Page 24

Carlo Vicentini della Vicentini Carni con Vittoria Belletti e Gianluca Bertoja, rispettivamente referente per le problematiche sanzionatorie e direttore dell’UVAC-PIF Triveneto. A questa conclusione si è giunti a fronte di un sondaggio nel quale sono state raccolte le 50 parole più citate dai consumatori di proteine animali quando sollecitati dall’intervistatore a descrivere il prodotto. «Ecco che il 54% ha ricordato parole come bistecca, tartare, entrecôte, filetto, ecc… rimandando al solo 15% concetti come gusto, proteine, ferro, forza, piacere, e al solo 6% tracciabilità, Francia, origine, bio,

allevamento». Da quest’indagine Interbev ha compreso che i messaggi veicolati dalla società non valorizzano i punti di forza della zootecnia e, in genere, della filiera. Comunicare la carne in modo strategico Da qui la necessità di rafforzare la comunicazione strategica per trasmettere una più corretta ed esaustiva informazione sulle carni. Su

Tabella 1 – Esportazioni francesi di ristalli nel 2016 Paese

N. capi

Italia

821.000

Spagna

131.000

Altri Paesi UE

52.000

Paesi Terzi

59.000

questo fronte Interbev sta lavorando da tempo su più livelli, dai tradizionali siti web ai canali social, che oggi contano 10 milioni di contatti, e le attività periodiche di Made in Viande (una sorta di “porte aperte” agli allevamenti, macelli, aziende di lavorazione, supermercati e macellerie). Ma ci sono anche due nuove attività da poco delineate dall’interprofessione francese: la prima è la campagna “la viande 1 idée par jour” (la carne un’idea al giorno, www. laviande1ideeparjour.fr), che tra portale, social, vetrofanie e un logo colorato e allegro, veicolato da tutta la filiera, valorizza le diversità delle carni promuovendone un consumo variato e frequente. «La seconda riguarda la formazione di comunicatori portavoce ai quali chiediamo di impegnarsi sui vari canali social, un media potentissimo, per dare risposte e informazioni corrette relative al loro ambito», ha precisato Lerouge. Una sorta di esercito virtuale di operatori della filiera che hanno il compito di “dialogare” con i consumatori smontando bufale od opinioni spesso distorte sull’allevamento, sul benessere degli animali, sulla trasformazione e lavorazione delle carni. Persone comuni, professionisti che raccontano il loro lavoro quotidiano e avvicinano il consumatore alla verità. Tavola rotonda, la parola agli Italiani In coda alle presentazioni di numeri, grafici, strategie e attività di comunicazione, Interbev ha quindi passato il microfono agli operatori italiani in una tavola rotonda che ha fatto emergere idee, commenti e

Fonte: GEB-Institut de l’Élevage d’Après Douanes françaises.

Tabella 2 – Bilancio dei flussi di approvvigionamento delle carni bovine sul mercato italiano 2013

2014

2015

2016 (*)

2016/2015

Macellazioni

842

792

772

794

3%

Importazioni

448

464

454

435

– 4%

Esportazioni

162

164

167

169

1%

1.128

1.092

1.059

1.060

0%

Consumi

(*) stima – Fonte: GEB-Institut de l’Élevage d’Après ISMEA, Eurostat, Douanes e stime.

22

Eurocarni, 3/17

Eurocarni 3-2017  

The trade magazine about meat, meat industry, meat processing and butchers

Eurocarni 3-2017  

The trade magazine about meat, meat industry, meat processing and butchers