si è chiusa la porta del treno in partenza. Si è aperta la porta del successo. Cosa succede quando ti viene l’ispirazione?

Ci sono due situazioni tipo: o succede quando sono in giro e purtroppo, non suonando il violino e non potendomi portare il piano con me, devo aspettare di arrivare a casa per poter sviluppare quello che mi è venuto in mente. Però magari canticchio la melodia e la registro col cellulare, giusto per non perderla. Poi una volta a casa, sviluppo tutto quello che mi è nato testa. L’altra situazione è quando sono già al pianoforte e, mentre suono, esce fuori qualcosa di diverso, di più forte. Allora rifletto un attimo e, nota dopo nota, tutto viene spontaneo. Io penso una melodia dentro la mia testa, poi cerco di suonarla, la ripeto più volte, fino a che trovo esattamente ciò che stavo cercando. Perché hai iniziato a suonare? È un amore nato per caso o arriva dalla tua famiglia?

Ho iniziato a suonare perché mi piaceva e non nego

Prendere. Perdere. Due parole simili. Due concetti opposti. Prendere un treno. Perdere un treno. Questione di destino...

che avere un papà compositore mi ha avvicinato spontaneamente a questa passione. Vedevo il pianoforte bianco a casa e ho sempre desiderato suonarlo. Il mio primo pezzo l’ho composto a 12 anni. Il titolo del tuo album è “La mia ragazza è il pianoforte”, etichetta Sugar, titolo poetico. Ma la tua ragazza vera non è gelosa? E questo titolo evocativo da dove arriva?

(ride...) No no, non è gelosa. Lo sa, il titolo è bello e non ha avuto niente da obiettare. Lei mi appoggia in tutto quello che faccio. Non è gelosa, sicuramente non lo è della musica (ride ancora…). Il titolo è nato parlando con Caterina Caselli. Era un periodo della mia vita in cui le ragazze mi avevano deluso umanamente e, quasi per consolarmi, le ho detto: “Sai, le ragazze vanno e vengono, va così, ma la mia ragazza è sempre il pianoforte”. Lei ha colto questo particolare e lo ha trasformato nel titolo dell’album. Qual è il tuo sogno più ricorrente?

Poter suonare in un luogo aperto con un pianoforte a coda, in mezzo alle persone, senza niente di programmato e vedere le loro reazioni. E il sogno più fantasioso?

Arrivare a un livello alto che mi permetta di portare la musica al pianoforte ad essere ascoltata e amata...

[...] A cura di

Maria Verderio


Con Voi Sempre INTRATTENIMENTO&NOTIZIE


... magari anche dai ragazzi più giovani, da tutti coloro che ascoltano la musica e non soltanto da chi ama il pianoforte e la musica classica. Il Pianoforte rivisto in chiave più moderna. E quello che non smetterai mai di rincorrere perché, in fondo, temi che non si potrà realizzare?

Credo che non ci sia nulla di irrealizzabile. Tutto dipende da quanto uno si impegna affinché le cose si realizzino. Quindi non esiste un sogno di cui dico “non ci riuscirò mai”. Se tu in un sogno ci credi tanto e lo desideri tanto, prima o poi si avvera. Dire che non posso realizzare qualcosa andrebbe contro il mio pensiero. Quindi la mia risposta è che non ce l’ho un sogno impossibile.

Il pianoforte è uno strumento musicale che sa descrivere un ventaglio molto ampio di emozioni. Quando senti maggiormante l’esigenza di suonare: quando sei malinconico, quando sei triste, quando sei felice?

Tutti e tre gli stati d’animo. Però chi vuole essere triste? Io preferisco essere felice! Anche se le cose più belle escono quando sei triste. Ti senti diverso coetanei?

dai

tuoi

Sicuramente sì. La maggior parte dei miei amici vanno all’università. Io sto studiando da solo per perfezionare i miei pezzi, per trovare armonie diverse. Nella musica non si smette mai di imparare. Oltre alla musica sto imparando lo spagnolo e altre lingue.

Qual è il tuo luogo del cuore, dell’anima, dove vai per riflettere e trovare l’ispirazione?

