Page 46

44 Polittico Baroncelli e dettaglio (1330 circa), tempera su tavola Polittico Baroncelli and detail (about 1330), tempera on wood Firenze, Basilica di Santa Croce © Archivio fotografico dell'Opera di Santa Croce

Dopo Giotto la pittura è cambiata per sempre. A cavallo tra '200 e '300 il maestro toscano inizia ad apportare innovazioni talmente evidenti da tracciare una linea netta con l’antica cultura iconica. Le figure appaiono tratteggiate con aspetto umano, tanto da riconoscerle quali personaggi di questo mondo. Corpi veri di cui si percepisce il peso sotto le vesti. Le Madonne, fino ad allora stilizzate e astratte, riempiono la seduta dei troni con i loro massicci volumi e stringono il bambino santo con mani affusolate e vive. Il Cristo è accasciato sulla croce incarnando tutta l’espressività della morte, piuttosto che mantenere innaturali posture. Tredici capolavori indiscussi, provenienti dai maggiori musei, enti religiosi e soprintendenze, sono riuniti dall’importante appuntamento espositivo Giotto, l’Italia. A Palazzo Reale di Milano fino al 10 gennaio, a cura di Pietro Petraroia e Serena Romano, la mostra è inserita nel programma di Expo in città. Un ampio progetto per valorizzare i luoghi in cui il pittore fiorentino ha lavorato. Spiccano eccellenti tavole lignee, per la prima volta messe a confronto in modo da segnare le tappe del suo viaggio italico tra Firenze, Assisi, Bologna, Padova e Roma. Delle opere giovanili realizzate nelle campagne natie è presente la Maestà della Vergine da Borgo San Lorenzo, mentre tra le più note il Polittico di Bologna e quello Stefaneschi compiuto per l’altare maggiore della Basilica di San Pietro. La composizione plastica giottesca raggiunge i massimi livelli nella fase finale. Nel Polittico Baroncelli il gruppo di santi e angeli, contraddistinti uno per uno da volti sereni, e ancor più la Vergine acconciata come una regina per l’incoronazione, sono fonte di un autentico piacere estetico. www.mostragiottoitalia.it E OTTOBRE 2015

tavole del Maestro Le

A PALAZZO REALE FINO AL 10 GENNAIO UNA MOSTRA RIUNISCE 13 CAPOLAVORI DI GIOTTO MAI ESPOSTI A MILANO

di Sandra Gesualdi

La Freccia Expo - ottobre 2015  

In copertina: world food day - sfida fame zero.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you