itinerari quaderno storia-geo45

Page 1

Storia Geografia Quaderno operativo


INDICE STORIA

4

STORIA

Per ricostruire la storia

3

Ricostruire un quadro di civiltà ______________4 Dal villaggio alla città ____________________6 Le civiltà della Mesopotamia ________________7 I Sumeri ________________________________8 I Babilonesi ____________________________10 Gli Assiri ______________________________11 I Persiani ______________________________12 Gli Egizi: dove, perché, quando ____________13 Gli Egizi: l’agricoltura ____________________14 Gli Egizi: l’organizzazione sociale __________15 Gli Egizi: la tecnologia ____________________16 Gli Egizi: la religione e il culto dei morti ______17 Gli Ebrei ______________________________18 I Fenici ________________________________19 I Cretesi ______________________________20 Le civiltà della Grecia ____________________21 I Micenei ______________________________22 La polis e l’organizzazione sociale __________23 Sparta e Atene a confronto ________________24 La cultura greca ________________________25 Alessandro il Macedone e i regni ellenistici ____26 Civiltà a confronto ______________________27 Popoli di terre lontane: in Asia ____________28 Popoli di terre lontane: in Africa ____________29 Popoli di terre lontane: in America __________30

GEOGRAFIA

4

Leggere il paesaggio

31

Le modificazioni naturali del territorio ________32 Le carte geografiche: la riproduzione in scala __34 Classificazione delle carte in base alla scala __35 Classificazione delle carte in base alle informazioni ________________________36 Le carte: i simboli ______________________37 L’orientamento __________________________38 Longitudine e latitudine __________________40 I fusi orari ____________________________41 Il clima ________________________________42 La formazione delle montagne ____________44 Le Alpi ________________________________45 Gli Appennini __________________________46 Le montagne d’Italia ____________________47 La formazione delle pianure ______________48 I vulcani ______________________________49 Le pianure d’Italia ______________________50 I fiumi d’Italia __________________________51 I laghi ________________________________52 I laghi d’Italia __________________________53 I mari d’Italia __________________________54 L’ambiente e l’uomo ____________________55 Le attività economiche ____________________56 Il turismo in Italia ______________________57 La popolazione in Italia __________________58 Popolazione ed economa __________________59 I mezzi di trasporto ______________________60

5

Un passo indietro

61

I popoli italici __________________________62 I Villanoviani __________________________63 Gli Etruschi: dove, perché, quando __________64 L’origine degli Etruschi____________________65 Gli Etruschi: la tecnologia ________________66 Gli Etruschi: società e religione ____________68 I Romani: dove, quando, perché ____________69 La monarchia __________________________70 La repubblica __________________________71 L’espansione di Roma ____________________72 La conquista del Mediterraneo ______________73 I Romani tra storia e leggenda ____________74 Le lotte sociali __________________________75 Caio Giulio Cesare ______________________76 L’impero ______________________________77 La crisi dell’impero ______________________78 La vita a Roma: la famiglia e la società ______79 La vita a Roma: l’abbigliamento ____________80 La vita a Roma: la casa delle famiglie ricche __81 La vita a Roma: la casa __________________82 La vita a Roma: i grandi edifici ____________83 L’esercito e le macchine da guerra __________84 Il Cristianesimo ________________________85 Le tribù germaniche ______________________86 Le invasioni barbariche __________________88 I regni romano-barbarici __________________89 Popoli di terre lontane: In America __________90 Popoli di terre lontane: in Asia ____________92

GEOGRAFIA La Terra

5

93

Il mondo: gli ambienti ____________________94 Il mondo: la popolazione __________________95 L’Unione Europea ________________________96 L’ordinamento politico italiano ______________97 Valle d’Aosta __________________________98 Piemonte ______________________________99 Lombardia ____________________________100 Liguria ______________________________101 Trentino-Alto Adige ____________________102 Veneto ______________________________103 Friuli-Venezia Giulia ____________________104 Emilia-Romagna ________________________105 Le regioni dell’Italia settentrionale ________106 Toscana ______________________________107 Marche ______________________________108 Umbria ______________________________109 Lazio ________________________________110 Abruzzo ______________________________111 Molise ________________________________112 Le regioni dell’Italia centrale ______________113 Campania ____________________________114 Puglia ________________________________115 Basilicata ____________________________116 Calabria ______________________________117 Sicilia ________________________________118 Sardegna ____________________________119 Le regioni dell’Italia meridionale e insulare __120


SST O RIA

4

PER RICOSTRUIRE LA STORIA Queste immagini rappresentano fonti storiche. Per ciascuna scrivi se è una fonte materiale, iconografica, scritta, orale.

“Il salto del toro”, dipinto su una parete del palazzo di Cnosso, a Creta. fonte ________________ Un aedo greco racconta le gesta degli eroi. fonte ________________

Monile fenicio in pasta di vetro. fonte ________________ Tavoletta sumera con caratteri cuneiformi. fonte ________________

Guerriero di Xian in Cina. fonte ________________


classe

4a storia

RICOSTRUIRE UN QUADRO DI CIVILTÀ Conoscere un quadro di civiltà vuol dire ricostruire, con l’aiuto dei documenti storici, dove, quando, perché è sorta quella civiltà, ad opera di chi e che cosa ha prodotto. I “Laviani” non sono un popolo realmente esistito. Lo abbiamo inventato affinché tu possa provare a ricostruire un quadro di civiltà.

1

Dove (in che tipo di ambiente) è sorta la civiltà dei Laviani? _____________________ _____________________

Le iscrizioni ritrovate su alcune pietre fanno capire quando si è sviluppata la civiltà dei Laviani e ad opera di chi. Si è saputo che il primo re laviano è giunto in quei territori nel 2 500 circa a.C. Nel 2 400 a.C. il re Lavis il Grande ha conquistato i territori delle montagne. Nel 2 200 a.C. il re dei Safidi ha sottomesso i Laviani. Per indicare quanto è durata una civiltà e gli avvenimenti principali che la riguardano si usa la linea del tempo.

2 Ricostruisci la linea del tempo scrivendo le date. Nei riquadri blu riporta poi gli avvenimenti principali e collegali alle date corrispondenti. 2 600 a.C.

______

_____________________

4

______

______

______

_____________________

______

2 000 a.C.

_____________________


classe a storia 4

Perché la civiltà dei Laviani è sorta proprio in quel posto? 3 Completa. Le montagne costituivano ___________________________________________. Il fiume ___________________________________________________________. L’ampia pianura ____________________________________________________ .

Che cosa distingue la civiltà laviana? 4 Rispondi. Quali erano le attività cui si dedicavano i Laviani? _____________ _____________________________ _____________________________ _____________________________ Chi era a capo della società? ___ _____________________________ È stata ritrovata una statua del re Lavis il Grande nell’atto di fermare i fulmini. Che cosa possiamo dedurre? _________________ _____________________________ _____________________________ Quali forme d’arte erano praticate dai Laviani? ________________ _____________________________ _____________________________ _____________________________

5


classe

4a storia

DAL VILLAGGIO ALLA CITTÀ Le prime città erano poco più che grossi villaggi con imponenti edifici pubblici (il tempio, il palazzo del re…), case in muratura, botteghe degli artigiani. 1

Trascrivi nell’ordine giusto le fasi che hanno portato alla trasformazione dei villaggi in città.

Nascono i primi lavori specializzati.

Migliorano le tecniche in agricoltura.

_______________________ _______________________

_______________________ _______________________ Aumenta la popolazione e i villaggi si ingrandiscono.

_______________________ _______________________

_______________________ _______________________

La diversità del lavoro porta alla divisione in classi sociali.

_______________________ _______________________ Si ha abbondanza di cibo.

2 Metti in ordine le principali classi sociali, partendo dalla più potente. schiavi • sacerdoti • mercanti • artigiani • contadini • sovrano ___________

6

___________

___________

___________

___________

___________


classe a storia 4

LE CIVILTÀ DELLA MESOPOTAMIA La Mesopotamia fa parte della “mezzaluna fertile”, cioè di quelle terre del vicino Oriente, ricche di acque, dove sono sorte le prime civiltà dei fiumi. 1

_________ _________

Osserva la carta, scrivi il nome dei fiumi e rispondi. Dove sono sorte le civiltà della Mesopotamia? ______________ ___________________________ Quali erano le barriere naturali che proteggevano i territori dei popoli che abitavano la Mesopotamia? ________________ ___________________________ ___________________________

_________

2 Completa segnando con una X. Il deserto era una difesa naturale perché era difficile da attraversare a causa: ❑ della presenza di animali pericolosi ❑ della mancanza di cibo ed acqua ❑ della natura del terreno Il mare era una difesa naturale perché: ❑ era spesso agitato ❑ non si vedeva che cosa ci fosse all’orizzonte ❑ non esistevano ancora popoli capaci di costruire grandi imbarcazioni a vela Leone sulla Porta di Ishtar.

3 Collega gli avvenimenti alla linea del tempo. 4 000 a.C.

3 000 a.C.

4 000 a.C probabile inizio delle civiltà mesopotamiche

2 400 a.C. le città stato sumere perdono la loro indipendenza

3 500 a.C. insediamento dei Sumeri

2 000 a.C.

1 000 a.C.

1 100 a.C. gli Assiri scendono dall’alto corso del Tigri e sconfiggono i Babilonesi

2 000 a.C. i Babilonesi sottomettono i Sumeri

539 a.C. i Persiani conquistano la Mesopotamia

600 a.C. secondo impero babilonese

7


classe

4a storia

I SUMERI I Sumeri furono i primi a costruire città. Le più antiche sono Uruk, Ur, Mari. La scrittura sumera è la più antica finora ritrovata. 1

Collega ogni invenzione sumera al beneficio che ha apportato.

Gli scambi furono favoriti perché era più facile trasportare le merci. Si poteva documentare ciò che succedeva. Gli edifici erano più solidi e potevano essere più grandi.

2 Ora prova a raccontare con parole tue quali furono le invenzioni dei Sumeri e quali benefici apportarono. 3 Metti in ordine, numerandole, le fasi per la realizzazione di un mattone pieno.

L’argilla veniva mescolata con paglia tritata per rendere il mattone meno friabile.

L’argilla veniva raccolta lungo i fiumi.

Il mattone veniva fatto essiccare al sole.

L’argilla veniva messa negli stampi.

8


classe a storia 4

4 Completa. canali • bronzo • scambi commerciali • lingua • agricoltori • dighe confinanti • artigiani • altopiano dell’Iran • Eufrate I Sumeri erano un popolo originario dell’_________________ . Quando giunsero in Mesopotamia trovarono piccoli villaggi e si fusero con le popolazioni locali. Parlavano una _________________ propria. Erano abili _________________ e ben presto impararono a costruire una fitta rete di _________________ per irrigare i campi. Riuscirono pure a controllare il flusso delle acque del Tigri e dell’_________________ costruendo _________________ . I Sumeri erano anche abili _________________ : lavoravano la pietra, il legno, il rame, il _________________ . Le materie prime venivano acquistate dai popoli _________________ : per questo erano fiorenti gli _________________ . 5 Segna V (vero) o F (falso). I Sumeri fondarono numerose città, non molto distanti le une dalle altre.

V

F

Ogni città era organizzata in città-stato.

V

F

Le città-stato erano dipendenti le une dalle altre.

V

F

Un imperatore governava su tutte le città.

V

F

Ogni città era guidata da un re-sacerdote.

V

F

Le città-stato non si facevano mai guerra tra di loro.

V

F

Ogni città-stato aveva il suo esercito.

V

F

Ciascuna città-stato aveva le sue leggi.

V

F

6 In queste parti dello stendardo di Ur sono rappresentati il re, i nobili, i guerrieri, il nemico, il carro e le armi. Riconoscili e scrivi il nome.

Toro su arpa sumera.

____________

____________

____________ ____________

____________

9


classe

4a storia

I BABILONESI La città più famosa della civiltà babilonese è Babilonia (la Babele biblica). Il suo nome significa “porta del dio”. 1

Colora solo le frasi che spiegano le cause dell’occupazione del territorio sumero da parte dei Babilonesi. Le città sumere erano divise e ogni re comandava un piccolo esercito.

I Sumeri avevano un vasto territorio da coltivare.

Il territorio dei Sumeri non aveva barriere naturali che facessero da difesa dall’impero babilonese. I Sumeri erano già stati indeboliti dalle lotte contro gli Accadi.

I Sumeri non erano in grado di costruire armi.

I Babilonesi erano comandati da un unico imperatore ed avevano un solo esercito. Re Sargon.

2 Circonda i nomi dei due più famosi imperatori babilonesi. Hammurabi – Serse – Nabucodonosor – Sargon 3 Completa. Il primo esemplare di legge scritta fu ________________________________ . Esso non è scritto su carta, pergamena o papiro, ma su ________________________________ . Nel codice di Hammurabi, che è scritto in caratteri ____________________ , il re è raffigurato mentre aspetta di ricevere le leggi dal dio della giustizia. Il codice di Hammurabi dimostra che il re babilonese aveva la funzione di ____________________ , giudicava i colpevoli e amministrava la giustizia. ______________________

4 Scrivi che cosa rappresenta ogni immagine. ______________________

______________________

______________________


classe a storia 4

GLI ASSIRI Gli Assiri erano un popolo molto forte e spietato in guerra. Nei combattimenti usavano carri leggeri e veloci . 1

Completa. Assur • cavalli • ferro • impero • Ninive • Tigri Gli Assiri provenivano dalla zona dell’alto corso del ___________ . Dagli Ittiti avevano imparato l’uso del ___________ e a domare i ___________ . La loro prima città fu ___________ , dedicata al dio della guerra. Conquistarono numerose terre e fondarono un ___________ . L’imperatore più importante fu Assurbanipal, che stabilì la capitale a ___________ , dove fece costruire una grande biblioteca.

2 Leggi ciò che il re assiro Assurbanipal fece scrivere dai suoi scribi su una tavoletta, poi rispondi segnando con una X. Per più di un mese devastai l’Elam, spargendo sulla terra sale e spine. Portai come bottino in Assiria tutti i membri della famiglia del re: giovani, vecchi, prefetti, governatori, artigiani, quanti ve ne erano; abitanti, maschi e femmine, cavalli, muli, asini e greggi e mandrie, più numerosi di uno sciame di locuste. Perché Assurbanipal avrà fatto scrivere queste parole? ❑ per intimorire tutti i nemici ❑ per mettere in ordine cronologico le sue imprese ❑ per insegnare ai suoi figli come diventare re Perché fece spargere sale e spine sulla terra? ❑ per un rito sacro. ❑ per rendere il terreno arido e incoltivabile. ❑ per segnare il confine delle nuove terre. Perché Assurbanipal porta in Assiria persone, animali e cose? ❑ per dimostrare a tutti che aveva vinto ❑ per aumentare la popolazione dei suoi territori ❑ per utilizzarli come schiavi e bottino di guerra Che cosa ci fa capire questo brano? ❑ Assurbanipal aveva un forte esercito ❑ Assurbanipal amava il suo popolo ❑ Assurbanipal era l’imperatore di un feroce popolo guerriero

Re Assurbanipal.

3 Osserva la foto e completa segnando con una X. L’arciere non aveva scudo e corazza perché gli Assiri: ❑ non conoscevano questi strumenti di difesa ❑ non combattevano corpo a corpo con il nemico ❑ non utilizzavano i metalli

Assurbanipal, arciere, su un carro da guerra assiro a fianco dell’auriga.

L’auriga aveva il compito di: ❑ tenere buoni i cavalli ❑ spostare rapidamente il guerriero da un punto all’altro ❑ difendere il guerriero

11


classe

4a storia

I PERSIANI I Persiani hanno dato vita a un grandissimo impero, sviluppando splendide forme d’arte, di cui rimangono tracce nelle rovine di Persepoli. 1

Osserva la carta e rispondi. Nella carta è segnata una strada che collega Susa con Sardi, chiamata “Strada Reale”. Secondo te, perché il re Dario la fece costruire? ________________ ________________ ________________ L’impero persiano al momento della sua massima espansione nel VI secolo a.C.

2 Metti in ordine cronologico gli avvenimenti, numerandoli. Ciro il Grande si spinge verso l’India e fonda l’impero persiano. Ciro il Grande unifica il regno dei Medi e dei Persiani. Dario, successore di Cambise, fa costruire la strada reale. Cambise, successore di Ciro, occupa l’Egitto.

3 Confronta l’attuale carta geografica con quella del periodo dell’impero persiano, poi scrivi come si chiamano attualmente gli stati che si trovano sul territorio dell’antico impero. ____________________________ ____________________________ ____________________________ ____________________________

12

Rilievo scolpito nell’Apadana, la sala delle udienze del palazzo di Persepoli, che ritrae la processione dei vassalli persiani.


classe a storia 4

GLI EGIZI: DOVE, PERCHÉ, QUANDO Gli antichi Egizi chiamavano il loro territorio Kemet, che significa “terra nera”; il nome si riferisce al limo lasciato dal Nilo durante le inondazioni. 1

Osserva la carta che mostra dove si è sviluppata la civiltà egizia e rispondi. Dove si è sviluppata la civiltà egizia? ___________ ____________________________________________ Perché lungo le rive del fiume? _________________ ____________________________________________ Perché non ha esteso i suoi territori verso est? ___ ____________________________________________ Perché non ha esteso i suoi territori verso ovest? ____________________________________________

2 Colora in blu il periodo dell’Antico Regno (3 000 a.C. – 2 150 a.C.), in verde quello del Medio Regno (2 040 a.C. – 1 750 a.C.), in rosso quello del Nuovo Regno (1 540 a.C. – 1 070 a.C.), in viola i due periodi intermedi. Poi collega gli avvenimenti alla linea del tempo. 4 000 a.C.

3 500 a.C.

costruzione delle piramidi di Giza

3 000 a.C.

2 500 a.C.

2 000 a.C.

invasione dei Persiani

1 000 a.C.

nascita dei primi villaggi lungo il Nilo

3 Osserva gli affreschi e spiega oralmente che cosa vedi e quali indicazioni puoi ricavare sulla vita degli Egizi.

Questa è la corona utilizzata dai faraoni dopo l’unificazione dei due regni dell’Alto e del Basso Egitto. La parte bianca era la corona dell’Alto Egitto, la parte rossa quella del Basso Egitto.

13

525 a.C.


classe

4a storia

GLI EGIZI: L’AGRICOLTURA 1

Leggi il brano e scrivi il nome delle stagioni rappresentate. Nell’antico Egitto l’anno era suddiviso in tre stagioni, che corrispondevano alle fasi di piena del fiume Nilo. La prima stagione era Akhet, da metà luglio a metà novembre: era il periodo in cui il fiume esondava dal suo letto e inondava i campi circostanti. I contadini dovevano tenere puliti i canali e i fossi dai detriti, perché l’acqua scorresse facilmente e raggiungesse anche i terreni più lontani. La seconda stagione era Peret, da metà novembre a metà marzo: in questo periodo le acque del fiume si ritiravano lentamente lasciando sul terreno il prezioso limo che serviva da fertilizzante. Era il momento dell’aratura e della semina. Dopo la semina, buoi e capre venivano lasciati liberi di muoversi sui campi per calpestare il terreno e mandare in profondità i semi. La terza stagione era Shemu, da metà marzo a metà luglio: era il periodo in cui, con falcetti di selce, si mieteva il raccolto.