Da casa mia si vedono i campi, vedo tutte le stagioni, le osservo che trascorrono: l’estate, l’autunno l’inverno, la primavera. Vedo le stelle e la natura. Ma il posto dove posso trovare più ispirazione è Alassio. Davanti al mare entri in pace con te stesso. Ma quando sei stato contattato da Caterina Caselli, che per me è un vero mito e credo lo sia per tutti quelli della nostra generazione, qual è stato il tuo primo pensiero?

Inizialmente io non sapevo esattamente chi fosse, non lo sapevo così bene. Poi mi hanno spiegato e mi hanno raccontato tutto. Io all’incontro ci sono andato tranquillo, un po’ inconsapevole, non come se stessi andando a un appuntamento con un mito. Non ho quasi capito che si trattava di una cosa così grande e così importante. L’ho capito soltanto dopo. All’appuntamento sono rimasto me stesso e si è rivelato essere un atteggiamento vincente.

Ti capita di pensare a come sarai quando avrai 50 anni? Un’immagine ideale…

No, assolutamente no. Non ci penso e non ci voglio pensare, anche perché, essendo molto introverso, se penso a quando avrò cinquan’tanni penso che tante persone a cui sono legato e sono vicine a me non ci saranno più. In questo momento la mia vita è così bella che mi fa paura pensare al futuro. Non ci ho ancora pensato e quando arriverà, arriverà. Tempo al tempo che tanto prima o poi arriva tutto!

A livello ideale, nel tuo futuro per quale evento vorresti suonare? L’evento più evento…

Vorrei usare la mia musica per un film, una colonna sonora che possa trasmettere messaggi importanti. La mia musica sotto quella scena clou del film! Mi piacerebbe comporla interamente, fatta soltanto al pianoforte o con tutta l’orchestra.

2 chiacchierecon...

PH: Paolo De Francesco Sugarmusic “La Mia Ragazza è il Piano”

A cura di

Maria Verderio


mangano.com

MANGANO

MILANO / FIRENZE / DESENZANO / FORTE DEI MARMI / MILANO MARITTIMA / MANGANO.COM


FOLLOW US

Dance al CASCINALE

78

!

AUTOSPAZIO Nuova KOLEOS

FAUSTO LEALI presso SESTINO BEACH

82

90

Inaugurazione Centro Culturale Formativo DON A. TADINI

80

BRESCIAUP 77


al CASCINALE mangia e balla! DANCE

La musica considerata da molti la più bella in senso assoluto , quella degli anni ‘60/‘70/‘80, è stata la regina della serata DANCE al Cascinale di Sirmione , sold out per l’occasione. Un evento di successo firmato Valerio Merola che oltre a proporre il simpatico slogan “Mangia e Balla!”, ha voluto per la prima volta al Lago di Garda, in una serata disco/gastronomica, il più apprezzato DJ italiano specializzato nella musica che piace a tutti. DJ Francesco Fontes è arrivato al Cascinale a bordo del suo van personalizzato, con una attrezzatura musicale di sua proprietà all’avanguardia assoluta.

Appena DJ Fontes ha iniziato a suonare, la “pista” si è animata con le belle ballerine del tavolo ‘Bravissima’ che sono state subito seguite dagli altri ospiti presenti alla serata, tra questi alcuni noti imprenditori del bresciano con le loro elegantissime signore. A musica iniziata la bella sorpresa dell’arrivo del regista Alberto Moroni con tutto il cast del film “The Gamblers” che sta girando sul Garda dal tema sociale molto attuale: il gioco d’azzardo e la ludopatia. Un altro ospite a sorpresa ma a quattrozampe! Il magnifico esemplare di grande bovaro svizzero Ben che è stato educatissimo per tutta la sera accanto al tavolo dei suoi Roberta e Paolo Nova.

Il Menù Dance proposto da Omar e Sadia titolari con gli altri figli del Cascinale ha visto dei piatti preparati in maniera magistrale anche come immagine di presentazione dallo Chef Tony e dalla sua brigata. Particolarmente apprezzata l’entrée con quattro tipi diversi di tortelli.

Il supercreativo Valerio Merola già pronto per la prossima serata? Pare proprio di sì , i rumors dicono che stia pensando ad un evento internazionale.

