Page 1

Social Street Il debutto di Ravenna

ANNO III | NUMERO 05 | FEBBRAIO 2017 | www.fsitaliane.it

Tra le righe Libri aperti in cittÃ

FEDERICO

BERNARDESCHI

talento Viola

TRENITALIA REGIONALE Green e hi-tech il nuovo treno Rock per i pendolari IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


sommario//3

ANNO III | NUMERO 05 | FEBBRAIO 2017 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 126/2015 DEL 09/07/2015

in copertina Federico Bernardeschi Photo ACF Fiorentina

Social Street Il debutto di Ravenna

EDIZIONI

Tra le righe Libri aperti in città

IN REGIONE ANNO III | NUMERO 05 | FEBBRAIO 2017 | www.fsitaliane.it

© Ferrovie dello Stato Italiane SpA Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore. Alcuni contenuti della rivista sono resi disponibili mediante licenza Creative Commons BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

TALENTO VIOLA

TRENITALIA REGIONALE Green e hi-tech il nuovo treno Rock per i pendolari IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

15

Cerca la tua copia di Note alle 8 e alle 17 nelle stazioni di Bari C.le, Bologna C.le, Firenze S.M.N., Genova Brignole e P. Principe, Milano C.le, Napoli C.le, Palermo C.le, Roma Termini, Torino P. Susa e Venezia Mestre. Note esce il giovedì. Si può sfogliare su ISSUU e nella sezione Media ed Eventi del sito www.fsitaliane.it

FEDERICO

BERNARDESCHI

©D igital Media - FS Italiane

IL SETTIMANALE GRATUITO PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

EDITORE

7

agenda

gourmet 15

STAMPA

focus 18

tendenze 21 corner 27

5

EDITORIALE Investire sul futuro

10

22

ZOOM A Firenze e Modena libri aperti per tutti

PROTAGONISTI Federico Bernardeschi tra tattoo e sogni calcistici

25

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com

©D igital Media - FS Italiane

Direzione Centrale Brand Strategy e Comunicazione Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it | e-mail note@fsitaliane.it Contatti di Redazione tel. 0644103161 | 0644103383 Direttore Responsabile Marco Mancini Progetto Editoriale Claudia Frattini Caporedattore Claudia Frattini Coordinamento Editoriale Sandra Gesualdi Assistente Editoriale Luca Mattei Caposervizio Michela Gentili Assistente di Redazione Gaspare Baglio In Redazione Serena Berardi, Silvia Del Vecchio, Cecilia Morrico, Francesca Ventre Realizzazione e progetto grafico Giovanna Di Napoli Coordinamento creativo Giovanna Di Napoli Grafico Michele Pittalis Ricerca immagini e photo editing Vincenzo Tafuri Hanno collaborato a questo numero Antonella Caporaso, Ilaria Perrotta, Carmen Pidalà, Serena Roberti , Flavio Scheggi

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 | info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati | smerati@emotionalsrl.com

INNOVATION A Ravenna arriva la social street

TRENITALIA REGIONALE

29

Green e tecnologico il nuovo treno per i pendolari

//FEB2017


editoriale//5

INVESTIRE sul futuro di Marco Mancini

Photo Giuseppe Senese/Digital Media - FS Italiane

In questo numero insistiamo ancora con il Rock. Perché, anche se il treno inizierà a circolare soltanto nel 2019, sappiamo già oggi che costituirà una vera e propria rivoluzione. E perché riteniamo importante mostrarvi quel che accade dietro le quinte. Aver avviato le linee di produzione, controllarne l’evoluzione e i progressivi risultati sono la premessa per ottenere domani le performance di qualità che tutti aspettano. Parliamo di programmazione e investimenti, ingredienti indispensabili per essere protagonisti del futuro. Parole semplici, ma solo da pronunciare. Poi vi diamo i numeri, quelli fondamentali per fotografare il lavoro di Trenitalia Regionale e dei 14.600 ferrovieri che ogni giorno assicurano la mobilità di un milione e mezzo di passeggeri. Per dirla meglio, di un milione e mezzo di viaggi che equivalgono almeno a sette/ottocentomila persone. Quante sono quelle che ogni giorno salgono e scendono dai nostri treni. E ci chiedono, giustamente, servizi sempre migliori. Però il modo in cui i media nei giorni scorsi hanno affrontato la questione delle tariffe sovraregionali mi ha convinto che regni ancora un po’ di confusione nella lettura del nostro mondo. Ad esempio, nonostante l’attuale assetto del trasporto ferroviario regionale sia stato definito nel 1997, e tutte le competenze di programmazione e finanziamento dei servizi siano state trasferite da 20 anni agli enti locali, Regioni e Province Autonome, è ancora diffusa la convinzione che competano invece a Trenitalia. Sono poi in molti a non sapere che il costo del servizio regionale è coperto

