Issuu on Google+

Social Eating

Gnammer in ascolto

Carol Rama

ANNO II | NUMERO 19 | DICEMBRE 2016 | www.fsitaliane.it

Liberata dall'arte

Renato Zero si racconta TRENITALIA REGIONALE Nuovi contratti di servizio per treni ultramoderni e affidabili IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


sommario//5 in copertina Renato Zero

IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO II | NUMERO 19 | DICEMBRE 2016 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 126/2015 DEL 09/07/2015

Photo Roberto Rocco

Social Eating

Gnammer in ascolto

EDIZIONI

Carol Rama

IN REGIONE

Liberata dall'arte

ANNO II | NUMERO 19 | DICEMBRE 2016 | www.fsitaliane.it

© Ferrovie dello Stato Italiane SpA Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore. Alcuni contenuti della rivista sono resi disponibili mediante licenza Creative Commons BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

Nuovi contratti di servizio per treni ultramoderni e affidabili IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

© Dig e ital Media - FS Italian

16

Cerca la tua copia di Note alle 8, alle 16 e alle 18. Note viene distribuito dal giovedì a Bologna C.le, Firenze S.M.N., Milano C.le, Roma Termini, Torino P. Susa e Venezia Mestre. Si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media ed Eventi del sito www.fsitaliane.it

Renato Zero si racconta TRENITALIA REGIONALE

EDITORE

gourmet 16 tendenze 21

7

next stop 27

EDITORIALE 450 treni e tecnologia digitale gli investimenti per i pendolari

12

18

FOCUS

A Torino i 70 anni della pittura di Carol Rama

PROTAGONISTI Renato Zero. Il lungo abbraccio con il pubblico

24

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com

cia © Vin cenzo Tafuri/La Frec

STAMPA

9

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it | e-mail note@fsitaliane.it Contatti di Redazione tel. 0644103161 | 0644103383 Direttore Responsabile Marco Mancini Progetto Editoriale Claudia Frattini Caporedattore Claudia Frattini Coordinamento Editoriale Sandra Gesualdi Assistente Editoriale Luca Mattei Caposervizio Michela Gentili Assistente di Redazione Gaspare Baglio In Redazione Serena Berardi, Silvia Del Vecchio, Cecilia Morrico, Francesca Ventre Realizzazione e progetto grafico Giovanna Di Napoli Coordinamento creativo Giovanna Di Napoli Grafico Michele Pittalis Ricerca immagini e photo editing Vincenzo Tafuri Hanno collaborato a questo numero Antonella Caporaso, Salvatore Coccoluto, Laura D'Alessandro, Ilaria Perrotta, Carmen Pidalà, Marina Solazzi

agenda

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 | info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati | smerati@emotionalsrl.com

ZOOM Il volto scomodo del Cairo nel romanzo di Ahmed Nàgi

TRENITALIA REGIONALE

29

Nuovi contratti con gli enti locali

//DIC2016


Finalmente la TV on demand non costa un capitale. Anzi è gratis.

Premi il tasto verde e scopri tivùon!, la rivoluzione della tv. Per accedere ai contenuti on demand della televisione gratuita italiana, basta un decoder o un televisore certificato con bollino tivùon connesso al web. Premi il tasto verde sul telecomando appena appare il pallino verde sullo schermo ed entri in un mondo di servizi gratuiti. Potrai vedere o rivedere i programmi televisivi andati in onda nell’ultima settimana quando e come vuoi tu. Un’unica applicazione gratuita e facile da utilizzare, con la quale potrai consultare una Guida TV puntuale e approfondita di tutti i programmi del panorama televisivo italiano. Tutto e sempre gratuitamente.