78

PH.: fotogiorgini.it


grazie a livelli di performance dei tiratori che sono analoghi a quelli degli atleti normodotati, il Tiro a volo paralimpico è un esempio di inclusione che racconta di pari opportunità e dignità. Senza dimenticare che ogni giorno, riceviamo dagli atleti paralimpici un esempio di professionalità, dedizione e passione migliore di quanto ognuno di noi possa essere per loro». «Quello del Tiro a Volo Paralimpico – sottolinea Luciano Rossi, Presidente della Federazione Italiana Tiro a Volo – è un sogno tutto italiano che, grazie al duro lavoro portato avanti dalla Federazione negli ultimi 10 anni in nome e per conto della Federazione Internazionale degli Sport di Tiro e con il benestare del Comitato Paralimpico Internazionale e Nazionale, si è trasformato in una splendida realtà».

Piazza Matteotti 21, 25015 Desenzano del Garda (BS) Tel. 392 061 9854


Inaugurazione Centro Culturale e Formativo

Don Arcangelo Tadini

80


Giovedì 12 Ottobre è stata inaugurata la nuova sede del Centro Culturale e Formativo Don Arcangelo Tadini, alla presenza di autorità civili ed ecclesiastiche. Il Centro Culturale e formativo Don Arcangelo Tadini nasce nel 2000 grazie all’unione di alcune persone che hanno creduto fortemente nel valore della formazione. Dopo aver ottenuto l’accreditamento alla formazione nel 2003, a partire dal 2012 è stata avviata l’esperienza del DDIF che riguarda la formazione professionale per ragazzi in uscita dalle scuole medie in obbligo formativo, in continua crescita. Nel 2015 il Centro ha visto l’apertura di una nuova sede a Castiglione delle Stiviere e l’ottenimento dell’accreditamento ai servizi al lavoro da parte di Regione Lombardia che ha portato a stringere forti collaborazioni con studi di consulenza ed aziende, proponendosi come ente intermediario tra le aziende e i neo assunti elaborando pratiche per ottenere agevolazioni e sviluppando la formazione aziendale con l’ausilio dei finanziamenti disponibili. Con il passare degli anni quindi il Centro Culturale e formativo Don Arcangelo Tadini ha vissuto un continuo sviluppo e incremento delle attività e il recente cambio di sede in un ambiente indipendente, stimolante e molto visibile crea i presupposti per migliorarsi ulteriormente e proporre nuove tipologie di servizi. L’intento è, infatti, anche quello di proporre gli spazi disponibili a chi abbia necessità o idee coerenti con il nostro spirito formativo. Per la serata si ringraziano le persone intervenute e il sostegno di Wise Boutique Desenzano e Daldosso Eventi. Centro Culturale e Formativo Don Arcangelo Tadini S.c.a.r.l. Via Tenente Silvioli, 40 - Montichiari (BS)

BRESCIAUP 81


Fausto Leali L I V E

82


1 3 O t t o b r e 2 017

una notte con

Le(ali)

Brescia Up ha seguito in diretta il live show di Fausto Leali al Sestino Beach. La serata ha celebrato un anno esatto dall’uscita del suo ultimo album, “Non solo Leali”. Jerry Calà, direttore artistico del Sestino Beach, ha voluto Fausto Leali: “Lui è un cantante puro, uno dei più grandi interpreti della musica italiana“. Ne è sicuro l’instancabile Jerry, direttore artistico del noto locale di Desenzano del Garda, quello che in tanti ancora chiamano l’unico e vero Salotto del Lago, gestito insieme a Puccio Gallo e Yudi Bueno. A due settimane dal grande live di Luisa Corna (che di Leali in fondo può essere considerata la musa), ecco un nuovo significativo live show. Una festa speciale, per due motivi: la serata celebra un anno esatto dall’uscita del suo ultimo album, “Non solo Leali“, ma anche (con un paio di settimane d’anticipo) il compleanno del cantautore bresciano, nato a Nuvolento il 29 ottobre del 1944. “Non solo Leali” è un disco che resterà negli annali:

