Page 1

RIZA AntiAge Dicembre 2019 - Numero 20

AntiAge

Poste Italiane S.p.A. – sped. in abb. post. – DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 N.46) art. 1 comma 1 - Aut. MBPA/ LO-NO/079/A.P./2018 - LO /MI

RIZA

Dicembre 2019 - Numero 20 - Italia € 5,90 Periodico mensile - P.I. 04/12/2019 B € 10,90 - F € 13,50 - D € 13,50 - E € 9,90 PTE CONT. € 9,90 - Chf CH 14,50 - CH CT Chf 13,90

o v o Nu

L’arte di restare giovani

È la causa principale dell’invecchiamento

VINCI LO STRESS Tutto il corpo rifiorisce

Le 5 regole d’oro da mettere in pratica MENU DELLE FESTE ANTIAGE I cibi e gli abbinamenti giusti per dimagrire anche a Natale

PSICOLOGIA

Ecco come coltivare il sano egoismo e prenderti cura di te I trattamenti più nuovi per rigenerare la pelle

AntiAge con: Correggi la postura € 15,40 Rinforza memoria e concentrazione € 14,60

VIA RUGHE E MACCHIE

Attenzione allo smog! Per proteggerti ti serve la clorella cover n20 Dicembre AntiAge.indd 1

15/11/19 15:30


la psiche AntiAgeAntiAge sommario

2O

PAG.

PAG.

LE news AntiAge PAG.

6

46

PAG.

le lettere AntiAge PAG.

10

la psiche

la salute

Come sapere se sei sulla strada giusta

DOSSIER

AntiAge

PAG.

16

AntiAge

PAG.

34

Il sano egoismo è meglio del lifting: ecco come coltivarlo

42

56

28

Pesce azzurro. Mangialo spesso, vedrai la differenza! PAG.

60

Lo smog invecchia: difenditi così PAG.

46

Le radici di lunga vita

24

Come stai? Impara a rispondere «Bene!»

Sommario.indd 4

Pranzo delle feste. Quest’anno fallo antiage

20

PAG.

PAG.

AntiAge

PAG.

Mal di pancia continuo... E se fosse colpa dei diverticoli?

PAG.

l’alimentazione

Dai un taglio allo stress. Tutto il corpo ringiovanisce

Non c’è un uomo al mio fianco ma... c’è tanto altro PAG.

54

PAG.

Quando la testa inizia a girare PAG.

50

62

Perché è bene guardarsi dall’acrilammide PAG.

66

15/11/19 14:42


L’arte di restare giovani

PAG.

7O

la bellezza AntiAge

PAG.

84

piccoli piaceri AntiAge

Sfrutta la forza degli agrumi per tonificare viso e corpo PAG.

72

attività fisica PAG.

84

tecniche di seduzione Regala alla tua pelle una crema gioiello PAG.

76

PAG.

88

moda PAG.

90

i consigli di lettura Un tocco di luce nei punti giusti PAG.

78

Cancelliamo le macchie! PAG.

80

PAG.

94

Suggerimenti per lo shopping PAG.

96

Le novità di Riza in edicola PAG.

Sommario.indd 5

98

9O

PAG.

Direttore responsabile: Raffaele Morelli Direttore Generale: Liliana Tieger Redazione: Claudia Raimondi Consulente editoriale: Fiammetta Bonazzi Hanno collaborato per i testi: Vittorio Caprioglio, Nina Gigante, Chiara Marazzina, Monica Marelli, Michael Morelli, Davide Mosca, Andrea Nervetti, Federica Vuono. Progetto grafico: Roberta Marcante Copertina di: Hülya Özdemir Foto: Emiliano Peluso, 123rf, Fotolia, Shutterstock Direttore Pubblicità: Doris Tieger Ufficio Pubblicità: Luisa Maruelli, Ugo Scarparo Responsabile Amministrativo: Danila Pezzali Segreteria di Direzione Daniela Tosarello Ufficio Tecnico Sara Dognini Ufficio Abbonamenti Maria Tondini www.riza.it - e-mail: info@riza.it Corsi Istituto Riza: riza@riza.it Pubblicità: advertising@riza.it Abbonamenti: abbonamenti@riza.it Redazione, amministrazione e servizio abbonamenti: Edizioni Riza S.p.A.- via L. Anelli 1, 20122 Milano, tel. 02/5845961 r.a. fax 02/58318162 Pubblicità: Edizioni Riza S.p.A.- via L. Anelli 1, 20122 Milano tel. 02/5845961-fax 02/58318162 Stampato in Italia da: Caleidograf s.r.l., via Milano, 45 - 23899 Robbiate (LC) Distribuzione per l’Italia e l’estero: SO.DI.P. “Angelo Patuzzi” S.p.a., via Bettola 18, 20092 Cinisello Balsamo (MI) Una copia € 5,90 - arretrati € 11,80. Abbonamento annuale (12 numeri) Italia: € 35,00. Paesi europei € 150. Versamenti da effettuare sul ccp n. 25847203 intestato a Edizioni Riza S.p.A. - Via Luigi Anelli, 1 - 20122 Milano Autorizzazione del Trib. di MI - n. 112 del 09-04-2018. ISSN 2611-2647 Associato a:

