Page 45

WINE SHOT / / 43

© Vincenzo Pinto/GettyImages

CHOOSING EXCELLENCE

GLI ITALIANI ACQUISTANO SEMPRE DI PIÙ VINI DOC, BIO E SPUMANTI. SUL PODIO DELLE ETICHETTE PREFERITE LAMBRUSCO, CHIANTI E MONTEPULCIANO di Serena Berardi

Gli italiani alla ricerca della qualità. Anche nel calice. Sono sempre di più, infatti, quelli che scelgono bottiglie Doc e bio. A dirlo è l’Iri, istituto specializzato in ricerche di mercato che per il Vinitaly ha analizzato l’andamento del settore nel 2016. La grande distribuzione si conferma il canale d’acquisto preferito, con 505 milioni di litri venduti nell’ultimo anno per un miliardo e mezzo di euro. Le etichette a denominazione d'origine aumentano del 2,7% in volume e del 4,4% in valore, con 224

milioni di litri. E il bio si fa strada a ritmi sostenuti, considerando il ramo ancora di nicchia: +25,7% e due milioni e mezzo di litri. «I dati confermano la ripresa della richiesta interna. I consumatori cercano sugli scaffali l’eccellenza, con i prezzi medi che di conseguenza salgono», commenta Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. Grande successo per gli spumanti, non solo durante le festività, con una crescita di oltre il 7% e 54 milioni di litri acquistati. «Si assiste a una destagionalizzazione dell’acquisto di bollicine, effetto di un consumo quotidiano in espansione», sottolinea Virgilio Romano, business insight director dell’Iri, convinto che questo prodotto possa attirare nuovi clienti e avviare una tendenza di rottura nelle abitudini dei connazionali.

Dal punto di vista del formato, il Belpaese non ama esagerare e predilige in assoluto le confezioni da 75 cl. Anno negativo per i brik (-2,5%) e crollo di tutte le altre dimensioni: -8,6% per le bottiglie da 0,76 cl a due litri. Nella classifica dei vini preferiti spiccano tre fuoriclasse inattaccabili: Lambrusco, Chianti e Montepulciano d’Abruzzo. Da non trascurare anche le performance di Nero d’Avola, Vermentino, Müller Thurgau e Gutturnio, che segnano un +4%. Tra le nuove promesse emergono Ribolla Gialla, Passerina e Valpolicella Ripasso. Da segnalare anche gli ottimi risultati del Chianti Docg, il top delle denominazioni, che vende quasi dieci milioni di litri per un valore di oltre 45 milioni di euro.

APR 2017

V I N I TA LY 50+1

La Freccia Gourmet - aprile 2017  

In copertina: Vinitaly ages well

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you