________________

________________ Deserto e vegetazione lungo il fiume Nilo.

________________

14


classe a storia 4

GLI EGIZI: L’ORGANIZZAZIONE SOCIALE 1

Completa le didascalie e collegale ai disegni che le rappresentano. Era considerato figlio del dio Sole e adorato come una divinità. Comandava in modo assoluto il suo regno. Era il capo dell’esercito e dei sacerdoti. Amministrava la giustizia. Era il ______________ .

Interpretavano il volere degli dèi, si occupavano dei templi, riscuotevano le tasse e amministravano le scorte di cibo. Il più importante tra essi era chiamato Visir. Erano i _____________ .

Costituivano la maggioranza della popolazione. Coltivavano la terra, che però non apparteneva a loro, ma era del faraone. Avevano anche il compito di svolgere lavori pubblici come costruire templi, piramidi e canali. Erano i ______________ .

Lavoravano i tessuti di lino, la ceramica, l’oro, i metalli, le pelli, le pietre. Erano gli ______________ . Commerciavano i prodotti degli artigiani e le materie prime quali lino, rame, vino, schiavi. Erano i ______________ .

Combattevano agli ordini del faraone: difendevano il regno dai nemici e mantenevano l’ordine interno. Erano i ______________ .

Non erano molto numerosi. In genere erano prigionieri di guerra e svolgevano i lavori più pesanti. Erano gli ______________ .

Scrivevano le leggi, le imprese del faraone, registravano le tasse. Erano gli _____________ .

15


classe

4a storia

GLI EGIZI: LA TECNOLOGIA 1

Cancella i termini sbagliati. Il simbolo degli Egizi sono le piramidi/colonne. Gli studiosi non sanno ancora con certezza come i grandi blocchi di legno/pietra venissero trasportati così in alto. Non risulta infatti che questo popolo avesse dei motori/delle macchine per elevare i grandi pesi. Sicuramente conoscevano il principio della leva/calamita e utilizzavano assi/rulli di legno per far scorrere e far avanzare gli oggetti più pesanti. Il principio della leva era utilizzato anche nella costruzione e nell’utilizzo dello shaduf/del canopio, che era un semplice ma ingegnoso meccanismo per raccogliere e spostare l’acqua/gli animali senza grande fatica. Sistemavano un contenitore a una estremità del palo, mentre all’estremità opposta c’era una grossa pietra che faceva da sbar-

2 Osserva le immagini che descrivono le diverse tecniche ipotizzate per la costruzione delle piramidi, poi mettile in corrispondenza con le didascalie, numerandole.

Si ipotizza che i blocchi di pietra fossero fatti scorrere lungo appositi binari. Forse gli Egizi inserivano i blocchi in grossi cilindri di legno e in questo modo li facevano rotolare lungo la parte inclinata tirandoli con corde e spingendoli. Una teoria afferma che gli Egizi sollevavano i massi per mezzo di assi di legno che servivano da spessore. Sollevavano la pietra per inserire i vari strati utilizzando dei grossi pali che facevano da leva.

16

Un altro modo per inserire gli spessori sotto le pietre era quello di farle oscillare da una parte e dall’altra.


classe a storia 4

GLI EGIZI: LA RELIGIONE E IL CULTO DEI MORTI 1

Collega ogni immagine alla didascalia corrispondente. Erano piccole statue che avevano la funzione di accompagnare il defunto nell’aldilà. Era considerato un amuleto molto potente: veniva inserito tra le bende della mummia. Contenevano gli organi interni del defunto.

Ushabti.

Vasi canopi.

Scarabeo.

2 Gli antichi Egizi consideravano sacri alcuni animali. Completa segnando con una X. Il coccodrillo:

❑ segnalava le piene del Nilo ❑ difendeva i villaggi ❑ incuteva terrore a tutti

Il gatto: ❑ era il primo animale domestico ❑ era un animale molto agile e veloce ❑ cacciava i topi che mangiavano le scorte di cereali

L’uccello ibis: ❑ era molto colorato e ricordava i raggi del sole ❑ era molto alto e sembrava controllare i campi ❑ cacciava i serpenti che si nascondevano nella terra fangosa

Lo sciacallo: ❑ mangiava i resti degli animali, perciò era considerato amico delle divinità dei defunti ❑ si credeva potesse tenere lontani i nemici ❑ mangiava i resti degli animali morti, impedendo le epidemie

17


classe

4a storia

GLI EBREI La Bibbia racconta che il patriarca Abramo guidò il suo popolo dalla città di Ur fino alla terra di Canaan. 1

Metti in ordine cronologico le tappe dei diversi spostamenti degli Ebrei, numerandole. Il faraone Ramses II riduce in schiavitù gli Ebrei, ma Mosè guida la fuga per tornare in Palestina. Il re persiano Ciro, occupata Babilonia, concede agli Ebrei di ritornare in Palestina, dove restano fino all’avvento dei Romani. La menoràh, candelabro a 7 bracci.

Gli Ebrei lasciano la Mesopotamia e si stabilizzano nella terra di Canaan, alla quale danno il nome di Palestina. Il re babilonese Nabucodonosor conquista Gerusalemme e deporta gli Ebrei a Babilonia. Una carestia, causata anche dalla siccità, colpisce la Palestina: gli Ebrei migrano in Egitto.

2 Completa.

Lo shofar, corno di montone che veniva suonato per richiamare i fedeli.

Gerusalemme • Nabucodonosor • Persiani • nomadi • patriarca • re Il popolo ebreo era formato da tribù ____________ , ciascuna guidata da un _____________ . Tale divisione rendeva gli Ebrei molto deboli nei confronti delle altre popolazioni, per questo, intorno all’anno 1 000 a.C., le tribù scelsero un unico _____________ . La capitale del nuovo regno fu _____________ . La terra degli Ebrei fu conquistata dai Babilonesi con il re _____________ . Quando, dopo essere stati liberati dai _____________ , tornarono in Palestina, non riuscirono più a formare uno stato forte.

3 Collega ogni nome a un motivo per il quale è ricordato. MOSÈ

Fu il primo re del Regno d’Israele.

SAUL

Fu il successore di Saul: portò a Gerusalemme l’arca dell’alleanza.

SALAMONE

Guidò il popolo ebreo nella fuga dall’Egitto.

DAVIDE

Figlio di Davide, fece fortificare la città di Gerusalemme e fece costruire in essa un grande tempio.

18


classe a storia 4

I FENICI Furono i Greci a dare il nome di Fenicia, che significa “terra della porpora”, alla zona abitata dal popolo che sapeva estrarre la porpora dal murice. 1

Osserva la carta della Fenicia e la linea del tempo, poi rispondi sul quaderno. 1 000 a.C.

1 200 a.C.

primi insediamenti fenici

814 a.C.

670 a.C.

fondazione della città di Cartagine

massimo sviluppo della civiltà

146 a.C.

distruzione della città di Cartagine ad opera dei Romani

gli Assiri conquistano la Fenicia

Perché i Fenici non potevano espandersi né verso est né verso ovest? Perché i Fenici si spinsero verso il mare? Che funzione avevano le colonie fondate dai Fenici? 2 Queste immagini rappresentano alcune invenzioni dei Fenici. Scrivi le didascalie

_____________ _____________ _____________

_____________ _____________ _____________ _____________ _____________ _____________

3 Completa collegando le cause alle conseguenze. I Fenici avevano poca terra da coltivare, perciò… Avevano legno in abbondanza, perciò… Dovevano spingersi in mare, perciò… Sapevano navigare bene; nel loro territorio passavano le carovane che andavano verso Oriente; scarseggiavano di alcune materie prime, perciò… Avevano bisogno di comunicare più facilmente con i popoli con cui commerciavano, perciò…

potevano fabbricare navigazioni robuste. inventarono un alfabeto con pochi segni che riproduceva il suono della voce. perfezionarono la struttura della vela. divennero abili commercianti. scelsero la via del mare.

19


classe

4a storia

I CRETESI I Cretesi raggiunsero livelli eccelsi nell’oreficeria, nella produzione di oggetti di ceramica e nell’architettura. 1

Teseo, per uscire dal labirinto del palazzo di Cnosso, questa volta non segue il filo, ma ha bisogno del tuo aiuto. Uscirà solo se completerai le informazioni in modo corretto. detta anche La civiltà cretese è l _____________ dal nome de _ ______ . suo re ______

Il palazzo più grande era quello di _____________ .

L’isola di Creta si trova nel mar _____________ . L’isola di Creta fu conquistata dai _____________ .

Le città non avevano fortificazioni, infatti non erano circondate da _____________ .

Per i Cretesi la difesa naturale era rappresentata dal _____________ .

La fanciulla che nel mito aiuta Teseo si chiamava _____________ .

I Cretesi erano abili _____________ e commercianti.

Il più famoso mito che parla di Creta è quello del _____________ . A Creta non vi era un unico regno, ma tante _____________ .

20


classe a storia 4

LE CIVILTÀ DELLA GRECIA La fusione delle usanze di più popoli – Cretesi, Achei, Dori – diede origine alla grande civiltà greca.

1

Sulla linea del tempo colora in blu il periodo miceneo, in rosso l’età buia, in verde il periodo delle poleis. 1 000 a.C.

1 600 a.C.

1 200 a.C.

massimo splendore della civiltà micenea

fine della civiltà micenea a causa dell’invasione dei Dori

850 a.C.

460 a.C.

nascita delle prime poleis

massimo splendore di Atene

2 I popoli indoeuropei, Achei e Dori, si spinsero dal nord verso la Grecia e qui si stanziarono. Perché? Sottolinea solo le affermazioni esatte.

Le possenti mura di Tirinto.

Perché il mare era una barriera difficile da valicare. Perché il clima era mite. Perché il territorio forniva difese naturali. Perché il territorio era disabitato. Perché il mare era una via adatta ai commerci.

3 Completa segnando con una X. Il periodo compreso tra il 1 200 a.C. e l’850 a.C. è chiamato “età buia” perché: ❑ fu un periodo di decadenza che comportò la distruzione delle maggiori città ❑ non ci sono giunti documenti relativi a quel periodo ❑ le popolazioni che si erano stanziate in quei luoghi erano sconosciute Tutti i popoli che si stanziarono in Grecia si dedicarono al commercio via mare perché: ❑ sapevano costruire navi e non carri ❑ avevano tante materie prime da vendere ❑ il territorio montuoso non consentiva l’agricoltura né il commercio via terra

21


classe

4a storia

I MICENEI La vita, l’arte, le imprese dei Micenei sono descritte dal poeta Omero, nell’Iliade e nell’Odissea, libri che narrano la guerra che essi sostennero contro Troia e il ritorno di Ulisse a Itaca. 1

Completa. Micene • Achei • agricoltura • indipendente • greco • montagne • vanax • navigatori • micenea Intorno al 2 200 a.C. nella penisola greca giunsero gli Micene, porta dei Leoni. ________________ . Erano un popolo di agricoltori, pastori e artigiani, ma quando si stanziarono nel territorio ________________ divennero abili ________________ e commercianti, perché la natura del territorio non offriva sufficienti risorse per l’________________ . Fondarono città-stato, perché, a causa delle ________________ , le comunicazioni erano molto difficili. Ogni stato era ________________ ed era comandato da un re, chiamato ________________ . La città più importante fu ________________ e per questo la civiltà degli Achei fu detta ________________ .

2 Osserva il disegno che rappresenta la città di Micene e completa. La città di Micene era difesa da ______________ . Era costruita su un’altura per ________________________________ . Le case degli agricoltori e degli allevatori erano ______________________ ________________________________ . Le tombe dei re, chiamate thòlos, erano a forma di cupola e si trovavano fuori dalle ______________ .

3 Metti in ordine logico le frasi che descrivono le cause della guerra di Troia numerandole. Gli Achei erano pastori e allevatori, avevano imparato dai Cretesi a lavorare l’oro e l’argento, ma avevano scarsità di beni alimentari. Per ampliare i commerci, gli Achei si spinsero verso il mar Nero. Gli Achei avevano bisogno di rifornirsi di materie prime come il grano. Nacque una lunghissima guerra tra gli Achei e i loro alleati greci, contro Troia. L’ingresso al mar Nero era controllato dalla città di Troia.

22


classe a storia 4

LA POLIS E L’ORGANIZZAZIONE SOCIALE 1

L’acropoli di Atene.

Segna V (vero) o F (falso). Le poleis erano le città stato della Grecia.

V

F

Le poleis erano governate da un gruppo di persone e non da un unico re.

V

F

Le poleis non entravano mai in guerra tra di loro.

V

F

Tutte le poleis utilizzavano la stessa moneta.

V

F

Ogni polis aveva proprie leggi e un proprio esercito. V

F

La polis era costituita solo dal territorio circondato dalle mura.

V

F

Nelle poleis tutti i cittadini avevano uguali diritti e doveri.

V

F

Nelle poleis esistevano gli schiavi.

V

F

2 Collega ogni termine alla definizione corrispondente. AGORÀ ACROPOLI

KORÀ

Era la parte fuori dalle mura, dove vi erano i campi. Era la parte più alta della città, dove sorgevano i templi e gli edifici pubblici. Era la piazza in cui si teneva il mercato e nella quale i cittadini si riunivano per discutere di affari e su decisioni importanti da prendere.

3 Osserva le immagini e rispondi.

Il Partenone di Atene.

Pesatura del silfio, pianta usata come panacea per ogni male.

Che cos’è il Partenone? _______________________ ____________________________________________ In quale parte della città è stato costruito? _____ _____________________________________________

In quale luogo della città può essere ambientata questa scena? _________ _________________________________

23


classe

4a storia

SPARTA E ATENE A CONFRONTO 1

Completa scrivendo le forme di governo. La forma di governo ad Atene era la _____________ , perché ad essa partecipava gran parte della popolazione, tranne le donne, i meteci, gli schiavi. La forma di governo a Sparta era la _____________ , perché il potere era nelle mani di un ristretto numero di persone.

2 Colora in rosso le affermazioni che si riferiscono ad Atene, in verde quelle che si riferiscono a Sparta, in azzurro quelle che si riferiscono a tutte e due. I perieci vivevano nei villaggi vicino alla città: erano artigiani e commercianti. Gli Spartiati, i cittadini più importanti, erano discendenti dei Dori. I meteci erano gli stranieri residenti in città. Sorgeva vicino al mare. I suoi abitanti partecipavano alle Olimpiadi. Era una polis fortificata. Gli iloti erano gli schiavi che coltivavano i campi. I suoi abitanti erano politeisti. Rovine dell’antica Olimpia: entrata allo “stadium”.

3 Completa. Ad Atene i bambini che frequentavano le scuole erano educati fin da piccoli all’amore per l’arte e la musica; a Sparta, invece, _________________________________________________ _________________________________________________________________________________ . A Sparta le ragazze praticavano sport come la lotta e il lancio del giavellotto e non imparavano i lavori domestici, che erano eseguiti dagli schiavi. Ad Atene, invece, _______________ _________________________________________________________________________________ .

24


classe a storia 4

LA CULTURA GRECA 1

Completa scrivendo al posto giusto i termini che trovi nel disegno. Era la facciata in pietra che serviva da sfondo, nascondeva gli spogliatoi degli attori, ospitava macchine per gli effetti speciali del tempo. Aveva tre porte: da quella centrale entrava l’attore principale. Era la _____________ .

altare

orchestra skené

Era lo spazio centrale dove il coro cantava e danzava. Era chiamato _________________ .

koilon

Si trovava al centro dell’orchestra, perché le rappresentazioni teatrali erano parti di funzioni religiose. Qui i sacerdoti offrivano sacrifici prima dell’inizio dello spettacolo. Era l’________________ . Erano i gradoni su cui il pubblico si sedeva. Era il _______________ .

2 Completa. maschere • pendenza • calzature • scena • voce • colline • maschi I teatri greci era costruiti su _____________ naturali, di cui veniva sfruttata la _____________ per ricavare il posto per il pubblico. In questo modo tutti gli spettatori potevano vedere la _____________ e l’orchestra. Gli attori erano tutti _____________ . Indossavano _____________ sia per caratterizzare il personaggio sia per amplificare la _____________ . Avevano _____________ con zeppe e tacchi per essere visti da tutti. 3 Collega i nomi adatti alle due definizioni. COMMEDIA POESIA

Rappresentazione teatrale che raccontava storie di eroi e di dèi. Erano storie drammatiche, che si concludevano con la morte di alcuni personaggi.

LEGGENDA CANTO

TRAGEDIA

Rappresentazione teatrale che metteva in ridicolo personaggi comuni. Il cattivo era sempre sconfitto. Erano divertenti e spassose.

25


classe

4a storia

ALESSANDRO IL MACEDONE E I REGNI ELLENISTICI Alessandro il Macedone è uno dei più famosi personaggi del mondo antico. In pochi anni conquistò i territori dell’impero persiano e l’Egitto, spingendosi fino all’India del nord. Fondò numerose città, cui diede il suo nome.

Busto di Alessandro Magno.

1

Metti in ordine cronologico gli avvenimenti, numerandoli, poi collegali alle date sulla linea del tempo. 338 a.C.

336 a.C.

morte di Alessandro: il suo impero viene diviso in tre regni

323 a.C.

Alessandro, figlio di Filippo, succede al padre e inizia una lunga serie di guerre di conquista

Filippo II il Macedone sconfigge l’esercito greco

2 Cancella i termini sbagliati. La Macedonia era un regno situato a nord/est della Grecia. Filippo il Macedone conquistò le polis greche quando queste si erano indebolite a causa della carestia/delle continue guerre. Alessandro successe giovanissimo/molto anziano al padre ed ereditò il regno che lui aveva fondato unendo la Macedonia e la Grecia. Era un grande stratega, un valoroso soldato e intraprese una serie di guerre conquistando un vastissimo territorio, che si estendeva dall’Egitto all’India/alla Cina. Era anche un uomo colto, amante della cultura egizia/greca. Durante/Dopo il suo regno, l’arte greca si diffuse in tutti i territori da lui conquistati e la lingua greca fu insegnata nelle scuole. L’impero di Alessandro, che fu detto Magno/ il Magnifico, fu chiamato “ellenistico”, proprio perché era fondato sulla cultura dei Greci, che erano chiamati Ellenistici/Elleni. Quando, nel 323 a.C./d.C., Alessandro morì a Babilonia, il suo impero fu diviso in tre regni, chiamati “regni ellenistici”: quello dei Seleucidi a oriente, il regno d’Egitto, il regno di Macedonia.

Il faro di Alessandria d’Egitto fu il primo faro del mondo: era alto 120 m e faceva luce ai marinai con un fuoco sempre acceso.


classe a storia 4

CIVILTÀ A CONFRONTO 1

Confronta le caratteristiche delle civiltà dei fiumi e delle civiltà dei mari, scrivendo “civiltà dei fiumi” o “civiltà dei mari”. ____________________ Basavano la loro economia sull’agricoltura. Basavano la loro economia sul commercio.

____________________

Risentivano dei periodi di siccità.

____________________

Fondarono colonie in paesi lontani.

____________________

Avevano necessità di ampliare i loro territori per sottomettere le popolazioni confinanti e per avere nuove terre coltivabili.