pubblicato appunto nell’ottobre di un anno fa, l’album raccoglie dieci grandi cover che hanno fatto la storia della musica italiana, in cui Fausto Leali duetta con gli autori dei brani originali. Da ascoltare e riascoltare: Francesco De Gregori e Mina, Enrico Ruggeri e Renzo Arbore, e poi Claudio Baglioni, Massimo Ranieri, Umberto Tozzi. “Un disco molto importante per me”, dice Fausto (che intanto anche venerdì sarà supportato dalla moglie Germana). “Il lavoro va sempre a gonfie vele – continua Leali – e siamo sempre in giro. Non lo nego: stiamo lavorando ad alcuni progetti interessanti”. Magari un nuovo disco chissà, magari di inediti: proprio Fausto lo aveva annunciato solo qualche mese fa, in occasione della sua partecipazione televisiva a “Ballando con le stelle”. “La sua voce rappresenta la grande voce italiana – spiega invece Jerry, amico da una vita e che lo ha voluto anche al suo compleanno e con cui ha duettato – Una voce irraggiungibile, piena di anima, inimitabile e possente”. Non solo Leali, è proprio vero: alla festa era presente anche il grande Fabio Testi, ad ascoltare i brani del grande cantante ed a sentirlo duettare con Jerry Calà! Per chi volesse approfondire la sua grande carriera: www.faustoleali.com. Sestino Beach

Via Agello, 41/a Desenzano del Garda Fb: Sestino Beach

BRESCIAUP 83


www.studiopiu.net

I deejay piĂš seguiti, la folle animazione dei nostri vocalist, la tua festa firmata

Ogni giorno in diretta trasmettiamo energia e divertimento! Ogni notte siamo connessi con i locali di tutto il mondo

Tel. 030 9991000


CAFFÈ N.°2

aperitivo abruzzese di fine estate

Sabato 30 Settembre Si è tenuto il tradizionale appuntamento di festa di fine estate presso il Caffè N°. 2. Una serata ricca di musica, buon vino e prelibatezze bresciane ed abruzzesi! CAFFE N°2 P.le Arnaldo, n. 1 Brescia Fb: Caffè N2 Per info: 338 821 6528

BRESCIAUP 85


86


Brescia

LA GIOSTRA DI

1 Ottobre 2017 In sella ad un cavallo nero, cinquecentovent’anni dopo, la bella Caterina Cornaro, regina di Cipro e delle Armenie, è tornata in città. Il 1 Ottobre, come nel lontano 1497, la presenza della nobildonna veneziana ha trasformato il cuore della Leonessa in un campo di battaglia per abili cavalieri de “La Giostra di Brescia”, organizzata da Maurizio Argetta. I sei cavalieri si sono affrontati, armati di lancia, in sella a sei splendide cavalle. A trionfare è stato Graziano Zorza che, in sella a Vega, è riuscito, per i colori di Porta Bruciata, a infilare la lancia nell’anello da 3 centimetri. La sfida ha conteso gli sguardi della folla dei numerosi spettatori alla bellezza della regina, quest’anno interpretata dalla modella e grafica pubblicitaria Anita Veres di origini italo-ungheresi. PH.

Alex Giovita

BRESCIAUP 87


The distinguished

GENTLEMAN’S RIDE: MOTOCICLISTI GENTILUOMINI PER LA RICERCA CONTRO IL TUMORE

88


Grande successo a Brescia per l’evento benefico internazionale dedicato alla solidarietà, alle due ruote classiche e all’eleganza La generosità bresciana non ha potuto mancare all’appuntamento con la quinta edizione di ‘The Distinguished Gentleman’s Ride’, il più grande evento motociclistico di beneficenza al mondo nato in Australia nel 2012 da un’idea di Mark Hawwa con l’obiettivo di sensibilizzare la collettività e raccogliere fondi in favore dei programmi di andrologia della Movember Foundation contro il tumore alla prostata e di programmi di prevenzione dei disturbi di salute mentale negli uomini. Quest’anno, in più di 580 città di 95 Paesi, circa 92 mila riders hanno sfilato in sella a motociclette ‘special, modern classic e d’epoca’, consentendo di raccogliere fondi per oltre 4,4 milioni di dollari. In particolare, a Brescia sono stati oltre 300 i riders iscritti ufficialmente all’evento con una raccolta di circa 4.800 euro.