editoriale//7

VIAGGIARE di Marco Mancini Photo Digital Media - FS Italiane

Il direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono, ci ha raccontato, in una intervista, l’importanza dei contratti di servizio che Trenitalia sta firmando con le Regioni. Sono fondamentali perché consentono di proseguire in quell’azione di ammodernamento della flotta che è uno dei presupposti per migliorare profondamente l’esperienza di viaggio dei nostri pendolari. Il vostro viaggio quotidiano. Non esiste, infatti, alcuna impresa al mondo che possa pianificare interventi e investimenti significativi se non può contare su un quadro di riferimento stabile, ossia su un contratto che le assicuri che il servizio svolto oggi, e per il quale è retribuita, proseguirà per un arco temporale sufficientemente lungo. Ci sono in gioco oltre quattro miliardi di euro di investimenti in almeno 450 nuovi treni ipertecnologici, confortevoli, sicuri, affidabili. Quanto basta per accelerare in misura determinante un processo di rinnovamento avviato negli ultimi anni da Trenitalia e percepito da tanti, ma non ancora nella misura che abbiamo l’ambizione, e la convinzione, di raggiungere. I contratti con Trenitalia assicurano alle Regioni un partner forte, un gestore competente che si impegna a conseguire elevate performance di puntualità e affidabilità. Un partner che opera dentro un grande gruppo industriale, FS Italiane, e punta a costruire servizi di mobilità sempre più integrati e sostenibili. Ferro e gomma, come si diceva un tempo o, se preferite, treni, bus e pullman, non più

integrati

avversari impegnati a contendersi gli stessi clienti, ma alleati capaci di rispondere nel modo più efficace alle differenti esigenze dei cittadini. E che cercano ulteriori alleati nelle auto, nelle moto, nelle bici in sharing, come in tutte le altre modalità di trasporto pubbliche e private. //DIC2016


agenda//9

a cura di Laura D'Alessandro

Il ritorno di Peter Pan

Tutti in viaggio verso l'isola che non c'è con la nuova edizione del musical Peter Pan, che festeggia dieci anni dal debutto teatrale. Cuore dello spettacolo la colonna sonora di Edoardo Bennato, leit motiv delle avventure dei personaggi creati da James Matthew Barrie. Per la regia di Maurizio Colombi, sono 20 i performer in scena, fra cui Giorgio Camandona nei panni di Peter e Martha Rossi nel ruolo di Wendy. Lo show è al Brancaccio di Roma fino all’11 dicembre, mentre dal 15 sarà al Teatro degli Arcimboldi di Milano, fino all’8 gennaio. Farà poi tappa a Firenze, Torino, Genova e Parma. www.peterpanmusical.it

Giorgio Camandona è Peter Pan a teatro

UNA VITA DA GATTO Dopo un incidente stradale, l’uomo d’affari Tom Brand (Kevin Spacey) si ritrova intrappolato nel corpo di un gatto. Dal 7 dicembre. www.luckyred.it

FUTURE FILM KIDS La rassegna bolognese di cinema ad altezza di bambino chiude l’anno con due proiezioni speciali. Il 16 dicembre è in programma una selezione dei cartoni più divertenti di tutti i tempi, da Felix a Braccio di Ferro. Il 23 sono previste animazioni natalizie con le avventure di Topolino, Bugs Bunny e altri celebri personaggi dei cartoon. www.futurefilmkids.org

//DIC2016


10//agenda GLI OCCHI DELLA GIOCONDA

IL FEMMINILE NELL’ARTE DI GAETANO PESCE Madre, regina, forza creativa assoluta ma anche carne segnata dalla violenza maschile. Una Maestà tradita, spesso ridotta in schiavitù. La riflessione sul femminino, che da decenni caratterizza il lavoro del designer Gaetano Pesce, è al centro di una mostra al Museo Novecento di Firenze, curata da Sergio Risaliti e Vittorio Sgarbi. Attraverso installazioni multisensoriali e disegni, l’esposizione comunica la difficoltà di essere donna nel mondo di oggi. Completa il progetto una scultura site-specific in piazza Santa Maria Novella: una figura femminile seduta su un trono e avvolta in un lungo mantello dal quale emerge un corpo sofferente. Fino all’8 febbraio. www.museonovecento.it www.gaetanopesce.com

Alberto Angela Rizzoli pp. 350 € 22

Un’analisi inedita sul ritratto più famoso della storia dell’arte, per raccontare il genio di Leonardo da Vinci.

