Issuu on Google+

ANNO III | NUMERO 02 | GENNAIO 2017 | www.fsitaliane.it

Firenze

Pitti Fashion la la land

ECO DI SIRENE

Voglia di musical

TRENITALIA REGIONALE Nuovi treni, puntualità e tecnologia digitale per i pendolari IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


sommario//3 in copertina Carmen Consoli

IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO III | NUMERO 02 | GENNAIO 2017 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 126/2015 DEL 09/07/2015 EDIZIONI

IN REGIONE ANNO III | NUMERO 02 | GENNAIO 2017 | www.fsitaliane.it

© Ferrovie dello Stato Italiane SpA Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore. Alcuni contenuti della rivista sono resi disponibili mediante licenza Creative Commons BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

Voglia di musical

ECO DI SIRENE TRENITALIA REGIONALE

Nuovi treni, puntualità e tecnologia digitale per i pendolari

ANNO III | NUMERO 01 | GENNAIO 2017 | www.fsitaliane.it

IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

15

© Ed oa rd o

Cerca la tua copia di Note alle 8 e alle 17 nelle stazioni di Bari C.le, Bologna C.le, Firenze S.M.N., Genova Brignole e P. Principe, Milano C.le, Napoli C.le, Palermo C.le, Roma Termini, Torino P. Susa e Venezia Mestre. Note esce il giovedì. Si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media ed Eventi del sito www.fsitaliane.it

Firenze

Pitti Fashion la la land

si/Digital Media FS Italiane rte Co

EDITORE

agenda

7

gourmet 15 innovation 25

EDITORIALE

corner 27

Note Rock

10

18

FOCUS A Palazzo Pitti la nascita della moda italiana

PROTAGONISTI Carmen Consoli: un tour tutto al femminile

22

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com

cia © Vin cenzo Tafuri/La Frec

STAMPA

5

tendenze 21

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it | e-mail note@fsitaliane.it Contatti di Redazione tel. 0644103161 | 0644103383 Direttore Responsabile Marco Mancini Progetto Editoriale Claudia Frattini Caporedattore Claudia Frattini Coordinamento Editoriale Sandra Gesualdi Assistente Editoriale Luca Mattei Caposervizio Michela Gentili Assistente di Redazione Gaspare Baglio In Redazione Serena Berardi, Silvia Del Vecchio, Cecilia Morrico, Francesca Ventre Realizzazione e progetto grafico Giovanna Di Napoli Coordinamento creativo Giovanna Di Napoli Grafico Michele Pittalis Ricerca immagini e photo editing Vincenzo Tafuri Hanno collaborato a questo numero Antonella Caporaso, Laura D'Alessandro, Ilaria Perrotta

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 | info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati | smerati@emotionalsrl.com

ZOOM

TRENITALIA REGIONALE

29

Viaggio digitale

Il cinema da ballare di La La Land

//GEN2017


editoriale//5

NOTE di Marco Mancini Photo Edoardo Cortesi/Digital Media - FS Italiane

Questo secondo numero di Note del 2017 è andato in stampa poche ore dopo che, a Pistoia, i vertici del Gruppo FS hanno dato il via alla produzione del Rock, il nuovissimo elettrotreno a due piani commissionato da Trenitalia a Hitachi Rail Italy. Appena in tempo per potervi mostrare qualche foto dell’evento, di cui parleremo diffusamente la prossima settimana. Per il momento è importante sapere che nei mesi a venire prenderà forma e sostanza un convoglio ipertecnologico destinato a mutare ancora più radicalmente la qualità del vostro viaggio. Certo, non sarà domani. Perché, al di fuori di ogni proclama demagogico, costruire, testare e omologare un treno richiede tecnologie all’avanguardia e tutto il tempo e l’attenzione necessari. I primi Rock in servizio commerciale sono attesi per il 2019. Nel frattempo prosegue il lavoro di Trenitalia Regionale per fornirvi servizi sempre più puntuali, regolari, confortevoli, puliti. La rivista settimanale che sfogliate, e che vi offriamo per intrattenervi e tessere un dialogo con voi, è anch’essa una piccola testimonianza del fatto che Trenitalia e l’intero Gruppo FS intendono porre il cliente al centro di ogni loro attenzione. Con Note ora siamo anche a Palermo, Bari, Napoli e Genova, dopo aver accompagnato, dall’ottobre scorso, i viaggiatori in partenza e arrivo a Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze e Roma. Se per salire sul Rock dovrete pazientare, non altrettanto dovrete fare per ascoltare una musica più gradevole.