Garanzia di riservatezza per gli abbonati - L’Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Edizioni Riza - via L. Anelli, 1 - 20122 Milano. Le informazioni custodite nell’archivio elettronico Riza verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati vantaggiose proposte commerciali (art. 13, decreto legge 196/2003). Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono a scopo informativo e divulgativo: pertanto non intendono sostituire, in alcun caso, il consiglio del medico di fiducia. AntiAge cita i nomi commerciali di prodotti cosmetici, fitoterapici o alimentari per completezza di informazione e per libera scelta della redazione.

15/11/19 14:42


la psiche AntiAge

il sano egoismo

è meglio del lifting: ecco come coltivarlo È arrivato il momento di mettersi in cima alla lista. Perché cedere sempre il passo alimenta insoddisfazione e rancori. E la scienza dice che fa male anche alla salute

B

asterebbe riflettere un poco sul Non trascurare i tuoi interessi senso delle istruzioni che vengono Spesso le donne si sentono egoiste, dando impartite dalle hostess prima del a questo atteggiamento una connotazione decollo: in caso di riduzione improvvisa esclusivamente negativa. Eppure della pressione, bisogna sempre mettersi sono proprio loro le più abituate la maschera dell’ossigeno per primi e solo a mettere davanti alle proprie esidopo pensare agli altri. Ecco un’applicaziogenze quelle di figli, marito, genitori da ne, forse un po’ estrema, del concetto di accudire oppure quelle del lavoro. Per tutsano egoismo. Se non stiamo bene te queste ragioni arrivano a ridurnoi, non siamo di alcun aiuto re, fin quasi allo zero, le neppure agli altri. Pensare a uscite in autonomia o Una rosa rossa soddisfare i propri bisogni, con le amiche, limitanon è egoista perché esaudire i desideri che si no gli spazi dedicati a hobvuole essere una hanno dentro: siamo abiby, interessi e distrazioni, rosa rossa. Sarebbe tuati a credere che e arrivano perfino a rimanterribilmente egoista questo sia egoismo. dare esami e controlli delse volesse che i fiori Ma prendersi cura di sé, la propria salute. Secondo del giardino fossero tutti delle proprie esigenze psicoi dati di un’ampia ricerca rossi e tutte rose. logiche e materiali è necessario che ha coinvolto 7000 donOscar Wilde alla piena realizzazione della prone in sette Paesi, Italia compresa, pria natura. E più passa il tempo, più realizzata per conto di un’azienda farpressante diventa questo bisogno. La nostra maceutica, l’84% delle italiane intervistavera missione - scrive Raffaele Morelli nel te, antepone la salute dei propri cari alla libro “Realizzare se stessi” (Edizioni Riza) cura di sé. Non si tratta di generosità. Si - contrariamente a quello che si crede o ci tratta di un errore. Ma imparare a metterfanno credere, è quello di diventare quello si in cima alla lista è possibile e i vantaggi che siamo destinati a essere. Se non si comsi vedono: sentirsi soddisfatti è una vera prende questo c’è il fallimento della nostra iniezione di giovinezza per il nostro cerprincipale funzione e compare l’infelicità. vello e il nostro corpo.

