Page 1

ANNO II NUMERO 04 GIUGNO 2015 www.fsitaliane.it

SFIDA FAME ZERO ZERO HUNGER CHALLENGE REGIONI TESORO D’ITALIA REGIONS ITALY’S WEALTH L’ELEGANZA DEL CIBO THE ELEGANCE OF FOOD

EDIZIONE SPECIALE EXPO 2015 SPECIAL EXPO 2015 EDITION

ARMANI

40 ANNI DI MODA ITALIANA/40 YEARS OF ITALIAN FASHION 17 WHAT’S UP // 22 SPECIALE EXPO // 42 E-ART // 49 E-LAB // 58 FEATURES // 70 E-CASE // 81 TRAVEL // 98 PROJECT 109 EXPLORANDO // 120 SAVE E-DATE // 125 E-TECHNO

EDIZIONE SPECIALE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE


EDITORIALE // 11

SFIDA ZERO FAME HUNGER ZERO CHALLENGE

Eight hundred million people suffer from chronic hunger and two million people from malnutrition. There are one billion, four hundred million obese people in the world. The 2015 Great Exhibition looks at both sides of the food coin and aims to definitively beat the macroscopic gap between developed and developing countries. The UN has set five objectives entailing 18 stages to beat food waste in the Zero Hunger Challenge. However, Feeding the Planet means so much more than dealing with food. The European Union participates at the Great Exhibition to create an increasingly sustainable global eco-system, emotionally involving the millions of expected visitors and the Pavilions of all Member States in a special itinerary.

Best practice e prospettive green trovano spazio anche all’interno del Padiglione Zero, vera e propria porta d’ingresso all’evento Universale, che riparte dalle origini per costruire una cultura che unisca uomini, energie e visioni. Qualità delle materie prime, corretta nutrizione, miglioramento degli stili di vita ed eccellenze made in Italy i focal point che innestano le regioni italiane tra le pieghe della pelle geometrica di Padiglione Italia: percorsi turistici ed enogastronomici densi di tradizione e avvenirismo si snodano alla scoperta del buon vivere nostrano e catapultano il viaggiatore negli splendidi paesaggi di Toscana, Trentino, Abruzzo, Veneto e Marche. Special ambassador per la moda, storico portabandiera dell’italianità nel mondo, Re Giorgio Armani onora l’evento dell’anno con una mostra che ripercorre 40 anni di lavoro e genio creativo della maison, anticipando le frontiere di domani. Perché l’avventura di Expo, appena iniziata, ha la parola futuro nel Dna.

Best practices and green prospects also find room in the Zero Pavilion, the true entrance to the Great Exhibition that goes back to the origins of mankind to reconstruct a culture that unites people, energies and visions. Quality raw materials, healthy nutrition, improved lifestyles and Made in Italy specialties are the focal point engaging Italy’s regions among the folds in Italia Pavilion's geometrical skin: tourist and wine and food itineraries steeped in tradition and futurism unwind to reveal the good style of life in Italy and catapult visitors into the splendid landscapes in Tuscany, Trentino, Abruzzo, Veneto and Marche. Giorgio Armani, Special ambassador for the fashion industry and long-standing advocate of the Italian character in the world, honours the event of the year with an exhibition covering 40 years of his fashion house’s work and creative genius, anticipating tomorrow’s frontiers. Because Expo, which has just commenced, has the word future in its DNA.

© Ariane Citron/Fotolia.com

© Tony Karumba/Getty Images

Ottocento milioni di persone soffrono di fame cronica e due miliardi sono malnutrite. Un miliardo e quattrocento milioni gli obesi nel mondo. L’Esposizione Universale 2015 scandaglia le due facce della stessa medaglia alimentare per abbattere definitivamente il macroscopico gap tra Paesi sviluppati e non. Cinque gli obiettivi della Sfida Fame Zero promossa dall’Onu, suddivisi in 18 tappe per cancellare gli sprechi. Ma Nutrire il Pianeta significa molto di più che occuparsi di cibo. L’Unione Europea interviene alla Great Exhibition per costruire un ecosistema globale sempre più sostenibile, coinvolgendo emotivamente i milioni di visitatori attesi e i Padiglioni di tutti i Paesi membri in un percorso tematico dedicato.

E

SPECIALE EXPO2015


Dal 1 aprile al 23 agosto 2015

LA GRANDE MOSTRA NEI TRE MUSEI DI INTESA SANPAOLO GALLERIE D’ITALIA - PIAZZA SCALA, MILANO GALLERIE D’ITALIA - PALAZZO ZEVALLOS STIGLIANO, NAPOLI GALLERIE D’ITALIA - PALAZZO LEONI MONTANARI, VICENZA

INTESA SANPAOLO E GALLERIE D’ITALIA RACCONTANO LA FINE DI UN’EPOCA. Per la prima volta le opere di pittori, scultori e illustratori che hanno vissuto il conflitto sono raccolte in tre percorsi espositivi d’eccezione. Una storia nazionale vista con gli occhi degli artisti.

CON IL PATROCINIO DI

www.gallerieditalia.com


SOMMARIO // 13

24

ANNO II NUMERO 04 GIUGNO 2015 www.fsitaliane.it

GIUGNO 2015 EDIZIONE SPECIALE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

SFIDA FAME ZERO ZERO HUNGER CHALLENGE REGIONI TESORO D’ITALIA REGIONS ITALY’S WEALTH L’ELEGANZA DEL CIBO THE ELEGANCE OF FOOD

EDIZIONE SPECIALE EXPO 2015 SPECIAL EXPO 2015 EDITION

ARMANI

40 ANNI DI MODA ITALIANA/40 YEARS OF ITALIAN FASHION 17 WHAT’S UP // 22 SPECIALE EXPO // 42 E-ART // 49 E-LAB // 58 FEATURES // 70 E-CASE // 81 TRAVEL // 98 PROJECT 109 EXPLORANDO // 120 SAVE E-DATE // 125 E-TECHNO

EDIZIONE SPECIALE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE

// COVER

Giorgio Armani

Courtesy Giorgio Armani

// 22 SPECIALE EXPO

Fame 0.0. Cinque obiettivi in 18 tappe Hunger 0.0. Five objectives in 18 stages

// 49 E-LAB

// 17 WHAT’S UP

Expopedia: fashion, tv e show cooking in un mondo di cibo Expopedia: fashion, TV and show cooking in a world of food

42

Last call to Europe 2020

17

// 58 FEATURES

Le eccellenze regionali nel Padiglione Italia Regional delicacies at the Italia Pavilion

53

E

SPECIALE EXPO2015


14 // SOMMARIO // 70 E-CASE

95

L’Esposizione Universale secondo Giorgio Armani, Andrea Vigna e Beatrice Vio The Great Exhibition according to Giorgio Armani, Andrea Vigna and Beatrice Vio

© Giuseppe Senese/Creativitàe Broadcasting - FS Italiane

76

89 // 101 PROJECT

81

Il codice genetico dell’arte italiana The genetic code of Italian art

TRAIN 96 SCOVERY

// 109 EXPLORANDO

LOGO_06

// 89 TRAVEL

L’eleganza del cibo The elegance of food

102

Itinerari curiosi e fuori programma a Milano per grandi e piccini Curious itineraries and unscheduled programmes for adults and children in Milan

// 120 SAVE E-DATE

Appuntamenti con la E maiuscola tra musei, mostre e main events Events with a capital E, from museums, exhibitions and main dates

// 125 E-TECHNO

App e social web per Expo 2015 Apps and social web for Expo 2015

121

SPECIALE EXPO2015

E


WHAT'S UP // 17

A cura di Ilaria Perrotta

T-shirt della Collezione Excelsior per Expo firmata Marcelo Burlon T-shirt collection designed by Marcelo Burlon for Expo

EXPO Gioielli da mangiare

Pedia UN MONDO DI CIBO A WORLD OF FOOD

FA SHION

Dalle orecchiette alla sfogliatella, dal cannolo alla ‘nduja passando per la pasta: il brand di food jewellery, Gioielli Dop, omaggia la tradizione culinaria del Belpaese con una serie di bracciali componibili. A ognuno il ciondolo preferito, tutto da gustare.

Food jewellery

© ICphotographie Milano

From orecchiette to “sfogliatella” [shell-shaped pastry filled with cream], from cannolo to “‘nduja” [spicy, spreadable pork sausage] to pasta: food jewellery brand Gioielli Dop celebrates Italian culinary tradition with a range of modular bracelets. Choose your favourite charm – they’re good enough to eat. www.gioiellidop.com

La moda in exposizione

Non solo agroalimentare. Lungo il Decumano corre anche la via dell’abbigliamento con il nuovo store OVS, official retailer di Expo 2015. Capsule collection rigorosamente in bio-cotton create da Elio Fiorucci e dagli studenti dell’Istituto Marangoni per il semestre Universale.

Fashion on show

Liquirizia Bag

La griffe Coccinelle e la mitica rotella Haribo unite per una collaborazione ad alto tasso di dolcezza: la B14 Rotella Bag è la mini borsa formato liquirizia dall’iconico colore nero, con inserti rossi e bianchi. In limited edition 400 pezzi numerati, solo per candy addicted.

Liquorice Bag

The Coccinelle label and the legendary Haribo wheel join forces in an exquisitely sweet partnership: B14 Rotella Bag is a mini liquorice wheel-shaped bag in the legendary black colour with red and white inserts. The collection includes a limited edition of 400 numbered bags - for candy - addicts only. www.coccinelle.com

Not just food farming. The road to clothing also runs along the Decumanus thanks to the new OVS store, official retailer for Expo 2015. A capsule collection strictly in biocotton created by Elio Fiorucci and students at the Marangoni Institute especially for the sixmonth Great Exhibition. www.ovs.it

Milano Secrets

Sibilla Milani, Emanuela Roncari Baldini&Castoldi, pp. 272 € 16 Alla scoperta di una Milano sopra le righe, con indirizzi insoliti e tappe fuori dai circuiti tradizionali, suddivisi per itinerari. Il capoluogo meneghino diventa un libro aperto. The quest for a different Milan through unusual addresses and locations not included in traditional circuits organised in specific itineraries. Milan becomes an open book.

BOOK

La Candidatura

EXPO LA VERA STORIA DI UN SUCCESSO ITALIANO Gaetano Castellini Curiel Indiana Editore, pp. 134 € 16,50 La vicenda pubblica dell’Esposizione milanese s'incrocia con quella privata dell’autore su fatti che coinvolgono la collettività. Un dietro le quinte avvincente sull’estenuante gara contro la città turca di Smirne per aggiudicarsi il prestigioso titolo. The public affair regarding the Exhibition in Milan becomes associated with the private affair of the author in relation to matters that affect us all. An enthralling behind the scenes look at the exhausting competition against the Turkish city of Smirne to win the prestigious title. E

SPECIALE EXPO2015


18 // WHAT’S UP

Eat store

La Pasta di Armando è il primo eat temporary store griffato Grano Armando e dedicato al bel (e buon) mangiare. Fino al 30 giugno, al 117 di corso Garibaldi a Milano, i buongustai possono assaporare la speciale pasta di grano duro made in Italy annaffiata da eccellente vino irpino. In più uno shopping corner per acquistare prelibatezze in edizione limitata. La Pasta di Armando is the first eat temporary store branded Grano Armando dedicated to nice (and good) food. Gourmets can taste special Made in Italy durum wheat pasta accompanied by excellent wine from Irpinia at 117 Corso Garibaldi in Milan until 30 June. There is also a shopping corner where you can by limited edition delicacies. www.granoarmando.it

Nella Sala Colonne, all’interno del Teatro Carignano di Torino, Lavazza ha inaugurato una caffetteria dall’allestimento straordinario. Cornici dorate sulle pareti inquadrano momenti di piccoli piaceri colti dall’obiettivo di celebri fotografi del nostro tempo e tratti dai più bei calendari dello storico marchio di caffè. Non manca la degustazione di ricette create ad hoc dal training center Lavazza, oltre alla classica bevanda caratterizzata dal profumo di tostato, caramello e morbida crema vellutata.

Cultural coffee break

Lavazza inaugurated a new café with an extraordinary layout in the Sala Colonne in the Carignano Theatre in Turin. Golden frames on the walls showcase small moments of pleasure shot by famous modern photographers and taken from the best calendars of this historical coffee brand. You can also taste ad hoc recipes made at the Lavazza Training Center, as well as the traditional drink with its unmistakeable toasted, caramel and soft velvet cream aroma. www.teatrostabiletorino.it www.lavazza.it SPECIALE EXPO2015

TV

Pausa caffè cultura

E

A rainbow on the table

Arcobaleno in tavola

Ricette a colori è il nuovo programma di Rai Expo per i più piccoli, in onda il weekend alle 18 su Rai Gulp per tutta la durata dell’Esposizione Universale. La simpatica Carolina Rey, lo chef Alessandro Circiello e le magiche fatine Winx presentano ricette provenienti dal mondo e piatti della tradizione regionale nostrana. Per cucinare e mangiare sano in modo divertente e coloratissimo.

© andreaguermani.it

© Tesgro Tessieri/Fotolia.com

BAZAR

Ricette a colori is the new Rai Expo children’s programme on Rai Gulp at 6pm every weekend throughout the Great Exhibition. Fun presenter Carolina Rey, chef Alessandro Circiello and the magical “Winx” fairies illustrate recipes from throughout the world and traditional Italian regional dishes – so you can cook and eat healthily in a fun and colourful way. www.raigulp.it


20 // WHAT’S UP Salvador Dalì Eco geologica - La Pietà (1936 circa) Geological Echo - La Pietà (around 1936) Olio su tela/oil on canvas 100x100 cm Figueres, Fundacion Gala-Salvador Dalì

Da 19 anni Forlimpopoli omaggia Pellegrino Artusi, concittadino illustre, padre della moderna cucina italiana e divulgatore della lingua nazionale. La sua Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene è il manuale dei manuali per i cultori della gastronomia. Dal 20 al 28 giugno una rassegna zeppa di spettacoli musicali e teatrali, proiezioni, mostre, degustazioni, incontri e, naturalmente, menù artusiani.

L’Italia delle meraviglie

Nell’incantevole Villa Reale di Monza fino al 6 settembre, l’esibizione Italia: Fascino e mito. Dal Cinquecento al contemporaneo svela 120 opere pittoriche, fotografiche e scultoree. Da Botticelli a Canova, da Picasso a Dalì fino alle avanguardie di Christo e alla Pop Art di Warhol. Minimo comun denominatore l’incanto e lo splendore che il Belpaese esercita sui visitatori.

Festa Artusiana

© Enrico Filippi

E V ENTS

For the last 19 years, Forlimpopoli has been celebrating Pellegrino Artusi, illustrious fellow citizen, the father of modern Italian cuisine and propagator of the Italian language. His Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene is the handbook of all handbooks for food lovers. An event packed with musical and theatrical shows, films, exhibitions, tastings, meetings and, of course, Artusi menus showcases from 20 to 28 June. www.festartusiana.it

Contrasto, pp. 280 € 69

Italy the land of wonders

An exhibition entitled Italia: Fascino e mito. Dal Cinquecento al contemporaneo reveals 120 paintings, photographs and sculptures in the enchanting Villa Reale in Monza until 6 September: from Botticelli to Canova, from Picasso to Dalì to avant-garde Christo and Pop Art by Warhol – with the common denominator being the charm and fascination that Italy has over visitors. www.villarealedimonza.it

Il racconto del riso-An italian story of rice © Gianni Berengo Gardin

Il racconto del riso

Chef Massimo Bottura © Paolo Terzi

Show cooking & co.

Ai Giardini Ducati di Modena un ricco calendario di appuntamenti, incontri, masterclass, concerti e show per grandi e piccini. Fino al 20 settembre il gusto è protagonista dell’evento che coinvolge chef stellati, musicisti, scrittori, artisti e giornalisti pronti a declinare in modo personale il tema food. A packed calendar of events, meetings, masterclasses, concerts and shows for adults and children alike showcases at the Giardini Ducati in Modena. Taste is the star of this event involving Michelin-starred chefs, musicians, writers, artists and journalists ready to express food in their own personal way until 20 September. www.piaceremodena.it SPECIALE EXPO2015

E

Fino al 27 giugno la suggestiva Tenuta Torrone della Colombara ospita la mostra Il racconto del riso-An Italian story of rice. La rassegna è incentrata sugli scatti del volume fotografico di Gianni Berengo Gardin, che dedica il suo lavoro al passato e al presente della storica dimora nel vercellese.

The story of rice

The evocative Tenuta Torrone della Colombara hosts an exhibition entitled Il racconto del riso – An Italian story of rice until 27 June. This event focusses on photographs from the book by Gianni Berengo Gardin, who dedicates his work to the past and present of this historical abode in in the Vercelli area. www.acquerello.it


CINQUE OBIETTIVI IN 18 TAPPE: DALLA QUALITÀ DELLA NUTRIZIONE DEI BAMBINI ALL’ABBATTIMENTO DEGLI SPRECHI ALIMENTARI. PERCHÉ IL CIBO È UGUALE PER TUTTI di Francesca Ventre

We have a dream: la fame nel mondo non deve più esistere. L’Onu si propone di tradurre il sogno in realtà in un arco di tempo lungo appena quanto la vita media di un individuo. Un’ambizione di alto valore sociale, non facile considerato lo sbilanciamento odierno: 800 milioni di persone soffrono di fame cronica e due miliardi sono malnutrite contro 1,4 miliardi di individui obesi o in sovrappeso. Amara ciliegina sulla torta della disuguaglianza alimentare è che un terzo del cibo prodotto sulla Terra viene sprecato e le dispense del mondo non possono rischiare di essere insufficienti per sfamare i 9 miliardi di bocche previste nel 2050. Allora bisogna crederci, aiutati anche dal monito di papa Francesco lanciato nel messaggio inaugurale dell’Esposizione Universale: «È l’occasione per globalizzare la solidarietà: cerchiamo di non sprecarla, ma di valorizzarla pienamente. Anche l’Expo potrebbe far parte del paradosso dell’abbondanza, se obbedisse solo al tema dello scarto e dello spreco e non contribuisse a un modello equo e sostenibile. Le nostre azioni quotidiane hanno un impatto su chi patisce la fame, specialmente sulle moltitudini di bambini che muoiono per questo». L’Organizzazione delle Nazioni Unite, che nell'occasione, per la prima volta, non ha un singolo padiglione ma una presenza diffusa nell’area, raccoglie la sfida di riuscire a dare pane quotidiano e dignità di vita a tutti, proponendo cinque obiettivi concreti da raggiungere con il coinvolgimento di ogni attore della filiera: governi, società civile, produttori, agricoltori e consumatori. Il primo dei traguardi fissati è la tutela dell’infanzia: un’alimentazione corretta nei primi mille E GIUGNO 2015

Fame 0.0

© Tony Karumba/Getty Images

22


SPECIALE EXPO 2015 // 23

Hunger 0.0

FIVE OBJECTIVES IN 18 STAGES: FROM QUALITY NUTRITION FOR CHILDREN TO REDUCING FOOD WASTE. BECAUSE EVERYONE HAS THE SAME RIGHT TO FOOD We have a dream: to put an end to hunger in the world. The UN aims to make this dream a reality in the same amount of time that an average human being lives. This is an ambition of high social value and certainly not easy taking into account current differences: 800 million people suffer from chronic hunger and two billion from malnutrition with respect to 1.4 billion people who are either obese or overweight. A bitter pill to swallow concerning inequality regarding food is that one third of the food produced on Earth is wasted and pantries the world over cannot risk not having enough to feed the 9 billion mouths forecast in 2050. Therefore we have to believe, as warned by Pope Francis in his inaugural message for the Great Exhibition, that, “This is an opportunity to globalise solidarity: let’s try not to miss it but to take full advantage of it. Even EXPO, in some respects, forms part of this paradox of abundance, if it conforms to the throwaway culture of waste, and does not contribute to an equitable and sustainable model of development. Our daily actions have an impact on the life of those who suffer from hunger, especially the multitudes of children who die from starvation.” The United Nations, which for the first time does not have an individual pavilion but is present throughout the area, accepted the challenge to give everyone their daily bread and dignity by proposing five objectives to achieve through the involvement of all actors in this industry: governments, civil societies, producers, farmers and consumers. The first target is to safeguard children: it is vital for children to eat healthily for the first one thousand days of their lives to ensure they develop the right physical and mental abilities. E

SPECIALE EXPO2015


24 // SPECIALE EXPO 2015

This should be supported by specific nutritional interventions, medical assistance, clean water, hygiene and education. The second objective is access to food for everyone always. Promoting suitable farming practices and food systems alongside careful marketing policies, sustainable and productive working conditions and increasing local food production through open, fair and effective markets are required to ensure this can be achieved and halve the number of people suffering from hunger by the end of the year. The third objective is to ensure that all food systems are sustainable. Farmers, industries, cooperatives, trade unions and civil societies should adopt compatible standards and practices capable of withstanding climate changes. The fourth objective is to increase overall productivity and income for the two and a half billion small farmers who produce 80% of the food consumed in developing countries. Investments must also focus on empowering women, fishermen, shepherds, young people and native populations, improving land management and ensuring access to tools and resources. The last piece in this global challenge is to stop food waste, which has reached one-third of the amount produced. The final objective

© Washington Post/Getty Images SPECIALE EXPO2015

© vladislav333222/Fotolia.com

giorni del bambino è vitale per lo sviluppo delle sue capacità fisiche e mentali. A questo vanno affiancati interventi nutrizionali specifici, assistenza medica, acqua pulita, igiene e istruzione. Al secondo posto c’è l’accesso al cibo per tutti e sempre. Gli strumenti di cui dotarsi sono la promozione di un’agricoltura e di sistemi alimentari adeguati che devono andare di pari passo con attente politiche della commercializzazione, condizioni lavorative sostenibili e produttive, aumento dei nutrimenti prodotti localmente grazie a mercati aperti, equi e ben funzionanti. Tutto ciò per dimezzare entro l’anno la percentuale di chi soffre la fame. Terzo obiettivo: sostenibilità di tutti i sistemi alimentari.

