Page 61

Fotografati e poi gustati i piatti firmati da Alberto Canton, ottavo membro italiano dell’esclusivo Chefs’Irish Beef Club. menti. Proprio per questa ragione esiste una sorta di responsabilità sociale delle Stato nella promozione di un programma di così ampio respiro», ha voluto sottolineare NICOLAS RANNINGER, il responsabile del mercato italiano di BORD BIA. Una politica concertata che ha portato la carne bovina irlandese ad essere presente sugli scaffali di otre 100 catene di supermercati di tutta Europa. Una buona parte attraversa il Canale di San Giorgio e la Brexit apre inevitabilmente argomenti di preoccupazione nel settore. Nel nostro Paese l’idea che dell’Irlanda sono riusciti a trasmettere è quella di enormi distese verdi, caratterizzate dalla presenza di bovini e ovini che pascolano su prati pettinati dal vento. La serata di incoronazione di Alberto Canton è stata l’occasione per NIALL SMITH, responsabile della promozione di ABP (società che rappresenta circa il 25% della carne bovina prodotta in Irlanda) in Italia, di sottolineare che «con una stagione di crescita dell’erba che è la più d’Europa,

Eurocarni, 3/17

gli animali si nutrono ininterrottamente di erba fresca e trifoglio, che conferisce una distribuzione più uniforme del grasso e un contenuto più elevati di vitamina A e carotene». Un particolare metodo di elettro-stimolazione della carcassa, una volta sospesa e allungata, denominato Ultra tender, la rende anche assai tenera. È membro di ABP la Good Herdsmen, divisione che si occupa di allevare e distribuire le carni biologiche, bovine e ovine. JOHN PURCELL ne è l’amministratore delegato e rappresenta gli interessi di oltre 200

aziende agricole. Fu convertito alla causa del biologico dalla figlia che gli fece notare la differenza di gusto del grano sottoposto a generose annaffiate di pesticidi. «Così nel 1998 ho assunto l’allevamento di famiglia e l’ho trasformato in un allevamento biologico. Oggi il nostro bestiame è allevato al pascolo seguendo i più alti standard per quanto riguarda sicurezza e tracciabilità: antibiotici, ormoni e profilassi medica sono vietati». Tutta la carne proviene da manzi e giovenche che non superano i 36 mesi di età, amplificandone gusto

Diamo i numeri… • • • • • • •

4,5 milioni di ettari di terreni agricoli, l’80% dei quali destinato a pascolo; 120.000 aziende familiari tradizionali; 32 ettari è la media superficie di un allevamento; 1,6 milioni di capi allevati all’anno; 80% è la percentuale di erba nella dieta delle mandrie irlandesi; 8 i mesi all’anno durante i quali gli animali pascolano; in Irlanda l’80% del terreno è dedicato al pascolo.

59

Eurocarni 3-2017  

The trade magazine about meat, meat industry, meat processing and butchers

Eurocarni 3-2017  

The trade magazine about meat, meat industry, meat processing and butchers