____________________

Avevano necessità di avere basi commerciali lontane dalla madrepatria.

____________________

2 Scrivi se ogni disegno con relativa didascalia si riferisce in particolare ai popoli della civiltà dei fiumi (F) o a quelli della civiltà dei mari (M). Studiavano il tempo e le stagioni per avere migliori raccolti.

Studiavano il cielo e i movimenti degli astri per orientarsi meglio.

Perfezionarono la realizzazione di strumenti di uso comune.

Si specializzarono nella produzione di oggetti preziosi, che potevano essere facilmente commerciati.

Lavoravano i metalli per fabbricare strumenti di uso comune e armi.

27


classe

4a storia

POPOLI DI TERRE LONTANE: IN ASIA Anche lungo i fiumi dell’Asia sorsero civiltà contemporanee a quelle della Mesopotamia, che inventarono una loro scrittura e si dedicarono alla coltura del riso terrazzando i terreni. 1

Osserva le linee del tempo, ricorda la posizione geografica e rispondi. 2 500 a.C.

2 000 a.C.

1 500 a.C.

inizio della civiltà dell’Indo 3 000 a.C.

inizio della civiltà cinese

invasione dell’India da parte degli Ari 2 000 a.C.

1 400 a.C.

1 000 a.C.

nascita della scrittura in Cina

221 a.C.

primo impero Cinese

In quale continente si svilupparono le civiltà degli Indiani e dei Cinesi? __________________ Lungo quale fiume si stanziarono gli Indiani? __________________________________________ Lungo quali fiumi si stanziarono i Cinesi? _____________________________________________ Le civiltà indiana e cinese sono contemporanee alle altre che hai studiato? _______________

2 Osserva le immagini e completa segnando con una X. Questa immagine rappresenta un sigillo indiano. Esso serviva per: ❑ sigillare le lettere ❑ identificare a quale commerciante appartenevano le merci ❑ preparare gioielli La Muraglia Cinese serviva: ❑ per difesa dalle popolazioni mongole ❑ come via di comunicazione tra le più importanti città cinesi ❑ come sbarramento contro i venti del nord

28

Questa statua trovata a MohenjoDaro, in India, rappresenta: ❑ un contadino ❑ un re-sacerdote ❑ uno schiavo

Questa statua rappresenta: ❑ un guerriero a guardia della muraglia cinese ❑ un guerriero che faceva parte di un esercito di terracotta trovato in una tomba ❑ il re cinese sepolto nella tomba dove è stata trovata la statua


classe a storia 4

POPOLI DI TERRE LONTANE: IN AFRICA Nonostante le difficili condizioni ambientali e il terreno non adatto all’agricoltura e agli scambi di merci e idee, l’Africa ha dato origine a diverse civiltà. 1

Leggi il brano, osserva le immagini, poi rispondi. L’umanità è nata in Africa, ma fino a trecento anni fa questo continente era sconosciuto, tranne i territori della valle del Nilo e la costa del Mediterraneo che era popolata da Fenici, Greci, Romani. Sotto i loro territori si estendeva il grande deserto del Sahara, tanto che nelle antiche carte geografiche, in quella zona, vi era la scritta “Hic sunt leones”, che significa “Qui ci sono i leoni”. Quelle terre, però, erano abitate da popolazioni di allevatori nomadi. L’organizzazione sociale era in clan. Testimonianze di civiltà sviluppate si trovano nello Zimbawe. Nell’Africa orientale si sviluppò il regno di Aksum, nel territorio dell’attuale Etiopia. Nel territorio dell’attuale Sudan, abitavano invece i Nubiani, i quali erano a contatto con gli Egizi, che spesso li riducevano in schiavitù. Nell’Africa occidentale si sviluppò la cultura bantu, basata sull’agricoltura, la pastorizia, la lavorazione dei metalli.

Le stele di Aksum furono costruite con i più grandi blocchi di pietra usati nell’antichità.

Statuetta votiva.

Ancora oggi le case di alcune zone dell’Africa sono costruite con lo stesso materiale, con la stessa tecnica e con la stessa struttura di secoli fa. Non sono rimasti resti di quelle antiche perché il materiale era facilmente deperibile.

Quali fattori geografici hanno isolato le culture africane, non permettendo loro di essere conosciute? ______________________________________________________________________ Come erano organizzati i popoli africani? ____________________________________________ _________________________________________________________________________________ Quali erano le attività principali? ___________________________________________________ _________________________________________________________________

29


classe

4a storia

POPOLI DI TERRE LONTANE: IN AMERICA Ben prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo, l’America aveva visto la nascita di civiltà ricche di storia, arte e grandi tradizioni. 1

Leggi i brani, poi rispondi. Gli Olmechi Nell’America centrale, tra il 1 200 e il 400 a.C., si sviluppò la civiltà degli Olmechi. Furono i primi a costruire grandi piramidi di pietra, a usare la scrittura, la numerazione a base 20 e a elaborare un calendario fondato sulle ricorrenze religiose. Caratteristica della loro arte sono le grandi teste di basalto che raffigurano i re e che ancora oggi si possono ammirare. Gli Olmechi giocavano a palla in uno speciale campo. Le palle erano sfere di caucciù, cioè di gomma, perché la zona era ricca di alberi da cui veniva prelevato questo materiale. I morti venivano sepolti in tombe, nelle quali si mettevano anche oggetti di uso comune che sarebbero stati utili al defunto nell’aldilà. Molti di questi oggetti erano in oro.

Testa olmeca.

Gli Algonchini Nel Nord America, nel 3 000 a.C., giunsero gli Algonchini, che avevano attraversato lo stretto di Bering. Si stanziarono nelle regioni dei grandi laghi. La loro economia era basata sulla raccolta di frutti spontanei e sulla coltivazione del mais e del girasole. Erano divisi in numerose tribù, ciascuna delle quali aveva il suo capo. Alcune tribù seppellivano i morti costruendo tombe in grado di ospitare più persone. Alcune erano a forma di piramide, altre di animali. Il morto veniva sepolto con un corredo funebre che comprendeva anche pipe di pietra.

30

Resti di totem algonchino.

Quali altre civiltà che già conosci costruivano piramidi? ____________________________________________________ Quali altre civiltà seppellivano i morti con un corredo funebre? ___________________________________________ Nel testo relativo agli Algonchini quali piante a noi sconosciute in quel periodo vengono nominate? ______________ ____________________________________________________


4

G GEO GRAFIA

LEGGERE IL PAESAGGIO

Quando ci guardiamo intorno, tutto ciò che vediamo fa parte del paesaggio.

Completa. naturali • animali • terreno • uomo • vegetazione • fiumi, laghi, mari • antropici Un paesaggio è formato da elementi ________________ e da elementi ________________ . Gli elementi naturali sono: l’orografia, cioè la forma del ________________ ; l’idrografia, cioè l’insieme di _____________________________________________________ ; la flora, cioè la ________________ ; la fauna, cioè l’insieme degli ________________ ; il clima, cioè l’insieme delle condizione meteorologiche. Gli elementi antropici sono tutte le modificazioni apportate dall’______________________ . Nella foto identifica gli elementi delle voci riportate in tabella, poi completa. OROGRAFIA

FLORA

FAUNA

CLIMA

ELEMENTI ANTROPICI

____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________


4a classe fia geogra

LE MODIFICAZIONI NATURALI DEL TERRITORIO Gli agenti erosivi modificano il territorio in modo lento e continuo. 1

Per ogni disegno scrivi il nome dell’agente erosivo che ha provocato la modificazione.

______________

______________

______________ ______________

______________

2 Circonda solo gli agenti erosivi. ______________

tuono – pioggia – vento – ghiaccio – fauna – sole torrente – nuvola – sabbia – neve – flora

32


classe a geogra 4 fia

Le catastrofi naturali modificano il territorio in modo rapido e improvviso. 3 Scrivi quale fenomeno ha causato le modificazioni rappresentate nelle immagini. terremoto • eruzione vulcanica • alluvione • frana _____________________

_____________________

_____________________ _____________________

33


4a classe fia geogra

LE CARTE GEOGRAFICHE: LA RIPRODUZIONE IN SCALA Già nell’antichità l’uomo ha cercato di rappresentare i territori a lui noti segnando su di esso i punti di riferimento. 1

Completa segnando con una X. La carta geografica è un disegno che rappresenta: ❑ determinate caratteristiche di un territorio ❑ tutte le caratteristiche di un territorio ❑ le caratteristiche di territori lontani

La carta geografica riproduce un territorio in dimensioni: ❑ ingrandite ❑ rimpicciolite ❑ reali

2 Per ridurre in scala si deve… Segna V (vero) o F (falso). Rappresentare il territorio con una visione dall’alto.

V

F

Rappresentare tutti i particolari del territorio.

V

F

Rimpicciolire a piacere il territorio.

V

F

Eliminare una parte del territorio.

V

F

Rimpicciolire un territorio rispettando le reali proporzioni. V

F

3 Osserva le carte, poi rispondi. Le due carte rappresentano lo stesso territorio? ____________ Perché una è più grande dell’altra? _____________________ ____________________________ In quale delle due carte è visibile un maggior numero di particolari? ____________________

B

Secondo te, è più precisa la carta A o la carta B? Perché? ____________________________ ____________________________ Da che cosa viene espressa la scala numerica? _____________ ____________________________

A

E la scala grafica? ___________ ____________________________

4 Ora, sulla carta A, misura con il righello la distanza tra Roma e Firenze Utilizzando la scala grafica scopri qual è la distanza tra i due punti in linea d’aria. __________________________________________________________________________________

34


classe a geogra 4 fia

CLASSIFICAZIONE DELLE CARTE IN BASE ALLA SCALA In base alla scala scelta, otteniamo carte che ci forniscono indicazioni sul territorio molto diverse fra loro. Osserva le carte e mettile in corrispondenza con le rispettive didascalie, riportando le lettere.

Vetta d’Italia

e

Bernina

ia

P

ce d el P o

zie

Co pi

M a

lia

bro

re

Um

Teve

lli ni

iano

bi ti Si

ch i g

M on

- M ar

Al

el ag

m

i

a

Ap

re Teve

Isole Tremiti

pe

n

no

Ab 2795 ru Mon 2064 ti

La Maiella

es

o

vo er

en

li

App

c

1056

a

la Meta

i

Gargano

T

e

n in

e

oC am

Ponza Golfo di Gaeta Palmarola

1281

Ventotene

Isole Ponziane

L

pan o

o

Maddalena Caprera Costa Smeralda Tavolara

t

San Domino L. di L. di Lesina Varano

zz

c

Golfo dell’Asinara

Vesuvio

Ap

Golfo di Salerno

M. Volturino

pe

i

pe nn ino o Calabr

La Sila

Golfo di Sant’Eufemia

Isole Eolie Panarea

Marettimo Favignana

e

1979 Monti Neb 1847

Messina

Isole Egadi Levanzo

r

ice

a

rodi

Madonie

Bel

M

M

Etna

3323

Golfo di Squillace

M a r

p

Lipari Vulcano

1955

A

Filicudi Salina

Alicudi

Aspromonte

I o n i o

Stretto di

Ustica

no Tri g

t an

o

1412

nt

Monti della M. Petroso M e t

r en

le

ano

e

ei F

Golfo di Ta r a n t o

ti Cra

1928

Golfo di Cagliari Stromboli

Mon t i d

Sa

uc o L

Sant’Antioco

r

Bocca di Forlì 891

2248

T i r r e n o

o

San Pietro

Conca d e l l a M a i e l l a di Sulmona

u z Lago di z e s a Scanno

M a r

an

b

M. Pollino

G. di Policastro

Golfo di Oristano

ro

ng

Sa

M u r g e

in

1836

1834

Massiccio La Maiella 2795

e

nn

Ischia Capri

id

l R

c

m

Chieti

Asinara

mp

Va

et

r

ni

L. di Bracciano

Agro Pontino

Ca

a

ov

i

re

ip

i

Bocche di Bonifacio

inas

M

s

A

Giannutri

Golfo di Orosei

M. Sirente 2349 Forca o Caruso 1120

d

Gennargentu

n

Conca del r Fucino

2216

Gran Sasso 2912 d’Italia

2241

gh

e

i

A

Terminillo

ci

Co

p

n

o

L. di Bolsena

a

Erni

t Pe

T o Giglio sc an

p.

1738

a

lia a sco

o

e

no

Ap

Lago Trasimeno

a

d

p

n

r

no

M. Amiata

M

Arc

A

A

ini

Passo della Futa c o -903 Em i

1060

Isola d’Elba

Montecristo

no

2487

bru

To s

Arno

Pianosa

ter

Monte Velino

Sim

ino

Ar

o

1039

Passo A della Cisa p p e n n

Capraia

i

rs

Fo

penni no Ligure

Golfo di Genova

e

M

Po

Mar Ligure

Pescara

Ca

G. di Trieste

o

Ap

neta

Golfo di Venezia

Colline Metallifere

ra

Ve

ra

3841

r

L’AQUILA Conca dell’Aquila A

ve Pian e t ve

u

Monviso

Argentera Colle di 3297 A l p 1908 Tenda i Mari ttime

Vomano

Corno Grande

Alpi C ar n ic he 3221 M. Cristallo

Adige

Gorgona

Lago di G r a n S a s s o d’It Campotosto 2914 a

nti

n

it

lie

P a d a n a

Po

Po

l

1775

pi al re

P

P i a n u r a

2912

om

M. Grappa Lago di Garda

r

Teramo

2458

M. Gorzano

Mo

de

B.

a

a

id

Lag

M

nt

a ell

2083

2541

Tr

Lago d’Iseo

Prealpi lombar

Dora

o ont

Alpi Orobie

Lago di Como

Lago Maggiore

Do

1883

L. di Lugano

Rosa

4634

4478

ie G r a 4061 p i Gran Paradiso A l Moncenisio

3343

Tonale

Adige

Alpi Pe Cervino

4807

M. Bianco

Fréjus

3905

i

4049

Atesine he Alpi ic et R i Stelvio Adige 2758 Ortles Marmolada

iu i G

n nni M.

lp

Alp

Spluga 2115

A

1

Golfo di Catania

e

Monti Iblei 986

d Pantelleria

Golfo di Gela

i

2247 a

t

km

e

0

r

r

a

n

70

e

140

o

Linosa

Isole Pelagie Lampione Lampedusa

A

pianta o mappa: rappresenta spazi ridotti. È molto dettagliata. La scala arriva fino a 1:10 000.

B

carta topografica: rappresenta territori non molto estesi, come quelli di una provincia o di un comune. La scala arriva fino a 1:150 000.

C

carta corografica: rappresenta zone estese come un’intera regione. La scala arriva fino a 1:1 000 000.

D

carta geografica: rappresenta vaste regioni della Terra, come uno stato o un continente. La scala arriva fino a 1:30 000 000.

E planisfero: rappresenta tutta la superficie terrestre. La scala parte da 1:30 000 000.

35


4a classe fia geogra

CLASSIFICAZIONE DELLE CARTE IN BASE ALLE INFORMAZIONI I diversi tipi di carta geografica danno informazioni diverse sul territorio rappresentato. 1

Osserva le carte, rispondi e completa. Quali informazioni puoi ricavare da questa carta? _______________________________ _____________________________________ Questa è una carta ___________________.

autostrade strade principali ferrovie aeroporti principali porti principali

Quali informazioni puoi ricavare da questa carta? ___________________ ________________________________ Questa è una carta ______________.

Quali informazioni puoi ricavare da questa carta? _______________________________ _____________________________________ Questa è una carta ___________________. 2 Ora rispondi. Quante regioni ci sono nell’Italia centrale? _______________________________________ Quale carta ti dà questa informazione? __________________________________________ Il territorio dell’Italia centrale è prevalentemente montuoso o pianeggiante? _________ Quale carta ti dà questa informazione? __________________________________________ Qual è la strada più breve per andare da Firenze a Roma? _________________________ Quale carta ti dà questa informazione? __________________________________________

36


classe a geogra 4 fia

LE CARTE: I SIMBOLI 1

Collega ogni simbolo al significato corrispondente. CONFINE DI STATO AUTOSTRADA

CENTRO TURISTICO

PORTO

GALLERIA FERROVIARIA

CHIESA

SITO ARCHEOLOGICO

AEROPORTO TUNNEL

FERROVIA

2 Osserva le carte, rispondi e completa. In che colore è rappresentata la pianura Padana? _____________________________________________ Sono più alte le Alpi o le Prealpi? Da che cosa lo deduci? _____________________________________________ _____________________________________________ Da che cosa capisci che il Garda è un lago? _____________________________________________ _____________________________________________ Nelle carte geografiche a che cosa servono i diversi colori? _____________________________________________ Scrivi il nome di tre città che abbiano meno di 100 000 abitanti. _____________________________________________ _____________________________________________ ____________________ Scrivi il nome di almeno una città con più di 100 000 abitanti. ____________________

37


4a classe fia geogra

L’ORIENTAMENTO I primi punti di riferimento per l’orientamento sono stati il sole e le stelle. 1

Osserva le carte ed esegui ciò che ti è richiesto. NORD

_____

_____

_____

NORD

_____ _____

B _____

_____

A

Inserisci i punti cardinali mancanti. Perché le cartine B e C sono difficilmente leggibili? _________________________ ___________________________________ Per convenzione tutte le carte sono scritte in modo da avere in alto il punto cardinale ______ , in basso il ______ , a destra l’______ , a sinistra l’______ . 2 Scrivi il nome di: due fiumi a est della Dora Baltea: ______________________ ______________________ tre laghi a ovest del lago di Garda ______________________ ______________________ tre monti a sud del Monte Bianco ______________________ ______________________

38

_____

_____

NORD

C


classe a geogra 4 fia

3 Osserva e completa. Il bambino si sposta verso sud: incontrerà __________ _______________________ . La bambina si sposta verso est: incontrerà __________ _______________________ .

La bambina si sposta verso ovest: incontrerà ________ _______________________ . Il bambino si sposta verso est: incontrerà __________ _______________________ .

4 Il sole è al tramonto. Osserva le ombre degli alberi e scrivi i punti cardinali. _____

_____

_____

_____

Nord

_____

_____

_____

_____

_____

_____

_____

39


4a classe fia geogra

LONGITUDINE E LATITUDINE Per localizzare la posizione di un luogo si devono dare le coordinate: esse si riferiscono alla longitudine e alla latitudine a cui si trova quel luogo. 1

Scrivi i nomi dei paralleli e del meridiano evidenziati. ______________ ______________

latitudine

longitudine

______________

______________

2 Segna le coordinate dei luoghi in cui si trovano le imbarcazioni.

40

veliero ______ sommergibile ______ petroliera ______ nave da crociera ______


classe a geogra 4 fia

I FUSI ORARI In Italia sono le 20 e Rui Fen, che è appena arrivato dalla Cina, vuole telefonare alla nonna che sta a Pechino. La mamma gli dice: – Non puoi chiamarla adesso, perché sta dormendo. A Pechino ora sono le 3 del mattino! Questo succede perché Italia e Cina hanno fusi orari diversi. 1

Completa. notte • ora • est • 24 • fusi orari • Greenwich • uguali Nel medesimo momento non su tutta la Terra è la stessa _____________ , anzi in una parte è giorno e nell’altra è _____________ . Per evitare confusione, gli uomini hanno diviso la superficie terrestre in _____________ spicchi immaginari, che rappresentano le 24 ore del giorno. Questi spicchi, che non sono tutti _____________ , ma leggermente diversi per seguire i confini degli Stati, sono i _____________ . Il meridiano fondamentale su cui viene calcolata l’ora è quello di _____________ . Spostandosi verso ovest, diminuisce l’ora, spostandosi verso _____________ , aumenta l’ora.

