Page 1

Nel silenzio piĂš teso


2

Elena Mutinelli


©GIUDICIANNIBIFFI

3

Nel silenzio più teso


Elena Mutinelli

NON MOLLARE LA PRESA, 2006 | DON’T LET GO, 2006 Particolare detail terracotta patinata, ferro e fune terracotta, iron and rope 46x24x19 cm 46x24x19 cm

4


5

Nel silenzio piĂš teso


6

Elena Mutinelli


7

Nel silenzio piĂš teso


Sindaco | Mayor of Monza Roberto Scanagatti Assessore alle Politiche Culturali | Cultural Politics Councillor Francesca Dell’Aquila

Mostra a cura di | Exhibition curated by Dario Porta Dirigente Settore Turismo, | Director of the Tourism, Cultura e Comunicazione Culture and Communication Unit Laura Brambilla Responsabile Servizio Attività | Head of the Cultural Activities e Beni Culturali Office Elda Paleari

Elena Mutinelli

Supporto organizzativo | Organisation Elisabetta Tiberi

Antologia critica | Critical anthology Michele Tavola Angelo Crespi Mauro Pecchenino Vittorio Sgarbi Crediti fotografici | Photographic credits Opere | Works Antonio Piccin Ritratti di E. Mutinelli | Photographic portraits of E. Mutinelli ©Antonio Piccin

Allestimento | Display set up Giorgio Pullano, Sergio Insana

Foto in seconda di copertina | photos inside cover ©GiudicianniBiffi Fotografie della sala espositiva | Photographs of the exhibition hall Enrico Giudicianni

Attività didattiche | Educational Activities Francesca Milazzo e Opera D’arte

Progetto grafico | Catalogue graphic design ©Stdmarte

Ringraziamenti |Special thanks to Giuseppe Lucifero, Lucia Ghisellini

Video ©Stdmarte

Grafica materiali promozionali | Promotional materials graphics Antonio Cornacchia Traduzioni | Translations Sarah Mongelli

8

Tutti i diritti sono riservati | All rights reserved


SOMMARIO | CONTENTS

10

Introduzione di Dario Porta

11

Introduction of Dario Porta

13

Video

Appunti | Notes 16

IL MITO TRA VISIONE E METAMORFOSI L’uno nell’altro nel silenzio dello sguardo tra radice ed eterno

18

THE MYTH BETWEEN VISION AND METAMORPHOSIS

36

IL MITO E LA FORZA DELLA NARRAZIONE

39

MYTH AND THE FORCE OF NARRATION

70

IL GESTO Anima e tempo

73

THE GESTURE Soul and time

110/117 Antologia critica | Critical anthology 118

Biografia

121

Biography

123

Esposizioni

129

Exhibitions

135

Bibliografia

139

Bibliography

Nel silenzio più teso

One in the other in the silence of the gaze amongst roots and eternity

9


INTRODUZIONE ELENA MUTINELLI. NEL SILENZIO PIU’ TESO La mostra si inserisce idealmente nella linea di attenzione alla scultura contemporanea perseguita da tempo dai Musei Civici. Le sculture di Elena Mutinelli sono realizzate con tecniche antiche e tradizionali, presuppongono la padronanza della materia, che è propria dello scultore, ma sono anche caratterizzate da una forte dimensione di ricerca e sperimentazione e sviluppano, con sensibilità femminile, il tema della corporeità e della sua mitografia.

La scultrice milanese, tra le più affermate personalità del panorama artistico contemporaneo, sensibile interprete dell’inquietudine esistenziale, espone opere che indagano il mistero del corpo, dell’Eros e della tensione generata dallo scarto tra materia e pensiero. L’allestimento è realizzato nella sala espositiva contemporanea del museo e si contamina all’esterno con i pezzi lapidei romani del chiostro, mettendone in risalto per contrasto o per analogia le valenze simboliche della rappresentazione plastica. La figura umana diventa per Elena Mutinelli il luogo fisico dove mettere in scena la rappresentazione di un processo di trasformazione della materia in stati d’animo. Un percorso di conoscenza che affonda nel mito e nella ritualità primitiva, e che spesso sconfina in una esoterica dimensione religiosa. Le sue sculture sono luoghi generativi di mutamento e trasformazione. I corpi, resi inquieti e sotto tensione da dinamiche interne, sono forzosamente sottoposti a un processo di metamorfosi che, portato alle estreme conseguenze, ne altera le anatomie, disorienta lo spettatore.

Elena Mutinelli

Anche gli elementi esterni che a volte accompagnano le sculture, e ne fanno istallazioni, non aiutano a decifrarne l’essenza. Sono ambigui: sono corde e nodi che legano, che bloccano, o sono punti di ancoraggio ai quali aggrapparsi? Punti fermi che salvano? L’artista scolpisce e plasma la materia dando forma a figure umane in divenire o in attesa di riscatto, figure colte in un momento di sospensione temporanea del loro relazionarsi al mondo visibile. Un silenzio teso, carico di aspettative, ci rende partecipi di questa dimensione esistenziale nella quale Eros e Thanatos si scambiano i ruoli. La scultura è forse l’arte che più di tutte ha pagato e paga un prezzo alla tecnica; forse quella che più ha sentito la perdita di riferimenti culturali, che ha smarrito la sua necessità di esistere. Ad altre forme di rappresentazione - più simultanee, più alla portata di tutti- è affidato ad esempio il compito della rappresentazione /celebrazione corporea. Le opere di Elena Mutinelli, nelle quali cogliamo la maestria dell’esercizio di un’arte antica, sono invece la prova che la materia può ancora diventare altro da sé, e assumere valore d’arte se posta in interazione con il pensiero e il “fare” di un artefice in grado di lasciare la sua impronta indelebile, a tutti riconoscibile e dunque linguaggio universale. Dario Porta

10


INTRODUCTION ELENA MUTINELLI. NEL SILENZIO PIU’ TESO The exhibition perfectly fits in the line of attention towards contemporary sculpture pursued for some time by the Civic Museums of Monza. Elena Mutinelli’s sculptures are made with ancient and traditional techniques, they require the mastery of the materials, which is distinctive of the sculptor, but are also characterized by a strong dimension of research and experimentation, developing, with feminine sensitivity, the theme of the body and its mythography.

The Milanese sculptress, among the most successful personalities of the contemporary art scene, sensitive interpreter of existential anxiety, displays works which explore the mystery of the body, of the Eros and of the tension generated by the divergence between matter and thought. The exhibition is realized in the contemporary exhibition hall of the museum, and continues outside in the cloister dialoguing with the ancient Roman stone pieces on display, emphasizing either by contrast or by analogy, the symbolic values of plastic representation. The human figure becomes for Elena Mutinelli the physical place where to stage the representation of a transformation process of matter into states of mind. A path of knowledge that has its roots in mythology and in primitive rituality and that often digresses into an esoteric religious dimension.

Even the external elements, that sometimes accompany the sculptures turning them into installations, do not help to decipher the essence. They are ambiguous: are they ropes and knots that bind and block, or are they anchor points to hold on to? Are they fixed points that protect? The artist carves and forms the material giving shape to human figures in continuous development or awaiting redemption, figures captured in a moment of temporary suspension from their relationship with the visible world. A tense silence, full of expectations, allows us to share this existential dimension in which Eros and Thanatos change roles. Sculpture is perhaps the form of art that most of all paid and pays a price to technique; perhaps the one that most of all suffered the loss of cultural references, that has lost her need to exist. Other forms of representation – more simultaneous and more understandable – are entrusted with the task of representation / celebration of the body. The works of Elena Mutinelli, in which we grasp the mastery of the exercise of ancient art skills, are instead the proof that the matter can still become something else, and assume the value of art if placed in interaction with thought and the "making" of a creator able to leave its indelible mark. Recognizable to all and therefore a universal language.

Nel silenzio più teso

Her sculptures are generative places of mutation and transformation. The bodies, rendered restless and under tension by interior dynamics, are forcibly subjected to a process of metamorphosis which, taken to the extreme, alters the anatomy and confuses the viewer.

Dario Porta

11


12

Elena Mutinelli


Nel silenzio più teso

VIDEO

LA FIGLIA DI HIPOS, particolare, 2008 terracotta patinata, 32,5x18 x23,5 cm

HIPOS’ DAUGHTER, detail, 2008 terracotta patinata, 32,5x18 x23,5 cm

13


14

Elena Mutinelli


Nel silenzio piĂš teso

APPUNTI | NOTES

15


La mostra Nel Silenzio Più teso è stata pensata in modo del tutto nuovo, il curatore Dario Porta ha articolato il percorso espositivo all’interno della sala del contemporaneo intessendo un dialogo attento fra le opere eseguite in momenti diversi e le opere presenti nei Musei Civici di Monza, colmando e arricchendo la mia conoscenza spesso fatta di intermittenze e intuizioni. Si è posto, nel senso alto del termine, al ‘servizio dell’arte’, non quello di spiegarla in modo didattico ma di estrarla dal guscio dalle griglie cui è sempre più sottoposta. E’ strano appunto che io sia qui a parlare del curatore ma non posso assolutamente saltare questa importante anticipazione poiché è grazie al suo coraggio - non si è preoccupato di pensare alle opere secondo consunti stilemi- che è riuscito a mostrare un gran numero di sculture e disegni apparentemente diversi fra loro ma con un filo conduttore comune: io, il mio lavoro, le ore che mi assorbono a pensare e a costruire l’opera che accolgo o che lascio. Distrattamente, inaspettatamente a volte nasce il bello e poi non accade più. La nostra determinazione a volte è ininfluente: quel che deve succedere succede… Nel Silenzio Più teso nella libertà di associazione cronologica tutto è riunito secondo il rigore poetico del curatore, in controtendenza alle manipolazioni culturali tipiche degli star curator di improbabile cultura che ci vogliono sempre uguali e moderati nel crescere con evoluzioni lineari dall’articolato all’essenziale - Il Museo ha riunito il mio studio e credo che una bella mostra è quella dove l’artista si riconosce e al termine ha ancora voglia di lavorare.

Le opere sono state messe in relazione fra loro dando risalto all’importanza immaginifica inesauribile del mito, vitale rappresentazione delle forze che governano il mondo e che lo abitano.

Elena Mutinelli

Si entra tra sguardi, volti, corpi che si tramutano tra uomini e rapaci, tra schiene e articolazioni che diventano ali modellate da pochi colpi di stecca. Niente è davvero distinto come le visioni che per un attimo ci folgorano diventando altro da sé e nella metamorfosi accolgono la dimensione del mistero. Come all’aprirsi di un sipario si apre la narrazione, si proprio così senza ‘c’era una volta’, qui e ora e quando la mia memoria risale ad una forma e ad un tratto, a un pensiero, a una allucinazione; qualcosa ti viene e prendere. Entrando nella sala due guerrieri metropolitani ci attendono, nel loro sguardo si concentra il mistero che risiede in ogni uomo, laddove si rivela ciò che siamo, in cui non sappiamo più leggere e confonderci. Magnesor e Persus nati dalla fantasia senza modello, sono connessi all’energie primordiali dell’uomo. Persus ha un’incisione profonda sulla fronte come un popolo da salvare, è un guerriero metropolitano con chiodi come piercing, simboli che a noi appartengono ormai per tendenza o per riprova sociale. Magnesor ha solchi scavati nel volto, nell’atto di voltarsi traspare nello sguardo la forza di chi è visionario.

Elena Mutinelli

16


Nel silenzio più teso

IL MITO TRA VISIONE E METAMORFOSI, L’uno nell’altro nel silenzio dello sguardo tra radice ed eterno

17


THE MYTH BETWEEN VISION AND METAMORPHOSIS,

Elena Mutinelli

One in the other in the silence of the gaze amongst roots and eternity

NESSUN MANIFESTO PRINCIPIO, 2003-2014 resina, 230x45x35 cm

18

NO MANIFEST PRINCIPLE, 2003-2014 Resin, 230x45x35 cm


The exhibition Nel Silenzio Più teso was designed in a completely new way, the curator Dario Porta has articulated the exhibition itinerary inside the contemporary room creating a careful dialogue between my works performed in different moments and the works in the Civic Museums of Monza, filling and enriching my knowledge often made of intermittences and intuitions. He put himself at the "service of art", in the high sense of the term, which is not explaining art in an educational way but extracting it from the shell case in which it is increasingly subjected to. It is actually strange that I am here talking about the curator, but I can’t skip this important part because it is thanks to his courage – he wasn’t worried about presenting the works according to common styles – that he was able to show a large number of sculptures and drawings apparently different but with a common thread: me, my work, the hours that absorb me thinking and building the work that I will either welcome or leave. Suddenly, unexpectedly sometimes, beauty is born after which it won’t happen anymore. Our determination often is irrelevant: what has to happen, happens ... In Silenzio Più teso, with the freedom of chronological association, everything is gathered according to the poetical rigor of the curator, in contrast with the cultural manipulations typical of the VIP curators of unlikely culture that want us all to be equal and moderate in the linear growth from articulate to essential - the museum brought together my study and I think a good exhibition is when the artist recognizes itself and at the end still wants to work.

You enter amongst glances, faces, bodies that change, amongst men and predators, amongst backs and joints that become wings shaped by few strokes. Nothing is really distinct like the visions that blur us for a moment, becoming something else and in the metamorphoses they welcome the dimension of mystery. Like at the opening of a theatre curtain, the narration starts, yes just like that, without the ‘once upon a time', here and now and when my memory goes back to a form, and suddenly, to a thought, to a hallucination; something comes to you. Entering in the room, two metropolitan warriors await us, in their eyes, the mystery that resides in every man is concentrated, where what we are is revealed, where we no longer know how to read and confuse ourselves.

Nel silenzio più teso

The works have been linked to each other, emphasizing the inexhaustible imagination of the myth, a vital representation of the forces that govern the world and those who live there.

Magnesor and Persus born from the fantasy without models, are connected to the primordial energies of man. Persus has a deep engraving on his forehead like a population to save; he is a metropolitan warrior with nails as piercings, symbols that for us belong to trends or social reprisal. Magnesor has cracks carved on the face, in the act of turning, in his gaze appears the force of the visionary.