ROCK

A confermare l’impegno di tutta l’azienda per rendervi un servizio sempre migliore vi riproponiamo, in chiusura di rivista, l’intervista all’amministratore delegato di Trenitalia, Barbara Morgante. //GEN2017


agenda//7

a cura di Antonella Caporaso

L’arte di Jonas Burgert Fino al 17 aprile il MAMbo di Bologna presenta Lotsucht/Scandagliodipendenza, la prima personale italiana dell’artista tedesco Jonas Burgert. In mostra circa 40 dipinti, realizzati nell’ultimo decennio e prevalentemente di grandi dimensioni, che costituiscono una rappresentazione dell’esistenza umana e dell’inesauribile bisogno di dare un senso alla vita. L'esposizione fa parte della quinta edizione di Art City, il programma di rassegne, eventi e iniziative culturali organizzate in occasione della mostra mercato Arte Fiera, dal 27 al 30 gennaio negli spazi di BolognaFiere. www.mambo-bologna.org

Jonas Burgert Stückfrass (dettaglio) (2013), olio su tela Courtesy dell'artista Photo Lepkowski Studios

PROPRIO LUI? Un padre del Midwest fa visita a una delle sue figlie che studia a Stanford. Qui incontra Laird, miliardario della Silicon Valley e imbarazzante fidanzato della ragazza. In sala dal 26 gennaio. www.luckyred.it

LE Sorelle Materassi Il dramma familiare di Aldo Palazzeschi va in scena al Teatro Stabile di Torino dal 31 gennaio al 12 febbraio e, fino a venerdì 24, alla Pergola di Firenze. Nei panni delle tre sorelle, la cui fortuna viene dilapidata dal giovane nipote con cui convivevano, ci sono Milena Vukotic, Lucia Poli e Marilù Prati. www.teatrostabiletorino.it www.teatrodellapergola.com

//GEN2017


8//agenda SUPERMAGIC Dal 26 gennaio al 5 febbraio i più grandi prestigiatori del mondo si danno appuntamento al Teatro Olimpico di Roma per la 14esima edizione di Supermagic, il festival internazionale dell’illusionismo. Musiche inedite, effetti tecnici innovativi, sorprese mirabolanti e coreografie mozzafiato immergono lo spettatore nello straordinario universo della magia. Campioni del mondo e giovani talenti si alternano sul palcoscenico presentando tanti numeri avvincenti con l’obiettivo di stupire e divertire il pubblico. www.supermagic.it

Renato Guttuso, Natura morta con fornello elettrico (1961)

Archivi Guttuso © Renato Guttuso by SIAE

GUTTUSO LA FORZA DELLE COSE Per i 25 anni della Fondazione Sicilia, fino al 26 marzo le sale di Villa Zito, a Palermo, ospitano la mostra del maestro siciliano focalizzata sulle nature morte degli anni '30 e '40.

Liga in tour Il rocker emiliano gira i palazzetti italiani per presentare l’ultimo album, Made in Italy. Sono già migliaia i biglietti venduti per il ciclo di live che parte il 3 febbraio da Roma. www.fepgroup.it Febbraio 3, 4, 6, 7 e 10 – Roma | 14, 15 e 17 – Acireale | 20 e 21 – Reggio Calabria | 23, 24 e 25 – Bari | 27 e 28 – Eboli

carosellorecords.com NOTE

Diodato is back A quasi quattro anni dal disco di esordio, il cantautore romano d'adozione torna il 27 gennaio con il nuovo progetto: Cosa siamo diventati. Dodici brani in cui si mette a nudo.