E


AUSTRIA SWITZERLAND SLOVENIA

MILAN FRANCE

NOVENTA DI PIAVE VENICE

CROATIA

SERRAVALLE BARBERINO FLORENCE

ROME

CASTEL ROMANO LA REGGIA NAPLES


© John Moore/ Getty Images

Agricoltori, industrie del settore, cooperative, sindacati e cittadini dovrebbero adottare standard compatibili e pratiche resistenti ai cambiamenti climatici. Il quarto scopo è l’aumento totale della produttività e del reddito di due miliardi e mezzo di piccoli agricoltori che nel mondo producono l’80% del cibo consumato nei Paesi in via di sviluppo. Gli investimenti devono puntare anche a favorire l’empowerment di donne, pescatori, pastori, giovani e popolazioni indigene, migliorando la gestione dei terreni e l’accesso a mezzi e risorse. Ultimo tassello di questa scommessa planetaria è l’annullamento dello spreco alimentare, arrivato a un terzo della produzione. Focus finale dell’Organizzazione è la parità di genere, che pone soprattutto l’attenzione sulla donna per attribuirle un ruolo chiave nelle attività agricole e di allevamento, grazie all’eliminazione di ostacoli che impediscano l’accesso ai servizi, alla scuola, alle tecnologie e ai processi decisionali. Ciascuno ha il compito di contribuire alla Sfida Fame Zero, anche il visitatore di Expo 2015 che può iniziare il suo percorso di apprendimento consapevole da un semplice

SPECIALE EXPO2015

E

© kkaplin/Fotolia.com

26 // SPECIALE EXPO 2015

of the UN is sexual equality, which above all focusses on women in order to ensure they have a key role in farming and livestock activities by removing the barriers that stop them from accessing services, schools, technology and decision-making processes. Each of us has a duty in relation to the Zero Hunger Challenge, including visitors to Expo 2015 who can start by learning through a simple itinerary marked with the symbol of a blue spoon that takes you through 18 steps to learn more about the five objectives entailed. The itinerary starts at the Zero Pavilion before going on to the UN Garden in one of the clusters or to


SALSA AIR The lightest Salsa ever.

RIMOWA Store Milano Piazza San Fedele 2, Via Ragazzi del ’99 20121 Milano +39 (0) 2864104

RIMOWA Store Firenze Via Porta Rossa 95/r 50123 Firenze +39 (0) 552382635

RIMOWA Store Roma Piazza San Claudio 169, ang. Via del Tritone 00187 Roma +39 (0) 66780341


itinerario segnalato dal simbolo di un cucchiaio blu, passando per 18 tappe di approfondimento sui cinque obiettivi. Partendo dal Padiglione Zero, fermandosi nel Giardino Onu, in uno dei cluster o, insieme ai più piccoli, nel Children’s Park, decorato anche dall’illustratore Lorenzo Terranera, scelto per il suo stile e la sua predilezione per il mondo dei piccoli: sul mensile FS La Freccia è lui l'autore della serie a fumetti I consigli di Flavia, rivolta ai lettori kid e junior. E se il messaggio di Expo riuscirà ad arrivare forte e chiaro anche ai giovanissimi, forse un giorno i nostri figli capricciosi non si sentiranno più dire: «Finisci di mangiare! Non lo sai che ci sono tanti bambini che oggi muoiono di fame?».

© TheFinalMiracle/Fotolia.com

28 // SPECIALE EXPO 2015

Children's Park: spazio Onu decorato da/ UN space decorated by Lorenzo Terranera © Antonella Porfido/ormonieneuroni.it SPECIALE EXPO2015

E

the Children’s Park for younger visitors, decorated by illustrator Lorenzo Terranera who was chosen for his style and his propensity for the world of children. If the message manages to reach the very young loud and clear, maybe one day our capricious children will no longer hear the words, “Finish your food! Don’t you know that lots of children in the world are dying of starvation?”.


www.salmoiraghievigano.it

FA S H I O N S U N G L A S S E S A N D E Y E G L A S S E S

20% OFF ON DESIGNER SUNGLASSES

|

C O N TA C T L E N S E S

ONE HOUR EYEGLASSES SERVICE

Milano, Piazza Cordusio, Tel. 02 72010727 - Milano, Piazza San Babila, 3 Tel. 02 76000100

TAX FREE


SPECIALE EXPO 2015 // 31

Young diplomats put to the test Giovani diplomatici alla prova Sana, 25 anni, ha lasciato l’India per studiare all’estero e coltivare le sue potenzialità come professionista e donna. Nel Rome Model United Nations 2015, la più grande simulazione italiana dei lavori delle Nazioni Unite, a marzo ha rappresentato la Birmania e affrontato questioni sociali e umanitarie per proporre soluzioni. Era in compagnia di altri 1.999 colleghi, tra cui Federica, romana di 24 anni, che nella commissione Fao vestiva i panni diplomatici dello Zimbabwe e Ainura, dal Tajikistan, che per il Kazakistan ha «cercato di capire qual è l'apporto che noi donne possiamo dare al problema della fame». Divisi in dieci commissioni, gli studenti si sono confrontati su sostenibilità ambientale e impegno nella lotta alla denutrizione, temi chiave di Expo 2015. Alla fine è risultata evidente l’importanza della diffusione globale di tecnologia e informazione e la condanna dell’esclusione delle piccole e medie realtà agricole da formazione e innovazione. Niente da fare, purtroppo, per i ragazzi di Ghana, Repubblica Democratica del Congo e Afghanistan, che non hanno ottenuto il visto e sono rimasti esclusi dal RomeMUN 2015. F.V.

Sana is 25. She left India to study abroad and cultivate her potential as a professional and a woman. Last March she represented Burma and tackled social and humanitarian issues to propose her solutions at Rome Model United Nations 2015, the largest Italian simulation of the works of the United Nations. She attended this event alongside 1,999 fellow students including Federica, a 24 year-old from Rome representing Zimbabwe on the FAO Commission. Ainura from Tajikistan “tried to understand what we women can do for the problem of world hunger” for Kazakhstan. These students were split into ten commissions to tackle the issues of environmental sustainability and commitment to fighting malnutrition, key topics at Expo 2015. In the end, the importance of worldwide access to technology and information and condemnation of the exclusion of small and medium farming enterprises from teaching and innovation came to light. Unfortunately the young people from Ghana, the Democratic Republic of Congo and Afghanistan were not so lucky, as they did not get a visa and therefore could not attend the RomeMUN 2015.

Short Food Movie

Una piattaforma democratica con filmati postati da ogni Paese del mondo. È Short Food Movie - Feed your Mind, Film your Planet il progetto di Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia. I video, rigorosamente centrati sul focus dell’Esposizione Universale, possono essere realizzati con mezzi professionali e non, e caricati online da chiunque. A democratic platform entailing films posted by every country in the world. This is Short Food Movie - Feed your Mind, Film your Planet, a project by Fondazione Cinema per Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia. Videos – all of which strictly focussing the topic of the Great Exhibition – can be made using professional or other equipment and uploaded online by anyone. http://shortfoodmovie.expo2015.org/it

E

SPECIALE EXPO2015


Europa per un mondo migliore

© Tomasz/Fotolia.com

Nutrire il Pianeta significa molto di più che occuparsi di alimentazione. Anche l’Unione Europea si impegna nel compito di creare un mondo sempre più sostenibile partecipando a Expo con l’idea di provocare anche il coinvolgimento emotivo dei milioni di visitatori attesi. Al Vecchio Continente spetta il ruolo di fratello maggiore nei confronti dei Paesi in via di sviluppo e maggiormente in difficoltà: avvantaggiato da migliori condizioni di vita, punta sulla possibilità di dotarsi di un mercato interno ben funzionante e di un sistema multilaterale di scambi commerciali, fissando standard igienico-sanitari per gli alimenti e promuovendo una logistica efficiente.

SPECIALE EXPO2015

E

Feeding the world means a lot more than dealing with food. The European Union undertakes to face the challenge of creating an increasingly sustainable world through participation at Expo with the idea of emotionally involving the millions of expected visitors. The Old Continent is an older brother to developing countries and those in difficulty: favoured with better living conditions, it counts on being able to create a working domestic market and a multilateral trading system, setting health and hygiene standards for food and promoting efficient logistics. The European Union’s presence can be felt when you walk around the various itineraries in the globalised area at the 2015 Great Exhibition. Wheat, for example, represents how food can unite people from different cultures within the story of mankind. Another must is to overcome the paradox

Europe for a better world

© somartin/Fotolia.com

32 // SPECIALE EXPO 2015


SPECIALE EXPO 2015 // 35

La presenza dell’Unione Europea si percepisce camminando lungo diversi itinerari nell’area globalizzata della Great Exhibition 2015. Per esempio il grano rappresenta come il cibo possa unire popoli di culture diverse, all’interno della storia di tutta l’umanità. Altro must è superare il paradosso tra abbondanza e scarsità alimentare, riuscendo a debellare la fame nel mondo con azioni di cooperazione allo sviluppo e, allo stesso tempo, affrontando il fenomeno negativo del numero sempre crescente di persone obese nelle zone più fortunate del mondo. Infine, punto di forza del nostro continente, la possibilità di proporre nuovi modi sostenibili per sfamare la popolazione con prodotti alimentari sicuri di produzione interna. L’Ue, attraverso un itinerario tematico dedicato, coinvolge i padiglioni di tutti i Paesi membri, invitando i visitatori a raccogliere, in ognuno di essi, un oggetto simbolo: potrà essere un seme o un token per formare un'originale collezione da assemblare nel padiglione dell’Unione Europea. Un luogo in cui sostare e assistere a conferenze su temi politici e scientifici. Per i più piccini la video storia di Sylvia e Alex, La Spiga d'Oro, raccontata con speciali effetti multimediali. F.V.

© 2014 Pacific Press/ Getty Images

© EyesWideOpen/Getty Images

between the abundance and shortage of food to thereby reduce world hunger by cooperating in development and, at the same time, dealing with the negative phenomenon of an increasing number of obese people in more fortunate areas of the world. Finally, one of our continent’s strengths is the possibility of proposing new sustainable ways to feed people with secure food produced domestically. The EU has set up a specific itinerary to involve the Pavilions of all Member States, inviting visitors to take a symbolic object from each one of them - a seed or a token – to thereby make an original collection to assemble in the European Union Pavilion. This is a place in which to stop and listen to conferences on political and scientific topics. Children can watch the story of Sylvia and Alex, La Spiga d'Oro, told using special multimedia effects.

E

SPECIALE EXPO2015


36

Ripartire da zero Starting from zero LA METAFORA DELLA VITA CHE ACCOGLIE EXPO 2015 di Sandra Gesualdi

© Matteo Valle/ Getty Images

THE METAPHOR FOR LIFE THAT WELCOMES EXPO 2015

E GIUGNO 2015


SPECIALE EXPO 2015 // 37

Si stagliano morbide e ondulate come dune nella sabbia, impossibile non notarle. Sono le strutture coniche ispirate ai colli Euganei, progettate per riprodurre un pezzo di crosta terrestre. Benvenuti al Padiglione Zero, solenne porta d’ingresso dell’Expo 2015. Curato da Davide Rampello e ideato da Michele De Lucchi, con il contributo dell’Onu, mostra quello che l’uomo è riuscito a realizzare nel corso dei secoli. Una metafora del racconto primordiale con allestimenti scenografici che trasportano al centro del Pianeta: diecimila m2, 12 sale-grotte immerse nella penombra, oggetti iconici, verde diffuso e tanto legno ovunque. La storia millenaria dell’umanità è narrata attraverso l’imprescindibile rapporto con il cibo, dalla tradizione precristiana a oggi. Un affascinante viaggio tra animali in resina, strumenti antichi, reperti archeologici e un archivio gigantesco capace di raccogliere la memoria collettiva,

col supporto di maxi proiezioni e di un virtual tour 3D. Prima di entrare nella stagione della modernità e dell’urbanizzazione, ci si imbatte nell’albero della conoscenza, che sfonda il soffitto proiettando la sua chioma oltre lo spazio visibile. Con l’avvicinarsi agli anni Duemila il tema food si discosta dal solco del progresso per deviare verso i concetti di iper consumo, inquinamento, obesità e spreco. Il percorso termina fra paesaggi idilliaci, coltivazioni rispettose dell’ecosistema e una rassegna delle migliori best practice, come a presagire un futuro più green e sostenibile. Con ingegno e capacità, l’uomo può rivitalizzare ciò che fino a ora ha distrutto. La grande opportunità dell’Esposizione Universale è proprio questa: ripartire da zero per ricostruire una cultura che unisca uomini, energie e visioni.

© Olivier Morin/Getty Images

Interno del Padiglione Zero/ Zero Pavilion interior

They rise soft and wavy like sand dunes, it’s impossible not to notice them - the conical structures inspired by the Euganean Hills, which were designed to reproduce a section of the earth’s crust. Welcome to Zero Pavilion, the solemn entrance to Expo 2015. Organised by Davide Rampello and designed by Michele De Lucchi with support from the UN, this Pavilion demonstrates what mankind has managed to achieve over the centuries. A metaphor of the primordial story with scenic layouts that take you to the centre of the Earth: ten thousand m2, 12 rooms-grottos immersed in semidarkness, iconic objects, widespread greenery and lots of wood everywhere. The millennial story of mankind narrated through the indispensable relationship with food, from pre-Christian tradition to the current day – a fascinating journey through resin animals, ancient instruments, archaeological finds and a huge archive for

collective memoirs, with support from maxi films and a 3D virtual tour. Before you reach the modern age and urbanisation, you come across the Tree of Knowledge which breaks through the ceiling with its foliage reaching beyond visible space. As you approach the 2000 s, the topic of food moves away from progress to head towards the concepts of excessive consumption, pollution, obesity and waste. This itinerary ends among idyllic landscapes, crops that respect the eco-system and an account of best practices by way of foreseeing a greener and more sustainable future. Man can revitalise that which he has destroyed until now with inventive and skill. This is the important opportunity offered by the Great Exhibition: to start from zero and recreate a mentality that unites people, energies and visions.

E

SPECIALE EXPO2015


SPECIALE EXPO 2015 // 39

Come nasce ciò che mangiamo? In che modo arriva sulle nostre tavole? E in quale maniera potremo acquistarlo nel futuro? Food Future District risponde a tutte queste domande, facendo provare ai visitatori di Expo 2015 un nuovo modo di fare la spesa. Nato dall’idea di Carlo Ratti, Direttore del MIT Senseable City Lab di Boston, fa vivere agli ospiti del padiglione un’esperienza di acquisto reale nel supermercato del futuro a marchio Coop. Gli scaffali scompaiono per lasciare spazio ad ampi tavoli interattivi su cui sono esposti i prodotti e, grazie alla soluzione

THE NEW

MARKET di Serena Console - Photo © Coop

How does our food grow and how does it reach our table? And how will we buy it in the future? Food Future District answers all these question, giving Expo 2015 visitors the chance to experience a new way of shopping. Deriving from an idea by Carlo Ratti, Director of the Boston MIT Senseable City Lab, it allows guests of this Pavilion to really shop in a supermarket of the future bearing the Coop name. Shelves disappear to leave room for large interactive tables displaying products and an innovative solution created by Accenture ensures that

E

SPECIALE EXPO2015


40 // SPECIALE EXPO 2015 innovativa elaborata da Accenture, il cliente con un semplice cenno della mano può conoscerne provenienza e metodologia di coltivazione e l’impatto ambientale attraverso le informazioni aumentate trasmesse sui monitor sovrastanti. Simile al mercato rionale, il punto vendita è concepito come luogo di socialità dove i consumatori, dialogando fra loro, possono passeggiare tra i banconi differenziati in cinque filiere: ortofrutta e vini, carne e pesce, latte e derivati, cereali e birre, caffè e coloniali. L’exploit digitale, inoltre, consente di seguire e accontentare i gusti e le diete di ciascuno: ci pensa un vero e proprio digital journey introdotto e guidato da YuMi, robot di ultima generazione dell’azienda ABB in grado di interagire con i clienti e di servirli con le sue braccia meccaniche. In questo percorso esperienziale e suggestivo nel cuore dell’Esposizione Universale, il pubblico è proiettato in un mondo tecnologico d’avanguardia per consolidare una nuova consapevolezza alimentare e solidale con la natura e con l’uomo.

SPECIALE EXPO2015

E

customers can discover the origin of a food item, how it was grown and its impact on the environment via augmented information shown on screens above the tables with a simple movement of their hand. This store, similar to a local market, has been designed as a place for socialising and conviviality where consumers talk to each other and walk among stalls differentiated into five chains: fruit and vegetables and wines, meat and fish, milk and dairy products, cereals and beers, coffee and colonial imports. Digital exploit also means that the tastes and diets of every person can be followed and satisfied thanks to a fully-fledged digital journey introduced and guided by YuMi, a state-of-the-art robot developed by ABB which can interact with people and serve them with its mechanical arms. The public is projected into an avant-garde technological world to consolidate a new awareness of food that respects nature and mankind in this experiential and suggestive itinerary at the heart of the Great Exhibition.


42

Snøhetta Vulkan Beehives (Oslo, Norway, 2014) © Morten Brakestad Tra i maggiori veicoli dell'impollinazione, le api sono fornitori alimentari principali. La presenza degli insetti a Roma, in occasione della mostra Food, mira a informare i cittadini su come contribuire alla salute dell'ambiente e a creare attenzione sul problema dell'estinzione delle api.

Dal cucchiaio al mondo di Candida Francescone

RMA Architects Dabbawala Lunch Delivery System (Mumbai, 2014) © Rajesh Vora

E GIUGNO 2015


E-ART // 43

From the spoon to the world

Snøhetta Vulkan Beehives (Oslo, Norway, 2014) © Morten Brakestad As bees are one of the main vehicles for pollination, they are one of the most important food suppliers in the world. The project Food brings bees into the city, thereby aiming to tell people how they can help the environment and focus their attention on the subject of bee extinction.

Robbrecht en Daem architecten & MJosé Van Hee architecten Market Hall and Central Squares, Ghent (Ghent, Belgium 2012) © Marc de Blieck © Bert Callens

E

SPECIALE EXPO2015


THE BRANDING CREW | PH. ALESSANDROMOGGI.COM

EXPO MILANO 2015 SOGGIORNA IN UNA E VIVI L’EVENTO PIÙ ATTESO DELL’ANNO. SCEGLI UNA HOTELS & RESORTS PER LA TUA VISITA A EXPO 2015 E APPROFITTA DEL 15% DI SCONTO! BIGLIETTO EXPO, TRASPORTI PUBBLICI E WI-FI INCLUSI. Per prenotare inserisci il codice C-EXPO2015 nel campo Codice Promozioni su www.unahotels.it Termini e condizioni nella pagina Offerte del sito.

#unahotel www.unahotels.it

FEEL THE ITALIAN PASSION


E-ART // 45

Che l’Italia sia universalmente conosciuta per l’arte, la musica, i magnifici paesaggi e l’ottima cucina è cosa nota, più che mai nell’anno in cui tutto il mondo varca la soglia dell’Expo di Milano alla scoperta di ciò che ci consente di sopravvivere: il cibo. La Capitale non poteva perdere l’occasione di ospitare un evento che va oltre la classica mostra, un vero e proprio viaggio alla scoperta di quanto, in ogni pertugio della vita quotidiana, quello che mangiamo influisca sulle nostre scelte. Dal 29 maggio all’8 novembre, in un contesto di per sé unico come il MAXXI, il viaggio dell’esposizione Food. Dal cucchiaio al mondo avviene lungo un

RMA Architects Dabbawala Lunch Delivery System (Mumbai, 2014) © Rajesh Vora Ogni giorno circa quattromila dabbawalas (letteralmente "uno che porta un contenitore") consegnano 160 mila pranzi cucinati in casa da mogli e madri per i lavoratori di Mumbai. Every day around 4,000 dabbawalas (literally meaning “one who carries a box”) deliver 160,000 lunches, cooked at home by their wives and mothers, to workers in Mumbai.