Gaetano Pesce Libertà impedita, particolare (2016) © Tiziano Pucci

NATALE CREATIVO Idee regalo, enogastronomia, intrattenimento per grandi e piccini nella mostra-mercato Curiosa, a ModenaFiere sabato 3, domenica 4, mercoledì 7 e giovedì 8 dicembre. www.curiosainfiera.it

EZIO BOSSO A VENEZIA Il pianista e compositore torna a esibirsi con il violoncellista Mario Brunello. Un concerto imperdibile il 19 dicembre al Teatro Toniolo di Mestre (VE). www.culturaspettacolovenezia.it/toniolo NOTE


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA//11

//DIC2016


12//protagonisti

TUTTA LA CARRIERA DI RENATO ZERO RACCONTATA IN UN COFANETTO E IN UN TOUR

© Roberto Rocco

di Salvatore Coccoluto

Un lungo abbraccio tra l'artista e il suo pubblico. I live di Renato Zero sono così: un’esperienza intensa e ricca di emozioni, che il cantautore romano ha distillato nel cofanetto ARENÀ – Renato Zero si racconta, con il meglio dei tre concerti-evento di giugno scorso all’Arena di Verona.

NOTE


//13

Tra hit storiche, nuove canzoni e duetti con Elisa, Emma e Francesco Renga, il re dei sorcini non si ferma e fino al 29 gennaio attraversa l’Italia con l’Alt in Tour, proponendo gli inediti del cd uscito in primavera e gli intramontabili successi. Come costruisce la scaletta di un concerto? Prima di tutto mi prendo una doppia camomilla, per rasserenarmi. È un'impresa titanica, devo cercare di essere Renato Zero il meno possibile, perché i miei pezzi ormai appartengono alla gente e devo dare al pubblico quello che si aspetta di riascoltare e rivivere. A quale brano non rinuncia mai? Citarne uno sarebbe come dire che si vuol bene più a un figlio che a un altro. Semmai ci sono canzoni che condensano ciò che ho cantato fino a oggi: Il cielo è una di quelle, ma anche Nei giardini che nessuno sa. Custodiscono il significato di un percorso di vita abbastanza lungo. Quanto è importante l’incontro con altri artisti? È fondamentale. Per fortuna in Italia ce ne sono tanti sensibili alle jam session, interessati a fondersi con voci e personalità diverse. La musica non si fa da soli. Il momento più bello della sua carriera e quello più brutto? Bello e importante fu il 24 dicembre del 1973, quando feci uno spettacolo per uno spettatore solo. Il più brutto, invece, quando nei primi anni ’80 un prefetto mise i sigilli al tendone di Zerolandia, privando la gente di un luogo in cui

esprimere le proprie abilità e creare sinergie. In quell'occasione la democrazia morì e andai anche al suo funerale. Qualche rimpianto? Non ho avuto il tempo di averne, sono stato troppo preso a vivere.

Concerto di Renato Zero all'Arena di Verona, giugno 2016

La canzone di un collega che avrebbe voluto scrivere lei? Vedrai vedrai di Luigi Tenco. Nella mia selezione personale questo artista occupa un posto primario insieme a Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Gino Paoli, Fabrizio De André, Francesco De Gregori, Giorgio Gaber ed Enzo Jannacci. Cosa pensa dei talent show? Sono una scusa per occuparsi dei giovani, ma //DIC2016


14//protagonisti

Š Roberto Rocco

per dar loro un vero contributo bisognerebbe aprire le caserme in disuso e riempirle di strumenti musicali e macchine da scrivere Olivetti, quelle ti costringevano a riflettere bene prima di gettare inchiostro sul foglio, cosa che non accade con i computer. Chi deve ringraziare per la sua carriera? Prima di tutti mio padre, mi ha dato l'amore e la complicitĂ  di un amico. Ăˆ stato un suggeritore e una sorta di medico, perchĂŠ certi malesseri non si curano con le medicine: basta l'abbraccio di un genitore per rimetterti al mondo. www.renatozero.com

