Page 1

giovedi 02 novembre 2017

Italian daily news for key players and wine lovers

Export

Eventi

Wine events Archivio news

L'Esperto

Italian wine terroir News Archive

Lavora nel vino Highlight wine producer Notizie in Italiano

Degustazioni Tasting for you Only English news

Ristorazione nel mondo Wine tours

Wine & food

Wine Meridian

Contact

martedi 31 ottobre

Wine in uencer e followers: un legame vincente

Newsletter

Intervista a Eleonora Galimberti, sommelier digitale: i social media possono avere un ruolo chiave nel processo d’acquisto, specialmente nei confronti dei Millennials

Wine Out

Wine Multimedia Photos | Video

Search

Tutti gli archivi / Archives Più Visti / Most viewed

Gallery

Il mercato del vino è sempre più dinamico oggi e, per le aziende, lasciare la propria impronta, a volte, è davvero difficile. Il passa parola è diventato virtuale e digitale e i gusti del pubblico si evolvono rapidamente. Come fare per catturare l’attenzione del cliente e stabilire un rapporto con lui? Cosa fa davvero la differenza, oggi, nel frenetico mondo del marketing digitale? Per cercare delle risposte a questa tematica molto attuale, abbiamo chiacchierato con la wine influencer, Eleonora Galimberti, che ci ha raccontato cosa vuol dire oggi coniugare il mondo del digitale al mondo del vino. Lei, specializzata in comunicazione e digital PR, wine & food consulting, social media marketing, si definisce una sommelier digitale. Racconta le sue più grandi passioni all’interno di un wineblog dal nome Enogallery, che nasce dall’unione del suo amore per il vino alla sua devozione alla scrittura. “Il web è il motore che riesce ad unirle” dice. Ci racconti qualcosa su Enogallery Enogallery è un portale dedicato alla comunicazione enogastronomica, alla cultura del vino promossa però come autentica espressione artistica, da qui la parola gallery. La parte più dinamica del blog è la sezione Enozioni, aggiornata quotidianamente, che, come richiama il titolo parla delle emozioni del vino, vissute attraverso i miei occhi e le mie esperienze. Parlando della mia attività, cito spesso una frase di Mario Soldati: “il vino è

1

Wine influencer e followers: un legame vincente

2

Il vino italiano perde quota negli Usa, tutta colpa dell’ocm?

