Issuu on Google+

IL NEWSPAPER n ° 8 - Q 4 / 2 0 0 7 - A n n o I I - c o p i e 4 . 5 0 0

w w w. e l m a t . c o m

ELMAT e ICT

Codice Risposta Q4/07

All’interno Axis Telecamere di rete o analogiche? Se sono tante, l’IP costa meno

Clavister Accesso remoto sicuro con SSL VPN: arriva Clavister Secure Access Gateway serie 3000

Nexans Categoria 7, per le grandi aziende il futuro passa di qui

Alvarion Banda larga per tutti, dappertutto, low-cost

10 ANNI VISSUTI VORTICOSAMENTE Rete e Reti: il decennio in cui tutto ha trovato un Protocollo

Colubris COS v5.2, RADIUS integrato per ottimizzare l’impiego nella piccola media impresa

D-Link D-Link a Villaricca: una rete integrata rende più efficiente l’amministrazione pubblica

Pacific Wireless Antenne ad alte prestazioni della serie HD

Vericom È cominciata e avanzata una rivoluzione invisibile, negli ultimi 10 anni, per il mondo dell’economia e dell’impresa. Invisibile perché non sono comparse nuove e “mostruose” macchine a vapore, né apparecchiature all’apparenza diverse e futuristiche sui tavoli degli uffici. Invisibile perché passata attraverso i cavi e nell’etere, rotte ad alta velocità per cui passano dati, file, immagini, parole e progetti. Le telecomunicazioni, la telematica e i servizi basati su Internet stanno assumendo un ruolo sempre più importante per le aziende di ogni dimensione, dove alle tradizionali reti per telefonia si stanno affiancando le reti per dati, le Intranet e le Extranet. La telefonia stessa è cambiata: da tempo ci siamo abituati alla telefonia mobile su scala nazionale e internazionale, mentre si sta sempre più affermando il trasporto della voce su Internet (Internet Telephony o IP Telephony o Voice over IP - VoIP), con la conseguente possibilità di integrare le infrastrutture di rete per telefonia e dati in ambito aziendale. Il canale radio consente oggi un accesso fisso o mobile per il trasferimento di dati a velocità elevate; grande attenzione in questo ambito stanno ricevendo sia le tecnologie per reti cellulari, sia quelle per reti locali wireless secondo gli standard WI-FI (IEEE 802.11), sia quelle per reti secondo gli standard

Bluetooth e Ultra Wide Band (UWB). Questa rapida evoluzione delle tecnologie di rete, in buona parte trainata dal successo di Internet, si accompagna e favorisce un costante aumento nell’offerta di servizi di telecomunicazione, che in molti casi stanno già diventando multimediali. Gli stessi apparati di rete mostrano oggi evoluzioni prestazionali molto più rapide di quelle tipiche degli apparati delle tradizionali reti telefoniche. Un’evoluzione vorticosa e vertiginosamente veloce, di cui gli stessi operatori del settore e ricercatori faticano a vedere nel dettaglio le possibili implicazioni, gli sbocchi appena di là dall’orizzonte. E che espone molti a rischi di non poco conto: oggi un gran numero di soggetti che non hanno avuto una preparazione specifica nel settore delle reti di telecomunicazioni a pacchetto si trova dover utilizzare o acquistare sofisticati servizi e apparati di telecomunicazione, se non addirittura a dover dimensionare infrastrutture di rete. Qui si gioca il presente, e una parte del futuro, di chi offre, consiglia, vende e integra tecnolgie ICT: essere affidabili, essere competenti, conoscere lo stato dell’arte, che avanza ogni giorno, mantenere la visuale più ampia. È il metodo di lavoro Elmat, da 10 anni a questa parte.

Voce su IP e ritorno sugli investimenti: sembra semplice...

Socomec UPS Mercato informatico: rafforzare la distribuzione il primo passo

LAN: acronimo per il termine inglese local area network, in italiano rete locale. Una rete di computer collegati tra loro (comprese le interconnessioni e le periferiche condivise) all’interno di un ambito fisico delimitato (una stanza o in un edificio, o anche in più edifici vicini tra di loro) che non superi la distanza di qualche chilometro. Le LAN tradizionali lavorano tra 10 Mbps e 100 Mbps, hanno bassi ritardi e pochissimi errori. Le LAN recenti operano fino a 1 Gbps.


IL NEWSPAPER

ELMAT 1997-2007

ANNIVERSARIO 1997-2007 Elmat SpA ringrazia tutti i Clienti, i Fornitori e i Collaboratori per questi primi 10 anni di storia insieme.

Dicembre Novembre

d i t o r i a l e

L ’

Il 2007 ha rappresentato un anno importante per Elmat, il decimo d’attività. Due lustri in cui tutto, nel mondo delle information and communications technologies si è evoluto in modo travolgente, con un ritmo che non tutti, nel nostro stesso settore, hanno saputo interpretare e sostenere. Elmat, lo si può affermare con orgoglio, è tra quelli che ce l’hanno fatta: tra i primi a iniziare, ha saputo capire (e lo sa ancora…) cosa sta succedendo, come succede e quando succederà. Siamo riusciti - con una punta di vanità - a guardare oltre. Il merito non è ovviamente tutto del management, ma va distribuito tra un team di collaboratori impagabile e insostituibile, partner commerciali di prim’ordine che hanno creduto in Elmat e con Elmat hanno giudicato di poter crescere, nutrendo allo stesso tempo la crescita di Elmat. Ma è soprattutto la nostra passione che ci ha guidati dal primo giorno, e la fiducia del cliente che ci ha condotti a questo importante traguardo. Niente feste o celebrazioni in grande stile, solo un filo di legittima fierezza per gli obiettivi raggiunti e la nostra solita ansia di tagliare presto i traguardi di là da venire, l’impegno a scegliere, proporre, consigliare solo il meglio. E un minuscolo presente per i nostri clienti, che intende segnare un piccolo passaggio epocale: il nuovo Portale B2B, oggi disponibile, per soddisfare una quotidiana esigenza di informazioni e instaurare un rapporto ancora più frequente, diretto e franco.