Elena Mutinelli

19


Elena Mutinelli

PERSUS, GUERRIERO METROPOLITANO, 2008 terracotta patinata, 78x70 x 52 cm

20

PERSUS, METROPOLITAN WARRIOR, 2008 terracotta patinata,78x70 x 52 cm


Nel silenzio più teso MAGNESOR, PIRATA METROPOLITANO, 2008 terracotta, 80x68x43 cm

MAGNESOR, METROPOLITAN PIRATE, 2008 terracotta, 80x68x43 cm

21


Elena Mutinelli

NON TI VOLTARE , 2005 matita su carta, 100x70 cm DO NOT TURN AROUND, 2005 Pencil on paper, 100x70 cm

22


Nel silenzio più teso OMAGGIO A SILVIO MONFRINI sculpore, 2005 matita su carta, 100X70 cm TRIBUTE TO SILVIO MONFRINI sculpotor, 2005 pencil on oaper, 100x70 cm

23


Elena Mutinelli

LA FIGLIA DI HIPOS, 2008 terracotta patinata, 32,5x18 x23,5 cm

24

HIPOS’ DAUGHTER, 2008 terracotta patinata, 32,5x18 x23,5 cm


Nel silenzio piĂš teso POROS, 2004 Terracotta patinata, cm 51x 67x 33

25


Elena Mutinelli

GUERRIERO, 2005 terracotta patinata, 33x19x26 cm

26

WARRIOR, 2005 terracotta, 33x19x26 cm


Nel silenzio piĂš teso AMICA D'AFRICA, 2010 Terracotta patinata, cm 49x51x29

AFRICA FRIEND, 2010 terracotta patinata, 49x51x29 cm

27


Elena Mutinelli

AMICA D'AFRICA, 2010 Terracotta patinata, cm 49x51x29

28


Nel silenzio più teso AFRICA FRIEND, 2010 terracotta patinata, 49x51x29 cm

AMICA D'AFRICA, 2001 terracotta, 46x55x32 cm

AFRICA FRIEND , 2001 terracotta, 46x55x32 cm

29


30

Elena Mutinelli


Nel silenzio piĂš teso PENIA, 2009 resina, 90x43x27 cm

PENIA, 2009 resin, 90x43x27 cm

31


Elena Mutinelli

LA NASCITA DI VENERE, 2015 terracotta patinata, 52 x28 x37 cm

32


Nel silenzio piĂš teso THE BIRTH OF VENUS, 2015 terracotta, 52 x28 x37 cm

33


Elena Mutinelli

ISHTAR, 2015 terracotta patinata, 47 x17x 32 cm

34


35

Nel silenzio piĂš teso


Con la figura di Orfeo si apre il centro della sala. È nudo e bendato da mani, contratto nella torsione del collo nell’atto di voltarsi, apparentemente sofferto come su di una croce all’ora sesta; dietro, unito a sé, si eleva sorretto da vertebre come massi d’appoggio un corpo teso e virtuoso come la musica che muove le membra e l’Eros che contrae i muscoli. Ai piedi si appoggia tra il panneggio divenuto carne un vanitas ridente come di una beffa, consapevole di non poter raggiungere la morte per riportarla alla vita. Amanti, realizzata anni prima, ne era il preludio. Oltre incontro le immagini dove astrazione e figurazione ancora non trovano ragione, si esce di scena con Ti inglobo e germoglio senza volto, il membro virile assume la forma di una colonna vertebrale come un cordone ombelicale che unisce i due complementari, una sorta di riordino quasi mitico nel senso di Androgino, ma con un equilibrio perduto nel non essere sufficientemente un tutt’uno. E’ con Di te solo le ossa che ritorno, quasi al compimento del viaggio lungo il percorso della mostra, al nodo che mi preme che ho iniziato anni prima con Nessun manifesto principio: i corpi si fondo e dissolvendosi si ricompongono in un continuo tra definito e indefinito come, tra istinto e ragione, tra uomo e animale.

Elena Mutinelli

La colonna lungo il dorso diventa un falco abbozzato come una protrusione, questo mutante si spinge come a uscire con un gesto di slancio dalla sua stessa anca con le sue grandi mani. Prima di lasciare questo anfratto mi raccolgo davanti ad Eros Se ne va ed io scolpirò fra mille anni, e mi riconosco nel segno e nel gesto in quell’anima alata scolpita a flessibile che lo lascia come ombra uscendo dal quadro con la mano ancora piena di forza. E per quanto Eros sia segnato a grafite su legno non sarà permanente con come il suo doppio ad olio. Poi, pur lavorando, Dio sa quando il desiderio sarà così alto.

Elena Mutinelli

36


Nel silenzio più teso

Il MITO E LA FORZA DELLA NARRAZIONE

37


Elena Mutinelli EROS SE NE VA E IO SCOLPIRO’ TRA 1000 ANNI, 2010 olio, pastello matita su tavola scolpita, 207 x 97 cm

38


MYTH AND THE FORCE OF NARRATION

The center of the room opens with the figure of Orpheus. He is naked and bandaged by hands, contracted in the twist of the neck in the act of turning, apparently suffering as on a cross at the sixth hour; behind, joined to itself, he is lifted supported by vertebras like boulders of a tensed body and virtuous like music that moves the limbs and Eros that contracts the muscles. At the feet a laughing mocking Vanitas leans between the folds, aware that he can’t reach death to bring her back to life. Lovers, made years before, were the prelude. Further you encounter images where abstraction and figuration still do not find the reason; the scene closes with Ti inglobo e germoglio, the virile member takes the form of a backbone like an umbilical cord that joins the two complementary, a sort of reordering almost mythical in the sense of Androgynous, but with a lost balance in not being sufficiently one. It is with Di te solo le ossa that I come back, almost at the completion of the journey along the path of the exhibition, to the knot that worries me, started years ago with Nessun manifesto principio: the bodies blend and by dissolving they are recomposed in a continuous between defined and indefinite as, between instinct and reason, and between man and animal.

Before leaving this nook, I gather before Eros Se ne va ed io scolpirò fra mille anni, and I recognize myself in the sign and gesture of that winged soul, sculpted with flexibility, that leaves him as a shadow coming out of the picture with the hand still full of power. And although Eros is marked with graphite on wood, it will not be permanent as with his double on oil. Then, although working, God will know when the desire will be so high.

Nel silenzio più teso

The column along the back becomes a sketched hawk as a protrusion, this mutant moves as if to come out with an impulsive gesture from his own hip with his big hands.

Elena Mutinelli

EROS GOES AND I WILL SCULPT HIM IN 1000 YEARS , 2010 oil, pastel and pencil on sculpted panel, 207 x 97 cm

39


Elena Mutinelli

AFRODITE, 2004 matita su carta, 100x70 cm APHRODITE, 2004 pencil on paper, 100x70 cm

40


Nel silenzio più teso AFRODITE, 2009 resina, 90x40x26 cm APHRODITE, 2009 resina, 90x40x26 cm

41


Elena Mutinelli

LUI AMA LUI, 2004 matita su carta, 100x70 cm HE LOVES HIM, 2004 pencil on paper, 100x70 cm

42


Nel silenzio piĂš teso STUDIO, 2004 matita su carta, 100x70 cm STUDIO, 2004 pencil on paper, 100x70 cm

43


Elena Mutinelli 44

STUDIO, 1997 matita su carta, 100x70 cm

NEL CORPO, 2016 olio, pastello matita su tavola scolpita, 120x85 cm

STUDIO, 1997 pencil on paper, 100x70 cm

IN THE BODY, 2016 oil, pastel and pencil on sculpted panel, 120x85 cm


45

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

A VOLTO COPERTO, particolare, 1999 gesso, 125x66x58 cm

46

COVEREDFACED, detail, 1999 chalk, 125x66x58 cm


Nel silenzio più teso A VOLTO COPERTO, 1999 gesso, 125x66x58 cm

COVEREDFACED, 1999 chalk, 125x66x58 cm

47


48

Elena Mutinelli


Nel silenzio più teso A VOLTO COPERTO, particolare, 1999 gesso, 125x66x58 cm COVEREDFACED, detail, 1999 chalk, 125x66x58 cm

49


Elena Mutinelli

STUDIO, 2016 terracotta patinata, 20x44x20 cm

50


51

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

DI TE SOLO LE OSSA, 2011 terracotta, 52x29x22 cm

52


Nel silenzio piĂš teso ONLY THE BONES , 2011 terracotta, 52x29x22 cm

53


Elena Mutinelli

TI INGLOBO E GERMOGLIO, 2011 terracotta, 48x23x26,5 cm

54

ENGLOBE AND SPROUT, 2011 terracotta, 48x23x26,5 cm


55

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

ORFEO, 2016 terracotta, 71x22 x26 cm

56

ORPHEUS, 20 terracotta, 71


016 1x22 x26 cm

57

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

AMANTI, particolare, 1997 terracotta, 76x36x28 cm

58

LOVERS, detail, 1997 terracotta, 76x36x28 cm


59

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

AMANTI, 1997 terracotta, 76x36x28 cm

60

LOVERS, 1997 terracotta, 76x36x28 cm


61

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli L’UNO NELL’ALTRO, L’UNO CONTRO L’ALTRO, 1993-2011 gesso, 32x29x22 cm

62


Nel silenzio più teso ONE IN THE OTHER, ONE AGAINST THE OTHER, 1993-2011 chalk, 32x29x22 cm

63


Elena Mutinelli

ANDROGINO, 2004 matita su carta, 100 x 70 cm

64

ANDROGYNOUS, 2004 pencil on paper, 100 x 70 cm


Nel silenzio più teso L’UNO NELL’ALTRO, L’UNO CONTRO L’ALTRO, 1993-2011 gesso patinato, 32x29x22 cm

ONE IN THE OTHER, ONE AGAINST THE OTHER, 1993-2011 chalk, 32x29x22 cm

65


Elena Mutinelli

FLUTTUANTI, 2003 marmo statuario, 65x18x14 cm collezione privata FLUCTUATING, 2003 statuary marble, 65x18x14 cm private collection

66


Nel silenzio più teso EROS SE NE VA E IO SCOLPIRO’ TRA 1000 ANNI, 2010 olio, pastello matita su tavola scolpita, 207 x 97 cm EROS GOES AND I WILL SCULPT HIM IN 1000 YEARS , 2010 oil, pastel and pencil on sculpted panel, 207 x 97 cm

67


68

Elena Mutinelli


69

Nel silenzio piĂš teso


In fine… Ci vuole un tempo per generarci, quel lasso di tempo unico necessario per originare. Poi con un gesto, ancora intenti alle prese quotidiane dell’esistere, un momento ci sorprende. Seneca stoico domina la scena tra azione e pensiero. Frammenti anatomici, avvolti nel bianco silenzio in ascolto, fusi nei tratti che parlano dell’uomo - niente storia, nessuna anticipazione, per un istante presenti al tempo di un’azione - si preparano a divenire ‘altro’, l’attimo vivo che pulsa, l’unica porzione di tempo che ci è data per vivere la bellezza.

Elena Mutinelli

Il volto e le mani sono protagonisti sostenitori della rievocazione del mistero, mani grandi che accompagnano il nostro stupore, mani proiettate al cambiamento, al reinventarsi nella consapevolezza che la trasformazione sarà tale, fino a che non ci sarà più tempo…E nel silenzio, nell'esperienza del nostro vissuto, nel vuoto…i pensieri prendono forma.

Ringrazio Il Comune di Monza e i Musei Civici per aver accolto la mia opera.

Elena Mutinelli

70


Nel silenzio piĂš teso

IL GESTO Anima e tempo

71


Elena Mutinelli

NON MOLLARE LA PRESA, particolare 2006 terracotta patinata, ferro e fune, 46x24x19 cm

72


THE GESTURE Soul and time Soul and time In the end ... It takes a while to generate ourselves, that unique time frame needed to originate. Then with a gesture, still intent on the daily grips of existence, a moment surprises us. Seneca, stoic, dominates the scene between action and thought. Anatomical fragments, wrapped in the white silence, listening, fused in the traits that speak of man - no story, no anticipation, for a moment present at the time of an action – they are preparing to become 'more', the vibrant moment that pulses , the only portion of time that we are given to live beauty.

Special thanks to the Municipality of Monza and the Civic Museums for embracing my works.

Nel silenzio piĂš teso

Face and hands are protagonists, sustainers of the revelation of mystery, big hands that accompany our amazement, hands projected to change, reinvent us in the awareness that transformation will be such, until there will be no more time ... And in the silence, in the experience of our lives, in the emptiness ... thoughts take shape.

Elena Mutinelli

DON’T LET GO, (detail), 2006 terracotta, iron and rope, 46x24x19 cm

73


Elena Mutinelli

NODI, particolare, 2007 marmo statuario, 56x20x21 cm

74


Nel silenzio piĂš teso KNOTS, detail, 2007 marble, 56x20x21 cm

75


Elena Mutinelli

MANI NELLA MATERIA, 2011 bronzo, 40 x 95 x45 cm

76


Nel silenzio piĂš teso HANDS IN MATTER, detail, 2011 bronze, 40 x 95 x45 cm

77


78

Elena Mutinelli


Nel silenzio piĂš teso IMPRONTA, 1992 modello per bronzo eseguito nel 2010 gesso, 78x41x40 cm

PRINT, 1992 model for bronze executed in 2010 chalk, 78x41x40 cm

79


“Abbiamo fatto di una fronte levigata, l’equivalente di un pensiero. Io sono come i nostri scultori, l’umano mi appaga. Vi trovo tutto persino l’eternità”. Memorie di Adriano – Tellus stabilita

Elena Mutinelli

Marguerite Yourcenar

80


Nel silenzio piĂš teso IMPRONTA, 1992 modello per bronzo eseguito nel 2010 gesso, 78x41x40 cm

PRINT, 1992 model for bronze executed in 2010 chalk, 78x41x40 cm

81


Elena Mutinelli

LA MORTE DI SENECA, 1995 gesso, 74x53x20 cm

82

SENECA’S DEATH, 1995 chalk , 74x53x20 cm


"We made of a smooth forehead, the equivalent of a thought. I'm like our sculptors, the human pleases me. I’ll find you everything even eternity. " Adriano's Memories – Tellus stabilita

Nel silenzio più teso

Marguerite Yourcenar

83


84

Elena Mutinelli


Nel silenzio più teso RITRATTI DI PAZZE, 99-2000 matita su carata, 50X70 cm PORTRAITS OF MADNESS, 99-2000 pencil on paper, 50X70 cm

85


Elena Mutinelli

RITRATTI DI PAZZE, 99-2000 matita su carata, 50X70 cm PORTRAITS OF MADNESS, 99-2000 pencil on paper, 50X70 cm

86


Nel silenzio piĂš teso DUBBIO, 2002 terracotta patinata, 23x43x30 cm DOUBT, 2002 terracotta, 23x43x30 cm

87


Elena Mutinelli

PREGHIERA NEL GIARDINO DEL GETZEMANI, 1996 matita su carta, 100 x 70 cm PRAYER IN THE GETZEMANI GARDEN, 1996 pencil on paper, 100 x 70 cm

88


89

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

QUI E ORA, 2010 marmo, 100x40x65 cm

90

HERE AND NOW, 2010 marble, 100x40x65 cm


Nel silenzio piĂš teso

NEL CHIOSTRO

91


L’allestimento è realizzato nella sala espositiva contemporanea del museo e si contamina all’esterno con i pezzi lapidei romani del chiostro, mettendone in risalto per contrasto o per analogia le valenze simboliche della rappresentazione plastica.