Smiljan Radic Mestizo Restaurant (Santiago, Chile, 2005)

It is common knowledge that Italy is famed worldwide for its art, music, magnificent landscapes and excellent food, more than ever this year when the whole world will cross the threshold to enter the Expo in Milan in pursuit of the thing that allows us to survive: food. Rome could not miss this chance to stage an event that goes beyond a traditional exhibition – a fully-fledged journey to discover how much what we eat affects our choices at every moment in our daily lives. A journey into food showcases from 29 May to 8 November in a context unique in itself – the MAXXI. Food. From the Spoon to the World is the title of this exhibition, which entails an itinerary of 50 works by artists and architects

E

SPECIALE EXPO2015


46 // E-ART

percorso di 50 opere di autori e architetti che hanno fatto la storia dell’arte e dell’urbanistica odierna. Da Frank Lloyd Wright a Le Corbusier, passando per MVRDV e Jean Nouvel, solo per citarne alcuni. A corredo performance, come Pig Roast di Matta-Clark, ed eventi, ad esempio la cerimonia del tè, nello spazio progettato da Matilde Cassani. E ancora incontri con esperti per riflettere sugli aspetti geopolitici legati al problema sociale del cibo, con noti viticoltori e cuochi, tra cui lo chef Thomas Keller, che racconterà l’approccio delle famiglie alla tavola nei diversi Paesi. Oscar Wilde, che amava dire «non riesco a sopportare chi non prende seriamente il cibo», avrebbe certamente apprezzato questo appuntamento.

MVRDV MarktHal (Rotterdam, 2014) © Daria Scagliola & Stijn Brakkee Mercato coperto concepito come combinazione sinergica di diverse funzioni: vendita di cibo, luogo per il tempo libero e spazio pubblico. Covered market conceived as a synergistic combination of various uses: selling food, free-time activities and a public area.

SPECIALE EXPO2015

E

that have made the history of contemporary art and town planning – Frank Lloyd Wright, Le Corbusier, MVRDV and Jean Nouvel, to name but a few. There are also performances, such as Pig Roast by MattaClark, and events, for example the Tea Ceremony, in an area designed by Matilde Cassani, and meetings with experts to consider geopolitical aspects relating to the social issue of food with famous winemakers and chefs, including Thomas Keller who will explain the approach made by families to food in various countries. Oscar Wilde, who was fond of saying, “I can’t stand people who do not take food seriously,” would have thoroughly enjoyed this event. www.fondazionemaxxi.it


Scopri che cosa c’è dentro i nostri alveari...

chi siamo noi

gli abbinamenti consigliati

l’origine

le ricette

del miele

più gustose

nel vasetto Il miele, il prodotto più prezioso dell’alveare, è fatto di zuccheri semplici e digeribili. Ti fornisce tanta energia pronta all’uso e ha meno calorie dello zucchero! Il nostro miele è una miniera

miele

304 Kcal zucchero 392 Kcal

per 100g % di Kcal

-22

di profumi e sapori che evoca i luoghi più belli d’Italia, dove le api raccolgono il nettare delle tante fioriture spontanee. I nostri apicoltori, vegliando sulla loro salute, aspettano il momento migliore per condividere, con loro, il raccolto.

Usa il codice QR, scopri i nostri mieli!

SAREMO PRESENTI A EXPO 2015

www.mielizia.com


Last call to Europe

2020

L’EXPO MILANESE OSPITA LA CONFERENZA INTERNAZIONALE PER LA SOSTENIBILITÀ E L’INCLUSIONE SOCIALE

di Luigi Cipriani

MILAN EXPO HOLDS THE INTERNATIONAL CONFERENCE ON SUSTAINABILITY AND SOCIAL INCLUSION

E-LAB // 49 Mancano solo cinque anni all’obiettivo indicato dalla Strategia Europa 2020: realizzare nel continente una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. I traguardi da raggiungere - occupazione, innovazione, istruzione, inclusione sociale e sostenibilità ambientale - sono ambiziosi e messi a rischio dai profondi cambiamenti economici e sociali in atto. Per questo il 19 giugno, presso l’Expo milanese, Fondazione Sodalitas e CSR Europe - il network della Commissione Europea impegnato a integrare la sostenibilità nel modo di fare business - congiuntamente a Ferrovie dello Stato Italiane e ad altre grandi imprese organizzano Last Call To Europe 2020. L’evento si articola in due momenti: al mattino una sessione plenaria con i rappresentanti della Commissione Europea, del Governo italiano e di CSR Europe e i manager di alcune tra le realtà più all'avanguardia per la qualità delle strategie di sostenibilità; al pomeriggio tre workshop sui driver principali per un quinquennio di crescita. In programma anche la presentazione del Milan Manifesto - Enterprise 2020, un’indicazione su priorità e impegni delle organizzazioni imprenditoriali più avanzate per costruire un futuro sostenibile e inclusivo. «Uno sviluppo intelligente vuole dire migliorare la vita di 500 milioni di cittadini europei», spiega Diana Bracco, Presidente di Fondazione Sodalitas, Presidente

There are five years remaining to fulfil the objective laid down in Europe 2020: for the EU to become a smart, sustainable and inclusive economy. The objectives set - on employment, innovation, education, social inclusion and climate/energy – are ambitious and placed the profound economic and social changes underway at risk. This is why, on 19 June at the Milan Expo, Fondazione Sodalitas and CSR Europe – the European Commission Network committed to integrating sustainability in business operations – alongside Ferrovie dello Stato Italiane and other enterprises, have organised Last Call To Europe 2020. This event entails two sessions: a plenary session in the morning involving representatives from the European Commission, the Italian Government and CSR Europe and managers from a number of reference companies due to the quality of their strategies for sustainability and three workshops in the afternoon to discuss the more significant drivers for five years of growth. There will also be a presentation of Milan Manifesto – Enterprise 2020, indicating the priorities and commitments to creating an economically sustainable future of advanced enterprises. “Ensuring smart growth means improving the lives of 500 million

E

SPECIALE EXPO2015


50 // E-LAB

Stazione di Ceccano/ Ceccano railway station © Paolo di Fusacchia - Ass. Tolerus

Expo 2015 S.p.A. e Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia. Ma, concretamente, cosa possono fare le aziende per valorizzare le società in cui operano? Un esempio virtuoso è il progetto FS di recupero di locali ferroviari non più utilizzati, grazie alle nuove tecnologie, nelle stazioni impresenziate. «È un impegno forte: 509 terminal con circa 67mila m2 di spazi che tornano gratuitamente a servizio del territorio per finalità sociali», spiega Fabrizio Torella, responsabile delle Attività Sociali d’Impresa del Gruppo. Tra i progetti in corso anche Green Stations, con Legambiente, che ha trasformato l’hub di Pescara in polo della sostenibilità ambientale. Nel frattempo, molti altri piccoli scali italiani, attualmente utilizzati come sedi della Croce Rossa, musei, centri anziani, micro imprese o associazioni, svolgono attività di protezione civile. «Questo è il contributo che sta dando all’economia locale Ferrovie dello Stato Italiane: esempi tangibili di cosa significano valore condiviso e impresa collaborativa, per ridefinire la responsabilità sociale in un’Europa proiettata al 2020». SPECIALE EXPO2015

E

European citizens,” explained Diana Bracco, President of Fondazione Sodalitas, President Expo 2015 S.p.A. and General Commissioner for the Italia Pavilion. However, what can businesses actually do to improve the societies in which they operate? The FS Project to recover premises in unmanned stations no longer used due to new technologies is a virtuous example. “This is an extremely important commitment: 509 stations entailing around 67 thousand m2 of spaces once again being at the service of the territory for social purposes free of charge,” explained Fabrizio Torella, manager of Group Corporate Social Operations. The ongoing projects include Green Stations, with Legambiente, which has transformed the Pescara hub into a place focussing on environmental sustainability. In the meantime, numerous other small stations in Italy are now used by the Red Cross, museums, Seniors Centres, small companies or associations or for civil protection activities. “This is the contribution a large enterprise such as Ferrovie dello Stato Italiane is making to the local community: effective examples of how shared value and cooperative business can redefine social responsibility in a Europe looking towards 2020.”


E-LAB // 53

TRADIZIONI, STREET FOOD E NUOVE METE ALLA GRANDE TAVOLA DI GNAM BOX di Claudia Frattini - Photo Gnambox

[Mondadori Electa, pp. 209 € 19,90]

Cucina facile, leggera e di stagione in 150 ricette per tutti i gusti e tutte le tasche, condite da consigli pratici su come scegliere e conservare frutta e verdura insieme a varianti senza latticini o glutine. Questo il sentiero tra i fornelli del libro In food we trust, realizzato in stile fresco e vivace da Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi, fondatori nel 2012 del progetto online Gnam Box: «Lo abbiamo pensato senza sapere quello che davvero avremmo creato. È nato dalla voglia di condividere una passione e di agire in libertà: ci siamo innamorati della bellezza del cibo, della semplicità del mangiar bene e della felicità di conoscere altre persone attorno a un tavolo». Esattamente quello che i due ideatori hanno realizzato per circa un mese negli spazi di Expo Gate. «Le nostre iniziative generano sempre situazioni di convivialità attraverso

TRADITIONS, STREET FOOD AND NEW DESTINATIONS AT THE GREAT GNAM BOX TABLE

Easy, light and seasonal cooking in 150 recipes for all tastes and pockets, all dressed with practical advice on how to choose and store fruit and vegetables together with dairy- or gluten-free variations. This is the culinary itinerary in the book entitled In food we trust, written in a fresh and lively style by Stefano Paleari and Riccardo Casiraghi, founders of the online project Gnam Box in 2012. “We thought about this without actually knowing what would have come out of it. It stems from our wish to share our love for food and to act freely: we fell in love with the beauty of food, the simplicity of eating well and the joy of meeting other people around a table.” Exactly what these two creators did for around a month at Expo Gate. “Our initiatives always generate conviviality with the right atmosphere and dishes, which may seem a foregone conclusion but are actually E

SPECIALE EXPO2015


54 // E-LAB l’atmosfera e le pietanze giuste, cose apparentemente scontate ma difficili da trovare». Tutto è iniziato con il semplice racconto di incontri, cene e ricette su gnambox.com, ma poi il divertissement è diventato un vero lavoro: «Abbiamo viaggiato, allargato la nostra rete, mangiato in ristoranti, baracchini, spiagge e mercati. Siamo riusciti a inventare un modo per comunicare i nostri piatti e la nostra filosofia ai fornelli, e cioè che si può gustare ottimo cibo seguendo alcune regole e trasformare una ricetta semplice in un piatto memorabile». Memorabile come lo showcooking del 19 maggio al Padiglione Italia per la presentazione del libro e, c’è da aspettarselo, come il progetto speciale che Stefano e Riccardo organizzeranno a settembre. «Top secret per il momento. Ma come sempre ci saranno piatti tipici, street food, convivialità e regole social». www.gnambox.com

difficult to find.” It all began with a simple account of encounters, dinners and recipes at gnambox.com, however this divertissement became a fully-fledged job. “We travelled, widened our network and ate in restaurants and at stalls, beaches and markets. We managed to come up with a way of disseminating our dishes and our philosophy on cooking, in other words that you can enjoy excellent food by following a few rules to transform a simple recipe into an unforgettable dish.” Unforgettable like the show-cooking on 19 May at the Italia Pavilion to present their book and, we would predict, the special project that Stefano and Riccardo are organising for September. “It’s top secret at the moment. However, it will as always involve traditional dishes, street food and new destinations, conviviality and social rules.” SPECIALE EXPO2015

E

CAROTE ARROSTO CON SALSA AL CORIANDOLO E CUMINO

ROASTED CARROTS WITH CORIANDER AND CUMIN SAUCE

Lista della spesa (per 4 persone) 400 g di carote, 150 g di yogurt greco, 1 arancia, 1 cucchiaino di semi di coriandolo, 1 cucchiaino di semi di cumino, 1 lime, alloro, timo e coriandolo freschi, olio extravergine, sale e pepe q.b.

Ingredients (for 4 people) 400 g carrots, 150 g Greek yoghurt, 1 orange, 1 teaspoon coriander seeds, 1 teaspoon cumin seeds, 1 lime, fresh laurel, thyme and coriander, extra-virgin oil, salt and pepper to taste.

Preparazione Pelare le carote lasciandole intere, poi sbollentare per 15 minuti in acqua salata. Nel frattempo preparare la salsa tostando i semi di cumino e di coriandolo in un tegame senza condimento. Quindi trasferirli in un mortaio e ridurli in polvere. Aggiungere le spezie allo yogurt insieme a due cucchiai di olio, il succo di mezzo lime, sale e pepe. Mescolare tutto molto bene. Unire qualche foglia, a piacere, di coriandolo fresco tritato fine. Scolare le carote direttamente nella teglia da forno e condirle con il succo di mezza arancia, timo fresco e due o tre foglie di alloro. Bagnare con abbondante olio e aggiustare di sale e pepe. Infornare a 240°C per circa 10 minuti mescolando a metà cottura. Quando le carote saranno ben abbrustolite, se necessario passarle al grill qualche minuto. Servire con la salsa.

Preparation Peel the carrots, leaving them whole, then boil in salted water for 15 minutes. In the meantime, prepare the sauce by toasting the cumin and coriander seeds in a saucepan without dressing then move to a mortar and crush into powder. Add the spices to the yoghurt along with two teaspoons of oil, the juice from half a lime, salt and pepper. Mix well. Add a few leaves of finely chopped coriander to taste. Drain the carrots into an oven dish and dress with the juice of half an orange, fresh thyme and two or three laurel leaves. Add a good amount of oil and add salt and pepper if needed. Cook in an oven at 240°C for around 10 minutes, turning halfway through. When the carrots are well-roasted, grill for a couple of minutes if necessary. Serve with the sauce.


QUANDO HAI TUTTO CIÒ CHE CONTA DAVVERO, CHE BISOGNO C’È DI COMPRARE UN’AUTO. NOLEGGIALA.

Noleggio a lungo termine Leasys. La libertà di una formula che ti permette di cambiare senza i rischi della svalutazione. La certezza dei costi fissi, la sicurezza delle migliori coperture assicurative, la serenità offerta dall’assistenza continua. E poi il tempo. Il tempo di concentrarti sul tuo lavoro, i tuoi affetti, le tue passioni: su ciò che conta davvero. Di tutto il resto ci occupiamo noi.

Vincitore del “Premio Le Fonti 2014” per l’eccellenza nei servizi automotive.


58

I paesaggi toscani si scorgono sulle cartoline appese dietro ai banconi di tutti i locali del mondo. E i suoi profumi sono custoditi nei ricordi dei visitatori rimasti incantati da un breve passaggio. Ma, all’Esposizione Universale, la regione che ha dato i natali a Leonardo da Vinci vuole andare oltre l’immagine stereotipata della meta turistica e mostrare i suoi veri tesori, a partire da una qualità di vita invidiabile che non si accontenta della varietà naturale di mare, collina e montagna. Si può assaporare dai frutti che la sua terra offre, così come nello sguardo dissacrante che talvolta i suoi abitanti rivolgono all’esistenza. Una leggerezza che Brunelleschi ha impresso nella cupola del duomo fiorentino, biglietto da visita di un territorio che funge da laboratorio globale del buon vivere: dal patrimonio artistico millenario al lavoro, dagli investimenti alle scelte strategiche che si riflettono nel quotidiano. La ricerca ha un ruolo fondamentale: sono 32 i progetti sostenuti dal governo locale nei settori dell’agrifood, dell’acquacoltura e della nutraceutica presenti all’Expo, dall’utilizzo del pane per prevenire l’insufficienza cardiaca cronica alla birra come trattamento per l’osteoporosi. La nutrizione resta il settore portante del sistema produttivo, che genera alimenti tipici di alta qualità spesso venduti all’estero. “Sono secoli che viviamo nel futuro” è lo slogan della Toscana per l’evento planetario, il cui spazio, nell’area del Cardo, è un condensato di paesaggi, arte e cultura, cibo, scienza e tecnologia. Ma giugno è mese di eventi meneghini soprattutto ai Chiostri dell’Umanitaria: il 1° vengono presentati i vini bianchi apuani, dal 2 all’8 i territori di Maremma e Amiata, dal 9 al 15 le eccellenze di Prato, dal 16 al 22 Volterra e le terre etrusche. Dal 23 al 29 giugno ospite d’onore è il Gallo Nero, proveniente dal cuore del Chianti. Trentadue miliardi è la soglia in euro

Toscana, laboratorio del buon vivere di Luigi Cipriani

© Lucas Schifres/Getty Images

E GIUGNO 2015


FEATURES // 59

Tuscany, a laboratory for good living

Glimpses of Tuscan landscapes can be seen on postcards behind the counters of every bar and café in the world. Its aromas are tucked away in the memories of visitors charmed by a brief trip there. However, the region in which Leonardo da Vinci was born wants to go beyond the stereotype of this tourist destination and show its real treasures at the Great Exhibition, commencing with its enviable quality of life, which does not end with nature’s variety of sea, hills and mountains. It can be enjoyed in the fruit offered by its land or in the desecrating look that its inhabitants sometimes throw at life. A light-heartedness that Brunelleschi impressed on the dome in Florence Cathedral and a calling card for an area that acts as laboratory for good living: from the centuries-old artistic heritage to work, from investments to the strategic choices visible in everyday life. Research plays an essential role: 32 projects on agrifood, fish-farming and neutraceuticals supported by local government are showcased at Expo, from using bread to prevent chronic cardiac insufficiency to using beer to treat osteoporosis. Nutrition is still the leading element in production, generating high-quality traditional foods that are often sold abroad. “We have been living in the future for centuries” is Tuscany’s slogan for this universal event, the space of which is located in the Cardo Area and a concentration of landscapes, art and culture, food, science and technology. However June is the main month for events in Milan, especially at the Chiostri dell’Umanitaria: Apuani white wines are presented on 1 June, the Maremma and Amiata areas from 2 to 8 June, quintessential products from Prato from 9 to 15 June and Volterra and Etruscan lands from 16 to 22 June. Guest of honour from 23 to 29 June is Gallo Nero, a wine from the heart of the Chianti territory. Regional exports amounted to thirty-two E

SPECIALE EXPO2015


60 // FEATURES

Nell’anno dell’Expo due ore e 44 minuti di percorrenza tra Palermo e Catania. Quattordici corse giornaliere, sette per ciascuna direzione, con la frequenza di un treno ogni due ore. È la risposta di Ferrovie dello Stato Italiane ai problemi di mobilità in Sicilia causati dall’interruzione dell’autostrada A19. L’offerta complessiva è di duemila posti al giorno, contro i 300 standard, tutti su convogli Minuetto di Trenitalia. It takes just two hours, 44 minutes to travel between Palermo and Catania in the year of Expo 2015. Fourteen scheduled journeys a day, seven each way, with a scheduled train every two hours. This is the prompt reply to problems with mobility deriving from interruption of the A19 motorway from FS Italiane. An overall number of over two thousand seats offered every day with respect to the standard 300 seats, all aboard Trenitalia Minuetto trains.

per l’export regionale nel 2014 (secondo una ricerca di Intesa Sanpaolo), diviso tra florovivaismo, moda, nautica, meccanica, tecnologie per i beni culturali e high tech. In particolare, la storica Piaggio di Pontedera e la sede fiorentina di General Electric Oil & Gas rappresentano i punti cardine di un tessuto di piccole e medie imprese che operano nella meccanica di precisione. Per la moda spicca Gucci, ma il know-how si annida nei distretti pellettieri di Scandicci e in quelli conciari di Santa Croce sull’Arno. Un sapere che il Polimoda di Firenze trasferisce a studenti di tutto il mondo all’interno di un istituto unico nel suo genere, che abbina lezioni accademiche a laboratori per acquisire abilità pratiche. Ci sono poi le tecnologie applicate ai beni culturali - con innovazioni quali il laser per il restauro di materiali lapidei e l’indagine riflettografica per i dipinti - impiegate nei 479 musei, 198 teatri, oltre 300 aree archeologiche e 953 biblioteche. Perché, se il patrimonio artistico resta un caposaldo regionale, ci vogliono anche un efficiente sistema produttivo e servizi di eccellenza, come la sanità migliore in Italia nel 2014 secondo i dati Agenas. Per non smentire le parole di Stendhal: «C’è un solo posto al mondo dove il quotidiano si specchia così compiutamente nel sublime, in un mirabile intreccio di natura e cultura. La Toscana». www.expotuscany.it

FIRENZE TRAVEL PLANNING 95 FRECCE GIORNALIERE 95 FRECCE TRAINS A DAY 49 44 2 Durata minima del viaggio Minimum journey time Firenze S.M.N.-Milano C.le in 1h e 40 Firenze S.M.N.-Torino P.S. in 2h e 43 Firenze S.M.N.-Roma Tib. in 1h e 20 Firenze S.M.N.-Venezia S.L. in 2h e 05 SPECIALE EXPO2015

E

RISPARMI CON SAVE WITH A/R in giornata A/R Weekend CartaFRECCIA Special CartaFRECCIA Young e/and Senior Speciale 2x1 Bimbi Gratis www.trenitalia.com

