Page 5

non ti preoccupare. Non aprirò bocca.» Lexi sperava che fosse sincero. «A questa sera, allora» lo salutò, con un calore che non provava. Prese la borsetta e lasciò l'elegante ufficio. Appena salì in macchina, fu tentata di sbattere la testa contro il volante. Sapeva perfettamente che nella vita potevano capitare degli imprevisti. Quello che le scocciava era che quell'imprevisto se l'era andato a cercare. Era nei guai, e poteva prendersela solo con se stessa. Mezz'ora dopo, era uscita da Dallas e stava entrando nel centro abitato di Titanville. Ignorò il limite di velocità e continuò spedita. La giornata si fece ancora più nera quando udì una sirena alle proprie spalle. Si fermò sul ciglio della strada e abbassò il finestrino. Aspettò che l'agente si avvicinasse alla macchina, poi si tolse gli occhiali da sole e sospirò. «Se devi arrestarmi, prima non potresti malmenarmi un po'? Così potrei citare il dipartimento di polizia.» «Hai bisogno di emozioni forti?» chiese l'agente. «Sono a corto di contante.» «Di che cifra stiamo parlando?» «Due milioni di dollari.» L'agente Dana Birch fischiò piano. «Ho un buono sconto del supermercato, in macchina, ma dubito che basti.» Diede un'occhiata all'orologio. «Ti va di parlarne? La mia pausa pranzo inizia tra quindici minuti. Potremmo vederci al Bronco Billy.» Lexi annuì. «Perfetto. Ti avverto, però, sarò una lagna.» «Ci sono abituata.» Dana sembrava di buonumore. «E ora, per favore, modera la velocità. Altrimenti, una bella multa non te la toglie nessuno.» «Okay. Scusa.» Un quarto d'ora dopo, Dana si infilava in un separé di fronte a Lexi. Era presto, solo le undici e mezza, perciò il ristorante era ancora tranquillo. Lexi aveva ingannato l'attesa stu6

HR84_EREDITA_NEL_CUORE  

Eredità nel cuore Susan Mallery

HR84_EREDITA_NEL_CUORE  

Eredità nel cuore Susan Mallery

Advertisement