Elena Mutinelli

Dario Porta

92


Nel silenzio piĂš teso QUI E ORA, particolare, 2010 marmo, 100x40x65 cm HERE AND NOW, detail, 2010 marble, 100x40x65 cm

93


Elena Mutinelli

QUI E ORA, particolare, 2010 marmo, 100x40x65 cm

94


Nel silenzio piĂš teso HERE AND NOW, detail, 2010 marble, 100x40x65 cm

95


Elena Mutinelli

QUI E ORA, particolare, 2010 marmo, 100x40x65 cm

96


Nel silenzio piĂš teso HERE AND NOW, detail, 2010 marble, 100x40x65 cm

97


IN THE CLOISTER

Elena Mutinelli

The exhibition is realized in the contemporary exhibition hall of the museum, and continues outside in the cloister dialoguing with the ancient Roman stone pieces on display, emphasizing either by contrast or by analogy, the symbolic values of plastic representation. Dario Porta

ZEUS E PANDORA, particolare, 2010 marmo, 60x65x55 cm

98

ZEUS AND PANDORA, detail, 2010 marble, 60x65x55 cm


99

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

ZEUS E PANDORA, 2010 marmo, 60x65x55 cm

100

ZEUS AND PANDORA, 2010 marble, 60x65x55 cm


Nel silenzio piĂš teso ZEUS AND PANDORA, detail, 2010 marble, 60x65x55 cm

101


Elena Mutinelli

ZEUS E PANDORA, 2010 marmo, 60x65x55 cm

102


Nel silenzio piĂš teso ZEUS AND PANDORA, 2010 marble, 60x65x55 cm

103


Elena Mutinelli

SMAR E IO, 1999 - 2009 terracotta patinata, 80x41x27 cm

104


105

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

BANDOLO DELLA MATASSA, 2008 terracotta, 116 x70X25 cm

106

THE BEGINNING OF THE THREAD, 2008 terracotta, 116x70x25 cm


Nel silenzio piĂš teso SMAR E IO, 1999 - 2009 terracotta patinata, 80x41x27 cm

107


108

Elena Mutinelli


Nel silenzio più teso

ANTOLOGIA CRITICA | CRITICAL ANTHOLOGY

109


Marmi e terrecotte di Elena Mutinelli sfidano i maestri del rinascimento I GUERRIERI metropolitani di Elena Mutinelli (Milano 1967) hanno i volti fieri dei ragazzi africani che, con o senza permesso di soggiorno, popolano le nostre strade e lottano quotidianamente per guadagnarsi da vivere. Quelle che si vedono alla Casa degli Umiliati, sede dei Musei Civici di Monza, sono forme potenti, animate da uno spirito contemporaneo ma realizzate con una tecnica antica e impeccabile. Marmi e terrecotte sono i materiali prediletti dalla Elena Mutinelli, che dà sfoggio di virtuosismo in ogni sua opera e sembra voler sfidare i maestri del Rinascimento. Ma non c’è nostalgia nel passato nei suo lavori che al contrario, cercano di intercettare le ansie e le inquietudini esistenziali dell’oggi. Questa tensione è evidente nella serie di corpi, contratti nervosamente ripiegati l’uno sull’altro, e in quella di frammenti anatomici, costituita da mani disperatamente aggrappate a corde sospese nel vuoto. La mostra, trentacinque sculture e quindici disegni, vale una vista anche per scoprire la collezione dei Musei Civici, inaugurati due anni fa, oggi al centro di polemiche per la scarsa affluenza di pubblico a fronte di alti costi di gestione.

Michele Tavola

Elena Mutinelli

M. Tavola, Marmi e terrecotte di Elena Mutinelli sfidano i maestri del rinascimento, <<La Repubblica>>, XLI, Milano cultura, 2 luglio 2016, p. XVII.

110


Elena Mutinelli’s marbles and terracotta challenge the masters of the Renaissance The metropolitan WARRIORS by Elena Mutinelli (Milan 1967) have the proud faces of African boys, that with or without a residence permit, populate our roads and struggle daily to make a living. Those on show at the Casa degli Umiliati, home of the Civic Museum of Monza, have powerful forms, animated by a contemporary spirit but made using an ancient and impeccable technique. Marble and terracotta are Elena Mutinelli’s preferred materials. The artist displays virtuosity in all her works in which she appears to challenge the Renaissance masters. But there is no nostalgia for the past in her works which, on the contrary, try to intercept today’s existential anxieties. This tension is evident in the series of bodies, nervously contracted and folded one over the other, and in the anatomical fragments, consisting of hands desperately clinging to ropes suspended in the void. The exhibition, thirty sculptures and fifteen drawings, is worth a visit also to discover the collection of the Civic Museums, opened two years ago, and today at the center of attention due to the low turnout of the public whilst the operating costs are high.

M. Tavola, Marmi e terrecotte di Elena Mutinelli sfidano i maestri del rinascimento, <<La Repubblica>>, XLI, Milano cultura, July 2nd, 2016, p. XVII.

Nel silenzio più teso

Michele Tavola

111


Scultura: le mani, l’ossessione infinita di Elena Mutinelli Scolpisce soprattutto mani, Elena Mutinelli. In marmo e in terracotta, che si stringono e si contorcono. Le disegna anche. Sembra quasi un’ossessione, e forse lo è. “Mani forti – spiega – alle prese con l’afferrare brutale, con le intenzioni quotidiane dell’esistere, intrise di tensione emotiva, avide di potere, pronte a confrontarsi con il traffico, la tecnica, il ritmo, il suono roboante della vita”. C’è ne sono un paio straordinarie, di splendida forma espressionista, che stringono un teschio: un perfetto “memento mori” che sarebbe piaciuto a Raimondo di Sangro quando incaricò un giovane artista napoletano, Giuseppe Sanmartino, di stupire il mondo con un Cristo velato. Non a caso, dice di lei Martina Corgnati: “La Mutinelli ha acquisito un raro virtuosismo nella manipolazione e nel trattamento della materia più candida e dura, e un’invidiabile pratica in quella “via di levare” che, da Michelangelo in poi, è il modo privilegiato di estrarre l’essenza, rivelare l’anima delle cose, cioè la loro consistenza più vera, resa stabile (per così dire, eterna…) da una raggiunta perfezione estetica”.

Elena Mutinelli

Erede talentuosa di una schiatta di scultori lombardi, Elena ha studiato sodo per imparare il mestiere, non credendo – come molti artisti del contemporaneo – che l’improvvisazione paghi. Ha frequentato a Milano lo studio di Cosentino, allievo di Martini, poi l’accademia di Brera, poi soggiorno obbligato a Pietrasanta dove la sua scultura inizia ad assumere un taglio personale (inizialmente drammatico ed inquietante, in seguito comunque espressivo ma più disteso), poi la collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano, dove si confronta, riproducendole, con le statue originali che adornano le guglie. A parte le mani, la Mutinelli si esprime al meglio nella figura umana; perfetta l’anatomia, perfetti i dettagli, sia quando resta nel levigato biancore dell’apollineo marmoreo, sia quando predilige il dionisiaco come in certe terrecotte o in certi dipinti nei quali il colore si fa materia, alla maniera lombarda. Proprio per restare in tema lombardo, in questi giorni Elena Mutinelli espone in una collettiva dedicata a Testori (La Compagnia del Disegno, via Santa Maria della Valle 5, Milano, fino al 30 gennaio) insieme a una risma di artisti che del grande intellettuale e critico si sentono figli.

Angelo Crespi A. Crespi, Mutinelli, l’ossessione per le mani e l’amore per la figura umana, << Il Giornale off>>, XLI, 7 dicembre 2014, p.24.

112


Sculpture: the hands, Elena Mutinelli’s never-ending obsession Elena Mutinelli essentially sculpts hands. In marble and terracotta, which grasp and struggle. She draws them too. It seems almost an obsession, and perhaps it is. "Strong hands - she explains - struggling with brutal grasps, with the daily intentions of existence, full of emotional tension, hungry of power, ready to confront themselves with the traffic, the technique, the rhythm, and the thunderous sound of life" . A couple of these hands are extraordinary, of gorgeous expressionist form, clutching a skull: a perfect "memento mori" which would have been appreciated by Raimondo di Sangro when he asked the young Neapolitan artist, Giuseppe Sanmartino, to amaze the world with a veiled Christ. Not surprisingly, Martina Corgnati says: "Mutinelli has acquired a rare virtuosity in the handling and treatment of the most candid and tough material, and an enviable capability in the “via di levare” which, from Michelangelo onwards, is the preferred way to extract the essence, revealing the soul of things, specifically their truest texture, stabilized (as if eternal ...) from an achieved aesthetic perfection."

Along with hands, Mutinelli best expresses herself with the human figure; the anatomy is perfect, the details are perfect, both when she remains in the polished whiteness of the apollinean marble, and also when she prefers the Dionysian side as in some terracottas or in certain paintings in which color becomes matter, in the Lombard manner. And as regards to the Lombard topic, in these days Elena Mutinelli’s works are on show in a collective exhibition dedicated to Testori (La Compagnia del disegno, Via Santa Maria della Valle 5, Milan, until January 30th) along with other artists who feel they derive from the great intellectual and critic, Testori.

Nel silenzio più teso

Talented heir of a family of Lombard sculptors, Elena studied hard to learn the craft, not believing –unlike other contemporary artists - that improvisation would pay. In Milan she attended the studio of Cosentino, a pupil of Martini, then Brera’s Academy, then the obliged sojourn in Pietrasanta where her sculptures start to assume a more personal style (initially dramatic and disturbing, later expressive but more relaxed) and finally the collaboration with the Veneranda Fabbrica of the Duomo of Milan, where she confronts herself with the original statues adorning the spires, by reproducing them.

Angelo Crespi A. Crespi, Mutinelli, l’ossessione per le mani e l’amore per la figura umana, << Il Giornale off>>, XLI, December 7th, so14, p.24.

113


Elena Mutinelli: Michelangelo del Duemila

Elena Mutinelli

Si sa che nelle arti figurative e nella scultura, in particolare, i nomi femminili di risonanza nazionale e internazionale, che vivono solo di arte, sono pochissimi nel mondo. Ci vengono in mente due nomi: la francese Louise Bourgeois e la tedesca Kiki Smith, entrambe di fama planetaria. In Italia, nessuna donna è mai arrivata all’Olimpo, mantenendosi con l’arte. L’eccezione (ed una bella realtà) è rappresentata da una giovane artista (sui quaranta, quindi una bambina nel mondo dell’arte) che già da tempo si fa notare per una forza innata nello stile, una sapienza primordiale nella creazione e realizzazione delle sue sculture di parti di corpo, il tutto in un’atmosfera di grande sensualità e realismo. L’artista è Elena Mutinelli, bionda con penetranti occhi chiari e scrutatori, dotata di una forza fisica che stupisce, in un corpo minuto, tutto nervi e idee. I suoi temi sono l’uomo, la virilità, la plasticità dei corpi, il carattere predatorio dell’essere umano. Scolpisce mani nodose, con dita pronte a stringerti ed afferrarti, quasi ti volessero strappare i vestiti, le membra e l’anima. Mutinelli aggredisce la materia, marmo, resina o altro, con una sapienza del fare che la porta a realizzare le sue opere dal bozzetto iniziale, fino all’opera finale, grazie anche alla gavetta fatta a Pietrasanta, in cantiere e alla Fabbrica del Duomo, dove ha lavorato per alcuni periodi. L’artista sa esprimersi, sia sui corpi tonici, sia sui visi dei vecchi, dove segue le rughe con dolcezza e determinazione. Fin dalla nascita, a Milano, dove si è formata all’Accademia di Brera, ha respirato libertà di azione e di pensiero, insieme all’arte, grazie al nonno materno, Silvio Monfrini, notevole scultore, autore tra l’altro del monumento a Francesco Baracca. Un critico milanese l’ha definita la scultrice italiana più significativa del Duemila e altri l’hanno definita un Michelangelo del terzo Millennio, che attraverso le parti del corpo, arriverà a sfidare il Sommo, quando si dedicherà a realizzare una figura intera. Negli ultimi due anni, è stata presentata da Vittorio Sgarbi in occasione del salone Nautico di Genova, insieme a Giuseppe Bergomi. Ha esposto al prestigioso Museo di S. Giulia a Brescia. Alla Fiera d’arte contemporanea di Parma è stata premiata da Philippe Daverio. Sue opere sono presenti a New York al Madison Towers e in varie altre parti del mondo. Sta lavorando con operatori d’arte di Miami e sta preparando una mostra alla Giudecca a Venezia. La Michelangelo del Duemila scava nella materia, con la forza delle sue mani, che sembrano non conoscere confini, lavora e pensa, stringe i denti e va avanti. E dì sé, Elena Mutinelli afferma: “Scavo con la matita dentro e fuori quel muro di probabilità e varianti che i forti profili a malapena riuscirebbero a contenere: la forza, il potere, il cannibalismo”.

Mauro Pecchenino Elena Mutinelli: Michelangelo del Duemila, FlipMagazine, ottobre 5, 2011, categoria attualità, Mauro Pecchenino

114


We know that in the visual arts and in particular in sculpture, the female names of national and international importance, which live only of art, are very few in the world. Two names come in mind: the French Louise Bourgeois and the German Kiki Smith, both famous worldwide. In Italy no woman has ever arrived at the Olympus, earning a living with art. The exception (and a beautiful reality) is represented by a young artist (in her forties, therefore a little girl in the world of art) who for some time has been noted for her innate strength in her style, a primordial wisdom in the creation and execution of her sculptures of body parts, in a sensual and realistic atmosphere. The artist is Elena Mutinelli, blonde with piercing and investigating clear eyes, provided with striking physical strength, in a small body, full of nerves and ideas. Her themes are man, virility, the plasticity of the bodies, and the predatory character of human beings. She sculpts gnarled hands, with fingers ready to grab and hold you, as if they wanted to tear your clothes, your limbs and soul. Mutinelli attacks materials, marble, resin or other, with a know how that leads her to create her works from the initial sketch to the final work, thanks also to the training in Pietrasanta and at the Fabbrica of the Duomo, where she worked for some time. The artist can express herself, both on toned bodies, and on the faces of the old, where she follows all the wrinkles with gentleness and determination. Since birth, in Milan, where she attended the Academy of Brera, she has breathed freedom of action and thought, together with art, thanks to her maternal grandfather, Silvio Monfrini, remarkable sculptor, author of the monument to Francesco Baracca. A Milanese critic has defined her, the most significant Italian sculptor of the 20th Century and others have defined her, a Michelangelo of the Third Millennium, who through parts of the body, when she will realize a full figure she will arrive at challenging the Supreme artist. In the last two years, she was presented by Vittorio Sgarbi on the occasion of the Genoa Boat Show, along with Giuseppe Bergomi. She has exhibited at the prestigious Museum of Santa Giulia in Brescia. At the Contemporary Art Fair of Parma she was awarded by Philippe Daverio. Her works are at the Madison Towers in New York and in various other parts of the world. She is working with art operators of Miami and is preparing an exhibition at the Giudecca in Venice.

Nel silenzio piĂš teso

Elena Mutinelli: The Michelangelo of the 2oth Century

The Michelangelo of the 20th century digs into matter, with the strength of her hands, which seem not to know boundaries; she works and thinks, grits her teeth and moves on. And about herself Elena Mutinelli says: "I dig with the pencil in and out of that wall of probability and variations which strong profiles would hardly be able to contain: strength, power, cannibalism."

