Page 1

Elisa Toniolo architect & designer +39 347 50 94 904 elisa.s.toniolo@gmail.com elisa.toniolo@archiworldpec.it


Indice dei contenuti

Table of contents

what you will find here a synthetic exposition of works and thoughts University, Internship and Freelance works 2005-2013...and still in progress

02

04

Parlando di me About me

05

Curriculum Vitae

08

Tra natura e artificio

10

I piedi nell’acqua. Tra luce e ombra

12

Un museo per la laguna di Venezia

14

Un filo, un pensiero...

16

Negozi GAS Jeans

18

Rampa espositiva

20

Un centro, due piazze

24

Nuova scuola primaria

28

Loft residenziale

30

Recupero dell’ex Canapificio Veneto

36

Un Vaso per Venini per il miele Royal Doani

Résumé

Between nature and artifice The feet in the water. Architectures in the Venice lagoon A museum for the Venice lagoon A thread, a thought... GAS Jeans stores Exhibition ramp

One centre, two squares New elementary school Residential loft Recovery of the former Canapificio Veneto Gourmet Honey Project


38

Nuovo insediamento residenziale in Nigeria New residential settlement in Nigeria

42

Ne[x]t City

52

Riqualificazione del complesso Tower House

54

Residenza ATER in classe A

56

Nuovi uffici SOVEM s.r.l.

58

Ampliamento uffici ZECO s.r.l.

60

Casa Bussola

62

Casa F

64

Ristorante Spinechile Resort

66

Riqualificazione di Malga Fosse

72

Casa DV

80

Ampliamento di una Scuola Elementare

86

Ristrutturazione di un Palazzo Ottocentesco

A scenario for Porto Marghera 2050 Redevelopment of the Tower House complex Social Housing “A� energy class New office building of a factory Enlargement of the office building of a factory Compass House F House Spinechile Resort restaurant

Redevelopment of Malga Fosse DV House

Enlargement of an Elementary School Restoration of a 19th Century Palace

03


Parlando di me

About me

Architect, designer...creative mind Master’s Degree in Architecture for Sustainability University IUAV of Venice Graduation on July, 2009

mattoncini Lego®; io

Nasco il 25 Novembre 1983 alle 13.00, esattamente nel giorno e nell’ora in cui nasce la mia passione per l’architettura, per l’arte e per tutto ciò che è estro, genialità ed espressione di talento: viviamo una vita assieme. Ho capito di voler fare l’architetto da bambina giocando con i mattoncini Lego®, e mi ritrovo qui, oggi, cresciuta e ormai adulta, ma con la stessa incessante curiosità, testardaggine quando serve e ambizione quanto basta, a lavorare con passione, dedizione e “cre-attivamente”, convinta che ogni mente che progetta debba avere un grande dinamismo per esprimersi al meglio. Come finale scelgo questo: “chi si accontenta perde il gusto della sfida”.

Lego® bricks; me

I was born on November 25, 1983, at 1.00 p.m, the exact moment when blossomed my passion for architecture, art and everything that is inspiration, genius and expression of talent: we live a life together. I understood that I wanted to be an architect when I was a child who loved playing with Lego® bricks, and I find myself here, today, grown up and by now adult, but with the same relentless curiosity, stubbornness when necessary and ambition as needed, working with passion, dedication and “cre-actively,” convinced that every mind that designs must have a great dynamism to express itself to its best. As a conclusion, I choose this one: “those who are satisfied, lose the taste of challenge”.

04

Birthday

25/11/1983

Birthplace

Schio (Vicenza), Italy

Nationality

Italian

autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

Via dei Tamburini, 2 36015 Schio (Vicenza) Italy +39 347 5094904 elisa.s.toniolo@gmail.com elisa.toniolo@archiworldpec.it elisa_toniolo Elisa Toniolo Elisa Toniolo


Curriculum Vitae

Résumé

ARCHITECT_Ordine degli Architetti della Provincia di Vicenza Master’s Degree in Architecture for Sustainability University IUAV of Venice Graduation on July, 2009

ESPERIENZA PROFESSIONALE professional experience feb. 2012 present

05

Architetto libero professionista_Albo degli Architetti della Provincia di Vicenza nr. 2292

freelancer professional architect

architetto Elisa Toniolo, Schio (Vicenza) dec. 2013 feb. 2015

Architetto e Interior Designer

employed architect and interior designer

Red Circle srl, Bassano del Grappa (Vi)

Collaboratrice

freelance architect

feb. 2010 feb. 2012

abitarebios - arch. Ivo Magnabosco, Santorso (Vicenza) www.abitarebios.it

feb. 2010 jun. 2010

geom. Fabio Bertoldo, Piovene Rocchette (Vicenza)

apr. 2008 jun. 2008

arch. Luca De Bona, Venezia

oct. 2007 apr. 2008

BattistellArchitetti, Mestre (Venezia) www.battistellarchitetti.it

Tirocinante

Intern

apr. 2007 jul. 2007

BattistellArchitetti, Mestre (Venezia)

apr. 2005 aug. 2005

CIRCE - centro di rilievo, cartografia ed elaborazione, Venezia www.circe.iuav.it autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003


06 oct. 2005 jul. 2009

ISTRUZIONE education Laurea Specialistica in Architettura per la Sostenibilità

Master’s Degree in Architecture for Sustainability

101/110

Università IUAV di Venezia sep. 2002 sep. 2005

Laurea Triennale in Scienze dell’Architettura

Bachelor’s Degree in Architectural Science

109/110

Università IUAV di Venezia sep. 1997 jul. 2002

Diploma di Maturità Scientifica Sperimentale

High School Diploma

Liceo Scientifico N. Tron, Schio (Vi)

