Page 1

Alvarion ha rilasciato la nuova versione software 6.6 ideale per la famiglia di prodotti BreezeAccess VL, il pluripremiato sistema PuntoMultipunto (PtMP) che lavora nella banda non licenziata dei 5.4 Ghz.

Huawei presenta due nuovi switch della linea Quidway®. S1700 e S6700 sono apparati ad alte prestazioni, progettati per servire al meglio in reti backbone, reti aziendali, reti e-government e reti metropolitane.

Wireless pag. 6

Networking pag. 4

IL NEWSPAPER

Codice Risposta Q3/11

n°22 Q3/2011 Anno V copie 2.500

NE/PD0017/2008

L’ANNO CHE VERRÀ w w w. e l m a t . c o m

L’EDITORIALE Proprio nei giorni in cui sta andando in stampa questo nuovo numero, è in atto un vero e proprio terremoto finanziario, favorito dal protrarsi del periodo di crisi globale, che sta investendo in pieno la situazione politicoeconomica italiana. Avremmo potuto dunque parlare dell’ultimo pessimistico Rapporto Assinform del 2011 che conferma, se mai ce ne foss stato bisogno, che la crisi congiunturale che ci sta investendo non ha risparmiato le tecnologie dell’informazione. E’ un dato di fatto: il trend del mercato IT in Italia è negativo e i numeri sono in rossoi. Trend negativi a discapito però di mercati che stanno crescendo e tenendo botta come quello dei software, del cloud computing e della sicurezza in generale. O anche restando in tema di numeri, che qualcuno ci ha insegnato che non sbagliano (quasi) mai, avremmo potuto impegnarci ad analizzare a fondo l’annuale edizione dell’ IT Industry Competitiveness Index. Questa speciale classifica riguardante la competitività globale dell’IT realizzata dall’Economist Intelligence Unit (Eiu), vede l’Italia crescere e scalare una posizione rispetto a due anni fa, dalla 24esima alla 23esima. Magra consolazione se poi ci accorgiamo che i maggiori salti in avanti li hanno ottenuti, oltre che gli ormai noti paesi emergenti come India o Malesia, nazioni a noi più vicine come Austria e Germania, ma anche veri e propri “outsider” come Singapore, Messico o Polonia. Ma a noi questi numeri interessano il giusto. Preferiamo parlare della nostra “ricetta anticrisi”. Una ricetta molto semplice che ha alla base la professionalità e la passione che mettiamo nel nostro lavoro. A questo aggiungiamo una miscela di ingredienti innovativi, come lo sviluppo del nostro portale B2B o dei corsi di formazione webinar, e di antichi sapori come la vicinanza alle esigenze dei nostri partner e una collaborazione a 360 gradi dalla sfera commerciale alla relazione umana. E per finire un pizzico di coraggio e una buona dose di ottimismo che ci portano a concludere nuove partnership e ad affrontare con il giusto piglio nuovi mercati in crescita , ma soprattutto a guardare al futuro con la giusta fiducia... quanto basta.

Andrea Rizzo

A COLLOQUIO CON ANDREA RIZZO E MICHELE SCAPOLO, CO-CEO DI ELMAT SPA: MERCATO, STRATEGIE E UNO SGUARDO AL FUTURO CON CAUTO OTTIMISMO *di Luca Figini

N

on è un periodo semplice per il mercato e l’economia in generale, ma ci sono sorprendenti possibilità di crescita e segmenti in forte espansione. “La crisi finanziaria mondiale degli ultimi anni sembrava aver terminato la propria tendenza negativa esibendo segnali di assestamento piuttosto che di reale ripresa”, dice Andrea Rizzo, Managing Director di Elmat. “Assistiamo a un bilanciamento tra la sospensione e la continuità degli investimenti da parte di committenti privati e pubblici”, continua, come dire che l’equilibrio che si sta creando è foriero di stimoli che vanno analizzati ed esplorati. Crescite a doppia cifra nel “settore della videosorveglianza e sicurezza in generale mantengono interessanti tendenze al rialzo”, spiega Rizzo, che sottolinea come questo trend non ha “ancora raggiunto una fase di stabilità”. Così come con quello delle Tv, anche in questo segmento di mercato “la migrazione dall’analogico al digitale (IP), la realizzazione di impianti ex novo e le opAndrea Rizzo e Michele Scapolo, soci fondatori di ELMAT SpA portunità offerte a nuovi settori come il mondo retail restano le leve trainanti”. Rizzo poi illustra una prospettiva interessante: la comunicazione audio/video “sembra godere di una progressiva crescita della cultura aziendale nei confronti degli incontri virtuali e del conseguente risparmio”. Il tutto condito dalla stagione positiva “del wi-fi enterprise che si sta diffondendo in modo esponenziale all’interno di strutture private ed aree pubbliche per differenti opportunità che la tecnologia concede”. Un esempio? RIzzo spiega come “il successo del marchio Aruba Networks” nel contesto appena descritto “conferma la presenza del mercato wireless nel nostro Dna”. Senza dimenticare “l’acquisizione del contratto di distribuzione, primo e a oggi unico in Italia, del marchio Huawei (linea enterprise) rappresenta per Elmat un’importante opportunità che ci darà grandi soddisfazioni nei prossimi anni”. Ecco, il futuro, quello a cui ci si affida per superare l’empasse economica attuale del Paese. “La situazione italiana degli ultimi anni e soprattutto dell’attuale momento impone un atteggiamento che punti alla solidità ancor prima dei volumi”, spiega Rizzo. La situazione è complessa, tanto che è “difficile effettuare programmazioni che si basino sulle vendite. segue in seconda pagina...

Co-C.E.O. Elmat spa

I PROSSIMI 15 ANNI DELLA VIDEOSORVEGLIANZA: GUARDARE INDIETRO PER IMMAGINARE IL FUTURO. INTERVISTA A MARTIN GREN, CO-FONDATORE DI AXIS COMMUNICATIONS AB E INVENTORE DELLA PRIMA TELECAMERA DI RETE AL MONDO. Videosorveglianza pag. 5


2

w w w. e l m a t . c o m

SOMMARIO ARUBA Chi trova Amigopod, trova un tesoro. La nuova soluzione di Aruba Networks, migliora la connettività in mobilità delle reti pubbliche e private pag. 3

CORSI

POLYCOM L’alleanza strategica di Polycom e Microsoft – the next big thing together. Il frutto della relazione strategica tra le due aziende è un’innovativa soluzione di Telepresenza pag. 4 RADWIN Avviata la videosorveglianza del territorio comunale di Mira con un sistema Radwin altamente sofisticato in grado di trasmettere pag. 4 in tempo reale e in alta qualità il traffico video AXIS A colloquio con Martin Gren, Co-Fondatore di Axis Communications AB e inventore della prima pag. 5 Telecamera di Rete al mondo D-LINK D-LINK e lo storage di rete: soluzioni SAN e NAS per le aziende. La gamma di D-Link garantisce protezione, centralizzazione e accessibilità delle informazioni pag. 5 digitali aziendali ALVARION ALVARION implementa le funzionalità per BreezeAccess VL, il pluripremiato sistema Punto-Multipunto (PtMP) che pag. 6 lavora nella banda non licenziata dei 5.4 Ghz HUAWEI Huawei presenta due nuovi switch della linea Quidway®: apparati ad alte prestazioni, progettati per servire al meglio in reti backbone, reti aziendali, pag. 6 reti e-government e reti metropolitane TYCON Tycon Power presenta la pala eolica orizzontale, ideale per l’alimentazione in molteplici situazioni legate alla distanza dai centri urbani e dalle sorgenti elettriche pag. 7 convenzionali