Mauro Pecchenino Elena Mutinelli: Michelangelo del Duemila, FlipMagazine, October 5th, 2011, category recent events, Mauro Pecchenino

115


Vittorio Sgarbi “Le mani afferrano un’idea nello spazio; cercano un pensiero perduto; esprimono forza ed energia. Le sculture di Elena Mutinelli vivono” Vittorio Sgarbi

Elena Mutinelli

V. Sgarbi, in Arte Contemporanea al Salone Nautico di Genova, invito della mostra, conferenza sulla mostra, Genova, Salone Nautico di Genova 4.10/7.10.2008, a.c. di ArteAmica, a.c. di Sessa Marine

116


Vittorio Sgarbi "The hands grasp an idea in space; they seek a lost thought; they express strength and energy. Elena Mutinelliâ&#x20AC;&#x2122;s sculptures live " Vittorio Sgarbi

Nel silenzio piĂš teso

V. Sgarbi, in Contemporary Art at the Genoa Boat Show, the invitation of the exhibition, conference on the exhibition, Genoa, Genoa Boat Show 4.10 / 7.10.2008, a.c. of ArteAmica, a.c. Sessa Marine

117


BREVE BIOGRAFIA La scultura entra molto presto nella vita di Elena Mutinelli. Nipote dello scultore figurativista Silvio Monfrini, molto attivo in Lombardia nella prima metà del Novecento, e a sua volta allievo di Ernesto Bazzaro, l’artista, nata a Milano nel 1967, prende subito familiarità con la scultura, un’arte antica, esercitata dal nonno con ispirazione e maestria tecnica. La scelta di frequentare corsi d’indirizzo artistico è una naturale conseguenza di questa fascinazione familiare, e questa attività di studio sarà affiancata dall’apprendimento diretto della tecnica nello studio milanese di Gino Cosentino. Dopo l’ottenimento del diploma di laurea all’Accademia di Belle Arti di Brera si trasferisce a Pietrasanta per consolidare la tecnica scultorea del marmo. Il contatto con la materia grezza, così densa di possibilità, e la pratica scultorea esercitata insieme alle maestranze locali saranno esperienze fondamentali nel raggiungimento di una padronanza tecnica sopraffina. La conferma di questa facilità a trattare il marmo sarà sancito dal rapporto di collaborazione instaurato a partire dai primi Anni Novanta con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

Elena Mutinelli

L’inizio del nuovo secolo vede l’artista raccogliere i primi successi di un lungo e approfondito processo di maturazione della propria arte. Crea le proprie opere in uno studio personale e inizia a collaborare con prestigiose gallerie nazionali e internazionali. Numerose le esposizioni personali e collettive, e notevoli i riconoscimenti della critica. Non basta: Elena Mutinelli oggi più che mai continua nel suo studio in Brianza la sua personale ricerca plastica sull’enigma del corpo, dando vita a opere di intrigante bellezza e compiuta maestria.

118

Dario Porta


Nel silenzio piÚ teso Ritratto fotografico ŠAntonio Piccin

119


Elena Mutinelli

Photographic portraits ŠAntonio Piccin

120


BRIEF BIOGRAPHY Sculpture enters very early in the life of Elena Mutinelli. Granddaughter of the figurative sculptor Silvio Monfrini, very active in Lombardy in the first half of the twentieth century and in turn a student of Ernesto Bazzaro, Mutinelli was born in Milan in 1967, immediately familiarizing with sculpture, an ancient art, practiced by her grandfather with inspiration and technical mastery. The choice of attending art courses is a natural consequence of this family appeal, and her studies will also be reinforced by the direct learning of the technique in the Milan studio of Gino Cosentino.

The beginning of the new century sees the artist collecting the first successes of a long and exhaustive process of maturation of her art. She creates her works in a personal studio and begins to work with prestigious national and international galleries. Numerous are the personal and group exhibitions, and significant are the praises of the critics. Elena Mutinelli, now more than ever, continues in her studio in Brianza her personal plastic research on the enigma of the body, creating works of intriguing beauty and talented quality. Her works are present in several public and private collections.

Dario Porta

Nel silenzio piĂš teso

After obtaining a university degree at the Academy of Fine Arts of Brera, she moves to Pietrasanta to consolidate the marble sculptural technique. The interaction with the raw material, so full of possibilities, and the sculptural practice exercised together with local craftsmen will be fundamental experiences in achieving superfine technical skills. The confirmation of this facility in treating marble will be sanctioned by the collaborative relationship established since the early Nineties with the Veneranda Fabbrica of the Duomo of Milan.

121


Elena Mutinelli

ESPOSIZIONI

122


Esposizioni personali 2016 Nel silenzio più teso, dal 26 giugno all’11 settembre 2016, a.c. D. Porta, Musei Civici di Monza, Monza. 2015 Pietrasanta al Sylacauga marble festival con Elena Mutinelli, dal 5 aprile 2015 al 19 cilio Culturale dell’Alabama, Sylacauga Alabama, USA. 2015

aprile 2015 a. c. regione Toscana per l’italia e Con-

J. Pietrobelli in Forti Profili, a.c. di J.Pietrobelli, Sopra le Logge - Palazzo Gambacorti, Pisa.

2014

Ispirazione Téchne - corpo a corpo con la scultura, a.c. di V. A. Sacco, testi in catalogo a.c. V. A. Sacco, Villa Casati Stampa di Soncino, Muggiò (MB). 2012 Double show: John Keating | Elena Mutinelli - Le mani, il gesto e la lingua del corpo nella contemporaneità, a.c. di S. Marsiglione, Galleria d’arte MAG, Como. 2011

Terre inconsuete, Elena Mutinelli, a.c. di V. A. Sacco, Confraternita di Santa Marta, Agliè (TO).

2009

Sculture dal 1991 al 2008, a.c. di A. Toubas, testi in catalogo a.c. di S. Crespi, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno, Milano.

2005

La scelta di Eros, a.c. di G. Mazzola, testo in catalogo di A. Lomassaro, Galleria d’Arte Entroterra, Milano.

2004

Il Tempo di Eros, a.c. di D. Benedetto, testi in catalogo di D. Benedetto, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.A. Lugano, (CH).

2003

Prima del volo, a.c. di D. Benedetto, testi in catalogo di D. Benedetto, Museo Civico del Marmo, Carrara (MS). Follie d’artista, a.c. di D. Benedetto, testo in catalogo di D. Benedetto, libreria Bocca, Milano.

• 2001

Sculture, a.c. Museo Gilardi, Stoccolma, (S).Personale di Elena Mutinelli, a.c. della Galleria d'Arte Linati di Milano, Redecesio, Segrate, (MI).

2000 Elena Mutinelli, dinamica del corpo, a.c. di Bayer, con la partecipazione straordinaria dell’Accademia Concertante d’Archi e con la partcipazione straordinaria del maestro d’orchestra M. Benaglia, Castello del Seprio, (CO). • Elena Mutinelli & O.C., a.c. di Owens Corning, Museo d’Arte Antica e Contemporanea Lo Studiolo, Milano. 1999

• •

Magia nelle mani: Il cioccolatino, Centenario Lindt, Villa Ponti, Varese. Elena Mutinelli, la forza della scultura, Libreria Garzanti, Milano. Il cavallo e la follia, Gran Premio del Jockey Club, Ippodromo di Milano, Milano.

1998

Mani sul corpo, a.c. di G. Segato, testi in catalogo di G. Segato, Chiostro di Villa Rufolo, Ravello, (SA).

1994

Elena Mutinelli, Escultura e Dibujos, Fondazione Paiadeia, Madrid, Spagna.

1989

Elena Mutinelli, a.c. di P. Finocchiaro, Studio Bassoli, Milano.

Nel silenzio più teso

2006 Sculture e disegni, a.c. di G. Cappelletti, a.c. di P. Cappelletti, Galleria d’Arte Gabriele Cappelletti Arte Contemporanea, Milano.

123


Esposizioni collettive 2016 Percorso animale, a.c. di A. Bellati, Palazzo Pretorio, Chiavenna, (SO). 2015

Expo Arte italiana- a. c. V, Sgarbi, Villa Bagatti Valsecchi, Varedo, (MI). Immagine al femminile, a. c. Stefano Crestpi, galleri ad’Arte Compagnia del Disegno, Confcommercio, Milano artisti presenti Lucian Froid.

2014 DonnaScultura | XII edizione • Concorso internazionale di scultura organizzato dal Comune di Pietrasanta in collaborazione con la provincia di Lucca: Elena Mutinelli tra le prime quattro artiste vincitrici del concorso, a.c. di C. Celli e V: Fogher, testi in catalogo di D. Lombardi, V.Fogher, C. Celli, opere di C. Marchelli, E: Mutinelli, M. P. Fathallah, I. Sannes, chiesa di S. Agostina Pietrasanta, Lucca. • Opere su Carta, a.c. Alain Toubas, opere di E. Bloch, A. Boyer,P. Combet-Descombes, L. Crocicchi, E. Cucchi, B. Damiano, F. Faini, G. Frangi, G. Gorni, S. Gabai, F. Galli,M. Gurtner, J. Jardiel, J. Keating,A. Leroux, F. Linari, A. Martinelli, I. Mitoraj, K. Mitsuuchi,G. Testori, P.Vallorz, Varlin, Velasco, A: Verdi,L. Vernizzi, R: Vernizzi, G: Vitali, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Antologia V, a.c. di P. Marini e L. De Santi, opere di: E. Morlotti, C. Mattioli, A. Chighine, F. Francese, G. Ferroni, G. Guerreschi, P. Lavagnino, R.Guttuso, E. Della Torre, W. Valentini, A. Ghinzani, G. Ossola, F. Galli, E. Mutinelli, P. Giunni, P. Ruggeri, B. Luino, L. Broggini, G. Paganin, Galleria d’Arte Marini, Milano. • Ritratti a Testori, Elena Mutinelli, a. papetti, G. Vitali, T. Pericoli, Crocicchi, A. Martinelli,varlin, G. Soavi, Maria Mulas- a. c. Alain Toubas, Compagnia del Disegno, Milano. 2012

Elena Mutinelli

2011

• • • • •

124

Essenzialmente la mano, a.c. di F. Bassetto, A. Pluchinotta e A. Sandonà, testi in catalogo di A. Pluchinotta, tra le maggiori opere presenti: Botero, Breton, Dali’, Finotti, Giacometti, Mirò, Mitoraj, Mutinelli, Paladino, Picasso, Ponti, Quinn, Rodin, Segal, Caffe' Pedrocchi, Piano Nobile, Padova. Bestiario, “Antologia di artisti”, a.c. di A. Toubas, opere di E. Delacroix , Muller, Schlichter, Leroux, Aguayo, Salvini, Varlin, R. vernizzi, Sassu-karibian, Testori , Saroni, Damiano, Paganin, Fioravanti , Vallorz , Vitali, Battarola, Bertasso, Boyer, Carutti, Crocicchi, Faini , Frangi, Gregolin, Keating, Iatella, Mitsuuchi, Mottolese, Mutinelli, Regazzoni, Santinello, Velasco,Verdi , l. Vernizzi , Zucconi, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno, Milano. Premio opera finalista, Artisti in mostra, fiera di artisti contemporanei, riconoscimento di P.D’Averio, Galleria d’Arte Entroterra, Reggio Emilia. Gam, Arte accessibile a Milano,a.c. Chiara Canali, sede del Gruppo 24 Ore, Milano. Articolo 11, a. c. di S. Bartolena, Torre Viscontea, Lecco. I labirinti della paura, a. c. di E. Pagani, testi in catalogo, V. Agosti, Palazzo Pirelli, Milano. Finis Valtellinae? Le identità della Valtellina nell’arte contemporanea, a.c. di G. M. Prati ,a.c. di P. Lesino, progetto culturale a.c. di Arcadia associazione culturale, testi in catalogo a.c. di G. M. Prati a.c. di P. Lesino, opere di INTRA: L. Conca, B. Ritter , R. Plevano, S.Fistolera ,Y. Barcelò Hondares, V. Dell'Agostino, C. Pozzoli, G. Alberio, B. Baldari , V. Righini , F. Folli, EXTRA: M, Fasoli , G. Corona, P. Quaresima, N. Nannini, F. Marzorati, A.Bertoldi, G. Penacca, C. Magrassi, G. Armellini, E. Mutinelli, Palazzo Pretorio, Sondrio. Il Mito del Vero Situation, progetto culturale a.c. di Arcadia associazione culturale, testi in catalogo di G. M. Prati di P. Lesino, opere di S. Argiolas, A. Arrivabene, M. Bottoni, V.Bursich, R. Coda Zabetta, G. Corona, D.Venezia , A. Damioli, E.Dascanio, M.Fasoli, M. Felisi, M.Galliani , O.Galliani, S. Garrisi , S. Magrassi, M. Massagrande , S. Milazzo, I. Morganti , E. Mutinelli, N.Nannini, C.Onorato, R.Ossola , S. Pennacchio, A. Pirovano, P.Quaresima, R. Rampinelli, A. Russo, D. Scazzosi , P.Signorelli , D. Spoerri , F.Varotto , D. Vescovi, C. Walton, Spazio Guicciardini, Milano. Il Mito del Vero Situation, progetto culturale a.c. di Arcadia associazione culturale, testi in catalogo di G. M. Prati e di P. Lesino, opere di Andy, Argiolas, Armellini, C. Bedini, P.Brenzini, G. Buratti, V. Bursich, C. Cane, A. Damioli, M. Fasoli, M. Felisi, S.Garrisi, L. Giandotti, A. Giovannini, E. Gregolin, C.Magrassi, M. Martelli, A. Marziano, M. Massagrande , E. Mutinelli, A. Palazzini , S. Pennacchio, P. Quaresima, I. Raugei, F. Rinaldi, E.Rossi, R.Serenari, M. Stigliano, W. Trecchi, F. Vescovo, W. Marc Zanghi, A. Zecchini, Palazzo Guidobono, Tortona.


• • • • • •

2010

Spoleto Festival Art 2011, a.c. di L. Filipponi, a.c. A. Trotti, Spoleto, (PG). E la chiamano estate, a.c. di A. Lomassaro, a.c. di G. Mazzola, Galleria d’Arte Entroterra, Brescia. Storie di Terra a c.di V. A. Sacco, Confraternita di S. Marta, Agliè, (TO). Settimana dell’arte a Brescia, Arte nell’Arte, opere di, M. Pierobon, M.l Barceló, M. Lodola, S.Hell,.F. Pasquali, E. Mutinelli, M. Mazzoni, R. Müller, S. Battarola, G. Paolini,Enrico Castellani, A. Adams, K. Altmann, S. Bombardieri, F. Hitzler, S. Skoglund, B. Muzzolini, C. Laus, F. Criquet, E. Dal Verme, Santa Giulia Museo della Città, Brescia. Galleria S.Eufemia di Venezia, opere di V. Agius, E. Mutinelli, N. Vergili, M. Zanusso, La Giudecca, Venezia. Sette sale per sette artisti, opere di Diego Bianconi, E. Gregolin, P. Mougin, E. Mutinelli, A. Verdi, M. Verzasconi, John Vincent, Centro culturale Casa Cavalier Pellanda, Biasca CH. Viaggiatori sedentari, a. c. G. Mazzola, opere di C. Iotti, M. Manzella, E. Achilli, N. Biondani, V. Calli, E. De Gregorio, A. Gnocchi, E. Mutinelli, D. Sambiasi, G. Tirelli, S. Santoddì, Galleria d’Arte Entroterra, Brescia.