mercoledì 3 giovedì 25 venerdì 26 venerdì 26

Padova: Presentazione Clavister Padova: Pre-Certificazione Clavister Padova: Pre-Certificazione Clavister Roma: Axis Academy

mercoledì 12 Padova: Certificazione Alvarion giovedì 13 Padova: Certificazione Alvarion

I GIORNI DELL’ ICT A CATANIA A Catania nei giorni 21 e 23 Novembre presso il Centro Fieristico “Le Ciminiere”, all’interno del tradizionale appuntamento fieristico Expo.bit, si tiene I giorni dell’ICT. È una rara opportunità per le aziende che operano nel mondo del Cablaggio Strutturato, delle soluzioni per il trasporto di Video e Voce su IP e delle soluzioni per il Mobile Business, di incontrare il mondo dell’utenza business presente in Sicilia. L’evento prevede un convegno gratuito per i visitatori della durata di due giorni il 21 e 22 novembre, diviso nelle tre macro tematiche sopra indicate e un’area espositiva aperta al pubblico, che offre alle aziende presenti l’opportunità di incontri e di sviluppo di contatti commerciali. Il 23 incontri professionali gestiti con realtà istituzionali e locali.

Proprietà intellettuale: Elmat SpA Via Uruguay, 15 - 35127 Padova Z.I.

I giorni dell’ICT, c/o Expobit, 21-23 novembre 2007.

Stampato da: Tipografia Aster A cura di: MultiPiani

Centro Fieristico le Ciminiere, Viale Africa, Catania.

Stampato a Padova il 20 novembre 2007 È disponibile in versione PDF sul sito www.elmat.com

Info: Guido Lopardo - E-mail: guido.lopardo@soiel.it - Tel. 02 26148855 - Fax. 02 26149333

Intesa Tandem

Elmat attraverso Intesa Tandem propone il finanziamento a tasso zero che unisce chi vende a chi produce Per sostenere la competitività delle imprese occorrono soluzioni finanziarie capaci di rispondere con efficacia alle esigenze di chi lavora e ai cambiamenti del mercato. Intesa Tandem finanzia l’attività d’impresa con l’affidabilità e la sicurezza che solo un grande Gruppo bancario può offrire. Intesa Tandem è uno strumento che Elmat propone ai suoi rivenditori. Come funziona Elmat presenta Intesa Tandem ai propri rivenditori. Banca Intesa accredita il conto

di Elmat per un importo pari al valore della fornitura al netto degli interessi. Il rivenditore rimborsa il finanziamento con rate mensili composte dalla sola quota capitale. Vantaggi per il rivenditore • Finanziamento degli acquisti senza interessi fino a 6 mesi • Finanziamento fino al 100% della fattura • Pagamento della fornitura con comode rate mensili

Importo finanziabile

>

illimitato con un minimo di 2.500,00 €

Oggetto del finanziamento

>

fino al 100% della fattura (IVA inclusa)

Quota capitale

>

a carico del richiedente

Quota interessi

>

a carico del produttore

Tasso

>

Euribor 1 mese + spread

Durata

>

da 6 a 17 mesi

Spese istruttoria una tantum (a carico del finanziato)

>

0,40%


w w w. e l m a t . c o m

3

Video

Telecamere di rete o analogiche? Se c’è un cablaggio, l’IP costa meno Una ricerca Axis negli Stati Uniti lo conferma: il TCO scende all’aumentare delle apparecchiature. Oltre le trentadue, l’IP trionfa. Se si chiede se le telecamere di rete sono più costose di quelle analogiche, la risposta è senza ombra di dubbio sì, principalmente perché le telecamere di rete dispongono di un maggior numero di funzionalità rispetto a quelle analogiche. Tuttavia, se si chiede se i sistemi con telecamere di rete sono più cari rispetto a un sistema DVR con telecamere analogiche, la risposta cambia a seconda di chi risponde. Alcuni possono rispondere “certamente”, altri “forse” e altri ancora “no”. Perché queste differenze? Questa diversità di risposte dipende in primo luogo dal fatto che il reale significato del costo di proprietà dei sistemi analogici e video di rete non è sempre molto chiaro, e in secondo luogo dal tipo di sistema installato, dal numero di telecamere, dalla loro ubicazione, dall’infrastruttura in cui sono installate, ecc.

La ricerca Axis Nella primavera del 2007 Axis ha effettuato una ricerca di mercato per fare un po’ di chiarezza su questo punto. I risultati sono descritti in un white paper, le cui conclusioni riassumiamo nell’articolo. Lo studio è stata effettuato da un ricercatore indipendente che si è concentrato soprattutto sui costi di beni durevoli che incidono sul costo totale di proprietà, senza prendere quindi in considerazione i vantaggi aggiuntivi forniti dalla tecnologia video di rete, come la migliore qualità delle immagini, la possibilità di usare telecamere con risoluzioni megapixel o di potenziare più facilmente il sistema mediante l’aggiunta di singole telecamere. Alla ricerca hanno partecipato una dozzina di persone ubicate in aree geografiche diverse del Nord America, alle quali è stato chiesto di fornire informazioni sui componenti della ricerca, giudizi, feedback e dati sui costi (sotto forma di risposta alle richieste di preventivo). Il white paper descrive le procedure utilizzate e i risultati della ricerca sul costo totale di proprietà (TCO) per due tipi di sistemi di videosorveglianza: • Sistema di videosorveglianza analogico: telecamere analogiche e sistemi di registrazione DVR

• I server di marca usati per i sistemi IP offrono spesso condizioni di garanzia e contratti di assistenza migliori rispetto ai sistemi DVR • Il prezzo delle attrezzature IT è probabilmente destinato a calare molto più rapidamente rispetto a quello dei sistemi analogici.