NOTE


16//gourmet

a cura di Serena Berardi

V I H C A N I V O D IN

A N E C A E IEN

GNAMMO TRASFORMA LE CUCINE DI CASA IN LUOGHI DOVE FARE AMICIZIA

Ore 20.30: tutti a tavola. Tra le mura domestiche, ma con persone che non si conoscono. A combinare tutto c’è Gnammo, la piattaforma di social eating che fa incontrare l’offerta di cuochi amatoriali e la domanda di persone desiderose di mangiar bene e fare amicizia. Sul sito si può scegliere tra migliaia di pranzi, aperitivi e cene di gruppo organizzate in oltre cinquemila case sparse in 413 città italiane. Emma è una delle rappresentanti romane di questo esercito armato di cucchiai e mattarelli. Ad accogliere i suoi ospiti c’è Virginia Woolf, o meglio la frase tratta dal suo saggio Una stanza tutta per sé, che campeggia sulla parete del soggiorno: «Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene». Ecco il mantra che l'apprendista chef mette in pratica da quasi tre anni con i suoi eventi gastronomici. «Sono un tecnico informatico e in azienda, tempo fa, c’è stato un cambiamento significativo. Sono passata dal viaggiare di continuo al rimanere relegata dietro a una scrivania. È stata la cucina a farmi superare NOTE

Photo Vincenzo Lo Curto


//17 quel momento di crisi. Ho deciso di seguire diversi corsi, poi mi sono iscritta a questa community e ho cominciato a deliziare il palato di sconosciuti». Alcuni mesi fa ha scelto di vivacizzare ulteriormente i suoi pasti: oltre a preparare manicaretti, invita un doppiatore italiano che parla del proprio lavoro. Così ci si ritrova, per esempio, ad arrotolare gli spaghetti mentre risuona la voce impalpabile di Frodo (Davide Perino) del Signore degli anelli o la erre moscia di Puffo Tontolone (Fabrizio Mazzotta). Gli appassionati di pasti sociali si dicono soddisfatti: «Si interagisce con altre persone – afferma la gnammer Donatella – e si ascoltano le loro vite. Al ristorante non si entra in contatto con gli altri. In più a casa si può stare comodi sul divano e spesso si riceve pure la doggy bag!». gnammo.com Un brunch romano di Gnammo

VizEat Cene sociali e food tour delle città guidati dagli stessi abitanti. In più di 100 Paesi. it.vizeat.com

Pranzi di lavoro Una rete dedicata ai professionisti che vogliono mangiare insieme per discutere idee e progetti. www.mybusymeal.com

Food Sharing Un’app per chi vuole socializzare condividendo la stessa tavola e il cibo fatto in casa. www.eataround.co

//DIC2016


18//focus

LIBERATA DALL'

LA GAM DI TORINO CELEBRA LA PITTRICE PIEMONTESE CAROL RAMA FINO AL 5 FEBBRAIO 2017 di Carmen Pidalà

Carol Rama nel suo studio Photo Roberto Goffi Courtesy Archivio Carol Rama

NOTE

ARTE

Dopo Parigi, Barcellona e Dublino, approda a Torino la grande retrospettiva internazionale dedicata a Carol Rama. Fino al 5 febbraio 2017, alla GAM, la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, in mostra circa 200 opere che abbracciano i 70 anni di carriera (dal 1936 al 2005) della pittrice piemontese famosa per la rappresentazione dissidente della sessualità femminile. Un’immersione profonda in una pittura


//19 ironica e dissacrante, autonoma e lontana dai canoni accademici tradizionali. La passione secondo Carol Rama è una porta aperta sulle paure e le inquietudini dell’artista scomparsa l’anno scorso, rappresentate in maniera anticonformista e in costante metamorfosi. «Il lavoro, la pittura è sempre stata una cosa che mi permetteva poi di sentirmi meno infelice, meno povera, meno bruttina e anche meno ignorante. Dipingo per guarirmi». L’arte come forma di liberazione e redenzione, quindi, da coltivare nell’intimità della sua casa-studio torinese in via Napione, vicino al Po,

piena di oggetti, libri, ricordi. Dai primi acquerelli apertamente erotici ed espressionisti degli anni ’30-’40 fino ai bricolage, così denominati dall’amico Edoardo Sanguineti, come il Ritratto di Massimo Mila, l’Omaggio a Carlo Mollino o Il chiodo di Corrado, composti da materiali non convenzionali come siringhe, occhi di vetro o camere d’aria in gomma. Più recenti le incisioni, dove appaiono corpi, dentiere, lingue, figure di animali, fino alle ultime anatomie distorte realizzate negli anni '80. www.gamtorino.it