per circa due terzi da soldi pubblici, quelli che la Regione versa secondo contratto a Trenitalia, e solo per il restante dai ricavi di biglietti e abbonamenti. Per questo, giustamente, le due leve sono in mano alle Regioni. Con le quali la nostra interlocuzione è continua e quasi sempre proficua. Nel rispetto però dei ruoli, committente l’una, gestore l’altra. Altra finale considerazione, di tutt’altro tenore. In copertina, dopo Roshelle, proponiamo questa settimana un altro giovane talento, stavolta un calciatore, Federico Bernardeschi. Ecco, al di là dei gusti musicali e delle fedi calcistiche (le nostre scelte non accontenteranno tutti...), da Note vogliamo soffi una fresca ventata della nostra meglio gioventù. È un modo per dare fiducia al futuro. //FEB2017


a cura di Antonella Caporaso

Ingresso scontato per i clienti

agenda//7

Trenitalia Regionale

ARTEMISIA GENTILESCHI E IL SUO TEMPO

Autoritratto come suonatrice di liuto (1617-18), olio su tela Hartford, Wadsworth Atheneum Museum of Art CT Charles H. Schwartz Endowment Fund

Le opere di una delle pittrici più talentuose del 1600 sono ospitate nel Museo di Roma a Palazzo Braschi fino al 7 maggio. Un viaggio attraverso 100 opere, sulle tracce di una donna che negli anni ’70 è diventata simbolo della lotta femminista. Oltre a padroneggiare la tecnica, l’artista sapeva declinarla secondo le esigenze dei diversi committenti e trasformarla dopo aver assorbito il meglio dai colleghi contemporanei e dagli antichi maestri. I possessori di abbonamento regionale Trenitalia per il Lazio possono acquistare due ticket di ingresso al prezzo di uno. www.museodiroma.it

© Allen Phillips/Wadsworth Atheneum

Pablo Picasso Jeune Garçon à la langouste (1941), Paris Olio su tela Musée national Picasso - Paris

© Succession Picasso by SIAE 2016

Frida Kahlo L’amoroso abbraccio dell’universo, la terra (Messico), io, Diego e il signor Xolotl (1949)

ARTEGENOVA Dal 17 al 20 febbraio il capoluogo ligure ospita la 12esima edizione della mostra mercato dedicata alle opere moderne e contemporanee. Una panoramica su più di 90 gallerie italiane attraverso un percorso che spazia dall’Espressionismo al Cubismo fino alla Pop Art e alla Transavanguardia. www.artegenova.com

© Banco de México Diego Rivera Frida Kahlo Museums Trust, México

ALLE MOSTRE CON IL TRENO Gli abbonati regionali dell’Emilia Romagna e del Veneto possono visitare La collezione Gelman: arte messicana del XX secolo, a Bologna fino al 26 marzo, e Picasso. Figure (1906-1971), a Verona fino al 12 marzo, acquistando due biglietti di ingresso al prezzo di uno. www.trenitalia.com //FEB2017


8//agenda STANDING OVATION Parte il 17 febbraio e va avanti per cinque venerdì il nuovo talent show di Rai1 condotto da Antonella Clerici. Il programma vede come protagonisti 12 coppie formate da bambini e adolescenti accompagnati dai loro parenti, tutti accomunati dalla passione per il canto. A decretare i vincitori la classica standing ovation: se ritiene soddisfacente la prova canora, il pubblico in studio si alza in piedi e i sensori situati sotto il cuscino assegnano il punteggio. In giuria Ambra Angiolini, Nek e Romina Power commentano le performance. www.standingovation.tv

NON GUARDARE LA PALLA Ruud Gullit Piemme, pp. 321 € 18,50

Dalle decisioni tattiche alle formazioni, dalle caratteristiche dei giocatori ai momenti chiave, l’ex fuoriclasse del Milan rivela i segreti del gioco più amato dagli italiani.

USA ANNI '20 Nei cinema a partire dal 2 marzo, il nuovo film diretto e interpretato da Ben Affleck racconta gli Stati Uniti degli anni '20. Sullo sfondo proibizionismo, gangster e contrabbando. www.warnerbros.it

© Alessandro Cuomo/Getty Images

BABYLON APULIA FESTIVAL Per gli appassionati di danza e cultura orientale, imperdibile appuntamento a Bari il 18 e 19 febbraio. In programma competizioni internazionali, seminari e spettacoli. NOTE


CAFFO.COM

Conserva il Vecchio Amaro Del Capo in freezer. La sua gradazione alcolica è di 35° non congela!