10//protagonisti

Carmen Consoli ritorna live con un progetto tutto al femminile che ripropone i suoi brani con sonoritÀ DA CAMERA di Gaspare Baglio

Il mare della musica lo conosce bene, ma ogni volta che porta alla luce un nuovo progetto è come se facesse riaffiorare un tesoro nascosto. Carmen Consoli è una sirena, una creatura che nel suono vive e di suono si nutre. Un’instancabile regina delle sette note, che pensa sempre al modo di reinventarsi. Lo fa anche questa volta con il tour Eco di sirene. Un titolo che riprende uno dei suoi capisaldi e lancia una serie di concerti al femminile che ammiccano alle composizioni da camera. Perché la cantantessa è così: la si trova su un palco a rockeggiare e su un altro a imbastire sonorità classiche. È la grandezza di un’artista vorace di novità, ma capace di inerpicarsi in percorsi e lavori cultuNOTE

ralmente alti e di una caratura che punta a durare nel tempo. La nuova tournée è l’evoluzione dell'Anello mancante, session di esibizioni del 2008 che videro Carmen intonare i brani più celebri con la sua amata chitarra. Il 25 febbraio, da Belluno, parte il nuovo tour teatrale. Come affronta la nuova sfida? I live per me sono di grande importanza. Nei concerti mi sperimento e cerco di caratterizzarli con accordi e suoni diversi. Questa volta siamo in tre sul palco: io alla chitarra acustica, Claudia Della Gatta al violoncello ed Emiliana Belfiore al violino. Sarà una dimensione da camera. Cosa vedremo sul palco? Ho voluto ripercorrere tutti i miei passi, dal rock


//11

//GEN2017


12//protagonisti mi ha appassionato. Desidererei fare un disco come il mio brano ’A finestra. Compongo in siciliano, ma distribuisco queste scritture in vari progetti disgregati senza pensare a un lavoro unico. Continua anche l’impegno di produttrice... ...senza la pretesa di trovare il talento pop che ti fa schizzare in classifica. L’ambizione è quella di valorizzare la Sicilia e le sue tradizioni. Con le persone che lavorano all'etichetta Due parole ci imbarchiamo in progetti in perdita fin dall’inizio, ma che ci danno tante soddisfazioni. Siamo anti imprenditori per eccellenza, ma facciamo quello che ci piace. www.carmenconsoli.it

© 2015 Pacific Press/Getty Images

alla world music. Lo stile non si determina in base all’abito che indossi, ma per come lo porti. Il corpo è sempre il tuo. Una chitarra elettrica o un violino non devono ingannare: una canzone dei Nirvana con arrangiamenti diversi può diventare sinfonica. L’importante è che non cambi il messaggio. Ha mai pensato di fare un album totalmente in dialetto siciliano? Mi piacerebbe tanto. È un piccolo desiderio che ho nel cuore e lo esprimo occupandomi di eventi come il Festival della Taranta. Amo la musica popolare perché è quella più vicina al blues, che tanto

SAVE THE DATE FEBBRAIO 25 Belluno 27 Verona MARZO 2, 3 e 4 Roma 5 Venezia 8 e 9 Bologna 11 Senigallia 18 Pescia 19 Genova 20, 21, 22 Milano APRILE 11 Palermo 12 Agrigento 14 Messina

NOTE


gourmet//15

a cura di Silvia Del Vecchio

Spaghetti viva l'Italia © Alberto Blasetti

We raw food

Solitamente si pensa al crudo solo in termini di una foglia di lattuga, un frutto e poco più. Invece il raw food è un mondo sorprendente di sapori, colori e varietà. Quando la chef vegana Ester Simoncini, detta Esteraw, ha incrociato la strada del cibo vivo è stato amore a prima vista. «Siamo ciò che mangiamo, quindi è importante alimentarsi con prodotti integri ed energeticamente potenti», spiega. Già socia di Raw in Rome, a fianco del noto cuoco crudista Matteo Morozzo, a febbraio inaugura con Michela Scaffardi e un nutrito gruppo di collaboratori il 360 Vegan Scucinando Lab, in via Montesanto 24, sempre nella Capitale. «Seguendo i dettami della stagionalità e della natura, proponiamo ricette a km zero con ingredienti bio come rawioli di barbabietole rosse con farcia di avocado, anacardi e pimenton in salsa di lamponi, carpaccio di broccoli e cavolfiori con olive nere e pomodori secchi e dolci che lasceranno stupefatti gli onnivori, per esempio le nostre deliziose raw choko balls», conclude Esteraw. www.scucinandolab.com