19 ottobre - PADOVA Certificazione XProtect Professional

24/25/26 ottobre - PADOVA Certificazione Solution Professional & Integrator

3/4 novembre - ROMA Certificazione Network Video Fundamentals

NEWS

PIU’ VICINI AL MONDO, PIU’ VICINI A VOI Nella sua storia Elmat ha sempre rappresentato per i propri partner commerciali molto più che un semplice distributore e, per la propria clientela, un sicuro punto di riferimento per il reperimento di informazioni, di suggerimenti o anche di iniziative commerciali e ludiche. Supportare ed ascoltare chi crea il nostro mercato... Con questa idea, in un’era in cui comunicare è diventato un fenomeno sempre più rapido e di massa, Elmat ha deciso di aprire le proprie porte a Twitter , Linkedin, YouTube e RSS. Con l’pertura a nuovi mezzi comunicazione di social networking, Elmat vuole proporsi come un sicuro luogo di incontro degli operatori di settore dove promuovere soluzioni, confrontarsi, aprire nuove relazioni e canali di comunicazione, un modo per Elmat di essere, come sempre, vicina alle reali esigenze dei propri partner. Dal 10 ottobre un’ampia selezione di offerte sui nostri prodotti sarà disponibile su Twitter a condizioni veramente vantaggiose....follow us on

AVM Il dispostivo multifunzione di AVM è un modem router wireless pluripremiato che integra anche un vero e proprio pag. 7 centralino telefonico dall’impiego intuitivo

IL NEWSPAPER Proprietà intellettuale: Elmat SpA Via Uruguay, 15 - 35127 Padova Z.I. Realizzazione editoriale a cura di: Cast Adv & Communication Srl Impaginazione grafica: Dario Ferretti - www.darioferretti.it Stampato da: Tipografia Aster (PD) Diffusione: 10.000 copie/anno Stampato a Padova a Ottobre 2011 È disponibile in versione PDF sul sito www.elmat.com

THE CORNER Un filo diretto personalizzato, un universo di contenuti e informazioni ricco di risorse e servizi: è il nuovo Portale Business to Business di Elmat Spa, una piattaforma sviluppata per offrire la possibilità ai clienti di gestire, in piena autonomia e nella massima libertà, la comunicazione e i rapporti commerciali con Elmat Spa. Per poter usufruire dei numerosi servizi messi a disposizione dal portale sarà necessario effettuare la registrazione, scegliendo la propria Login e Password, e attendere l’email di confermata attivazione. Le potenzialità del nuovo web service Elmat sono molteplici: alle aziende partner verrà data la possibilità di effettuare acquisti On-Line, tramite catalogo o a mezzo codice; visualizzare la disponibilità dei prodotti a magazzino, il relativo prezzo e l’eventuale sconto dedicato; conoscere le offerte promozionali attive, il programma a premi Itinera e il rispettivo saldo punti; accedere all’area support, per approfondire la conoscenza dei prodotti distribuiti da Elmat Spa e ottenere informazioni aggiuntive come Firmware, Update, documentazione tecnica e molto altro ancora. Tutti i servizi sono gestibili e fruibili in maniera semplice e immediata attraverso una pagina personalizzata, denominata “My Home”, disponibile per ogni cliente nella propria area riservata.

segue dalla prima pagina...

Elmat, fermo restando l’importanza di un fatturato di qualità, focalizza tra i suoi primi obiettivi il raggiungimento di una struttura dalla cui solidità, competenza ed ottimizzazione scaturiscano volumi crescenti quasi come conseguenza logica di una presenza di qualità sul mercato”, chiosa Michele Scapolo co-Ceo di Elmat. “L’evoluzione del cliente rappresenta parte del successo del distributore”, conclude. Dal canto suo, Rizzo sostiene che “da un lato tendiamo a una evoluzione degli strumenti a favore del cliente che grazie, per esempio, allo sviluppo del nostro Portale B2B è sempre più autonomo nel reperimento delle informazioni tecniche e commerciali fino all’invio dell’ordine”. Il segreto è essere vicini al cliente: “resta sempre la strategia più proficua per un’azienda di stampo commerciale. Soddisfare le esigenze del cliente non vuol dire soltanto reattività e risposte ma anche proposizione di nuove opportunità che stimolino il system integrator a presentarsi sul mercato con nuove proposte in termini di tecnologie e/o prodotti”. Tra gli obiettivi ci sono quelli di ottimizzazione della struttura aziendale di Elmat, perché sia competente e competitiva, e curare la formazione. “La nostra proposta formativa è costante in termini qualitativi e quantitativi da più anni ma è innegabile una tendenza, benché minima, alla diminuzione del numero di partecipanti”, dice Rizzo, citando iniziative come i webinar e i video tecnici. Chiari gli assetti sui cui intervenire per aggredire il mercato nell’immediato futuro. Innanzi tutto “tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012 saranno introdotte figure strategiche all’interno della società che mirino soprattutto al coordinamento dei reparti, al mantenimento della qualità del supporto tecnico pre-vendita e alla copertura di quelle aree italiane in grado di offrirci opportunità di crescita”, spiega Scapolo. Passando poi alle partnership, così come spiega il co-Ceo di Elmat: “la collaborazione ha come conseguenza e non come obiettivo vendite che diventano un successo condiviso fin dalla partenza da entrambi gli attori. Non è un caso che i nostri clienti e fornitori più importanti siano aziende con le quali vi è in essere una collaborazione a 360 gradi: dalla sfera commerciale alla relazione umana”. Infine, immancabili, le leve di marketing anche se, come dice Rizzo, “sono finiti i tempi degli slogan e dei prodotti in promozione. Il marketing di oggi è un marketing fatto di contenuti e di strumenti”. Insomma, bisogna comunicare ma il messaggio è “vincente solo se al primo impatto dà l’idea di offrire un’opportunità al destinatario”. *Luca Figini è giornalista professionista Free Lance, collabora tra gli altri con Nova 24, Netbook e Pc Professionale, attualmente dirige il coordinamento editoriale di Market Place


CHI TROVA AMIGOPOD, TROVA UN TESORO AMIGOPOD DI ARUBA NETWORKS, MIGLIORA LA CONNETTIVITÀ IN MOBILITÀ DELLE RETI PUBBLICHE E PRIVATE Gli utenti di rete o i dipendenti della struttura erogante il servizio possono anche auto-registrarsi alla rete sgravando la struttura di eventuali costi per la gestione del servizio, mentre la sofisticata piattaforma di monitoraggio utente a disposizione, fornisce una dettagliata e personalizzabile reportistica sull’utilizzo della rete suddivisa per utente, per applicazione o per device. I diversi tool di monitoraggio offerti da Aruba Amigopod forniscono di fatto un importante strumento di controllo sulle autorizzazioni e sugli accessi alla rete, molto utili per rispondere a una moltitudine di importanti quesiti quali: chi è autorizzato ad accedere alla rete, cosa gli utenti sono autorizzati a fare, per quanto tempo, chi e quando si è connesso, ecc... Aruba Amigopod è, tra l’altro, progettato per integrarsi perfettamente con infrastrutture e reti multivendor esisenti create per altre applicazioni, videosorveglianza, sicurezza urbana, monitoraggio ambientale, ecc.. L’interfaccia utente intuitiva di Amigopod semplifica di fatto la gestione degli utenti guest Con l’aumentare dei collegamenti tramite rete mobile, le aziende sono sempre più alla ricerca di soluzioni e metodi innovativi ed efficaci per consentire agli utenti una connettività costante, sicura ed affidabile, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Aruba Amigopod è una soluzione scalabile e facile da utilizzare che fornisce un accesso sicuro, a norma di legge, altamente personalizzabile e centralmente monitorato agli utenti dotati di qualsiasi tipologia di device. L’interfaccia utente intuitiva di Amigopod semplifica di fatto la gestione degli utenti guest, definendo una lunga serie di processi automatizzati per l’autenticazione d’utente che permettono: - La gestione contemporanea di policy per gli utenti guest soggetti a tracciamento e dipendenti della struttura

con esigenze complesse e differenti; - Una perfetta integrazione con reti preesistenti sia infrastrutture wired che wireless; - La scelta di policy di maketing localizzate su base geografica - La estione tipica da carrier o provider: Multiutente Amigopod aiuta in modo semplice e sicuro le strutture pubbliche o private a gestire l’accesso degli ospiti e del loro device in rete, sia nella configurazione delle diverse tipologie di accesso che semplificando i processi di rilascio del ticket temporizzato - ad esempio attraverso una receptionist, un portale automatizzato, l’invio di un SMS, il pagamento tramite carta di credito, ecc – nonché nella gestione del tracciamento e delle campagne maketing implementate sulla rete wifi.