3

Per apprezzarlo in tutto il suo aroma deve raggiungere una temperatura di almeno -20°c Versalo solo negli appositi bicchierini da freezer Vecchio Amaro del Capo Per ottenere un sapore ottimale anche i bicchierini devono essere ghiacciati.

FREEZE YOUR MOMENT Bevi responsabilmente.

2

-20°C


10//protagonisti

NOTE


//11

TRA FEDE E tattoo È religioso, ama la musica e i tatuaggi. Chi è Federico Bernardeschi, il calciatore della Fiorentina che sogna di vincere il mondiale di Flavio Scheggi Photo ACF Fiorentina

«Già a 15 anni facevo il pendolare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì. Prendevo il treno regionale da Massa alle 13:20 per andare ad allenarmi a Firenze e rientravo a casa la sera alle 21». Inizia con questo ricordo l’incontro con Federico Bernardeschi, centrocampista della Fiorentina e della Nazionale italiana, che quest’anno ha collezionato almeno 30 presenze tra Serie A, Europa League e Coppa Italia segnando 11 gol. Il ragazzo di Carrara, che da 13 anni veste la maglia viola, compie 23 anni il 16 febbraio. Come festeggia il compleanno? Giocando in Germania una partita di Europa League contro il Borussia. E spero di vincere. È nato lo stesso giorno di Valentino Rossi, lo sa? Sul mio diario delle medie c’erano frasi celebri per ogni giorno dell’anno. Per il 16 febbraio ricordo quella del "Dottore" che diceva: «Questo è il giorno dei fenomeni». Mi ha portato sicuramente fortuna. Vi conoscete? No, ma mi piacerebbe. È uno sportivo che ha portato in alto la bandiera dell’Italia in tutto il mondo. Potremmo organizzare un incontro con Note? Sarebbe bello, magari al prossimo GP del Mugello. Ha cominciato a giocare da piccolo. Come è cambiata la sua vita? Avevo sei anni quando sono entrato nell’Atletico Carrara. Poi sono passato al Ponzano, scuola calcio dell'Empoli. E a dieci anni è arrivata la Fiorentina. Da lì tutto è cambiato: i miei orari e gli impegni erano completamente diversi da quelli degli altri bambini. Ma la passione era talmente grande che non mi pesava niente. A 16 anni ha avuto un problema cardiaco. Come l’ha vissuto? Sono stato fermo per sei mesi, i medici pensavano che il problema fosse il troppo allenamento. Invece era una cosa congenita e tutto si è risolto nel migliore dei modi. Sono stati mesi terribili, forse i peggiori della mia vita. //FEB2017


12//protagonisti Come vede questo 2017? Bello, mi piacerà tantissimo. Dal punto di vista calcistico, spero di fare qualcosa di importante. Da quello umano, di affermarmi nel mondo come persona. Sempre con il numero 10 sulla maglia? Con i precedenti che ci sono a Firenze (Baggio e Antognoni ndr), riuscire a indossare questa maglia è un forte stimolo per me, ma anche per i giovanissimi che sognano la stessa cosa. Ha molti bambini tra i tifosi? Sì, e non c’è gioia più grande del vedere i piccoli che mi riconoscono e mi seguono. Ho promesso a me stesso di dare loro sempre il buon esempio. E poi c’è la passione per i tatuaggi. Da dove nasce? Credo sia un modo alternativo di scrivere la propria vita. Il primo l’ho fatto a 18 anni, un’immagine di Gesù sul costato. A cui sono seguiti una Madonna e la preghiera del Padre nostro. È molto religioso? Credo che il rapporto con la fede sia un modo per essere più buoni e generosi. Ti indirizza verso le cose giuste della vita. Dietro al collo, invece, ha la scritta Rock and roll… Sì, ho anche questa passione. Mi piacciono gruppi come i Blink 182 e i Nirvana. Uno stile che va un po’ sopra le righe. Sa che il prossimo treno per i viaggiatori regionali si chiamerà Rock? Non potevate scegliere nome più giusto. Da pendolare lo approvo tantissimo e non vedo l’ora di prenderlo. Qual è il suo sogno? Vincere il Mondiale di calcio. @fbernardeschi @fbernardeschi @FedericoBernardeschi10 NOTE