24

Sano egoismo.indd 24

AntiAge

15/11/19 12:19


La prima cosa da fare

Liberati dal falso buonismo L’idea della “brava bambina” a molte donne resta attaccata ben oltre l’età matura. Per coltivare un po’ di sano egoismo è necessario mettere da parte la falsa convinzione che si debba essere sempre buoni e disponibili. Credere di dover essere solo altruisti porta a indossare una maschera che soffoca esigenze che non solo non scompaiono, ma possono trasformarsi in ansie, rancori, insoddisfazione, quando non in veri e propri disturbi fisici. La rabbia che ti spinge a rivendicare il tuo farti in quattro per gli altri è il segno tipico di un sacrificio eccessivo. È necessario quindi eliminare il bisogno di sentirsi buoni. Come? Sospendendo il giudizio su ciò che si prova e su ciò che si vuole e smettendola di etichettare ogni cosa con il metro dell’Io moralizzatore.

L’errore da evitare

Mostrarsi superiori Hai messo in programma un pomeriggio per te, poi il marito, i figli o il parente di turno, all’ultimo, se ne esce con una richiesta che manda tutto all’aria. Si rinuncia e in più non si ottiene neppure un grazie. Quante volte è capitato. Eppure si continua e in più si cerca di nascondere la delusione: spesso lo si fa per dimostrare che nulla ci ferisce, che siamo superiori, che l’egoismo non è un nostro difetto. Questo atteggiamento, che in realtà è una difesa dalle umiliazioni e dalla paura di rivendicare quello che ci spetta, ci fa trattenere amarezza. Datti il permesso di manifestare il tuo disappunto per veder intralciati i tuoi piani. Starai meglio e le tue esigenze saranno più rispettate.

Ti stai dimenticando di te? Ecco i segnali • Perdita di entusiasmo e di intraprendenza. • Netta riduzione di allegria e risate. • Stanchezza non profonda ma costante. • Fasi di amarezza e di malinconia. • Tendenza a ironia e autoironia sferzanti. • Aumento di peso: ti consoli con il cibo, ma il corpo si allarga anche per ricordarti che ci sei anche tu.

AntiAge

Sano egoismo.indd 25

25

15/11/19 12:20


la salute AntiAge

Lo smog invecchia: difenditi così

L’aria delle nostre città accorcia i telomeri, riduce le nostre difese e danneggia pelle e polmoni. Correre ai ripari si può, con soluzioni che vengono dalla Natura

L’

aria che si respira ha un ruolo di primo piano nell’attivare (e nell’accelerare) i processi d’invecchiamento. Stiamo parlando dell’aria inquinata delle nostre città: un’atmosfera carica di veleni chimici che, inalati o assorbiti a livello epidermico, infiammano le cellule, alterandone la funzionalità. Uno studio dell’Università della California ha rilevato che lo smog determina un accorciamento dei telomeri, le parti finali dei cromosomi, la cui lunghezza è proporzionale alla nostra longevità. Soprattutto durante la stagione invernale, con l’accensione dei riscaldamenti e la maggiore concentrazione di veicoli circolanti, balzano all’onore delle cronache le “polveri sottili”, un mix di particelle che, una volta inalate, arrivano nei polmoni ed essendo davvero piccolissime possono andare oltre gli alveoli polmonari ed entrare nel flusso sanguigno. Uno studio dell’università di Lancaster ha riscontrato la presenza di particolato ultrafine di magnetite, prodotto dal traffico, anche nel cervello, solitamente protetto dalla barriera ematoencefalica, tra neuroni e sinapsi.

46

Smog.indd 46

Le conseguenze Le sostanze che compongono lo smog, alle quali si aggiungono i veleni domestici (le esalazioni tossiche di fornelli e detersivi e le microparticelle di vernici, formaldeide, solventi e imbottiture rilasciate dai mobili) sono responsabili di molti effetti negativi. Ecco i principali dai quali guardarsi: • aumento della produzione di radicali liberi, primi responsabili dello stress

ossidativo che fa invecchiare le cellule e, nei casi più gravi, le fa degenerare; • problemi respiratori come asma, allergie, che affaticando anche il cuore e le arterie; • alterata risposta immunitaria e ormonale: le polveri sottili si depositano