2008 Scultura, a.c. di G. Mazzola, opere di E. Mutinelli, A. Baillon, Zoran Juric, G. Tirelli, N. Biondani, Galleria d’Arte Entroterra, Milano. • Donne, Galleria d’Arte 2000, Milano. • Collettiva, a.c. di F. Senesi, Galleria d’Arte Franco Senesi Fine Art, Positano, Capri, (SA). • Aspetti Della Figurazione Contemporanea, Italia: le ultime generazioni, a.c. di ArteAmica, a.c. di G. Algranti, Figurae, testi in catalogo di G. Algranti e di S. Crespi, Tekne International, Milano, realizzazione di Arte Amica S.R.L., Milano, opere di A. Arrivabene, G. Bergomi, M. Bottoni, A. Boyer, L. Crocicchi, G. Ducrot, E.Greco, Carlo Guarienti, A. Martinelli, E. Mutinelli, U. Riva, E. Robusti, G. Scalco, A. Sughi, L. Ventrone, esposizione promossa dal Comune di Reggio Calabria, Villa Genoese Zerbi, Reggio Calabria. • Arte Contemporanea al Salone Nautico di Genova, opere di E. Mutinelli e G. Bergomi, a.c. di ArteAmica, testi in catalogo di V. Sgarbi, realizzazione di ArteAmica, allestimenti a.c. di Sessa Marine, Genova. • La censura nell’arte, a.c. di G. Serafini, opere di A. Arrivabene, Saturno Buttò, Roberto Giavarini, A. Lucarella Masetti, G.Marchello, M. Marchesotti, P. Masserini, E. Monaco, E. Mutinelli, E. Negretti, L. Perrone, C. Previtali, P. Schmidlin, F. Severino, Le Segrete di Bocca, Milano. • Male di Miele, a.c. di Wannabee Gallery, a.c. M. Pozzi per ABA per lo studio, la ricerca e l’indirizzo alla cura di anoressia, bulimia e disordini alimentari, Revel Scalo d’Isola, Milano. • Collettiva artisti della Galleria, a.c. di G. Mazzola, opere di E. Achilli, A. Biancalani, W. Borghetti, D. Della Venezia, E. De gregorio, Feltus Feltus, J. George, A. Gnocchi, C. Lotti, l. Irwin, M. Kerboas, A. Lucchesi, M. Manzella, S. Montò, E. Mutinelli, H. Olijve, D Sambiasi, S. Santoddi, P. Taeke, G. Tirelli, F. Toniutti, M. Weemales, Galleria d’Arte Entroterra, Milano.

Nel silenzio più teso

2009 Abroad, a.c. A. Lomassaro, a.c. di G. Mazzola, Gallleria d’Arte Entroterra, Milano. • Eros a fior di pelle, a.c di A. Lomassaro, a.c. di G. Mazzola, opere di C. Iotti, D. Dalla Venezia, J. George, L. Irwin, M. Manzella, M. Weemaels, E. Mutinelli, Galleria d’Arte Entroterra, Brescia. • Broken Dreams Boulevard, a.c. Bianca Laura Petretto, Artandgallery, Milano. • Neowunderkammer "Il mondo diventa arte, l'uomo e' arte", a.c. di E.Sassoli De Bianchi e F. Cocchi, opere di A. Cagianelli, M. Bottaro, L. Cardi Fabrizio Cocchi, A. Codognato, L. Geraci, Vittorio Gui, Patrizia Guerresi, Elena Mutinelli, Tommaso Neri, M. Peretti, L. Perrone, G. Schodl, C. Terlizzi, Spazio Fabrizio Cocchi, Bologna.

2007 Curator's Collection, a.c. di Maria Livia Brunelli, Mlb Home Gallery, Ferrara. • Figurae, Antologia della Figurazione Contemporanea “Italia: le ultime generazioni 3”, a c. di G. Algranti , a.c. di A. Agazzani, testi in catalogo di A.Agazzani e di G. Algranti, opere di L. Vernizzi, E. Robusti, S. Paolino, G. Tommasi Ferroni, E. Mutinelli, E. Greco, M. Kokocinski Molero, Spazio Figurae, Tekne Internationl, Milano. • Neuro, tecniche di rianimazione collettiva, a.c. di S. Sgrilli, Teatro delle Erbe, Milano. • Premio Giovanni Paolo II, sezione scultura, medaglia d’argento con l’alta adesione della Presidenza della Repubblica Italiana e i patrocini del Consiglio Regionale della Campania, della Delegazione Pontificia per il Santuario Della Beata Vergine Del Rosario Di Pompei e del Comune Di Pompei, Pompei, (NA). 125


• • • • • 2006

Elena Mutinelli

• • • • • • •

13x17 www.padiglioneitalia, progetto per la Biennale di Venezia 2007, a.c. del comitato organizzativo E. Agudio, J. Blanchaert, E. Caracciolo Di Torchiarolo, R. Culotta, I. Eschenazi Focsaneanu, R. Gaito, da un’idea di E. Agudio, C. Alaimo, M. Calascibetta, con il sostegno di P. Daverio, Berengo Fine Arts, Murano, Venezia. Rasoi di seta, 50 artisti per Alda Merini, libreria Archivi del 900, Milano. Art(verona07, Fiera d’Arte Contemporanea di Verona, Galleria d’Arte Entroterra, Milano. Mani, a.c. di E. Berti e T. Berti, opere di E. Berti, T. Berti, N. Bolzonella, M. Dahan, C. Ianniello, E. Mutinelli, Galleria d'Arte Alt!Studios, Dolo, (VE). Elena Mutinelli in Reflex, a.c. di N. Sgobio, Reflex, Milano. Ri – esistenze, a.c. di G. Cerri, testi in catalogo di C. Bollino Bossi, F. Mattioli e L. Nicoletti, prefazione in catalogo di A. Negri Galleria d’Arte Contemporanea Cascina Roma, San Donato Milanese, Milano. Nudi - Nudi - Nudi – Nudi, a.c. di A. Toubas, opere di H. Albert, S. Battarola, V. Bellini, E. Bernard, L. Bertasso, E. Bloch, F. Bonjour, A. Boyer, P. Combet-Descombes, L. Crocicchi, B. Damiano, A. Derain, F. Faini, I. Fioravanti, G. Frangi, O. Friesz, S. Gabai, V. Gatti, T. Gericault, R. Gilli, F. Gruber, M. Gurtner, J. Keating, M. Luce, J. Marin, A. Martinelli, K.K. Mehrkens, I. Mitoraj, K. Mitsuuchi, E. Mutinelli, V. Nisiviccia, G. Paganin, K. Prior, J. Pascin, D. Regazzoni, G. Rivadossi, A. Santinello, C. Schad, G. Testori, Varlin, P. Vallorz, S. Vacchi, F. Vallotton, Velasco, A. Verdi, L. Vernizzi, R. Vernizzi, G. Vitali, C. Zucconi, Galleria d’Arte Compagnia Del Disegno, Milano. Emergenza pianeta al femminile, a.c. di G. Chiesa a.c. di A. M. Martini, a. c. di N. Morra, con il patrocinio della Regione Lombardia: Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, del Centro di Lingua e Cultura Italiana di Parigi e dell’Ente promotore dell’iniziativa CNRS, Studio d’Ars, Milano. Emergenza pianeta al femminile, Studio B 2, Genova. Emergenza pianeta al femminile, Studio B 2, Parigi. Fiera d’Arte Contemporanea di Catania, Galleria d’Arte Enroterra di Milano, Catania. MiArt, Galleria d’Arte Gabriele Cappelletti Arte Contemporanea, Milano. Art(verona06, Fiera d’Arte Contemporanea, Galleria d’Arte Entroterra di Milano, Verona. Immagina, Fiera d’Arte Contemporanea Reggio Emilia, Galleria d’Arte Entroterra di Milano, Reggio Emilia. XVIII Rassegna Nazionale di disegno Giovanni Segantini, commissione artistica a.c. di R. Bossaglia, G. Brembati, G. Cappelletti, S. Zatti, Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani, Nova Milanese, Milano.

2005 Collettiva, Galleria d’Arte Gabriele Cappelletti Arte Contemporanea, Milano. • Mani, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Con-tatto, giovane scultura a Milano, a.c. di M. Mojana, MiArt Fiera d’Arte contemporanea, Milano. • Art(verona05, Fiera d’Arte Contemporanea, Galleria d’Arte Entroterra di Milano, Verona.

2004 Scultura, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Donne, Galleria d’Arte 2000, Milano. • Racconti scultorei, la scultura dialogo sociale, a.c. di V. Vigliaturo, Centro Storico Comune Chieri, (TO). • Percorsi scultorei, a.c. di V. Vigliaturo, a. c. di P. Levi, Parco del Castello di Pavarolo con il patrocinio della Provincia di Torino e della Regione Piemonte, Pavarolo, (TO). • Il circo, Galleria d’Arte Entroterra, Milano. • Asta di Arte Contemporanea a favore della Fondazione Umberto Veronesi, Porro &c. Art Consulting, Milano. • 7° Simposio Internazionale di Scultura su pietre del Friuli Venezia Giulia, Parco Sculture Vergnacco, Reana dal Rojale, (UD). • Swish, Montenapoleone Art Shop, Salone internazionale di Arti e Design, direzione artistica a.c. di F. Bianucci Cinelli, G. Manzoni, D. Montalto, V. Redis, Milano.

126

2003 Tetralogia della natura, acqua, a.c. di F. Arensi, testi in catalogo a.c. di F. Arensi, Galleria d'Arte Marieschi, Milano. • Giovanni Testori: un ritratto, a.c. di F. Arensi, testi in catalogo di F. Arensi, Mazzotta editore, Palazzo Leone da Perego, Legnano, (MI).


• •

In memoria di Carlo Linati, Galleria d'Arte Bellinzona, Milano. Tetralogia della natura, acqua, Arte Fiera Bologna, Galleria d'Arte Marieschi di Milano, Bologna.

2002 Collettiva, Galleria d'Arte Marieschi, Milano. 2001 Una stretta di mano, Studio d’Ars, Milano. • Collettiva, Galleria d'Arte Marieschi, Milano. • Indagine sul realismo, Arte Fiera Bologna, Galleria d’Arte Marieschi di Milano, Bologna. 2000 Primo premio di scultura, Museo Gilardi, Querceta, (LU).

1999 Premio delle Arti plastiche e figurative per giovani artisti, Lyons Club, Monza, (MI). • Disegni per scultura, Permanente/Atelier, Museo della Permanente, Milano. 1998 Il corpo della pittura, a. c. di D. Melisi, con la collaborazione di S. Arfondi, Care Of, Cusano Milanino, (MI). • Collettiva, Galleria d'Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Centro Culturale Giovanni Testori, Vertova, (BG).

1996 Collettiva, Galleria d'Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Scultura e iperrealismo spagnolo, Galleria d'Arte Marieschi, Monza, (Mi).

• • •

1995 Venature, Castello Visconteo, con il patrocinio della Società di Belle Arti ed Esposizione. Permanente di Milano, Trezzo d'Adda, (Mi). La bottega del ritratto, Galleria d’Arte Schubert, Milano. Topi d'archivio, a. c. di F. Pasini, Via Farini, Milano.

• •

1994 Concorso per la Biennale di Lisbona, opera selezionata, Fiera Campionaria, Milano. Opera selezionata per il comune di Milano, circuito Gai, MiArt , Milano.

1993 Premio Lyons Club Monza Host, opera selezionata, Monza, (MI).

• • •

1992 Arte senza frontiere testimonianze di pace, a.c. di J. Pietrobelli, Museo Bottini dell'Olio, Livorno. Arte senza frontiere testimonianze di pace, a.c. di J. Pietrobelli, Museo Palazzo Lanfranchi, Pisa. Collettiva, a.c. di J. Pietrobelli, Galleria d'Arte Prato dei Miracoli, Pisa.

1991 Collettiva di scultura, Sala Napoleonica, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano.

1990 Collettiva di scultura: Mani, Studio D’Ars, Milano.

Nel silenzio più teso

1997 Arte Fiera Bologna, Galleria d’Arte Marieschi di Milano, Bologna. • Collettiva, Galleria d'Arte Compagnia del Disegno, Milano. • Collettiva, Galleria d'Arte Davico, Torino. • Opere, opere selezionate di E. Mutinelli per il catalogo ventennale del Lyons Club, Monza, (MI). • 9° Simposio Internazionale di Scultura, commissione artistica a.c. di F. Barbieri, M. Berrocal, C. Riva, G.Segato , N. stringa, T. Toniato, T. Trini, Nanto Pietra, (VI). • 5° Simposio Internazionale di Scultura “Scogliera viva”, commissione artistica del G. Segato, Caorle, (VE).

127


Elena Mutinelli

EXHIBITIONS

128


Personal Exhibitions 2016 Nel silenzio più teso, from June 26th to September 11th 2016, curated by D. Porta, Civic Museums of Monza, Monza.

2015 Pietrasanta al Sylacauga marble festival with Elena Mutinelli, from April 5th to April 19th 2015, curated by Tuscany Region for Italy and Cultural Council of Alabama, Sylacauga Alabama, USA.

2015 J. Pietrobelli in Forti Profili, curated by J.Pietrobelli, Sopra le Logge - Palazzo Gambacorti, Pisa. 2014

Ispirazione Téchne - corpo a corpo con la scultura, curated by V. A. Sacco, catalogue texts by V. A. Sacco, Villa Casati Stampa of Soncino, Muggiò (MB).

2012

Double show: John Keating | Elena Mutinelli - Le mani, il gesto e la lingua del corpo nella contemporaneità, curated by S. Marsiglione, MAG Art Gallery, Como.

2011 Terre inconsuete, Elena Mutinelli, curated by V. A. Sacco, Santa Marta Confraternity, Agliè (TO). 2009

Sculptures from 1991 to 2008, curated by A. Toubas, catalogue texts by S. Crespi, Art Gallery Compagnia del Disegno, Milan.

2006 Sculptures and drawings, curated by G. Cappelletti, P. Cappelletti, Gabriele Cappelletti Contemporary Art Gallery, Milan. 2005 La scelta di Eros, curated by G. Mazzola, catalogue texts by A. Lomassaro, Entroterra Art Gallery, Milan. Il Tempo di Eros, curated by D. Benedetto, catalogue texts by D. Benedetto, Banca Intermobiliare of Investimenti and Gestioni S.A. Lugano, (CH).