FORMAZIONE E CORSI other courses oct. 2013 present may 2013 jun. 2013

Corso di tedesco livello intermedio

Intermediate level German language course

Consolidamento degli edifici esistenti

Consolidation of existing buildings

Fondazione dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Vicenza feb. 2012 present

Seminari di aggiornamento professionale Professional seminars

autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003

100/100


LINGUE languages Italiano English Deutsch Français Espaùol

07

mothertongue C1 B1 - in progress B1 A1

COMPETENZE INFORMATICHE computer skills avanzato advanced Pacchetto Office Autodesk Autocad avanzato advanced Autodesk 3d studio base basic Autodesk Maya base basic Adobe Photoshop avanzato advanced Adobe Illustrator buono good Adobe Indesign avanzato advanced Adobe Premiere Pro buono good Sketchup (+ Twilight) avanzato advanced Rhinoceros base basic - in progress Solidworks base basic - in progress Ecotect buono good Coreldraw buono good Docet avanzato advanced CMS buono good

autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003


Tra natura e artificio

Between nature and artifice a park...anywhere Modular pavilion Project by arch. E. Toniolo, arch. G. Burello Year 2005 - 6th semester Bachelor degree

08

renderings: vista degli esterni; vista dall’interno renderings: view of the exteriors; view from inside

Un padiglione modulare in un parco: è qui che natura e artificio si fondono per dare vita a un luogo di meditazione e di riposo. Questa architettura non mostra altro che se stessa e la natura circostante, ma attraverso il suo involucro filtra luci e colori, restituendoli all’esterno nuovi e diversi.

A modular pavilion in a park: here nature and artifice come together to create a place of meditation and rest. This architecture doesn’t show anything but itself and the surrounding nature, but through its envelope it filters lights and colors, giving them back to the outside new and different.


09


I piedi nell’acqua. Tra luce e ombra

The feet in the water. Architectures in the Venice lagoon Isola delle Vignole, Venezia, Italy Jetty to dock and stop off Project by arch. Elisa Toniolo, arch. Giulia Burello Year 2005 - summer workshop, Bachelor degree

10

renderings dall’interno del pontile

renderings from inside the jetty

Tema del workshop è il progetto di un pontile di attracco e sosta nell’isola delle Vignole, nella laguna di Venezia. Forme e materiali della tradizione lagunare vengono reinterpretati per dar vita a una struttura snella e pratica, adatta all’attracco di piccole imbarcazioni e alla sosta di barcaioli o turisti che vogliano godere di tranquillità, al riparo dal sole, immersi nella natura .

Theme of the workshop is the project of a jetty to dock and stop in the island of Vignole, in the Venice lagoon. Forms and materials of the tradition are reinterpreted to create a slender and practical facility, suitable for the mooring of small boats and for the stop of boatmen or tourists who want to enjoy calmness, sheltered from the sun, surrounded by nature.


11


Un museo per la laguna di Venezia

A museum for the Venice lagoon Isola del Lazzaretto Vecchio, Venezia, Italy Museum Island - Restoration and Redevelopment Project by arch. E. Toniolo, arch. N. Zorat, arch. E. Perussato Year 2006 - 2nd semester Master degree

12

renderings degli esterni e degli interni del museo renderings of the exteriors and the interiors of the museum

vista d’insieme dell’isola overall view of the Island

Nel corso dei secoli l’isola del Lazzaretto Vecchio - situata nella zona sud della laguna di Venezia, vicino alle coste del Lido - ha subito numerose trasformazioni e oggi ci è rimasto un insieme eterogeneo di edifici con caratteristiche costruttive molto diverse tra loro. Il progetto prevede la riconfigurazione dell’intera isola per trasformarla in un polo museale e di ricerca. L’obiettivo è creare un Museo Nazionale di Archeologia della città e della laguna in cui inserire anche un centro ricerche, alcuni laboratori di restauro e degli atelier di lavoro, oltre che una foresteria, una sala conferenze, una biblioteca e alcune zone per esposizioni temporanee.

Over the centuries the Island of Lazzaretto Vecchio - located in the south of the lagoon of Venice, near the coast of Lido - has undergone numerous transformations and today it’s a miscellaneous set of buildings with structural characteristics very different from each other. The project involves the reconfiguration of the entire island to turn it into a museum and research center. The goal is to create a National Museum of Archaeology of the city and the lagoon that should also include a research center, some restoration workshops and atelier, as well as a guest house, a conference room, a library and some areas for temporary exhibitions .


13


Un filo, un pensiero...

A thread, a thought... Mestre, Venezia, Italy

Redevelopment of the border of Parco San Giuliano Project by arch. E. Toniolo, arch. N. Zorat, arch. E. Perussato Year 2007 - 3rd semester Master degree

14

renderings degli esterni

Un camminamento corre senza soluzione di continuità lungo argine del canale San Giuliano, e come un filo lo cuce fissandosi su alcuni punti con degli spilli: è qui che sorgono degli “episodi architettonici”, punti di riferimento legati assieme dal filo - un pensiero comune che li accomuna ma li rende autonomi l’uno rispetto all’altro.

renderings of the exteriors

A walkway runs seamlessly along the embankment of San Giuliano Canal, and as a thread it sews it together, fastening itself with pins on a few points: it’s here in these points that some “architectural episodes” rise, benchmarks tied together by the thread - a thought - that join and combine them making them independent from each other.


