Page 1

N°10 Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it - Tabloid Gratuito a Fumetti

n.10

Tempi Difficili

Don’t Panic

Intervista a CHRISTIAN MIRRA Illustrazione di Mario Perrotta

Tela di Illusioni

/rutin.official @rutin_it


www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012

INDICE ARACNO

3

di Marco De Lotto

11

EVERY DAY IS LIKE SUNDAY

12

DOUG L’ASTROCAMIONISTA

14

RISO AMARO

15

QUELLA NOTTE ALLA DIAZ

di Veronica Carratello

di Andy Ventura e Stefano Antonucci

di Pietro Vanessi

di Anna Maria Possidente

#chenerdata

#chenerdata /chenerdata

#chenerdata è una pagina-contenitore dove VOI siete i protagonisti! Segnalateci notizie, immagini o video che vi facciano alzare dalla sedia esclamando “che nerdata!”: postate il materiale su twitter inserendo nei vostri messaggi l’ashtag #chenerdata ed indirizzandolo @Rutin_it, oppure sulla pagina facebook.com/chenerdata. La migliore del mese verrà pubblicata sulla rivista!. in Questo numero vi proponiamo un assaggio di una vignetta che potrete Rivedere in maniera completa sulla pagina facebook Si sa che una fetta di pane imburrata cadrà sempre dalla parte della farcitura! Così come un gatto cade sempre in piedi. e se qualcuno li unisse? scopritelo sulla nostra pagina!

EDITORIALE Italia, non è qui la festa Chiunque, nel corso dell’esistenza, si è ritrovato davanti alla domanda: “Chi sono veramente?”. A volte, tale domanda trova risposta in goliardici botta e risposta con gli amici, o più semplicemente la si rimanda a data da destinarsi. Di solito ci si pensa senza darle un reale peso, e spesso la vita ci travolge al punto da farci dimenticare il quesito per moltissimo tempo. Oggi invece, a sessantasei anni dalla nascita della Repubblica Italiana, abbiamo il dovere di sapere chi siamo. Siamo le prime pagine della politica estera sbigottita dalle nostre stesse azioni. Siamo quelli che guardano alla fine del mese con timore. Siamo l’ombra dondolante di dolore appesa in qualche locale commerciale. Siamo l’esodo di ragazzi e ragazze in fila per fare un concorso pubblico. Siamo la tassa sul sogno di quella prima casa che non arriverà mai. Siamo quelli con laurea, specialistica, master e corso di specializzazione che danno ripetizioni per vivere. Siamo quelli che fanno l’alba per mandare curriculum in ogni dove. Siamo quelli che fuggono per cercare un impiego. Siamo quelli che rimangono perché qui il sole è caldo e luminoso. Siamo quelli che non hanno idea di cosa sia una raccomandazione. Siamo i trentenni che dormono ancora nel letto a castello con il fratellino. Siamo le idee spezzate dalla burocrazia tagliente. Siamo quelli che non trovano un lavoro. Siamo però anche italiani. Siamo quelli che si rialzano. Siamo sempre gli stessi del 2 giugno 1946: uomini e donne che volevano avere peso e parola. Siamo l’Articolo 1 della Costituzione ... una Repubblica fondata sul lavoro. E siamo anche quelli che non smetteranno di far valere quest’articolo. Roberta Bonori

Grazie a Matteo Porcelli per la segnalazione!

Grafica, marchi e contenuti di tutte le pagine sono di esclusiva proprietà di Eggs Press s.r.l. e dei rispettivi autori.

www.rutin.it N° 10 - Anno II - Maggio 2012 Editore: Eggs Press s.r.l. Direttori Editoriali: Guido Muzi Emanuele Tani info@eggspress.it Sede Legale: Via Yser, 21 00198 Roma Sede Operativa: Via G. Paisiello, 32 00198 Roma

Direttore Responsabile: Francesco Siciliano Redazione: Tanina Cordaro Francesco Saverio Russomanno Jlenia Currò Paola Faedda Roberta Bonori redazione@rutin.it

Registrato presso il Tribunale di Roma n. 83/2011 del 16 Marzo.