Digitale: aumenta la rete, diminuisce il TCO La ricerca effettuata con alcuni rappresentanti del settore tra cui integratori di sistemi, rivenditori VAR e analisti, che comprendeva colloqui e dati sui costi, ha evidenziato i seguenti risultati principali: • I sistemi IP con 40 telecamere hanno un costo di proprietà minore rispetto a quelli analogici. Per lo scenario di distribuzione tipico, i costi di acquisto, installazione e uso dei sistemi IP risultavano inferiori al 3,4% rispetto a quelli analogici.

a cura di Andrea Sorri Responsabile Vendite e Marketing

• Il numero di telecamere che determina la convenienza dei sistemi IP rispetto a quelli analogici è 32. Negli scenari tipici, i sistemi IP con un numero di telecamere superiore a 32 risultano meno costosi, mentre se il numero di telecamere è compreso tra 16 e 32, i costi sono pressoché equivalenti o leggermente inferiori per i sistemi analogici. • Il costo di un sistema IP è sempre inferiore se è presente un’infrastruttura IP esistente. Indipendentemente dalle dimensioni, i costi dei sistemi IP sono sempre inferiori quando l’infrastruttura, ossia il cablaggio, è già presente. • Numerosi vantaggi non quantificabili per i sistemi IP. Migliore qualità delle immagini, migliori contratti di manutenzione e supporto, maggiore flessibilità e facilità di riparazione sono alcuni dei vantaggi rilevati ma non quantificati. Oltre a ciò occorre tenere presente che il prezzo delle attrezzature IT è probabilmente destinato a calare più rapidamente rispetto a quello delle apparecchiature TVCC analogiche e che con il tempo i sistemi IP diventeranno sempre più economici.

• Sistemi di videosorveglianza IP: telecamere di rete, infrastruttura IP, server, software e sistemi di memorizzazione.

Oltre il TCP, sempre meglio l’IP Durante la fase di ricerca, numerosi partecipanti hanno fornito osservazioni quantificabili e considerazioni su costi, utili per differenziare i sistemi, che non sono stati inclusi nel confronto del costo totale di proprietà. Questi fattori, che i partecipanti hanno ritenuto importanti ai fini della differenziazione dei sistemi, sono i seguenti: • I sistemi IP presentano una maggiore scalabilità in quanto consentono di aggiungere una telecamera alla volta • I sistemi IP presentano una maggiore scalabilità perché consentono semplicemente di spostare la presa di rete, con PoE, per spostare le singole telecamere • La qualità delle immagini delle telecamere di rete è superiore rispetto a quella delle telecamere analogiche • Sono sempre più diffuse le telecamere con risoluzione megapixel utilizzabili solo in combinazione con telecamere di rete • L’infrastruttura IP è spesso già presente e può quindi essere usata per il sistema video di rete • La manutenzione dei cavi coassiali analogici è spesso più complessa rispetto a quella dei cavi IP • I costi di progettazione dei sistemi IP sono generalmente inclusi nel preventivo • La manutenzione dei sistemi IP, ossia le modifiche/le operazioni diagnostiche, può spesso essere effettuata remotamente tramite la rete

Chi è Axis Esempio di installazione di 40 telecamere senza cablaggi esistenti

Axis è un’azienda IT che offre soluzioni video di rete per installazioni professionali. È leader globale di mercato nell’settore del video in network, alla testa del passaggio in atto dalla sorveglianza video di tipo analogico a quella digitale. I prodotti e le soluzioni Axis si concentrano sulla sorveglianza di sicurezza e sul controllo a distanza. e utilizzano innovative piattaforme tecnologiche open. Axis è un’azienda svedese che opera in tutto il mondo, con sedi in diciotto Paesi, e collabora con diversi partner in più di settanta. Fondata nel 1984, Axis è quotata all’OMX Nordic Exchange, nel listino Large Cap e Information Technology.


4

w w w. e l m a t . c o m

Security

Accessi remoti sicuri con SSL VPN: arriva Clavister Secure Access Gateway serie 3000

Mobilità e tecnologie wireless richiedono nuovi standard che garantiscono sicurezza per gli accessi remoti. SSL VPN è una tecnologia che permette l’accesso remoto sicuro a file ed applicazioni utilizzando semplicemente un browser web. Con questa tecnologia è possibile garantire l’accesso in modalità sicura, alle risorse aziendali, da parte di utenti remoti senza dover installare nessun software sui computer client. Si eliminano così i problemi di installazione e interoperabilità dei programmi con i diversi sistemi operativi. VPN Il termine VPN viene utilizzato riferendosi ad apparati che possono stabilire dei tunnel cifrati che normalmente vengono impiegati su rete pubblica. Questi tunnel possono trasportare tutte le tipologie di traffico. L’incremento nell’utilizzo di queste tecnologie deve alla possibilità di sostituire linee dedicate con connessioni ADSL/HDSL permettendo alle aziende di abbattere i costi fissi delle prime. Altro utilizzo delle VPN è quello applicato alla protezione degli accessi remoti. Invece di utilizzare “pile” di modem o access server, costringendo gli utenti a chiamare numeri dedicati a questo servizio, si utilizza la rete Internet ed i punti di accesso (POP) offerti dai vari ISP. a cura di Nicola Sotira Technical Manager

Le VPN richiedono l’installazione di client software Per implementare un sistema VPN verso utenze mobili è necessario che sui PC/PDA venga installato un client VPN. La configurazione di questo software può presentare dei problemi in quanto il client va ad interagire con lo stack TCP/IP. In alcuni casi è possibile che il responsabile del settore informatico sia costretto a richiedere l’invio in sede dei computer portatili/PDA per la loro corretta configurazione. I client VPN sono, pertanto, un possibile onere a carico dei tecnici del centro assistenza, particolarmente in quelle applicazioni che hanno molti utenti mobili. La soluzione : SSL VPN SSL è un protocollo che viene utilizzato per garantire la protezione a livello di applicazione delle comunicazioni. Per poter utilizzare tale sistema è necessario che le applicazioni supportino la tecnologia SSL, funzionalità oggi supportata dalla maggior parte dei browser. Questo protocollo risulta pertanto semplice da implementare anche su un grande numero di PC.

Le reti SSL VPN, rappresentano la soluzione ideale per le organizzazioni che desiderano fornire un accesso, basato su web, ad informazioni interne. Queste connessioni sono in grado di proteggere l’integrità e la riservatezza dei dati che attraversano la rete, oltre a provvedere funzionalità di autenticazione ed autorizzazione degli utenti. Tutto questo senza richiedere installazioni o modifiche dal lato client.