Carol Rama Le malelingue (1997) Acquatinta su carta fotoincisa. Edizione 15/39 Courtesy Collezione Franco Masoero, Torino

//DIC2016


tendenze//21

a cura di Ilaria Perrotta

© gudrun/Fotolia.com

Happy Sweet Holiday Trio di creme mani, TonyMoly

Triderm Baby & Kid Set per i più piccoli, BioNike

Il countdown è iniziato: che doni mettere sotto l’albero? Per andare sul sicuro il suggerimento è puntare sui regali di bellezza: cofanetti preziosi, packaging scintillanti e trousse da favola che racchiudono meravigliosi prodotti per la cura di sé. Dedicati ad amici e parenti, per coccolare chi si ama facendolo sentire speciale, ecco le beauty idee che promettono felicità. Auguri!

Collezione Nutcracker Sweet by MAC

Shower gel in edizione limitata, Yves Rocher

Signorina, eau de parfum in limited edition Salvatore Ferragamo

Linea al Ginepro for him L’Erbolario

//DIC2016


22//tendenze RENDEZ-VOUS Babbo Natale e la pozione delle 13 erbe è il fantasy in stile musical per grandi e piccini, prodotto dalla Fondazione Aida, in scena dal 4 dicembre all’8 gennaio 2017 nei teatri di 12 città italiane. www.fondazioneaida.it

MUST HAVE Anche il calendario dell’Avvento si fa bello

Ogni giorno è un beauty party Sephora HI-TECH La macchina fotografica Fujifilm Instax Mini 70 ha una modalità speciale per i selfie grazie a un flash sensibile. In più, stampa gli scatti e si può riporre nella borsa realizzata ad hoc da Michael Kors. www.fujifilm.it Sarah Jessica Parker è Frances in Divorce

© 2016 Home Box Office, Inc.

TV Sarah Jessica Parker è tornata sul piccolo schermo come protagonista della nuovissima serie Divorce, in onda su Sky Atlantic dal 30 novembre. Imperdibile per tutte le orfane di Sex and the city. www.skyatlantic.sky.it

NOTE

Dietro le caselle, prodotti per viso e corpo L’Occitane

Super rock con il nécessaire per il make up Benefit


24//

Il Sirente, pp. 148 € 15

NOTE


zoom//25

IL VOLTO SCOMODO DEL CAIRO IN LIBRERIA IL NUOVO ROMANZO DELL’EGIZIANO AHMED NÀGI di Silvia Del Vecchio Illustrazioni Ayman Al Zorqani

«Così, mai da cosa cesserà di nascere cosa, che la vita non è proprietà di nessuno, ma usufrutto di tutti». La citazione, dal De rerum natura di Tito Lucrezio Caro, è nelle prime pagine del nuovo libro di Ahmed Nàgi, Vita: istruzioni per l’uso, per il quale l’autore e giornalista egiziano sta scontando due anni di reclusione con l’accusa di oltraggio al pudore. Amnesty International Italia promuove l’edizione nostrana: «È una storia articolata in allegorie, metafore e invenzioni, che ha a che fare con i diritti umani», scrive nella prefazione il portavoce Riccardo Noury. L’opera, premiata con il PEN/Barbey Freedom to Write Award, unisce uno stile narrativo sperimentale con le illustrazioni Una storia illustrata, di Ayman Al Zorqani.