Ufficio Marketing: Luca Maria Polacco Anna Maria Possidente marketing@eggspress.info Art Director: Damiano Monti Copertina, Grafica e Impaginazione: Alessandro Di Bacco Foto a cura di: Romina Nizar

Stampa: Centro Stampa Quotidiani S.p.a. Via dell’Industria, 52 - 25030 Erbusco (BS) www.csqspa.it


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

3

Marco De Lotto

È

nato a Roma quando in edicola era da poco uscito L’Uomo Ragno n.80 dell’Editoriale Corno. Conseguito il diploma di ragioneria frequenta la Scuola Internazionale di Comics e nel 1994 pubblica sulla rivista della scuola (Experiment) la sua prima storia umoristica. L’anno seguente crea Aracno che viene pubblicato, sempre tramite la scuola, in un albo monografico. Da allora ha collaborato con molte fanzine, ha pubblicato una storia di tre numeri in appendice a Capitan Italia di Walter Venturi, ha disegnato le copertine di alcuni albi parodistici della casa editrice Zero Press, per un lungo periodo ha fatto parte dello studio Farmtoons di Vito Lo Russo dove ha partecipato, tra le altre serie, alla realizzazione dei cartoni animati di Lupo Alberto, ha disegnato diverse storie degli eroi Marvel per la rivista Marvel Junior edita da Edizioni Cioè e ha realizzato le copertine per la serie a fumetti Radio Karika edita da ASMI nell’ambito del programma ‘Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d’Italia’. Attualmente lavora nella pubblicità e si dedica alla scultura. Fumettisticamente dato per disperso, viene ritrovato nel Mare Glaciale Artico ibernato in un pezzo di ghiaccio e risvegliato dallo staff di Rutìn.it.


4

Montalbano: dai libri alla tv, dalla tv ai libri

L

e avventure del Commissario Montalbano, il personaggio creato dal genio dello scrittore siciliano Andrea Camilleri, diventeranno un fumetto. E non un fumetto qualsiasi! A vestire i panni di Montalbano, interprato sullo schermo da Luca Zingaretti, sarà Tolopino! La notizia è divenuta ufficiale in questi giorni. Lo stesso Camilleri ha dichiarato al Corriere della Sera di avere accettato la richiesta di Walt Disney di trasformare la sua opera più famosa in Topoalbano, un fumetto-omaggio. Lo scrittore si è dichiarato molto divertito dall’idea e sicuramente lo saranno i lettori di uno dei più celebri fumetti al mondo. Viene da chiedersi, però, come la trama di un giallo che intreccia spesso storie di mafia e vicende a tinte noir possa essere riadattata ad un pubblico composito come quello dei lettori di Topolino. Sembra però che il progetto sia già a buon punto: ‘Ho già avuto lo storyboard. Lo spunto nasce da una gita che Topolino e Minnie fanno in Sicilia. E Topolino diventa Topalbano. C’è una detective story e il paese dove Topalbano indaga si chiama Vigatta, proprio con due t … meglio non dire di più’. Serena De Domenico StudentVille.it

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

5

Shoko Okumura, la tradizione nella pittura

Q

uando si parla di artisti giapponesi del disegno vengono subito in mente i mangaka con le loro opere di robottoni, ragazzine seminude e mostri dalle improbabili proporzioni. Eppure esiste molto di più nelle arti grafiche giapponesi, dal design ultramoderno alla pittura in stile tradizionale, che in fondo contiene le radici di quello che diventerà lo stile manga. Oggi vi presentiamo allora un’artista che, seppur giovanissima, in questa tradizione si trova benissimo e con un discreto successo di pubblico a giudicare dalle mostre che porta in giro per l’Europa: la maestra Okumura. Oltre alle mostre personali e con altri artisti, insegna pittura tradizionale a Milano e realizza anche opere su commissione per privati e aziende. I suoi soggetti sono realizzati con una pennellata delicata e fluida. I soggetti rappresentati hanno sempre un collegamento diretto con le quattro stagioni dell’anno, tutto ciò mette in luce la sensibilità e il grande rispetto che i giapponesi nutrono nei confronti della natura e di tutto ciò che ne fa parte uomo compreso. Associazione Ochacaffè