Clavister Secure Access Gateway serie 3000 La nuova soluzione Clavister di accesso remoto SSL VPN è una linea del tutto inedita di prodotti chiavi in mano per la piccola e media impresa. Clavister Secure Access Gateway 3000 offre funzionalità SSL VPN premium, che includono completo supporto SSL VPN forte encriptyon, ampio Single Sign-On (SSO) e Autenticazione Multi-Factor (MFA), compresa la distribuzione One Time Passwords (OTP) via SMS. Si tratta della la prima offerta Clavister nell’area SSL VPN, stimolata dalla forte richiesta, da parte dei clienti, di un prodotto con qualità e funzioni “degne” di Clavister.”. Clavister Secure Access Gateway Serie 3000 sarà disponibile in quattro differenti modelli, che sfruttano la medesima piattaforma hardware, graduata però sulla base del numero concorrente di utenti. Tutti i prodotti si avvalgono di una vasta gamma di funzioni tra cui la visualizzazione avanzata, Clavister Remote Assistance™, portale web bult-in e supporto per i prodotti di portali esterni. Il nuovo Clavister Secure Access Gateway supporta anche Microsoft Active Directory, Novell eDirectory and OpenLDAP, e tutti i modelli sono predisposti anche per il dynamic load balancing and funzioni high availability. Clavister offfe una scalabilità senza precedenti e una protezione dell’investimento basata sulla capacità di espandere funzionalità e performance attraverso il digital licensing— le linee Clavister xPansion™”. Il nuovo Clavister Secure Access Gateway Serie 3000 completa Clavister Security Services Platform (SSP™), offrendo alle organizzazioni non solo sicurezza di rete e IPsec-based VPN, ma anche la sicurezza dell’accesso remoto che utilizza un VPN SSL-based.

Cabling

Categoria 7, per le grandi aziende il futuro passa di qui Il cablaggio schermato LANmark-7 e i connettori GG45 di Nexans la soluzione di riferimento. I casi di Ikea Kuwait e Blaguss Reisen – Eurolines Austria. Con un numero sempre crescente di organizzazioni che oggi cercano di ricorrere a robuste infrastrutture di network che supporteranno un intero host di applicazioni IP, in vista di un futuro ancora tutto da scoprire, Nexans ha constatato una forte crescita nelle vendite di soluzioni Lanmark-7, con casi significativi di successo. LANmark-7 e GG45: Ikea Kuwait Per esempio, nel 2006, Ikea Kuwait ha impiegato il cablaggio Lanmark-7 e connettori GG45 per dotarsi di un’infrastruttura a “a prova di futuro”. “Ikea desiderava una soluzione che fosse costruita per durare - dice Jacob Alexander, Assistant IT Manager presso Ikea Kuwait – Era un progetto trainante e avevamo bisogno di implementare un’infrastruttura di cablaggio che durasse per oltre 20 anni. Ciò comportava l’esigenza che supportasse audio e video, oltre che data networking, in modo da poter riversare tutto nel network”. Oltre che la telefonia IP, Ikea ha anche implementato nel network IP anche video sorveglianza, sicurezza, controllo degli accessi e sistemi di management della costruzione. Nexans è standard, in tutto il mondo Il connettore Nexans GG4 è considerato oggi uno standard internazionale per le connessioni Categoria-7, ed è in uso presso le maggiori aziende di tutto il mondo: una soluzione semplice e veloce per le installazioni chiave. Un’altra azienda che è ricorsa al cablaggio schermato LANmark-7 e ai connettori GG45 è Blaguss Reisen, il braccio austriaco dell’organizzazione di trasporti internazionali Eurolines. Con la crescita dei volumi, la compagnia ha deciso di basare anche la videosorveglianza, oltre che la connettività dati, sul suo network IP, e ha voluto assicurarsi un buon ritorno d’investimento a lungo termine. Dice l’IT director H. Jäger: “la soluzione deve funzionare per i prossimi 15 anni senza bisogno di essere rimpiazzata

– Il connettore GG45 è particolarmente importante a questi fini, come nota – La nuova infrastruttura doveva essere in grado di sostenere fino a 10 gigabit nel futuro. Abbiamo scelto GG45 perché è compatibile con la precedente struttura e può essere utilizzato con gli attuali patch cable. Ci basta solo cambiare i patch cable per utilizzare le future applicazioni oltre i 10G, invece che ricablare l’intera infrastruttura”. A prova di futuro In entrambi i casi, l’uso combinato del LANmark-7 e del GG45 fornisce un’infrastruttura solida, affidabile e high-performance,. Che consente ai sistemi correnti di funzionare senza alterazioni e alle nuove applicazioni a maggior ampiezza di banda di entrare in funzione in qualsiasi momento. Grazie alla popolarità di questa soluzione, Nexans ha dovuto raddoppiare la sua capacità di produzione dei connettori GG45 lo scorso anno. Con questo slancio, LANmark-7 e GG45 sembrano pronti a diventare la soluzione di riferimento per le future applicazioni schermate high-performance “a prova di futuro”.

Altre aziende che hanno scelto Nexans per le soluzioni Cat. 7: Parlamento Europeo – Bruxelles e Lussemburgo Etisalat – Dubai (Emirati Arabi Uniti) Deutsche Kranken versicherung – Colonia (Germania) NorskHydro – Oslo (Norvegia) z Norsk Hydro – Oslo (Norway)