Gli apparecchi hardware Amigopod, infine, sono ottimizzati per contenere ed eseguire il software Amigopod, eliminando problematiche di prestazioni o incompatibilità hardware. Le opzioni di appliance Amigopod hardware sono: - Amigopod-50 Per le piccole aziende, filiali, uffici di medie dimensioni, grandi imprese e hot spot pubblici urbani; supporta fino a 2.500 connessioni simultanee guest. - Amigopod-2500 Per le implementazioni di grandi dimensioni come le catene alberghiere, vettori o carrier; supporta fino a 10.000 connessioni simultanee guest. - Amigopod Plug-in Componente di base per il software Amigopod, il plug-in aggiunge valore e consente di personalizzare le interfacce Amigopod per una varietà di ambienti. Riassumendo, i punti di forza della soluzione Amigopod proposta da Aruba Networks risultano essere: - Semplice ed efficace gestione Intuitiva interfaccia utente web-based e flusso di lavoro semplificato consente alla receptionist o ad altro personale non informatico di gestire o configurare gli account in maniera semplice ed intuitiva. Inoltre il portale di auto-provisioning sgrava lka struttura da qualsiasi onere di gestione degli account. - Sicurezza di fascia enterprise Il RADIUS server AAA (802.1x) integrato nella soluzione, completo di console di amministrazione basata sul ruolo dell’utente, fornisce chiavi di sicurezza wireless via SMS o e-mail per garantire agli ospiti degli accessi scalabili e criptati, una reportistica completa e il completo controllo e tracciamento dell’accesso. - Ottimizzazione per dispositivi mobili Amigopod identifica automaticamente e ottimizza le sessioni per dispositivi specifici, assicura che il tuo brand appaia unificato su tutti i tipi di dispositivi ottimizzando le pagine di autenticazione anche per i dispositivi mobile come iphone e ipad - Custom Branding La personalizzazione completa della piattaforma attraverso i differenti skin offre un ambiente completamente customizzato per l’utente finale e, se l’utilizzo viene fatto da un provider, è possibile personalizzare pagine differenti a seconda del cliente creando così un vero e proprio ambiente multi-tenant. - Integrazione di terze parti Un valore aggiunto della soluzione consiste nel personalizzare Amigopod per una varietà di ambienti e nella perfetta integrazione con hardware e software multivendor

Aruba Amigopod aiuta in modo semplice e sicuro le strutture pubbliche o private a gestire l’accesso degli ospiti e dei loro device nella rete aziendale

- Scalabilità Soluzione facilmente scalabile per supportare fino a 10.000 sessioni simultanee guest.

WIRELESS

3

w w w. e l m a t . c o m


VOICE

4

w w w. e l m a t . c o m

L’ALLEANZA STRATEGICA DI POLYCOM E MICROSOFT THE NEXT BIG THING TOGETHER IL NUOVO FRUTTO DELLA RELAZIONE STRATEGICA TRA LE DUE AZIENDE È L’ANNUNCIO DELL’ INNOVATIVA SOLUZIONE DI TELEPRESENZA CON IL NOME IN CODICE “RALLY”, CHE ARRIVERÀ SUL MERCATO A FINE 2011 Polycom, Inc.azienda leader globale nel

municazioni con i processi e le applicazioni

aziende appartenenti a diverse categorie di mercato, dai centri fitness alle organizzazioni sanitarie, a ridurre il

settore delle comunicazioni unificate, in

aziendali (CEBP).

proprio costo totale di proprietà (TCO), ottimizzare la gestione IT e migliorare la protezione dell’investimento e la

occasione

Worldwide

Il riconoscimento premia la soluzione

ridondanza del servizi offrendo al contempo un’esperienza di livello Enterprise e una soluzione sicura.

Partner Conference (WPC) 2011, ha ricevu-

CEPB di Polycom per l’impatto signifi-

Polycom and Microsoft® condividono la propria vision nelle soluzioni di “business productivity” basate su piatta-

to il premio Partner of the Year Award per

cativo che ha avuto sul modo in cui le

forme standard che mettono in campo i tools e le applicazioni che gli utenti conoscono ed utilizzano quotidia-

il 2011 grazie alle innovazioni promosse nel

persone collaborano e comunicano otti-

namente. Le due aziende hanno collaborato in oltre 100 eventi globali e presentato un portafoglio congiunto di

campo delle comunicazioni unificate nella

mizzando l’esperienza dell’utente finale,

soluzioni voce e video ad alta definizione (HD) che interagiscono nativamente e direttamente con la piattaforma

sua indiscussa capacità di offrire ai clienti

aumentando l’efficienza o estenden-

UC Microsoft® Lync™.

potenti soluzioni di collaborazione visiva e

do i prodotti esistenti con innovazioni

Con il secondo quarter del 2011, la partnership tecnologica tra Polycom and Microsoft® è evoluta ad un livello

UC di livello Enterprise. Il premio testimonia

uniche. Il premio è frutto della relazione

ancora superiore, come ha dimostrato il pre-annuncio della innovativa soluzione di Telepresenza con il nome in

l’eccellenza dimostrata da Polycom nell’in-

strategica tra Polycom e Microsoft®, che

codice “Rally.”

novazione e nell’implementazione di solu-

è stata nuovamente evoluta ad agosto del

“Rally” identificherà la prima ed unica soluzione di videocomunicazione “rooms based “ in grado di con-

zioni basate sulla tecnologia Microsoft®.

2010 per offrire una soluzione UC end-to-

nettersi nativamente in UC Microsoft Lync, così come alla nuovissima proposta cloud Microsoft Office

Il premio onora i partner le cui soluzioni

end completa basata su standard, di livello

365 che permetterà agli utenti di utilizzare Lync come piattaforma di comunicazione sul cloud.

sono basate sulla piattaforma di comuni-

enterprise ottimizzata per ambienti Micro-

L a nuov a s oluz ione c ongi unta, che arri verà sul mercato per l a fi ne del 2011, è stata pensata

cazioni unificate Microsoft® Lync™/OCS e

soft®. Le soluzioni Polycom nativamente

pe r la pia t t a f orma Ly nc , di modo che gl i utenti del l e enterpri se

Microsoft Exchange e che integrano le co-

integrate in Microsoft®, hanno aiutato

pos s a no ut iliz z a re le in ter-

della

Microsoft’s

e smal l e medi um busi ness

f a c c e e le a pplic a z ioni con le qua li ha nno f a milia r it à per s c he dula re e d a t t iv a re v ideo c hia ma t e , c olla bor a re e condiv ide re c ont e nut i in t e mpo re a le c on i c olle ghi. Poly com s i c onf e rma il pa r t ne r id eal e di M ic ros of t pe r lo s v iluppo c ongiunt o di s oluz ioni di col la bor a z ione

unif ic a t a

end-

t o- e nd, s ic ure e d int e roper a bili, r iv olt e a lle E nt e r pri se

WIRELESS

La nuova soluzione di telepresenza “Rally” è stata pensata per la piattaforma Lync

e d a lle orga niz z a z ioni pubblic he , c os ì c ome a lle S MB.

