Page 27

GOURMET / / 25 VINITALY AND THE CITY INVADE IL CENTRO DI VERONA, CON IL CAMMINO DEL VINO E LE ECCELLENZE REGIONALI di Paolo Massobrio

VINITALY AND THE CITY TAKES OVER THE CITY CENTRE IN VERONA WITH A WINE TRAIL AND REGIONAL SPECIALITIES

© Ennevi_Veronafiere

Massolon Paolo Massobrio

Verona, una delle città artistiche più visitate al mondo, da ben 52 anni ad aprile diventa la capitale del vino con la fiera più importante d’Europa: Vinitaly. Tuttavia, di recente, il popolo dei wine lover ha una nuova chance, che sta diventando un appuntamento cult: Vinitaly and the City. Ovvero il vino che invade la città, le piazze, il centro storico, con proposte così allettanti che ultimamente molti appassionati hanno scelto questa seconda strada per conoscere il meglio dell’enologia italiana, divertendosi. Un dato curioso, per esempio, è che sono solo diecimila i passi per compiere il percorso di Verona proposto in questa edizione. I famosi diecimila passi giornalieri consigliati dai medici per mantenere un perfetto stile di vita. L’appuntamento allora è in piazza Bra, fra l’Arena e il Palazzo della Gran Guardia, dove c’è il primo info point. Qui con 12 euro si acquista un bicchiere, che si inserisce in una tasca da tenere al collo, e i coupon dei primi tre assaggi, che si possono consumare in una delle piazze (tre vini e due token) previste nell’itinerario attraverso degustazioni al banco o guidate da sommelier professionisti. Ma c’è di più, giacché chi partecipa al concorso digitale – svolgendo tutto il percorso e loggandosi con le proprie foto scattate in particolari punti di ogni tappa e caricate online – può agggiudicarsi un premio oppure può utilizzare il wine passport, una speciale tessera da vidimare durante il “cammino del vino”. In palio per i primi duemila che finiscono il percorso c’è anche il braccialetto Cruciani a tema. Ma l’intento di questa ricca edizione del Vinitaly in città, vero e proprio fuori salone della grande fiera, è divertirsi scoprendo il meglio delle varie regioni d’Italia. La Fontana dell’Arsenale ospita la postazione della Sicilia, coi suoi vini e i suoi assaggi e una serie di eventi culturali. Mentre piazza San Zeno è il quartier generale dell'Emilia Romagna, che fa conoscere al pubblico l’eccellenza del vino e dei suoi prodotti, insieme all’Orchestra Casadei e a ospiti d’eccezione che salgono sul palco installato per l’evento. Il Veneto abbraccia il tema le sue teste di serie, dal Valpolicella al Soave, oltre a ospitare un panel dedicato ad artisti e cantautori per raccontare il territorio con incontri letterari e degustazioni. In piazza dei Signori, la Torre dei Lamberti diventa un punto di degustazione ad alta quota del Pinot Grigio delle Venezie mentre nella Loggia Antica sono di scena le masterclass del vino, con assaggi guidati ed esclusivi. Lungadige San Giorgio accoglie la Campania, anche qui con un ricco palinsesto di sapori e spettacoli.

Verona, one of the world’s most visited art cities, turns into the wine capital every April, with Europe’s most important wine trade show: Vinitaly, this year in its 52nd edition. Recently, however, wine lovers have been given a new opportunity that is becoming a cult event: Vinitaly and the City. Wine takes over the city, its piazzas and its historical centre with such delicious events that many aficionados have been choosing this alternative event to get to know Italian wines better, having fun as they do it. A curious piece of information, for instance: the Verona itinerary proposed in this edition of Vinitaly and the City is ten thousand steps long. Yes, the same ten thousand steps your doctor prescribes to keep your lifestyle healthy. The appointment is at Piazza Bra, between the Arena and Palazzo della Gran Guardia, where the first info point is located. Here, 12 euros will get you a glass you can keep in a kind of pocket slash bag you hang around your neck, and coupons for the first three tastings. You can use the coupons to taste wine in one of the piazzas of the itinerary, either at the counter or guided by professional sommeliers (three wines and two tokens). But there is more: those who participate in the digital contest by following the entire itinerary, logging in with their own pictures taken at certain spots at every stop and then posting them online will have the chance to win prizes. Or you can use your wine passport, a special card that can be stamped during this “wine itinerary”. The first two 2,000 visitors to finish the itinerary will win a wine-themed Cruciani bracelet. But the purpose of this rich edition of Vinitaly in the city, an alternative to the great trade show, is to have fun while discovering the excellences of Italy’s various regions. The Fontana dell’Arsenale is the home of the Sicily station, with its wines and tastings and a series of cultural events. Piazza San Zeno is the headquarter of Emilia Romagna, offering its wine and products together with the Casadei Orchestra and guests of honour that will perform on the stage installed for the event. Veneto embraces the theme with its excellent wines, from Valpolicella to Soave, in addition to hosting a panel dedicated to artists and songwriters to talk about the territory with literary meetings and tastings. In Piazza dei Signori, the famous tower, Torre dei Lamberti, becomes a place to taste Pinot Grigio delle Venezie at altitude. While the Loggia Antica hosts wine masterclasses, with exclusive and guided tasting sessions. Lungadige San Giorgio is the home of the Campania region, with its rich variety of flavours and performances. But there is more, because at

V I N I TA LY

Profile for Edizioni La Freccia e In Regione

La Freccia Gourmet - Vinitaly Horizons - aprile 2018  

In copertina: Vinitaly Horizons

La Freccia Gourmet - Vinitaly Horizons - aprile 2018  

In copertina: Vinitaly Horizons