w w w. e l m a t . c o m

Wireless

Banda larga per tutti, dappertutto, low-cost

Alvarion BreezeACCESS‘ EZ, famiglia di soluzioni a bassa spesa, di semplice impiego, affidabili e cost-effective, che assicura un incremento del business e un rapido ROI. Alvarion ha introdotto sul mercato, fin dallo scorso novembre, la famiglia di prodotti a basso costo BreezeACCESS‘ EZ, che rende dsponibili servizi d’accesso wireless a banda larga (broadband wireless access, BWA) cost effective, nella licenza fino ai 5 GHz di banda. Descrizione del sistema La soluzione BreezeACCESS EZ è composta da un Access Unit centrale (AU-EZ) e da Subscriber Unit multiple (SU-EZ). AU-EZ In grado di fornire fino a più di 24 Mbps di accesso Internet, un AU-EZ consiste di un unità indoor di network-interface/power supply (IDU) e di una unità radio outdoor (ODU) con interfaccia a un antenna esterna. Il design modulare dell’AU-EZ consente flessibilità nella copertura delle aree-target, attraverso l’utilizzo di differenti antenne esterne. Tra quelle disponibili per AU-EZ, troviamo antenne di settore da 120°, 90° e 60° e un’antenna Omni da 36°. AU-EZ può essere fornito in quattro diversi modelli, adatti alle seguenti bande: • Banda 5.8 GHz (5.725–5.875 GHz) • Banda 5.4 GHz (5.470–5.725 GHz) • Banda 5.3 GHz (5.250–5.350 GHz)

agevole allineamento dell’antenna e un’interfaccia utente intuitiva web-based. Il SU-EZ utilizza una radio multi-banda che copre l’intera banda 5.150-5.875 GHz, con selezione automatica della frequenza. Una volta installata, la radio outdoor si sintonizzerà da sola sulla banda e sulla frequenza appropriata (5.2, 5.3, 5.4 o 5.8), in accordo con l’AU-EZ cui è associata. Benefici chiave e vantaggi • È una soluzione affidabile e cost-effective, che assicura un incremento del business e un rapido ROI. • Un singolo CPE per tutte le bande 5GHz e tutti i codici nazionali rende possibili ordini diretti e semplice lo stoccaggio. • Dispiego rapido e semplice, grazie alla teconogia near-line-of-sight (NLOS), display integrale per un ottimo allineamento e una gestione intuitiva web-based. • Espansione del network istantanea con la soluzione out-of-the box e local available spot. • Capacità di oltre 24 Mbps per Unità d’Accesso (AU-EZ), e throughput di oltre 12 Mbps per Subscriber Unit (SU-EZ), assicurano la disponibilità di importanti servizi a banda larga, a per più sottoscrittori. • Una portata di oltre 12 Km (più di 8 miglia) estende la banda larga dappertutto e ovunque. • L’encryption su base hardware consente collegamenti wireless sicuri senza sacrificare throughput.

a cura di Andrea Marco Borsetti Regional Sales Manager

• Banda 5.2 GHz (5.150–5.350 GHz) SU-EZ Ciascun SU-EZ, attraverso una connessione wireless con un AU-EZ, costituisce una efficiente piattaforma per l’accesso, a banda larga. Consiste di un’antenna radio wireless outdoor con un pannello piatto ad alte prestazioni 17 dBi integrato, e dello stesso IDU utilizzato dall’AU-EZ per rifornimento d’energia e l’interfaccia di network. Progettato per una veloce installazione e configurazione, il SUEZ include un sostegno completo montato su palo, link display di qualità per un

Corsi di Certificazione Alvarion Dicembre:

Padova mercoledì 12

Padova giovedì 13

Wireless

COS v5.2, RADIUS integrato per ottimizzare l’impiego nella piccola media impresa Il Sistema Operativo Colubris nella migliorata versione v5.2 risparmia tempo, passaggi e complicazioni negli impirghi di volume medio e ridotto. Da ottobre è disponibile COS v5.2, il nuovo sistema operativo Colubris, con diversi importanti miglioramenti e funzioni inedite rispetto alle precedenti versioni. Possono usufruire dell’upgrade tutti i clienti che dispongono di Gold Support Attivo o contratti di Software Support. Quali sono le nuove funzioni chiave? Sono stati apportati miglioramenti soprattutto all’MSC-serie 5000, con le capacità di gestione centrale perfezionate per gli ambienti enterprise, e un robusto set stand-alone di funzioni controller per l’impiego di piccolo e medio volume. I dettagli includono: • Capacità RADIUS AAA integrate aggiunte ai controller MSC-serie 5000. L’MSC ora può essere lo snodo centrale dell’autenticazione basata su standard 802.1X e dell’autorizzazione per i MAP Colubris come per gli Ap di terze: i clienti in questo modo non hanno bisogno di un server RADIUS esterno. (Questa nuova funzionalità non intende rimpiazzare un server RADIUS high-end e, come sempre, Colubris continua a supportare robusti server RADIUS a base esterna). - Benefici: semplifica I processi operazionali e abbatte I costi per gli impieghi di medio e piccolo volume, che non avranno bisogno di investire in RADIUS esterni per ottenere una salda funzionalità user-account. La capacità RADIUS integrata è una caratteristica fondamentale, che rende possibili parecchi miglioramenti del v52: 1) MSC-Serie 5000 funziona come proxy AAA. Per gli impieghi con un RADIUS AAA esterno, l’MSC servirà da Proxy AAA per tutti i MAP e gli AP di terze parti allegati. In questo processo, gli AP allegati inoltreranno la richiesta di autorizzazione all’MSC, che a sua volta la trasmetterà all’appropriato server Radius. Benefici: questa caratterisitca consolida l’MSC serie 5000 come nodo centrale nella gestione di tutti gli access point. Elimina