© alepvfoto/Fotolia.com

Palermo-Catania in meno di tre ore

billion euros in 2014 (according to research by Intesa Sanpaolo), entailing nursery gardening, fashion, sailing, mechanics, technology for cultural heritage and high tech. More specifically, the historical Piaggio in Pontedera and the Florence office of General Electric Oil & Gas are the focal points for an industry of small and medium enterprises operating in the field of precision mechanics. Gucci stands out with regard to the fashion industry, however real know-how is found in the leather districts of Scandicci and the tanning districts of Santa Croce sull’Arno –know-how that Polimoda in Florence teaches to students around the world in a unique institute combining academic lessons with laboratories to teach hand-on skills. There are also technologies specially designed for cultural heritage – entailing innovative devices such as a laser to restore natural stone and reflectographic surveys for paintings – used in 479 museums, 198 theatres, over 300 archaeological areas and 953 libraries. This is because artistic heritage needs an efficient production system and excellent services, such as the best TRENO+HOTEL health service in Italy in 2014 according GRIFONE **** to Agenas, if it is to remain a regional Via Gaetano Pilati, 20-22 cornerstone and to ensure that the words treno+hotel a/at € 101 da/from Venezia of Stendhal are not contradicted:, “There € 98,50 da/from Roma is only one place in the world where € 107 da/from Milano everyday life is mirrored so completely www.frecciando.com in the sublime in a wonderful blend of nature and culture. It is Tuscany”.


teatro costanzi

terme di caracalla

19, 21, 23, 25, 27, 30 giugno

puccini caracalla

La dama di picche 24, 26, 28 giugno

Roma Opera aperta LA

Tosca

6, 9, 14, 16, 30 luglio, 6 agosto

MEMO RIA

Madama Butterfly

23, 24, 25, 27 luglio

Golgota

Roma Opera aperta

15, 18, 20, 24, 28, 31 luglio, 4, 8 agosto

EXTRA

Turandot 25, 29 luglio, 1, 3, 5, 7 agosto

23, 24, 25, 26, 27 giugno

29 giugno

Pink Floyd Ballet 27 luglio

Roma Gala Roberto Bolle Opera and Friends aperta ESTaTE 2015

Bob Dylan

Roma Opera aperta

EXTRA

and his band 12 luglio

Elton John

Roma Opera aperta

EXTRA

in concerto 2 agosto

Ludovico Einaudi

Roma Opera aperta

EXTRA

In a Time Lapse Tour

operaroma.it/caracalla Codice Fiscale 00448590588

CON IL PATROCINIO DI SOCI FONDATORI

SOCI PRIVATI

PARTNER

MEDIA SPONSOR

Ettore Festa,HaunagDesign. Illustrazione di Gianluigi Toccafondo

La bohème


© Igo

FEATURES // 63

rN or m an /F oto li a .c o m

Rendering Padiglione Trentino/ Trentino Pavilion © Archivio fotografico Provincia Autonoma di Trento

Alla scoperta dell’Alto Adige

“Alto Adige to discover and experience” is this region’s slogan for Expo 2015, in the name of tradition, know-how and energy efficiency – a tiny presence entailing a 78 m2 tall larch wood stand with an originality that catches the eye in the Cardo area. Great emphasis is placed on high-quality local food and certified food chains. Wine, apples, milk and cereals are part of modern food and wine tradition, which has been handed down through the most advanced technologies. This mountainous region is also in the forefront with regard to getting electricity from renewable sources: 56%

Discovering Alto Adige

© somm ai/Fotolia .com

© Giuseppe Porzani/Fotolia.com

“Alto Adige da scoprire e da vivere” è lo slogan altoatesino per Expo 2015, nel segno della tradizione, del know-how e dell’efficienza energetica. Una presenza minuta, con uno stand di 78 m2 in legno di larice che si sviluppa in altezza spiccando nell’area del Cardo per originalità. Grande enfasi sui prodotti alimentari locali ad alta qualità e con filiera certificata. Vino, mele, latte e cereali rappresentano la tradizione enogastronomica odierna, tramandata impiegando le più avanzate tecnologie. La regione montana è all’avanguardia anche nel ricavare energia elettrica da fonti rinnovabili: oggi il 56% di corrente e calore è green e l’obiettivo presentato all’Esposizione Universale è raggiungere il 75% entro il 2020. Altra particolarità identitaria è il bilinguismo italiano-tedesco (con una piccola percentuale di popolazione che parla ladino), che ha permesso alla regione di accumulare esperienza in progetti d’integrazione. Dal 10 al 17 luglio all’evento milanese c’è la settimana dedicata all'Euregio, in cui Alto Adige, Tirolo e Trentino illustrano le iniziative di cooperazione transfrontaliera e la funzione ponte tra aree culturali diverse. L.C.

of electricity and heat is now green and the objective presented at the Great Exhibition is to reach 75% by 2020. Another special feature of this area is its Italian-German bilingual nature (with a small percentage of the population speaking Ladino), which has allowed this region to gain experience in projects for inclusion. A week dedicated to Euregio will take place at this event in Milan from 10 to 17 July, when Alto Adige, Tyrol and Trentino will illustrate transborder cooperation initiatives and bridge the cultural differences between areas.

RFI 4 ALTO ADIGE

Incrementare la mobilità su ferro e la capacità di traffico ferroviario sulle linee Brennero-Trento, Fortezza-San Candido e Merano-Bolzano è il primo obiettivo dell’accordo quadro recentemente siglato da Rete Ferroviaria Italiana e Provincia Autonoma di Bolzano. Il programma, della durata di nove anni a partire da dicembre, prevede il controllo in tempo reale della mobilità da parte della Provincia attraverso la Piattaforma Integrata di Circolazione di RFI. Inoltre, più informazioni ai clienti, integrazione modale con altri operatori di trasporto e sviluppo dell’offerta commerciale in relazione agli investimenti previsti per implementare la rete dell’Alto Adige. Sottoscritto anche un Protocollo d’Intesa per avviare studi e progettazioni delle opere necessarie a potenziare le linee. Increasing mobility by rail and the capacity for railway traffic along the Brennero-Trento, Fortezza-San Candido and Merano-Bolzano lines is the first objective of a Framework Agreement recently signed by Rete Ferroviaria Italiana and the Autonomous Province of Bolzano. This programme will last nine years commencing in December and entails real time control over mobility by the Provincial Authority using the RFI Integrated Circulation Platform, ensuring more information is provided to customers and modal integration with other transport carriers and increasing offers in relation to planned investments to develop the Alto Adige network. A Protocol of Intent to commence research and design for the works required to improve lines has also been signed. www.fsnews.it

E

SPECIALE EXPO2015


FEATURES // 65

Marche Il segreto della longevità © Regione Marche

di Serena Roberti

Marche The secret of long life

Rendering mostra La prospettiva di vita/Rendering of the exhibition La prospettiva di vita

Abounding with history and natural treasures, the Marche Region boasts the unusual record of being the oldest region in Italy and Europe and reveals its elixir of life especially for Expo: a model of food and culture that has proved to boost the wellbeing of its communities and inhabitants through eating and customs. Its evocative story unwinds through a calendar packed with initiatives and events in Milan and throughout the Marche Region. The main event in the Italia Pavilion until 11 June is an exhibition entitled La prospettiva di vita. Organised by set designer Giancarlo Basili, sociologist Aldo Bonomi and Professor Roberto Bernabei, it highlights the key factors to a long life: healthy eating, landscape propriety, social cohesion and a way of life. Huge screens showing short-length films by young film-makers from the region who concentrate the magic, emotions, history and current events of this unique region in just a few minutes make up the heart of this exhibition. Numerous packages and offers for visiting the region, which can easily be reached via Le Frecce trains, are available throughout the Great Exhibition.

© mazzynga/Fotolia.com

Ricche di storia e tesori naturali, le Marche vantano il singolare primato di essere la regione più longeva d’Italia e d’Europa. In occasione dell’Expo, svelano la formula del loro elisir di lunga vita: un modello alimentare gastronomico e culturale che, attraverso cibo e costume, ha dimostrato di promuovere il benessere delle comunità e dei loro abitanti. Il suggestivo racconto si snoda attraverso un fitto calendario di iniziative e appuntamenti a Milano e in regione. Fino all’11 giugno all’interno del Padiglione Italia, l’evento clou è la mostra La prospettiva di vita. Curata dallo scenografo Giancarlo Basili, dal sociologo Aldo Bonomi e dal professor Roberto Bernabei, mette in luce i fattori chiave della longevità: corretta alimentazione, proprietà del paesaggio, coesione sociale e way of life. Cuore dell’allestimento i maxischermi sui quali scorrono cortometraggi realizzati da giovani film-maker marchigiani, che condensano in pochi minuti magia, emozioni, storia e attualità di un territorio unico al mondo. Durante l’Esposizione Universale sono disponibili numerosi pacchetti e offerte per visitare questi territori, facilmente raggiungibili con Le Frecce. www.turismo.marche.it

E

SPECIALE EXPO2015


66 // FEATURES

ABRUZZOSTYLE di Serena Console

Presentare la propria comunità attraverso enogastronomia e cultura è quello che intende fare l’Abruzzo all’Esposizione Universale. La terra dell’eccellenza enologica del Montepulciano sfoggia le tipicità locali all’interno del Padiglione Italia. Oltre alla settimana di protagonismo a Milano dal 3 al 9 luglio, le aziende enoalimentari della Regione Verde d’Europa possono vantare all’Expo le esperienze produttive di Casa Abruzzo. Nel centro del capoluogo ambrosiano, in via dei Fiori Chiari, l’eccellente vetrina espositiva accoglie imprese, istituzioni e associazioni per raccontare il ricco e fiorente sistema imprenditoriale e turistico attraverso incontri culturali e degustazioni. Presenting its community through its food, wine and culture is exactly what Abruzzo intends to do at the Great Exhibition. Home to the exceptional Montepulciano wine, this region flaunts local delicacies at the Italia Pavilion. Furthermore, food and wine enterprises from the Green Region of Europe can illustrate Abruzzo production experiences from 3 to 9 July in Milan. The excellent exhibition showcase on via dei Fiori Chiari in the centre of Milan will host enterprises, institutions and associations to provide an account of the region’s rich and flourishing business and tourism system through cultural meetings and food and SPECIALE EXPO2015

E

© javarman/Fotolia.com


68 // FEATURES Appennino abruzzese

Inoltre, rientrano nel calendario di Expo in città rendez-vous di qualità organizzati a Palazzo delle Stelline e al Chiostro dell’Umanitaria. Artigianato artistico, design, food, moda e cinema sono gli emblemi apripista verso un percorso virtuoso consolidato l’11 marzo con l’inserimento del diritto al cibo nello Statuto regionale. Orgoglio e consapevolezza per una meraviglia che rende grande la nostra Penisola. wine tasting. The Expo in città calendar also includes quality rendezvouses at Palazzo delle Stelline and the Chiostro dell’Umanitaria. Artistic crafts, design, food, fashion and cinema are the forerunners in a virtuous itinerary, which was consolidated on 11 March when the right to food was included in the Regional Statute. Pride and awareness ensure a wonder that makes our peninsula great.

© BussiClick/Fotolia.com

Il Veneto è protagonista all’evento planetario del 2015 con specialità conosciute e apprezzate in tutta Italia. All’interno del Padiglione Italia, uno spazio ad hoc è dedicato al famoso distillato, fiore all’occhiello regionale: la grappa. Approdata all’Expo direttamente dalla vite, la primadonna dei superalcolici è introdotta da Roberto Castagner, uno dei maestri del settore pronto a illustrare alla platea internazionale la sua acquavite Fuoriclasse Leon, affinata per ben 15 anni. Ma i prodotti made in Veneto sono pure a portata di mouse sul portale ufficiale expoveneto.it, per promuovere fieramente eventi proposti dal sistema produttivo, dagli enti e dalle istituzioni regionali. Veneto showcases at the 2015 Great Exhibition with delicacies that are known and appreciated throughout Italy. An ad hoc area in the Italia Pavilion is dedicated to the famous spirit that is the feather in the cap for this region: Grappa. Arriving at Expo directly from the vineyards, the prima donna of strong spirits is introduced by Roberto Castagner, one of the masters of this industry who is ready to show his “Fuoriclasse Leon” – aged for 15 years – to an international audience. Made in Veneto products are also available online at the official expoveneto.it portal that aims to proudly promote the events offered by the production industry and Authorities and institutions of the region. www.expoveneto.it

© EcoPim-studio/Fotolia.com

EXPOVENETO

SPECIALE EXPO2015

E


Siamo una comunità che educa all’accoglienza, alla solidarietà, alla creatività. Reggio Emilia, vieni a farti un’idea.

We are a community who educates to welcome, to solidarity, to creativity.

Reggio Emilia, come and get a sense of it.

NOI. Storie di comunità, prodotti, idee e terre reggiane > Palazzo dei Musei, fino al 30 aprile 2016

Food Innovation Program > Officucina, Palazzo dei Musei, fino a novembre

Giornate della Coesione Sociale > Centro Internazionale Loris Malaguzzi, 4-6 giugno

Diversity at Work. Il vantaggio competitivo di una società interculturale > Municipio di Reggio Emilia, 11-13 giugno

Serata della storica pastasciutta antifascista > Casa Cervi, Gattatico, 25 luglio

Giochi internazionali del Tricolore > In tutte le piazze di Reggio Emilia, 25-30 agosto

Bambini al Centro. Proposte al Centro Internazionale Loris Malaguzzi in dialogo con Expo Milano 2015 > giugno-ottobre

Più di 350 eventi da maggio a ottobre a Reggio Emilia. Scopri il programma completo su www.reggioexpo2015.it

UNINDUSTRIA REGGIO EMILIA


70 Stampa impazzita, fashionisti eccitati e celebrities in rotta su Milano. Tutti all’inseguimento della stella più splendente della moda italiana, Giorgio Armani. Sui festeggiamenti per i 40 anni di attività, il 30 aprile in concomitanza con l’inaugurazione di Expo 2015, si è letto molto: la massiccia presenza di Hollywood per le celebrazioni e il ricordo dei capisaldi di una carriera come poche. Ad esempio il total look di Richard Gere in American Gigolo, la giacca destrutturata, l’invenzione del colore greige (felice connubio tra il grigio e beige) e le opere che lo rendono non solo stilista, ma anche esponente autorevole nel mondo dell’architettura, della beneficenza e dell’imprenditoria. Tra i ricordi del felice compleanno e quelli di una vita, La Freccia Expo lo ha incrociato, scoprendo un uomo appassionato e sempre lucido nelle scelte. Il 30 aprile la sfilata del secolo per inaugurare Expo Milano 2015 e spegnere le 40 candeline della maison. Che sensazioni ha provato? Mi sono profondamente emozionato e commosso, è stato un momento fondamentale di carriera e di vita. Essere arrivato a 40 anni potendo contare solo sulle mie forze e mantenendo con orgoglio la mia indipendenza è certamente molto soddisfacente. Direi però che il risultato di cui vado più fiero è la certezza di aver creato un lifestyle nel quale il pubblico si riconosce con immediatezza e disegnato abiti non semplicemente belli o eleganti, ma capaci di determinare nuovi atteggiamenti, di seguire e forse facilitare il mutare degli schemi sociali. Che il mio lavoro abbia avuto un impatto così forte e tangibile sulla quotidianità della gente è una conquista. Sempre lo stesso giorno anche l’apertura dell’Armani Silos, un museo che racchiude il lavoro della maison. Come avete selezionato i pezzi da esporre, data la mole enorme di creazioni? Lo spazio espositivo ha preso forma pensando che l’anniversario del marchio poteva essere l’occasione per riflettere su un lungo percorso di lavoro e sui cambiamenti di costume che l’hanno influenzato. Raccogliere capi, accessori, borse, disegni tecnici, secondo un progetto di archiviazione in prospettiva, mi è sembrato un modo concreto per fare della memoria una base per il futuro. La scelta dei materiali è stata ovviamente difficile ma necessaria, perché sono legato a ogni singola creazione. Lo scopo della selezione era quello di voler mostrare al pubblico i temi fondamentali del mio stile, andando al di là del semplice criterio cronologico. Il Silos è stato anche pensato e organizzato per incoraggiare i giovani nella ricerca creativa, mettendo a loro disposizione conoscenze preziose. Una parte del terzo piano è infatti dedicata alla consultazione gratuita dell’archivio digitale. C’è invece un momento che ricorda con maggior piacere in questi ultimi anni? Si sono susseguiti attimi diversi, tutti molto importanti, che mi hanno portato fino a qui. Ricordo la sorpresa di quando il Times mi dedicò la copertina nel 1982 e l’emozione del lancio della mia linea haute couture, Giorgio Armani Privé, nel 2005. Tappe altrettanto importanti sono state E GIUGNO 2015

A RIDOSSO DEI FESTEGGIAMENTI PER I 40 ANNI DI CARRIERA, PAROLA ALLO STILISTA CHE VANTA IL TITOLO REALE di Cecilia Morrico

WITH CELEBRATIONS TO MARK HIS CAREER SPANNING 40 YEARS FAST APPROACHING, THE DESIGNER WHO CAN BOAST A ROYAL TITLE HAS HIS SAY

Giorgio Armani con modelle, finale di sfilata evento 40 anni, 30 aprile 2015 Giorgio Armani with models, end of fashion show, 40 years event April 30, 2015 Courtesy Giorgio Armani


E-CASE // 71

On 30 April you staged a fashion show to inaugurate Milan Expo 2015 and celebrate 40 years of your career. How did that feel? I was deeply stirred and moved, it was a fundamental moment in both my career and my life. Reaching the milestone of 40 years of career counting only on myself and proudly maintaining my independence is undoubtedly very satisfying. I would however say that my proudest achievement is the certainty that I have created a lifestyle to which the public has immediately related and to have designed clothes that are not simply beautiful or elegant but that that determine new attitudes, that follow or perhaps help change social frameworks. The fact that my work has had a strong and tangible impact on the daily lives of people is a conquest. Armani Silos also opened on this same day, a museum showcasing the work of your fashion house. How did you select the pieces to exhibit given the huge number of creations you have designed? The exhibition space took shape as I thought that the anniversary of my brand could have become the chance to think about my long career and the changes in habits that have influenced it. I thought that putting together a collection of garments, accessories, bags and technical designs to create a storage project with perspective was an effective way of making memories a foundation for the future. Choosing the materials was of course difficult but necessary, as I am attached to every one of my creations. My choice was driven by my wish to show the public the fundamental themes of my style, going beyond a simple chronological order. The Silos was also conceived and organised to encourage young people to pursue creativity, placing valuable know-how at their disposal. In fact, part of the third floor has been set aside for free consultation of a digital archive. Is there a moment from these last few years that you remember with particular pleasure? A string of moments, all of which very important, have brought me where I am now. I remember how surprised I was when The Times dedicated its cover to me in 1982 and the emotion I felt when I launched my new haute couture line Giorgio Armani PrivĂŠ in 2005. Equally important milestones were when I opened my first hotel in Dubai in 2010 and when the Giorgio Armani Day was proclaimed by the Mayor of New York, Michael Bloomberg, in 2014. E

GIORGIO ARMANI

The press is going mad, fashion-lovers are excited and celebrities are on route to Milan, all in pursuit of the brightest star in the world of Italian fashion, Giorgio Armani. A lot has been read about these 40th anniversary celebrations held at the same time as the inauguration of Expo 2015 on 30 April: the numerous guests from Hollywood to celebrate and remember the milestones in a career like few others. Such as the total look for Richard Gere in American Gigolo, the unstructured jacket, invention of the colour greige (a providential combination of grey and f beige) and other works that make him not just a designer, but also an authoritative representative for architecture, charity and business. Between memories of a happy birthday and those of his life, La Freccia Expo encountered a passionate man who always knows the right choices to make.