“I bresciani non hanno mancato di rispondere con entusiasmo, come ogni anno, a questa quinta edizione di The Distinguished Gentleman’s Ride – commenta Cesare Sasso, uno dei volontari che hanno organizzato la tappa bresciana dell’evento globale. L’atmosfera che abbiamo respirato, di partecipazione e divertimento puro uniti alla generosità, è qualcosa di straordinario che ci rende assolutamente soddisfatti e ottimisti nell’auspicare che la DGR di Brescia possa diventare un appuntamento fisso per un numero sempre più crescente di appassionati e centauri. Un particolare ringraziamento deve essere rivolto al Comune di Brescia, patrocinatore dell’iniziativa, al Corpo di Polizia Municipale di Brescia che ha supportato l’evento, garantendo che tutto avvenisse in totale sicurezza e, infine, alla cittadinanza come sempre partecipativa e paziente nei passaggi delle moto. Tutti hanno perfettamente compreso e condiviso lo spirito benefico dell’iniziativa”.

“Un’esperienza benefica incredibile che, alla solidarietà, unisce l’amicizia, il divertimento, la scoperta delle bellezze dei nostri territori – spiega Marco Barabanti, presidente Brixia Special Moto Club, volontario organizzazione. La Distinguished Gentleman’s Ride è un sincero connubio di questi valori, una moto-passeggiata solidale che anche quest’anno ha contribuito ad una causa tanto nobile come la raccolta di fondi a sostegno della Movember Foundation. Sempre più riders si uniscono a noi, e con grande piacere contiamo una presenza femminile crescente. Anche le amiche dell’Associazione Donneinsella, ci hanno fatto gradita compagnia, affiancandoci nella gestione dell’evento. Una bella occasione, insomma, per trascorrere una giornata diversa dalle altre insieme ad amici che condividono la stessa passione perla moto, in linea proprio con lo spirito di Brixia Special”.

Dopo il ritrovo per fare colazione in Areadocks, il gruppo di motociclisti gentiluomini è partito alla volta del Lago di Garda, con tappa presso la Cantina Pasini di Bedizzole dove si è svolta la consueta gara di eleganza, passando per Padenghe e Desenzano, fino ad arrivare a Castellaro Lagusello, uno dei più bei borghi italiani scelto come tappa finale della moto-passeggiata.

“Non possiamo che essere soddisfatti del successo riscosso dall’evento nonostante l’incertezza meteorologica – conclude Francesco Savoldi, titolare Triumph Brescia, partner e volontario dell’organizzazione. Brescia ancora una volta ha risposto con forza all’appello di un progetto di solidarietà internazionale ad ampio respiro, con una passione sorprendente. Anche quest’anno non poteva mancare il contest di eleganza, che premia il binomio moto-motociclista che meglio ha incarnato lo spirito della DGR 2017. Quest’anno si è aggiudicato il primo premio Enrico Bonetti, accompagnato dalla sua signora, in sella ad uno stupendo sidecar”.

BRESCIAUP 89


90


Autospazio ha festeggiato l’arrivo della nuovissima Renault Koleos con un magica serata! Venerdì 29 Settembre da @Vita in piazzale Arnaldo ha fatto trascorrere a tutti una fantastica serata all’insegna della musica e del divertimento! Autospazio ringrazia i suoi ospiti per aver partecipato, e invita tutti in salon alla prova di Koleos. Autospazio Spa Via A. Diaz, n. 10, 25010 - San Zeno Naviglio Fb: Autospazio Spa autospazio.it www.autospazio.it