gourmet//15

© AdobeStock

a cura di Silvia Del Vecchio

CHIACCHIERE La festa comincia a tavola, per culminare poi nelle tradizionali sfilate in maschera che, dall’11 al 28 febbraio, coinvolgono lo Stivale da nord a sud. Un tripudio di delizie, zucchero, miele e cioccolato da gustare per essere pronti ai digiuni della Quaresima. Sul podio c’è la chiacchiera, detta anche frappa, bugia o crostola, a seconda della zona. Seguono per fama le castagnole, dolcissime palline vuote o ripiene, e gli struffoli campani, tocchettini fritti ricoperti di confetti colorati, i cui fratelli si trovano in Abruzzo, Umbria, Marche e Lazio sotto il nome di cicerchiata e in Sicilia (mpagnuccata, con scorze di limone). La star della Laguna è la fritola, impastata con uva passa e pinoli, mentre il berlingozzo, tipico della Toscana e di alcune città umbre, è un soffice ciambellone al profumo di agrumi. Emiliani, e dell’Italia centrale in genere, sono invece i tortelli dolci, ravioloni di frolla ripieni di marmellata o altre creme. Molisane Doc, poi, le rosacatarre, simili alle cartellate salentine, preparate sia a Natale che a Carnevale: gustose strisce attorcigliate a forma di rosa e irrorate di miele.

Tra le regioni d'Italia alla scoperta dei dolci di Carnevale

//FEB2017


16//gourmet Del sanguinaccio dolce, invece, molte regioni si contendono la paternità: si tratta di un dessert a base di cioccolato amaro, celebre soprattutto al Sud, il cui nome deriva dall’aggiunta del sangue di maiale, ingrediente che oggi spesso viene sostituito con dei liquori per non far storcere il naso ai vegetariani.

Il pastry chef Giorgio Paolucci

MIL

ANO

Knam Via A. Anfossi, 10 Dolci monoporzione, mousse, creazioni da forno e al cacao firmate dal pastry chef Ernst Knam. www.eknam.com

NO

I TOR

La cicerchiata abruzzese

LA CICERCHIATA di GIORGIO PAOLUCCI

Lista della spesa: 500 g di farina 00, 3 uova intere, 3 tuorli, 140 g di zucchero, 70 g di burro, un pizzico di sale, 2 cucchiai di anice o liquore a scelta, buccia d’arancia grattugiata, olio di semi di arachidi per friggere. Per decorare: 500 g di miele grezzo, canditi a pezzi, confettini colorati. Preparazione: mescolare tutti gli ingredienti e impastare fino a ottenere un composto omogeneo ed elastico, poi lasciarlo riposare per un’ora coperto. Dividere l’impasto ottenuto in piccole palline di circa un centimetro di diametro, friggerle in olio caldo, farle asciugare e mescolarle in un pentolino con il miele, prima sciolto per qualche minuto a fuoco basso. Modellare il tutto secondo la forma preferita e decorare.

Laboratorio di Giaveno Via Torino, 54 Cioccolato da podio con la crema di gianduja +55 e il Giuinott del pluripremiato Guido Castagna. www.guidocastagna.it

NAP

OLI

Scaturchio Piazza S. Domenico Maggiore, 19 Delizie tipiche come la sfogliatella, il babà, la pastiera e dolci di Carnevale dall’anima partenopea. www.scaturchio.it


18// focus

IN PRIME TIME SU CANALE 5 LA SERIE TV SULLE PERIPEZIE DI QUATTRO PAPÀ UN PO’ PARTICOLARI di Serena Roberti Famiglia Cordaro Famiglia La Neve

Famiglia Carofiglio Famiglia Pellegrini

NOTE


//19 Chi sono i padri di oggi? Come si sono ridefiniti ruoli e compiti? A raccontarlo è Amore pensaci tu, la nuova serie tv prodotta da Publispei con RTI, per la regia di Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano. Dal 17 febbraio per 10 settimane, ogni mercoledì su Canale 5, si incrociano le vite di quattro famiglie. I Cordaro, Luigi (Emilio Solfrizzi) e Gemma (Valentina Carnelutti), sono i più tradizionali. «Lui è un padre lavoratore che non si è mai occupato delle tre figlie, convinto che la loro educazione sia compito della mamma», racconta Solfrizzi. A un certo punto, la moglie comincia a pensare di più a se stessa e lui deve costruire un rapporto con loro: «All’inizio è un disastro, ma poi riesce a mettersi in discussione e comincia una nuova fase della sua vita». Marco e Anna (Filippo Nigro e Giulia Bevilacqua) sono i Pellegrini: lei fa il medico, lui sta a casa. «È un “mammo”, ritiene naturale dedicarsi alla prole e rinunciare a incarichi importanti», racconta Nigro.