2003 Prima del volo, curated by D. Benedetto, catalogue texts by D. Benedetto, Marble Civic Museum, Carrara (MS). • Follie d’artista, curated by D. Benedetto, catalogue texts by D. Benedetto, Bocca Library, Milan. 2001 Sculptures, curated by Gilardi Museum, Stocholm, (S). Personal of Elena Mutinelli, curated by Linati Art Gallery of Milan, Redecesio, Segrate, (MI). 2000 Elena Mutinelli, body dynamics, curated by Bayer, with the extraordinary participation of the Academy Concertante d’Archi and with the extraordinary participation of the orchestra maestro M. Benaglia, Castello del Seprio, (CO). • Elena Mutinelli & O.C , curated by Owens Corning, Lo Studiolo Museum of Old and Contemporary Art , Milan.

Nel silenzio più teso

2004

1999 Magia nelle mani: Il cioccolatino, 100th anniversary Lindt, Villa Ponti, Varese. • Elena Mutinelli, The strenghth of sculpture, Garzanti Library, Milan. • Il cavallo e la follia, Jockey Club Gran Prix, Milan Hippodrome, Milan. 1998 Mani sul corpo, curated by G. Segato, catalogue texts by G. Segato, Villa Rufolo Cloister, Ravello, (SA). 1994 Elena Mutinelli, Escultura e Dibujos, Paiadeia Foundation, Madrid, Spagna.

1989

Elena Mutinelli, curated by P. Finocchiaro, Bassoli Studio, Milan. 129


Collective Expositions •

2016 Percorso animale, curated by A. Bellati, Palazzo Pretorio, Chiavenna, (SO).

• •

2015 Expo Italian Art- curated by V, Sgarbi, Villa Bagatti Valsecchi, Varedo, (MI). Immagine al femminile, curated by Stefano Crespi, Compagnia del Disegno Art Gallery, Confcommercio, Milan, artists present Lucian Froid.

2014

DonnaScultura | XII edizione International Sculpture competition organised by the Pietrasanta Municipality in collaboration with the Province of Lucca: Elena Mutinelli amongst the first 4 winners of the competition. curated by C. Celli and V: Fogher, catalogue texts by D. Lombardi, V.Fogher, C. Celli, works by C. Marchelli, E: Mutinelli, M. P. Fathallah, I. Sannes, S. Agostina Church, Pietrasanta, Lucca. Opere su Carta, curated by Alain Toubas, works by E. Bloch, A. Boyer,P. Combet-Descombes, L. Crocicchi, E. Cucchi, B. Damiano, F. Faini, G. Frangi, G. Gorni, S. Gabai, F. Galli,M. Gurtner, J. Jardiel, J. Keating,A. Leroux, F. Linari, A. Martinelli, I. Mitoraj, K. Mitsuuchi,G. Testori, P.Vallorz, Varlin, Velasco, A: Verdi,L. Vernizzi, R: Vernizzi, G: Vitali, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. Antologia V, curated by P. Marini and L. De Santi, works by: E. Morlotti, C. Mattioli, A. Chighine, F. Francese, G. Ferroni, G. Guerreschi, P. Lavagnino, R.Guttuso, E. Della Torre, W. Valentini, A. Ghinzani, G. Ossola, F. Galli, E. Mutinelli, P. Giunni, P. Ruggeri, B. Luino, L. Broggini, G. Paganin, Galleria d’Arte Marini, Milan. Ritratti a Testori, Elena Mutinelli, A. Papetti, G. Vitali, T. Pericoli, Crocicchi, A. Martinelli, Varlin, G. Soavi, Maria Mula, curated by Alain Toubas, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan.

• • • •

Elena Mutinelli

2012 Essenzialmente la mano, curated by F. Bassetto, A. Pluchinotta and A. Sandonà, catalogue texts by A. Pluchinotta, tramongst the most important works: Botero, Breton, Dali’, Finotti, Giacometti, Mirò, Mitoraj, Mutinelli, Paladino, Picasso, Ponti, Quinn, Rodin, Segal, Caffe' Pedrocchi, Piano Nobile, Padua.

130

2011 Bestiario, “Antologia di artisti”, curated by A. Toubas, works by E. Delacroix , Muller, Schlichter, Leroux, Aguayo, Salvini, Varlin, R. vernizzi, Sassu-karibian, Testori , Saroni, Damiano, Paganin, Fioravanti , Vallorz , Vitali, Battarola, Bertasso, Boyer, Carutti, Crocicchi, Faini , Frangi, Gregolin, Keating, Iatella, Mitsuuchi, Mottolese, Mutinelli, Regazzoni, Santinello, Velasco,Verdi , l. Vernizzi , Zucconi, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Prize for work finalist, Artists in exhibition, contemporary art fare, recognition by P. D’Averio, Entroterra Art Gallery, Reggio Emilia. • Gam, Arte accessibile in Milan, curated by Chiara Canali, headquarters of the Gruppo 24 Ore, Milan. • Articolo 11, curated by S. Bartolena, Torre Viscontea, Lecco. • I labirinti della paura, curated by E. Pagani, texts in catalogue, V. Agosti, Palazzo Pirelli, Milan. • Finis Valtellinae? Le identità della Valtellina nell’arte contemporanea, curated by G. M. Prati , curated by P. Lesino, cultural project by Arcadia Cutural Association, texts in catalogue by G. M. Prati curated by P. Lesino, works by INTRA: L. Conca, B. Ritter , R. Plevano, S.Fistolera ,Y. Barcelò Hondares, V. Dell'Agostino, C. Pozzoli, G. Alberio, B. Baldari , V. Righini , F. Folli, EXTRA: M, Fasoli , G. Corona, P. Quaresima, N. Nannini, F. Marzorati, A.Bertoldi, G. Penacca, C. Magrassi, G. Armellini, E. Mutinelli, Palazzo Pretorio, Sondrio. • Il Mito del Vero Situation, cultural project by Arcadia Cutural Association, texts in catalogue by G. M. Prati by P. Lesino, works by S. Argiolas, A. Arrivabene, M. Bottoni, V.Bursich, R. Coda Zabetta, G. Corona, D.Venezia, A. Damioli, E.Dascanio, M.Fasoli, M. Felisi, M.Galliani , O.Galliani, S. Garrisi , S. Magrassi, M. Massagrande , S. Milazzo, I. Morganti , E. Mutinelli, N.Nannini, C.Onorato, R.Ossola , S. Pennacchio, A. Pirovano, P.Quaresima, R. Rampinelli, A. Russo, D. Scazzosi , P.Signorelli , D. Spoerri , F.Varotto , D. Vescovi, C. Walton, Spazio Guicciardini, Milan. • Il Mito del Vero Situation, cultural project by Arcadia Cutural Association, texts in catalogue by G. M. Prati and by P. Lesino, works byAndy, Argiolas, Armellini, C. Bedini, P.Brenzini, G. Buratti, V. Bursich, C. Cane, A. Damioli, M. Fasoli, M. Felisi, S.Garrisi, L. Giandotti, A. Giovannini, E. Gregolin, C.Magrassi, M. Martelli, A. Marziano, M. Massagrande , E. Mutinelli, A. Palazzini , S. Pennacchio, P. Quaresima, I. Raugei, F. Rinaldi, E.Rossi, R.Serenari, M. Stigliano, W. Trecchi, F. Vescovo, W. Marc Zanghi, A. Zecchini, Palazzo Guidobono, Tortona.


• • • • • •

2010

Spoleto Art Festival 2011, curated by L. Filipponi, and by A. Trotti, Spoleto, (PG). E la chiamano estate, curated by A. Lomassaro, and by G. Mazzola, Entroterra Art Gallery, Brescia. Storie di Terra curated by V. A. Sacco, S. Martha Confrtaernity, Agliè, (TO). Art Week in Brescia, Arte nell’Arte, works by M. Pierobon, M.l Barceló, M. Lodola, S.Hell, F. Pasquali, E. Mutinelli, M. Mazzoni, R. Müller, S. Battarola, G. Paolini, Enrico Castellani, A. Adams, K. Altmann, S. Bombardieri, F. Hitzler, S. Skoglund, B. Muzzolini, C. Laus, F. Criquet, E. Dal Verme, Santa Giulia Museo della Città, Brescia. Galleria S.Eufemia di Venezia, works by V. Agius, E. Mutinelli, N. Vergili, M. Zanusso, La Giudecca, Venice. Sette sale per sette artisti, works by Diego Bianconi, E. Gregolin, P. Mougin, E. Mutinelli, A. Verdi, M. Verzasconi, John Vincent, Centro culturale Casa Cavalier Pellanda, Biasca CH. Viaggiatori sedentari, curated by G. Mazzola, works by C. Iotti, M. Manzella, E. Achilli, N. Biondani, V. Calli, E. De Gregorio, A. Gnocchi, E. Mutinelli, D. Sambiasi, G. Tirelli, S. Santoddì, Entroterra Art Gallery, Brescia.

2008 Sculpture, curated by G. Mazzola, works by E. Mutinelli, A. Baillon, Zoran Juric, G. Tirelli, N. Biondani, Entroterra Art Gallery, Milano. • Donne, 2000 Art Gallery, Milano. • Collective, curated by F. Senesi, Franco Senesi Fine Art Gallery, Positano, Capri, (SA). • Aspetti Della Figurazione Contemporanea, Italia: le ultime generazioni, curated by ArteAmica, curated by G. Algranti, Figurae, catalogue texts by G. Algranti and S. Crespi, Tekne International, Milan, Arte Amica S.R.L. realization, Milan, works by A. Arrivabene, G. Bergomi, M. Bottoni, A. Boyer, L. Crocicchi, G. Ducrot, E.Greco, Carlo Guarienti, A. Martinelli, E. Mutinelli, U. Riva, E. Robusti, G. Scalco, A. Sughi, L. Ventrone, exhibition promoted by Reggio Calabria Municipality, Villa Genoese Zerbi, Reggio Calabria. • Contemporary Art at the Salone Nautico of Genoa, works by E. Mutinelli e G. Bergomi, curated by ArteAmica, catalogue texts by V. Sgarbi, realized by ArteAmica, exhbition set up Sessa Marine, Genoa. • La censura nell’arte, curated by G. Serafini, works by A. Arrivabene, Saturno Buttò, Roberto Giavarini, A. Lucarella Masetti, G.Marchello, M. Marchesotti, P. Masserini, E. Monaco, E. Mutinelli, E. Negretti, L. Perrone, C. Previtali, P. Schmidlin, F. Severino, Le Segrete di Bocca, Milan. • Male di Miele curated by Wannabee Gallery, curated by. M. Pozzi for ABA for the studio, research for the cure of anorexia, bulimia and eating disorders, Revel Scalo d’Isola, Milan. • Collective artists of the Gallery, curated by G. Mazzola, works by E. Achilli, A. Biancalani, W. Borghetti, D. Della Venezia, E. De Gregorio, Feltus Feltus, J. George, A. Gnocchi, C. Lotti, l. Irwin, M. Kerboas, A. Lucchesi, M. Manzella, S. Montò, E. Mutinelli, H. Olijve, D Sambiasi, S. Santoddi, P. Taeke, G. Tirelli, F. Toniutti, M. Weemales, Entroterra Art Gallery, Milan.

Nel silenzio più teso

2009 Abroad, curated by A. Lomassaro, curated by G. Mazzola, Entroterra Art Gallery, Milan. • Eros a fior di pelle, curated by A. Lomassaro, curated by G. Mazzola, works by C. Iotti, D. Dalla Venezia, J. George, L. Irwin, M. Manzella, M. Weemaels, E. Mutinelli, Entroterra Art Gallery, Brescia. • Broken Dreams Boulevard, curated by Bianca Laura Petretto, Artandgallery, Milan. • Neowunderkammer "Il mondo diventa arte, l'uomo e' arte", curated by E.Sassoli De Bianchi and F. Cocchi, works by A. Cagianelli, M. Bottaro, L. Cardi Fabrizio Cocchi, A. Codognato, L. Geraci, Vittorio Gui, Patrizia Guerresi, Elena Mutinelli, Tommaso Neri • M. Peretti, L. Perrone, G. Schodl, C. Terlizzi, Spazio Fabrizio Cocchi, Bologna.

2007 Curator's Collection, curated by Maria Livia Brunelli, Mlb Home Gallery, Ferrara. • Figurae, Antologia della Figurazione Contemporanea “Italia: le ultime generazioni 3”, curated by G. Algranti , and A. Agazzani, catalogue texts A.Agazzani and G. Algranti, works by L. Vernizzi, E. Robusti, S. Paolino, G. Tommasi Ferroni, E. Mutinelli, E. Greco, M. Kokocinski Molero, Spazio Figurae, Tekne Internationl, Milan. • Neuro, tecniche di rianimazione collettiva, curated by S. Sgrilli, Teatro delle Erbe, Milan. • Premio Giovanni Paolo II, sculpture section, silver medal with the high patronage of the Presidency of the Italian Republic, and of the Regional Council of Campania, and of the Pontiff Delegation for the Sanctuary of the Virgin of the Rosary of Pompeii and of the municipality of Pompeii, Pompeii, (NA). 131


• • • • •

13x17 www.padiglioneitalia, project for the Biennale of Venice 2007, curated by the organization committee E. Agudio, J. Blanchaert, E. Caracciolo Di Torchiarolo, R. Culotta, I. Eschenazi Focsaneanu, R. Gaito, from an idea of E. Agudio, C. Alaimo, M. Calascibetta, with the support of P. Daverio, Berengo Fine Arts, Murano, Venice. Rasoi di seta, 50 artists for Alda Merini, Archivi del 900 Library, Milan. Art (verona07, Verona Contemporary Art Fare, Entroterra Art Gallery, Milan. Mani, curated by E. Berti and T. Berti, works byi E. Berti, T. Berti, N. Bolzonella, M. Dahan, C. Ianniello, E. Mutinelli, Alt!Studios Art Gallery, Dolo, (VE). Elena Mutinelli in Reflex, curated by N. Sgobio, Reflex, Milan.