BRESCIAUP 91


Finalissima

testimonialfor

EGOSHOP FALL//WINTER2017

Si è svolta la scorsa domenica la Finalissima del nostro concorso che ha visto come vincitrici le bellissime Gloria Pezzaioli per la categoria + 18 e Sara Bianchi nella categoria under 18, che hanno avuto la meglio sulle 40 bellissime finaliste di questa stagione! Le rivedremo a partire da Dicembre per le nuove tappe di selezione come madrine e sicuramente sui nuovi cataloghi della Fall / Winter Collection 2017 !! Durante la serata sono state elette altre bellissime 10 miss con fasce speciali fuori graduatoria come: Miss BresciaUp Manuela Dotta, Miss Xclusive Laboratorio Creativo Sara Bianchi, Miss Maria Ielpo Gioielli vinto da Gloria Pezzaioli, Miss I Love Blog Benedetta Federici, Miss Blondinette Sposa Susan Van Newport, Miss Ondaverde Denise Cinquini, Miss Fly Fit Uliana Seredich, Miss Fotogenia Alexandra Pavlovich , Miss the Body, per la fisicità, Lisa Tenca, Miss Sorriso Simona Pavia. Inoltre abbiamo assistito alla presentazione della linea sposa by Blondinette, la linea di gioielli di Maria Ielpo, abiti da cerimonia e long dress by Ego Shop, le modelle sono state acconciate dal nostro super Sergio Galeri parrucchiere in Ondaverde, presentazione di Xcluive Laboratorio Creativo, Le Torte di Giada, le ragazze della palestra Fly Fit che si sono esibite sui teli durante la serata e infine restando in tema palestra e alimentazione si è presentata la dietista Veronica Bignetti. Ospiti della serata le bellissime Sara Calabria Miss Alpitour Lombardia e Giulia Gatta Miss Lombardia by Miss Italia (entrambe ex vincitrici delle passate edizioni del nostro concorso che quest’anno ci hanno reso davvero molto orgogliosi, entrambe per la regione Lombardia si sono qualificate per le finali nazionali a Jesolo di Miss Italia!)

92


BRESCIAUP 93


Modella del mese

Lara A.

Mi chiamo Lara ho 21 anni, sono nata a Brescia e vivo a Ghedi, amo viaggiare, ascoltare musica e fare shopping. Sono una persona solare, ambiziosa e determinata per raggiungere ciò che voglio. Attualmente lavoro, e spero un giorno di poter realizzare il mio più grande sogno, quello di lavorare nel mondo della moda come modella o fotomodella. Una frase che potrebbe riassumere la mia filosofia di vita è:”È proprio la possibilità di realizzare un sogno che rende la vita interessante.”

*Le modelle del mese vengono presentate da AnthonyLe Models agenzia di Brescia Ph. Alex Giovita


OROSCOPO ARIETE Il mese di Novembre potrebbe portarvi depressioni autunnali dovute a delusioni per situazioni che non andranno come avete pensato, non per questo non potrete fare di meglio. In amore la vostra relazione può avere delle tensioni saranno temporanee. Vivrete dei ritmi alti riposate di più.

96 BRESCIAUP

Novembre BILANCIA

Le stelle promettono un Novembre positivo per la Bilancia. La carriera ne guadagnerà, sul lavoro avrete un impegno maggiore per raggiungere una posizione migliore. In coppia ritroverete armonia, e momenti romantici. I single dovranno fare più vita sociale, un concerto dal vivo potrà servirvi per ricaricarvi di energia!

TORO

SCORPIONE

Nel mese di Novembre, i pianeti cambieranno e vi consigliano di fare attenzione ai piccoli infortuni che possono capitare dovuti alla vostra poca attenzione. Mente e corpo sono connessi e per questo la stanchezza si farà sentire cercate di trovare del tempo per riposarvi. Lavoro nella calma, nella sfera affettiva ci sarà un conoscente che avrà bisogno di una mano, aiutatelo ne ricambierà il favore.

Lo Scorpione questo mese sarà inquieto. Cercate aiuto tra gli affetti più stretti, per potervi riprendere e tornare alla normalità. Siate intelligenti e capaci a non prestare attenzione a un collega invidioso. Un occhio di riguardo riservatelo alle occasioni sul lavoro, se non ci presterete attenzione un domani potreste rimpiangerle. Sognare fa bene ma nella realtà i compromessi servono per non creare problemi con un partner meno sognatore di voi.

GEMELLI

SAGittARIO

Positività in tutti i fronti per i Gemelli, divertimento e avventure, per le coppie organizzate una serata danzante. I single beneficeranno di incontri con nuove persone, divertendosi e godendo di avventure in libertà. Del clima rilassato lo troverete tra le mura domestiche, facendo cose piacevoli se lascerete fuori i problemi di scuola o lavoro, come un collega che potrebbe rivelarsi pesante.