SPECIALE EXPO2015


Armani Silos interior Photo Davide Lovatti

E-CASE // 73 l’apertura del mio primo hotel a Dubai nel 2010 e la proclamazione del Giorgio Armani Day da parte del sindaco di New York, Michael Bloomberg, nel 2014. Tutti momenti per me cruciali, perché a conferma del fatto che il percorso intrapreso era giusto. Tornando all’Expo, la nomina di Special ambassador è una riprova del suo prestigioso contributo al made in Italy? Spero e credo di sì. Posso dire che sono molto onorato di rappresentare la moda e la creatività del Belpaese in un contesto così importante, e mi aspetto che con Expo 2015 l’Italia riesca a esprimere le sue doti di inventiva e fantasia, oltre alla concretezza nel risolvere i problemi che le sono propri. Da poco ha riaperto lo storico atelier di via Montenapoleone, che ha visto il restauro dell’architettura originaria. Anche gli interni sono raffinati e sobri. Specchio del suo stile? Certo. Ho voluto creare una boutique These have all been crucial moments for me, as they have confirmed that I have made the right decisions. Getting back to the Expo, was being nominated Special ambassador further confirmation of the valuable contribution you have to the Made in Italy brand? I hope and believe so. I can say that I am very honoured to represent Italian fashion and creativity in such an important context and I expect Italy to express its gifts of inventiveness and imagination, as well as its effective ability to solve its problems, through Expo 2015. You recently reopened your historical atelier in via Montenapoleone, where the original architecture was restored. The interior fittings are also refined and sober. Does this mirror your style? Of course. I wanted to create a boutique with an elegant atmosphere that welcomes customers and guides them through the E

SPECIALE EXPO2015


74 // E-CASE dall’atmosfera elegante, che accoglie il cliente e lo guida nei diversi ambienti. La riapertura, sempre in concomitanza con l’anniversario, ha un forte significato simbolico ed estetico: riassume i valori duraturi del mio operato, proiettandoli nel futuro. Armani e Milano. Quali i suoi luoghi culto? Amo molto la mia città, posto ideale per vivere e lavorare, senza i difetti delle megalopoli e con i vantaggi della metropoli. Tra gli spazi a me più cari e che consiglierei ci sono la Basilica e il Chiostro di Santa Maria delle Grazie, per la perfetta sintesi tra volumi e luce che rappresenta l’illustrazione esemplare del Rinascimento. La Pinacoteca di Brera con il cortile napoleonico e la Quadreria, ma anche il quartiere che la circonda e la completa. Infine corso Garibaldi, una via caratterizzata dai palazzi della vecchia Milano con i nuovi grattacieli che si stagliano sul fondo, in un contrasto davvero unico che delinea l’innovativo skyline della città. various settings. This reopening, again in conjunction with my anniversary, has a strong symbolic and aesthetic meaning: it sums up the on-going values of my work and projects these into the future. Armani and Milan. What are the cult locations for you in this city? I truly love my city; it’s the ideal place to live and work without the defects generally found in megalopolises and with the advantages of a metropolis. The places of which I am fondest and which I would recommend seeing include the Basilica and the Chiostro di Santa Maria delle Grazie due to the perfect harmony between volume and light that provide an exemplary illustration of the Renaissance, the Pinacoteca di Brera with its Napoleonic courtyard and the Quadreria, without forgetting the neighbourhood that surrounds and completes it. Finally corso Garibaldi, a road made characteristic by the palazzos from old Milan with its new skyscrapers at the end, creating a truly unique contrast for the innovative skyline of this city. SPECIALE EXPO2015

E

Interno atelier di via Montenapoleone/Boutique interior of via Montenapoleone © Matteo Piazza


76

Per Expo 2015 hai creato FOODAMI, acronimo di food, amore e Milano... Ho pensato di combinare più significati. FOODAMI è un gioco lessicale, suggerisce una metaforica invasione da parte del cibo, che amo tantissimo. Dentro poi c’è anche Milano con la sua tradizione degli aperitivi. Significa cultura gastronomica per fruitori consapevoli, attenzione nella preparazione di pietanze con ingredienti semplici. A Expo Gate si sono alternati giornalisti, esperti e coltivatori che hanno raccontato la loro esperienza legata al consumo e alla produzione degli alimenti. Ci siamo pure soffermati sull’importanza del tempo per realizzare eccellenze come l’aceto balsamico di Modena o scoprire la cipolla gigante di Breme. E lo street food di qualità? Ho riunito piccole realtà italiane con i loro assaggi a bordo di Apecar colorate, hanno avuto un bell’impatto. È un nuovo modo di mangiare incline ai ritmi odierni: sapori retrò in un packaging innovativo che li caratterizza con una veste originale ed esclusiva. Sei anche dj. Cibo e musica si abbinano? Cerco di tenere separate le due professioni. Sia la musica che il mangiar bene sono esperienze molto personali, ognuno le vive a modo suo. L’Esposizione Universale è…? Opportunità di confronto per tantissime persone, oltre che un modo per farsi conoscere. Mi sarà utile anche ampliare la mia rete di fornitori e scoprire specialità inedite da inserire nei prossimi menù. Il futuro del food? Cibi poveri e genuini saranno la base e le proteine deriveranno anche da altri animali. Pasta e acciughe accanto a insetti speziati, perché no? Supermarket o sagra? Le sagre sono un’occasione unica per rubare con gli occhi, ci si può ancora trovare il vero caldarrostaio. Cosa cucini stasera? Pizza! Il suo impasto mi stupisce continuamente, è il mio amore eterno. www.panbagnato.com E GIUGNO 2015

Se non è pizza, è pan bagnato CUOCO E FOOD BLOGGER SENZA FISSA DIMORA, FREELANCE IN MOTO PERPETUO. ANDREA VIGNA VIAGGIA PER SCOVARE ISPIRAZIONI, STUDIA RICETTE ANTICHE, CERCA NUOVI SAPORI DA COMBINARE A INGREDIENTI TRADIZIONALI E MANIFESTA CONTRO IL CAKE DESIGN. PERCHÉ, OLTRE A FORME PATINATE E COLORI NELLA PRESENTAZIONE, IL CIBO DEVE NUTRIRE CON GUSTO. NON A CASO, IL SUO CREDO STA TUTTO «NELLA SANTISSIMA AGLIO, OLIO E PEPERONCINO!» di Sandra Gesualdi

If not pizza... then pizza!

CHEF AND FOOD BLOGGER OF NO FIXED ABODE AND INFINITE FREELANCER, ANDREA VIGNA TRAVELS AROUND IN SEARCH OF INSPIRATION, STUDIES ANCIENT RECIPES, PURSUES NEW FLAVOURS TO MIX WITH TRADITIONAL INGREDIENTS AND DEMONSTRATES AGAINST CAKE DESIGN, BECAUSE BESIDES GLOSSY SHAPES AND COLOURS, FOOD HAS TO NOURISH WITH TASTE. IT IS NO COINCIDENCE THAT HIS FAITH LIES, “IN THE BLESSED GARLIC, OIL AND CHILI PEPPER DISH!”


You created FOODAMI, an acronym for food, amore (love) and Milan especially for Expo 2015... I wanted to combine various meanings. FOODAMI is a play on words, it suggests metaphoric invasion by food, which I love dearly. It also includes Milan, with its tradition for happy hours. Its culture for food is for aware consumers, care is taken to prepare dishes with simple ingredients. Journalists, experts and farmers took turns at Expo Gate to describe their experience in food consumption and production. We even concentrated on the importance of the time it takes to make specialties such as balsamic vinegar from Modena or to discover the giant onion from Breme. And quality street food? I united a number of small Italian businesses with samples of their goods on a coloured Apecar and they made a great impact. It’s a new way to eat that matches today’s pace: vintage flavours in innovative, characteristic packaging offer a personal and exclusive story. You are also a DJ. Do food and music go together? I try to keep these two professions apart. Both music and healthy eating are very personal experiences; everyone enjoys them in their own personal way. The Great Exhibition is …? Opportunities and encounters for lots of people, as well as a way of making yourself known. It will help me to expand my network of suppliers and discover new specialties to add to my upcoming menus. What will food be like in the future? Simple, genuine food will be the basis and proteins will also come from other animals. Pasta with anchovies alongside spicy insects, why not? Supermarket or fair? Fairs are a unique chance to learn new things first-hand, and you can even find real roast chestnut hawkers. What are you cooking this evening? Pizza! Its dough surprises me every time, it’s my eternal love. E

ANDREA VIGNA

© Elena Datrino

E-CASE // 77

SPECIALE EXPO2015


Campionessa d’energia Energy champion DISABLED FENCER BEATRICE VIO IS THE YOUNGEST EXPO AMBASSADOR. HOWEVER, SHE IS NOT IN MILAN TO RECOMMEND THE HEALTHY DIETS OF ATHLETES

LA SCHERMITRICE PARALIMPICA BEATRICE VIO È LA PIÙ GIOVANE AMBASSADOR DI EXPO. MA NON È A MILANO PER RACCOMANDARE DIETE SALUTISTE DA SPORTIVI di Serena Berardi - Photo Augusto Bizzi

Con i tuoi 18 anni, come ti senti a Expo? Al di là dell’età, trovo strano anche solo essere stata scelta come ambassador, perché oltre a me ci sono personaggi che guardo in tv e ammiro tantissimo. La mia preferita è Elisa Di Francisca, schermitrice straordinaria e campionessa olimpica. È già un onore essere affiancata alla sua figura. Sono fiera di legare il mio volto a questa grande manifestazione. Che messaggio vuoi trasmettere? Per quanto riguarda l’alimentazione bilanciata, forse non sono quel che si dice un buon esempio. Ho iniziato la dieta da meno di una settimana, ma solo perché mancano 500 giorni alle Olimpiadi. E poi sono nata in Veneto, la regione dell’aperitivo! Il mio messaggio riguarda l’altro concetto cardine di Expo, “energia per la vita”.

At the age of 18, how does it feel to be at Expo? Beyond my age, I find it really strange that I was picked as ambassador. There are people I watch on TV that I admire greatly. My favourite is Elisa Di Francisca, an extraordinary fencer and Olympic champion. It is an honour to be placed alongside her. I am proud to link my name to this great event. What is the message you would like to send? With regard to balanced eating, I am probably not what you would call a good example. I started a diet less than a week ago, but only because the Olympics are just 500 days away. I was born in Veneto, the happy hour region! My message refers to the other major concept at Expo, “energy for life.” I like the idea that people can reciprocally give each other strength and dynamism. That is the fulcrum for my nonprofit organisation, Art4sport. E

BEATRICE VIO

E-CASE // 79

SPECIALE EXPO2015


80 // E-CASE

Mi piace l’idea che le persone possano trasmettersi vicendevolmente forza e dinamismo. È il fulcro della mia onlus, Art4sport. All’inizio l’associazione è nata per mettere a disposizione stampelle, protesi, carrozzine e tutto quello di cui hanno bisogno i giovani con un'amputazione per praticare attività fisica. Poi abbiamo capito che oltre alle attrezzature, servono una famiglia, amici e conoscenti accanto. Hai detto che l’Expo ti servirà a distinguere il cibo sano da quello spazzatura. Lo sportivo attento all’alimentazione è solo un mito? Gli atleti un po’ più veri di me sono rigorosi. Io non so mentire e ammetto di amare il junk food. Durante le competizioni mangio il salamino: una volta mia madre me ne comprò uno prima di gareggiare e vinsi. Da allora è diventato un rito portafortuna. Per vincere la Coppa del mondo a Montreal hai dovuto rinunciare alla cena di gala con gli altri ambassador… Mi è dispiaciuto un sacco: loro tutti eleganti a Milano e io con la tuta da scherma a Montreal. Cos’è Giochi senza barriere? Un evento benefico, patrocinato da Expo, che si rifà al programma tv Giochi senza frontiere. Il 27 giugno, all’Arena Civica di Milano, i ragazzi di Art4sport e altri giovani con disabilità si sfidano insieme a coetanei e adulti normodotati. Anche loro affrontano le prove con le sedie a rotelle o bendati, perché lo scopo è l’integrazione, ma anche mostrare come si possono superare le barriere fisiche e psicologiche. www.art4sport.org SPECIALE EXPO2015

E

This association was initially established to provide crutches, artificial limbs, wheelchairs and everything else you need to do physical exercise if you undergo an amputation. Then we realised that you not only need this equipment, but also your family, friends and acquaintances nearby. You said that Expo will help you distinguish between healthy and junk food. Is the fact that sportspeople are careful about what they eat just a myth? Those that are more athletic than me are strict. I cannot lie and I have to admit I love junk food. I eat salami at competitions: my mum once bought me one before a competition and I won so it has been my good luck ritual ever since. You had to miss the Gala Dinner with the other ambassadors to win the World Cup in Montreal… I was really disappointed: they were all elegantly dressed in Milan and I was wearing my fencing outfit in Montreal. What are the Games without Barriers? It’s a charity event supported by Expo, which was inspired by the TV programme Giochi senza frontiere (“It’s a Knockout” in Italian was called “Games without Barriers”). Guys from Art4sport and other disabled young people will compete in games with people their own age and able-bodied persons at the Arena Civica in Milan on 27 June. The able-bodied competitors will also compete in wheelchairs or blindfolded as the idea behind this event is inclusion, but also to show how physical and psychological barriers can be overcome.


COME TO CASA This is where the legend lives

STORE MUSEUM

TICKET OFFICE

HEADQUARTERs

RESTAURANT

VIA ALDO ROSSI 8 – MILANO METRO LINE M1 (RED) – LOTTO STATION


VIENI A CASA

COME TO CASA

Casa Milan è l’headquarter rossonero che – inaugurato un anno fa – è già stato visitato da decine di migliaia di turisti provenienti da ogni angolo del mondo. Grazie agli innovativi spazi commerciali, accoglie ogni giorno tifosi milanisti e appassionati di calcio internazionale e di design. Oltre agli spazi riservati agli uffici aziendali, Casa Milan comprende infatti anche il Museo Mondo Milan, il ristorante Cucina Milanello, il negozio ufficiale Milan Store e la biglietteria. Aperta al pubblico 7 giorni su 7, dalle ore 10 alle ore 20, Casa Milan si pone quale luogo di grande interesse per tutti coloro che visiteranno Milano nel corso di Expo. Sono inoltre numerosi gli eventi culturali e le attività di intrattenimento che verranno organizzate in questi mesi e che sono stati pensati per tutti i visitatori presenti in città.

Casa Milan, the Rossoneri headquarters inaugurated a year ago, has already been visited by several thousand tourists coming from every corner of the world. Thanks to the innovative commercial spaces, it hosts every day AC Milan’s fans and international football and design enthusiasts. In addition to the areas occupied by the club’s offices, Casa Milan comprises indeed also the Mondo Milan Museum, the Cucina Milanello restaurant, the official Milan Store and the ticket office. Open to the public 7 days a week, from 10 am to 8 pm, Casa Milan is a place of great interest for all those who will visit Milan during Expo. Moreover, numerous cultural events and entertaining activities addressed to all the visitors of the city will be organized in this unique location.

RHO/FIERA

LOTTO

DUOMO MM1

LA FABBRICA DELLE COPPE

THE TROPHY FACTORY

Una mostra che racconta la storia e la produzione della Coppa del Mondo FIFA, la Coppa UEFA e la Supercoppa UEFA. Per la prima volta verranno esposti i bozzetti e i modelli in gesso dello scultore che le ha disegnate, Silvio Gazzaniga.

An exhibition that explores the history and production of the FIFA World Cup, the UEFA Cup and the UEFA SuperCup with the first-ever presentation of the original sketches by sculptor Silvio Gazzaniga who designed them.

La mostra è allestita all’interno del Museo Mondo Milan e inaugura il 9 giugno.

The exhibition, hosted at the Museum Mondo Milan, starting from 9th June.

Museo Mondo Milan

Milan Store

VIA ALDO ROSSI 8 – MILANO


TRAVEL// 81

Effetto Terra Earth Effect © Yuri Kozyrev / NOOR From the series Yamal Peninsula Caption: three Nenet families live on the tundra in reindeer-skin tents. The group has around 600 reindeer

Joan Fontcuberta Gastropoda#11 (2013) Ink jet print 100x75cm ©Joan Fontcuberta

IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI FOTOGRAFIA EUROPEA DI REGGIO EMILIA COGLIE I RICHIAMI DELL’EXPO PER DARE LUSTRO ALLA DECIMA EDIZIONE

Hiroshi Watanabe The Day the Dam Collapses, Daylight Books 2014

di Sandra Gesualdi

La fotografia cristallizza attimi del presente e permette di riflettere sul qui ed ora. Strumento privilegiato per carpire pezzi di mondo che muta e si trasforma, da dieci anni al centro del festival internazionale Fotografia Europea a Reggio Emilia. Effetto Terra è il titolo scelto per la decima edizione, in linea con il leit motiv di Expo 2015, Nutrire il Pianeta, energia per la vita. Tutti i fine settimana fino al 26 luglio il centro storico della città padana si riempie di artisti, eventi, mostre, incontri, conferenze e laboratori per riflettere sull’ambiente attraverso gli strumenti della visual language. Un confronto aperto per approfondire le connessioni fra energie, cibo, zone urbane e periferie. Per questo i maggiori siti e monumenti cittadini sono invasi da un’onda creativa tesa a valorizzare il patrimonio collettivo, spesso poco conosciuto. Ai Chiostri di San Pietro il maestro italiano Olivo Barbieri presenta

Ersatz Lights Case Study #1 East West, personalissima osservazione sulle metropoli e gli ambienti antropomorfizzati. Una ricerca sulla luce per dar vita a colori pop, acidi o metallici, che si posano su laghi, grattacieli e skyline. Joan Fontcuberta propone, invece, il progetto Gastropoda per la Collezione Spallanzani dei Musei Civici. Al centro la rielaborazione di un frammento di quotidianità e l’interrogativo sulla longevità delle creazioni artistiche: «Ogni volta che rientro a casa dopo alcuni

ITALIAFESTIVAL

L’associazione aderente ad Agis, che dal 1987 riunisce le principali kermesse italiane di musica, teatro e danza, ha scelto la Milano dell’EXPO per presentare ufficialmente i principali cartelloni della prossima stagione artistica. Il 16 giugno per Italiafestival, nella suggestiva location della casa degli Atellani che ospita la Vigna di Leonardo da Vinci, apre le danze una serata-evento in partnership con Confagricoltura. Un’occasione per riunire le eccellenze enogastronomiche e culturali del Belpaese, con lo scopo di valorizzare lo stile made in Italy e i territori ospitanti le rassegne. Italiafestival, an association that is a member of Agis and that, since 1987, has reunited the main Italian music, theatre and dance events, has chosen EXPO in Milan to officially present the main events in the upcoming artistic season. On 16 June at the evocative location of the Atellani abode, home to Leonardo da Vinci’s “Vigna”, an event in partnership with Confagricoltura gets the ball rolling. This is a chance to unite the finest in Italian food and wine and culture in order to endorse Made in Italy style and the locations hosting events. www.italiafestival.it

E

SPECIALE EXPO2015


© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

82 // TRAVEL THE INTERNATIONAL FESTIVAL OF EUROPEAN PHOTOGRAPHY AT REGGIO EMILIA REFLECTS THE THEME OF THE EXPO FOR ITS TENTH EDITION

AV MEDIOPADANA EXPO

Garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri. Da questa sfida, lanciata dall’evento Universale del 2015, ha preso spunto l’artista reggiano Giuliano Melioli che, nella sua opera Leonardo: perché non sia l’ultima cena, affronta il tema dell’alimentazione sostenibile attraverso una provocazione: «Non esiste senza condivisione». L’opera è esposta nella stazione AV di Reggio Emilia firmata da Santiago Calatrava per tutta la durata dell’Expo.

MEDIOPADANA HS EXPO

Guaranteeing healthy, secure and enough food for all peoples while respecting the Planet and its equilibrium - this challenge, launched by the 2015 Great Exhibition, inspired Reggio Emilia artist Giuliano Melioli who, in his work Leonardo: perché non sia l’ultima cena, deals with the topic of sustainable food through a provocation. “There can be no sustainable food without sharing.” This work will stay at the new HS station in Reggio Emilia signed by Santiago Calatrava throughout the duration of Expo.

giorni di assenza -sottolinea l’autricetrovo lumache che mangiano la carta della mia cassetta della posta, attaccandone le figure. Da qui ho pensato che anche le immagini, come tutti gli organismi viventi, nascono, si sviluppano, fanno il loro corso per poi decadere e morire». Erik Kessels dedica il suo Unfinished Father agli album di famiglia all’interno degli spazi adiacenti la Sinagoga, mentre dopo 18 anni l’antico Palazzo del Mosto ospita una collettiva di 13 fotografi. Nel frattempo, al Museo dei Cappuccini, l’Herculaneum di Marcello Grassi proviene dal passato per disegnare l’instabilità umana davanti alla storia. Spazio come sempre alle proposte degli emergenti: il progetto Speciale Diciottoventicinque è dedicato anche quest’anno agli appassionati del click tra i 18 e i 25 anni e il Circuito OFF premia le proposte indipendenti. SPECIALE EXPO2015

E

Photography crystallises moments in the present and allows us to think about the here and now. This is the best way to glean parts of a changing and transforming world and the focus of the International Festival of European Photography at Reggio Emilia for the last ten years. Effetto Terra has been chosen as the title for the tenth edition, in line with the leitmotif of Expo 2015, Feeding The Planet, energy for life. Every weekend until 26 July, the historical centre of this Po Valley city will be filled with artists, events, exhibitions, meetings, conferences and laboratories to think about the environment through visual language. This is an open means of discussing in depth the connections between energy, food, urban areas and the outskirts. The city’s more important sites and monuments will be invaded by a wave of creation aiming to take advantage of collective heritage that is often known to few. Italian master Olivo Barbieri presents Ersatz Lights Case Study #1 East West at the Chiostri di San Pietro, a very personal observation of large cities and personified environments. A case study of lighting to give life to pop, acid or metallic colours that rest on lakes, skyscrapers and skylines. Joan Fontcuberta proposes a project entitled Gastropoda for the Spallanzani Collection at the Musei Civici, entailing re-elaboration of a fragment of everyday life and the question of the longevity of artistic creations. “Every time I return home after being away for a few days,” stressed the author, “I find snails eating the paper on my mailbox, attacking the images. This led me to thinking that images, like all living organisms, are born, develop, live their lives before decaying and dying.” Erik Kessels dedicates his Unfinished Father to family albums in locations near to the Synagogue, whereas 18 years later the ancient Palazzo del Mosto hosts a collection of 13 photographs. Meanwhile, the Museo dei Cappuccini showcases Herculaneum by Marcello Grassi, which comes from the past to illustrate mankind’s instability when faced with history. As always, there is room for emerging artists: a project entitled Speciale Diciottoventicinque is once again dedicated to lovers of photography aged 18 to 25 and Circuito OFF awards independent proposals.


