Issuu on Google+

3° Circolo Didattico di Carpi Scuola dell’Infanzia Albertario a.s. 2011-2012

M.Rita Bellei-Miriam Magnani-Diletta Ronzoni-Paola Fornitano


Questo percorso nasce dalla consapevolezza che, come per la lingua scritta, i bambini fanno esperienze matematiche occasionali, attraverso il gioco e l’osservazione del mondo circostante. Partendo dalle congetture dei bambini sul concetto di numero, offriamo occasioni di esplorazione nel mondo della matematica, inducendoli alla riflessione. Il nostro intento è di stimolare nei bambini un atteggiamento di ricerca e di esplorazione nei confronti degli aspetti quantitativi, sviluppare la conoscenza dei numeri sul piano orale e grafico�simbolico.


Yina: guarda ho scritto numeri! Sofia realizza una agenda: chi vuole venire alle riunioni con mia madre?

Nicolò : se io taglio i soldi‌dopo ho un milionedi soldi! (taglia in due delle fotocopie di banconote)

Immagini: produzioni spontanee


Cosa sono i numeri? Alice Z: i numeri sono delle cose che servono per imparare a contare e possono essere utili Claudio: i numeri sono per attaccarli, per indovinelli, per leggerli A cosa servono i numeri? Alice Z: servono per vedere i giorni Fatima: servono per scrivere Sofia: per il calendario se no come fai a sapere i giorni? Noemi: per guardare Alessia: 4-5-6-7-8 Selma: per contare Haram: per il telefono Gretha: negli orologi

Immagini: il righello, orologio e telefono di Haram


Dove si trovano i numeri? Claudio: nei cartelli fuori dalla strada, i numeri della velocità. C’è 4 e 0 che dobbiamo andare a 4 e 0. Nicolò: i numeri della velocità delle macchine, dentro alle macchine … Claudio: come ha detto Nicolò, i numeri delle macchine sarebbero indietro, no davanti perché c’è un buco con un vetro che ci sono le freccette con gli orologi. Filippo: nelle automobili di corsa Noemi: nella maglia Sofia: sopra alle case disegnati, perché nella mia casa c’è il numero 108 Gretha: negli orologi Immagini: ricerca, ritaglio e rilaborazione di numeri


Dove si trovano i numeri?

Nicolò: sulle etichette delle maglie, dei pantaloni, delle giacche e delle scarpe Alice Z: nel calendario Giuseppe: nelle scarpe Anna: nelle scatole delle scarpe Sabrina: nella strada Selma: li! (indica l’orologio) Noemi: dentro le buste Sofia: nella targa della macchina Nicolò: nei paletti fuori in strada ci sono i numeri

Immagini: i bambini cercano i numeri in sezione e da soli li fotografano


Alice Z: i numeri che servono per fare la recita di oggi! (si riferisce ad una collana numerata, che determina l’appartenenza ad un gruppo e viene utilizzata per cantare la canzone di Natale)

Immagini: numeri ricalcati, trasformati, disegnati, ricavati con carta adesiva colorata‌


I numeri nel quotidiano‌

Ogni circostanza diventa occasione per giocare con i numeri e sulle quantitĂ : -Quanti bambini sono a scuola, quanti a casa? -Un legnetto per ogni bambino assente o presente.

-Le caramelle di Alice: tante quanti il numero di bambini.


I numeri nel quotidiano…

Ogni giorno i bambini firmano la loro presenza a scuola in un “notes” personale. A fine mese contiamo il numero delle presenze e mettiamo in corrispondenza incastri quadrati. Qual’è la fila più lunga?...la più corta?...


I bambini trovano in sezione un reticolo con i numeri da 0 a 9‌

Come possiamo usare questo reticolo con i numeri?

Samuel: l'hai fatto tu! Lo sai cos'è! Selma: per saltare. Samuel: i quadratini, per mettere le cose dentro. Alice Z: per fare imparare giochi e contare Fatima: per fare una strada Noemi: per fare le casette con i numeri Selma: uno va nella casa, poi si cambia e va nell'altra casa Samuel: si comincia da zero Sofia propone un gioco: bisogna mettere un oggetto con tutti i numeri diversi, dopo si va a nascondere, uno toglie la costruzione e uno deve dire il numero e spostare il numero


Il gioco di Giuseppe: Il bambino si mette a zero seduto, lancia il dado e poi se fa 4-5-6, va sopra a numero, seduto. Lo deve lanciare ancora e se fa un altro punto, va più avanti e arriva al 9. Nicolò: E se arriva al 9 come fa? Vince un premio, un cioccolatino, un bacino? Giuseppe: No! Lo dice la maestra come fa! Il gioco di Fatima: si può lanciare il dado, poi si salta e poi al punto dov'è il dado si deve fermare. Il gioco di Selma: possiamo prendere il dado, possiamo ballare e saltare dentro i numeri. Il gioco di Noemi: dobbiamo lanciare il dado e poi saltiamo con una gamba Samuel: al 5 devi fare 5 salti! Sperimentiamo ogni gioco proposto….


La trasformazione dei numeri per inventare una nuova storia‌ Procedura: 1. I bambini elaborano un numero a scelta 2. I disegni fotografati e rimpiccioliti vengono esposti in un cartellone per la scelta dei personaggi della storia

Gufo, slitta con Babbo Natale, ballerina, pupazzo di neve, barca, principessa, bimbo, drago‌


3. Ognuno appone la propria firma in corrispondenza del disegno preferito (unica regola: non può essere il proprio) 4. Si conta la maggioranza che detrmina i personaggi e si inventa la storia

Macchina volante, motosega, pista con macchinine, serpente, omino, mamma‌


Il libro…

“La ballerina sulle montagne russe”

Ballerina, montagne russe, sedia, fatina…


Nella “saletta dei bimbi grandi”, quest’anno i bambini si sono costruiti autonomamente dei piccoli libricini da elaborare. Proponiamo di realizzare il libro degli auguri di Pasqua, da regalare ai genitori. Chiediamo ai bambini di usare i numeri per realizzare temi inerenti alla Pasqua e alla primavera….

Immagini: i bambini realizzano il “libro degli auguri”…tagliare, incollare, disegnare….


Scuola.albertario@comune.carpi.mo.it


Numeri