Nella Capitale due nuove realtà nate dall’amore per il cibo vivo e naturale

Ester Simoncini © Silvia Biondi

Rawioli di barbabietole rosse

© Alberto Blasetti

//GEN2017


16//gourmet Nel laboratorio Dall’Albero, di Giulia Dentice di Accadia, nascono invece formaggi molto particolari. «Avevo 20 anni appena compiuti quando ho deciso di cambiare alimentazione. Si può vivere felicemente recando meno sofferenza possibile agli animali e all’ambiente e guadagnando in salute», spiega la giovane titolare della prima formaggeria vegetale d’Italia. In via Salaria 163-167, oltre al laboratorio di produzione ed e-commerce, c’è anche il punto vendita che, da poco, offre gustosi aperitivi e pranzi on the go e take away accompagnati da vini bio e birre artigianali. «Ricotte, yonut, prodotti spalmabili e a pasta dura non contengono addensanti, amidi modificati né oli aggiunti e soia. Da mandorle e anacardi lavoriamo creme artigianali, fermentandole con attenzione e stagionandole per mesi, con risultati sorprendenti: sapori gustosi, senza colesterolo, lattosio e glutine, adatti a tutti». www.dallalbero.com

LA CARNE È DEBOLE Uno spettacolo di e con Giuseppe Lanino

IL TEATRO È SERVITO Cosa c'entra un filetto al pepe verde con lo scioglimento dei ghiacciai? La risposta è in un monologo di un’ora e 20 minuti in cui l’attore Giuseppe Lanino concentra

Con la partecipazione di Marco Vergani Produzione Giuseppe Lanino, LAV, PianoinBilico Organizzazione Cinzia Spanò Movimento Giuseppe Muscarello Disegno Luci Marco Vergani Costumi Marta Malatesta Realizzazione costumi Amina Lombroni Video e progetto grafico Liligutt Studio Scenotecnica Rainoldi Stefano e Andrea Snc

Giuseppe Lanino

numeri, riflessioni, descrizioni, risate e denunce. Racconta una storia che ha studiato e approfondito per anni, informandosi su cosa finisce davvero nei nostri piatti, perché inquinamento,

CasciùRicotta di anacardi

NOTE

Giulia Dentice di Accadia

effetto serra, esaurimento delle scorte idriche, deforestazione, fame nel mondo, farmaco-resistenza e sfruttamento animale sono temi da affrontare. La carne è debole è al Teatro Libero di Milano dal 13 al 16 febbraio e al Di Cestello di Firenze il 23.

cy .co m

I formaggi Dall'Albero prima della stagionatura

ra pi ws o C ©


18//focus

NOTE

Sala Bianca, Palazzo Pitti, Firenze Š Venturelli/GettyImages


FASHION fLORENCE

//19

A PALAZZO PITTI UNA MOSTRA FOTOGRAFICA RACCONTA LA NASCITA DELLA MODA ITALIANA, TRA ARTIGIANATO E HAUTE COUTURE di Sandra Gesualdi

Firenze da secoli ispira grazia e bellezza, nelle arti e nell’ingegno. Sperimentazione e buongusto vi trovano da sempre un laboratorio ideale. Fin da quando i mercanti del ’300 e ’400 si spingono in Oriente per importare tessuti preziosi e le botteghe dei cappellai, calzaioli, farsettai e degli orafi si diffondono sui Lungarni, tra Ponte Vecchio e il Mercato Nuovo, con modelli confezionati secondo le tendenze dell’epoca. Ma è nel Dopoguerra che la città gigliata fa concorrenza a Parigi con un nuovo modo di pensare e vestire, inventando il moderno e allegro stile italiano. Giovani in maglione girocollo e pin-up in pattern a pois sfrecciano in Vespa. Morbide acconciature ad alveare si riempiono di lacca, le gonne si gonfiano a palloncino e la vita si assottiglia. Le donne conquistano eleganza e la creaGennaio 1955 © Archivio Foto Locchi