Polycom-Microsoft, un’alleanza strategica per lo sviluppo congiunto di soluzioni di collaborazione unificata end-to-end

RADWIN PROTEGGE LA CITTÀ DI MIRA AVVIATA LA VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE CON UN SISTEMA ALTAMENTE SOFISTICATO IN GRADO DI TRASMETTERE IN TEMPO REALE E IN ALTA QUALITÀ IL TRAFFICO VIDEO Con l’utilizzo di apparati wireless di RADWIN è stato sviluppato un progetto di videosorveglianza per la città veneta, allo scopo di monitorare le aree a traffico limitato e prevenire gli atti vandalici a danno del patrimonio comunale. Il Comune di Mira, in provincia di Venezia, ha un estensione territoriale di 100Km2 compresa molta parte di laguna, 240km di strade e 39.000 abitanti. Il Comune ha pensato di realizzare un sistema di videosorveglianza per alcune aree del territorio per creare un deterrente per gli episodi di vandalismo e microcriminalità. In realtà inizialmente, il progetto prevedeva la videosorveglianza nei parchi pubblici e, successivamente, si è esteso a due aree per il controllo del traffico limitato, a tutela della sicurezza urbana. Le necessità della città di Mira era dunque un sistema di videosorveglianza altamente sofisticato, che potesse trasmettere in tempo reale il traffico video, garantendo soprattutto un’eccellente qualità delle immagini. “Il Progetto Sicurezza è un impegno che avevamo preso con i cittadini – ha dichiarato il sindaco di Mira, Michele Carpinetti – per rispondere all’esigenza di garantire la tutela del patrimonio pubblico e la frequentazione in sicurezza di luoghi importanti come

i parchi pubblici, assicurando il rispetto delle regole e creando un deterrente per gli episodi di vandalismo e microcriminalità”. Ad essere video controllati (sia agli ingressi che all’interno) sono ora il parco di Villa dei Leoni e delle Rimembranze a Mira Taglio, il parco Naturallegra a Mira Porte, il Parco Gazzetta e il Parco del Donatore a Oriago. Videosorvegliata, infine, anche l’importante intersezione tra via Bastie e la Statale Romea, con lo scopo di monitorare la circolazione e il rispetto delle limitazioni in un’area di forte transito. La soluzione proposta da Teletronica , system integrator di Udine incaricato del progetto, ha previsto la creazione di una rete wireless in grado di fornire video in tempo reale dalle videocamere ad altissima risoluzione posizionate nei punti nevralgici della città. Per realizzare tutto ciò, Teletronica ha scelto di affidarsi alle soluzioni RADWIN, azienda israeliana leader nella fornitura di apparati wireless per il backhauling e l’accesso a banda larga. Nel dettaglio, Teletronica ha installato i dispositivi wireless punto-a-punto RADWIN 2000C per assicurare una copertura geografica estesa grazie all’ampia disponibilità di banda delle soluzioni stesse, supportando l’enorme traffico di dati generato dalle immagini trasmesse real-time. Sono stati installati 6

ponti radio RADWIN 2000C e un totale di 23 telecamere, di cui 20 fisse e 3 di tipo speed dome. Il centro di controllo è posto nella sede del comando di Polizia Municipale. Le telecamere saranno accese 24 ore su 24, ma si attiveranno solo in presenza di movimenti nel loro raggio di azione. Tutti i filmati saranno tenuti a disposizione, secondo le norme vigenti e in particolare per quanto riguarda la tutela della privacy, per un massimo di sette giorni e poi automaticamente eliminati, fatte salve speciali esigenze di ulteriore conservazione. “Gli apparati RADWIN 2000C si sono dimostrati ideali per applicazioni critiche all’aperto come nel caso della città di Mira perché altamente affidabili e robusti”, ha commentato Enrico Busetto Ingegnere di Teletronica. “Inoltre, hanno permesso di ridurre drasticamente il rischio di interferenze, abbassando altresì l’impatto ambientale grazie al minor inquinamento elettromagnetico prodotto. Tutti questi elementi sono stati determinanti nella scelta della giusta soluzione da usare a supporto di questo progetto”. La soluzione wireless in banda larga sviluppata da RADWIN è stata in grado di dotare diverse aree della città di Mira istantaneamente di capacità di videosorveglianza. La soluzione ha risposto perfettamente alle aspettative del Comune, ovvero elevata affidabilità, semplicità di gestione e scalabilità con l’obiettivo di estendere in futuro il progetto ad altri siti. “La tecnologia RADWIN ci ha permesso di sviluppare un sistema in grado di trasmettere il traffico con una risoluzione elevata da diverse videocamere. Il tutto, ai prezzi più competitivi del mercato. Grazie a RADWIN riusciamo ad aumentare sensibilmente la sicurezza urbana e controllare il traffico in aree ad elevata criticità per la circolazione”, ha spiegato Enzo De Lorenzi, assessore alle Politiche della Sicurezza del Comune di Mira.

Il “Progetto sicurezza” serve a monitorare le aree a traffico limitato e prevenire gli atti vandalici

Le soluzioni wireless di RADWIN offrono elevata affidabilità, semplicità di gestione e scalabilità


I PROSSIMI 15 ANNI DELLA VIDEOSORVEGLIANZA: GUARDARE INDIETRO PER IMMAGINARE IL FUTURO A COLLOQUIO CON MARTIN GREN, CO-FONDATORE DI AXIS COMMUNICATIONS AB E INVENTORE DELLA PRIMA TELECAMERA DI RETE AL MONDO di Moore, un trend dell’elettronica che stabilisce che

di performance saranno indirizzati sull’elaborazione dell’immagine. Fra 15 anni, il CMOS

compie 15 anni ed è stata Axis Communications

le performance di un oggetto tecnologico vengono

dominerà il mercato. La nuova tecnologia CMOS creerà sensori con risoluzioni straordinarie, che

a inventarla. Cosa si ricorda della vostra prima

raddoppiate ogni 18 mesi. Oggi le telecamere di

porteranno sicuramente alla prima telecamera Terapixel. Inoltre, negli ultimi 70 anni abbiamo

telecamera di rete?

rete offrono 30 fps in risoluzione HDTV 1080 che,

lavorato con gli standard analogici NTSC e PAL. Oggi, l’HDTV è perfetta per la sorveglianza

R: Quando abbiamo lanciato la prima telecamera

in paragone con l’1 fps in 0.1 MPix di 15 anni fa,

perché lo standard SMPTE garantisce frame rate, risoluzione, fedeltà dei colori e rapporto

di rete al mondo nel 1996, devo ammettere che

rappresenta un aumento di performance di 600

larghezza-altezza. Non mi aspetto che lo standard HDTV duri per altri 70 anni, ma nei prossimi

aveva performance molto scarse. Offriva un frame

volte. Questo significa che le telecamere di rete

15 anni è verosimile che la maggior parte delle telecamere saranno conformi all’HDTV. Detto

al secondo (fps) in risoluzione CIF e occorrevano

in realtà hanno ampiamente superato la legge di

questo, vedremo certamente le telecamere multi-megapixel (e Terapixel!).