Giacomino vive a Roma: sono le 8 del mattino e sta andando a scuola.

2 Osserva la tabella dei fusi orari e completa. Atene

ore 14

Barcellona

ore 13

Buenos Aires

ore 9

Chicago

ore 6

Dakar

ore 12

Filadelfia

ore 7

Gerusalemme

ore 14

Kabul

ore16,30

Los Angeles

ore 4

Mosca

ore 15

Pechino

ore 20

Rio de Janeiro

ore 9

Roma

ore 13

Sidney

ore 22

Singapore

ore 19,30

Teheran

ore 15,30

Tokyo

ore 21

Washington

ore 7

Contemporaneamente a Pechino sono le ________ e Liu sta uscendo da scuola.

Carlos è un bambino argentino. Mentre Giacomino va a scuola, a Buenos Aires sono le ________ e Carlos dorme.

41


4a classe fia geogra

IL CLIMA La latitudine è uno dei fattori principali nella determinazione del clima di una località. Poiché il territorio italiano si estende per molti chilometri da nord a sud, presenta una notevole varietà di climi.

1

Colora come indicato le zone climatiche italiane. clima clima clima clima clima clima

alpino appenninico padano tirrenico adriatico mediterraneo

2 Per ogni definizione, scrivi il tipo di clima scegliendo tra quelli dell’esercizio precedente. Inverni freddi, umidi, nebbiosi; estati calde e afose.

___________________

Inverni freddi, lunghi, nevosi; estati fresche e brevi.

___________________

Inverni freddi, ventosi; estati calde.

___________________

Inverni miti; estati calde e secche; precipitazioni autunnali.

___________________

Inverni miti; estati calde, lunghe e secche con scarse precipitazioni.

___________________

Inverni freddi, spesso nevosi; estati calde; precipitazioni autunnali e invernali.

___________________

42


classe a geogra 4 fia

3 Scrivi la regione climatica in cui, secondo te, è situata ogni località rappresentata.

______________ ______________ ______________

______________ ______________ 4 Rispondi. Quali sono i fattori più importanti per capire com’è il clima di una vasta zona? _________________________ _____________________________________________ Il clima e il tempo meteorologico sono la stessa cosa? ____________________________________ ________________________________________ Prova a spiegare che cosa è il clima. ______ _______________________________________ _______________________________________ _______________________________________ Prova a spiegare che cosa è il tempo meteorologico. ____ ________________________________________ __________________________________________ ___________________________________________

______________


4a classe fia geogra

LA FORMAZIONE DELLE MONTAGNE Le montagne non hanno tutte la stessa “età”. Le Alpi sono nate circa 60 milioni di anni fa. 1

Leggi le fasi della formazione delle montagne e mettile in corrispondenza con i disegni, numerandole. Con il passare del tempo, i movimenti della crosta terrestre provocarono l’innalzamento delle Alpi. Milioni di anni fa l’Italia non esisteva e, al suo posto, c’era l’oceano Tetide. Il sollevamento del fondo marino fece emergere completamente le montagne, ma le pianure ancora non esistevano. Successivamente, emersero anche le prime cime appenniniche (Calabria) e i monti della Sardegna.

44

1

2

3

4


classe a geogra 4 fia

LE ALPI

1

Scrivi i cinque nomi delle cime che superano i 4 000 m di altitudine. ______________ ______________ ______________ ______________ ______________

2 Scrivi i nomi delle cime che superano i 3 000 m di altitudine, ma non arrivano a 4 000 m. ____________________ ____________________ ____________________

____________________ ____________________ ____________________

3 Scrivi i nomi dei trafori che uniscono l’Italia alla Francia e alla Svizzera. _________________

_________________

_________________

4 Rispondi. Quale passo si trova tra l’Adamello e l’Ortles? __________________ Quale passo si trova tra l’Ortles e il Palla Bianca? ________________ Quali parchi nazionali si trovano sulle Alpi? _________________ _______________________________ _______________________________ _______________________________

45


4a classe fia geogra

GLI APPENNINI 1

Scrivi i nomi delle cinque cime più alte dell’Appennino. _____________________ _____________________ _____________________ _____________________ _____________________

2 Rispondi. Ci sono cime dell’Appennino che superano i 4 000 m? __________ Ci sono cime dell’Appennino che superano i 3 000 m? __________ Qual è la cima più alta dell’Appennino? _____________________ In quale parte dell’Appennino si trova il Gran Sasso? _____________________ E la Sila? _____________________ E il M. Falterona? _____________________

3 Segna V (vero) o F (falso). Molti fiumi dell’Appennino nascono dai ghiacciai.

V

F

L’Appennino attraversa l’Italia da nord a sud.

V

F

Le cime sono tondeggianti.

V

F

Le montagne dell’Appennino sono formate da rocce di granito, dure e poco friabili.

V

F

Sui fianchi delle montagne ci sono spesso profondi solchi: i calanchi.

V

F

Sugli Appennini si incontrano spesso fenomeni di carsismo.

V

F

46


classe a geogra 4 fia

LE MONTAGNE D’ITALIA 1

Completa il cruciverba e nella colonna evidenziata potrai leggere il nome di un monte molto particolare.

3

1

4

5

6

10

7

8

9

2

11

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11.

Gruppo di montagne delle Alpi dalla caratteristica roccia rosa. L’insieme di mucche, vitelli, tori allevati prevalentemente sulle Alpi. Il nome della catena montuosa dell’Italia centro-meridionale. Il nome del primo gruppo delle Alpi occidentali. Altro nome per indicare una galleria. Il nome del Passo che divide le Alpi dagli Appennini. Il nome della catena montuosa settentrionale. Profondi solchi scavati sul fianco della montagna dalla pioggia. Il massiccio più importante degli Appennini. Sinonimo di passo. L’insieme di pecore e capre allevati prevalentemente sugli Appennini.

2 Scrivi al posto giusto i nomi degli animali e delle piante indicati. aquila • scoiattolo • stambecco • trota • stella alpina • pino mugo • abete • quercia

____________ ____________ ____________

____________

____________ ____________ ____________

____________

47


4a classe fia geogra

LA FORMAZIONE DELLE PIANURE La pianura è un territorio che non supera i 200 m di altezza. Infatti le pianure non sono completamente piatte e anche la loro differente origine determina la conformazione del terreno, che può essere più o meno ondulata. 1

Osserva i disegni della formazione delle pianure e completa. di sollevamento • alluvionali • vulcaniche

Così si sono formate le pianure _____________________________ .

Così si sono formate le pianure _____________________________ .

Così si sono formate le pianure _____________________________ . 2 Completa utilizzando le informazioni della pagina precedente. In Italia le principali pianure alluvionali sono __________________________________________ _________________________________________________________________________________ . In Italia le principali pianure di sollevamento sono ____________________________________ _________________________________________________________________________________ . In Italia le principali pianure vulcaniche sono _________________________________________ _________________________________________________________________________________ .

48


classe a geogra 4 fia

I VULCANI 1

Completa segnando con una X. In Italia i vulcani si trovano: ❑ nelle regioni settentrionali ❑ nelle regioni centrali ❑ nelle regioni meridionali e insulari Il vulcano più alto è: ❑ l’Etna ❑ il Vesuvio ❑ Vulcano

2 Scrivi a quale regione appartiene ogni area vulcanica. _____________ Colli Albani _____________ Ischia _____________ Stromboli Campi Flegrei _____________ _____________ Pantelleria _____________ Vulcano _____________ Etna _____________ Vesuvio _____________ Lipari

3 Leggi la tabella e completa. VULCANO

ULTIMA ERUZIONE

Stromboli

attività persistente

Etna

2 007

Vesuvio

1 944

Pantelleria

1 891

Vulcano

1 888-1 890

Isola Ferdinandea

1 831

Campi Flegrei

1 538

Ischia

1 302

Vulcani quiescenti: sono vulcani attivi che hanno dato eruzioni negli ultimi 10 000 anni, ma si trovano attualmente in una fase di riposo da tempo più o meno lungo. In Italia si trovano in questa situazione i Colli Albani, ________________________________________ ________________________________________ Vulcani attivi: vulcani che hanno dato eruzioni negli ultimi anni. In Italia sono _______ ________________________________________

49


4a classe fia geogra

LE PIANURE D’ITALIA 1

Scrivi il nome della pianura corrispondente ad ogni descrizione. Pianura Pisana • Pianura Padana • Campagna romana • Campidano • Pianura Campana Pianura Salentina • Piana di Catania • Tavoliere delle Puglie Si estende nel territorio di Pisa dove scorre l’Arno. Alcune colline la separano dalla conca di Firenze. È stata formata dalle alluvioni dell’Arno.

____________

È fertilissima e perciò densamente abitata. Comprende le terre attraversate dall’ultimo tratto del Volturno e il retroterra napoletano. Il suo clima è favorevolissimo alle coltivazioni. È di natura essenzialmente vulcanica.

____________

È la più vasta pianura d’Italia ed è compresa tra l’arco alpino e l’Appennino settentrionale. È solcata dal fiume Po, che raccoglie la maggior parte dei corsi d’acqua che scendono dalle montagne. È stata formata dai materiali erosi dalle montagne.

____________

Si estende da Cagliari fin oltre Oristano ed è compresa tra i due blocchi montuosi principali: il Gennargentu e l’Iglesiente. È di origine alluvionale e vulcanica.

____________

Si affaccia a est sul Golfo di Manfredonia, termina a nord ai piedi del Gargano. È la seconda pianura italiana in ordine di grandezza, ma, data la scarsità della portata dei fiumi che l’attraversano, è soggetta a siccità durante la maggior parte dell’anno. È nata per il sollevamento del fondo marino.

____________

Comprende la regione intorno ai Colli di Roma e l’Agro Pontino. È stata formata dal materiale trasportato dal fiume Tevere.

____________

È la terza pianura italiana in ordine di grandezza. Si estende dalle Murge meridionali, giungendo fino al punto estremo della Puglia. È una pianura di sollevamento.

____________

Compresa fra il piede meridionale dell’Etna e il mare, è fertilissima e ben coltivata. È di natura vulcanica.

____________

50


classe a geogra 4 fia

I FIUMI D’ITALIA L’Adige.

1

Scrivi sulla cartina il nome dei fiumi elencati. Adda Adige Arno Biferno Flumendosa Isonzo Mincio Ofanto Oglio Piave Salso Sele Tagliamento

Il Taro.

L’Arno a Pisa.

Il Tevere a Roma.

2 Scrivi i nomi dei principali fiumi che scorrono nella tua regione. __________________________________________________________________________________

51


4a classe fia geogra

I LAGHI 1

Scrivi il tipo di lago cui si riferisce ogni definizione. vulcanico • alluvionale • glaciale • costiero • artificiale

Si formano nel cratere di un vulcano spento e sono alimentati da sorgenti sotterranee.

____________

Si formano quando un corso d’acqua trova dei depositi alluvionali sul proprio corso e crea il lago.

____________

Sono dovuti all’erosione da parte di antichi ghiacciai, come i laghi della zona prealpina.

____________

Sono dovuti alle opere costruite dall’uomo, spesso dighe per la produzione di energia elettrica.

____________

Sono situati nelle estreme vicinanze della costa e spesso composti d’acqua salmastra.

____________


classe a geogra 4 fia

I LAGHI D’ITALIA 1

Completa la tabella scrivendo i numeri corrispondenti. LAGO

___

Bolsena

___

Bracciano

___

Como

___

Garda

___

Iseo

___

Lesina

___

Lugano

___

Maggiore

___

Nemi

___

Trasimeno

___

Varano

___

Vico

2 1 5

3 4

6 9

7

10 8

11

12

2 Completa segnando con una X. La presenza del lago favorisce: ❑ il commercio ❑ l’agricoltura ❑ il turismo Il fiume che entra nel lago si chiama: ❑ affluente ❑ immissario ❑ emissario

3 Osserva e rispondi. Dove si trova questo lago? ❑ nell’Italia settentrionale ❑ nell’Italia centrale ❑ nell’Italia meridionale Osserva il paesaggio circostante: da quali elementi puoi capire qual è la collocazione del lago? _________________ ___________________________________ ___________________________________

Dove si trova questo lago? ❑ nell’Italia settentrionale ❑ nell’Italia centrale ❑ nell’Italia meridionale Osserva il paesaggio circostante: da quali elementi puoi capire qual è la collocazione del lago? _____________________________ ______________________________________


4a classe fia geogra

I MARI D’ITALIA L’Italia è una penisola che si trova proprio al centro del Mar Mediterraneo, un bacino con un clima particolarmente favorevole agli insediamenti e alle attività dell’uomo. 1

Scrivi in blu il nome dei mari, in rosso quello degli arcipelaghi e in verde quello delle isole.

__________ __________ __________ __________

__________

__________ __________ __________

__________ __________

__________ __________ __________ __________ __________ __________

54

Capri Ischia Isola d’Elba Isole Egadi Isole Eolie Isole Pelagie Isole Tremiti Mar Adriatico Mar Ionio Mar Ligure Mar Tirreno Pantelleria Sardegna Sicilia Arcipelago Toscano Arcipelago della Maddalena


classe a geogra 4 fia

L’AMBIENTE E L’UOMO Ogni ambiente permette lo svolgimento di attività che sono determinate dalle caratteristiche e dalle opportunità che offre il territorio. 1

Con frecce colorate, collega ogni attività con l’ambiente adatto.

MARE

Ci sono, però, attività che non sono legate a un particolare ambiente, ma sono svolte ovunque.

MONTAGNA

LAGO

FIUME

55


4a classe fia geogra

LE ATTIVITÀ ECONOMICHE 1

Scrivi a quale settore si riferisce ogni definizione. primario • secondario • terziario Tutte le attività che servono a produrre materie prime appartengono a questo settore.

__________________

Tutte le attività che servono a trasformare le materie prime appartengono a questo settore.

__________________

Questo settore comprende tutte le attività che non appartengono agli altri due settori.

__________________

2 Luisa compera al supermercato una scatola di pelati. Chi ha lavorato affinché Luisa potesse andare al supermercato e, con un semplice gesto, mettere la scatola di pomodori pelati nel suo carrello? Completa.

I pomodori sono stati coltivati dai ________ __________________ .

I pomodori sono stati lavorati e inscatolati in un’_____________ .

settore ____________

settore ____________

I pomodori sono stati trasportati al supermercato da un _______________ . settore ____________

Prima di uscire dal supermercato, Luisa deve pagare il conto alla ___________ . settore ____________

3 Scrivi a quale settore appartiene ogni lavoro rappresentato. ___________

___________

___________

___________ ___________ ___________


classe a geogra 4 fia

IL TURISMO IN ITALIA L’Italia è un paese che ha moltissime risorse paesaggistiche, storiche, artistiche; per questo il turismo rappresenta un’importante fonte di reddito in ogni regione. 1

Immagina di dover scegliere una di queste località per le tue prossime vacanze. Quale sceglieresti?

2 Ora scrivi brevemente: - quali sono i motivi della tua scelta; - come sarebbe la tua giornata; - che cosa ti aspetti da questa vacanza. __________________________________________________________________ __________________________________________________________________ __________________________________________________________________ __________________________________________________________________ __________________________________________________________________ __________________________________________________________________

57


4a classe fia geogra

LA POPOLAZIONE IN ITALIA Al 31 dicembre 2 004 gli Italiani erano 58 462 375 così distribuiti: 26 469 091 al Nord, 11 245 959 al Centro e 20 747 325 al Sud e nelle Isole. Nel febbraio 2 007 la popolazione italiana era di 59206382. 1

Confronta le carte e completa segnando con una X.

Per densità di popolazione si intende: ❑ il numero totale degli abitanti di una regione, di uno stato… ❑ il numero di abitanti per chilometro quadrato ❑ il numero di abitanti delle aree più popolate Le zone più densamente abitate generalmente coincidono: ❑ con un territorio pianeggiante ❑ con un territorio collinare ❑ con un territorio costiero Motiva la tua scelta. __________________________________________________________________ Le parti meno popolate del territorio italiano sono: ❑ quelle meridionali ❑ quelle montuose ❑ quelle pianeggianti Motiva la tua scelta. __________________ ____________________________________ In questi ultimi anni la popolazione italiana: ❑ sta diminuendo ❑ rimane quasi invariata ❑ sta aumentando La maggior parte delle città si trova: ❑ in pianura ❑ in montagna ❑ in collina


classe a geogra 4 fia

POPOLAZIONE ED ECONOMIA L’economia è l’insieme di tutte le attività che riguardano la produzione di beni, la loro distribuzione, i servizi. 1

Osserva la tabella dei redditi medi per ciascun abitante nelle regioni italiane. Poi colora in rosso le regioni in cui il reddito medio supera 30 000 euro, in arancione quelle che vanno da 25 000 a 30 000 euro, in rosa quelle che vanno da 20 000 a 25 000, in verde da 15 000 a 20 000, in azzurro quelle sotto i 15 000 euro.

NORD-OVEST 26 822

Piemonte: 25 703 Valle d’Aosta: 27 577 Liguria: 23 584 Lombardia: 30 425 NORD-EST 27 619

Alto Adige: 30 141 Trentino: 27 291 Veneto: 27 385 Friuli: 25 246 Emilia-Romagna: 28 034 CENTRO 23 308

Toscana: 25 129 Marche: 23 115 Umbria: 21 708 Lazio: 28 345 Abruzzo: 18 246 SUD 15 447

Molise: 16 582 Campania: 14 707 Puglia: 15 008 Basilicata: 16 214 Calabria: 14 728 ISOLE 15 991

Sicilia: 14 476 Sardegna: 17 507 da EUROSTAT

2 Ora rispondi, poi discuti i dati con l’insegnante, i compagni e le compagne. In quali macroregioni si trovano le cinque regioni con il reddito più alto? _______________ ________________________________________________________________________________ In quali macroregioni si trovano le cinque regioni con il reddito più basso? _____________ ________________________________________________________________________________ Nell’Italia settentrionale ci sono regioni con un reddito inferiore a 20 000 euro? _________ Nell’Italia meridionale e insulare ci sono regioni con un reddito superiore a 20 000 euro? _______________________________

59


4a classe fia geogra

MEZZI DI TRASPORTO 1

Circonda in rosso i mezzi di trasporto che viaggiano su strada, in verde quelli che viaggiano su binari, in blu quelli che viaggiano in aria, in viola quelli che viaggiano in acqua. C

A B

D

H E F

I

G

L M N

P

O

S

R

Q

2 Osserva i mezzi di trasporto dell’esercizio precedente, poi: T

scrivi le lettere corrispondenti ai mezzi più adatti a trasportare persone: ____________________________________________ scrivi le lettere corrispondenti ai mezzi più adatti a trasportare merci: ______________________________________________

3 Collega le “merci” al mezzo/ai mezzi di trasporto che ti sembra/no più adatto/i. container

petrolio blocchi di marmo legname

MEZZI FERROVIARI MEZZI NAVALI

medicinali pezzi di ricambio per macchinari ospedalieri

60

MEZZI AEREI

animali metalli apparecchi di precisione posta automobili


SST O RIA

5

UN PASSO INDIETRO

Scrivi sulla carta i nomi delle civiltĂ che hai studiato lo scorso anno.