anche la perdita di tempo dovuta al processo che configura ciascun MAP e VSC con il proprio ID per il server di accesso al network (network access server ID, NASID), e quindi configura ciascun RADIUS per riconoscere tutti gli ID MAP e VSC NAS come valide entità di network. 2) User profile robusti e MSC-defined. I client sprovvisti di un RADIUS esterno possono creare solidi profili user account direttamente nell’MSC-serie5000, basati sullo standard RADIUS, specifico per Colubris e anche per particolari attributi di AP estranei, inclusi VLANs, Access Control Lists, QoS, ampiezza di gamma consentita, restrizioni VSC, etc. (Colubris in ogni caso consente ai clienti di usare il oro RADIUS esterno per definire i profili user account). Benefici: Negli impieghi di piccolo e medio volume senza server esterno AAA, consente la flessibilità necessaria a creare e disegnare ciascun user account in modo da assecondare le esigenze dell’utente e del business. In aggiunta, negli stessi casi d’impiego, permette di migliorare gli attributi dell’autorizzazione per AP di terze parti. 3) Razionalizza l’integrazione con MS Active Directory. L’MSC-serie 5000 si integra direttamente con Active Directory per l’autenticazione con 802.1X/EAP e Login HTML. Benefici: Active Directory è largamente impiegato nelle imprese: questa funzione permette loro di far leva sui servizi di network directory esistenti e di ridurre notevolmente le complicazioni d’impiego/configurazione eliminando l’intermediario RADIUS/IAS. • Local Mesh a gestione centrale. Estende il “controlled mode” dell’MSC serie 5000 agli impieghi Local Mesh. - Benefici: unifica la gestione di tutto il network wireless (Local Mesh e non-Local Mesh) in una singola console. Semplifica la gestione degli impieghi Local Mesh, consentendo all’MSC di inviare parametri consistenti a tutti gli AP In ciascun Local Mesh group, riducendo gli errori di configurazione. Raccoglie le informazioni di monitoring dal Local Mesh network e le mostra in modo centralizzato nell’MSC.

Famiglia di prodotti Colubris

5


6

w w w. e l m a t . c o m

Networking

D-Link a Villaricca: una rete integrata rende più efficiente l’amministrazione pubblica

Il Comune napoletano riorganizza la Rete Civica con le soluzioni D-Link. Ottimizzate e integrate in sicurezza tecnologie cablate e wireless, telefonia su IP e applicazioni di videosorveglianza. Alle amministrazioni comunali è demandata l’erogazione di attività e servizi importanti per il cittadino che richiedono efficienza, affidabilità e sicurezza. Per assolvere a questi compiti, sfruttando al meglio le opportunità offerte dallo sviluppo tecnologico, il Comune di Villaricca in provincia di Napoli ha deciso di rivedere la propria infrastruttura informatica scegliendo le soluzioni di D-Link. Un’infrastruttura in cui convivono reti fisse e mobili Gli uffici comunali si presentano distribuiti su quattro sedi differenti, ognuna delle quali disponeva di una propria rete indipendente. Il desiderio di migliorare l’efficienza interna e, quindi, quella dei servizi forniti, ha indotto il Comune a rinnovare la struttura di rete all’insegna dell’interoperabilità e dell’incremento di prestazioni, obiettivi principali la creazione di un unico network che colleghi tutte le sedi distaccate, aumentando i punti di connessione e ampliando il CED (Centro Elaborazione Dati) e l’integrazione nella medesima rete, attraverso una connessione wireless, anche del il sistema di videosorveglianza e quello di telefonia su IP. Il progetto ha utilizzato dispositivi D-Link ed è stato sviluppato dalla società Delta Processing, system integrator con sede a Cicciano (Napoli. “L’esigenza principale che ha indotto il Comune a rivedere l’infrastruttura di rete - ha spiegato Leopoldo Di Vivo, responsabile del progetto presso il comune di Villaricca - era quella di collegare le varie sedi distaccate con la sede centrale, ottenere buone prestazioni in termini di larghezza di banda e, infine, abbattere i costi di gestione. La scelta di utilizzare le soluzioni D-Link è stata dettata dal favorevole rapporto tra le prestazioni e il costo degli apparati “. Il progetto di riorganizzazione della rete civica del Comune di Villaricca ha previsto la realizzazione di connessioni VPN (Virtual Private Network) su ADSL e di connessioni Wi-Fi. Allo stato attuale il Comune dispone di due connessioni in VPN: una con la sede distaccata dell’ufficio tributi e un’altra con la sede distaccata della Polizia locale. Per realizzare queste connessioni sicure è stato utilizzato, tra gli altri, un router ADSL D-Link della serie DSL dotato di interfaccia Ethernet a 10/100 Mbps. Fondamentali per garantire le necessarie precauzioni intermini di riservatezza e controllo dell’accesso sono state anche le altre funzionalità di sicurezza presenti all’interno delle soluzioni D-Link. “Senza alcun dubbio la sicurezza riveste un ruolo di fondamentale importanza nella nostra realtà - ha continuato Di Vivo - per le numerose applicazioni informatiche che impiegano connessioni a Internet; attualmente l’accesso a Internet è controllato da un firewall D-Link DFL1100 e a breve sarà operativo, presso il nostro CED, anche l’Information

Security Gateway D-Link DFL-M510 che eleverà il livello di sicurezza della rete proteggendola da virus, spam e altre tipologie di minacce”. La connettività wireless è stata realizzata utilizzando le soluzioni D-Link ad alte prestazioni che forniscono un’ampiezza di banda fino a 108 Mbps. Sono state realizzate due connessioni Wi-Fi per collegare la sede centrale ad altre due sedi situate, rispettivamente, a una distanza di circa 500 e 1000 metri. La prima connessione Wi-Fi è impiegata per fornire servizi dati mentre la seconda è utilizzata per fornire servizi dati, connessione a Internet, servizi di telefonia (VOIP) nonché l’accesso gratuito a Internet in modalità wireless per i cittadini che si recano presso la Villa Comunale di Villaricca. “L’impiego di soluzioni Wi-Fi - ha spiegato Di Vivo - ci ha consentito di realizzare una struttura di rete facilmente espandibile, che non ci esponeva al pagamento di canoni fissi e con prestazioni, in termini di larghezza di banda, che con soluzioni xDSL non si sarebbero potute avere. Ciò è particolarmente vero per le applicazioni come la telefonia e la video sorveglianza”. I siti sono stati connessi tra loro utilizzando apparati D-Link AirPlus Xtreme G DWL-2100AP. Va ricordato che il DWL-2100AP è un bridge-access point wireless (compatibile con gli standard 802.11g e 802.11b) particolarmente versatile, che è in grado di essere configurato per funzionare in quattro modalità differenti: access point wireless, bridge point-to-point connesso a un altro access point, bridge wireless point-to-multi-point o client wireless. La comunicazione a radiofrequenza tra le sedi è stata realizzata utilizzando antenne D-Link specifiche, adatte per trasmissioni “outdoor”. “A oggi tutte le sedi sono connesse alla sede centrale - ha continuato il responsabile del progetto - e grazie alla soluzione adottata è possibile ampliare la Rete Civica con costi contenuti. Le sedi distaccate possono utilizzare e condividere gli applicativi installati sul server centrale e la connessione a Internet della sede centrale. Inoltre, le varie sedi possono comunicare telefonicamente a costo zero grazie all’ impiego di apparati VoIP”. Un progetto di successo che apre la strada a nuovi sviluppi futuri La soddisfazione dell’amministrazione campana per il risultato finale è palpabile. Secondo Di Vivo: “Le soluzioni D-Link hanno consentito di raggiungere tutti gli obiettivi in termini di prestazioni, affidabilità e costo. Questo ci ha incoraggiato a impiegare il Wi-Fi anche per altre sedi”. Oggi sono in fase di ultimazione la sede distaccata della nuova biblioteca comunale e degli uffici socio-assistenziali, scolastico, culturale, sport e tempo libero, per la quale sono stati già realizzati la connessione Wi-Fi e il cablaggio. Presso quest’ultima sede sono stati installati uno switch D-Link DES-3526 per la rete locale interna e una centrale telefonica VoIP per un totale di circa 16 punti tra dati e fonia. Inoltre, al piano terra della biblioteca comunale sono stati previsti quattro access point per fornire l’accesso a Internet in modalità wireless.