15


Negozi GAS Jeans

GAS Jeans stores

Budapest, Hungary - Trieste, Italy Redevelopment of commercial spaces Project by BattistellArchitetti - Internship Year 2007 - realized

16

foto delle vetrine e degli interni dei negozi di Campona e Andrassy; piante del piano terra e del piano primo di Andrassy

Lo studio BattistellArchitetti ha per anni collaborato con l’azienda Grotto Spa nella progettazione dei negozi della linea di abbigliamento Gas Jeans, dislocati in tutto il mondo. I negozi realizzati durante il biennio 20072008 si basano sul concept 2007, che individua le tipologie di arredamento principali, gli accessori e le strutture leggere che disegnano gli spazi interni.

The BattistellArchitetti architecture firm has collaborated for years with the company Grotto Spa in the design of the stores of Gas Jeans clothing brand, located all over the world. The stores realized during ​​ the biennium 20072008 are based on the concept 2007, which identifies the main types of furniture, accessories and lightweight structures that shape the interior spaces.

La partecipazione alla fase progettuale ha riguardato principalmente tre punti vendita:

The participation during the design phase focused on three main stores:

Campona Gas store: situato all’interno di un centro commerciale sorto nella periferia di Budapest; Andrassy Gas store: collocato in una zona rinomata del centro storico di Budapest, ha preso il posto di una pasticceria; Trieste Gas store: affacciato sulla centralissima Via Mazzini, ha sostituito un altro negozio di abbigliamento.

Campona Gas store: located within a shopping mall on the outskirts of Budapest; Andrassy Gas store: located in a renowned area of the old town centre of Budapest, it has taken the place of a pastry shop; Trieste Gas store: overlooking the central Via Mazzini, it has replaced another clothing shop.

pictures of the windows and the interiors of Andrassy and Campona stores; ground floor and first floor plans of Andrassy


17


Rampa espositiva

Exhibition ramp

Tavagnacco (Ud), Italy Rearrangement of the clothing department of a shopping mall Project by BattistellArchitetti - Internship Year 2007

18

sezioni trasversali e longitudinali; pianta piano terra cross and longitudinal sections; ground floor plan

All’interno di un centro commerciale di composizione eterogenea - risultato dell’aggregazione successiva di più stabili di scarso pregio architettonico e caratterizzati da altezze di interpiano molto diverse - una rampa collega tre diversi edifici a varie altezze. Questo elemento dalla forte caratterizzazione formale e cromatica si configura come un organismo che si snoda e si spezza all’interno di uno spazio monotono e regolare rompendone la geometria e diventando anche occasione di esibizione della merca venduta nel negozio.

Within a shopping mall of heterogeneous composition - the result of the aggregation of different edifices of little architectural value and characterized by very different heights between floors - a ramp connects three different buildings at various heights. This element with a strong formal and chromatic characterisation is like an organism that runs and fracture within a space by breaking its monotonous and regular geometry and becoming also an opportunity to ehibit the merchandise.


19


Un centro, due piazze

One centre, two squares San Donà di Piave (Ve), Italy

Design competition for the redevelopment of the downtown Project by BattistellArchitetti - Internship Year 2007

20

planimetria site plan

Il recupero del ruolo urbano di Piazza Rizzo e Piazza dell’Indipendenza è il motore della trasformazione del centro che stabilisce una dualità di poli attrattori. Sarà la spina storico-morfologica, però, che collegando ciascuna di queste aree, confermerà quelle che sono state vocazioni, funzioni e caratteri storici di ciascuna: Piazza Indipendenza e la sua monumentalità intatta, centro politico-amministrativo e culturale; Piazza Rizzo, centro commerciale e di svago; Piazzetta Trevisan e il sagrato del Duomo, centro religioso. L’organizzazione di tutto il progetto si basa su una analisi di geometrie e di-segni a terra, con la volontà di ritrovare antiche tracce e di segnalarne di nuove. I segni così trovati si trasformano, poi, da esercizio geometrico a ricerca di sorprese prospettiche, percorsi, coni ottici e costruzioni utilizzando un linguaggio composto da materiali, colori e luci. The recovery of the urban role of Rizzo Square and Independence Square is the driving force of the transformation of the city center that establishes a duality of attractors. The historic-morphological framework, connecting each of these areas, will confirm those that have been the vocations, functions and historical features of each: Independence Square and its intact monumentality, political-administrative and cultural center; Rizzo Square, shopping and entertainment center; Trevisan Square and the Cathedral churchyard, a religious center. The organization of the whole plan is based on an analysis of geometries and de-signs on the ground, with the desire to rediscover ancient tracks and to point out new ones. The so found signs turn, then, from geometrical exercise into research of perspective surprises, routes, optical cones and buildings using a language made of materials, colors and lights.


21


22

vista di Piazza dell’Indipendenza view of Indipendenza Square


23

vista di Piazza Rizzo view of Rizzo Square


Nuova scuola primaria

New elementary school Volpago del Montello (Tv), Italy

Design competition Project by BattistellArchitetti, LFA architettura - Collaboration Year 2007

24

renderings degli esterni: l’ingresso; planimetria generale renderings of the exteriors: the entrance; siteplan

La distribuzione degli spazi interni, articolata su due piani, prevede l’utilizzazione del piano terra per il primo ciclo didattico e del piano primo per il secondo ciclo. Gli spazi comuni quali l’atrio di ingresso, l’ambiente per attività integrative, la mensa e la terrazza didattica fungono da fulcro della scuola. Gli ambienti centrali sono l’elemento di unione e transizione fra le due ali della scuola - che contengono gli spazi più prettamente didattici e fra questi e il blocco palestra. Gli spazi esterni, a diretto contatto con gli ambienti didattici, sono immaginati come estensione di questi ultimi: un parco fatto di verde, spazi pedonali e strutture pubbliche messi a sistema da un percorso pedonale, vettore di socializzazione, attrezzato e mutante nei diversi contesti attraversati.