6

Tokimeki Cartoni & TV Awards 2012

I

l 3 Giugno 2012 al Festival del Fumetto di Novegro andrà in scena la 18° edizione del Tokimeki Cartoni&Tv Awards. Il premio, ideato e condotto da Nicola Ryan Carrassi, è nato a Milano nel 1994 ed è stato il primo evento in Italia a premiare i doppiatori e le serie animate giapponesi più amate dal pubblico. Sul palco, tra gli altri: Ivo de Palma e Danja Cericola, (Cavalieri dello zodiaco), Max Di Benedetto, Patrizio Prata e Renato Novara (One Piece), Elisabetta Spinelli, Maddalena Vadacca (Sailor Moon), Debora Magnaghi (Memole), Cinzia Massironi e Jasmine Laurenti (Lamù), Lorenzo Scattorin (Ken il guerriero), Gianluca Iacono (Dragon Ball). Spazio alle proiezioni vip di ‘Fuori Sinc’, il primo telefilm dedicato al doppiaggio. Sarà presente la regista Monica Pariante. La band di Cartoni&Tv, diretta dal maestro Alessandro Porcella, scandirà ogni momento dello show con tributi musicali e special edition delle sigle più amate della tv. A consegnare i premi sarà la idol giapponese Eriko, già famosa in Italia per i suoi concerti e show in coppia con DJ Shiru. I due proporranno anche il loro noto spettacolo. La manifestazione sarà prodotta da RCO Europe e dall’Associazione Culturale Ochacaffè. Associazione Ochacaffè

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

7

Immersione nell’universo marino

U

na mostra adatta a grandi e piccoli quella del fotografo Albero Muro Pelliconi, visitabile dall’ 11 maggio al 31 luglio presso il Museo Civico di Zoologia di Roma. Dai più piccoli ai più grandi, composta da 80 scatti, ci racconta l’universo marino immergendo (quasi letteralmente) l’osservatore nel blu degli oceani e dei mari di tutto il mondo, piene delle loro meraviglie e dei loro misteri. Pelliconi, anche detto l’artista del mare, presenta tutte le emozioni vissute riproducendo le esplorazioni dei fondali grazie alla tecnica della fotografia subacquea, riprendendo gli scenari meravigliosi della Polinesia, dei Caraibi e dell’Oceano Atlantico. La mostra fotografica è promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico con servizi museali Zètema. Roberta Bonori


8

Valentina si mostra

V

alentina Movie, curata da Archivio Crepax e Vincenzo Mollica, è la prima mostra romana dedicata a Valentina. Promossa dalla Provincia di Roma nell’ambito del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura ed organizzata da Civita, apre al pubblico dal 30 maggio al 30 settembre, a Palazzo Incontro a Roma. Nata nel 1965 dalla penna di Guido Crepax, la donna più complessa e sensuale del fumetto italiano si presenta in un’esposizione ‘anarchica’ ed emozionale, costituita da sale tematiche che avvolgono il pubblico in un’atmosfera sempre in bilico tra sogno e realtà. Sagome di Valentina a grandezza naturale guidano gli spettatori lungo il percorso, raccontando il mondo di Crepax e fornendo spunti dal ricco bagaglio culturale che caratterizza le storie della saga. Il tutto, amplificato da ambientazioni e spettacolarizzazioni di grandi dimensioni tratte dai disegni, animato da installazioni e contributi video e valorizzato da 120 tavole originali scelte tra le circa 2.600 che quest’autore ha dedicato a Valentina. A cura della Redazione

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

9

La cultura di oggi secondo Eduard Winklhofer

D

al 16 maggio al 7 settembre potrete visitare ECHO, installazione artistica dell’austriaco Eduard Winklhofer negli spazi del Forum Austriaco di Cultura a Roma. Dalle espressioni oniriche e simboliche, la mostra di Winklhofer riflette sulla condizione culturale odierna e sul rapporto che si instaura tra l’opera e l’osservatore. Il titolo ECHO richiama il nome della ninfa del mito antico e diviene oggetto di una riflessione sulla condizione culturale odierna. Il libro, luogo della parola scritta e della trasmissione del pensiero, è assunto quale elemento per una scultura di tradizione classica volta ‘a togliere’ e a scavare. Nuove stratigrafie tridimensionali si vengono a determinare come ‘geografie della mente’. Dedicata quindi soprattutto a coloro che godono della visione e della percezione artistica, ECHO è curata da Aldo Iori con il contributo della galleria romana Giacomo Guidi Arte Contemporanea, e presenta principalmente lavori inediti curati appositamente per questa occasione. Roberta Bonori


10

In ricordo di Falcone e Borsellino

I

l silenzio è mafia: Falcone e Borsellino vent’anni dopo. Un titolo forte ed evocativo quello della mostra fotografica a cura di Franca De Bartolomeis e Alessandra Mauro in ricordo degli attentati di Capaci e Via D’Amelio, che si terrà presso il Palazzo Incontro a Roma, dal 21 maggio al 18 luglio. Indimenticabili nella tragedia, ma soprattutto nella lotta contro la mafia (argomento purtroppo ancora attualissimo), Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vengono così ricordati ed elogiati per le loro figure di eroi dei nostri giorni. Per l’occasione saranno letti brani da Diario di Rita Atria con Monica Guerritore, ed interverranno il Presidente della Provincia di Roma (Nicola Zingaretti), il fondatore dell’associazione LIBERA-Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, e Don Luigi Ciotti. Roberta Bonori