Wireless

La nuova Serie HD, antenne dish ad alte prestazioni per l’operatività tra i 4.940 i 5.850 MHz Da Pacific Wireless una linea di apparecchiature compatte per banda larga, disponibili in polarità singola e duale. Rispondono anche le più severe disposizioni ETCSI. Sono sul mercato ormai da qualche mese, direttamente dai laboratori di Pacific Wireless, di antenne dish compatte

La performance più alta

per la banda larg di una nuova linea, che lascia il segno: si

Le nuove antenne della Serie HD offerte da Pacific Wireless

tratta della Serie HD, i cui modelli di dimensioni contenute

offrono all’ingegnere di sistema la migliore prestazione

sono disponibili in polarità singola per le frequenze comprese tra 4.9 e 5.8 GHz, in polarità duale, invece, per le frequenze tra 5.1 e 5.8 GHz.

disponibile oggi sul mercato. Le antenne integrano tutte le specifiche tecniche dettate dagli standard ETSI EN 302 085 TS4 e EN 300 833 Classe 1, le più stringenti per le antenne backhaul point to point.

In linea con gli standard più severi “I dish parabolici compatti per banda larga rappresentano una esaltante novità per la linea di antenne backhaul,- ha commentato Scott Parsons, VP del Business Development

L’esclusivo sistema di

alimentazione è disponibile in versione a polarizzazione singola, che può essere montata tanto per la polarizzazione verticale che per quella orizzontale, così da incrementare l’ampiezza di banda oppure implementare la diversità. I

Pacific Wireless – Le nuove antenne, allo stato dell’arte,

Dish sono forniti con la dotazione di connettori integrati N

presentano tratti progettuali che integrano le più stringenti

female; Un radome opzionale in fibra di vetro è disponibile

specifiche ETCSI per le antenne backhaul. Ciò significa

per innalzare il livello di protezione ambientale.

che tutta l’energia delle microonde si concentra sull’asse principale, e l’antenna è meno esposta alla ricezione di interferenze provenienti da fonti esterne: come dirette conseguenze otteniamo una maggior ampiezza di banda e collegamenti dati a maggior distanza. Il modello a polarità duale è forte di un perfetto isolamento tra le polarità, che consente capacità di larghezza di banda aggiuntive nei sistemi radio in doppia polarità. La gamma d’applicazione di queste antenne è ampia, in molti e differenti sistemi wireless, tra i quali le dorsali WISP, cellulare, BWA e WiMax”.

Chi è Pacific Wireless Pacific Wireless, una divisione di Laird Technologies, progetta e realizza soluzioni tecnologiche all’avanguardia destinate al mercato delle comunicazioni wireless da 900 Mhz a 5,8 Ghz, concepite tanto per le applicazioni fisse quanto per quelle mobili. Costruisce antenne per base station e applicazioni CPE nella gamma di frequenze 900 MHz, 2,4 GHz e 5,8 GHz. Fabbrica, inoltre, GaAs MMIC integrated functional block IC.


w w w. e l m a t . c o m

Voice

Voce su IP e ritorno sugli investimenti: sembra semplice...

Non solo abbattimento dei costi: le soluzioni Vericom Enterprise assicurano flessibilità operativa, funzioni avanzate, sicurezza totale e grande scalabilità. Il ritorno sugli investimenti (ROI) nei sistemi in voce su IP (VoIP) è da tempo oggetto di dibattito. Lungi dal derivare principalmente dall’abbattimento dei costi di traffico nelle comunicazioni. (valore spesso non misurabile, ma anche le condizioni perché un investimento in una nuova infrastruttura VoIP si ripaghi solo con i risparmi sul traffico sono raramente verificabili) il ROI dev’essere stimato sulla base dei vantaggi effettivi portati dalla tecnologia VoIP, ovvero le applicazioni in VoIP difficilmente realizzabili con le tecnologie precedenti. Nuovi servizi, integrazione e ottimizzazione delle risorse Si tratta di funzioni, come l’integrazione con altri sistemi software, la realizzazione di nuovi servizi e l’ottimizzazione delle risorse aziendali, che variano con il profilo dell’utente, che può identificarsi nel piccolo utente (piccola azienda, studio professionale), nell’utente medio (piccola media azienda), e in quello grande (azienda media-grande, multi sede). Un VoIP non vale l’altro: fornitori e soluzioni È della masima importanza inoltre che il prodotto scelto consenta la migrazione di tutti i servizi telefonici esistenti, e l’implementazione dei nuovi servizi in tempi e costi ridotti. È molto importante verificare che il sistema scelto favorisca l’evoluzione e la scalabilità dei servizi a costo nullo: in sintesi, non serve un semplice sistema di gestione della voce su IP, ma un vero e proprio ambiente di sviluppo ed esecuzione di applicazioni a elevato valore aggiunto. Vericom per l’impresa I prodotti enterprise della linea Vericom sono progettati e realizzati con l’obiettivo di garantire al cliente un ritorno degli investimenti certo e un costo di esercizio