_________________ _________________

_________________ _________________ _________________

_________________

_________________ _________________

_________________ _________________

_________________


classe

5a storia

I POPOLI ITALICI Durante la preistoria il territorio della penisola italiana si presentava paludoso nelle zone di pianura o coperto da fitte foreste nelle zone più elevate. Gli insediamenti umani erano molti, ma formati da un numero ridotto di componenti. Le difficili condizioni di vita ritardarono la nascita di un’unica civiltà. 1

Con frecce colorate, collega le didascalie ai popoli italici indicati sulla carta. Erano un popolo di guerrieri provenienti dal centro Europa che si stabilì nella pianura Padana. Erano guerrieri feroci, provenienti da territori montuosi che si affacciavano sul mare; conquistarono le terre fino alla pianura Padana, all’Arno e alla Corsica. Si stabilirono in Val Camonica, lungo il corso del fiume Oglio. Hanno lasciato molte incisioni rupestri. Giunsero dall’Oriente. I loro villaggi, costruiti sulle alture, erano i castellieri. Diedero vita alla civiltà nuragica; impararono dai Fenici la scrittura. Sugli Appennini, in semplici villaggi, vivevano vari popoli dediti all’agricoltura e alla pastorizia. Abitavano la Sicilia già dai tempi preistorici; si fusero con le popolazioni che colonizzarono l’isola. Lottarono contro gli abitanti delle colonie della Magna Grecia, di cui però subirono l’influenza culturale.

62


classe a storia 5

I VILLANOVIANI 1

Leggi il brano, poi rispondi. Nel 1853, Giovanni Gozzadini stava effettuando degli scavi nella sua tenuta agricola a Villanova, una località vicino Bologna. Casualmente trovò dei reperti che testimoniavano la presenza di una civiltà allora sconosciuta. Venne chiamata civiltà villanoviana e datata intorno al 1 000 a.C. I Villanoviani vivevano in capanne con il tetto rivestito di argilla, materiale che lavoravano insieme al ferro. Erano agricoltori e si dedicavano anche al commercio con i popoli che abitavano le regioni settentrionali. In particolare importavano ambra. Credevano nella vita oltre la morte: diversamente dagli altri popoli italici cremavano i loro morti e conservavano le ceneri in caratteristiche urne. Queste, insieme a un corredo funerario, venivano messe nelle tombe, poste all’esterno dei villaggi, nelle necropoli. Non sono state ritrovate armi né negli insediamenti né nelle necropoli.

Da dove deriva il nome della civiltà villanoviana? __________ _______________________________________________________________ Quali erano le attività cui si dedicava questo popolo? __________________________________ _________________________________________________________________________________ Perché si pensa che credessero nella vita oltre la morte? ______________________________ _________________________________________________________________________________ Perché si presuppone che i Villanoviani fossero un popolo pacifico? ______________________ _________________________________________________________________________________ 2 Perché la civiltà villanoviana si sviluppò in quell’area? Colora solo i riquadri che contengono affermazioni esatte. Perché erano abili marinai.

Perché il territorio favoriva sia l’agricoltura sia il commercio.

Per la presenza di giacimenti di ferro nella zona.

63


classe

5a storia

GLI ETRUSCHI: DOVE – PERCHÉ - QUANDO La terra abitata dagli Etruschi offriva condizioni particolarmente favorevoli allo sviluppo di una civiltà: terre fertili, abbondanza di acque, legname, minerali. 1

Osserva la carta e scrivi i nomi delle attuali regioni in cui vissero gli Etruschi. ___________________________________

Etruria Area di influenza etrusca nel periodo di massimo sviluppo

2 Collega ogni didascalia alla linea del tempo. 800 a.C.

massimo splendore della civiltà etrusca

600 a.C.

inizio dello sviluppo della civiltà etrusca

300 a.C.

gli Etruschi diventano cittadini romani

90 a.C.

inizio del declino della civiltà etrusca

3 Osserva i disegni e scrivi sul quaderno quali furono le condizioni che favorirono l’insediamento e lo sviluppo della civiltà etrusca.

64


classe a storia 5

L’ORIGINE DEGLI ETRUSCHI 1

Leggi il brano, poi rispondi. Lo storico greco Erodoto, vissuto nel V secolo a.C., sosteneva che gli Etruschi fossero arrivati in Italia dall’Asia Minore. Si trattava del popolo dei Lidi, che, lasciata la loro terra in seguito a una carestia, guidati dal re Tirreno, giunsero sulle coste della Toscana. Questa teoria è supportata da recenti studi sul DNA ricavato da resti umani etruschi. I due storici greci Ellanico e Anticlìde, invece, sostenevano che gli Etruschi fossero discendenti dei Pelasgi, che lasciarono le loro terre navigando il Mar Egeo. Ancora un’altra teoria sostiene che gli Etruschi si siano stabiliti nella pianura Padana arrivando dall’Europa centrale. In Italia la loro cultura si sarebbe fusa con quella villanoviana preesistente, per dare origine a una nuova civiltà. Infine, lo storico greco Dionigi di Alicarnasso, vissuto al tempo dell’imperatore romano Augusto, riteneva che gli Etruschi fossero autoctoni, cioè originari del luogo in cui abitavano. Gli Etruschi chiamavano se stessi Rasenna, ma dai Greci erano chiamati Tirreni. Furono i Romani a chiamare Etruria la terra da essi popolata e quindi Etruschi gli abitanti. L’origine del popolo etrusco è certa? ______________________________________________ Qual è la teoria più accreditata? __________________________________________________ Chi attribuì agli Etruschi questo nome? ____________________________________________

2 Segna sulla carta i possibili percorsi effettuati dagli antenati degli Etruschi.

65


classe

5a storia

GLI ETRUSCHI: LA TECNOLOGIA 1

Collega, numerandole, le diverse parti del disegno alle didascalie corrispondenti.

66


classe a storia 5

1

Gli Etruschi erano abili orefici. Per realizzare i manufatti in oro usavano la tecnica della filigrana, che consisteva nell’intrecciare e saldare finissimi fili d’oro, e la granulazione, per mezzo della quale piccolissime palline d’oro venivano saldate insieme.

2

Per estrarre i metalli dai minerali gli Etruschi usavano forni a doppia camera. Nella camera superiore mettevano i minerali, in quella inferiore accendevano il fuoco. Quando il metallo estratto si era raffreddato, per estrarlo, distruggevano il forno. Il metallo veniva poi fuso di nuovo dagli artigiani, che lo colavano nelle forme.

3

Gli Etruschi vendevano i loro preziosissimi vasi in bucchero, una ceramica finissima ottenuta mescolando l’argilla e la polvere di carbone. I vasi venivano poi lucidati, fino a risultare neri e lucenti come il metallo.

4

Gli artigiani lavoravano la ceramica per realizzare grandi sarcofaghi decorati e bellissime statue.

5

Gli Etruschi furono i primi a utilizzare nelle costruzioni la porta ad arco. Ciò permetteva di realizzare costruzioni più solide, perché l’arco regge un peso maggiore della trave. Per costruirle preparavano una impalcatura di legno con la sommità ad arco. Su di esso posizionavano i blocchi di pietra e infine mettevano al centro dell’arco la chiave di volta. Togliendo l’impalcatura, l’arco si reggeva da solo.

67


classe

5a storia

GLI ETRUSCHI: SOCIETÀ E RELIGIONE 1

Completa segnando con una X. L’organizzazione politica degli Etruschi era: ❑ repubblica Il lucumone era: ❑il sovrano e sommo sacerdote di ogni città ❑ il sovrano di tutte le città etrusche ❑ il primo re degli Etruschi La popolazione era: ❑ divisa in classi sociali ❑ formata solo da liberi cittadini ❑ formata solo da schiavi del re

❑ impero

❑ città indipendenti

Le donne etrusche: ❑ erano sottomesse ai propri mariti ❑ erano libere solo in famiglia, ma nella sfera pubblica dovevano essere sottomesse agli uomini ❑ godevano di molte libertà e avevano una posizione sociale privilegiata

2 Cancella i termini sbagliati. Gli Etruschi erano politeisti/ monoteisti. Gli dèi erano immaginati in forma animale/umana. Temevano pochissimo/moltissimo il volere degli dèi e per conoscerlo ricorrevano alla divinazione/preghiera. Il compito di scoprire il volere degli dèi spettava agli àuguri e agli aruspici: gli àuguri/aruspici osservavano il volo degli uccelli; gli àuguri/aruspici leggevano i segni nelle viscere degli animali. Lo stomaco/Il fegato era l’organo degli animali sacrificati che veniva utilizzato per interpretare la volontà divina. Anche i fulmini/le nuvole servivano per cercare di comprendere quello che gli dèi avevano in serbo per gli uomini. Erano importanti il luogo, il giorno in cui apparivano, la loro forma e colore/il loro rumore e calore.

Veltha, protettore dell’agricoltura La coppia di Cavalli Alati del dio Veltha, detto il “multiforme” per la sua capacità di mutare le sembianze: rappresentava l'eterno mutare delle stagioni.

Tinia, il dio del cielo Sulla lamina bronzea, che rivestiva il carro da parata rinvenuto nella tomba di Castel San Mariano (540-530 a.C.), Tinia, con un fulmine, abbatte un gigante. Nethuns, dio del mare A destra si vede Poseidon (Nethuns) nudo con in mano il tridente, a sinistra Athena con elmo corinzio e lancia, alla sua sinistra Eros tiene in mano un alabastron. In alto altre divinità, tra cui Dioniso, Hera, Heracles.

Turan, dea dell’amore. Su quest’anfora, proveniente da Vulci, è raffigurato il giudizio di Paride: dietro a un vecchio con barba si nota Hermes che conduce le tre dee al giudizio: Hera con mantello sulla testa, Athena con la lancia e lunga veste decorata, per ultima Afrodite (l’etrusca Turan) con chitone.


classe a storia 5

I ROMANI: DOVE, QUANDO, PERCHÉ Intorno al IX secolo, quando ormai le grandi civiltà fluviali avevano avuto il loro massimo splendore, lungo le sponde del Tevere i villaggi di pastori cominciavano ad aggregarsi fino a formare un’unica città: Roma. 1

Costruisci la linea del tempo delle origini di Roma, inserendo le date nominate nel testo e scrivendo nei riquadri gli avvenimenti ad esse relativi. Collega poi i riquadri alle date. La leggenda narra che Roma fu fondata nel 753 a.C. sul colle Palatino. In realtà, già dal 900 a.C. circa, i colli erano abitati da pastori che lì avevano costruito i loro villaggi. Intorno all’800 a.C. tutte le tribù decisero di unificarsi e costituire un’unica città circondata da mura. 1 000 a.C.

_______________________ _______________________

600 a.C.

_______________________ _______________________

_______________________ _______________________

2 Segna V (vero) o F (falso) per individuare le cause che hanno portato alla fondazione di Roma in quel determinato luogo. Sui colli il clima era salubre.

V

F

Il Tevere forniva acqua per irrigare i campi e abbeverarsi.

V

F

L’isola Tiberina permetteva di attraversare con facilità il fiume.

V

F

La vicinanza del mare permetteva sbocchi commerciali.

V

F

Le zone pianeggianti intorno ai colli erano molto coltivate.

V

F

Essendo grandi navigatori, i Romani fondarono la loro città vicino al mare.

V

F

La vicinanza al mare permetteva di avere a disposizione sale.

V

F

Le zone pianeggianti intorno ai colli erano paludose.

V

F

3 Completa segnando con una X. Il sale era prezioso perché: ❑ era difficile da trovare ❑ serviva per la conservazione dei cibi ❑ faceva cuocere più facilmente i cibi Da sale deriva la parola: ❑ salario

❑ saluto

❑ salita

4 Completa. La scultura qui a lato rappresenta la ___________ che, secondo la leggenda, allattò ___________ e ___________ . La lupa è considerata di fattura etrusca e i gemelli furono aggiunti nel 1 400. La scultura è conservata nei Musei Capitolini di Roma.


classe

5a storia

LA MONARCHIA 1

Completa. Ostia • monarchia • Tarquinio • Pompilio • Romolo • Tullio • etrusca • sette • Prisco Quando gli abitanti dei villaggi si riunirono per dare vita a un’unica città, la prima forma di governo fu una ______________ . Nel corso dei secoli si susseguirono numerosi re, ma la tradizione ne ricorda solo ______________ . Il primo re, probabilmente, fu ______________ . Ad esso seguì Numa ______________ , che riorganizzò il calendario. Venne poi ______________ Ostilio, che combatté contro Albalonga e contro i Sabini. Anco Marzio fece costruire il porto di ______________ e il ponte Sublicio sul Tevere. Gli ultimi tre re, Tarquinio ______________ , che fece costruire il foro e la rete fognaria, Servio Tullio, che divise la popolazione in tribù in base al censo, e ______________ il Superbo, re violento e bellicoso, furono di origine ______________ .

2 Collega ogni nome alla definizione corrispondente.

SENATO COMIZI CURIATI

PLEBEI PATRIZI

Gruppo di persone scelte tra la plebe: insieme ai senatori e al re, prendevano le decisioni più importanti. La parola deriva da senex, che in latino vuol dire “vecchio”. Era un gruppo formato da 100 persone anziane: i capi delle famiglie romane più agiate. A loro spettava il compito di eleggere il re. La parte della popolazione, formata da pastori, contadini, artigiani, divisa in tribù. Persone ricche che possedevano terreni, saline, bestiame.

3 Osserva lo stemma attuale del Comune di Roma e rispondi. SPQR è l’acronimo di Senatus PopolusQue Romanus. Sai dire che cosa significa? ________________________________ ________________________________ ________________________________

70


classe a storia 5

LA REPUBBLICA Nel 509 a.C. gli aristocratici romani cacciarono Tarquinio il Superbo perché volevano maggior potere nelle decisioni politiche ed economiche. Alla monarchia si sostituì la repubblica. 1

Collega ogni carica di Roma repubblicana alla funzione corrispondente. Amministravano la giustizia.

Calcolavano il censo, cioè la ricchezza dei cittadini, per stabilire le tasse che essi dovevano pagare e controllavano l’operato di tutti gli altri funzionari.

Riscuotevano le imposte e amministravano il denaro pubblico. DITTATORE CENSORI

Erano due, duravano in carica un anno, guidavano l’esercito, controllavano che le leggi fossero applicate, ma non potevano prendere decisioni senza il parere del senato.

Era la persona nelle cui mani venivano dati tutti i poteri in caso di pericolo per Roma. La sua carica non poteva durare più di sei mesi.

QUESTORI EDILI

TRIBUNI DELLA PLEBE

PRETORI

Erano i rappresentanti che la plebe ottenne dopo aver minacciato di abbandonare la città.

Si occupavano della costruzione e della manutenzione di strade, ponti ecc.; in generale delle opere pubbliche.

CONSOLI

2 Segna con una X l’unica affermazione sbagliata.

❑ Le Leggi delle Dodici Tavole furono ❑ ❑ ❑ ❑

esposte perché tutti potessero conoscerle e rispettarle. Furono promulgate spontaneamente dai patrizi. Vennero esposte in seguito alle lotte dei plebei. Definivano pene certe per tutti. In base alle Leggi delle Dodici Tavole, i plebei acquisirono il diritto di veto, cioè di votare contro le decisioni dannose per la loro classe.

Ricostruzione della lastra delle Leggi delle Dodici Tavole.

71


classe

5a storia

L’ESPANSIONE DI ROMA 1

Osserva la carta e completa il brano.

Magna Grecia • Lazio • nord • penisola • est • decenni • Equi • Veio • Pirro Dalla sua fondazione fino al III secolo a.C., i Romani riuscirono ad estendersi a quasi tutto il territorio della ______________ . Prima sottomisero gli altri abitanti del ______________ : gli ______________ e i Volsci. Poi combatterono contro gli Etruschi, che sconfissero nella battaglia di ______________ , nel 396 a.C. Per espandersi verso ______________ e verso sud combatterono contro i Sanniti. Le guerre con questo popolo furono molto lunghe, durando parecchi ______________ . Quando i Sanniti vennero definitivamente sconfitti, i Romani entrarono in guerra con le colonie della ______________ , nell’Italia meridionale. L’esercito romano era talmente potente che riuscì a sconfiggere anche l’esercito di ______________ , alleato dei Tarantini, giunto dall’Epiro, un territorio nell’attuale Albania. I Romani continuarono la loro espansione in Italia estendendo i loro domini verso ______________ , nelle terre dove vivevano i Celti.

2 Numera i popoli nell’ordine in cui sono stati conquistati dai Romani. Etruschi

72

Equi e Volsci

Tarantini

Sanniti

Celti


classe a storia 5

LA CONQUISTA DEL MEDITERRANEO 1

Completa. Roma voleva espandere i suoi commerci sul Mar ____________________ .

Sul Mar Mediterraneo si affacciavano le colonie ____________________ .

Le guerre tra Romani e Cartaginesi si chiamarono ______________ e terminarono con ____________ ___________________________________________ .

La più importante colonia fenicia era ____________ _____________________ .

Roma dovette combattere contro Cartagine per ____ _______________________ .

2 Osserva la carta e completa segnando con una X.

Il territorio romano alla fine del periodo repubblicano. Annibale, comandante cartaginese che sconfisse più volte i Romani.

Per completare il dominio sul Mar Mediterraneo, i Romani, dopo le guerre puniche, dovettero affrontare: ❑ i Fenici ❑ i Sumeri ❑ i Greci Dopo aver conquistato le colonie fenicie in Spagna, i Romani combatterono contro i popoli dell’entroterra, cioè contro: ❑ i Celti ❑ gli Iberici ❑ gli Arabi

Publio Cornelio Scipione. Con le sue truppe, attraversò il Mar Mediterraneo e attaccò Cartagine, costringendo Annibale a tornare per difendere la sua città.


classe

5a storia

I ROMANI TRA STORIA E LEGGENDA Gli episodi raccontati qui di seguito sono in parte veri e in parte sono ingigantiti per glorificare la forza morale e fisica dei Romani. 1

Leggi con attenzione. Orazio Coclite Il lucumone Porsenna, a capo degli Etruschi, marciava verso Roma e stava per attraversare il Tevere. I Romani decisero di demolire il ponte Sublicio, per impedire il passaggio dei nemici. Quando il lavoro era quasi terminato, Orazio Coclite disse ai suoi compagni di allontanarsi e rimase solo a demolire l’ultimo tratto del ponte. In questo modo salvò la città di Roma. Clelia Clelia era una ragazza romana che fu consegnata a Porsenna, in segno di pace, insieme ad altre nove compagne. La ragazza fuggì dall’accampamento etrusco e guidò le sue compagne verso Roma, attraversando a nuoto il fiume Tevere perché il ponte era stato distrutto. Giunse a Roma, ma i Romani, per mantenere fede alla parola data, la restituirono al lucumone etrusco. Il re, però, colpito dal coraggio di Clelia, la liberò.