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

11 Veronica Carratello

V

eronica Carratello, in arte e per gli amici Veci. Nasce a Novara nel 1988, dopo aver conseguito il diploma presso il liceo artistico, frequenta il corso di fumetto presso la scuola internazionale di comics di Torino. Ha collaborato con riviste locali in qualità di cartoonist e svolto lavori per enti pubblici novaresi e aziende grafiche. Lavora anche come caricaturista per grandi eventi o compleanni. Ha progettato peluches per un’azienda di videogames e realizzato le illustrazioni del libro per bambini Il mondo di Bagigio edito dalle edizioni Astragalo e collaborato con la medesima casa editrice ad altri progetti illustrati. Attualmente sta lavorando ad un suo fumetto di prossima uscita, dal titolo Fat bottomed girls. Ha condotto un programma sul fumetto dal titolo Fumetti ma smessi sulla web tv Torn. Quando non disegna, Veronica suona la chitarra e scrive canzoni per il suo gruppo rock femminile Ladysagio.

http://vecicomix.blogspot.com


12

I

mmaginate un mondo del futuro dove le macchine volano, ma se capitate nei quartieri più malfamati di Marte vi fottono i reattori per volare, dove gli alieni per venire sulla Terra devono avere il permesso di soggiorno. Un mondo dove l’Italia è un ammasso di realtà e stati confederati diversi uniti solo dal Pianetoide dei Famosi che danno in tv. Un mondo dove il caffè viene trasportato da camionisti-facchini che lo portano alle varie macchinette e clientela sparsa nell’universo. Uno di questi camionisti è Doug. Italiano da molte generazioni ma non si sa quante. Età incerta, passato fumoso fatto di mille lavori e qualche mese di carcere. Vissuto e pasciuto a Roma, quartiere popolare Totti. Accanito fumatore, bevitore e collezionista di porno vintage d’epoca internet 2.0. La sua vita però è il lavoro. Porta caffè col suo personale camion spaziale La Gajarda. L’azienda per cui lavora, la multinazionale Golden Coffee gli dà le commesse e lui per il vile denaro compie centinaia di chilometri, a volte anche anni luce per portare ottimo caffè alle ricche ville galleggianti su Urano, surrogato all’odor di moka ai quartieri popolari della Suburbana Marte e caffè usato riciclato alle stazioni spaziali più remote di Alpha Centauri. Nei suoi percorsi si imbatte in personaggi e situazioni che lo trasportano in disavventure al limite della realtà. Tutto questo ed altro ancora è DOUG L’ASTROCAMIONISTA! Benvenuti!

http://dougastrocamionista.blogspot.com/

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

13

La bellezza classica di Sergio Tumminello

C

hi non conosce l’artista Sergio Tumminello può cogliere al volo quest’occasione: dal 17 maggio al 27 luglio, presso la One Piece Art Gallery di Via Margutta 53b a Roma è allestita Res Omins, la nuova mostra personale dello scultore romano. L’esposizione si articolerà su disegni e studi su carta, ma anche sugli ultimi lavori realizzati in marmo e particolarissime strutture di grandi dimensioni dal forte impatto visivo. Tumminello, celebre anche per essere entrato a far parte del Fondo Comune della Costituenda Fondazione Teatro Valle, grazie ad una sua opera entrata a far parte di questa collezione, basa il suo lavoro artistico sulla ricerca continua della bellezza classica trasfigurata in canoni decisamente meno tipici, lineari e allo stesso tempo leggeri e comunicativi, segno della lunga formazione avuta presso la Nuova Scuola Romana. Roberta Bonori

È il giorno della commemorazione di Douglas Adams, autore del libro Guida Galattica per gli Autostoppisti. Si festeggia il 25 Maggio e prevede il trasporto di un asciugamano per l’intera giornata.