17 secondi per generare un singolo snapshot D1.

Moore. La velocità di migrazione dall’analogico all’IP

Da non dimenticare il settore dell’immagine termica che è sicuramente un settore specifico

Era praticamente inutile per i normali obiettivi

si è accentuata durante la recente crisi, in quanto

del mercato, con applicazioni prevalentemente in ambienti militari e di governo. Ma è indubbio

di sorveglianza. Fortunatamente, riscontrò un

sia i produttori che i consumatori hanno indirizzato

che come diminuiranno i prezzi dei componenti delle telecamere di rete, ci possiamo aspettare

iniziale successo nel monitoraggio remoto: noi

le proprie spese verso le “tecnologie del futuro”.

numerose nuove applicazioni. Oggi, c’è una telecamera termica ogni 400 telecamere di

di AXIS abbiamo intuito un’opportunità futura,

Tuttavia, vedremo ancora nei prossimi anni un

sorveglianza. Ci aspettiamo che fra pochi anni questa proporzione sarà di 1:50.

in un mercato TVCC che era 100% analogico ma

mercato residuo di telecamere analogiche.

Presto avremo anche uno storage a bordo telecamera, capace di registrare con risoluzione

destinato a migrare al digitale, proprio come ogni altra tecnologia.

HDTV ininterrottamente per settimane. Questo sarà un punto di svolta, poiché la telecamera

Martin Gren, Co-Fondatore di Axis Communications AB

D: Quali saranno quindi i principali trend tecnologici

diventerà il dispositivo di registrazione, cosa che non può essere ottenuta utilizzando la tecnologia analogica: i produttori di software di

che vedremo nascere ed affermarsi nei prossimi 15

gestione video e i DVR, così come li conosciamo, probabilmente scompariranno nei prossimi 15 anni. Oggi, tutti i consumatori hanno

D: 15 anni quindi sono passati. Come si è evoluta la

anni?

imparato ad appoggiarsi a servizi di hosting come Hotmail, Gmail e Facebook e utilizzano servizi di home banking. Se oggi ci possiamo

tecnologia? Cosa si aspetta per i prossimi 15?

R: Avremo sensibili variazioni in tutti gli ambiti e in

fidare con i nostri soldi, è normale che domani faremo lo stesso per i video di sicurezza. I benefici dell’hosted video sono evidenti:

R: Un modo molto semplice per prevedere il futuro

tutti i settori, nel corso degli anni gli standard si

nessun bisogno di DVR e la possibilità di avere registrazione locale su NVR con la possibilità di visualizzare i video da qualsiasi luogo

della videosorveglianza è quello di applicare la legge

sono rivelati di importanza strategica per stimolare

su dispositivi abilitati per Internet, tra cui il telefono cellulare. Come l’iPhone ha rivoluzionato il modo in cui sono progettati i telefoni

l’adozione di tecnologie su larga scala. Poiché tutti i

cellulari, il video in rete è pronto a fare lo stesso per il settore TVCC. Ulteriori miglioramenti possono essere previsti per la facilità di

principali player della videosorveglianza su IP hanno

installazione, la flessibilità nelle opzioni di montaggio e il livello di qualità più elevato di telecamere PTZ.

investito energie e risorse nel supportare l’ONVIF

Nei prossimi 15 anni sicuramente l’analisi video sarà una delle tendenze principali. Col migliorare della potenza di elaborazione, vedremo

(inclusa la mia azienda), penso che sarà lo standard

analisi dei dati sia sul server che a bordo telecamera. I “vincenti” saranno quelli che stabiliranno partnership con i migliori fornitori di

dominante nell’API per il video di rete. Mi aspetto

analisi e con sistemi aperti. Oggi, vediamo molte telecamere di sorveglianza installate nel mondo retail. Sorveglianza cittadina, trasporti e

anche che nei prossimi anni gli standard PoE,

sanità troveranno una maggiore crescita nel momento in cui i sistemi di sorveglianza permetteranno maggior efficienza nell’operatività.

HDTV e SMPTE continuino ad avere un notevole

Il mercato residenziale è un altro settore da tenere d’occhio attentamente. Assisteremo ad una maggior regolamentazione di come il

impatto nel settore della videosorveglianza. Anche

video potrà essere utilizzato, ma minore su dove fisicamente le telecamere potranno essere installate. Il costo dello sviluppo di sistemi

la qualità d’immagine e risoluzione HD avranno

di telecamere crollerà – soprattutto per quanto riguarda la memorizzazione e l’installazione, ma anche in relazione al software. Penso

un ruolo importante: in futuro, i miglioramenti

che vedremo molte più telecamere in segmenti di mercato che non ci saremmo mai aspettati.

La prima Telecamera di Rete al mondo è stata lanciata da AXIS nel 1996

D-LINK E LO STORAGE DI RETE: SOLUZIONI SAN E NAS PER LE AZIENDE LA GAMMA DI SOLUZIONI STORAGE DI RETE D-LINK GARANTISCE PROTEZIONE, CENTRALIZZAZIONE, GESTIONE E ACCESSIBILITÀ DELLE INFORMAZIONI DIGITALI AZIENDALI Al giorno d’oggi le informazione digitali e la loro proprietà intellettuale (IP) costituiscono il bene più importante delle aziende, rendendo l’infrastruttura di storage lo strumento più prezioso per la loro conservazione. Lo storage è divenuto una sfida chiave per il business di oggi, per archiviare in modo sicuro i dati e la documentazione, garantire il backup e il recupero degli stessi e rispettare i numerosi requisiti di legge relativi alla conservazione di dati sensibili. Nelle piccole medie imprese l’idea di creare una rete dedicata all’archiviazione, fino a ieri, poteva sembrare eccessiva, a causa del costo e dalla complessità dell’infrastruttura, ma con la crescente esigenza di capacità di archiviazione, che in genere raddoppiano ogni due anni, è diventata una necessità. Oggi, grazie alle soluzioni di storage di rete D-Link, semplici e accessibili, anche le PMI possono usufruire di un sistema di archiviazione e backup interno. La gamma di soluzioni Storage di rete D-Link garantisce protezione, centralizzazione, gestione e accessibilità delle informazioni digitali aziendali, riducendo al minimo la possibilità di perdita dei dati. Tra le tecnologie per l’archiviazione dei dati, oggi disponibili, tre sono le architetture principalmente adottate dalle aziende: la soluzione DAS (Direct Attached Storage) costituita da hard disk collegati direttamente ai singoli clients, implementata da più del 50%

delle aziende, ma inadatta per la condivisione tra utenti; la soluzione NAS (Network Attached Storage) utilizzata per la condivisione di file attraverso una rete aziendale e la soluzione SAN (Storage Area Networks), tradizionalmente riservata alle grandi aziende poichè richiedeva ingenti capitali da investire e una rete Fibre Channel. Oggi, grazie all’implementazione di reti LAN ad alta velocità (Local Area Networks), è possibile installare soluzioni SAN che sfruttino il protocollo TCP / IP. Gli Storage Area Network (SAN) offerti da D-Link sono soluzioni di storage potenti ed efficienti ideali per la piccola o grande azienda; soluzioni che consentono di risparmiare sfruttando la rete IP preesistente poiché grazie al protocollo iSCSI è ora possibile sfruttare la rete di switch esistente o estendendola, diminuendo di conseguenza costi e tempi di installazione e formazione del personale IT. Le soluzioni SAN D-Link possono essere configurate in RAID 0, 1, 5 e 10 per migliorare le performance e aumentare la sicurezza dei dati; è quindi possibile accedere ai dati 24 ore su 24 e recuperare i dati in caso di guasto ai dischi fissi. L’uso di dischi SATA garantirà un ottimo rapporto prezzo/spazio di archiviazione, permettendo di espandere la dimensione dell’array a bassi costi. Le soluzioni SAN D-Link hanno ottenuto la certificazione “VMware ready”, sono quindi perfette per essere utilizzate in ambienti virtualizzati. Operative