nelle ghiandole endocrine e nei tessuti ormonali, formati da grassi in cui i veleni chimici restano intrappolati per anni; • occlusione dei pori della pelle, cosa che determina un aspetto “segnato” e una minor ossigenazione dei tessuti; viene danneggiato il film idrolipidico che protegge la cute, con un rischio più elevato di sensibilizzazione e comparsa di dermatiti; • alterata sintesi di alcuni neurotrasmettitori, condizione che

favorisce nervosismo, ansia, insonnia, agitazione e iperattività; • interferenza con le funzioni cerebrali:

l’esposizione al biossido di zolfo, al biossido di azoto e al Pm10 sembrerebbe addirittura in grado di ridurre le performance cognitive, mentre chi vive in zone con alte concentrazioni di PM2,5 sarebbe più a rischio di declino cognitivo e Alzheimer.

AntiAge

15/11/19 12:24


L’alga clorella

Crea uno scudo interno

L’alga clorella è una micro-alga diffusa in Giappone ed è uno degli integratori più utilizzati per combattere dall’interno l’inquinamento. Grazie alle sue proprietà chelanti rimuove le sostanze nocive per l’organismo favorendo i processi di detossificazione, per esempio promuove l’eliminazione di metalli pesanti come cadmio, piombo e mercurio e di altre sostanze tossiche. La clorella è ricca di clorofilla, che migliora l’ossigenazione del corpo e depura i principali organi filtro, come pelle, reni, fegato e intestino. Non ultimo, stimola l’attività dei macrofagi e dei linfociti T, rinforzando la risposta immunitaria. Assumi una compressa di clorella (con acqua) al giorno, per un periodo di 3 settimane; fai una pausa di 10 giorni e ripeti il ciclo ancora una volta.

Le piante mangia smog Ormai sempre più spesso nei parchi cittadini vengono messe a dimora piante dal comprovato potere assorbente nei confronti di polveri e particolati: sono l’agrifoglio, il viburno, il corbezzolo, il ligustro e l’alloro. Ci sono anche vegetali utili da tenere in casa e sul balcone: in terrazza, per esempio, va benissimo un bell’esemplare di rododendro (o azalea indica), che fiorisce dall’inizio dell’inverno e filtra i gas chimici (come il benzene) dispersi nell’aria e che dall’esterno migrano nei locali in cui si vive. All’interno, invece, non possono mancare il Photos, che neutralizza il monossido di carbonio e le particelle di solventi, e la robusta Dracena, che cattura la formaldeide. Se c’è qualche fumatore, la Beaucarnea recurvata aiuterà a neutralizzare il pulviscolo di tabacco e nicotina, mentre il Ficus benjamina ripulisce l’aria dai residui dei detergenti per la casa, inclusa l’ammoniaca. Tutte le piante vanno tenute nella zona giorno, perché durante la notte rilasciano anidride carbonica.

PROTEGGITI ANCHE A TAVOLA ALCUNI CIBI SONO EFFICACI CONTRO I DANNI DELLE MICROPARTICELLE DI SMOG. I BROCCOLI CONTENGONO SULFORAFANO CHE DIFENDE I POLMONI E FAVORISCONO L’ELIMINAZIONE DI BENZENE TRAMITE LE URINE, OTTIMO IL CARCIOFO CHE SOSTIENE L’ATTIVITÀ DI UNO DEI NOSTRI FILTRI PIÙ IMPORTANTI, IL FEGATO, COSÌ COME I CIBI RICCHI DI FLAVONOIDI, COME PEPERONI, MELE, MIRTILLI, RAVANELLI E CIPOLLE

AntiAge

Smog.indd 47

47

15/11/19 12:24


L’alimentazione AntiAge

Pranzo delle feste

Quest’anno fallo antiage Durante il periodo natalizio si mangia più del solito. È il caso di approfittarne per scegliere alimenti e combinazioni che promuovano la tua giovinezza (e difendano la tua linea)

N

e nel periodo di Natale è difficile pensare a diete troppo restrittive, ma è estremamente semplice prendersi cura della propria giovinezza. È vero, le calorie sono più del dovuto e anche con i dolci si tende a esagerare, ma pensare al proprio benessere proprio mentre si sta festeggiando con amici e parenti è solo una questione di scelte. Per trasformare un pranzo natalizio in uno antietà non c’è bisogno di stravolgere le tradizioni familiari. Tutto sta nel puntare su alimenti ricchi di vitamine e antiossidanti e su piccole astuzie per aumentare il valore antiage dei piatti e per contrastare, nello stesso tempo, quei fattori “invecchianti” che possono essere presenti nei piatti delle grandi occasioni. Tra gli obiettivi ridurre in parte l’assimilazione dei troppi zuccheri e carboidrati, aiutare la digestione, favorire l’eliminazione di sale, presente in abbondanza nelle pietanze e dare un sostegno a fegato e intestino, super-impegnati tra brindisi e cenoni.