Per i Sagittario il lavoro la farà da padrone questo mese. Fate attenzione a salvarvi da situazioni di disturbo, ne potrà risentire l’armonia giornaliera, il vostro umore e il tempo libero, ma ne varrà la pena. Non rimandate a domani quello che potete fare oggi. Correte il rischio di problemi cronici, fate dei controlli mirati. Vivete del tempo all’aria fresca per conciliare il sonno e riposare meglio.

CANCRO

CAPRICORNO

I vostri sforzi Cancro, saranno premiati nel mese di Novembre, potrete così godere ancora di fortuna. Non agitatevi se vi troverete ad avere una quantità di lavoro da fare, con la calma lo risolverete. Regalatevi tempo per voi e rafforzate le difese immunitarie per evitare i malanni autunnali. Avrete accentuata la sensibilità, con la vulnerabilità, vivrete intensamente il vostro rapporto di coppia.

Per il Capricorno, questo mese, potrebbero esserci incomprensioni e litigi in famiglia, che con volontà risolverete in fretta. Avrete bisogno di tutto l’equilibrio interiore per affrontare le situazioni della vita e la tua somatizzazione potrebbe essere verso l’apparato osseo e la schiena. Fare un po’ di ginnastica posturale e di yoga vi aiuterà. Organizzate una festa, per ritrovarsi così con gli amici.

LEONE

ACQUARIO

Non guardate al passato e a cosa non siete riusciti a fare. La cosa migliore è guardare avanti e vivere il presente con serenità. Il dialogo con le persone con onestà non vi deve spaventare, anzi le bugie se pur a buon fine, potrebbero rivelarsi spiacevoli se smascherate. La stanchezza non vi deve portare a trascurare voi stessi e il vostro aspetto così come l’ambiente dove vivete. Anzi dei rinnovamenti possono portare dei benefici sia alla mente che al corpo.

Le stelle sono stabilmente nel segno dell’acquario, vi daranno calma favorendo la risoluzione a problemi nei rapporti, aprofittatene. Trascorrerete del tempo con i famigliari e per conto vostro facendo dell’attività fisica. Nella mente avrete solo il vostro compagno/a, ma attenzione a non essere troppo invadenti. Ascoltate il vostro corpo, siete arrivati al limite rifiutate inviti ai quali potete fare a meno e cercate di pensare a voi stessi.

VERGINE

PESCI

La Vergine in questo mese dovrebbe stare più tempo con la famiglia, lasciando fuori i problemi troverete armonia. Se avete favori richiesti non mancate di dare sostegno, per non passare da egoista. Siate forti e difendete le vostre idee facendo emergere le vostre doti che di solito tenete nascoste. Il cattivo umore non fa bene sconfiggetelo con lo sport o qualche attività che vi possa distrarre.

Positività in, con la quale vi riappacificherete con vecchi nemici tralasciando al passato i vostri problemi. Il ritmo di lavoro sarà alto, e lo stress la farà da padrone, ma risolverete ogni cosa. In famiglia riuscirete a creare serenità lasciando fuori i problemi, constatando che così è più piacevole. Distraetevi con cose nuove magari una visita ad un museo o una mostra.


NUOVA RANGE ROVER VELAR

A VOLTE LE PAROLE NON SERVONO.

Di Nuova Range Rover Velar capisci tutto al primo sguardo. Il suo design futuristico e l’armonia delle linee creano una perfetta combinazione di semplicità, raffinatezza e sofisticata eleganza in cui anche l’attenzione al minimo dettaglio è portata all’estremo. E se in poche parole non siamo riusciti a rendere giustizia alla bellezza di quest’auto, non ti resta che continuare a guardarla. Più a lungo.

BRESCIA MOTORI

Via Padana Superiore 34, Castegnato 030 322 9881 concierge.bresciamotori@landroverdealers.it bresciamotori.landrover.it

Consumi Ciclo Combinato da 5,4 a 9,4 l/100 km. Emissioni CO2 da 142 a 214 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di LAND ROVER FINANCIAL SERVICES. Land Rover consiglia Castrol Edge Professional.

BRESCIAUP | OTTOBRE 2017