Elena Mutinelli

2006 Ri – esistenze, curated by G. Cerri, catalogue texts C. Bollino Bossi, F. Mattioli and L. Nicoletti, catalogue preface by A. Negri Contemporary Art Gallery Cascina Roma, San Donato Milanese, Milan. • Nudi - Nudi - Nudi – Nudi, curated by A. Toubas, works by H. Albert, S. Battarola, V. Bellini, E. Bernard, L. Bertasso, E. Bloch, F. Bonjour, A. Boyer, P. Combet-Descombes, L. Crocicchi, B. Damiano, A. Derain, F. Faini, I. Fioravanti, G. Frangi, O. Friesz, S. Gabai, V. Gatti, T. Gericault, R. Gilli, F. Gruber, M. Gurtner, J. Keating, M. Luce, J. Marin, A. Martinelli, K.K. Mehrkens, I. Mitoraj, K. Mitsuuchi, E. Mutinelli, V. Nisiviccia, G. Paganin, K. Prior, J. Pascin, D. Regazzoni, G. Rivadossi, A. Santinello, C. Schad, G. Testori, Varlin, P. Vallorz, S. Vacchi, F. Vallotton, Velasco, A. Verdi, L. Vernizzi, R. Vernizzi, G. Vitali, C. Zucconi, Compagnia Del Disegno Art Gallery, Milan. • Emergenza pianeta al femminile, curated by G. Chiesa and A. M. Martini, and N. Morra, with the patronage of Lombardy Region: Culture, Identity and Autonomy of Lombardy, of the Italian Language and Culture Center of Paris and of the CNRS, Studio d’Ars, Milan. • Emergenza pianeta al femminile, Studio B 2, Genoa. • Emergenza pianeta al femminile, Studio B 2, Paris. • Catania Contemporary Art Fare, Entroterra Art Gallery of Milan, Catania. • MiArt, Gabriele Cappelletti Contemporary Art Gallery, Milan. • Art(verona06, Contemporanea Art Fare, Entroterra Art Gallery of Milan, Verona. • Immagina, Contemporary Art Fare of Reggio Emilia, Entroterra Art Gallery of Milan, Reggio Emilia. • XVIII Rassegna Nazionale di disegno Giovanni Segantini, curated by R. Bossaglia, G. Brembati, G. Cappelletti, S. Zatti, Free pinting Academy Vittorio Viviani, Nova Milanese, Milan. 2005 Collective, Gabriele Cappelletti Contemporary Art Gallery, Milan. • Mani, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Con-tatto, young sculpture in Milan, curated by M. Mojana, MiArt Contemporaray Art Fare, Milan. • Art(verona05, Contemporary Art Fare, Entroterra Art Gallery of Milan, Verona. 2004 Sculpture, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Donne, 2000 Art Gallery, Milano. • Racconti scultorei, social dialogue, curated by V. Vigliaturo, Chieri Municipality, (TO). • Percorsi scultorei, curated by V. Vigliaturo, and P. Levi, Park of the Pavarolo Castle with the patronage of the Province of Turin and of the Piedmont Region, Pavarolo, (TO). • Il circo, Entroterra Art Gallery, Milan. • Contemporary Art Auction in favour of the Umberto Veronesi Foundation, Porro &c. Art Consulting, Milan. • 7th International Symposium of Sculpture on stones of Friuli Venezia Giulia, Sculture Park, Vergnacco, Reana dal Rojale, (UD). • Swish, Montenapoleone Art Shop, International Fare of Arts and Design, artistic direction curated by F. Bianucci Cinelli, G. Manzoni, D. Montalto, V. Redis, Milan. 2003 Tetralogia della natura, acqua, curated by F. Arensi, catalogue texts by F. Arensi, Marieschi Art Gallery, Milan. • Giovanni Testori: a portrait, curated by F. Arensi, catalogue texts by F. Arensi, Mazzotta Editor, Palazzo Leone da Perego, Legnano, (MI).

132


• •

In memoria di Carlo Linati, Bellinzona Art Gallery, Milan. Tetralogia della natura, acqua, Bologna Art Fare, Marieschi Art Gallery of Milan, Bologna.

2002 Collective, Marieschi Art Gallery, Milan. 2001 Una stretta di mano, Studio d’Ars, Milan. • Collective, Marieschi Art Gallery, Milan. • Indagine sul realismo, Bologna Art Fare, Marieschi Art Gallery of Milan, Bologna. 2000 First prize for sculpture, Museo Gilardi, Querceta, (LU).

1999 Prize for Plastic and figurative art for young artists, Lyons Club, Monza, (MI). • Drawings for sculpture, Permanente/Atelier, Permanente Museum, Milan. 1998 Il corpo della pittura, curated by D. Melisi, with the collaboration of S. Arfondi, Care Of, Cusano Milanino, (MI). • Collective, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Cultural Centre Giovanni Testori, Vertova, (BG).

1996 Collective, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Spanish sculpture and hyperrealism, Marieschi Art Gallery of Milan, Monza, (Mi).

• • • •

1995 Venature, Visconteo Castle, with the patronage of the Fine Art society. Permanente of Milan, Trezzo d'Adda, (Mi). La bottega del ritratto, Schubert Art Gallery, Milan. Topi d'archivio, curated by F. Pasini, Via Farini, Milan.

Nel silenzio più teso

1997 Bologna art Fare, Marieschi Art Gallery of Milan, Bologna • Collective, Compagnia del Disegno Art Gallery, Milan. • Collective, Davico Art Gallery, Torino. • Works, selected works of E. Mutinelli for the 20th anniversary catalogue of Lyon Club, Monza, (MI). • 9th International Symposium of Sculpture, curated by F. Barbieri, M. Berrocal, C. Riva, G.Segato , N. stringa, T. Toniato, T. Trini, Nanto Pietra, (VI). • 5th International Symposium of Sculpture, “Scogliera viva”, artistic committee G. Segato, Caorle, (VE).

1994 Competition for the Lisbon Biennial, selected work, Fiera Campionaria, Milan. • Selected work for the Municipality of Milan, Gai circuit, MiArt , Milan. 1993 Lyons Club Monza Host Prize, selected work, Monza, (MI).

• • • • • •

1992 Arte senza frontiere testimonianze di pace, curated by J. Pietrobelli, Museo Bottini dell'Olio, Livorno. Arte senza frontiere testimonianze di pace, curated by J. Pietrobelli, Museo Palazzo Lanfranchi, Pisa. Collective, curated by J. Pietrobelli, Galleria d'Arte Prato dei Miracoli, Pisa. 1991 Sculpture Collective, Sala Napoleonica, Brera Academy, Milan.

1990 Sculpture Collective: Hands, Studio D’Ars, Milan. 133


Elena Mutinelli

BIBLIOGRAFIA

134


2016 M. Tavola, Marmi e terrecotte di Elena Mutinelli sfidano i maestri del rinascimento, <<La Repubblica>>, XLI, Mi lano cultura, 2 luglio 2016, p. XVII.

S. Valtolina, “Nel silenzio più teso” di Elena Mutinelli, Tecnica e poetica della scultura, <<Il cittadino>>, (56), 3 settembre 2016, p.10.

A. Sartori, Elena Mutinelli, Nel Silenzio più teso, mostra personale Musei Civici di Monza, a.c. Porta, <<Archivio>>, XXVIII, 2016, (7), p. 14.

2015 Sculpted to perfection, Lifestyle << The Daily home,>>, 15 aprile 2015, p. 1D. Z. Al- Khateeb, SYlacauga celebrates visiting marbles sculptor, << The Daily home,>>, 18 aprile 1015, p, 6B.

J. Pietrobelli, L’ossessione spiegata, “Art...News”, 2015, (4), pp. 28-35.

A. Sartori, Collezionare opere su carta, <<Archivio>>, XXVII, 2015, (6), p. 30.

” Dall’Italia all’Alabama per insegnare i segreti dei maestri del 500, Mutinelli negli Usa per svelare i segreti della scultura italiana, <<Il Giorno>>, (158), 5 luglio 2015.

2014 L. Lombardi. V. Fogher, C. Celli, in DonnaScultura | XII edizione, (Pietasanta, Chiesa di S. Agostino, 8.02/16.03/2014) catalogo della mostra a.c. di C.Celli, V Fogher.

Elena Mutinelli, “Ispirazione Téchne - corpo a corpo con la scultura”, (Muggiò, Villa Casati Stampa di Soncino), 13.09/12.10.2014, a.c. di V. A. Sacco, Muggiò 2014.

M. Pecchenino, Elena Mutinelli, nella scultura un numero 1, <<Flip Magazine>>, settembre 23, 2014 Terza Pagina.

A. Crespi, Mutinelli, l’ossessione per le mani e l’amore per la figura umana, << Il Giornale off>>, XLI, 7 dicembre so14, p.24.

J. Pietrobelli Elena Mutinelli: una certezza della scultura in Italia, Una vita intensamente dedicata all'arte, “Art...News”, III, (3), p. 16.

Intervista all’artista, Elena Mutinelli- in inserto speciale, <<LUXE IMMO>>, 2012, (23).

A. Pluchinotta, in Essenzialmente la mano, (Padova,Piano Nobile - Caffè Predrocchi, 22.09/14.05.2012) catalogo della mostra a.c. di A. Pluchinotta, Padova, 2012.

2011

E. Mutinelli, Elena Mutinelli, Forti Profili – sculture 2007- 2011 in Artworks Protagonisti, <<EIKON ARCMAGA ZINE>>, III, 2011, (14), pp. 12- 13 e copertina.

G.M. Prati, in Finis Valtellinae? Le identità della Valtellina nell’arte contemporanea, (Sondrio, Palazzo pretorio, 10.06/06.08.2011), catalogo della mostra, a.c. di G.M. Prati, a.c. di Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Edizioni, 2011.

G.M. Prati, in Il Mito del Vero Situation, (Milano, Palazzo Guicciardini, 16,06/8.07.2011) catalogo della mostra, a.c. di G.M. Prati, a.c. di Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Edizioni, 2011.

G.M. Prati, in Il Mito del Vero Situation, Tortona, Palazzo Guidobono, 19.06/13.07.2011), catalogo della mostra, a.c. di G.M. Prati, a.c. di Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Edizioni, 2011.

V. A. Sacco, in Storie di Terra (medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, Confraternita di S. Marta, Aglie,’ To, 27.08/25.09.2011), catalogo della mostra, a c. V. A. Sacco, Torino, Sthendal, 2011.

A. Loverso, Opere, catalogo della mostra Galleria S. Eufemia, la Giudecca, Venezia.

Nel silenzio più teso

2012 S. Marsiglione, Double show: John Keating | Elena Mutinelli - Le mani, il gesto e la lingua del corpo nella contemporaneità, invito della mostra, a.c. di S. Marsiglione, Galleria d’arte MAG, Como, 2012.

135


Elena Mutinelli: Michelangelo del Duemila, FlipMagazine, ottobre 5, 2011, categoria attualità, Mauro Pecchenino.

2009 Elena Mutinelli, La scultura nella frase infinita del corpo, (Milano, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno 1.04/09.15.05/09), a.c. di S. Crespi, Milano 2009.

C, Franza, La vetrina dell’arte, il mondo nelle mani di Elena Mutinelli, <<Libero>>, XLIV, 2009, (97), Milano 2009, p.52.

Qui già oltre, Silvana editore, a.c.S. Bartolena, Milano 2009.

E. Carella, Il personaggio, <<Il Giorno di Lecco>>, 209, (55), p.8.

2008

Sculture, << Style>>, gennaio 2008, seconda di copertina. S. Lento, Le parole nelle mani, <<Confine>>, 2008, (9), pp. 17-20.

G. Algranti, in Figurae Aspetti Della Figurazione Contemporanea, Italia: le ultime generazioni, (Reggio Calabria, Villa Genoese Zerbi, 24.04/30.05.2008), catalogo della mostra a.c. di ArteAmica, Milano, Skira, 2008.

V. Sgarbi, in Arte Contemporanea al Salone Nautico di Genova, invito della mostra, conferenza sulla mostra, Genova, Salone Nautico di Genova 4.10/7.10.2008, a.c. di ArteAmica, a.c. di Sessa Marine.

M. Mancuso, Convergenze parallele- personaggi Elena Mutinelli, <<Barche>> International Sea Press S.r.l., 2008, (12), pp. 86-91.

2007

<<Arte Incontro>>, (58), 2007.

Elena Mutinelli

S. Cardi, Materie Elena Mutinelli, Mani d’Oro e di Pietra, <<Sofà>>, I, 2008, (3), pp. 72-75.

D. Montalto, <<Avvenire>>, 2008.

AA.VV. in 13x17 www.padiglioneitalia, progetto per la Biennale di Venezia 2007, catalogo della mostra a.c. del comitato organizzativo E. Agudio, J. Blanchaert, E. Caracciolo Di Torchiarolo, R. Culotta, I. Eschenazi Focsaneanu, R. Gaito , da un’idea di E. Agudio, C. Alaimo, M. Calascibetta, con il sostegno Di P. Daverio, Berengo Fine Arts, Murano, Venezia, 2007.

A. Agazzani, Il Labirinto di Babele, in Antologia della Figurazione Contemporanea, a.c. G. Algranti, Milano, Skira, 2007.

G. Algranti, concludendo in ibid.

2006

Ri-esistenze, <<Arte Incontro>>, 2006, (53).

G. Cerri, in Ri – esistenze, catalogo della mostra, testi in catalogo di C. Bollino Bossi, F. Mattioli e L. Nicoletti, prefazione in catalogo di A. Negri, Galleria d’Arte Contemporanea Cascina Roma, San Donato Milanese, Milano, 2006.

G. Chiesa, Emergenza pianeta al femminile, a.c. di G. Chiesa a.c. di A. M. Martini, a. c. di N. Morra, con il patrocinio della Regione Lombardia: Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, del Centro di Lingua e Cultura Italiana di Parigi e dell’Ente promotore dell’iniziativa CNRS, Studio d’Ars, Studio B2 di Genova, Studio B 2 di Parigi, Milano, 2006.

2005

La scelta di Eros, <<Archivio>>, mensile di arte e cultura, XVII, (1), gennaio 2005, pag. 12. Temistocle, <<Arte>>, (377), 2005, pag.56.

136

L. Lomssaro, in La scelta di Eros, invito della mostra, a.c. di G. Mazzola, Galleria d’Arte Entroterra, Milano. 2005.

M. Mojana, Con-tatto, giovane scultura a Milano, brochure con testi a.c. di M. Mojana, MiArt Fiera d’Arte contemporanea, Milano, 2005.

2004

V. Vigliaturo, in Percorsi Scultorei, catalogo della mostra, testi a.c di V. Vigliaturo, a.c. di P. Levi, Pavarolo, (TO), 2004.


Kimico Bossi, in Asta di Arte Contemporanea a favore della Fondazione Umberto Veronesi, catalogo dell’asta, Porro &c. Art Consulting, Milano, 2004.

D. Benedetto, Il tempo di Eros, <<Archuvui>>, XVI, (8), 2004, p. 22.

D. Benedetto, in Il Tempo di Eros, catalogo della mostra, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.A., Lugano, (CH), 2004.

7° Simposio Internazionale di Scultura su Pietre del Friuli Venezia Giulia, catalogo del simposio, Parco Sculture Vergnacco, Reana dal Rojale, (UD), 2004.

Swish, Montenapoleone Art Shop, catalogo della mostra Salone internazionale di Arti e Design, direzione artistica a.c. di Francesca Bianucci Cinelli, Gabriele Manzoni, Domenico Montalto, Vilma Redis, Milano, 2004.

2003

F. Arensi, in Tetralogia della natura, Acqua, catalogo della mostra, Galleria d'Arte Marieschi, Milano, 2003.

Giovanni Testori: un ritratto, (Palazzo Leone da Perego, Legnano, Milano) a.c. F. Arensi, Milano, Mazzotta, 2003.