Emilio Solfrizzi Nome Luigi (famiglia Cordaro) Professione Imprenditore Papà all'antica Ha dedicato la vita al lavoro, ma scopre di doversi occupare anche delle figlie

Ma la scelta di riprendere la professione di pubblicitario rompe gli equilibri. Poi ci sono Francesco e Tommaso Carofiglio, coppia di fatto. Impersonati da Fabio Troiano e Giulio Forges Davanzati, si occupano della nonna (Giuliana De Sio) e della nipotina. «A differenza del compagno, Francesco è iperprotettivo verso la bimba», spiega Troiano. La situazione peggiora con l’arrivo della suocera, a dir poco permissiva. «Molte coppie possono riconoscersi nelle nostre dinamiche, al di là dell’identità di genere dei genitori». Infine, la famiglia La Neve: Jacopo ed Elena, alias Carmine Recano e Martina Stella, sono una coppia in crisi alle prese con l’affidamento dei ragazzi. «Un giorno lui, che fa il calciatore, torna da Londra e per riconquistare la moglie si trova a fare il genitore per la prima volta», confessa Recano. Quattro storie diverse, quindi, per mandare in onda la sfida quotidiana dell’essere una famiglia.

Filippo Nigro

Fabio Troiano

Nome Marco (famiglia Pellegrini) Professione Creativo pubblicitario Papà casalingo Ha scelto di badare ai figli, ma l’equilibrio si rompe quando riprende il lavoro

Nome Francesco (famiglia Carofiglio) Professione Sceneggiatore Papà a sorpresa Insieme al compagno si occupa della nipotina acquisita, come un padre tradizionale

Carmine Recano Nome Jacopo (famiglia La Neve) Professione Calciatore Papà assente È in crisi con la moglie e vuole dimostrare di essere un buon padre

//FEB2017


tendenze//21

© Jaap Buitendijk

a cura di Ilaria Perrotta

In alto una scena del film T2 Trainspotting Da sinistra Spud (Ewen Bremner), Renton (Ewan McGregor), Sick Boy (Jonny Lee Miller) e Begbie (Robert Carlyle)

Arriva al cinema il 23 febbraio uno dei sequel più attesi da chi è stato adolescente negli anni ’90 (e non solo). T2 Trainspotting, secondo capitolo del film cult tratto dall’omonimo romanzo di Irvine Welsh, è basato su Porno, best seller del 2002 scritto dallo stesso autore. I protagonisti sono quelli della prima pellicola: Spud, Sick Boy, Renton e Begbie. Personaggi che influenzano anche la moda di stagione con il loro stile so Nineties: giubbini in denim, camicie stampate, t-shirt slavate, skinny jeans e sneakers. Un look che racconta una generazione, quella di fine millennio, in bilico tra cambiamenti e tensioni.

1

2 3

1. Giubbino in denim, Bad Deal 2. Jeans a gamba stretta, Department Five 3. Sneakers in camoscio, D.A.T.E. 4. Occhiali da sole Nineties style, Pugnale & Nyleve 5. Camicia stampata, Samsoe & Samsoe

4

5

//FEB2017


© Vladimir Melnikov/AdobeStock

22//zoom

Libri A Firenze e Modena due rassegne dedicate all’editoria di Carmen Pidalà

La produzione letteraria nazionale e internazionale è al centro di due appuntamenti in Toscana ed Emilia Romagna. A Firenze, dal 17 al 19 febbraio, la Fortezza da Basso del capoluogo toscano ospita Firenze libro aperto, nuova kermesse dedicata all’editoria in tutte le sue forme, dalle tradizionali alle post-moderne. Progetto innovativo e punto di incontro tra mondi apparentemente distanti: disegnatori, self-publisher, giornalisti, autori di book-trailer, storici e autori emergenti.

tutte le a o i z a p S erarie, t t e l e m for derne o m t s o nali o p tradizio

NOTE


//23

in città Tra gli appuntamenti, happy hour letterari per la compravendita di testi tascabili, concorsi, tavole rotonde su tematiche di attualità, concerti ed eventi serali creati ad hoc. Spazio speciale ai volumi dedicati ai ragazzi e ai generi di maggior successo come la narrativa fantasy, il romanzo d'amore e il giallo. A Modena, invece, il 18 e il 19 c’è Buk-Festival della piccola e media editoria. In programma presentazioni, conferenze, reading, dibattiti sui grandi temi dell’attualità e incontri con personaggi di spicco del mondo culturale. Tra gli ospiti l’autore teatrale Moni Ovadia, lo scrittore Crocifisso Dentello, l’editrice Elisabetta Sgarbi e la reporter di guerra Barbara Schiavulli. www.firenzelibroaperto.it www.bukfestival.it