in pochi minuti, le soluzioni D-Link utilizzano una comoda ed intuitiva interfaccia web per la configurazione e gestione semplificata. Network Attached Storage (NAS) D-Link sono dispositivi per l’archiviazione ideali per gli ambienti SoHo, poiché semplici e veloci da installare, stand alone, ma che consentono di creare un archivio centralizzato e condiviso e fare backup dei file. Le soluzioni NAS ShareCenter™ D-Link connesse direttamente al router adsl sono visibili da tutti i computer in rete (indipendentemente dal Sistema Operativo utilizzato) consentendo la gestione integrata dei permessi di accesso e delle quote disco per garantire la sicurezza e la confidenzialità dei dati. Le soluzioni NAS D-Link sono disponibili in vari modelli, in grado di alloggiare da 1 a quattro Hard Disk SATA, per adattarsi alle necessità di piccoli uffici; sono inoltre disponibili modelli con Hard Disk da 1, 2 o 4 TByte pre-installati.

DSN 6020, la nuova gamma di soluzioni Storage di rete D-Link garantisce protezione, centralizzazione e gestione dei dati digitali

Cos’è iSCSI? iSCSI - Internet Small Computer System Interface è uno standard, definito nel 2004, per la gestione dello storage di rete attraverso il protocollo IP. iSCSI si occupa del trasporto dei comandi di basso livello, per la gestione dei dischi attraverso il protocollo IP, utilizzando comandi simili a quelli SCSI. iSCSI è in grado trasferire dati su qualsiasi rete IP, siano LAN, WAN o Internet; in questo modo rende indipendente il salvataggio e il recupero dei dati dal luogo dove sono fisicamente salvati. iSCSI può effettivamente sostituire le reti Fiber Channel per le SAN dedicate al mercato enterprise; la transizione al protocollo IP, per il collegamento delle SAN, ha significato la possibilità di utilizzarle in aziende di ogni dimensione.

Soluzioni di storage potenti ed efficienti ideali per la piccola o grande azienda

NETWORKING

D: Quest’anno la videosorveglianza di rete

VIDEOSORVEGLIANZA

5

w w w. e l m a t . c o m


WIRELESS

6

w w w. e l m a t . c o m

ALVARION IMPLEMENTA LE FUNZIONALITÀ PER BREEZEACCESS VL ALVARION PRESENTA LA NUOVA VERSIONE SOFTWARE 6.6 PER IL BREEZACCESS VL CON INTERESSANTI NOVITÀ Il BreezeAccess VL è un pluripremiato sistema Punto-Multipunto (PtMP) che lavora nella banda non licenziata dei 5.4 Ghz. Si tratta di macchine robuste, performanti ed in grado di gestire elevate capacità e distanze. Disponibile per una gamma di frequenze da 5 GHz e 900Hz, questa piattaforma è ampiamente utilizzata e offre un collegamento carrierclass outdoor ad alta capacità e sicurezza, nonché un’elevata qualità del servizio (QoS) per i servizi dati, voce e video. La versione 6.6 introduce un importante novità relativa alle licenze: l’Access Point AUS-VL limitato a 8 client ora permette il collegamento di 25 client senza costi aggiuntivi; la Cpe SU-V ora ha più capacità di Downlink e passa da 2Mbps a 12 Mbps mentre l’Uplink rimane a 8 Mbps e questo

NETWORKING

Tutta la famiglia delle soluzioni BreezeAccess VL di Alvarion

rende la SU-V ideale sia per le applicazioni di videosorveglianza che per applicazioni di accesso (Wisp) dove si richiede alta capacità. L’introduzione del nuovo software dimostra come sempre la volontà di Alvarion di mantenere aggiornate le proprie piattaforme e di fornire gratuitamente ai suoi clienti gli strumenti per sfruttare al meglio l’infrastruttura esistente. Tra le nuove funzioni possiamo citare la possibilità di gestire la mobilità con i sistemi VL. Basta un upgrade del software e una, relativamente semplice, riconfigurazione della rete per rendere l’infrastruttura VL capace il gestire la mobilità dei client garantendo un “fast handover” della connessione tra le base station.

il miglior servizio possibile, un allineamento rapido dell’antenna e la definizione dello SLA. Ma non solo, viene anche garantita la qualità della connettività grazie all’allocazione di larghezza di banda ottimizzata, inclusa priorità over-the-air e di traffico, per soddisfare al meglio le necessità di svariate applicazioni dati, voce e video streaming fornendo una connettività efficiente e di qualità. BreezeACCESS VL è estremamente flessibile, le unità client possono infatti essere posizionate dove desiderato e spostate in caso di necessità, dato che il sistema è privo di impedimenti infrastrutturali derivanti dalla presenza di fili, e assicura una comunicazione completa in ogni possibile configurazione. Le unità client possono inoltre essere facilmente installate utilizzando un tool di allineamento con LED a barre che consente di minimizzare le spese operative e di accelerare la velocità di installazione. La soluzioni Alvarion permettono un consistente risparmio per l’infrastruttura in quanto riducono sia le spese in conto capitale ch quelle operative A tutto questo si unisce la massima modularità con supporto dei collegamenti senza linea di vista (NLOS), alta capacità per settore, migliorata copertura e profili multi-utente nel medesimo settore/rete. Affidabilità e disponibilità sono garantite da solide soluzioni carrier-class outdoor che operano all’interno di un’ampia gamma di temperature. Non trascurabile anche l’aspetto della sicurezza che prevede crittografia incorporata, funzioni di gestione e di autenticazione protette.

Questo permette ad esempio di gestire applicazioni speciali, come controllo mezzi lungo percorsi stabiliti, oppure sistemi mobili di visualizzazione in impianti di videosorveglianza. BreezeACCESS VL garantisce dunque un accesso efficace poiché il sistema si presenta collaudato e robusto, il migliore della sua classe, includendo servizi di elevata capacità e a lungo raggio. L’unità di accesso (AU) seleziona automaticamente l’algoritmo per

L’infrastruttura VL è capace di gestire la mobilità dei client garantendo un “fast handover” della connessione tra le base station

HUAWEI PRESENTA DUE NUOVI SWITCH DELLA LINEA QUIDWAY® S1700 E S6700 SONO APPARATI AD ALTE PRESTAZIONI, PROGETTATI PER SERVIRE AL MEGLIO IN RETI BACKBONE, RETI AZIENDALI, RETI E-GOVERNMENT E RETI METROPOLITANE Grazie alla decennale esperienza e ai forti investimenti in ricerca ed innovazione, Huawei ha sviluppato prodotti e soluzioni che spaziano dalle infrastrutture di rete, ai chip, alle reti wireless e via cavo, ad applicazioni per le imprese, al cloud computing, allo storage, alle soluzioni di sicurezza e ai server. Huawei è focalizzata nell’ambito delle infrastrutture di comunicazione ed è leader in diversi ambiti come la comunicazione 3G ed è tra i primi 3 player nella trasmissione dati, nelle soluzioni per videoconferenza, telepresenza e comunicazione aziendale. Gli switch di nuova generazione Huawei sono apparati ad alte prestazioni, progettati per servire come dispositivi di livello “core” in reti backbone, reti aziendali, reti di campus, reti e-government, reti metropolitane ecc. Siamo di fronte ad una nuova linea di switch miltilivello che contempera interamente le esigenze dei clienti che vogliono realizzare una rete unificata ed affidabile. Gli switch intelligenti della serie Quidway® S1700 e S6700 in particolare sono Ethernet switch wire-speed che uniscono le esigenze di switching sicuro ad alta capacità e requisiti elevati di QoS. Disponi-