3

Amazon Wine chiuderà entro la fine del 2017


la poesia della terra”. Cosa significa oggi essere Wine Influencer? L’influencer è chi trasforma il passaparola in un click to click. Tecnicamente parlando, è un utente del web, che grazie ai social network gode di un consistente pubblico di seguaci, followers; scrive su blog e crea hashtag tematici, ma, soprattutto, condivide contenuti in grado di “influenzare” gli altri utenti ed orientare le loro scelte di consumo. Essere wine influencer significa, prima di tutto, essere appassionati di vino, competenti in materia, trasmettere affidabilità ed essere in grado di comunicare tutto questo con contenuti che possano suscitare interesse, e che possano, a loro volta, essere commentati e condivisi, generando partecipazione e coinvolgimento. Nell’era moderna la potenza dei social media ha rapidamente conquistato la sua autorevolezza, integrandosi alla comunicazione tradizionale. E’ proprio per questo che la figura del wine influencer è anche diventata una leva di marketing, un’opportunità concreta per le aziende. Cosa ne pensa della critica e delle guide del vino? Credo che la critica e le guide del vino continueranno ad avere un certo peso sul consumatore, e che le recensioni dei critici, seppur dibattuti, siano imprescindibili. Come ogni linguaggio tecnico, quello delle guide è uno strumento per avvicinarsi a un fenomeno complesso in maniera professionale. Il critico di vino è un mestiere preciso, come quello dell’enologo, poiché egli non considera il vino in modo edonistico, quale strumento di piacere, ma soprattutto in modo degustativo, cioè come bene sopra cui svolgere un’analisi tecnica e professionale. Tuttavia il consumo del vino rappresenta un fenomeno in costante mutamento. In passato, il consumatore, una volta identificata la sua preferenza per una tipologia di vino, tendeva ad essere piuttosto fedele e costante nell’acquisto e nel consumo; ultimamente, grazie anche allo sviluppo e alla diffusione dei social media, si nota un continuo cambiamento delle preferenze del pubblico, influenzato dalla curiosità di conoscere qualcosa di nuovo. Qual’è il Suo personale linguaggio? Quando scrivo articoli sul blog utilizzo un linguaggio più “narrativo” e spesso tecnico, perché ho spazio per soffermarmi sui contenuti ed amo sviluppare i miei testi in modo discorsivo, ma non banale. Il mio linguaggio sui social media invece è più diretto, direi essenziale, mirato sul target dei miei followers, con una comunicazione immediata ed efficace per stimolare l’interazione. Più intenso è lo scambio di commenti, like e condivisioni e maggiore è il senso di credibilità e fiducia. Inoltre è molto importante pubblicare immagini curate, pertanto seleziono con particolare attenzione e condivido solo fotografie che comunicano stile elegante e buon gusto. Che impatto hanno i social media nelle scelte dei consumatori di vino oggi? Che i social media abbiano ribaltato il modo in cui i consumatori valutano e acquistano prodotti e servizi è assodato. I web influencer ormai dettano le scelte del pubblico. Seguiti da numerosi followers, da Instagram a Facebook, fino ai blog, con grandi capacità tecniche, talento e competenze specifiche, sono diventati i veri protagonisti della comunicazione. Ciononostante ci si chiede fino a che punto i social media, per mezzo degli influencers, riescano a condizionare il processo decisionale sull’acquisto. Il fenomeno è complesso e vanno tenuti in considerazione diversi fattori: innanzitutto il livello di notorietà del media/influencer, dato il proprio potere di raggiungere potenziali clienti in ampia scala (più è famoso e più c’è il rischio che venga “comprato” da un brand). In secondo luogo, è necessario tenere conto dei contenuti pubblicati e del modo in cui si pongono, poiché dare una definizione dei prodotti o servizi positiva, senza assumere un atteggiamento critico a riguardo, è un sintomo di sfiducia, che può nuocere alla reputazione e alla credibilità. Essendo difficile generalizzare, è possibile però affermare che i social media possono avere un ruolo chiave nel processo d’acquisto,


specialmente nei confronti dei Millennials. Cosa può imparare il mondo del vino da altri settori merceologici, ad esempio la moda? Il mondo del vino oggi crea tendenza e ha una forte affinità con il fashion, il design e il lusso. Dalla moda il mondo del vino potrebbe imparare l’approccio ai social media e coltivare una connessione di reciproca fiducia con i digital influencers. Affidarsi ad uno di loro può essere un’efficace investimento di marketing e garantire numerosi vantaggi per il marketing online, innanzitutto a livello di costi. In genere l’investimento, sia in termini di tempo che in termini economici, risulta più contenuto, in relazione a una campagna classica. Inoltre, il tipo di comunicazione che si verrà a creare con il target può accrescere la fiducia e la credibilità del proprio brand, con visibilità immediata, alimentando con successo un passaparola affidabile, nonché raggiungere un'audience illimitata. Ovviamente, come per i mezzi tradizionali, è meglio non compiere una scelta alla cieca: prima di affidarsi ad un influencer è necessario studiare a fondo il proprio target e i propri obiettivi.

Agnese Ceschi Download scheda formato PDF 0

Salva

Notizie dalla prima pagina

Vini nel mondo? Questione anche di etichetta Quanto incide l’etichetta di un vino nella vendita sui mercati internazionali? Molto di più di quanto si possa immaginare. L’esempio che arriva dai liquor store privati di Vancouver

Fabio Piccoli

giovedi 02 novembre

Vivete: la carica dei 100.000 produttori Presentata al Museo della Scienza la manifestazione Vi.vite il primo evento dedicato al mondo della Cooperazione Vitivinicola Italiana

giovedi 02 novembre

Il Premio VinoVisioni al progetto “Volcanic Wines”


Il Consorzio del Soave, ideatore del progetto, riceverà il riconoscimento, creato dalla Guida Vini Buoni d’Italia del Touring Club, sabato 14 novembre alle 10,30 al Teatro Puccini di Merano, in occasione del Merano Wine Festival.

martedi 31 ottobre

Giappone: +22% per il Soave by the Glass Con la nuova edizione di “Soave by the Glass” “Lumino Carino” di Ehime, “Il Bacaro” di Tokyo e “Bar Ponte” di Oita vincono il contest dedicato ai locali che hanno stappato più bottiglie di Soave.