Luglio 1962 © Archivio Foto Locchi

tività del made in Italy guida le tendenze mondiali. Le Sorelle Fontana, Roberto Capucci, Emilio Pucci firmano gli abiti più belli di quegli anni e iniziano a sfilare nelle sale di Palazzo Pitti. Lo storico Archivio Foto Locchi ha scelto 100 scatti realizzati tra gli anni ’30 e ’70 per raccontare la nascita del fashion a Firenze. Il suggestivo percorso, in scena fino al 5 marzo, narra l’esordio di alcuni dei maggiori brand dell’haute couture e lo sviluppo delle grandi maison fino alle leggendarie passerelle nella Sala Bianca. Un tuffo in quell’atmosfera illuminata da grandi lampadari di Boemia, con le mannequin «dagli occhi completamente nascosti da una cloche calata fino oltre le tempie», come scriveva una giovanissima Oriana Fallaci nel 1952. www.cfmi.it //GEN2017


tendenze//21

© Picsfive/AdobeStock - Giuseppe Porzani/AdobeStock

a cura di Ilaria Perrotta

C’erano una volta i balocchi, prima dei videogame davanti a tv, pc e smartphone. E avevano una dimensione sociale, quella che si prefigge di recuperare Storie di giocattoli. Dal Settecento a Barbie. La mostra, nel convento di San Domenico Maggiore a Napoli, è aperta fino al 19 marzo e ospita circa 2.000 pezzi da tutto il mondo, di cui molti provenienti dalla ricca collezione di Vincenzo Capuano. Bambole, robot, pupazzi, automobiline, trenini, orsetti, burattini, giochi da tavola e di latta, suddivisi in aree cronologiche e tematiche, trasportano i visitatori nell’immaginario ludico dall’Età dei Lumi fino al benessere del secondo ‘900, facendo tornare tutti un po’ bambini. Tanti gli aneddoti e i segreti svelati, tra i quali quello sull’origine delle marionette, utilizzate in principio per rappresentazioni sacre e il cui nome sembrerebbe provenire da quello della Madonna. www.storiedigiocattoli.net

Georello Teatrino Quercetti

ne Borrio Mauro 945 ca.) (1 Birilli

Barbie n. 1 con

Mattel scatola e libret to

Rico 62) Auto Beatles (19

(1959)

Mattel Barbie & Ken Giftset by Moschino

Hot Wheels Buggy MondoMotors

//GEN2017


22//zoom Emma Stone e Ryan Gosling in una scena del film

Voglia di IL PLURIPREMIATO LA LA LAND DAL 26 GENNAIO SUL GRANDE SCHERMO di Laura D'Alessandro Photo Dale Robinette

In principio furono i film di Fred Astaire e Gene Kelly, fra gli anni ’30 e ’50. Ma per chi ha ricordi più freschi basta citare Moulin Rouge, Chicago, Hairspray e Mamma mia! Quando ballo, canzoni e cinema si uniscono, difficile restare immobili sulla poltrona. A farci venire voglia di danzare stavolta arriva La La Land, già trionfatore ai recenti Golden Globe Awards e favorito nella corsa agli Oscar. La pellicola è nelle sale dal 26 gennaio e ha per protagonisti due giovani attori hollywoodiani sulla cresta dell’onda: Emma Stone, divenuta famosa per i ruoli in The Help, NOTE