//FEB2017


FARINI SOCIAL STREET

innovation//25

È nato a Ravenna l’ultimo progetto italiano di vicinato 2.0 di Michela Gentili Illustrazione Giovanna Antoniacci

Si incontrano tra gli scaffali del supermercato, al parco con il cane, persino in ascensore. Incrociano gli sguardi, accennano un sorriso e poi passano oltre. Succede ogni giorno tra gli abitanti dello stesso quartiere, a volte anche di un solo condominio. Proprio per rompere questo schema sono nate le social street. Gruppi creati su Facebook per condividere interessi, proporre attività tra vicini, stimolare incontri reali. Quella di via Fondazza, nel 2013, a Bologna, ha fatto scuola. Poi il fenomeno si è diffuso nel mondo e ora conta 452 iniziative simili. In Italia, l’ultima nata è a Ravenna, in viale Farini. «In questa zona intorno alla stazione transitano pendolari, studenti, turisti. Ma i residenti faticano a parlarsi», spiega Andrea Caccia, operatore della cooperativa sociale Villaggio Globale e del centro CittAttiva del Comune, che ha promosso l’idea con le colleghe Eleonora Ricci e Stefania Pelloni. «Così abbiamo deciso di contattare i fondatori del progetto bolognese e di altri due già realizzati. E, dopo aver ascoltato le loro esperienze, ci siamo buttati». Prima i volantini nelle caselle postali e le locandine nei negozi. Poi il passaparola sul web e tra i giornali locali. «Da lì le prime adesioni: 60 in una settimana, siamo già quasi a 100. Con l’obiettivo di lavorare insieme per migliorare la vita nel quartiere». Si può cominciare da una cena in compagnia per poi passare al baratto di servizi e professionalità. Fino a creare progetti comuni, come una mostra fotografica o la sistemazione di un parco giochi. Per darsi le priorità è fondamentale la prima riunione dal vivo. «Vogliamo capire che cosa emerge dal gruppo. Le idee devono nascere dal basso, solo così hanno l’entusiasmo giusto». //FEB2017


corner//27 © IvicaNS/AdobeStock

LUCA BANTI TESTARDO E ORGOGLIOSO, L'ARBITRO CHE NON AMAVA GLI ARBITRI È OGGI UNO DEI PIÙ APPREZZATI IN ITALIA E ALL'ESTERO NOME: LUCA BANTI

Secondo una delle regole non scritte del calDATA DI NASCITA: 27/03/1974 cio, l'arbitro migliore è quello che passa inosservato durante la gara. A furia di rispettarla Luca Banti è divenuto tra i più bravi della categoria, in Italia e in Europa. Come è nata la passione per il suo lavoro? Per curiosità, a 17 anni. In realtà, non avevo un buon rapporto con questa professione perché era l'attività di mio padre e gli rubava tempo da dedicare alla famiglia. Ma quando decisi di smettere con il calcio giocato mi consigliò di seguire le sue orme. C'è una partita a cui è più legato? Quella disputata a Capo d'Orlando (ME) per una finale di Coppa Italia dilettantistica, in cui era in palio l'accesso alla serie B. Ero giovane e le squadre avevano già avuto problemi per un caso di discriminazione razziale. Fu un incontro molto sentito. Ha mai pensato di abbandonare? Sì, due volte. La prima a 20 anni, quando ero in prima categoria. Mi svegliavo presto ogni domenica per raggiungere un campo, a volte senza recinzione e forze dell'ordine, e dirigere calciatori con il doppio della mia età. Non è SEZIONE: LIVORNO stato semplice ma l'Associazione Italiana Arbitri mi ha stimolato a continuare. RUOLO: ARBITRO E la seconda? Dopo una brutta partita gestita male. Ma io, testardo e orgoglioso, mi sono imposto di continuare. Spesso è una sfida con se stessi per raggiungere la perfezione. Le tecnologie possono essere d’aiuto? Sì, ma bisogna cambiare la mentalità. In Italia non abbiamo ancora la cultura per accettare una svista o un'interpretazione.