un impegno per i diritti umani

Tra le pagine è dipinto il volto scomodo del Cairo, una città triste, povera, violenta, sporca, dove gli uomini sono sudati, arrabbiati, rissosi, sovraeccitati, e dove spesso la distruzione è invocata come evento purificatore. Una società disordinata, con comportamenti a volte indecifrabili. Vana la soddisfazione del fumettista Al Zorqani: «Ho apprezzato quando il giudice, pronunciando la sentenza contro Nàgi, ha ammesso che la nostra Costituzione non funziona. Per quanto in mio potere, continuerò a fare arte e a lottare contro questo sistema che pensa di avere il diritto di controllare i destini degli esseri umani». //DIC2016


Tancredi Parmeggiani, Diario paesano, 1961. Courtesy Galleria Milano (particolare) © Eredi Tancredi Parmeggiani

Con il sostegno di

a cura di Luca Massimo Barbero

12.11.2016 – 13.03.2017 Orario 10-18, chiuso il martedì www.guggenheim-venice.it


next stop//27

a cura di Antonella Caporaso

PASTA SOLIDALE EATALY OSPITA IL FESTIVAL DELL’AMATRICIANA PER AIUTARE LE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO La 50esima sagra dell’amatriciana, annullata a causa del terremoto del 24 agosto, si trasforma in un benefico festival dal 2 al 4 dicembre. L’appuntamento gastronomico della cittadina laziale trova accoglienza nello store romano della catena gourmet Eataly. L’organizzazione è curata dal Consorzio Ecce Italia con il Club dei Borghi più belli d’Italia e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani. L'obiettivo è raccogliere fondi per la ricostruzione dei paesi colpiti dal sisma. Tra i protagonisti cuochi e produttori locali con il supporto di alcuni chef stellati. Inaugura l’evento un convegno istituzionale che fa il punto sul futuro di Amatrice e dei centri vicini, una riflessione propositiva mirata a sostenere le popolazioni terremotate e la salvaguardia del patrimonio artistico. Per non far dimenticare questi luoghi magici, che tutti auspicano possano tornare presto al loro antico splendore, è stata allestita anche una mostra fotografica. www.ecceitalia.com

Chiesa di S. Francesco, Amatrice (RI)

© Gino Allegritti/Fastclick.it

Sabrina Brazzo in

Il mantello di pelle di drago © Luciano Romano

IN PUNTA DI PIEDI Il mantello di pelle di drago apre il 6 dicembre la prima edizione di Milano in Danze al Teatro Carcano, rassegna che fa parte del percorso didattico del liceo coreutico Tito Livio del capoluogo lombardo. Gli show proseguono il 23 gennaio con Focus DanceHaus, del corpo di ballo diretto da Susanna Beltrami, e il 19 aprile con La mia vita d’artista, a cura della compagnia Teatro Totale del Centro Studi Coreografici Carcano. www.teatro carcano.com //DIC2016


© Digital Media - FS Italiane

SEMPRE CONNESSI

SU

EW

S _IT

AP

S .I T

SR A DI O

N

EW

W

FS

FR

E C C I A .T

V

www.trenitalia.com

I

E

IS

P TREN

FS N

U

S

N

TA

@F

news 30 flotta 34

LI A

con i digital media

L

A

//DIC2016


30//trenitalia news

LA STAGIONE DEI NUOVI CONTRATTI PREMESSA PER CONTINUARE A INNOVARE E ACQUISTARE NUOVI TRENI. OBIETTIVO: PORTARE SUI REGIONALI LA QUALITÀ DELL’ALTA VELOCITÀ di Marco Mancini Photo Digital Media - FS Italiane

Orazio Iacono è direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia. Gestisce, da Roma, attraverso le singole direzioni territoriali, l’intero business del trasporto ferroviario locale di Orazio Iacono Direttore Divisione Passeggeri Trenitalia. Regionale Trenitalia Potrebbe darci un quadro generale della situazione? Siamo a un passaggio cruciale. Di quelli che non generano benefici tangibili subito, ma che sono la premessa per migliorare la qualità della nostra offerta nei prossimi anni. Stiamo infatti firmando il rinnovo dei contratti di servizio con le Regioni. L’abbiamo già fatto con Toscana, Lazio, Abruzzo, Emilia Romagna, Umbria e le Province Autonome di Trento e Bolzano. Tra dicembre e inizio gennaio chiuderemo con le restanti. Perché è un passaggio cruciale? Questi contratti avranno per lo più la durata di sei anni, estendibile di altri tre. Tuttavia, in coerenza con le disposizioni nazionali e comunitarie, costituiscono la premessa per affidamenti più lunghi, fino a 15 anni. La loro firma ci consentirà di pianificare massicci investimenti. E di far viaggiare i nostri pendolari, un milione e 700mila al giorno, su treni di ultimissima generazione. Offrendo NOTE