Brenno Brenno, re dei Galli, stava per giungere a Roma con il suo esercito, nel 390 a.C. La difesa della città fu affidata a Marco Furio Camillo. Brenno propose ai Romani di abbandonare l’impresa in cambio di 1 000 libbre d’oro, ma, per ottenere più oro, manomise le bilance e, alle proteste dei Romani, gettò sul piatto la sua spada, dicendo “Vae victis” (Guai ai vinti). Ma Marco Furio Camillo affrontò Brenno gettando anche lui la spada sulla bilancia e disse “Non auro, sed ferro, recuperanda est Patria” (Non con l’oro, ma con il ferro, si deve difendere la patria). I Romani, guidati da Furio Camillo, si organizzarono e cacciarono i Galli da Roma.

74


classe a storia 5

LE LOTTE SOCIALI 1

Collega ogni causa alla conseguenza corrispondente. Le numerose conquiste di nuove terre portarono a Roma i bottini di guerra e le tasse pagate dai popoli sottomessi.

Scoppiarono disordini sociali.

Si creò malcontento tra i plebei e i contadini abbandonarono le campagne per trovare migliori condizioni in città.

Le riforme fallirono e gli aristocratici ebbero il sopravvento sui popolari.

I fratelli Gracchi, tribuni della plebe, cercarono di attuare riforme agrarie per distribuire terre ai contadini. Entrambi morirono di morte violenta.

Aumentava la ricchezza e il potere dei patrizi.

2 Risolvi il cruciverba e nella colonna evidenziata potrai leggere il nome di chi guidò la rivolta degli schiavi nel 73 a.C. 1 2 3 4 5 6 7 8

1. Il Lucio Cornelio capo del partito aristocratico, rivale di Mario. 2. Gneo, successore di Silla, formò con Cesare il primo triumvirato. 3. Il capo del partito democratico, rivale di Silla. 4. Licinio, seguace di Silla che con Pompeo fece parte del triumvirato. 5. Il governo di tre persone. 6. Questo è il ruolo a vita che assunse Silla. In origine questa carica veniva data per sei mesi in caso di pericolo. 7. Il primo nome di Cesare. 8. Il secondo nome di Cesare.

Busto di Lucio Cornelio Silla.

Busto di Giulio Cesare.

75


classe

5a storia

CAIO GIULIO CESARE 1

Leggi il brano, poi rispondi. Caio Giulio Cesare discendeva da un’antica e famosa famiglia patrizia, la Gens Julia. Si diceva che questa famiglia discendesse da Iulo (Ascanio), il figlio dell’eroe troiano Enea che era approdato sulle sponde del Lazio dopo la fuga da Troia distrutta. La mitologia narra che Enea fosse figlio di Venere, e Giulio Cesare, per sottolineare i nobili antenati da cui aveva avuto origine, fece costruire nel foro un nuovo tempio dedicandolo alla dea Venere. Ecco come Cicerone, scrittore romano, descrive Cesare: “Egli ebbe ingegno, equilibrio, memoria, cultura, attività, prontezza, diligenza. In guerra aveva compiuto gesta grandi, anche se fatali per lo Stato. Non aveva avuto per molti anni altra ambizione che il potere, e con grandi fatiche e pericoli l’aveva realizzata. La moltitudine ignorante se l’era conquistata coi doni, le costruzioni, le elargizioni di viveri e banchetti. I suoi li aveva acquistati con premi, gli avversari con manifestazioni di clemenza, insomma aveva dato a una città, ch’era stata libera, l’abitudine di servire, in parte per timore, in parte per rassegnazione”. Perché Giulio Cesare aveva fatto costruire un tempio dedicandolo a Venere? ______________________________________________________________________________ In quale modo Cesare aveva conquistato la plebe? ______________________________________________________________________________ Come gli aristocratici? ______________________________________________________________________________

2 Segna V (vero) o F (falso). Giulio Cesare formò il triumvirato con Pompeo e Crasso.

V

F

Cesare fu sconfitto da Pompeo.

V

F

Cesare conquistò la Gallia.

V

F

Cesare si fece nominare dittatore a vita.

V

F

Cesare divenne il primo imperatore romano.

V

F

Cesare riformò il calendario.

V

F

Cesare non distribuì mai le terre conquistate ai soldati veterani.

V

F

Parte di in un calendario romano (mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile) precedente la riforma di Giulio Cesare.


classe a storia 5

L’IMPERO Roma, dal nucleo originario, aveva allargato i suoi domini conquistando vastissimi territori. Le sue leggi e la sua lingua si imposero su gran parte dell’Europa. 1

Leggi il brano, poi scrivi sulla linea del tempo le date e i relativi avvenimenti. Alla morte di Cesare (44 a.C.), il comando di Roma passò a suo nipote Caio Ottaviano, il quale, nel 27 a.C., fu dichiarato imperatore dal Senato. Fu chiamato Augusto, che significa “degno di essere venerato come un dio”. Nel 46 d.C. l’imperatore Claudio riuscì a conquistare la Britannia, l’attuale Inghilterra. Alla morte dell’imperatore Traiano (117 d.C.), l’impero raggiunse la sua massima espansione con la conquista della Dacia (Romania) e parte della Mesopotamia. Nel 395 d.C., alla morte dell’imperatore Teodosio, l’impero venne diviso in impero d’Oriente e impero d’Occidente. Nel 476 d.C., venne deposto Romolo Augustolo e cadde l’impero romano d’Occidente. _____

44 a.C.

morte di Cesare

_____

nascita di Cristo

_____

476 d.C.

______________ ______________ ______________

______________ ______________ ______________

______________ ______________ ______________

_____

______________ ______________ ______________

______________ ______________ ______________

2 Colora le conquiste di Claudio e Traiano.

Durante il regno dell’imperatore Traiano (98-117 d.C.) l’impero raggiunse la massima espansione.

77


classe

5a storia

LA CRISI DELL’IMPERO Intorno al III secolo d.C., cominciò la decadenza dell’impero. Molte furono le cause. 1

Collega ogni causa alla conseguenza corrispondente. Il territorio dell’impero si estendeva su una superficie enorme. Popolazioni agguerrite invadevano le terre dell’impero e saccheggiavano le città. La mancanza di schiavi, dovuta alla fine delle guerre di conquista, aveva diminuito la manodopera per il lavoro dei campi. Nell’esercito si arruolavano soldati stranieri che combattevano solo per denaro. Anche i generali non erano più romani.

I poderi non erano più coltivati, diminuiva la disponibilità di prodotti alimentari e la possibilità di commerci. La popolazione si impoverì, le tasse aumentarono. Era difficile controllare confini così estesi. I soldati erano più fedeli ai generali che all’imperatore. Le popolazioni locali non erano in grado di difendere le loro terre.

2 Completa segnando con una X.

Moneta raffigurante Diocleziano.

Quando, nel 284 d.C., Diocleziano divenne imperatore, per poter governare un impero così vasto: ❑ nominò imperatore anche un altro generale dandogli il titolo di Augusto. I due imperatori scelsero due Cesari in modo che più persone concorressero al governo. Questa forma di governo si chiamò tetrarchia. ❑ nominò quattro generali a capo dell’esercito e li inviò nelle regioni più lontane dell’impero. Questi generali avevano potere assoluto e potevano prendere decisioni senza consultarlo. Questa o osaico roman Gladiatori, m forma di governo fu chiaad Istanbul. mata tetrarchia. L’imperatore Costantino, per difendere i confini orientali dell’impero, nel 330: ❑ fuggì con il suo esercito da Bisanzio a Roma. Da allora Bisanzio fu chiamata Costantinopoli. ❑ spostò la capitale da Roma a Bisanzio, che fu chiamata Costantinopoli.

78

Il centro di Costantinopoli riprodotto in una stampa del XVI secolo d.C.


classe a storia 5

LA VITA A ROMA: LA FAMIGLIA E LA SOCIETÀ 1

Cancella i termini sbagliati. La società romana era fondata sulla famiglia/religione. Il capofamiglia era il pater familias/pater patriae e aveva potere assoluto su tutti i membri. Celebrava i riti religiosi in onore degli antenati, i Lari/Fauni, ai quali chiedeva protezione per tutta la famiglia. La donna aveva una condizione di grande superiorità/ inferiorità rispetto all’uomo. Il padre assegnava ai figli il nome personale/soprannome, cui seguiva il nome della gens/madre e poi il cognome/soprannome. Le famiglie che avevano un antenato in comune formavano una familia/gens. Erano le famiglie più ricche e potenti. All’autorità del capofamiglia sottostavano gli schiavi e i clientes/familiares, plebei che, in cambio di aiuto e protezione, gli offrivano il loro lavoro e lo seguivano in battaglia.

Affresco di una villa pompeiana.

Bassorilievo di Ercolano.

2 Collega ogni nome alla definizione corrispondente. Erano prigionieri di guerra o persone che avevano grandi debiti. Erano privi di qualsiasi diritto. PATRIZI PLEBEI

LIBERTI SCHIAVI

Erano gli artigiani, i piccoli proprietari terrieri, i commercianti. Spesso diventavano clientes di famiglie patrizie. Non potevano accedere a cariche pubbliche. Dopo dure lotte ottennero di avere i loro rappresentanti, i tribuni, che difendessero i loro interessi con il diritto di veto. Discendevano dalle antiche famiglie e potevano accedere alle cariche pubbliche. In genere erano ricchi proprietari terrieri. Erano schiavi che erano stati liberati dal padrone, nella cui casa spesso continuavano a vivere. Acquistavano la cittadinanza romana, ma non potevano partecipare alla vita politica.

79


classe

5a storia

LA VITA A ROMA: L’ABBIGLIAMENTO 1

Leggi il brano, poi rispondi. Gli uomini indossavano una veste di lana, con le maniche corte: la tunica. Più tardi, quando cominciarono ad arrivare a Roma altre fibre, si utilizzarono anche il cotone, il lino e perfino la seta. Le persone più agiate, quando dovevano uscire di casa, sopra alla tunica indossavano la toga, drappeggiandola su una spalla. La toga era il tipico abito maschile romano ed era differente a seconda dell’età e dello stato sociale di chi la indossava. I ragazzi dopo i 15 anni e i cittadini comuni portavano la “toga virilis”, cioè dell’uomo. I magistrati indossavano la “toga praetexta”, che aveva una striscia viola. Solo gli imperatori e i generali che si erano distinti in battaglia e che venivano portati in trionfo potevano indossare la “toga picta”, di colore rosso e con ricami in oro. Vi erano poi la “toga candida”, per muoversi negli edifici pubblici, e la “toga pulla”, nera, per i funerali. Sopra alla toga si metteva un mantello fissato con una fibia. Anche le donne portavano la tunica e sopra ad essa la stola, che era una lunga veste, spesso di colore fucsia, trattenuta da una cintura. Sotto alla tunica indossavano una fascia pettorale e una mutandina, molto simili al moderno bikini. Quando dovevano uscire e mostrarsi in pubblico le donne portavano la palla, un mantello con il quale coprivano anche la testa.

Mosaici della villa romana del Casale a Piazza Armerina.

Qual era l’indumento tipico degli uomini? _____________________________________________ Quale quello delle donne? __________________________________________________________ Che cos’era la “toga praetexta”? _____________________________________________________

80


classe a storia 5

LA VITA A ROMA: LA CASA DELLE FAMIGLIE RICCHE 1

Completa. La casa delle famiglie ricche era la ______________ . Era spaziosa, a uno o due piani.

2 Completa le didascalie, poi collegale alle corrispondenti parti della casa, numerandole. impluvium • triclinium • atrio • servizi igienici • cubicoli • peristilio • larario

1

2

4

3

6

5

7

Il ______________ era il porticato sorretto da colonne che si affacciava sul giardino. L’______________ era il grande ingresso, coperto solo in parte, in cui si ricevevano gli ospiti. Dava luce alle stanze che erano chiuse verso la strada. Nella parte centrale dell’atrio era situato l’______________ , una vasca per la raccolta delle acque piovane. I ______________ erano le camere da letto. Non avevano finestre ed erano piccoli. Il ______________ era la sala da pranzo. Spesso aveva mosaici sul pavimento ed affreschi alle pareti. Era arredato con letti, su cui si adagiavano i commensali per mangiare. Nell’atrio era situato il ______________ , l’altare degli antenati, cui il pater familias si rivolgeva per avere protezione per tutti i familiari. Alcune case patrizie avevano i ______________ con l’acqua corrente.

81


classe

5a storia

LA VITA A ROMA: LA CASA 1

Completa. La maggior parte dei Romani viveva nelle ______________ , che erano case che potevano avere anche sei piani. Ve ne erano di diversi tipi, alcune molto modeste, altre più lussuose.

2 Completa le didascalie.

Gli ultimi piani erano per le famiglie più ______________ perché era più disagevole raggiungerli e non avevano servizi.

Le finestre erano piccole, senza ______________ e chiuse da imposte di legno.

Il piano più basso era per le famiglie più _____________ .

Al piano terra erano situate le ______________ degli artigiani e dei commercianti, che spesso dormivano nei locali stessi su una specie di soppalco.

82

Alcuni negozi erano osterie dove si servivano i _____________ perché in molte case era proibito cucinare per il pericolo di incendi.


classe a storia 5

LA VITA A ROMA: I GRANDI EDIFICI I grandi edifici, come le strade e gli acquedotti, sono le costruzioni che caratterizzarono l’architettura romana. Più che opere raffinate, queste erano opere di alta ingegneria, che servivano al controllo politico dei territori occupati. 1

Completa le didascalie, poi collegale agli edifici corrispondenti numerandole.

1

2

Il ______________ era il centro commerciale, politico e religioso della città. In esso si svolgevano i mercati, si trattavano affari, si discuteva di politica, si andava al ______________ a pregare gli dèi. Nel ______________ si svolgevano sia le gare con bighe e quadrighe, leggeri carri trainati da due o quattro ______________ , sia le battaglie navali. Era lungo 621 metri e largo 118 e poteva contenere 250 000 spettatori. La sua costruzione fu iniziata dai re etruschi. Augusto vi fece portare un obelisco del faraone Ramses II. È l’anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come ______________ . Vi si svolgevano le lotte tra ______________ , che spesso dovevano combattere anche con belve feroci. Per rappresentare le naumachie, cioè le battaglie navali, si allagava l’arena. Tutti i Romani frequentavano le ______________ , il cui ingresso era pressoché gratuito. Oltre al frigidarium, al tepidarium e al ______________ , si trovavano ______________ per gli esercizi fisici, le biblioteche, i giardini per incontrarsi e passeggiare.

3

4


classe

5a storia

L’ESERCITO E LE MACCHINE DA GUERRA 1

Cancella i termini sbagliati. La potenza dell’esercito romano non era basata solo sul numero dei soldati, ma sulla disciplina/furbizia, sull’esaltazione/addestramento, sugli armamenti e sulla rete di strade/porti che permetteva alle truppe di spostarsi. Nei primi anni della storia romana l’esercito era formato da cittadini romani/italici che obbligatoriamente/volontariamente si arruolavano e si procuravano l’equipaggiamento da soli. Questi soldati entravano a far parte delle falangi/legioni ed erano addestrati da un centurione/console. Caio Mario riformò l’esercito nel primo secolo avanti/dopo Cristo. Con la sua riforma lo stato/il centurione dava ai soldati l’armamento e una paga. Nacque il soldato di professione, che doveva assicurare la sua adesione all’esercito per 5/25 anni.

2 Collega ogni macchina da guerra alla didascalia corrispondente. La catapulta era una macchina che serviva per l’assalto agli accampamenti nemici o durante gli assedi. In una specie di enorme cucchiaio venivano messi pietre o proiettili di metallo. Il “cucchiaio” veniva sollevato e lanciava il contenuto oltre le mura o le palizzate. La balista era un’altra macchina usata durante gli assedi. Era costituita da un grande arco che lanciava a grande distanza frecce e giavellotti. L’ariete era una pesante trave di legno alla cui estremità c’era un blocco di ferro o altro metallo resistente, che aveva la forma della testa di un ariete. Serviva per sfondare le mura delle città nemiche. La torre mobile era una vera e propria torre in legno, più alta delle mura della città da espugnare, che veniva trasportata su ruote. Molte avevano un vero e proprio ponte levatoio che permetteva ai soldati nascosti al suo interno di entrare nella città.

84


classe a storia 5

IL CRISTIANESIMO 1

Cancella i termini sbagliati. Il Cristianesimo è la religione che nacque in Egitto/Palestina in seguito alla predicazione di Gesù di Nazaret. I discepoli di Gesù erano gli apostoli/i vescovi. La nuova religione si diffuse tra le popolazioni dell’impero romano soprattutto nelle grandi città/ campagne. In un primo momento i cristiani non poterono/poterono professare la loro fede. Quando si rifiutarono di adorare l’imperatore e quando si diffusero le loro credenze in un regno dell’aldilà dove non vi erano/vi erano differenze tra ricchi e poveri, iniziarono le persecuzioni/proteste. I cristiani seppellivano i loro morti in cimiteri all’aperto/sotterranei, chiamati catacombe/basiliche.

Catacombe di San Paolo.

Catacombe di Sant'Agata.

2 Rispondi. Perché i cristiani scavavano le catacombe? ___________________________________________ ___________________________________________________________________________________ Quali riti vi si svolgevano? __________________________________________________________ ___________________________________________________________________________________ 3 Circonda la data, il nome dell’imperatore e l’avvenimento esatti. Nel 300 d.C. – 331 d.C. – 313 d.C. l’imperatore Costantino – Teodosio – Diocleziano, con l’editto di Roma – Milano – Tessalonica, concesse ai cristiani la libertà di culto. Nel 313 d.C. – 380 d.C. – 476 d.C. l’imperatore Costantino – Teodosio – Diocleziano, con l’editto di Tessalonica – Costantinopoli – Roma, dichiarò il Cristianesimo religione di Stato.

85


classe

5a storia

LE TRIBÙ GERMANICHE I Germani, che vivevano ai confini con l’impero romano, erano organizzati in tribù indipendenti le une dalle altre; tuttavia avevano molte caratteristiche comuni, per cui erano considerati un unico popolo. 1

Completa le didascalie. I villaggi delle tribù che vivevano oltre i confini dell’impero erano formati da case di ____________ con i tetti di ____________ . All’interno vi era un solo vano, con il ____________ per scaldarsi e cucinare.

I guerrieri si dedicavano alla ___________ dei beni e dei prodotti delle altre tribù. La forma di scambio commerciale era il ___________ : scambiavano ambra, metalli, pelli in cambio di sale, vasellame, prodotti dell’agricoltura.

Non avevano leggi scritte e i reati venivano puniti con l’___________ , cioè il giudizio divino: gli dèi avrebbero permesso alle persone innocenti di superare prove durissime, come camminare sul fuoco. Nei casi meno gravi le offese venivano riparate con la ___________ , la vendetta personale.

Il ___________ era eletto dall’assemblea dei guerrieri solo durante i periodi di guerra. Gli uomini si dedicavano alla ___________ della selvaggina che viveva nelle fitte foreste di cui era coperta l’Europa centrale.