//23

Musical

The Amazing Spider-Man e Birdman, e Ryan Gosling, il romantico Noah della pellicola Le pagine della nostra vita che rivedremo a breve nel sequel di Blade Runner. La prima interpreta Mia, un’aspirante attrice che lavora come cameriera, mentre il secondo è Sebastian, un musicista jazz che sbarca il lunario suonando nei piano bar. Entrambi si trasferiscono a Los Angeles per realizzare i loro sogni e, naturalmente, si innamorano. Ma, quando il successo arriva, la relazione si complica. Nonostante la trama ordinaria, il poco più che trentenne regista Damien Chazelle ha saputo rendere omaggio al repertorio classico delle commedie musicali, senza saccheggi né eccessi kitsch, ma dando un tocco di classe contemporaneo a un genere che continua a incantare il pubblico. A ritmo di jazz. www.01distribution.it //GEN2017


innovation//25

© pixtumz88/AdobeStock - igorkol_ter/AdobeStock

a cura di Serena Berardi

startup da record In Italia 182 milioni di euro INVESTITI nel 2016 È stato un anno d’oro per le imprese innovative: nel 2016, in Italia, sono stati investiti 182 milioni di euro, il 24% in più rispetto al 2015. A dirlo è l’Osservatorio startup hi-tech della School of management del Politecnico di Milano. A dimostrazione della vitalità del settore, gli eventi e le competition organizzate nel Paese. Come il Premio nazionale per l’innovazione, vinto quest’anno dall’azienda piemontese Panoxyvir che sta sviluppando il primo spray nasale per la prevenzione e la cura del raffreddore. «Abbiamo scoperto che alcuni prodotti di ossidazione del colesterolo svolgono una potente azione antivirale. Ora puntiamo a sviluppare un processo di sintesi industriale delle sostanze attive e a valutare il loro profilo tossicologico», spiega Andrea

Civra, ricercatore dell’Università di Torino coinvolto nel progetto. Ottimi risultati anche per l’Internet delle cose. Tra le 150 migliori startup europee di IoT ci sono due italiane: Filo e Gideon. La prima ha elaborato un dispositivo bluetooth per ritrovare gli oggetti smarriti. La seconda ha creato un’app per la gestione dei device domestici come luci e impianti di riscaldamento. «Siamo già in 80 Paesi e puntiamo ad affermarci in Usa, Francia, Germania e Regno Unito», sostiene Marco Matera, co-founder di Gideon. Gli imprenditori nostrani sono fiduciosi nel futuro e in effetti le premesse per il 2017sono buone: con la nuova legge di bilancio chi avvia una startup godrà di importanti benefici fiscali. //GEN2017


corner//27

di Luca Mattei

NOME: CLAUD ADJAPONG DATA DI NASCITA: 06/05/1998 PESO: 74 Kg ALTEZZA: 180 cm

Le chiamano seconde generazioni. Ragazzi nati in Italia da genitori stranieri, come nel caso del difensore Claud Adjapong, che ha origini ghanesi ma è di Modena ed è cresciuto a Sassuolo, città della sua squadra. Ha solo 18 anni ma sa dove vuole andare e ricorda da dove viene. «Non ho mai avuto problemi col razzismo e spero di non averne, ma so che c’è chi ritiene ancora due persone diverse per il colore della pelle», dichiara. Da grande, aggiunge, «vorrei fare la vita che sto facendo e aiutare i miei familiari, i primi a cui devo dire grazie». Non a caso serie tv e film preferiti sono Empire e La ricerca della felicità, storie di padri che dopo molte difficoltà hanno successo. Indicative anche le letture: «Mi piace il libro 999 storie vere di campioni mancati, perché nel calcio solo uno su 1.000 ce la fa. Bisogna sempre avere testa e pazienza». Con questa mentalità, nel 2016 arrivano i primi traguardi: esordio in A, Europa League e Nazionale U19, oltre al primo gol in campionato, un record per il Sassuolo, che non aveva mai mandato in rete un calciatore cresciuto in casa. C’è un giocatore a cui si ispira? SQUADRA: SASSUOLO L’anno scorso cercavo di imitare Šime Vrsaljko RUOLO: DIFENSORE (ex difensore del Sassuolo, oggi all’Atletico Madrid, ndr). Nazionale: fantasia o ambizione? Ambizione. È già un orgoglio far parte dell’U19. Come trascorre il tempo libero? Passeggiate con amici e fidanzata. E videogiochi, soprattutto Fifa. Che cosa pensa del suo avatar? Forse è più forte di me.