bili nelle classi S1700 e S6700, le soluzioni Huawei per il networking dimostrano elevate performance sia dal lato gestionale e operativo sia per quanto riguarda la protezione e sicurezza di rete. I prodotti della serie Quidway fanno parte di una nuova generazione di access switch Ethernet, impiegati nei network IP MAN o enterprise per incontrare le richieste d’accesso a una rete cablata o a molteplici servizi Ethernet. Basati su hardware e software di nuova generazione, gli switch della serie supportano un altissimo numero di funzionalità di gestione, protezione e sicurezza (come il controllo del traffico di rete con ACL, QoS, energy saving e indirizzi MAC) in grado di incrementare l’operabilità, la versatilità e la modularità di ogni soluzione. I nuovi modelli sono stati sviluppati da Huawei per soddisfare le richieste di network enterprise o carriers. Si tratta di soluzioni estremamente performanti capaci di offrire avanzate funzionalità e servizi Ethernet, forti di componenti hardware e software di ultima generazione. Sono provvisti inoltre tecnologie di rete innovative, per soddisfare tutti i possibili contesti di utilizzo. Facili da installare grazie alla configurazione automatica plug-and-play, i nuovi switch offrono fino a 384 porte ad alta velocità, sono silenziosissimi e garantiscono un modesto consumo

energetico. Gli switch della serie Quidway S6700 appartengono alla nuova generazione di switch Gigabit Ethernet che Huawei ha progettato per fare fronte alle richieste di accesso a banda larga e di convergenza Ethernet multi-service. Forniti di versatili componenti hardware e software, tra cui il sistema operativo VRP (Versatile Routing Platform) di Huawei, gli switch supportano interfacce Gigabit ad alta densità e sono dotati di un’ampia capacità di banda passante. Si tratta di soluzioni sicure e affidabili, di facile gestione, ideali per molteplici scenari, come ad esempio la convergenza di servizio nelle reti aziendali o universitarie. Queste soluzioni adottano tecnologie multi-layer all’avanguardia e offrono anche intelligenti funzioni di analisi di flusso, QoS e controllo multicast con in più una modularità e un’affidabilità senza paragoni.

Nuovi switch miltilivello che coprono le esigenze dei clienti che vogliono realizzare una rete unificata ed affidabile

I prodotti della serie S1700 sono rivolti al mercato SoHo o per gli uffici secondari delle grandi aziende, per una gestione efficiente e semplificata della connettività di una rete Gigabit Ethernet; mentre gli switch della serie S6700 sono ideali per applicazioni ad alta densità di porte 10 Gigabit Ethernet, quali sistemi Top-of-Rack per Data Centers, aggregatori 10 Gbps per reti Campus e apparati Core all’interno di LAN di palazzo. Gli apparati della serie S6700 possono formare uno stack fino a 8 switch per un totale di 384 porte 10 Gbps, senza richiedere l’utilizzo di cavi o connessioni proprietarie. In aggiunta, è possibile creare stacking di apparati distribuiti su più siti, distanti fino a 40 km.

Gli switch della serie Quidway® S1700 e S6700 uniscono le esigenze di switching sicuro ad alta capacità e requisiti elevati di QoS


TYCON POWER PRESENTA LA PALA EOLICA ORIZZONTALE QUESTA PICCOLA PALA EOLICA È IDEALE PER L’ALIMENTAZIONE IN MOLTEPLICI SITUAZIONI LEGATE ALLA DISTANZA DAI CENTRI URBANI E DALLE SORGENTI ELETTRICHE CONVENZIONALI

Velocità di avvio di 2.1 m/s (4.5 mph) con sistema di protezione elettronica in caso di eccesso di velocità

b u s i n e s s i n f o rm a t i o n G l o b a l D a t a c h e h a p re s o i n e s a m e e s c l u s i v a m e n t e l e t u r b i n e d i c a p a c i t à i n f e r i o re a i 1 0 0 K w. Attualmente le mini turbine eoliche vengo utilizzate soprattutto per la ricarica delle batterie, per usi residenziali, i rr i g a z i o n i e p e r s c o p i i n d u s t r i a l i e c o m m e rc i a l i d i p i c c o l e d i m e n s i o n i . Pur essendo meno conveniente dal punto di vista economico, il mini eolico p re s e n t a a l t r i v a n t a g g i q u a l i u n m i n o re impatto ambientale, la possibilità di p o r t a re e n e rg i a a e d i f i c i i n l u o g h i i s o l a t i e l a p o s s i b i l i t à d i f o rn i re u n a potenza adeguata alle esigenze di una p i c c o l a i m p re s a s e n z a o c c u p a re m o l t a superficie come con il fotovoltaico. A l m o m e n t o a d o m i n a re i l s e t t o re s o n o Stati Uniti, Regno Unito e Canada ma a n c h e i n I t a l i a i l m e rc a t o è i n g r a n d e evoluzione. In questo contesto di grande f e rm e n t o e s e n s i b i l i z z a z i o n e p e r t u t t o q u a n t o r i g u a rd a l ’ e c o s o s t e n i b i l i t à , s i inserisce la scelta di TYCON POWER di d i re z i o n a re l e p ro p r i e e n e rg i e n e l l a r i c e rc a e n e l l o s v i l u p p o d i s i s t e m i d i a l i m e n t a z i o n e a d i s t a n z a f o rn i t i d i batteria ricaricata da fonti rinnovabili c o m e l ’ e n e rg i a s o l a re o e o l i c a . La nuova serie di pale eoliche TPW di Ty c o n P o w e r è p ro g e t t a t a p e r u n a f a c i l e