86


classe a storia 5

Ogni tribù aveva i suoi ___________ . Le divinità più importanti erano Odino, il dio creatore dell’universo, Watan, dio dei morti, e Tyr, dio della guerra. Il paradiso si chiamava Walhalla. Qui gli eroi trascorrevano il tempo combattendo.

Il clima non favoriva l’___________ . Per questo gli appezzamenti lavorati erano piccoli; si produceva orzo, dalla cui fermentazione si otteneva la birra.

Molto sviluppata era la lavorazione dei ___________ , con i quali producevano elmi, spade e oggetti molto raffinati. Gli uomini delle tribù germaniche, a differenza dei Romani, indossavano i ___________ .

87


classe

5a storia

LE INVASIONI BARBARICHE Le tribù che vivevano oltre i confini dell’impero erano chiamate barbare perché facevano fatica a parlare la lingua latina e perciò sembrava che balbettassero. 1

Osserva la carta, poi rispondi.

Da dove arrivavano i barbari? _______________ _______________ Quali popolazioni giunsero fino a Roma? _______________ _______________ _______________

2 Completa segnando con una X. I barbari che con la loro invasione segnarono la fine dell’impero romano d’Occidente furono: ❑ gli Eruli ❑ i Sassoni ❑ i Longobardi Il loro capo era: ❑ Alarico ❑ Odoacre

❑ Attila Pietra runica (antica scrittura scandinava).

3 Segna con una X le principali cause delle invasioni barbariche.

❑ I Germani da nomadi diventarono stanziali, per cui avevano bisogno di terre da coltivare.

❑ Aumentava la loro popolazione e avevano bisogno di maggiori quantità di cibo.

❑ I Romani volevano conoscere nuove tribù. ❑ I Romani avevano assoldato i barbari nel loro esercito; alcuni diventarono generali assumendo grande potere.

❑ I Romani pensavano che i barbari fossero tribù pacifiche. ❑ Il potere dell’imperatore si era indebolito, per cui egli non riusciva più a controllare il suo esercito.

❑ Molte tribù avevano varcato pacificamente i confini e si erano stabilite nei territori dell’impero come coloni.

88

Anfora-statua di personaggio leggendario.


classe a storia 5

I REGNI ROMANO-BARBARICI 1

Leggi il brano, poi completa segnando con una X.

Quando, nel 476 d.C., fu deposto l’imperatore Romolo Augustolo, nei territori dell’impero romano d’Occidente si formarono diversi regni, che furono chiamati romanobarbarici. Nelle zone dove era più difficile controllare le frontiere, già da tempo si erano insediate popolazioni di origine germanica che vivevano oltre il confine dell’impero e lo avevano superato per trovare cibo. Da nomadi erano diventati stanziali e avevano mescolato le loro usanze con quelle dei Romani. Con le invasioni, il numero dei Germani aumentò, ma i re conservarono le leggi romane. La lingua latina era parlata nelle chiese e usata nella scrittura di libri: questo consentì alla cultura romana di conservarsi. Iniziò un periodo di lotte per l’elezione dell’imperatore, di guerre contro le tribù germaniche, di carestie. I campi coltivati dai contadini venivano distrutti, il magro raccolto razziato e le città spesso Rovine del castello di Bornholm saccheggiate. (isola dei Burgundi) in Scandinavia. Dalle città i ricchi si trasferirono nelle ville rustiche, che vennero fortificate con mura. Spesso sorgevano su alture per potersi meglio difendere. Da queste ville deriveranno poi i castelli. I regni romano-barbarici furono chiamati così perché: ❑ vigevano le leggi romane, ma i re erano barbari ❑ vigevano le leggi dei barbari, ma i re erano romani ❑ vigevano leggi barbare che valevano solo per i Romani

Le popolazioni dei regni romano-barbarici: ❑ cambiarono completamente le loro usanze ❑ mescolarono le loro usanze con quelle dei Romani ❑ cambiarono usanze perché ciò era imposto dal re per legge Durante il periodo dei regni romano-barbarici: ❑ la popolazione aumentò ❑ la popolazione diminuì ❑ aumentò solo la popolazione delle città Incisioni rupestri della Scania.

89


classe

5a storia

POPOLI DI TERRE LONTANE: IN AMERICA I Maya

La civiltà dei Maya si sviluppò in Centro America in un lungo periodo che andò dal 1 800 a.C. al 1 500 d.C. Il momento di massimo splendore fu dal 250 a.C. al 900 d.C. 1

Collega, numerandole, le diverse parti del disegno alle didascalie corrispondenti.


classe a storia 5

1

Nello sferisterio si giocava a palla. Le partite avevano un valore sacro, per questo i giocatori portavano al collo e alla vita pesanti oggetti in pietra per aumentare la fatica.

2

I Maya coltivavano il cacao con il quale preparavano una bevanda considerata divina.

3

Il seme del cacao era la moneta corrente.

4

Lo sciamano era un sacerdote e guaritore: portava sempre con sĂŠ oggetti divinatori.

5

I re erano venerati come divinitĂ e portavano sempre il bastone del comando.

6

I Maya erano un popolo di feroci guerrieri. Spesso i nemici venivano offerti in sacrificio alle divinitĂ .

7

La scrittura era basata su dei segni grafici che rappresentavano oggetti concreti. Solo gli appartenenti alla famiglia regnante sapevano scrivere e si tramandavano i segreti dell’astronomia.

8

I Maya costruivano alte piramidi a gradoni che erano dei templi.

9

La principale risorsa economica era la coltivazione del mais.

91


classe

5a storia

POPOLI DI TERRE LONTANE: IN ASIA 1

Leggi i brani, poi rispondi. India Mentre Roma aumentava la sua potenza in Italia e il dominio sull’Europa, in Asia si affermavano grandi dinastie indiane e cinesi, che fondarono importanti imperi. In India, dal 325 al 185 a.C., si formò un grande impero che unificò la parte settentrionale del Paese e l’altopiano dell’Iran, che era stato dominio dei Persiani. Si diffusero il buddismo, religione che era sorta intorno al 500 a.C. con la predicazione del Buddha, l’Illuminato e l’induismo. L’economia si reggeva sulla coltivazione di cereali e sull’allevamento. Per i lavori pesanti venivano addestrati gli elefanti. L’artigianato produceva raffinati oggetti in ferro, avorio, legno. Si lavoravano l’argento e alcune fibre come il lino, la canapa, il cotone, la seta. La società indiana era rigidamente divisa in caste, che corrispondevano alle classi sociali delle antiche civiltà. Il territorio era suddiviso in diversi regni, tutti dipendenti dall’imperatore. Cina Nello stesso periodo, in Cina si impose la dinastia degli imperatori Han. Da loro prese il nome la popolazione cinese che abitava i territori sottomessi. Durante la dominazione Han in Cina si diffuse il confucianesimo, una filosofia-religione che si basa sulla tradizione della cultura cinese antica. In questo periodo si perfezionò la scoperta della carta utilizzata per la scrittura, fiorirono le arti e si svilupparono le scienze. Attraverso la Via della Seta, i Cinesi commerciavano con i Romani vendendo seta e pietre preziose e acquistando vetro, avorio, argento e incenso. Per lo sviluppo dell’agricoltura si costruirono imponenti reti di canali che dovevano portare le acque dei fiumi nelle regioni più aride. Quali erano le principali attività economiche in India? _______________________________________________ Con chi commerciavano i Cinesi e attraverso quale via di comunicazione? ___________________________ Quali furono le religioni che si diffusero nei due principali imperi asiatici? ____________________________ Che cos’erano e che cosa sono ancora oggi le caste? _______________________________________________

92


G EO GRAFIA LA TERRA

La Terra è costituita da grandi piattaforme di terre emerse, i continenti, che occupano meno del 30% della superficie terrestre; il restante 70% è rappresentato da oceani e mari. Per questo motivo la Terra, vista dallo spazio, appare di colore blu ed è perciò definita “pianeta blu”. Completa. La Terra si divide in continenti, che sono: Antartide, _____________________ , ____________________ , ____________________ , ____________________ , ____________________ . I continenti sono divisi in Stati: lo Stato in cui abitiamo è l’_________________________ e fa parte del continente _______________________ . Il nostro Stato è diviso in 20 _______________ .

5


5a classe fia geogra

IL MONDO: GLI AMBIENTI 1

Completa le descrizioni degli ambienti cancellando il termine sbagliato, poi collegale alle immagini corrispondenti, numerandole.

1 2 L’ambiente nordico è caratterizzato dalla presenza di molti laghi/praterie e dalla taiga, una foresta costituita da alberi da frutto/conifere. Il clima freddo non favorisce gli insediamenti umani, che sono dunque scarsi. Il paesaggio della zona equatoriale è quello della foresta nordica/pluviale: la temperatura elevata/bassa e le piogge giornaliere favoriscono la crescita di una vegetazione ricca/povera e intricata. Nelle foreste vivono ancora diverse popolazioni di raccoglitori e cacciatori. L’ambiente polare si trova nelle estreme regioni a nord e a sud del pianeta. Queste zone, essendo completamente ricoperte dalle foreste/dai ghiacci, sono inospitali/ospitali e non adatte agli insediamenti umani. I deserti caldi sono caratterizzati da vaste/piccole distese sabbiose, sassose o rocciose; ciò che accomuna questi ambienti è la quasi totale mancanza di vento/acqua, temperature elevate/basse durante il giorno e fredde/calde durante la notte. La vita nel deserto è estremamente difficile. La fascia climatica temperata presenta/non presenta una grande varietà di climi; il clima temperato-continentale è caratterizzato da piccole/immense pianure, dove si praticano un’agricoltura e un allevamento molto/poco redditizi. È un ambiente favorevole agli insediamenti umani. 4

3

5


classe a geogra 5 fia

IL MONDO: LA POPOLAZIONE La popolazione della Terra è in continuo aumento. I dati forniti dall’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) ci informano che dal 1 950 al 2 008 gli abitanti del pianeta sono aumentati di quasi 4 miliardi di unità. 1

Osserva la tabella e rispondi.

NUMERO ABITANTI

ANNO

1 950

2 miliardi e mezzo

1 970

3 miliardi e 600 milioni

1 990

5 miliardi e 200 milioni

2 000

6 miliardi

2 008

6 miliardi e 800 milioni L’intervallo di tempo tra una data e la successiva è sempre uguale? ____________________________ Tra il 1 950 e il 1 970, di quanto è aumentata la popolazione? ________________________________ Quanti saranno stati gli abitanti della Terra nel 1 960? ______________________________________ Tra il 1 970 e il 1 990, di quanto è aumentata la popolazione? ________________________________ Quanti saranno stati gli abitanti della Terra nel 1 980? ______________________________________

Le società umane, nel corso del tempo, cambiano la loro struttura e ciò è dovuto a molte cause, una delle quali è il continuo spostamento di numerosi gruppi di persone.

Tra il 1 990 e il 2 000, di quanto è aumentata la popolazione? ________________________________ Di quanto è aumentata mediamente ogni 10 anni? _____________________________________________ Quanti potremmo essere nel 2 010? ____________

2 Completa segnando con una X. Lo spostamento di gruppi di persone dal proprio Paese si chiama: ❑ immigrazione ❑ emigrazione ❑ disoccupazione L’arrivo di gruppi di persone provenienti da altri Paesi si chiama: ❑ immigrazione ❑ occupazione ❑ emigrazione Le ragioni che causano lo spostamento di tante persone sono: ❑ il desiderio di conoscere posti nuovi ❑ la necessità di trovare un lavoro ❑ situazioni di guerra nel proprio Paese In Italia i maggiori gruppi di immigrati provengono: ❑ dall’est europeo ❑ dagli Stati Uniti ❑ dalla Norvegia


5a classe fia geogra

L’UNIONE EUROPEA Il continente europeo è formato da 36 Stati. Gli Stati che attualmente fanno parte dell’Unione Europea sono 25, molti di più rispetto ai sei che nel 1 957 hanno dato origine a questa organizzazione. 1

Completa. della CEE fanno parte 12 Stati • nasce la CEE (Comunità Economica Europea) • gli Stati aderenti sono diventati 25 La storia dell’Unione Europea 1 957: ____________________________________ ____________________________________

1 979: viene costituito il primo Parlamento Europeo. 1 986: ____________________________________ ____________________________________

1 992: gli Stati aderenti sono diventati 15. Viene fondata la UE. 2 002: la maggior parte degli Stati membri adotta la moneta unica, l’euro. 2 004: ____________________________________ ____________________________________

2 Leggi ed esegui quanto richiesto. Questi sono gli organismi più importanti della UE: Parlamento, Corte di Giustizia, Consiglio dei Ministri. Aggiungi quello che manca sottolineandolo tra i seguenti. • Senato Generale • Commissione Europea • Camera dei Deputati

96


classe a geogra 5 fia

L’ORDINAMENTO POLITICO ITALIANO Lo Stato italiano è una repubblica democratica che basa le sue regole sulla Costituzione, un insieme di principi e leggi cui tutte le istituzioni del Paese si devono attenere. 1

Completa. Parlamento • Governo • giudiziario Magistratura • Roma • Senato L’organizzazione dello Stato Il _______________ è l’organo attraverso cui lo Stato amministra il Paese, cioè esercita il potere esecutivo. Il _______________ , suddiviso in Camera dei Deputati e _______________ , approva le leggi: esercita il potere legislativo. Infine la _______________ ha il compito di far rispettare le leggi: esercita il potere _______________ . Le sedi del Parlamento e del Governo sono a ________________ .

La Camera dei Deputati.

2 Completa segnando con una X. Ogni regione è divisa in: ❑ dipartimenti ❑ province ❑ quartieri In ogni regione: ❑ c’è lo stesso numero di province ❑ c’è un diverso numero di province ❑ non ci sono più di 7 province

L’Italia è divisa in: ❑ 19 regioni ❑ 21 regioni

❑ 20 regioni

La città più importante della regione è:

❑ il capoluogo di regione ❑ la capitale di regione ❑ il municipio di regione

Ogni provincia è divisa in: ❑ zone ❑ comuni ❑ frazioni

97


5a classe fia geogra

VALLE D’AOSTA 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e della regione e Stati confinanti.

Alpi _________

M. __________ ____________

M. __________

2 Osserva la foto e completa.

____________

____________ ____________ Alpi _________

____________

L’immagine fa capire che ci troviamo in un territorio di _______________ . Il _______________ è una attività economica molto importante in questa regione sia in _______________ sia in inverno. 3 Dalle caratteristiche del territorio puoi dedurre molte informazioni. Completa segnando con una X. Poi motiva la tua scelta. Le industrie più sviluppate in Valle d’Aosta sono: ❑ meccaniche e siderurgiche ❑ idroelettriche e del legno ❑ alimentari e tessili _______________________________________________________________________________________________

La Valle d’Aosta è una regione scarsamente popolata e la popolazione: ❑ vive soprattutto nelle località sciistiche ❑ è concentrata nel capoluogo e lungo le valli ❑ è distribuita in modo uniforme su tutto il territorio _______________________________________________________________________________________________

4 Completa. Francia • valli • castelli • nemici • Svizzera • difensiva • alture Nel territorio della Valle d’Aosta ci sono molti _______________ . Ciò è dovuto al fatto che la regione si trova lungo le vie di comunicazione che collegavano l’Italia con la _______________ e la _______________ . I castelli avevano funzione _______________ : sorgevano sulle _______________ , in punti strategici all’imbocco delle _______________ . Ciò permetteva di avvistare e fermare gli eventuali _______________ .


classe a geogra 5 fia

PIEMONTE ____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e ____________ Stati confinanti.

____________

____________

____________

____________

2 Osserva le foto e completa.

____________ Alpi _________ ____________ ____________ ____________ ____________

____________ ____________

In Piemonte è molto diffusa la coltivazione del _____________ . Ciò è favorito dall’abbondanza di _____________ e dai vasti territori _________________ .

Alpi _________

____________

Circa un terzo del territorio piemontese è occupato da _________________ su cui si coltivano _____________ . Da esse si ricavano uve pregiate, utilizzate per ottimi _________________ conosciuti in tutto il mondo.

3 Collega ogni attività economica alla zona (o alle zone) in cui è maggiormente praticata. allevamento di bovini

PIANURA

industria automobilistica

COLLINA

coltivazione delle nocciole

MONTAGNA

turismo

LAGO

99


5a classe fia geogra

LOMBARDIA ____________

Alpi _________

____________

____________

Alpi _________ ____________

____________ ____________ ____________

____________ ____________

____________ Pianura ________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e Stati confinanti.

____________ ____________

____________ ____________

____________ ____________ ____________

2 Osserva le foto e completa.

3 Cancella i termini sbagliati.

Da questa foto puoi dedurre che in questa regione ci sono grandi _________________ . La forte industrializzazione ha favorito la concentrazione della popolazione in vaste _________________ . Milano.

Il territorio pianeggiante favorisce l’________________ e l’agricoltura.

La Lombardia è una delle regioni italiane economicamente più/meno sviluppate. Sono importanti non solo le attività legate al settore primario e secondario, ma soprattutto quelle del settore bancario/terziario. In particolare sono molte sviluppate le attività turistiche/ finanziarie. Milano è sede della Borsa/del Sacchetto, di molte banche ed è anche la capitale italiana della moda/fotografia. Le attività economiche/ sociali sono favorite sia dalla conformazione del territorio sia dalla fitta rete di canali/vie di comunicazione che la attraversano.


classe a geogra 5 fia

LIGURIA ____________

____________

Appennino _________

____________

Alpi _________ ____________

____________ ____________

1

Riviera di __________ Mar _________ ____________

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e Stati confinanti.

____________

2 Osserva le foto e completa. Il clima ______________ della regione e le bellezze ______________ della costa hanno favorito lo sviluppo del _________________ .

Il porto di Genova è il più _________________ .

d’Italia. Da esso arrivano e partono navi che trasportano sia merci sia _________________ . Al porto sono collegate anche le attività dei cantieri ____________ e delle raffinerie di _____________ . Portofino.

3 Rispondi. Anche in inverno la Liguria è meta di turisti. Perché? ________________________________ ______________________________________________________________________________ Una delle coltivazioni tipiche di questa regioni è quella dei fiori in serra. Quali caratteristiche del territorio e del clima hanno portato i Liguri a sviluppare questa attività? _____ ________________________________________ Sui versanti delle montagne liguri gli agricoltori hanno realizzato molti terrazzamenti. Perché? ________________________________ ________________________________________


5a classe fia geogra

TRENTINO-ALTO ADIGE 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e Stati confinanti.

2 Osserva le foto e completa.

____________ ____________

____________

Parco Nazionale dello _________

Nelle valli della regione è sviluppata la coltivazione di alberi da ______________ , in particolare ______________ . Ciò è favorito da un clima freddo, ma non ______________ , tipico delle altitudini meno elevate.

____________

____________

____________

____________

____________

____________

Gli abitanti della regione sono molto attenti alla salvaguardia dell’_______________ . Il parco Nazionale dello Stelvio è uno dei più estesi in _____________________ e si trova nel territorio del Trentino-Alto Adige e in quello della _________________________ . Impianti di mungitura.

3 Collega ogni elemento caratteristico del Trentino-Alto Adige alle attività economiche corrispondenti. LEGNA

turismo artigianato

ABBONDANZA DI ACQUA

BELLEZZE NATURALI MELE, VITI E LATTE

industrie alimentari di trasformazione industrie idroelettriche


classe a geogra 5 fia

VENETO ____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e Stati confinanti.