T TORINO per l’Esposizione Universale MILANO


TRAVEL// 85

Nessun luogo è come casa propria e non c’è opportunità migliore di un evento come Expo 2015 per fare ritorno in patria. L’invito è rivolto ai milioni di persone che da anni vivono e hanno trovato fortuna e felicità fuori dal Belpaese. L’Esposizione Universale si è fatta promotrice del progetto Made of Italians: residenti all’estero e stranieri originari dello Stivale che si iscrivono al programma possono usufruire di promozioni e tariffe agevolate per raggiungere la Penisola in aereo, viaggiare con mezzi di trasporto pubblici, noleggiare auto, pernottare, comunicare via telefono e internet e visitare musei. È possibile anche approdare all’evento meneghino, arricchito per l’occasione da servizi ed esperienze esclusive, con il 25% di sconto sul ticket d’ingresso. Trenitalia ha aumentato il numero di corse,

fermate e collegamenti da e per la stazione di Rho Fiera EXPO MILANO 2015, non solo per le tratte nazionali ma anche da e verso le principali città della Svizzera e della Francia. L’iniziativa può contare sulla forza e il radicamento delle Consulte regionali dell’emigrazione che, coinvolgendo oltre tremila associazioni dall’Argentina al Giappone, hanno contato più di quattro milioni e mezzo di concittadini con 50 milioni di discendenti. Che si tratti di prime, seconde o terze generazioni, Made of Italians è un’occasione imperdibile per ritrovare vecchi amici, scoprire meravigliosi territori di cui si è solo sentito parlare o riunire in grandi feste le famiglie lontane da tempo. L.M. http://madeofitalians.expo2015.org

© Maridav/Fotolia.com

Tornare alle radici

E

SPECIALE EXPO2015


86 // TRAVEL

There’s no place like home and there’s no better opportunity than an event such as Expo 2015 to return to your home country. This invitation is made to millions of people who for years have lived and found fortune and happiness away from Italy. The Great Exhibition is promoting a project entitled Made of Italians: residents abroad and foreigners originally from Italy who subscribe to this programme can take advantage of promotions and reduced rates to travel to Italy by plane, public transport or hire car, book accommodation, communicate by phone and the Internet and visit museums. They can also visit the Milan Expo, for which exclusive services and experiences have been especially organised, with a 25% discount on entrance tickets. Trenitalia has increased the number of trains, stops and connections to and from Rho Fiera EXPO MILANO 2015 Station, not only on domestic routes but also for the main cities in Switzerland and France. This initiative relies on the strength and consolidation of Regional Emigration Boards which, with help from over three thousand associations from Argentina to Japan,

SPECIALE EXPO2015

E

Š Kaetana/Fotolia.com

Back to your roots

have counted over four and a half million fellow citizens with 50 million descendants. Whether first-, second- or third-generation emigrants, Made of Italians is a golden opportunity to see old friends, discover wonderful areas around Italy only ever heard of or to hold parties to reunite families that have been apart for a long time. http://madeofitalians.expo2015.org


TRAVEL// 89

L’eleganza del cibo SIAMO CIÒ CHE MANGIAMO: ABITI-OPERA IN MOSTRA A ROMA INTERPRETANO IL RAPPORTO INSCINDIBILE TRA ALIMENTAZIONE E MODA

Design and photo Yeonju Sung

di Silvia Del Vecchio Photo Paolo Belletti

Agatha Ruiz de la Prada

Emilio Pucci

Enrico Coveri

Roma food and fashion. La Capitale rende omaggio al connubio fra nutrizione e creatività made in Italy. Fino al 1° novembre al Museo dei Mercati di Traiano, L’eleganza del cibo racconta la contaminazione tra le culture della moda e della tavola. Acqua, aria, terra e fuoco sono il filo conduttore della mostra curata da Stefano Dominella e Bonizza Giordani Aragno. Abiti e accessori vestono, esaltano e proteggono il corpo, sono il suo involucro esterno; il cibo, invece, è ciò che sta dentro, lo attraversa e lo nutre. «Per sorridere di questa strana coppia, ma anche per approfondire le mille sfumature che ne derivano, mi sono interrogato spesso circa il parossismo che sta focalizzando la nostra attenzione», spiega Dominella. «Da una parte l’edonismo, l’essere magri e in forma a ogni costo, dall’altra il tam tam mediatico e pubblicitario che scatena l’ansia alimentare. La moda raccoglie e assorbe tutte queste sollecitazioni e le interpreta con ironia». Fotografie, ologrammi, video mapping e visual art, come

The elegance of food WE ARE WHAT WE EAT: MASTERPIECE CLOTHING SHOWCASING IN ROME ILLUSTRATE THE INSEPARABLE RELATIONSHIP BETWEEN FOOD AND FASHION Rome food and fashion. Italy’s capital celebrates the bond between Made in Italy food and creativity. The exhibition entitled L’eleganza del cibo describes the contamination between fashion and food cultures at Museo dei Mercati di Traiano until 1 November. Water, air, earth and fire are the drivers behind this exhibition organised by Stefano Dominella and Bonizza Giordani Aragno. Clothes and accessories dress, exalt and protect the body, become its outer wrapping; food, on the other hand, is inside the body, passes through it, nourishes it. “In order to make fun of this oddball couple, but also to explain the multitude of related nuances, I often asked myself

Carta e Costura

E

SPECIALE EXPO2015


Etro

90 // TRAVEL

FuturoRemoto Gioielli Designer Gianni De Benedittis

Melissa by Karl Lagerfeld

espressione dell’alto artigianato e del bello e ben fatto, in un viaggio onirico che insieme a otto scatti della coreana Yeonju Sung dimostra la suggestione del gusto nel lavoro di designer e stilisti. Sono 160 le creazioni esposte, realizzate dagli anni ’50 a oggi da grandi nomi internazionali e giovani talenti. Armani s’ispira al bambù, sempre più in voga nell’industria ecosostenibile. Etro sceglie pasta e crostacei crudi per composizioni grafiche che richiamano italianissimi pranzi reali. Agatha Ruiz de la Prada scherza con spiritose decorazioni. Gattinoni, che ha dedicato al cibo l’intera collezione Couture à la carte, mette in mostra un bustier scolpito con spighe di grano e pantaloni in juta ricamati con biscotti e salatini cristallizzati. Tiziano Guardini realizza, invece, un abito natural con radici di liquirizia. E, ancora, Salvatore Ferragamo, pioniere nell’uso di materiali poveri come sughero, rafia e canapa, porta ai Mercati di Traiano le sue calzature più famose. Antonio Marras si lascia ispirare dai paesaggi della terra natia, la Sardegna, Moschino utilizza il cibo come strumento di denuncia sociale, mentre Ken Scott firma un meraviglioso orto da indossare. www.mercatiditraiano.it www.un-industria.it/eleganzadelcibo

about the paroxysm that is grabbing our attention,” explained Dominella. “On the one hand we have hedonism, wanting to be thin and healthy at all costs, on the other hand the tomtom drum sounded in media and publicity inciting anxiety over food. Fashion gathers and absorbs all this pressure and interprets it ironically.” Photographs, holograms, video mapping and visual art as expressions of quality crafts and beautiful and well-done items in a dreamlike journey alongside eight photographs by Korean Yeonju Sung illustrate the use of taste in the work of designers. The exhibition includes 160 creations by great international names and young talented people from the 1950s to now. Armani focusses on bamboo, which is increasingly in vogue in the eco-sustainable industry. Etro uses uncooked pasta and shellfish in graphical compositions recalling truly Italian royal lunches. Agatha Ruiz de la Prada plays with fun decorations. Gattinoni, who has dedicated an entire Couture collection to food, showcases a bustier made of wheat sheaves and jute trousers embroidered with crystallised biscuits and savoury crackers. Tiziano Guardini has made a natural suit using liquorice roots. Salvatore Ferragamo – pioneer in the use of simple materials such as cork, raffia and hemp - brings his most famous footwear to Mercati di Traiano. Antonio Marras is inspired by the landscapes from his birthplace in Sardinia and Moschino uses food for social denunciation, while Ken Scott showcases a wonderful ready-to-wear vegetable garden. SPECIALE EXPO2015

E

Tiziano Guardini Abito radici di liquirizia di Amarelli Liquorice root suit by Amarelli

Giorgio Armani Abito Armani Privé indossato dalla modella Giulia Gallo ai Mercati di Traiano Armani Privé’s dress worn by the model Giulia Gallo at Mercati di Traiano


92

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

FS ITALIANE PER EXPO 2015 FS ITALIANE FOR EXPO 2015 IL GRUPPO FS ITALIANE SFRECCIA A 300 ALL’ORA PER L’ESPOSIZIONE UNIVERSALE di Luca Mattei

Trenitalia è Official Global Rail Carrier di Expo Milano 2015. Con il treno si arriva direttamente nel cuore dell’evento grazie a 236 corse e 130mila posti al giorno da e per Milano, tra collegamenti nazionali e internazionali. 72 Frecciarossa, 64 Frecciabianca, 36 treni internazionali e 38 Intercity e Intercity Notte fermano alla stazione Centrale; 12 Frecciarossa e 4 Intercity Notte a Porta Garibaldi; 22 Frecciarossa, 4 Frecciabianca e 19 Intercity e Intercity Notte a Rogoredo. Fino al 31 ottobre sono 69 le fermate a Rho Fiera EXPO MILANO 2015. Inoltre a Milano Centrale e a Roma Termini, un desk informativo dedicato per l’intera durata della manifestazione. Per raggiungere l’Esposizione Universale, con l’offerta A/R Speciale EXPO riduzione del 20% per l’acquisto di biglietti di andata e ritorno. Un listino particolarmente conveniente anche per i gruppi scolastici con School Group Italy-Speciale Expo. Per la clientela estera il pass Italy4you è valido da 4 a 16 viaggi, con prezzi a partire da 190 euro, e ai tour operator è dedicata l’esclusiva promozione Visit Italy per Expo. Infine, Trenitalia mette in vendita i biglietti per visitare l’evento dell’anno. I ticket d’ingresso sono acquistabili con carta di credito sul sito trenitalia.com, in tutte le biglietterie e nelle settemila agenzie convenzionate, nei FRECCIAClub, tramite gli Uffici Gruppi e il call center a pagamento 892021. E GIUGNO 2015

GRUPPO FS ITALIANE HURTLING TOWARDS THE UNIVERSAL EXHIBITION AT 300 KILOMETRES AN HOUR

Trenitalia is the Official Global Rail Carrier for Expo Milano 2015. You can directly reach the event by train thanks to 236 scheduled domestic and international trains and 130 thousand seats to and from Milan every day - 72 Frecciarossa, 64 Frecciabianca, 36 international and 38 Intercity and Intercity Night trains will stop at the Central Station, 12 Frecciarossa and 4 Intercity Night trains at Porta Garibaldi and 22 Frecciarossa, 4 Frecciabianca and 19 Intercity and Intercity Night trains at Rogoredo. Until 31 October, 69 trains will stop at Rho Fiera EXPO MILANO 2015. There will also be a special information desk at Milano Central and Rome Termini Stations. To reach the Universal Exposition, the A/R Speciale EXPO offer with a 20% discount on round-trip tickets. There is also a particularly convenient price list for schools through School Group ltaly-Speciale Expo, whereas passengers from abroad can buy a pass Italy4you valid for between 4 and 16 journeys and with cost starting at 190 euros. The exclusive Visit Italy per Expo has been especially designed for Tour Operators. Finally, Trenitalia is selling tickets for the event of the year. Tickets can be bought by credit card online at trenitalia.com, in all ticket offices and 7 thousand authorised travel agencies, as well as in FRECCIAClub, Group Offices and Call Center 892021 (paid calls).


TRAVEL FS // 93 Photo Rosaria Ferro/Italferr

Alta ingegneria all’Esposizione Universale

Non è solo una questione di tempo, ma anche di qualità. Italferr, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, ha consegnato come previsto, prima dell’apertura al pubblico di Expo, le opere che ha avuto l’incarico di realizzare. Diverse le attività portate a termine: coordinamento di sponsor, partner, Paesi ospiti e allestitori; direzione dei lavori di spazi espositivi come Expo Centre, Padiglione Zero, Padiglione Slow Food, Children's Park, cluster delle aree tematiche, Lake Arena e Open air Theater; supporto alla stazione appaltante in attività tecniche, legali, amministrative e di tutela ambientale. In un’area di circa un milione di m2 sono state coordinate 400 imprese con oltre 5.300 addetti. Garantita, inoltre, una presenza h24 di 40 tecnici operativi, con una programmazione integrata tesa ad armonizzare i singoli cantieri. Rete Ferroviaria Italiana ha potenziato l’infrastruttura del nodo di Milano e realizzato il rinnovo tecnologico dei sistemi di gestione, controllo e distanziamento dei treni, per accrescere le caratteristiche prestazionali e l’affidabilità della rete in relazione all’offerta di traffico programmata fino a ottobre. Inoltre ha inaugurato la Sala Blu di Rho Fiera EXPO MILANO 2015 e migliorato l’accessibilità, l’illuminazione e il decoro nelle stazioni dell’area metropolitana. L.M.

Cluster Zone Aride.Vita nel deserto, percorso fotografico di George Steinmetz/Arid Zones cluster.Vita nel deserto, photographic tour of George Steinmetz

Quality engineering at the Great Exhibition

Le colture del Padiglione Slow Food/Slow Food Pavilion's cultivation

RHO FIERA expo milano 2015

43 nuove fermate nazionali alla stazione e 20mila posti al giorno 43 new national stops to the station and 20 thousand seats per day 19 direttrice Torino-Milano-Roma/Turin-Milan-Rome main line 18 direttrice Torino-Milano-Venezia/Trieste/Turin-Milan-Venice/ Trieste main line 6 IC e IC Notte

It’s not just a matter of time, but also of quality. Italferr, a subsidiaries of Ferrovie dello Stato Italiane, has delivered the entrusted works on schedule before the opening of the Expo. The Company completed various duties: coordinating sponsors, partners, guest Countries and assemblers; Director of Works for exhibition areas such as the Expo Centre, Zero Pavilion, Slow Food Pavilion, Children’s Park, clusters in topic areas, Lake Arena and Open air Theater; support for contractor in technical, legal, administration and environmental protection activities. This engineering company coordinated 400 companies and 5,300 workers in an area covering around one million square metres responsible for building clusters, service architecture, exhibition areas, pavilions and layouts. RFI has renovated infrastructure at the Milan railway hub and technologically upgraded all train management, control and distancing systems in order to improve network performance and reliability in view of new offers scheduled for Expo. The company has also opened Blue Room for person with disability and reduced mobility of Rho Fiera EXPO MILANO 2015 and increased accessibility and decorum in stations in the metropolitan area.

26 Eurocity ed Euronight da/per Svizzera e Francia e 11mila posti al giorno 26 Eurocity and Euronight trains from/to Switzerland and France and 11 thousand seats per day 24 da e per la Svizzera/to and from Switzerland 10 Ginevra 8 Basilea 6 Zurigo 2 Thello da e per la Francia/to and from France

E

SPECIALE EXPO2015


TRAVEL FS // 95

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

Buon viaggio Frecciarossa 1000! Bon voyage Frecciarossa 1000!

Milano, 25 aprile 2015. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riceve un biglietto d’argento dall’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Michele Mario Elia, prima del viaggio inaugurale del Frecciarossa 1000. Milan, 25 April 2015. Italian President of the Republic Sergio Mattarella received a silver ticket from Ferrovie dello Stato Italiane CEO Michele Mario Elia prior to travelling on the inaugural journey of the Frecciarossa 1000.

Dopo la corsa inaugurale del 25 aprile, con a bordo il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 14 giugno prende il via il servizio commerciale dell’avveniristico Frecciarossa 1000. Sei convogli della nuova serie effettuano otto viaggi giornalieri no stop tra Roma e Milano, sette dei quali hanno come stazione di partenza o destinazione Torino, 4 invece Napoli. I collegamenti aumenteranno progressivamente: a settembre diventeranno 14, mentre a dicembre, con l’orario invernale, saliranno a 22. Il super treno tutto italiano, nato dalla partnership fra AnsaldoBreda e Bombardier, su commessa Trenitalia e design Bertone, è il primo ad Alta Velocità completamente interoperabile, in grado di viaggiare su tutte le reti AV del Vecchio Continente. L.M

Following the inauguration journey on 25 April with Italian President of the Republic Sergio Mattarella on board, the Frecciarossa 1000 will begin commercial services on 14 June. Six new trains will carry out eight non-stop daily journeys between Rome and Milan, seven of which departing or arriving in Turin and 4 in Naples. Connections will progressively increase: there will be 14 services as of September 2015, and in December this number will increase to 22 with the winter timetable. This all-Italian super train created through a partnership between AnsaldoBreda and Bombardier, ordered by Trenitalia and designed by Bertone, is the first ever completely interoperable High Speed train that can travel on any HS network in Europe.

BIMBI A MILLE/CHILDREN DOING 1000-AN HOUR

I musei Explora di Roma, MUBA di Milano e Città della Scienza di Napoli presentano ai bambini il Frecciarossa 1000, ultimo gioiello di tecnologia e velocità del Gruppo FS Italiane. A maggio l’inaugurazione capitolina, in giugno tappa meneghina e a ottobre appuntamento con le meraviglie partenopee. Grandi e piccini possono osservare la ricostruzione in scala del 1000 ed entrare nella cabina di guida. La sede romana accorda lo sconto del 10% ai possessori CartaFRECCIA e ai loro familiari contemporaneamente in visita, così come ai viaggiatori AV muniti di biglietto Trenitalia con emissione antecedente di massimo cinque giorni all’ingresso. The Explora Museum in Rome, MUBA in Milan and Città della Scienza in Naples introduced children to the Frecciarossa 1000, the latest gem in technology and speed for Gruppo FS Italiane. Following its inauguration in Rome in May, it will be in Milan in June and among the wonders of Naples afterwards. Families can see a scale reconstruction of this train and driver’s cabin. There are special discounts for CartaFRECCIA holders and Frecce train passengers with a ticket to one of the three above cities no later than five days prior to their visit. www.mdbr.it | www.muba.it | www.cittadellascienza.it

E

SPECIALE EXPO2015


96 // TRAVEL FS-TECH

WIFI STATION

Grande successo per il nuovo portale del Gruppo FS Italiane. Nella prima settimana già 50mila visite e 3.500 utenti registrati, di cui il 30% inglesi e il 5% spagnoli. Wifi Station non è solo una possibilità di connessione wireless, ma un vero e proprio canale di comunicazione in mobilità. Start del progetto pilota in occasione di Expo nei terminal ferroviari di Milano Centrale, Porta Garibaldi e Rho Fiera EXPO MILANO 2015. In primo piano segnalazioni sui servizi interni alle stazioni, dalla posizione delle biglietterie agli orari di partenza e arrivo dei treni fino alla mappa dei negozi. Non mancano le opportunità post viaggio, come l’ubicazione dei taxi e i servizi di car sharing. Sempre up-to-date gli eventi cittadini e le previsioni meteo. Tutto con indicazioni testuali in otto lingue. The new FS Italiane portal is a great success. It received 50,000 visits and 3,500 registrations in its first week, 30% of which English and 5% Spanish users. Wifi Station is not just wireless connection but a fullyfledged communication channel to use via an ad hoc mobile app. This is the beginning of a pilot project that will kick off for Expo in the Milan Central, Porta Garibaldi and Rho Fiera EXPO MILANO 2015 Stations. This app provides notifications concerning in-station services, ticket office locations and train departure and arrival times, as well as showing you where to find shops and offers they have in store. There are also indications for opportunities on arrival, such as taxi and car sharing availabilities. News concerning events taking place in Milan and weather forecasts are always up-to-date, all of which is provided in eight languages.