The distribution of the interior spaces, articulated on two floors, provides the utilization of the ground floor for the first educational cycle and the first floor for the second cycle. Common areas such as the entrance hall, the room for supplementary activities, the canteen and the educational terrace function as a hub. The central spaces are the union and transition element between the two wings of the school - which contain the spaces more purely educational - and between them and the gym. The outdoor areas, directly in contact with the educational areas, have been imagined as an extension of the latter: a park of greenery, pedestrian areas and public facilities connected by a pedestrian path, socialization vector, equipped and mutant in the different crossed contexts.


25


26

renderings degli esterni renderings of the exteriors


27


Loft residenziale

Residential loft

Mestre, Venezia, Italy Reconversion of industrial docks Project by BattistellArchitetti - Collaboration Year 2008 - realized

28

renderings degli interni; foto del loft realizzato Š Luca Battistella renderings of the interiors; pictures of the loft realized Š Luca Battistella

Un vecchio dock industriale viene recuperato e riconvertito ad uso residenziale. Con interventi di ristrutturazione e progettazione d’interni si ricavano delle residenze private, uguali in dimensioni ma profondamente diverse nella distribuzione degli spazi interni.

An old industrial dock is recovered and converted to residential use. Renovation and interior design interventions allow to obtain several private residences, equal in size but very different in the distribution of the interior spaces.


29


Recupero dell’ex Canapificio Veneto

Recovery of the former Canapificio Veneto Crocetta del Montello (Tv), Italy Design competition: recovery and redevelopment of a disused industrial area Project by BattistellArchitetti, arch. E. Toniolo Year 2008

30

schema funzionale; planimetria; renderings degli esterni functionale diagram; site plan; renderings of the exteriors

La proposta mira a identificare le origini dell’area del Canapificio e a metterle in relazione tra loro attraverso l’architettura. Riconoscendo nei tipi edilizi un’identità da salvaguardare, se ne attualizzano le forme e i contenuti attraverso il recupero funzionale e la reinvenzione degli spazi, il rafforzamento del legame simbolico e fisico attraverso mirati interventi urbanistici capaci di rileggere un sistema puntiforme e disomogeneo di manufatti coevi, reinterpretandolo sottoforma di un centro diffuso. La proposta assume quindi le valenze di un vero e proprio masterplan che, annullando idealmente il disordine edilizio aderente, riconduce a unità gli edifici del Canapificio e del suo sistema, individuando nei suoi caratteri le linee guida per riconfigurare il territorio urbano esistente e per plasmare l’espansione futura.


31


32

renderings degli esterni: il cinema e la passerella renderings of the exteriors: the cinema and the footbridge

The proposal aims to identify the origins of the area of the ​​Canapificio and relate them to each other through architecture. Recognizing in the different building types an identity to be protected, the project actualize their shapes and contents through the functional recovery and the reinvention of spaces, the reinforcement of the physical and symbolic connection through targeted urban interventions capable of reinterpreting a point inho-

mogeneous system of contemporary artifacts, reinterpreting it in the form of a diffused center. The proposal therefore takes on the values of ​​ an out-and-out masterplan that, ideally eliminating the adherent building mess, leads back to unity the buildings of the Canapificio and its system, identifying in its characters the guidelines to reconfigure the existing urban territory and to shape the future expansion.

rendering dell’interno del centro commerciale rendering of the exteriors of the mall


33


renderings degli esterni: l’asilo e il teatro renderings of the exteriors: the kindergarten and the theatre

34


35


Un vaso Venini per il miele Royal Doani

Gourmet honey project Venezia, Italy

Proposal for the new Project by BattistellArchitetti, arch. Elisa Toniolo Year 2008

36 renderings delle tre proposte renderings of the three proposals

La famosa e storica vetreria muranese Venini chiede a due studi di design di realizzare il progetto di un vaso destinato a racchiudere un prezioso miele arabo. Le proposte presentate vogliono creare un oggetto unico e raffinato che esprima l’equilibrio perfetto tra il savoir-faire artigiano, la ricerca dell’eccellenza e un design audace e originale. L’ispirazione viene dalla natura, dalla storia di Venezia e dalla sua cultura del vetro.

Cappello del doge


The famous venetian company Venini - one of the major realities concerning research in glass - asked to two design practices to plan a new vase for a special arabic honey. The aim of the proposals was to create something precious and unique that conveys the perfect balance between handicraft, the research of excellence and a brave and original design. The inspiration came from the nature, the history of Venice and its strong glass culture.