V. Sgarbi, Tutte le facce di Testori dieci anni dopo, “Oggi”, 2003, pag. 179.

D. Benedetto, Follie d’artista, catalogo della mostra, libreria Bocca, Milano. 2003

D. Benedetto, Prima del volo, catalogo della mostra, Museo civico del marmo, Comune di Carrara, (MS), 2003.

D. Benedetto, “Arte incontro”, luglio - settembre, (43), pag. 31.

2002

A. Quattordio, Dove vanno le Gallerie d’Arte, realista o astratta ma coerente, <<AD>>, XXII, 2001, (248), pp. 280-281.

2001

A. Sartori, Elena Mutinelli, sculture e disegni, Segrate(MI), mostra personale a.c.C.Linati, <<Archivio>>, XIII, 2001, (9), p. 34.

R. Enyriquez, D. Boga, Le scelte di sette, “Sette”, Corriere della Sera, 1998 *.

M. Maiolini, la scultura in una mano, “La città di Salerno”, 1998 **.

Gallerie in diretta, "Art leader", 1998.

Mani sul corpo, "Arte In", 1998.

1997

Lyons Club, in Opere, in opere selezionate per il catalogo ventennale della mostra, di E. Mutinelli del Lyons Club, Monza, (MI), 1997.

9° Simposio Internazionale di Scultura, catalogo del simposio, commissione artistica a.c. di F. Barbieri, M. Berrocal, C. Riva, G. Segato, N. stringa, T. Toniato, T. Trini, Nanto Pietra, (VI), 1997.

5° Simposio Internazionale di Scultura “Scogliera viva”, catalogo del simposio, commissione artistica del G. Segato, Caorle, (VE), 1997.

1995

G. Vergani, in La bottega del ritratto, catalogo della mostra, Galleria d'Arte Schubert, Milano, 1995.

1994

Josè Maria Calderon, in Elena Mutinelli, Escultura e Dibujos, catalogo della mostra, Fondazione Paiadeia, Madrid, (E), 2004.

1992

J. Pietrobelli, in Arte senza frontiere testimonianze di pace, Museo Palazzo Lanfranchi, Pisa 1992.

Nel silenzio più teso

1998 Le mani sul corpo, (Comune di Ravello, Salerno, Chiostro di Villa Rufolo, 1.08/31.08.1998), a.c. di G. Segato, Di Baio, Milano, 1998.

J.Pietrobelli, in Arte senza frontiere testimonianze di pace, Museo Museo Bottini Dell'Olio, Livorno, 1992. 1989

C. Ferrari, in Elena Mutinelli, catalogo della mostra, Studio Bassoli, Milano, 1989.

137


Elena Mutinelli

BIBLIOGRAPHY

138


2016 M. Tavola, Marmi e terrecotte di Elena Mutinelli sfidano i maestri del rinascimento, <<La Repubblica>>, XLI, Milan cultura, 2 July 2016, pg. XVII.

S. Valtolina, “Nel silenzio più teso” di Elena Mutinelli, Tecnica e poetica della scultura, <<Il cittadino>>, (56), 3 September 2016, pg.10.

A. Sartori, Elena Mutinelli, Nel Silenzio più teso, mostra personale Musei Civici di Monza, edited by Porta, <<Archive>>, XXVIII, 2016, (7), pg. 14.

2015 Sculpted to perfection, Lifestyle << The Daily home,>>, 15 April 2015, pg. 1D.

Z. Al- Khateeb, SYlacauga celebrates visiting marbles sculptor, << The Daily home,>>, 18 April 2015, pg, 6B.

J. Pietrobelli, L’ossessione spiegata, “Art...News”, 2015, (4), pgs. 28-35.

A. Sartori, Collezionare opere su carta, <<Archivio>>, XXVII, 2015, (6), pg. 30.

” Dall’Italia all’Alabama per insegnare i segreti dei maestri del 500, Mutinelli negli Usa per svelare i segreti della scultura italiana, <<Il Giorno>>, (158), 5 July 2015.

2014

L. Lombardi. V. Fogher, C. Celli, in DonnaScultura | XII edizione, (Pietasanta, Chiesa di S. Agostino, 8.02/16.03/2014) exhibition catalogue edited by C.Celli, V Fogher.

Elena Mutinelli, “Ispirazione Téchne - corpo a corpo con la scultura”, (Muggiò, Villa Casati Stampa of Soncino), 13.09/12.10.2014, edited by V. A. Sacco, Muggiò 2014.

M. Pecchenino, Elena Mutinelli, nella scultura un numero 1, <<Flip Magazine>>, September 23, 2014 Third page

A. Crespi, Mutinelli, l’ossessione per le mani e l’amore per la figura umana, << Il Giornale off>>, XLI, 7 December 14, pg.24.

J. Pietrobelli Elena Mutinelli: una certezza della scultura in Italia, Una vita intensamente dedicata all'arte, “Art...News”, III, (3), pg. 16.

Interview to the artist, Elena Mutinelli- in inserto speciale, <<LUXE IMMO>>, 2012, (23).

A. Pluchinotta, in Essenzialmente la mano, (Padova,Piano Nobile - Caffè Predrocchi, 22.09/14.05.2012) exhibition catalogue edited by A. Pluchinotta, Padoa, 2012.

2011

E. Mutinelli, Elena Mutinelli, Forti Profili – sculture 2007- 2011 in Artworks Protagonisti, <<EIKON ARCMAGAZINE>>, III, 2011, (14), pgs. 12- 13 and cover.

G.M. Prati, in Finis Valtellinae? Le identità della Valtellina nell’arte contemporanea, (Sondrio, Palazzo pretorio, 10.06/06.08.2011), exhibition catalogue edited by G.M. Prati, edited by Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Editions, 2011.

G.M. Prati, in Il Mito del Vero Situation, (Milano, Palazzo Guicciardini, 16,06/8.07.2011) exhibition catalogue, edited by G.M. Prati, edited by Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Editions, 2011.

G.M. Prati, in Il Mito del Vero Situation, Tortona, Palazzo Guidobono, 19.06/13.07.2011), exhibition catalogue, edited by G.M. Prati, edited by Paolo Lesino, Albisola Marina, (SV), Vanilla Editions, 2011.

V. A. Sacco, in Storie di Terra (medal of the President of the Italian Republic, S. Martha Confraternity, Aglie,’ To, 27.08/25.09.2011), exhibition catalogue, edited by V. A. Sacco, Turin, Stendhal, 2011.

A. Loverso, Opere, exhibition catalogue Galleria S. Eufemia, la Giudecca, Venice.

Nel silenzio più teso

2012 S. Marsiglione, Double show: John Keating | Elena Mutinelli - Le mani, il gesto e la lingua del corpo nella contemporaneità, exhibition invitation, edited by S. Marsiglione, Galleria d’arte MAG, Como, 2012.

139


Elena Mutinelli: Michelangelo del Duemila, FlipMagazine, October 5th, 2011, current events catalogue, Mauro Pecchenino

2009

Elena Mutinelli, La scultura nella frase infinita del corpo, (Milano, Galleria d’Arte Compagnia del Disegno 1.04/09.15.05/09), edited by S. Crespi, Milan 2009.

C, Franza, La vetrina dell’arte, il mondo nelle mani di Elena Mutinelli, <<Libero>>, XLIV, 2009, (97), Milan 2009, pg.52.

Qui già oltre, Silvana Editor, edited by S. Bartolena, Milan 2009.

E. Carella, Il personaggio, <<Il Giorno di Lecco>>, 209, (55), pg. 8.

2008 Sculture, << Style>>, January 2008, Secon cover.

S. Lento, Le parole nelle mani, <<Confine>>, 2008, (9), pgs. 17-20.

G. Algranti, in Figurae Aspetti Della Figurazione Contemporanea, Italia: le ultime generazioni, (Reggio Calabria, Villa Genoese Zerbi, 24.04/30.05.2008), exhibition catalogue edited by ArteAmica, Milan, Skira, 2008.

V. Sgarbi, in Arte Contemporanea al Salone Nautico di Genova, exhibition invitation, conference on the exhibition, Genoa, Genoa’s nautical Fare 4.10/7.10.2008, edited by ArteAmica, by Sessa Marine.

M. Mancuso, Convergenze parallele- personaggi Elena Mutinelli, <<Barche>> International Sea Press S.r.l., 2008, (12), pgs. 86-91.

Elena Mutinelli

2007 <<Arte Incontro>>, (58), 2007.

140

S. Cardi, Materie Elena Mutinelli, Mani d’Oro e di Pietra, <<Sofà>>, I, 2008, (3), pgs. 72-75.

D. Montalto, <<Avvenire>>, 2008.

AA.VV. in 13x17 www.padiglioneitalia, project for the Venice Biennial 2007, exhibition catalogue edited by the organization committee E. Agudio, J. Blanchaert, E. Caracciolo Di Torchiarolo, R. Culotta, I. Eschenazi Focsaneanu, R. Gaito , from an idea by E. Agudio, C. Alaimo, M. Calascibetta, with the support of P. Daverio, Berengo Fine Arts, Murano, Venice, 2007.

A. Agazzani, Il Labirinto di Babele, in Antologia della Figurazione Contemporanea, edited by G. Algranti, Milan, Skira, 2007.

G. Algranti, concludendo in ibid.

2006

Ri-esistenze, <<Arte Incontro>>, 2006, (53).

G. Cerri, in Ri – esistenze, exhibition catalogue, texts in catalogue by C. Bollino Bossi, F. Mattioli e L. Nicoletti, preface by A. Negri, Galleria d’Arte Contemporanea Cascina Roma, San Donato Milanese, Milan, 2006.

G. Chiesa, Emergenza pianeta al femminile, edited by G. Chiesa edited by A. M. Martini, edited by N. Morra, with the patronage of Regione Lombardia: Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, of the Centro di Lingua e Cultura Italiana di Parigi and the Ente promotore dell’iniziativa CNRS, Studio d’Ars, Studio B2 of Genoa, Studio B 2 of Paris, Milan, 2006.

2005

La scelta di Eros, <<Archivio>>, Art and Culture monthly magazine, XVII, (1), January 2005, pg. 12.

Temistocle, <<Arte>>, (377), 2005, pg.56.

L. Lomssaro, in La scelta di Eros, exhibition invitation, edited by G. Mazzola, Galleria d’Arte Entroterra, Milan. 2005.

M. Mojana, Con-tatto, giovane scultura a Milano, brochure with texts by M. Mojana, MiArt Fiera d’Arte contemporanea, Milan, 2005.

2004

V. Vigliaturo, in Percorsi Scultorei, exhibition catalogue, texts edited by V. Vigliaturo, by P. Levi, Pavarolo, (TO), 2004.


Kimico Bossi, in Asta di Arte Contemporanea in favour of the Umberto Veronesi Foundation, auction catalogue, Porro &c. Art Consulting, Milan, 2004.

D. Benedetto, Il tempo di Eros, <<Archuvio>>, XVI, (8), 2004, pg. 22.

D. Benedetto, in Il Tempo di Eros, exhibition catalogue, Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.A., Lugano, (CH), 2004.

7° Simposio Internazionale di Scultura su Pietre del Friuli Venezia Giulia, symposium catalogue, Parco Sculture Vergnacco, Reana dal Rojale, (UD), 2004.

Swish, Montenapoleone Art Shop, exhibition catalogue International art and design Fare, artistic direction edited by Francesca Bianucci Cinelli, Gabriele Manzoni, Domenico Montalto, Vilma Redis, Milan, 2004.

Giovanni Testori: un ritratto, (Palazzo Leone da Perego, Legnano, Milan) edited by F. Arensi, Milan, Mazzotta, 2003.

V. Sgarbi, Tutte le facce di Testori dieci anni dopo, “Oggi”, 2003, pg. 179.

D. Benedetto, Follie d’artista, exhibition catalogue, Bocca Library, Milan. 2003

D. Benedetto, Prima del volo, exhibition catalogue, Museo civico del marmo, Municipality of Carrara, (MS), 2003.

D. Benedetto, “Arte incontro”, July - September, (43), pg. 31.

2002

A. Quattordio, Dove vanno le Gallerie d’Arte, realista o astratta ma coerente, <<AD>>, XXII, 2001, (248), pgs. 280-281.

2001

A. Sartori, Elena Mutinelli, sculture e disegni, Segrate(MI), personal exhibition by C.Linati,

<<Archivio>>, XIII, 2001, (9), pg. 34.

1998

Le mani sul corpo, (Municipality of Ravello, Salerno, Villa Rufolo Cloister, 1.08/31.08.1998), edited by G. Segato, Di Baio, Milan,1998.

R. Enyriquez, D. Boga, Le scelte di sette, “Sette”, Corriere della Sera, 1998 *.

M. Maiolini, la scultura in una mano, “La città di Salerno”, 1998 **.

Gallerie in diretta, "Art leader", 1998.

Mani sul corpo, "Arte In", 1998.

1997 Lyons Club, in Opere, selected works for the twenty year anniversary Catalogue of the exhibition, di E. Mutinelli of the Lyons Club, Monza, (MI), 1997.

9° Simposio Internazionale di Scultura, symposium catalogue, artistic committee edited by F. Barbieri, M. Berrocal, C. Riva, G. Segato, N. stringa, T. Toniato, T. Trini, Nanto Pietra, (VI), 1997.

5° Simposio Internazionale di Scultura “Scogliera viva”, symposium catalogue, artistic committee of the G. Segato, Caorle, (VE), 1997.

Nel silenzio più teso

2003 F. Arensi, in Tetralogia della natura, Acqua, exhibition catalogue, Galleria d'Arte Marieschi, Milan, 2003.

1995 G. Vergani, in La bottega del ritratto, exhibition catalogue, Galleria d'Arte Schubert, Milan, 1995. 1994 Josè Maria Calderon, in Elena Mutinelli, Escultura e Dibujos, exhibition catalogue, Fondazione Paiadeia, Madrid, (E), 2004. 1992 J. Pietrobelli, in Arte senza frontiere testimonianze di pace, Museo Palazzo Lanfranchi, Pisa 1992. J.Pietrobelli, in Arte senza frontiere testimonianze di pace, Museo Museo Bottini Dell'Olio, Livorno, 1992. 1989 C. Ferrari, in Elena Mutinelli, exhibition catalogue, Studio Bassoli, Milan, 1989.

141


Elena Mutinelli

ŠEnrico Giudicianni

142


143

Nel silenzio piĂš teso


Elena Mutinelli

QUI E ORA, particolare, 2010 | HERE AND NOW, detail, 2010 marmo, 100x40x65 cm marble, 100x40x65 cm

144


145

Nel silenzio piĂš teso


146

Elena Mutinelli

ELENA MUTINELLI. NEL SILENZIO PIU' TESO  

Nel silenzio più teso, mostra personale di scultrice Elena Mutinelli, Musei Civici di Monza, a cura di Dario Porta

ELENA MUTINELLI. NEL SILENZIO PIU' TESO  

Nel silenzio più teso, mostra personale di scultrice Elena Mutinelli, Musei Civici di Monza, a cura di Dario Porta

Advertisement