2 Osserva le foto e completa.

Alpi _________ ____________ ____________

____________

____________

____________

In prossimità della ______________ , il Po si divide ____________ in vari rami dando luogo a una delle zone umide più vaste d’Europa. Questa riserva naturale dà rifugio a molti animali, in particolare __________________ , alcuni dei quali vengono a passare qui l’inverno, com’è il caso del____________ l’airone bianco, dello svasso e della garzetta.

____________ ____________

Pianura _________ ____________

____________

____________

Laguna di _______

____________

3 Completa. Italia • povere • montano • lavoro • turismo agricoltura • industria • macchine • emigravano

Venezia sorge nella _________ ______________ , su 120 piccole ______________

collegate tra loro da ponti. Sorge sull’acqua perché gli abitanti della terraferma si stanziarono in questo luogo per __________ ______________

alle invasioni barbariche.

Fino ad alcuni decenni fa, il Veneto era una delle regioni più ______________ d’Italia: i suoi abitanti ______________ all’estero o in altre regioni d’______________ in cerca di lavoro. Oggi, invece, la piccola e media ______________ ha avuto un notevole sviluppo, creando molti posti di ______________ e migliorando le condizioni di vita della popolazione. L’______________ si è modernizzata con l’introduzione di nuove tecniche di coltivazione e di ______________, che hanno consentito di aumentare la produzione. Anche il ______________, marittimo e ______________, è una risorsa fondamentale della regione.


5a classe fia geogra

FRIULI-VENEZIA GIULIA Alpi _________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni e Stati confinanti.

____________

____________

Alpi _________

____________ ____________

2 Osserva le foto e completa. ____________

____________

____________

____________ Mar _________

Sul territorio sono presenti molte ____ ________________ , di piccole e medie dimensioni.

In pianura è diffuso l’allevamento di ______________ , da cui si ricava un ottimo __________________________ .

Test di qualità alimentari, a Trieste.

3 Osserva l’immagine che rappresenta il fenomeno del carsismo e completa i cartellini. stalattite • stalagmite • fiume sotterraneo • grotta ____________ ____________

____________

___________________


classe a geogra 5 fia

EMILIA-ROMAGNA ____________

____________

____________

____________

____________

____________ Pianura _________

Mar _________

____________ ____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

____________

____________ Appennino _________ ____________

2 Osserva le foto e completa. Il ________________ è una delle risorse economiche più importanti della regione. Lungo la

In Emilia-Romagna è molto sviluppata sia l’industria ______________ sia quella ____ ______________ .

__________________

impianti balneari efficienti richiamano milioni di _________________ . La costa è _______ ________________ e

sabbiosa.

3 Osservando la carta della regione rileva dove si trovano le maggiori città dell’Emilia-Romagna e rispondi. Perché il territorio dell’Appennino è scarsamente abitato? _____________________ _____________________________________ Perché le maggiori città si dispongono lungo la via Emilia? ___________________ _____________________________________ Quale città si trova al centro delle vie di comunicazione? ______________________ Verso quali direzioni vanno le autostrade che da essa transitano? _______________ _____________________________________

Reggio Emilia.

____________


5a classe fia geogra

LE REGIONI DELL’ITALIA SETTENTRIONALE 1

Scrivi a quali regioni dell’Italia settentrionale è possibile collegare ogni attività. Lavorazione artigianale del vetro: __________________ __________________ Produzione di speck: __________________ Maggiore porto italiano: __________________ Lavorazione delle nocciole:

2 Completa la tabella scrivendo, per ogni elemento, se si tratta di montagna, catena montuosa, collina, pianura o fiume e in quale/i regione/i dell’Italia settentrionale si trova. ELEMENTO MORFOLOGICO

REGIONE/I

M. Bianco

_____________________

___________________

Taro

_____________________

___________________

Dora Baltea

_____________________

___________________

Colli Euganei

_____________________

___________________

L. di Garda

_____________________

___________________

Appennino

_____________________

___________________

Adda

_____________________

___________________

3 Per ogni città, scrivi se si tratta di capoluogo di provincia o di regione e il nome della regione in cui si trova. Trieste Belluno Mantova Modena Verbania Imperia Aosta Bolzano

106 106

________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________

______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________

4 Cancella l’elemento intruso. Il Po scorre in: Valle d’Aosta Piemonte Lombardia Veneto Emilia-Romagna La pianura Padana si trova in: Piemonte Lombardia Veneto Friuli-Venezia Giulia Emilia-Romagna Le Alpi attraversano le regioni: Valle d’Aosta Friuli-Venezia Giulia Emilia-Romagna Liguria Piemonte Trentino-Alto Adige Lombardia Veneto


classe a geogra 5 fia

TOSCANA 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

____________ Appennino _________ ____________

____________ ____________

2 Osserva le foto e completa. Le Alpi _________________ sembrano coperte di ghiacciai, ma in realtà il colore è dato dal __________________________ . Quello della città di _________ __________________ è famoso in tutto il mondo.

____________ ____________

Mar _________ ____________ ____________

____________ Arcipelago _____________

____________

Una cava di marmo fra le Alpi Apuane.

La maggior parte del territorio della regione è ________________ . Ciò ha favorito la coltura dell’_________________ , da cui si ottiene un olio pregiato.

Un leone della Loggia di Palazzo Pitti a Firenze.

3 Collega ogni elemento caratteristico della Toscana alle attività economiche corrispondenti. soffioni boraciferi

FABBRICHE DI SIGARI

città d’arte tabacco bellezze naturali coltivazioni di viti La Fontana di Nettuno vicino a Palazzo Pitti.

AZIENDE ENOLOGICHE

CENTRALI GEOTERMICHE TURISMO

107


5a classe fia geogra

MARCHE

Repubblica di ____________

____________ Appennino _________

Mar _________

____________ ____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio, delle regioni confinanti e della Repubblica di San Marino.

____________

____________ ____________

2 Osserva le foto e completa. In tutta la regione sono presenti molte ______________ di piccole e medie dimensioni. Alcune di queste fabbricano prodotti particolari conosciuti in tutto il mondo, come la ________________ a Fabriano e le _________________ a Castelfidardo.

____________ ____________ ____________

Le grotte di Frasassi sono tra le più belle grotte carsiche in Italia. In esse è possibile ammirare le caratteristiche formazioni _______________ : le stalattiti e le ______________ .

3 Completa. traghetto • mercantile • Porta d’Oriente • pescherecci • Adriatico Il Porto di Ancona è uno dei più importanti porti nel Mar ______________ . Da esso partono le navi ______________ per Croazia, Albania, Grecia, Turchia, ma anche navi crociera per luoghi ancora più lontani. È anche un porto ________________ e ospita molti ________________ . Fu fondato in epoca romana e, per la sua posizione geografica, fu chiamato “___________________”.

108


classe a geogra 5 fia

UMBRIA Appennino _________

1 ____________

____________

____________

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

2 Osserva le foto e completa. La cascata delle _________________ è la più alta in Italia. È formata dalla confluenza delle acque del fiume ________________________ nel ________________ . Oggi è possibile ammirarla solo in determinati orari, perché generalmente le acque sono deviate nelle condutture di una centrale ____________________ .

____________

____________ ____________

La produzione agricola è ostacolata dal territorio non ________________ . Nonostante ciò la regione è riuscita

a specializzarsi in produzioni di qualità: famose sono le ________________ di Castelluccio e l’________________ ottenuto dai numerosi oliveti.

Vista dal Palazzo di Gubbio.

3 Cancella i termini sbagliati. L’Umbria è l’unica regione dell’Italia centrale che non è bagnata dal mare/da grandi fiumi. Il suo territorio è privo di pianure/colline. L’idrografia/La morfologia del territorio ha determinato una bassa/alta densità di popolazione. Le bellezze del paesaggio e le numerose città industriali/d’arte hanno permesso lo sviluppo di una fiorente attività turistica.


5a classe fia geogra

LAZIO ____________ ____________

____________

____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio, delle regioni e dello Stato confinanti.

____________

____________

2 Osserva le foto e completa. Roma è la _______ __________________

Stato del ____________

____________

Agro _______

dell’Italia. Per questo è sede di tutti gli organi di __________________ . L’economia della regione è influenzata in modo cospicuo da questa presenza: il maggior numero di occupati è infatti impiegato nel settore ______________ .

____________

Mar _________

____________ ____________

Isole _________

Il Quirinale, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica.

I laghi laziali di Bolsena, ________________ e ________________ hanno tutti e tre forma __________________ . Ciò indica che si tratta di laghi di origine __________________________________ . Il lago di Bolsena.

La densità di popolazione della provincia di Roma è di 712 abitanti per kmq, più che doppia rispetto a quella regionale. Ciò significa che nel Lazio ci saranno altre province dove la densità invece sarà minore. 3 Qual è, secondo te, la provincia del Lazio con la più bassa densità di popolazione? Perché? _______________________________________________

110

___________________________________________________________________________


classe a geogra 5 fia

ABRUZZO ____________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

Mar _________ ____________ ____________

2 Osserva le foto e completa. Il Parco Nazionale d’Abruzzo è uno dei più antichi in Italia. Il suo territorio si estende anche nelle regioni di _______ __________________ e ___________________ . Il simbolo del parco è _________________ .

____________

Appennino _________

____________

Parco Nazionale D’____________

Lo zafferano si ricava dagli stimmi di un ______________ , il crocus. La città abruzzese più famosa per la sua produzione è L’________________ . Fiori di zafferano.

3 Completa. 150 • agricolo • lago • Fùcino • vani • romano La conca del ______________ era anticamente occupata da un grande ______________ , addirittura il terzo in Italia, per estensione. Fin dai tempi dell’impero ______________ fu tentato il prosciugamento di questo lago, ma i tentativi furono ______________ . Solo circa ______________ anni fa l’impresa riuscì e la conca divenne un fertile terreno ______________ .

La conca di Fucino.


5a classe fia geogra

MOLISE 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

Mar _________

____________ Appennino _________

____________

2 Osserva le foto e completa. Le coste della regione sono ____________________ e sabbiose. Questa caratteristica del territorio permette il _________________ balneare, attività che oggi mostra buone possibilità di sviluppo.

____________

____________ ____________

____________

____________

I fiumi della regione hanno una _______________

portata d’acqua. I laghi di Guardialfiera e Occhito sono laghi ______________ , cioè costruiti dall’uomo per regolarne le acque. La spiaggia di Termoli. Lago di Guardialfiera. Il castello di Termoli.

3 Dopo aver osservato la cartina, accanto al nome del lago scrivi quello del fiume immissario ed emissario. Lago di Guardialfiera Lago di Occhito

________________ ________________ ________________ ________________

Donna che ricama secondo antiche tradizioni ancora presenti in Molise.


classe a geogra 5 fia

LE REGIONI DELL’ITALIA CENTRALE 1

Scrivi a quali regioni dell’Italia centrale è possibile collegare ogni attività. Cartiere: Produzione di energia geotermica: Industrie dolciarie: Industria del cinema:

__________________ __________________ __________________ __________________

2 Completa la tabella scrivendo, per ogni elemento, se si tratta di montagna, catena montuosa, collina, pianura o fiume e in quale/i regione/i dell’Italia centrale si trova. ELEMENTO MORFOLOGICO

REGIONE/I

Maremma

_____________________

___________________

Trasimeno

_____________________

___________________

Biferno

_____________________

___________________

Alpi Apuane

_____________________

___________________

Corno Grande

_____________________

___________________

Vico

_____________________

___________________

Tronto

_____________________

___________________

3 Per ogni città, scrivi se si tratta di capoluogo di provincia o di regione e il nome della regione in cui si trova.

Todi.

Macerata Terni Grosseto Frosinone Chieti Campobasso Viterbo Ancona

________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________ ________________________

______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________ ______________

4 Cancella l’elemento intruso. Il Tevere scorre in: Toscana – Umbria – Marche – Lazio Il mare bagna le regioni: Abruzzo – Toscana – Lazio – Umbria – Marche – Molise La percentuale di territorio occupata dalla pianura è inferiore al 10% nelle regioni: Umbria – Toscana – Marche – Lazio – Abruzzo – Molise


5a classe fia geogra

CAMPANIA 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

____________

Appennino _________

____________ ____________ ____________

2 Osserva le foto e completa. Una delle risorse economiche della regione è il __________________ , incrementato sia dalle bellezze naturali della regione sia dalle importanti zone _________ ______________________ .

____________

____________ ____________

____________

Golfo di ____________

Golfo di ____________ Mar _________

Il suolo delle pianure campane è molto ______________ . Una delle coltivazioni più diffuse è quella dei ________________ , che alimentano anche una fiorente industria ___________ ____________________ . Una strada di Ercolano.

3 Completa segnando con una X. I territori vicino al Vesuvio sono da sempre densamente abitati, nonostante il pericolo di eruzioni, perché: ❑ il territorio presenta dei paesaggi molto belli ❑ il terreno è reso particolarmente fertile dai materiali eruttivi ❑ la popolazione del luogo non teme le calamità naturali

114

Il Golfo di di Napoli con il Vesuvio sullo sfondo.


classe a geogra 5 fia

PUGLIA ____________ Mar _________

____________ ____________

____________ ____________

____________

Penisola _________

____________ ____________

1 ____________ Mar _________

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

2 Osserva le foto e completa. In questa regione si trovano le I _____________ sono tipiche costruzioni circolari con il tetto a forma di ___________ .

_________________ più grandi d’Europa. La maggior parte del _________________

consumato in Italia proviene da esse.

Ostuni.

3 Segna V (vero) o F (falso). I laghi di Lesina e Varano sono di origine glaciale.

V

F

Il Salento si trova nella parte meridionale della regione.

V

F

Il territorio della regione è prevalentemente pianeggiante.

V

F

L’agricoltura e l’allevamento sono attività poco importanti nella regione a causa della scarsità di acqua.

V

F


5a classe fia geogra

BASILICATA 1 ____________

____________

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

____________

____________

Appennino _________

Mar _________

____________

Mar _________ ____________

2 Osserva le foto e completa. L’agricoltura è concentrata nei territori pianeggianti, soprattutto nella piana di ______________ ; si coltivano ___________________________________ . Questo luogo era un tempo paludoso e malsano, ma poi è stato ___________________________ .

Coltivazioni nella piana di Metaponto.

In Val d’Agri è stato trovato il maggiore giacimento in Italia di idrocarburi. Da esso vengono estratti ogni giorno migliaia di barili di ____ _______________ , che poi viene lavorato nelle _______________ . Pozzo di petrolio presso Agri.

3 Completa segnando con una X. Il sito archeologico di Metaponto testimonia:

❑ che in quel luogo ci sono stati terremoti ❑ che ci sono stati insediamenti greci ❑ che nel territorio ci furono furiose battaglie. Metaponto, tempio denominato “Tavole Palatine”.


classe a geogra 5 fia

CALABRIA 1

2 Osserva le foto e completa.

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e delle regioni confinanti.

Il Parco Nazionale del Pollino si trova nel territorio della regione ________________ e della regione ___________________________ . Simbolo del parco è il pino loricato, un albero dalla corteccia particolare.

____________ ____________

Mar _________

Stretto di _____________

Mar _________

____________ ____________ Appennino _________

Da Villa _____________________ partono i traghetti per la _____________________ che trasportano sia __________________ sia treni.

3 Cancella i termini sbagliati. Il territorio prevalentemente montuoso/pianeggiante non ha permesso un forte sviluppo dell’agricoltura. Nonostante ciò, questa attività è una voce importante nell’economia della regione e si concentra soprattutto sugli altopiani/lungo le coste. La Calabria è famosa per alcune colture tipiche quali la liquirizia e il bergamotto/la senape. Il Parco Nazionale dell'Aspromonte.

117


5a classe fia geogra

SICILIA ____________ Isole ________ ____________ Mar _________ Appennino _________

____________ Mar _________

1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e dei mari che bagnano la regione.

Mar _________

Piana di ________

2 Osserva le foto e completa. Lungo le coste è sviluppata la coltura degli ______________ ,

In Sicilia è molto praticata la ________________ . A Trapani era molto sviluppata la pesca del __________________ con le tonnare. Oggi molte tonnare sono trasformate in impianti turistici. Nella zona di Messina è diffusa la pesca del pesce spada.

favorita dal clima _________ _______________ . Nell’interno della regione si coltivano grano e cereali, ma la produzione non è abbondante a causa della scarsità di _________________________________ .

3 Scrivi a quale arcipelago appartiene ogni isola.

Favignana, Isole Egadi.

Lampedusa Salina Favignana Marettimo Vulcano Stromboli

_________________________ _________________________ _________________________ _________________________ _________________________ _________________________


classe a geogra 5 fia

SARDEGNA 1

Scrivi i nomi dei principali elementi del territorio e dei mari che bagnano la regione. ____________

2 Osserva le foto e completa. Dalla corteccia di particolari querce si ottiene il ______________ , che è un prodotto tipico della regione e che viene anche lavorato da abili ______________ .

Mar _________

____________

____________

Mar _________ ____________

Il lago Omodeo è un lago artificiale ottenuto sbarrando il corso del fiume ______________ . Le sue acque vengono utilizzate per produrre _________ _______________ .

3 Segna V (vero) o F (falso).

Sulcis, resti di miniera.

La zona del Sulcis-Iglesiente è ricca di minerali.

V

F

Il Campidano è una pianura di origine alluvionale.

V

F

La macchia mediterranea è un particolare tipo di fauna sarda.

V

F

Il mirto è un cespuglio molto diffuso in Sardegna.

V

F

119


5a classe fia geogra

LE REGIONI DELL’ITALIA MERIDIONALE E INSULARE 1

Scrivi a quali regioni dell’Italia meridionale e insulare è possibile collegare ogni attività. Produzione di pasta di mandorle: Produzione di liquirizia: Coltivazioni di agrumi: Lavorazione del sughero:

2 Completa la tabella scrivendo, per ogni elemento, se si tratta di montagna, catena montuosa, collina, pianura o fiume e in quale/i regione/i dell’Italia meridionale e insulare si trova.

________________ ________________ ________________ ________________

ELEMENTO MORFOLOGICO

REGIONE/I

Vesuvio

_____________________

___________________

Madonie

_____________________

___________________

Murge

_____________________

___________________

Pollino

_____________________

___________________

Campidano

_____________________

___________________

Basento

_____________________

___________________

Garigliano

_____________________

___________________

3 Per ogni città, scrivi se si tratta di capoluogo di provincia o di regione e il nome della regione in cui si trova. _____________________ _______________ Potenza _____________________ _______________ Nuoro _____________________ _______________ Avellino _____________________ _______________ Taranto Reggio Calabria _____________________ _______________ _____________________ _______________ Caltanisetta _____________________ _______________ Cagliari _____________________ _______________ Catanzaro

L’Etna.

4 Cancella l’elemento intruso. Si trovano antichi resti greci a: Paestum – Metaponto – Pompei – Agrigento – Siracusa Il Mar Tirreno bagna le regioni: Sardegna – Campania – Basilicata – Puglia – Calabria – Sicilia Sono regioni a statuto speciale: Calabria – Sicilia – Sardegna

120

Paestum.