Mole

Profumo di miele

37


Nuovo insediamento residenziale in Nigeria

New residential settlement in Nigeria Abuja, Nigeria Proposal for a new settlement made up of modular buildings Project by arch. Elisa Toniolo, arch. Luca De Bona Year 2008

schemi dell’insediamento tipo; genesi delle piante del singolo edificio; esploso assonometrico

L’obiettivo del progetto è stabilire un nuovo criterio di sviluppo per gli insediamenti urbani basato sulla modularità e sulla ripetibilità, al fine di realizzare aggregati urbani sostenibili ma a basso costo per la nuova piccola borghesia nigeriana. Presupposti fondamentali sono la creazione di spazi privati ampi e luminosi, così come di luoghi comuni di aggregazione ariosi e soleggiati, oltre che opportunamente schermati. Fondamentale - per il controllo della temperatura e dell’umidità - è il cavedio centrale attraverso cui passano i flussi di distribuzione di ogni edifico, che funziona come camino di ventilazione e come polmone verde interno.

diagrams of the type settlement; genesis of the floor plans of the type building; exploded view drawing

The goal of the project is to establish a new criterion for the development of urban settlements based on modularity and repeatability, in order to realise sustainable and low cost urban aggregates for the new Nigerian petty bourgeoisie. Basic assumptions are creating large and bright private spaces, as well as sunny and airy common spaces, conveniently shaded. Essential - for the control of temperature and humidity - is the central atrium through which the distribution flows pass in each building, which functions as a ventilation chimney and as an inner green lung.

38


39


spaccato prospettico e vista del cavedio centrale; cutaway drawing and internal view of the central atrium

40 vista d’insieme dell’insediamento overall view of the urban settlement


41


Ne[x]t City

A scenario for Porto Marghera 2050 Porto Marghera, Venezia, Italy Planning a new city in the industrial area of Porto Marghera Project by arch. Elisa Toniolo Year 2008-2009 - Graduation thesis Master degree

42

vista a volo d’uccello della laguna con la nuova città di Porto Marghera bird’s eye view of the Venice lagoon with the new city of Porto Marghera

Il mondo si sta dirigendo verso un futuro energetico insostenibile: se l’andamento attuale si mantenesse nel futuro, le emissioni di CO2 e la domanda di petrolio continuerebbero ad aumentare rapidamente.

The world is heading towards an unsustainable energy future: if the current trend is maintained in the future, CO2 emissions and oil demand will continue to increase rapidly.

Le città sono il punto focale e gli elementi guida dello sviluppo della società in tutti i paesi, ma allo stesso tempo esse sono le più grandi consumatrici di risorse naturali e le maggiori fonti di inquinamento ed emissioni di gas serra sul pianeta.

The cities are the focal point and the driving elements for the development of the society in all countries, but at the same time, they are the largest consumers of natural resources and a major source of pollution and greenhouse gas emissions on the planet.

E‘ necessario allora ripensare il ruolo delle città e rivederne le basi sia dal punto di vista sociale che ambientale, trovare degli strumenti che consentano la mutazione genetica del paradigma insediativo post-industriale.

Threfore it’s necessary to rethink the role of cities and review their basis from both the social and environmental point of view, to find the tools that allow the genetic mutation of the post-industrial paradigm settlement .

Quale città creerà la nuova società? Quali sono i fattori principali che ne detteranno e guideranno lo sviluppo? Cosa significa vivere nella città nuova nell’età dell’informazione e della comunicazione? Si modificheranno le infrastrutture? Che ruolo avranno gli spazi pubblici? Quanta importanza avrà l’ambiente? Questa tesi cerca di trovare delle risposte possibili a queste domande, immaginando uno scenario al 2050 di una Ne[x]t City, ovvero “la prossima città possibile” (next city) che basi il suo sviluppo sul concetto di rete (net city), intesa come rete infrastrutturale di collegamento, ma anche come rete di informazioni.

What kind of city will the new society create? Which are the main factors that dictate and guide their development? What does it mean to live in the new town in the information and communication era? Will the infrastructure change? What role will the public spaces have? How important will be the environment?

This thesis tries to find possible answers to these questions, imagining a scenario in 2050 of a Ne[x]t City, which is “the next possible city“ (next city) that bases its development on the concept of network (net city), meant as an infrastructural connection network, but also as a network of information.


43

“È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato ma anche il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio, oppure il suo rovescio, una paura. Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra.” - Italo Calvino, Le città invisibili “La funzione principale di una città è trasformare il potere in strutture, l’energia in cultura, elementi morti in simboli d’arte viventi e la riproduzione biologica in creatività sociale.” - Lewis Mumford, La città nella storia -


Quale futuro energetico?

44 scenario conservativo

scenario moderato

scenario radicale

esigenze abitative secondo parametri di sostenibilità ambientale, energetica e sociale + non occupazione di nuovo suolo + interventi di rigenerazione urbana per attuare una sorta di “riciclo della città” = necessità di nuovi insediamenti


Quali le aree da “riciclare”? raffinerie del territorio italiano = criticità e fattore di rischio ambientale + recupero e riconversione = superamento del tipo di industria e società che rappresentano

Porto Marghera diventa il paradigma della Ne[x]t City

45

Strategie progettuali

massima attrazione abitanti, flussi, nodi

massima tutela

ambiente, paesaggio

massima densità costruito, strutture


La genesi della citta’

46

AREA DI PROGETTO

950 ha

INFRASTRUTTURA

15 km

ABITANTI

70.000

AREA DI PROGETTO

1.200 ha

INFRASTRUTTURA

18 km

ABITANTI

105.000

AREA DI PROGETTO

1.700 ha

INFRASTRUTTURA

25 km

ABITANTI

155.000


stazione Maglev

47 stazione Maglev

stazione treno

fermata vaporetto

stazione PRT


Il tassello tipo

48

sistema strade


Masterplan 2020 2035 2050

49


50


Suggestioni...