martedi 31 ottobre

Wine in uencer e followers: un legame vincente Intervista a Eleonora Galimberti, sommelier digitale: i social media possono avere un ruolo chiave nel processo d’acquisto, specialmente nei confronti dei Millennials

Agnese Ceschi martedi 31 ottobre

Helmuth Köcher: tutto su WineHunter e il Merano WineFestival Il "cacciatore di vini" che ha ideato 25 anni fa Merano WineFestival si racconta tra nuovi Paesi da scoprire, "orange wine" e PIWI

martedi 31 ottobre

Tìros di Siddùra tra i migliori cento vini al mondo Il blend di Sangiovese e Cannonau Sauvignon della Gallura si è classificato all’84esimo posto nella “World Rankings of Wines & Spirits report” 2017

Amazon Wine chiuderà entro la ne del 2017 Sta per concludersi il terzo tentativo di Amazon di inserirsi nel mercato della vendita online di vino. Ma non significa che il colosso delle vendite online esca dal mercato del vino, soprattutto dopo l’acquisizione di Whole Foods

Francesco Piccoli lunedi 30 ottobre

L'export italiano del vino vale 3,3 miliardi: +8% in valore e +7% in volume L'Osservatorio del Vino dà aggiornamenti sull'export dei primi sette mesi del 2017 secondo elaborazioni Ismea su dati Istat

lunedi 30 ottobre

Più del 75% del vino sfuso esportato a livello internazionale alla World Bulk Wine Exhibition


Produttori provenienti da 22 differenti Paesi parteciperanno alla 9° edizione della WBWE, la più grande fiera al mondo, dedicata al commercio del vino sfuso

Redazione Wine Meridian

venerdi 27 ottobre

VINISUD 2018, un’edizione focalizzata sulla sostenibilità e l’approccio responsabile Viticoltura sostenibile, biologica o biodinamica, vinificazione naturale, vini vegani… Queste pratiche il fil rouge dell’edizione 2018, che si svolge dal 18 al 20 Febbraio al Parc des Expositions de Montpellier

Negli Usa il vino è sempre di più “direct shipping” Le vendite di vino negli Usa tramite la spedizione diretta ai clienti (salite a 2,5 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi) non sembrano arrestarsi (+18% sul precedente anno) e stanno modificando anche l’approccio al mercato da parte delle aziende vitivinicole statunitensi

Fabio Piccoli giovedi 26 ottobre

Rocca Sveva verso la Certi cazione VIVA L'azienda veronese ha aderito al programma promosso dal Ministero dell'Ambiente a cui hanno aderito fino ad ora solo una quarantina di aziende italiane

giovedi 26 ottobre

Baglio del Cristo di Campobello premiato col Tastevin dell’Associazione Italiana Sommelier per Lu Patri Nero d’Avola 2015 Ricco di contrasti gustativi, il Lu Patri della cantina Baglio del Cristo di Campobello è un'eccellente rappresentazione del Nero d'Avola, le cui caratteristiche sono state riconosciute e premiate

mercoledi 25 ottobre

Signorvino inaugura la stagione di incontri presso gli store di Firenze, Bologna e Torino per rendere il vino accessibile a tutti La sfida del Brunello contro gli altri rossi italiani a Firenze, il corso Vino Facile a Torino e la School of Wine a Bologna: ecco tutti gli appuntamenti

1

2

3

4

5


Export

Lavora nel vino

Redazione Editing

Collabora con noi

Work with us

Tasting for you

Invia foto e video

Send photos and videos

Highlight wine producer

Iscriviti alla newsletter Subscribe to newsletter

Follow us on:

Pubblicità su WineMeridian Advertise on WineMeridian

ABSIT DAILY s.r.l. - C.F. e P.IVA: 04190470239 - Reg. Tribunale C. P. di Verona N� 1.992 R.S.del 30/07/2013

Cerca Search

Wine Meridian - Intervista Wine influencer e Social Media  

Wine Meridian - Intervista a Eleonora Galimberti Wine influencer e i Social Media

Wine Meridian - Intervista Wine influencer e Social Media  

Wine Meridian - Intervista a Eleonora Galimberti Wine influencer e i Social Media

Advertisement