© Andrea Vignoli

HA 18 ANNI E ORIGINI GHANESI IL PRIMO SASSOLESE A SEGNARE IN SERIE A CON LA MAGLIA NEROVERDE

© IvicaNS/AdobeStock

CLAUD ADJAPONG

//GEN2017


© Digital Media - FS Italiane

SEMPRE CONNESSI

SU

EW

S _IT

AP

S .I T

SR A DI O

N

EW

W

FS

FR

E C C I A .T

V

www.trenitalia.com

I

E

IS

P TREN

FS N

U

S

N

TA

@F

news 30 flotta 34

LI A

con i digital media

L

A

//GEN2017


30//trenitalia news

UN VIAGGIO DIGITALE canali D'ACQUISTO semplici, MOBILITà INTEGRATA E 500 nuovi treni. Barbara Morgante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia, ci presenta le prospettive per il trasporto regionale di Sandra Gesualdi

Quali sono gli impegni previsti per il 2017? Sicuramente vorremmo ripartire dal grande lavoro fatto nell’ultimo biennio continuando a innalzare la qualità e le prestazioni. Tutti gli indicatori sono migliorati. Soprattutto la punBarbara Morgante Amministratore delegato e tualità, la cui media Direttore generale di Trenitalia nazionale è al 91% con punte fino al 93%, e le cancellazioni, sotto l’1%. Credo che questo cambio di passo sia stato percepito dai viaggiatori. L’azienda sta lavorando alacremente sul servizio regionale, in termini di attenzioni e risorse. È un impegno preso anche per il futuro, insieme alle Regioni, con cui abbiamo firmato e firmeremo il rinnovo di contratti di servizio di lunga durata, tali da consentirci di pianificare investimenti importanti. Abbiamo chiuso una storica gara con le migliori imprese del mercato mondiale per l’acquisto di 500 treni di ultima generazione, che inizieranno a viaggiare nel 2019. La produzione inizia proprio in questi giorni. Nel frattempo monitoreremo attentamente i costruttori affinché rispettino tempi di consegna e standard qualitativi. Un lavoro che nell’immediato non si vede ma che impegna tutta NOTE

l’azienda, soprattutto la Divisione Regionale, e che darà frutti tangibili: treni sempre più confortevoli e affidabili. Un impegno concreto, quindi? Certo, perché il cliente è la risorsa più importante che abbiamo ed è necessario porlo sempre al centro di ogni nostro progetto e attività. L’obiettivo è offrire viaggi sempre più confortevoli, senza


//31 cancellazioni, ritardi o servizi sostitutivi. Così da attrarre nuovi passeggeri, convincendoli dei tanti vantaggi che il treno può offrire loro. L’evoluzione digitale sta abbracciando anche il trasporto regionale. Sì, ad esempio sempre più clienti utilizzano i canali di vendita digitali di Trenitalia. Oggi basta avere uno smartphone per acquistare un biglietto, un abbonamento, o per cambiarli. Con semplicità, senza recarsi in biglietteria o nelle agenzie di viaggio. Ulteriori novità riguarderanno la mobilità integrata, l’intermodalità. Non avremo solo luoghi in cui passare da un mezzo all’altro, dal treno al bus, alla bici o al taxi, ma una piattaforma digitale dove pianificare e acquistare il viaggio scegliendo il tipo di trasporto e le tariffe più adatte alle proprie esigenze. Con un click, direttamente da pc o telefono. Inoltre il digitale aiuta la sicurezza e l’informazione. Sui convogli si stanno introducendo telecamere “live”, monitor informativi e apparecchiature che monitorano i flussi reali nelle varie stazioni e fasce orarie. Dati utilissimi anche per meglio pianificare il servizio.