51


Riqualificazione del complesso Tower House

Redevelopment of the Tower House complex Treviso, Italy Design Competition Project by arch. Ivo Magnabosco, arch. Elisa Toniolo e arch. Roberta Sella Year 2011

52

prospetti; renderings degli esterni facades; renderings of the exteriors

Obiettivo del concorso è la riqualificazione estetica, energetica e funzionale della ‘Tower House’, landmark nello skyline della città di Treviso. Il progetto prevede la posa di una parete ventilata su pannelli di materiale isolante termoacustico al fine di conservare le strutture esistenti e al contempo di migliorare il comfort abitativo a livello termico e acustico. Terra, fuoco, acqua e aria sono gli elementi ispiratori del concept di progetto: le tre ali di cui è composta la torre sono caratterizzate ciascuna da un diverso colore che rappresenta rispettivamente la terra (verde), il fuoco (rosso) e l’acqua (blu), sfumando verso l’alto nel colore dell’aria (bianco).

The aim of the competition is the aesthetic, energy efficiency and functional redevelopment of the ‘Tower House’, a landmark on the skyline of the city of Treviso. The project involves the installation of a rainscreen cladding over acoustic insulation panels in order to preserve the existing structures and at the same time to improve the thermal and acoustic comfort. Earth, fire, water and air are the elements that inspired the project concept: the three wings that compose the tower are each characterized by a different color representing respectively the earth (green), the fire (red) and the water (blue), fading upwards to the color of the air (white).


53


Residenza ATER in classe A

Social Housing “A” energy class Schio, Italy Social Housing Project by arch. I. Magnabosco - Collaboration Year 2010 - realized

54

prospetto principale sud; rendering degli esterni main south facade; rendering of the exteriors

I 7 appartamenti realizzati hanno raggiunto l’obiettivo di creare un edificio di nuova generazione con ridotto fabbisogno di energia, basso impatto ambientale e basso costo. L’edificio ha un’immagine moderna, con linee semplici ma arricchite da elementi porticati e scale in ferro e pietra. Il trattamento differenziato dei fronti e delle finestrature segue la logica dell’orientamento delle facciate per captare, attraverso le ampie vetrate, l’energia termica. Il fabbricato ha un basso impatto ambientale grazie a ridotte emissioni di CO2 dovute al basso consumo di energia fossile e alla produzione di energia pulita derivata dal sole. L’edificio ha ottenuto doppia certificazione energetica in classe A con gli enti certificatori CasaClima e Vi.Energia, avendo un consumo pari a 18 kwh/mq anno.

The 7 apartments have been realized reaching the goal of creating a next-generation building with reduced energy requirements, low environmental impact and low cost. The building has a modern look, with simple and lines enriched by porticos and iron and stone stairs. The different treatment of fronts and windows follows the logic of the orientation of facades to capture, through the large windows, the heat energy. The building has a low environmental impact thanks to reduced CO2 emissions due to low fossil fuels consumption and to the production of clean energy derived from the sun. The building has achieved a double A class certification of energy performance with KlimaHaus and Vi.Energia, having a consumption of 18 kwh/sm year.


55


Nuovi uffici SOVEM s.r.l.

New Office building of a Factory Santorso (Vi), Italy Office building - new construction Project by arch. Ivo Magnabosco - Collaboration Year 2011 - realized

56

prospetti sud e ovest; renderings degli interni south and west facades; renderings of the interiors

I nuovi uffici sorgono accanto allo stabile produttivo e al contempo marcano con forza un netto distacco da esso. L’organismo architettonico è formato da un corpo di fabbrica principale - una grande “scatola vetrata” - su cui si innesta un volume che esibisce la propria forza e la propria diversità. Questo diventa una vetrina che mette in mostra ciò che l’azienda lavora con passione e con un’esperienza più che trentennale: l’acciaio. Un rivestimento in lamiera scandisce le facciate seguendo il disegno che regola l’intera composizione: un tracciato forte e nervoso di tubi in acciaio che corrono senza soluzione di continuità da terra sino alla sommità del tetto.

The new office building is located next to the production edifice and at the same time it strongly marks a radical departure from it. The architectural structure is composed of a main building - a large “glass box” - onto which a volume that exhibits its strength and its diversity inserts itself. This one becomes a window that shows what the company works with passion and with more than thirty years experience: steel. A metal sheet coating punctuates the facades following the design that rules the entire composition: a strong and nervous path of steel pipes that run seamlessly from the ground up to the rooftop.


57


Ampliamento uffici ZECO s.r.l.

Enlargement of the office building of a Factory Fara Vicentino (Vi), Italy Office building - enlargement and redevelopment Project by arch. Ivo Magnabosco - Collaboration Year 2011 - realized

58

foto della realizzazione; renderings degli esterni pictures of the building realized; renderings of the exteriors

La necessità di ampliare lo spazio dedicato agli uffici diventa il pretesto e l’occasione per una riconfigurazione completa dell’immagine dell’azienda. Un’imponente struttura reticolare sorregge il nuovo volume ed emerge dall’esistente per la sua forza geometrica, per la sua dimensione e per il suo cromatismo contrastante. Il nuovo coronamento dell’edificio è una presenza massiccia e dominante, che si impone sul corpo di fabbrica sottostante, nonostante la leggerezza e la trasparenza delle vetrate che ne chiudono i lati. Un grande pilastro sorregge questa “scatola vetrata” sostenendo parte del peso della struttura in acciaio. Al contempo porta in alto il marchio dell’azienda, diventandone il segno distintivo.

