Page 11

e ad apprezzare le gioie della vita. Cosa gli era successo? Cosa lo aveva trasformato nell'uomo tetro e cinico che aveva davanti? Domanda inutile, si disse. Aveva perso sua moglie, una moglie che aveva amato con tutto il cuore. Quel pensiero le causò una nuova ondata di tristezza e le fece provare una forte nostalgia per la persona che Ash era stato. Un giovane allegro, dotato di un'innata gentilezza che aveva riservato specialmente alla sorellina del suo compagno di studi. Sophia, dal canto suo, per la prima volta si era sentita compresa grazie a lui. Le attenzioni che Ash le aveva riservato avevano significato molto per lei ed era proprio il ricordo di quel periodo ad averla portata da lui in quell'occasione, non certo il ricordo della loro storia successiva, quando era diventata donna ed era stata respinta. Ma l'uomo che aveva davanti era stato derubato di quelle qualità. Era un Ash cupo, pensieroso, remoto, quasi come se in qualche modo una nuvola oscura lo avesse avvolto per celare il calore che un tempo era stato il tratto principale della sua persona. Fu colta da una profonda nostalgia per il suo amico di un tempo, ma svelta represse quel sentimento. Non doveva mostrarsi emotivamente vulnerabile, decise. Non doveva provare nulla per lui, soprattutto perché in passato lo aveva considerato l'uomo dei suoi sogni. Era stato un errore che aveva pagato a caro prezzo, soffrendo le pene dell'amore come solo un'adolescente romantica e idealista poteva fare. Dunque doveva essere lieta che fosse cambiato tanto, rifletté, perché così non correva il rischio di... Di cosa? Di innamorarsi di nuovo di lui? Impossibile. E se la sua vulnerabilità nei confronti di Ash fosse stata impressa nel suo DNA?, si chiese sgomenta. 10

H2777_SCANDALOSAMENTE TUA  
H2777_SCANDALOSAMENTE TUA