© Digital Media - FS Italiane

© Digital Media - FS Italiane

© Digital Media - FS Italiane

PENDOLARIA di Luca Mattei

Presentato il 24 gennaio nella stazione centrale di Palermo il rapporto Pendolaria 2016, alla presenza del direttore divisione passeggeri regionale di Trenitalia, Orazio Iacono, e del direttore esercizio rete di RFI, Gianpiero Strisciuglio. La storica campagna di Legambiente, dedicata ai treni regionali e locali e alla mobilità urbana, è nata per contribuire a creare un trasporto ferroviario moderno, per città meno inquinate e più vivibili. Con i pendolari al centro dell’attenzione. Obiettivo condiviso dal Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, che ha posto il miglioramento del trasporto regionale in vetta ai propri obiettivi. Nell’ultimo biennio la qualità e le prestazioni sono migliorate e gli indicatori sono lì a dimostrarlo. La puntualità ha una media nazionale pari al 90,1% (+3,9% vs 2014) e arriva a punte di oltre il 92% nella fascia mattutina. Le cancellazioni si sono attestate intorno all’1% (-46% vs 2014). Sono performance che pongono i servizi di Trenitalia Regionale ai vertici del TPL ferroviario italiano ed europeo. //GEN2017


32//trenitalia news

© Edoardo Cortesi/Digital Media - FS Italiane

NUOVO TRENO ROCK Gli amministratori delegati di Ferrovie dello Stato Italiane, Trenitalia e Hitachi Rail Italy, rispettivamente Renato Mazl ta

zoncini, Barbara Morgante e Maurizio Manfellotto, il 20 gennaio hanno avviato simbolicamente la saldatura del nuovo elettrotreno a due piani Rock, presso l’impianto Hitachi Rail di Pistoia, dove si produce

il Frecciarossa 1000. Nell’occasione è stato presentato anche il modello in scala 1:1. Arriva a tempo di rock l'ultimo nato della flotta regionale, destinato a migliorare la qualità del viaggio.

a - FS Italiane M ed i

SALE BLU PRENOTABILI ALLO 02.32.32.32 Accolto con soddisfazione dalle associazioni di persone con disabilità, è attivo il nuovo numero 02.32.32.32 (da rete fissa e mobile) per prenotare con una tariffa telefonica più conveniente i servizi delle Sale Blu di RFI. I clienti a ridotta mobilità, anche temporanea, possono chiedere assistenza in stazione e all’arrivo e partenza del treno. In particolare guida all’uscita e al binario, disponibilità di una sedia a rotelle e accesso al treno con carrello elevatore. Dal 28 febbraio il nuovo numero sostituirà l’199.30.30.60. Resta la linea verde 800.90.60.60 raggiungibile solo da telefono fisso.

NOTE

NOVITÀ PER I PENDOLARI CAMPANI Due nuovi treni Jazz in circolazione dalla metà di gennaio si aggiungono ai precedenti dieci, e altri 12 sono in arrivo entro febbraio 2019. Un rinnovo completo della flotta di convogli metropolitani, con un’età media minore di 14 anni, oltre a maggiore puntualità, regolarità e comfort di viaggio. È quanto concordato nel nuovo contratto di servizio tra Regione Campania e Trenitalia, valido fino al 2023. Previste, inoltre, iniziative idonee a contrastare il fenomeno dell’evasione tariffaria che sottrae risorse e danneggia chi paga regolarmente il biglietto.

© Dig ital Media - FS Italiane

©

Di

gi

a cura di Luca Mattei


34//flotta Composizione 2 Piani - 4/7 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto Velocità Massima 160 Km/h (3kV) Passeggeri Seduti: da 504 a 846 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 344 a 609

Composizione 4/5/6 carrozze Multipla: fino a 2 unità Configurazioni Base - Metropolitana Aeroportuale Regioni Abruzzo, Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria Velocità Massima 160 Km/h (3kV) - 125 km/h (1,5kv) Passeggeri Seduti: da 200 a 288 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: da 145 a 215

Composizione Monopiano - 3 carrozze Configurazioni Regionale Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Toscana, Veneto Velocità Massima 130Km/h Passeggeri Seduti: da 152 a 159 (+2 postazioni HK per persone a mobilità ridotta) In piedi: 153

NOTE



Note - gennaio 2017 - numero 2