The need to expand the space dedicated to the offices becomes the excuse and the opportunity for a complete overhaul/ rearrangement of the company image. An impressive truss supports the new volume and emerges from the existent building thanks to its geometric force, its size and its contrasting chromatism. The new crowning of the building is a massive and dominant presence, which stands out from the building below, despite the lightness and the transparency of the glass walls that close the sides. A large pillar sustains this “glass box” supporting part of the weight of the steel structure. At the same time it brings up the brand of the company, becoming its hallmark.


59


Casa Bussola

Compass House Schio (Vi), Italy

Single family house Project by arch. I. Magnabosco - Collaboration Year 2010 - Under construction

60

didascalia immagini nella pagina

Disposta su un unico piano, la Casa Bussola è composta da un corpo principale con copertura a botte orientato parallelamente alla geometria del lotto, su cui si innesta un secondo volume orientato lungo la direttrice nord-sud, proprio come l’ago di una bussola. Tetti e pareti ben isolati, impianti efficienti che riducono i consumi e l’emissione di CO2, e pannelli solari fotovoltaici e termici permettono il raggiungimento della classe A nell’efficienza energetica.

Arranged on one floor, the Compass House consists of a barrel vaulted ceiling main body parallel oriented to the geometry of the lot, inside which a second volume oriented along the north-south direction inserts itself, just like the needle of a compass.

captions of images of the pages

Roofs and walls well insulated, efficient systems that reduce fuel consumption and CO2 emissions, and solar photovoltaic and thermal panels allow the residence to reach the A energy efficiency class.


61


Casa F

F House

Santorso (Vi), Italy Single family house Project by arch. Elisa Toniolo Year 2011

62

renderings degli esterni renderings of the exteriors

renderings degli esterni renderings of the exteriors

Profili ben delineati racchiudono uno spazio distribuito su una doppia altezza. La divisione dei volumi e dei piani è enfatizzata dalle differenze cromatiche e materiche, e rispecchia la diversa vocazione delle zone della casa: un piano terra dedicato alla ricezione e alla socializzazione, e un piano primo a dimensione privata. Il camino diventa elemento centrale della composizione: nasce al piano terra e raggiunge il tetto senza soluzione di continuità . Le grandi vetrate che affacciano a sud permettono di godere della vista del giardino e della piscina, mentre dalle finestrature sul retro si può apprezzare il panorama delle montagne a nord.

Well defined profiles enclose a space distributed over a double height. The division of volumes and levels is emphasized by differences in color and material, and reflects the vocation of the different areas of the house: a ground floor dedicated to receiving and socialization, and a first floor dedicated to the private sphere. The fireplace with its chimney becomes the central element of the composition: it rises from the ground floor and reaches the ceiling without a smooth transition. The large windows on the south facade allow you to enjoy the view of the garden and the swimming pool, while through the windows on the back you can enjoy the view of the mountains northward.


63


Ristorante Spinechile Resort

Spinechile Resort restaurant Schio (Vi), Italy Restoration and enlargement of a farm building Project by arch. I. Magnabosco - Collaboration Year 2010 - realized

64

rendering degli interni; foto della sala principale tratte dal sito www.spinechileresort. com rendering of the interiors; pictures of the main dining room from the site www.spinechileresort. com

Lo chef Corrado Fasolato - noto nel panorama culinario nazionale e internazionale - ha deciso di tornare “a casa” per iniziare una nuova avventura che è suonata subito come una sfida: ricreare il suo eden culinario in un casolare con fienile alle porte di Schio, immerso nel verde di cinque ettari di terreno da cui si gode una vista mozzafiato. Obiettivi primari dell’intervento sono stati il mantenimento dei caratteri rustici dell’edificio e la creazione di un ambiente accogliente, semplice ma al contempo raffinato, a diretto contatto con la natura e ad essa intimamente legato. L’ampliamento ha permesso di creare una cucina moderna ed efficiente che sulla copertura ospita una terrazza panoramica.

The chef Corrado Fasolato - known in the national and international culinary scene - has decided to return “home” to start a new adventure that sounded immediately as a challenge: to recreate his culinary eden in a farmhouse with a barn on the outskirts of Schio, surrounded in the greenery of five acres of land where you can enjoy a breathtaking view. The primary aims of the intervention were to maintain the rural characters of the building and to create a cozy location, simple yet refined, in direct contact with nature and closely linked to it. The enlargement has allowed us to create a modern and efficient kitchen that host a panoramic terrace on its rooftop.


65


Riqualificazione di Malga Fosse

Redevelopment of Malga Fosse Siror (Tn), Italy

Design Competition Project by arch. Elisa Toniolo, arch. Ivo Magnabosco, geom. Giulio De Moro Year 2012

66

schemi attività e visuali; planimetria di inquadramento territoriale activities and views scheme; urban setting site plan

Il progetto mira a valorizzare la percezione dello splendido scenario naturale all’interno del quale si colloca la malga. La sistemazione dell’area pedonale e carraia e lo studio di coni visuali privilegiati che si godono sia dall’interno dell’edificio che da punti panoramici a esso esterni, sottolineano la bellezza e la particolarità del panorama circostante. Particolare attenzione è stata data all’impostazione generale dei volumi: la scelta di forme semplici richiama la tradizione e la reinterpreta con linee pulite e moderne. In un’ottica di coscienza ecosostenibile si è scelto di impiegare materiali naturali e provenienti dal territorio limitrofo, quali il legno dei boschi circostanti e la pietra delle Dolomiti.