Prima di mangiare L’integratore con faseolamina Ci sono pane, pasta, sfogliatine, vol au vent, patate, panettone… Una delle caratteristiche dei pranzi delle feste è quella di essere ricchissimi di amidi, ovvero di carboidrati. Una mezzora prima, per evitare di fare il pieno di questi nutrienti che, soprattutto dopo i 40 anni, vengono metabolizzati con maggior difficoltà, assumi un integratore a base di faseolamina, una proteina estratta dal baccello di fagiolo. La faseolamina “blocca” la trasformazione dell’amido presente nei carboidrati complessi (pane, pasta ecc.) in glucosio, evitando così la sua assimilazione. I vantaggi sono sul fronte della glicemia e del peso corporeo. Puoi assumere un integratore a base di faseolamina (da fagiolo bianco) una mezzora prima dei pasti. Va posta attenzione se si assumono farmaci, poiché l’integratore può ridurne l’efficacia.

Il primo che rigenera l’intestino Lasagne sì, ma con farina di legumi Per le lasagne usa pasta fatta con farina di legumi, da condire poi come vuoi, con ragù o verdure. I vantaggi sono moltissimi: riduci i carboidrati, aumenti le proteine e raddoppi la quantità di fibre, preziose per l’intestino. Rispetto alla classica pasta all’uovo, la pasta per lasagne ottenuta da farina di legumi ha anche più vitamine e minerali, come ad esempio il ferro o il potassio: una porzione da 42 g ne fornisce già il 20% giornaliero. Il sapore è neutro e prenderà quello del ricco condimento. 56

Menu feste.indd 56

AntiAge

15/11/19 14:07


Di fianco all’arrosto, l’insalata antirughe

Nel cestino della frutta… L’alchechengi per eliminare l’eccesso di sodio L’alchechengi, vegetale noto anche con il nome di Physalis alkekengi, è un frutto arancione che, sulla pianta, ricorda una piccola lanterna. In medicina cinese viene utilizzato per favorire la diuresi e contrastare la cellulite. Le sue proprietà diventano utili nel corso di pasti in cui, tra salumi e piatti saporiti, si fa il pieno di sale e proteine. L’alchechengi aiuta a ridurre l’eccesso di sodio e gli acidi urici. Si può gustare al naturale, in macedonia, dopo averlo pulito soprattutto della parte alta dove può raccogliersi una sostanza resinosa. Si conserva in frigo due giorni. Esistono anche delle bacche essiccate da utilizzare come snack.

L’insalata diventa ancor più antiossidante (e antirughe) se facciamo in modo che l’ingrediente principale sia la vitamina C. Preparala utilizzando rucola e radicchio e aggiungendovi della frutta. Perfetto è, ad esempio, il mandarino cinese o kumquat, ricchissimo di vitamina C e oli essenziali antinfiammatori. La presenza di fibre ti permetterà anche di non assorbire tutti i grassi della carne. Le sue proprietà digestive ti consentiranno poi di evitare gonfiori. Perfetta anche un’insalata con ananas e papaya, che, oltre alla vitamina C, contengono enzimi anti gonfiori. Condisci con olio extravergine d’oliva e succo di limone.

A fine pasto… Il caffè “antizuccheri” La cannella è una spezia che contribuisce a regolare la glicemia. Puoi usarla per aromatizzare il caffè. Se hai in casa le stecche di cannella, falle bollire per 5 minuti in acqua calda e poi usa questo decotto, raffreddato, per riempire la caldaia della moka. In alternativa aggiungine mezzo cucchiaino alla polvere della moka o un pizzico soltanto nella tazzina, se usi le cialde.