loro un servizio di eccellenza pari a quello dei viaggiatori dell’AV. Dovremo quindi attendere l’arrivo dei nuovi treni per vedere altri miglioramenti? I miglioramenti ci sono stati e proseguiranno, perché l’efficienza dei nostri processi industriali continua a crescere. Grazie a innovazioni tecnologiche come la telediagnostica, a una manutenzione che si avvale dell’Internet of Things, a un nuovo management, selezionato per vincere questa sfida, che lavora con passione, coraggio e determinazione. La puntualità media nazionale è al 91% con punte fino al 93% e le cancellazioni sotto l’1%. Fino a poco meno di due anni fa eravamo all’86% e le cancellazioni oltre il 2%. Inoltre i nuovi contratti pongono a Trenitalia obiettivi ancora più sfidanti, ossia indicatori di qualità più elevati su puntualità, affidabilità, pulizia, informazione, distinti linea per linea, e penali più pesanti rispetto al passato se non li raggiungiamo. Ma anche premialità, nel caso opposto. Quali altre novità portano questi contratti? Al primo punto investimenti in tecnologia e convogli nuovi, ultramoderni, più performanti. Quindi più qualità e affidabilità. Parlando di innovazioni, mi riferisco ad esempio a quelle digitali, alla manutenzione predittiva, realizzata grazie a milioni di sensori posti sulle componenti tecnologiche dei treni, che forniscono Big Data i quali, analizzati, consentono di prevedere ed evitare


//31 anomalie tecniche. I nuovi treni avranno anche numerose ridondanze. Ad esempio, se si dovesse guastare un condizionatore ce ne sarà un altro che potrà subito surrogarne la funzione. I contratti individuano poi un percorso, che intraprenderemo insieme alle Regioni, per adeguare l’offerta ferroviaria alle diverse esigenze dei pendolari e delle Regioni. Cioè? Si tratta di riconfigurare, insieme alle Regioni, gli orari in maniera tale da fornire un’offerta sempre più adeguata alle esigenze dei pendolari, che cambiano a seconda del tragitto da compiere. Quindi corse veloci su percorsi medio-lunghi, dirette o provenienti dalle aree urbane, e corse frequenti, con fermate capillari nelle aree urbane e suburbane. Poi nei nodi urbani una più attenta ed efficace integrazione tra i servizi ferroviari e quelli su strada. Inizieremo dall’integrazione tariffaria, che ne è una fondamentale premessa tecnica. Quindi avremo presto, in molte Regioni, un biglietto o una card unica che il pendolare userà per viaggiare sia in treno, sia sui bus o in metropolitana. E che gli faciliterà la vita.

I pendolari pagheranno di più? Le tariffe regionali in Italia sono mediamente molto più basse rispetto a quelle dei Paesi europei con i quali siamo soliti confrontarci. Ora la nostra macchina sta crescendo in efficienza, i risultati sono oggettivi. Altri benefici arriveranno con i nuovi treni. E quei benefici riguarderanno, come ho detto, anche e soprattutto i nostri clienti. Pensare a un progressivo riallineamento con le medie europee non dovrebbe essere un tabù.