14 Pietro Vanessi

P

ietro Vanessi (PV) è un professionista della comunicazione, nato a Verona nel ‘64 e residente a Roma da qualche anno, vignettista per varie riviste e diversi quotidiani locali e nazionali. Uscito di scena per 7-8 anni, per dedicarsi anema e core all’attività di creativo pubblicitario, da settembre del 2006 è ripartito alla grande, inventando nuove vignette satiriche e riflessioni sarcastiche su vari temi del nostro vivere quotidiano che firma con lo pseudonimo di PV. Nell’universo di PV si spazia dalla filosofia Zen alla critica sociale, dalla cronaca quotidiana alla vita di coppia, dalla morte e la malattia alle scorribande erotico/sentimentali di organi sessuali umanizzati in vena di confidenze. Un intero universo di personaggi che si muovono e agiscono sotto un’ottica agro-dolce di ‘disperata disillusione esistenziale’, che riescono comunque, tra una battuta filo-misogina e un pensiero disperatamente nichilista, a strappare un sorriso-amaro, mai sguaiato ma al contrario, il più delle volte, trattenuto a forza tra i denti in una logica in sospeso tra il ‘sia quel che sia’ e il ‘sarà come deve andare’.

www.unavignettadipv.it

www.rutin.it - Numero 10 - Anno II - Maggio 2012


Numero 10 - Anno II - Maggio 2012 - www.rutin.it

15

Quella notte alla Diaz una storia tragica, rivissuta attraverso un fumetto

Potente, duro, coraggioso, necessario. Sono tanti gli aggettivi utilizzati per definire Diaz, uno dei libri a fumetti indubbiamente tra i più singolari mai pubblicati.

I

n concomitanza con la distribuzione nelle sale del film Diaz – Non pulire questo sangue di Daniele Vicari, abbiamo intervistato l’autore della graphic novel pubblicata da Guanda Editore, Christian Mirra, il quale ci ha rivelato in che modo nasce l’idea di raccontare una storia così tragica e autobiografica.

Come mai hai scelto il fumetto per ripercorrere l’episodio più triste del G8 a Genova? Era il mezzo migliore che avessi a disposizione e, a mio avviso, il più efficace proprio per la natura dell’argomento da trattare. Per troppo tempo, infatti, la verità sui fatti accaduti nella scuola in questione è stata negata. Proprio per sopperire a questa disinformazione, ho voluto creare una sorta di documentario che, a differenza di quello standard (visto con un certo distacco), vuole invece permettere al lettore di identificarsi con la storia, proprio grazie alla presenza delle immagini. Inoltre, per me è stata una sorta di ‘terapia’ per provare a guardare la mia stessa esperienza con un certo distacco. Questa è la tua prima pubblicazione? No. Prima del successo (inaspettato, peraltro!)

di questo libro avevo già pubblicato una storia breve sul problema dei rifiuti a Napoli, con la Sherwood Comix. Ci sono state difficoltà nel trovare una casa editrice disposta a pubblicare una storia per molti considerata ‘scomoda’? Anche in questo caso sono rimasto sorprendentemente stupito dall’estrema cordialità da parte di tutte le persone con cui ho parlato: c’erano addirittura tre editori interessati al mio racconto. In pratica, non ho avuto che l’imbarazzo della scelta. E il riscontro da parte del pubblico? Ottimo. In moltissimi mi hanno invitato a presentare il libro in tutta Italia. Anche all’interno della Polizia stessa ci sono stati diversi complimenti, nonostante a livello legale non siano stati mai riconosciuti responsabilità e colpevoli di un’azione così scellerata. Tra le critiche: quella di alcuni rappresentanti delle forze dell’ordine, nel vedere esposta la locandina davanti alla libreria Fanucci, proprio di fronte al Senato della Repubblica. La storia è tutta in bianco e nero. C’è una particolare ragione legata alla scelta di escludere i colori? Oltre a motivi fondamentalmente pragmatici (80 pagine a colori, sarebbe stato un lavoro immenso…) bisogna dire che per il tipo di storia

raccontata il bianco e nero ci stava benissimo. L’assenza del colore è un’ulteriore modo per rappresentare l’atmosfera che si respirava in quei momenti. Ti sei ispirato a qualche autore in particolare? I miei modelli sono tanti e tutti allo stesso modo importanti. Per citarne solo alcuni: Joe Sacco, Scott McCloud, Andrea Pazienza. Proprio pensando a quest’ultimo ho deciso di sperimentare l’utilizzo di più stili all’interno di un solo libro. Quali sono i tuoi fumetti preferiti? Ne leggo moltissimi e di generi differenti. Uno dei fumettisti che stimo in assoluto è Sergio Toppi: non lo considero un semplice disegnatore, ma un vero poeta. Anna Maria Possidente Sito internet: www.christianmirra.com Blog: www.christianmirra.blogspot.com Le immagini di questo articolo sono gentilmente concesse da Ugo Guanda Editore, © 2010 Ugo Guanda Editore S.p.A., Viale Solferino 28, Parma


Rutìn.it n°10 Maggio 2012  

Rutìn.it n°10