© Falcone/La Presse

di Luca Mattei

//FEB2017


© Digital Media - FS Italiane

SEMPRE CONNESSI

SU

EW

S _IT

AP

S .I T

SR A DI O

N

EW

W

FS

FR

E C C I A .T

V

www.trenitalia.com

I

E

IS

P TREN

FS N

U

S

N

TA

@F

news 30 flotta 34

LI A

con i digital media

L

A

//FEB2017


30//trenitalia news

PENDOLARI A TUTTO ROCK HA UN’ACCELERAZIONE DA RECORD IL NUOVO TRENO DEDICATO AI VIAGGIATORI REGIONALI. MA ANCHE PRESE USB E WIFI DI BORDO, PIÙ AREE BAGAGLI E POSTAZIONI BICI, GREEN DRIVE E CLIMATIZZATORE SMART ENERGY PER MINIMIZZARE I CONSUMI

© Giuseppe Senese/Digital Media - FS Itaiane

di Orazio Iacono

Sarà un treno talmente bello e moderno da convincere le persone a sceglierlo come mezzo privilegiato per gli spostamenti quotidiani, preferendolo all’auto. La svolta del trasporto ferroviario regionale si Orazio Iacono chiama Rock: energia Direttore Divisione Passeggeri Regionale Trenitalia allo stato puro e una linea ultra moderna. Il mock-up in scala 1:1 del nuovo convoglio, realizzato da Hitachi Rail Italy per Trenitalia, è stato svelato a gennaio presso lo stabilimento © Hitachi Rail

NOTE

di Pistoia. Nel frattempo è già avviata la realizzazione, che sarà completata entro il 2019. A due piani, dotato delle tecnologie più avanzate, sarà il treno più affascinante per i pendolari. Con interni pensati seguendo un unico target: garantire la massima vivibilità degli spazi e trasformare il tempo del viaggio in opportunità di socializzazione e momento di relax. Sono stati eliminati tutti gli elementi di separazione tra gli ambienti per sfruttare il più possibile la luce naturale alla quale si affianca l’illuminazione a LED. Ridotti al minimo gli spazi non destinati ai viaggiatori, così da poter ospitare un massimo di 656 persone sedute su comodi sedili dotati di presa elettrica e porta usb per la ricarica di smartphone e tablet.


Spostarsi con passeggino al seguito sarà più semplice grazie a un’area appositamente studiata. Per il traporto bagagli, oltre alle consuete cappelliere sopra la testa, ci saranno ampie aree dedicate sotto le sedute. E per le valigie più ingombranti saranno installate apposite bagagliere non distanti dalle porte d’accesso. Inoltre, le migliaia di persone che al tragitto su ferro abbinano lo spostamento su due ruote potranno contare su portabici con prese per l’alimentazione elettrica: i ciclisti più tecnologici avranno la possibilità di ricaricare il proprio mezzo direttamente a bordo. Viaggiare in inverno e in estate sarà confortevole grazie a un moderno sistema di climatizzazione in grado di tararsi in funzione della temperatura esterna e dell’affollamento dei convogli. A bordo del nuovo Rock, un moderno sistema d’informazione è progettato per comunicare con i clienti e farli viaggiare in tranquillità: 40 monitor, rete WiFi e telecamere interne per una maggiore sicurezza, sempre nel rispetto della privacy. In più due toilette, di cui una ideata per passeggeri a ridotta mobilità. Un’accelerazione di 1,1 m/sec² e una velocità massima di 160 km/h assicureranno un servizio veloce ed efficiente all’interno delle aree urbane e nei nodi delle principali città ad alta domanda. In pratica, un viaggio all’insegna del massimo confort e dell’alta tecnologia. www.trenitalia.com

© Digital Media - FS Italiane

TRENO VERDE di Carmen Pidalà

Un viaggio alla scoperta dell’ecosostenibilità, della tutela ambientale e del rispetto del bene comune. Il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane è pronto a partire anche quest’anno: 11 tappe, dal 24 febbraio al 31 marzo, per promuovere le best practice che nascono dal basso, dalle persone, dalla condivisione. Focus dell’edizione 2017 è l’economia circolare: al bando gli sprechi, via libera alla condivisione dei beni, e alla loro conservazione anche attraverso il riutilizzo e il recupero di materiali di scarto (vetro, alluminio, ecc.) ed energia. I protagonisti degli eventi a bordo sono proprio i rappresentanti delle realtà nostrane più virtuose che, da anni, adottano le buone abitudini del riciclo con progetti e istanze portati all’attenzione di Bruxelles, dove è in corso la discussione per l’approvazione del pacchetto europeo sul ciclo chiuso. Con il Treno Verde anche mostre, laboratori, una carrozza conferenze e un contest dedicato ai giovani tra i 18 e i 30 anni che viaggiano sui treni regionali, volto a raccogliere idee per migliorare la raccolta differenziata in stazione e a bordo treno. Da Roma, fermate a Milano passando per Catania, Paola, Potenza, Bari, Salerno, Pescara, Foligno, Bologna, Vicenza e Asti. www.trenitalia.com | www.legambiente.com //FEB2017


32//trenitalia news

Da settembre, potranno essere caricati anche i biglietti di corsa semplice. Unica Veneto dura quattro anni dalla data di emissione e va conservata con cura e mantenuta integra. www.trenitalia.com www.dolomitibus.it

us

edia - FS Italiane

Se pe ep

nese/Digital Media - FS Itali

an

©

Gi

al M

©

it ig

e abbonamenti. La card può contenere tutti gli abbonamenti regionali e interregionali di Trenitalia con almeno una località di partenza o arrivo all’interno dei confini veneti e di quelli di Dolomiti Bus per viaggiare sulle linee del bellunese.