METROBUS E L’INTEGRAZIONE TARIFFARIA di Marina Solazzi

Trenitalia esce dal sistema Metrebus, che permette ai viaggiatori laziali di cambiare mezzo di trasporto utilizzando un solo biglietto. L’addio, previsto per il 1° gennaio 2017, ha almeno tre ragioni: i circa 23 milioni di euro di crediti che Trenitalia vanta nei confronti di ATAC, le quote di riparto dei ricavi rimaste inalterate negli anni (nonostante un aumento del 10% del servizio ferroviario) e, infine, l’impossibilità per Trenitalia, durante il Giubileo appena concluso, di essere partner per la vendita e la ricarica delle smartcard. Nonostante ciò, il Gruppo FS crede nell’integrazione modale, obiettivo cardine del Piano Industriale 2017-2026. Un’integrazione che nasca, però, dal dialogo sistemico tra le società di trasporto e consenta di pagare la quantità di viaggio realmente consumata. Oggi chi utilizza solo il treno regionale può contare su biglietti Trenitalia più vantaggiosi di quelli integrati. Un solo euro per viaggiare 90 minuti nell’area metropolitana di Roma (Zona Anello). //DIC2016


32//trenitalia news

a cura di Gaspare Baglio

© Man uel Romano/La Presse

© Fa bio Cim ag l

SIAE 20 16

© Succession Picasso by

resse LaP ia/

NOVITÀ PER IL VENETO Due nuovi convogli Swing sono in circolazione fra Belluno, Treviso e Padova. Si tratta del quarto e del quinto dei nove treni diesel acquistati con gli investimenti previsti nel contratto di servizio Trenitalia/Regione Veneto. Entro l’estate del 2017 sarà ultimata l’intera fornitura per rinnovare la flotta locale.

TRENO + BICI Trenitalia ha siglato un accordo con l’associazione Bicincittà e la Federazione Italiana Amici della Bicicletta Onlus, durante la ventesima edizione di Ecomondo. Chi utilizza treni locali per spostamenti turistici ha uno sconto di dieci euro sugli abbonamenti del servizio bike sharing di Bicincittà. E con l’intesa Albergabici una riduzione del 10% per pernottamenti negli hotel del circuito della Federazione Italiana Amici della Bicicletta Onlus. Basta presentare il biglietto utilizzato lo stesso giorno del viaggio. Informazioni sul sito trenitalia.com nella sezione Treni Regionali/Bicincittà.

© Digit al Media - FS Italiane

NOTE

TARIFFE AGEVOLATE PER ANDARE A VOTARE IL 4 DICEMBRE Chi raggiunge la sede del proprio seggio con un treno regionale può ottenere una riduzione del 60% sul prezzo del biglietto per viaggi di andata e ritorno. Basta esibire un documento d’identità e la tessera elettorale nelle biglietterie o nelle agenzie di viaggio convenzionate. Per il ritorno è necessario mostrare al personale di bordo la timbratura della tessera elettorale che dimostri l’avvenuta votazione.

EVENTI IMPERDIBILI CON TRENITALIA Uno degli artisti più versatili del ‘900 di scena all’Amo – Arena Museo Opera di Verona. Fino al 12 marzo 2017 la mostra Picasso. Figure permette di osservare un’opera per ogni anno della vita del maestro nell’arco temporale che va dal 1906 al 1971. I possessori di abbonamento regionale Trenitalia per il Veneto possono acquistare due ticket di ingresso al prezzo di uno. Stessa promozione per gli abbonati della Toscana per visitare la mostra dell'artista cinese Ai Weiwei a Firenze entro il 22 gennaio. Torna anche quest’anno Luci d’artista Salerno, uno dei più importanti appuntamenti in Campania. Previsti treni straordinari nella tratta urbana e uno speciale biglietto integrato TIC, dedicato all'evento, acquistabile nei punti vendita del Consorzio UnicoCampania.


34//flotta Composizione 2 Piani - 4/7 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto Velocità Massima 160 Km/h (3kV) Passeggeri Seduti: da 504 a 846 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 344 a 609

Composizione 4/5/6 carrozze Multipla: fino a 2 unità Configurazioni Base - Metropolitana Aeroportuale Regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria Velocità Massima 160 Km/h (3kV) - 125 km/h (1,5kv) Passeggeri Seduti: da 200 a 288 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 145 a 21

Composizione Monopiano - 3 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Veneto Velocità Massima 130Km/h Passeggeri Seduti: da 152 a 159 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: 153

NOTE



Note - dicembre 2016 - numero 19