“Procedo molto lentamente, perché la natura è per me estremamente complessa, e i progressi da fare sono infiniti. Non basta vedere bene il proprio modello, bisogna anche sentirlo con esattezza, e poi esprimersi con forza e chiarezza.” - Paul Cézanne -


67


rendering degli esterni rendering of the exteriors

68

The proposal aims to enhance the perception of the beautiful natural scenery in which the Alpine hut is situated. The redesign of the pedestrian area and of the driveway, together with the study of preferential visual cones that can be enjoyed both from inside the building and from scenic spots outside it, emphasize the beauty and uniqueness of the surrounding landscape.

Particular attention has been given to the configuration of the volumes: the choice of simple shapes recall the tradition and reinterprets it with clean and modern lines. With a sustainable and environmentally friendly consciousness, it was chosen to use natural materials from the neighboring area, such as the wood of the surrounding forests and the stone of the Dolomites.


69


70

pianta del piano terra; renderings degli interni ground floor plan; renderings of the interiors


71


Casa DV

DV House

Santorso (Vi), Italy Single family house - reconstruction and enlargement Project by arch. E. Toniolo, arch. I. Magnabosco Year 2013

rendering degli esterni

Il progetto prevede la ristrutturazione e l’ampliamento di un vecchio edificio in disuso di due piani - uno residenziale e uno destinato a bar - per trasformarlo in residenza per una giovane coppia con figli piccoli. La casa si viene così a configurare come un fabbricato di tre piani, caratterizzato da forme moderne, terrazze e aperture opportunamente studiate a seconda dell’esposizione dei fronti. Obiettivo fondamentale dell’intervento è la riqualificazione energetica dell’immobile.

rendering of the exteriors

The project plans to renovate and enlarge an old disused two floors building - one residential and one once occupied by a bar - to turn it into a residence for a young couple with young children. The house is so configured as a three floors building, characterized by modern shapes, terraces and openings suitably designed according to the exposure of the fronts. The goal of the proposal is the energy efficiency redevelopment of the building.

72


73


74

piante: piano terra, primo e secondo piano


75

plans: ground floor, first and second floor


vista dell’ingresso view of the entrance hall

76

nella pagina successiva: vista del soggiorno on the next page: view of the living room


77


78


79


Ampliamento di una Scuola Elementare

Enlargement of an Elementary School Schio, Italy Commissioned/Invited architectural design competition Project by Elisa Toniolo, Ivo Magnabosco, Giulio De Moro Year 2013 - 2nd prize

rendering degli esterni e fotoinserimento: il fronte strada con l’ingresso principale

L’obiettivo è di dar vita a un edificio a basso consumo energetico e a elevato grado di comfort abitativo, un progetto di eccellenza ispirato ai valori della sostenibilità ambientale, della sicurezza e della qualità. I temi progettuali sono l’inserimento del nuovo fabbricato nel contesto urbanistico e la sua relazione con l’edificio esistente, la piazzetta d’ingresso come filtro tra la strada e la scuola, l’atrio come luogo di aggregazione, la permeabilità tra spazi interni ed esterni, il rapporto tra luce naturale e artificiale che passa anche attraverso il progetto di diverse tipologie di frangisole: tutti declinati secondo il linguaggio dell’efficienza energetica.

rendering of the exteriors and photo manipulation: the front overlooking the street with the main entrance

The goal is to create a building with a low energy consumption and a high degree of living comfort, a project of excellence inspired by the values ​​ of environmental sustainability, safety and quality. The design themes are the integration of the new building in the urban context and its connection with the existing building, the square at the entrance as a filter between the street and the school, the hall as a meeting place, the permeability between internal and external spaces, the relationship between natural and artificial light that passes through the design of different brise soleil: all interpreted according to the language of energy efficiency.

80


81


82

pianta del piano terra; rendering vista sud-est; rendering vista ovest ground floor plan; rendering of the southeast view; rendering of the west view


83


prospetti est, nord e sud; sezione nord-sud; dettaglio costruttivo

84 east, north and south facades; north-south section; construction detail


85


Ristrutturazione di un palazzo ottocentesco

Restoration of a 19th century Palace Bassano del Grappa, Italy High-end offices and apartments - restoration Project by Massimo Pegoraro, Dario Scanavacca, Elisa Toniolo Year 2012-2015 - built

86

foto degli esterni nel giardino interno pictures of the exteriors in the inner garden

pagine successive: foto degli interni degli uffici next pages: pictures of the interiors of the offices

La ristrutturazione di questo palazzo dell’800 situato in pieno centro storico a Bassano del Grappa si è articolata in 2 fasi distinte: la prima ha portato alla completa riconfigurazione degli spazi della parte posteriore del complesso che si affaccia sul giardino interno - anch’esso oggetto di intervento - per creare degli uffici di pregio, mentre la seconda ha ridisegnato due grandi appartamenti di lusso che affacciano sulla strada. L’obiettivo è stato quello di creare spazi contemporanei di pregio mantenendo i caratteri storici dell’edificio.

The renovation of this 19th century building located in the historic city center of Bassano del Grappa was divided into two distinct phases: the first led to the complete reconfiguration of the spaces of the back of the complex overlooking the inner garden - subject of intervention itself - to create high-end offices, while the second has redesigned two large luxury apartments that face the street. The goal was to create valuable contemporary spaces while maintaining the historical features of the building.


87


88


89


90


91


92

piante e foto degli interni degli appartamenti

plans and pictures of the interiors of the apartments


93


oloinoT asilE rengised & tcetihcra 409 49 05 743 93+ moc.liamg@oloinot.s.asile ti.cepdlrowihcra@oloinot.asile

Architecture Portfolio_Elisa Toniolo  

A synthetic exposition of my works

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you