SETTIMO VIVALTO IN EMILIA Prosegue in Emilia Romagna il rinnovo della flotta pendolare di Trenitalia. Un nuovo Vivalto porta a sette il numero dei convogli di ultima generazione introdotti da maggio scorso. Sono otto i treni di questo tipo acquistati, con un investimento di circa 57 milioni di euro. Si distinguono per capienza, migliore fruibilità per i passeggeri a mobilità ridotta, informazione visiva e sonora più puntuale e sistemi per la videosorveglianza live. Il ringiovanimento del parco mezzi regionale assicura maggiore affidabilità dei mezzi, elemento essenziale per una sempre migliore regolarità del servizio complessivo.

NOTE

TOSCANA A RITMO JAZZ Dal 6 febbraio un Jazz in più circola sulla linea LuccaPisa-Livorno e arricchisce la flotta per i clienti toscani. Con l’arrivo di questo convoglio salgono a 61 i nuovi treni consegnati da Trenitalia al servizio ferroviario regionale dal 2013 a oggi. E diventeranno 63 entro fine anno, secondo il programma che prevede, nel 2017, la consegna di un altro Jazz e uno Swing. L’ammodernamento del parco rotabili ha già dato tangibili frutti sul fronte del comfort, della regolarità e della security, ma conoscerà un’ulteriore e definitiva svolta con un Contratto di Servizio di più lunga durata su cui le parti stanno lavorando.

e

D

UNICA VENETO, STRUMENTO DI INTEGRAZIONE MODALE Nasce Unica Veneto, la prima tessera smart nominativa, personale e multi servizi per i pendolari di Trenitalia e Dolomiti Bus. Il progetto di integrazione dei titoli di viaggio procede per fasi: l’emissione è gratuita per la prima tranche Trenitalia e per le carte distribuite da Dolomiti Bus fra il 13 febbraio e il 30 giugno. Dal 1° giugno sarà possibile caricare sulle tessere anche i biglietti di corsa semplice Dolomiti Bus. Da settembre i punti vendita delle due società di trasporto potranno vendere reciprocamente i rispettivi ticket

a cura di Gaspare Baglio


© AdobeStock

34//trenitalia news

Affidabilità

Puntualità Percentuale treni arrivati in orario entro i 5 minuti, nessun ritardo escluso +3,9% vs 2014

Percentuale di corse effettuate rispetto alle programmate -65,6% vs 2012 di corse cancellate

Gradimento 90,1

Percentuale di clienti soddisfatti del viaggio nel suo complesso + 8% vs 2012*

98,9

79,6

Viaggiatori Numero medio di viaggi sulle corse gestite da Trenitalia Regionale in un giorno feriale

6.500

Treni

1.5 milioni

Numero medio di corse gestite da Trenitalia Regionale in un giorno feriale NOTE

*Indagine demoscopica condotta da società indipendenti


IL PET FOOD 100% MADE IN ITALY CON LA CARNE COME 1° INGREDIENTE I nuovi croccantini Monge sono gli unici arricchiti con X.O.S. prebiotici naturali per un intestino più sano.

P

NS

U M AT O

R

O

I

AWARD 2017 ®

C

SOLO NEI MIGLIORI PET SHOP E NEGOZI SPECIALIZZATI

PET

I

MIATO DA RE


MESSAGGIO PUBBLICITARIO

E QUATTRO! PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO CHEBANCA! È ELETTA LA MIGLIORE BANCA DIGITALE PER SODDISFAZIONE DEI CLIENTI. Anche quest’anno l’Istituto Tedesco Qualità e Finanza ci ha premiato come miglior banca digitale per soddisfazione dei clienti. Per noi il riconoscimento più importante!

848.44.44.88 | chebanca.it | filiale

Indagine condotta nel periodo Agosto - Ottobre 2016 su un campione di 1.623 clienti di 17 banche di cui 7 digitali/dirette.

Note - febbraio 2017 - numero 5  

In copertina: Federico Bernardeschi. Talento viola

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you