AntiAge

Menu feste.indd 57

57

15/11/19 14:07


la bellezza AntiAge

Sfrutta la forza d per tonificare v Sono largamente impiegati in cosmetica perché restituiscono all’epidermide compattezza, idratazione e salute. Il modo più efficace per usarli? Ricorrere ai loro oli essenziali

C

on i loro colori allegri, accesi e luminosi, gli agrumi racchiudono tutta l’energia vivificante del sole dell’inverno. Il loro uso in cosmesi è davvero ampio, dal momento che possono fornire principi attivi dall’azione antiage a vantaggio del viso, del corpo e dei capelli. Creme, sieri e lozioni sfruttano soprattutto i loro antiossidanti che attenuano i segni d’invecchiamento, fungono da barriera contro la disidratazione e contribuiscono a stimolare la sintesi del collagene, fondamentale per il sostegno del derma. Negli agrumi sono presenti poi alfa idrossiacidi, che favoriscono idratazione e luminosità della pelle, contrastando l’iperpigmentazione. Gli agrumi aiutano anche il turnover cutaneo e, sul corpo, vengono usati in creme anticellulite perché aiutano i tessuti a liberarsi dai liquidi in eccesso. L’arancia, e in particolare l’arancio dolce, contiene un’eccellente concentrazione di bioflavonoidi tra cui l’esperidina, che agiscono in maniera sinergica e migliorano l’elasticità e la compattezza cutanea. Ecco perché ti suggeriamo di utilizzare arance, mandarini, pompelmi, cedri e bergamotti come “ingredienti” base della tua beauty-routine invernale. E poi, ovviamente, la classica spremuta di arance rosse da bere ogni mattina resta il migliore integratore vitaminizzante e antiage che tu possa trovare: non fartela mancare mai!

72

Agrumi.indd 72

Per il viso

Arance, ma Navel! Nelle creme gli agrumi sono sfruttati proprio come antirughe, vista la presenza di flavonoidi e antiossidanti. Tra le arance migliori per un utilizzo cosmetico ci sono le Navel, molto succose, meno acide e particolarmente ricche di esperidina, una sostanza che migliora il trasporto di ossigeno, svolge una potente azione di rinforzo dei capillari e aiuta a prevenire la couperose. Puoi sfruttare le virtù dell’arancia Navel per un trattamento di rinnovamento dell’epidermide da fare un paio di volte alla settimana: mescola un cucchiaino di succo appena spremuto con un cucchiaino di scorza d’arancia grattugiata, 2 cucchiai di zucchero di canna grezzo, un pizzico di sale e una goccia di olio essenziale di mandarino. Il succo d’arancia rallenta il processo d’invecchiamento, lo zucchero esfolia con delicatezza mentre l’olio essenziale di mandarino svolge una delicata azione antisettica e schiarente.

AntiAge

15/11/19 12:41


a degli agrumi viso e corpo Usa l’olio essenziale per potenziare la tua crema

Rinfresca l’incarnato con il siero al neroli

Puoi utilizzare l’olio essenziale di neroli per aumentare l’azione antiage della tua crema: aggiungi 10 gocce di essenza a un vasetto di crema, meglio da notte. Se lo aggiungi alla crema da giorno, abbi solo l’accortezza di non usare questo preparato quando ti esponi al sole diretto, per esempio se vai in montagna: tutti gli oli di agrumi possono avere effetti fotosensibilizzanti.

Con il nome di neroli si definisce un delicatissimo olio essenziale che viene ottenuto dalla distillazione delle infiorescenze dell’arancio dolce. È un olio essenziale molto sfruttato in cosmesi poiché è un efficace idratante ed evita che gli agenti atmosferici rendano troppo secca la pelle. Lo puoi trovare puro in erboristeria e utilizzarlo per preparare un siero da applicare alla sera, meglio ancora se dopo lo scrub (così i pori sono aperti e la pelle risulta più ricettiva al trattamento). In un cucchiaino di olio di mandorle dolci, diluisci 2-3 gocce di essenza di neroli e applica il siero su viso, collo e décolleté, massaggiando finché non sarà ben penetrato. Questo trattamento lascia sulla tua pelle una fragranza avvolgente, che ti aiuta anche a dormire bene. AntiAge

Agrumi.indd 73

73

18/11/19 14:30

Profile for Edizioni Riza

AntiAge  

Dicembre 2019

AntiAge  

Dicembre 2019