Page 61

• tutti gli acquirenti in prima vendita. Sono esonerati gli acquirenti che acquistano quantitativi non superiori a 30 kg e il prodotto è destinato ad uso privato. I soggetti di cui sopra devono trasmettere i dati previsti dalla normativa entro 24 ore dalla data di assunzione in carico o dalla data di vendita. Gli operatori che hanno un fatturato inferiore ai 200.000 euro possono compilare i modelli cartacei (allegato B e C del Decreto n. 155/11) e trasmetterlo entro 48 ore all’autorità marittima competente. Conclusioni Dall’analisi della normativa in materia di etichettatura nella fase di produzione primaria e nelle fasi immediatamente successive emerge che gli obblighi imposti dal legislatore comunitario sono molto stringenti e a volte di difficile applicazione (come ad esempio mantenere le informazioni relative alla partita, alla data di pesca, agli attrezzi, ecc… specie quando due o più partite vengono mescolate assieme). Tutte le informazioni che scaturiscono nella produzione primaria devono essere rese disponibili lungo la filiera produttiva fino alla fase precedente alla vendita al consumatore finale; quest’ultimo, invece, deve avere accesso solo a quelle previste dal Reg. CE n. 1379/13. Sempre più frequentemente le Capitanerie, durante i controlli in fase di distribuzione,

Draga tirata da natante, mare Alto Adriatico Chioggia. chiedono l’origine dei prodotti con specifico riferimento all’imbarcazione che ha effettuato la cattura, alla data di pesca e di sbarco, al numero della partita, agli attrezzi da pesca, ecc… L’OSA, se i dati non sono riportati in etichetta o sui documenti di accompagnamento, deve essere in grado di fornirli in tempi brevi con relativa documentazione di supporto. Può risultare molto utile agli operatori che acquistano il prodotto dalla produzione primaria o dai mercati all’ingrosso, per reincassettarlo e rietichettarlo prima della commer-

cializzazione, creare un collegamento informatizzato tra l’etichetta e il documento del prodotto in arrivo e quella del prodotto in uscita. Alcune ditte hanno risolto il problema creando un archivio fotografico delle etichette del prodotto in ingresso. Le soluzioni possono essere diverse a seconda del tipo di attività commerciale svolta; risulta comunque fondamentale disporre in qualsiasi momento delle informazioni che sono imposte dalla normativa. Dott. Luciano Boffo Medico Veterinario Consulente Sicurezza Alimentare

macchine automatiche per la produzione di Pescara - Italia tel. (+39) 085 4470515 fax (+39) 085 4472580 e-mail: info@vnsrl.com

visualadv.it

www.vnsrl.com

spiedini fino a 7000 spiedini all’ora

Novità

dietetica, Speciale griglia fumo a nz se na cuci casa sul fornello di io e da campegg ürstel icce - w spiedini - sals

Il Pesce 1-2018  

La rivista degli addetti dei settori pesca, acquacoltura e maricoltura

Il Pesce 1-2018  

La rivista degli addetti dei settori pesca, acquacoltura e maricoltura