i n s t a l l a z i o n e e p e r u n a d u re v o l e z z a n e l t e m p o . L e p a l e s o n o d o t a t e d i u n a v e l o c i t à d i a v v i o d i 2 . 1 m / s ( 4 . 5 m p h ) e d i u n s i s t e m a d i p ro t e z i o n e e l e t t ro n i c a i n c a s o d i e c c e s s o d i v e l o c i t à . I l g e n e r a t o re è u n i n g r a n a g g i o a b a s s o c o n s u m o i n g r a d o d i m i g l i o r a re l e p re s t a z i o n i i n s i t u a z i o n i d i v e n t o l e g g e ro e d è c o n f e z i o n a t o i n u n a g r i g l i a d i a l l u m i n i o a n o d i z z a t o , c o m p l e t a m e n t e s i g i l l a t a i n p re s s o f u s i o n e p e r l a m a s s i m a p ro t e z i o n e i n a m b i e n t i d i ff i c i l i . I c u s c i n e t t i sono sigillati in modo tale che il sistema sia esente da m a n u t e n z i o n e . L e l a m e s o n o i n p o l i p ro p i l e n e r i n f o rz a t o c o n f i b r a d i v e t ro a d a l t a ro b u s t e z z a , re s i s t e n t e a i r a g g i U V e d a l l o s f o rz o . L e p a l e , l e g g e re e c o m p a t t e ( p e s o i n f e r i o re a 1 0 k g ) s o n o disponibili nei modelli da 12V o 24V e non necessitano di alcuna manutenzione. I m a g n e t i p e rm a n e n t i u t i l i z z a t i s o n o i n n e o d i m i o f e rro La pala eolica orizzontale Tycon b o ro ( N d F e B ) p e r u n a m a g g i o re p o t e n z a i n u s c i t a . I l Power è disponibile nei modelli m o n t a g g i o è a l l ’ i n t e rn o d e l l a c i m a d i u n p a l o I D s t a n d a rd da 12V o 24V d a 4 1 m m e l ’ h a rd w a re u t i l i z z a t o è i n a c c i a i o i n o s s i d a b i l e p e r l a p ro t e z i o n e c o n t ro l a c o rro s i o n e . Q u e s t e p i c c o l e p a l e e o l i c h e p o s s o n o e s s e re i n f a t t i utilizzate per l’alimentazione in molteplici situazioni l e g a t e a l l a d i s t a n z a d a i c e n t r i u r b a n i e d a l l e s o rg e n t i elettriche convenzionali. Tr a l e a p p l i c a z i o n i p i ù c o m u n i è p o s s i b i l e s e g n a l a re Wi re l e s s b a s e s t a t i o n , l a m p i o n i e i n s e g n e , b a rc h e , c a m p e r e ro u l o t t e f i s s e , t e l e c a m e re d i v i d e o s o r v e g l i a n z a , c a n c e l l i a u t o m a t i c i . I n t e re s s a n t i p o t re b b e ro e s s e re a n c h e g l i u t i l i z z i p e r i i s t e m i d i s i c u re z z a n a z i o n a l e : i g e o l o g i , a d e s e m p i o , p o t re b b e ro m o n i t o r a re l ’ a t t i v i t à s i s m i c a d i l o c a l i t à i m p e r v i e u t i l i z z a n d o s e n s o r i w i re l e s s Le mini turbine eoliche vengo utilizzate soprattutto alimentati a pale eoliche, senza aver bisogno di sistemi per la ricarica delle batterie di alimentazione di grandi dimensioni.

UNA CENTRALE PER LE COMUNICAZIONI ADATTA AD OGNI ESIGENZA! IL DISPOSTIVO MULTIFUNZIONE DI AVM NON È SOLO UN MODEM ROUTER WIRELESS PLURIPREMIATO, BENSÌ INTEGRA UN VERO E PROPRIO CENTRALINO TELEFONICO DALL’IMPIEGO INTUITIVO Che la linea telefonica sia analogica, ISDN o VoIP, il FRITZ!Box Fon offre servizi di telefonia versatili ed intelligenti di cui possono beneficiare sia piccoli uffici sia utenti domestici. Fax e segreteria telefonica sempre accessibili Gli utenti possono avvalersi di cinque segreterie telefoniche digitali, protette da password, soluzione ideale per piccoli uffici o professionisti con studio domestico. I messaggi presenti sulla segreteria vengono inviati all’utente tramite mail in formato

Con un iPhone o uno smart cellulare collegamento facile e sicuro alla rete del tuo FRITZ!Box con la FRITZ!App Fon gratuita di AVM

audio WAV oppure salvati su un disco esterno collegato al FRITZ!Box tramite la porta USB o sulla memoria interna del dispositivi (come nel caso del FRITZ!Box 7390). La modalità di accesso ai messaggi è personalizzabile per ogni segreteria. Anche la ricezione di fax è estremamente semplice: una volta configurato il servizio attraverso l’interfaccia del FRITZ!Box, i fax in ingresso possono essere salvati su disco rigido, sulla memoria interna del dispositivo o inviati automaticamente alla casella di posta elettronica dell’utente in formato PDF, leggibile anche con iPhones e smartphones in genere. Inoltre è possibile accedere a tutti gli elenchi delle chiamate dettagliati attraverso l’interfaccia del FRITZ!Box oppure ricevere aggiornamenti sulla casella di posta elettronica, con scadenze personalizzabili.

comunque. Per le chiamate in uscita si possono impostare regole di composizione per l’impiego di servizi di preselezione economici o della linea VoIP per telefonate verso l’estero o verso i cellulari. Questa funzione consente sia di abbattere i costi della telefonia sia di mantenere eventualmente libera la linea principale per la ricezione delle telefonate in ingresso. Il FRITZ!Box consente altresì di personalizzare le rubriche. Questa funzione è utile qualora si desideri impiegare una rubrica per tipo di contatto (p.es. privato/professionale), rendendo accessibili le singole rubriche a tutti i telefoni o solo a telefoni selezionati, in base alle esigenze. La funzione “call through” permette infine all’utente in viaggio di impiegare la linea fissa anche da remoto: come una vera centralinista, il FRITZ!Box stabilirà il collegamento tra il numero indicato ed il cellulare attraverso la linea fissa / internet.

Utile come una vera segretaria Con FRITZ!Box è possibile gestire tutte le chiamate in ingresso e in uscita. La deviazione di chiamata selettiva, applicata alle chiamate in ingresso, consente di inoltrare telefonate al cellulare o ad un altro numero o di far squillare più telefoni contemporaneamente. Il filtro delle chiamate in ingresso è una funzione particolarmente utile per evitare fastidiose telefonate pubblicitarie. Attivando la modalità notturna si disattiva infine la suoneria dei telefoni nelle ore di riposo: è possibile però impostare numeri per cui il telefono squilla

Accesso alla telefonia internet/linea fissa col cellulare Chi dispone di un iPhone o di un cellulare Android può connettersi facilmente ed in modalità protetta alla rete generata dal FRITZ!Box attraverso la FRITZ!App Fon gratuita di AVM. Questa app consente agli utenti di impiegare lo smartphone come un telefono IP ed effettuare chiamate attraverso il FRITZ!Box 7390. Una volta lanciata l’applicazione, lo smartphone si collega al FRITZ!Box attraverso la WLAN e riceve le chiamate sia dalla rete mobile sia dalla rete di telefonia domestica (VoIP o fissa). Inoltre è possibile selezionare attraverso il cellulare la linea da cui far partire le telefonate, risparmiando sui costi della telefonia mobile, senza rinunciare alle comodità del cellulare.

Il telefono cordless I modelli di FRITZ!Box 7270 e 7390 integrano altresì una stazione base DECT per il collegamento di fino a 6 telefoni cordless. Accessorio ideale del FRITZ!Box, il telefono FRITZ!Fon MT-F non offre solo telefonia in alta definizione, ma anche massima sicurezza attraverso la cifratura delle conversazioni. Esso consente altresì di leggere e rispondere ai messaggi di posta elettronica, accedere alla segreteria telefonica, ascoltare musica e podcast a PC spento, e gestire da remoto le impostazioni del FRITZ!Box. Le informazioni sulle chiamate ricevute, condotte o perse sono visualizzate sul display a colori del FRITZ!Fon MT-F ed i numeri di telefono elencati possono essere salvati nella rubrica del FRITZ!Box direttamente dal telefono.

FRITZ!Box, un dispositivo multifunzione dal cuore GREEN!

VOICE

A livello globale, gli investimenti nelle e n e rg i e r i n n o v a b i l i s o n o i n r a p i d a c re s c i t a , s o s t e n u t i d a l l a m a t u r i t à delle tecnologie e da una serie di p ro v v e d i m e n t i d i c a r a t t e re p o l i t i c o e amministrativo, che in molti paesi i n c l u d o n o u n a m p i o s p e t t ro d i m i s u re t a r i ff a r i e e a g e v o l a z i o n i f i s c a l i . N e l l ’ a rc o d i d i e c i a n n i i l m e rc a t o g l o b a l e d e l m i n i e o l i c o c re s c e r à rapidamente. A sostenerlo è un rapporto pubblicato dall’agenzia di

ENERGY

7

w w w. e l m a t . c o m


Newspaper n.3 2011  

Newspaper n.3 2011