minimo, garantendo la massima flessibilità applicativa. Sistemi semplici da installare e configurabili con un semplice browser web che presenta le informazioni in modo intuitivo; l’applicazione myVeriPhone permette la configurazione delle funzioni telefoniche in modo autonomo da parte di qualsiasi utente. I sistemi Vericom sono equipaggiati di base con una serie di applicazioni a elevato valore aggiunto quali: il sistema di accoglienza automatica delle chiamate, un potente gestore di instradamento in ingresso e uscita delle chiamate configurabile da web, la documentazione degli addebiti con la possibilità di esportare i dati verso altre applicazioni, la gestione di restrizioni di chiamata uscente, la casella vocale integrata con i server di posta elettronica, un sistema di notifica via e-mail delle chiamate in arrivo, il supporto per applicazioni call center con ACD e barra telefonica sul pc dell’agente, un servizio di manipolazione dei numeri in ingresso ed uscita (Least Cost Routing), un meccanismo di interconnessione trasparente verso altri sistemi Vericom (satellizzazione).

IP 400

Parola d’ordine: scalabilità La scalabilità dei sistemi Vericom è totale: qualsiasi applicazione sviluppata, per esempio, su un modello IP 100 può essere portata su un cluster di IP 400 senza modifiche e sfruttandone tutte le risorse. I sistemi Vericom sono altamente affidabili in termini di disponibilità dei servizi, inattaccabili da virus e resistenti agli attacchi esterni. Una soluzione Vericom enterprise comprende quindi tutte le funzioni necessarie alla migrazione da un sistema tradizionale, in aggiunta ad una piattaforma applicativa VoIP con elevate caratteristiche di affidabilità. Questo semplifica il lavoro dell’installatore e del manutentore, e offre all’utente finale ottime garanzie di protezione.

Networking

Mercato informatico: rafforzare la distribuzione il primo passo

Dall’elettronica all’ICT il salto è facile: si comincia con programmi specializzati per i distributori, prodotti per PMI, promozioni ed efficienza logistica già collaudata. Socomec UPS è nota da tempo nel campo elettrico e lo è ormai anche in quello informatico, che necessita di prodotti dedicati. Il settore è in espansione e ovviamente l’azienda non poteva non tenerne conto. Proprio per questo ha realizzato un programma finalizzato a definire le linee strategiche per ampliare l’impatto con questo mercato, ponendo in essere e sfruttando una serie di partnership con importanti distributori in tutta Italia. Per l’analisi del mercato l’azienda si è avvalsa di ricerche effettuate da Frost & Sullivan. A ciascun distributore, il suo programma I distributori che intendono operare con Socomec UPS hanno richiesto un programma qualificato che meglio li possa identificare e distinguere nel contesto di una mappa della distribuzione che, in Italia, si presenta particolarmente diversificata. Nel nostro Paese troviamo infatti distributori tout court (cioè che semplicemente comprano e rivendono), VAD (distributori che si occupano anche di assemblare componenti e parti di sistema ecc.), rivenditori, VAR (Value added Resellers, rivenditori più qualificati) ecc.. Compito di Socomec UPS è quello di definire un programma che permetta per ciascuno di essi una qualificazione iniziale ben definita e che fornisca loro, sempre su base individuale e specifica, gli strumenti per crescere. UPS per le PMI Dal punto di vista dei prodotti, Socomec propone una gamma di UPS davvero completa, destinata a un segmento di mercato molto caro al canale IT: la Piccola e Media Impresa. Ne rappresentano il fiore all’occhiello prodotti per il trade con caratteristiche di bassa potenza e di economicità, apprezzati da chi non dispone o non può disporre di architetture informatiche troppo complicate

(SoHo). Ma l’azienda offre anche prodotti professional e per il networking con potenze maggiori e caratteristiche più complesse, dalle soluzioni modulari con espansione di batteria, agli on line ecc. Proprio questa disponibilità di gamma ha attirato, a oggi, l’interesse di molti distributori. In campo con le promozioni e l’organizazione Socomec, parallelamente, sta mettendo a punto anche un programma di promozioni, azioni oggi fondamentali e irrinunciabili per facilitare e incrementare il rapporto con la distribuzione: un brand conosciuto come quello di Socomec UPS non può che essere attrattivo, anche nei confronti del meno esplorato settore informatico. L’organizzazione commerciale di Socomec UPS è riconosciuta come eccellente, e così l’assistenza: sono queste, con tutta probabilità, le carte vincenti da giocare anche sul mercato delle Information Technology. Socomec UPS infatti, grazie ad una rete di filiali commerciali e centri d’assistenza sparsi in tutto il territorio nazionale, garantisce spedizioni in 24 ore, sostituzione dei prodotti in loco entro le 48 ore e una nutrita serie di vantaggi ulteriori ed esclusivi, dedicati a chi genera business con le PMI in Italia: una fetta di mercato vastissima e strategicamente molto più che signifacativa. Spazio, infine, anche alla relazione diretta con i distributori e al supporto prestato alla loro crescita professionale: è allo studio infatti, in casa Socomec, una serie di incontri finalizzati a far crescere la cultura della continuità e della qualità dell’energia anche in campo informatico. Un nuovo progetto che si inserisce nella politica di azione a tutto campo tipica e ormai conosciuta di Socomec UPS.

Nuova gamma ITYS 1-10 kVA

7


BreezeACCESS EZ ®

Un’offerta decisiva per i Wireless ISP

In un mercato dinamico ed esigente, mantenere una posizione competitiva è essenziale tanto per l’acquisizione quanto per la conservazione dei clienti. Che si tratti di espandere i network esistenti o penetrare nuovi mercati, i Wireless Internet Service Provider (WISP) sono alla continua ricerca di soluzioni di network cost-effective. BreezeACCESS EZ di Alvarion fornisce una soluzione ideale, offrendo un valore decisivo ai WISP in cerca di affidabilità, senza sacrificare robustezza e prestazioni.


Newspaper n.4 2oo7