SPECIALE EXPO2015

E

TRAIN SCOVERY

Conoscere la cultura italiana attraverso le bellezze paesaggistiche, architettoniche e culturali dello Stivale. Ecco l’obiettivo di Trainscovery, l’app per smartphone Android e iOS che Ferrovie dello Stato Italiane ha ideato per i turisti in viaggio verso l’Esposizione Universale. Sulla tratta Venezia-Milano i viaggiatori sono avvisati nelle vicinanze di uno dei 13 point of interest individuati, per ognuno dei quali è disponibile una scheda di approfondimento con notizie, foto e curiosità. Realizzata in quattro lingue, l'app funziona senza consumare il traffico dati, ma per sfruttarne le potenzialità è meglio attivare la localizzazione GPS e l’aggiornamento in background. Getting to know Italy via its breath-taking landscapes, architecture and culture is the objective behind Trainscovery, an app for Android and iOS smartphones that Ferrovie dello Stato Italiane has designed for tourists heading for the Universal Exhibition. Passengers on the Milan-Venice line will be notified when they approach any of 13 point of interest identified, a detailed description including news, photos and interesting facts for each of which is available. Available in four languages, the app works without data consumption and it is designed to optimize the Gps localization and background updates. LOGO_06

MOBILE PAYMENT TRENITALIA

Nuovo look per il sito web di Trenitalia. Pagine con grafica semplificata e più accattivante e nuove funzioni che facilitano la ricerca di informazioni e l’acquisto biglietti. Già in italiano e inglese, ora disponibile anche in cinese e a breve in francese e tedesco. I ticket per Frecce, treni nazionali e regionali si possono comprare anche da smartphone e tablet: attraverso il proprio numero di cellulare e la registrazione alla piattaforma Bemoov su trenitalia.com, il costo dell’acquisto viene addebitato direttamente su carta di credito, nella massima sicurezza e senza spese aggiuntive. The Trenitalia website changes its look. Pages have been simplified and given more appealing graphics and new functions that make searching for information and buying tickets much easier. The site, previously in Italian and English, is now also available in Chinese and French and German versions will soon be ready. You can also buy tickets for Freccia, national and regional trains from your smartphone and tablet: further to registration with the Bemoov platform at trenitalia.com, costs are directly charged to your credit card in a secure manner and at no extra price through your mobile phone number. www.trenitalia.com


ad E X P O 2 0 1 5

”mette in moto” l’agroalimentare I prodotti alimentari nascono dall’agricoltura, dal lavoro dei campi. All’origine di ogni filiera alimentare c’è un mezzo meccanico, un attrezzo, una tecnologia per l’aratura, la raccolta, l’irrigazione, i trattamenti alle colture, il trasporto dei prodotti. La meccanica agricola rende possibili le coltivazioni, migliora la qualità dei prodotti, permette un uso sostenibile delle risorse naturali. FederUnacoma, la federazione italiana dei costruttori di macchine agricole, partecipa ad EXPO 2015, perché la meccanica è parte fondamentale del sistema agroalimentare; è presente nel Padiglione Italia e nel Parco della Biodiversità per raccontare l’ingegno umano applicato alla terra, per ricordare che macchine e beni alimentari sono i due aspetti di uno stesso progetto – nutrire il pianeta – sono i prodotti di una stessa civiltà.

Attività FederUnacoma in occasione di Expo 2015:

Parco della Biodiversità

for

EXPO

A CibusèItalia partecipano:

we irrigate the world

FederUnacoma - Italia - 00159 Roma - Via Venafro, 5 - Tel. (+39) 06.432.981 - Fax (+39) 06.4076.370 - info@federunacoma.it - www.federunacoma.it


98

di Gaspare Baglio

L’Expo 2015 corre sui binari FS, e non solo in termini di servizi di trasporto, potenziamento infrastrutturale e know-how ingegneristico. Nell’area della Great Exhibition, a pochi passi da Palazzo Italia e dall’Albero della vita, il padiglione 112 è un vero e proprio quartier generale del Gruppo guidato da Michele Mario Elia. Pronto a fornire una vasta gamma di servizi ai viaggiatori, informazioni audio, video e social e una selezione di prodotti nazionali di origine controllata. Ma anche ad accogliere ospiti illustri, incontri a tema e addirittura una mostra multimediale sul food nell’antichità. Al piano terra si trovano il desk Trenitalia per il ticketing e gli orari dei collegamenti, un’area lounge e il corner di La Freccia.TV. Due schermi trasmettono filmati sull’universo FS, mentre un touch screen in collaborazione con Confagricoltura segnala prodotti enogastronomici legati ai territori delle città servite dalle Frecce Trenitalia. Non manca l’angolo dedicato ai magazine delle Edizioni La Freccia e uno spazio ad hoc per il car sharing Enjoy di Eni. Al piano superiore si snoda la mostra MovEat Expo, sul cibo nell’antica Roma, realizzata grazie alla collaborazione tra il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e la Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il MNR e l'Area Archeologica di Roma. Un’esposizione di reperti dal 700 a.C. all’età imperiale, con focus su alimentazione, approvvigionamento e nutrizione, accompagnata da un percorso multimediale sulle rotte del cibo che hanno attraversato e continuano a percorrere l’intera Penisola. Fra reperti, immagini, mappe e documenti, si delinea un racconto sulla centralità italiana nelle vie europee e internazionali e l’evoluzione del trasporto degli alimenti in treno, dalle origini ai giorni nostri. Lo spazio FS è teatro anche di un fitto programma di appuntamenti, a partire dal convegno Quali velocità, quali città, il 13 luglio. www.fsitaliane.it E GIUGNO 2015

Benvenuti nel mondo FS

ALL YOU NEED TO KNOW ABOUT THE GRUPPO FS ITALIANE EXHIBITION AREA AT EXPO MILANO 2015. SERVICES, EVENTS, EXHIBITIONS AND DATES NOT TO BE MISSED Expo 2015 runs along FS tracks, and not just in terms of transport services, infrastructural improvements and engineering know-how. Pavilion 112, located in the Great Exhibition area just a few steps from Palazzo Italia and the Tree of life, is a fully-fledged Headquarters for the Group headed

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE SULLO SPAZIO ESPOSITIVO DI FS ITALIANE A EXPO MILANO 2015. SERVIZI, EVENTI, MOSTRE E APPUNTAMENTI DA NON PERDERE


PROJECT // 99

© Giuseppe Senese/Creatività e Broadcasting - FS Italiane

Welcome to the world of FS Of course there is also an area dedicated to La Freccia magazines and a special area for ENI’s Enjoy car-sharing service. The exhibition entitled MovEat Expo about food in ancient Rome and jointly organised by Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane and the Ministry of Cultural Heritage and Tourism Special Authority for Archaeological Heritage is located on the upper floor, entailing exhibits from between 700 BC to the Imperial Age relating to food, provisioning and nutrition accompanied by a multimedia itinerary along the food routes that once and still run throughout Italy. The story of Italy’s central role in European and international routes and evolution in food transport by rail, from its origins to the current day, is told through exhibits, images, maps and documents. The FS exhibition area is also the stage for a packed programme of events, commencing with Quali velocità, quali città on 13 July.

© Fausto Molle - FS Italiane

by Michele Mario Elia. Ready to provide travellers services, audio, video and social information, a selection of Italian products of controlled origin, illustrious guests, topic-based meetings and even a multimedia exhibition on food in ancient times. On the ground floor you will find the Trenitalia desk for tickets and timetables, a lounge and the La Freccia.TV corner. Two screens show films about the FS universe, whereas a touch screen set up in partnership with Confagricoltura shows special food and wine products linked to the cities reached by Trenitalia Frecce trains. E

SPECIALE EXPO2015


PROJECT // 101

Il codice genetico dell’arte italiana di Giuliano Papalini [PAePA arte e comunicazione paepa2010@libero.it]

Dialogo tra memoria e presente attraverso le forme e i linguaggi della contemporaneità: è la formula usata dal curatore del Padiglione Italia, Vincenzo Trione, per «far emergere il codice genetico dell’arte italiana» alla 56esima edizione della Biennale di Venezia. Per raccontare questa «inconfondibile specificità» ha selezionato 15 artisti, in una commistione interessante tra periodi e generazioni. Maestri storicizzati dell’Arte Povera e della Transavanguardia accanto a “lupi solitari” e giovani emergenti. Si va da Luca Monterastelli, classe 1983, ad Aldo Tambellini, nato a Syracuse (NY) nel 1930 ma d’animo italiano, anche se questa è la sua prima esposizione nel Belpaese. E ancora Mimmo Paladino, Alis/Filliol, Andrea Aquilanti, Francesco Barocco,

Mimmo Paladino Senza titolo (2015)/Untitled Carbone su muro e fusione in alluminio, schermo e vetro resina, dimensioni ambientali/charcoal on wall and aluminium casting, resin screen and glass, environmental size Courtesy Galleria Christian Stein, Milano Photo Peppe Avallone

Paolo Gioli Sebastiano (2011) Polaroid 50x60 cm Courtesy dell’artista Courtesy of the artist

Vanessa Beecroft, Antonio Biasiucci, Giuseppe Caccavale, Paolo Gioli, Jannis Kounellis, Nino Longobardi, Marzia Migliora, Claudio Parmiggiani e Nicola Samorì. «Un progetto espositivo - sottolinea Trione - che mira a individuare un punto di vista identitario senza cedere a facili quanto inutili descrizioni fenomenologiche. Tutte opere inedite e rigorosamente concepite per il Padiglione Italia».

Luca Monterastelli Senza titolo (2013)/Untitled Installation view Courtesy Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli Photo Giusva Cennamo

E

SPECIALE EXPO2015


102 // PROJECT

The genetic code of Italian art A dialogue between past and present through contemporary shapes and languages: this is the formula adopted by Italia Pavilion director Vincenzo Trione, “To bring the genetic code of Italian art to the fore,” at the 56th edition of the Venice Biennale with an interesting selection of 15 artists representing different periods and generations recount this “unmistakable specificity.” Masters in “Arte Povera” (literally “Poor Art”) and Transavantgarde alongside “lone wolves” and young emerging talents – from Luca Monterastelli, born in 1983, to Aldo Tambellini, born in Syracuse (NY) in 1930 but with an Italian heart, although this is the first time he has exhibited in Italy. However there are also Mimmo Paladino, Alis/Filliol, Andrea Aquilanti, Francesco Barocco, Vanessa Beecroft, Antonio Biasiucci, Giuseppe Caccavale, Paolo Gioli, Jannis Kounellis, Nino Longobardi, Marzia Migliora, Claudio Parmiggiani and Nicola Samorì. Trione stressed that, “This is a project that aims to pinpoint identity without falling back on simple if not useless phenomenological descriptions. These are all new pieces, specifically created for the Italia Pavilion.”

Claudio Parmiggiani Senza titolo (1997-2015)/Untitled Ferro e vetro/iron and glass, 430x430x120 cm Courtesy dell’artista/Courtesy of the artist Photo Lucio Rossi/Studio Foto R.C.R., Parma

Helpida Hadzi-Vasileva Haruspex (particolare/detail, 2015) Materiale organico/organic material Courtesy dell’artista/Courtesy of the artist Photo Helpida Hadzi-Vasileva SPECIALE EXPO2015

E

Monika Bravo ARCHE-TYPES The sound of the word is beyond sense (particolare/detail, 2015) Monitor e lastre trasparenti su pannelli in legno dipinto/monitors and transparent plates on painted wooden panels, 440x230 cm Courtesy dell’artista/Courtesy of the artist, Photo Monika Bravo


Perché da 90 anni la famiglia Petti mette il pomodoro al centro della sua attività, delle sue attenzioni e della sua passione. Perché, per offrire il massimo di qualità e gusto, Petti sceglie solo pomodori toscani e li lavora a bassa temperatura. Perché, per far gustare il suo pomodoro a tutti gli italiani, Petti sta facendo di tutto per farsi trovare dappertutto.


PROJECT // 105

CUORE DEL PADIGLIONE NAZIONALE, LE QUATTRO TORRI INVITANO I VISITATORI A SCOPRIRE LA VARIETÀ DEI PRODOTTI E DEI VALORI ALLA BASE DEL SUCCESSO DEL MODELLO ELVETICO

Confooderatio di Antonella Caporaso - Photo Presenza Svizzera, DFAE

Helvetica

THE FOUR TOWERS AT THE HEART OF THE SWISS PAVILION INVITE VISITORS TO DISCOVER THE VARIETY OF PRODUCTS AND VALUES BEHIND THE SUCCESS OF SWITZERLAND’S MODEL

Primo Paese ad aderire a Expo Milano 2015, la Svizzera riflette sulla scarsità di risorse alimentari nel mondo presentando un padiglione ecosostenibile incentrato sulla responsabilità personale. Caffè, rondelle di mele essiccate, sale e acqua riempiono quattro torri che, insieme a Casa Svizzera, lo stand informativo sull’agricoltura, al salone per i partner e all’auditorio, compongono i 4.433 m2 dell’area elvetica all’interno dell’Esposizione Universale. I visitatori, con l’ausilio di appositi ascensori, raggiungono la cima di ciascuna torre per potersi servire delle specialità nelle quantità desiderate.

The first country to subscribe to Expo Milano 2015, Switzerland considers the shortage of food in the world with an eco-sustainable pavilion focussing on personal responsibility. Coffee, dried-apple discs, salt and water fill the four towers which, together with “Casa Svizzera” (Switzerland House), a stand providing information on farming, a lounge for partners and an auditorium, make up the 4,433 m2 of surface area covered by the Swiss exhibition at the Great Exhibition. Visitors can take special lifts to the top E

SPECIALE EXPO2015


106 // PROJECT Pizzoccheri

Grazie alla modularità della struttura, mano a mano che le colonne di cibo si svuotano, si abbassa il livello delle piattaforme su cui poggiano, registrato in tempo reale dai social media. Cambia così, progressivamente, l’aspetto stesso del padiglione, mentre il pubblico può visualizzare in presa diretta l’effetto dei propri comportamenti alimentari. Il progetto, denominato Confooderatio Helvetica e incentrato sulla disponibilità e sulla distribuzione degli alimenti a livello planetario, invita i visitatori a riflettere sul ruolo individuale di consumatore. Infine, un’offerta gastronomica rigorosamente made in Switzerland, con la cioccolata indiscussa protagonista, caratterizza il ristorante, le zone take-away e i diversi punti di ristorazione mobile.

Mascotte Padiglione Svizzera/Switzerland Pavilion's Mascotte

© merlin7125/Fotola.com

Interno Padiglione Svizzera/Switzerland Pavilion interior

of each tower to help themselves to as much of the contents as they wish. The modular nature of this structure ensures that the level of the platforms on which the columns rest lowers as the food towers empty, which is also recorded by social media in real time. Therefore the look of the Pavilion changes progressively and visitors can see the effects of their eating habits live. This project is entitled Confooderatio Helvetica and focusses on food availability and distribution throughout the world, inviting visitors to think about the personal role they play. Finally, strictly Made in Switzerland food is on offer, with chocolate the undisputed protagonist characterising the restaurant, take-aways and various mobile refreshment areas.

Pedalando verso Expo/ Cycling towards Expo

Duecento biciclette e 10 stazioni di bike sharing per promuovere gli stili di vita attivi in chiave green. Questi i numeri dell’iniziativa BikeMi, che offre ai visitatori dell’Esposizione Universale la possibilità di raggiungere pedalando il sito espositivo. I soci CartaFRECCIA hanno un rimborso di € 10 sull’importo dell’abbonamento annuale (€ 36) per la città di Milano. Two hundred bicycles and 10 bike-sharing stations promote healthy lifestyles in green. These are the figures for the BikeMi initiative offering visitors to the Great Exhibition a chance to reach this site by bike. CartaFRECCIA holders will get a € 10 refund on the annual subscription fee (€ 36) for Milan. www.bikemi.com

SPECIALE EXPO2015

E


EXPLORANDO // 109

A cura di Ilaria Perrotta

NEW YORK MEETS MILANO

Benny Golson © Roberto Cifarelli

MILANO (E DINTORNI) NON SOLO DA SCOPRIRE E GUSTARE, MA ANCHE DA ASCOLTARE MILAN (AND SURROUNDINGS) NOT ONLY TO DISCOVER AND TASTE, BUT ALSO TO HEAR

Voglia di trascorrere una serata in un posto magico? Il Blue Note di Milano, unica sede europea dello storico jazz club newyorchese, prolunga la sua apertura fino ad agosto in occasione di Expo 2015. Trascorrervi qualche ora permette di coniugare alla perfezione il piacere di nutrire le orecchie con la soddisfazione del palato. La cucina, semplice e raffinata, innaffiata da una selezione di vini nostrani e francesi, rende ancora più gradevoli i concerti. La struttura regala un’ottima acustica al pubblico in platea e in balconata. Una vera abbuffata di note a un passo dai musicisti.

Are you looking to spend an evening in a magical locality? Blue Note in Milan, the only European location of the historical New York Jazz Club, extends its opening until August especially for Expo 2015. Spending a few hours here will allow you to both please your ears and satisfy your taste buds at the same time. Simple but refined cooking washed down with a selection of Italian and French wines makes the concerts offered even more pleasurable. Its regal structure offers public both in the stalls and the gallery excellent acoustics. A veritable feast of notes with musicians within arms’ reach. www.bluenotemilano.com

Blue Note Milano © Alberto Simone

E

SPECIALE EXPO2015


110 // EXPLORANDO

Festival rhymes with Expo Festival fa rima con Expo Debutto estivo di una rassegna live nuova di zecca: il Postepay Milano Summer Festival ravviva le notti meneghine per la felicità degli amanti del genere pop, rock ed electronic dance. Al Mediolanum Forum di Assago, raggiungibile facilmente con la metropolitana e senza alcun limite di decibel, si esibiscono, tra gli altri, artisti del calibro di David Guetta (6 giugno), Sam Smith (20), Judas Priest (23), Slash (24), Noel Gallagher (6 luglio) e Ben Harper (22). Poste Italiane, partner dell’evento, dà la possibilità ai titolari Postepay di acquistare biglietti scontati del 15% e di entrare 15 minuti prima dell’apertura dei cancelli. Let’s start the music!

David Guetta © Ellen Von Unwerth

SPECIALE EXPO2015

E

Summer debut for a brand new live event: Postepay Milano Summer Festival spices up Milan by night for the pleasure of pop, rock and electronic dance lovers. The artists performing at the Mediolanum Forum in Assago, which can easily be reached by underground and without no sound limits, include those of the calibre of David Guetta (6 June), Sam Smith (20), Judas Priest (23), Slash (24), Noel Gallagher (6 July) and Ben Harper (22). Poste Italiane, partner of this event, allows Postepay cardholders to buy tickets with a 15% discount and to enter the location 15 minutes before gates open. Let’s start the music! www.postepay.it


ASUS consiglia Windows.

NOTEBOOK. TABLET. SCEGLI TU. ASUS Transformer Book Chi è il nuovo 2 in 1 con Windows 8.1 che ti permette di ottenere il massimo dai due mondi: tablet e notebook ultraveloci, sottili e potenti. Il display IPS+ ad altissima risoluzione WQHD dona immagini sempre perfette in ogni condizione di utilizzo.

Un notebook ASUS è un investimento sicuro! In caso di guasti entro i primi 12 mesi sarà riparato gratuitamente e riceverai un indennizzo pari al prezzo di acquisto. Per tutti i dettagli visita: www.latuagaranzia.com

Segui ASUS Italia


EXPLORANDO // 113

Mi Ami

Dal 5 al 7 giugno appuntamento nel parco dell’Idroscalo di Milano: al Circolo Magnolia c’è la XI edizione del Mi Ami Festival organizzato da rockit.it, portale di riferimento della musica italiana. Una tre giorni all’insegna di concerti, fumetti, arte, eventi e show alla continua ricerca di momenti freschi e originali. Tre palchi ospitano 50 rappresentanti dei vari generi che spaziano dal rap al rock, dall’elettronica al pop. Imperdibile il MI FAI (Matti Incontri Fumetto Arte Illustrazione), panoramica sulle novità e realtà creative in un mix & match inedito. Una rassegna quasi no stop dal pomeriggio all’alba, che si aggiunge agli eventi della Great Exhibition 2015.

Populous by Antonio Dicorato

Thegiornalisti ©Simon dExea

You have a date at the Idroscalo in Milan from 5 to 7 June: the Circolo Magnolia hosts the 11th edition of Mi Ami Festival organised by rockit. it, the main portal for Italian music. Three days packed with concerts, comic books, art, events and shows in a continuous pursuit of fresh and original times. Three stages host 50 representatives of various genres of music – from rap to rock, from electronic to pop. The MI FAI (Matti Incontri Fumetto Arte Illustrazione) is a must, an overview of recent developments and creative realities in a brand new mix & match. A practically non-stop event with performances from afternoon to dawn, an addition to the events at the 2015 Great Exhibition. www.rockit.it/miami E

SPECIALE EXPO2015


114 // EXPLORANDO

Festa al verde

Green festival

con il patronato di

© Jackfoto

festa della musica

18 / 19 / 20 / 21

GIUGNO 2015 MILANO PARCO FORLANINI Tutte le sfumature dell’elettronica all’ottava edizione della Festa della Musica Milano. Dal 18 al 21 giugno al parco Forlanini, performance di artisti e dj internazionali, locali ed emergenti. La manifestazione free entry è supportata, come ogni anno, da giochi di luce laser, light show e proiezioni visual di forte impatto. Inoltre, nel nome del rispetto per la natura, è proibita qualsiasi forma di accampamento in stile Coachella:

EVENTO GRATUITO IN OCCASIONE DELLA GIORNATA EUROPEA DELLA MUSICA VIII EDIZIONE Powered by

www.festadellamusicamilano.com/parcoforlaninI

tanta musica condita da altrettanta coscienza green, sbocciata grazie alla intensa campagna di sensibilizzazione per la tutela e la salvaguardia del parco. Divertimento e grande civiltà per chi potrà godersi lo spettacolo.

Every possible shade of electronic music at the eighth edition of Festa della Musica Milano. International, local and emerging artists and DJs perform at Forlanini Park from 18 to 21 June. Entry to the show is free and, like every year, there are laser light games, light shows and strong visual projections. Furthermore, in true Coachella style no camping is allowed by way of respecting nature: loads of music dressed with just as much green awareness thanks to an intense campaign to make people aware of the importance of safeguarding and protecting this park. Not just fun, but lots of manners for those who are able to enjoy the show. www.festadellamusicamilano/ parcoforlanini.com

HINTERLAND & DINTORNI/ HINTERLAND & SURROUNDINGS

Rock addicted dello Stivale unitevi: la quinta edizione del Brianza Rock Festival ha in programma un cast di tutto rispetto. All’Autodromo di Monza dal 12 al 14 giugno, tra le nebbie che hanno iniziato a percepire i primi suoni di una nuova sperimentazione del pop rock italico, tornano a farsi sentire tre band che hanno segnato la storia musicale del nostro Paese. I padroni di casa, Bluvertigo, capitanati da Morgan, avranno il compito di aprire la kermesse con la guest star Eugenio Finardi; i Subsonica sono i protagonisti della seconda giornata con la loro maniacale cura per suoni e immagini. Last but not least gli Afterhours chiudono l’evento mercoledì 14, unica data live in agenda per i prossimi mesi. Un’occasione imperdibile per i fan di questi gruppi che hanno fatto dell’innovazione l’obiettivo numero uno. Afterhours © magliocchetti

Bluvertigo © 2014 Maurizio Camagna

Eugenio Finardi

Subsonica © Pasquale Modica

Rock-addicts of Italy unite! The fifth edition of Brianza Rock Festival has an impressive cast. Three bands that have marked the musical history of Italy will return - from 12 to 14 June - to the racetrack where the first sounds of a new Italian pop-rock experiment could be heard in the fog. The hosts - Bluvertigo, led by Morgan - have the job of opening this event with guest star Eugenio Finardi; Subsonica will perform with their obsessive attention to sound and images on the second day. Last but not least, the Afterhours will conclude the event on Wednesday 14, the only live date they have on the agenda over the next few months. A must for all fans of these groups, which have made innovation their priority. www.brianzarockfestival.com SPECIALE EXPO2015

E


prcomunicazione.com

a enic COA m o La D l BARBA sta a u g i s

Da Barbacoa la carne non ha segreti Lasciatevi conquistare dal Barbacoa, ristorante specializzato nella preparazione della carne da oltre vent’anni e affermato in tutto il mondo. Assaporate i migliori tagli di carne, serviti secondo il tradizionale metodo Rodizio, assaggiate l’ottimo buffet di antipasti e scegliete il vostro vino tra le 140 etichette italiane selezionate. Inoltre Barbacoa si è arricchito del Dehors, l’accogliente e ricercato spazio esterno coperto.

Barbacoa, momenti unici raffinati ed eleganti!

São Paulo Campinas Salvador Manaus Brasilia Tokyo Osaka Milano Lunedì - Sabato: 19.30/24.00 Domenica: 12.30/22.00

Via delle Abbadesse, 30 / 20124 - Milano Tel. 02 688 3883 - barbacoa.milano@barbacoa.it www.barbacoa.it - www.barbacoa.com.br

Barbacoa è presente nella Guida Rossa MICHELIN 2015


Museo Cappella sansevero – via F. De sanctis, 19/21 – napoli info@museosansevero.it – www.museosansevero.it


EXPLORANDO // 117

CiaoMami

Scambio, aiuto, condivisione, in due parole sharing economy per le mamme di Expo 2015. Un servizio gratuito legato alla mobilità sostenibile per trovare facilmente seggiolini per auto, sdraiette, fasciatoi, vestiti e accessori per la cura, l'alimentazione e la pulizia dei piccini. E insieme un reale messaggio di accoglienza nella smart city che ospita l’Esposizione Universale. Il progetto, ideato da cinque studenti di Comunicazione pubblica alla Civica Scuola Interpreti e Traduttori di Milano, è patrocinato dal Padiglione Italia, convenzionato con l’Università di Strasburgo e sostenuto anche dal Polo Tecnologico di Pavia. Swapping, helping, imparting, in other words the sharing economy for Expo 2015 mums. A free service regarding sustainable mobility to help mums easily find car-seats, infant rockers, changing mats, clothes and accessories for the care, feeding and cleaning of babies as well as a cultural exchange to disseminate a real message of welcome to the smart city hosting the Great Exhibition. This project, conceived by five students in Public Communications at the Civica Scuola Interpreti e Traduttori (School for Interpreters and Translators) in Milan, is supported by the Italia Pavilion, the University of Strasbourg and the Polo Tecnologico in Pavia. Facebook: CiaoMaMi Twitter: @CiaoMaMicom www.eppela.com/ita/projects/3037/ciaomami

Milano dei

piccoli A cura di

Foody superstar

Si chiama Foody ed è la mascotte made in Disney di Expo Milano 2015. Undici alimenti compongono un personaggio virtuoso che si trasforma in souvenir e merchandising: coloratissimi carica batterie, cover per smartphone, copri bottiglie, set da viaggio, puzzle 3D, set decora T-shirt, giochi e gadget da regalare e collezionare. His name’s Foody and he’s the Made in Disney mascot for Expo Milano 2015. Eleven foods make up this virtuous character, who is ready to become a souvenir and merchandising: highly-coloured battery charger, smartphone cover, bottle cover, travelling set, 3D puzzle, T-shirt decorating kit, games and gadgets to give as presents and collect. www.disney.it/foody-expo/ E

SPECIALE EXPO2015


118 // EXPLORANDO © National Geographic Society

Arriva lo Spinosauro

Un mondo remoto si affaccia su Palazzo Dugnani. A Milano dal 6 giugno al 10 gennaio 2016 lo Spinosauro, il più grande predatore acquatico di sempre, affascinerà grandi e piccini. È lui il protagonista assoluto della mostra organizzata dal National Geographic con il Museo di Storia Naturale meneghino, l’Università di Chicago e l’azienda di modellistica Geomodel. Il dinosauro vissuto 97 milioni di anni fa era lungo 15 metri, aveva tantissime spine sul dorso e un muso simile a quello del coccodrillo. L’esposizione prevede simulazioni di attività archeologiche, come il maneggiamento e il riconoscimento di fossili.

The Spinosaurus is on its way

A remote world appears at Palazzo Dugnani. The Spinosaurus – the largest water predator ever – is coming to Milan from 6 June to 10 January 2016 to fascinate adults and children alike. He is the main character in the exhibition organised by the National Geographic with the Milan Museum of Natural History, Chicago University and model building company Geomodel. This dinosaur lived 97 million years ago, was 15 metres long and had numerous spines along its back and a snout much like a crocodile. The exhibition will include various simulations of archaeological activities, such as handling and recognising fossils. www.spinosaurus.eu www.assodidatticamuseale.it

Modelle Super

È giunto il momento di sfilare, di essere trendy e divertirsi con l’icona dei giochi di ogni bambina: Barbie. In 50 punti vendita in tutta Italia sono allestiti corner con passerella e hostess pronte a intrattenere le piccole ospiti in circa 400 ore di attività. Sognate una foto con Barbie in persona? È il momento giusto per fare uno scatto con l’amica del cuore.

MILANO TRAVEL PLANNING 148 FRECCE GIORNALIERE 148 FRECCE TRAINS A DAY 88 64 Durata minima del viaggio Minimum journey time Milano C.le-Roma T.ni in 2h e 55 Milano C.le-Napoli C.le in 4h e 15 Torino P.S.-Milano P.G. in 44 mins Milano C.le-Venezia M. in 2h e 10 SPECIALE EXPO2015

E

RISPARMI CON SAVE WITH A/R in giornata A/R Weekend CartaFRECCIA Special CartaFRECCIA Young e/and Senior Speciale 2x1 Bimbi Gratis www.trenitalia.com

Super Models TRENO+HOTEL EXCEL MILANO 3 **** Piazza Marco Polo, 14 Basiglio (MI) treno+hotel a/at € 75 da/from Bologna € 146 da/from Napoli € 72 da/from Venezia www.frecciando.com

It’s time to do the catwalk, to be trendy and to have fun with the symbolic toy of every little girl: Barbie. Corners with a catwalk and hostesses ready to entertain young guests with around 400 hours of activity will be set up in 50 stores throughout Italy. Do you dream of having your photo taken with a reallive Barbie? Now is the time to get a shot with your best friend. www.barbie.com/it-it/promotions/barbie-tour


120

A cura di Serena Console

FOCUS ART AQUARIUM MILANO// FINO AL 23 AGO/UNTIL 23 AUG

Save

EXPO date Lu Zhiping

CONVERGENZE PARALLELE MILANO// FINO AL 28 GIU/UNTIL 28 JUN

Nonostante il gap linguistico, Domenica Regazzoni dialoga con Lu Zhiping. Al Palazzo della Permanente, i due maestri dell’incisione ritrovano assonanze tra cultura italiana e tradizione cinese attraverso l’esposizione di un centinaio di opere che mettono a confronto le diverse anime dalla grafica. Despite the language barrier, Domenica Regazzoni talks to Lu Zhiping. These two masters in engraving rediscover harmony between Italian culture and Chinese tradition with an exhibition of around one hundred works that provide a comparison of various graphic spirits at Palazzo della Permanente. www.lapermanente.it

E GIUGNO 2015

In occasione di Expo 2015 anche l’eco nipponico raggiunge il capoluogo lombardo con la prima internazionale dell’esposizione che incanta curiosi e amanti della cultura del Sol Levante. Al Circolo Filologico Milanese, l’artista Hidetomo Kimura ripropone la bellezza della natura e l’identità giapponesi con un design moderno: installazioni di luci, musica e immagini in un’innovativa forma artistica per presentare le danze acquatiche del pesce rosso. Così, il Kingyo, emblema di fortuna e prosperità dalla storia millenaria, è protagonista della mostra che evoca la tradizione dell’antica Tokyo. Fusione del gusto asiatico con il vetro italiano firmato Venini, la realizzazione di acquari attraversati da fasci di neon colorati segue il sinuoso movimento della pinna dell’animale marino. Gli impianti di vasche cristalline ricreano le ambientazioni dello shogunato feudale Tokugawa, per rievocare in un viaggio sensoriale esperienze contemplative della filosofia zen.

Alla Grave di Papadopoli (sul Piave), 1917 Olio su tela/oil on canvas, 43x60,5 cm Courtesy Studio d'arte del '900, Livorno © Ghilardi Lucca

LA GRANDE GUERRA ARTE LUOGHI PROPAGANDA ITALIA// FINO AL 23 AGO/UNTIL 23 AUG

Dalla Belle Epoque al Fascismo: un progetto espositivo presentato nei poli museali di Milano, Napoli e Vicenza per raccontare, attraverso lo sguardo di artisti del tempo ed ex soldati, i tragici momenti dell’Italia nel Primo conflitto mondiale. From the Belle Epoque to Fascism: a project presented in museums in Milan, Naples and Vicenza to recount the tragic moments experienced by Italy in the First World War through the eyes of artists from that era and former soldiers. www.gallerieditalia.com


SAVE E-DATE // 121

Olivo Barbieri Canton, China (1998)

Vaso monumentale con pesci rossi Monumental vase with goldfish

Japanese echoes also reach the main city in Lombardy for Expo 2015 with the first international exhibition to enchant those who are curious about and love culture from the Land of the Rising Sun. Artist Hidetomo Kimura again proposes the beauty of nature and Japanese identity with a modern design at Circolo Filologico Milanese: installations of lighting, music and images in an innovative form of art to present the aquatic dancing of goldfish. This is how the Kingyo, symbol of luck and prosperity with a history dating back for centuries becomes the star of an exhibition evoking the tradition of ancient Tokyo. Asian-style fusion with Italian glass from Venini have created aquariums comprising strips of coloured neon lights to follow the sinuous movement of this marine animal’s fin. The crystal aquarium systems will recreate environments in neighbourhoods under the Tokugawa Shogunate to recall contemplation of the Zen philosophy through a sensorial journey. www.filologico.it

Olivo Barbieri Capri, Italia (2013)

OLIVO BARBIERI IMMAGINI 1978-2014 ROMA// FINO AL 15 NOV/until 15 NOV

Dai paesaggi italiani alle metropoli delle nuove superpotenze asiatiche: Olivo Barbieri, attraverso il suo obiettivo, cattura le evoluzioni delle città del mondo. Un’esposizione di oltre 100 scatti per presentare ai visitatori del MAXXI luoghi e realtà cancellati dalla modernità. From Italian landscapes to the metropolises of new Asian super-powers: Olivo Barbieri captures evolution in cities worldwide through his camera lens in an exhibition of over 100 shots showing places and realities cancelled by modernity to visitors of the MAXXI. www.fondazionemaxxi.it E

SPECIALE EXPO2015


122 // SAVE E-DATE

FOCUS

Due scatti tratti dalla proiezione dell'opera digitale Magnificent nella Sala d'Arme di Palazzo Vecchio Two photographs from the digital work Magnificent showing at the Sala d’Arme in Palazzo Vecchio

MAGNIFICENT FIRENZE// FINO AL 31 OTT/UNTIL 31 oct Un progetto dal concept innovativo per una rappresentazione inedita del Rinascimento. A Palazzo Vecchio le pareti diventano pannelli analogici su cui proiettare i capolavori dell’epoca in versione digitale, perfettamente sincronizzati con musiche e voci narranti. A project with an innovative concept provides a new representation of the Renaissance. Walls at Palazzo Vecchio become analogic panels on which masterpieces from this era can be shown in digital format, perfectly synchronised with music and narrators.

PROMOZIONI FS/ FS PROMOTION

Musei Civici Fiorentini: ingresso 2x1 a Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini, Cappella Brancacci, Complesso di Santa Maria Novella, Museo Novecento e Fondazione Salvatore Romano per i soci CartaFRECCIA e i clienti delle Frecce con biglietto per Firenze antecedente di massimo cinque giorni alla visita. Magnificent alla Sala d’Arme fino al 31 ottobre: 30% di sconto sul ticket della mostra. Musei Civici Fiorentini: 2 for 1 entrance to Palazzo Vecchio, Museo Stefano Bardini, Cappella Brancacci, Complesso di Santa Maria Novella, Museo Novecento and Fondazione Salvatore Romano for CartaFRECCIA holders and Frecce train passengers with tickets to Florence no earlier than five days prior to visit. Magnificent at Sala d’Arme until 31 October: 30% discount on exhibition tickets.

SPECIALE EXPO2015

E


E-TECHNO // 125

A cura di Gaspare Baglio

Borghi digitali Digital hamlets

L’avventura del viaggio È online il portale di avventure Zestrip, startup che fa sentire i turisti in giro per il mondo come “gente del posto”. Un modo per scovare gli angoli più autentici preferiti dagli autoctoni. L’idea si è radicata per venire incontro ai quasi 2 miliardi di millennials, i viaggiatori tra i 18 e i 34 anni che scelgono come motivazione principale del proprio viaggio la voglia di sperimentare lo stile di vita di altri Paesi. Le attività sono già disponibili per il Nord Italia, e a breve Zestrip arriverà a Roma, in Toscana e nel resto dello Stivale. Il progetto fa parte dell’incubatore PoliHub del Politecnico di Milano.

Grande restyling per il sito dei Borghi più belli d’Italia. Un rilancio in chiave digital basato su tendenze e tecnologie attuali nel campo del web e della multimedialità. Il nuovo portale s'ispira ad alcuni fondamentali topic del destination management turistico: relazione diretta e interattiva con il pubblico, informazioni facilmente estraibili, contenuti emozionali, integrazione con i social e con l’universo mobile e una maggiore attenzione a quello che il viaggiatore cerca e si aspetta di trovare. Tra le interessanti novità, il sistema costruisce percorsi ad hoc che possono essere arricchiti con foto e contenuti extra. Non manca la app dedicata, con tanto di realtà aumentata.

Wide-scale restyling for the Borghi più belli d’Italia website, digital re-launching based on current web and multimedia trends and technologies. The new portal has been inspired by a number of essential destination management topics: direct and interactive relations with the public, easy-to-find information, emotional contents, integration with social networks and mobile devices and increased attention to what travellers want and expect to find. Interesting novelties include the fact that the system creates ad hoc itineraries to which photos and extras can be added. There is also a specific App with augmented reality. www.borghitalia.it

The adventure entailed in travelling

The adventure portal of Zestrip – a start-up that makes tourists travelling around the world feel “at home” – is now online. This is a way for you to discover the authentic locations loved by natives. The idea for this portal aims to support the almost 2 billion travellers aged 18 to 34 – so-called millennials – whose main reason for travelling is to experience the lifestyles in other countries. Activities are now available in northern Italy and Zestrip will soon be ready in Rome, Tuscany and the rest of Italy. This project is part of the PoliHub Milan Polytechnic incubator. www.zestrip.it

E

SPECIALE EXPO2015


126 // E-TECHNO

The Fork TripAdvisor formato app. Golosi e buongustai possono trovare i ristoranti più vicini, prenotarli e accedere a offerte e sconti. TripAdvisor in App format. Food-lovers and gourmets can find and book nearby restaurants and get great offers and discounts.

City1Tap

L’applicazione del Corriere della Sera aiuta a muoversi per Milano e a scoprire luoghi ed eventi legati all’Esposizione Universale. Per iOS e Android. The app from Corriere della Sera helps you move around Milan and discover places and events relating to the Great Exhibition. Available for iOS and Android systems.

SPECIALE EXPO2015

E

Cheese, my love

AroundMe Serve qualcosa ma non si conosce la città? No problem: con questa app è possibile trovare banche, farmacie, alberghi, bar e cinema nelle vicinanze. Do you need something but don’t know your way around the city? No problem: this App will help you find nearby banks, chemists’, hotels, cafés and cinemas.

Grande novità per gli amanti del formaggio: nelle ultime settimane è nata La Formaggeria, portale e-commerce dedicato ai caci lombardi. La piattaforma, fortemente voluta dall’azienda Valsassinese Carozzi Formaggi, mira a divenire punto di riferimento per i buongustai all over the world. Con un semplice click sul sito ufficiale è possibile ordinare e ricevere le diverse varianti di gorgonzola, taleggio e quartirolo DOP, prodotti caseari di capra e latte vaccino e yogurt naturali. La scelta del web è stata portata avanti con entusiasmo e la consapevolezza che le bontà di un territorio caratteristico come la Valsassina, vanno diffuse il più possibile per promuoverne le eccellenze.

Great news for cheese lovers: La Formaggeria, an e-commerce portal dedicated to traditional cheeses from Lombardy, was established a few weeks ago. This platform – strongly desired by the Valsassinese Carozzi Formaggi company – aims to become the reference point for gourmets all over the world. All it takes is a simple click on the official website to order and receive various types of PDO gorgonzola, taleggio and quartirolo cheeses, goat and dairy products and natural yoghurts. Going online was a choice agreed with enthusiasm and an awareness that the delicacies from a characteristic area such as Valsassina must be disseminated to promote their special nature. www.laformaggeria.eu


Scopri il mondo de “le Naturelle� su:


128 // COLOPHON

© LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

ANNO II NUMERO 04 GIUGNO 2015 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 258/14 DEL 27/11/2014

IL GRANDE FREDDO

Albero della vita/ Tree of life

LE FREDDURE DI PADOSÉ Padosé's puns

E

ALCUNI CONTENUTI DELLA RIVISTA SONO RESI DISPONIBILI MEDIANTE LICENZA CREATIVE COMMONS BY-NC-ND 3.0 IT Info su creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it

EDITORE

Direzione Centrale Comunicazione Esterna e Media Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma www.fsitaliane.it Contatti di Redazione Tel. 06 44105298 lafreccia@fsitaliane.it Direttore Responsabile Orazio Carabini Progetto Editoriale Claudia Frattini Capo Redattore Claudia Frattini Caposervizio Silvia Del Vecchio Assistente Editoriale Gaspare Baglio In Redazione Serena Berardi, Luigi Cipriani, Cecilia Morrico Segreteria di Redazione Francesca Ventre Photo Editor Giovanna Di Napoli, Vincenzo Tafuri Coordinamento Creativo Giulio Lippi Grafico Manuela Nobile Traduzioni MMW Traduzioni Hanno collaborato a questo numero “Bambino” sarai tu!, Antonella Caporaso, Serena Console, Candida Francescone, Sandra Gesualdi, Luca Mattei, Giuliano Papalini, Ilaria Perrotta, Serena Roberti

[Twitter @padose68]

REALIZZAZIONE E PROGETTO GRAFICO

Girano strane voci su Van Gogh. Alcuni sostengono che dipinga, altri che giochi nell’Ajax, altri ancora che sia un furgone ipertecnologico There are some strange rumours about Van Gogh. Some people say he’s a painter, others that plays for Ajax, yet other that he’s a hypertechnological van

Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com Coordinamento Tecnico Antonio Nappa Coordinamento Organizzativo Massimiliano Santoli

Stanotte ho sognato di incontrare Omero su Saturno. Mi ha parlato di Odissea nello spazio Last night I dreamt that I met Homer on Saturn. He was telling me about an Odyssey in space Alcuni sostengono che le relazioni esterne siano dei flirt in terrazza Some people say that external relations means flirting on a terrace

SPECIALE EXPO2015

© Ferrovie dello Stato Italiane SpA Tutti i diritti riservati. Se non diversamente indicato, nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza il consenso espresso dell’editore.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 info@emotionalsrl.com Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Gestione Materiali Selene Merati smerati@emotionalsrl.com


La Freccia EXPO - giugno 2015  

Il nuovo magazine di FS Italiane in occasione di EXPO Milano 2015.

La Freccia EXPO - giugno 2015  

Il nuovo magazine di FS Italiane in occasione di EXPO Milano 2015.